MULTIMETRI DIGITALI SERIE DMK-DMG SOMMARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MULTIMETRI DIGITALI SERIE DMK-DMG SOMMARIO"

Transcript

1 77 I166 I 1009 MULTIMETRI DIGITALI SERIE DMK-DMG MANUALE DEL SOFTWARE DI CONTROLLO REMOTO SOMMARIO Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Attivazione del collegamento PC - Multimetri... 3 Schema di collegamento (diretto)... 3 Collegamento tramite modem... 4 Collegamento tramite convertitori Ethernet-Seriale... 4 Principi base... 5 Finestra principale... 6 Configurazione del sistema... 7 Nota importante: Menu Visualizza Raccolta dati Conteggio energie Allarmi Grafici Armoniche Pannello frontale Password Menu Comunicazione Online Offline Chiamata modem Riappendi Menu Parametri Setup Salva-Carica-Stampa Editor pagine Tipi di Indicatori Tipi di Oggetti Generazione pagina iniziale APPENDICE A - Modalità di collegamento Collegamento tramite modem standard Collegamento tramite modem GSM MSIT105$0500.doc P. 1 / 39

2 Introduzione Il software di controllo remoto per i multimetri serie DMK-DMG permette di collegare un PC con uno o più multimetri digitali della serie DMK-DMG provvisti di interfaccia seriale o di modulo di comunicazione (DMK32, DMK62, DMK40, DMK22, DMK52, DMG210, DMG300, DMG700, DMG800), permettendo di realizzare le seguenti funzioni: Visualizzare in forma grafica le misure provenienti dai multimetri sotto forma di strumenti virtuali (indicatori a lancetta, bar-graph, display, contatori ecc.). Campionare alcune misure definite dall utente e salvarle su disco in diversi formati (MS-Access, testo ASCII, MS-Excel). Tracciare grafici delle misure campionate. Applicare delle soglie di allarme alle misure campionate. Salvare su disco la sequenza di allarmi ed eventi verificatosi nella rete di multimetri. Visualizzare una rappresentazione virtuale del frontale del multimetro, con la possibilità di accedere a tutte le misure e di azionare i pulsanti. Visualizzare e modificare i parametri di impostazione del multimetro, con la possibilità di salvare su disco, richiamare e stampare le impostazioni. Visualizzare un grafico del contenuto armonico della tensione e corrente, utilizzando le misure fornite dal multimetro. Possibilità per l utente di personalizzare le pagine a piacimento, inserendo indicatori associati alle misure, immagini di sfondo, scritte e pulsanti di comando. Cambiare la lingua dei menu e dei comandi del programma scegliendo fra italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo. Risorse minime del PC Sistema operativo Windows 95/98/2000/XP Scheda grafica con risoluzione minima 800x600, consigliata 1024x768 o superiore Una interfaccia seriale RS-232 standard libera (COM:) 64Mb di RAM Processore classe Pentium o superiore Drive CD-ROM per l installazione Installazione Per procedere alla installazione è necessario disporre del personal computer con il sistema operativo già installato e funzionante e del CD per il setup del programma. È inoltre necessaria una seppur minima confidenza con il personal computer ed i comandi del sistema operativo windows. 1. Chiudere tutte le applicazioni eventualmente in esecuzione 2. Dal CD di installazione eseguire SETUP.EXE 3. Seguire le istruzioni che verranno visualizzate 4. Al termine dell installazione, se richiesto, riavviare il computer. MSIT105$0500.doc P. 2 / 39

3 Attivazione del collegamento PC - Multimetri Perché il programma di controllo remoto funzioni, è necessario che il PC ed i multimetri siano in grado di colloquiare via interfaccia seriale. Per attivare il collegamento, effettuare le seguenti operazioni: 1. Accertarsi che il PC che si intende usare abbia una porta di interfaccia seriale RS-232 disponibile e libera. Le porte seriali sono comunemente indicate con la sigla COM: e normalmente vanno da COM1: fino a COM4:, anche se la maggior parte dei PC in commercio dispone di sole due porte seriali (COM1: e COM2:), identificabili per il connettore a vaschetta 9 pin maschio. Per poter utilizzare il programma è innanzitutto necessario individuare quale porta del proprio PC si vuole utilizzare, ricordando che in alcuni casi una porta seriale può essere già occupata dal mouse. 2. Configurare il software per utilizzare la porta selezionata, cosa che può essere effettuata sia durante la fase di prima installazione sia successivamente attraverso il menu Configurazione-Opzioni-Generale (vedere il relativo paragrafo). Per default, la porta seriale selezionata è la COM1:, impostata a 9600 baud, nessuna parità. 3. Predisporre adeguatamente la rete RS-485, cioè collegare il convertitore RS-232/RS-485 al PC e successivamente tutti i multimetri fra loro e al convertitore, cosi come riportato nel seguente paragrafo Schemi di collegamento. Rispettare scrupolosamente la polarità dei cavi Rs Raccomandiamo di utilizzare un convertitore RS-232/RS-485 fornito dalla Lovato. Se l utente ha intenzione di utilizzare un convertitore di altro tipo, la Lovato non sarà in grado di assisterlo per problemi di cablaggio ne assicurare il corretto funzionamento della rete 485. In ogni caso, il convertitore dovrà essere isolato e con un circuito di controllo automatico della linea di enable. 5. Dalla tastiera di ciascuno dei multimetri, accedere ai parametri della interfaccia seriale (vedere l Addendum al manuale fornito insieme agli apparecchi) ed impostare un indirizzo seriale diverso per ciascun multimetro partendo da 01 in poi. Verificare che tutti i multimetri abbiano una impostazione di velocità e di parità corrispondente a quella del PC. 6. A questo punto sarà possibile lanciare l esecuzione del programma. Se il cablaggio e le impostazioni sono state effettuate correttamente, il collegamento sarà automaticamente attivato con il primo multimetro. Schema di collegamento (diretto) PC TR A B SG RS485 TR A B SG RS485 TR A B SG DMK n 31 DMK n 1 PX1 In caso di problemi Se il collegamento non funziona (tentando di passare in Online il programma emette dei beep e passa automaticamente in modalità Offline) controllare scrupolosamente i seguenti punti: Il numero della porta COM: del PC utilizzata deve corrispondere a quanto programmato nella finestra Configurazione-Opzioni-Generale-Impostazioni porta seriale. Nel caso siano collegati più multimetri, essi devono essere programmati con indirizzi di comunicazione seriale diversi fra loro (01, 02, 03 ecc). Per impostare l'indirizzo di comunicazione seriale utilizzare l apposito parametro nel menu di setup-comunicazioni. Le velocità di comunicazione impostate sul PC e sui multimetri devono essere uguali. Per il PC la velocità si seleziona nella finestra Configurazione-Opzioni-Generale-Impostazioni porta seriale, per i multimetri tramite il menu di impostazione Comunicazioni. La polarità di collegamento dei multimetri e del convertitore al bus RS-485 deve essere corretta (tutti i morsetti contrassegnati con A su di un conduttore e tutti quelli contrassegnati con B sull'altro). La distanza massima fra i due dispositivi più lontani sul bus RS-485 non deve superare i 1000m. Tutti i convertitori devono essere alimentati e correttamente configurati (vedere il fogli di istruzioni allegato agli apparecchi). In particolare, il convertitore lato PC dovrà essere programmato in modalità commutazione automatica (data). MSIT105$0500.doc P. 3 / 39

4 Collegamento tramite modem Quando il PC e i multimetri sono dislocati a notevole distanza, è possibile stabilire un controllo remoto attraverso una coppia di modem. In questo caso il PC deve essere collegato al modem attraverso il cavo fornito insieme al modem stesso, mentre dall altro lato il convertitore RS-232/RS-485 deve essere collegato al modem attraverso il cavo 51C9 fornito dalla Lovato. La connessione dei multimetri al convertitore deve essere fatta nello stesso modo usato per la connessione diretta (vedere schema di collegamento nella pagina precedente). Questo tipo di collegamento può presentare alcune difficoltà per gli utenti che non hanno confidenza con l utilizzo e la programmazione dei modem, in quanto si devono effettuare alcune programmazioni che dipendono dal tipo di modem utilizzato, dal tipo di linea telefonica ecc. Per ulteriori informazioni vedere l Appendice A. Collegamento tramite convertitori Ethernet-Seriale È possibile configurare il software per stabilire il collegamento PC-multimetri attraverso dei convertitori (gateway) Ethernet/seriale. Questi apparecchi sono in grado di utilizzare la rete LAN Ethernet per realizzare un collegamento fra dispositivi seriali, e possono essere utilizzati in due modi diversi: 1. Utilizzando un apposito driver, nel PC viene creata un porta seriale COM: virtuale, visibile da qualsiasi software, che in effetti non fa parte fisicamente del PC ma è remotata sul convertitore, e perciò può essere posta a notevole distanza dal PC stesso. Questo consente di utilizzare una rete LAN esistente per coprire la distanza fra il PC e la zona dove sono presenti i multimetri. In questo caso sia la configurazione del sw sia il collegamento fisico delle interfacce viene fatto come di consueto, cioè come descritto nel capitolo Attivazione del collegamento PC-multimetri descritto nella pagina precedente. Tutti i multimetri faranno riferimento ad una sola COM:, l unica differenza sta nel fatto che la porta seriale del PC viene sostituita dalla porta seriale remota del convertitore Ethernet/RS-232. Questo modo di funzionamento permette di utilizzare un solo convertitore. 2. La seconda modalità di connessione prevede il colloquio diretto PC-convertitori senza l ausilio di driver per COM virtuali, permettendo l utilizzo di più convertitori Ethernet/seriale simultaneamente e consentendo quindi una maggiore flessibilità nell ubicazione dei multimetri. Questa soluzione prevede che per ogni multimetro venga specificato l indirizzo IP e il numero della porta del convertitore al quale il multimetro è collegato (vedere la finestra Configurazione-Opzioni nelle pagine seguenti). È inoltre possibile collegare diversi multimetri alla stessa porta del convertitore Ethernet. Esistono sul mercato diverse marche e diversi modelli di convertitore ethernet/seriale, e le loro caratteristiche e codici di identificazione sono in continua evoluzione. Per questa ragione in questo manuale non viene indicato un modello specifico, anche se la maggior parte di essi è compatibile con questa applicazione. Per un aiuto nello scegliere correttamente il modello, chiedere informazioni al produttore. Per il corretto funzionamento del sistema e per la configurazione di questi convertitori fare riferimento al manuale operativo degli apparecchi ed avvalersi eventualmente di un tecnico esperto di reti LAN (amministratore del sistema). In linea di massima rispettare i seguenti punti: I convertitori devono essere configurati per lavorare direttamente in TCP/IP, non tramite un driver di COM virtuale. Gli indirizzi IP utilizzati per i convertitori devono essere liberi, cioè devono essere scelti in modo da non andare in conflitto con altri dispositivi già operanti sulla LAN. Avvalersi dell aiuto dell amministratore di rete se necessario. La impostazione delle porte seriali dei convertitori (velocità, parità, bit di dati ecc.) deve corrispondere a quanto impostato nei multimetri. Tutti i multimetri devono essere configurati con un indirizzo seriale diverso fra loro. Per quanto riguarda invece il collegamento fisico fra multimetro e convertitore: Se il convertitore Ethernet/seriale è dotato di una interfaccia seriale RS-232, allora valgono tutti i collegamenti descritti per quanto riguarda la porta seriale RS-232 del PC. Se invece il convertitore Ethernet/seriale è già dotato di una interfaccia RS-485 compatibile con quella dei multimetri, allora sarà possibile collegare direttamente i multimetri al convertitore. Per i DMG dipenderà dal tipo di modulo espansione presente. MSIT105$0500.doc P. 4 / 39

5 Principi base Il criterio di funzionamento del programma consiste nel leggere ciclicamente le misure effettuate dai multimetri collegati e di presentarle sotto forma di indicatori sul monitor del PC. Le informazioni sono raggruppate in pagine che possono essere selezionate dall utente durante il collegamento. Quando il programma viene installato vengono fornite alcune pagine già pronte. L utente, se lo desidera, potrà creare nuove pagine oppure modificare quelle esistenti. Le pagine possono essere di due tipi: Pagine che raggruppano dati provenienti da multimetri diversi, per esempio per visualizzare contemporaneamente tensione, corrente, potenza ecc. di varie parti di un impianto, ciascuna controllata da un DMK-DMG. In questo caso ciascun indicatore visualizzato preleva le misure da un particolare multimetro. Pagine con indicatori non associati ad un particolare multimetro, dove l utente seleziona da quale multimetro vuole prelevare i dati da visualizzare. In questo caso è possibile concentrare nella stessa pagina molte misure tutte provenienti dal multimetro selezionato in quel momento. Con un semplice click l utente si può spostare su di un altro multimetro, e tutti gli indicatori saranno aggiornati con le misure provenienti dallo stesso. Le pagine più comuni sono quelle del secondo tipo: Quando il programma sta visualizzando una di queste pagine viene abilitata una casella a discesa dove l utente può selezionare da quale multimetro leggere. In questo caso vengono abilitate anche una serie di funzioni che vengono indirizzate al multimetro selezionato, quali ad esempio l accesso ai parametri di setup, la visualizzazione del contenuto armonico, la rappresentazione del pannello frontale ecc. Esempio di pagina con misure provenienti da multimetri diversi Esempio di pagina con misure provenienti dallo stesso multimetro MSIT105$0500.doc P. 5 / 39

6 Finestra principale La finestra principale del programma contiene tutti i menu e le toolbar che permettono di accedere alle varie funzioni disponibili. Alcune di queste funzioni che possono modificare la configurazione del software sono protette da una password, e perciò risultano disabilitate al momento del lancio del programma. Nella figura seguente viene rappresentato l aspetto della finestra principale con evidenziati i controlli di utilizzo più frequente. Fig 1.1 Finestra principale Indicatore Display 7 segmenti Casella per la selezione delle pagine Casella per la selezione del multimetro Indicatore a lancetta laterale A G B H C D E F I J Pulsanti di comando Periodo aggiornamento pagina Riepilogo stato comunicazione multimetri Indicatore Bar graph Riepilogo stato allarmi multimetri Indicatore a lancetta centrale La pagina caricata nella figura, denominata PRINCIPALE è una delle pagine già pronte fornite con il programma. Si tratta di una pagina con indicatori non associati, perciò le misure visualizzate sono di volta in volta riferite al multimetro selezionato nella casella per la selezione del multimetro collocata in alto a destra. In essa sono raggruppate molte fra le misure più importanti fornite dai multimetri, e cioè: A) Tensioni concatenate B) Frequenza C) Potenza attiva equivalente D) Potenza reattiva equivalente E) Potenza apparente equivalente F) Stato uscite digitali G) Tensioni di fase L1, L2, L3 con minimi e massimi istantanei (misure corrispondenti alle funzioni HIGH e LOW del multimetro) H) Correnti di fase L1, L2, L3 I) Cosfi (displacement power factor) L1, L2, L3. J) Fattore di potenza L1, L2, L3 (total power factor) Se il multimetro collegato non fornisce una delle misure, il corrispondente indicatore visualizzerà tre trattini. MSIT105$0500.doc P. 6 / 39

7 Configurazione del sistema Per poter accedere alla configurazione, è necessario inserire la password che dopo l installazione del programma è, di default, LOVATO. Cliccare sul menu password, digitare Lovato e poi confermare con OK. La configurazione del sistema è una fase molto importante per la definizione del funzionamento del software. In particolare, nel caso siano collegati più multimetri, l utente dovrà prestare attenzione alla programmazione dei parametri riguardanti ciascun multimetro collegato alla rete. Prima di procedere alla spiegazione delle varie funzioni del programma, ci soffermeremo quindi sulla finestra di configurazione, elencando la funzione di tutte le impostazioni. La spiegazione più dettagliata dello scopo di ciascuna impostazione sarà poi trattata in modo più esteso nei capitoli seguenti. Fig Configurazione-Opzioni-Generale Impostazioni della porta seriale del PC Selezione della lingua del programma. Selezione dei colori di default delle pagine degli indicatori e degli stati I/O Seleziona collegamento diretto oppure via modem. Con collegamento diretto viene utilizzato il protocollo di comunicazione Modbus RTU, mentre con i modem viene utilizzato Modbus ASCII. Abilita la connessione tramite convertitori Ethernet/seriale e protocollo TCP/IP. Non è necessario abilitare questa opzione se si utilizza un solo convertitore tramite driver COM virtuale. MSIT105$0500.doc P. 7 / 39

8 Fig Configurazione-Opzioni-Multimetri DMK-DMG selezionato attualmente Numero totale di multimetro configurati Aggiunge un nuovo multimetro nella configurazione della rete Rimuove un multimetro dalla configurazione della rete Abilita / disabilita la comunicazione seriale con il multimetro selezionato Seleziona il multimetro precedente / successivo Impostazione del valore nominale per la scala degli indicatori (rappresenta il 100% degli indicatori bar graph ecc.). Va impostato in accordo con le caratteristiche dell impianto dove è collegato il multimetro. Definisce se, in caso di intervento della uscita digitale 1 del multimetro, va memorizzato un allarme nella lista allarmi. Come sopra, riferito alla uscita digitale 2 Descrizione dell allarme da memorizzare nel caso si verifichi l intervento della uscita digitale 1 Descrizione dell allarme da memorizzare nel caso si verifichi l intervento della uscita digitale 2 Descrizione del multimetro. Serve ad identificare il multimetro e sarà visualizzata nelle caselle di selezione, negli allarmi, nella raccolta dati ecc. Se è abilitata l opzione Collegamento tramite TCP-IP, queste caselle definiscono l indirizzo IP e la porta del convertitore al quale è collegato il multimetro selezionato Impostazione dei valori massimi per la scala degli indicatori (fondoscala indicatori a lancetta, barre grafiche ecc). Va impostato in accordo con le caratteristiche dell impianto dove è collegato il multimetro. MSIT105$0500.doc P. 8 / 39

9 Fig Configurazione-Opzioni-Raccolta dati Intervallo di tempo fra una lettura e la successiva Definisce per quanti giorni i dati raccolti rimangono memorizzati nel database della raccolta dati prima di essere eliminati Definisce se, in caso i dati dell ultimo campionamento siano fuori dai limiti definiti per gli allarmi, si deve salvare il record anche se non è ancora passato il periodo di memorizzazione Intervallo di tempo fra la memorizzazione di un record ed il successivo. Seleziona il multimetro dal quale campionare Seleziona il dato da campionare Aggiunge una voce alla lista dei dati da campionare, inserendo il multimetro e la misura selezionati nelle caselle a discesa. Elimina la voce selezionata dalla lista. Nota: Eliminare un campo dalla struttura del database Raccolta dati comporta la perdita dei record attualmente memorizzati. Lista dei dati da raccogliere. Questi dati possono essere utilizzati per generare degli allarmi (vedi pagina seguente), per essere visualizzati sotto forma di grafico, per essere esportati in altri formati. MSIT105$0500.doc P. 9 / 39

10 Fig Configurazione-Opzioni-Allarmi Seleziona la misura su cui applicare le soglie di allarme dalla lista delle variabili definite per la raccolta dati Abilita controllo soglia massima Valore soglia massima Abilita controllo soglia minima Valore soglia minima Abilita/disabilita l apertura automatica della finestra allarmi quando si verifica un nuovo allarme Lista delle soglie di allarme applicate ai dati della raccolta allarmi In caso di misure di tipo booleano, la scelta della soglia viene sostituita dalla scelta dello stato logico Etichetta da visualizzare nella condizione di allarme Stato logico da segnalare come allarme MSIT105$0500.doc P. 10 / 39

11 Fig Configurazione-Opzioni-Energie Definisce per quanti giorni i dati verranno mantenuti nel database delle energie prima di essere eliminati automaticamente. Se questa casella è selezionata, il campionamento delle energie verrà effettuato in sincronizzazione con l orologio del PC Per esempio, se il periodo di campionamento è di 1 ora, le letture saranno effettuate alle 0:00, 1:00, 2:00 ecc. Se la casella non è selezionata, le letture potrebbero essere fatte alle 0:33, 1:33, 2:33 ecc. Seleziona il multimetro dal quale campionare Intervallo fra le letture (campionamenti) dei contatori di energia. Se I campionamenti sono sincronizzati, l intervallo potrà essere selezionato da un lista di sottomultipli di 24 ore. Se invece I campionamenti non sono sincronizzati, allora l impostazione dell intervallo è libera. Aggiunge una voce alla lista dei dati da campionare, inserendo il multimetro e il contatore di energia selezionati nelle caselle a discesa. Seleziona il contatore di energia da campionare. È possibile scegliere fra i quattro contatori disponibili sul DMK, e cioè: - Energia attiva importata - Energia attiva esportata - Energia reattiva importata - Energia reattiva esportata Elimina la voce selezionata dalla lista. Nota: Eliminare un campo dalla struttura del database Energie comporta la perdita dei record attualmente memorizzati. MSIT105$0500.doc P. 11 / 39

12 Fig Configurazione-Opzioni-Rubrica modem Nel caso il programma sia configurato per effettuare il collegamento tramite modem, è possibile memorizzare un elenco delle varie installazioni, definendo un codice, un nome ed il relativo numero di telefono del modem sul campo. In questo modo, quando si vorrà stabilire il collegamento con un particolare impianto, sarà possibile selezionarlo direttamente da questo elenco. Per ciascuna installazione si può poi definire se sono installate una o più unità ed associare una pagina iniziale da caricare ogniqualvolta ci si collega a quella particolare installazione. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo Chiamata modem. Codice della installazione. Devono essere tutti diversi. Descrizione della installazione Per inserire un nuovo record, cliccare su Nuovo, riempire i campi soprastanti ed infine cliccare su Aggiungi. Numero di telefono del modem da chiamare Numero di unità DMK-DMG collegate al modem Per eliminare un record esistente selezionarlo nella tabella e quindi cliccare su Rimuovi. Nome della pagina da caricare quando si effettua il collegamento. Per modificare un record selezionarlo nella tabella, effettuare le modifiche nei campi soprastanti e quindi cliccare su Aggiorna. Nota importante: Normalmente la connessione dei multimetri al PC avviene direttamente, senza l ausilio di modem. Questo permette di configurare ogni multimetro, definendone il nome, il valore di fondo scala dei vari indicatori ecc (le configurazioni disponibili nelle finestra Configurazione-Opzioni-Multimetri, vedere la figura 2.2). Quando la connessione viene effettuata via modem, queste impostazioni possono essere utilizzate solo se la connessione viene effettuata sempre con lo stesso impianto, cioè quando nella finestra Rubrica modem c è un solo record perché l utente chiama sempre lo stesso numero di telefono. In questo caso, la coppia di modem permette di raggiungere una distanza più elevata, ma il criterio di comunicazione è lo stesso di quando la connessione è diretta. Il concetto cambia quando sono presenti varie installazioni in campo. In questo caso, ogni impianto può essere diverso dagli altri, avendo un numero diverso di multimetri installati o funzionando con diverse tensioni ecc. L utente può collegarsi ad un impianto, verificare lo stato dei multimetri, scollegarsi e comporre un nuovo numero di telefono per collegarsi ad un altro impianto differente dal primo. In questa situazione, funzioni come la Raccolta dati, il Conteggio Energie (e di conseguenza Grafici ed Allarmi) non possono essere utilizzati correttamente, in quanto dati provenienti da impianti diversi sarebbero memorizzati nello stesso database. Per le suddette ragioni, il software funziona in due modi diversi: Se la connessione è diretta (senza modem) oppure via modem ma con una sola installazione (un solo numero di telefono) allora il software funzionerà normalmente, con tutte le funzioni disponibili. Se invece la connessione viene fatta via modem a differenti installazioni (diversi impianti con DMK, ciascuno con un diverso numero di telefono) allora le funzioni Raccolta dati, Conteggio Energie, Grafico e Allarmi non saranno abilitate. I valori di fondo-scala degli indicatori saranno calcolati automaticamente in funzione delle impostazioni di setup dei multimetri di volta in volta collegati. Il nome dei vari multimetri sarà assegnato di default. Quando l utente clicca sul tasto Nuovo per aggiungere il numero di telefono della seconda installazione, viene visualizzato un messaggio per evidenziare che il modo di funzionamento sarà cambiato. MSIT105$0500.doc P. 12 / 39

13 Menu Visualizza Raccolta dati Le variabili definite nella pagina di configurazione Raccolta dati (Fig. 2.3) vengono campionate dal programma ciclicamente, con una velocità di acquisizione definita dall utente con l impostazione Periodo di campionamento. Ad ogni lettura, i dati vengono confrontati con le soglie di allarme definite dall utente (se ce ne sono). Gli stessi dati vengono salvati in un database con un intervallo di tempo definito dalla impostazione Periodo memorizzazione. Ad esempio, si può decidere di avere un periodo di campionamento di 5 sec ed un periodo di memorizzazione di 30 sec. In questo caso, ogni 5 secondi il programma leggerà tutte le variabili definite nella lista, e verificherà quelle fra esse per le quali sono state definite delle soglie di allarme. Se nessun allarme è presente, ogni 30 secondi verrà memorizzato un nuovo record nel database della raccolta dati. Se è stata selezionata l opzione Memorizza allarmi e una delle misure campionate esce dai limiti, il suo valore verrà salvato nel database anche se non è ancora trascorso il tempo di memorizzazione. Ovviamente l utente può decidere di impostare un tempo di memorizzazione uguale al tempo di campionamento. In questo caso, ogni campionamento verrà salvato nel database. Quando si definisce il Periodo di memorizzazione, si deve prestare attenzione alla quantità di spazio su disco che si ha a disposizione. Ad esempio, impostando un periodo di memorizzazione di 5 secondi, verrebbero salvati ben record al giorno, ciascuno con data, ora e valore di ciascuna variabile compresa nella lista Raccolta dati. Per questa ragione si è deciso di differenziare il campionamento dalla memorizzazione: questa soluzione permette di controllare le variabili con una buona frequenza, ma di memorizzarle solo se escono dai limiti o comunque con un periodo minimo definito dall utente. Per limitare l occupazione di memoria dei files sul disco è possibile eliminare automaticamente dal database i campionamenti più vecchi di un numero voluto di giorni. Impostando ad esempio Mantieni dati ultimi giorni a 7, verranno mantenuti nel database i campionamenti dell ultima settimana. Se il multimetro definito non supporta la misura selezionata (per esempio leggendo il cosfi da un DMK22), la corrispondente casella del database rimarrà vuota. I dati raccolti possono essere visualizzati in forma tabellare con il menu Visualizza-Raccolta dati, oppure cliccando sulla corrispondente icona sulla toolbar. Fig. 3.1 Visualizza-Raccolta dati Data e ora del campionamento Numero di records selezionati Valori delle variabili campionate Periodo selezionato per la visualizzazione. Estrae dal database i valori rientranti un determinato intervallo di tempo. Apre la finestra che permette di specificare l intervallo di tempo da selezionare Visualizza tutti i record del database Permette di esportare i dati selezionati in files in formato testo ASCII o Excel Cancella dal database i dati selezionati. MSIT105$0500.doc P. 13 / 39

14 Conteggio energie I contatori di energia definiti nella finestra Configurazione-Opzioni-Energie (vedi figura 2.5) vengono campionati ciclicamente dal software, indipendentemente da quale pagina si sta visualizzando, con una frequenza definita dall utente con l impostazione Periodo campionamento. Se la casella Sincronizza con orologio PC è abilitata, i campionamenti sono effettuati a orari definiti. Esempio: Periodo campionamento: 5min - Sincronizzato Letture alle: 0:00, 0:05, 0:10, 0:15 8:00, 8:05, 8:10. Periodo campionamento: 30 min - Sincronizzato Letture alle: 0:00, 0:30, 1:00, 1:30 8:00, 8:30, 9:00. Se invece la casella Sincronizza con orologio PC NON è abilitata, la distanza fra una lettura e la successiva potrà essere impostata liberamente, e il riferimento per la prima lettura è l ora in cui il software è stato avviato. Esempio: Periodo campionamento: 5min Non sincronizzato Letture alle: 0:03, 0:08, 0:13, 0:18 Periodo campionamento: 30 min Non sincronizzato Letture alle: 0:17, 0:47, 1:17, 1:47 Per ogni contatore di energia che sarà salvato nel database verrà aggiunta una colonna con la differenza (denominata DELTA) fra la lettura del contatore attuale e la precedente. Questo valore calcolato rappresenta la quantità di energia che è stata consumata (o generata) nell intervallo di tempo fra le due letture. Questo valore può essere tracciato sul grafico, dove verrà disegnato con una linea punteggiata. Per limitare l occupazione di memoria sul disco rigido, è possibile impostare il numero massimo di giorni per cui i dati devono essere mantenuti nel database. Per esempio impostando Mantieni dati ultimi 30 giorni, le letture più vecchie di un mese verranno automaticamente cancellate. Figura 3.2 Visualizza-Conteggio energie Data e ora campionamento Numero di record selezionati Contatore energia attiva Differenza fra la lettura attuale e la precedente Data di inizio e fine per l estrazione dei records dal database Apre la finestra per definire il periodo di visualizzazione Visualizza tutti I record del database Permette di esportare i dati in formato Testo ASCII o in formato Excel Elimina I record selezionati dal database MSIT105$0500.doc P. 14 / 39

15 Allarmi Come visto nella precedente pagina di configurazione allarmi (Fig. 2.4), l utente ha la possibilità di applicare delle soglie (minima, massima o entrambe) alle misure campionate con la Raccolta dati. Nel caso in cui uno o più dei valori campionati esca dai limiti definiti, la condizione di allarme viene memorizzata nel database allarmi in un nuovo record con data e ora. Quando la condizione di allarme cessa, viene memorizzato un ulteriore record che permette di definire la durata della situazione anomala. Nella finestra di configurazione dei multimetri (Fig. 2.3) è possibile specificare se la attivazione delle uscite digitali del multimetro rappresenta una situazione di allarme. In questo caso si può definire liberamente il testo che sarà memorizzato nel database allarmi ogniqualvolta il relè del multimetro sarà attivato. Nello stesso database vengono memorizzati anche degli Eventi, cioè degli episodi che permettono di interpretare meglio la sequenzialità degli allarmi registrati. Un esempio di evento è l attivazione del controllo remoto, cioè l istante in cui il programma viene lanciato e perciò comincia a campionare le misure dai multimetri. È ovvio che se il programma o il PC sono rimasti inattivi nel database allarmi possono mancare alcune registrazioni. Lo stesso si può verificare nel caso un multimetro sia rimasto disalimentato per un certo periodo di tempo. Gli eventi vengono memorizzati in sequenza temporale insieme agli allarmi, ma richiamando la visualizzazione del database l utente avrà la possibilità di selezionare le informazioni che gli interessano, e in particolare: Il periodo in cui si sono verificati gli allarmi (giorno-ora di inizio e fine) Vedere allarmi ed eventi, solo allarmi, solo eventi. Vedere i dati di tutti i multimetri collegati oppure di uno in particolare. Fig. 4.1 Visualizza-Allarmi Data e ora dell allarme o evento Numero di records selezionati Tipo di record Allarme o Evento Descrizione allarme - evento Tacita il beep del computer nel caso sia selezionata l opzione di apertura automatica della finestra allarmi. Seleziona visualizzazione : Solo allarmi, solo eventi, entrambi Seleziona allarmi di un particolare multimetro Apre finestra per definire data di inizio / fine per la selezione dei record Esporta i record selezionati in formato testo ASCII o Excel Elimina dal database i record selezionati MSIT105$0500.doc P. 15 / 39

16 Grafici I dati raccolti nei database Raccolta dati possono essere visualizzati sotto forma di grafici (trend). In questo modo si può avere a colpo d occhio una impressione dell andamento delle misure più importanti, oppure paragonare sullo stesso grafico le grandezze provenienti da due parti diverse dell impianto. Per aprire la finestra del grafico selezionare il menu Visualizza-Grafico oppure cliccare sulla corrispondente icona nella toolbar. Il criterio di funzionamento di questo tipo di grafico è molto simile a quello di un oscilloscopio. Sull asse delle ascisse (orizzontale) viene indicato il tempo. La scala orizzontale dei tempi è comune a tutte le misure visualizzate, e viene rappresentata con l indicazione di data e ora del campionamento. È possibile visualizzare fino a 8 grafici sovrapposti scegliendo le misure da tracciare fra quelle disponibili nei database Raccolta dati e Conteggio energie ed utilizzando le otto caselle a discesa, ciascuna abbinata ad un colore della traccia. Per ciascuna misura è poi possibile modificare la scala verticale agendo sui pulsanti + e. Per stabilire il valore della misura in un dato momento, è disponibile una indicazione che dice quanto vale un quadretto in verticale (divisione). Se ad esempio viene indicato 50V / div ed il grafico si trova a 8 quadretti in altezza, la misura è di circa 400V. Il grafico occupa un area di 240 divisioni in orizzontale per 10 in verticale. Quando viene aperta, la finestra è impostata per visualizzare i dati del giorno corrente, cioè dalle 00:00:00 del giorno corrente alle 00:00:00 del giorno successivo. Tramite l apposito pulsante Seleziona periodo è possibile scegliere il periodo di inizio e di fine della visualizzazione. Nel caso nel database non siano disponibili i dati per un certo periodo di tempo (ad esempio perchè il programma è rimasto inattivo) viene tracciata una linea con un colore di una tonalità più scura di quella normale. Fig. 5.1 Visualizza-Grafico Colore scuro = dati non disponibili Colore brillante = dati campionati Traccia punteggiata = Conteggio energia Scorre grafico in orizzontale Seleziona misura da associare alla traccia rossa Aumenta / diminuisci scala verticale Scala verticale traccia rossa = 50 V / quadretto Seleziona inizio / fine visualizzazione Stampa o salva l immagine della finestra visualizzata MSIT105$0500.doc P. 16 / 39

17 Armoniche I multimetri DMK e DMG hanno la possibilità di misurare il contenuto armonico sui segnali di tensione e corrente, per ciascuna fase, per mezzo di un algoritmo FFT (Fast Fourier Transform). Tramite il menu Visualizza-Armoniche, i dati così calcolati possono essere visualizzati su di un grafico dove sulle ascisse sono rappresentati i vari ordini delle armoniche misurate, dalla seconda alla ventiduesima, più due barre che rappresentano il THD (Total Harmonic Distortion) e l RHD (Residual Harmonic Distortion). Le ordinate rappresentano invece l intensità delle corrispondenti armoniche espressa in percentuale della armonica fondamentale. Tramite una casella a discesa è possibile selezionare la visualizzazione delle armoniche di tensione o di corrente. Le singole fasi L1, L2 ed L3 sono differenziate dal colore della barra. I dati visualizzati si riferiscono al multimetro attualmente selezionato nella casella Selezione multimetro (vedi Fig. 1.1). Se il programma sta visualizzando una pagina con indicatori provenienti da multimetri diversi, non sarà possibile richiamare la visualizzazione della finestra Armoniche. Nota: Sui multimetri DMK il calcolo delle armoniche può essere disabilitato per favorire una acquisizione dei dati più rapida. In questo caso la finestra armoniche visualizzerà tutte le barre con altezza zero. Fig. 6.1 Visualizza-Armoniche Multimetro al quale si riferiscono i dati Valori del contenuto armonico visualizzati in forma grafica Casella di selezione Armoniche di tensione o corrente Casella di selezione del fondoscala verticale Legenda colori barre L1, L2,L3. Valori del contenuto armonico visualizzati in forma numerica Stampa o salva l immagine della finestra visualizzata MSIT105$0500.doc P. 17 / 39

18 Pannello frontale Tramite il software di controllo remoto è possibile visualizzare sul monitor del PC una rappresentazione virtuale del pannello frontale del DMK. Richiamando questa finestra con il menu Visualizza-Pannello frontale verrà visualizzato il frontalino del DMK selezionato, con la visualizzazione in tempo reale dei display e dei LED nel loro stato attuale. Cliccando con il mouse in corrispondenza dei tasti sarà possibile effettuare le selezioni fra le misure e le funzioni allo stesso modo con cui si effettuano sul multimetro reale. Non sarà invece possibile accedere a quelle funzioni (tipo programmazione parametri, reset contatori ecc) che richiedono la pressione simultanea e/o prolungata dei tasti. Esistono diversi tipi di pannelli frontali, che rappresentano i vari multimetri della serie DMK. La visualizzazione si adatterà al modello di multimetro attualmente selezionato. Così come per la finestra Armoniche, non sarà possibile richiamare la visualizzazione del pannello frontale se si sta visualizzando una pagina con dati provenienti da DMK diversi. Nota: La qualità della rappresentazione grafica del pannello frontale può variare a seconda della risoluzione grafica del PC e/o delle impostazioni del monitor utilizzate. La funzione pannello frontale virtuale non è supportata per i multimetri della serie DMG. Fig. 7.1 Visualizza-Pannello frontale Nome del multimetro selezionato Cliccando sui tasti si ottiene lo stesso effetto che si ha sul pannello reale Visualizzazione in tempo reale dello stato di display e LED MSIT105$0500.doc P. 18 / 39

19 Password Quando si avvia il programma alcune delle funzioni risultano disattivate. Tramite il menu Password si ha la possibilità di immettere la parola d ordine che permette l accesso a tutte le funzioni, e in particolare: Modificare le impostazioni del controllo remoto Modificare la password Eliminare record dai database Allarmi e Raccolta dati Accedere all editor pagine Modificare i parametri di setup dei DMK collegati Fig. 8.1 Password Al momento della prima installazione la password è LOVATO. Successivamente l utente potrà registrare una nuova password personalizzata, cliccando sul pulsante Nuova password e quindi immettendo per due volte consecutive la nuova password di sua scelta. Fig. 8.2 Nuova password MSIT105$0500.doc P. 19 / 39

20 Menu Comunicazione Online Il menu Comunicazione-Online permette di riavviare il collegamento seriale dopo che esso è stato messo in pausa dall operatore tramite il comando Offline. Quando si sceglie di riattivare la comunicazione seriale, il programma esegue una scansione di tutti i multimetri configurati nella rete per verificarne lo stato. Offline Con Comunicazione-Offline l utente ha la possibilità di sospendere temporaneamente la comunicazione seriale fra il PC ed i multimetri. Quando il programma si trova in questa modalità, gli indicatori vengono visualizzati in uno stato di riposo e la raccolta dati ed il controllo allarmi vengono sospesi. Questo comando è da utilizzarsi ad esempio quando si vogliono effettuare interventi sul cablaggio della rete Rs-485 oppure quando i multimetri collegati devono essere disalimentati. Lo stato di sistema in Offline viene evidenziato da una scritta sulla barra di stato della finestra principale ( in basso sullo schermo). Il sistema passa automaticamente in modalità offline quando si accede alla configurazione (opzioni oppure editor pagine). Chiamata modem Questa opzione è disponibile solo se il programma è stato configurato per effettuare il collegamento attraverso un modem (vedere finestra Configurazione-Opzioni-Generale). In questo caso il software di controllo remoto utilizza il protocollo di comunicazione Modbus ASCII invece del consueto Modbus RTU, in quanto questo non è adatto alla comunicazione via modem. Dal punto di vista dell utente la sola differenza è un leggero rallentamento della visualizzazione, dovuta alla maggiore lunghezza dei messaggi ed alla modulazione dei modem. Quando si è configurata la connessione via modem, il software visualizza automaticamente la finestra Chiamata modem all avvio, in quanto non è possibile comunicare con i DMK prima di aver chiamato il modem remoto ed aver stabilito la connessione. Questa finestra può anche essere richiamata manualmente tramite il menu Comunicazione-Chiamata modem. Una volta aperta la finestra in figura, selezionare dalla casella a discesa il nominativo dell installazione alla quale ci si vuole connettere. Verranno visualizzati i nominativi caricati nella Rubrica modem in fase di configurazione. Una volta effettuata la selezione il numero di telefono corrispondente compare nella casella sottostante. Cliccare sul pulsante Componi per iniziare la procedura di connessione. A questo punto il programma istruirà il modem per effettuare la chiamata. Durante la attesa si vedrà scorrere la barra blu del tempo massimo consentito per stabilire il collegamento (1 minuto). Il modem chiamato prenderà la linea e scambierà con il modem chiamante i consueti messaggi di handshaking. Al termine di questa procedura, se tutto si è svolto correttamente, sul monitor del PC comparirà una finestra che informa l utente dell avvenuto collegamento ed il programma passerà automaticamente in modalità Online. Se si verificano errori controllate scrupolosamente le connessioni ed eventualmente seguite la Guida alla risoluzione dei problemi di connessione riportata nell Appendice A di questo manuale. Normalmente la connessione non è critica in quanto vengono utilizzate delle procedure molto comuni ed assolutamente standard. Tramite il pulsante Interrompi è possibile bloccare la procedura di chiamata, mentre con Riappendi si chiude una comunicazione già in corso. Riappendi Con questo comando si interrompe un collegamento via modem, chiudendo la linea telefonica. Equivale a riappendere la cornetta in caso di una telefonata comune. Viene eseguito automaticamente ogniqualvolta si esce dal programma. MSIT105$0500.doc P. 20 / 39

21 Menu Parametri I parametri di setup dei multimetri possono essere visionati e modificati utilizzando l apposito menu Parametri. Questo modo di accedere alle impostazioni dei multimetri risulta più comodo ed immediato rispetto all accesso diretto dalla tastiera frontale dei multimetri, in quanto utilizzando il PC vengono visualizzati: Codice del parametro Descrizione in lingua Valore impostato Barra grafica o casella a discesa con le opzioni possibili I parametri sono stati raggruppati rispecchiando l organizzazione descritta sul manuale operativo e sull addendum. Setup Fig. 9.1 Tabella parametri - Setup Casella a discesa con tutti i menu disponibili, permette un rapido accesso ai parametri da modificare Valore numerico del parametro. Evidenziato in giallo se differente dal valore di default di fabbrica. Con un doppio click su questa casella si può impostare il parametro con la tastiera numerica Indica la revisione parametri del multimetro Casella a discesa con le scelte possibili Codice del parametro Descrizione parametro Barra grafica. Trascinarla con il mouse per modificare l impostazione Codice e descrizione del menu Trasmette solo i valori del menu precedente. Permette di trasferire più velocemente i parametri Barra di scorrimento per accedere ai parametri successivi Chiude la finestra di setup Trasmette i valori visualizzati al multimetri e li memorizza. Abilitato solo con password. Riceve i valori dal multimetri e li visualizza nella finestra Reimposta i valori al default di fabbrica MSIT105$0500.doc P. 21 / 39

22 Salva-Carica-Stampa I valori dei parametri di setup possono essere salvati sul disco del PC in un file di testo ASCII, in modo da poterli ricaricare in un altro multimetro in modo estremamente comodo e rapido. Questa funzione è utile quando si devono programmare una serie di multimetri con le stesse impostazioni, oppure quando si vuole mantenere un archivio delle impostazioni originali di un impianto. Per salvare su disco i parametri selezionare il menu Parametri-Salva su file ed immettere il nome desiderato. L estensione associata a questo tipo di file è.par. Per eseguire l operazione inversa, cioè trasferire un file dal PC al multimetro, utilizzare il menu Parametri-Carica da file. È inoltre possibile ottenere una stampa delle impostazioni, utile da archiviare insieme alla documentazione dell impianto, utilizzando il menu Parametri-Stampa. Editor pagine L editor pagine è quella parte del software di controllo remoto che permette all utente di costruire delle videate personalizzate, inserendo indicatori animati e oggetti fissi in modo da visualizzare le informazioni provenienti dai DMK nella forma più adatta a rappresentare l andamento delle grandezze elettriche dell impianto. La trattazione di questo argomento, che farebbe parte integrante della configurazione, è stata lasciata come ultimo argomento del manuale in quanto si rivolge a degli utenti che abbiano una buona familiarità con l utilizzo del PC e con le problematiche connesse alla comunicazione seriale. Per accedere all editor pagine inserire la password e richiamare il menu Configurazione-Editor pagine. È da notare che durante la costruzione delle pagine, così come durante la modifica della finestra Opzioni, il programma si predispone in modalità Offline, ovvero la comunicazione con i multimetri viene interrotta. Appena attivato, l editor pagine si presenta con una pagina vuota. Tramite il menu File è possibile effettuare le consuete operazioni di caricamento, salvataggio e creazione di una pagina nuova. È da notare che le pagine gestite dal programma risiedono tutte in una cartella (denominata \PAGES\ITA quando il programma è impostato in italiano) e che le operazioni di caricamento e di salvataggio delle pagine vengono effettuate solamente nella suddetta cartella. Per questa ragione le finestre di caricamento e salvataggio non appaiono come quelle consuete di windows ma in una forma più semplice. Nei seguenti paragrafi verranno illustrate le funzionalità dell editor pagine guidando l utente alla creazione di una pagina di prova. MSIT105$0500.doc P. 22 / 39

23 Step 1 La prima operazione che l utente può effettuare è quella di definire alcune proprietà generali della sua nuova pagina, quali il titolo, il colore di sfondo ed una eventuale immagine di sfondo. A questo scopo si può cliccare sul menu Pagina-Proprietà e richiamare la finestra in figura: Fig Pagina-Proprietà Testo che comparirà sulla barra del titolo Colore di sfondo della pagina. Seleziona il colore di sfondo Permette di selezionare il nome dell eventuale file grafico di sfondo. Sono supportati i formati BMP, GIF e JPG Specificare qui il nome del file grafico che farà da sfondo alla pagina. Le dimensioni del file originale dovranno essere compatibili con quelle della pagina. Step 2 Supponiamo a questo punto di voler inserire nella nostra pagina un indicatore tipo strumento a lancetta che indichi il valore della tensione equivalente. Selezioniamo il menu Indicatore-Aggiungi oppure clicchiamo con il tasto destro del mouse su un punto vuoto della pagina e selezioniamo Aggiungi indicatore dal menu popup. Verrà visualizzata la seguente finestra: Fig Indicatore-Aggiungi-Tipo indicatore Selezionare uno degli indicatori disponibili Cliccare su questo pulsante per inserire un nuovo indicatore del tipo voluto. MSIT105$0500.doc P. 23 / 39

24 Selezioniamo il pulsante con l indicatore a lancetta e successivamente clicchiamo sul pulsante Inserisci nuovo indicatore. A questo punto sulla nostra pagina comparirà l indicatore voluto, con posizione e dimensioni standard. Contemporaneamente, la finestra propone le impostazioni di base degli indicatori: Fig Indicatore -Proprietà Posizione dell indicatore. Le coordinate 0,0 rappresentano l angolo in alto a sinistra della pagina. Gli oggetti possono anche essere spostati usando il tool Muovi sulla toolbar e trascinandoli con il mouse Definizione della misura da visualizzare. Selezionare da quale multimetro e quale misura associare all indicatore appena inserito. Dimensioni dell indicatore. Alcuni indicatori hanno proporzioni fisse, in tal caso le dimensioni si modificano con il parametro Larghezza La finestra di Fig è comune a tutti i tipi di indicatori. Quando si specifica il multimetro dal quale prelevare la misura, tenere presente che: Se dalla casella Selezione multimetro viene selezionato un multimetro fra quelli definiti in fase di configurazione, la misura visualizzata dall indicatore verrà sempre prelevata dallo stesso multimetro. Questa soluzione va adottata quando si vogliono inserire nella stessa pagina misure provenienti da multimetri diversi (vedere il capitolo Principi base). Se la casella Selezione multimetro viene lasciata sulla impostazione Multimetro di default l indicatore visualizzerà la misura proveniente dal multimetro selezionato in quel momento nella finestra principale (vedi Fig. 1.1). Realizzando una pagina con tutti gli indicatori non associati ad un particolare multimetro, questa pagina potrà visualizzare le misure provenienti di volta in volta dal multimetro selezionato. Impostiamo posizione e dimensioni del nostro indicatore a lancetta, poi specifichiamo che la misura andrà prelevata dal multimetro di default ed infine selezioniamo fra le possibili misure quella che ci interessa, cioè, nel nostro esempio, Tensione di fase equivalente. MSIT105$0500.doc P. 24 / 39

25 A questo punto possiamo spostarci sulla pagina Opzioni della finestra Indicatore e completare alcune opzioni generali dell indicatore a lancetta. Queste opzioni variano a seconda del tipo di indicatore selezionato. Nel nostro caso, ad esempio, disabilitiamo la casella Usa descrizione di default e compiliamo una descrizione personalizzata da visualizzare sull indicatore a lancetta. Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo Lancetta 1) Sceglie se visualizzare sull indicatore la descrizione standard della misura oppure una descrizione personalizzata. Testo della descrizione personalizzata Sceglie se il fondoscala dell indicatore viene prelevato automaticamente da quello definito per il multimetro (vedere Fig. 2.2) oppure se si vuole specificare un fondoscala personalizzato. Spazio per specificare l eventuale fondo scala personalizzato Cliccando su OK le impostazioni vengono applicate all indicatore a lancetta e la finestra viene chiusa. Seguendo la stessa procedura è possibile aggiungere altri indicatori alla nostra pagina. Se si desidera modificare le impostazioni di un indicatore già inserito, selezionarlo cliccandoci sopra (l indicatore viene evidenziato da una cornice) e successivamente utilizzare il menu Indicatore-Modifica oppure utilizzare il tasto destro del mouse per richiamare il menu pop-up Modifica. Allo stesso modo, dopo aver selezionato un indicatore è possibile eliminarlo con Elimina. Step 3 A questo punto abbiamo realizzato una pagina semplicissima che però è già in grado di essere caricata e visualizzata. Procediamo quindi con il salvataggio tramite il menu File-Salva con nome ed usiamo il nome PROVA. Questo comando creerà un file ASCII denominato PROVA.PGD e posizionato nella directory \PAGES\ITA insieme alle altre pagine. Per chi è interessato, il contenuto del file può essere analizzato ed eventualmente modificato con un normale editor di testo. Step 4 Chiudiamo l editor pagine con il menu File-Esci dall editor pagine. Il programma carica di nuovo la pagina principale (Fig. 1.1) oppure la pagina con le stazioni DMK (in questo caso selezionare una delle stazioni per aprire la pagina principale). Questa volta nella casella a discesa per la selezione delle pagine (Fig. 1.1) si troverà anche la nostra pagina PROVA. Selezionandola, la pagina verrà caricata e l indicatore visualizzerà la tensione equivalente desiderata. A questo punto abbiamo concluso la sequenza minima indispensabile per realizzare una pagina personalizzata. Per permettere all utente di sfruttare le potenzialità del programma passeremo ora a descrivere le caratteristiche e le opzioni di tutti gli indicatori disponibili. Tipi di Indicatori MSIT105$0500.doc P. 25 / 39

26 Indicatore etichetta L indicatore di tipo Etichetta visualizza una misura proveniente dal multimetro in forma numerica. Descrizione. Puo essere quella di default della misura o personalizzata. Puo non essere visualizzata. Valore numerico della misura Unità di misura. Puo non essere visualizzata. Varia automaticamente a seconda del valore visualizzato (es. W, kw, MW) Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo Etichetta) MSIT105$0500.doc P. 26 / 39

27 Indicatore Lancetta 1 Unità di misura. Scala. Puo essere quella massima del multimetro (vedi fig. 2.2) oppure personalizzata Indicatori del massimo / minimo istantaneo (funzioni HIGH e LOW del DMK). Disponibili solo per alcune misure. Descrizione. Puo essere quella di default della misura o personalizzata. Valore numerico della misura Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo Lancetta 1) Questa opzione è abilitata solo se la misura selezionata è una di quelle per cui sono disponibili le funzioni HIGH e LOW nel DMK. MSIT105$0500.doc P. 27 / 39

28 Indicatore Lancetta 2 È possibile utilizzare la scala di default oppure personalizzare il minimo ed il massimo Quando associato alle misure di cosfi viene rappresentato con scala simmetrica Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo Lancetta 2) MSIT105$0500.doc P. 28 / 39

29 Indicatore 7-segmenti Funzionamento analogo all indicatore tipo Etichetta, con rappresentazione a 7-segmenti a LED. Visualizzazione 3 cifre a 7-segmenti Unità di misura. Varia automaticamente a seconda del valore visualizzato (es. W, kw, MW) Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo 7 segmenti) MSIT105$0500.doc P. 29 / 39

30 Indicatore Barra grafica Il fondoscala corrisponde al valore massimo specificato nella configurazione multimetri (vedi fig. 2.2) oppure puo essere specificato manualmente Il 100% corrisponde al valore nominale specificato nella configurazione multimetri (vedi fig. 2.2) Valore numerico Unità di misura Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo barra grafica) MSIT105$0500.doc P. 30 / 39

31 Indicatore Contatore Le cifre dopo la virgola sono su fondo bianco Valore del contatore Unità di misura Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo contatore) MSIT105$0500.doc P. 31 / 39

32 Indicatore Pannello 1 e 2 Tensione Equivalente Energia Attiva Equivalente Pulsante per accedere alla pagina individuale Energia attiva importata Tensione di fase Corrente di fase Energia Attiva Equivalente Energia attiva importata Fig Indicatore-Opzioni (per indicatore tipo pannello 1-2) Selezione del colore di sfondo del pannello MSIT105$0500.doc P. 32 / 39

33 Tipi di Oggetti Oltre agli indicatori, nella pagina possono essere inseriti altri oggetti, alcuni dei quali fissi (ad esempio scritte fisse, linee, immagini ecc.) ed altri con una funzione attiva (ad esempio pulsanti di comando). L inserimento e la manipolazione di questi oggetti avviene in modo molto simile a quello già descritto per gli indicatori. Tramite il menu Oggetto-Aggiungi è possibile aprire la finestra che permette di selezionare il tipo di oggetto e di specificarne le proprietà. Fig Oggetto-Aggiungi I tipi di oggetti disponibili sono: Testo fisso Scritta fissa di colore e dimensioni variabili Rettangolo Rettangolo colorato con dimensioni variabili Immagine Riquadro contenete un file grafico Pannello 3D Scritta fissa su di un pannello 3D Linea Linea di colore e inclinazione variabili Pulsante di comando Pulsante al quale si possono associare determinate azioni Così come gli indicatori, anche gli oggetti hanno proprietà diverse dipendenti dal tipo di oggetto. Nelle pagine seguenti spiegheremo la funzione di queste proprietà. MSIT105$0500.doc P. 33 / 39

34 Oggetto Testo Inserisce una scritta fissa sullo sfondo della pagina. Fig Oggetto-Testo-Proprietà Testo della scritta Formato dei caratteri Definisce se lo sfondo della scritta deve avere un colore proprio (quello definito in questa finestra) oppure se deve essere trasparente Oggetto Rettangolo Permette di disegnare un rettangolo colorato. Oggetto immagine Inserisce un riquadro contenete un immagine in formato BMP, JPG o GIF. Fig Oggetto-Immagine-Proprietà Nome del file Definisce se l immagine deve mantenere le sue dimensioni originali oppure deformarsi per seguire quelle impostate per l oggetto Oggetto Pannello 3D Funziona in modo analogo all oggetto testo, con la sola differenza che la scritta è sovrapposta ad un pannello con effetto rilievo. Oggetto Linea Funziona in modo analogo all oggetto rettangolo, cambianto le dimensioni si possono ottenere diverse inclinazioni, è anche possibile scegliere lo spessore della linea stessa. MSIT105$0500.doc P. 34 / 39

35 Oggetto Pulsante L oggetto pulsante è un oggetto attivo. La sua pressione con il mouse può essere associata ad una serie di comandi selezionabili dall utente. Nella finestra proprietà quindi, oltre a definire le consuete impostazioni quali posizione, dimensioni, testo ecc. si dovrà anche definire l azione associata ed un eventuale parametro. Le azioni associabili sono le seguenti: COMMAND Invia un comando al multimetro. In questo caso l operando definisce che tipo di comando inviare. I comandi possibili sono: Azzera contatori energia Azzera valori High Azzera valori Low Azzera valori Max Reset uscita digitale 1 (solo DMK32-62) Reset uscita digitale 2 (solo DMK32-62) Reset multimetro (solo DMK) Azzera contaore parziali (solo DMG) Azzera contatori esterni (solo DMG ) Azzera tariffe (solo DMG ) Azzera latch allarmi (solo DMG ) Azzera latch limiti (solo DMG ) Abilita REM1..8 (solo DMG ) Disabilita REM1..8 (solo DMG ) END Esce dal programma NEWPAGE Carica una nuova pagina. In questo caso l operando deve essere selezionato fra i nomi delle pagine disponibili. NEWNODE Seleziona un nuovo multimetro. In questo caso l operando deve essere selezionato fra la lista dei multimetri configurati. PANEL Visualizza il pannello frontale del multimetro specificato nell operando. Fig Oggetto-Pulsante-Proprietà Testo che compare all interno del pulsante Casella per selezionare l azione da associare al pulsante Operando legato all azione selezionata. Definisce se il pulsante è sempre abilitato oppure solo previo inserimento della password. MSIT105$0500.doc P. 35 / 39

36 Generazione pagina iniziale Quando il programma viene avviato, carica automaticamente una pagina con il seguente criterio: Se è stato configurato un solo multimetro, viene caricata la pagina con nome PRINCIPALE Se invece sono stati configurati più multimetri, viene caricata la pagina con nome INIZIO I nomi sopra citati sono validi quando il software è configurato in italiano. L utente, se lo desidera, può personalizzare con l editor pagine anche queste pagine, ma è necessario che i files PRINCIPALE.PGD e INIZIO.PGD non vengano eliminati. Esiste la possibilità di creare automaticamente la pagina INIZIO con un pannello per ogni multimetro configurato nella rete (vedere fig. 2.2). Questa operazione può essere effettuata dopo aver completato la configurazione, aprendo l editor pagine e selezionando il menu Pagina-Genera pagina iniziale. In questo modo il programma genera automaticamente la pagina INIZIO.PGD, inserendo per ogni multimetro dei pannelli, è possibile scegliere il tipo di pannello attraverso la seguente interfaccia: Pannello 1: Mostra la tensione equivalente, l energia attiva equivalente e quella importata Pannello 2: Mostra le tensioni e le correnti delle singole fasi, l energia attiva equivalente e quella importata Dopo aver generato la pagina, l utente ha la possibilità di personalizzarla a piacimento utilizzando i consueti comandi dell editor. Nella finestra sottostante viene visualizzato un esempio di pagina iniziale generato automaticamente partendo da una rete con configurati quattro multimetri: A questo punto potrebbe essere aggiunta una immagine di sfondo con, ad esempio, la pianta topografica o lo schema unifilare di un impianto. Quando il programma viene installato per la prima volta viene fornita una pagina iniziale con un solo pannello. Essa può essere sovrascritta da quella personalizzata dall utente e sarà caricata automaticamente la prossima volta che il programma sarà lanciato oppure selezionando il menu Visualizza-Pagina iniziale. MSIT105$0500.doc P. 36 / 39

DMK-DMG Data Logger MANUALE DEL SOFTWARE SOMMARIO

DMK-DMG Data Logger MANUALE DEL SOFTWARE SOMMARIO 77 DMK-DMG Data Logger I154 I 0510 MANUALE DEL SOFTWARE SOMMARIO Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Attivazione del collegamento PC - Multimetri... 3 Principi base... 4 Finestra

Dettagli

RGK-60 UNITÀ DI CONTROLLO GRUPPI ELETTROGENI SOMMARIO

RGK-60 UNITÀ DI CONTROLLO GRUPPI ELETTROGENI SOMMARIO 77 I124 I 0102 RGK-60 UNITÀ DI CONTROLLO GRUPPI ELETTROGENI MANUALE DEL SOFTWARE DI CONTROLLO REMOTO SOMMARIO Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Attivazione del collegamento

Dettagli

DCRK5 DCRK7 DCRK8 DCRK12 Regolatore automatico del fattore di potenza

DCRK5 DCRK7 DCRK8 DCRK12 Regolatore automatico del fattore di potenza DCRK5 DCRK7 DCRK8 DCRK12 Regolatore automatico del fattore di potenza I 140 I 1203 MANUALE DEL SOFTWARE DI PROGRAMMAZIONE Sommario Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Collegamento

Dettagli

ATL20 ATL30 Commutatore automatico di rete

ATL20 ATL30 Commutatore automatico di rete ATL20 ATL30 Commutatore automatico di rete I 194 I 07 07 MANUALE DEL SOFTWARE DI CONTROLLO REMOTO Sommario Introduzione... 2 Risorse minime del PC... 2 Installazione... 2 Attivazione della connessione

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

Manuale del software di controllo remoto per l'avviatore statico DG[

Manuale del software di controllo remoto per l'avviatore statico DG[ Manuale del software di controllo remoto per l'avviatore statico Codice documento: I88.I.03-00 Manuale del software di controllo remoto - pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Generalita... 3 Risorse hardware

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

Dettagli

S T R U M E N T I & S E R V I Z I

S T R U M E N T I & S E R V I Z I Via S. Silvestro, 92 21100 Varese Tel + 39 0332-213045 212639-220185 Fax +39 0332-822553 www.assicontrol.com e-mail: info@assicontrol.com C.F. e P.I. 02436670125 STRUMENTI & SERVIZI per il sistema qualità

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione

SUITE BY11250. Editor Parametri e Configurazione Via Como, 55 21050 Cairate (VA) Pagina 1 di 16 SUITE BY11250 (1.0.0.1) Editor Parametri e Configurazione (1.0.0.0) IMPORTANTE Pagina 2 di 16 Le immagini riportate nel presente manuale fanno riferimento

Dettagli

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni Windows XP In questa sezione, si desidero evidenziare le caratteristiche principali di Windows cercando possibilmente di suggerire, per quanto possibile, le strategie migliori per lavorare velocemente

Dettagli

Registratore Dati Umidità / Temperatura

Registratore Dati Umidità / Temperatura Manuale d Istruzioni Registratore Dati Umidità / Temperatura Modello RHT10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Dati di Umidità Relativa e Temperatura. Questo Registratore

Dettagli

Rel.2.0 MANUALE UTENTE SOFTWARE DI MONITORAGGIO E. Ver 2.0.0 CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO

Rel.2.0 MANUALE UTENTE SOFTWARE DI MONITORAGGIO E. Ver 2.0.0 CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO PS Remote Control Rel.2.0 Ver 2.0.0 SOFTWARE DI MONITORAGGIO E CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO MANUALE UTENTE di Angrilli Ing. Davide Via Iseo, n.4/b 65010 Spoltore (PE) Tel/fax 0854972260

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Quantum Blue Reader QB Soft

Quantum Blue Reader QB Soft Quantum Blue Reader QB Soft Manuale dell utente V02; 08/2013 BÜHLMANN LABORATORIES AG Baselstrasse 55 CH - 4124 Schönenbuch, Switzerland Tel.: +41 61 487 1212 Fax: +41 61 487 1234 info@buhlmannlabs.ch

Dettagli

L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050

L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050 L installazione Fritz!Box Fon WLAN 7050 Contenuto 1 Descrizione...3 2 Impostazione di Fritz!Box Fon WLAN per collegamento a internet4 2.1 Configurazione di Fritz!Box Fon WLAN 7050 con cavo USB...4 2.2

Dettagli

Geass-Link Manuale di istruzione

Geass-Link Manuale di istruzione Geass-Link Manuale di istruzione GEASS S.r.l. - Via Ambrosini 8/2 10151 Torino - Tel. 011.22.91.578 - Fax 011.27.45.418 - info@geass.com - www.geass.com GEASS-LINK V.1.0.4 Software di Gestione e Acquisizione

Dettagli

MV3 Lan Versione 2.2.0

MV3 Lan Versione 2.2.0 MV3 Lan Versione 2.2.0 Manuale d uso Introduzione a MV3 Lan...4 Generalità...4 Descrizione del programma...4 Funzionamento in modalità reale e in simulazione...4 Versioni disponibili...5 Requisiti minimi

Dettagli

Questa versione permette di stampare la configurazione dell impianto e risolve alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti.

Questa versione permette di stampare la configurazione dell impianto e risolve alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti. SOFTWARE PER CENTRALI FENICE Software_Fenice_1.2.0 12/09/2012 Questo Software permette all'installatore di programmare le centrali della serie Fenice, di aggiornare i firmware dei vari componenti del sistema

Dettagli

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE 1. Introduzione 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione 3. Accessi Successivi al Menù Gestione 4. Utilizzo

Dettagli

SUITE BY10850 Editor Parametri e Configurazione

SUITE BY10850 Editor Parametri e Configurazione Pagina 1 di 15 SUITE BY10850 Editor Parametri e Configurazione Per usare l Editor non occorre l apparecchiatura. Funziona autonomamente offline. Serve per preparare files di configurazioni personalizzate

Dettagli

EASYCOM Gestione periferiche ST

EASYCOM Gestione periferiche ST EASYCOM Gestione periferiche ST Ver. 8.06 SELIN Cuneo tel. 0171346554 fax 0171346970 email: selinsnc@selincn.191.it Pag 1 / 16 INDICE Informazioni generali. 3 Installazione 4 Descrizione voci menù... 5

Dettagli

L installazione Fritz!Box Fon

L installazione Fritz!Box Fon L installazione Fritz!Box Fon Contenuto 1 Descrizione...3 2 Impostazione di Fritz!Box Fon per collegamento a internet...4 2.1 Configurazione di Fritz!Box Fon con cavo USB...4 2.2 Configurazione di Fritz!Box

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO SYNERGY Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 4 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 SETUP... 4 4 ACCESSO A SYNERGY E UTENTI... 5 4.1 Utenti... 5 4.2

Dettagli

Registratore Temperature

Registratore Temperature Manuale d Istruzioni Registratore Temperature Modello TH10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Temperature. Questo registratore misura e memorizza fino a 32,000 letture

Dettagli

LGVision. Terminale Braille, Zoom e Sintesi Vocale per Promelit Progetto Open IP. Rel. 1.0. Sistel S.r.l. Suno - No - 1 -

LGVision. Terminale Braille, Zoom e Sintesi Vocale per Promelit Progetto Open IP. Rel. 1.0. Sistel S.r.l. Suno - No - 1 - Terminale Braille, Zoom e Sintesi Vocale per Promelit Progetto Open IP Rel. 1.0-1 - Sistel S.r.l. Suno - No Sommario Descrizione Prodotto 3 Prerequisiti 4 Installazione SW 4 Abilitazione del SW 4 Installazione

Dettagli

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Analizzatore Larson-Davis

Analizzatore Larson-Davis Analizzatore Larson-Davis System 824 MANUALE di RIFERIMENTO Versione 1.22 Pagina lasciata vuota intenzionalmente Indice Introduzione 2 Gestione dei Setup 3 Aprire un Setup 3 Salvare un Setup 3 Lettura

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO SYNERGY Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 4 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 SETUP... 4 4 ACCESSO A SYNERGY E UTENTI... 5 4.1 Utenti... 5 4.2

Dettagli

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Revisione 1.4 del 2014/07/24 INDICE PREMESSA... 4 1 - Requisiti di sistema... 5 1.1 Requisiti Hardware... 5 1.2 Requisiti Software... 5 1.3 Connettività...

Dettagli

Aurora Communicator. Utilità di monitoraggio per Inverter Aurora. Manuale dell utente

Aurora Communicator. Utilità di monitoraggio per Inverter Aurora. Manuale dell utente Aurora Communicator Utilità di monitoraggio per Inverter Aurora Manuale dell utente Data versione autore note 22/11/10 2.4 Nocentini Lorenzo Nota for Windows Sette Il presente lavoro non è pubblicato,

Dettagli

AMSPRIMO by E.A.R. s.r.l

AMSPRIMO by E.A.R. s.r.l AMSPRIMO by E.A.R. s.r.l GUIDA IN LINEA INDICE Introduzione Nella Scatola Requisiti di Sistema Caratteristiche Tecniche Installazione Sistema Configurazione Gestore e Sim Configurazione Attività e Stampa

Dettagli

Guida rapida per l installazione

Guida rapida per l installazione Guida rapida per l installazione Modem Router wireless ADSL2+ EUSSO Guida Installazione e Configurazione Premessa La presente guida riporta le istruzioni per installare e configurare rapidamente il router

Dettagli

Software Comfort x35 Professional. Manuale di istruzioni. testo x35 Professional

Software Comfort x35 Professional. Manuale di istruzioni. testo x35 Professional Software Comfort x35 Professional Manuale di istruzioni it testo x35 Professional Accordo di licenza Si tratta di un contratto, che vincola legalmente il cliente, inteso come utente finale, e la Testo.

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

EUROPLUS - SOFT Art.: 4096

EUROPLUS - SOFT Art.: 4096 LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 EUROPLUS - SOFT Art.: 4096 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Informazioni generali... 3 1.1 Requisiti di sistema...

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

PalmViewCAM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0)

PalmViewCAM MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0) PalmViewCAM POWERLINE DIGITAL VIDEO RECORDER MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 1.0) Vi ringraziamo per aver scelto il nostro prodotto. Vi invitiamo a leggere attentamente il presente manuale di istruzioni

Dettagli

ELSTER A1700i. Manuale software di lettura Dati Power Master Unit Read Olny. Contatore ELSTER A1700i. Manuale software di lettura dati PMU Read Olny

ELSTER A1700i. Manuale software di lettura Dati Power Master Unit Read Olny. Contatore ELSTER A1700i. Manuale software di lettura dati PMU Read Olny ELSTER A1700i Manuale software di lettura Dati Power Master Unit Read Olny Revisione : 0 Data : Aprile 2011 Software : Power Master Unit Read only 2.4 Firmware : Enel Pagina 1 di 20 1. Presentazione del

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

PRESENTAZIONE. 1. Schermo touch screen 2. Porta USB 3. Porta Ethernet

PRESENTAZIONE. 1. Schermo touch screen 2. Porta USB 3. Porta Ethernet INDICE PRESENTAZIONE... 3 CONFIGURAZIONE... 4 Panoramica... 4 Interazioni di base... 7 Descrizione dei Menù... 8 Misure... 8 Dati storici... 9 Configurazione... 12 Allarmi e stati... 24 Azioni... 25 Informazioni...

Dettagli

TE Monitor Manuale d istruzioni

TE Monitor Manuale d istruzioni TE Monitor Manuale d istruzioni PREFAZIONE Nel ringraziarvi per la preferenza, TECNOELETTRA S.r.l. augura che l'uso di questa apparecchiatura sia per Voi motivo di piena soddisfazione. Questo manuale è

Dettagli

Manuale d uso M-bus View

Manuale d uso M-bus View Manuale d uso M-bus View Indice Richieste minime...3 installazione...3 Definizioni...4 Lista Hot-Keys...4 sommario banca dati...5 simboli per l edificio...6 simboli per gli apparecchi...6 Stato di lettura

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione marzo 2008 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Schema generale.. Descrizione morsetti. Programmazione

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Interfaccia software per pc

Interfaccia software per pc Interfaccia software per pc Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane.

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

Convertitore di rete NETCON

Convertitore di rete NETCON MANUALE DI PROGRAMMAZIONE INTERFACCIA TCP/IP PER SISTEMI REVERBERI Convertitore di rete NETCON RMNE24I0 rev. 1 0708 I N D I C E 1. Scopo... 4 2. Descrizione... 4 3. Collegamenti elettrici del dispositivo...

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

Manuale uso della MultiPresa MPP Serie Intell IP- USB ver. 4.2

Manuale uso della MultiPresa MPP Serie Intell IP- USB ver. 4.2 Manuale uso della MultiPresa MPP Serie Intell IP- USB ver. 4.2 Multipresa con 6 prese - fissaggio orizzontale a rack 19 Multipresa con 8-16 - 24 prese - fissaggio in verticale a rack La MultiPresa Professionale

Dettagli

Guida di Supervisor. Versione 2.3. Supervisore remoto del server BCS. Rev. 4 (maggio 2010)

Guida di Supervisor. Versione 2.3. Supervisore remoto del server BCS. Rev. 4 (maggio 2010) Guida di Supervisor Versione 2.3 Supervisore remoto del server BCS Rev. 4 (maggio 2010) Alceo s.r.l. Servizi di telematica Santa Croce, 917 30135 Venezia Tel. +39 0415246480 Fax +39 0415246491 www.alceo.com

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Guida utente di PC Manager

Guida utente di PC Manager Guida utente di PC Manager INDICE Finestra principale... 3 Connessione dati... 3 Stabilire una connessione dati...4 Interrompere una connessione dati...4 Profili (configurazione dial-up)... 4 Aggiungere

Dettagli

SOLAR VIEW. pv data logger. - Manuale d installazione e uso -

SOLAR VIEW. pv data logger. - Manuale d installazione e uso - SOLAR VIEW pv data logger - Manuale d installazione e uso - INTRODUZIONE Vi ringraziamo per la scelta del nostro prodotto. L apparecchio descritto in questo manuale è un prodotto di alta qualità, attentamente

Dettagli

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite PhoneSuite Manuale dell utente Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite Il software PhoneSuite può essere utilizzato direttamente da CD o essere installato sul PC. Quando si

Dettagli

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software

Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Invert er LG Manuale di programmazione BerMar_Drive_Software Mot ori elet t ric i Informazioni preliminari... 2 Installazione... 3 Avvio del programma... 4 Funzionamento Off-Line... 7 Caricamento di una

Dettagli

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM

Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM Istruzioni per l uso Display grafico per SINEAX CAM CAM Display Bi 162 602 06.10 Camille Bauer AG Aargauerstrasse 7 CH-5610 Wohlen / Svizzera Telefono +41 56 618 21 11 Fax +41 56 618 35 35 e-mail: info@camillebauer.com

Dettagli

SmartyManager Manuale utente

SmartyManager Manuale utente INDICE Capitolo 1 Installazione... 2 1.1 Installazione del software... 2 1.2 Installazione del driver... 2 Capitolo 2 Nozioni base... 4 2.1 Diverse modalità di utilizzo... 4 2.2 Configurare SmartyCam e

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Sistema di monitoraggio Aurora Easy Control Guida di installazione passo passo

Sistema di monitoraggio Aurora Easy Control Guida di installazione passo passo Sistema di monitoraggio Aurora Easy Control Guida di installazione passo passo 1. Configurazione della connessione da PC Il primo passo consiste nello stabilire una connessione da PC all interfaccia html

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Supplemento Macintosh

Supplemento Macintosh Supplemento Macintosh Prima di utilizzare il prodotto, leggere attentamente il presente manuale e conservarlo in un posto sicuro in caso di riferimenti futuri. Per un uso corretto e sicuro, leggere le

Dettagli

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE ENTERPRISE 2006 INTERFACCIA GRAFICA PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DI SISTEMI 1019 MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Enterprise-ITA-27-05-2008 2006 1 Sommario Introduzione... 3 Release... 3 Principali caratteristiche...

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Manuale Utente Gestione Atti Delibere, Determine, Disposizioni e Convenzioni

Manuale Utente Gestione Atti Delibere, Determine, Disposizioni e Convenzioni Giugno 2007 LUCA A SISTEMI s.r.l. Via Cicerone,13 Matera Tel 0835/381935 - Fax 381937 Pag. 1 di 47 Indice 1. PREMESSA... 3 1.1 Icone utilizzate... 3 2. I STALLAZIO E GESTIO E ATTI... 4 2.1 Prerequisiti...

Dettagli

Nuove funzionalità SEE Electrical V5

Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati, ed

Dettagli

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC 345020-345021 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso 10/11-01 PC 2 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti minimi Hardware 4 1.2 Requisiti minimi Software

Dettagli

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326)

w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) w w w.pr otexital i a. it DIGICOM combinatore telefonico GSM con modulo industriale MANUALE ISTRUZIONI Edizione aprile 2008 (dal lotto 326) 1 INDICE Caratteristiche DIGICOM. Vista D insieme.. Visualizzazione

Dettagli

Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop

Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop 1A - USO DEL PROFILO UTENTI Quando si procede all adattamento di un pc per le esigenze di una persona ipovedente, è utile sfruttare

Dettagli

Max Configurator v1.0

Max Configurator v1.0 NUMERO 41 SNC Max Configurator v1.0 Manuale Utente Numero 41 17/11/2009 Copyright Sommario Presentazione... 3 Descrizione Generale... 3 1 Installazione... 4 1.1 Requisiti minimi di sistema... 4 1.2 Procedura

Dettagli

Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE. IntellyGate Guida di installazione ed uso

Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE. IntellyGate Guida di installazione ed uso Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE Di seguito vengono riassunti i passi da seguire per installare l'intellygate. 1. Accedere alle pagine web di configurazione

Dettagli

Datalogger Grafico Aiuto Software

Datalogger Grafico Aiuto Software Datalogger Grafico Aiuto Software Versione 2.0, 7 Agosto 2007 Per ulteriori informazioni consultare il manuale d'uso incluso nel disco programma in dotazione. INDICE Installazione del software grafico.

Dettagli

Configurare una rete con PC Window s 98

Configurare una rete con PC Window s 98 Configurare una rete con PC Window s 98 In estrema sintesi, creare una rete di computer significa: realizzare un sistema di connessione tra i PC condividere qualcosa con gli altri utenti della rete. Anche

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

ELCONTROL ENERGY NET S.r.l. Via Vizzano,44-40037 Pontecchio Marconi (Bologna) Italy Tel.+39 051 6782006 Fax +39 051 845544 ENERGY MASTER

ELCONTROL ENERGY NET S.r.l. Via Vizzano,44-40037 Pontecchio Marconi (Bologna) Italy Tel.+39 051 6782006 Fax +39 051 845544 ENERGY MASTER Rev. 1.2 Data:22/06/10 ENERGY MASTER Sommario: Descrizione generale del prodotto... Errore. Il segnalibro non è definito. Composizione Kit base ENERGY MASTER:...3 Installazione dell ENERGY MASTER...4 Installazione

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Gestione Certificati Malattia

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Gestione Certificati Malattia M.U.T. Modulo Unico Telematico Gestione Certificati Malattia Data Redazione Documento 15/03/2013 Data Pubblicazione Documento Responsabile Nuova Informatica Enrico Biscuola Versione 1.2.0 Indice dei contenuti

Dettagli

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Switch Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Switch Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti fondamentali

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Guida all uso delle comunicazioni di rete ed Internet Business Desktop

Guida all uso delle comunicazioni di rete ed Internet Business Desktop Guida all uso delle comunicazioni di rete ed Internet Business Desktop Numero di parte del documento: 312968-061 Febbraio 2003 La presente guida fornisce definizioni ed istruzioni per l uso delle funzioni

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi:

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: Configurazione di base WGR614 La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: 1. Procedura di Reset del router (necessaria

Dettagli

ElettroTERM Lookout - User s Guide - Note

ElettroTERM Lookout - User s Guide - Note Lookout ElettroTERM SMS Gateway MANUALE UTENTE ElettroTERM Lookout ElettroTERM SMS Gateway rev. 1.0.0 - Tutti i diritti Riservati ElettroTERM S.r.l. Via Villapizzone, 10 20156 Milano (MI) www.elettroterm.com

Dettagli

CREAZIONE DI UNA RETE DI SISTEMI GZ-1800 MANUALE OPERATIVO

CREAZIONE DI UNA RETE DI SISTEMI GZ-1800 MANUALE OPERATIVO MANUALE OPERATIVO Pagina 1 di 7 Rev. 1.1 - CREAZIONE DI UNA RETE DI SISTEMI GZ-1800 MANUALE OPERATIVO IL ROUTER GZ-1800-H Collocare il router in luogo accessibile ed a portata di collegamento alla rete

Dettagli

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario.

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario. Istruzioni per l uso (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems N. modello DP-800E / 800P / 806P Installazione Sommario Installazione Installazione del driver di

Dettagli

HD-700GVT Manuale Utente

HD-700GVT Manuale Utente HD-700GVT Manuale Utente 7 VGA Widescreen monitor con Touch Screen SkyWay Network S.p.A. - Via della Meccanica,14-04011 Aprilia LT - WWW.SKYWAY.IT 1 Comandi Sul Monitor 1) Tasto di regolazione, regola

Dettagli

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE Agritherm50 documentazione tecnica 825A143A Software per la visualizzazione e controllo delle temperature Sistema di monitoraggio e supervisione Rilevamento in continuo di tutti i punti di lettura di sonde

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

Altiris Carbon Copy. Guida dell'utente

Altiris Carbon Copy. Guida dell'utente Altiris Carbon Copy Guida dell'utente Avviso Le informazioni contenute in questa Guida sono soggette a modifiche senza preavviso. LA ALTIRIS, INC. DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI OMISSIONI O

Dettagli

AIRTEL Gestione telecontrollo allarmi

AIRTEL Gestione telecontrollo allarmi AIRTEL Gestione telecontrollo allarmi Guida utente AIRTEL Gestione telecontrollo allarmi Guida utente II 2004 Airtel s.a.s. Tutti i diritti riservati. Guida utente di Gestione Airtel per Windows. Se questa

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli