FONDO DI PREVIDENZA GINO CACCIANIGA TREVISO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDO DI PREVIDENZA GINO CACCIANIGA TREVISO"

Transcript

1 FONDO DI PREVIDENZA GINO CACCIANIGA TREVISO BILANCIO AL (CON ALLEGATA RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE DEL 14 APRILE 2014) Approvato dalla Commissione Amministratrice nella seduta del 29 aprile 2014

2 ORGANI SOCIALI DEL FONDO Gli Organi Sociali, insediatisi in data 24 giugno 2013, sono composti come di seguito indicato: Commissione Amministratrice Margara Maria Giovanna Ceglie Andrea Antonio Bordignon Laura Bortoluzzi Roberto Gagliardi Gianfranco Giacomin Francesco Maineri Walter Paloschi Giovanni Ronchin Renato Toscano Alessandro Presidente Vice Presidente Amministratore Amministratore Amministratore Amministratore Amministratore Amministratore Amministratore Amministratore Responsabile Petronio Franco Collegio Sindacale Guglielmin Dino Gazzola Roberto Possamai Bruno Roma Massimo Alberti Elvira Romerio Luigi Presidente Sindaco effettivo Sindaco effettivo Sindaco effettivo Sindaco supplente Sindaco supplente 2

3 RELAZIONE AL RENDICONTO DELL'ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2013 Il Fondo di Previdenza Gino Caccianiga è costituito da due distinti comparti di gestione: - Gestione Ordinaria a cui sono iscritti i dipendenti dell ex Cassamarca SpA assunti fino al 27/4/1993 e gli attuali titolari di trattamento pensionistico; - Gestione Speciale a cui sono iscritti i dipendenti dell ex Cassamarca SpA assunti nel periodo 28/4/ /06/2002. Dall anno 2007, in seguito all entrata in vigore del D.Lgs. 5/12/2005 n. 252, è stata data la facoltà anche agli iscritti alla Gestione Ordinaria di accedere alla Gestione Speciale, mediante il conferimento del Trattamento di Fine Rapporto e/o di contribuzione volontaria. I rendiconti vengono predisposti distinguendo i risultati delle due distinte gestioni. Sono stati mantenuti inalterati i criteri di valutazione assunti nel precedente esercizio, come precisato nelle pagine successive. Premesso questo, si procede alla sintetica illustrazione dell'andamento dell'attività del Fondo. La composizione dei beneficiari delle prestazioni pensionistiche del Fondo della Gestione Ordinaria, ha subito nell'esercizio le seguenti variazioni: n. 7 da pensione diretta a pensione di reversibilità; n. 11 cessazioni del diritto alla pensione per decesso dei titolari; n. 25 nuovi beneficiari di pensione. Gli ex iscritti che hanno chiesto il rinvio delle prestazioni del Fondo al momento della maturazione della pensione INPS risultano in totale n. 27 al Alla stessa data sussistono 69 ex iscritti alla Gestione Ordinaria e 3 ex iscritti alla Gestione Speciale aderenti al Fondo di solidarietà (D.M. 158/2000). Situazione Iscritti al 31 dicembre 2013 Gestione Ordinaria n. 994 di cui n. 248 (nel 2012 n. 269) in servizio e n. 746 (nel 2012 n. 732) in quiescenza. Gestione Speciale n. 256 (nel 2012 n. 259) n. 129 iscritti anche alla Gestione Ordinaria n. 385 in totale. 3

4 Alla data del 31/12/2013 gli Iscritti al Fondo Caccianiga in servizio risultano ripartiti fra le seguenti società: Società Gestione Ordinaria Gestione Speciale Unicredit SpA Unicredit Business Integrated Solutions SpA 8 Unicredit Bank Austria 1 Unicredit Bank AG 1 Unicredit Credit Management Bank SpA 1 Fondazione Cassamarca 3 Totale IL QUADRO GENERALE 1. LO SCENARIO MACROECONOMICO In termini di crescita economica globale il 2013 è stato un anno positivo, anche se non particolarmente brillante (+2,4%), e potrebbe rappresentare un punto di svolta per una futura crescita più equilibrata tra le varie aree geografiche, considerati i segnali che si colgono soprattutto nei paesi sviluppati (+1,2% del 2013, vs previsione di +2,1% nel 2014). Si avvertono infatti i primi effetti delle politiche espansive poste in essere dalle Banche Centrali dei paesi avanzati. Nel corso del 2013 le Banche Centrali del mondo occidentale hanno mantenuto (la FED), accentuato (la BCE) o intrapreso (la BOJ) politiche estremamente espansive, non rinunciando comunque a paventare la fine degli stimoli straordinari, con l avvio del cosiddetto Tapering (annuncio FED in maggio) ma sempre in misura graduale (decisione FED di dicembre). La generalizzata assenza di inflazione, per il combinato effetto di capacità produttiva inutilizzata (disoccupazione e bassi salari) e basso costo delle materie prime, ha determinato l attesa di tassi ufficiali bassi o che rimangano ancora su livelli moderati, anche se è aumentato, a causa delle migliorate aspettative, il differenziale con i tassi a lungo termine. In particolare: negli USA si registrano confortanti segnali dal mercato immobiliare, tradizionalmente termometro della salute dell economia, che fanno propendere per una significativa ripresa; in Europa, pur in un contesto ancora fragile, si dovrebbe trarre beneficio, anche nei paesi periferici, dalla maggiore attività reale, specie per le esportazioni; in Giappone si attendono gli effetti della drastica cura monetaria ed economica iniziata nell anno (aumento della liquidità, sviluppo delle infrastrutture, svalutazione dello yen), effetti peraltro tutt altro che scontati. I paesi emergenti, pur in rallentamento, hanno confermato la maggiore crescita rispetto ai paesi avanzati (4,6% vs 1,2%), con un differenziale che, seppur in riduzione (3,4% vs 2,5%), è destinato a permanere significativo rispetto alle altre aree. 1.a I MERCATI FINANZIARI In tale contesto i mercati finanziari hanno beneficiato del miglioramento delle aspettative e, con la sola eccezione delle materie prime, hanno riflesso, a livello di indici azionari globali, le favorevoli condizioni economiche. 4

5 I mercati azionari globali chiudono l anno con un lusinghiero +20% circa in termini reali, recuperando il picco del Tale performance (pari ad oltre sette volte la crescita del PIL mondiale) non sembra ancora giustificata dai fondamentali macroeconomici, ed è attribuibile alle aspettative che l economia americana guidi il resto del mondo sul sentiero della crescita. In dettaglio, estremamente positiva è stata la performance dei mercati dei paesi sviluppati (USA +29,6%, Germania +25,3%, Giappone +63,4%, Italia +20,2%) a differenza di quella dei paesi emergenti, globalmente in calo (indice MSCI EM -4,98%) anche se in modo eterogeneo (Cina +2,9%, Brasile -15,4%, Turchia -13,3%). I mercati obbligazionari investment grade (governativi e societari) nonostante i timori di una riduzione dell abbondante liquidità, chiudono l anno con marginali perdite o piccoli aggiustamenti positivi, a testimonianza di rendimenti divenuti ormai poco attraenti. Per gli emittenti con rating più basso, la riduzione del premio per il rischio per il migliore quadro di riferimento, associato al rendimento assicurato, ha più che compensato l effetto negativo del rialzo dei tassi di mercato. Assai diversificati sono stati gli effetti del miglioramento delle aspettative globali nel segmento dei titoli governativi: i mercati che hanno beneficiato nel passato del fly to quality raggiungendo rendimenti reali sacrificati e talvolta negativi, hanno subito un maggiore incremento dei tassi (10 anni USA da 1,75% a 3,03%, Germania da 1,44% a 1,93%) mentre in Europa i paesi periferici hanno beneficiato del differenziale positivo dei tassi reso qualitativamente più attraente dalle riforme attuali o prospettiche (Spagna da 5,26% a 4,15%, Italia da 4,27% a 4,12%). I paesi emergenti hanno maggiormente sofferto per i rialzi dei tassi sul mercato USA, differenziandosi, nei successivi recuperi, per la qualità delle riserve ed il saldo delle bilance commerciali. Le previsioni nell area EU sono deboli ma sempre positive, con buone notizie attese soprattutto dalla Spagna. Purtroppo l area rimane ancora fortemente indebitata e i PIL attesi sono troppo bassi per consentirne una significativa riduzione dei tassi (grafico). 5

6 I bond High Yield hanno invece segnato una performance positiva superiore al 6%, sul rinnovato interesse degli investitori per l asset class, che si presenta come l attuale alternativa ai mercati azionari. Il merito creditizio degli emittenti è destinato a migliorare, per effetto del già citato quadro di riferimento. Tale circostanza consente di attenuare l impatto negativo delle aspettative di un rialzo dei tassi. Le commodity sono state l asset class più deludente, con il petrolio che chiude l anno con un rialzo marginale e l oro che arretra di quasi il 30%. Tra le valute, l Euro continua a mostrare la sua forza contro il dollaro (1,38 vs 1,32 di inizio anno). Da segnalare come il Renminbi cinese sia ormai divenuta la seconda moneta più utilizzata nel commercio mondiale, quale risultato della politica aggressiva intrapresa dalla Cina per far affermare sempre di più la propria valuta negli scambi commerciali stringendo accordi bilaterali con le principali banche centrali. In prospettiva, con gli attuali livelli di globalizzazione e interdipendenza dei mercati finanziari, la riduzione dell acquisto di titoli da parte della FED è il fattore che maggiormente influirà sulla volatilità dei mercati, specie per i movimenti di rientro dei capitali verso i mercati statunitensi. L andamento dell occupazione USA rimane l indicatore guida per un giudizio circa la bontà e sostenibilità della crescita economica, e le conseguenti scelte macroeconomiche. In Europa la BCE ha confermato l impegno a contrastare movimenti destabilizzanti ed importanti passi sono stati decisi verso l Unione Bancaria, con l asset quality review (AQR) sui bilanci bancari, in vista del passaggio della vigilanza bancaria a livello continentale e l introduzione delle regole di patrimonializzazione previste dagli accordi di Basilea III. 1.b Il MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO Il ciclo del Mercato Immobiliare in Italia che dal 2008 ha invertito la tendenza, con una brusca riduzione del volume delle compravendite, ha raggiunto nel 2013 la soglia minima delle transazioni ed un calo anche dei valori commerciali. Infatti se già il 2012 aveva mostrato un congelamento dei prezzi, nel 2013 c è stata la presa di coscienza del mercato, che in fase di trattativa ha visto gli operatori con esigenza di smobilizzo adeguare la richiesta iniziale alle offerte reali. Il calo delle transazioni e dei valori, che nella prima parte dell anno riguardava sostanzialmente gli immobili residenziali, nel secondo semestre ha interessato anche il settore terziario, che ha subito, anche sul fronte locativo, un ridimensionamento dei canoni, con numerose richieste di rinegoziazione da parte degli inquilini, che hanno comportato sconti anche del 20%. Tra le cause del pesante calo registrato nelle compravendite e nei prezzi vi è certamente anche la maggiore pressione fiscale sugli immobili, che ha classificato l Italia al primo posto in Europa per l entità della tassazione. Sul fronte residenziale la domanda immobiliare resta debole anche a causa dell incertezza che scoraggia le decisioni di investimento delle famiglie, delle difficili prospettive del mercato del lavoro e del calo del reddito disponibile a cui si deve aggiungere il blocco del circuito finanziario a medio-lungo termine, che ostacola l accesso ai mutui per l acquisto della casa. Anche nel settore retail nel 2013 è aumentata l offerta di negozi, soprattutto nella fascia tra i 200 e 500 mq. A questo va inoltre aggiunto il continuo fenomeno di chiusura di esercizi commerciali. Una nota positiva arriva invece dal mercato degli investimenti che ha segnato, dopo quattro anni, il ritorno nel 2013 degli investitori stranieri (Fondi Sovrani, Blackstone, Axa, Morgan Stanley, Goldman Sachs) che hanno interessato il 75% del volume totale, pari a quasi 2 miliardi di euro. 6

7 La rinnovata fiducia degli investitori, unita al repricing in corso, potrebbe fissare le fondamenta di una timida ripresa dal Gestione Ordinaria La Gestione Ordinaria, in base alle disposizioni del D.Lgs. 47/2000, si qualifica come fondo in regime di prestazione definita, non costituito in conti individuali degli iscritti. A partire dal 1 gennaio 2001 sul risultato della gestione finanziaria e della gestione immobiliare non viene prelevata alcuna imposta. Per contro, le prestazioni degli aventi diritto vengono così tassate: - per le quote maturate fino al 31/12/2000: sull 87,50% del loro ammontare; - per le quote maturate dall 1/1/2001: sul 100% del loro ammontare. Il valore degli immobili risulta essere pari ad ed è conforme alle valutazioni riportate nella perizia di stima elaborata al 31 dicembre Si evidenzia che nel corso del 2013 non è stata patrimonializzata alcuna spesa. La liquidità generata dalla gestione e derivante dal rimborso di titoli, già in portafoglio, è stata reinvestita in titoli dello Stato e obbligazionari, considerato quanto stabilito dal D.Lgs. 252/2005. A fine esercizio, gli investimenti mobiliari, compresa la normale liquidità in c/c, ammontano complessivamente ad Euro ,90 così ripartiti: Tipo di investimento Importo Composizione % Liquidità in c/c ,32 0,51 Titoli di Stato ,05 52,86 Titoli obbligazionari ,60 31,34 Azioni e Diritti ,00 1,91 Gestione Patrimoniale ,93 13,39 Totale ,90 100,01 Il Patrimonio, a fine esercizio, registra un aumento di Euro ,23 passando da Euro ,92 a fine 2012 ad ,15 al 31/12/2013, per effetto della gestione economica complessiva, che evidenzia, al netto della gestione previdenziale, un incremento di ,11. Sulla consistenza media del patrimonio, il risultato della gestione economica è pari al 6,27%. GESTIONE ORDINARIA Attivo netto destinato alle prestazioni , , ,23 2,42 Accadimenti successivi alla chiusura dell esercizio. In data 12/3/14 è stato notificato il ricorso per decreto ingiuntivo di un iscritto in quiescenza il quale reclama la restituzione dei contributi versati di ,07 al Fondo Caccianiga. Il Giudice ingiunge di pagare tale somma, oltre interessi, spese e competenze del procedimento liquidate in 1.300,00, entro 40 giorni. Entro tale termine sarà presentata opposizione dal nostro legale. 7

8 Si ritiene di non appostare in bilancio alcun stanziamento in proposito ad un Fondo Rischi e Oneri considerata la correttezza dell operato del Fondo rispetto alle norme statutarie. Gestione Speciale La Gestione Speciale, nella previsione del D.Lgs. 47/2000, si qualifica come fondo a contribuzione definita ed è soggetta, a partire dall esercizio 2001, al pagamento di un imposta sostitutiva dell 11% sui proventi netti della gestione. La politica adottata per gli investimenti finanziari è stata improntata, in linea di massima, sugli stessi criteri della gestione ordinaria. La composizione degli investimenti mobiliari è la seguente: Tipo di investimento Importo Composizione % Liquidità in c/c ,8 8 5,1 4 Titoli di Stato ,96 52,57 Titoli obbligazionari ,6 0 36,7 1 Gestione Patrimoniale ,8 7 5,5 8 Totale , ,0 0 Il risultato della gestione economica, al netto del saldo della gestione previdenziale e considerando l imposta sostitutiva maturata nel 2013, è stato in valore assoluto di Euro ,68. Detto valore, rapportato alla consistenza media del patrimonio degli iscritti, evidenzia un rendimento netto positivo del 5,148%, che sarà applicato a ciascun iscritto sulla consistenza media della rispettiva posizione previdenziale. L attivo netto destinato alle prestazioni, comprensivo delle contribuzioni e del risultato della gestione, si è incrementato di ,60 passando da ,79 al 31/12/2012 a ,39 al 31/12/2013. GESTIONE SPECIALE Attivo netto destinato alle prestazioni , , ,60 9,71 * * * 8

9 LA STRUTTURA DEL BILANCIO Il bilancio del Fondo Pensione è costituito da: Stato patrimoniale; Conto di Gestione; Nota integrativa. La Nota integrativa indica i criteri applicati nella valutazione delle voci di bilancio, la composizione delle voci stesse e i movimenti intervenuti nell esercizio, anche mediante l utilizzo di apposite tabelle. Il bilancio è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale, finanziaria e il risultato dell esercizio. Il bilancio è stato compilato privilegiando la rappresentazione della sostanza sulla forma. Il presente bilancio è stato redatto, per entrambe le gestioni, pur tenendo conto della peculiarità del proprio attivo patrimoniale, secondo criteri il più possibile conformi alle disposizioni del legislatore e alle norme della CO.VI.P., riguardanti i bilanci dei fondi di nuova costituzione, ancorché tali norme non risultino vincolanti per il Fondo, in quanto appartenente alla categoria dei fondi preesistenti. Nella presente nota integrativa vengono illustrati i criteri di valutazione adottati per la predisposizione del bilancio ed alcune informazioni e dettagli sulla composizione delle principali voci dello stato patrimoniale e del conto economico. Si precisa che i dettagli forniti riportano la comparazione con l esercizio precedente. Di seguito vengono riportati i prospetti del Rendiconto dell'esercizio 2013 relativi alle due gestioni, con brevi illustrazioni delle singole poste e raffronto con l'esercizio precedente. 9

10 GESTIONE ORDINARIA 10

11 STATO PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2013 FASE DI ACCUMULO 5 Attività della gestione previdenziale 526,68 394,38 132,30 33,55 a) Crediti della gestione previdenziale 526,68 394,38 132,30 33,55 10 Investimenti diretti: , , ,79 4,28 c) Titoli emessi da Stati o da organismi internaz , , ,53 5,45 d) Titoli di debito quotati , , ,92 2,67 e) Titoli di capitale quotati , , ,00-1,07 h) Quote di O.I.C.R. l) Ratei e risconti attivi , , ,34 4,70 11 Investimenti diretti immobiliari , , ,97-9,62 a) Depositi bancari 4.955, , ,07-98,67 b) Immobili di proprietà , , ,00-7,80 c) Altre attività della gestione immobiliare , , ,90-39,46 20 Investimenti in gestione: , , ,75 20,66 a) Depositi bancari , , ,90 20,91 c) Titoli emessi da Stati o da organismi internaz , , ,70-54,35 d) Titoli di debito quotati 0, , ,20 e) Titoli di capitale quotati , , ,21 30,28 h) Quote di O.I.C.R , , ,13 4,27 l) Ratei e risconti attivi 40,08 95,67-55,59-58,11 n) Altre attività della gestione finanziaria 40 Attività della gestione amministrativa: , , ,95-49,90 a) Cassa e depositi bancari , , ,73-51,77 d) Altre attività della gestione , , ,78 43,75 amministrativa 50 Crediti d'imposta 0,00 0,00 0,00 0,00 TOTALE ATTIVITÀ FASE DI ACCUMULO , , ,92 2,31 11

12 PASSIVITÀ FASE DI ACCUMULO 10 Passività della gestione previdenziale: , , ,74-37,52 a) Debiti della gestione previdenziale , , ,74-37,52 20 Passività della gestione finanziaria: 21 Passività della gestione immobiliare , , ,15 7,55 a) Altre passività gestione immobiliare , , ,15 7,55 40 Passività della gestione amministrativa: , , ,72-21,54 b) Altre passività della gestione , , ,72-21,54 amministrativa 50 Debiti d'imposta 0,00 0,00 0,00 0,00 TOTALE PASSIVITÀ FASE DI ACCUMULO , , ,31-12, Attivo netto destinato alle prestazioni , , ,23 2,42 TOTALE A PAREGGIO CON L'ATTIVO , ,42 12

13 CONTO DI GESTIONE FASE DI ACCUMULO 10 Saldo della gestione previdenziale: , , ,62 14,20 a) Contributi per le prestazioni , , ,32-10,15 c) Trasferimenti e riscatti 0, , ,05-100,00 d) Trasformazioni in rendita , , ,35 0,33 15 Risultato della Gestione Immobiliare , , ,68-12,63 a) Fitti attivi , , ,33-1,49 b) Plus/minus da alienazione 0, , ,00-100,00 c) Accantonamento affitti inesigibili , ,39 d) Oneri e spese immobiliari , , ,56 95,13 g) Imposte e tasse , , ,40 4,07 20 Risultato della gestione finanziaria diretta , , ,57-55,76 a) Dividendi e interessi , , ,11-1,95 b) Utili e perdite da realizzo , , ,34-112,03 c) Plusvalenze / Minusvalenze , , ,12-74,73 30 Risultato della gestione finanziaria indiretta , , ,42 52,72 a) Dividendi e interessi , , ,62 4,97 b) Profitti e perdite da operazioni finanziarie , , ,80 57,81 40 Oneri di gestione: , , ,74-26,63 a) Società di gestione , , ,96 15,57 b) Banca depositaria , , ,70-49,37 50 Margine della gestione finanziaria ed immobiliare (15)+(20)+(30)+(40) , , ,09-38,89 60 Saldo della gestione amministrativa , , ,57-5,32 b) Oneri per servizi amm.acquistatida terzi c) Spese generali ed amministrative , , ,93-6,78 g) Oneri e proventi diversi 5.847, , ,36-24,20 70 Variazione dell'attivo netto destinato alle prestazioni (10)+(50)+(60) , , ,14-51,50 13

14 NOTA INTEGRATIVA CRITERI DI VALUTAZIONE Nella redazione del bilancio sono stati adottati i criteri di valutazione di seguito illustrati. Titoli di proprietà I titoli sono valutati al valore corrente di mercato determinato come segue: titoli quotati in borsa o negoziati su un mercato regolamentato: prezzo ufficiale dell'ultimo listino disponibile alla data di chiusura dell esercizio. In particolare, per i titoli di Stato, si fa riferimento all'ultimo "prezzo d'asta" rilevato sul M.O.T.; titoli non quotati: presumibile valore di realizzo prudenzialmente stimato sulla base della situazione dell'emittente, dell'andamento del mercato e delle quotazioni di titoli similari. Gestione Patrimoniale La gestione patrimoniale, attualmente affidata a Unicredit Private Banking, presenta una gestione con investimenti prevalentemente in azioni. Tale gestione è valorizzata al prezzo dei singoli titoli, che compongono la gestione stessa, comunicato dal Gestore nel rendiconto di fine esercizio. Beni immobili A fine 2013 è stata eseguita una nuova perizia di stima sul patrimonio immobiliare del Fondo, che ha portato ad un generale ribasso, rivolto alla ricerca del più probabile valore prudenziale di mercato delle singole unità immobiliari, tenuto conto dei valori di mercato rilevati in zona, anche con riferimento all andamento generale del mercato, tendente in questi ultimi anni ad un pesante ribasso, stante la grave crisi degli immobili in atto. Trattasi di immobili ad uso abitativo, direzionale e commerciale sui quali viene sistematicamente eseguita la manutenzione ordinaria e straordinaria, direttamente spesata a conto economico, che garantisce la conservazione del valore. Non si da luogo, quindi, allo stanziamento di quote di ammortamento. Il decremento dell attivo del patrimonio immobiliare, come determinato dalla perizia di stima, viene contabilizzato in contropartita del Fondo riserva rivalutazione immobili. Altre attività e passività Sono esposte al valore nominale. I crediti sono valutati al presumibile valore di realizzo. 14

15 STATO PATRIMONIALE ATTIVITÀ 5. ATTIVITA DELLA GESTIONE PREVIDENZIALE a) Crediti della gestione previdenziale Contributi '13 da incassare 526,68 526,68 Creditori diversi 0,00 394,38-394,38-100,00 Totale crediti 526,68 394,38 132,30 33,55 La voce in oggetto si riferisce ai contributi di dicembre 2013, effettivamente incassati nel mese di gennaio Nel 2012 la voce Creditori diversi si riferiva alle erogazioni speciali (ass. figli studenti, strenne natalizie, ecc.) corrisposte ai pensionati nel mese di dicembre 2012, in attesa di rimborso da parte di Unicredit S.p.A INVESTIMENTI DIRETTI MOBILIARI Di seguito si riporta il dettaglio del deposito titoli n c\o UniCredit S.p.A. I titoli di proprietà sono depositati presso la società SGSS S.p.A.. c) Titoli emessi da Stati e da organismi internazionali V ariazioni Assolut e % T itoli di S tato , , ,53 5,45 Totale Titoli di Stato , , ,5 3 5,45 15

16 Di seguito il dettaglio al 31 dicembre 2013: Descrizione titolo Codice ISIN Prezzo al Valore mercato al Nominale al 31/12/13 31/12/13 31/12/13 BTP /15/17 SEM IT ,00 119, ,75 BTP /15/19 IT ,00 112, ,70 BTP /15/23 INF IT ,00 112, ,35 BTP 4 02/01/37 IT ,00 92, ,00 BTP 4 1/2 02/01/18 IT ,00 108, ,80 BTP 4 1/2 08/01/18 IT ,00 108, ,00 BTP 4 1/4 09/01/19 IT ,00 106, ,00 BTP 4 3/4 08/01/23 IT ,00 106, ,00 BTP 4 3/4 09/01/21 IT ,00 108, ,00 BTP 4% 02/01/17 IT ,00 106, ,00 BTP 4,5% 05/01/23 IT ,00 104, ,00 BTP 5 1/2 09/01/22 IT ,00 112, ,00 BTPS /15/14 IT ,00 123, ,15 BTPS /22/16 IT ,00 102, ,00 BTPS 3 3/4 08/01/21 IT ,00 102, ,00 BTPS 4 1/2 02/01/20 IT ,00 107, ,00 BTPS 5 03/01/22 IT ,00 109, ,00 BTPS 5 1/4 08/01/17 IT ,00 110, ,00 BTPS 5,25 11/01/29 IT ,00 108, ,00 FRANCE 3 3/4 04/25/2 FR ,00 113, ,00 FRANCE FRTR 4 10/25/ FR ,00 103, ,80 FRANCE FRTR 4 3/4 04 FR ,00 122, ,00 FRANCE OAT 2,25% 25/ FR ,00 113, ,50 NETHER 3 3/4 01/15/2 NL ,00 113, ,00 PORTUGAL /15/ PTOTE3OE ,00 100, ,00 SPAGNA 4.1% 07/30/18 ES A ,00 106, ,00 Totale Titoli di Stato , ,05 d) Titoli di debito quotati Titoli obbligazionari , , ,92 2,67 Totale titoli di debito , , ,92 2,67 Di seguito il dettaglio al 31/12/2013: 16

17 Descrizione titolo Codice ISIN Prezzo al Valore mercato al Nominale al 31/12/13 31/12/13 31/12/13 ACEA SPA(ACEIM 4 1/2 XS ,00 109, ,00 AEGON NV 4 1/8 12/08 XS ,00 103, ,00 ASSIC GEN 4 7/8 11/1 XS ,00 103, ,00 AUTOSTRADE 5 06/09/1 XS ,00 102, ,00 BARCLAYS BANK PLC(BA IT ,00 118, ,00 BCA POP. MILANO 4% XS ,00 101, ,00 BMW 5 05/28/15 XS ,00 105, ,00 DEUTSCHE TELEKOM 4 3 DE000A0GTCB ,00 109, ,00 DEXIA SPA /29 IT ,00 99, ,00 DONG ENERGY A/S(DANG XS ,00 108, ,00 EDISON SPA 3 1/4 03/ XS ,00 103, ,00 EDISON SPA 4 1/4 07/ XS ,00 101, ,00 ELECTRICITE DE FRANC XS ,00 104, ,00 ENEL 3,50% 02/26/16 IT ,00 104, ,00 ENEL 4 3/4 06/12/18 XS ,00 110, ,00 ENEL FINANCE 5% 09/1 XS ,00 110, ,00 ENI SPA 4% 06/29/15 IT ,00 104, ,20 ENI SPA 5 01/28/16 XS ,00 108, ,00 FINCAN CAN NAV ITALI XS ,00 99, ,00 FINMEC FINANCE SA XS ,00 99, ,00 FRANCE TELECOM 5 01/ XS ,00 100, ,00 GAS NATURAL CAPITAL XS ,00 108, ,00 GE CAPITAL EURO 4 5/ XS ,00 102, ,00 GENERALI FIN 3 7/8 0 XS ,00 104, ,00 INTESA SANPAOLO 4 3/ XS ,00 106, ,00 INTESA SANPAOLO SPA XS ,00 105, ,40 INTESA SANPAOLO SPA XS ,00 105, ,00 KPN 4 06/22/15 XS ,00 104, ,00 MEDIOBANCA(BACRED 4 IT ,00 105, ,00 MEDIOBANCA(BACRED 4 XS ,00 105, ,00 MONTE PASCHI SIENA 3 XS ,00 100, ,00 MORGAN STANLEY(MS 4 XS ,00 108, ,00 PORTUGAL TELECOM INT XS ,00 105, ,00 SNAM SPA(SRGIM 4 3/8 XS ,00 107, ,00 SOCIETE GENERALE XS ,00 102, ,00 TELECOM ITALIA 4 01/ XS ,00 99, ,00 TELEFONICA EMISIONES XS ,00 105, ,00 UNICREDIT 5 1/4 01/1 XS ,00 100, ,00 UNICREDIT SPA 4 1/2 XS ,00 100, ,00 UNILEVER NV 3 3/8 09 XS ,00 105, ,00 UNIPOL 5 01/11/17 XS ,00 104, ,00 UNIPOL FR XS ,00 87, ,00 VOLKSWAGEN INTL FIN XS ,00 103, ,00 Totale titoli di debito , ,60 17

18 e) Titoli di capitale quotati Var iazioni A ssolu te % T itoli di c apita le , , ,0 0-1,07 T ot ale titoli di cap it ale , , ,00-1,07 Di seguito il dettaglio al 31/12/2013: Descrizione titolo Codice ISIN Nominale al 31/12/13 Prezzo al 31/12/13 Valore Mercato al 31/12/13 HVB 5YR CERT LK ENEL DE000HV778M ,00 102, ,00 Totale titoli di capitale , ,00 Il conto titoli è stato tenuto al corso secco e quindi il prezzo di carico e scarico per acquisti/vendite, è comprensivo dello scarto di emissione maturato. Tale modalità permette il confronto con il valore di mercato. Il portafoglio della gestione diretta ha evidenziato: un rendimento cedolare ( ,95) sul capitale medio investito nel 2013 al netto dei ratei al 31/12/2013 ( ,15) del 3,87%; la performance globale di ,56 con plusvalenze e minusvalenze realizzate e di valutazione in rapporto sempre al capitale medio di ,15 è stata pari al 5,28%. l) Ratei e risconti attivi Interessi su titoli c Unicredit SpA , , ,34 4,70 Totale ratei e risconti attivi , , ,3 4 4,70 La voce indica i ratei maturati al 31/12/2013 sui titoli in portafoglio presso UniCredit S.p.A.. 18

19 11. INVESTIMENTI DIRETTI IMMOBILIARI a) Depositi bancari c\c n c\o UniCredit SpA 4.955, , ,07-98,67 Totale depositi bancari 4.955, , ,07-98,67 Nel conto corrente confluiscono tutti i movimenti relativi alla gestione immobiliare. Il tasso creditore applicato al 31/12/2013 era pari allo 1,00%. b) Immobili di proprietà Immob ili di p roprietà , , ,00-7,80 Totale im mobili di proprietà , , ,00-7,8 0 La posta comprende i seguenti cespiti: Valore di bilancio al Treviso Via S. Liberale - appartamenti - uffici ,00 Treviso Viale Montegrappa - appartamenti - garage - p. macchina ,00 Treviso Viale Montegrappa - porz. fabbricato uso uffici ,00 Treviso Via Bastia - porz. fabbricato uso banca ed uffici ,00 Treviso Via Bastia - porz. fabbricato uso palestra ,00 Treviso Via Cappellotto - porz. fabbricato uso uffici ,00 Mogliano - porz. fabbricato uso commerciale ,00 Villorba - porz. fabbricato uso banca ,00 Padova - porz. fabbricato uso commerciale ,00 Totale ,00 19

20 La diminuzione del valore degli immobili risente della nuova perizia di stima effettuata dallo Studio Tecnico Zussa a fine 2013, come da tabella allegata. DESCRIZIONE IMMOBILI VALORE AL 31/12/2012 RIVALUTAZ. SVALUTAZ. VALORE AL 31/12/2013 MOGLIANO VENETO , , ,00 PADOVA-VIA OBERDAN , , ,00 TREVISO-VIA S.LIBERALE , , ,00 TREVISO-V.LE MONTEGRAPPA , , ,00 TREVISO-VIA BASTIA , , ,00 TREVISO-VIA CAPPELLOTTO, , , ,00 VILLORBA-VIA ROMA 4/A , , ,00 TOTALE , , , ,00 c) Altre attività della gestione immobiliare Deposito cauzionale Enel/Treviso 188,11 188,11 0,00 0,00 Crediti verso inquilini per fitti arretrati , , ,96-33,21 Debitori diversi per marche da bollo 84,00 659,92-575,92-87,27 Debitori diversi 0, , ,02-100,00 Totale altre attività , , ,90-39,46 Nell importo dei Crediti verso inquilini per fitti arretrati sono comprese alcune posizioni, il cui recupero è stato affidato a uno studio legale. Considerate le difficoltà di recupero di tali crediti, è stato istituito un apposito Fondo Svalutazione Crediti; a tal proposito si veda la voce 21a) Passività della gestione immobiliare. La consistenza media degli investimenti immobiliari è stata nel 2013 di che rapportata al pertinente reddito netto ha comportato un rendimento del 3,98%. 20. INVESTIMENTI IN GESTIONE In questa sezione del bilancio viene fornito il dettaglio del portafoglio gestito da Unicredit Private Banking. I titoli di proprietà sono depositati presso la società SGSS S.p.A. Dossier titoli La performance della gestione azionaria n al 31 dicembre 2013 è stata di ,22 su un capitale iniziale di ,15, pari al 20,68%, al netto delle commissioni di gestione e negoziazione. Il saldo finale è di ,37. La performance dell investimento nel 2012 era del 15,59 % e nel 2011 era stata del -12,70%. 20

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato)

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato) (Progetto Esemplificativo Standardizzato) Il presente progetto esemplificativo contiene una stima della pensione complementare predisposta per consentirti una valutazione sintetica e prospettica del programma

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato VALORE 2.0 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5003 Nota Informativa per i potenziali Aderenti (depositata

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli