IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE"

Transcript

1 ANNO II Numero 2 MARZO - APRILE 2011 stampato in proprio copia gratuita IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE La musica alternativa Un elegante gioco da salotto Sparta comunita e liberta

2 Alberto Viel Questione di scelte Già alle volte la nostra vita è decisa solo da questo, da un pensiero che ci attraversa la testa e che ci fa propendere per una od un altra cosa, e sempre sulla base della scelta che facciamo anche la nostra vita ne subirà le conseguenze. In molti casi abbiamo la fortuna di poter ponderare attentamente la scelta giusta e valutarne in profondità gli sviluppi futuri, ma in altri casi purtroppo ci troviamo con le spalle al muro e dobbiamo scegliere senza avere il tempo di pensare. In quegli istanti frenetici la testa si blocca sul lungo termina e valuta essenzialmente solo i risvolti immediati. E forse soprattutto in quei casi che dovremmo avere chiaro in mente il tipo di persona (uomo o donna) che siamo, il nostro stile, il nostro sentire; perché in quei momenti in cui la scelta deve essere immediata, solo il nostro sentire ci può venire in aiuto ed è solo seguendo quello che la scelta non avrà mai il dubbio di essere sbagliata, perché avremmo percorso la strada più consona a noi, la strada che ci confà e avremmo dimostrato con le azioni quello che diciamo, non importa se poi l azione potrà avere delle eventuali ripercussioni negative perché in fin dei conti non potevamo fare altrimenti fosse anche scegliere la strada in salita. Fina qua le cose sono anche abbastanza ovvie e non ho detto nulla di francamente nuovo. Ma quando ad essere messa in gioco è la vostra felicità e sull altro piatto della bilancia c è il vostro ideale, Voi cosa scegliereste? biasimarvi. Parlo proprio della vostra felicità personale, che esula da tutto e da tutti, contrapposta al bene superiore dell Idea. A mio avviso è forse questo caso ad esprimere bene il concetto del valore del sacrificio. Quanto sei disposto a sacrificare, volontariamente per il bene di quello in cui credi. Spesso l esempio che si porta alle persone, per spiegare il senso di fratellanza, è la famigerata chiamata alle quattro di mattina perché qualcuno è rimasto a piedi con la macchina, e nessuno si sottrarrebbe dall andare a recuperarlo ovunque si trovi, non che voglia sminuire questo sacrificio, ma bene o male qualche ora di sonno, o fosse anche un giorno intero, e qualche decina di euro di benzina, sono apprezzabili, e sicuramente si tratta dell esempio più semplice da riportare ma francamente non credo sia possa definire come il più alto nel concetto tradizionale del termine sacrificio. Per questa ragione mi sono impegolato in questo discorso della felicità, perché quanti di noi sarebbero disposti a passare una vita o almeno un parte di essa nell infelicità pur di saziarsi della felicità di aver compiuto qualcosa di grande, perché la propria idea, la nostra idea, possa andare avanti?! E ora buona lettura! Noi pochi noi felici pochi. E non mi riferisco a genitori che possono non approvare certe scelte o amici vari che possono 2

3 Quando ho iniziato a ragionare su come scrivere questo articolo, vi dirò, il primo grande scoglio è stato come intitolarlo, perché non mi andava di limitarmi ad un malinconico Il Subbuteo e ancora meno ad un tristissimo il calcio da tavolo ; ho quindi speso parecchio tempo a scervellarmi su questo e alla fine, per mia grande fortuna, un noto gruppo Ska italiano ha pensato bene di dedicare una canzone al Subbuteo, canzone tra l altro molto bella, e il titolo della canzone era perfetto anche per l articolo, perché a mio avviso incarnava perfettamente l anima del Subbuteo: un elegante gioco da salotto! Ho passato, forse come tanti di voi, interi pomeriggi d inverno a calciare con le dita questi omini che scivolavano leggeri sul panno verde E' tramite il Subbuteo che, in Italia, alla fine degli anni 80 e primi 90 molti ragazzini (tra cui il sottoscritto) appassionati di calcio inglese scoprirono per la prima volta i colori delle maglie dei clubs d'oltremanica. E' con il Subbuteo...ok mi fermo qui che potrei andare avanti all'infinito. Il gioco nacque in Gran Bretagna nel 1947 da un'idea dell'ornitologo Peter Adolph, che riprendeva, però, quella di un gioco già esistente dagli anni trenta, il New Footy, creato da W.L. Keelings. La leggenda narra che la prima rudimentale forma di calcio da tavolo, sia nata per opera dei marinai inglesi, i quali non potevano praticare il football per mancanza di spazio a bordo delle navi. Con del piombo, quindi, si fabbricarono delle primitive sagome di giocatori in miniatura, che utilizzavano per calciare una palla grande quanto una di quelle impiegate per il ping-pong. Questa è, probabilmente, la vera origine del calcio da tavolo e, con altrettanta probabilità, da qui trasse l'ispirazione W.L. Keelings per creare il gioco del calcio in miniatura. Esistevano già due versioni (siamo intorno agli anni 20 nell'inghilterra della crisi economica) di gioco del calcio, il "Blow Football" e lo "Shoot", ma erano un poco prive di realismo. Dopo avere studiato a lungo il modo per riprodurre il più fedelmente possibile le azioni di gioco, W.L. Keelings creò il suo gioco del calcio da tavolo, tagliando dei piccoli piedistalli di gomma per le basi dei calciatori e delle sagome in cartone rigido. Dopo vari tentativi riuscì a trovare le dimensioni più adatte e provvide a realizzare le porte in metallo e la pallina in sughero. Il campo fu fatto con le linee in gesso su una coperta e, subito dopo, iniziò la stesura delle regole di gioco, con l'introduzione del noto "colpo di dito" per il movimento dei giocatori. L'ultima soluzione in termine di tempo fu la realizzazione dell'asta per azionare il portiere. Il successo di questa prima edizione del gioco fu strepitoso, così, il suo autore decise di 3

4 affidata ad Austin de Speke per le figurine ed i contenitori, i palloni di gioco, ora disponibili in due misure, furono prodotte in Francia, mentre i campi di gioco a Liverpool ed a Manchester. In questo periodo fu creata l'area di tiro, così come la conosciamo ai giorni nostri. commercializzarlo non prima di averne ottenuto il brevetto il 25 Maggio del 1929 con il nome di Newfooty. W.L. Keelings si occupò personalmente della realizzazione delle porte in metallo trattato antiruggine nella versione lusso ed in foggia normale per le scatole economiche. Un rettangolo di gioco con le linee di gesso ed il cerchio di centro campo grande come un disco da 78 giri, completano la confezione, che è consegnata esclusivamente per posta (questa modalità di vendita è durata sino agli anni 50). Nel 1933, la crescita degli affari lo fece trasferire in una casa più grande al numero 38 di Barlow's Lane, nel distretto di Fazakerly a Liverpool, dove poté incrementare la produzione per soddisfare le richieste degli appassionati. Il numero di questi, infatti, era cresciuto a dismisura, nonostante l'unica forma di pubblicità del gioco fosse il "passa parola". Tutto questo durò sino al 1939, anno in cui scoppiò la II Guerra Mondiale, che interruppe lo sviluppo e la produzione del gioco sino al Dopo il termine del conflitto, il problema da affrontare fu la scarsa reperibilità di materia prima, che impose una nuova progettazione del gioco, principalmente per il tipo di componenti, con il fine di mantenere ancora abbordabile il prezzo di vendita. La produzione fu Tra il 1945 ed il 1947, Peter Adolph un ornitologo di stato appassionato del gioco del calcio da tavolo, decise di aumentare il realismo non soltanto del gioco in senso dinamico del termine, ma anche dei materiali, introducendo la realizzazione delle figurine in tridimensionale. Il risultato delle prime produzioni fu straordinario ed il nuovo progettista decise di brevettare il suo calcio da tavolo con il nome di Hobby, termine inglese con il quale si identifica il falco lodolaio e che in inglese significa "passatempo". Dal momento che il termine "Hobby", secondo l'ufficio Brevetti inglese, non era registrabile, l'inventore del gioco prese in prestito parte del nome scientifico: quello di Falco Subbuteo. Una volta ottenuto il brevetto, fondò la società Subbuteo Sports Game con il quale iniziò la produzione del suo gioco, che a parte alcuni materiali, era piuttosto simile al Newfooty. Nel frattempo, W. L. Keelings trovò un accordo con i proprietari del laboratorio fotografico presso il quale lavorava, per avviare una produzione industriale del proprio gioco. In poco tempo gli affari si svilupparono notevolmente e la prima forma di distribuzione per posta, fu sostituita da quella più tradizionale fatta attraverso i negozi. Nel frattempo la febbre per queste due versioni del gioco del calcio da tavolo crebbe e numerose formazioni inglesi di calcio le utilizzarono per studiare le tattiche di gioco, al posto delle vecchie lavagne. Il calcio da tavolo continuò a fare proseliti anche grazie alla promozione fatta da noti calciatori, come Sir Stanley Matthews e Nat Lofthouse. 4

5 Nel 1965 la Compagnia Newfooty acquista una fabbrica nella zona industriale di Kirkdale, ma solo poco tempo dopo W. L. Keelings decise di ritirarsi dagli affari vendendo la sua attività alla Subbuteo Sports Game." La tecnica dei materiali comincia a svilupparsi e nel 1948 le figurine subiscono una prima radicale trasformazione. Il piedistallo, in origine interamente rosso o blu (come nelle nuove attualissime confezioni Club) venne dotato del dischetto di colore diverso superficiale e caratterizzato dall'essere cavo. Ciò comporta una minore stabilità della miniatura, che viene resa nuovamente stabile con la introduzione della famosa rondella in metallo stabilizzatrice, introdotta a partire dal Intanto, nel 1949 inizia l'introduzione della plastica per le miniature dei calciatori e per le porte di gioco. Nel 1960 ci fu un sensibile miglioramento del materiale disponibile e di fatto decretò il Subbuteo quale vincitore della sfida con il "New Fotty" che mestamente terminò la sua produzione. Le vecchie squadre piatte furono infatti sostituite da una nuova figura tridimensionale di plastica. Queste nuove squadre, dipinte a mano ed evidentemente molto più realistiche rispetto alle precedenti vennero prodotte fino al 1969 (nel frattempo la Weddinghtons aveva comprato nel 1968 il brevetto da P. Adolph) ed i team disponibili arrivarono a circa 350. Contemporaneamente vennero prodotti anche una serie di accessori che resero il gioco ancora più affascinante e completo. Dopo varie modifiche alle figure dei giocatori e la creazioni di altri nuovi accessori il gioco divenne in Inghilterra ed in tutta Europa, con particolare riferimento all'italia, molto popolare. In molti paesi iniziarono a formarsi federazioni e club e furono organizzati tornei nazionali ed internazionali. Il Subbuteo era una splendida realtà. Nella sua massima espansione si poterono contare più di 800 squadre prodotte. Le regole di Subbuteo sono adattate ma del tutto simili a quelle del regolamento sportivo calcistico reale. Il gioco si svolge su una superficie di forma rettangolare originariamente di panno verde di circa 140 cm per 91 cm, rappresentante un campo di calcio, che di norma viene fissata a un tavolo. I giocatori mantengono il possesso della palla finché la miniatura colpita entra in contatto con la palla e quest'ultima non tocca successivamente una miniatura dell'avversario, anche se la stessa non può essere colpita per più di 3 volte consecutivamente. I tiri in porta possono essere effettuati una volta che la palla supera la "linea di tiro", una linea parallela alla linea di fondo distante da questa una trentina di centimetri. I portieri sono attaccati ad un'asticella che spunta dalla rete della porta; il giocatore deve, maneggiandola, impedire che la palla tirata superi la linea di porta. Per modificare la disposizione in campo delle squadre è possibile spostare una o più miniature quando l'azione sta per riprendere (ad esempio, se ne possono muovere tre a testa prima di un calcio d'angolo). Se con una miniatura anziché la palla si va a colpire una 5

6 particolari tipici delle casacche ufficiali; successivamente sono state messe in commercio squadre con figurini e divise intercambiabili e riproducenti le fattezze dei giocatori delle reali squadre di calcio. miniatura avversaria, si commette un fallo e il gioco ricomincia con una punizione per l'altra squadra. Il modo corretto di effettuare un colpo a punta di dito prevede che la miniatura sia colpita con l'unghia del dito indice o medio senza fare leva sul pollice ma solo sulla superficie di gioco. La miniatura che si intende giocare deve trovarsi in posizione verticale. La scatola base (più economica rispetto alle fornite edizioni deluxe) contiene generalmente solo gli accessori strettamente utili a disputare una partita, come un panno verde rappresentante il terreno di gioco, le porte, i palloni e due squadre generiche (la "squadra rossa" e la "squadra blu"). Ma è possibile, grazie ai centinaia di accessori disponibili, trasformare il tavolo in un vero e proprio stadio, con tribune piene di spettatori, tabellone segnapunti, recinto per il campo, panchine, riflettori per "partite notturne", telecamere della Pay TV, miniature rappresentanti le tipiche figure presenti a bordo campo (raccattapalle, poliziotti, allenatore, riserve in tuta). Il Subbuteo è famoso anche per la vastissima disponibilità di squadre con maglie reali, sia nazionali che di club, dai nomi più usuali come Spagna o Juventus a quelli unici come Falkirk o Jugoslavia. Questa ricchezza di materiale spinge gli appassionati al collezionismo (oggi i prezzi per i pezzi più rari sono altissimi:una squadra può anche superare i 300 euro) e molti di essi sono, più che giocatori, collezionisti. Originariamente le divise dei calciatorini erano dipinte a mano e molti giocatori le personalizzavano, aggiungendo numeri e Il grande successo durò fino alla seconda metà degli anni '80, quando l'avvento dei giochi elettronici e dei primi personal computer diedero una decisa spallata al Subbuteo che si trovò così a competere con le nuove tecnologie. Il gioco ha avuto grande diffusione anche in Italia soprattutto durante gli anni settanta e ottanta. Nel 1996 il colosso americano Hasbro acquistò i diritti per la produzione del Subbuteo dalla Weddingthons e ne apportò alcune modifiche, anche di tipo commerciale. Dallo stesso anno, la Hasbro concesse la licenza di fabbricazione e distribuzione del gioco in Italia, alla ditta Prodi di Genova. La ditta di Alfredo Parodi, merita qualche parola in più, in quanto fu fondamentale per lo sviluppo del gioco in Italia. Dinastia di giocattolai, Alfredo Parodi importò in Italia il Meccano già nel 1916 uno dei giochi che ancora i ragazzi della mia generazione ricordano bene, ma come arrivò il Subbuteo? La leggenda narra che leggendo un catalogo per corrispondenza Inglese ci fu l intuizione, subito il contatto e l importazione del gioco con la relativa collocazione nei negozi. Era una grande novità la replica del calcio più realistica mai vista, quel campo verde le due squadre rossa e blu il grosso pallone accendevano la fantasia di chiunque adulto o bambino incrociasse con lo sguardo quel campo, possedere il team del cuore diventava un imperativo. Cominciò dopo poco anche la storia agonistica che continua ancora oggi con l Italia che la fa spesso da padrona, molti dei giocatori che Parodi ha visto tirare i primi colpi sono ancora in attività come non ricordare Renzo Frignani campione del mondo 1982, Andrea Piccaluga campione del mondo juniores nel 1978, la clamorosa vittoria di Rochefort ( Belgio nel 1979) con Stefano De Francesco e Stefano Beverini. Edilio Parodi era sempre con loro nelle trasferte più impegnative o nei campionati nazionali, alcuni di loro mi hanno raccontato della visita nella ditta genovese dove prima della partenza per un importante torneo 6

7 all estero ebbero la fortuna di entrare nel famoso magazzino e di poter scegliere la loro squadra in un muro di scatole verdi, esperienza senza dubbio indimenticabil e mentre noi giocatori mortali sognavamo vedendo le loro fotografie sulle pubblicità di Topolino. Nell era prima del computer chi non ha sognato aprendo un catalogo e vedendo Kevin Keegan sfidare Beverini, Moore e Banks cercare inutilmente di battere Piccaluga o Chalton fotografato mentre viene circondato da ragazzi della nostra età in una fotografia oggi storica, poi i videogames hanno fatto terra bruciata di questa magia, ma nel nostro cuore di quarantenni un po bambini rimane il ricordo e la gratitudine per questo uomo che ci ha regalato delle emozioni che non potremo mai dimenticare. Nel 1997 la Hasbro decise di non confermare alla ditta Parodi la distribuzione in Italia. Fu un brutto colpo per la ditta italiana, che negli anni '70 era stata determinante nello sviluppo del Subbuteo nel paese anche grazie ad una propria e personalizzata produzione di alcune squadre italiane e nazionali. Non potendo quindi utilizzare più il famoso marchio iniziò la produzione del "Zeugo". Questo gioco il cui nome nel dialetto genovese significa "gioco", fu composto da figure del tutto simile a quelle degli anni '70(il periodo di maggior popolarità del Subbuteo in Italia) con la colorazione delle maglie "old style" e squadre "a barretta", termine nostrano per definire le Heavyweight. Nella città dove era nato il calcio in Italia (con il Genoa nel 1893) stava rinascendo il Subbuteo, anche se sotto un altro nome. Nel frattempo però, all'inizio del 2000, la Hasbro, vista la difficoltà oggettiva del Subbuteo a stare al passo con i nuovi giochi elettronici, annunciò la fine della produzione. Lo choc per la notizia fu molto forte e provocò la mobilitazione soprattutto nella madre patria di tanti appassionati inglesi che con proteste e manifestazioni sempre ovviamente civili e composte indussero la Hasbro a rivedere tale decisione. Verso la fine del 2000, anche se con una serie limitata di set ed accessori la compagnia americana riprese la lavorazione. Nel 2002 la Hasbro riconfermò la licenza per la produzione del marchio "Subbuteo", alla ditta Parodi la quale iniziò una fabbricazione che per circa due anni, con i prodotti "congelati" solo qualche anno prima (il marchio Zeugo con le sue figure e squadre terminò e reiniziò solo nel 2004 continuando tutt'ora la sua produzione) portò ad una nuova vita questo splendido gioco. Peccato che nel dicembre del 2003 anche questa licenza fu revocata e la Parodi cessò definitivamente ogni produzione. Il marchio Subbuteo è ricomparso ufficialmente in Italia nel 2009, grazie ad una collana edita dalla Fabbri Editori su licenza Hasbro e distribuita nelle edicole. In Italia esiste un movimento organizzato, detto Old Subbuteo, che tende a replicare il medesimo gioco degli anni '70 ed '80 utilizzando materiali dell'epoca oppure fedeli riproduzioni attuali. Ma neanche stavolta la parola fine fu scritta. Alla fine del 2004 ecco la notizia che il nostro calcio da tavolo riprende ancora una volta il suo posto negli scaffali dei negozi. Con delle nuove figure che ricordano quelle primordiali del 1950 ed una serie limitata di accessori il Subbuteo rientra prepotentemente in produzione. Le squadre sono in totale 9 (tra le più importanti del panorama calcistico europeo, pur con qualche dimenticanza illustre) e le figure sono composte da 7

8 anime di cartone plastificato (da montare sulle solite base semi-sferiche) dove sono raffigurati, mediante fotografia, i più importanti giocatori che delle formazioni delle squadre prodotte. E' chiara la dimostrazione come il business sia entrato anche qui; un bel calcio alla magia ed alla fantasia del vecchio Subbuteo, ed ai tifosi di migliaia di squadre... Questa volta però le nuove tecnologie ci vengono in aiuto. Oggi grazie ad internet il vecchio e nostalgico subbuteista può rivivere la sua passione navigando attraverso il mare dei moltissimi siti dedicati, magari trovando o ritrovando amici per tornei e combattute partite o magari cercando di completare quella vecchia collezione che tanto l'ha fatto entusiasmar e e dannare. Ma anche il giovane può facilmente appassionars i a questo gioco. Mettendo da parte le moderne console può scoprire la bellezza di questo gioco e rendersi conto di quante organizzazioni e club nel mondo esistono ancora e quanti tornei vengono organizzati. A partire dai primi anni 70, la Waddington, produttrice inglese del Subbuteo, organizzò delle competizioni internazionali dedicate al gioco in punta di dito. Il torneo che diede avvio ad una lunga tradizione di competizioni internazionali fu il 1 Campionato Mondiale Subbuteo, organizzato a Londra il 22 e il 23 agosto Dal 1970 fino al 1990, in concomitanza con i mondiali di calcio, la Waddington organizzò continuativamente i mondiali di Subbuteo, a cui si aggiunse, a partire dal 1980 e fino al 1992, anche il Campionato Europeo. Nel mondo numerosissime erano le federazioni nazionali di Subbuteo, diffuse non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti, in Canada e in Australia. Tutte le federazioni e associazioni nazionali di Subbuteo, facevano comunque capo alla FISA, Federation International Subbuteo Association. In Italia i tornei e le manifestazioni agonistiche furono organizzate prima dalla FICMS (Federazione Italiana Calcio in Miniatura Subbuteo) e successivamente dall AICIMS (Associazione Italiana Calcio in Miniatura Subbuteo). Anche per quanto riguarda l aspetto agonistico del gioco, fondamentale fu il ruolo di Edilio Parodi, importatore e distributore in Italia del gioco. Negli anni d oro i tornei di Subbuteo in Italia erano frequentissi mi, ma il sogno dei subbuteisti italiani era indubbiame nte partecipare e conquistare il Guerin Subbuteo. Il Guerin Subbuteo, organizzato per la prima volta nel 1978, è stato per quasi vent anni la maggiore manifestazione di Subbuteo a carattere nazionale. Organizzato in collaborazione tra Parodi e il settimanale calcistico Guerin Sportivo, era aperto a tutti poiché si svolgeva attraverso una prima fase di selezione regionale e una fase finale di carattere nazionale, suddivisa nelle due categorie juniores e seniores. Di pari prestigio era anche il Campionato italiano, organizzato per la prima volta nel 1974; tutti i più grandi giocatori di Subbuteo italiani hanno almeno una volta iscritto il loro nome nell albo d oro di uno di questi tornei, o nell albo d oro del Torneo Primavera, 8

9 storico torneo organizzato annualmente a Genova in occasione della Fiera campionaria. Tra i più forti giocatori bisogna certamente ricordare Stefano Beverini, Andrea Piccaluga, Edoardo Bellotto, Davide Massino, Mario Baglietto (campione del mondo categoria juniores nel 1982), ma soprattutto Renzo Frignani, il quale fu per ben sei volte vincitore del Guerin Subbuteo, ma fu soprattutto Campione del Mondo nel 1982 a Barcellona e Campione d Europa due anni più tardi a Parigi. Ai club era invece destinata la Coppa Italia, organizzata dal 1977 al 1983, e poi sostituita dal 1984 con il Campionato Italiano Subbuteo per squadre di club, suddiviso in una serie A di carattere nazionale e una serie B di carattere regionale. Dopo i mondiali del 1990, svoltisi a Roma, e gli Europei tedeschi di Amburgo nel 1992, l organizzazione agonistica del Subbuteo gestita dalla Waddington andò in crisi, generando un lento passaggio dei migliori giocatori verso la ETF European Table Football, nonostante l ultimo tentativo di organizzare negli Stati Uniti, per la prima volta oltre oceano, il 7 Mondiale di Subbuteo, in concomitanza con i mondiali di calcio di USA 94. Negli stessi anni infatti oltre ai tornei di Subbuteo, si era sviluppata una serie di manifestazioni di grande importanza organizzate dalla ETF, nella quale non era imposto l uso esclusivo di materiale marchiato Subbuteo. Da questo movimento, che si era ormai consolidato con una lunga tradizione agonistica, e dalla scissione della struttura agonistica del Subbuteo nacque l attuale calcio da tavolo, che deriva ovviamente dal Subbuteo ma ne ha modificato i materiali (basi e portieri) e il regolamento, con l intento di trasformare il gioco in una attività sportiva codificata e riconosciuta, che fa oggi riferimento alla FISCT in Italia (Federazione Italiana Sport Calcio da Tavolo) e internazionalmente alla FISTF (Federation International Sports Table Soccer). Daniele Pastori (ASD Beta) La libertà spartana è assolutamente diversa da quello spettro che porta la stessa parola e che viene agitato nell'età moderna. A Sparta gli uomini (e per uomini qui intendo gli spartiati, cioè i lacedemoni che avevano superato l', lo speciale addestramento che permetteva ad un cittadino di meritarsi l'appellativo di homoioi, uguale ) non potevano accumulare ricchezze, non potevano mangiare da soli (cioè non lontani dal loro plotone, c'erano i pasti comuni, chiamati sissizi), non potevano intraprendere lunghi viaggi di piacere, non potevano assistere alle tragedie, non potevano dormire con la propria moglie (dormivano nelle caserme). Potevano sposarsi, figliare e vivere in case private soltanto dopo i trent'anni. L'educazione, obbligatoria era fornita dalla polis stessa. Le donne, invece, non potevano truccarsi e adornare il proprio corpo con ricchi vestiti e diamanti. Però si definivano liberi. Liberi in un modo assolutamente opposto al modo oggi convenzionalmente inteso. La libertà viene conquistata, non ci può essere libertà senza potenza. Mentre l'uomo moderno cerca la libertà nell'utilizzo degli strumenti per la vita, l'uomo antico (non solo spartano) lo cercava dalle stesse cose. Si può dire che 9

10 nell'attualità i mezzi per la vita hanno dominato la vita, anzi l'hanno ridotta a loro mezzo 1. La legge data da Licurgo agli spartani mirava a costruire una libertà non soltanto attraverso il distacco dai beni materiali, ma tramite l'allontanamento della paura, il disprezzo della morte e, soprattutto, un forte senso comunitario. Tutto ottenibile soltanto con una ferrea disciplina e uno stile di vita intransigente. A Sparta non c'era spazio per artisti e asceti, ma soltanto per forti eroi devoti al benessere della polis. Licurgo era un antico legislatore spartano, vissuto nel VIII secolo ac che, seguendo quanto prescritto dal responso di un oracolo di Delfi, rivoluzionò i sistemi legislativo, economico e privato della città di Sparta. Oltre ad introdurre le norme già citate, creò una moneta fragile e pesante, scomoda da portarsi appresso, con scarso valore economico e non utilizzabile all'estero. Così facendo gli spartani, ai quali aveva già tolto ogni bene per ridividerlo in parti uguali, non avrebbero avuto interesse ad accumularne. Non essendo questa moneta utile per gli scambi, Sparta si trovò costretta a diventare autarchica. La comunità era rigidamente costruita e divisa in gruppi con il classico schema a piramide, con in basso coloro che lavoravano per garantire alla città i beni fondamentali (gli iloti), appena sopra gli uomini i perieci (stranieri, appartenenti a famiglie spartiate decadute oppure quelli che non avevano superato l'agogé) e più in alto ancora gli spartiati. 28 di questi ultimi (i geronti, tutti sopra ai 60 anni) assieme ai due re (che avevano più che altro potere militare) componevano quella che si chiamava gerusia, il consiglio che aveva il potere di creare proposte di legge da far approvare all' apella, l'assemblea di tutti i cittadini con diritti politici, cioè gli spartiati che avessero compiuto il trentesimo anno d'età. L'apella era convocata ogni plenilunio. Soltanto i geronti o gli efori discutevano le proposte, mentre le votazioni avvenivano urlando (in base all'intensità delle urla si capiva se gli spartiati erano favorevoli o meno). Il contegno spartano (l'aggettivo laconico arriva appunto da questo) riduceva comunque sensibilmente la durata delle assemblee e gli interventi erano molto limitati. Gli efori erano 5 persone scelte tra tutti gli spartiati (senza limiti di età o censo) ed in carica per un anno. Rappresentavano la magistratura spartana, curando la legislazione, l'educazione, i rapporti con gli altri stati, la religione e l'amministrazione della giustizia. La polis aveva quindi un sistema complesso (qui spiegato in maniera semplicistica) che regolava e curava ogni aspetto della vita e distribuiva i lavori nella polis. La milizia agli spartiati (e in parte ai perieci) e la manutenzione agli iloti. Le rivolte erano però rare e non provenivano quasi mai dalla classe degli spartiati che, abituati a vivere con poco, a disprezzare le comodità e il guadagno personale (soltanto i servi miravano a mettere da parte il guadagno, che consisteva nella metà di ciò che producevano) erano poco inclini ai cambiamenti e senza desideri di posizione (uguale è il più alto rango al quale uno spartano potesse ambire, quindi non c'era nessun bisogno di volere di più, mentre anche i due re vivevano nelle caserme assieme agli altri), già liberi e mantenuti a vita dalla comunità. I bambini erano abituati fin da giovani alla nudità femminile e maschile, a causa delle varie feste alle quali si partecipava nudi (gymnos = nudo), non imparavano altre arti al di fuori della guerra e non nutrivano desideri verso oggetti o vesti. Così si 1 Cit. Julius Evola, Imperialismo Pagano 10

11 creavano uomini liberi dal desiderio, dalla vergogna e dalla perversione. La comunità era quindi una struttura forte e invalicabile, selettiva e forgiante. Per creare uomini d'acciaio era però necessario vietare le attività diverse dalla guerra, come la lettura, la pittura, la visione di tragedie e i viaggi, limitando cioè tutto ciò che può distrarre un uomo dalla via militare per creare una visione unica e buona per tutti (una parte dell'educazione dei bambini consisteva nell'insegnare che cosa era bello e che cosa brutto, che cosa buono e cosa cattivo), che evita discussioni e tensioni all'interno della comunità stessa. L'intelligenza doveva essere usata soltanto per vincere le sfide. Anche l'inganno se necessario, tanto che ai bambini veniva insegnato a rubare e venivano puniti se si facevano scoprire. Si può dire però che l'eccessiva restrizione fu la causa della fine stessa di Sparta. La crisi demografica e le continue lotte per l'egemonia sulla Grecia (senza l'assunzione di una vocazione imperiale) furono la principale causa del suo crollo. La legge di Licurgo, a lungo termine, aveva perso la sua efficacia. Gli spartiati non avevano, infatti, nessuna possibilità, seguendo il loro stile di vita, di superare quello che erano (per fare un esempio erano disprezzati quelli che utilizzavano strumenti musicali diversi da quelli tradizionali), per cui furono destinati alla ristagnazione. I limitati rapporti matrimoniali ridussero le possibilità di concepimento e la città di Sparta rimase ancorata al passato, senza possibilità di avanzamento. Mondialismo e globalizzazione. Due termini che troppo spesso vengono erroneamente sovrapposti e confusi e alle volte considerati addirittura sinonimi di uno stesso concetto. Per poter affrontare, senza nessuna pretesa di essere esaustivi per un argomento sul quale sono stati scritti libri e libri, è necessaria una premessa che sgomberi da dubbi il fatto che : Mondialismo e Globalizzazione, non sono la stessa cosa anche se rientrano nello stesso progetto globale. Per poter utilizzare una definizione assolutamente corretta, ma senza ricorrere a concetti troppo complessi, mi avvarrò della definizione che utilizza G. Adinolfi nel suo bellissimo Il nuovo ordine mondiale : Con quella che alcuni chiamano mondializzazione o globalizzazione, si intende significare l omologazione tecnologica, economica, e culturale del pianeta [ ] La globalizzazione è dunque un fenomeno più o meno meccanico che si verifica sia per delle cause materiali, tecniche, prima ancora che economiche Il Mondialismo dal canto suo è soprattutto una cosa: bramosia di uniformità, e pertanto di deformità. Esso 11

12 esalta ed incoraggia la distruzione delle differenze e delle qualità; ciò non solo in ambito socioculturale e politico, ma nel quotidiano, in tutti i campi, dalla sfera intellettuale a quella alimentare. Il suo ideale è quello di una società unificata e governata da una classe dirigente impegnata a plasmare il pianeta nella pretesa che ogni suo singolo abitante sia esclusivamente il frutto della mondializzazione e null altro, soprattutto nulla di antico. Il Mondialismo quindi prospetta ad unificazione della società umana in un'unica nazione mondiale governata da un'unica ristretta classe dirigente su base finanziaria. Messa così può sembrare un buon incipit per un nuovo film di fantascienza, ma sfortunatamente non è così; per dirla tutta, qui a F&O, non stiamo svelando assolutamente nulla di nuovo e non siamo profeti di niente, tutte queste cose, penso siano, nella maggior parte dei casi, chiare a chiunque o comunque se non sono chiare sono comunque idee che passano nella testa di un po tutti quando accadono determinati fatti di politica internazionale, d altronde basterebbe aver letto gli ormai stra-abusati 1984 o Fahrenheit 451 per avere già una seppur minima infarinatura dell argomento. La globalizzazione è essenzialmente l espressione a livello mondiale del sistema americano, e di conseguenza si basa fondamentalmente sull economia; secondo A. De Benoist essa è l evoluzione del capitalismo. Il sistema finanziario è quindi, portato nella fisiologia umana, l insieme dei nervi del sistema mondialista. Tramite la finanza, infatti si possono pilotare le politiche dei paesi, generare all occorrenza rivolte e colpi si stato, piegare alla propria volontà i governi eliminando sul nascere modelli politici avversi; ma come è possibile questo, se ogni stato dovrebbe basarsi sulla Sovranità Nazionale? Semplice con il ricatto di riscossione dei debiti contratti per il finanziamento degli investimenti di un paese. La Banca Centrale (es. Banca d Italia), contrae i propri debiti esclusivamente con la banca mondiale o con il FMI per cui la Sovranità Nazionale di un paese, viene automaticamente ad essere annullata dal principio dell insolvenza cronica nei confronti del creditore. In tal modo le centrali del potere esercitano, appunto il loro potere, in tutti i paesi pilotando in base ai loro interessi le politiche interne ed estere. Vediamo ora di approfondire il funzionamento di una di queste strutture: Il Fondo Monetario Internazionale o FMI. A cavallo tra il XIX e il XX secolo gli scambi internazionali (che del resto avevano un volume infinitamente più piccolo di quello attuale) avvenivamo nella valuta del paese esportatore: nelle Banche Centrali di ogni paese doveva essere depositata una quantità di oro di pari valore della moneta circolante come reciproca assicurazione tra i diversi paesi che si rifornivano di valuta estera per effettuare i pagamenti delle importazioni. Chiaramente nel momento in cui è la moneta stessa ad essere venduta e acquistata il suo prezzo è anche determinato dalla domanda e dall'offerta: più un paese esporta, più la sua valuta è richiesta all'estero e il valore di questa può quindi superare quello fisso legato all'oro. Dopo la I guerra mondiale l'indebitamento dei paesi legato alle spese di guerra fu tale da far saltare ogni possibilità di 12

13 conversione in oro dell'enorme quantità di carta moneta che era stata stampata. Si instaurò di fatto un doppio sistema monetario in cui la valuta circolante all'interno del territorio nazionale non era garantita dal cambio in oro (corso forzoso della cartamoneta), mentre le riserve auree delle Banche Centrali servivano a rimborsare in oro la valuta ceduta a paesi terzi nei pagamenti delle importazioni. La svalutazione della sterlina nel 1931 e del dollaro nel 1934, dopo il crac del '29, comportarono una brusca diminuzione del contenuto aureo di queste valute e quindi un aumento significativo del prezzo del metallo. Per impedire il ripetersi di una tale situazione che aveva fortemente danneggiato l economia dei due paesi, specialmente degli Stati uniti d America, era necessario regolamentare il sistema economico del mercato globale che stava nascendo. I padri fondatori di questo sistema furono l'inglese J. M. Keynes, che però morì nel 1946, e l'americano H. D. White, che nel periodo del maccartismo risultò essere troppo di sinistra e fu accusato di sabotaggio e costretto a presentarsi nel 1948 al Comitato per le attività anti-americane, dopo qualche giorno dall'interrogatorio morì d'infarto. Questo per dire che nessuno dei padri fondatori di questo sistema visse abbastanza per vederne i risultati (beati loro!) Questo sistema fu chiamato "Bretton Woods", dal nome di una piccola cittadina balneare dello Stato del New Hampshire (Usa), dove nel 1944 si riunì la conferenza finanziaria internazionale di 45 paesi, che fece nascere, oltre all'organizzazione internazionale per il commercio (ITO) e alla banca mondiale (BIRS), anche il Fondo Monetario Internazionale, che iniziò le sue operazioni nel Il sistema rimarrà in vigore fino agli anni '71-'73. A Bretton Woods erano presenti i rappresentanti di 45 paesi, di questi 30 hanno ratificato gli accordi divenendo membri originari; altri 14 sono i membri entrati in tempi successivi; l'urss, che era presente, non li ha mai ratificati. Nel 1981 gli stati aderenti erano 141, praticamente tutti gli stati capitalisti (tranne la Svizzera) e buona parte degli altri Il sistema monetario che venne definito in questi accordi era basato sull'uso del Dollaro USA come valuta internazionale. Il FMI chiedeva ai paesi-membri non che il cambio delle banconote in oro venisse ristabilito all'interno dei singoli paesi e che l'oro tornasse a funzionare come moneta corrente, ma che essi facessero riacquistare all'oro il ruolo di metro del valore internazionale delle unità monetarie, la forma principale delle riserve valutarie e il mezzo finale di saldo del deficit della bilancia dei pagamenti. Quindi per fare ciò, ogni paese era tenuto a fissare il contenuto aureo della propria moneta e a non apportare mutamenti alla parità delle valute senza il previo consenso del Fondo, era altresì tenuto a sopprimere le limitazioni alla reciproca convertibilità delle valute, assicurando libertà di movimento per merci e valute. Questo significava che ogni paese doveva stabilire la parità della propria valuta col dollaro, cioè con una moneta appartenente a un'economia molto forte, mentre tanti altri paesi erano appena usciti da una guerra disastrosa. Quasi nessuno Stato aveva dollari in cassa, anzi molti furono costretti a vendere le loro ultime scorte d'oro al Tesoro americano, per ottenere i dollari necessari con cui acquistare materie prime, generi alimentari, impianti industriali... 13

14 Ogni paese-membro doveva versare al Fondo 1/4 della propria quota di partecipazione in oro, oppure il 10% delle sue riserve d'oro in dollari: questa clausola fece sì che il Fondo diventasse in breve tempo uno dei maggiori possessori d'oro. A queste condizioni l'urss rinunciò alla proposta di aderire al Fondo. In pratica si introduceva una sorta di "gold standard internazionale", in cui le funzioni d'intermediario fra l'oro e tutte le altre monete erano svolte dal dollaro. Quindi gli USA, paese economicamente e militarmente dominante, imposero la propria valuta al mondo intero garantendone la convertibilità in oro (gold exchange standard) nella misura di 35 dollari per un'oncia (31,1 grammi) d'oro; quindi gli USA in questo secondo dopoguerra venivano a svolgere il ruolo privilegiato di chi poteva stampare moneta teoricamente senza alcun limite, senza pericolo di creare inflazione all'interno (la moneta circola a livello mondiale) e senza dover subire alcuna svalutazione in caso di eventuali deficit della propria bilancia commerciale; non solo, i prestiti internazionali effettuati dagli USA in carta e non in oro rendevano pure in interessi e legavano sempre più le economie dei diversi paesi agli interessi statunitensi. Gli Usa stavano progressivamente aumentando le loro riserve auree e tenevano in ginocchio tutte le altre divise mondiali. Alla fine del 1949 le loro riserve auree raggiungevano la cifra record di tonnellate, circa il 70% di tutte le riserve del mondo capitalistico. Alla fine del 1960 gli Usa possedevano tonnellate d'oro (circa il 44%) e alla fine del 1971 solo tonnellate (circa il 21%). Il 15 agosto 1971 l amministrazione Nixon decise con un'azione di forza di adottare misure protezionistiche per difendere la propria economia (tariffa doganale del 10%), e di sospendere la conversione del dollaro in oro, cosa che, anche se era già da tempo una realtà di fatto, nel momento in cui veniva ufficialmente dichiarata si poneva in aperta violazione degli accordi di Bretton Woods sancendo la fine di un periodo storico. Nel dicembre dello stesso anno gli USA riuscirono a salvare il salvabile degli accordi di Bretton Woods: concedono una svalutazione del dollaro e un riallineamento dei cambi e, una volta ottenuto il mantenimento del FMI ritirarono pure le tariffe doganali. Il dollaro rimaneva comunque la moneta centrale degli scambi internazionali anche se sganciato di fatto da qualsiasi convertibilità con l'oro: si parlave quindi di dollar standard e non più di gold exchange standard. La funzione finanziaria del FMI è tuttora quella di estendere il mercato capitalista a livello globale attraverso una politica di prestiti concessi prima alla condizione dell'abolizione delle tariffe doganali (per permettere una più facile penetrazione del capitale USA nelle ex colonie europee e la costruzione dello spazio di mercato vitale per l'imporsi del capitale multinazionale) e poi alla condizioni sempre più esplicita dell'inserimento del paese debitore nella sfera di influenza dell'imperialismo e dell'adozione di politiche interne capitaliste. La caratteristica singolare della procedura decisionale del FMI è il sistema del voto ponderato per cui l'importanza di ogni voto è proporzionale al peso relativo della quota detenuta dal paese votante, quota che deve essere versata nel Conto Generale del FMI per il 25% in oro e per il restante 75% nella valuta del paese membro (nel 1944 gli USA detenevano una quota superiore al 20% del totale dei depositi nel Conto Generale ed erano quindi in grado di vincolare ogni decisione del consiglio dei governatori dal momento che queste devono essere prese con una maggioranza dell'80%. Funzioni istituzionali del FMI sono: 1) garantire il rispetto di un determinato codice di comportamento al quale i paesi membri devono attenersi nei rapporti commerciali internazionali; 2) fornire risorse finanziarie ai paesi membri che ne necessitano con transazioni ufficiali sul mercato dei cambi. L'intervento del FMI si articola in diversi gradi di intromissione nell'economia di un paese : 1) Subordinazione: controllo diretto del FMI nelle posizioni chiave dell'apparato statale; è il caso dello Zaire dove funzionari del Fondo controllano la Banca Centrale, il Ministero delle Finanze, quello del Commercio estero e la Agenzia per la pianificazione. 2) Convergenza: esistono gruppi economici e politici all'interno del paese debitore che fanno proprie le 14

15 proposte del FMI o ne adattano la prospettiva alla situazione concreta: è il caso del Messico, del Brasile, della Tanzania, del Kenya. 3) Negoziazione e resistenza: il FMI negozia con il paese da finanziare, ma la proposta è rifiutata o significativamente modificata direttamente dal governo o in seguito a protesta popolare; l'esempio storico delle conseguenze è il Cile di Allende, più recente (1985) quello della Bolivia di Paz Estensoro in cui in risposta alla reintroduzione del programma di austerità voluto dal FMI è stato proclamato lo sciopero generale e... una giunta militare ha preso il posto del governo, di destra. Se gli intenti dichiarati delle politiche di organismi come il FMI o la Banca Mondiale dovrebbero essere quelli di favorire lo sviluppo dei paesi del Sud, in realtà questo sistema contempla un solo possibile sviluppo e cioè quello capitalistico a livello globale e non certo quello del singolo paese sottosviluppato. Quando i prestiti non sono semplicemente una tangente pagata dall'imperialismo alla cricca dominante del paese debitore, il risultato primo del finanziamento è quello di sostituire le riserve della Banche Centrali dei PVS con valuta dei paesi imperialisti il cui potere d'acquisto è legato alla salute dell'economia del paese creditore e le cui fluttuazioni hanno effetti diametralmente opposti nel paese creditore ed in quello debitore: per esempio una caduta del cambio del dollaro nei confronti dell Euro o dello yen negli USA stessi è ripagata da una maggior concorrenzialità dei propri prodotti sul mercato, ma nei paesi debitori degli USA ha come unico effetto quello di svuotarne le casse. I prestiti e gli "aiuti", in una situazione di crisi economica globale, sono una forma di finanziamento dei paesi capitalisti a danno di quelli sottosviluppati. I programmi economici concordati tra il paese che accede al credito e le autorità monetarie (FMI, Banca Mondiale...) sono semplicemente lo studio dei possibili itinerari di penetrazione del capitale imperialista nel paese debitore, cosa che nulla ha a che vedere con il reale sviluppo di un paese. Pochi finanziamenti sul totale riguardano lo sviluppo dell'agricoltura, ma quei pochi bastano a produrre un effetto devastante: la vendita sottocosto di trattori e macchinari agricoli arricchisce grandi e medi proprietari terrieri che hanno il denaro liquido necessario ad acquistarli, costringendo la grande massa dei contadini poveri e dei braccianti, divenuti inutili, ad abbandonare i campi e ad emigrare verso le città; ciò significa non solo l'annullamento delle conquiste ottenute dai movimenti contadini, ma anche l'aumento verticale della disoccupazione, la crescita incontrollata di enormi bidonvilles, l'affamamento della popolazione: i proprietari terrieri tendono, infatti, a produrre monoculture pregiate per l'esportazione per raccogliere valuta dei paesi capitalisti e ripagare i macchinari, quindi molti paesi prima autosufficienti sono costretti, dopo lo sviluppo agricolo, ad importare derrate alimentari come ad esempio è successo nelle Filippine. A questo punto il paese è pronto per la penetrazione da parte delle multinazionali: l'ulteriore proposta dei funzionari del FMI per frenare la disoccupazione è quella di instaurare politiche di ulteriore contenimento del costo della forza lavoro per favorire l'investimento diretto del capitale multinazionale dei paesi industrializzati! Esemplare il caso della Turchia a cui il FMI ha posto condizioni talmente pesanti per accedere al credito che il governo turco le ha tenute segrete. In questa nuova fase dello sviluppo imperialista, dunque il FMI, da centralizzatore che era dei flussi finanziari verso i PVS e da promotore dello sviluppo ineguale diviene sempre più esplicitamente poliziotto del sistema finanziario globale e agente della trasformazione dei PVS in Periferia. In questo quadro l'impossibilità a saldare i debiti si traduce nella necessità di contrarne di ulteriori per pagarne almeno gli interessi: già all'inizio degli anni '70 il 75% dei nuovi prestiti erano concessi per pagare gli interessi di quelli precedenti. Il FMI risponde con il "piano Baker" (ministro del tesoro USA): nessuna deroga dalle leggi economiche, ma semplicemente la disponibilità da parte delle maggiori banche private a concedere ulteriori finanziamenti ai 15 paesi più indebitati per un ammontare di 20 miliardi di dollari da restituirsi in tre anni! 15

16 La Musica Alternativa rappresenta, senza alcun dubbio, il più vasto fenomeno Italiano di Cultura sommersa, sia da un punto di vista temporale (le origini del fenomeno risalgono agli anni 60) che da uno puramente produttivo (quasi 1500 canzoni composte ed eseguite da oltre 100 gruppi o solisti). La produzione dei brani ha naturalmente subito, nel corso degli anni, l'influenza del contesto storico nel quale essa avveniva e dunque si passa dal canto di lotta e di protesta degli anni 60 e 70 al "neoreducismo" degli anni di piombo, dal crollo del Muro di Berlino alla battaglia morale di tangentopoli, dall'europa delle Patrie all'europa delle banche, alle evasioni spirituali TolkenianE. Nonostante tutto ciò si è sempre mantenuto un denominatore comune che ha garantito un'omogeneità culturale ed emotiva fra gruppi apparentemente distanti fra loro. Forse l'aspetto più grottesco ed allo stesso tempo più romantico della discografia alternativa è la distribuzione quasi esclusivamente semiclandestina di canzoni prodotte in modo assolutamente artigianale (spesso nelle sezioni del Fronte della Gioventù armati di voce e chitarra) ed incise su musicassette puntualmente riprodotte e divulgate mediante un gigantesco passaparola fra militanti e simpatizzanti della Destra Giovanile. E' straordinario come nonostante i mass-media abbiano da sempre ostacolato la diffusione di una Musica non allineata ai canoni dei grandi circuiti tradizionali, sia riuscita a cavalcare quasi 4 decenni evolvendosi e plasmandosi intorno al contesto sociopolitico corrente. Tutto cominciò tra la fine degli anni 60 e l inizio degli anni 70. In quegli anni la gioventù era nettamente divisa in quelli di destra e quelli di sinistra.si viveva nelle sezioni, si lottava nelle strade e sempre più spesso si moriva. A sinistra, l allora PCI, capì l importanza della musica come veicolo per arrivare alle nuove generazioni e stanziò fondi per favorire consorzi musicali, vere e proprie fucine di tantissimi gruppi e cantautori che proprio così cominciarono la loro carriera artistica e militante (da Guccini ai Nomadi,passando per De Gregori, Bennato, Bertoli ecc..). Basti pensare che nelle feste dell unità un ruolo centralissimo era riservato proprio ai concerti cui assistevano anche giovani attratti solo dalle canzoni (trasmesse da tutti i canali ufficiali di diffusione) e si trovavano per la prima volta a contatto con simbologie che poi avrebbero accettato come proprie. A destra, invece, tutto partì dall esigenza dei militanti (non supportati dal partito) più giovani, di avere una propria musica che sostituisse i vecchi inni della RSI che cominciavano a stare stretti, a non bastare più. Precursori di questa alternativa furono certamente i cabarettisti del Giardino dei supplizi una costola del Bagaglino, ed in particolare due dei suoi esponenti: Leo Valeriano e Pino Caruso. Autore quest ultimo della canzone il 16

17 mercenario di Lucera mentre il primo, in occasione di uno spettacolo al teatro Olimpico di Roma di un attrice comunista, nel febbraio del 1967, salì sul palco e cantò Berlin una canzone d accusa contro il regime sovietico. Nel 1973 si formò il Gruppo padovano di protesta nazionale che compose in seguito la sua prima canzone Nel suo nome sull uccisione del militante greco del F.U.A.N. Mikis Mantakas. Questo gruppo prenderà il nome di Compagnia dell Anello e si segnalerà negli anni come uno dei migliori gruppi di M.A. con la pubblicazione nel 1978 del LP Dedicato all Europa. Sull onda del gruppo padovano si affacciarono sulla scena nuovi autori. A Roma si formarono gli JANUS che daranno vita nel 1977 al primo vero disco,un 45 giri intitolato Tempo di vittoria distribuito dalla rivista fiorentina politico-satirica La voce della fogna. A Milano l anno precedente si erano formati gli Amici del Vento di Carlo Venturino, altro gruppo destinato a segnare la storia di questo filone musicale. A Verona gli ZPM, che nello stesso 1977 pubblicarono la storica MC Una voce controvento. Anche i cantautori non vollero esser da meno ed in pochi anni si assistette ad un proliferare di artisti capaci chi più chi meno di lasciare il segno. Tra i più importanti ricordiamo Michele di Fiò, Roberto Scocco, Fabrizio Marzi e l indimenticabile Massimo Morsello. Tutto questo fermento, non solo musicale, trovò un naturale sbocco nell organizzazione del primo Campo Hobbit, che si svolse a Montesarchio, una località vicino Benevento, nel Due giorni dedicati ai dibattiti, alla cultura alternativa, alla grafica alternativa e naturalmente alla musica. Una comunità si incontrava per crescere insieme tracciando nuovi percorsi e nuove prospettive; migliaia di giovani si ritrovarono da tutta Italia per confrontare le loro esperienze, la loro militanza e portare le loro idee a quello splendido calderone. Si cercava di uscire dal ghetto. In quella stupenda cornice si esibirono i giovani gruppi come Compagnia dell Anello, Janus, Nuovo Canto Popolare e cantautori come Di Fiò e Fabrizio Marzi. Il 1978 fu in ogni caso un anno ricco di avvenimenti musicali per la destra radicale. Michele di Fiò, autoprodusse il suo primo LP Ad un passo dal cielo, il cantautore di Macerata, Scocco, Uomo come sei?, già autore, l anno precedente,della MC bella scrittura. La voce della fogna, attivissima, registrò una Mc con il meglio del Campo Hobbit 2, che nel frattempo si era tenuto a Rocca Scalegna, vicino Sulmona, con Amici del vento, Massimino, Renato Coltella, Gianni Procida, Janus. Sempre nello stesso anno, 2 MC per i veronesi ZPM Gioventù e libertà ed esordio per il cantautore romano, Massimino (Morsello Ndr), con la MC Per me e la mia gente. Cominciarono a formarsi ovunque gruppi che andavano ad infoltire le schiere del circuito alternativo : i padovani Clessidra, i napoletani Atellana ed i romani Messaggeri del sole. I più attivi del periodo erano sicuramente gli Janus che nel 1979 produssero Lp Al Maestrale mentre nell anno successivo il 45 Pescatore di sogni. Questo entusiasmo si tradusse nell organizzazione di quello che può a ragione essere considerato il più bell evento di aggregazione giovanile della Destra Radicale: il Campo Hobbit 3, a Castelcamponeschi. Migliaia di giovani accorsero per ritrovarsi, raccontarsi, 17

18 ed ascoltare coloro che suonavano ormai le colonne sonore della loro esperienza militante era il 1980 e per l occasione fu utilizzato un villaggio completamente abbandonato, che nobili volontari rimisero in sesto per l occasione: venne quindi riportata l elettricità l acqua e tutte le vie presero nuovi nomi che richiamavano quel mondo, che quegli stessi giovani tanto amavano: Piazza Gandalf, Viale Frodo Baggins ecc Fu un grande successo e da qule momento sembrava che tutto dovesse cambiare per quella gioventù che da sempre era stat rinchiusa nel ghetto da quell area politica che sa desempre si pretendeva portatrice del diritto di parole e di democrazia. E in effetti dopo campo Hobbit 3, le cose cambiarono, ma come sempre il destino ci mise del suo e le fece cambiare il 02 di agosto del La strage alla stazione di Bologna infatti segnò un vero e proprio spartiacque nella storia non solo della M.A. Molti ragazzi costretti all esilio forzato, altri incarcerati il cappio del sistema pendeva sulla destra radicale, proprio mentre questa si andava costituendo come unica e vera alternativa ad Esso. Tutto l ambiente subì il colpo e d un tratto tutto ciò che di bello era stato creato sembrò svanire. Niente più raduni, niente più concerti, solo tanta rabbia. In questo particolare periodo storico un ruolo importantissimo svolsero i cosiddetti traghettatori che contribuirono a mantenere acceso il lume. Oltre ai tanti che spesso nell anonimato proponevano nelle varie occasioni le canzoni di tutti i più importanti gruppi,si segnalarono per impegno e costanza: F.Mancinelli e Z.Alvise. A Roma nel 1987 si era formata la DART (divisione artistica), un progetto metapolitico per dare supporto alla scena musicale, ad opera di un gruppo di giovani del Fronte della Gioventù. La DART produsse una fanzine L opera al nero e cominciò ad organizzare convegni e concerti. Il primo nel settembre dello stesso anno si tenne a Roma con Intolleranza e i Verde Bianco Rosso, in occasione del raduno della Contea, meeting annuale del FdG romano. Ma l iniziativa più importante di questa fine degli anni 80 è il concerto Pensando ad un amico.. dedicato al militante del FdG Alberto Giaquinto, ucciso dalla Polizia. Si esibirono per l occasione oltre agli Intolleranza, i cantautori Mancinelli ed Alvise. Nel frattempo il filone musicale alternativo cominciò a trovare nuova linfa con la formazione di gruppi come i catanesi Diapason, i romani Scogliere di marmo e Zona Abrasiva, i catanzaresi Darko, successivamente arrivarono i vicentini Topi Neri. La musica alternativa sembrava vivere un nuovo splendore confermata dalla formazione di Uno dei gruppi che segnerà il nuovo corso, sono i 270bis che ruotano intorno alla figura carismatica del cantante Marcello De Angelis, già autore in passato di diverse canzoni registrate con mezzi di fortuna dal suo esilio di Londra, dalla quale 18

19 continuavano ad arrivare anche nuovi nastri del miglior esponente del filone cantautorile: Massimino. Ma la vera svolta si ebbe con la nascita dell etichetta musicale indipendente Rupe Tarpea Produzioni che subito si segnalò con due eccellenti produzioni; L isola della memoria degli Hyperborea ed una raccolta dal titolo Tutti all inferno degli Intolleranza. Altre produzioni di quell anno furono le MC di Topi neri Generazione 90 e dei Sopra le Rovine. Il 1996 vide l esordio su vinile dei perugini Hobbit gia attivi dal 94,e nello stesso anno sempre la RTP produsse quello che resterà ancora oggi il CD più venduto nella storia della musica alternativa Punto di non ritorno di un ispiratissimo Massimo Morsello. Oramai il fenomeno della Musica alternativa aveva trovato nuovo vigore, nuovi slanci e nuovi interpreti da affiancare a coloro che erano usciti indenni dagli anni 70, come la Compagnia dell anello e gli Amici del vento che nel frattempo avevano sfornato nuove produzioni. Gruppi come gli Junker di Roma, i Tempo Scaduto, Terre di mezzo, i fiorentini Attacco Frontale, i bolognesi Antica Tradizione saranno validissimi interpreti del rinnovato entusiasmo. Dalle ceneri degli Intolleranza nasceranno altre due band-cult i Londinium SPQR ed i Sotto Fascia Semplice.Da segnalare anche l attività di Gabriele Marconi, un altro reduce di quegli anni, autore di una delle canzoni più amate: Piccolo Attila. Alle soglie del nuovo secolo la musica alternativa si presenta con una schiera di gruppi di tutto rispetto. A fronte di qualche defezione faranno seguito nuovi ingressi alcuni dei quali eclatanti come quello dei romani ZetaZeroAlfa. Abbiamo poi altri gruppi come gli Aurora, i DDT, i Delenda Carthago,gli Indole che rappresenteranno molto più che una lieta sorpresa. il più grande complesso,duraturo e macroscopico esempio di cultura sommersa che l Italia abbia mai conosciuto nel corso di tutta la sua storia. Attraverso gli anni, canzoni, più di 150 gruppi o solisti, senza utilizzare in nessun modo i consueti canali diffusionali e divulgativi. I prodotti di Musica alternativa, pur diffusi in centinaia di migliaia di esemplari e duplicati in numero incalcolabile, non sono mai stati venduti in circuiti commerciali. Si è dunque assistito col passare degli anni ad un gigantesco passaparola, paragonabile solo alle tradizioni di cultura orale di tempi remoti. In pieno secolo della comunicazione globale siamo pertanto di fronte ad un potente movimento di cultura sommersa che ho saputo unire due generazioni Ma alla fine che cosa ha rappresentato e cosa rappresenta ancora oggi la M.A.? Per dirla con Lorien : 19

20 ...il mio spirito cresce quando il mio corpo si espande... CENTRO NAZIONALE SPORTIVO FIAMMA: COMITATO PROVINCIALE DI BELLUNO DEL C.N.S.F.: REDAZIONE FORZA E ONORE: 20 Bollettino N 2 MARZO - APRILE 2011

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

di: Francesco Zanardi

di: Francesco Zanardi LE PISTOLE A RAFFICA di: Francesco Zanardi Tra i tanti argomenti di cui si parla nei poligoni di tiro non mancano mai le pistole a raffica. Queste armi un po particolari hanno sempre affascinato gli appassionati

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

Gli anni 1920 e l industria dell automobile

Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 20 e l industria dell automobile L economia americana fu colpita nel 1921 da una dura depressione, provocata da una brusca diminuzione delle esportazioni,

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. www.schiel.

by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. www.schiel. www.schiel.biz by marktgerecht.jm.ohg strategische markenführung www.marktgerecht.com ADIOS VENTILOS! Perché si sono estinte le valvole. Adios Ventilos! o Perché si sono estinte le valvole. Editore: Schiel

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO

INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO La finanziarizzazione dell economia Di Osvaldo Lamperti Per valutare meglio l attuale fase di crisi del capitalismo globalizzato è necessario fare alcune considerazioni sui

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli