INGLESE SCIENTIFICO 4 II Diritto del lavoro 2 PRINCIPI DI DIRITTO-ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INGLESE SCIENTIFICO 4 II Diritto del lavoro 2 PRINCIPI DI DIRITTO-ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA (Presidente: Prof. Loreto Lancia) GUIDA AL RECUPERO DEI DEBITI FORMATIVI DI 1 LIVELLO (PER I POSSESSORI DEL TITOLO ABILITANTE DI INFERMIERE) Anno accademico 2006/07 1

2 A CHI INTERESSA LA PROCEDURA? Sono ammessi alla procedura di recupero debiti formativi del Corso di Laurea in Infermieristica, in deroga alla programmazione nazionale, i possessori di titoli abilitanti alla professione di infermiere conseguiti secondo i vecchi ordinamenti (Diplomi Regionali o Diplomi Universitari) che, per il corrente anno accademico, risultino iscritti ad uno dei seguenti corsi dell Università degli studi dell Aquila: 1. Corso di Laurea Specialistica in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche; 2. Master di I livello di area infermieristica 3. Corso di Laurea in infermieristica (in deroga alla programmazione nazionale a seguito di bando pubblico di cui al DR n del ) QUALI DEBITI SI DEVONO RECUPARARE? Il Consiglio di Struttura Didattica del Corso di Laurea in Infermieristica ha stabilito una tipologia di debiti da recuperare differenziata in base al possesso dei seguenti titoli di studio: diploma regionale o diploma universitario diploma di DDSI o equivalente ulteriori titoli di cui all art.5, comma 7, del DM 509/99 In particolare: 1. ai candidati in possesso unicamente del Diploma Regionale o del Diploma Universitario di Infermiere sono stati attribuiti i seguenti debiti formativi: C.I. DISCIPLINA CFU SEM METODOLOGIA STATISTICA-EPIDEMIOLOGIA ED INFORMATICA Statistica medica ed Epidemiologia 1,5 Informatica applicata 1,5 II INGLESE SCIENTIFICO 4 II Diritto del lavoro 2 PRINCIPI DI DIRITTO-ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA Economia aziendale 2 Sociologia della salute e delle org. Sanitarie 1 I DISCIPLINE MEDICO-LEGALI/BIOETICA E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE Inferm.ca gener. Orientata alla deontologia prof.le 1,5 II METODOLOGIA INFERM.CA E METODOL. DELLA RICERCA INFERM.CA Metodologia della ricerca inferm.ca 1,5 II 2. Ai candidati in possesso del Diploma di DDSI o equivalente sono stati attribuiti i seguenti debiti formativi: C.I. DISCIPLINA CFU SEM Diritto del lavoro 2 PRINCIPI DI DIRITTO-ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA Economia aziendale 2 Sociologia della salute e delle org. Sanitarie 1 I METODOLOGIA INFERM.CA E METODOL. DELLA RICERCA INFERM.CA Metodologia della ricerca inferm.ca 1,5 II 3. Ai candidati in possesso ulteriori titoli, di cui all art.5, comma 7, del DM 509/99, sono stati riconosciuti ulteriori crediti formativi sulla base delle specifiche carriere. 2

3 COME RECUPERARE I DEBITI FORMATIVI? I debiti formativi si colmano sostenendo, davanti alle normali commissioni di C.I., un esame consistente in una delle seguenti modalità, a scelta dello studente: 1. discussione di una breve dissertazione elaborata per ogni singola disciplina di cui si compone il C.I. medesimo, su un argomento scelto dallo studente tra quelli presenti nei programmi di seguito riportati. La tesina deve essere redatta secondo le norme editoriali riportate in appendice. 2. soluzione di test a risposta multipla predisposti in modo accorpato per ciascun Corso Integrato di cui si è in debito (modalità non possibile nelle sedi periferiche). QUALI SONO I PROGRAMMI DELLE MATERIE CHE COSTITUISCONO DEBITO? STATISTICA MEDICA ED EPIDEMIOLOGIA (Prof.ssa Antonella Mattei) FINALITÀ DEL CORSO Introdurre al metodo logico-sperimentale applicato ai fenomeni inerenti le scienze biomediche che presentano variabilità nelle manifestazioni individuali PROGRAMMA DEL CORSO La statistica medica: Il ruolo della statistica nelle scienze biomediche Finalità dell analisi dei dati e della presentazione dei risultati Frequenze, distribuzioni di frequenze, istogrammi e rappresentazioni grafiche Sintesi dei dati: Media aritmetica, mediana e percentili, moda Variabilità dei dati: Indici assoluti e indici relativi di variabilità La distribuzione normale Probabilità Universo e campione: media campionaria, errore standard, intervallo di confidenza Epidemiologia: Disegno e analisi degli studi epidemiologici Storia naturale delle malattie, concetto di rischio e di prevenzione Proporzioni e tassi, incidenza, prevalenza, mortalità, letalità Fonti dei dati: dati correnti, registri di patologia, indagini mirate Studi prospettici, di coorte e caso-controllo Nesso di causalità, misure di associazione e impatto Testi consigliati: F. di Orio: Statistica Medica: le basi quantitative della ricerca biomedica - Carocci Editore, Roma, F. di Orio: Igiene, epidemiologia e statistica medica, - Masson, Milano, C. Signorelli: Igiene epidemiologia Sanità Pubblica- Società Editrice Universo, Roma M.C. Marinucci, A. Mattei: Statistica medica: teoria ed applicazioni, 1995, Argomenti di Statistica Medica, Centro Interdipartimentale di Epidemiologia-Università L Aquila. Nome del docente: Dott.ssa Antonella Mattei 3

4 Sede ricevimento: Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica, Cattedra di Statistica - Edificio 6 IV piano Stanza 226. Telefono , Fax: giorno ed ora di ricevimento: martedì ore Dati, informazione e conoscenza Codifica dell'informazione INFORMATICA APPLICATA (Prof. Pierpaolo Vittorini) Codifica di informazioni elementari (booleano, numerico, carattere) Esempi di sistemi di codifica medica Codifica dei segnali e delle immagini Introduzione agli algoritmi Pseudocodifica Progettazione e analisi di semplici algoritmi Strutture dati (vettori, record, alberi) Principali algoritmi su vettori Esempi di algoritmi per la medicina Tipologie di elaboratori La macchina di Von Neumann Memoria Dispositivi di I/O Il bus di sistema La CPU La gestione dei processi La gestione della memoria La gestione delle periferiche La gestione del file system Interprete dei comandi e interfaccia grafica Introduzione alle reti di calcolatori Architettura della rete Internet Strato di collegamento/fisico Strato di rete/trasporto Strato di applicazione Sicurezza Nome del docente: Dott. Pierpaolo Vittorini Ricevimento studenti Sede ricevimento: Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica, Cattedra di Statistica - Edificio 6 IV piano Stanza 224. Telefono , Fax: giorno ed ora di ricevimento: lunedì ore

5 INGLESE (Prof.ssa Alessandra Bottino) L esame consiste nell analisi di un articolo scientifico tratto dalla letteratura infermieristica internazionale precedentemente scelto e tradotto dal candidato (dall inglese all italiano). Ricevimento studenti Il docente può essere contattato via DIRITTO DEL LAVORO Collocamento ordinario e collocamento obbligatorio Subordinazione, autonomia e lavoro parasubordinato Discipline delle categorie, delle qualifiche e delle mansioni Contratto a termine e somministrazione di mano d'opera La retribuzione del prestatore di lavoro Il potere disciplinare della datore di lavoro I licenziamenti individuali Nome del docente: Prof. Pietro Lambertucci Ricevimento studenti Sede ricevimento: Presidenza Facoltà di Economia- Roio Santuario, Telefono , Fax: giorno ed ora di ricevimento: martedì-mercoledì ore ECONOMIA AZIENDALE Il Servizio Sanitario Nazionale Cenni giuridico-istituzionali L intervento pubblico in sanità L Unità Sanitaria Locale nella 833/78:funzioni,organi,contabilità Inefficienze e sprechi: auspici di una controriforma: L aziendalizzazione nel Servizio Sanitario Nazionale Procedure di programmazione ed attuazione del SSN Nuovo sistema di finanziamento Strutture del SSN Il Servizio Sanitario come processo produttivo: nuovo concetto di sanità. La salute nella costituzione Mercato sanitario imperfetto L ingegnerizzazione dei servizi sanitari: approccio per processi Il sistema di gestione della qualità e le tendenze evolutive in sanità: il miglioramento continuo Indicatori e controllo di gestione Pianificazione, Programmazione e controllo di gestione Finalità del controllo di gestione Strumenti del controllo di gestione: Budget, Contabilità analitica, Report Ricevimento studenti Il docente può essere contattato via 5

6 SOCIOLOGIA DELLA SALUTE E DELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE 1) Le origini della sociologia - i temi della sociologia classica - le principali correnti sociologiche 2) Le branche della sociologia - la sociologia delle organizzazioni - sociologia e politica - la sociologia medica ed ospedaliera 3) I principi sociologici per l assistenza sanitaria - l evoluzione dei concetti di salute e malattia - il concetto di ruolo - il ruolo del malato - il ruolo dell infermiere 4) La metodologia utilizzata - diversi tipi di colloquio - l intervista - osservazione libera e partecipante - l esperimento. TESTI CONSIGLIATI: Giovanni Guerra, Psicosociologia dell ospedale La Nuova Italia Scientifica, Alessandro Cavalli Incontro con la Sociologia, Il Mulino, Galliano Cocco, Antonio Tiberio Lo sviluppo delle competenze relazionali in ambito sanitario, Franco Angeli Ricevimento studenti Il docente può essere contattato via INFERM.CA GENER. ORIENTATA ALLA DEONTOLOGIA PROF.LE - la necessità dell' Etica Infermieristica - strumenti normativi dell'etica Infermieristica - la responsabilità professionale - azioni dolose e colpose - la comunicazione tra operatore e paziente - l'umanizzazione dell'assistenza - il segreto professionale - il consenso ai trattamenti sanitari - la verità al paziente - aspetti etici della donazione degli organi - il codice di deontologia Ricevimento studenti Il docente può essere contattato via 6

7 METODOLOGIA DELLA RICERCA INFERMIERISTICA (Prof. Loreto Lancia) 1. L EBN nella pratica infermieristica 2. Problemi ed ipotesi di ricerca nelle scienze infermieristiche 3. Studi osservazionali e Studi sperimentali 4. Revisioni sistematiche della letteratura e Meta-Analisi 5. Studi di validita diagnostica 6. Linee guida e protocolli assistenziali 7. Ricerca bibliografica 8. Aspetti etici e deontologici della ricerca biomedica E inoltre possibile svolgere un analisi critica di un lavoro scientifico di interesse infermieristico tratto dalla letteratura nazionale o internazionale oppure presentare un proprio progetto di ricerca in cui risulti ben evidente l ipotesi scientifica e la metodologia che sarà utilizzata. Ricevimento studenti Nome del docente: Prof. Loreto Lancia Sede ricevimento: Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica, Cattedra di Scienze Infermieristiche - Edificio 6 IV piano Stanza 211. Telefono , Fax: giorno ed ora di ricevimento: Martedì, Mercoledì, Venerdì ore N.B. Per il sostenimento degli esami relativi alle discipline che costituiscono debito formativo sono valide anche le commissioni nominate presso le sedi periferiche del CL in Infermieristica Gli elaborati dovranno pervenire per posta ordinaria ai docenti interessati almeno 10 giorni prima della data prevista per l appello. 7

8 INDIRIZZI DEI DOCENTI DI RIFERIMENTO PER LA DISCUSSIONE DELLE TESINE SEDE DELL AQUILA DISCIPLINA DOCENTE Indirizzo di posta elettronica Indirizzo della sede Statistica medica ed Epidemiologia Dr.ssa A. MATTEI Informatica applicata Dr P. Vittorini Inglese Dr.ssa A. Bottino Diritto del lavoro Prof. Pietro Lambertucci Economia aziendale Dr.ssa Antonella Giuliani Sociologia della salute e delle org. Sanitarie Inferm.ca gener. Orientata alla deontologia prof.le Dr.ssa Mirella Del Principe Dr Giuseppe Sforna Dip.MISP Univ. L Aquila Edificio L Aquila Dip.MISP Univ. L Aquila Edificio L Aquila Fac. Medicina e Chirurgia Univ. L Aquila. P.le Tommasi, L Aquila Presidenza Facoltà di Economia -Roio Poggio - Univ. L Aquila L Aquila U.O. Ingegneria Clinica, - Direzione Sanitaria P.O. S. Salvatore ASL L Aquila Centro di Salute Mentale Collemaggio ASL L Aquila U.O. di Lungodegenza P.O. S. Salvatore ASL L Aquila Metodologia della ricerca inferm.ca Prof. Loreto Lancia Dip.MISP Univ. L Aquila Edificio L Aquila SEDE DI AVEZZANO DISCIPLINA DOCENTE Indirizzo di posta elettronica Indirizzo della sede Diritto del lavoro Dr C.M.M. Di Girolamo Via Don Minzioni 42/a Avezzano Economia aziendale Dr.ssa A. Macerola Via Don Minzioni 42/a Avezzano Sociologia della salute e delle org. Sanitarie Dr S.Spurio Via Don Minzioni 42/a Avezzano Inferm.ca gener. Orientata alla deontologia prof.le Dr.ssa Rau Patrizia Via Don Minzioni 42/a Avezzano Metodologia della ricerca inferm.ca Prof. L.Lancia Via Don Minzioni 42/a Avezzano SEDE DI SULMONA DISCIPLINA DOCENTE Indirizzo di posta elettronica Indirizzo della sede Diritto del lavoro Dr P. Fasciani Economia aziendale Dr. G. Moroni Sociologia della salute e delle org. Sanitarie Inferm.ca gener. Orientata alla deontologia prof.le Metodologia della ricerca inferm.ca Dr A. Le Donne Dr V. Recchia Dr D. Silla SEDE DI TERAMO Polo Formativo P.O. di Sulmona V.le Mazzini Sulmona Polo Formativo P.O. di Sulmona V.le Mazzini Sulmona Polo Formativo P.O. di Sulmona V.le Mazzini Sulmona Polo Formativo P.O. di Sulmona V.le Mazzini Sulmona Polo Formativo P.O. di Sulmona V.le Mazzini Sulmona DISCIPLINA DOCENTE Indirizzo di posta elettronica Indirizzo della sede Diritto del lavoro Dr G. Di Clemente Economia aziendale Dr S. Prosperi Sociologia della salute e delle org. Sanitarie Dr F. Santarelli P.O. di Teramo, palazzina ex Sanatorio, Villa Mosca Teramo P.O. di Teramo, palazzina ex Sanatorio, Villa Mosca Teramo P.O. di Teramo, palazzina ex Sanatorio, Villa Mosca Teramo Inferm.ca gener. Orientata alla deontologia prof.le Dr.ssa B. Di Remigio P.O. di Teramo, palazzina ex Sanatorio, Villa Mosca Teramo Metodologia della ricerca inferm.ca Dr V. Di Giamberardino P.O. di Teramo, palazzina ex Sanatorio, Villa Mosca Teramo 8

9 QUANDO POSSO SOSTENERE GLI ESAMI? IL CALENDARIO DEGLI ESAMI E DISPONIBILE SUL SITO DI FACOLTA NB Gli esami relativi agli insegnamenti del 1 semestre sono sostenibili a partire dalla sessione di Febbraio 2007 fino a quella di Febbraio 2008; gli esami relativi agli insegnamenti del 2 semestre sono sostenibili a partire dalla sessione di Giugno 2007 fino a quella di Febbraio Per la prenotazione agli esami è disponibile il link servizi on line sul sito di ateneo (www.univaq.it) RICONVERSIONE CREDITIZIA CL IN INFERMIERISTICA CALENDARIO ESAMI SEDE DI L'AQUILA DISCIPLINA COORDINATORE GIU LUG SETT DIC FEBB MAR SEDE ORA METODOLOGIA STATISTICA- EPIDEMIOLOGIA AD INFORMATICA MATTEI COPPITO BLOCCO INGLESE SCIENTIFICO BOTTINO COPPITO BLOCCO PRINCIPI DI DIRITTO - ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA DISCIPLINE MEDICO-LEGALI/BIOETICA E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE METODOLOGIA INFERM.CA E METODOLOGIA DELLA RICERCA INFERM.CA PRINCIPI DI DIRITTO - ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA DISCIPLINE MEDICO-LEGALI/BIOETICA E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE METODOLOGIA INFERM.CA E METODOLOGIA DELLA RICERCA INFERM.CA PRINCIPI DI DIRITTO - ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA DISCIPLINE MEDICO-LEGALI/BIOETICA E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE METODOLOGIA INFERM.CA E METODOLOGIA DELLA RICERCA INFERM.CA PRINCIPI DI DIRITTO - ORGANIZZAZIONE SANITARIA E DELL'ASSISTENZA DISCIPLINE MEDICO-LEGALI/BIOETICA E DEONTOLOGIA PROFESSIONALE METODOLOGIA INFERM.CA E METODOLOGIA DELLA RICERCA INFERM.CA GIAMPIETRO COPPITO BLOCCO ARCANGELI COPPITO BLOCCO LANCIA COPPITO BLOCCO SEDE DI AVEZZANO COORDINATORE GIU LUG SETT DIC FEBB MAR SEDE ORA SEIMONTE POLO FORMATIVO AZ RAU POLO FORMATIVO AZ LANCIA POLO FORMATIVO AZ SEDE DI SULMONA COORDINATORE GIU LUG SETT DIC FEBB MAR SEDE ORA FASCIANI POLO FORMATIVO SU RECCHIA POLO FORMATIVO SU DI BACCO POLO FORMATIVO SU SEDE DI TERAMO COORDINATORE GIU LUG SETT DIC FEBB MAR SEDE ORA DI GIAMBERARDINO POLO FORMATIVO TE 8.00 DI REMIGIO POLO FORMATIVO TE 8.00 PECORALE POLO FORMATIVO TE

10 TESI DI LAUREA: argomenti, relatori, date. Tutti i docenti del CL possono essere relatore di tesi. Il piano di studi è consultabile sul sito di Facoltà La maggior parte degli indirizzi dei docenti è reperibile sul sito di ateneo cliccando sull icona che raffigura la cornetta telefonica. Chi dopo aver espletato queste procedure dovesse trovarsi ancora in difficoltà, può inviare una mail all indirizzo con l indicazione dell argomento scelto e riceverà un aiuto per la scelta del relatore appropriato. Dal sito di ateneo è possibile scaricare i due moduli (domanda di tesi + scheda di tesi corsi di laurea nuovo ordinamento Facoltà di Medicina) da presentare in segreteria studenti entro il 15 settembre per discutere la tesi a Novembre 2007 oppure entro il 15 gennaio per discutere la tesi ad Aprile Il percorso, partendo dalla home page di ateneo (http://www.univaq.it/), è il seguente: studenti / informazioni studenti / modulistica studenti. Quando lo studente consegna la copia della tesi in segreteria, è pregato di consegnare un CD presso la sede del CL (Dott.ssa Petrucci Dip. Medicina Interna e Sanità Pubblica Edificio 6, stanza 210) contenente il testo della tesi e le diapositive riguardanti la dissertazione orale. Appendice a: LA TESINA LAYOUT Ogni tesina deve essere redatta su fogli A4 per un numero di pagine compreso tra 10 e 15 (bibliografia inclusa) usando il carattere arial 12, interlinea doppia e paragrafo giustificato. BIBLIOGRAFIA: Vedi Appendice B 10

11 Appendice b: LA TESI DI LAUREA DEFINIZIONI E SCOPI La tesi di laurea è un elaborato che lo studente infermiere deve produrre al termine del corso, sotto la guida e la supervisione di un relatore scelto tra i docenti del corso di laurea, anche di discipline diverse da quelle che costituiscono debito formativo, nel rispetto della pertinenza disciplinare con l argomento della tesi. L acquisizione di una metodologia corretta, rigorosa e scientifica da parte dello studente rappresenta l obiettivo principale della tesi di laurea. Esistono 3 tipologie di tesi: 1. compilativa (o bibliografica) 2. di ricerca (o sperimentale) 3. mista Copertina PARTI ESSENZIALI DI UNA TESI Rappresenta il biglietto da visita della Tesi (Vedi l esempio allegato.) Indice Fornisce indicazioni immediate sul contenuto e l organizzazione della Tesi. Deve essere abbozzato preliminarmente in modo da rappresentare una guida per lo studente durante l elaborazione. E fondamentale l uso di una tabulazione appropriata al fine di rendere comprensibili la classificazione dei capitoli in eventuali sottocapitoli. E preferibile collocarlo all inizio della Tesi. Esempio: 4. i modelli teorici del nursing 4.1 il modello delle prestazioni infermieristiche 4.2 il modello Gordon i modelli concettuali di salute il modello Gordon nell accertamento infermieristico il modello Handerson.. 5. le teorie del nursing a confronto Introduzione Deve esprimere il background dell argomento svolto. Due pagine al massimo scritte in forma impersonale. Capitoli Devono rappresentare la sintesi di un accurata rassegna della letteratura più recente effettuata attraverso riviste scientifiche, libri ed internet. MEDLINE e CINAHL (Comulative Index to Nursing and Allied Health Literature) rappresenatano i database più completi attualmente disponibili su cui ricercare le fonti della letteratura biomedica ed infermieristica: Per le tesi di ricerca sono fondamentali le seguenti sezioni: scopi ed obiettivi, materiali e metodi, risultati, discussione, conclusioni. 11

12 Ove possibile, sintetizzare i dati attraverso l uso di grafici e tabelle. Conclusioni Deve esprimere una sintesi breve del lavoro svolto e di eventuali risultati ottenuti. Da essa si dovrà desumere l originalità e l apporto personale del candidato. Due pagine al massimo. Bibliografia Consente di valutare l affidabilità dello studio e permette ad altri di approfondire argomenti di particolare interesse. 1. Solo i lavori citati nel testo possono essere elencati, in ordine alfabetico, nella bibliografia. 2. Citazioni nel testo (obbligatorie): Riportare tra parentesi il nome dell autore del lavoro seguito dalla data di pubblicazione (es. Bianchi, 2001). Ove presenti più autori dello stesso lavoro citare il primo seguito da et al. (es. Azzurro et al., 2003), nel caso di più citazioni, queste vanno indicate in ordine cronologico (es. Bianchi, 2001; Verdi et al. 2005). Esempi di bibliografia: - Articoli: Sawyer, J. (1996). Measurement and prediction, clinical and statistical. Psychological Bulletin, 66 (3), Sawyer, J., & Smith, S.(1976). Measurement and prediction, clinical and statistical. Psychological Bulletin, 66 (3), Sawyer, J., Smith, S., & Nephew, M. (1976). Measurement and prediction, clinical and statistical. Psychological Bulletin, 66 (3), Libro: Arnheim, R. (1971). Art and visual perception. Berkeley: University of California Press. - Articoli internet: Kawasaki, J. L., & Raven, M.R. (1995). Computer administered surveys in extension. Journal of extension, 33, Data accesso 2 Giugno, 1999, da - Generico internet: International Council of Nurses. Elder abuse: Nursing Matters. Data accesso 2 Giugno, 1999, da LAYOUT La tesi di laurea deve essere redatto su fogli A4 per un numero di pagine compreso tra 50 ed 80 usando il carattere arial 12, interlinea doppia e paragrafo giustificato. PRESENTAZIONE DEL LAVORO ALLA COMMISSIONE Rappresentano un valore aggiunto: 1. Capacità di rimanere all interno del tempo assegnato 2. Adeguata distribuzione delle parti che compongono la relazione all interno del tempo assegnato. 3. Uso di un lessico appropriato e conciso Esempio di come suddividere la presentazione: Premessa (Backround del problema) Brevi informazioni derivate dalla revisione bibliografica 12

13 Obiettivi e scopi dell indagine Materiali e metodologia usata Risultati Conclusioni Sussidi Lucidi o diapositive in numero adeguato al tempo a disposizione. Evitare i lucidi fatti a mano. I lucidi o le diapositive devono accompagnare e non sostituire la relazione (non fitti di parole, preferire i grafici alle tabelle). 13

14 FAC SIMILE FRONTESPIZIO UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA (Presidente: Prof. Loreto Lancia) TESI DI LAUREA TITOLO LAUREANDO RELATORE Chiar.mo Prof. ANNO ACCADEMICO

15 LE COMUNICAZIONI Il presidente del Corso di Laurea Prof. Loreto Lancia Scienze Infermieristiche Generali, Cliniche e Pediatriche Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica Università degli Studi dell'aquila Ospedale S. Salvatore Edificio 6 Piano IV Stanza Coppito L AQUILA Tel.n Fax n Riceve il Martedì, Mercoledì, Venerdì dalle ore 12,00 alle ore 14,00. Il coordinamento del Corso di Laurea Dr.ssa Cristina Petrucci Dip.to di Medicina interna e Sanità Pubblica Università degli Studi dell'aquila Ospedale S. Salvatore Edificio 6 Piano IV Stanza Coppito L AQUILA Tel.n Fax n Riceve il Martedì, Mercoledì, Giovedì dalle ore 08:30 alle ore 09:30 L ndirizzo di posta elettronica del Corso di Laurea Il sito della Facoltà di Medicina e Chirurgia Il sito dell Ateneo 15

GUIDA AL RECUPERO CREDITI FORMATIVI DI 1 LIVELLO

GUIDA AL RECUPERO CREDITI FORMATIVI DI 1 LIVELLO UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA (Presidente: Prof. Loreto Lancia) GUIDA AL RECUPERO CREDITI FORMATIVI DI LIVELLO (PER I POSSESSORI DEL TITOLO FORMATIVO EQUIPOLLENTE

Dettagli

Corso di Laurea in Igiene Dentale Riconoscimento carriera pregressa Recupero dei debiti formativi. Anno Accademico 2007-2008

Corso di Laurea in Igiene Dentale Riconoscimento carriera pregressa Recupero dei debiti formativi. Anno Accademico 2007-2008 Riconoscimento carriera pregressa Recupero dei debiti formativi Anno Accademico 2007-2008 Il Consiglio di Area Didattica del ha predisposto le seguenti tabelle riportanti le discipline che costituiscono

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DELLA TESI DI LAUREA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI-CLINICHE-PEDIATRICHE (Prof. Loreto Lancia) LINEE GUIDA PER L ELABORAZIONE DELLA TESI DI LAUREA CORSI DI LAUREA IN INFERMIERISTICA E

Dettagli

MASTER I LIVELLO ABILITANTE IN MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL INFERMIERISTICA e OSTETRICIA A.A. 2013-2014 INFORMAZIONI GENERALI

MASTER I LIVELLO ABILITANTE IN MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL INFERMIERISTICA e OSTETRICIA A.A. 2013-2014 INFORMAZIONI GENERALI MASTER I LIVELLO ABILITANTE IN MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL INFERMIERISTICA e OSTETRICIA A.A. 2013-2014 INFORMAZIONI GENERALI 1 RECAPITI UTILI Coordinatore Master Prof.ssa M.G. Cifone

Dettagli

Guida all elaborazione della Tesi

Guida all elaborazione della Tesi Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche Corso di Laurea in Infermieristica Sedi Torino (Città della Salute, TO2, TO4) Guida all elaborazione

Dettagli

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di I Livello in Infermieristica in Sanità Pubblica Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi de L Aquila attiva, su proposta della Facoltà di Medicina e Chirurgia, un Master di 1 livello

Dettagli

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in EPIDEMIOLOGIA Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi de L Aquila attiva, su proposta della Facoltà di Medicina e Chirurgia un Master di 2 livello in Epidemiologia.

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI D INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE DEI CORSI DI LAUREA PER L ANNO ACCADEMICO 2013-2014

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA OBIETTIVI E SIGNIFICATO La preparazione della tesi di Laurea è un importante opportunità attraverso cui lo studente può esprimere le proprie capacità

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE, TECNICHE E DELLA PREVENZIONE STATUTO

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE, TECNICHE E DELLA PREVENZIONE STATUTO MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE, TECNICHE E DELLA PREVENZIONE STATUTO Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi dell Aquila attiva,

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Indice: Premessa, Borse di studio, Internazionalizzazione 1) Titoli accademici 2) Requisiti di ammissione 3) Periodo

Dettagli

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA) Livello I Crediti Formativi Universitari 60 Direttore Prof. Gabriele Romano

Dettagli

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI D INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE DEI CORSI DI LAUREA PER L ANNO ACCADEMICO 2013-2014

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 Direttore del corso Cognome Nome Qualifica SSD Poli Albino Prof. Ordinario

Dettagli

FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER / PERFEZIONAMENTO IN

FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER / PERFEZIONAMENTO IN NORME GENERALI CONSEGNA TESI PER GLI STUDENTI ISCRITTI AI MASTER E PERFEZIONAMENTI DELL UNIVERSITA DI ROMA I RELATORI devono essere DUE di cui: un Laureato Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Istituto di Igiene FONDAZIONE POLIAMBULANZA ISTITUTO OSPEDALIERO BRESCIA 10 corso parallelo di Laurea triennale in Infermiere

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN OSTETRICIA (classe L/SNT1 Professioni sanitarie infermieristiche e professione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Medicina e Chirurgia LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Il Corso

Dettagli

Art. 2 Struttura, formato e stile della tesi

Art. 2 Struttura, formato e stile della tesi Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione Linee guida per l elaborato di laurea del corso di laurea in Scienze della formazione primaria Art. 1 Introduzione La tesi è parte integrante del

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ESAME FINALE DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE

REGOLAMENTO DELL ESAME FINALE DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE REGOLAMENTO DELL ESAME FINALE DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE Art. 1 Esame di Laurea Per essere ammesso a sostenere l Esame di Laurea, lo Studente deve aver seguito tutti

Dettagli

)$&2/7 ',0(',&,1$(&+,585*,$ &/$66(/617352)(66,21,6$1,7$5,(7(&1,&+( DELOLWDQWHDOODSURIHVVLRQHVDQLWDULDGL,JLHQLVWDGHQWDOH. $UW±3UHPHVVHHILQDOLWj

)$&2/7 ',0(',&,1$(&+,585*,$ &/$66(/617352)(66,21,6$1,7$5,(7(&1,&+( DELOLWDQWHDOODSURIHVVLRQHVDQLWDULDGL,JLHQLVWDGHQWDOH. $UW±3UHPHVVHHILQDOLWj 81,9(56,7 '(*/,678',',02'(1$(5(**,2(0,/,$ )$&2/7 ',0(',&,1$(&+,585*,$ 5(*2/$0(172','$77,&2'(/&2562',/$85($,1,*,(1('(17$/( &/$66(/617352)(66,21,6$1,7$5,(7(&1,&+( DELOLWDQWHDOODSURIHVVLRQHVDQLWDULDGL,JLHQLVWDGHQWDOH

Dettagli

Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08

Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08 Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08 Indice Presentazione 4 Norme per il Corso di laurea specialistica in Disegno industriale del prodotto

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA

CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA LINEE GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELLA TESI DI LAUREA OBIETTIVI E SIGNIFICATO La tesi di Laurea è parte integrante e conclusiva del percorso formativo dello studente.

Dettagli

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO I^ Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Medicina Legale Cattedra di medicina sociale Anno Accademico 2007-2008 BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO IN MEDICINA E SANITA PENITENZIARIA Codice del Corso

Dettagli

Il/La sottoscritto/a Nato/a il / / Domiciliato/a via Telefono cellulare e-mail Corso di Studi in. Materia: Relatore:Prof.

Il/La sottoscritto/a Nato/a il / / Domiciliato/a via Telefono cellulare e-mail Corso di Studi in. Materia: Relatore:Prof. BOLLO 16.00 RICHIESTA ASSEGNAZIONE TESI Al Preside del corso di studi di Scienze dell educazione e della Formazione Via Don Carlo Gnocchi 3 00166 Roma Matricola: Il/La sottoscritto/a Nato/a il / / Domiciliato/a

Dettagli

AVVISO DI VACANZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO 2 E 3 ANNO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 (VECCHIO ORDINAMENTO)

AVVISO DI VACANZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO 2 E 3 ANNO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 (VECCHIO ORDINAMENTO) Universita Di Roma Sapienza Facolta Di Medicina e Psicologia Corso Di Laurea di I livello nelle Professioni Sanitarie in Infermieristica c/o Ospedale S. Pietro della Provincia Religiosa di S. Pietro -

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE (CLASSE LM/SNT1 - SCIENZE

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma)

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Febbraio Agosto 2011 Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFERMIERISTICA

Dettagli

METODOLOGIA DELLA RICERCA ONCOLOGIA MEDICA STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE

METODOLOGIA DELLA RICERCA ONCOLOGIA MEDICA STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE Insegnamento: RICERCA INFERMIERISTICA E OSTETRICA Crediti Formativi (CFU) 9,5 Moduli METODOLOGIA DELLA RICERCA ONCOLOGIA MEDICA STATISTICA PER LA RICERCA SPERIMENTALE Coordinatore: Prof.ssa Cecilia Sironi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA PER LA SICUREZZA DEL LAVORO E DELL AMBIENTE (ISLA F74 E F001)

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA PER LA SICUREZZA DEL LAVORO E DELL AMBIENTE (ISLA F74 E F001) REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA PER LA SICUREZZA DEL LAVORO E DELL AMBIENTE (ISLA F74 E F001) Dicembre 2013 Il presente regolamento è redatto secondo quanto disposto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN PUBBLICITA, EDITORIA E CREATIVITA D IMPRESA (Classe LM-19 Informazione e sistemi editoriali e Classe LM-59 Scienze della comunicazione

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919 PROT. 69303 DEL 05.10.2010 Oggetto: Avviso per incarichi di docenza nel: - Master di I livello in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI MACRO AREA SCIENZE DELLA VITA E DELLA SALUTE AREA DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI MACRO AREA SCIENZE DELLA VITA E DELLA SALUTE AREA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN REVISIONI SISTEMATICHE METANALISI PER LA PRODUZIONE DI LINEE GUIDA EVIDENCE- BASED IN AMBITO SANITARIO METODO COCHRANE A.A. 013/14 CFU Lingua Italiano - Inglese Percentuale

Dettagli

REGOLAMENTO DI FACOLTA PER LA PROVA FINALE DEGLI ESAMI DI LAUREA

REGOLAMENTO DI FACOLTA PER LA PROVA FINALE DEGLI ESAMI DI LAUREA REGOLAMENTO DI FACOLTA PER LA PROVA FINALE DEGLI ESAMI DI LAUREA Il Preside, richiamato l art. 35 del regolamento didattico di Ateneo, nonchè l importanza degli esami di laurea e la necessità di addivenire

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI AGRARIA REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI AGRARIA REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI AGRARIA REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE Art. 1 Riferimenti Normativi L articolo 21 del Regolamento didattico dell Università degli

Dettagli

Ingegneria dell Emergenza

Ingegneria dell Emergenza Concorso di ammissione al Master universitario di secondo livello Ingegneria dell Emergenza Art. 1 (Finalità) Anno 2001-2002 (Bando del 15 novembre 2001) L Università degli Studi di Roma La Sapienza bandisce

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino In corso la procedura di attivazione da parte degli organi accademici di competenza, al termine della quale potrà essere pubblicato il bando nel sito di Ateneo nell ambito dell offerta formativa 2014-2015.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA FACOLTA DI INGEGNERIA Concorso di ammissione al Master universitario di secondo livello in Ingegneria dell Emergenza Anno 2008-2009 Codice corso di studio: 10642 L Università degli Studi di Roma La Sapienza

Dettagli

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE A.A. 2014/2015 Anno Accademico 2014/2015 I ANNO II ANNO III ANNO E2401P - Scienze e tecniche psicologiche (Classe L-24 D.M. 270/2004) Attivato Attivato

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

Vademecum per la scrittura della tesi di laurea Prof.ssa Paola Panarese

Vademecum per la scrittura della tesi di laurea Prof.ssa Paola Panarese Vademecum per la scrittura della tesi di laurea Prof.ssa Paola Panarese Scrivere la tesi di laurea Una premessa Il lavoro di tesi, oltre ad essere un documento amministrativo ufficiale, è un opera dell

Dettagli

AVVISO DI VACANZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO 1 ANNO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 (D.M. 270\04)

AVVISO DI VACANZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO 1 ANNO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 (D.M. 270\04) Universita Di Roma Sapienza Facolta Di Medicina e Psicologia Corso Di Laurea di I livello nelle Professioni Sanitarie in Infermieristica c/o Ospedale S. Pietro della Provincia Religiosa di S. Pietro -

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Comunicazione, Formazione, Psicologia NORME GENERALI PROVA FINALE/ESAME DI LAUREA

DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Comunicazione, Formazione, Psicologia NORME GENERALI PROVA FINALE/ESAME DI LAUREA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Comunicazione, Formazione, Psicologia NORME GENERALI PROVA FINALE/ESAME DI LAUREA CARATTERISTICHE DELLA PROVA FINALE La prova finale dei corsi di laurea triennali è in forma

Dettagli

Gli obiettivi specifici di questa edizione sono:

Gli obiettivi specifici di questa edizione sono: Presentazione La ricerca è parte integrante del ruolo e della responsabilità dell infermiere. Il suo coinvolgimento nella ricerca spazia a diversi livelli, dalla progettazione e conduzione di uno studio

Dettagli

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto. OFTALMICO DI MILANO Posizione Organizzativa - Corso di Laurea in Infermieristica

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto. OFTALMICO DI MILANO Posizione Organizzativa - Corso di Laurea in Infermieristica INFORMAZIONI PERSONALI Nome Fanari Francesco Data di nascita 20/06/1962 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Collaboratore Professionale Sanitario Esperto AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in MANAGEMENT IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Dipartimento di Lingue, Letterature straniere e Comunicazione CALENDARIO DIDATTICO a.a. 2015/2016

Dipartimento di Lingue, Letterature straniere e Comunicazione CALENDARIO DIDATTICO a.a. 2015/2016 Dipartimento di Lingue, Letterature straniere e Comunicazione CALENDARIO DIDATTICO a.a. 2015/2016 Immatricolazioni per tutti i corsi che non prevedono pre-iscrizione Dal 13 Luglio al 8 Settembre 2015 In

Dettagli

Brescia, 11 febbraio 2012

Brescia, 11 febbraio 2012 Brescia, 11 febbraio 2012 Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Requisiti per l ammissione al Corso di Laurea

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA SEDE DI MODENA (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere)

Dettagli

MANAGEMENT IN COMUNICAZIONI E RELAZIONI IN AMBITO SOCIO-SANITARIO

MANAGEMENT IN COMUNICAZIONI E RELAZIONI IN AMBITO SOCIO-SANITARIO Facoltà di Lettere Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società in collaborazione con Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma Formazione ed Aggiornamento Master Universitario di I^livello in MANAGEMENT

Dettagli

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri.

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri. OBIETTIVI FORMATIVI Scopo del Master è di consentire l approfondimento delle tematiche della progettazione, dell adeguamento e del recupero degli Edifici per il culto. DOCENTI Docenti universitari provenienti

Dettagli

Strumentisti di Sala Operatoria

Strumentisti di Sala Operatoria Master di I Livello in Strumentisti di Sala Operatoria Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi de L Aquila attiva, su proposta della Facoltà di Medicina e Chirurgia un Master di 1 livello

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione Centrale Area uffici didattica Settore Master IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione Centrale Area uffici didattica Settore Master IL RETTORE Rep. n. 2157 Prot. n.31988 del 21.09.2012 Allegati / Anno 2012 tit. III cl. 5 fasc. 4 Bando Master ad accesso programmato di I Livello in Operatori per la devianza: comunità, carcere e territorio afferente

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome REGONASCHI NADIA E-mail Nazionalità nad.reg@alice.it italiana Data di nascita 26/10/1963 Luogo di nascita

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 1 livello in INFERMIERE DI RICERCA

Bando per il Master Universitario di 1 livello in INFERMIERE DI RICERCA L Università degli Studi di Camerino, Bando per il Master Universitario di 1 livello in INFERMIERE DI RICERCA Anno accademico 2012/2013 VISTO lo Statuto, emanato con Decreto Rettorale n. 148 del 25 febbraio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1 20126 - MILANO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1 20126 - MILANO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 06 - MILANO VALUTAZIONE DELLA CARRIERA PREGRESSA AI FINI DEL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA IN TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL ETÀ

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Progetti per la Didattica Decreto del Rettore Repertorio n. 306/2010 Prot. n. 16328 del 22/07/2010 Tit. III Cl.

Dettagli

IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312

IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312 IL RETTORE RIP.II UPDR Dec.n. 312 Vista la legge 15/3/97 n. 127 ed in particolare l'art. 17 comma 96; il D.M. 21/5/98 n. 242, recante il regolamento per la disciplina dei professori a contratto, ed in

Dettagli

Regolamento della prova finale

Regolamento della prova finale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE FACOLTÀ DI SCIENZE UMANE E SOCIALI Corso di Studio in Scienze della Comunicazione Regolamento della prova finale 1. CONSIDERAZIONI GENERALI L esame finale rappresenta

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2012/2013 VISTO lo Statuto, emanato

Dettagli

REGOLAMENTO ESAME DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA IPPOCRATE

REGOLAMENTO ESAME DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA IPPOCRATE REGOLAMENTO ESAME DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA IPPOCRATE 1. Modalità di svolgimento dell esame di Laurea Magistrale Ai sensi dell art.29, comma 2 del Regolamento Didattico di Ateneo, lo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN ARCHITETTURA, TECNOLOGIA ED ORGANIZZAZIONE DELL OSPEDALE Anno Accademico 2008 2009 Codice Corso di Studio: 10805 Art. 1 Per l anno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN FARMACIA (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA INDUSTRIALE) Art. 1

Dettagli

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Dipartimento di Biologia Vegetale

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Dipartimento di Biologia Vegetale Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Dipartimento di Biologia Vegetale BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN Bioindicazione e Biomonitoraggio della Qualità dell Aria

Dettagli

FORMATORI DI TUTOR CLINICI

FORMATORI DI TUTOR CLINICI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Scienze Chirurgiche Master Universitario di 1 Livello FORMATORI DI TUTOR CLINICI Direttore: Prof. Leopoldo Sarli Coordinatori Scientifici: : Dott.ssa Diletta

Dettagli

Laurea Magistrale in. SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015. Bando per l accesso

Laurea Magistrale in. SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015. Bando per l accesso AREA SOCIETA Laurea Magistrale in SCIENZE PEDAGOGICHE (classe LM-85) Anno Accademico 2014-2015 Bando per l accesso Per immatricolarsi a questa laurea magistrale, TUTTI gli studenti interessati devono preventivamente

Dettagli

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE

Master ANNO ACCADEMICO 2002 2003 BANDO DI AMMISSIONE Master Gestione e controllo degli interventi di assetto e riqualificazione delle aree urbane nei PVS Prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni Via Antonio Gramsci, 53-00197 Roma ANNO ACCADEMICO 2002

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014 Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014 Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Dipartimento di Patologia Umana X MASTER UNIVERSITARIO DI

Dettagli

Master Universitario di 1 Livello

Master Universitario di 1 Livello UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Scienze Chirurgiche Master Universitario di 1 Livello CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE PER PROFESSIONI SANITARIE Direttore: Prof. Leopoldo Sarli Coordinatore

Dettagli

Il Rettore Decreto Rettorale n. 8/11 IL RETTORE

Il Rettore Decreto Rettorale n. 8/11 IL RETTORE Il Rettore Decreto Rettorale n. 8/11 IL RETTORE VISTI gli artt. 16 e 17 del DPR 162/82; VISTO l'art. 6 della legge 341/90; VISTO lo Statuto dell Università; VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO

Dettagli

La Commissione, nominata con decreto rettorale n.1432 del21/2/2003.e composta dai Signori:

La Commissione, nominata con decreto rettorale n.1432 del21/2/2003.e composta dai Signori: Procedura di valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di Ricercatore universitario presso l Università degli Studi di Genova, Facoltà di Medicina e Chirurgia.settore scientifico disciplinare

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI ESAMI DI LAUREA 2 LIVELLO (Corsi di Laurea Magistrale - D.M. 270/04)) Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale

REGOLAMENTO DEGLI ESAMI DI LAUREA 2 LIVELLO (Corsi di Laurea Magistrale - D.M. 270/04)) Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale CdP 20/04/2012 Int. GdS 20/06/2013 REGOLAMENTO DEGLI ESAMI DI LAUREA 2 LIVELLO (Corsi di Laurea Magistrale - D.M. 270/04)) Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale Cap.1 - Commissioni di

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MEDICINA COMPORTAMENTALE COGNITIVO ZOOANTROPOLOGICA

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MEDICINA COMPORTAMENTALE COGNITIVO ZOOANTROPOLOGICA BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MEDICINA COMPORTAMENTALE COGNITIVO ZOOANTROPOLOGICA Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato

Dettagli

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Procedura di valutazione della preparazione di base finalizzata all iscrizione ai corsi speciali di cui all art. 2, comma 1-c bis e comma 1 ter della Legge 143/2004,

Dettagli

NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE

NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE Parte 5 NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE 5.1 PROVA FINALE LAUREA TRIENNALE 5.1.1 ASSEGNAZIONE DEL DOCENTE TUTORE Lo Studente deve presentare domanda di assegnazione del Docente-tutore

Dettagli

REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) Articolo 1

REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) Articolo 1 REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) INTRODUZIONE Articolo 1 Il Corso di laurea si conclude con la presentazione e discussione di una tesi progettuale,

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA GIURISPRUDENZA

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA GIURISPRUDENZA Marca da bollo da 16,00 DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA GIURISPRUDENZA Al Magnifico Rettore dell'università degli Studi di Brescia Il/la sottoscritto/a matr. residente a prov cap in via n recapito

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LOGOPEDIA (CLASSE L/SNT2 PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE) (ABILITANTE

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.3839 Fax 06 93.27.3919 PROT. 79811 DEL 08.11.2010 Oggetto: Avviso per incarichi di docenza nel Master di I livello in Management

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I G E N O V A M A N I F E S T O D E G L I S T U D I A R E A - I N G E G N E R I A. Anno Accademico 2015/16

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I G E N O V A M A N I F E S T O D E G L I S T U D I A R E A - I N G E G N E R I A. Anno Accademico 2015/16 U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I G E N O V A M A N I F E S T O D E G L I S T U D I S C U O L A P O L I T E C N I C A A R E A - I N G E G N E R I A Anno Accademico 2015/16 QUADRO A: Organi e

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master 84 1 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2013/2014 VISTO lo Statuto, emanato

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO

SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO SCHEDA DI PRESENTAZIONE / REGOLAMENTO DIDATTICO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SOCIO-SANITARIE Art. 1 FINALITA - Presso l'ateneo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA D.R. n. 3 del 30/06/2009 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi Guglielmo Marconi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 127 del 31 maggio 2008; VISTO il Regolamento Didattico

Dettagli

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di

Presa visione del Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI D INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE DEI CORSI DI LAUREA PER L ANNO ACCMICO 2013-2014

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015 Pubblicato sull'albo Ufficiale (n. 5771) dal 21 settembre 2015 al 15 ottobre 2015 Il Rettore Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n.

Dettagli

PROCEDURE PER RICHIESTA E DISCUSSIONE TESI Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza

PROCEDURE PER RICHIESTA E DISCUSSIONE TESI Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza PROCEDURE PER RICHIESTA E DISCUSSIONE TESI Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Gli studenti che intendono richiedere l assegnazione della tesi di laurea sono tenuti a consultare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Settore master

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Settore master UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Settore master Rep. n. 733-2014 Prot. n.24108 del 5.08.2014 Allegati / Anno2014 tit.iii cl. 5 fasc.11 DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE COGNOME NOME VENDRAMIN TOSCA Professione : CPSE Coordinatore corso di Laurea Sede lavorativa Tortona Tel.: 0131/1858051 Fax: 0131/1858068 E-mail: tvendramin@aslal.it CURRICULUM F ORMATO EUROPEO PER IL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO ANNO ACCADEMICO 2009/2010

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 PIANO DIDATTICO Istituzione del Master Presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia

Dettagli

Facoltà: Farmacia Corso di Laurea Magistrale in Farmacia

Facoltà: Farmacia Corso di Laurea Magistrale in Farmacia Facoltà: Farmacia Corso di Laurea Magistrale in Farmacia viale Macario Muzio tel. 0737 402456 fax 0737 402456 e-mail: farmacia@unicam.it Consiglio di Facoltà Preside Prof. Maurizio Massi Corso di Laurea

Dettagli

Art.2 - Domanda di ammissione -

Art.2 - Domanda di ammissione - Avviso ammissione Master - Anno accademico 2013/2014 Art.1 Ammissione - Per l'anno accademico 2013/2014 è indetta la procedura per l ammissione al master. La scheda, contenente gli elementi utili per l

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie

Corso di Laurea Magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie Corso di Laurea Magistrale in Scienz delle professioni sanitarie Il corso di Laurea Magistrale in Scienze della Riabilitazione comprende unità didattiche in numero non inferiore a 0 crediti. Sono ammessi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ALLEGATO 1 SCHEDA RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ISTITUZIONE/ATTIVAZIONE DI MASTER UNIVERSITARIO A.A 2011-2012 DENOMINAZIONE DEL CORSO Master Universitario di I Livello in Comunicazione Socio-Sanitaria LIVELLO

Dettagli