PROGETTO PER LA GESTIONE DI UN SIA IN FORMA ASSOCIATA DEI COMUNI DELL UNIONE TERRE VERDIANE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO PER LA GESTIONE DI UN SIA IN FORMA ASSOCIATA DEI COMUNI DELL UNIONE TERRE VERDIANE"

Transcript

1 PROGETTO PER LA GESTIONE DI UN SIA IN FORMA ASSOCIATA DEI COMUNI DELL UNIONE TERRE VERDIANE PREMESSA La costituzione di un Servizio Informatico Associato è uno strumento per realizzare servizi comunali e sovra-comunali più efficienti, uno degli obiettivi della P.A. dovrebbe essere quello di utilizzare le nuove tecnologie informatiche e di comunicazione per essere più efficiente ed efficace sia nel suo funzionamento interno sia nel rapporto e nei servizi resi ai cittadini. Dare sostanza, rinnovare e implementare la convenzione vigente tra i comuni dell Unione più Polesine P.se e Zibello, Convenzione per la costituzione di un ufficio di coordinamento per la gestione unificata dei Sistemi Informativi, Informatici e Telematici e dare vera sostanza alla gestione unitaria delle funzioni e delle attività del servizio informatico e telematico è richiesto anche dalla convenzione CN-ER Community Network dell Emilia Romagna cui l Unione e tutti i comuni associati hanno aderito e finalizzata alla collaborazione in area informatica e telematica per lo sviluppo e l attuazione delle politiche di e-government. Le finalità che la gestione associata del SIA intende perseguire sono: Raccordare a livello regionale, le proprie attività con quelle della CN ER dell Emilia Romagna; Raccordare a livello provinciale le proprie attività con quelle a carattere territoriale della Provincia di Parma; Condivisione di sistemi e procedure informatizzate, mediante il potenziamento della rete telematica; Razionalizzazione nell impiego dei mezzi elettronici e dei programmi gestionali e di elaborazione dati e delle risorse umane a disposizione; Potenziamento del trasferimento dei dati attraverso supporto informatico; Studio e progettazione di servizi innovativi per il cittadino, quali uffici virtuali e relativi programmi, strumenti di dialogo e comunicazione a distanza con la collettività; Sviluppo delle forme di comunicazione istituzionale e di trasmissioni dati presidiando anche le relative implicazioni giuridiche; Standardizzazione della modulistica; Gestione unitaria dei siti internet. LE MOTIVAZIONI PER RENDERE OPERATIVO IL SIA 1. Maggiore efficienza e risparmio economico e miglioramento del rapporto tra attività svolte e costi sostenuti. I Comuni dell Unione Terre Verdiane più i Comuni di Polesine P.se e Zibello, contano complessivamente circa 90 mila abitanti, con un numero di postazioni di lavoro di oltre 400 PC, cui se aggiungiamo quelli del corpo di polizia municipale e dei servizi dell Unione si raggiungono oltre 500 unità. Queste dimensioni rappresentano il livello ottimale per la costruzione di un S.I.A: abbastanza limitate da permettere una gestione puntuale e personalizzata, sufficientemente grande per ottenere economie di scala. Attualmente ciascuno degli enti associati ha una struttura informatica locale, con dotazione di server e software per la gestione delle funzioni di gestione, amministrazione sviluppo e controllo che quotidianamente deve svolgere. Ogni Ente gestisce singolarmente sia i contratti di assistenza 1

2 e manutenzione hardware, software e telecomunicazioni, sia gli acquisti di materiale informatico e dei relativi beni di consumo (toner, cartucce per stampanti etc). I comuni connessi oggi provvedono alla gestione dei servizi informatici secondo una delle seguenti modalità: 1. con personale interno dipendente dell amministrazione; 2. con personale a contratto e /o consulenze; 3. con contratti a società terze, talvolta supportate da personale interno. Indipendentemente dal modello adottato è vero che le amministrazioni devono affrontare problematiche identiche o simili in termini di servizio agli utenti e ai cittadini e in termini di sviluppo futuro. Le economie della gestione associata potranno riguardare: a) nel breve termine gli acquisti e contratti di manutenzione hardware, gli acquisti del materiale di consumo per dotazione hardware (es. toner, cartucce e stampanti) grazie alla maggiore forza contrattuale nei confronti dei fornitori; b) nel medio lungo termine agendo in prima istanza sulla centralizzazione dei contratti di manutenzione e aggiornamento software senza necessariamente sostituirli nel breve-medio periodo. c) nel lungo termine una omogeneizzazione dei fornitori software porterà ad una maggiore efficienza ed economicità, riuscendo a strappare contratti più convenienti; Per arrivare a questo terzo obiettivo nel breve periodo il S.i.a agirà nell ottica di una omogeneizzazione dei sistemi, in cui definirà standard tecnologici per hardware e software a cui i singoli enti si atterranno per gli acquisti futuri. 2. Maggiore efficacia ovvero possibilità di attivazione di servizi che altrimenti non verrebbero realizzati singolarmente. L attuazione di politiche di e_gov è un preciso obbligo normativo. La realizzazione di un Servizio Informatico Associato costituisce una occasione per riprogettare la gestione dei servizi legati all e_gov nei singoli Comuni. Il SIA non solo, come miglioramento dei servizi di Information Technology e opportunità per avere economie di scala, ma come opportunità per tutto il territorio di attivare in maniera omogenea servizi di e_gov che altrimenti i singoli comuni non sarebbero in grado di attivare se non con sforzi economici ingenti. Lo sviluppo infatti, dei servizi al cittadino anche in forma digitale richiede sforzi economici e di conoscenza che non tutti gli enti da soli riescono a fare: con il SIA dell Unione si raggiungerebbero i volumi per i singoli progetti che consentirebbero di attivare gradualmente tutti i servizi, ivi compresi quelli via web, che una moderna PA deve erogare ai cittadini. Il SIA consentirebbe progettualità relative ad attività innovative, attività che permettono di creare servizi on-line che integrano i processi della Pubblica Amministrazione con le esigenze dei cittadini e delle imprese, ovvero quelle attività che consentono di esplicitare l e_gov in attività concrete. Il SIA dunque si porrebbe come catalizzatore del dialogo PA mondo esterno e come attuatore dei progetti di e_gov verso i cittadini attraverso i comuni. LINEE DI AZIONE L attività del S.i.a sarà di tipo gestionale (supporto e assistenza) ma anche progettuale Attualmente l organizzazione delle attività informatiche all interno dei singoli enti e caratterizzata da una attenzione molto forte alle urgenze, da una limitata specializzazione e da una quasi assente possibilità di pianificazione. Ci sono attività importanti di tipo strategico e progettuale che non vengono svolte o che hanno spazi molto limitati: ad esempio la gestione della sicurezza e lo sviluppo del Sistema Informativo secondo le tecnologie open source. Quest ultime non hanno costi di acquisizione o li hanno molto contenuti, tuttavia richiedono una maggiore attività di sviluppo e integrazione. In realtà di piccole dimensioni il minor costo dovuto al risparmio sulle licenze può non essere compensato dai maggiori costi di sviluppo e integrazione. La dimensione del SIA consente di investire nel software open source con risparmi per tutta la struttura. L Omogeneizzazione delle tecnologie porta inevitabili miglioramenti nella gestione, nella manutenzione e nella velocità di ripristino delle funzionalità delle postazioni e quindi nella continuità del servizio. Per quanto riguarda le stampanti, la definizione di standard unici permetterà di gestire i relativi toner, cartucce etc con un numero minore di tipologie e quindi, con acquisti in quantità maggiore di avere sconti sul prezzo unitario. In futuro si acquisteranno periferiche in grado 2

3 di segnalare alla struttura centrale via web il proprio stato e lo stato dei toner/cartucce in modo da prevenire guasti e prevedere in anticipo la sostituzione di toner/cartucce assicurando continuità al servizio senza eccedere nelle scorte di tali beni. Anche per il software una standardizzazione consentirà risparmi non irrilevanti per l acquisto delle licenze e per la formazione al personale, inoltre la standardizzazione del software permetterà una maggiore efficacia ed efficienza nell assistenza. Virtualizzazione termine tecnico con cui si intende la creazione di una versione virtuale di una risorsa normalmente fornita fisicamente. Qualunque risorsa hardware o software può essere virtualizzata: sistemi operativi, server, memoria, spazio disco, sottosistemi. La virtualizzazione permette l'ottimizzazione delle risorse e la capacità di far fronte ad esigenze specifiche secondo il più classico paradigma dell'on demand (nel campo dell'informatica aziendale, si intende l'accesso alle risorse informatiche solo quando necessario, pagando le stesse in base all'utilizzo e non in base a un canone fisso o acquistando una licenza una tantum). Ad esempio rendere virtuale un computer significa renderlo indipendente da un hardware fisico e presenta duplici vantaggi: - Su un medesimo server si possono installare diversi sistemi con vantaggi in termini economici (minor acquisto di hardware, minori costi di energia) ma soprattutto organizzativi evitando problemi dovuti alla convivenza di software e/o programmi la cui contemporaneità crea problemi o riduce troppo l efficienza del singolo pc; - I PC diventano macchine virtuali, che se mantenute e salvate in modo appropriato consentono di avere tempi di ripristino molto più bassi in caso di guasto. Questa impostazione richiede certamente un maggiore attenzione e cura al sistema centrale, sul funzionamento della rete e sui server (manutenzione ordinaria, luogo di installazione, prevedere particolari procedure di back up, stabilità dell impianto elettrico etc). L ORGANIZZAZIONE Le risorse umane Le figure professionali richieste per l organizzazione del SIA /CED potrebbe essere le seguenti: o Responsabile Individua le priorità e organizza le attività; Tiene i rapporti con gli amministratori e con i responsabili dei servizi con la creazione di appositi gruppi di lavoro per la rilevazione delle necessità; Redige i budget sulla base del programma triennale; Tiene i rapporti con gli enti superiori: Provincia e Regione etc; Progettualità; Redige il piano triennale dei fabbisogni e di sviluppo. o Sistemista (1 o 2 persone in relazione a come verrà impostata l assistenza tecnica esternalizzata). Gestisce i sistemi operativi server in collaborazione con ditte esterne; Gestisce apparati di rete e telecomunicazione; Gestisce l avvicendamento delle password ed i permessi di accesso; Affianca le sw house nell installazione di aggiornamenti importanti; Organizza lo scambio dati con altri enti/livelli. (In alternativa la figura del sistemista può essere ricompresa nell ambito dell assistenza tecnica esternalizzata). o o Assistenza tecnica esternalizzata Interventi sulle postazioni di lavoro; Effettua installazioni hardware; Effettua preparazione macchine; Risponde alle richieste provenienti dagli utenti. Amministrativo Gestisce le gare per l aggiudicazione dei contratti; Prepara gli atti amministrativi e centralizza i contratti; 3

4 Gestisce gli ordini e gli acquisti del materiale di consumo; Tiene la ripartizione del costo della gestione SIA associata tra i Comuni in collaborazione con la ragioneria dell Unione. Per la ricerca delle figure professionali indicate a parte il responsabile, che dovrà necessariamente avere una professionalità tecnica molto specialistica e di elevato profilo, che attualmente manca nei comuni associati, le altre figure saranno individuate cercando di ottimizzare le risorse umane dei comuni se e ove presenti le necessarie professionalità, eventualmente ipotizzando una prima fase il comando presso l Unione. La dotazione organica verrà definita dalla Giunta dell Unione con provvedimenti di natura regolamentare ed atti di organizzazione, previe le necessarie procedure di concertazione o contrattazione con le Organizzazioni Sindacali così come previsto dalle disposizioni normative vigenti in materia. Sarà proposta la costituzione di un gruppo tecnico-amministrativo di coordinamento e programmazione del servizio in cui siano rappresentati tutti comuni, che seguirà lo sviluppo del SIA e riporterà le esigenze/indirizzi dei singoli amministratori e farà da referente per ciascun comune, si suppone di incentivare questo personale con opportuna indennità di servizio. Il responsabile del SIA sarà responsabile anche del gruppo di coordinamento e dovrà essere supportato dal gruppo tecnico nello svolgimento delle seguenti funzioni: - Pianificazione dei programmi di intervento nei singoli comuni legati all informatica; - Monitoraggio degli interventi eseguiti; - Predisposizione di una proposta di programma annuale di sviluppo del servizio; - Supporto al servizio mediante la consegna di dati, materiali, informazioni necessarie all espletamento della funzione; - Elaborazione di pareri da presentare agli organi dell Unione in merito a questioni attinenti l organizzazione del servizio. La sede e i beni strumentali Se il progetto sarà sostanziato dalla volontà politica gli spazi per un server centrale potrebbero trovare localizzazione nella nuova sede dell Unione presso i Nuovi Terragli ; attualmente a seguito della riconfigurazione dei server dell Unione presso Comeser tale spazio già esiste. Da prevedere un locale dotato di postazioni di lavoro per altre due persone oltre al responsabile del servizio. IL S.I.A. e il S.I.T. o meglio il S.I.T. nel S.I.A. La caratteristica saliente di un S.I.T. è rappresentata dalla possibilità di collegare base di dati alfanumeriche che abbiano riferimenti geografici (indirizzi, nomi di località coordinate nei vari sistemi di georeferenziazione esistenti) alla rappresentazione cartografica del territorio. Strutturalmente ed intuitivamente un S.i.t. è costituito da un nucleo di cartografia numerica e da una serie di archivi di dati di descrizione delle entità e dei fenomeni oltre che da una serie di pacchetti software e procedure che permettono analisi ed interrogazioni ripetitive standardizzate oppure libere. Il servizio S.I.T. potrebbe oggi condividere con il S.I.A. la metodologia, la strumentazione tecnologica e perché no parte del personale vista la coerenza della materia. La fase di implementazione delle banche dati per il S.I.T. è ormai terminata per tutti i comuni ed il sistema è pronto per essere utilizzato dagli uffici di tutti i comuni. Il progetto è solo nella sua fase iniziale, la più ardua ma molto rimane da fare per trarre la massima potenzialità dalla tecnologia acquisita. Il personale sistemistico del SIA si occuperà della manutenzione del sistema di data base Oracle, monitorerà i collegamenti e le configurazioni dell applicazione S.i.t. che è web-based, ma potrà sviluppare le applicazioni richieste dal SIT o da singoli comuni. Per la gestione delle attività straordinarie infatti, o per realizzare progetti autonomi da integrare e implementare nella piattaforma del S.i.t. (es. applicativi per la gestione della pubblica illuminazione, del verde e della cartellonistica stradale, etc..), sarà necessario avvalersi della professionalità di un informatico sistemista che si formi ad operare sul sistema e di una figura tecnica in grado di conoscere il funzionamento dei servizi, il quale estrapolate dal db centrale le informazioni necessarie sia in 4

5 grado di elaborarle in ambiente Gis, per creare i necessari applicativi o report utili alla gestione dei servizi o per fini conoscitivi. Le connessioni tra S.I.A. e S.I.T. potrebbero essere ben più della semplice condivisione dell infrastruttura hardware (server e rete) ma una connessione forte anche sulle professionalità che in modo trasversale potrebbero operare per entrambi i servizi. I SERVIZI Il SIA svolgerà le seguenti attività / servizi (da impostare su base triennale): Programma di ottimizzazione delle stazioni di lavoro; Programma di implementazione e sostituzione server; Programma di implementazione e sostituzione del parco stampanti, scanner e dispositivi hardware in generale; Progettazione architettura rete dati e telefonia - VOIP- sicurezza telematica e informatica con eventuale predisposizione di DPS- (Documento di Pubblica Sicurezza); Supporto tecnologico alla scelta di programmi applicativi specifici; Programma di implementazione progetti e_gov quali ad esempio: - pagamenti on line (es. multe); - tributi on line; - richiesta documenti on line; - utilizzo PEC per il rapporto con i cittadini; - S.u.a.p. Attività di gestione quotidiana di tipo sistemistico: Attività ausiliarie: Predisposizione delle stazioni di lavoro con sw e configurazioni; Predisposizione server; Gestione server di qualsiasi natura; Gestione back-up dati; Gestione sistemi firewall e antispam; Riparazioni hw; Configurazioni VOIP; Attività di hot-line telefonica. Formazione degli utenti; Avviamento nuove applicazioni in collaborazione con sw house; Collaborazione con fornitori di servizi esterni; Messa a punto delle applicazioni in relazione al fatto che in una singola postazione devono essere avviate applicazioni diverse che richiedono specifiche configurazioni. LE MODALITA DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO: Presidio informatico forte, obiettivo è avere un presidio informatico sempre presente sia come presidio sia come assistenza remota via web. Il presidio forte e un elemento determinante : nell assistenza agli utenti; nel rapporto rafforzato verso i fornitori; nei confronti di altri enti di maggiori dimensioni (regione, provincia o comune capoluogo). Le modalità di erogazione del servizio agli utenti, intendendo tanto gli utenti interni ai comuni quanto i cittadini raggiunti dai servizi e_gov, saranno le seguenti: Assistenza telefonica quotidiana dalle... alle ore. Tutti i giorni (help desk) Presenza sul territorio secondo tempistica da definire (es. visite periodiche etc ) 5

6 Appare evidente che, tralasciando il periodo iniziale di messa a regime nessun ente deve avere un degrado del servizio,, l obiettivo sarà quello di fornire un servizio qualitativamente migliore rispetto a quello oggi fruito da ciascun comune. La valutazione del risultato ottenuto, sintetizzata da report derivanti dai programmi di gestione delle chiamate che verranno installati, si baserà sulla misurazione dei tempi di risposta e sulla capacità di risolvere i problemi in tempi rapidi. In particolare, a parte l assistenza telefonica, saranno da modulare i modi e i tempi del servizio. Gli interventi presso i comuni si possono classificare nelle seguenti tipologie a seconda del tempo di risposta al singolo problema: - Urgenti: entro 4 ore dalla chiamata - Critici: entro 1 giorno lavorativo dalla chiamata - Normali: entro 2 giorni lavorativi dalla chiamata. La tabella che segue indica la ripartizione tra i soggetti coinvolti (singolo comune, SIA e fornitori esterni) dei compiti e delle funzioni oggetto dell attività del SIA. ATTIVITA - SERVIZIO COMUNE SIA Programmazione acquisti hardware- su base annuale/triennale Programmazione sviluppo server Programmazione sviluppo apparati di rete Programmazione sviluppo rete Programmazione sicurezza e DPS Scelta dei sistemi gestionali Gestione e manutenzione dei sistemi gestionali Installazione posti lavoro Manutenzione hardware Installazione apparati VOIP Amministrazione db Attivazione anti-spam e firewall Help-desk Controllo report chiamate/interventi Gestine server back-up analisi prestazioni, implementazioni Gestione server posta/web Gestione server SIT FORNITORI ESTERNI La velocità dello sviluppo tecnologico nel campo della I.T. (Information Techonology) richiede che attività che hanno un elevato contenuto tecnologico e che vengono svolte sporadicamente siano per motivi tecnici ed economici affidate all esterno infatti, sarebbe antieconomico mantenere aggiornate le conoscenze tecnologiche di uno o più tecnici riguardo a compiti che è richiesto svolgere solo alcune volte in un anno (es. l installazione di server linux o di firewall). Verranno esternalizzate tutte le funzioni (es. la sostituzione hardware e l installazione di stampanti) che non richiedono conoscenze approfondite di tipo sistemistico e organizzativo e che possono essere convenientemente oggetto di gare che garantiscono un buon ribasso del prezzo medio per interventi grazie al volume, prestando tuttavia attenzione all individuazione del soggetto esterno che offra il miglior rapporto prezzo/prestazioni. Il volume di affare prospettato è tale da garantire la partecipazione alla gara per affidamento della fornitura di servizio di soggetti terzi particolarmente qualificati. Il SIA si occuperà, come già detto, dei rapporti con i fornitori e dopo il censimento puntuale delle dotazioni di ciascun comune, senza imporre alcun cambiamento alle dotazioni degli uffici si 6

7 occuperà di gestire centralmente i relativi contratti. Per alcune dotazioni software in possesso di tutti i comuni si possono pensare rilevanti economie di scala, come già avvenuto per le licenze e i canoni di manutenzione annua del software Arcview. La gestione dei contatti con i fornitori esterni, svolge implicitamente anche la funzione di verifica della rispondenza dei tempi e delle modalità operative con il progetto di sviluppo triennale; riassumendo il SIA deve garantire il controllo puntuale, quotidiano ed il monitoraggio del livello di servizio agli utenti. Uno degli strumenti che ha il SIA per la massimizzazione del rapporto prezzo/prestazioni del servizio informatico e la centralizzazione delle complessità tecnologiche. Per attuare tale centralizzazione, fermo restando che ai singoli comuni rimanga una certa autonomia nelle scelte applicative o meglio rimanga la facoltà di farle presente ai comitati tecnici, la successione dei passi per realizzare il percorso di sviluppo può essere la seguente: Nessun nuovo acquisto server da parte dei comuni; Costituzione di server centralizzato CED (Centro Elaborazione Dati) presso la sede SIA Graduale spostamento delle funzionalità server dei comuni al CED associato, nella prima fase di costituzione del CED associato questo accoglierà tutti i dati gestionali dei Comuni, che in coerenza con le attività del SIA, esprimeranno parere favorevole alla migrazione degli stessi e delle applicazioni dai server locali a quelli installati presso l ufficio associato; Progessivamente il SIA si impegnerà a gestire per le finalità illustrate tutti i contratti dei Comuni con le software house, quindi ricontattare i singoli fornitori per ottenere economie di scala, stipulare gli appositi contratti subentrando in quelli dei comuni riportandone la scadenza al 31/12, coordinare gli uffici comunali interessati, etc; Programmare nell arco di un periodo almeno quinquennale un piano di omogeneizzazione di alcuni software gestionali, confrontando le esperienze dei vari comuni ed ovviamente scegliendo quello che offre il miglior rapporto prezzo/prestazioni; La centralizzazione delle tecnologie deve passare anche attraverso interventi sulle singole postazioni di lavoro: Installazione sulle postazioni di lavoro del software per il controllo remoto (utile per la diagnostica e la risoluzione dei problemi quali ad esempio le configurazioni del Client), la re-installazione dei software di office automation e la configurazione dei software gestionali; Applicazioni web based o terminali, ovvero applicazioni che risiedono sul server e che vengono utilizzate dalla postazione di lavoro attraverso un browser web o attraverso l utilizzo del pc solo come terminale grafico del sistema (si veda virtualizzazione). La centralizzazione dei server comporta anche la centralizzazione di tutti i servizi di memorizzazione e back-up, inoltre si potranno immediatamente omogeneizzare i sistemi antispam, i sistemi antivirus, i sistemi di segnalazione chiamate, nonché i sistemi di back-up e di disaster recovery. Attraverso le tecnologie di virtualizzazione si aumenteranno la sicurezza e la flessibilità (es. sostituendo un server fisico presso il comune con un server virtuale presso il SIA). Si potranno utilizzare un numero ridotto di macchine fisiche mantenendo un numero costante di macchine logiche, consentendo di realizzare non solo in una prima fase una situazione logica eguale alla esistente ma con un numero minore di macchine, inoltre l attività di progettazione sarà indirizzata alla creazione di macchine di sviluppo SIA o macchine/ambienti di cui possono usufruire piccoli gruppi di lavoro senza acquisti hardware. Questo nella concezione per cui meno hardware significa meno guasti e meno oneri di manutenzione, inoltre il back up ed il ripristino di una macchina virtuale sono molto veloci, riducendo anche i tempi di fermo macchina. CRONOPROGRAMMA (in mesi) Progettazione esecutiva Individuazione

8 personale Censimento delle strumentazioni Censimento delle applicazioni Censimento dei contratti Nuovi contratti prima fase Nuovi contratti seconda fase Individuazione sede SIA Installazione server/riconfigurazione Installazione sui pc sw per assistenza Installazione sistema assistenza remota Installazione hardware aggiuntivo server Spostamento server comuni e virtualizzazione Analisi sistemi telefonici e rete Implementazione Voip LA RETE Tutti i comuni delle Terre Verdiane sono collegati dalla rete Lepida. Questa rete in fibra ottica e l infrastruttura tecnologica che permette di rendere fattibile la centralizzazione nel SIA dei singoli CED comunali. La rete del SIA e una rete topologicamente a stella, con i singoli comuni collegati in reti VPN, reti private virtuali, che garantiscono la sicurezza dei dati. Il collegamento e tra il centro della stella (CED) ed il singolo comune, un comune potrà consultare i propri dati e le proprie applicazioni ma non quelle degli altri comuni a meno che questo dovesse essere espressamente richiesto per particolari dati e specifiche progettualità comuni. La tabella che segue, realizzata per le finalità del progetto S.i.t., illustra come sia evidente il fenomeno della diversificazione dei software che i singoli comuni utlilizzano per la gestione dei servizi, in questo caso per i servizi anagrafe della popolazione e tributi ma che si ripropone in modo analogo anche per gli altri gestionali (pratiche edilizie, servizi sociali, cultura, etc). La realizzazione di un coordinamento in tal senso si rende necessaria alla luce di quanta parte della spesa complessiva dipende dalla voce software sia per l acquisto di nuove licenze sia per la manutenzione e aggiornamento annuale (si veda tabella allegata). ELENCO SOFTWARE HOUSE DEI COMUNI DELL'UNIONE TERRE VERDIANE SOFTWARE NOME SOCIETA' INDIRIZZO ANAGRAFE TRIBUTI S.I.C.I. Studio K S.r.l. Via M.K. Gandhi, Reggio Emilia ZIBELLO - ROCCABIANCA - POLESINE. ZIBELLO - SISSA POLESINE - TRECASALI - ROCCABIANCA 8

9 SINTECOP Sintecop s.p.a. Corso Vercelli Ivrea (TO) SISSA - TRECASALI. ULISSE - IRIDE- LIBRA - ARCADIA - PERSEO - ICARO TRIB 32 (TRIBUTI) UTS 32 (ACQUA, AFFITTI) Cedaf Via Meucci, Forlì Studio Associato D'AMICO E CELSI Seconda Strada San Felice, Segrate MI WinSic2000 AP SYSTEMS Via Pagliano Milano FONTANELLATO FIDENZA FONTANELLATO FONTEVIVO. SITC Advanced Systems S.r.l. Centro Meridiana Via Napoli, Casalnuovo di Napoli Napoli FIDENZA SERPICO 10 datamanagement Via E. Chianesi, Roma ASCOT insiel s.p.a. via S. Francesco d'assisi, Trieste GOLEM SOFTWARE Piazza Carbone, 9/a Palmi (RC) SICRA Professional SAGA Via S. Rita da Cascia, Milano FONTEVIVO SALSOMAGGIORE SALSOMAGGIORE SORAGNA SAN SECXONDO BUSSETO SORAGNA SAN SECONDO BUSSETO Tabella 1 elaborata per le necessità del S.i.t. (banche dati attualmente implementate nel db centrale). RISORSE FINANZIARIE E RIPARTIZIONE DELLA SPESA I costi globali per l esercizio delle funzioni trasferite vengono sostenuti dall Unione con i fondi trasferiti dai comuni firmatari della convenzione, con entrate proprie e con risorse trasferite es. contributi regionali per cui l Unione riceverà ,00 annui (aumentabili ad ,00 in caso di gestione contemporanea S.i.a S.i.t e Sistema Statistico associato). I costi saranno ripartiti fra i Comuni sulla base dei seguenti criteri: 1. Costi di impianto iniziali e spese generali ripartite tra tutti i comuni in misura proporzionale alla popolazione residente al 31 dicembre dell anno precedente; 2. Costi di gestione e funzionamento: da ripartire in parte in proporzione alla popolazione residente in ciascun Comune, al 31 dicembre dell anno precedente e parte in proporzione al numero di ore di attività svolte per interventi su ciascun comune, in modo da non penalizzare i comuni che hanno una dotazione macchine nuova e che richiede un minore numero di interventi, con l obiettivo di tendere nel medio lungo periodo alla ripartizione dei costi secondo il solo criterio della popolazione residente o del numero di PC presso ciascun comune. 3. Per i servizi con articolazione territoriale diversa o esplicitamente richiesti solo da qualche comune, che non rientrano nelle attività ordinarie del S.i.a e che comporteranno un notevole impiego di tempo e di risorse, il relativo costo sarà imputato al Comune o ai Comuni richiedenti. 4. I canoni di manutenzione hardware e software stipulati in precedenza dai singoli comuni con i rispettivi fornitori, anche se l Unione subentrerà nei rispettivi contratti verranno caricati ai singoli comuni senza aggravio di costi. 5. Saranno rimborsate al Comune di appartenenza le spese per eventuale personale comandato all'unione. 9

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

! "! " #$% & "! "&% &&

! !  #$% & ! &% && ! "! " #$% & "! "&% && '( " )* '+,-$..$ / 0 1 2 ' 3 4" 5 5 &4&6& 27 &+ PROFILO PROFESSIONALE ESPERTO DATABASE E APPLICATIVI Categoria D Gestisce ed amministra le basi dati occupandosi anche della manutenzione

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Centro Servizi Territoriale Associazione Reno-Galliera. Progetto per la gestione unificata dei servizi IT e l accesso ai piani di e-gov

Centro Servizi Territoriale Associazione Reno-Galliera. Progetto per la gestione unificata dei servizi IT e l accesso ai piani di e-gov Centro Servizi Territoriale Associazione Reno-Galliera Progetto per la gestione unificata dei servizi IT e l accesso ai piani di e-gov Agenda Che cosa è il CST? L obiettivo primario: la nuova strada della

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi.

Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi. Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi.it @Pec: info.afnet@pec.it Web: http://www.afnetsistemi.it E-Commerce:

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA PER L UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ASTA DEL SERIO

SICUREZZA INFORMATICA PER L UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ASTA DEL SERIO SICUREZZA INFORMATICA PER L UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ASTA DEL SERIO Comuni di Ardesio, Oltressenda Alta, Piario e Villa d Ogna UNIONE DI COMUNI LOMBARDA ASTA DEL SERIO, P.ZZA M.GRAPPA, ARDESIO (BG) Tel.

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A5_1 V1.0 Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014

PIANO TRIENNALE 2012/2014 COMUNE DI SIRONE PROVINCIA DI LECCO PIANO TRIENNALE 2012/2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO,

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

Contratto Assistenza Hardware - Software

Contratto Assistenza Hardware - Software Rimini, 2015. PARTNER E CERTIFICAZIONE: Computer NEXT Solutions S.r.l. Sede amministrativa = Via Emilia Vecchia 75 - CAP 47922 Rimini (RN) Sede legale = Via Don Minzoni 64, CAP 47822, Santarcangelo di

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE VII APPENDICE I CASI DI STUDIO Servizi pubblici territoriali online

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE -

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE - PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

COMUNE DI GALLIPOLI Area delle Politiche territoriali ed Infrastrutturali

COMUNE DI GALLIPOLI Area delle Politiche territoriali ed Infrastrutturali APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 19 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 11/07/2013. " si richiede il seguente

Dettagli

DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE

DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE Il presente documento è rivolto a tutti i nostri potenziali clienti. E una breve presentazione di quello che facciamo e di quello che siamo. Di come ci proponiamo

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

Programma 04 - Sviluppo dei sistemi informatici

Programma 04 - Sviluppo dei sistemi informatici Programma 04 - Sviluppo dei sistemi informatici Il Dirigente Dott. Guido Perghem Il Sindaco Avv. Fabrizio Paganella Spese correnti Previsione Previsione Somme non iniziale Assestata impegnate 01 Personale

Dettagli

ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 04 - SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO. Spese correnti

ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 04 - SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO. Spese correnti ANALISI DELLE RISORSE ASSEGNATE E GRADO DI UTILIZZO PROGRAMMA DI BILANCIO N 04 - SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO Spese correnti Somme non iniziale Assestata impegnate 01 Personale 71.000,00 72.600,00

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015 COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione (art. 2 comma 594 L. 244/07) Triennio 2013/2015 Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori,

Dettagli

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008)

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008) COMUNE DI CASTELLEONE Provincia di Cremona Allegato alla deliberazione G.C. n. 143 del 11/12/2009 Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNITA MONTANA AGORDINA PROVINCIA DI BELLUNO

REPUBBLICA ITALIANA COMUNITA MONTANA AGORDINA PROVINCIA DI BELLUNO REPUBBLICA ITALIANA COMUNITA MONTANA AGORDINA PROVINCIA DI BELLUNO CONVENZIONE TRA LA COMUNITA MONTANA AGORDINA ED IL COMUNE DI PER LA GESTIONE ASSOCIATA E COORDINATA DEL SERVIZIO IN- FORMATICO COMUNALE

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE C.I.S.A.P. CONSORZIO INTERCOMUNALE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Comuni di Collegno e Grugliasco DETERMINAZIONE N 166/2014 DEL 30/12/2014 ORIGINALE Oggetto: affidamento servizio di assistenza e manutenzione

Dettagli

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN)

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN) info@icasystems.it A LESSANDRIA - BERGAMO - VERONA CREMONA - CAGLIA R I - FOGGIA - NAPOLI - PALMI (RC) CATANIA Contratto di assistenza software anno 2015 Comune di TESERO (TN) 62//2015 ICA SYSTEMS Srl

Dettagli

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE (Art. 24, comma 3-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 90,

Dettagli

Cloud Service Area. www.elogic.it. Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni Costa, 30 40133 Bologna - Tel. 051 3145611 info@elogic.

Cloud Service Area. www.elogic.it. Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni Costa, 30 40133 Bologna - Tel. 051 3145611 info@elogic. Cloud Service Area Private Cloud Managed Private Cloud Cloud File Sharing Back Up Services Disaster Recovery Outsourcing & Consultancy Web Agency Program Ci hanno scelto: elogic s.r.l. - Via Paolo Nanni

Dettagli

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna La Regione Emilia-Romagna, nella persona dell Assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica,

Dettagli

Direzione Centrale Patrimonio, Commercio e Sist. Informativo 2013 04205/027 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Centrale Patrimonio, Commercio e Sist. Informativo 2013 04205/027 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Centrale Patrimonio, Commercio e Sist. Informativo 2013 04205/027 Direzione Sistema Informativo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 279 approvata il 18 settembre 2013 DETERMINAZIONE:

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

Cloud vs Client-Server Analisi comparativa dei costi tra Kleos e i gestionali tradizionali. Cloud

Cloud vs Client-Server Analisi comparativa dei costi tra Kleos e i gestionali tradizionali. Cloud vs ClientServer Analisi comparativa dei costi tra Kleos e i gestionali tradizionali 1 vs ClientServer Analisi comparativa dei costi tra Kleos e i gestionali tradizionali Introduzione Sempre più avvocati

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

TECNINF S.r.l. Presentazione della Società. ICT Services & solutions

TECNINF S.r.l. Presentazione della Società. ICT Services & solutions TECNINF S.r.l. ICT Services & solutions Presentazione della Società TECNINF S.r.l. Info@tecninf.it www.tecninf.it tel: +39 06.9933.0529 - P. IVA: 09861441005 L Azienda TECNINF è una società di servizi

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

Cliente Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile (CIG: 6276655B8D) Documento Offerta Economica n.65-2015 del 05/06/2015

Cliente Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile (CIG: 6276655B8D) Documento Offerta Economica n.65-2015 del 05/06/2015 DPC Prot. E. n. 28614 del 8 giugno 2015 Ricevuto tramite Posta Elettronica Certificata Committente JNET s.r.l. Cliente Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione Civile (CIG: 6276655B8D)

Dettagli

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008)

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) COMUNE DI RAVENNA U.O. Sistema Informativo e Automazione Lett. a. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La Legge Finanziaria 2008

Dettagli

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda Fa quadrato attorno alla tua azienda Professional Perché scegliere Cosa permette di fare la businessintelligence: Conoscere meglio i dati aziendali, Individuare velocemente inefficienze o punti di massima

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO INFORMATICO SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CED-EDP

Dettagli

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology Cloud Computing...una scelta migliore Communication Technology Che cos è il cloud computing Tutti parlano del cloud. Ma cosa si intende con questo termine? Le applicazioni aziendali stanno passando al

Dettagli

Servizio di IT Asset Inventory e Management

Servizio di IT Asset Inventory e Management Servizio di IT Asset Inventory e Management Dexit S.r.l. Sede legale: via G. Gilli, 2-38121 Trento (TN) Tel. 0461/020500 Fax 0461/020599 Cap.Soc. Euro 700.000,00 - Codice Fiscale, P.IVA, Registro Imprese

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE AGGIORNAMENTO PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE AGGIORNAMENTO PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE S.I.A.R. SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE AGGIORNAMENTO PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE - Luglio 2005 - --- Servizio Affari Generali e Amministrativi, Sistema

Dettagli

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici La nostra azienda, oltre a produrre, distribuire e installare i propri software presso la clientela, eroga a favore di quest ultima una serie di servizi

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE. Quesito n. 1 Per partecipare alla gara è necessario il possesso della certificazione ISO 20000:2005?

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE. Quesito n. 1 Per partecipare alla gara è necessario il possesso della certificazione ISO 20000:2005? Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI LA CONTINUITÀ OPERATIVA È UN DOVERE La Pubblica Amministrazione è tenuta ad assicurare la continuità dei propri servizi per garantire il corretto svolgimento

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO CODICE 1

CAPITOLATO TECNICO CODICE 1 Via Angera, 3-20125 Milano (IT) tel. +39.02.67574344/5 fax +39.02.70036540 e-mail: puntosud@puntosud.org www.puntosud.org CAPITOLATO TECNICO CODICE 1 1. Fornitura di reti e di servizi informatici in ufficio,

Dettagli

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON... 1 Art. 1 - Scopo... 1 Art. 2 - Riferimenti normativi... 2 Art. 3 - Servizi... 2 Art. 3.1 Elenco dei servizi...

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

Creare una Rete Locale Lezione n. 1

Creare una Rete Locale Lezione n. 1 Le Reti Locali Introduzione Le Reti Locali indicate anche come LAN (Local Area Network), sono il punto d appoggio su cui si fonda la collaborazione nel lavoro in qualunque realtà, sia essa un azienda,

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE S.I.A.R. SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE - Febbraio 2005 - --- Servizio Affari Generali e Amministrativi, Sistema Informativo

Dettagli

02/12/2014. Progetto Rete Geografica e Server Farm

02/12/2014. Progetto Rete Geografica e Server Farm Progetto Rete Geografica e Server Farm Milano, 26 novembre 2014 1 Origine: «costituire un Centro Sistemaper lo sviluppo di servizi digitali e per l interoperabilità evoluta tra le amministrazioni pubbliche»...

Dettagli

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con Il Cloud Computing In collaborazione con Cos è Net@VirtualCloud L Offerta Net@VirtualCloud di Netcube Italia, basata su Server Farm certificate* e con sede in Italia, è capace di ospitare tutte le applicazioni

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE CLOUD COMPUTING

DEMATERIALIZZAZIONE CLOUD COMPUTING DEMATERIALIZZAZIONE CLOUD COMPUTING SERVIZI ON-LINE CONSERVAZIONE DIGITALE SPENDING REVIEW GESTIONI ASSOCIATE TRASPARENZA AMMINISTRATIVA DISASTER RECOVERY FLESSIBILITA ORGANIZZATIVA OPEN DATA Cosa è il

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L.

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) Comma 594 lettera A) Sono garantiti gli strumenti

Dettagli

nstallazione di METODO

nstallazione di METODO nstallazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario avere a disposizione

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

DETERMINA N. 3/198 DEL 02/10/2015 INDICE CRONOLOGICO GENERALE N. 502/2015 SETTORE TECNICO LL.PP. SERVIZIO CED

DETERMINA N. 3/198 DEL 02/10/2015 INDICE CRONOLOGICO GENERALE N. 502/2015 SETTORE TECNICO LL.PP. SERVIZIO CED DETERMINA N. 3/198 DEL 02/10/2015 INDICE CRONOLOGICO GENERALE N. 502/2015 SETTORE TECNICO LL.PP. SERVIZIO CED CIG: Z4617CA034 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER l IMPLEMENTAZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO SOFTWARE

Dettagli

Gestione multi utente Possibilità di assegnare un evento fino a 3 responsabili

Gestione multi utente Possibilità di assegnare un evento fino a 3 responsabili Ultimo aggiornamento : Settembre 2011 Introduzione Agilex è una suite di moduli che facilita l'organizzazione del lavoro all'interno di studi legali. Non è una semplice agenda legale, ma uno strumento

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

IT Cloud Service. Semplice - accessibile - sicuro - economico

IT Cloud Service. Semplice - accessibile - sicuro - economico IT Cloud Service Semplice - accessibile - sicuro - economico IT Cloud Service - Cos è IT Cloud Service è una soluzione flessibile per la sincronizzazione dei file e la loro condivisione. Sia che si utilizzi

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 UNITA COMPLESSA PER IL SISTEMA INFORMATIVO 127 SOMMARIO Scheda 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO... 2 Scheda 2 MANUTENZIONE

Dettagli

RUOLO DELLA PROVINCIA COME ENTE DI AREA VASTA IN TEMA DI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI, SERVIZI, FORNITURE E ASSISTENZA TECNICO - AMMINISTRATIVA

RUOLO DELLA PROVINCIA COME ENTE DI AREA VASTA IN TEMA DI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI, SERVIZI, FORNITURE E ASSISTENZA TECNICO - AMMINISTRATIVA RUOLO DELLA PROVINCIA COME ENTE DI AREA VASTA IN TEMA DI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI, SERVIZI, FORNITURE E ASSISTENZA TECNICO - AMMINISTRATIVA Servizio Lavoro, Formazione Professionale, Risorse Umane e

Dettagli

FNOMCeO. Erogazione di servizi per la gestione delle Anagrafiche presso gli Ordini provinciali dei Medici. Lecce 27 Novembre 2009

FNOMCeO. Erogazione di servizi per la gestione delle Anagrafiche presso gli Ordini provinciali dei Medici. Lecce 27 Novembre 2009 FNOMCeO Erogazione di servizi per la gestione delle Anagrafiche presso gli Ordini provinciali dei Medici Lecce 27 Novembre 2009 Offerta Numero: FNOMCEO01 Versione 1 Spett.le FNOMCeO Piazza Cola di Rienzo

Dettagli

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 1B Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO Indice 1.1 Definizioni, Abbreviazioni, Convenzioni...3 1.2 Scopo del Documento...3 2 Requisiti e Richieste...3

Dettagli

GENESI-NET: NET: COS E

GENESI-NET: NET: COS E GENESIGENESI-NET GENESI-NET: NET: COS E Genesi-net è il servizio che Guttadauro C & S ha strutturato per proporsi ai propri clienti come fornitore e gestore unico (A.S.P.) dell utilizzo di Internet: Gestione

Dettagli

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica.

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica. Allegato A) alla delibera G.P. nn. 145/39710 del 11/05/2010 Piano triennale anni 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali Dotazioni

Dettagli

Network Monitoring. Introduzione all attività di Network Monitoring introduzione a Nagios come motore ideale

Network Monitoring. Introduzione all attività di Network Monitoring introduzione a Nagios come motore ideale Network Monitoring & Introduzione all attività di Network Monitoring introduzione a Nagios come motore ideale Nicholas Pocher Poker SpA - Settimo Torinese, Novembre 2013 1 Indice Il Network Monitoring:

Dettagli

OBIETTIVI PRIMARI. Il Modello Organizzativo dell Ufficio Associato. Comunità Montana Partenio Vallo Di Lauro

OBIETTIVI PRIMARI. Il Modello Organizzativo dell Ufficio Associato. Comunità Montana Partenio Vallo Di Lauro Progetto di Gestione Associata di Servizi Comunali IL MODELLO ORGANIZZATIVO DELL UFFICIO ASSOCIATO Pag. 1 OBIETTIVI PRIMARI Un modello ottimale deve raggiungere il miglior equilibrio possibile tra gli

Dettagli

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI ORGANIZZAZIONE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE, GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE E CONTROLLO TRA I COMUNI DI ARQUA POL., FRASSINELLE POL., COSTA DI

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA

GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2000 Area Settore/ Servizio Processo Rev. Data STA EDP P01 02 Novembre 10 GESTIONE DELLA RETE INFORMATICA TIPO DI PROCEDURA: di supporto AREA DI RIFERIMENTO:

Dettagli

IL PROGRAMMA DI MANUTENZIONE

IL PROGRAMMA DI MANUTENZIONE IL PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI La normativa vigente riconosce l importanza della conservazione della qualità edilizia nel tempo attraverso l introduzione del piano di manutenzione

Dettagli

SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI

SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI 1 di 8 INDICE I Valori di Solutiva pag. 3 La Mission Aziendale pag. 4 La Manutenzione Hardware pag. 5 Le Soluzioni Software pag. 6 Il Networking pag. 7 I

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

Convenzione per la formazione e certificazione Avvocato telematico Ordine di Roma

Convenzione per la formazione e certificazione Avvocato telematico Ordine di Roma Convenzione per la formazione e certificazione Avvocato telematico Ordine di Roma Carenza del personale presso gli uffici giudiziari e la diffusione degli invii telematici con il PCT La cronica carenza

Dettagli