Sessantamila alla legge 194

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sessantamila alla legge 194"

Transcript

1 NO Sessantamila alla legge ANNI DI VOLONTARIATO PER LA VITA totale bambini nati gestanti assistite direttamente totale donne assistite direttamente Da quando è entrata in vigore la legge sull Interruzione volontaria di gravidanza i Centri di aiuto alla vita sono cresciuti ed hanno continuato la propria incessante opera al servizio della vita. Che è anche una risposta a chi preferisce risolvere i problemi legati ad una gravidanza eliminando la nuova vita. Grazie a questa opera sono nati 57mila bambini altrimenti destinati, in larga parte, ad essere uccisi. E sono stati salvati insieme alle loro mamme. E di donne, in questi 25 anni ne sono passate centinaia di migliaia per i Cav. E molte di più sono state aiutate indirettamente Sì alla vita 18 maggio 2003 di UBALDO CAMILOTTI e GIULIANA SAGGIN I n questa breve nota vengono riassunti e commentati i dati più significativi, pervenuti alla Segreteria nazionale di collegamento di Padova al 12 aprile scorso, relativi all attività dei Centri e Servizi di aiuto alla vita nel I dati evidenziano l'aumento dei bambini nati, l'elevato numero di gestanti assistite, l'incremento continuo delle gestanti straniere, l'importanza del ruolo della famiglia; è sempre elevata la

2 LA CRESCITA INFINITA aumentato rispetto all'anno precedente del 4%. L aumento più significativo si è verificato al Nord (+6%) ed in particolare in Lombardia (+9%). IL NUMERO DEI CAV NEGLI ANNI percentuale delle gestanti in possesso del certificato per abortire che hanno poi proseguito la gravidanza. CAV E DISTRIBUZIONE TERRITORIALE. La distribuzione sul territorio nazionale, per regioni ed aree geografiche, dei 271 Cav operanti nel 2002, è rappresentata nella Tabella A. Complessivamente il numero dei Cav è Sì alla vita 19 maggio 2003 ATTIVITA DEI CAV. Nel Grafico 1 e nella Tabella B è riportata una sintesi dei dati più significativi a confronto con quelli degli anni scorsi. Si tratta di dati parziali riferendosi all'attivita di 123 su 271 CAV (45%) operanti sul territorio nazionale al 31/12/2002. Il primo e più importante dato riguarda il numero complessivo di bambini nati a tutto il 2002 nei soli Cav che in questi anni hanno inviato i loro dati alla Segreteria Nazionale. I bambini nati sono ben La tendenza all aumento dei bambini nati, già manifestatasi negli scorsi anni, si è andata consolidando. Nel 2002 sono nati, nei 123 Cav che ci hanno inviato i dati, ben 4157 bambini, in media 34 per ogni Cav con un incremento del 3% rispetto all anno precedente e del 309% rispetto al Ciò vuol dire che in 13 anni il numero medio dei bambini nati nei Cav si è più che triplicato. Con riferimento a questi valori medi appare ragionevole ipotizzare che i bambini nati nel 2002 grazie ai nostri Cav siano stati circa , e che complessivamente i bambini nati a partire dal 1975, anno di fondazione a Firenze del primo Cav, siano circa 60mila. Questo dato stimato è convalidato dal fatto che dei 186 Cav che hanno usufruito di Progetto Gemma nel corso del 2002, ben 86 non ci hanno ancora inviato la scheda riepilogativa a conferma che una gran parte della attività dei Cav sfugge alla rilevazione statistica. Nel 2002 le gestanti assistite sono state 5643 (46 in media per Cav) mentre le altre donne assistite sono state 8226 (67 in media per Cav). Lo scorso anno quindi, complessivamente, i nostri Cav hanno assistito mediamente 113 donne delle quali il 41% gestanti. Rispetto al 1990, le gestanti assistite dai Cav si sono più che raddoppiate (+219%), mentre le altre donne assistite si sono più che triplicate (+335%). E quindi confermata la stima di oltre 20mila donne continua a pagina 20

3 CENTRI DI AIUTO ALLA VITA assistite complessivamente ogni anno dai Centri e Servizi di aiuto alla vita. Naturalmente non si deve dimenticare che ogni donna assistita si presenta al Cav ripetutamente (almeno 10 volte e forse di più) facendo cosi assumere all impegno del volontariato per la vita una rilevanza ancora maggiore. Non dobbiamo dimenticare anche che quasi l'8% delle gestanti assistite ha potuto usufruire di ospitalità o in case di accoglienza, o presso famiglie o in case in affitto gestite dai nostri Cav. Migliaia sono state le prestazioni fornite. Tra le più numerose: gli aiuti in natura, in danaro, l'assistenza psicologica e morale e l'assistenza sociale, l assistenza medica, il servizio di baby-sitting. In particolare va rilevato che gli aiuti in natura sono aumentati di quasi 10 volte rispetto al Anche se non mancano attenzioni da parte della Pubblica amministrazione nei confronti dell attività dei Cav, ancora troppo pochi sono i Centri convenzionati con le locali Asl o con i Comuni. La rilevante valenza sociale dell'attività dei Cav, documentata anche dai dati numerici sopra commentati, legittima la richiesta di Convenzioni ed aiuti, ma soprattutto legittima la richiesta di riconoscere il vero ruolo dei Cav che è quello di evitare che la donna ricorra all aborto, e quindi di salvare delle vite umane, e non solo quello di erogare assistenza che resta compito primario della Pubblica amministrazione o di altre associazioni di volontariato. IDENTIKIT DELLA DONNA CHE SI PRESENTA AL CAV. Vediamo i dati più significativi che individuano le caratteristiche principali delle donne-utenti dei Cav. Continua a prevalere nettamente la percentuale di donne che si presentano ad un Cav dopo i primi 90 giorni rispetto a quelle che si presentano nei primi tre mesi di gravidanza. Si mantiene bassissima la percentuale di gestanti presentatesi ad un Cav su segnalazione di un consultorio pubblico (solo il 6% nel 2002), mentre le donne inviate da persone amiche sono state il 29%, quelle inviate da Parrocchie ed associazioni l'11% e quelle inviate da un altra utente del Cav l'8%. Sono per lo più coniugate le donne che si presentano al Cav (58%); hanno per lo più un'eta variabile dai 25 ai 34 anni (51%), sono prevalentemente casalinghe (35%) o senza lavoro (29%), e denunciano in particolare difficolta economiche (39%). Le difficoltà alla gravidanza dovute a : salute del feto, salute fisica o psichica della madre, salute del padre, numero dei figli, difficolta economiche, disoccupazione, alloggio insufficiente o mancante, difficoltà nel rapporto di coppia sono dichiarate prevalentemente da donne coniugate. Le difficoltà alla gravidanza dovute a: età della madre, studio o lavoro, pregiudizi sociali, rifiuto del partner, rifiuto della famiglia, tossicodipendenza, sono dichiarate prevalentemente da donne nubili. Circa l esito delle gravidanze in relazione allo stato civile della madre, parto e aborto spontaneo interessano prevalentemente le donne coniugate, l aborto le donne nubili. I CAV PER AREE GEOGRAFICHE Nord Centro Sud Isole Totale Sì alla vita 20 maggio 2003

4 L ATTIVITA DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA IN CIFRE (tra parentesi è indicato il numero dei Cav a cui si riferiscono i dati dell anno) (90) (96) (95) (104) (103) (130) (123) (127) (123) Numero complessivo di bambini nati nei Cav del campione Bambini nati nell anno tra parentesi [ ] è indicato il valore medio per ogni Cav [13] [18] [23] [26] [28] [29] [31] [33] [34] Gestanti assistite dai Cav del campione [21] [27] [34] [39] [41] [45] [44] [46] [46] Altre donne assistite [20] [40] [41] [51] [60] [59] [58] [69] [67] Donne ospitate in case di accoglienza Donne ospitate presso famiglie Donne ospitate in case in affitto Assistenza sociale Assistenza psicologica e morale Assistenza medica Assistenza legale Baby sitting Per le gravidanze conclusesi con il parto il bambino è rimasto nel 99% dei casi con la madre. Di fondamentale importanza è il ruolo della famiglia. Infatti è trascurabile il numero di bambini nati da donne coniugate, rispetto ai bambini nati da donne nubili o conviventi o divorziate, dati in affido o adozione o ad un istituto. Il dato relativo alla cittadinanza mette in evidenza l'ulteriore incremento di cittadine straniere assistite (si è passati dal 16% del 1990 al 46% del 1995 al 72% dello scorso anno). Le donne straniere assistite dai nostri Cav nel corso del 2002 sono state complessivamente 3327, con una media di 27 per ogni Cav; 74 i Paesi e 4 i continenti di provenienza. Le più numerose sono le cittadine Sì alla vita 21 maggio 2003 africane (40%) seguite dalle europee (22%), dalle donne dell America centrale e latina (16%) e dell Asia (5%). Le più numerose in assoluto continuano ad essere le donne provenienti dal Marocco (20%), seguite dalle donne provenienti dall'ecuador (9%), dall Albania (7%), dalla Romania (6%), dalla Nigeria (5%), dal Ghana e Perù (4%), dalla Tunisia (3%), dal Kossovo, Costa d Avorio, ex Jugoslavia, Moldavia (2%), Sri Lanka, Senegal, Ucraina, Filippine e Cina (1%). L atteggiamento del marito o del partner della donna si mantiene prevalentemente contrario all aborto (22%). Le donne che si sono presentate ad un Cav con il certificato per abortire cono continua a pagina 22

5 L IDENTIKIT DELLE DONNE CHE SI RIVOLGONO AL CAV (in %) Gestanti presentatesi - direttamente inviate da amici inviate da Consultori pubblici inviate da Parrocchie ed associazioni Inviate da altra utente prima dei 90 gg dopo i 90 gg Occasione di conoscenza del Cav - incontri vari gia' utente affissioni pubbliche stampa manifesti Asl Stato civile - coniugate - nubili Età - meno di 18 anni da 18 a 24 anni da 25 a 34 anni Professione - studentessa casalinga disoccupata Difficolta' prevalenti -economiche Esiti della gravidanza - donne incerte e/o intenzionate ad abortire che hanno poi partorito Gestanti e certificazione - donne con certificato sul totale in possesso del certificato che hanno abortito in possesso del certificato che hanno proseguito la gravidanza Atteggiamento del partner verso l' aborto - istigante consenziente indifferente contrario Cittadinanza - italiana - straniera Sì alla vita 22 maggio 2003 CENTRI DI AIUTO ALLA VITA state nel 2001 il 17%. Di queste, l'81% ha poi proseguito la gravidanza. Se a questo dato aggiungiamo che ben il 74% delle donne presentatesi ad un Cav incerte e/o intenzionate ad abortire hanno poi data alla luce il bambino, si ha la LA PROVENIENZA 2002 Gestanti straniere assistite - Gestanti assistite complessivamente Gestanti assistite in ogni Cav (media) 22 - Paesi di provenienza 69 Percentuale di provenienza per Continente - Africa 40% - Europa 22% - America (Centrale e Latina) 16% - Asia 5% - Non nota 17% Percentuale di provenienza per Paese - Marocco 20% - Equador 9% - Albania 7% - Romania 6% - Nigeria 5% - Ghana 4% - Perù 4% - Sri Lanka 3% - Tunisia 3% - Kosovo 2% - Costa d' Avorio 2% - Ex Jugoslavia 2% - Senegal 1% - Moldavia 1% - Ucraina 1% - Cina 1% - Filippine 1% conferma dell effetto preventivo, rispetto all aborto, della solidarietà offerta dalle nostre volontarie e volontari. L'ATTIVITÀ DEI CAV NELLA VARIE REGIONI Ci sembra opportuno segnalare infine che in Calabria, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Veneto vi è stato un significativo aumento sia di bambini nati che di gestanti assistite. La Liguria è la Regione italiana nella quale nel 2002 vi è stato, con riferimento alla popolazione residente, il maggior numero di bambini nati grazie ai Centri di aiuto alla vita (16,4 ogni 100mila abitanti), mentre il Piemonte è stata la Regione con il più alto numero di gestanti assistite (22,5 ogni 100mila abitanti).

La rassegnazione non abita più qui

La rassegnazione non abita più qui GIORNATA PROPOSTE DI VITA La rassegnazione non abita più qui Le minacce alla vita non fanno parte di un fiume inarrestabile che conduce verso un inevitabile imbarbarimento della società. Fermarle è possibile.

Dettagli

Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici

Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici 17 novembre 2008 La presenza delle donne migranti La presenza straniera in provincia di Milano 120000 131833 117539 119651 115978

Dettagli

All'origine del fenomeno si trovano un insieme di fattori che riguardano:

All'origine del fenomeno si trovano un insieme di fattori che riguardano: Scheda di sintesi Rapporto di ricerca Il matrimonio forzato in Italia: conoscere, riflettere, proporre Come costruire una stima del numero delle donne e bambine vittime in Italia di matrimoni forzati e

Dettagli

SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA

SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA Via Tre Garofani 71-35124 Padova Tel.: 049/8807635 - Fax: 049/8824426 e-mail: coordinamento_cav@mpv.org VITA CAV 2011 Dossier sull'attività

Dettagli

Immigrazione, gravidanza e parto

Immigrazione, gravidanza e parto 9 febbraio 2013 Immigrazione, gravidanza e parto Monica Da Frè, Monia Puglia, Eleonora Fanti, Fabio Voller Settore Epidemiologia dei servizi sociali integrati Osservatorio di epidemiologia Agenzia Regionale

Dettagli

Quali badanti per quali famiglie?

Quali badanti per quali famiglie? STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Quali badanti per quali famiglie? I lavoratori domestici in Italia (dagli archivi Inps) pag. 2 Quanti sono e quanto contribuiscono L identikit del lavoratore

Dettagli

A.C.I.S.J.F. - Firenze

A.C.I.S.J.F. - Firenze OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE A.C.I.S.J.F. - Firenze STAZIONE DI S. M. NOVELLA DI FIRENZE SCHEDA DI PRESENTAZIONE DEL CENTRO DI ASCOLTO E DI AIUTO Referente

Dettagli

OSSERVATORIO NINNA HO. Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita

OSSERVATORIO NINNA HO. Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita OSSERVATORIO NINNA HO Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita - OSSERVATORIO NINNA HO Il Progetto ninna ho, voluto dalla

Dettagli

Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono?

Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono? MAT E RIALI D IDAT TI C I SULL I M M I GRAZ I O N E C E STIM TEMA DELL INCONTRO/UNITA DIDATTICA OBIETTIVO Quanti sono gli immigrati a Verona e da dove vengono? Fornire agli studenti alcuni dati utili a

Dettagli

SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA

SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA Via Tre Garofani 71-35124 Padova Tel.: 049/8807635 - Fax: 049/8824426 e-mail: coordinamento_cav@mpv.org VITA CAV 2012 Dossier sull'attività

Dettagli

SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA

SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA SEGRETERIA NAZIONALE DI COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI AIUTO ALLA VITA Via Tre Garofani 71-35124 Padova Tel.: 049/8807635 - Fax: 049/8824426 e-mail: coordinamento_cav@mpv.org VITA CAV 2010 Dossier sull'attività

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

I matrimoni a Padova dal 2010 al 2014

I matrimoni a Padova dal 2010 al 2014 Comune di Padova Settore Programmazione Controllo e Statistica La statistica per la città I matrimoni a Padova dal 21 al 214 Analisi dei matrimoni celebrati nel comune di Padova nel quinquennio 21/214

Dettagli

TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA

TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA TENDENZE RECENTI DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA Asher Colombo Elisa Martini LA PRESENZA STRANIERA COMPARAZIONI INTERNAZIONALI DIMENSIONI E CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IN ITALIA Cittadini

Dettagli

L esperienza dell ASL di Brescia nella tutela della salute dei migranti

L esperienza dell ASL di Brescia nella tutela della salute dei migranti Convegno Salute e Migrazione Milano, 18 maggio 2012 L esperienza dell ASL di Brescia nella tutela della salute dei migranti Dr. El-Hamad Issa Consulente scientifico - Servizio di Medicina del Disagio -

Dettagli

Famiglie in azione per. una società interculturale

Famiglie in azione per. una società interculturale PARMA 18 aprile 2015 Famiglie in azione per contributo una società interculturale A.A.A. aiuto, accoglienza, ascolto cercasi - CAV risponde la ricchezza di iniziative promosse dai Centri di Aiuto alla

Dettagli

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento: Franco Chiarini Redazione

Dettagli

IL MATRIMONIO IN ITALIA

IL MATRIMONIO IN ITALIA IL MATRIMONIO IN ITALIA Anno 2012 Fonte: rapporto ISTAT del 13 novembre 2013 (htttp://www.istat.it) Nel 2012 sono stati celebrati in Italia 207.138 matrimoni (3,5 ogni 1.000 abitanti), 2.308 in più rispetto

Dettagli

L ecografia ostetrica é la tecnica più usata nello studio del benessere fetale e nel 2004, a livello nazionale, sono state effettuate in media

L ecografia ostetrica é la tecnica più usata nello studio del benessere fetale e nel 2004, a livello nazionale, sono state effettuate in media Fonte: Analisi del evento nascita. Ministero dela Salute. Dipartimento dela Qualità. Direzione Generale Sistema Informativo. Ufficio di Direzione Statistica. GENNAIO 2007 Indagini diagnostiche in gravidanza

Dettagli

Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione delle madri

Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione delle madri 12 Congresso SIMM Viterbo 10-13 ottobre 2012 II sessione: Gli immigrati di seconda generazione Sovrappeso ed obesità nei figli di donne straniere: diffusione del fenomeno, abitudini alimentari e percezione

Dettagli

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti 4 agosto 2003 Telefono e cellulare: comportamenti emergenti La crescente diffusione del telefono cellulare nella vita quotidiana della popolazione ha determinato cambiamenti profondi sia nel numero sia

Dettagli

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE COSVILUPPO 1 e QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE LORENZO TODESCHINI IMMIGRATI: PROBLEMA O RISORSA? L immigrazione è spesso percepita come fatto negativo e non è facile cambiare mentalità 2 solo di recente

Dettagli

COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA

COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA COMUNE DI PARMA UFFICIO STATISTICA Analisi dei matrimoni nel Comune di Parma anni 2009-2012 A CURA DI RENZO SOLIANI Parma ottobre 2013 Matrimoni a Parma, anni 2009-2012 Nell attuale momento storico affrontare

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Il lavoro occasionale accessorio (o conosciuto più semplicemente voucher o buoni lavoro) come modalità di occupazione degli stranieri

Il lavoro occasionale accessorio (o conosciuto più semplicemente voucher o buoni lavoro) come modalità di occupazione degli stranieri Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Il lavoro occasionale accessorio (o conosciuto più semplicemente o buoni lavoro) come modalità di occupazione degli Anni 2009, 2010, 2011 Cos è il lavoro

Dettagli

Analisi dell evento nascita - Anno 2010

Analisi dell evento nascita - Anno 2010 Certificato di assistenza al parto (CeDAP) Analisi dell evento nascita - Anno 2010 Dipartimento della programmazione e dell'ordinamento del Servizio sanitario nazionale Direzione Generale del Sistema Informativo

Dettagli

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 aprile 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Direttore Settore Statistica: Redazione a cura di: Gianluigi Bovini Franco Chiarini Brigitta Guarasci L'uso

Dettagli

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006 a cura di Silvana Mosca, Lorenzo Capisani, Antonio D

Dettagli

Obiettivi e metodologia della ricerca

Obiettivi e metodologia della ricerca Atteggiamenti e consapevolezza rispetto a salute e lavoro: un confronto tra cittadini italiani e cittadini stranieri provenienti da paesi a forte pressione migratoria (PFPM) Obiettivi e metodologia della

Dettagli

Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento

Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento 12 febbraio 2007 Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento Anni 2004-2005 All indirizzo web demo.istat.it l Istat rende disponibili i principali risultati delle rilevazioni sui Matrimoni celebrati

Dettagli

Punti di accesso per Assistenti Familiari: o Reggio Emilia Ce.I.S.

Punti di accesso per Assistenti Familiari: o Reggio Emilia Ce.I.S. Lo Sportello per assistenti familiari (sportello AF) ha un anno di vita. Dopo la necessaria fase di avvio e di rodaggio, è possibile darne un primo resoconto di attività e orientamenti di sviluppo: Aspetti

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2015

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2015 La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Dicembre 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato

Dettagli

Minori e seconde generazioni

Minori e seconde generazioni Minori e seconde generazioni Sono 509mila le nascite in Italia nel 2014, il livello minimo dall Unità d Italia: così segnala l Istituto nazionale di Statistica nel comunicato di febbraio che diffonde le

Dettagli

Flussi di cittadini in Italia

Flussi di cittadini in Italia Flussi di cittadini in Italia Il fenomeno dell immigrazione in Italia secondo gli ultimi dati del Ministero del lavoro riguarda più di 4 milioni di stranieri con un incidenza sulla popolazione

Dettagli

RELAZIONE SULL ATTIVITA DELLO SPORTELLO DONNA DEL COMUNE DI RICCIONE ANNO 2007

RELAZIONE SULL ATTIVITA DELLO SPORTELLO DONNA DEL COMUNE DI RICCIONE ANNO 2007 RELAZIONE SULL ATTIVITA DELLO SPORTELLO DONNA DEL COMUNE DI RICCIONE ANNO 2007 ***** Giunto all ottavo anno di attività lo sportello dei diritti del Comune di Riccione continua a svolgere la sua funzione

Dettagli

Attività del Centro di ascolto Caritas per italiani

Attività del Centro di ascolto Caritas per italiani Esclusione sociale Osservatorio Diocesano Caritas Nonostante la provincia di Prato continui a caratterizzarsi come una delle prime dieci province italiane per depositi bancari pro capite (12.503, secondi

Dettagli

Dossier Statistico Immigrazione 2007 XVII Rapporto Caritas - Migrantes

Dossier Statistico Immigrazione 2007 XVII Rapporto Caritas - Migrantes Migranti nel mondo, in Sardegna,nel Medio Campidano ASSESSORATO AL LAVORO - IMMIGRAZIONE ED EMIGRAZIONE Osservatorio provinciale sui flussi migratori Presentazione del Dossier Statistico Immigrazione 2007

Dettagli

Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013

Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013 Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013 A cura di Giovanna Tizzi 1. Gli accessi allo Sportello Informativo della Casa delle Culture Questo terzo report, relativo

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2014

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2014 La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Dicembre 2014 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro del Dipartimento Programmazione coordinato dal Capo Dipartimento

Dettagli

Oltre la crisi, insieme

Oltre la crisi, insieme Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 21 Rapporto 2011 Edizioni Idos, Roma Oltre la crisi, insieme Stranieri residenti a 150 anni dall Unità d Italia 1861 2010 incidenza 0,4% incidenza 7,5%

Dettagli

Dossier Statistico Immigrazione 2014

Dossier Statistico Immigrazione 2014 Dalle discriminazioni ai diritti Dossier Statistico Immigrazione 2014 Rapporto UNAR a cura del Centro Studi e Ricerche IDOS Obiettivi del Rapporto Superare i luoghi comuni sulle migrazioni, a partire dal

Dettagli

CAMPAGNA INTEGRAZIONE

CAMPAGNA INTEGRAZIONE CAMPAGNA INTEGRAZIONE III parte a cura di Censis Servizi S.p.A. www.censisservizi.com Distribuzione territoriale L indagine è stata svolta mediante l elaborazione di 2.482 questionari distribuiti a soggetti

Dettagli

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano Roma, 8 maggio 2014 www.lavoro.gov.it www.integrazionemigranti.gov.it www.italialavoro.it Indice: 1. Presenza e caratteristiche socio-demografiche della

Dettagli

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Cristina Molfetta Ufficio Pastorale Migranti di Torino Firenze 16 Gennaio 2015 1 Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Le Famiglie Cioè l importanza dei legami affettivi e relazionali

Dettagli

Report sul monitoraggio delle schede di primo accesso Violenza sulle donne

Report sul monitoraggio delle schede di primo accesso Violenza sulle donne Report sul monitoraggio delle schede di primo accesso Violenza sulle donne 24 novembre 2008 Indice ===================================================================================== PREMESSA... 5 1.

Dettagli

27.281 permessi rilasciati

27.281 permessi rilasciati Corso Libertà 66 / Freiheitsstraße 66 39100 Bolzano / Bozen Alto Adige / Südtirol Tel. ++39 0471 414 435 www.provincia.bz.it/immigrazione www.provinz.bz.it/einwanderung 10/09/2007 Riproduzione parziale

Dettagli

Premio Sassatelli X Edizione Sintesi delle tesi raccolte

Premio Sassatelli X Edizione Sintesi delle tesi raccolte Premio Sassatelli X Edizione Sintesi delle tesi raccolte Nella decima edizione del Premio di tesi Luciana Sassatelli sono pervenute 121 tesi di laurea, dottorato o percorsi post-laurea, in linea con le

Dettagli

alunni con cittadinanza non italiana

alunni con cittadinanza non italiana Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale per i Sistemi Informativi Direzione Generale Studi e Programmazione con cittadinanza non italiana scuole statali e non statali anno scolastico /7

Dettagli

Le persone senza dimora

Le persone senza dimora Le persone senza dimora Linda Laura Sabbadini Direttore Dipartimento statistiche sociali e ambientali 9 Ottobre 2012 In maggioranza vivono al Nord Sono 47.648 le persone senza dimora che tra novembre e

Dettagli

L'interesse e la tutela del minore tra processo ed evoluzione sociale. PROF. DANIELE PETROSINO Bari 06/04/2009

L'interesse e la tutela del minore tra processo ed evoluzione sociale. PROF. DANIELE PETROSINO Bari 06/04/2009 L'interesse e la tutela del minore tra processo ed evoluzione sociale PROF. DANIELE PETROSINO Bari 06/04/2009 I Principi Art. 1. 1. Il minore ha diritto di crescere ed essere educato nell ambito della

Dettagli

UNO SGUARDO AL CIELO Percorsi di avvicinamento all elaborazione del lutto. IV edizione Direzione Scientifica Paola Bastianoni

UNO SGUARDO AL CIELO Percorsi di avvicinamento all elaborazione del lutto. IV edizione Direzione Scientifica Paola Bastianoni UNO SGUARDO AL CIELO Percorsi di avvicinamento all elaborazione del lutto IV edizione Direzione Scientifica Paola Bastianoni UNO SGUARDO AL CIELO Percorsi di avvicinamento all elaborazione del lutto

Dettagli

NoviClan Zogno 1. Capitolo 2012: Immigrazione in Valle Brembana. Risultati del sondaggio sulla percezione del fenomeno

NoviClan Zogno 1. Capitolo 2012: Immigrazione in Valle Brembana. Risultati del sondaggio sulla percezione del fenomeno NoviClan Zogno 1 Capitolo 2012: Immigrazione in Valle Brembana Risultati del sondaggio sulla percezione del fenomeno In quali di questi schieramenti politici si riconosce? 5 45,00% 4 35,00% 3 25,00% 15,00%

Dettagli

alunni con cittadinanza non italiana

alunni con cittadinanza non italiana Ministero della Pubblica Istruzione alunni con scuole statali e non statali anno scolastico 6/7 NOVEMBRE 7 RTI : EDS Electronic Data Systems Auselda AED Group - Accenture Enel Servizi I dati presentati

Dettagli

info@swg.it Conoscere chi viene

info@swg.it Conoscere chi viene trieste 34133, via s. francesco 24 telefono +39.040.362525 fax +39.040.635050 milano 20144, via solari 8 telefono +39.02.43911320 fax +39.02.4986773 divisione comunicazione telefono +39.02.43911320 fax

Dettagli

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Ricerca Uil Scuola da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Non solo bambini Stranieri adulti sui banchi di scuola Una fotografia dell Italia che

Dettagli

LE VACANZE DEGLI ITALIANI NEL 2006 11.288.000 0 5.000.000 10.000.000 15.000.000 20.000.000 25.000.000 30.000.000 35.000.000

LE VACANZE DEGLI ITALIANI NEL 2006 11.288.000 0 5.000.000 10.000.000 15.000.000 20.000.000 25.000.000 30.000.000 35.000.000 ABSTRACT LE VACANZE DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2006 Sono 17,8 milioni gli italiani che nel primo semestre 2006 hanno effettuato almeno un periodo di vacanza (35,9% della popolazione). Nel complesso,

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

Le adozioni internazionali nel 2013

Le adozioni internazionali nel 2013 Le adozioni internazionali nel 2013 Nel corso del 2013 la Commissione ha rilasciato l autorizzazione all ingresso in Italia per 2.825 bambini provenienti da 56 Paesi, adottati da 2.291 famiglie residenti

Dettagli

Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017. Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia

Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017. Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia Esame dei documenti di bilancio per il triennio 2015-2017 Dossier 2 Le madri e le difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Giorgio

Dettagli

Dati statistici su accoglienza e consulenza alle donne

Dati statistici su accoglienza e consulenza alle donne Dati statistici su accoglienza e consulenza alle donne Dr.ssa Vanna Tori Vice Presidente Associazione Gruppo Donne e Giustizia Modena CONVEGNO: LA VIOLENZA SULLE DONNE. ASPETTI GIURIDICI, CRIMINOLOGICI,

Dettagli

Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma -------------------------------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679

Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma -------------------------------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679 1 Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma ----------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679 Oltre l affido L Associazione Ain Karim opera ormai da circa sette anni a sostegno di

Dettagli

GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri. Venerdì 3 febbraio 2012

GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri. Venerdì 3 febbraio 2012 GLI STRANIERI A GENOVA Diamo un po di numeri Venerdì 3 febbraio 2012 L immigrazione in Liguria: un fenomeno strutturale - Residenti al 31 dicembre 2010 = 125.320 - Stima dossier al 31 dicembre 2010= 136.000

Dettagli

Istituti Comprensivi: Scuole dell infanzia, Scuole primarie e Scuole secondarie di primo grado

Istituti Comprensivi: Scuole dell infanzia, Scuole primarie e Scuole secondarie di primo grado Dati raccolti scuole di Matera anno scolastico 2013/2014 Istituti Comprensivi: Scuole dell infanzia, Scuole primarie e Scuole secondarie di primo grado - Istituto Comprensivo "Ex 5 Circolo" - Istituto

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI. ANNO 2009 1 Indice delle tavole statistiche 1. I pendolari della famiglia Prospetto 1.1 Tavola 1.1 Tavola 1.2 Tavola 1.3 Tavola 1.4 Tavola 1.5 Tavola 1.6 motivo, durata media

Dettagli

I documenti di: quotidianosanità.it. Quotidiano online di informazione sanitaria

I documenti di: quotidianosanità.it. Quotidiano online di informazione sanitaria I documenti di: quotidianosanità.it Quotidiano online di informazione sanitaria Dossier Documentazione legislativa Studi e ricerche Interventi e relazioni Certificato di assistenza al parto (CeDAP) Analisi

Dettagli

La Città e i suoi Quartieri al 2014

La Città e i suoi Quartieri al 2014 La Città e i suoi Quartieri al 2014 Un quadro demografico del Quartiere Don Bosco Popolazione residente nel Quartiere per grandi classi di età e sesso FEMMINE MASCHI 65 e più 45-64 30-44 15-29 0-14 0 200

Dettagli

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA

LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Direzione Generale Dell immigrazione e Delle Politiche Di integrazione LA COMUNITÀ FILIPPINA IN ITALIA Abstract del Rapporto annuale sulla presenza degli immigrati - 2014 Rapporto annuale sulla presenza

Dettagli

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009 n 4 - ottobre/dicembre 2009 Sposarsi a Roma Sempre più tardi e sempre di meno. Introduzione Il matrimonio è sempre stato considerato fin dall antichità il pilastro per la creazione di una famiglia e per

Dettagli

Ricongiungimenti familiari in provincia di Bologna Le domande presentate nel 2009; soggiornanti e permessi rilasciati per motivi familiari nel 2008

Ricongiungimenti familiari in provincia di Bologna Le domande presentate nel 2009; soggiornanti e permessi rilasciati per motivi familiari nel 2008 Anno 2010 Numero 6 C O M U N E, P R O V I N C I A, P R E F E T T U R A - U T G D I B O L O G N A Settembre 2010 DOSSIER Ricongiungimenti Indice Ricongiungimenti familiari in provincia di Bologna Le domande

Dettagli

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista.

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista. In sensibile crescita la domanda di servizi assistenziali da parte degli anziani: in 8 anni il numero degli anziani ospiti dei presidi assistenziali è cresciuto di quasi il 30%. Gli ospiti anziani cui

Dettagli

Rapporto sull Immigrazione 2013

Rapporto sull Immigrazione 2013 Rapporto sull Immigrazione 2013 Gli stranieri sulla strada: possesso di veicoli e patenti in provincia di Macerata Barbara Vallesi Istat ERM sede per le Marche 15 aprile 2014 Indice Premessa Il possesso

Dettagli

A C I S J F Protezione della Giovane di Firenze

A C I S J F Protezione della Giovane di Firenze A C I S J F Protezione della Giovane di Firenze RELAZIONE DELLE ATTIVITÀ SVOLTE ANNO 2012 Centro di Ascolto: Stazione Santa Maria Novella - Binario 2-5 - Firenze Tel. e fax +39 055 294635 Casa di Accoglienza:

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

Rete Sandra: dati e riflessioni aperte

Rete Sandra: dati e riflessioni aperte Rete Sandra: dati e riflessioni aperte Laura Bruson Responsabile Servizio Progetti e Poliiche sociali Comune di Cinisello Balsamo 3/2/20 Servizio Progetti e Politiche Sociali Rete Sandra:donne senza paura

Dettagli

DATI AL 1 GENNAIO 2015. a cura di: Cristina Biondi e Rossella Salvi Ufficio Statistica Provincia di Rimini

DATI AL 1 GENNAIO 2015. a cura di: Cristina Biondi e Rossella Salvi Ufficio Statistica Provincia di Rimini DATI AL 1 GENNAIO 2015 a cura di: Cristina Biondi e Rossella Salvi Ufficio Statistica Provincia di Rimini LE FAMIGLIE NELLA PROVINCIA DI RIMINI Al 1 gennaio 2015 le persone residenti nella Provincia di

Dettagli

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2013 Edizione 1/ST/st/03.01.2014 Supera: nessuno

Dettagli

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA distretto SUD ASSOCIAZIONE ARCOBALENO. c/o SALA MARTINELLI, viale Martinelli n. 21 RICCIONE

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA distretto SUD ASSOCIAZIONE ARCOBALENO. c/o SALA MARTINELLI, viale Martinelli n. 21 RICCIONE REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA distretto SUD ASSOCIAZIONE ARCOBALENO c/o SALA MARTINELLI, viale Martinelli n. 2 RICCIONE TOTALE ISCRITTI: 269 TOTALE CORSI ATTIVATI: 7 TOTALE ORE DI LEZIONE: 765 TOTALE

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

SINTESI DI ALCUNI DATI RILEVATI CON IL BANDO ANTICRISI PUBBLICATO AD OTTOBRE 2009.

SINTESI DI ALCUNI DATI RILEVATI CON IL BANDO ANTICRISI PUBBLICATO AD OTTOBRE 2009. SINTESI DI ALCUNI DATI RILEVATI CON IL BANDO ANTICRISI PUBBLICATO AD OTTOBRE 29. Sono state presentate in tutto n. 148 domande. 1) Nazionalità La maggior parte delle persone che ha presentato domanda è

Dettagli

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA - distretto NORD e distretto SUD- ASSOCIAZIONE ARCOBALENO A.S. 2012-2013 (01 GIUGNO 2012-31 MAGGIO 2013)

REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA - distretto NORD e distretto SUD- ASSOCIAZIONE ARCOBALENO A.S. 2012-2013 (01 GIUGNO 2012-31 MAGGIO 2013) REPORT SCUOLA DI LINGUA ITALIANA - distretto NORD e distretto SUD- ASSOCIAZIONE ARCOBALENO TOTALE ISCRITTI: 1274 TOTALE CORSI ATTIVATI: 61 TOTALE ORE DI LEZIONE: 2965 TOTALE INSEGNANTI: 32 A.S. 2012-2013

Dettagli

Conosci la tua regione con la statistica: Mille modi per dire Toscana (Liceo Pascoli 2009)

Conosci la tua regione con la statistica: Mille modi per dire Toscana (Liceo Pascoli 2009) La Regione Toscana ha, dedicato l anno scolastico 2008/2009 al dialogo interculturale, all inclusione, alla lotta al razzismo,alla xenofobia, all antisemitismo e all intolleranza con la delibera della

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI 2.1. DATI STATISTICI

1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI 2.1. DATI STATISTICI 1. LA SEPARAZIONE IN ITALIA OGGI. DATI STATISTICI N.d.R.: I dati qui di seguito riportati sono stati ricavati dal sito www.istat.it e sono aggiornati al: - 13/11/2013 (dati sui matrimoni) - 23/06/2014

Dettagli

- Il contesto delle politiche - IL CONTESTO DELLE POLITICHE

- Il contesto delle politiche - IL CONTESTO DELLE POLITICHE IL CONTESTO DELLE POLITICHE Quadro demografico La distribuzione della popolazione sul territorio regionale non é omogenea: il 28,7% della popolazione si concentra nel capoluogo di Aosta, unico comune ad

Dettagli

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella.

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella. Studiare con... le tabelle Completa la tabella. UNA REGIONE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. REGIONE... LOCALIZZAZIONE E CONFINI NORD... SUD... EST... OVEST...

Dettagli

Famiglie miste in Italia, fra matrimoni, nascite, separazioni e divorzi

Famiglie miste in Italia, fra matrimoni, nascite, separazioni e divorzi 2 C- FLUSSI 2010.e$S_ B-internazionale 15-74 30/09/10 19:44 Pagina 133 Famiglie miste in Italia, fra matrimoni, nascite, separazioni e divorzi 133 L evolversi dei modelli familiari e il ruolo delle famiglie

Dettagli

Primi passi verso il servizio civile europeo. Al via progetto italo-francese Saranno 100 i giovani italiani e francesi coinvolti a partire dal 2016. L'accordo è stato raggiunto ieri a Parigi tra ministri

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA Edizione 1/ST/st/26.10.2006

Dettagli

ANSA/ Mamme che abbandonano bimbi, 4 su 10 sono italiane. Esperti 400 casi anno, tra cause anche paura perdere lavoro

ANSA/ Mamme che abbandonano bimbi, 4 su 10 sono italiane. Esperti 400 casi anno, tra cause anche paura perdere lavoro TESTATA: ANSA DATA: 9 LUGLIO 2015 1/2 ANSA/ Mamme che abbandonano bimbi, 4 su 10 sono italiane Esperti 400 casi anno, tra cause anche paura perdere lavoro (di Livia Parisi) (ANSA) - ROMA, 09 LUG - Abbandonati

Dettagli

LA MEDIAZIONE SOCIOCULTURALE NEI PERCORSI DI AFFIDAMENTO OMOCULTURALE A PARMA. Bologna, 24 maggio 2012 Comune di Parma

LA MEDIAZIONE SOCIOCULTURALE NEI PERCORSI DI AFFIDAMENTO OMOCULTURALE A PARMA. Bologna, 24 maggio 2012 Comune di Parma LA MEDIAZIONE SOCIOCULTURALE NEI PERCORSI DI AFFIDAMENTO OMOCULTURALE A PARMA Bologna, 24 maggio 2012 Comune di Parma Il progetto di Affido Famigliare Omoculturale nasce nel 2000, col rientro al comune

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

Coinvolgimento delle comunità immigrate e ruolo delle associazioni. Chi sono le associazioni?

Coinvolgimento delle comunità immigrate e ruolo delle associazioni. Chi sono le associazioni? Informazione, educazione ed empowerment del paziente e delle comunità Coinvolgimento delle comunità immigrate e ruolo delle associazioni Chi sono le associazioni? Le associazioni di stranieri al 31/12/2008

Dettagli

Contatti Sportello informativo per macroaree geografiche e sesso (tab. 1 grafico 1)

Contatti Sportello informativo per macroaree geografiche e sesso (tab. 1 grafico 1) Contatti Sportello informativo per macroaree geografiche e sesso (tab. 1 grafico 1) 0 2 2 16 11 27 30 8 38 1 7 8 10 3 13 Apolidi 1 0 1 TOTALE 58 31 89 15% 1% 2% 9% 43% 30% Apolide Contatti Sportello informativo

Dettagli

2.1 L andamento infortunistico

2.1 L andamento infortunistico 2.1 L andamento infortunistico Anche nel 2012, in Toscana, prosegue l andamento infortunistico in diminuzione. Infatti, le denunce di infortunio pervenute, ammontano a 53.286 casi con una differenza di

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana

Alunni con cittadinanza non italiana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la partecipazione

Dettagli

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione)

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione) COMUNE DI COMO I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004 (1 Edizione) Settore Statistica - Agosto 2007 I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004

Dettagli

MILANO PER IL CO-SVILUPPO

MILANO PER IL CO-SVILUPPO MILANO PER IL CO-SVILUPPO Contributi a favore della solidarietà e della cooperazione internazionale 2009-2010 Comune di Milano Il Bando Milano per il co-sviluppo del Comune di Milano Obbiettivi chiave

Dettagli

OSSERVATORIO 2013 DELLA CITTA DI BOLZANO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

OSSERVATORIO 2013 DELLA CITTA DI BOLZANO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE OSSERVATORIO 2013 DELLA CITTA DI BOLZANO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE A distanza di ormai 5 anni, era infatti il mese di marzo 2009 quando ha iniziato i suoi lavori, è attiva sul territorio cittadino la

Dettagli

Vivere Donna Onlus. Centro d ascolto antiviolenza - Carpi. 9 Aprile 2013

Vivere Donna Onlus. Centro d ascolto antiviolenza - Carpi. 9 Aprile 2013 Vivere Donna Onlus Centro d ascolto antiviolenza - Carpi 9 Aprile 2013 Numero donne che si sono rivolte al Centro al 31 Dicembre 2012: 113 Età e stato civile Da 18 a 25 anni Da 26 a 40 anni 21% 4 Nubile

Dettagli