Regolamento AICP PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI COACHING

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento AICP PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI COACHING"

Transcript

1 Regolamento AICP PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI COACHING Testo consolidato approvato dal Direttivo Nazionale il 26/03/2015 in seguito alla mozione, allegata al presente testo, approvata dal V Congresso AICP tenutosi a Milano nel mese di Ottobre 2014

2 Regolamento AICP per il riconoscimento dei corsi di coaching Art.1 Ai corsi di coaching, dietro esplicita richiesta scritta del Responsabile del corso, l AICP, verificati i requisiti sottoelencati all art.5, con le modalità sottoelencate all art.6, conferisce lo status di CORSO DI COACHING RICONOSCIUTO DA AICP. Art.2 I corsi riconosciuti possono essere pubblicizzati come Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp in tutte le forme e con tutti i mezzi ritenuti opportuni dai Responsabili dei corsi stessi. Art.2 bis Il Responsabile del corso si impegna ad applicare e far applicare ai Docenti ed Assistenti, il Codice Etico Aicp e ad illustrarlo agli Allievi, durante il corso, insieme a mission e struttura operativa di AICP. Art.2 ter Nel caso che le iniziative di marketing/vendita del corso riconosciuto siano valutate da Aicp come contrarie alla Carta Etica, Aicp può chiedere al Responsabile del corso di modificare/cessare tali iniziative, pena il disconoscimento del riconoscimento Aicp precedentemente concesso (salvo che il fatto non costituisca fattispecie lesive dei diritti Aicp e/o degli associati Aicp e/o della buona fede dei consumatori, per le quali Aicp stessa si riserva il diritto di agire nelle sedi competenti). Art.3 Lo status di Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp comporta che ogni Diplomato del corso che abbia sostenuto con successo il relativo esame finale, venga associato all AICP a mezzo di sua semplice richiesta di tesseramento su senza alcuna ulteriore formalità che il pagamento della quota associativa annuale e la presentazione del diploma. Art.4 Ai fini del conferimento dello status di Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp, il Responsabile Orientamento AICP verifica che: il programma del corso sia allegato alla domanda e sia pubblicato su un sito web accessibile;

3 sia di almeno 80 ore relative al coaching, con esame finale e che il tipo di formazione sul coaching erogata dalla scuola sia compatibile con il Codice Etico e lo Statuto Aicp; il corso sia stato attivato almeno 2 volte in precedenza; che i docenti siano: soci di AICP per almeno l 80% delle ore erogate totali; coach professionisti da almeno due anni. In caso un docente non rinnovi la propria iscrizione all associazione non potrà più essere considerato tale. A seguito di suddetta verifica istruttoria, con esito positivo, il Responsabile Orientamento propone il Riconoscimento del corso nel primo CD AICP utile, mediante voto a maggioranza; i membri del CD che sono Responsabili di Corsi di Coaching devono dichiararlo al CD e limitarsi a fornire il proprio parere astenendosi obbligatoriamente dal voto. Le scuole dovranno fornire l elenco, completo di apposite liberatorie privacy, di chi ha partecipato ai corsi nei due anni precedenti al responsabile nazionale accreditamento che, casualmente e a campione, effettuerà delle interviste. Art.5 Il corso può essere erogato anche online, purché siano presenti interazioni esercitative tra gli Allievi adeguatamente supervisionate dai Docenti. E esclusa la possibilità di riconoscimento AICP per corsi svolti solo via . Art.6 Lo status di Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp viene conferito esclusivamente mediante comunicazione ufficiale scritta al Responsabile del corso richiedente, anche via , dal Presidente Aicp o dal Vicepresidente Aicp, in sua vece, dopo il relativo CD di approvazione. Art.7 Il Responsabile Orientamento AICP annualmente dovrà procedere alla rimozione del riconoscimento nel caso in cui: I docenti del corso dichiarati non risultino aver rinnovato l iscrizione ad AICP; Nel corso dell anno non sia stata attivata alcuna edizione del corso. Lo status di Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp può venire revocato per la perdita dei requisiti di cui all art.5 e seg., su segnalazione circostanziata di un associato Aicp al Responsabile Orientamento Aicp che, sentito il Responsabile del corso, può proporre al CD la revoca del Riconoscimento.

4 Il CD voterà la revoca con le stesse modalità di cui all art.5. Art.8 La revoca dello status di Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp viene comunicata per iscritto al Responsabile del corso, con le stesse modalità di cui all Art.6 e determina la cessazione, con effetto immediato alla sua ricezione, della autorizzazione a pubblicizzare lo status di Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp. Art.9 Non è ammessa nessun altra definizione o qualifica pubblicizzata da parte dei Responsabili di corsi, relativamente al rapporto con Aicp, che quella di: Corso di Coaching Riconosciuto da Aicp ed il suddetto riconoscimento ufficiale produce solo ed esclusivamente gli effetti descritti nei quì presenti articoli da 1 a 10; qualsiasi altra implicazione, legale, morale, materiale, espressa o tacita è da ritenersi espressamente esclusa e nulla. Art.10 Il Responsabile Orientamento Aicp non può essere Responsabile di una scuola di coaching.

5 Mozione n. 1 a prima firma Beretta Mauro ed altri Volta ad introdurre una nuova regolamentazione della procedura del riconoscimento dei corsi L associazione sta crescendo su diverse dimensioni e sempre di più si sta sentendo la necessità di governare questa crescita al fine renderla proficua, sostenibile e stabile nonché di valore per il perseguimento del nostro scopo sociale. Tra le dimensioni in forte crescita, oltre al numero di soci iscritti, c è quella dei corsi riconosciuti dalla associazione che solo nel 2013/14 è passata da 4 a 10. Ogni socio trae vantaggio dal fatto di appartenere ad AICP su varie dimensioni tra cui la buona reputazione della associazione stessa. Poiché i corsi riconosciuti sono parte della associazione, al fine di mantenere alta la sua reputazione, si ritiene opportuno creare dei meccanismi organizzativi a tutela della qualità degli stessi corsi. In linea con quanto detto con la presente mozione si propone all assemblea: - Nuove regole per il riconoscimento di corsi e per il suo mantenimento a tutela della buona reputazione della associazione. A) Riconoscimento corsi 1) Un corso può essere riconosciuto alle seguenti condizioni: a. Venga depositato in fase di richiesta il programma del corso che deve essere di almeno 80 ore e inerente il coaching come inteso da AICP. Il programma dovrà essere pubblicato su un sito web il cui indirizzo dovrà essere comunicato; b. Vengano dichiarati i docenti che dovranno essere soci di AICP per almeno l 80% delle ore erogate totali, coach professionisti da almeno due anni. In caso un docente non rinnovi la propria iscrizione all associazione non potrà più essere considerato tale; c. Che il corso sia già stato attivato almeno 2 volte in precedenza. 2) Annualmente si dovrà procedere alla rimozione del riconoscimento se: a. I docenti del corso dichiarati non risultano aver rinnovato l iscrizione ad AICP; b. Nel corso dell anno non sia stata attivata alcuna edizione del corso; c. Le scuole dovranno fornire l elenco di chi ha partecipato ai corsi nei due anni precedenti al responsabile nazionale accreditamento che, casualmente e a campione, effettuerà delle interviste. 3) Le scuole con corsi attualmente riconosciuti avranno un anno di tempo per adeguarsi alla presente regolamentazione. Firmato Mauro Beretta - yucan.it, Rossi e Panniti InCoaching, Marco Angeletti Karakter, Marco Bigornia Allenati per l Eccellenza, Roberto Rigati Studio Vinci

REGOLAMENTO RICONOSCIMENTO CORSI

REGOLAMENTO RICONOSCIMENTO CORSI REGOLAMENTO RICONOSCIMENTO CORSI Norme per la disciplina del riconoscimento dei corsi di coaching 1 INDICE Art. 1 Corso di coaching riconosciuto da AICP Art. 2 Utilizzo del nome e logo AICP Art. 2 bis

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI - IV Congresso, Roma 20 ottobre 2013 -

ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI - IV Congresso, Roma 20 ottobre 2013 - Lo statuto è l ossatura organizzativa che esprime la democrazia interna. Essere un associazione al servizio dei propri soci è possibile solo seguendo un principio fondamentale: una persona, un voto. Ogni

Dettagli

WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale WKLF REGOLAMENTO SOCIALE. WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale Pagina 1 di 5

WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale WKLF REGOLAMENTO SOCIALE. WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale Pagina 1 di 5 WKLF REGOLAMENTO SOCIALE WKLF A.S.I. Dilettantistica Regolamento Sociale Pagina 1 di 5 Sommario 1. ADESIONE...3 1.1 AMMISSIONE A SOCIO...3 1.2 TESSERAMENTO...3 1.3 ATLETI MINORI...3 1.4 PASSAPORTO E TESSERA...3

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

La presente Carta Etica vuole ispirare una buona pratica professionale in ragione del benessere e dell efficacia dalla relazione Coach Cliente.

La presente Carta Etica vuole ispirare una buona pratica professionale in ragione del benessere e dell efficacia dalla relazione Coach Cliente. La Carta etica: sappiamo quanto la nostra professione sia delicata sotto un profilo etico. La carta non vuole essere un codice prescrittivo, ma una fonte di ispirazione per i coach che vogliono essere

Dettagli

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP)

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) Pagina 2 di 6 1. PROFILO E COMPETENZE 1. PROFILO 1.2. COMPETENZE 2. ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2.1. ISTRUZIONE 2.2. FORMAZIONE Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (di seguito definito

Dettagli

S.I.F. Società Italiana di Psicoterapia Funzionale Corporea REGOLAMENTO

S.I.F. Società Italiana di Psicoterapia Funzionale Corporea REGOLAMENTO S.I.F. Società Italiana di Psicoterapia Funzionale Corporea REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento si affianca allo Statuto della SIF del 25.10.02 (Statuto sostitutivo dei precedenti dal 1989 al 2002),

Dettagli

COPIA CONFORME ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 13508

COPIA CONFORME ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 13508 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N. 13508 Il Consiglio Direttivo dell Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, riunito in Roma il giorno 23 gennaio 2015, alla presenza

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione, Istruzione e Politiche Sociali Servizio Politiche della Transnazionalità, della Governance e della Qualificazione del Sistema Formativo CARTA DI QUALITÀ

Dettagli

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo)

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Art. 1 L iscrizione 1. Tutti possono chiedere l iscrizione all ANPI, alle condizioni previste dallo Statuto

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Art. 1 Costituzione - Presidenza

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Art. 1 Costituzione - Presidenza Una Società Finmeccanica REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI Art. 1 Costituzione - Presidenza 1. Il Comitato Controllo e Rischi (il Comitato ) è costituito con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Moduli formativi - Professione coach

Moduli formativi - Professione coach Moduli formativi - Professione coach Modulo 1 - Progetto di avvio alla professione del coach. Location: da definire Data: da definire (Settembre) Prendere consapevolezza delle tue risorse e delle tue forze

Dettagli

La presente Carta Etica vuole ispirare una buona pratica professionale in ragione del benessere e dell efficacia dalla relazione Coach Cliente

La presente Carta Etica vuole ispirare una buona pratica professionale in ragione del benessere e dell efficacia dalla relazione Coach Cliente La Carta etica: sappiamo quanto la nostra professione sia delicata sotto un profilo etico. La carta non vuole essere un codice prescrittivo, ma una fonte di ispirazione per i coach che vogliono essere

Dettagli

Chiesi Foundation Onlus Regolamento per la concessione del patrocinio e l utilizzo del logo istituzionale Chiesi Foundation

Chiesi Foundation Onlus Regolamento per la concessione del patrocinio e l utilizzo del logo istituzionale Chiesi Foundation Chiesi Foundation Onlus Regolamento per la concessione del patrocinio e l utilizzo del logo istituzionale Chiesi Foundation 1. Oggetto e scopo Il presente regolamento disciplina le modalità mediante le

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI

ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI ASSOCIAZIONE ITALIANA COACH PROFESSIONISTI Sede legale Via Lucania 13, 00187 Roma Verbale del Congresso del 25 ottobre 2015 su Roma L anno duemilaquindici, il giorno venticinque del mese di ottobre alle

Dettagli

REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti Il presente Regolamento viene adottato a norma e per gli effetti dell art. 5 dello Statuto del CNCP e si compone di 22 (ventidue)

Dettagli

Avviso di posticipazione dell assemblea ordinaria e straordinaria

Avviso di posticipazione dell assemblea ordinaria e straordinaria DMAIL GROUP S.p.A. Sede legale e amministrativa: Via San Vittore n. 40 20123 MILANO (MI) - Capitale Sociale: 15.300.000,00 euro C.F. P.IVA e Registro delle Imprese: 12925460151 Sito internet: www.dmailgroup.it

Dettagli

Associazione Operatori di Pace Campania

Associazione Operatori di Pace Campania Associazione Operatori di Pace Campania Regolamento Norma preliminare Art. 1 (Finalità) Nel rispetto dello Statuto associativo in vigore e delle finalità in esso sancite di solidarietà, democraticità e

Dettagli

ALLEGATO A ALLA DETERMINA N. 330 DEL 15.11.2012 AREA AMMINISTRATIVA - UFFICIO PERSONALE

ALLEGATO A ALLA DETERMINA N. 330 DEL 15.11.2012 AREA AMMINISTRATIVA - UFFICIO PERSONALE COMUNE DI PADRU Provincia di Olbia Tempio 07020 Padru - Viale Italia Tel.0789/454017 fax 0789/45809 Email: amministrazione@comune.padru.ot.it Email: amministrativo@pec.comune.padru.ss.it ALLEGATO A ALLA

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE. Dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta ONLUS

REGOLAMENTO GENERALE. Dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta ONLUS REGOLAMENTO GENERALE Dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta ONLUS Il Consiglio Direttivo (C.D.) dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta (AS.IT.O.I.) propone il presente regolamento

Dettagli

PROGETTO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO PER GLI ALLENATORI ED I PREPARATORI FISICI DI PALLACANESTRO 2014-2015

PROGETTO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO PER GLI ALLENATORI ED I PREPARATORI FISICI DI PALLACANESTRO 2014-2015 PROGETTO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO PER GLI ALLENATORI ED I PREPARATORI FISICI DI PALLACANESTRO 2014-2015 1. PREMESSA L acquisizione e lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze degli allenatori

Dettagli

FORMATORI DELLA SALUTE E SICUREZZA

FORMATORI DELLA SALUTE E SICUREZZA Pagina 2 di 5 1. PROFILO E COMPETENZE 1.1. PROFILO 1.2. COMPETENZE 2. ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2.1. ISTRUZIONE 2.2. FORMAZIONE Il Formatore della salute e sicurezza è un professionista in possesso di competenze

Dettagli

FORMAZIONE QUADRI TECNICI ALLENATORI NUOVO ORDINAMENTO

FORMAZIONE QUADRI TECNICI ALLENATORI NUOVO ORDINAMENTO Sommario INTRODUZIONE FORMAZIONE QUADRI TECNICI ALLENATORI NUOVO ORDINAMENTO COME ERA IL VECCHIO ORDINAMENTO COME SARÀ IL NUOVO ORDINAMENTO LE NOVITÀ RIGUARDANTI IL GRADO SEI UN ALLIEVO ALLENATORE? (In

Dettagli

Assegnazione Destinatari del Piano Società Controllate Gruppo Piaggio

Assegnazione Destinatari del Piano Società Controllate Gruppo Piaggio Piano di assegnazione di diritti di opzione su azioni proprie riservato al top management del Gruppo Piaggio e autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie previa revoca delle deliberazioni

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA VELA RICONOSCIMENTO ENTI AGGREGATI NORMATIVA 2015

FEDERAZIONE ITALIANA VELA RICONOSCIMENTO ENTI AGGREGATI NORMATIVA 2015 FEDERAZIONE ITALIANA VELA RICONOSCIMENTO ENTI AGGREGATI NORMATIVA 2015 NORMATIVA PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ENTI AGGREGATI DIVERSI DALLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DI CLASSE Secondo quanto previsto dall'art

Dettagli

ASSOCIAZIONE ECO-FILOSOFICA già ASSOCIAZIONE FILOSOFICA TREVIGIANA*

ASSOCIAZIONE ECO-FILOSOFICA già ASSOCIAZIONE FILOSOFICA TREVIGIANA* ASSOCIAZIONE ECO-FILOSOFICA già ASSOCIAZIONE FILOSOFICA TREVIGIANA* STATUTO Art. 1 E costituita l organizzazione di promozione sociale denominata Associazione Eco-Filosofica (AEF). L Associazione ha sede

Dettagli

BANDO PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA: contributi per spese di gestione anno educativo 2008/2009

BANDO PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA: contributi per spese di gestione anno educativo 2008/2009 ALLEGATO A Regione Toscana Direzione Generale Politiche formative, beni e attività culturali Area di Coordinamento Orientamento, istruzione, formazione e lavoro Settore Infanzia e diritto agli studi BANDO

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER LE BORSE DI STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

BANDO DI CONCORSO PER LE BORSE DI STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo Via Rocca, 1 - CAP 24055 - C.F./P.I. 00281170167 Tel. 035.41.83.501 - Fax 035.89.04.45 e-mail: servizisociali@comune.colognoalserio.bg.it http://www.comune.colognoalserio.bg.it

Dettagli

Corso di Coaching Per apprendere il metodo del Coaching

Corso di Coaching Per apprendere il metodo del Coaching La Scuola INCOACHING è riconosciuta dall Associazione Italiana Coach Professionisti. www.incoaching.it Corso di Coaching Per apprendere il metodo del Coaching Corso organizzato dalla Scuola INCOACHING

Dettagli

E U R O T E C H S.P.A.

E U R O T E C H S.P.A. E U R O T E C H S.P.A. SEDE IN AMARO (UD) VIA FRATELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGISTRO IMPRESE DI UDINE AL N. 01791330309 CAPITALE SOCIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V. RELAZIONI

Dettagli

(Approvato con delibera n. 3618 del 2/08/2010)

(Approvato con delibera n. 3618 del 2/08/2010) Servizio Sanitario Nazionale Regione Siciliana VIA MAZZINI, 1 91100 TRAPANI TEL.(0923) 805111 - FAX (0923) 873745 Codice Fiscale P. IVA 02363280815 REGOLAMENTO DELLE FREQUENZE VOLONTARIE E DEI TIROCINI

Dettagli

AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA

AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA I Soci della Banca Popolare di Milano Scrl sono convocati in Assemblea ordinaria e straordinaria in prima adunanza il giorno 11 aprile 2014,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA. ART. 1 (Denominazione)

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA. ART. 1 (Denominazione) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA ART. 1 (Denominazione) Nel giorno di martedì 1 luglio 2008 è costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia

Dettagli

Associazione Culturale Progetto Comune ATTO COSTITUTIVO STATUTO REGOLAMENTO INTERNO

Associazione Culturale Progetto Comune ATTO COSTITUTIVO STATUTO REGOLAMENTO INTERNO Associazione Culturale Progetto Comune Tagliacozzo 9/06/2012 ATTO COSTITUTIVO STATUTO REGOLAMENTO INTERNO Documenti pubblici per web e stampa. ATTO COSTITUTIVO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE PROGETTO COMUNE

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008

BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008 BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008 Art. 1 Attivazione del Corso Presso la Scuola Superiore Sant'Anna di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO A FAVORE DI ENTI, ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI CHE ATTUANO INIZIATIVE DI INTERESSE LOCALE E PER L ADESIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO A FAVORE DI ENTI, ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI CHE ATTUANO INIZIATIVE DI INTERESSE LOCALE E PER L ADESIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO A FAVORE DI ENTI, ASSOCIAZIONI, FONDAZIONI CHE ATTUANO INIZIATIVE DI INTERESSE LOCALE E PER L ADESIONE DELLA PROVINCIA A COMITATI D ONORE Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

Relazioni all Assemblea del 30 aprile 2013. Nomina Collegio Sindacale

Relazioni all Assemblea del 30 aprile 2013. Nomina Collegio Sindacale Relazioni all Assemblea del 30 aprile 2013 Nomina Collegio Sindacale Collegio Sindacale nomina dei componenti effettivi e supplenti; nomina del Presidente; determinazione dei compensi dei componenti. Signori

Dettagli

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA DI RAPPRESENTANZA ISTITUZIONALE DEL SINDACO E DELLA GIUNTA DEL COMUNE DI FIRENZE

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA DI RAPPRESENTANZA ISTITUZIONALE DEL SINDACO E DELLA GIUNTA DEL COMUNE DI FIRENZE DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA DI RAPPRESENTANZA ISTITUZIONALE DEL SINDACO E DELLA GIUNTA DEL COMUNE DI FIRENZE 1 SOMMARIO Capo I Finalità e ambiti di applicazione Art. 1 Oggetto del Disciplinare Capo II

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CONFERENZA DEI COLLEGI UNIVERSITARI DI MERITO

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CONFERENZA DEI COLLEGI UNIVERSITARI DI MERITO STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CONFERENZA DEI COLLEGI UNIVERSITARI DI MERITO Art. 1 Denominazione, sede e durata È costituita ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile, l Associazione denominata

Dettagli

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo Art.1 Oggetto del bando Il Bando 2013 del CSV Napoli Programm Azioni Sociali è volto al sostegno della progettazione sociale delle Organizzazioni di Volontariato, di seguito OdV, della provincia di Napoli.

Dettagli

Assemblea ordinaria dei Soci

Assemblea ordinaria dei Soci Assemblea ordinaria dei Soci 11 aprile 2014 1^ convocazione 12 aprile 2014 2^ convocazione RELAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO 1 ORDINE DEL GIORNO PARTE ORDINARIA 1. Nomina,

Dettagli

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto REGOLAMENTO DELL A.R.I. ASSOCIAZIONE RESTAURATORI D ITALIA Approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 16-02-2015. Articolo 1 Il presente Regolamento Interno, redatto dal Consiglio Direttivo ai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3387 del 02/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3387 del 02/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano DR/2015/3387 del 02/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II TITOLO I ART.

Dettagli

COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI

COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI Pagina 2 di 6 1. PROFILO E COMPETENZE 1.1. PROFILO 1.2. COMPETENZE Il Coordinatore della sicurezza nei cantieri, temporanei o mobili, in fase di Progettazione CSP ed in fase di Esecuzione CSE (di seguito

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Criteri per la concessione da parte del Dipartimento della Protezione Civile dei contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile nel triennio

Dettagli

REGOLAMENTO SPIN-OFF. (emanato con Decreto Rettorale n.632/2015 in data 21 dicembre 2015) in vigore dal 23 dicembre 2015 INDICE

REGOLAMENTO SPIN-OFF. (emanato con Decreto Rettorale n.632/2015 in data 21 dicembre 2015) in vigore dal 23 dicembre 2015 INDICE REGOLAMENTO SPIN-OFF (emanato con Decreto Rettorale n.632/2015 in data 21 dicembre 2015) in vigore dal 23 dicembre 2015 INDICE Articolo 1 Principi generali Articolo 2 Definizioni Articolo 3 Soggetti e

Dettagli

BIALETTI INDUSTRIE SPA. sul punto 4. All ordine del giorno relativo a:

BIALETTI INDUSTRIE SPA. sul punto 4. All ordine del giorno relativo a: BIALETTI INDUSTRIE SPA ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 30 GIUGNO 2011 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI E PROPOSTA MOTIVATA DEL COLLEGIO SINDACALE sul punto 4. All ordine del giorno relativo a:

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL PROCEDIMENTO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL PROCEDIMENTO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL PROCEDIMENTO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE L anno, il giorno.. del mese di presso la sede del Circondario

Dettagli

LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea

LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea ordinaria dell Ordine degli ingegneri di Trieste Trieste,

Dettagli

Comune di Monteprandone. Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi e vantaggi economici ad Enti, Associazioni ed Istituzioni

Comune di Monteprandone. Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi e vantaggi economici ad Enti, Associazioni ed Istituzioni Comune di Monteprandone Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi e vantaggi economici ad Enti, Associazioni ed Istituzioni Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 5 del 16.02.2013

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO ESTERNO DI DOCENTE ESPERTO DI FOTOGRAFIA E FOTORITOCCO PER CORSI CULTURALI ANNO 2012

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO ESTERNO DI DOCENTE ESPERTO DI FOTOGRAFIA E FOTORITOCCO PER CORSI CULTURALI ANNO 2012 COMUNE DI MOZZANICA Provincia di Bergamo Piazza Locatelli n. 5 24050 MOZZANICA - Tel. 0363/324811 fax 0363 828122 Posta elettronica- info@comune.mozzanica.bg.it codice fiscale e partita IVA n. 00307380162

Dettagli

REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO Associazione di Promozione Sociale:.

REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO Associazione di Promozione Sociale:. REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO Associazione di Promozione Sociale:. Al fine di chiarire l applicazione amministrativa dello Statuto vigente ed in ossequio allo stesso ed alle norme vigenti, nella seduta del

Dettagli

Manuale per la gestione del finanziamento di attività formative autogestite da parte degli studenti

Manuale per la gestione del finanziamento di attività formative autogestite da parte degli studenti UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Manuale per la gestione del finanziamento di attività formative autogestite da parte degli studenti 1 Attività formative autogestite 1. L Università di Genova promuove

Dettagli

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI Regolamento Regolamento del Comitato Controllo e Rischi Data approvazione: 16/01/2007 Ultima modifica: 08/11/2012 Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

Dettagli

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato Il giorno, alle ore, nel Comune di Via n. con la presente scrittura privata si sono riuniti i sig.ri (1): per costituire l organizzazione

Dettagli

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI

STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI TITOLO I STATUTO DEL GRUPPO AZIENDALE AGENTI DELLA COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Articolo 1- Costituzione, Sede e Durata E costituito il Gruppo Aziendale Agenti

Dettagli

STATUTO DEL COMITATO GENITORI

STATUTO DEL COMITATO GENITORI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CRISTOFORO MARZOLI SEZIONI ASSOCIATE: I.T.I.S. C. MARZOLI E LICEO SCIENTIFICO G. GALILEI PALAZZOLO SULL'OGLIO (BS) STATUTO DEL COMITATO GENITORI (PROPOSTA REV. 1.2) STATUTO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ACCADEMIA ITALIANA SHIATSU DO SEDE DI GALLARATE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ACCADEMIA ITALIANA SHIATSU DO SEDE DI GALLARATE 1 1) Costituzione E costituita con sede in Gallarate, in Via Torino N 8, l associazione di promozione sociale denominata, ai sensi della Legge 383/2000 e successive modifiche nonché nel rispetto degli

Dettagli

Regolamento dell Accademia Nazionale di Formazione della Croce Rossa Italiana

Regolamento dell Accademia Nazionale di Formazione della Croce Rossa Italiana Regolamento dell Accademia Nazionale di Formazione della Croce Rossa Italiana Premessa La Croce Rossa Italiana riconosce nella formazione continua e permanente dei propri Soci il valore aggiunto dell'associazione.

Dettagli

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 Art. 1 Sede (Art. 1 dello Statuto) La Sede può essere trasferita su delibera dell Assemblea Straordinaria. Quando ricorra motivo

Dettagli

Corso di Coaching. Per apprendere il metodo del Coaching

Corso di Coaching. Per apprendere il metodo del Coaching Corso di Coaching Per apprendere il metodo del Coaching La Scuola INCOACHING è riconosciuta dall Associazione Italiana Coach Professionisti. La Scuola INCOACHING organizza tutto l anno corsi di coaching

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 320/L DEL 6 MAGGIO 2015

COMUNICATO UFFICIALE N. 320/L DEL 6 MAGGIO 2015 COMUNICATO UFFICIALE N. 320/L DEL 6 MAGGIO 2015 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 320/569 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 245/A della F.I.G.C., pubblicato in data

Dettagli

Investiamo per il vostro futuro

Investiamo per il vostro futuro I.I.S.S. F.sco D Aguirre Salemi Repubblica Italiana Investiamo per il vostro futuro Circolare n 346 /A22 Ai Sigg. Docenti dell Istituto Loro Sedi Oggetto: Circolare per reclutamento docenti interni per

Dettagli

AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO Villa Rey Strada Val San Martino 27 10131 TORINO COMMISSIONE CLUB

AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO Villa Rey Strada Val San Martino 27 10131 TORINO COMMISSIONE CLUB AUTOMOTOCLUB STORICO ITALIANO Villa Rey Strada Val San Martino 27 10131 TORINO COMMISSIONE CLUB REGOLAMENTO Su delibera del C.F. è istituita, ai sensi dell'art. 16 del vigente Statuto, la Commissione Club

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE.

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero per i Beni e le Attività Culturali IL SEGRETARIO GENERALE VISTO il D.Lgs. 20 ottobre 1998, n.368 e successive modificazioni, concernente l istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA VELA RICONOSCIMENTO ENTI AGGREGATI NORMATIVA 2016

FEDERAZIONE ITALIANA VELA RICONOSCIMENTO ENTI AGGREGATI NORMATIVA 2016 FEDERAZIONE ITALIANA VELA RICONOSCIMENTO ENTI AGGREGATI NORMATIVA 2016 Sommario: normativa per il riconoscimento di Enti Aggregati diversi dalle Associazioni di Classe primo riconoscimento 3 rinnovo riconoscimento

Dettagli

MONTE TITOLI. 3.4 Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari

MONTE TITOLI. 3.4 Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari MONTE TITOLI ISTRUZIONI AL SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA PER INTERMEDIARI ED EMITTENTI STRUMENTI FINANZIARI GESTITI DA MONTE TITOLI DIRETTAMENTE OPERAZIONI DEL SERVIZIO Omissis 3.4 Assemblee e Identificazione

Dettagli

Assemblea Ordinaria 8 e 11 maggio 2015 (I e II conv.)

Assemblea Ordinaria 8 e 11 maggio 2015 (I e II conv.) FINMECCANICA - Società per azioni Sede in Roma, Piazza Monte Grappa n. 4 finmeccanica@pec.finmeccanica.com Capitale sociale euro 2.543.861.738,00 i.v. Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale n.

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE ISTRUTTORI RALLY-OBEDIENCE

PERCORSO DI FORMAZIONE ISTRUTTORI RALLY-OBEDIENCE PERCORSO DI FORMAZIONE ISTRUTTORI RALLY-OBEDIENCE Aggiornato Marzo 2015 CORSO DI FORMAZIONE ISTRUTTORI 1 LIVELLO Formare istruttori in grado di preparare binomi che possano affrontare le gare di tutte

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell articolo 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera 17221 del 12 marzo 2010, e successive

Dettagli

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell art.

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE DI ISCRIZIONE PER LA PREDISPOSIZIONE DI UN ALBO FORNITORI

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE DI ISCRIZIONE PER LA PREDISPOSIZIONE DI UN ALBO FORNITORI Regione Siciliana Piano straordinario per il lavoro in Sicilia: opportunità giovani Priorità 3: Formazione giovani Regione Siciliana AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE DI ISCRIZIONE PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it STATUTO TITOLO I: COSTITUZIONE, DURATA, FINALITA. E costituita la ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.

ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it STATUTO TITOLO I: COSTITUZIONE, DURATA, FINALITA. E costituita la ASSOCIAZIONE CulturaCattolica. ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it STATUTO TITOLO I: COSTITUZIONE, DURATA, FINALITA Art. 1: COSTITUZIONE. E costituita la ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it Art. 2: DURATA DELL ASSOCIAZIONE. L Associazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi e didattici del Corso di laurea in Ingegneria Informatica (classe L-8), in conformità alla normativa vigente in

Dettagli

CONFERENZA PERMANENTE DELLE CLASSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PRESIDENTE PROF. LUIGI FRATI SEGRETARIO GENERALE PROF.

CONFERENZA PERMANENTE DELLE CLASSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PRESIDENTE PROF. LUIGI FRATI SEGRETARIO GENERALE PROF. CONFERENZA PERMANENTE DELLE CLASSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PRESIDENTE PROF. LUIGI FRATI SEGRETARIO GENERALE PROF. Alvisa Palese MOZIONE del 13 settembre 2013 Oggetto: Direttore delle attività

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PREMESSA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PREMESSA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali al

Dettagli

a.s. 2013-2014 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA PALESTRA SCOLASTICA (approvazione Consiglio d Istituto in data 27 giugno 2013)

a.s. 2013-2014 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA PALESTRA SCOLASTICA (approvazione Consiglio d Istituto in data 27 giugno 2013) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON MILANI Viale delle Regioni, 62 70132 - Bari Telefono 080-5371951 Fax 080-5375520 e_mail: baic812002@istruzione.it - c.f. 93403070720 PEC baic812002@pec.istruzione.it www.donmilanibari.it

Dettagli

AVVISO AGLI AZIONISTI DI NAVALE ASSICURAZIONI S.p.A.

AVVISO AGLI AZIONISTI DI NAVALE ASSICURAZIONI S.p.A. AVVISO AGLI AZIONISTI DI NAVALE ASSICURAZIONI S.p.A. Modalità e termini di esercizio del diritto di recesso ai sensi dell art. 2437 e seguenti del codice civile e di esercizio del diritto di vendita ai

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

cap. 73059 Provincia di Lecce

cap. 73059 Provincia di Lecce C o m u n e d i U g e n t o cap. 73059 Provincia di Lecce tel. (0833) 555091 - fax (0833) 556496 www.comune.ugento.le.it EROGAZIONE Dl RIMBORSI SPESE PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO Dl MANUFATTI CONTENENTI

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA ANSALDO STS S.P.A. SEDE LEGALE IN GENOVA, VIA PAOLO MANTOVANI 3 5 CAPITALE SOCIALE EURO 100.000.000,00 INTERAMENTE SOTTOSCRITTO E VERSATO NUMERO DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI GENOVA E CF

Dettagli

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa

Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Piaggio & C. S.p.A. Relazione Illustrativa Autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell art.

Dettagli

CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Nona Edizione

CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Nona Edizione FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Settore Tecnico CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Nona Edizione Stagione Sportiva 2011/2012 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando contiene le norme di ammissione

Dettagli

ACAM Ambiente S.p.A.

ACAM Ambiente S.p.A. ACAM Ambiente S.p.A. Modello di organizzazione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 Impiego di cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Approvato con determinazione A.U. del 23.12.2014 1/10 Sommario

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE Istituzione e insediamento Art. 1 Istituzione La Consulta per le politiche giovanili è istituita dal Comune di Floridia con deliberazione

Dettagli

SERVIZIO CONTRATTI E CENTRALE ACQUISTI

SERVIZIO CONTRATTI E CENTRALE ACQUISTI Allegato parte integrante determina approvazione del bando Categoria merceologica MACCHINE UTENSILI E UTENSILERIA VARIA SERVIZIO CONTRATTI E CENTRALE ACQUISTI BANDO PER L ABILITAZIONE AL MERCATO ELETTRONICO

Dettagli

Assemblea degli Azionisti. Relazioni e proposte all ordine del giorno

Assemblea degli Azionisti. Relazioni e proposte all ordine del giorno Assemblea degli Azionisti Relazioni e proposte all ordine del giorno 17 aprile 2009 CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea ordinaria in Castelvetro di Modena,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento di attività

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Concorso di idee 2012: La città che vorrei. Regolamento

Concorso di idee 2012: La città che vorrei. Regolamento Protagonismo Giovanile: il territorio tra innovazione e creatività Concorso di idee 2012: La città che vorrei Regolamento 1. Premessa Il presente concorso rientra nell ambito delle iniziative legate alla

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO ISTITUTO SUPERIORE DI SCIENZE RELIGIOSE DI PRIMO CICLO S. AGOSTINO PAVIA - VIGEVANO 27100 PAVIA - Via J. Menocchio, 26 tel. 0382/24322 fax 0382/22892 ESTRATTO DEL REGOLAMENTO Estratto del Regolamento attuato

Dettagli

CORSO ALLENATORI UEFA B VARESE - COMO 2013 ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLENATORI DI CALCIO A.I.A.C. IL PRESIDENTE NAZIONALE. ORGANI dell A.I.A.C.

CORSO ALLENATORI UEFA B VARESE - COMO 2013 ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLENATORI DI CALCIO A.I.A.C. IL PRESIDENTE NAZIONALE. ORGANI dell A.I.A.C. CORSO ALLENATORI UEFA B VARESE - COMO 2013 ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLENATORI DI CALCIO A. I. A. C. Sede Nazionale c/o Settore Tecnico di Coverciano Firenze PRE_AIAC_UEFA B_ VA_CO 1 PRE_AIAC_UEFA B_ VA_CO

Dettagli

Scuola di specializzazione in Group e Team Coaching

Scuola di specializzazione in Group e Team Coaching Scuola di specializzazione in Group e Team Coaching www.ladecade.it La scuola di specializzazione de La Decade, si caratterizza come percorso formativo specialistico. L obiettivo formare alla pratica del

Dettagli

I I concorso fotografico ANMDO

I I concorso fotografico ANMDO I I concorso fotografico ANMDO 40 Congresso Nazionale ANMDO Ripensare la Sanità: ruoli strategici e responsabilità 2 concorso fotografico ANMDO SOGGETTO PROMOTORE: ANMDO Associazione Nazionale Medici di

Dettagli

STATUTO DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI DI VILLA GUARDIA

STATUTO DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI DI VILLA GUARDIA STATUTO DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI DI VILLA GUARDIA TITOLO 1 DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1 È costituita ai sensi degli art. 36 e segg. del C.C. l Associazione INCONTRO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE,

Dettagli

STATUTO PARLAMENTO EUROPEO GIOVANI

STATUTO PARLAMENTO EUROPEO GIOVANI STATUTO PARLAMENTO EUROPEO GIOVANI ARTICOLO 1 - PRINCIPI COSTITUIVI 1.1 È costituita l Associazione di promozione sociale denominata Parlamento Europeo Giovani, di seguito chiamata per brevità Associazione.

Dettagli