MINISTERO DELLA DIFESA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINISTERO DELLA DIFESA"

Transcript

1 MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSON ALE MILITARE IIIREPARTO Viale dell'esercito n 186 Prot n M_D GMIL Cod class: (CIRC) (citare interamente nella risposta) All 2 PDC: CollAmm tel 5/0771 ZAULI OGGETTO: autorizzazione a fregiarsi di onorificenze conferite a cittadini italiani da Stati esteri 0 da ordini cavallereschi II non nazionali" SegcircnM_D GMIL III Codclass: (CIRC) in data 10 ottobre 2008 /\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\ ; 1 II cerimoniale diplomatico della Repubblica presso il Ministero degli a fari esteri ha espresso doghanze in merito alla ricezione di numerose richieste di autorizzazione a fregiarsi di onorificenze/ decorazioni conferite da Stati esteri ordini equestri indipendenti ordini "non nazionali" Ie quali non rientrando nel regime II autorizzativo" disposto dalla legge 3 marzo 1951 n178 devono essere respinte 2 Al fine di consentire al personale di operare una maggiore selettivita nella richiesta di autorizzazione a fregiarsi delle onorificenze in genere si trasmette in allegato B copia della scheda pervenuta dal citato cerimoniale diplomatico relativa ai criteri di classificazione degli ordini onorificenze e decorazioni internazionali civili e militari formulata sulla base di quanta disposto dalla predetta legge n 178/51 3 Alla luce delle recenti precisazioni fornite dal Ministero degli a fari esteri e con esclusivo riguardo allo Stemma di Skanderberg e Distintivo dell' Aquila d' oro della Repubblica di Albania a parziale modifica della circolare cui si fa seguito si comunica che per conseguire l' autorizzazione a fregiarsi di detta decorazione dovra pervenire alla scrivente: - domanda dell'interessato in carta semplice indirizzata al Ministero della difesa - III Reparto -10/\ Divisione Ricompense e Onorificenze - 3/\ Sezione - Viale dell'esercito n Roma; - copia autenticata in carta semplice del diploma di conferimento 4 Si invitano gli Enti in indirizzo a voler dare massima diffusione di quanta precede ai Comandi dipendenti

2 All A al fn M_D GMIL III 10 4/ (CIRC) del 30 aprile 2009 A: SEGRET ARIA TO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Ufficio per gli affari militari PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRl Ufficio del Consigliere militare MINISTERO DELLA DIFESA Gabinetto del Ministro SEGRETERIA PARTICOLARE DEI SOTTOSEGRETARI DI STATO ALLA DIFESA STATO MAGGIORE DELLA DIFESA STATO MAGGIORE DELL'ESERCITO STATO MAGGIORE DELLA MARINA STATO MAGGIORE DELL' AERONAUTICA GENERALE DELL' ARMA DEI CARABINIERI SEGRET ARIA TO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARl FINANZIARI UFFICIO CENTRALE PER LE ISPEZIONI AMMINISTRATIVE DIREZIONE GENERALE PER IL PERSON ALE CIVILE DIREZIONE GENERALE DELLE PENSIONI MILITARI DEL COLLOCAMENTO AL LAVORO DEI VOLONT ARI CONGEDATI E DELLA LEVA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRl DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI NA VALI DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI AERONAUTICI DIREZIONE GENERALE DELLE TELECOMUNICAZIONI DELL' INFORMATICA E DELLE TECNOLOGIE AVANZATE ROM A DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI DIREZIONE GENERALE DEI LAVORl E DEL DEMANIO DIREZIONE GENERALE DELLA SANIT A' MILITARE COMAN DO OPERATIVO DI VERTICE INTERFORZE DELLE FORZE OPERATIVE TERRESTRI VERONA IN CAPO DELLA SQUADRA NAVALE SQUADRA AEREA COMAN DO OPERATIVO DELLE FORZE AEREE POGGIO RENATICO (FE) GENERALE DEL CORPO DELLE CAPIT ANERlE DI PORTO CONSIGLIO SUPERIORE DELLE FORZE ARMATE ROM A ORDINARIATO MILITARE PER L'ITALIA CENTRO ALTI STUDI PER LA DIFESA j

3 -2- COMAN DO DELLE SCUOLE DELL'ESERCITO ISPETTORATO SCUOLE DELLA MARINA MILITARE DELLE SCUOLE DELL' ARMA DEI CARABINIERI LOGISTICO DELL'ESERCITO ISPETTORATO PER LE INFRASTRUTTURE DELL'ESERCITO UFFICIO GENERALE DEL PERSONALE DELLA MARINA MILITARE ISPETTORATO DI SUPPORTO NAV ALE LOGISTICO E DEI FARI ROM A ISPETTORATO DI SANITA' DELLA MARINA MILITARE LOGISTICO DELL' AERONAUTICA MILITARE DIREZIONE PER L'IMPIEGO DEL PERSONALE MILITARE DELL' AERONAUTICA UFFICIO DEL GENERALE DEL RUOLO DELLE ARM I DELL' ARMA AERONAUTIC A UFFICIO DEL CAPO DEL CORPO DEL GENIO AERONAUTICO UFFICIO DEL CAPO DEL CORPO DI COMMISSARIATO AERONAUTICO UFFICIO DEL CAPO DEL CORPO SANIT ARIO AERONAUTICO MILITARE PER IL TERRITORIO FIRENZE COMMISSARIATO GENERALE PER LE ONORANZE AI CADUTI IN GUERRP ROM A COM AN DO CORPO DI ARMATA DI REAZIONE RAPID A SOLBIATE OLONA (VA) VITTORIO VENETO (TV) SAN GIORGIO A CREMANO (NA) TRUPPE ALPINE DEI SUPPORTI DELLE FORZE OPERATIVE TERRESTRI TRASMISSIONI E INFORMAZIONI DELL'ESERCITO COMAN DO REGIONE MILITARE NORD REGIONE MILITARE CENTRO REGIONE MILITARE SUD MILITARE AUTONOMO DELLA SARDEGNA COMAN DO IN CAPO DEL DIPARTIMENTO MILITARE MARITTIMO DELL' ALTO TIRRENO IN CAPO DEL DIPARTIMENTO MILITARE MARITTIMO DELL' ADRIATICO IN CAPO DEL DIPARTIMENTO MILIT ARE MARITTIMO DELLO IONIO E DEL CANALE D'OTRANTO COMAN DO MILITARE MARITTIMO AUTONOMO IN SARDEGNA BOLZANO TREVISO ANZIO TORINO PALERMO CAGLIARI LASPEZIA

4 - 3- COMAN DO MILITARE MARITTIMO AUTONOMO IN SICILIA COMAN DO MILITARE MARITTIMO AUTONOMO DELLA CAPIT ALE 1/\ REGlONE AEREA SCUOLE DELL' AERONAUTICA MILITARE/3/\ REGIONE AEREA INTERREGIONALE CARABINIERI "PASTRENGO" INTERREGIONALE CARABINIERI "VITTORIO VENETQl' INTERREGIONALE CARABINIERI "PODGORA" INTERREGIONALE CARABINIERI "OGADEN" INTERREGIONALE CARABINIER{ "CULQUALBER" COMAN DO UNIT A' MOBILI E SPECIALIZZATE CARABINIERI RAGGRUPP AMENTO UNIT A' DIFESA CONSIGLIO DELLA MAGISTRA TURA MILITARE PROCURA GENERALE MILITARE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE lip ALIDOROil AUGUSTA (SR) MILANO BARI MILANO PADOVA NAPOLI MESSINA CORTE MILITARE DI APPELLO PROCURA GENERALE MILITARE DELLA REPUBBLICA PRESSO LA CORTE MILITARE DI APPELLO TRIBUNALE MILITARE PROCURA MILITARE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE MILITARE TRIBUNALE MILITARE DI SORVEGLIANZA VERONA - - NAPOLI VERONA - - NAPOLI SEGRETERIA DEL DIRETTORE GENERALE SEGRETERIA DEL VICE DIRETTORE GENERALE (Gen DA DOMINI) SEGRETERIA DEL VICE DIRETTORE GENERALE (Amm Div TALARICO) SEGRETERIA DEL VICE DIRETTORE GENERALE (Dirg Dott GIOJA) SEGRETERIA DEL CAPO UFFICIO DEL DIRETTORE GENERALE UFFICIO COORDINAMENTO GIURIDICO E AMMINISTRATIVO IREPARTO IIREPARTO IVREPARTO VREPARTO VIREPARTO estensione di copia: 9/\ Divisione

5 All B a1 fn: M_D GMIL III 104/ (CIRC) del 30 aprile 2009 ~ '1vtinistero 'deg Ei}IJian CEsten Cetimoniafe cdipfomatico tfeffa CJ(epu6ELUa CRITERI DI (L4S SIFICAZIOiVE DEGLI ORDINI ONORIFICENZE EDECORAZIONI ISTERiY4ZIOfYALI ClviLI E 1J1LITARI IN FUNZIONE DEL REGIAJEAUTORIZZ4TIVO A FREGIARSI DISPOSTO DALLA LEGGE N178 DEL 3 iharzo 1951 ~ L'introduzionei1el nostro ordinamento del "regime \autorizzati\:o" disposto dalla legge 178/51 teso a Iinlitare a regolamentare il conferimento e ruso delleonorificenze di Stati esteri e -' degli ordini cavallereschi "lion nazionalj" nel no~tro Paese ha reso necessaria per il Cerimoniale' Diplomatico delia Repubblica I'adozione di alcuni criteri generali per stabilire quali categorie di distinzioni siano effettivamente soggette air autorizzazione quali non rientrino nel suddetto regime e qllali si consideri i\lvecedel tutto inopportuno autorizzare lil tale conresto tentndo presente la grande varieta di decorazioni esisiente nel panorama l11ondiale e qui!ndi apparsc opportuno effettuareullagenerale suddivisione delle distinzioni Civili e mijitaripllbbiic3mente utilizzabili in due principali tipologie: i "Titoli Onol'ifici" ed i "Segni Distintivi" considerandosoggetti ad alltorizzazione i ptimi eo esenti i secolldi ' Una lerza categoria im ece riguarda Ie '~Onorificenze e Distinzioni non Autoriz;zabili" ossia qlielle decorazion i per lequali - sia per la fonteessenzialmente privatistica 'da cui promanano che per Ie final ita che si propongol1o -: non si ritiene opportuno consentire il pubblico fregio nel n05tro Paese Ognllna di que?te c1tegorie a sua volta 'comprende s\:ariate tipologie di distinzioni delle quali - t~nendoanche presente il perdurare di talune incertezze e diversita interpretative tra' Ie Al11l11inistrazioni pubbliche direttamente interessate - si ritiene utile fornire un sintetico riepilogo di riferil11ento ' '1 'In questa categoria_ che si ritiene corrisponda in 1110d~specifico a quella indicata dalla legge 178/5 I' e che quindi ricomprende quelle distinzioni ol1orifiche per il pubblico uso delle quali e necessario I"ottenimento di una autorizza2:ione a fregiarsi da parte dello Statol si fanno rientrare tutti gli' ol'dini c:lvallerrschi esteri o non nazionali nonche alcune delle piu importahti' onor-ificellze e distinzioni nazionali di ciascun Paese la 'cui sovranita sia riconosciuta dajritalia ' Sona ovyijmente soggetti ad autorizzazione solo quei titoli onorifici che prevedono I"esposizione sul1a' persona di insegne e simboli distintivi che identifichino chiaramente I"appartenenza del soggett~) all'istituzione coriferente (croci placche collari decorazioni mantelli e unifonni cavalleresche spille e distinti\'i ecc) I In proposilo si ricorda qllantodisposto dairart 7 delia Icgge 178/51: "I cittadini non possono lisarc nel territorio n:ll:iona!c delia Rcplibblica onoriticcnzc 0 distinzion(cayal!crcschc loroconfcritc in Onlini non n:lzionali 0 da Stati Estcri sc non sono <llllorizzaticon decretqdel Presidente delia Repubblica souproposta del Ministro degli Affarl I:sterl" t rart 2 delia lcggc IJ I i del <)1) I hapoi trasfcrito Ia competcrlza perteniissione dci decreti di autorizz<lzione diret Iamcntc al ~Iinisrro dcgli ESlcri)

6 Non _vengonoquindi presi in considerazione tutti quei titoli onorari di merito di con corso acca<;lemici ecc che comportino I'assegnazione al destinatario di premi trofei targhe coppe diplomi 0 medaglie non portative dei quali non e previsto il fregio sulla persona (quali ad esempio il confer:-imento di cittaclinanze onorarie 0 alti riconoscimenti onorifici governativio accademicif Per maggiore praticitil gli ordini cavallereschi categorieprincipali: possono essere suddivisi nelle seguenti a) Ordini semi-indipendentiriconosciuti di internllvoiwle origine e!jliesfre indipemlenti 0 a tre lil'elto In questa categoria delia quale fanno parte un ristretto numero di istituzioni cavalleresche dalle secolari tradizioni storiche~ rientrano innanzitutto Ie onorificenze ele distinzioni concesse dal Sm'rlll1o luilitare Online di A-1alta SMOAl che godelldo in Italia di un formale riconoscimento non neeessitano di alcunaautorizzazione a fregiarsi Vengono altresi consideniti autorizzabili!'ordine ljuestre del \: Sepolcro di (JeruslIlemme (di sub-collazione del Vatieano) I'emissione dei cui deereti e c~rata dalla Presidenza del Consiglio ed il \'acro ~filita"'e Ordine (~stantilliano {Ii S Giorgio per entrambe i rami fanco'iiapoletanoe spagnolo (eonsiderabile per eerti aspetti come un oraine semi-indipendente e per altri come un ordine dinastieo) i cui decreti sono invece emessidal MAE Non vengono invece considerate autorizzabili Ie onorificenze concesse daw OnLine Teutollico di S Maria di Gerusale11ll11e (con sede in Vienna) il quale benche posta satto la protezione delia Santa Sede presenta ormai una natura prettamente canonica In questa categoria -' Iimitatamenteal solo contesto preunltario' italiano - vengono attualmente eonsiderati autorizzabili all'uso nel territorio nazionale i'l Sacro Angelico Imperiale Online co\ umtiniano di S Giorgio ed il Real Online al Merito solto il Titolo l1i S Lodol'ico (Borborie 'Parma) I' fl1~iglle Real Online di S Gennaro ed il gia citato Sacro Militare Online Costantiniallo di S Giorgio (Borbone Due Sieilie entrambi i rami) l'ordine di S Stefano Papa e lhartire e )Ordine del merito tiotto if Titolo di S; Giuseppe (Asburgo Lorena Toscad) Ie cui autorizzazioni sono curate clal MAE Non autorizzabili per contro in virtu dei principi espressi dalla' legge 178/51 so no considerati gli ordini appartenuti al Regno d' halia ed a) patrimonio dinastico dei Savoia «()rdilll! S'uprelJlo delia SS AnnUNziata Ordine dei S<)'A1alfrizio e Lazzaro e Ordille delia Corona d'l/alia ivi indusi per analogi a di origini anche I'()rcline Cil'iledi Sal'orel ed il piu recente Ordine al Jv1eritoCil'ile di <)'al'oia)''' Come gia accennato non si ritiene inoltre opportuno allargare I'autorizzabilita al fregio nel territorio italiano a quelle istituzioni cavalleresche non nazionali che pur risultartdo Iegittimate da un punto di vista dinastico;cavalleresco nei rispettivi Paesi di origine nonpr~sentinopero alcuna radice 0 collegamento storico con I'ltalia (come ad esempio I'Ordine di NS di Villal'iciosa del : A titolo di cselllpio: POSSOllOesscre qui ricordali il h'c'liliu \:uhel 0 la \fedaglia d'()ro del Congresso pren~donopcr i destinalari l'assegnazione di Spccifiche decol<vioni da indossare sulla persona cc:lche Confrontare in talc ambilo il parcre elllesso il H scllembre 2007 dalla --Colllmissiolle di Studio C AggiorTIalllcnto' sulle OIlOlificCll/C delia Repllbblica" islilllila prcsso' la Presiden/a dcl Consiglio in relazione alia non aut'ori77abilil3 delle onorificcn/c dcli'()n!i/w al\lerill) C'i-ile di nfoio ~~

7 POl1oga!lo!(Ju/illi'di IJullilu J del Montenegro I' ()rdilli' (jrdi/~' 1ile::1 /«('//d de1l'ungheria ed altri{ ~ del /)f"(i!!(}jll! di AIIIJ([11l del Vietnam r < Queste onorificenze n~i diversi ambiti di assegnazione onorifica 0 meritocratica rappresentano il nucleo priricipale e di maggior prestig:io nel quadro dei si$temi premiali nazionali dei rispettivi Paesi J;" In questa categoria oltre agli ordini di merito gene-ico come ad esempio I' Ordill<! del/a legiojl d'o!iore delia R-epubblica Francese~!'()rJille dell'!mpero HrilGJlilico del Regno Unito 0 r ()~'di/le delia Stelill Polare del Regno disvezia rientrano anche i cosiddetti ~'ordini specializzati" destinati al riconoscimento di particolari meriti e servizi conseguiti in specifici cam'pi di atti\:ita come i \fari (Jr(fiJli cd Afl!rilo llli/ilare Nal'Ole 0 Al!I"Ol1alllico c6stit~iti in diversi Paesi del panorama mondiak 0 r (J(dine JC!//a Arli e delle lelll!l"e e rordine al A1erilo Aghco!o delia Repubblica Frallcese' oppure!'ordin{' ddla ('orona Sacra del Giappbne (riservato unicamente aile dame) Nel contesto delle istituzioni onorifiche statlialisi considerano autorizzabili tutti gli ordini concessi da un Capo di Stato 0 da membri del Governo a titolo nazionale fo federale nel caso di paesi' formati da pili Stati) che compol'1ino I'attribuzione di un titolo cavalleresco Tali istituzioni normalmente suddivis'e in diverse classi di conferimento (ma possono anche essere eostituiti daun unieogrado) devonoqqindi rappresentare l'espressicme di un riconosdment~ a livello nazionale e non soltimto di una sua componente In linea di principio per contro non si eonsiderano autorizzabili quegli' ordini e quelle onorificenze che vengono assegnate a titolo regionale provincialeo comunale 0 coniunque in contesti di tipo de'centrato rispetto a quello nazionale essendo conferiti da Autorita' locali linicamente come espressione di un riconoscimento di entitaterritorjali circoscritte5 Nel grllppo dei titbli onoritici si fanno allche rientrare alcune alte onorificenze 0 distinzioni nazionali che per la particolare natura del loroconferimento e per l'elevata importanza e prestigio delia loro attribuzione si ~itllano tra j primi posti nell'ordine di precedenza dei sistemi premiali di ciascun Paese In questa categoria rientrano Ie Ricompense 31 Valol"e (sia nell'ambito civile che militare) e Ie OecorazionioCroci dimel"ito piu importanti concesse' per straordirlari contributi prestati eccezionali I"isultati conseguiti 0 speciali servizi resi alia Nazione nei vari campi di attivita civili 0 militari sia in teilipo di pace che di guert-a ' Tra queste distinzioni" per fare qualche esempio rientrano la /l4ejaille Mililaire delia Repubblica FranceselaA4ililmy Cross del Regno Unito 1a IJistinXlfished S'ervicC!('ro''-\' o'l~pillple Hearl dedi Stati Uniti Ie varie Croci al 1ct!ore 0 al!l4erilo di Guerra istituite in numerosi Paesi e assegnat; per la partecipazione a conflitti internazionali I-aCroce d'o!1ore delia BlIndeswher delia Repubblica Federale di Germania eee - : ("onfrontarc in tate ambito il parcrc clllessd dal Consiglio di St(1I0 il 29 ottobrc alltori//abilit;i delle Ollorifkcll/c dell" (Ji-f!II/(' di /)oni/o f del Montellegro ' J 20(lX 11 2~ n/(lk reiatiyo alia noil ; A tilolo di csclllpio lientrano in (Juesl'ullimo glllppo Ie onorifieell/c e Ie dislinzioni Tegionali assegnalc dai \'ari Uinclcr delia Rcpnbblica Fedcnile di GCIlll<lllia (Ba\icra Baden-Wurllctnbcrg Sassoilia ecc) 0 delia Rcpubblica Austriaea (Tirolo Sliria Voralbcrg cee>oppurc Ie onorificenze proyineiali e~liladesi (Onlario Quebec Nuo\"a Scozia ecc> lionche Ie dislill/ioni e i gradi onorari eonccssi'da a1cuni GO\ernalori degli Stati Unili (lrkal1s{ls hanf/cr \'('hros{;o Idll/irul!:('I1/U('\' ( 'o/o/lef eee!

8 i In questa categoria di distinzioni est ere - che'non si ritiene di far rientrare tra quelle indicate dalla legge ] 78/51 e che non sono quindi soggette ad autorizzazione' - sono ricomprese tutte Ie decol'azioni me(1agli'e e distintivi concessi per meriti diservizio 0 anzianita co~memonltive 0 di campagna di partecipazione a missioni di mantenimento delia pace ordine pubblico 0 proteziolle' civile (sia in patria che all'estero) di frequentazione di corsi formativi 0 di specializzazione di bl'evetti 0 meriti sportivi ecc" che vengono assegnate riormalmente da singole Autoritagovernative 0 da singoli comandi militari per specifiche benemerenze acquisite nel corso delperiodo di servizio e che non conferiscon~ alc"n titolo onorifico 0 cavalleresco Per talidecorazioni si ritiene opportuno :- per quanto riguarda coloro che indossano U1l'unitorme' (Forze Armate Forzedell'Orcli'ne e altri Corpi militarmente organizzati dello State» che la decisione di autorizzarne 0 meno ruso sull'uniforme e di concederne 0 meno la trascrizione sui foglio matricolare' venga demandata direttamente aile rispettive Amministrazioni di appal1enenza Tra queste decorazioni a titolo di esempio rientranq la A4eda~lia delia D(fesa Nazionale e Ie l\jedt7rlieconll11em(wative per la ex-jugoslavia 0 per I 'Af~hallistan delia Repubblica Fraricese i IJi</!J71ivi di SkanderheR e dell'aquila d'om delia Repubblica Albanese je varie distinzioni concesse dai Corpi di Polizia stranieri per operazioni di 'contrasto al narcotraffico 0 per frequentazione di speciali corsi e missioni all' estero Analogamente si fanno rientrare in questacategoria anche Ie varie decorazionie' medaglie di 'merito 0 benemerenza collegate ad ordini equestri 0 dinastici riconosciuticome Ie Medaglie di HeiJemerell=a del Sacro A4iliiare Ordine Costal11illiallO di S Gior~io Per tali decorazioni che' non compol1ano il conferimento di unainvestitura cavalleresca ma solo la concessio~edi un segno distintivo di merito I'autorizzazione al fregio per ii' personale militare viene d~mandata aile rispettive Amministrazioni di appartenenza '" In quest "ambito irloltre si ritieneopportuno far rientrare anche Ie decorazioni rilasciate da organismi internazionali riconosciuti come I'ONU la NATO: J'Unione EllfOpea 0 le'societil delia Croce Rossa istituite nei vari Paesi per Ie quali si rimanda pahmenti aile Amministrazioni di appart'enenza la decisione di autorizzarne la registrazione e ruso per i militari7' ' III LE ONORIFICENZE E DISTINZIONI NON AUTORIZZABILI Non si considerano ii1vece autorizzabili all'uso Ie distinzioni assegnate da enti non governativi ed organizzazioni private ditipo assistenziale oumanitario associazioni private di insigniti di ordini cavallereschi 0 associazioni di tipo reducistico 0 d'arma ex-combattentistico o di olloranze ai cadritil-: I\"i inclusi il Corpo delia Poh/ia Pcnitcnziaria la Guardia Forestale i Corpi di Polizia MWlicipale il Corpo dei Vigili dcl Fuoco il Corvo Militare delia Crocc Rossa i Corpi Vololl\ari delia Protezione Chile e tuttc Ie organiz7"<l7joni che nell' csplctamcnto dclle loro alli'itci indossano una di\'isa Tcncndo anche prcscntc quanto disposto dal --Rcgolamento per la disciplina dclle Uniformi" Maggiore delia Difesa appro\'ato dallo Stato ~ III qucslo gruppo ricnlrano ad escmpio 'Ie dislin/ioni C911CCSSC dair Associaziol1c delia Croce «}sterreichische clllrnr::e I"rel/::)che si occupa delia custodia dci cimiten di guerra in Austria :\'era -ll/strioca

9 Parimenti non si considerano autorizzabili all'uso gli ordini e ledistinzioni ecclesiastiche conferite da patria-cati e confratemite religiose di ogni CHItO ocoqfessione~ la cui validita rimane strettamente circoscritta air Autorita religiosa che Ie concede') In linea di principio non dovrebbero essere autorizzate neanche Ie distinzioni estere coilcesse da enti loeali e mmiicipali associazioni di categoria ordini professionali confederazioni sindacali accademie scientifiche artistiche 0 musicali federazioni sportive eee per ie quali si fa comunque riser~'a di \'alutarele richieste caso per caso Merita infine essere ricordato in tale contestoche non sono considerati in alcun modo autorizzabili al pubblico fregio tutti gli ordini e Ie distinzioni di origine pri~ata - di ispirazione equestre e 110n - eonferiti da istituzioni assoeiazioni ed organizzazioni di tipo storicoeavalleresco 0 dinastieo~nobiliare ehe non godano di un rieonoscimento a livello internaiionale (indipendentemente dal fatto che tali organizzazioni operino in-halia 0 all'estero-)10 La presente scheda si propone U11icamentedi fornire una traccia generale sui criteri da seguire per il rilascio delle autorizzazioni a tregiarsi nel territorio nazionale delle onorificenze non pertinenti alia StatQ italiano Delle linee guida <;:hederivate datla continua evoiuzione delia prassi' degli ultimi dec~nni e dal costante perseguimento interpretativo delia norniativa vigente possono comunque essere suscettibili - anche grazie Ii contributi e aile valutazioni delle altre Amministrazioni interess'ate - di integnizioni modifiche e miglioramenti~ ~ ~ " Non song O\'\iamcnlc inclusi in laic gmppo gli Ordini Equcslri delia Sanla Scdc (Online \uprel11odel Crislo Online dl'llo i)i'/"(jlld 'Urn Ordil1l'!)h1l1o (}rdinl' di Gregorio\ fagl10 coniine di <' S'ih'eslro) chc godoilo del fonnalc riconoscimenlo delia Rcpubblica Italiana e Ie cui auloriz:t<l/ioni al fregio \'cngono C111cssedalla Presidcnza del Consiglio 11 Si ricordachc in laic scuorc son6 nlllllcrosc Ic islilllzioni pscudo-c;l\'alicrcschc chc SClV<l aicun fondmnenlo giuridico ncalclill aggancio storico con i piu prcstigiosi Ordilli Eqllcslri riconosciuli ill atti\'ili nc imitano ladc;nominazionc c i ccrimoniali (collvarlicolarc rifcrimcnlo ai yari scdiccnli ordini di Malta~ Tcmplari TClllonici:-Costanliniani e ddsanlo Scpolcro)~ al finc di oltencrc in fond;lii pjiyi\cgi cd illccili guadagni allrmcrso rasscgnazione di in\'cslilurc C<l\allcrcschc ClilO/i nobiliarl pri"i di Oglli \:llidila -~:

Allegato A al f.n. M_D GMIL2 VDGM V 0215719 in data 31 luglio 2013 ELENCO INDIRIZZI

Allegato A al f.n. M_D GMIL2 VDGM V 0215719 in data 31 luglio 2013 ELENCO INDIRIZZI Allegato A al f.n. M_D GMIL2 VDGM V 0215719 in data 31 luglio 2013 ELENCO INDIRIZZI A SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Ufficio per gli affari militari PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M D GMIL IV 15 0348596 Roma 3 agosto 2009 PDC: Col. Giovanni SANTORELLI tel.: 5.0440 (06517050440)

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA Diramazione fino a livello di Comando di corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M_D GMIL II 5 1 2012 0248948 Roma, 4 giugno 2012

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA Diramazione fino a livello di Comando di Corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M_D GMIL1 II 5 1 0416819 All.: 1; ann.: //. Roma,

Dettagli

Allegato A ELENCO INDIRIZZI

Allegato A ELENCO INDIRIZZI Allegato A A ELENCO INDIRIZZI SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Ufficio per gli Affari Militari PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ufficio del Consigliere Militare MINISTERO DELLA

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA Diramazione fino a livello di Comando di corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 Prot. n. M_D GMIL1 II 5 1 0141265 Roma, 22 marzo 2012 All.:

Dettagli

loa Divisione Ricompense e Onorificenze - Viale dell'esercito, 186-00143 Roma (all. 2);

loa Divisione Ricompense e Onorificenze - Viale dell'esercito, 186-00143 Roma (all. 2); MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILIT ARE III Reparto loa Divisione Ricompense e Onorificenze Viale dell'esercito, 186 - (O!'~MQR.20DB Prot.n. MD GMIL III 10 40 izz33g Cod. Class.

Dettagli

INDIRIZZI IN ALLEGATO

INDIRIZZI IN ALLEGATO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DELLA PREVIDENZA MILITARE, DELLA LEVA E DEL COLLOCAMENTO AL LAVORO DEI VOLONTARI CONGEDATI Viale dell'esercito 186-00143 - Roma Prot. n M_D/GPREV/I/! A /1000/335/95

Dettagli

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO www.forzearmate.org www.sideweb.org - www.sideweb.it Portale privato di libera informazione indipendente-gratuita e servizi professionali dedicati per il personale dei Comparti Difesa e Sicurezza. Tutela

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Prot. n. DGPM/VI/19.000/A/45-109.000/I/15 Roma, 5 marzo 2002 OGGETTO:Erogazione del trattamento privilegiato provvisorio nella misura

Dettagli

INDIRIZZI IN AJ..LEGA TO. ~' devono essere rivalutate applicando il

INDIRIZZI IN AJ..LEGA TO. ~' devono essere rivalutate applicando il MINISTERO DIREZIONE GENERALE DELLE PENSIONI DE LA DIFESA ITARI DEL COLLOCAMENTO AL LAVORO DEI VOLONTARI CO GEDATI E DELLA LEVA Viale dell'esercito 186-00143 -Roma I -~- ~",;,, ~ ~, l "IG ';[il.l.",~, ~

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA I Reparto Personale Ufficio Condizione Militare

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA I Reparto Personale Ufficio Condizione Militare STATO MAGGIORE DELLA DIFESA I Reparto Personale Ufficio Condizione Militare Indirizzo Postale: Via XX Settembre, 11 00187 Roma Posta elettronica: stamadifesa@smd.difesa.it All.: //; Ann.: 2 PdC. Cap. RANUCCI

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI CERIMONIALE E DISCIPLINA DELLE PRECEDENZE TRA LE CARICHE PUBBLICHE (GIUGNO 2008)

DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI CERIMONIALE E DISCIPLINA DELLE PRECEDENZE TRA LE CARICHE PUBBLICHE (GIUGNO 2008) DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI CERIMONIALE E DISCIPLINA DELLE PRECEDENZE TRA LE CARICHE PUBBLICHE (GIUGNO 2008) TESTO COORDINATO Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14 aprile 2006 (G.U.

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE V Reparto - 14^ Divisione - 3^ Sezione (Statistica)

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE V Reparto - 14^ Divisione - 3^ Sezione (Statistica) URGENTISSIMO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE V Reparto - 14^ Divisione - 3^ Sezione (Statistica) Prot. 43/E-F5 Roma, 17/01/2008 OGGETTO: Il monitoraggio della spesa del

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA MINISTERO DELLA DIFESA Direzione Generale dei Lavori e del Demanio U.G.C.T. 2 Ufficio 1^ Sezione Prot. M_D/GGEN/05/20120 /21/104/10 Roma, 7 MARZO 2011 Allegati: 5 Oggetto: Tracciabilità dei flussi finanziari:

Dettagli

PROSPETTO DELLE UNIFORMI DA INDOSSARE NELLE VARIE CIRCOSTANZE

PROSPETTO DELLE UNIFORMI DA INDOSSARE NELLE VARIE CIRCOSTANZE PROSPETTO DELLE UNIFORMI DA INDOSSARE NELLE VARIE CIRCOSTANZE N. CIRCOSTANZE Unità Allegato A 1 In servizio non armato S. (1) (2) (2) (3) (2) (3) (2) (3) 2 In servizio isolato armato S.A. 1 (2) (2) S.A.

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI LAVORI E DEL DEMANIO

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI LAVORI E DEL DEMANIO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI LAVORI E DEL DEMANIO Indirizzo Postale: Piazza della Marina, 4 00196 Posta elettronica: geniodife@geniodife.difesa.it (p.d.c.: 06.36803214 / fax 06.36806050)

Dettagli

Indirizzo Postale: Piazza della Marina, 4 00196 ROMA Posta elettronica: geniodife@geniodife.difesa.it

Indirizzo Postale: Piazza della Marina, 4 00196 ROMA Posta elettronica: geniodife@geniodife.difesa.it MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI DIREZIONE DEI LAVORI E DEL DEMANIO II REPARTO VI DIV ISIONE I SEZIONE Indirizzo Postale: Piazza della Marina,

Dettagli

NOTA BENE PRECISAZIONE DISCLAIMER DI CASA CERNETIC

NOTA BENE PRECISAZIONE DISCLAIMER DI CASA CERNETIC NOTA BENE PRECISAZIONE DISCLAIMER DI CASA CERNETIC Secondo quanto attualmente previsto dal Ministero Affari Esteri della Repubblica Italiana (la ben nota Farnesina ), non tutti gli Ordini Dinastici sono

Dettagli

ONORIFICENZE. Diploma di CAVALIERE al Primo Maresciallo del Corpo delle Capitanerie di Porto sig.

ONORIFICENZE. Diploma di CAVALIERE al Primo Maresciallo del Corpo delle Capitanerie di Porto sig. ONORIFICENZE Diploma di CAVALIERE al dottor Carmine CARBONE residente a BATTIPAGLIA Ingegnere industriale, con esperienza pluriennale nei diversi contesti lavorativi. Attivamente impegnato nel sociale,

Dettagli

Ministero della Difesa Direzione Generale della Sanità Militare

Ministero della Difesa Direzione Generale della Sanità Militare Ministero della Difesa Direzione Generale della Sanità Militare M_D GSAN Prot.: n. 0005000 Data: 09 Marzo 2007 Tit. 006 Cla. 00 Scla. UFFICIO DEL DIRETTORE GENERALE Via Santo Stefano Rotondo 4 00184 ROMA

Dettagli

"Riforma strutturale delle Forze armate, a norma dell'articolo 1, comma 1, lettere a), d) ed h), della legge 28 dicembre 1995, n.

Riforma strutturale delle Forze armate, a norma dell'articolo 1, comma 1, lettere a), d) ed h), della legge 28 dicembre 1995, n. Decreto Legislativo 28 novembre 1997, n. 464 "Riforma strutturale delle Forze armate, a norma dell'articolo 1, comma 1, lettere a), d) ed h), della legge 28 dicembre 1995, n. 549" pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

Comando Generale dell'arma dei Carabinieri

Comando Generale dell'arma dei Carabinieri Comando Generale dell'arma dei Carabinieri Uficio Rapporti con la Rappresentanza Militare 4CXr Z/j/,YAN"lm,

Dettagli

F A Q ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

F A Q ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA F A Q ORDINE AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA 1. Che cos è l Ordine Al Merito della Repubblica Italiana? L Ordine Al Merito della Repubblica Italiana è il primo degli Ordini cavallereschi nazionali.

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 34 del 11 febbraio 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Martedì, 11 febbraio 2014

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 34 del 11 febbraio 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Martedì, 11 febbraio 2014 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 34 del 11 febbraio 2014 Serie generale Spediz. abb. post. 45% art. 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27022004, 23121996, n. n. 46 662 Filiale Filiale

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE DELIBERA N. 14/08 DEL 29/02/2008 IL CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE DELL'ASSOCIAZIONE Riunitosi in Roma presso il Comitato Centrale della Croce Rossa Italiana il giorno

Dettagli

G E N. B. C C. ( A ) C A V. U F F. V I O L A D O T T. B A S I L I O

G E N. B. C C. ( A ) C A V. U F F. V I O L A D O T T. B A S I L I O G E N. B. C C. ( A ) C A V. U F F. V I O L A D O T T. B A S I L I O INFORMAZIONI PERSONALI Stato civile: coniugato con prole Nazionalità: italiana Data di nascita: 26.03.1946 Luogo di nascita: Anzio (RM)

Dettagli

La Sicurezza nel Territorio Nazionale. Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato

La Sicurezza nel Territorio Nazionale. Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato La Sicurezza nel Territorio Nazionale Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato 1 2 PREVENZIONE : Attività informativa Enti preposti Attività controllo territorio PCCT; Poliziotto/

Dettagli

Aeronautica Militare Comando Logistico Servizio di Commissariato ed Amministrazione

Aeronautica Militare Comando Logistico Servizio di Commissariato ed Amministrazione M_D ARM003 0083915 31-07-2015 Aeronautica Militare Comando Logistico Servizio di Commissariato ed Amministrazione M_D.ARM003.. / / Viale dell Università, 4 00185 Roma P.d.c.: Ten. Col. Domenico CARUSO

Dettagli

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Guerre e rivolte del XVII secolo italiano 1613-1617 / Prima guerra del Monferrato: Savoia e Venezia contro Gonzaga e Spagna; Monferrato

Dettagli

Istituzione dell'attestazione di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile

Istituzione dell'attestazione di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile Istituzione dell'attestazione di pubblica benemerenza del Dipartimento della protezione civile Il Presidente del Consiglio dei Ministri Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400 recante la disciplina dell'attività

Dettagli

PREMIO ANGELO SCRIBANTI. Cerimonia per il conferimento del premio Angelo Scribanti 2015 a: Ingegneri Navali Franco Porcellacchia e Stefano Tortora

PREMIO ANGELO SCRIBANTI. Cerimonia per il conferimento del premio Angelo Scribanti 2015 a: Ingegneri Navali Franco Porcellacchia e Stefano Tortora Scuola Politecnica Dipartimento di Ingegneria Navale, Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni PREMIO ANGELO SCRIBANTI Cerimonia per il conferimento del premio Angelo Scribanti 2015 a: Ingegneri

Dettagli

SCUOLE MILITARI. Aeronautica

SCUOLE MILITARI. Aeronautica SCUOLE MILITARI Abbiamo ritenuto opportuno citare fra i vari percorsi formativi percorribili, dopo il conseguimento della licenza di Scuola Media Inferiore, anche quello della Istruzione Militare. Studi

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE III REPARTO Viale dell'esercito, 186-00143 ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE III REPARTO Viale dell'esercito, 186-00143 ROMA MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE III REPARTO Viale dell'esercito, 186-00143 Prot. n. M D GMIL III 10 4 all. 3. cod. class. 130300 160 (CIRC.) O~5h

Dettagli

Università Popolare UNINTESS Università Internazionale Scienze Sociali 46100 MANTOVA (MN) Strada Diga Masetti, 28 Tel. 03761586049 Fax 03761581035

Università Popolare UNINTESS Università Internazionale Scienze Sociali 46100 MANTOVA (MN) Strada Diga Masetti, 28 Tel. 03761586049 Fax 03761581035 Università Popolare UNINTESS Università Internazionale Scienze Sociali Dipartimento di Relazioni Internazionali Capo Dipartimento: Amb. Antonio BANDINI MASTER IN CRISIS MANAGEMENT DALLA DIPLOMAZIA ALLA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio Email istituzionale D'Amico Mauro 15/01/1960 Generale di Brigata Dirigente

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Cognome: GALASSO

CURRICULUM VITAE. Cognome: GALASSO CURRICULUM VITAE Cognome: GALASSO Nome: Saverio luogo di nascita: Roma data di nascita: 29.12.1961 residenza: Roma, via G.B. De Rossi 39 stato civile: coniugato il 23.4.1998 con Maria Letizia Santucci

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA SMD - G 010 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE UNIFORMI

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA SMD - G 010 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE UNIFORMI STATO MAGGIORE DELLA DIFESA V REPARTO AFFARI GENERALI SMD - G 010 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE UNIFORMI ROMA, 2002 INDICE Atto di approvazione Elenco di distribuzione Registrazione delle AA. e VV

Dettagli

Anno 1973 In data 21 dicembre il V. Brig. Valter Cainero, al completamento del Corso di Specialisti di elicottero svoltosi presso la Scuola Specialisti dell Aeronautica Militare di Caserta, ha conseguito

Dettagli

Il processo di unificazione (1849-1861)

Il processo di unificazione (1849-1861) Il processo di unificazione (1849-1861) Il Piemonte dopo il 48 Il Regno di Sardegna è l unico stato italiano che mantiene lo Statuto. Crisi tra il re Vittorio Emanuele II e il suo ministro D Azeglio e

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE 1 Reparto 2^ Divisione 4^ Sezione

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE 1 Reparto 2^ Divisione 4^ Sezione MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE 1 Reparto 2^ Divisione 4^ Sezione Indirizzo Postale: Viale dell Università, 4 00185 ROMA Posta elettronica: persociv@persociv.difesa.it

Dettagli

Consigliere Amministrazione società partecipate

Consigliere Amministrazione società partecipate Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Raffaele Imondi Via B. Croce, 68, 00142 Roma (Italia) +39 368699777 +39 0637517341 raffaeleimondi@gmail.com Sesso Maschile Data di nascita 22 ottobre 1949 Nazionalità

Dettagli

Oggetto: Rideterminazione dei bacini d'utenza delle Commissioni mediche di. 2A istanza e delle Commissioni mediche ospedaliere.

Oggetto: Rideterminazione dei bacini d'utenza delle Commissioni mediche di. 2A istanza e delle Commissioni mediche ospedaliere. LETTERA CIRCOLARE Roma, AI SIGNORI DIRETTORI GENERALI AL SIGNOR DIRETTORE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DEGLI STUDI PENITENZIARI AI SIGNORI PROVVEDITORI REGIONALI AI SIGNORI DIRETTORI DEGLI II.PP. DELLA REPUBBLICA

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE V Reparto - 14^ Divisione 3^ Sezione (Statistica)

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE V Reparto - 14^ Divisione 3^ Sezione (Statistica) URGENTISSIMO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE V Reparto - 14^ Divisione 3^ Sezione (Statistica) Prot. 35/E-F5 Roma, 17/01/2008 OGGETTO: Il monitoraggio della spesa del

Dettagli

Legge 07.05.1981, n. 180 (Gazzetta Ufficiale 8 maggio 1981, n. 125)

Legge 07.05.1981, n. 180 (Gazzetta Ufficiale 8 maggio 1981, n. 125) Legge 07.05.1981, n. 180 (Gazzetta Ufficiale 8 maggio 1981, n. 125) Modifiche all'ordinamento giudiziario militare di pace. A cura dell avvocato Nicola Cioffi di Napoli. (Si declina ogni responsabilità

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA Direzione Generale per il Personale Civile 1 Reparto 1^ Divisione

MINISTERO DELLA DIFESA Direzione Generale per il Personale Civile 1 Reparto 1^ Divisione MINISTERO DELLA DIFESA Direzione Generale per il Personale Civile 1 Reparto 1^ Divisione DETERMINAZIONE N 1/ 1200/ 1202 VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni; VISTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BENEMERENZE FEDERALI TITOLO I AL MERITO DEL CICLISMO ARTICOLO 1

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BENEMERENZE FEDERALI TITOLO I AL MERITO DEL CICLISMO ARTICOLO 1 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BENEMERENZE FEDERALI TITOLO I AL MERITO DEL CICLISMO ARTICOLO 1 Il Consiglio Federale istituisce la distinzione Al merito del ciclismo federale allo scopo di CONSACRARE

Dettagli

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO

CHI SIAMO E COSA FACCIAMO www.forzearmate.org www.sideweb.org - www.sideweb.it Portale privato di libera informazione indipendente-gratuita e servizi professionali dedicati per il personale dei Comparti Difesa e Sicurezza. Tutela

Dettagli

ATTI DEL CORSO. La nuova organizzazione sanitaria medico-legale militare alla luce delle recenti modifiche del C.O.M. ed altre disposizioni di legge

ATTI DEL CORSO. La nuova organizzazione sanitaria medico-legale militare alla luce delle recenti modifiche del C.O.M. ed altre disposizioni di legge ISPETTORATO GENERALE DELLA SANITÀ MILITARE Corso avanzato su argomenti complessi di medicina legale militare Ischia, 30-31 ottobre 2013 Stabilimento Balneo Termale Militare ATTI DEL CORSO La nuova organizzazione

Dettagli

(Testo approvato dalla Commissione con modifiche MIT - 2/02/15)

(Testo approvato dalla Commissione con modifiche MIT - 2/02/15) SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA L'INDIVIDUAZIONE DEGLI AEROPORTI DI INTERESSE NAZIONALE DELL' ARTICOLO 698 DEL CODICE DELLA NAVIGAZIONE (Testo approvato dalla Commissione con modifiche

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome biffarella giuseppe Data di nascita 26/03/1958 Qualifica I Fascia Amministrazione MINISTERO DELL INTERNO CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO Incarico attuale Dirigente Comando

Dettagli

CURRICULUM. Prof.Avv. VITO TENORE, nt a Napoli il 23.6.1962, residente in Roma.

CURRICULUM. Prof.Avv. VITO TENORE, nt a Napoli il 23.6.1962, residente in Roma. CURRICULUM Prof.Avv. VITO TENORE, nt a Napoli il 23.6.1962, residente in Roma. Magistrato della Corte dei Conti con qualifica di Consigliere, in servizio quale Magistrato contabile presso la Sezione Giurisdizionale

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo. Roma, 18/9/2009. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali

Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo. Roma, 18/9/2009. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo Roma, 18/9/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Picariello Fabrizio Data di nascita 11/10/1963. Dirigente - Settore Polizia Locale e Attività Produttive

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Picariello Fabrizio Data di nascita 11/10/1963. Dirigente - Settore Polizia Locale e Attività Produttive INFORMAZIONI PERSONALI Nome Picariello Fabrizio Data di nascita 11/10/1963 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia COMUNE DI AVELLINO Dirigente - Settore Polizia

Dettagli

Circolare n. 20 Ai Coordinatori delle Consulenze Professionali

Circolare n. 20 Ai Coordinatori delle Consulenze Professionali Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo Roma, 18/09/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI N.PROGRESSIVO Brevetto ID POS Cognome o Denominazione Nome Luogo di nascita PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Protezione Civile Conferimento dell'attestato di Pubblica Benemerenza

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, DECRETO 23 giugno 2008, n. 128

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, DECRETO 23 giugno 2008, n. 128 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, DECRETO 23 giugno 2008, n. 128 Regolamento concernente l'organizzazione e le funzioni dell'autorità marittima della navigazione dello Stretto di Messina

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE (da compilarsi a stampatello)

DOMANDA DI ISCRIZIONE (da compilarsi a stampatello) DOMANDA DI ISCRIZIONE (da compilarsi a stampatello) Alla * COMPONENTE SDI MOVM E.BARBERI * Del Gruppo Speciale ANMI CASTELLO di BRUSSA LEONE di SAN MARCO Il sottoscritto chiede di iscriversi all Associazione

Dettagli

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento?

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento? Il Risorgimento Risorgimento (una definizione semplice): Si chiama Risorgimento la serie di avvenimenti che portano l Italia, nel corso dell Ottocento, all unità e all indipendenza. L Italia diventa un

Dettagli

Programma Scientifico

Programma Scientifico C.I.S.M. Commissione Italiana di Storia Militare LE FORZE ARMATE E LA NAZIONE ITALIANA 1915 1943 CONVEGNO DI STORIA MILITARE ROMA 22-24 OTTOBRE 2003 Programma Scientifico ORE 10.00 UNIVERSITA DEGLI STUDI

Dettagli

e la Argomento: Disciplina del rilascio delle Licenze di esercizio provvisorie e dell'aggiornamento della Licenze di esercizio c.d. "definitive".

e la Argomento: Disciplina del rilascio delle Licenze di esercizio provvisorie e dell'aggiornamento della Licenze di esercizio c.d. definitive. Roma, _ Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto Reparto 6 - Sicurezza della Navigazione - Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale proposta approvata nella seduta del 9 agosto 2002 Oggetto: Individuazione rete dei presidi regionali per le malattie rare e adempimenti regionali

Dettagli

POLITICA DELLA CONSULENZA GIURIDICA

POLITICA DELLA CONSULENZA GIURIDICA POLITICA DELLA CONSULENZA GIURIDICA 1. Che cos è la consulenza giuridica La consulenza giuridica dell Aeronautica Militare si esplica come attività di supporto all azione di comando, volta ad assistere

Dettagli

DIPENDENZE. Ministero Difesa. infrastrutture militari. Ministero Interno per i compiti di tutela dell ordine e della sicurezza pubblica.

DIPENDENZE. Ministero Difesa. infrastrutture militari. Ministero Interno per i compiti di tutela dell ordine e della sicurezza pubblica. Raffronto tra l Arma dei Carabinieri, la Gendarmeria Nazionale Francese e la Guardia Civil Spagnola. Notizie generali sui Paesi del G-6 COMANDANTE/DIRETTORE GENERALE ARMA DEI CARABINIERI GENDARMERIA NAZIONALE

Dettagli

Centro di formazione della Difesa

Centro di formazione della Difesa Con Determinazione ministeriale del 22 marzo 1963 è stata istituita la Scuola di aggiornamento e di perfezionamento per gli impiegati civili della Difesa (CIVILSCUOLADIFE) con sede in Via Mattia Battistini

Dettagli

Ministero dei Trasporti e della Navigazione

Ministero dei Trasporti e della Navigazione MODULARIO Trasporti - 64 vale 64 D.E.M. Ministero dei Trasporti e della Navigazione DIPARTIMENTO NAVIGAZIONE MARITTIMA E INTERNA UNITA DI GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE PER LA NAVIGAZIONE ED IL DEMANIO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 592 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore COSSIGA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 GIUGNO 2006 Riconoscimento del diritto di autodeterminazione

Dettagli

TRADUZIONE NON UFFICIALE

TRADUZIONE NON UFFICIALE TRADUZIONE NON UFFICIALE PROGETTO DI PROTOCOLLO ADDIZIONALE ALLE CONVENZIONI DI GINEVRA DEL 12 AGOSTO 1949 RELATIVO ALL ADOZIONE DI UN SIMBOLO DISTINTIVO ADDIZIONALE III PROTOCOLLO Testo preparato dal

Dettagli

A: COMANDO MILITARE TERRITORIALE 2 COMANDO MILITARE TERRITORIALE 3

A: COMANDO MILITARE TERRITORIALE 2 COMANDO MILITARE TERRITORIALE 3 Ver_2.9 (timbro lineare del Reparto) 1 A: COMANDO MILITARE TERRITORIALE 2 - Sezione Collocamento ed Euroformazione/Collocamento nel Mondo del Lavoro COMANDO MILITARE TERRITORIALE 3 - Sezione Collocamento

Dettagli

B O Z Z A. Disegno di legge.

B O Z Z A. Disegno di legge. ALLEGATO B O Z Z A Disegno di legge. Attuazione dell art. 19 della legge 4 novembre 2010, n.183, in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori

Dettagli

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 27 gennaio 2015 Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere Veneto 1 Senza

Dettagli

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE Le festività civili, militari e religiose scandiscono, come le stagioni, la vita scolastica e i componimenti degli alunni, in particolare nella scuola

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture. e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture. e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture Divisione Prot. n. Classif. Allegati: Oggetto: 4^ e dei Trasporti DIREZIONE GENERALE PER I PORTI Roma, 10 marzo 2010 Direzioni Marittime LORO SEDI M_TRA/PORTI/3176 A.2.16

Dettagli

IL CARDINALE RICHELIEU

IL CARDINALE RICHELIEU In Francia la monarchia fu rafforzata dall opera di due abili ministri IL CARDINALE RICHELIEU Tra i propositi di Richelieu alla guida dello stato, c'erano il rafforzamento del potere del re di Francia e

Dettagli

Curriculum Vitae Europeo INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Indirizzo. www.studiolegalefloris.it. Fax E-mail. Italiana. Nazionalità

Curriculum Vitae Europeo INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Indirizzo. www.studiolegalefloris.it. Fax E-mail. Italiana. Nazionalità Curriculum Vitae Europeo INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail FLORIS MARCELLO www.studiolegalefloris.it Nazionalità Italiana Luogo e Data di nascita CAGLIARI 28/02/1970 ESPERIENZA

Dettagli

La legge 243/04 si compone di un unico articolo, suddiviso in 55 commi. Inoltre, trattandosi di una delega al Governo per l adozione di provvedimenti

La legge 243/04 si compone di un unico articolo, suddiviso in 55 commi. Inoltre, trattandosi di una delega al Governo per l adozione di provvedimenti La legge 243/04 si compone di un unico articolo, suddiviso in 55 commi. Inoltre, trattandosi di una delega al Governo per l adozione di provvedimenti in materia di previdenza pubblica, di sostegno alla

Dettagli

VALUTAZIONE TITOLI. Ai titoli posseduti da ciascun candidato non può essere attribuito un punteggio complessivo superiore a 10/20, così suddiviso:

VALUTAZIONE TITOLI. Ai titoli posseduti da ciascun candidato non può essere attribuito un punteggio complessivo superiore a 10/20, così suddiviso: VALUTAZIONE TITOLI I titoli da valutare sono costituiti dagli elementi risultanti dalla documentazione personale di ciascun concorrente, avuto riguardo ai risultati dei corsi di istruzione, al titolo di

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 28/06/2013 Circolare n. 103 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

Codice Vecchia Qualifica

Codice Vecchia Qualifica Codice Vecchia Qualifica Codice Nuova Qualifica Descrizione Vecchia Qualifica Descrizione Nuova Qualifica MEMBRI DI ORGANISMI DI GOVERNO E DI ASSEMBLEE CON POTESTA' LEGISLATIVA E REGOLAMENTARE NAZIONALI

Dettagli

Prefettura di Grosseto Ufficio Territoriale del Governo Area II Raccordo Enti Locali ed Ufficio Elettorale

Prefettura di Grosseto Ufficio Territoriale del Governo Area II Raccordo Enti Locali ed Ufficio Elettorale Prot. U. 14054 del 10.1.2014 Prefettura di, data del protocollo Presidente dell Ufficio Elettorale Circoscrizionale presso la Corte d Appello di Roma Presidente dell Amministrazione Provinciale di Sindaci

Dettagli

Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Settore Logistica e fornitori Ufficio Fornitori CONVENZIONE TRA

Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Settore Logistica e fornitori Ufficio Fornitori CONVENZIONE TRA Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Settore Logistica e fornitori Ufficio Fornitori CONVENZIONE TRA L Agenzia delle Entrate (di seguito denominata Agenzia ), con sede legale

Dettagli

L istituzione dell Agenzia Industrie Difesa

L istituzione dell Agenzia Industrie Difesa L istituzione dell Agenzia Industrie Difesa DOTT.SSA GISELLA CIMMINO* Introduzione Con legge 15 marzo 1997, n. 59 è stata conferita al Governo delega per la riforma strutturale della pubblica amministrazione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLIC

SENATO DELLA REPUBBLIC SENATO DELLA REPUBBLIC IX LEGISLATURA (N. 195 quater) DISEGNO DI LEGGE risultante dallo stralcio (deliberato dall'assemblea nella seduta antimeridiana del 22 novembre 1983), dal testo del Governo, degli

Dettagli

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali

Indice-Sommario. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19. Parte I La disciplina dell uso della forza nelle relazioni internazionali Indice-Sommario Premessa alla quarta edizione XIII Premessa alla terza edizione XV Premessa alla seconda edizione XVII Premessa alla prima edizione XIX Abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il

Dettagli

n. 12 del 4 aprile 2005 Sommario

n. 12 del 4 aprile 2005 Sommario Notiziario settimanale della Segreteria Nazionale del Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia Sede legale e redazione: via Vicenza 26, 00185 Roma - tel. 06/4455213 r.a. - telefax 06/4469841 Direttore

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo CATTI GIULIO CORSO RAFFAELLO, 12 10126 TORINO Telefono 349-6691042 Fax 011-6688754 E-mail giulio.catti@tiscali.it

Dettagli

LEGA NAVALE SEZIONE DI SALERNO. Alto Patronato del Presidente della Repubblica....navighiamo verso il futuro...

LEGA NAVALE SEZIONE DI SALERNO. Alto Patronato del Presidente della Repubblica....navighiamo verso il futuro... LEGA NAVALE SEZIONE DI SALERNO Alto Patronato del Presidente della Repubblica...navighiamo verso il futuro... Vietri sul Mare - Salerno 23 luglio 2006 L etica nella competizione è il principio fondamentale

Dettagli

Master in United Nations & Peacekeeping Studies

Master in United Nations & Peacekeeping Studies Università Popolare UNINTESS Università Internazionale Scienze Sociali Iscritta nell'anagrafe Nazionale delle Ricerche del Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca, ai sensi del D.P.R.

Dettagli

All. 1 Roma, lì 24/03/2010 LORO SEDI

All. 1 Roma, lì 24/03/2010 LORO SEDI All. 1 Roma, lì 24/03/2010 Al Capo di Gabinetto Al Direttore Generale Al Segretario Generale Reg.int. 164/U Ai Direttori dei Dipartimenti e degli Uffici Centrali ed Extradipartimentali Ai Dirigenti dei

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA MARCO ATILIO N. 15 00136 ROMA - ITALIA Telefono UFF. 041-2580502 CELL. 3357895686 Fax UFF.

Dettagli

ENCOMI SOLENNI. del Comando Generale dell Arma dei Carabinieri

ENCOMI SOLENNI. del Comando Generale dell Arma dei Carabinieri del Comando Generale dell Arma dei Carabinieri Iacopo MANNUCCI BENINCASA Tenente Colonnello (Concesso il 30 maggio 2011) «Comandante di Reparto Operativo in territorio caratterizzato da elevato indice

Dettagli

Un'altra difesa è possibile

Un'altra difesa è possibile Un'altra difesa è possibile Campagna per il disarmo e la difesa civile. Se vuoi la PACE prepara la PACE... fiscale in sede di dichiarazione dei redditi. Obiettivo L obiettivo è quello della costituzione

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI III REPARTO POLITICA DEGLI ARMAMENTI SGD G 021 DIRETTIVA APPLICATIVA SULLE PROCEDURE INERENTI I PROGRAMMI

Dettagli

Domenighini Stefano. La Posta in Istria da Cecco Beppe a Tito

Domenighini Stefano. La Posta in Istria da Cecco Beppe a Tito Domenighini Stefano La Posta in Istria da Cecco Beppe a Tito Prima della caduta della Serenissima (1797), operava in Istria il solo ufficio postale (veneto) di Capodistria; l assetto definitivo dato alla

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE INDICE - Art. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO - Art. 2 COMPITI DEL SERVIZIO - Art. 3 ORGANI COMUNALI DI PROTEZIONE CIVILE

Dettagli

SISTEMA DI CONTABILITA' ECONOMICA PIANO DEI CONTI

SISTEMA DI CONTABILITA' ECONOMICA PIANO DEI CONTI Personale Retribuzioni per Comparto / Qualifica Competenze fisse Componenti accessorie connesse al risultato Componenti accessorie connesse alla funzione Lavoro straordinario Contributi ed oneri lavoro

Dettagli

29 Settembre 2012 Barcellona Pozzo di Gotto cerimonia gemellaggio tra le sezioni ANC di Gerace, Ribera, Trecastagni e Viagrande PROGRAMMA

29 Settembre 2012 Barcellona Pozzo di Gotto cerimonia gemellaggio tra le sezioni ANC di Gerace, Ribera, Trecastagni e Viagrande PROGRAMMA 29 Settembre 2012 Barcellona Pozzo di Gotto cerimonia gemellaggio tra le sezioni ANC di Gerace, Ribera, Trecastagni e Viagrande PROGRAMMA http://www.nuovosoldo.it/2012/10/07/barcellona-pozzo-di-gotto-27-anniversario-delcarabiniere-pantaleo-la-spada-mario-gemellaggio-tra-sezioni-a-n-c/

Dettagli