FRONTESPIZIO DELIBERAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FRONTESPIZIO DELIBERAZIONE"

Transcript

1 FRONTESPIZIO DELIBERAZIONE REGISTRO: NUMERO: DATA: OGGETTO: Deliberazione /08/ :31 RECEPIMENTO DELLA CONVENZIONE CON L AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S.ORSOLA-MALPIGHI PER IL TRASFERIMENTO DELLE ATTIVITA DI DIAGNOSTICA DI LABORATORIO PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI SOTTOSCRITTO DIGITALMENTE DA: Il presente atto è stato firmato digitalmente da Gibertoni Chiara in qualità di Direttore Generale Con il parere favorevole di Fioritti Angelo - Direttore Sanitario Con il parere favorevole di Petrini Anna Maria - Direttore Amministrativo Su proposta di Gian Carla Pedrazzi in qualità di Direttore di UO Affari Generali e Legali (SC) che esprime parere favorevole in ordine ai contenuti sostanziali, formali e di legittimità del presente atto DATI DI FASCICOLAZIONE: [2702-4/2014] AFFARI GENERALI e LEGALI Direzione CLASSIFICAZIONI: [ ] Organizzazione dell'attività amministrativa e corrispondenza DESTINATARI: Collegio sindacale Dipartimento Chirurgico IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche - Direttore Operativo (IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna - Direzione Generale) Distretto di Committenza e Garanzia della Citta' di Bologna (Distretti di Committenza e Garanzia) Distretto di Committenza e Garanzia Pianura EST (Distretti di Committenza e Garanzia) Distretto di Committenza e Garanzia Pianura OVEST (Distretti di Committenza e Garanzia) Distretto di Committenza e Garanzia di Casalecchio di Reno (Distretti di Committenza e Garanzia) Distretto di Committenza e Garanzia di Porretta Terme (Distretti di Committenza e Garanzia) Distretto di Committenza e Garanzia di San Lazzaro di Savena (Distretti di Committenza e Garanzia) UO Ospedale Maggiore (SC) (Area Presidio Ospedaliero) DAcS - Dipartimento Accesso ai Servizi (Dipartimenti di Supporto) L'originale del presente documento, redatto in formato elettronico e firmato digitalmente e' conservato a cura dell'azienda USL di Bologna secondo normativa vigente. Ai sensi dell'art 3 c4-bis Dlgs 82/2005 e s.m.i., in assenza del domicilio digitale le amministrazioni possono predisporre le comunicazioni ai cittadini come documenti informatici sottoscritti con firma digitale o firma elettronica avanzata ed inviare ai cittadini stessi copia analogica di tali documenti sottoscritti con firma autografa sostituita a mezzo stampa predisposta secondo le disposizioni di cui all'articolo 3 del Dlgs 39/1993.

2 DATeR - Direzione Assistenziale Tecnica e Riabilitativa (Direzione Generale) Dipartimento Amministrativo (Dipartimenti di Supporto) Dipartimento Tecnico-Patrimoniale (Dipartimenti di Supporto) Dipartimento Medico (Dipartimenti di Produzione Ospedaliera) Dipartimento Farmaceutico (Dipartimenti di Supporto) Dipartimento Servizi (Dipartimenti di Produzione Ospedaliera) Dipartimento Materno Infantile (Dipartimenti di Produzione Ospedaliera) UO Ospedali Bellaria e Loiano (SS) (Area Presidio Ospedaliero) UO Sicurezza dei Processi Informatici Tecnologici Collegati all'assistenza (SSD) (Direzione Operativa) UO Processi di E-Care (SS) (Direzione Operativa) UO Medicina Specialistica (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Qualita' e Accreditamento (SSD) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Sviluppo Capitale Umano e Relazioni Sindacali (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Sistemi per la Sicurezza (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) Dipartimento Salute Mentale - DP Dipartimento Sanita' Pubblica Dipartimento Emergenza Dipartimento Oncologico DASS - Direzione Attivita' Socio-Sanitarie UO Ospedali Budrio e Bentivoglio (SSD) (Area Presidio Ospedaliero) UO Sistemi Informatici (SS) (UO Sistema Informativo Metropolitano (SC)) UO Affari Generali e Legali (SC) (Dipartimento Amministrativo) UO Economico Finanziario (SC) (Dipartimento Amministrativo) UO Formazione (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Flussi Informativi (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Percorsi della Riabilitazione (PO) (Direzione Operativa) UO Sistema Informativo Aziendale (SSD) (Direzione Operativa) UO Programmazione e Controllo (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Qualita' ed Efficacia delle Cure (SSD) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Programmazione e Controllo Economico (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Medicina Legale, Tutela e Sicurezza delle Attivita' Sanitarie (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Servizio Acquisti Metropolitano (SC) (Dipartimento Amministrativo) UO Comunicazione e Relazioni con il Cittadino (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Ospedali Porretta e Vergato (SSD) (Area Presidio Ospedaliero) UO Amministrazione del Personale (SC) (Dipartimento Amministrativo) UO Igiene (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Economato e Logistica (SC) (DAIOT - Dipartimento dei Servizi Amministrativi Integrati Ospedale Territorio) UO Ospedali San Giovanni e Bazzano (SSD) (Area Presidio Ospedaliero) UO Patrimonio (SC) (Dipartimento Amministrativo) UO Qualita' della Documentazione Sanitaria (SC) (Supporto Tecnico ai Processi Decisionali) UO Direzione dei Blocchi Operatori OM-OB (SC) (Direzione Operativa) Dipartimento delle Cure Primarie L'originale del presente documento, redatto in formato elettronico e firmato digitalmente e' conservato a cura dell'azienda USL di Bologna secondo normativa vigente. Ai sensi dell'art 3 c4-bis Dlgs 82/2005 e s.m.i., in assenza del domicilio digitale le amministrazioni possono predisporre le comunicazioni ai cittadini come documenti informatici sottoscritti con firma digitale o firma elettronica avanzata ed inviare ai cittadini stessi copia analogica di tali documenti sottoscritti con firma autografa sostituita a mezzo stampa predisposta secondo le disposizioni di cui all'articolo 3 del Dlgs 39/1993.

3 DOCUMENTI: File Deli.senza omissis: DELI _2015_Allegato1.pdf: DELI _2015_Allegato2: Hash C4D53A58E438108A10A586B29916BB7982B9676A7DFF4B67AA11857C BC02BFB7AA123EDD C65F45091A5A827B0592B1DD170EE5A0FA5195C 77E9146D233E029DDD502757CC B85EFFB61F9A9D5A6D50E3B5D8EB2 L'originale del presente documento, redatto in formato elettronico e firmato digitalmente e' conservato a cura dell'azienda USL di Bologna secondo normativa vigente. Ai sensi dell'art 3 c4-bis Dlgs 82/2005 e s.m.i., in assenza del domicilio digitale le amministrazioni possono predisporre le comunicazioni ai cittadini come documenti informatici sottoscritti con firma digitale o firma elettronica avanzata ed inviare ai cittadini stessi copia analogica di tali documenti sottoscritti con firma autografa sostituita a mezzo stampa predisposta secondo le disposizioni di cui all'articolo 3 del Dlgs 39/1993.

4 UO AFFARI GENERALI E LEGALI (SC) DELIBERAZIONE OGGETTO: RECEPIMENTO DELLA CONVENZIONE CON L AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S.ORSOLA-MALPIGHI PER IL TRASFERIMENTO DELLE ATTIVITA DI DIAGNOSTICA DI LABORATORIO PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI IL DIRETTORE GENERALE Su proposta della Dott.ssa Gian Carla Pedrazzi, Direttore dell U.O.C. Affari Generali e Legali, che esprime contestuale parere favorevole in ordine ai contenuti sostanziali, formali e di legittimità del presente atto; Premesso che: a partire dall anno 2007, interventi di legislazione nazionale e regionale, e conseguenti atti di programmazione ed organizzativi generali, hanno trattato il tema della riorganizzazione della rete delle strutture pubbliche di diagnostica di laboratorio, sia al fine di garantire l urgenza laboratoristica e l equità di accesso dei pazienti alle prestazioni con eliminazione delle ridondanze dei servizi, sia al fine di migliorare l efficacia diagnostica, l efficienza economica e l appropriatezza nei servizi erogati; questa Azienda, unitamente all Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi, ha inteso dar seguito alla deliberazione n.199/2013 della Regione Emilia-Romagna, con la quale sono state approvate le linee di indirizzo 2013 per il sistema sanitario regionale specificando che le aziende sono tenute a migliorare la qualità dell offerta e dell efficienza nella produzione di servizi, avviando un processo di integrazione di attività e funzioni tra Aziende per condividere le migliori professionalità presenti, razionalizzare risorse tecnologiche, materiali, umane e finanziarie, concentrando strutturalmente le funzioni amministrative, tecnico - professionali e sanitarie a prevalente carattere generale e di supporto tecnico-logistico che non influenzano l esercizio dell autonomia e della responsabilità gestionale in capo alle direzioni aziendali, ma che possono determinare economie di scala ed economie di processo, linee di indirizzo peraltro riprese con deliberazione della Giunta Regionale n. 217/2014; la Regione Emilia-Romagna, già con il Piano Sociale e Sanitario aveva individuato, nell'ambito della più ampia politica di integrazione sovraziendale, la funzione laboratoristica quale possibile funzione di positiva concentrazione ed integrazione, per garantire efficacia diagnostica, efficienza economica e appropriatezza dei servizi;

5 per la riorganizzazione e concentrazione delle funzioni laboratoristiche nell ambito dell Area Vasta Emilia Centrale (AVEC) si è realizzato un Laboratorio Unico, che si articola in due hub (uno per la provincia di Bologna e uno per la provincia di Ferrara) quali strutture operative con articolazioni territoriali (spoke) nelle rispettive province; per quanto riguarda l area della Provincia di Bologna tale modello è stato oggetto di una rivisitazione che ha portato a valorizzare la nuova funzione accentrata, prevedendo che essa faccia capo ad un unica azienda, individuata nell'azienda Usl di Bologna, che erogherà il servizio a favore delle aziende coinvolte e dei loro utenti o di soggetti terzi attraverso un Laboratorio Unico Metropolitano; si è ritenuto di far confluire le attività di produzione svolte in proprio dall Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi verso tale Laboratorio Unico Metropolitano, in capo all Azienda Usl di Bologna, hub cittadino di tutte le attività di patologia clinica; presso l Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi verranno svolte talune funzioni di laboratorio (di urgenza, esami interni, linee specialistiche) quale spoke dell Azienda Usl di Bologna ed altre quale titolare (tra cui microbiologia e screening neonatale); si è individuato nel trasferimento in via definitiva di attività di produzione di laboratorio verso l Azienda USL di Bologna lo strumento per realizzare una concreta cooperazione tra l amministrazione cedente e l amministrazione cessionaria, finalizzato a fare sì che il servizio pubblico che esse sono tenute a svolgere sia prestato nell ottica di conseguimento degli obiettivi comuni di efficacia diagnostica, efficienza economica e appropriatezza dei servizi; si è ritenuto di disciplinare detta forma di trasferimento di attività attraverso la sottoscrizione di apposita convenzione, retta esclusivamente dalle sopra esposte considerazioni di pubblico interesse; in data è stata sottoscritta la predetta convenzione con l Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi, finalizzata alla realizzazione del Laboratorio Unico Metropolitano, ove sono stati definiti compiti e responsabilità nei vari ambiti di operatività del servizio unificato; mediante la suddetta convenzione si è stabilito pertanto di conferire formalmente a questa Azienda i mezzi e le risorse attualmente in capo all Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi cedente, secondo le modalità definite nella convenzione medesima; dal punto di vista economico è stata prevista l individuazione di meccanismi di compensazione/rimborso che tengano conto del costo sostenuto e del valore del trasferimento con modifica e adeguamento dei relativi Accordi di fornitura, con la precisazione che gli unici movimenti economici tra le Aziende interessate saranno quelli corrispondenti al rimborso delle spese effettivamente sostenute e ai risparmi realizzati; Richiamati: il D. Lgs , n. 165 e ss.mm. e, in particolare, l art. 31 Passaggio di dipendenti per effetto di trasferimento di attività, ai sensi del quale Fatte salve le disposizioni speciali, nel caso di trasferimento o conferimento di attività, svolte da pubbliche amministrazioni, enti pubblici o loro

6 aziende o strutture, ad altri soggetti, pubblici o privati, al personale che passa alle dipendenze di tali soggetti si applicano l' articolo 2112 del codice civile e si osservano le procedure di informazione e di consultazione di cui all' articolo 47, commi da 1 a 4, della legge 29 dicembre 1990, n l Art c.c. Mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d'azienda ai sensi del quale In caso di trasferimento d'azienda, il rapporto di lavoro continua con il cessionario ed il lavoratore conserva tutti i diritti che ne derivano. Il cedente ed il cessionario sono obbligati, in solido, per tutti i crediti che il lavoratore aveva al tempo del trasferimento. Con le procedure di cui agli articoli 410 e 411 del codice di procedura civile il lavoratore può consentire la liberazione del cedente dalle obbligazioni derivanti dal rapporto di lavoro. Il cessionario è tenuto ad applicare i trattamenti economici e normativi previsti dai contratti collettivi nazionali, territoriali ed aziendali vigenti alla data del trasferimento, fino alla loro scadenza, salvo che siano sostituiti da altri contratti collettivi applicabili all'impresa del cessionario. L'effetto di sostituzione si produce esclusivamente fra contratti collettivi del medesimo livello. Ferma restando la facoltà di esercitare il recesso ai sensi della normativa in materia di licenziamenti, il trasferimento d'azienda non costituisce di per sé motivo di licenziamento. Il lavoratore, le cui condizioni di lavoro subiscono una sostanziale modifica nei tre mesi successivi al trasferimento d'azienda, può rassegnare le proprie dimissioni con gli effetti di cui all'articolo 2119, primo comma. Ai fini e per gli effetti di cui al presente articolo si intende per trasferimento d'azienda qualsiasi operazione che, in seguito a cessione contrattuale o fusione, comporti il mutamento nella titolarità di un'attività economica organizzata, con o senza scopo di lucro, preesistente al trasferimento e che conserva nel trasferimento la propria identità a prescindere dalla tipologia negoziale o dal provvedimento sulla base del quale il trasferimento è attuato ivi compresi l'usufrutto o l'affitto di azienda. Le disposizioni del presente articolo si applicano altresì al trasferimento di parte dell'azienda, intesa come articolazione funzionalmente autonoma di un'attività economica organizzata, identificata come tale dal cedente e dal cessionario al momento del suo trasferimento. ( ) la L , n. 428, e, segnatamente, l art. 47 Trasferimenti di azienda : comma 1. Quando si intenda effettuare, ai sensi dell'articolo 2112 del codice civile, un trasferimento d'azienda in cui sono complessivamente occupati più di quindici lavoratori, anche nel caso in cui il trasferimento riguardi una parte d'azienda, ai sensi del medesimo articolo 2112, il cedente ed il cessionario devono darne comunicazione per iscritto almeno venticinque giorni prima che sia perfezionato l'atto da cui deriva il trasferimento o che sia raggiunta un'intesa vincolante tra le parti, se precedente, alle rispettive rappresentanze sindacali unitarie, ovvero alle rappresentanze sindacali aziendali costituite, a norma dell'articolo 19 della legge 20 maggio 1970, n. 300, nelle unità produttive interessate, nonché ai sindacati di categoria che hanno stipulato il contratto collettivo applicato nelle imprese interessate al trasferimento. In

7 mancanza delle predette rappresentanze aziendali, resta fermo l'obbligo di comunicazione nei confronti dei sindacati di categoria comparativamente più rappresentativi e può essere assolto dal cedente e dal cessionario per il tramite dell'associazione sindacale alla quale aderiscono o conferiscono mandato. L'informazione deve riguardare: a) la data o la data proposta del trasferimento; b) i motivi del programmato trasferimento d'azienda; c) le sue conseguenze giuridiche, economiche e sociali per i lavoratori; d) le eventuali misure previste nei confronti di questi ultimi. Comma 2. Su richiesta scritta delle rappresentanze sindacali o dei sindacati di categoria, comunicata entro sette giorni dal ricevimento della comunicazione di cui al comma 1, il cedente e il cessionario sono tenuti ad avviare, entro sette giorni dal ricevimento della predetta richiesta, un esame congiunto con i soggetti sindacali richiedenti. La consultazione si intende esaurita qualora, decorsi dieci giorni dal suo inizio, non sia stato raggiunto un accordo. Comma 3. Il mancato rispetto, da parte del cedente o del cessionario, degli obblighi previsti dai commi 1 e 2 costituisce condotta antisindacale ai sensi dell'articolo 28 della legge 20 maggio 1970, n Comma 4. Gli obblighi d'informazione e di esame congiunto previsti dal presente articolo devono essere assolti anche nel caso in cui la decisione relativa al trasferimento sia stata assunta da altra impresa controllante. La mancata trasmissione da parte di quest'ultima delle informazioni necessarie non giustifica l'inadempimento dei predetti obblighi ; la deliberazione n. 53 del mediante la quale questa Azienda approvava il progetto di costituzione del Laboratorio Unico Metropolitano (LUM); la deliberazione n. 369 del attraverso la quale questa Azienda approvava il Piano operativo di riorganizzazione delle attività di patologia clinica in ambito metropolitano; la deliberazione della Giunta della Regione Emilia-Romagna n.199 del 2013, di approvazione delle linee di indirizzo 2013 per il sistema sanitario regionale; il Progetto per la realizzazione del Laboratorio Unico dell Area Vasta Emilia Centrale approvato dal Comitato Direttori Avec in data ; la delibera n. 79 del con la quale questa Azienda ha recepito il suddetto Progetto per la realizzazione del Laboratorio Unico dell Area Vasta Emilia Centrale e dato avvio al relativo percorso di attuazione; Ritenuto per quanto sopra esposto di recepire la convenzione con l Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi per il trasferimento delle attività di diagnostica di laboratorio, il cui testo si allega quale parte integrante e sostanziale del presente atto; Precisato che gli effetti giuridici ed economici della convenzione di cui sopra decorrono dal 1 giorno del mese successivo a quello della sua stipulazione e, dunque, dal ; Dato atto che in data 5 agosto 2015 si è concluso un percorso di confronto, ai sensi del sopracitato art 31 D. Lgs 165/2001 e del richiamato art 47 L. 428/1990 con gli organismi sindacali aventi titolo delle tre aree di contrattazione, con la sottoscrizione di un verbale di consultazione e di accordo;

8 Valutata la necessità con il presente atto di adottare altresì le modifiche all assetto organizzativo aziendale correlate alla realizzazione del Laboratorio Unico Metropolitano di cui alla convenzione in parola; Stabilito, pertanto, di procedere, con decorrenza dall' : alla istituzione dell UO Laboratorio Unico Metropolitano Struttura Complessa (SC), nell ambito dell Area Dipartimentale Patologia Clinica e Dietologia del Dipartimento Servizi; alla soppressione dell UO Laboratorio A (SC), nell ambito della medesima Area e Dipartimento; Stabilito, inoltre, di trasferire nell UO Laboratorio Unico Metropolitano (SC), a decorrere dalla medesima data, le strutture semplici individuate nei preesistenti organigrammi aziendali, ed in particolare: nell ambito dell Azienda USL di Bologna: UO Laboratorio Urgenza Emergenza (SS); UO Macroarea e Corelab Biochimica e Diagnostica Proteica (SS); UO Loiano, Porretta, Vergato e Bazzano (SS); UO Laboratorio OB (SS); UO Alta Automazione (SS); UO Biologia Clinica (SS); nell ambito dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi: Struttura Semplice Ematologia, Citofluorimetria, Coagulazione, Biologia Clinica (SS); Struttura Semplice Biochimica (SS); Evidenziata la necessità di garantire continuità nell esercizio delle funzioni di responsabilità individuate ed attribuite nell ambito dei precedenti assetti organizzativi; Stabilito, pertanto, di confermare tutti gli incarichi di responsabilità in essere nell ambito di cui trattasi, sia di natura gestionale che professionale, attribuiti al personale dirigente e a quello di comparto, senza soluzione di continuità, sino alla data di conclusione individuata dai relativi atti di conferimento, fatta salva comunque ogni diversa determinazione conseguente alla ridefinizione dell assetto organizzativo dell UO Laboratorio Unico Metropolitano (SC); Ritenuto altresì di prendere e dare atto che per effetto della convenzione di che trattasi l Azienda USL di Bologna acquisisce dall Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi i posti della dotazione organica di cui all allegato 8) alla convenzione e subentra nei contratti di lavoro con i dipendenti di cui all allegato 9) in quanto dedicati alle attività oggetto di cessione;

9 Precisato che per effetto del suddetto trasferimento di posti si determina pertanto un incremento di n. 81 posti nella dotazione organica di questa Azienda, come specificato nell allegato 8) alla convenzione ed una corrispondente riduzione di posti della dotazione organica dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi; Dato atto che nel verbale di esame congiunto in data sono stati definiti dei criteri che identificano il monte salari riferito alle risorse per la contrattazione integrativa per effetto dell incremento dei posti della dotazione organica trasferiti dall Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi all Azienda U.S.L. di Bologna; Precisato altresì di trasmettere il presente atto alla Regione Emilia Romagna ai fini del controllo di cui alla L. n. 412/1991; Precisato, infine, che, con riferimento ai contratti relativi a beni, servizi ed altri diritti reali, la convenzione potrà essere integrata da specifici accordi integrativi; Dato atto che ogni effetto economico derivante dal presente provvedimento sarà analiticamente esposto nel Bilancio d'esercizio 2015; Delibera per quanto esposto in premessa: a) di recepire la convenzione con l Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi per il trasferimento delle attività di diagnostica di laboratorio, il cui testo si allega quale parte integrante e sostanziale del presente atto; b) di precisare che gli effetti giuridici ed economici della convenzione di cui alla lettera a) decorrono dall' ; c) di procedere: alla istituzione dell UO Laboratorio Unico Metropolitano (SC), nell ambito dell Area Dipartimentale Patologia Clinica e Dietologia del Dipartimento Servizi; alla soppressione dell UO Laboratorio A (SC), nell ambito della medesima Area e Dipartimento a decorrere dall ; d) di trasferire nell UO Laboratorio Unico Metropolitano (SC), a decorrere dalla data di cui alla lettera precedente, le strutture semplici individuate nei preesistenti organigrammi aziendali, ed in particolare: nell ambito dell Azienda USL di Bologna:

10 UO Laboratorio Urgenza Emergenza (SS); UO Macroarea e Corelab Biochimica e Diagnostica Proteica (SS); UO Loiano, Porretta, Vergato e Bazzano (SS); UO Laboratorio OB (SS); UO Alta Automazione (SS); UO Biologia Clinica (SS); nell ambito dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola- Malpighi; Struttura Semplice Ematologia, Citofluorimetria, Coagulazione, Biologia Clinica (SS); Struttura Semplice Biochimica (SS); e) i confermare tutti gli incarichi di responsabilità in essere nell ambito di cui trattasi, sia di natura gestionale che professionale, attribuiti al personale dirigente e a quello di comparto, senza soluzione di continuità, sino alla data di conclusione individuata dai relativi atti di conferimento, fatta salva comunque ogni diversa determinazione conseguente alla ridefinizione dell assetto organizzativo dell UO Laboratorio Unico Metropolitano (SC); f) di dare atto che per effetto della convenzione di cui alla lettera a) l Azienda USL di Bologna acquisisce dall Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi i posti della dotazione organica di cui all allegato 8) alla convenzione e subentra nei contratti di lavoro con i dipendenti di cui all allegato 9) alla convenzione in quanto dedicati alle attività oggetto di cessione; g) per effetto del trasferimento di posti di cui alla lettera precedente si determina un incremento di n. 81 posti nella dotazione organica di questa Azienda, come specificato nell allegato 8) alla convenzione ed una corrispondente riduzione di posti della dotazione organica dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi; h) di dare atto che nel verbale di esame congiunto in data sono stati definiti dei criteri che identificano il monte salari riferito alle risorse per la contrattazione integrativa per effetto dell incremento dei posti della dotazione organica trasferiti dall Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi all Azienda U.S.L. di Bologna; i) di trasmettere il presente atto alla Regione Emilia Romagna ai fini del controllo di cui alla L. n. 412/1991; j) di demandare alla UO Amministrazione del Personale gli adempimenti in materia di rapporto di lavoro relativamente al personale trasferito a questa Azienda dall Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi, nonché alle altre UU.OO.OO. competenti ogni adempimento di pertinenza conseguente alla convenzione di cui alla lettera a); k) di precisare che, con riferimento ai contratti relativi a beni, servizi ed altri diritti reali, la convenzione potrà essere integrata da specifici accordi integrativi;

11 l) di dare atto che ogni effetto economico derivante dal presente provvedimento sarà analiticamente esposto nella verifica infrannuale dell'andamento economico-finanziario aziendale e nel Bilancio di esercizio 2015; m) di dare atto che copia del presente provvedimento è inviata a: Collegio Sindacale; Dipartimenti; Distretti; IRCSS; Staff Direzione Generale; Responsabile del procedimento ai sensi della L. 241/90: Gian Carla Pedrazzi

12 PROP _Allegato1.pdf. Anteprima non disponibile. Probabilmente il file non è convertibile in pdf ed è necessario quindi scaricarlo. Ai fini di una eventuale pubblicazione sull'albo On Line: questo file non sarà pubblicato e sarà mostrato questo messaggio al cittadino.

13 CONVENZIONE PER IL TRASFERIMENTO DELLE ATTIVITA di DIAGNOSTICA di LABORATORIO e per L UNIFICAZIONE delle RELATIVE FUNZIONI TRA AUSL, AOU I sottoscritti: 1) Mario Cavalli, nato a Bologna il 25/08/1955, il quale interviene nel presente atto nella sua qualità di Direttore Generale e legale rappresentante dell Azienda Ospedaliero Universitaria Sant Orsola Malpighi, di seguito cedente 2) Chiara Gibertoni, nata a Modena il 19/07/1966, la quale interviene nel presente atto nella sua qualità di Direttore Generale e legale rappresentante dell Azienda Usl di Bologna, di seguito cessionario PREMESSO Che a partire dall anno 2007, interventi di legislazione nazionale e regionale, e conseguenti atti di programmazione ed organizzativi generali, hanno trattato il tema della riorganizzazione della rete delle strutture pubbliche di diagnostica di laboratorio, sia al fine di garantire l urgenza laboratoristica e l equità di accesso dei pazienti alle prestazioni con eliminazione delle ridondanze dei servizi sia al fine di migliorare l efficacia diagnostica, l efficienza economica e l appropriatezza nei servizi erogati. Che le due aziende interessate intendono dare seguito alla deliberazione n.199/2013 della Regione Emilia-Romagna, con la quale sono state approvate le linee di indirizzo 2013 per il sistema sanitario regionale specificando che le aziende sono tenute a migliorare la qualità dell offerta e dell efficienza nella produzione di servizi, avviando un processo di integrazione di attività e funzioni tra Aziende per condividere le migliori professionalità presenti, razionalizzare ri- 1

14 sorse tecnologiche, materiali, umane e finanziarie, concentrando strutturalmente le funzioni amministrative, tecnico - professionali e sanitarie a prevalente carattere generale e di supporto tecnico-logistico che non influenzano l esercizio dell autonomia e della responsabilità gestionale in capo alle direzioni aziendali, ma che possono determinare economie di scala ed economie di processo, linee di indirizzo peraltro riprese con deliberazione della Giunta Regionale n. 217/2014; Che la Regione Emilia-Romagna, già con il Piano Sociale e Sanitario aveva individuato, nell'ambito della più ampia politica di integrazione sovraziendale, la funzione laboratoristica quale funzione positivamente possibile di concentrazione ed integrazione, per garantire efficacia diagnostica, efficienza economica e appropriatezza dei servizi. Che per la riorganizzazione e concentrazione delle funzioni laboratoristiche nell ambito dell Area Vasta Emilia Centrale (AVEC) si è realizzato un Laboratorio Unico, che si articola in due hub (uno per la Provincia di Bologna e uno per la Provincia di Ferrara) quali strutture operative con articolazioni territoriali (Spoke) nelle rispettive province Che per quanto riguarda l area della Provincia di Bologna tale modello è stato oggetto di una rivisitazione che ha portato a valorizzare la nuova funzione accentrata, prevedendo che essa faccia capo ad un unica azienda, individuata nell Azienda USL di Bologna, che erogherà il servizio a favore delle aziende coinvolte e dei loro utenti o di soggetti terzi attraverso un Laboratorio Unico Metropolitano. Che verso tale Laboratorio Unico Metropolitano, istituito in capo all Azienda Usl di Bologna, hub cittadino di tutte le attività di patologia clinica, confluiranno le attuali e relative attività di produzione svolte in proprio da parte dell Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico Sant Orsola-Malpighi presso la cui sede verranno svolte talune funzioni di laboratorio (di urgenza, esami interni, linee specialistiche) quale spoke dell Azienda Usl di Bologna ed altre di cui rimarrà titolare (quali microbiologia e screening neonatale). 2

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE REGISTRO: NUMERO: DATA: OGGETTO: Determinazione 0001909 27/10/2015 10:02 APPROVAZIONE SCHEMA CONVENZIONE TRA L AZIENDA USL DI BOLOGNA DSM-DP E L UNIVERSITA DI BOLOGNA DIBINEM

Dettagli

Allegato 1. Regione Abruzzo. Programma Operativo 2010

Allegato 1. Regione Abruzzo. Programma Operativo 2010 Allegato 1 Regione Abruzzo Programma Operativo 2010 Intervento 6: Razionalizzazione della rete di assistenza ospedaliera Azione 3: Razionalizzazione delle Unità Operative Complesse Determinazione delle

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S. ORSOLA - MALPIGHI E I DIPARTIMENTI DI PSICOLOGIA E DI

CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S. ORSOLA - MALPIGHI E I DIPARTIMENTI DI PSICOLOGIA E DI CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S. ORSOLA - MALPIGHI E I DIPARTIMENTI DI PSICOLOGIA E DI MEDICINA SPECIALISTICA, DIAGNOSTICA E SPERIMENTALE (DIMES) - UNIVERSITÀ

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI ECONOMIA AZIENDALE

CORSO INTEGRATO DI ECONOMIA AZIENDALE OSPEDALE MARTINI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO INTEGRATO DI ECONOMIA AZIENDALE LEZIONI Prof. Artemio BRUSA Sintesi concetti sulla contabilità analitica nel S.S.N.

Dettagli

CENTRALE DI COMMITTENZA SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA

CENTRALE DI COMMITTENZA SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA A l l e g a t o A ) CENTRALE DI COMMITTENZA SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA L'anno... il giorno... del mese di... presso la sede della Comunità Montana dei Monti Sabini Tiburtini Cornicolani Prenestini, in

Dettagli

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE CONVENZIONE PER L ADESIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE L AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI BOLOGNA (CF 92038610371), con sede in Bologna - via Albertoni n. 15, nella persona del Dirigente Responsabile

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE Organigramma DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE AREA DI SUPPORTO DIREZIONALE PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVILUPPO (ASDOS) INGEGNERIA CLINICA DIREZIONE

Dettagli

Convenzione Costitutiva LR 40/2005 Art. 71 quater comma 2 lettera a)

Convenzione Costitutiva LR 40/2005 Art. 71 quater comma 2 lettera a) Convenzione Costitutiva LR 40/2005 Art. 71 quater comma 2 lettera a) INDICE ART. 1 COSTITUZIONE... ART. 2 DENOMINAZIONE E SEDE... ART. 3 FINALITÀ... ART. 4 DURATA... ART. 5 FUNZIONI... ART. 6 ATTIVITÀ

Dettagli

Presidenza. Presidenza. Direzione

Presidenza. Presidenza. Direzione Presidenza Presidenza Ufficio Segreteria Generale Generale Generale di Staff Comitato Scientifico Farmacia Galliera Comitato unico di garanzia (CUG) Uffici: Coordinatore Scientifico Stampa Sicurezza app.

Dettagli

23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1

23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1 23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1 23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990 e 18/01/2005) OGGETTO

Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990 e 18/01/2005) OGGETTO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 33081 - Aviano (PN) - Italy Via Franco Gallini 2 C.F. - P.IVA 00623340932 Tel. 0434/6591 Fax 0434/652182 CRO A V I A N O Istituto di ricovero

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO E CONSIDERATO SI STIPULA E CONVIENE QUANTO SEGUE

TUTTO CIO PREMESSO E CONSIDERATO SI STIPULA E CONVIENE QUANTO SEGUE CONTRATTO DI SERVIZIO PER L AFFIDAMENTO AD AGEA S.p.A. DEL SERVIZIO DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE DEL COMUNE DI FERRARA OGGI giorno 17 del mese di Settembre dell anno 2002 TRA il Comune di FERRARA, Provincia

Dettagli

Massimo Annicchiarico Azienda Usl di Modena Luca Baldino Azienda Usl di Piacenza Paola Bardasi Azienda Usl di Ferrara Tiziano Carradori

Massimo Annicchiarico Azienda Usl di Modena Luca Baldino Azienda Usl di Piacenza Paola Bardasi Azienda Usl di Ferrara Tiziano Carradori Massimo Annicchiarico è nato a Taranto nel 1958. Si è laureato in medicina e chirurgia presso l Università degli Studi di Bologna e successivamente specializzato in Medicina Interna e in Cardiologia. Dal

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO PREMESSO:

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO PREMESSO: ALLEGATO n. 3 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO PREMESSO: - Che la Giunta Regionale, con proprio atto n. 10808 del 16/12/2009, ha istituito la

Dettagli

n. 79 del 16.06.2010 periodico (Parte Terza)

n. 79 del 16.06.2010 periodico (Parte Terza) Page 1 of 11 Bollettino Ufficiale - Inserzioni BURERT on-line Ufficio Relazioni con il Pubblico, Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna, numero verde 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO E TRASFERIMENTO DI AZIENDA

RAPPORTO DI LAVORO E TRASFERIMENTO DI AZIENDA RAPPORTO DI LAVORO E TRASFERIMENTO DI AZIENDA 16 maggio 2014 Avv. Marcello Giustiniani www.beplex.com Il trasferimento d azienda e di ramo d azienda A) La nozione di trasferimento d azienda (art. 2112,

Dettagli

altre attività strutture sanitarie e studi professionali modello 5_13_01

altre attività strutture sanitarie e studi professionali modello 5_13_01 Apertura struttura sanitaria N. identificativo marca da bollo: (La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale a cura del soggetto interessato) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello

Dettagli

Unione di Comuni Unione dei Miracoli Sede di Casalbordino (CH) Piazza Umberto I Codice fiscale 02385890690 - tel. 0873/92191 - fax 0873/9219233

Unione di Comuni Unione dei Miracoli Sede di Casalbordino (CH) Piazza Umberto I Codice fiscale 02385890690 - tel. 0873/92191 - fax 0873/9219233 Unione di Comuni Unione dei Miracoli Sede di Casalbordino (CH) Piazza Umberto I Codice fiscale 02385890690 - tel. 0873/92191 - fax 0873/9219233 CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO CENTRALE

Dettagli

n. 166 del 01.12.2010 periodico (Parte Terza)

n. 166 del 01.12.2010 periodico (Parte Terza) Page 1 of 10 Bollettino Ufficiale - Inserzioni BURERT on-line Ufficio Relazioni con il Pubblico, Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna, numero verde 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Dettagli

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI Articolo 4 - CESSAZIONE DI APPALTO Rilevato che il settore è caratterizzato, nella generalità

Dettagli

ASL TO2 "Torino Nord" Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE. Direzione Sanitaria Aziendale. Dipendenze 1. Dipendenze 2

ASL TO2 Torino Nord Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE. Direzione Sanitaria Aziendale. Dipendenze 1. Dipendenze 2 ASL TO2 "Torino Nord" Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE Direzione Sanitaria Macro livello Distretti Circ. 4,5,6,7 Direzione distretto 4 Circoscr. 4 Direzione distretto 5 Circoscr. 5 Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

in data 22/08/2008 i Sindaci dei medesimi Comuni hanno sottoscritto l atto costitutivo dell Unione VAL D ENZA ;

in data 22/08/2008 i Sindaci dei medesimi Comuni hanno sottoscritto l atto costitutivo dell Unione VAL D ENZA ; CONVENZIONE FRA I COMUNI DI BIBBIANO, CAMPEGINE, CANOSSA, CAVRIAGO, GATTATICO,, MONTECCHIO EMILIA, SAN POLO D ENZA, SANT ILARIO D ENZA, UNIONE VAL D ENZA PER IL TRASFERIMENTO E LA GESTIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1371/2015 ADOTTATA IN DATA 10/09/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1371/2015 ADOTTATA IN DATA 10/09/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1371/2015 ADOTTATA IN DATA 10/09/2015 OGGETTO: Rinnovo della convenzione con la dott.ssa Stroppa Stefania per l esecuzione di esami citologici. Assistito dal Direttore sanitario e dal

Dettagli

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA Allegato B Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA ORGANIGRAMMA GENERALE Direttore Generale SC Legale SC Servizio Prevenzione Protezione dei Percorsi cardio respiratori dei

Dettagli

MiMS. Master in Management Sanitario. Il territorio

MiMS. Master in Management Sanitario. Il territorio 1 Il territorio 2 Il territorio: tendenze evolutive Aumentata l aspettativa di vita: U = 76 anni D = 82,4 anni Patologie croniche prevalgono su quelle acute Possibilità di eseguire piccoli interventi chirurgici

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 444 del 2-7-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 444 del 2-7-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 444 del 2-7-2015 O G G E T T O Convenzione passiva con la Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Dettagli

Articoli dell ACN Medicina Generale sulle forme associative e le società di servizio

Articoli dell ACN Medicina Generale sulle forme associative e le società di servizio Articoli dell ACN Medicina Generale sulle forme associative e le società di servizio ART: 26 Bis 1. Con le aggregazioni funzionali territoriali si realizzano alcune fondamentali condizioni per l integrazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1611/2014 ADOTTATA IN DATA 16/10/2014 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1611/2014 ADOTTATA IN DATA 16/10/2014 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1611/2014 ADOTTATA IN DATA 16/10/2014 OGGETTO: Convenzione con Rome American Hospital S.r.l. per l esecuzione di attività di consulenza del dott. Giovanni Danesi. IL DIRETTORE GENERALE

Dettagli

Regione Marche. Linee di intervento PSR: 7.1 Rete ospedaliera

Regione Marche. Linee di intervento PSR: 7.1 Rete ospedaliera Regione Marche Linee di intervento PSR: 7.1 Rete ospedaliera 1 Analisi della realtà regionale, per sistemi e processi Differenziali nel consumo di giornate di degenza tra le diverse aree vaste Scambi interni

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA SOCIETA DELLA SALUTE DELL ALTA VAL DI CECINA

REGOLAMENTO GENERALE DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA SOCIETA DELLA SALUTE DELL ALTA VAL DI CECINA REGOLAMENTO GENERALE DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA SOCIETA DELLA SALUTE DELL ALTA VAL DI CECINA settembre 2011 1 Il presente regolamento è frutto di un lavoro di condivisione tra le SDS

Dettagli

PERSONALE DELL AREA DEL COMPARTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE N.1498 DEL 23 DICEMBRE 2008.

PERSONALE DELL AREA DEL COMPARTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE N.1498 DEL 23 DICEMBRE 2008. ORIGINALE REGIONE ABRUZZO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE TERAMO N._1124 del Registro Teramo, lì _21 ottobre 2010 D E L I B E R A Z I O N E adottata dal Direttore Generale dell Azienda U.S.L. di Teramo,

Dettagli

DETERMINA N. 515 / 11 DEL 23/12/2011

DETERMINA N. 515 / 11 DEL 23/12/2011 COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) SETTORE ECONOMATO CODICE SERVIZIO ALTRI SERVIZI GENERALI DETERMINA N. 515 / 11

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO TRA:

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO TRA: ALLEGATO n. 3 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO TRA: COMUNE DI CASTENASO, con sede in Via XXI Ottobre 1944 n. 7, codice fiscale 01065340372 partita

Dettagli

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA Direzione Medica di Presidio ARCISPEDALE SANT'ANNA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI FERRARA Servizio Sanitario Nazionale Regione Emilia-Romagna REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA A cura

Dettagli

Art. 1 Rivisitazione tariffario per le prestazioni ospedaliere e specialistiche ambulatoriali

Art. 1 Rivisitazione tariffario per le prestazioni ospedaliere e specialistiche ambulatoriali LEGGE REGIONALE 7 agosto 2002, n. 29 Approvazione disposizioni normative collegate alla legge finanziaria regionale relative al Settore Sanità. (BUR n. 14 dell 1 agosto 2002, supplemento straordinario

Dettagli

PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE

PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE Direzione centrale salute e protezione sociale PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE 2006-2008 (ex articolo 7 L.R. 23 del 29 luglio 2004) Documento N.2 di 2 Schede di ospedale Dicembre 2005 INDICE

Dettagli

Commissione preposta all accertamento delle condizioni ambientali che caratterizzano

Commissione preposta all accertamento delle condizioni ambientali che caratterizzano CONVENZIONE PER ATTIVITA PROFESSIONALE nell ambito di quanto previsto dal D.Lgs. 230/95 e s.m.i. e come consulente del Datore di lavoro, all interno della Commissione preposta all accertamento delle condizioni

Dettagli

DOCUMENTO ILLUSTRATIVO

DOCUMENTO ILLUSTRATIVO AVVERTENZA: Il presente documento illustrativo ha natura meramente descrittiva e non esaustiva dei contenuti dell operazione sui crediti del Sistema Sanitario della Regione Lazio derivanti da rapporti

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO Sommario REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO...2 Capo I Principi Generali...2 Articolo 1 - Oggetto...2

Dettagli

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005)

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Allegato 1 Funzione operativa (art.2, comma1, lett l l.r. 40/2005) Struttura organizzativa professionale (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Dipartimento interaziendale di Area Vasta Allergologia ed immunologia

Dettagli

REGOLAMENTO COSTITUTIVO E DI FUNZIONAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA

REGOLAMENTO COSTITUTIVO E DI FUNZIONAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA REGOLAMENTO COSTITUTIVO E DI FUNZIONAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA INDICE RIFERIMENTI NORMATIVI PREMESSE Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 Assetto organizzativo Art. 3 Strutture, Programmi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 511 DEL 05/07/2013

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 511 DEL 05/07/2013 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 511 DEL 05/07/2013 OGGETTO: Autorizzazione a contrarre e approvazione

Dettagli

Strutture complesse della rete dei servizi di assistenza ospedaliera

Strutture complesse della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Allegato 2 della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Di seguito sono elencate le schede dei seguenti presidi ospedalieri Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico Burlo Garofolo di Trieste

Dettagli

Il contributo della Professione amministrativa

Il contributo della Professione amministrativa Regione FVG - ASS N. 5 Bassa Friulana Il contributo della Professione amministrativa dott.ssa Paola Menazzi Convegno interregionale CARD Tra corsi e ricorsi regionali, i migliori percorsi di governance

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATA STRATEGICO PMS 49/08/P5 Integrazione fra Sistemi di Gestione sul tema

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona TABELLA ALLEGATA Roma - Verona R O M A " S A P I E N Z A " Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 4 Anestesia e rianimazione 35 Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini provenienti

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 39/36 DEL 10.10.2014

DELIBERAZIONE N. 39/36 DEL 10.10.2014 Oggetto: Contratti di Formazione Specialistica per la frequenza delle Scuole di Specializzazione in discipline mediche delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università degli Studi di Cagliari e di

Dettagli

Azioni di riordino dei servizi del Sistema Sanitario Regionale.

Azioni di riordino dei servizi del Sistema Sanitario Regionale. ALLEGATO B Azioni di riordino dei servizi del Sistema Sanitario Regionale. A. Principi ispiratori La sanità costituisce uno dei settori strategici su cui si concentrano le azioni d el Decreto Legge 95/2012.

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1788/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014

DELIBERAZIONE N. 1788/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 DELIBERAZIONE N. 1788/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 OGGETTO: Convenzione con Poliambulatorio San Paolo S.r.l. di Alba (CN) per l esecuzione di attività di consulenza del dott. Claudio Bernucci. IL DIRETTORE

Dettagli

In questo capitolo iniziale vengono illustrate le disposizioni

In questo capitolo iniziale vengono illustrate le disposizioni Contesto di riferimento Contesto di riferimento In questo capitolo iniziale vengono illustrate le disposizioni normative nazionali e regionali che informano le azioni del Policlinico. Viene poi presentato

Dettagli

Deliberazione del Commissario Straordinario

Deliberazione del Commissario Straordinario COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) TEL. 0541 85.40.60 / 85.40.80 FAX 0541 85.40.12 C.F. 82005670409 - P.IVA 01188110405 www.comune.gemmano.rn.it Deliberazione del

Dettagli

SCHEMA DI ACCORDO CONTRATTUALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI OSPEDALIERO-RIABILITATIVE TRA

SCHEMA DI ACCORDO CONTRATTUALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI OSPEDALIERO-RIABILITATIVE TRA SCHEMA DI ACCORDO CONTRATTUALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI OSPEDALIERO-RIABILITATIVE TRA L Azienda U.S.L. Valle d Aosta con sede in Aosta, Via G. Rey 1, C.F. 91001750073 e P.IVA 00177330073, rappresentata

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 517/2014 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 14 del mese di aprile dell' anno 2014 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 27

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 27 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 27

Dettagli

PREMESSO CHE CONSIDERATO CHE

PREMESSO CHE CONSIDERATO CHE CONVENZIONE TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO - SCUOLA DI MEDICINA, E L A.S.L/ A.S.O.. - PER TIROCINI PROFESSIONALIZZANTI DEGLI STUDENTI ISCRITTI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA

Dettagli

Policlinico S. Orsola-Malpighi. Policlinico. S. Orsola-Malpighi

Policlinico S. Orsola-Malpighi. Policlinico. S. Orsola-Malpighi Policlinico S. Orsola-Malpighi Bilancio di Missioneduemilaotto Policlinico S. Orsola-Malpighi Bilancio di Missione 2008 Policlinico S.Orsola-Malpighi 1 2 indice pag. 6 Presentazione Bilancio di Missione

Dettagli

Relazione del Direttore Generale sulla gestione

Relazione del Direttore Generale sulla gestione 3.3 Investimenti effettuati 3.3.1 Investimenti effettuati e fonte di finanziamento degli investimenti. Nel corso dell anno 2014 l Azienda Ospedaliera di Bologna, Policlinico S. Orsola - Malpighi ha investito

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 Il decreto legislativo

Dettagli

Art. 1 Principi e riferimenti normativi

Art. 1 Principi e riferimenti normativi Provvedimento Dirigenziale Rep. 3649/2012 Protocollo n. 59815 del 21/12/2012 OGGETTO: Emanazione delle linee guida riportanti i criteri per la definizione delle indennità di responsabilità ALLEGATO 2)

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 In data 31 luglio 2009, alle ore 11.30, ha avuto luogo l incontro tra l

Dettagli

L ESPERIENZA DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

L ESPERIENZA DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA L ESPERIENZA DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Antonina Ristagno Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Udine, 11 giugno 2013 La conservazione: obiettivi Fin dal 2005, anno della prima stesura del Codice

Dettagli

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE VITERBO DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N : CS548 DEL : 12/06/2013 STRUTTURA PROPONENTE : U.O.C. ACQUISIZIONE E GESTIONE GIURIDICO-ECONOMICA DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA Prof. A. Mistretta ASL Nell'ordinamento italiano l'azienda sanitaria locale (ASL) è un ente pubblico locale. In passato ente strumentale della regione, al quale competeva l'organizzazione

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ

MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO MINISTERIALE 31 gennaio 1998 MINISTERO DELLA SANITÀ Tabella relativa alle specializzazioni affini previste dalla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale.

Dettagli

OSPEDALI E PUNTI MEDICI AVANZATI (PMA)

OSPEDALI E PUNTI MEDICI AVANZATI (PMA) Assessorato politiche per la salute Situazione terremoto 31 maggio 2012 ore 17 Provincia di Modena Ospedale di Mirandola OSPEDALI E PUNTI MEDICI AVANZATI (PMA) Evacuato dopo la prima scossa del 20 maggio.

Dettagli

CAPO 2. Principi e Strumenti di. Organizzazione e Gestione

CAPO 2. Principi e Strumenti di. Organizzazione e Gestione CAPO 2 Principi e Strumenti di Organizzazione e Gestione 27 capo 2 Principi e Strumenti di Organizzazione e Gestione 28 I Principi di Organizzazione titolo IV I Principi di Organizzazione Art. 18 - Principi

Dettagli

Agenzia Intercent-ER

Agenzia Intercent-ER Agenzia Intercent-ER GARA PER L ACQUISIZIONE DI UNA PIATTAFORMA APPLICATIVA SOFTWARE IN LICENZA D USO E DI SERVIZI CORRELATI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA UNITARIO PER LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELLE

Dettagli

CONVENZIONE, EX ART. 30 TUEL D. LGS. N. 267/2000, TRA I COMUNI RICOMPRESI NELL AMBITO TERRITORIALE BERGAMO 2 NORD EST AL

CONVENZIONE, EX ART. 30 TUEL D. LGS. N. 267/2000, TRA I COMUNI RICOMPRESI NELL AMBITO TERRITORIALE BERGAMO 2 NORD EST AL CONVENZIONE, EX ART. 30 TUEL D. LGS. N. 267/2000, TRA I COMUNI RICOMPRESI NELL AMBITO TERRITORIALE BERGAMO 2 NORD EST AL FINE DI DEMANDARE AL COMUNE DI LOVERE IL RUOLO DI STAZIONE APPALTANTE PER LA GESTIONE

Dettagli

Cassa depositi e prestiti società per azioni

Cassa depositi e prestiti società per azioni Direzione Finanziamenti Pubblici Roma, 22 luglio 2008 Cassa depositi e prestiti società per azioni CIRCOLARE N. 1273 Oggetto: Revisione delle condizioni generali per l accesso al credito della gestione

Dettagli

Estensore. Il Direttore della U.o.c. Scostamento Budget NO Proposta n del

Estensore. Il Direttore della U.o.c. Scostamento Budget NO Proposta n del DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data Oggetto: Artt. 25 e 26 CCNL 2002/2005 - Area della Dirigenza Medica - Verifica e valutazione dei dirigenti medici Dott.ssa Paola Scavina, Dirigente Medico

Dettagli

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 10 del 28 gennaio 2011

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 10 del 28 gennaio 2011 CITTÀ DI AVIGLIANO (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 del 28 gennaio 2011 OGGETTO: Disciplina dei prestiti personali mediante l istituto della delegazione di pagamento. Approvazione

Dettagli

Medico Specialista di Pneumologia

Medico Specialista di Pneumologia F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Cinti, Cristina, Indirizzo via Nazionale Toscana 8b, 40068 San Lazzaro di Savena, Bologna Telefono 051 477771;

Dettagli

L ASSOCIAZIONE BUONA NASCITA ONLUS CON SEDE A CARPI PER LA COLLABORAZIONE AD INIZIATIVE DI SOLIDARIETA E PER TRA

L ASSOCIAZIONE BUONA NASCITA ONLUS CON SEDE A CARPI PER LA COLLABORAZIONE AD INIZIATIVE DI SOLIDARIETA E PER TRA Allegato alla deliberazione n. del CONVENZIONE TRA L'AZIENDA USL DI MODENA E L ASSOCIAZIONE BUONA NASCITA ONLUS CON SEDE A CARPI PER LA COLLABORAZIONE AD INIZIATIVE DI SOLIDARIETA E PER ATTIVATA DI SOSTEGNO

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DELL ATTO AZIENDALE

LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DELL ATTO AZIENDALE ALLEGATOA alla Dgr n. 2271 del 10 dicembre 2013 pag. 1 LINEE GUIDA PER LA PREDISPOSIZIONE DELL ATTO AZIENDALE 1. Premessa. La programmazione regionale, definita dal Piano Socio-Sanitario Regionale 2012-2016

Dettagli

In questo capitolo iniziale vengono illustrate le disposizioni

In questo capitolo iniziale vengono illustrate le disposizioni Contesto di riferimento Contesto di riferimento In questo capitolo iniziale vengono illustrate le disposizioni normative nazionali e regionali che informano le azioni del Policlinico. Viene poi presentato

Dettagli

Al Presidente dell Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena. Il sottoscritto Dott.: cognome

Al Presidente dell Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Modena. Il sottoscritto Dott.: cognome MODULO di iscrizione con decreto ministeriale cittadini comunitari ed extracomunitari con titoli conseguiti in paesi comunitari e non comunitari (Fuori Italia) Al Presidente dell Ordine Provinciale dei

Dettagli

Ospedale S. Paolo - Milano. Delibere pubblicate in data 25/11/2014

Ospedale S. Paolo - Milano. Delibere pubblicate in data 25/11/2014 00806-20/11/2014 Utilizzo della graduatoria dell'avviso pubblico, per titoli e colloquio, per n. 1 posto di collaboratore professionale sanitario - ostetrica - cat. D, ai fini della stipula di contratto

Dettagli

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE Massimo Fabi (Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma) Innanzitutto grazie agli organizzatori di questo convegno: è davvero molto utile confrontare

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 472/2015 ADOTTATA IN DATA 18/03/2015

DELIBERAZIONE N. 472/2015 ADOTTATA IN DATA 18/03/2015 DELIBERAZIONE N. 472/2015 ADOTTATA IN DATA 18/03/2015 OGGETTO: Convenzione con Still Osteopathic Clinics s.r.l. di Varese per l esecuzione di attività di consulenza della dott.ssa Annamaria Cammà. IL DIRETTORE

Dettagli

LEGENDA DEGLI INDICATORI pagina 1 di 4

LEGENDA DEGLI INDICATORI pagina 1 di 4 Aziende Sanitarie del Veneto QUADRO ANALITICO LEGENDA DEGLI INDICATORI pagina 1 di 4 FONTI 01. POPOLAZIONE (al 31/12/n) 1. N Residenti (al 31/12/n) Datawarehouse Regionale - Flusso Anagrafe (i dati provengono

Dettagli

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Area 1 Servizi Interni Settore Bilancio Controllo di Gestione

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Area 1 Servizi Interni Settore Bilancio Controllo di Gestione AVVISO RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI CREDITO MAGGIORMENTE RAPPRESENTATIVI SUL TERRITORIO COMUNALE PER L ADESIONE ALL INIZIATIVA VOLTA A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI SARZANA. Il

Dettagli

Prot. N 27741 del 31.12.2013 REP. N 21 del 31.12.2013

Prot. N 27741 del 31.12.2013 REP. N 21 del 31.12.2013 CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO ALL UNIONE RENO GALLIERA DELL UFFICIO DI PIANO DEL DISTRETTO PIANURA EST PER LA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEI PROGETTI E DELLE FUNZIONI SOCIO- SANITARIE AD ESSO ATTRIBUITE.

Dettagli

TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere

TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere TITOLO I Area amministrativa I/1 AFFARI ISTITUZIONALI I/1.1 I/1.2 I/1.3 I/1.4 I/1.5 I/1.6 I/1.7 I/2

Dettagli

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale ORIGINALE N. 13 del 12/05/2014 OGGETTO: PRESA D'ATTO RECESSO CONSENSUALE DALLA CONVENZIONE DI SEGRETERIA. APPROVAZIONE

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLA COMUNICAZIONE FRA I MEDICI E DEI MEDICI CON LE AZIENDE SANITARIE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLA COMUNICAZIONE FRA I MEDICI E DEI MEDICI CON LE AZIENDE SANITARIE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA QUESTIONARIO CONOSCITIVO SULLA COMUNICAZIONE FRA I MEDICI E DEI MEDICI CON LE AZIENDE SANITARIE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Il questionario è anonimo. Non vuole valutare i servizi, ma solo conoscere l adeguatezza

Dettagli

APPROVAZIONE INTERVENTI DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL SETTORE DEGLI INVESTIMENTI SANITARI ART. 20 L. 67/1988 - IV FASE 2 STRALCIO.

APPROVAZIONE INTERVENTI DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL SETTORE DEGLI INVESTIMENTI SANITARI ART. 20 L. 67/1988 - IV FASE 2 STRALCIO. Progr.Num. 625/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno martedì 21 del mese di maggio dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

CONTRATTO ESECUTIVO PER LA PROGETTAZIONE, L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DI CORSI A DISTANZA TRA La Facoltà di Medicina e Psicologia dell Università degli studi di Roma La Sapienza (di seguito denominata

Dettagli

Schema d Intesa Regione-Università ai sensi dell art. 6 COMMA 13 della Legge 30 DICEMBRE 2010 N. 240

Schema d Intesa Regione-Università ai sensi dell art. 6 COMMA 13 della Legge 30 DICEMBRE 2010 N. 240 Schema d Intesa Regione-Università ai sensi dell art. 6 COMMA 13 della Legge 30 DICEMBRE 2010 N. 240 Art. 6 comma 13 L. 240/2010: Entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Criteri per la concessione da parte del Dipartimento della Protezione Civile dei contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile nel triennio

Dettagli

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL WELFARE SERVIZIO PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA OSPEDALIERA E SPECIALISTICA E ACCREDITAMENTO

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL WELFARE SERVIZIO PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA OSPEDALIERA E SPECIALISTICA E ACCREDITAMENTO REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL WELFARE SERVIZIO PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA OSPEDALIERA E SPECIALISTICA E ACCREDITAMENTO CONVENZIONE TRA LA REGIONE PUGLIA (Destinatario Istituzionale) e l Azienda Ospedaliero

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 483/2015 ADOTTATA IN DATA 26/03/2015

DELIBERAZIONE N. 483/2015 ADOTTATA IN DATA 26/03/2015 DELIBERAZIONE N. 483/2015 ADOTTATA IN DATA 26/03/2015 OGGETTO: Convenzione con Centro medico Santagostino - Società e Salute S.p.A. per attività di consulenza del dott. Lorenzo Rocchini. IL DIRETTORE GENERALE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 491/2015 ADOTTATA IN DATA 26/03/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 491/2015 ADOTTATA IN DATA 26/03/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 491/2015 ADOTTATA IN DATA 26/03/2015 OGGETTO: Convenzione con Chemi S.p.A. di Cinisello Balsamo per l esecuzione di attività di consulenza da parte della dott.ssa Anna Falanga. IL DIRETTORE

Dettagli

Premessa * * * Signori Azionisti,

Premessa * * * Signori Azionisti, Eurofly S.p.A. Sede legale in Milano, via Ettore Bugatti n. 15 Capitale Sociale Euro 11.084.271,92 Codice Fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano 05763070017 Soggetta ad attività

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA

PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA 2006 PROTOCOLLO D INTESA SULLA FORMAZIONE SPECIALISTICA DEI LAUREATI IN MEDICINA E CHIRURGIA tra La Regione Emilia-Romagna, in persona del Presidente della Giunta Regionale in carica Vasco Errani e L'Università

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 70

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 70 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 70

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Università, l Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e per la Ricerca Direzione Generale per l Università, lo studente e il diritto allo studio universitario AVVISO PUBBLICO

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI INPS. L anno duemilasette, il giorno del mese di in Roma Via

CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI INPS. L anno duemilasette, il giorno del mese di in Roma Via CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI INPS L anno duemilasette, il giorno del mese di in Roma Via TRA L Istituto Nazionale della Previdenza Sociale,

Dettagli