Convegno delle Stelline 20ᵃ edizione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Convegno delle Stelline 20ᵃ edizione"

Transcript

1 Convegno delle Stelline 20ᵃ edizione RDA e Linked data: un binomio naturale. Linee guida e tecnologie per gli ILS di nuova generazione Tiziana

2 I dati delle biblioteche nel web semantico Necessità del cambiamento affinché i dati del catalogo siano del web e non solo nel web: formulata in varie forme e occasioni, la più significativa delle quali è On the record, il report della Library of Congress Working Group on the Future of Bibliographic Control, del 2008, in cui si richiama alla necessità di: trasformare la descrizione testuale in set di dati usabili per processi ed elaborazioni automatiche da parte di macchine; rendere gli elementi di dati univocamente identificabili; assicurare la compatibilità dei dati con le tecnologie e gli standard del web; usare un linguaggio trasversale e interoperabile nella realtà del web.

3 Nuovi modelli catalografici e linked data Adozione delle logiche e delle tecnologie del web semantico nel contesto delle biblioteche: ripensamento profondo del modello del catalogo finora conosciuto; rifondazione dei principi, degli standard e delle normative catalografiche; RDA (Resource Description and Access): standard internazionale per la metadatazione delle risorse nell era digitale => le linee guida si muovono all interno della filosofia del web semantico e dei linked data

4 Nuovi modelli catalografici e linked data Riflessione sul futuro del controllo bibliografico universale: Il formato piatto del record MARC è inadeguato ad esprimere le relazioni tra entità bibliografiche che il modello FRBR e lo standard RDA considerano fondamentali (MARC must die!) Maggio 2011: la Bibliographic Framework Transition Iniziative dichiara: «The new bibliographic framework project will be focused on the Web environment, Linked Data principles and mechanisms, and the Resource Description Framework (RDF) as a basic data model» 21 novembre 2012: Bibliographic Framework as a Web of Data: Linked Data Model and Supporting Services BIBFRAME

5 BIBFRAME BIBFRAME: il primo passo nella definizione di una road map che dovrebbe proporre un nuovo ambiente bibliografico, con l enunciazione di un nuovo ecosistema bibliografico: alto livello di analisi e identificazione del dato enfatizzazione delle relazioni impiego diffuso dei vocabolari controllati accurato dettaglio descrittivo delle risorse ampia flessibilità nella gestione delle voci controllate

6 BIBFRAME BIBFRAME: modello di dati ispirato a FRBR ma semplificato; distingue il contenuto concettuale (opera) e la manifestazione fisica (istanza); identifica un entità in maniera non ambigua; evidenzia le relazioni tra le entità mostrando la natura della correlazione. Il modello è strutturato in 4 classi principali: Opera: essenza concettuale della risorsa catalogata, il cui concetto è assimilabile all opera e all espressione di FRBR. Istanza: materializzazione individuale dell opera. Authority: entità che hanno una relazione con l opera o con l istanza, per esempio persone, famiglie, enti, concetti, luoghi. Annotazioni: ciò che decora o arricchisce la risorsa con informazioni aggiuntive, per esempio dati di esemplare, immagini di copertina, recensioni, TOC

7 BIBFRAME Modello dati

8 BIBFRAME - Esempio Il rapporto FRBR ha 3 istanze associate a 2 diversi editori

9 BIBFRAME Linee guida BIBFRAME definisce alcune linee guida generali, tra cui: la prospettiva che gli ILS di nuova generazione si orientino su una architettura a risorsa, dove cioè l oggetto catalogato sia il singolo elemento, non l intero record; la possibilità che ciascuna risorsa possa essere collegata ad altre risorse; la possibilità che nella metadatazione il catalogatore possa attingere da informazioni nel web, senza creare ogni volta oggetti nuovi; l impiego di liste controllate di termini e, quindi, l accesso ai vocabolari e alle liste di termini pubblicate, per esempio, sull Open Metadata Registry. la possibilità di definire in configurazione del sistema la logica di creazione degli URI e di permettere, dunque, che a ogni nuova risorsa creata sia attribuibile automaticamente un URI.

10 BIBFRAME Editor BIBFRAME editor:

11 RIMMF RDA in ManyMetadataFormats RIMMF: un primo esempio di sistema orientato a RDA. È uno strumento illustrativo e didattico, di editing e visualizzazione dei dati, nato per aiutare i catalogatori a pensare in RDA e, dunque, in FRBR, anziché in AACR e MARC. RIMMF non è, quindi, un ILS, né un modulo di catalogazione. Le funzioni disponibili in RIMMF sono: creazione di nuovi modelli di catalogazione; creazione di nuove registrazioni catalografiche; import di dati da database esterni; creazione di relazioni tra entità; visualizzazione della struttura gerarchica (ad albero) creata dalle relazioni tra le varie risorse.

12 RIMMF Editor RIMMF:

13 RIMMF Editor Particolarmente interessante è la possibilità di visualizzare o importare dati provenienti da banche dati esterne: database bibliografici e OPAC (per esempio, quello della Library of Congress), authority file (per esempio, VIAF), enciclopedie e repertori online (per esempio, Wikipedia). Il meccanismo ha un duplice scopo: facilitare le operazioni di condivisione dei dati; consentire, già in fase di strutturazione del dato, di anticipare l attività di creazione di collegamenti esterni.

14 RIMMF Editor Ricerca dell entità Umberto Eco in Wikipedia Ricerca dell entità Umberto Eco in VIAF con visualizzazione in MARC21 e importazione in RIMMF

15 RIMMF Editor Import di record in MARCXML dalla Library of Congress, con mappatura e visualizzazione secondo la struttura RDA

16 Evoluzione degli ILS nel panorama italiano I software di nuova generazione devono tener conto di RDA, producendo strumenti che facilitino il passaggio dall epoca dominata dalla strutturazione dei dati in formato MARC, a una nuova era che, con BIBFRAME, lascia intendere che andrà nella direzione dei linked open data, e che esprime anche nel linguaggio l evoluzione verso nuovi modelli di metadatazione. WeCat => il modulo di metadatazione dell ILS OliSuite: assimila integralmente tutti gli aggiornamenti di MARC21 consente di strutturare i dati secondo RDA in una modalità orientata ai linked open data.

17 WeCat: MARC21 updates 9-18 per RDA WeCat assorbe tutti i cambiamenti del MARC21, compresi gli aggiornamento 9-18, che includono le novità previste per RDA approvate fino al giugno 2014, e che riguardano: Contenuto, media e supporto delle risorse (tipi e caratteristiche) Attributi dei nomi e delle risorse Relazioni Varie 17

18 OliSuite/WeCat WeCat propone codici specifici per identificare le entità FRBR: la metadatazione parte con la selezione di modelli che propongono al catalogatore gli attributi previsti da FRBR per ciascuna specifica entità.

19 OliSuite/WeCat Il potenziamento delle funzioni per il controllo d autorità esprime la necessità, comune a RDA e ai principi dei linked open data, di descrivere l entità che si sta analizzando con un alto numero di attributi, creando così un oggetto perfettamente identificabile e riutilizzabile in molteplici ambiti.

20 WeCat Relazioni nome-risorsa Relazioni tra nome e risorsa assorbite da RDA Appendice I: lista di possibili relazioni tra una risorsa e una persona, famiglia e ente (es.: autore, editore, artista, cartografo) 20

21 WeCat Relazioni risorsa-risorsa Relazioni tra risorsa e risorsa assorbite da RDA Appendice J: sono previste più di 400 relazioni che possono esistere tra opere, espressioni, manifestazioni e item (es.: drammatizzato come opera, sequel di, filmato come manifestazione, riproduzione dell item). 21

22 WeCat Relazioni nome-nome Relazioni tra nome e nome assorbite da RDA Appendice K: relazioni che possono esistere tra persone, famiglie e enti (es.: impiegati, sponsor, discendenti, predecessori) Relazione tra l ente FIAT (gruppo automobilistico) e la persona Giovanni Agnelli 22

23 WeCat Vocabolari e liste di termini Le liste di termini provengono da vocabolari controllati, per lo più pubblicati in RDF sull Open Metadata Registry: WeCat condivide la finalità di utilizzare un linguaggio formulato in set di dati e in ontologie comprensibili alle macchine. 23

24 OliSuite/WeCat Interlinking Funzione di ricerca e cattura, a partire da un entità, degli identificativi utilizzati per la medesima entità su altri dataset e siti esterni: predisposizione del meccanismo d interlinking, che consente ai dati di acquisire la quinta stella prevista dal sistema di valutazione di Tim Berners-Lee. Ricerca e cattura degli identificativi dell entità persona Collodi, Carlo su tre fonti di dati differenti: SBN, VIAF, Wikipedia 24

25 RDA come istruzione Linked data come realizzazione FRBR: fortemente riconosciuto in tutti i progetti di pubblicazione dei dati; con l introduzione di RDA è diventato modello di riferimento anche nella fase di strutturazione dei dati, determinando un corso nuovo nella evoluzione degli ILS; paradigma dei linked data e del web semantico: la filosofia che sottende il trattamento del dato in fase di creazione e in fase di pubblicazione; realizzazione di linked open data: ancora di pertinenza della pubblicazione; predisposizione del dato per semplificare il processo di identificazione delle risorse, di creazione di collegamenti e, quindi, di conversione in linked open data attiene alla nuova generazione di ILS.

26 RDA come istruzione Linked data come realizzazione La qualità dei risultati dipende dalla quantità di investimenti economici e umani: identificare e collegare i dati attiene alla teoria della catalogazione, acquisita e consolidata; la traduzione delle realizzazioni in progetti di fruizione, attiene al grado e alla quantità di investimenti di risorse finanziarie e umane. RDA e linked data rappresentano un binomio naturale: le linee guida e la tecnologia sono state pensate per gli ILS di nuova generazione. RDA è, pertanto, la faccia normativa di ciò che i linked open data realizzano concretamente.

27 Grazie Tiziana Cel.:

FRBR, RDA, Bibframe, Linked data: il contesto teorico dei cataloghi di nuova generazione. Tiziana Possemato

FRBR, RDA, Bibframe, Linked data: il contesto teorico dei cataloghi di nuova generazione. Tiziana Possemato FRBR, RDA, Bibframe, Linked data: il contesto teorico dei cataloghi di nuova generazione Tiziana Possemato Il contesto generale Dove stiamo andando Resource Description and Access Functional Requirements

Dettagli

SHARE CATALOGUE: le biblioteche universitarie in Linked Open Data

SHARE CATALOGUE: le biblioteche universitarie in Linked Open Data SHARE CATALOGUE: le biblioteche universitarie in Linked Open Data Roberto delle Donne (Università degli Studi di Napoli Federico II) Tiziana Possemato (@Cult) SHARE Scholarly Heritage and Access to Research

Dettagli

Introduzione ai lavori del Gruppo di studio sui metadati descrittivi. Cristina Magliano

Introduzione ai lavori del Gruppo di studio sui metadati descrittivi. Cristina Magliano Introduzione ai lavori del Gruppo di studio sui metadati descrittivi Cristina Magliano Il Gruppo di lavoro sui metadati descrittivi ha iniziato l attività partendo dall'analisi del primo standard di metadati

Dettagli

Michele Balzarini. Relazione conclusiva Erasmus staff training presso l Università di Warwick. giugno 2014

Michele Balzarini. Relazione conclusiva Erasmus staff training presso l Università di Warwick. giugno 2014 Michele Balzarini Relazione conclusiva Erasmus staff training presso l Università di Warwick giugno 2014 Evoluzione dei catalogo e dell interfaccia utente Negli ultimi anni la diffusione di internet e

Dettagli

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Fondamenti di Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica Applicata 2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE

Dettagli

I metadati per la gestione e conservazione dei documenti elettronici. Fiorella Foscarini Firenze, 17 giugno 2007

I metadati per la gestione e conservazione dei documenti elettronici. Fiorella Foscarini Firenze, 17 giugno 2007 I metadati per la gestione e conservazione dei documenti elettronici Fiorella Foscarini Firenze, 17 giugno 2007 Argomenti Che cosa sono i metadati Criticità relative a definizione, indentificazione e classificazione

Dettagli

Introduzione al Semantic Web

Introduzione al Semantic Web Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 Giuseppe Loseto Dal Web al Semantic Web 2 Dal Web al Semantic Web: Motivazioni Il Web dovrebbe

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia

COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia COMUNE DI BOVEZZO Provincia di Brescia REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) INDICE Pagina TITOLO I Disposizioni Generali

Dettagli

Comune di Lograto. Provincia di Brescia

Comune di Lograto. Provincia di Brescia Comune di Lograto Provincia di Brescia REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) (approvato con la deliberazione del Consiglio

Dettagli

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO

Dettagli

Gruppo Utenti MARC 21

Gruppo Utenti MARC 21 Gruppo Utenti MARC 21 Un caloroso benvenuto a tutti! Grazie della vostra presenza! Buon lavoro! Milano - 2008, Università Cattolica del Sacro Cuore Roma - 2009, URBS, Unione Romana Biblioteche Scientifiche

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

Enrico Fagnoni <e.fagnoni@e-artspace.com> BOTK IN A NUTSHELL

Enrico Fagnoni <e.fagnoni@e-artspace.com> BOTK IN A NUTSHELL Enrico Fagnoni BOTK IN A NUTSHELL 20/01/2011 1 Business Ontology ToolKit Business Ontology Toolkit (BOTK) è un insieme estensibile di strumenti per realizzare applicazioni basate

Dettagli

Linked data per biblioteche, archivi e musei Politecnico di Torino 4 novembre 2015

Linked data per biblioteche, archivi e musei Politecnico di Torino 4 novembre 2015 Linked data per biblioteche, archivi e musei Politecnico di Torino 4 novembre 2015 Mauro Guerrini mauro.guerrini@unifi.it 1. I dati delle biblioteche nel web semantico Il web ha rivoluzionato il modo

Dettagli

L INDICIZZAZIONE SEMANTICA

L INDICIZZAZIONE SEMANTICA L INDICIZZAZIONE SEMANTICA Nell indicizzazione semantica un documento viene indicizzato per il contento concettuale dell opera che manifesta ovvero secondo il significato. Essa pertanto ha lo scopo di

Dettagli

XXIII Convegno ASS.I.TERM. «Terminologia e normalizzazione nella catalogazione semantica»

XXIII Convegno ASS.I.TERM. «Terminologia e normalizzazione nella catalogazione semantica» Copertina XXIII Convegno ASS.I.TERM «Terminologia e normalizzazione nella catalogazione semantica» Deborah Grbac, Mario Corveddu, Carol Rolla, Paolo Sirito Università cattolica del Sacro Cuore di Milano

Dettagli

Nuovo soggettario. Gruppo Soggetti Sbt

Nuovo soggettario. Gruppo Soggetti Sbt Nuovo soggettario Gruppo Soggetti Sbt Grazie a Maria Chiara Giunti e al Gruppo di lavoro Nuovo soggettario della BNCF-BNI per le immagini e le informazioni contenute in questa presentazione. Soggettario

Dettagli

Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web. Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007

Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web. Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007 Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007 Outline Web 2.0 e Semantic Web Social Software Semantica e Ontologie SEDIMENTO 2 Obiettivi Aggiungere

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Il Software come risorsa nell epoca degli Open Data. Michele Bordi, Sistemi Informativi Comune di Macerata

Il Software come risorsa nell epoca degli Open Data. Michele Bordi, Sistemi Informativi Comune di Macerata Il Software come risorsa nell epoca degli Open Data Michele Bordi, Sistemi Informativi Comune di Macerata Stato attuale dell apertura dei dati dati.gov.it : 10348 dataset per 76 amministrazioni Riuso ancora

Dettagli

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) www.biblio.polimi.it

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) www.biblio.polimi.it , Centro Sistema IT Seminario CNBA L integrazione delle risorse eterogenee distribuite: problemi, strumenti e prospettive, Roma 27 ottobre 2004 Il (SBA) www.biblio.polimi.it 2 L'Area (SBA) é la struttura

Dettagli

Progettaz. e sviluppo Data Base

Progettaz. e sviluppo Data Base Progettaz. e sviluppo Data Base! Introduzione ai Database! Tipologie di DB (gerarchici, reticolari, relazionali, oodb) Introduzione ai database Cos è un Database Cos e un Data Base Management System (DBMS)

Dettagli

Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF

Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF Prime sperimentazioni d'indicizzazione [semi]automatica alla BNCF Maria Grazia Pepe - Elisabetta Viti (Biblioteca nazionale centrale di Firenze) 6. Incontro ISKO Italia Firenze 20 maggio 2013 SOMMARIO

Dettagli

Strumenti di modellazione. Gabriella Trucco

Strumenti di modellazione. Gabriella Trucco Strumenti di modellazione Gabriella Trucco Linguaggio di modellazione Linguaggio formale che può essere utilizzato per descrivere (modellare) un sistema Il concetto trova applicazione soprattutto nell

Dettagli

Modellazione di sistema

Modellazione di sistema Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Modellazione di sistema E. TINELLI Contenuti Approcci di analisi Linguaggi di specifica Modelli di

Dettagli

Linked Open Data Introduzione e nuovi punti di vista Silvia Mazzini Antonella Pagliarulo smazzini@regesta.com apagliarulo@regesta.

Linked Open Data Introduzione e nuovi punti di vista Silvia Mazzini Antonella Pagliarulo smazzini@regesta.com apagliarulo@regesta. Linked Open Data Introduzione e nuovi punti di vista Silvia Mazzini Antonella Pagliarulo smazzini@regesta.com apagliarulo@regesta.com Library Library Data Linked Data Library Linked Data W3C Incubator

Dettagli

Progetto interregionale ICAR Interoperabilità e Cooperazione Applicativa tra le Regioni. <Task AP3>

Progetto interregionale ICAR Interoperabilità e Cooperazione Applicativa tra le Regioni. <Task AP3> Progetto interregionale ICAR Interoperabilità e Cooperazione Applicativa tra le Regioni AP3-Documento Descrittivo degli Accordi di Servizio Versione AP3-specificaADSv1.2.1.doc Pag. 1

Dettagli

Esperienze di linked data e web semantico in BNCF

Esperienze di linked data e web semantico in BNCF Esperienze di linked data e web semantico in BNCF Anna Lucarelli anna.lucarelli@beniculturali.it 6' Incontro ISKO Italia Firenze 20 maggio 2013 Biblioteca nazionale centrale Firenze Da Tim Berners Lee

Dettagli

Configuration of a distributed system as emerging behavior of autonomous agents

Configuration of a distributed system as emerging behavior of autonomous agents Configuration of a distributed system as emerging behavior of autonomous agents Configuration of a distributed system as emerging behavior of autonomous agents : Questo documento illustra la strategia

Dettagli

Release MOVIO SCMS. Versione Tutorial. Commenti Dichiarazione di copyright. Abstract Questo documento descrive in generale il backend di Movio

Release MOVIO SCMS. Versione Tutorial. Commenti Dichiarazione di copyright. Abstract Questo documento descrive in generale il backend di Movio Titolo Tutorial MOVIO: Backend introduzione Release MOVIO SCMS 1.00 Versione Tutorial 1.00 Data 09/02/2014 Autori e affiliation Rubino Saccoccio (Gruppometa) Commenti Dichiarazione di copyright Abstract

Dettagli

Cosa sono i linked data

Cosa sono i linked data Linked data: un nuovo alfabeto del web semantico Mauro Guerrini, Tiziana Possemato Cosa sono i linked data La formulazione linked data sta entrando nel vocabolario della comunicazione e, per quello che

Dettagli

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB ITIL e PMBOK Service management and project management a confronto CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB Firenze 1 luglio 2009 Il sistema CMDBuild è una applicazione

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) PROVINCIA DI FORLI'-CESENA REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Approvato con Delibera di G.P. n. 141775/456 del 06/12/2013

Dettagli

[ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB ]

[ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB ] 2011 Titolo del documento: Piano di adeguamento sito web Periodo di riferimento: Da Agosto 2011 N revisione: 1 Autore del documento: URP Data ultima versione: 30/08/2011 [ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Art. 15, comma 3, lett. a) e b) Legge 6 agosto 2008, n. 133 Caratteristiche tecniche e tecnologiche libri di testo PREMESSA Il libro di testo, nella sua versione a stampa, on line e mista, costituisce

Dettagli

Costruire un progetto di digitalizzazione

Costruire un progetto di digitalizzazione Convegno di studio ABEI Senigallia 2012 Costruire un progetto di digitalizzazione standard, formati e strumenti adeguati agli obiettivi di un progetto relatore dr. Paolo Tentori Novantiqua Multimedia BIBLIOTECA

Dettagli

Finalità e governance del servizio

Finalità e governance del servizio Il documento AIB per il #nuovo SBN, approvato dal CEN dell Associazione italiana biblioteche nel dicembre 2013 e che indica alcune linee di intervento per rilanciare il Servizio bibliotecario nazionale,

Dettagli

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO NELLE IMPRESE E TERRITORIO ALLEGATO A SCHEDA PROGETTO per la creazione

Dettagli

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML Introduzione L applicazione EXPLOit gestisce i contenuti dei documenti strutturati in SGML o XML, utilizzando il prodotto Adobe FrameMaker per

Dettagli

Data Base. Prof. Filippo TROTTA

Data Base. Prof. Filippo TROTTA Data Base Definizione di DataBase Un Database può essere definito come un insieme di informazioni strettamente correlate, memorizzate su un supporto di memoria di massa, costituenti un tutt uno, che possono

Dettagli

CEI-Bib: Obiettivi, strumenti e prime esperienze

CEI-Bib: Obiettivi, strumenti e prime esperienze http:/// CEI-Bib: Obiettivi, strumenti e prime esperienze Ifnet e il progetto CEI-BIB Gabriele Lunati (Amministratore delegato) g.lunati@ifnet.it ifnet.it [Pag. 1] http:/// Introduzione Caratteristiche

Dettagli

Allegato alla delibera di Giunta Comunale n. 28 del 20.04.2015

Allegato alla delibera di Giunta Comunale n. 28 del 20.04.2015 Allegato alla delibera di Giunta Comunale n. 28 del 20.04.2015 REGOLAMENTO: Modalità di pubblicazione del catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati e per l esercizio della facoltà di

Dettagli

Gruppo di lavoro LOD SBN

Gruppo di lavoro LOD SBN Gruppo di lavoro LOD SBN Premessa Il Comitato tecnico scientifico per SBN, nel 2014 ha incaricato l ICCU di costituire un gruppo di lavoro con il compito di verificare la fattibilità per l accesso e la

Dettagli

ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO UNICO DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE E PER LE INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE (ICCU)

ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO UNICO DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE E PER LE INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE (ICCU) ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO UNICO DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE E PER LE INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE (ICCU) DICHIARAZIONE DI PRINCIPI INTERNAZIONALI DI CATALOGAZIONE Bozza approvata dal Primo Incontro

Dettagli

Linguaggi e Paradigmi di Programmazione

Linguaggi e Paradigmi di Programmazione Linguaggi e Paradigmi di Programmazione Cos è un linguaggio Definizione 1 Un linguaggio è un insieme di parole e di metodi di combinazione delle parole usati e compresi da una comunità di persone. È una

Dettagli

Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Giorgia Lodi

Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Giorgia Lodi Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Giorgia Lodi Smart City Exhibition 2013 Dall informazione pubblica alla crescita economica: gli open data come veicolo di sviluppo

Dettagli

La Metodologia adottata nel Corso

La Metodologia adottata nel Corso La Metodologia adottata nel Corso 1 Mission Statement + Glossario + Lista Funzionalià 3 Descrizione 6 Funzionalità 2 Schema 4 Schema 5 concettuale Logico EA Relazionale Codice Transazioni In PL/SQL Schema

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Online Sessione AIDA

Online Sessione AIDA Online Sessione AIDA Londra 2 dicembre 2003 Roma 31 marzo 2004 Il content management per la ricerca e la didattica Paola Gargiulo gargiulo@caspur.it Sommario di cosa parliamo quando parliamo di content

Dettagli

Relazione Pinakes3 Analisi modello di business (BOZZA) di Valeriano Sandrucci 08/09/07

Relazione Pinakes3 Analisi modello di business (BOZZA) di Valeriano Sandrucci 08/09/07 Relazione Pinakes3 Analisi modello di business (BOZZA) di Valeriano Sandrucci 08/09/07 1. Introduzione...3 1.2. Application vs Tool... 3 2. Componenti logiche di un modello... 6 3. Ontologie e Semantic

Dettagli

Organizzazione degli archivi

Organizzazione degli archivi COSA E UN DATA-BASE (DB)? è l insieme di dati relativo ad un sistema informativo COSA CARATTERIZZA UN DB? la struttura dei dati le relazioni fra i dati I REQUISITI DI UN DB SONO: la ridondanza minima i

Dettagli

Gli OpenData e i Comuni

Gli OpenData e i Comuni Gli OpenData e i Comuni Osservatorio egovernment 2014-15 Milano, 13 marzo 2015 Agenda Significatività statistica del campione di Comuni analizzato Cosa sono gli OpenData - Dimensione del fenomeno Le Linee

Dettagli

Interoperabilità dei SIT. Capitolo 4 INTEROPERABILITA DEI DATI TERRITORIALI. 7 Interoperabilità dei dati territoriali

Interoperabilità dei SIT. Capitolo 4 INTEROPERABILITA DEI DATI TERRITORIALI. 7 Interoperabilità dei dati territoriali Interoperabilità dei SIT Capitolo 4 INTEROPERABILITA DEI DATI TERRITORIALI Interoperabilità dei dati e dei trattamenti Cooperazione tra uomini e macchine Sogno per gli utenti, incubo per gli informatici

Dettagli

TRADUZIONE. Tiziana Possemato. Il progetto ITACH@

TRADUZIONE. Tiziana Possemato. Il progetto ITACH@ OpLiDaF Open Linked Data Framework: una piattaforma per la creazione e la pubblicazione di linked data Tiziana Possemato Il progetto ITACH@ Il progetto ITACH@, Innovative Technologies And Cultural Heritage

Dettagli

Sistemi Informativi e Basi di Dati

Sistemi Informativi e Basi di Dati Sistemi Informativi e Basi di Dati Laurea Specialistica in Tecnologie di Analisi degli Impatti Ecotossicologici Docente: Francesco Geri Dipartimento di Scienze Ambientali G. Sarfatti Via P.A. Mattioli

Dettagli

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri Il contributo presentato in occasione del Convegno dedicato al Progetto per le

Dettagli

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale?

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale? Librerie digitali Introduzione Cos è una libreria digitale? William Arms "An informal definition of a digital library is a managed collection of information, with associated services, where the information

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI

REGOLAMENTO SULLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI REGOLAMENTO SULLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI REGOLAMENTO SULLA FACOLTA DI ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI Sommario Art. 1 - Principi, finalità, e oggetto...3 Art. 2 -

Dettagli

Organizzazione delle informazioni: Database

Organizzazione delle informazioni: Database Organizzazione delle informazioni: Database Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Gli standard di metadati come terreno di collaborazione tra editori e biblioteche

Gli standard di metadati come terreno di collaborazione tra editori e biblioteche Gli standard di metadati come terreno di collaborazione tra editori e biblioteche Giulia Marangoni Associazione Italiana Editori giulia.marangoni@aie.it Milano, 2 Aprile 2014 L ARCHIVIO DELLA PRODUZIONE

Dettagli

LEARNING OBJECTS Progettare e realizzare oggetti di apprendimento

LEARNING OBJECTS Progettare e realizzare oggetti di apprendimento Un progetto di innovazione didattica dell Istituto Comprensivo Statale "Galileo Galilei" - Pieve a Nievole Lezione 3 LEARNING OBJECTS Progettare e realizzare oggetti di apprendimento a cura di Carlo Mariani

Dettagli

ISBD EDIZIONE CONSOLIDATA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER BIBLIOTECARI

ISBD EDIZIONE CONSOLIDATA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER BIBLIOTECARI ISBD EDIZIONE CONSOLIDATA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER BIBLIOTECARI Agnese Galeffi Corso organizzato da Regione Lombardia Istruzione Formazione e Cultura Milano, 23 ottobre 2012 PROGRAMMA Storia ed evoluzione

Dettagli

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2 BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: BIENNIO SC. SEC. DI 2 Abilità alunni Attività insegnante Attività alunno A. LEGGERE AD ALTA VOCE 1. Riattivare le competenze acquisite di lettura

Dettagli

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1

Le Basi di dati: generalità. Unità di Apprendimento A1 1 Le Basi di dati: generalità Unità di Apprendimento A1 1 1 Cosa è una base di dati In ogni modello di organizzazione della vita dell uomo vengono trattate informazioni Una volta individuate e raccolte devono

Dettagli

Lezione 10 Business Process Modeling

Lezione 10 Business Process Modeling Lezione 10 Business Process Modeling Ingegneria dei Processi Aziendali Modulo 1 - Servizi Web Unità didattica 1 Protocolli Web Ernesto Damiani Università di Milano Step dell evoluzione del business process

Dettagli

Archivio globale della Maremma

Archivio globale della Maremma Archivio globale della Maremma Archivi digitali della Biblioteca comunale Chelliana di Grosseto Programma per la gestione e consultazione SCIRE DBA Biblioteca Chelliana http://archivioglobale.chelliana.it/

Dettagli

Corso di Access. Prerequisiti. Modulo L2A (Access) 1.1 Concetti di base. Utilizzo elementare del computer Concetti fondamentali di basi di dati

Corso di Access. Prerequisiti. Modulo L2A (Access) 1.1 Concetti di base. Utilizzo elementare del computer Concetti fondamentali di basi di dati Corso di Access Modulo L2A (Access) 1.1 Concetti di base 1 Prerequisiti Utilizzo elementare del computer Concetti fondamentali di basi di dati 2 1 Introduzione Un ambiente DBMS è un applicazione che consente

Dettagli

Uno standard per il processo KDD

Uno standard per il processo KDD Uno standard per il processo KDD Il modello CRISP-DM (Cross Industry Standard Process for Data Mining) è un prodotto neutrale definito da un consorzio di numerose società per la standardizzazione del processo

Dettagli

Ausbildungsdelegation I+D Délégation à la formation I+D Delegazione alla formazione I+D

Ausbildungsdelegation I+D Délégation à la formation I+D Delegazione alla formazione I+D Ausbildungsdelegation I+D Délégation à la formation I+D Delegazione alla formazione I+D Formazione professionale di base Gestrice / Gestore dell informazione e della documentazione con attestato federale

Dettagli

Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati

Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati COMUNE DI LUSIANA Provincia di Vicenza Progetto: Regolamento Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati Redatto ai sensi dell art. 52, comma 1, del D.Lgs. 82/2005 e successive

Dettagli

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Brescia, Webinar11 Formez Novembre PA - 27 2010 Novembre 2013 1 Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Massimo Foccardi (*), Delio Brentan (*), Monica Cestaro (**) (*) Regione del Veneto

Dettagli

Istituto Superiore di Scienze Religiose G. Toniolo - Pescara

Istituto Superiore di Scienze Religiose G. Toniolo - Pescara Istituto Superiore di Scienze Religiose G. Toniolo - Pescara Corso di Metodologia Teologica per gli studenti del primo anno Prof. Bruno Marien Lezione 4 16 novembre 2009 La descrizione dell'informazione

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico

Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico 11 Ottobre 2013 Napoli Ambiti regolatori di riferimento Contesto europeo : Direttiva PSI Digital Agenda for e-europe Contesto nazionale

Dettagli

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Specifiche tecniche per la condivisione e pubblicazione sul Geoportale

Dettagli

D4.1 Curriculum iniziale per i digital curators

D4.1 Curriculum iniziale per i digital curators D4.1 Curriculum iniziale per i digital curators Autori: Laura Molloy (HATII) Leo Konstantelos (HATII) Ann Gow (HATII) David Wilson (HATII) Seamus Ross (ischool, utoronto) Nathan Moles (ischool, utoronto)

Dettagli

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Francesco Tortorelli Il quadro normativo e regolatorio di riferimento 2 Il codice dell amministrazione digitale (CAD) CAD Servizi Access di services

Dettagli

COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006. ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT

COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006. ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006 ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT 1 Motivazioni del progetto (1) Il Servizio Sistemi Informativi e Telematici del Comune di Udine è

Dettagli

TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION

TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION I sistemi ICT a supporto dell automazione di fabbrica sono attualmente uno dei settori di R&S più attivi e dinamici, sia per la definizione di nuove architetture e

Dettagli

Lo standard URN:LEX per l'attribuzione dei nomi uniformi ai documenti giuridici: teoria e pratica di applicazione nel contesto italiano

Lo standard URN:LEX per l'attribuzione dei nomi uniformi ai documenti giuridici: teoria e pratica di applicazione nel contesto italiano Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica ITTIG-CNR Tommaso Agnoloni Lo standard URN:LEX per l'attribuzione dei nomi uniformi ai documenti giuridici: teoria e pratica di applicazione nel

Dettagli

Linked Open Data: pubblicazione, arricchimento semantico e linking di dataset pubblici attraverso il sistema MOMIS

Linked Open Data: pubblicazione, arricchimento semantico e linking di dataset pubblici attraverso il sistema MOMIS Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Ingegneria Enzo Ferrari Corso di Laurea Magistrale (D. M. 270/04) in Ingegneria Informatica Linked Open Data: pubblicazione, arricchimento semantico e linking

Dettagli

I punti preliminari da trattare

I punti preliminari da trattare Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Economia - Bologna CLEA, CLED, CLEF,CLEM Prof. Jacopo Di Cocco Idoneità informatica e Sistemi informatici Parte prima Il word wide web e l informazione

Dettagli

Breve descrizione del prodotto

Breve descrizione del prodotto Breve descrizione del prodotto 1. Il software AquaBrowser Library...2 1.1 Le funzioni di Search Discover Refine...3 1.2 Search: la funzione di ricerca e di presentazione dei risultati...3 1.2.1 La configurazione

Dettagli

APPENDICE I Pratiche di tecnologie informatiche per la elaborazione della musica e del suono

APPENDICE I Pratiche di tecnologie informatiche per la elaborazione della musica e del suono APPENDICE I Pratiche di tecnologie informatiche per la elaborazione della musica e del suono 135 L elaborazione digitale del segnale audio 136 L appendice dedicata alle Pratiche di tecnologie informatiche

Dettagli

Library Linked Data: un'ʹevoluzione

Library Linked Data: un'ʹevoluzione Library Linked Data: un'ʹevoluzione Karen Coyle Ringrazio gli organizzatori di questo seminario, e tutti voi che parteciperete alle conversazioni di questi giorni e successive. Per me è particolarmente

Dettagli

Esperienze di utilizzo di XML in Italia: nuove prospettive di accesso e condivisione delle risorse archivistiche

Esperienze di utilizzo di XML in Italia: nuove prospettive di accesso e condivisione delle risorse archivistiche Esperienze di utilizzo di XML in Italia: nuove prospettive di accesso e condivisione delle risorse archivistiche Standard e formati di scambio per l'interoperabilità dei sistemi archivistici Bologna, 8-9

Dettagli

Database. Si ringrazia Marco Bertini per le slides

Database. Si ringrazia Marco Bertini per le slides Database Si ringrazia Marco Bertini per le slides Obiettivo Concetti base dati e informazioni cos è un database terminologia Modelli organizzativi flat file database relazionali Principi e linee guida

Dettagli

Progetto NIR e ai suoi strumenti di sviluppo

Progetto NIR e ai suoi strumenti di sviluppo Introduzione al Progetto NIR e ai suoi strumenti di sviluppo Costantino Ciampi ITTIG-CNR URL: http://www.ittig ittig.cnr.it e-mail: c.ciampi ciampi@ittig.cnr.it 1 Il progetto NIR Accesso alle Norme in

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

AGGIORNAMENTO AREA SEMANTICA GESTIONE SOGGETTARI

AGGIORNAMENTO AREA SEMANTICA GESTIONE SOGGETTARI Pag. 1 di 9 Manuale Utente Aprile 2013 -MUT-01--Gestione_Soggetto Pag. 2 di 9 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DESCRIZIONE... 3 3. GESTIONE DI EDIZIONI DIVERSE DEL SOGGETTARIO DI FIRENZE... 3 3.1

Dettagli

Documentazione e biblioteche per la PA in rete

Documentazione e biblioteche per la PA in rete Documentazione biblioteche e diffusione dei risultati dei progetti Documentazione e biblioteche per la PA in rete Knowledge organization on the Web ISKO-IWA meeting, 5/9/08 Università degli studi di Napoli

Dettagli

progetto NECOBELAC le domande per capirlo NECOBELA

progetto NECOBELAC le domande per capirlo NECOBELA progetto NECOBELAC le domande per capirlo NECOBELA IT partner NECOBELAC Testi della Unità di Coordinamento dell ISS, revisionati dagli altri partner di progetto. Traduzione italiana di Anna Maria Rossi

Dettagli

Le prospettive dell Open Data

Le prospettive dell Open Data Le prospettive dell Open Data 28 febbraio 2012 Francesco Tortorelli La disponibilità dei dati Tra l 80% ed il 90% dei dati digitali sono stati creati negli ultimi 2 anni Mentre camminiamo, siamo in auto,

Dettagli

1. Premesse metodologiche Raccomandazioni

1. Premesse metodologiche Raccomandazioni Il Gruppo di Lavoro Italiano per la definizione dei Criteri di Qualità dei Siti Web della Cultura nella prima riunione tenutasi a Roma l 11 novembre 2002, ha fissato il proprio programma di lavoro come

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura Corso di catalogazione Biblioteca civica di Abano Terme 9 dicembre 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo, Chiara Masut (Consorzio Biblioteche

Dettagli

PA: opportunità e competenze per e con gli Open Data

PA: opportunità e competenze per e con gli Open Data PA: opportunità e competenze per e con gli Open Data Nello Iacono Presidente Istituto Italiano Open Data Vicepresidente Associazione Stati Generali dell Innovazione 1 L Istituto Italiano Open Data: quale

Dettagli

Tutorial. al Piano di Miglioramento

Tutorial. al Piano di Miglioramento Tutorial al Piano di Miglioramento Il presente documento è protetto ai sensi della vigente normativa sul diritto d'autore Legge 6 del 9 e ss.mm.ii. Come definito nell introduzione il Piano di Miglioramento

Dettagli

La tecnologia GIS Roberto Cavallin

La tecnologia GIS Roberto Cavallin La tecnologia GIS Roberto Cavallin Dati territoriali L art. 59 del Codice dell Amministrazione Digitale (CAD) definisce i dati territoriali come: qualunque informazione geograficamente localizzata Secondo

Dettagli

I Sistemi Informativi Geografici. Laboratorio GIS 1

I Sistemi Informativi Geografici. Laboratorio GIS 1 I Sistemi Informativi Geografici Laboratorio GIS 1 Sistema Informativo Geografico Strumento computerizzato che permette di posizionare ed analizzare oggetti ed eventi che esistono e si verificano sulla

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli