Roma, 10 Giugno Mass scanning delle rete IP italiana & Wardialing dei numeri verdi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma, 10 Giugno 2015. Mass scanning delle rete IP italiana & Wardialing dei numeri verdi"

Transcript

1 Roma, 10 Giugno 2015 Mass scanning delle rete IP italiana & Wardialing dei numeri verdi

2 Agenda Introduzione Chi siamo Descrizione e Scopo dell osservatorio Mass scanning delle rete IP Italiana Tecnica di scansione Risultati ottenuti Wardialing dei numeri verdi Italiani Tecnica di scansione Risultati ottenuti Considerazioni finali 2

3 L Azienda Nata già nel 1997 come società di persone e costituita in società di capitale nel 2000, ad Mediaservice.net è una Security Advisory Company italiana, a capitale interamente privato, che opera sul mercato della Sicurezza Informatica da più di 15 anni. La missione Mediaservice.net è verificare, migliorare e mantenere il livello di sicurezza delle informazioni e dei processi di business dei Clienti e delle infrastrutture ICT ad essi collegate, operando in modo indipendente da Vendor, prodotti o tecnologie ed agendo in qualità di terza parte indipendente nel rispetto delle metodologie e best practice condivise a livello internazionale. 3

4 Il Team che ha realizzato l osservatorio Maurizio Agazzini Senior Security Advisor CISSP CSSLP OPST 10+ anni di Penetration Test (IP, Web Application, Mobile, RFID, smartcard, VoIP, ) Reverse engineering Training I van Verri Senior Security Advisor ISS, OPSA, OPST, OWSE 10+ anni di Penetration Test (IP, Web Application, VPN, PBX VoIP, ) Old systems Training 4

5 Introduzione le statistiche del mondo 5

6 Introduzione e l Italia? 6

7 L osservatorio Qual è lo stato di salute della rete italiana? Possiamo permetterci di considerarci immuni da minacce o vettori di attacco considerati obsoleti? Un'attività di osservazione realizzata a livello statistico, volta a dimostrare come le attuali tecnologie a portata di tutti e la banda utilizzabile a basso costo possano essere sfruttate da un' agente di minaccia al fine di individuare velocemente e su vasta scala nuovi target e riuscire ad utilizzare efficacemente ancora oggi vettori di attacco considerati obsoleti. 7

8 L osservatorio - Disclaimer In accordo alle proprie politiche di eticità, le attività di raccolta dati sono state condotte allo scopo di rilevare in modo statistico ed anonimo le varie tipologie di vulnerabilità, senza che esse siano state Mediaservice.net non ha conservato i dati puntuali rilevati ma solo i dati aggregati necessari ai fini della produzione delle statistiche. 8

9 Mass scanning della rete IP Italiana 9

10 Cosa abbiamo analizzato Tutti gli indirizzamenti allocati all Italia dal Ripe (www.ripe.net) 1989 networks indirizzi IP Gli indirizzamenti sono stati reperiti analizzando i file ftp://ftp.ripe.net/pub/stats/ripencc/delegated-ripencc-latest ripencc GB ipv allocated ripencc IT ipv allocated ripencc AE ipv allocated ripencc IL ipv allocated ripencc SE ipv allocated ripencc KZ ipv allocated ripencc PT ipv allocated ripencc IT ipv allocated ripencc GB ipv allocated ripencc DK ipv allocated ripencc KZ ipv allocated 10

11 Alcuni dati tecnici: gli strumenti utilizzati Masscan (https://github.com/robertdavidgraham/masscan) Scanner asincrono in grado di «bypassare» il kernel per superare alcuni limiti dello stack TCP/IP riuscendo così ad effettuare scansioni molto velocemente. Dotato di payload applicativi per l analisi dei protocolli di rete più diffusi. Singsing (https://github.com/inode-/singsing) Scanner asincrono sviluppato alcuni anni fa Mediaservice.net pensato per i «mass scan» ed in grado di verificare alcuni protocolli meno utilizzati. 11

12 Alcuni dati tecnici: linee dati utilizzate Le scansioni sono state effettuate utilizzando risorse «modeste» rispetto al potenziale odierno: data center (7 Mb/s simmetrici) Alice fibra (30/3 Mb/s) A titolo di esempio: è possibile prendere una macchina fisica (non un VPS) con una connessione da 100 Mbit/s per meno di 30 euro al mese. 12

13 Alcuni dati tecnici: tempistiche Utilizzando una linea da 7 Mbit/s, la scansione di una singola porta su tutto l address space italiano ha richiesto circa 10/12 ore, dovute alla frammentazione delle reti e alla computazione dei payload. Altri test da noi effettuati hanno dimostrato che con 15/18 Mbit/s si può scannare una singola porta su tutta una classe A in meno di 3 ore. Le scansioni utilizzate per questa presentazione sono state svolte in meno di una settimana. 13

14 Servizi analizzati 23/tcp TELNET 137/udp, 139/tcp Netbios 161/udp SNMP 443/tcp HTTPS 1521/tcp - Oracle TNS listener 3389/tcp - Remote Desktop Protocol 5900/tcp, 5901/tcp - VNC 14

15 Analisi di dettaglio: protocollo TELNET Telnet è un protocollo di amministrazione remota Perché è stato analizzato: Deprecato da anni, trasmette le credenziali di accesso in chiaro Nonostante tutto è ancora uno dei metodi preferenziali per l accesso ad dispositivi (router) e server (unix) 15

16 Analisi di dettaglio: protocollo TELNET Alcuni dati grezzi mostrano che il protocollo telnet è utilizzato da sistemi. In realtà la maggior parte sono dispositivi SOHO (adsl router, NAS, smart tv/smart decoder) HOME Tipologia N Dreambox & C DVR 767 NAS 77 ENTERPRISE Tipologia N Cisco Juniper 754 Oracle Solaris 34 IBM AIX 14 HP OpenVMS 13 IBM AS400 8 HP-UX 1 GGSN 1 16

17 Analisi di dettaglio: protocollo TELNET Alcuni dati grezzi mostrano che il protocollo telnet è utilizzato da sistemi. In realtà la maggior parte sono dispositivi SOHO (adsl router, NAS, smart tv/smart decoder) ENTERPRISE Autenticati 99% Tipologia N Cisco Juniper 754 Oracle Solaris 34 IBM AIX 14 HP OpenVMS 13 IBM AS400 8 Senza password 1% HP-UX 1 GGSN 1 17

18 Analisi di dettaglio: associazione banner - enti Cosa N Comuni Scuole 171 Banche 68 Ospedali 34 Forze di polizia 27 Tribunali 8 Corpi militari 5 Comuni 83% Corpi militari 0% Tribunali 0% Forze di polizia 2% Ospedali 2% Banche 4% Scuole 9% 18

19

20

21 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios «NetBios» è il protocollo più utilizzato per le condivisioni Microsoft Perché è stato analizzato: Permette di reperire informazioni interessanti come: Nome computer Nomi utente Dominio di appartenenza Nome degli share di rete Permette di eseguire attacchi di tipo brute force 21

22 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios macchine con NetBios Name Service esposto (137/udp) macchine che rispondono a NetBios Session Service (139/tcp) Unix 90% Sistema N Unix MS Windows VxWorks, EPSON Storage Server, Apple Base Station, etc 357 Others 0% Windows 10% 22

23 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios OS N Server Server XP 1059 Server Server Server % 7 17% Vista 52 Server % XP 14% Embedded NT % Embedded 1% 1% NT 4.0 0% 8.1 1% % Server % Server % 23

24 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios smbclient -L XXX.XXX.XXX.XXX Enter root's password: Anonymous login successful Domain=[COMUNE] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager] Sharename Type Comment Error returning browse list: NT_STATUS_ACCESS_DENIED Anonymous login successful Domain=[COMUNE] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager] Server Comment XXXXXXXX Workgroup Master COMUNE XXXXXXXXXXX 24

25 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios smbclient -L XXX.XXX.XXX.XXX Enter root's password: Anonymous login successful Domain=[XXXXXXX] OS=[Windows Server Service Pack 2] Server=[Windows Server ] Sharename Type Comment Anonymous login successful Domain=[XXXXXXX] OS=[Windows Server Service Pack 2] Server=[Windows Server ] Server Comment IBM PMWEB Workgroup Master XXXXXXX PMWEB WORKGROUP UTENTE-PC 25

26 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios smbclient -L XXX.XXX.XXX.XXX Enter root's password: Anonymous login successful Domain=[WORKGROUP] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager] Sharename Type Comment Error returning browse list: NT_STATUS_ACCESS_DENIED Anonymous login successful Domain=[WORKGROUP] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager] Server Comment NCR Workgroup Master WORKGROUP NCR 26

27 Analisi di dettaglio: protocollo NetBios smbclient -L XXX.XXX.XXX.XXX Enter root's password: Anonymous login successful Domain=[Workgroup] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager] Sharename Type Comment Anonymous login successful Domain=[Workgroup] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager] Server Comment Workgroup Master WORKGROUP POS09 27

28 Analisi di dettaglio: protocollo SNMP SNMP (Simple Network Management Protocol) è un protocollo utilizzato per la gestione e supervisione di apparati collegati a una rete (Router, Stampanti, Network Storage). Perché è stato analizzato: Simple Network Management Protocol è un protocollo di amministrazione Le versioni 1 e 2c non sono da ritenersi sicure in quanto non implementano meccanismi di cifratura e basano l autenticazione su un segreto condiviso (community) Esistono community read-only e read-write 28

29 Analisi di dettaglio: protocollo SNMP Cisco Read Only: possibilità di ottenere dettagli sulle configurazioni Indirizzi IP delle interfacce Tabella di routing Utenti recentemente loggati Write: possibilità di modificare le impostazioni: Cambio di stato delle interfacce (on/off) Download remoto della configurazione Upload remoto di una nuova configurazione Microsoft Windows Read Only: possibilità di ottenere dettagli sulle configurazioni Elenco degli utenti Elenco dei processi Elenco dei software installati Configurazione delle schede di rete Tabella di routing 29

30 Analisi di dettaglio: statistiche SNMP Tipologia N Cisco "public" Cisco "private" Huawei 220 Windows XP SP 2 50 Windows XP SP 3 97 Windows Microsoft Windows CE 11 Windows Windows 7, 2003, Cisco "public" 74% Cisco "private" 20% Huawei 3% Windows XP SP 3 Windows XP SP 2 Windows % 1% 30

31 Analisi di dettaglio: protocollo HTTPS HTTPS permette la navigazione «sicura» Perché è stato analizzato: Sbandierato come panacea di tutti i mali implementazioni vulnerabili potrebbero mettere a rischio i nostri dati: BEAST, POODLE, Heartbleed etc 31

32 Analisi di dettaglio: protocollo HTTPS - heartbleed Heartbleed è una vulnerabilità dovuta ad un banale errore di programmazione in una funzionalità introdotta a Marzo 2012 e risolta ad Aprile Questa funzionalità è stata sviluppata da uno studente Tedesco nell ambito della realizzazione della sua tesi di laurea A distanza di 14 mesi questa criticità dovrebbe essere stata risolta sulla maggior parte dei sistemi su risultano essere ancora vulnerabili a heartbleed (prendendo in considerazione solo HTTPS 443/TCP) 32

33 Analisi di dettaglio: protocollo HTTPS - heartbleed 33

34 Analisi di dettaglio: Oracle TNS Listener Oracle TNS Listener è un interfaccia che permette l interazione con il database Oracle (uno dei più utilizzati in ambiente enterprise). Perché è stato analizzato: Nei database ci sono i nostri dati Oracle ha varie vulnerabilità conosciute Nessun database dovrebbe mai essere esposto direttamente su Internet 34

35 Analisi di dettaglio: Oracle TNS Listener 954 Oracle individuati risultano direttamente esposti. OS N N/A 53% MS Windows 297 Linux 134 Solaris 13 Digital OSF/1 1 N/A 509 Digital OSF/1 0% Solaris 2% Linux 14% MS Windows 31% 35

36 Analisi di dettaglio: Oracle TNS Listener Versione Quantità Note Release Date Oracle Oracle 8i February Oracle 8i August Oracle 8i 2000/ Oracle 9i Oracle 9i Oracle 9i apr Oracle 9i 2004/ Oracle 9i September Oracle 9i 2006/ Oracle 10 G Release 1 apr Oracle 10 G Release 1 September Oracle 10 G Release 1 March Oracle 10 G Release 1 Seconda metà Oracle 10 G Release 1 apr Oracle 10 G Release 2 July Oracle 10 G Release 2 January Oracle 10 G Release 2 Seconda metà Oracle 10 G Release 2 March Oracle 11 G Release 1 March Oracle 11 G Release 1 Seconda metà

37 Analisi di dettaglio: RDP (Remote Desktop Protocol) RDP (Remote Desktop Protocol) è un protocollo proprietario sviluppato da Microsoft che permette l accesso remoto a sistemi Windows (come se si stesse lavorando il locale) Perché è stato analizzato: Permette accesso remoto a postazioni (eventualmente) Possibile leak delle utenze (locali e utenze correntemente loggate) Permette il brute force 37

38 Analisi di dettaglio: RDP (Remote Desktop Protocol) Sono stati identificati 5909 RDP raggiungibili. OS N Server Server XP Server Vista 28 Embedded Server % Server % 7 19% Server % XP 10% 8 2% Immagini irriconoscibili:

39

40

41

42

43 Analisi di dettaglio: VNC (Virtual Network Computing) VNC (Virtual Network Computing) è un protocollo di amministrazione remota, come se si fosse in console. Perché è stato analizzato: Permette accesso remoto a sistemi Utilizzato e supportato da numerosi sistemi differenti (Unix, Windows, xxx, ) Possibilità di accedere al desktop remoto SENZA AUTENTICAZIONE! In alcune versione è possibile che sia presente un Auth Bypass 43

44 Analisi di dettaglio: Amministrazione remota VNC Sono stati rilevati installazioni di VNC 605 installazioni sono senza autenticazione Oltre 9747 installazioni possono essere vulnerabili ad auth bypass Ok 59% Bypass 39% Noauth 2% 44

45 Analisi di dettaglio: VNC Version Versione Quantità Note Release Date January UltraVNC August Potenzialmente vulnerabile ad AUTH BYPASS June Apple Version Protocollo proprietario RealVNC Protocollo proprietario RealVNC

46

47

48

49

50

51

52

53

54

55

56 War Dialing dei numeri verdi Italiani 56

57 Cosa abbiamo analizzato Tutte le numerazioni «gratuite» italiane: da a di numeri Attenzione: Non esiste una lista di numeri attivi I segnali SS7 non vengono trasmessi come dovrebbero e quindi tutte le numerazioni risultano attive 57

58 Alcuni dati tecnici: gli strumenti utilizzati (1) Warvox (https://github.com/rapid7/warvox) Tool rilasciato nel 2009 per utilizzare le linee VoIP per che permette di identificare modem analogici. Analisi automatica attraverso Trasformata di Fourier Necessita di patching per utilizzare largo numero di linee Versione 2.0 non è stabile e in sviluppo da anni Parecchi errori di identificazione GUI non UI 58

59 Alcuni dati tecnici: gli strumenti utilizzati (2) Modem Voice 59

60 Alcuni dati tecnici: gli strumenti utilizzati (3) Modem vecchio stile (33.6) con linea PSTN standard Linea ISDN per effettuare il COLP 60

61 Alcuni dati tecnici: cosa è stato ricercato Modem connect PPP startup ~ÿ}# Terminale Terminale senza password CHAP infoleak (nome macchina e MAC) 61

62 Sistemi identificati Numerazioni Numeri attivi Modem 8000XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX XXXXX NUMERAZIONI ATTIVE MODEM Numeri inattivi 96% Others 96% Numeri attivi 4% 62 Modem 4%

63 Location fisica Non identificati 86% COLP COLP - LOCAZIONE COLP 14% Italiani 91% Strange 8% Stranieri 1% 63

64 Tipologie di sistemi modem Tipologia Quantità unknown 496 cisco 422 weird 321 nodata 174 x-modem 147 nodata 10% x-modem 9% TIPOLOGIE SISTEMI ascend 3com unix BBS others nortel shiva max PaBX 2% 1% 1% 1% 1% 1% 0% 0% unknown 30% ascend 38 3com 22 unix 15 BBS 12 others 12 shiva 9 nortel PaBX 7 weird 19% cisco 25% 64

65 Tipologia di risposta MODEM TYPES Terminal only 7% Nothing/Oth ers 43% PPP only 25% PPP + Terminal 25% PPP-CHAP INFOLEAK name 48% name + mac 3% 65 no leak 49%

66 Terminali non autenticati SISTEMI NON AUTENTICATI Autenticati 96% Senza password 4% 66

67 Considerazioni finali E i servizi non analizzati? E le password deboli? Internet of things è alle porte, a breve migliaia di device che useremo tutti i giorni verranno connessi in rete. Cosa succederà quando ci saranno le Google Car? Le numerazioni telefoniche italiane sono molto più numerose, utilizzate e meno costose dei numeri verdi ( ). Se chiamassimo tutte le numerazioni italiane la statistica darebbe risultati comparabili? 67

68 Grazie per l attenzione, domande? Uffici di Torino Via Santorelli 15, Grugliasco (TO), ITALY Tel Fax Uffici di Roma Via di Grotte Portella 6/8, Frascati Roma, ITALY Tel Fax

Sommario. Modulo 8: Applicativi. Parte 3: Terminale remoto. Premessa Telnet SSH XWindows VNC RDP. Gennaio Marzo 2007

Sommario. Modulo 8: Applicativi. Parte 3: Terminale remoto. Premessa Telnet SSH XWindows VNC RDP. Gennaio Marzo 2007 Modulo 8: Applicativi Parte 3: Terminale remoto 1 Sommario Premessa Telnet SSH XWindows VNC RDP Reti di Calcolatori 2 1 Premessa Necessita : controllare a distanza un dispositivo attraverso la connessione

Dettagli

VPN RETI PRIVATE VIRTUALI: ACCESSO REMOTO

VPN RETI PRIVATE VIRTUALI: ACCESSO REMOTO TERMINAL SERVER E XSERVER VPN RETI PRIVATE VIRTUALI: ACCESSO REMOTO Fondazione dell'ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano Commissione per l'ingegneria dell'informazione ing. Gianluca Sironi

Dettagli

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO PER LA DISCIPLINA di SISTEMI L assessorato al turismo di una provincia di medie dimensioni vuole informatizzare la gestione delle prenotazioni degli alberghi associati.

Dettagli

Sicurezza negli ambienti di testing. Grancagnolo Simone Palumbo Claudio

Sicurezza negli ambienti di testing. Grancagnolo Simone Palumbo Claudio Sicurezza negli ambienti di testing Grancagnolo Simone Palumbo Claudio Obiettivo iniziale: analizzare e testare il Check Point VPN-1/FireWall-1 Condurre uno studio quanto più approfondito possibile sulle

Dettagli

W2000 WXP WVista W7 Ubuntu 9.10 VPN client - mini howto (ovvero come installare VPN client su quasi tutto)

W2000 WXP WVista W7 Ubuntu 9.10 VPN client - mini howto (ovvero come installare VPN client su quasi tutto) W2000 WXP WVista W7 Ubuntu 9.10 VPN client - mini howto (ovvero come installare VPN client su quasi tutto) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 Gennaio 2010 Una Virtual Private Network

Dettagli

Maschere di sottorete a lunghezza variabile

Maschere di sottorete a lunghezza variabile Sottoreti Il CIDR (Classless Inter-Domain Routing) è un nuovo schema di indirizzamento introdotto nel 1993 per sostituire lo schema classful secondo il quale tutti gli indirizzi IP appartengono ad una

Dettagli

TeamPortal Preferenze 20120200. Preferenze. Preferenze. TeamPortal - Preferenze 20120200. Preferenze 1

TeamPortal Preferenze 20120200. Preferenze. Preferenze. TeamPortal - Preferenze 20120200. Preferenze 1 - 1 INDICE Introduzione... 3 Ambiti personalizzabili... 4 Password... 4 Anagrafica... 5 Sicurezza... 5 Invia mail all accesso... 5 Invia mail al cambio password... 6 Pagina iniziale... 6 Aspetto... 7 Tema/Skin

Dettagli

Guida di rete. Configurazione di Windows Utilizzo di un server di stampa Monitoraggio e configurazione della stampante Appendice

Guida di rete. Configurazione di Windows Utilizzo di un server di stampa Monitoraggio e configurazione della stampante Appendice Guida di rete 1 2 3 4 Configurazione di Windows Utilizzo di un server di stampa Monitoraggio e configurazione della stampante Appendice Si prega di leggere attentamente questo manuale prima di utilizzare

Dettagli

ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT

ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT ITAS ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT Criticità di sicurezza Trento Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it 20121 MILANO (MI) - Italy Tel. +39.02.29060603

Dettagli

Win/Mac/NFS. Microsoft Networking. http://docs.qnap.com/nas/4.0/it/win_mac_nfs.htm. Manuale dell utente del software QNAP Turbo NAS

Win/Mac/NFS. Microsoft Networking. http://docs.qnap.com/nas/4.0/it/win_mac_nfs.htm. Manuale dell utente del software QNAP Turbo NAS Page 1 of 8 Manuale dell utente del software QNAP Turbo NAS Win/Mac/NFS Microsoft Networking Per consentire l accesso al NAS sulla rete di Microsoft Windows, abilitare il servizio file per Microsoft Networking.

Dettagli

Sommario. Oggetto: Istruzioni configurazione client VPN per piattaforma Mac OSX Data: 25/01/2016 Versione: 1.0

Sommario. Oggetto: Istruzioni configurazione client VPN per piattaforma Mac OSX Data: 25/01/2016 Versione: 1.0 Oggetto: Istruzioni configurazione client VPN per piattaforma Mac OSX Data: 25/01/2016 Versione: 1.0 Sommario 1. PREMESSA... 2 2. INSTALLAZIONE SOFTWARE VPN CLIENT... 2 3. PRIMO AVVIO E CONFIGURAZIONE

Dettagli

KLEIS A.I. SECURITY SUITE

KLEIS A.I. SECURITY SUITE KLEIS A.I. SECURITY SUITE Protezione dei servizi non web Kleis A.I. SecureMail, Kleis A.I. SecureEmulation, Kleis A.I. SecureXEmulation, Kleis A.I. SecureTransfer, Kleis A.I. SecureShare www.kwaf.it Protezione

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

Prof. Mario Cannataro Ing. Giuseppe Pirrò

Prof. Mario Cannataro Ing. Giuseppe Pirrò Prof. Mario Cannataro Ing. Giuseppe Pirrò Footprinting Scansione Enumerazione Exploit Controllo del sistema Raccolta di informazioni sull obbiettivo da attaccare. Determinare il profilo di protezione della

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori INDICE V Indice Prefazione Presentazione Autori XI XIII XV Capitolo 1 Introduzione alla sicurezza delle informazioni 1 1.1 Concetti base 2 1.2 Gestione del rischio 3 1.2.1 Classificazione di beni, minacce,

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete Sistemi Operativi di Rete Estensione dei Sistemi Operativi standard con servizi per la gestione di risorse in rete locale Risorse gestite: uno o più server di rete più stampanti di rete una o più reti

Dettagli

Creare una Rete Locale Lezione n. 1

Creare una Rete Locale Lezione n. 1 Le Reti Locali Introduzione Le Reti Locali indicate anche come LAN (Local Area Network), sono il punto d appoggio su cui si fonda la collaborazione nel lavoro in qualunque realtà, sia essa un azienda,

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE A INTERNET - 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI VPN: VNC Virtual Network Computing VPN: RETI PRIVATE VIRTUALI LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI 14 marzo 2006 Fondazione Ordine degli Ingegneri di Milano Corso Venezia Relatore

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

Domenico Costanzo Hacklab CS

Domenico Costanzo Hacklab CS Domenico Costanzo Hacklab CS Contenu( Introduzione al TCP/IP Indirizzamento Introduzione al Subnetwork IP Assignment Address resolution Modello TCP/IP Il dipartimento della difesa (DoD) creò il modello

Dettagli

MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link

MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link Pannello frontale del Vigor2800i Installazione hardware del Vigor2800i Questa sezione illustrerà come installare

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet AA 2004-2005 Reti e Sistemi Telematici 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host può essere client e/o server a livello applicazione Router:

Dettagli

PROF. Filippo CAPUANI. Accesso Remoto

PROF. Filippo CAPUANI. Accesso Remoto PROF. Filippo CAPUANI Accesso Remoto Sommario Meccanismi di accesso Un po di terminologia L HW di connessione L accesso in Windows 2000 Tipi di connessione: dial-up, Internet e diretta Protocolli per l

Dettagli

Cloud Computing - Soluzioni IBM per. Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010

Cloud Computing - Soluzioni IBM per. Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010 Cloud Computing - Soluzioni IBM per Speaker l Homeland Name Security Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010 Agenda 2 Il valore aggiunto del Cloud Computing per Homeland Security e Difesa

Dettagli

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT I servizi ICT AREA Science Park mette a disposizione dei suoi insediati una rete telematica veloce e affidabile che connette tra loro e a Internet tutti gli edifici e i campus di Padriciano, Basovizza

Dettagli

Network and IT Infrastructure Monitoring System

Network and IT Infrastructure Monitoring System NIMS+ Network and IT Infrastructure Monitoring System Software web based per il monitoraggio avanzato delle reti di telecomunicazioni, dell infrastruttura IT e delle Applicazioni 2 Soluzione software modulare,

Dettagli

Progetto NAC (Network Access Control) MARCO FAGIOLO

Progetto NAC (Network Access Control) MARCO FAGIOLO Progetto NAC (Network Access Control) MARCO FAGIOLO Introduzione Per sicurezza in ambito ICT si intende: Disponibilità dei servizi Prevenire la perdita delle informazioni Evitare il furto delle informazioni

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro

10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro 10 metodi per ottimizzare la rete in modo sicuro Con l intelligenza applicativa dei firewall di nuova generazione e la serie WAN Acceleration Appliance (WXA) di SonicWALL Sommario Ottimizzazione sicura

Dettagli

Accesso Remoto: Che cos'è Q uali programmi si utilizzano Come si effettua (teoria) Q uando è utile

Accesso Remoto: Che cos'è Q uali programmi si utilizzano Come si effettua (teoria) Q uando è utile Accesso Remoto Accesso Remoto: Che cos'è Q uali programmi si utilizzano Come si effettua (teoria) Q uando è utile Che cos'è Possibilità di accedere ai processi residenti su un altro computer da una postazione

Dettagli

Progetto CHEOPE (IP Telephony) Enterprise Business Communication

Progetto CHEOPE (IP Telephony) Enterprise Business Communication Progetto CHEOPE (IP Telephony) Enterprise Business Communication ICT/OST Ingegneria e Servizi di Rete Milano, marzo 2009 Piano strategico Tlc Enel Modello di convergenza Unica infrastruttura convergente

Dettagli

IBM Tivoli Endpoint Manager for Lifecycle Management

IBM Tivoli Endpoint Manager for Lifecycle Management IBM Endpoint Manager for Lifecycle Management Un approccio basato sull utilizzo di un singolo agente software e un unica console per la gestione degli endpoint all interno dell intera organizzazione aziendale

Dettagli

Risorsa N 027088. Sistemi Operativi: Windows (Exp. 25 anni) Linux (Exp. 7 anni) Unix (Exp. 5 anni) AIX (Exp. 3 anni)

Risorsa N 027088. Sistemi Operativi: Windows (Exp. 25 anni) Linux (Exp. 7 anni) Unix (Exp. 5 anni) AIX (Exp. 3 anni) DATI ANAGRAFICI: Nato il : 1963 Residente a: Milano Risorsa N 027088 FORMAZIONE E CORSI: Nel 04/2010: Master per Sistemisti su Windows Server 2003/ 2008/ 2008 R2, Sql Server 2008 Administration, Exchange

Dettagli

VPN (OpenVPN - IPCop)

VPN (OpenVPN - IPCop) VPN (OpenVPN - IPCop) Davide Merzi 1 Sommario Indirizzo IP Reti Pubbliche Private Internet Protocollo Firewall (IPCop) VPN (OpenVPN IPsec on IPCop) 2 Indirizzo IP L'indirizzo IP (Internet Protocol address)

Dettagli

SJPhone GUIDA ALL INSTALLAZIONE

SJPhone GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.1 SJPhone GUIDA ALL INSTALLAZIONE MS Windows XP/2000/ME/98, build 289a pag.2 INDICE SERVIZIO VOIP SKYPHO...3 INSTALLAZIONE DI SJPHONE...3 CONFIGURAZIONE DI SJPHONE...4 PARAMETRI DI CONFIGURAZIONE DEL

Dettagli

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Redatto: Nucleo Gestione Innovazione e fornitori IT Versione: 1.0 Data emissione: 9/11/2006

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE S.I.A.R. SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE - Febbraio 2005 - --- Servizio Affari Generali e Amministrativi, Sistema Informativo

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Router a larga banda senza fili Sweex + commutatore a 4 porte

Router a larga banda senza fili Sweex + commutatore a 4 porte Router a larga banda senza fili Sweex + commutatore a 4 porte Gestione Gestione dal Web Gestione remota Possibilità d'impiego Possibilità di creare un network per più utenti e condividere l'accesso ad

Dettagli

Router a larga banda senza fili Sweex + commutatore a 4 porte + printserver

Router a larga banda senza fili Sweex + commutatore a 4 porte + printserver Router a larga banda senza fili Sweex + commutatore a 4 porte + printserver Vantaggi Condivisione Internet - Se si dispone di un collegamento Internet a larga banda, sarà possibile condividere l'accesso

Dettagli

Una minaccia dovuta all uso dell SNMP su WLAN

Una minaccia dovuta all uso dell SNMP su WLAN Una minaccia dovuta all uso dell SNMP su WLAN Gianluigi Me, gianluigi@wi-fiforum.com Traduzione a cura di Paolo Spagnoletti Introduzione Gli attacchi al protocollo WEP compromettono la confidenzialità

Dettagli

Software di gestione della stampante

Software di gestione della stampante Questo argomento include le seguenti sezioni: "Uso del software CentreWare" a pagina 3-11 "Uso delle funzioni di gestione della stampante" a pagina 3-13 Uso del software CentreWare CentreWare Internet

Dettagli

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO Corso Sistemista Junior OBIETTIVI L obiettivo dei corsi sistemistici è quello di fornire le conoscenze tecniche di base per potersi avviare alla professione di sistemista

Dettagli

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 FileMaker Pro 13 Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054

Dettagli

CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET

CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET Walter Cerroni wcerroni@deis.unibo.it http://deisnet.deis.unibo.it/didattica/master Internetworking Internet è una rete di calcolatori nata con l obiettivo di realizzare

Dettagli

NOTE TELEASSISTENZA SERVIZI di COLLEGAMENTO REMOTO tra PC - - V.P.N. -

NOTE TELEASSISTENZA SERVIZI di COLLEGAMENTO REMOTO tra PC - - V.P.N. - NOTE TELEASSISTENZA SERVIZI di COLLEGAMENTO REMOTO tra PC - - V.P.N. - Esistono oggi molti software che permettono agli utilizzatori di PC di connettere il proprio sistema (anche rete locale) ad un sistema

Dettagli

Monitorare la superficie di attacco. Dott. Antonio Capobianco (Founder and CEO Fata Informatica)

Monitorare la superficie di attacco. Dott. Antonio Capobianco (Founder and CEO Fata Informatica) Monitorare la superficie di attacco Dott. Antonio Capobianco (Founder and CEO Fata Informatica) Vulnerabilità Difetto o debolezza che può essere sfruttata per violare la politica di sicurezza di un sistema(*)

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Allegato 1 Lista Configurazioni. Conferenza Territoriale n. 4 "Alto Valdarno" A B C D 1) numero postazioni client pc 10

Allegato 1 Lista Configurazioni. Conferenza Territoriale n. 4 Alto Valdarno A B C D 1) numero postazioni client pc 10 A B C D 1) numero postazioni client pc 10 2) configurazione dei singoli pc, sistema operativo e configurazione di rete PIANIFICAZIONE/CONTROLLO 2.1)sistema operativo windows 7 pro 32 bit Firma digitale

Dettagli

- Oggi si sente sempre più spesso parlare di malware e virus. - Cosa sono? - Perché difendersi? - Cosa è lo spam?

- Oggi si sente sempre più spesso parlare di malware e virus. - Cosa sono? - Perché difendersi? - Cosa è lo spam? Perché questo corso - Oggi si sente sempre più spesso parlare di malware e virus. - Cosa sono? - Perché difendersi? - Cosa è lo spam? Cosa spiegheremo - protocolli e le tecnologie internet - quali sono

Dettagli

SJPhone GUIDA ALL INSTALLAZIONE

SJPhone GUIDA ALL INSTALLAZIONE SJPhone GUIDA ALL INSTALLAZIONE MS Windows XP/2000/ME/98, build 289a Soft Phone - SJPhone (MS 289a) Guida all installazione Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 INSTALLAZIONE DI SJPHONE...3 CONFIGURAZIONE

Dettagli

Interfacciare un ponte ripetitore DMR Hytera con un centralino telefonico (PBX) digitale VOIP - PARTE 1

Interfacciare un ponte ripetitore DMR Hytera con un centralino telefonico (PBX) digitale VOIP - PARTE 1 Interfacciare un ponte ripetitore DMR Hytera con un centralino telefonico (PBX) digitale VOIP - PARTE 1 Uno degli aspetti più interessanti di questa tecnologia digitale in ambito radioamatoriale è quello

Dettagli

UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse

UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse condivisione 1o1 a cura di Danio Campolunghi La condivisione di risorse Verranno qui proposti gli strumenti grafici di serie messi a disposizione da Ubuntu

Dettagli

KLEIS A.I. SECURITY SUITE

KLEIS A.I. SECURITY SUITE KLEIS A.I. SECURITY SUITE Protezione delle applicazioni web Kleis A.I. SecureWeb www.kwaf.it Cos'è Kleis A.I. SecureWeb? Kleis A.I. SecureWeb è un modulo software della Kleis A.I. Security Suite che ha

Dettagli

Eventuali applicazioni future

Eventuali applicazioni future Eventuali applicazioni future 1 I terminal services, sono una componente di Microsoft Windows. Permettono agli utenti di accedere alle applicazioni e ai dati conservati su un computer remoto che fa parte

Dettagli

Hardware delle reti LAN

Hardware delle reti LAN Hardware delle reti LAN Le reti LAN utilizzano una struttura basata su cavi e concentratori che permette il trasferimento di informazioni. In un ottica di questo tipo, i computer che prendono parte allo

Dettagli

Atlantis Land Technical Resources Product: A02-RA3 / A02-RA3+ / A02-WRA4-54G /A02-RA440 Subject: Remote Wake On LAN Language: Italiano

Atlantis Land Technical Resources Product: A02-RA3 / A02-RA3+ / A02-WRA4-54G /A02-RA440 Subject: Remote Wake On LAN Language: Italiano Atlantis Land Technical Resources Product: A02-RA3 / A02-RA3+ / A02-WRA4-54G /A02-RA440 Subject: Remote Wake On LAN Language: Italiano INTRODUZIONE Quando i pacchetti di WoL generati da una postazione

Dettagli

Servizio di IT Asset Inventory e Management

Servizio di IT Asset Inventory e Management Servizio di IT Asset Inventory e Management Dexit S.r.l. Sede legale: via G. Gilli, 2-38121 Trento (TN) Tel. 0461/020500 Fax 0461/020599 Cap.Soc. Euro 700.000,00 - Codice Fiscale, P.IVA, Registro Imprese

Dettagli

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Architettura ABSCARD Pagina 1 di 13 INDICE GENERALE 1 Architettura...3 1.1 Introduzione...3 1.1.1 Sicurezza...4 1.1.2 Gestione...5 1.1.3 ABScard

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

2) individui il numero "n" di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica;

2) individui il numero n di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica; ESAME DI STATO Istituto Tecnico Industriale Anno 2004 Indirizzo ELETTRONICI Tema di TELECOMUNICAZIONI TRACCIA N. 1 Si vuole realizzare un sistema che permetta di strutturare 20 canali informativi analogici

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

Making the Internet Secure TM

Making the Internet Secure TM Making the Internet Secure TM e-security DAY 3 luglio 2003, Milano Kenneth Udd Senior Sales Manager SSH Communications Security Corp. SSH Communications Security Corp Storia Fondata nel 1995 Ideatrice

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

Presentazione. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.)

Presentazione. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Presentazione Gennaio 2013 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241

Dettagli

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Reti e Domini Windows 2000 Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Materiale preparato utilizzando dove possibile materiale AIPA http://www.aipa.it/attivita[2/formazione[6/corsi[2/materiali/reti%20di%20calcolatori/welcome.htm

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

RX3041. Guida all installazione rapida

RX3041. Guida all installazione rapida RX3041 Guida all installazione rapida 1 Introduzione Congratulazioni per l acquisto del Router ASUS RX3041. Questo router è un prodotto di routing Internet d alta qualità ed affidabile, che consente a

Dettagli

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba...

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba... Indice generale Introduzione...xv I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Capitolo 2 Condivisione delle risorse con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base

Dettagli

Sommario. Oracle Database 10g (laboratorio) Grid computing. Oracle Database 10g. Concetti. Installazione Oracle Database 10g

Sommario. Oracle Database 10g (laboratorio) Grid computing. Oracle Database 10g. Concetti. Installazione Oracle Database 10g Sommario Oracle Database 10g (laboratorio) Dr. Daniele Barone Dr. Simone Grega 1 2 Oracle Database 10g Offre alte qualità del servizio: Performance; Scalabilità; Sicurezza; Affidabilità. Gestione autonoma

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

GUIDA RAPIDA CONFIGURAZIONE RETE DDNS - INTERNET

GUIDA RAPIDA CONFIGURAZIONE RETE DDNS - INTERNET Pag. 33 e seguenti GUIDA RAPIDA CONFIGURAZIONE RETE DDNS - INTERNET Nota importante, se si eseguono modifiche alle impostazioni di rete, per renderle operative è necessario premere il pulsante Play, oppure

Dettagli

Installazione di una rete privata virtuale (VPN) con Windows 2000

Installazione di una rete privata virtuale (VPN) con Windows 2000 Pagina 1 di 8 Microsoft.com Home Mappa del sito Cerca su Microsoft.com: Vai TechNet Home Prodotti e tecnologie Soluzioni IT Sicurezza Eventi Community TechNetWork Il programma TechNet Mappa del sito Altre

Dettagli

BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX

BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX Questa guida riporta i passi da seguire per la connessione dei DVR serie TMX ad Internet con indirizzo IP dinamico, sfruttando il servizio

Dettagli

MyFRITZ!, Dynamic DNS e Accesso Remoto

MyFRITZ!, Dynamic DNS e Accesso Remoto MyFRITZ!, Dynamic DNS e Accesso Remoto 1 Introduzione In questa mini-guida illustreremo come accedere da Internet al vostro FRITZ!Box in ufficio o a casa, quando siete in mobilità o vi trovate in luogo

Dettagli

QoS e Traffic Shaping. QoS e Traffic Shaping

QoS e Traffic Shaping. QoS e Traffic Shaping QoS e Traffic Shaping 1 Introduzione In questa mini-guida illustreremo come configurare il FRITZ!Box per sfruttare al massimo la banda di Internet, privilegiando tutte quelle applicazioni (o quei dispositivi)

Dettagli

Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti

Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti 1 Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti Un Whitepaper di Advanction e ObserveIT Daniel Petri 2 Sommario Esecutivo Nel presente whitepaper verrà mostrato come registrare le sessioni remote su gateway

Dettagli

Indice. Prefazione XIII

Indice. Prefazione XIII Indice Prefazione XIII 1 Introduzione 1 1.1 Breve storia della rete Internet 1 1.2 Protocolli e standard 6 1.3 Le organizzazioni che definiscono gli standard 7 1.4 Gli standard Internet 10 1.5 Amministrazione

Dettagli

Indice. Introduzione... vii. Capitolo 1 Cos è una rete... 1. Capitolo 2 Protocolli di comunicazione... 27

Indice. Introduzione... vii. Capitolo 1 Cos è una rete... 1. Capitolo 2 Protocolli di comunicazione... 27 Indice Introduzione... vii Capitolo 1 Cos è una rete... 1 Breve storia delle reti... 1 Modem... 1 ARPAnet... 3 World Wide Web... 5 La rete delle reti... 8 Condividere i dati e le periferiche... 8 Tipi

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Nuovi modi per comunicare. Risparmiando.

Nuovi modi per comunicare. Risparmiando. Nuovi modi per comunicare. Risparmiando. Relatori: Fiorenzo Ottorini, CEO Attua S.r.l. Alessio Pennasilico, CSO Alba S.a.s. Verona, mercoledì 16 novembre 2005 VoIP Voice over xdsl Gateway GSM Fiorenzo

Dettagli

Firegate SSL 5 - Release notes

Firegate SSL 5 - Release notes Firmware Versione: 3.19 Versione di rilascio ufficiale Aggiunto menu Diagnostics per Ping e Traceroute Aggiunto modalità NAT in DMZ Supporto per VoIP SIP in QoS Aggiunto Traffic Collector per analisi tipologia

Dettagli

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011 Manuale utente ver 1.0 del 31/10/2011 Sommario 1. Il Servizio... 2 2. Requisiti minimi... 2 3. L architettura... 2 4. Creazione del profilo... 3 5. Aggiunta di un nuovo dispositivo... 3 5.1. Installazione

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

MC-link Spa. Pannello frontale del Vigor2700e. Installazione hardware del Vigor2700e

MC-link Spa. Pannello frontale del Vigor2700e. Installazione hardware del Vigor2700e MC-link Spa Pannello frontale del Vigor2700e Installazione hardware del Vigor2700e Questa sezione illustrerà come installare il router attraverso i vari collegamenti hardware e come configurarlo attraverso

Dettagli

Via Maria 122, 03100 FROSINONE www.hellotel.it info@hellotel.it. MANUALE di INSTALLAZIONE e CONFIGURAZIONE INTERNET ADSL Wi-Fi

Via Maria 122, 03100 FROSINONE www.hellotel.it info@hellotel.it. MANUALE di INSTALLAZIONE e CONFIGURAZIONE INTERNET ADSL Wi-Fi Via Maria 122, 03100 FROSINONE www.hellotel.it info@hellotel.it MANUALE di INSTALLAZIONE e CONFIGURAZIONE INTERNET ADSL Wi-Fi versione 2.0 del 24/02/2009 1. Antenna OsBridge 1.1 Configurazione preliminare

Dettagli

Dal Monitoraggio dell infrastruttura IT al Business Service Management. Stefano Arduini Senior Product Specialist

Dal Monitoraggio dell infrastruttura IT al Business Service Management. Stefano Arduini Senior Product Specialist Dal Monitoraggio dell infrastruttura IT al Business Service Management Stefano Arduini Senior Product Specialist ManageEngine: IT Management a 360 Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset

Dettagli

DrayTek Vigor 2710. Indicazioni e connessioni 2 Installazione 3 NAT 5 Management del Vigor 2710 7 Configurazione Port Forwarding 7

DrayTek Vigor 2710. Indicazioni e connessioni 2 Installazione 3 NAT 5 Management del Vigor 2710 7 Configurazione Port Forwarding 7 DrayTek Vigor 2710 Indicazioni e connessioni 2 Installazione 3 NAT 5 Management del Vigor 2710 7 Configurazione Port Forwarding 7 INDICAZIONI E connessioni LED Stato Spiegazione ACT Lampeggio Il router

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE BENEDETTI-TOMMASEO C. F. 94050340275 - C.M. VEIS026004

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE BENEDETTI-TOMMASEO C. F. 94050340275 - C.M. VEIS026004 Capitolato Tecnico MP 50 pagine GENERALI Preriscaldamento: 19/19 secondi Prima pagina: 4,1/3,5/secondi Velocità di raccolta max.: 40/50 pagine al minuto Memoria: Max.: 1 GB Disco fisso: 128 GB Dimensioni

Dettagli