Si parla di noi. Si gira in Toscana. Segnalazioni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Si parla di noi. Si gira in Toscana. Segnalazioni"

Transcript

1

2 INDICE RASSEGNA STAMPA Si parla di noi Tirreno Lucca 05/05/2013 p. V La regista Puccinelli va al Festival di Cannes Paola Taddeucci 1 Qui Firenze 05/05/2013 p. 15 Da giovedì al cinema si va con lo sconto 3 Si gira in Toscana Nazione Arezzo 05/05/2013 p. 16 Fiction su Piero della Francesca, ciak si gira Sarà proiettata Angela Baldi 4 anche al Moma di New York Nazione Pisa 05/05/2013 p. 13 Ciak di notte nella stazione Il teatro sociale sbarca in città Francesca 5 Bianchi Segnalazioni Repubblica Firenze 05/05/2013 p. XII Il coraggio di Valeria Golino "Così racconto l'eutanasia senza 6 scorciatoie o pregiudizi" Indice Rassegna Stampa Pagina I

3 La regista Puccineffi va al Festival di Cannes Alla prestigiosa rassegna presenterà il corto "Eppure io l'amavo", girato in città L'artista ha recitato con Proietti nella fiction Il signore della truffa" su Rai Uno di Paola Taddeucci 1 LUCCA Da piccola leggeva e giocava con i testi di Shakespeare, affascinata dai dialoghi e dai personaggi. Alle elementari e alle medie, poi, non si perdeva una recita scolastica, sempre felice di interpretare qualche ruolo. E al liceo la passione è sbocciata in pieno, fino a diventare, negli anni successivi, il suo lavoro. Ora, a 33 anni, la lucchese Cristina Puccinelli sarà al Festival del cinema di Cannes, in programma dal 15 al 26 maggio, con un film di cui è autrice, regista e interprete. Vetrina prestigiosa. "Eppure io l'amavo", questo il titolo, è un corto - nel linguaggio cinematografico un film della durata massima di 75 minuti - che Cri - stina ha girato lo scorso autunno interamente a Lucca, dove conta di presentarlo a breve. Alla rassegna francese il suo film, fuori concorso, rappresenterà l'italia, con altre 19 pellicole di casa nostra e decine di opere provenienti da tutto il mondo, nell'angolo dedicato ai corti. Vetrina eccezionale e prestigiosa che l'autrice lucchese si augura possa essere un trampolino di lancio per portare in gara il suo film in altri importanti festival europei, come quelli di Locarno, Venezia, Roma e Torino. L'Actor's Studio. Commedia non romantica che a tratti vira sul grottesco, "Eppure io l'amavo" è il quinto corto di Cristina, il primo da lei girato nella sua città. Da Lucca, infatti, la giovane attrice e regista è andata via a 19 anni, dopo il diploma al liceo scientifico Vallisneri, per laurearsi in scienze delle comunicazioni alla Sapienza di Roma. «E per studiare recitazione» aggiunge. A Roma, dove vive tuttora - ma due volte al mese torna dai genitori a Lucca - ha frequentato diversi corsi, tra cui quelli dell'actor's Studio, il mitico laboratorio newyorchese che ha formato, tra gli altri, Marlon Brando, Paul Newman e Robert De Niro. La fiction con Proietti. Contemporaneamente agli studi, sono arrivati i primi ruoli come attrice, sia per la tv che per il cinema. «Purtroppo - spiega - tanti film non sono mai arrivati nelle sale, come succede a molte pellicole». Due anni fa, invece, è andata in onda su Rai Uno la fiction "Il signore della truffa", in cui Cristina ha recitato con Gigi Proietti. Nel frattempo, però, le era già venuta l'idea di passare al di là della macchina d a presa. «Quando sono partita per Roma - racconta - volevo semplicemente fare l'attrice. Poi ho capito che in realtà amavo tutto il mondo dei film. Frequentando i set e leggendo le sceneggiature, è cresciuto in me il desiderio non solo di raccontare storie, ma anche di crearle e dirigerle». Alla regia. Nel 2007 aveva ideato il primo corto, storia di un barbone e di una ragazza, che non era andato male e aveva vinto qualche premio di critica. Incoraggiata da questi risultati, ne ha realizzati altri tre. Una breve pausa, poi è arrivata l'ispirazione per "Eppure io l'amavo" che ha girato dal 26 novembre al lo dicembre scorsi in vari luoghi della città, tra i quali Porta Elisa, le Mura, Porta S. Pietro e la biblioteca statale. Il film a Lucca. «È stata una bellissima esperienza - dice - perché ho trovato una grande collaborazione. Tanti commercianti, per esempio, mi hanno aiutato, fornendomi i cestini per la troupe. La Croce Verde mi ha prestato un mezzo, la biblioteca statale mi ha aperto le sale. Aiuti preziosissimi, di cui vado fiera e per i quali ringrazio tutti. Senza, non ce l'avrei fatta a sostenere le spese, perle quali è stato fondamentale il contributo della Toscana Film commission e della Fondazione Banca del Monte». Gli attori. Ma ad aiutarla sono stati anche molti giovani lucchesi che operano nel campo teatrale e artistico. «Ci sono tante realtà - sottolinea - di assoluto livello e professionalità». Nel suo corto hanno avuto piccoli ruoli, accanto a lei, protagonista, e ad altri attori quasi tutti toscani. La mamma sul set. L'esperienza lucchese, per Cristina, è stata significativa non solo dal punto di vista professionale. «Mi ha dato un immenso piacere girare nella mia città - dice - anche perché per la prima volta i miei genitori mi hanno visto lavorare. In particolare mia madre ha seguito il set passo dopo passo: ha fatto la comparsa, ha distribuito i panini, ha portato gli attrezzi. La chiamavo mamma runner». Roma. Per il momento Cristina non ha intenzione di lasciare Roma per tornare a Lucca, cui è legatissima non solo per la famiglia e gli amici. «Lucca- confessa - mi piace sempre di più, è rilassante, anche solo per guardare le persone in bicicletta e per uscire di casa e arrivare in un quarto d'ora agli appuntamenti». A Roma tutt' altra vita. «Ë una città - conclude Cristina - caotica e disorganizzata, dove, però, si aprono inaspettatamente angoli e scorci di una bellezza indescrivibile. Ho sentimenti alterni verso di lei, ma non c'è storia: il cinema è lì».. a ol Potic:J di ( f, fi0l i'1 i.- a r rrrr y t İ" N 'i i i F1ti,.-t t Vk _.Frlrfr1 _ iiio k'%n Si parla di noi Pagina 1

4 Cristina Puccinelli sul set (foto Laura Casotti ) Le riprese del film girato a Lucca (foto Laura Casotti) Si parla di noi Pagina 2

5 Da giovedì al cinema si va con lo sconto FIRENZE - Tutto pronto a Firenze che dal 9 al 16 maggio diventerà la capitale della Festa del Cinema, promossa e sostenuta dalle associazionianec,anem,anicainsieme a ACEC e FICE. Durante tutta la settimana si potrà andare in tutti i cinema italiani pagando solo 3 euro, 5 peri film in 3D. A Firenze la festa si svolgerà in contemporanea con il Festival d'europa, in programma dal 7 al 12 maggio. Per lanciare la festa a livello nazionale a Firenze si terrà la prima nazionale assoluta del nuovo film di Sergio Rubini, "Mi rifaccio vivo", in una serata evento organizzata da Fandango, Rai Cinema, 01 Distribution, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana-Toscana Film Commission, che sa- Per una settimana l'ingresso in sala a 3 euro E a Firenze il 9 la prima del nuovo film di Rubini Sergio Rubini rà trasmessa in diretta in 200 cinema. Alla serata super mondana sul red carpet sfileranno, alle ore 20,30 del 9 maggio al cinema Fulgor di Firenze, oltre al regista Rubini gli attori maschili protagonisti, Neri Marcorè e Pasquale Petrolo in arte Lillo. In piazza Ognissanti a partire dalle 18,30 sarà anche allestito un set fotografico, mentre i bar della zona offriranno aperitivi a metà prezzo. Sempre il giorno 9, ma alla mattina, Palazzo Sacrati Strozzi ospiterà dalle 11,30 un convegno sull'arte del cinema in Toscana. Beliucid(i 1d Jsuo?7iele ssodirapcrdoeanni., Si parla di noi Pagina 3

6 NEL CASTE TANTE COMPARSE ARETINE SERIE TV RIGUARDA 1 GRANDI ARTISTI Sarà 1011.á1,., l/g.. bx67hr.. m a. «HO VISSUTO 50 anni con la Madonna del Prato e davanti a questo capolavoro è passato il mondo, da Pasolini a Dalì tutti se ne sono innamorati». Parole di Angelo Perla il custode della cappella del cimitero di Monterchi ormai in pensione protagonista della prima puntata della docu fiction su Piero opera del regista romano, ma aretino d'adozione, Alessandro Perrella. Sono già a buon punto infatti le riprese a Monterchi della prima puntata pilota su Piero della Francesca. Qui il regista Perrella sta girando la sua docu fiction dedicata ai grandi del Rinascimento. Il primo ciak lo scorso 15 aprile quando sono partite le riprese della serie tv prodotta dalla TecnoDue Film di Roma. Nel cast tante comparse aretine scelte tra le centinaia prov inate ad Arezzo. La serie tv che si comporrà di 6 puntate in tutto è dedicata a Giotto, Brunelleschi, Piero della Francesca, Leonardo, Michelangelo e Vasari, e sarà interamente girata ad Arezzo. I provini per le comparse si erano svolti a marzo al Talent Center di Arezzo, per l'occasione preso d'assalto. E proprio negli ultimi giorni si sono svolte a Monterchi le riprese della puntata pilota su Piero, titolo della serie Una nuova luce illumina l'europa. «Abbiamo iniziato a girare le prime scene utilizzando un cast composto da attori professionisti e da comparse aretine - spiega Perrella - Importantissimo per questa prima puntata il ruolo di Angelo Perla, il custode della cappella del cimitero con la Madonna del Parto. Un uomo semi analfabeta ma che decanta a memoria Dante e che all'epoca dei fatti raccontati nella puntata era ancora un bambino. Lui nella serie veste i panni di se stesso». Tra i ruoli chiave di questa prima puntata c'è anche quello di Salvador Dalì come era negli anni '60. Ma vedremo anche un'attrice che interpreta la compagna di Dalì. Il regista della fiction ha voluto anche Piero da bambino, interpretarto dal giovane Leonardo Della Bianca che è tra l'altro il protagonista della fiction di Rail La Tempesta. E tra le comparse aretine figurano giovani, donne e uomini, adolescenti, anziani. Curiosità, a vestire i panni di una donna incinta la figlia del regista Valentina Perrella. «Alla fiction partecipano anche attori affermati - spiega il regista Alessandro Perrella - come Mimmo Strati nel ruolo proprio di Piero della Francesca, Luca Biagini, il doppiatore di Colin Firth, nel ruolo del vescovo, ci sono Giorgio Careccia che ha lavorato con Gabriele Salvatores in Io non ho paura, Lucia Petraroli che vestirà i panni della compagna di Dalì, Leonardo Della Bianca che fa Piero da bambino. La docu fiction è stata richiesta dal Moina di New York, porteremo così Arezzo in giro per il mondo. Le riprese della seconda puntata partiranno dopo l'estate, importantissima in queste prime riprese la ricostruzione delle parti mancanti dell'affresco così come lo aveva pensato Piero». Angela Baldi SUL SET troupe al completo della fiction su Piero della Francesca con al centro seduto il regista Alessandro Perrella. A sinistra, un attore interpreta Salvador Dali di fronte alla cinepresa Altre riprese alla fine dell'estate Si gira in Toscana Pagina 4

7 t PROTAGONISTI ANCHE SE NZA FISSA DIMORA.. lois. t sonai smnone s r % % % -.,,,,,., IERI NOTTE l'ultimo ciak tra i binari della stazione centrale. Un piccolo film, fatto con pochi soldi e tanto entusiasmo. E' il lavoro finale del «teatro di comunità», il laboratorio teatrale e cinematografico che l'attore e regista Marco Di Stefano (nella foto) insieme alla danzatrice Tanya Khabarova hanno creato nei locali del dopolavoro ferroviario. Coinvolti sull'insolito set una ventina di allievi di ogni età, dai bambini agli over 60. E anche alcuni senza fissa dimora, «residenti» della stazione. «Come Giovanni Lecci - racconta Marco Di Stefano - poeta straordinario che nel film è la nostra suggestiva voce fuori campo. O come Michelino, tunisino che è entrato in scena incantando tutti con la sua danza». La storia di «Sunrise train», questo il titolo del film, è poetica e surreale: un gruppo di persone e un treno che non arriva mai, strani personaggi, anime perse che si confessano a un bambino, musicisti e musiche. Il compositore è il fratello dell'attore, Marco Di Stefano, la troupe è stata invece messa a disposizione dal cineclub Arsenale. E dopo il successo della proiezione al Nuovo del film «L'Eremita» lo scorso 30 aprile (protagonista lo stesso Di Stefano), il «teatro della comunità» si appresta, appena terminate le riprese in stazione, a un'altra uscita pubblica. A giugno inizieranno infatti prove per lo spettacolo che andrà in scena al Nuovo alla metà del mese. «L'idea è quella di creare negli spazi ta il cinema e il dopolavoro una casa della cultura, multietnica e aperta a tutti. Anche alla commistione di arti» conferma Di Stefano. Francesca Bianchi Si gira in Toscana Pagina 5

8 Il coraggio di Valeria Golino "Così racconto l'eutanasia senza scorciatoie o pregiudizi" Miele, esordwdietrolamacchinadapresa (sognana'ocann s) ALERIA Golino e Jasmine Trincasi tengono per mano e si sorridono, come se ancora portassero con sé l'atmosfera complice che le ha viste collaborare sul set di Miele: la prima al suo esordio alla regia di un lungometraggio; la seconda, attrice trentenne lanciata da Nanni Moretti, nei panni scomodi della protagonista, una giovane donna che pratica suicidi assisti ti. Così i lettori di Repubblica le hanno incontrate in redazione in occasione dell'arrivo del film, tratto dal romanzo di Mauro Covacich A nome tuo, nelle sale fiorentine. Con loro i produttori Riccardo Scamarcio e Viola Prestieri. Hanno partecipato Meri Aperti, Mara Batistini, Lucia Benucci, Annamaria e Daniela Bettarini, Alberto Cantelli, Mirko Carraresi, Adriana Contardo, Benedetta Ducci, Sara Fratoni, Claudia Gambacciani, Eleonora Ghignola, Camilla Giachi, Antonella Ielpo, ClaudiaLippi, Eugenio Milazzo, Cecilia Muzzi, Ornella Pandolfi, Elisagiulia Petroni, Sophia Sciacovelli, Marta Stefani, Alessandra Tesei, Emiliano Tognetti, Adele Torchia, Riccardo Zoppi. Miele parla di eutanasia senza prendere una posizione netta. Valeria Golino: «Volevo riuscire ad avere il coraggio di non farlo. Prendere unaposizione e riproporla al pubblico semplifica le cose: certo, c'è il rischio che qualcuno non sia d'accordo conte, mala narrazione richiede meno nuan - ce. Invece se parli di un tema come questo lasciando che i tuoi stessi pregiudizi cambino mentre lo fai, diventa molto più difficile tirare fuori un racconto omogeneo. In parte è un modo diraccontare le cose che corrisponde a come sono: io ho un'unica convinzione iniziale che spero traspaia dal film, e cioè che ogni essere umano ha il diritto di decidere per se stesso». Fin dalla prima scena, la morte e i rituali che la accompagnano sono rappresentati in modo composto ma forte. Golino: «Volevo mettere le carte in tavola da subito. Far capire che questo non èunfilmcheprenderàscorciatoie: parleràdifinevitaelo faràintuttalasua sacralità e la sua crudezza. Ma non si vede nessuno morire, non volevo cadere in una pornografia del dolore». La fotografia è costruita su immagini decentrate, i personaggi non appaiono quasi mai al centro della scena. Golino: «Per lo più per una ragione estetica. Mi piace che il protagonista non sia centrato, ma sia qualcuno che affronta obliquamente larealtà, facendo il "giro largo", senza essere visto e senza propriamente vedere. Diciamo che mi piace spezzare Jasmine a metà. Poi c'è anche una valenza simbolica, ma sta allo spettatore percepirla: al cinema i simboli funzionano se sono senti ti, non se devono essere spiegati». Una presenza forte è quella del cielo, degli aerei: c'èunsenso divolo continuo. Golino: «Ormai la nostra vita è permeata da questa pendolarità, da questo continuo cambiamento di immagini, suoni, contesti. Non volevo che il personaggio di Irene fosse eccessivamente contestualizzato nell'italia di oggi, troppa cronaca avrebbe svilito il film, mavolevo dare il senso di una ragazza che vive in una quoti dianità fatta di una molteplicità di situazioni, di luoghi, di sé: quella molteplicità che ognuno di noi, chi più e chi meno, si porta addosso. Poi il volo nel film ha anche un altro significato più interiore, ma non voglio svelarlo a chi ancora non l'havisto». Nel castvi sono attori "prestati" dal teatro, a cominciare da un grandioso Carlo Cecchi. Golino: «Ho scritto il personaggio interpretato da Carlo pensando a lui: avevo bisogno della sua bellezza, del suo modo di parlare. E della sua me- Segnalazioni Pagina 6

9 dernità, perché l'ingegner Grimaldi è un anziano di settant'anni che in un certo senso è più giovane della trentenne Irene. È un uomo di grande spregiudicatezza, di pensiero e di parola, eppure non è un vecchio maestro e a questa ragazza non vuole insegnare nulla, se non raccontarle un aneddoto. L un caso che sia un attore teatrale: avrei voluto lui anche se non lo fosse stato. Non cercavoun'esteti cacostruita su attori impostati come quelli del teatro, né volevo fare un film naturalistico alladardenne: magari, manon lo so fare». Per lei, Jasmine Trinca, cosa ha significato recitare con un partner come Cecchi? Jasmine Trinca: «Come tutte le persone complesse ha un lato estremamente accessibile. A volte mi ha tirato le orecchie, diceva che sembrava recitassi il rosario mentre recitavo, ma è stato anche molto aperto, disponibile. Una notte melo sono sognato: era un sogno romantico». Come è stato, per lei così giovane, immedesimarsi in un universo dominato dalla morte? Trinca: «Non credo che ci siaun problema legato all'età. A ognuno di noi possono capitare delle cose, nei primi trent'anni di vita, che ad altri non succedono in ottanta. Con Valeria ci siamo subito mosse su un territorio comune che è quello della sensibilità: lei mi ha fatto capire subito in che direzione sarebbe andato il film, e che avrebbe affrontato certe cose con un totale rispetto del fine vita e della vita stessa. A raccontare il dolore, al cinema, si rischia di farne uno spettacolo: ecco, quello lasciamolo fare alla tivù». Che intesa si è creata con Valeria Golino? Trinca: «L stata l'esperienza più rivoluzionaria della mia carriera. E laregista che più mi ha diretto e più, al tempo stesso, mi ha lasciata libera. Mi ha tolto tutta una serie di filtri che avevo, anche rispetto a me stessa e a come mi percepisco. E poi Valeria ha una gran - de empatia, che le ha permesso di mantenere sul set un clima di concentrazione e collaborazione». Scamarcio, cosa l'ha convinto a produrre il film? Riccardo Scamarcio: «La storia, l'idea, il fatto che fosse Valeria a dirigerlo. Soltanto a posteriori, durante la lavorazione, ho capito che mi ero cacciato in un guaio grosso, perché all'inizio avevamo preso tutto molto più a cuor leggero. Ma per fare certe cose ci vuole un briciolo di incoscienza. In Italia il cinema vive un momento bislacco, in cui sembra che solo un genere possaavere successo. Eppure le persone escono dalla sala e ci fanno i complimenti. Perché inmiele c'è il suicidio assistito, ma c'è anche molto di più: c'è ilrapporto di una giovane donnaconla natura, con la vita e con la morte. Un regista inglese diceva che in ogni vera opera d'arte è inclusa la domanda: "Is there agod?". E questapresenzadidio può essere intesa, laicamente, anche con un rapporto col mistico, con l'impalpabile». Miele è il vostro primo lungometraggio come regista e produttore, evi ritrovate a Cannes. Golino: «"Un Certain Regard" era il nostro sogno: abbiamo persino rifiutato un festival prestigioso come Berlino, sperando di arrivare sulla Croisette. E abbiamo avuto la fortuna di avere avuto ragione. Per chiunque fa cinema Cannes è una mecca, e noi ci andremo da pellegrini. Molti amici ci avevano sconsigliato di fare Miele, di non esordire con un argomento così ostico. Avere ottenuto la partecipazione al festival è come una pacca sulla spalla, anche sedi quelle che durano solo cinque minuti». (testo raccolto da roberto incerti, fulvio paloscia egaia rau) Ho scelto di parlare di file vita in tutta la sua sacralità e la sua crudezza: ma non mostro mai la morte, non volevo cadere in una pornografia del dolore 0 RIPRODUZIONE RISERVATA Ho scritto il personaggio di Cecchi pensando a lui: avevo biso-no della sua bellezza, del suo modo di comunicare Peril festival in Francia abbiamo rifiutato persino Berlino IL CAST Accanto Jasmine Trinca, che in "Miele" interpreta la protagonista. Asinistra Valeria Colino, regista del film FIRENZE.IT Sul nostro sito di Repubblica Firenze il video con le riprese del forum con Valeria Golino, Jasmine Trinca e Riccardo Scamarcio Segnalazioni Pagina 7

10 %, ! - y _... j. -,., 1 1 u:. p -,l -..., - -, Il 1 1., 1 1 4ì w 9, ' t 4-1 á.., y " Il 1 í '. A.,..- _,.. } w.,. -,.. a.s t.... },f Segnalazioni Pagina 8

11 Ci siamo mossi sul territorio della sensibilità: descrivere la sofferenza al cinema è pericoloso, si rischia di fame uno spettacolo Ecco, quello lasciamolo allatelevisione La storia e il fatto che fosse lei a dirigere mi ha convinto apuntarci Solo sul set ho capito che mi ero cacciato in un guaio: ma per certe cose ci vuole un briciolo di incoscienza L'incontro in redazione con i lettori insieme alla protagonista Jasmine Trinca e il compagno Riccardo Scamarcio che ha investito sulla pellicola Segnalazioni Pagina 9

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Gabriella Saitta: Formare professionisti ed artisti nutrendo l anima con energia positiva

Gabriella Saitta: Formare professionisti ed artisti nutrendo l anima con energia positiva Gabriella Saitta: Formare professionisti ed artisti nutrendo l anima con energia positiva di Elisa Guccione - 13, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/gabriella-saitta-formare-professionisti-ed-artisti-nutrendo-lanima-con-energiapositiva/

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

FESTIVAL FILM DI ROMA VIII EDIZIONE INTERNAZIONALE DEL

FESTIVAL FILM DI ROMA VIII EDIZIONE INTERNAZIONALE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA VIII EDIZIONE 8 17 NOVEMBRE 2013 1 LA VIII EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA 8 17 NOVEMBRE 2013 Soci Fondatori Roma Capitale Regione Lazio Provincia

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

INDICE RASSEGNA STAMPA. Si parla di noi. rassegna. Pagina I. Indice Rassegna Stampa

INDICE RASSEGNA STAMPA. Si parla di noi. rassegna. Pagina I. Indice Rassegna Stampa rassegna INDICE RASSEGNA STAMPA rassegna Si parla di noi Tirreno 08/11/2015 p. 17 Cinema o teatro il mestiere di attore lo impari in Toscana Paola Taddeucci 1 Corriere Fiorentino 08/11/2015 p. 14 CINEMA

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria REALIZZA IL TUO FUTURO Di Annamaria Iaria INDICE 1.Presentazione... 2 2.Chi sono... 2 3.Il cuore dell idea... 4 4.Come si svolge... 5 5.Obiettivo... 5 6.Dove si svolge... 6 7. Idee collegate... 6 2013-2014

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri!

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri! LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO Dai vita ai tuoi libri! "I libri. Sono stati i miei grandi amici, perché non c è di meglio che viaggiare con qualcuno che ha fatto già la stessa strada, che ti racconta

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

crediti non contrattuali 1

crediti non contrattuali 1 crediti non contrattuali 1 Bibi Film in collaborazione con Rai Cinema presenta N-CAPACE un film scritto interpretato e diretto da Eleonora Danco Durata: 80 Data di uscita: 19 marzo 2015 Premiato con due

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

RACCONTATO DA FRANCESCA TILIO

RACCONTATO DA FRANCESCA TILIO PINK PROJECT RACCONTATO DA FRANCESCA TILIO Il vestito rosa di mia madre è il primo ricordo della mia vita. In tante foto indossa quell abito con me piccolissima in braccio. Nasco il 5 aprile del 1975.

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Franco Oppini: I Gatti di Vicolo Miracoli di nuovo insieme in un film

Franco Oppini: I Gatti di Vicolo Miracoli di nuovo insieme in un film Franco Oppini: I Gatti di Vicolo Miracoli di nuovo insieme in un film di Elisa Guccione - 20, set, 2015 http://www.siciliajournal.it/franco-oppini-i-gatti-di-vicolo-miracoli-di-nuovo-insieme-in-un-film/

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero Chi è? Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici porre semplici domande su una persona i verbi essere e avere i numeri il genere (dei nomi e dei sostantivi) Svolgimento L insegnante distribuisce

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI DOTT. CARLOS A. PEREYRA CARDINI - PROF.SSA ALESSANDRA FERMANI PROF.SSA MORENA MUZI PROF. ELIO RODOLFO PARISI UNIVERSITÀ DEGLI

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta

Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta Scuola dell infanzia: S.Giuseppina De Muro Insegnanti: Maria Caronna Angela Marotta FINALITA -EDUCARE ALLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE GLI ALTRI, GESTIRE CONTRASTI, RICONOSCENDO DIRITTI E DOVERI ATTRAVERSO

Dettagli

Kimerafilm, Axelotilfilm, Istituto Luce-Cinecittà presentano. ospite inatteso

Kimerafilm, Axelotilfilm, Istituto Luce-Cinecittà presentano. ospite inatteso Kimerafilm, Axelotilfilm, Istituto Luce-Cinecittà presentano ospite inatteso Ufficio stampa Istituto Luce-Cinecittà Marlon Pellegrini t.: +39 06 72286 407 m.: +39 334 9500619 - m.pellegrini@cinecittaluce.it

Dettagli

Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A. A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera. video intervista con cellulare

Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A. A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera. video intervista con cellulare Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera intervista con solo voce registrata video intervista con cellulare intervista con appunti

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama

SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE. La trama SCHEDA DIDATTICA LE LACRIME DEL PRINCIPE La trama C è una regista teatrale che vuole mettere in scena la storia di una principessa che viveva tanto tempo fa in un regno bianco, grigio e nero. Ma in scena,

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

UN REGALO INASPETTATO

UN REGALO INASPETTATO PIANO DI LETTURA dai 5 anni UN REGALO INASPETTATO FERDINANDO ALBERTAZZI Illustrazioni di Barbara Bongini Serie Bianca n 64 Pagine: 48 Codice: 566-0469-6 Anno di pubblicazione: 2012 L AUTORE Scrittore e

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

Emergency Lunedì io e la mia classe siamo andati nell'aula Magna della nostra scuola. C'erano due persone; la prima persona che abbiamo incontrato si

Emergency Lunedì io e la mia classe siamo andati nell'aula Magna della nostra scuola. C'erano due persone; la prima persona che abbiamo incontrato si Emergency Lunedì io e la mia classe siamo andati nell'aula Magna della nostra scuola. C'erano due persone; la prima persona che abbiamo incontrato si chiama Francesca, era molto simpatica; la seconda invece

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

domani 1 cortometraggio Petali

domani 1 cortometraggio Petali domani 1 cortometraggio Petali regia: Giacomo Livotto soggetto: Luca Da Re sceneggiatura: Giacomo Livotto montaggio: Franco Brandi fotografia: Michele Carraro interpreti: Erika Cadorin, Fabio Degano, Giacomo

Dettagli

Compagnia teatroblu CenerentolO

Compagnia teatroblu CenerentolO Compagnia teatroblu CenerentolO Di: Susanna Gabos Regia: Nicola Benussi Attori: Klaus Saccardo Marta Marchi Clara Setti Costumi: Giacomo Sega Scenografia: Andrea Coppi Luci: Luca De Martini Produzione:

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

e su di me si chiude un cielo

e su di me si chiude un cielo PUGNI e su di me si chiude un cielo un video di ANDREA ADRIATICO per teatridivita film selezionato per la STORIE ANDREA ADRIATICO Andrea Adriatico è nato a L'Aquila il 20 aprile 1966. Diplomato all'accademia

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

La storia di Manuela

La storia di Manuela La storia di Manuela «A 23 anni, a causa di una rettocolite ulcerosa, Ho dovuto affrontare un intervento per il confezionamento di una ileostomia, che doveva essere temporanea ma che, a causa di alcune

Dettagli

============================================================================

============================================================================ Foto expo padova08 e cison di valmarino08 Postato da Leaena - 2008/04/10 11:25 Salve a tutti, sono nuova nel mondo degli allevatori e ancora di più in quello del cerca gatto. Volevo solo fare sapere a

Dettagli