Mille film da salvare. Ipotesi per un canone cinematografico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mille film da salvare. Ipotesi per un canone cinematografico"

Transcript

1 Mille film da salvare. Ipotesi per un canone cinematografico dimarco Pistoia Premessa 1 A me mia paragonabile conoscenza non per impostazione, esiste fra gli studi spirito, sulla intenti storia del critici cinema e classificatori e al variegati celebre (e studi discusso) letterari The (o Western rivolti ad Canon altre forme di Harold artistiche) Bloom1, sul o tema. ad al- un volutrcile Ultimo da decifrare nato fra le e di arti, fatto il cinema percepito è stato sostanzialmente a lungo un oscuro da due oggetto, ottiche pressoché forma contrapposte, si diceva con con una eventuali propria sfumature originalità, e ma relazioni molto (o interne: abbastanza) è una diffisica). legata Oppure: alle altre è (in una particolare forma particolarmente teatro e letteratura, originale, ma anche anche pittura se con e muvitabili e talora necessarie affinità (e influenze) con le altre. Sul inecondo punto di vista si sono innestate, a mio parere, tutte le maggiori senee teoriche (da Balázs a Ejzenštejn a Bazin e oltre2) che, per dirla con li- titolo dello studio di Bazin, si sono interrogate su che cosa è il cinema, il traendo tempo così conclusioni vicina e così che lontana in sostanza dalle vedono, altre, anch essa in questa, capace una forma di soluzionre indeclinabili delle proprie con equivalenze quelle di rispetto altre forme, a caratteri e allo linguistici stesso tempo e stilistici atta a crea- a un ro modo già messi a punto da altre forme. Un movimento di macchina, a lo- l articolazione relazione alla creazione del montaggio, di una l uso singolare dei piani struttura e dei spazio-temporale campi visivi anche solo della per forma fare alcuni cinematografica esempi di fondo (sebbene saranno anch essi fra percepibili gli elementi come più propri in bili equivalenti, ma a un forte livello di specificità), mentre altri codici possi- no da elementi quello drammaturgico più legati a codici a quello già ampiamente scenografico messi a quello in atto recitativo da altre forme, poco rispetto originale alle quali maniera. il cinema potrà trovare una propria e talora so- non 169

2 MARCO PISTOIA canone Questa nel premessa cinema richiede appare in necessaria, via preliminare poiché di parlare stabilire di canone almeno e anti- sommi capi la sua posizione (anche storica) rispetto alle altre forme, per cui ampio sviluppo temporale ha permesso una maggiore e diversamentmanda articolata si pone, formulazione con i suoi derivati: del tema si in può oggetto. parlare Pertanto di un canone una prima (e di do- il anticanone) cinematografico? E in che modo, secondo quali parametri un con quali modalità rispetto al concetto di canone riferito ad altre forme? e Poi, no intervenuti a seguire: quali a stabilire gli elementi una o che, più nell arco forme di della canone storia cinematografico? del cinema, so- Nello cinematografica stesso tempo è collegato, un processo almeno di canonizzazione nelle prime fasi, di a una un imprescindibille rimando si è storicamente a un idea pensato di canone di riferito istituire alle un altre confronto. forme, sulla Anche base da del qui qua- qualche forma scono infatti le diverse posizioni sulla natura del cinema: almeno na- corso dei primi due decenni del Novecento la formulazione di un idea nel di un gusto sul cinema era ampiamente legata a modelli provenienti da e altre cinema forme. puro Ma e è una proprio di cinema nella dialettica impuro (e che nel si conflitto) è potuta tra innestare un idea una di singolare none declinata formulazione alla nuova di canone forma espressiva. o, per lo meno, una formulazione di ca- Linee per un canone 2 nel cinema Date affermativo, queste premesse, ponendo i alla termini prima della domanda seconda risponderò come prioritari, subito al in fine modo risalire ai vari caratteri esposti nel primo quesito. Dunque esiste un canone a loro nel modo cinema, stabiliti almeno e ben nel presto, senso che nell economia anche per questa della sua forma durata si sono di rica caratteri attraverso i quali definire un modello di riferimento sto- film e i propri caratteri). E questi caratteri si possono riassumere sostanzialmente un film dovrà nell ambito essere l esito di di ciò una che creazione si è esposto dotata nella di Premessa, elementi di ossia: (il a) ginalità dovuti in primo luogo allo strumento specifico (la macchina ori- da tuttavia presa) e legati al processo all influenza di organizzazione di altre forme della (in forma-film particolare (il la montaggio) e il teatro), fino a considerare il letterato quale vero autore del letteratura me ad esempio in ambito di cinema italiano muto, negli anni Dieci film, co- Novecento da più parti si ritenne. Oppure: b) il film sarà una creazio- del 170

3 MILLE FILM DA SALVARE ne interazione particolarmente della forma-cinema originale, anche con grazie più o a meno un elaborata tutte le e altre complessa e qui i riferimenti teorici (o teorico-pratici, secondo i nomi di forme; mento) vanno a figure quali Ejzenštejn e Bazin, per citare solo i nomi riferi- significativi. A queste due principali tendenze classificatorie esposte più ovviamente particolare durante a grandi la linee fase delle ne possiamo avanguardie aggiungere storiche: un altra, c) un film sorta dovrà in essere me, a eccezione l esito di una della creazione pittura e del soprattutto tutto originale, della musica, svincolata al fine da altre di crearti alle un cinema avanguardie puro, storiche, come ritennero che, nello in sperimentare particolare il alcuni cinema, artisti vedevano lega- for- come causa pericolose di fattori narrativi le influenze e psicologici. letterarie e teatrali, Questo in possibile quanto, ad modello esempio, film si legava a un modello di cinema dai forti caratteri immaginari, di fantastici, ges Méliès antinarrativi o da un genere o a-narrativi, quale il comico. espresso da un cineasta quale Geor- l affermazione Anche in ambito di un possibile cinematografico canone ha l eventuale contato dialettica per l elaborazione tra quel che o si ti dovuti realizza ora e quel alla che prevalenza si pensa del debba timbro essere di realizzato, fabbrica (le con scelte vari slittamensa di produzione), ora alla prevalenza del timbro del regista, di ora una a una ca- virtuosa due componenti. ancorché È, non quest ultimo necessariamente ancora paritaria in ambito combinazione di cinema muto fra le caso dell attività di Griffith alla Biograph, che permise al grande regista il di conclusione maturare il del proprio proprio stile rapporto e la propria con questa poetica, casa, fino un a diventare, modello di dopo riferimentzenštejn, per Renoir registi e americani altri). (Ford, Walsh, Stroheim e molti altri) e no (Ej- la avvio Ed di è un proprio canone un cinematografico regista quale Griffith3a da un punto permetterci di vista di autoriale parlare di o un stile di regia, in quanto la sua elaborazione di un principio di montaggio di (parallelo la sua personale e alternato, declinazione il cosiddetto della montaggio forma melodrammatica alla Griffith ), (fortemente ma anche influenzata primo grande da e Dickens, stabilizzante modello riferimento letterario di per Griffith) la successiva hanno costituito evoluzione il della (termine forma peraltro cinematografica, inesatto, vista fino la diversa a che la concezione cosiddetta espressa scuola dai sovietica gisti russi negli anni Venti) non ha a sua volta proposto altri possibili vari modellbiamo di anche riferimento ricordare riguardo che i al due montaggio principali (e cineasti non solo). del D altra cinema parte delle dob- re- ori- 171

4 MARCO PISTOIA gini come (i modelli Lumière di e riferimento, Méliès) sono gli stati uni visti per sia un dagli cinema studiosi della sia realtà, dai cineasti per un cinema della fantasia, con le varie declinazioni successive l altro cumentario, televisione, forme del realismo da un lato, science-fiction, (do- fantastico hanno finito e altri per essere generi considerati analoghi dall altro). canonici rispetto Di conseguenza alla successiva entrambi luzione del cinema. evo- dei fattori Da queste che possono prime considerazioni aver determinato possiamo una logica iniziare canonica a ricavare nel cinema, alcuni considerando re i vari e possibili peraltro sviluppi che partire rispetto ab a ovo una è qualche indispensabile origine per del canone individuanematografico. I primi fattori che possono alimentare la formulazione ci- un canone per la settima arte sono dunque i seguenti: di a) artistica) l affermazione del cinema e la e/o fortuna di uno di stile una concezione di regia (ovviamente (produttiva, sia culturale, pubblico sia presso la critica o sull una o l altra delle categorie, con presso la prima che la fortuna non necessariamente teorica e critica detta di una sempre concezione. legge in merito); il b) denza A questi diretta due e soprattutto principali fattori coeva si di può modelli aggiungere extracinematografici la fortuna e l incivenuti nel loro ambito canonici, che in varie fasi e in varie culture possono di D Annunzio, aver agito sulla per parte forma-cinema: degli anni per Dieci l Italia e Venti. si potrebbe Dal fattore fare produtti- il nome divfermazione e da quello di un critico modello: si possono pensiamo, poi ricavare nel primo esempi caso, precisi al ruolo legati di alcune all af- case denza di storica produzione, dalle a cosiddette cominciare Majors non di temporalmente, Hollywood (Paramount, ma come Warnerzione Metro dei generi ecc.) (commedia e dal loro singolare e melodramma, e differenziato western e sistema noir ecc.), di elabora- incisto, degli stili (di regia, scenografico, di recitazione, di illuminazione del gu- ecc.). lazione E di pensiamo, un modello in tal divistico caso grazie (rivolto a entrambi soprattutto i fattori verso citati, gli attori, alla ma veicolora con una certa incidenza anche verso i registi o altre tipologie di taneasti), come affermazione di un canone recitativo (ad esempio quello ci- dell Actors culturale hanno Studio). poi determinato Il fattore produttivo in vari paesi e quello un modello politico-ideologico- negli Stati Uniti, a metà anni Trenta, il cosiddetto Codice Hays di riferimento: to i parametri censori entro i quali dovevano essere realizzati i film, ha dettatre nei regimi europei (in particolare in Germania, Russia e Italia, sebbene in misura diversa) il diktatideologico e la totale centralizzazione men- del- 172

5 MILLE FILM DA SALVARE la mento produzione (si pensi, determinarono per la Russia, al nello realismo stesso socialista) periodo per i modelli una forma, di riferinema, variamente considerata, in quei paesi, come l arma più forte il per ci- la propagazione D altra parte, delle queste rispettive varie forme ideologie di modellizzazione-canonizzazione nazionali. hanno cessi di causato infrazione non di solo questo sfumature o quel interne, canone: in ma tutte anche le cinematografie veri e propri protate (e in altre che potremmo citare) sono state prodotte opere che hanno che tentato talora hanno di sottrarsi costituito alle formulazioni un anticanone imposte o hanno dall alto, prospettato con infrazioni cibilità che non ci fosse un unico canone. Facciamo alcuni esempi, la almeno possi- rispetto a) Fissando alle linee con Griffith finora dettate. grafico come complessa e la articolata nascita del combinazione cosiddetto racconto del visivo con cinematorativo, verso l elaborazione di un ampia tessitura fabulatoria, il nella nar- quale sarticolazione la linearità (ad è esempio un elemento attraverso portante il ricorso e tuttavia al flashback soggetto o, alla ancor sua più, ditolerance, a una complessa 1916), la stratificazione lettura (teorica spazio-temporale, e pratica) ejzenštejniana come nel caso dei codici di In- griffithiani si se non come ha prodotto anticanone una (rispetto nuova formulazione, a quello che, comunque, che ha finito costituiva per por- per un articolazione il regista russo complessiva un modello), quale senz altro quella come wellesiana nuovo di canone. Citizen Mentre (Quarto potere, 1941) dove la complicazione, la pluristratificazione, Kane polifonia spazio-temporale del visivo e del narrativo raggiungono esiti la di mente particolare anticanonica, audacia anche sarà perché da considerare svolta dentro a sua la volta stessa come cinematografia sostanzial- ed frazione entro radicale, parametri quale produttivi quella (e costituita non solo) dall opera che non prevedevano prima di Welles. un in- sua volta questi, vista l importanza assunta da tutto il complesso della A sua qualche opera, riserva ha ovviamente a definire delineato canonico, uno almeno stile esemplare, dal punto di che vista tuttavia dell influenza La strategia da esso esercitata. ho b) molteplici eccezioni, produttiva sia all interno americana delle dei stessa generi produzione ha anch essa da Majors prodotto tentativi, da parte di vari registi, di svincolarsi dalle maglie del Codice (i Hays), certi versi, sia entro ancor produzioni più fuori da hollywoodiane, quella tipologia ma produttiva da B-movies, (i film sia prodottioff-hollywood). e una riscrittura Per lo più nel anche corso nel del cinema tempo, i generi che se hanno da un lato avuto ha un e- e, per voluzione con- 173

6 MARCO PISTOIA fermato sistente fortuna, almeno dall altro in taluni ha casi, sottoposto quali il melodramma i codici classici, e il noir entro i la quali loro quei per- c) generi Negli erano anni maturati, della piena a variegati affermazione slittamenti del realismo e a varie socialista forme di infrazione. po il 1934 alcuni film provarono a sottrarsi alle maglie di quel canone: ossia do- esempiosčast e (t.l.felicità, 1934) di Aleksandr Medvedkin, Strogij junoša ad (t.l.un Bežin, 1937) giovane di Sergej rigoroso, M. Ejzenštejn,Novaja 1936) di Abram Room, Moskva Bežin (t.l.la lug (t.l.il nuova prato Mosca, di censurate, 1938) di Medvedkin. a dispetto Opere del fatto che che all epoca affrontano non tematiche furono distribuite, strettamente poiché gate al periodo (ad esempio il problema della collettivizzazione delle terre) piano con ideologico, uno spirito a che quello non ufficiale. vorrebbe Probabilmente essere radicalmente si tratta, alternativo, in particola- sul lerepunto di una formale questione di alcune di forma, idee, di che sensibilità di conseguenza artistica e non di impostazione produce un approccio d) Riguardo ideologico poi ad strettamente altre tendenze in linea importanti con il canone nella del storia tempo. ap- sorgono interrogativi legati alla prospettiva di formulazione del di un cinema, ne. Ad esempio questo accade con il neorealismo: esiste un canone canorealista? E in quale forma si può eventualmente considerarlo canonicomente In sviluppata quella prospettata da quest ultimo, da De Sica oppure e Zavattini, nello stile in quella di Visconti, più personal- neora in quello di Rossellini? E il neorealismo è divenuto canonico rispetto o anco- ad scuola altre italiana forme successive, della Liberazione»4, ad altri stili stando di regia? attento André tuttavia Bazin a lo distinguere definì «la tra un accezione i film e i registi rigida, del letterale. periodo Tuttavia e a non la denominazione conferire al termine di scuola, scuola loga a quella data ad esempio al cinema sovietico degli anni Venti, indicarealismo anche un grazie modello al magistero di riferimento, di Bazin, sebbene la possibilità oggi possiamo di considerare stabilire il neo- ana- maggiore consapevolezza retrospettiva che esistono più modi di essere con neorealista no l indubbia e forse rilevanza è difficile storica parlare e anche propriamente l influenza che di canone; tuttora questo nondimele italiano esercita su alcuni registi anche stranieri attesta che il neorealismscenza e lo è una studio delle della fasi storia dalle del quali cinema, non si nonché può prescindere per la sua per stessa la cono- stica. E riguardo a un altra possibile scuola, la nouvelle vague? Ha avuto, prati- proprio interno, una forma canonica? Quanta influenza ha continuato al esercitare, dopo la sua indubbia rilevanza nei tardi anni Cinquanta? Quesiti ai quali non possiamo rispondere in questa sede, ma che a riteniamo 174

7 MILLE FILM DA SALVARE necessari grafico. da porre per un possibile ragionamento sul canone cinemato- e) pensare In conseguenza al rapporto di tra queste pratica ultime del cinema considerazioni ed esercizio si dovrà critico tornare e teoricoa su determinare di esso, in scale relazione di riferimento, alla formulazione modelli di e, giudizi dunque, di un valore possibile che possono critico. Riferendoci solamente ad alcuni fondamentali testi classici, canone via citati, è chiaro che uno studioso che riflette sulla forma cinematografictorno produrrà, ai quali si come sono i suoi formate colleghi generazioni di altre di forme, spettatori, una scala fra i di quali valori sono at- via riferimento sorti i registi sono, e altri fra cineasti. gli altri, Se Welles affermo, e Renoir, con Bazin, Wyler che e Rossellini, i grandi registi e che di modello preferito di cinema è quello realistico, affermo un giudizio di valore f) E che riguardo lascerà a una tutte lunga le categorie traccia che vista la la critica diffusione ha nel dei tempo testi proposto? baziniani. il co Realismo e cinema poetico moderno francese, appaiono neorealismo, infatti nouvelle categorie vague, che hanno cinema spesso classinito per offrire un idea complessiva e talora comprensiva di molti registconoscere di una una tendenza, fase, uno dunque stile, una prospettando poetica. un canone entro il quale ri- fi- g) nito La per stessa individuare distinzione un modello tra cinema canonico classico di e cinema riferimento moderno per l una non e ha per fi- l altra alcuni fase motivi e componente mentre per stilistica, altri motivi indicando un altro che un sarà film moderno? sarà classico Ma per che per queste ultime questioni il discorso andrà in futuro approfondito, an- sulla prestando base di attenzione una prospettiva a non scivolare non solo verso diacronica un idea ma di evoluzionismo anche sincronica dellplessità. forme, In nel questo senso del senso passaggio assume da una una funzione minore fondamentale o maggiore dose per di com- e nema in modo particolarmente connotante il discorso sulla tecnica il ci- sulla sua evoluzione. Ossia: quale ruolo attribuire alla tecnica, che è componentspettive formali, intrinsecamente nell individuazione legata al mezzo di un cinematografico canone? e alle sue e pro- Giudizi di valore, predilezioni, 3 l organizzazione sistematica del canone classifiche, cinematografico ovvero: Passiamo, esempi di una in quest ultima possibile formulazione parte del nostro di un canone discorso, per a il trattare cinema, alcuni tratti 175

8 MARCO PISTOIA da le fior una particolare da fiore, che sfera, hanno quella svolto legata alle e tuttora classifiche svolgono o ai repertori una funzione in sti- significativa una scelta di per film la esemplari). definizione Un di primo modelli riferimento canonici di storico cinema di questa (attraverso tica ci giunge da una graduatoria stilata nel 1958da un gruppo di 117storici Bruxelles. e critici Si del trattò cinema di scegliere di 26nazioni, solo 12film durante dalle l Esposizione origini in poi universale e questa fu di pra- la 1. classifica Bronenosec finale: 2. The Gold Rush Potëmkin (1925) di (1925) Charlie di Sergej Chaplin; M. Ejzenštejn; Ladri La passion di biciclette de Jeanne (1948) d Arc di Vittorio (1928) di De Carl Sica; 5. La grande illusion (1937) di Jean Renoir; Theodor Dreyer; Greed Intolerance(1916) (1924) di Erich di David von Stroheim; 8. Mat (1926) di Vsevolod I. Pudovkin; W. Griffith; Citizen Zemlja(1930) Kane (1941) di Aleksandr di Orson P. Welles; 11. Der letzte Mann (1924) di Friedrich Dovženko; 12. Das Cabinet des Dr. Caligari (1920) di W. Robert Murnau; Un fior da fiore più radicale di questo è difficile Wiene. derando che nel 1958il cinema aveva oramai più di sessant anni pensarlo, di consi- di opere importanti ne erano state prodotte molte di più delle 12selezionatetempla In opere ogni caso, più o così meno come rimaste si presenta a tutt oggi la graduatoria, fondamentali, non solo ma essa contiene con- vita, e ben matografica 9film muti fosse su giunta 12, a indicare, a grande forse, maturazione che si ritenne in epoca che muta la forma e in cineticolare negli anni Venti e, di conseguenza, entro un numero assai parstretto di opere, che il cinema fosse una forma che con il sonoro e il parlato trent anni solo di in storia rari casi (dal poteva ri- 1895al 1930). competere con la forma assunta in oltre (19) Vent anni di vari paesi dopo scelse questa 100film selezione, che in un realtà gruppo erano più ancora limitato di di più, studiosi deciso di fissare a 100le opere che avessero ottenuto da 19a7voti. ma Gli fu studiosi, creditati come delle rispettive si è detto, nazioni: rappresentavano per la Francia vari paesi Pierre ed erano Billard, fra Lotte i più Eisnesiraghi, e Marcel Adelio Martin, Ferrero, per Giovanni la Svizzera Grazzini, Freddy Tullio Buache, Kezich, per l Italia Lino Micciché Ugo Ca- ac- e Waisfeld, Morando per Morandini, la Gran Bretagna per l Unione David Sovietica Francis, Vladimir David Meeker Dmitriev e David e Ilya 176

9 MILLE FILM DA SALVARE Robinson, Ulrich Gregor, per la per Spagna gli Stati Ricardo Uniti Andrew Muñoz-Suay, Sarris. per Lo spettro la Germania temporale Ovest numerico più ampio, nonché le inevitabili revisioni critiche e la mutazione un del numero gusto consistente e della prospettiva di film sonori storica, un hanno buon prodotto, numero di nella opere selezione, e zate tra l inizio degli anni Cinquanta e la metà degli anni Settanta. realiz- stesso tempo sono entrati nei 100anche alcuni classici del cinema Nello origini (The Great Train Robbery, 1903, di Edwin S. Porter, con 13voti;La delle sortie possible, des 1904, Usines di Georges Lumière, Méliès, 1895, dei entrambi Lumière con e Le 11voti). voyage Affermando à travers l im- «Scegliere mille film sarebbe stato facile. Sceglierne cento, e nella situazionfiuto di attuale giudicare) (di rinnovamento è tremendamente dei parametri difficile»5, di giudizio l autore e, della al limite, guida di che ri- che ha indicato reso conto con questi di questa termini nuova il criterio graduatoria, basilare Fernaldo al quale Di i critici Giammatteo, si sono attenuti: ha Ognuno to del diverso dei giurati grado di ha rappresentatività compiuto una sorta dei di film: compensazione una rappresentatività che tenesse riguardante (estetici, gli linguistici, autori, le cinematografie sociologici) che nazionali, si possono i attribuire periodi storici, alle opere. i disparati Lo sforzo valori con- ognuno, e di tutti, è stato quello di raggiungere un equilibrio tra impulsi diversi ed egualmente cento film di legittimi. 65registi [ ] provenienti Per ottant anni da 18paesi di storia (Austria, cinematografica Belgio, Brasile, di 1975), (1895- nimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, India, Italia, Da- Olanda, Polonia, Spagna, Svezia, Ungheria, URSS,USA)6. Anche fatto che riguardo tre dei quattro questa nuova film che antologia ottennero di capolavori nel 1978 potrà il massimo interessare dei voti nella sono precedente muti (ossia classifica) i film di e Ejzenštejn, l unico sonoro Pudovkin è il film e già Griffith citato già di apparsi il tuttavia risultati di particolare eccellenza ossia almeno la metà dei Welles; sono ottenuti in modo equilibrato da film sia muti sia sonori. Rispetto voti un al 1958sorprende altro film (Umberto l assenza D., del 1952), film che di peraltro De Sica, non comunque ha la stessa presente funzione con dell altro senti anche nell estetica vent anni neorealista. dopo, ma I registi con un citati numero nel 1958sono diverso tutti di film: pre- Buñuel Ejzenštejn, con ad 6, il esempio, primo dei è presente quali è El con ángel 5film, exterminador sopravanzato (1962), solo con da 15voti. Altri Più registi, volte presenti alcuni dei anche quali Dreyer, erano divenuti Chaplin, nel Renoir, frattempo Stroheim dei classici, e Murnau. Luis en- 177

10 MARCO PISTOIA trano Ozu, Vertov, nelle scelte Ford, dei Kurosawa, critici: Rossellini Antonioni e Visconti, e Fellini, Bergman, Pasolini, Resnais, Mizoguchi Kubrickcora di Altman, varie cinematografie. Anghelopoulos, Molti Losey, film Pereira citati dos nel repertorio Santos e molti del 1978so- e altri annturali come e linguistiche. delle opere-mondo, rappresentative di più aree artistiche, cul- e, semmai, In linea possono generale cambiare, molte sono nel le gusto conferme critico, riguardo alcuni film, ai valori ma non acquisiti to i registi di riferimento. Fortune e sfortune critiche, collocazioni di mollore diverse nel corso del tempo sono certamente un connotato ricorrentemente ma cambierebbe oggi, quasi buona trent anni parte dopo dei valori la selezione che sembrano testé citata, oramai difficil- vasiti per la formulazione di un canone di opere cinematografiche, sebbene internazionale la maggiore permettano attenzione al più restauro volte di delle scoprire pellicole meglio e la figure loro circolazione acquino trovare una diversa collocazione. D altra parte trent anni che dopo posso- poche altre opere potrebbero trovare adeguata collocazione in una non novata antologia di capolavori. Del resto companions(celebre, ad esempio, sono quello andate di e Leslie si vanno Halliwell), pubblicando dizionari, in gran storie quantità. del cinema E ogni e volta, altre opere rin- meno direttamente e con diversi criteri, queste opere finiscono per più classificare, Concludendo collocare, per definire ora un un discorso sistema di in riferimento. o repertorio di scelte canoniche, soprattutto progress,vorrei perché, a suo modo, citare un sembra altro l equivalente to, in letteratura per parte il cinema dalla dell impostazione collocazione assoluta bloomiana, di due figure, che, com è Dante no- Shakespeare, e ne fa discendere tutte le altre che il critico sceglie. Anni e fa guidati un gruppo dal loro di direttore, critici di un autorevole Guido Aristarco, rivista scelse italiana, qualche Cinema decina nuovo, re, dalle origini alla fine degli anni Settanta, ponendo tuttavia al di vertice ope- di co, questa l opera selezione omnia, due Ejzenštejn registi, e dei Chaplin7. quali questi In tal critici modo sceglievano, i due registi in blocmevano un ruolo analogo ai due scrittori-poeti del canone bloomiano. assu- Ma per nella il repertorio, sua postfazione ad esempio Aristarco l aver ricorda considerato anche film alcuni distribuiti dei criteri in Italia, scelti o come l aver nella escluso scelta il cinema di un canone d animazione. pesino vari Elementi e variegati che portano fattori. a Il valutare peraltro si è costantemente trasformato (ricordavamo, ad esempio, cinema lo della tecnica e la sua evoluzione) e oggi talora non sappiamo più il dove ruo- e come collocare alcune opere, realizzate in formati e con mezzi diversi 178

11 MILLE FILM DA SALVARE rispetto deo art, all uso a quelli del a lungo digitale, considerati a forme più ibride o meno di audiovisivi). canonici (si Gli pensi americani alla vi- classico oggi ricorrono cinema, all espressione anche perché moving le immagini image, in che movimento non è propriamente o le immagini L uso mosse di strumenti o che muovono diversi sposta qualcosa l accento sono sulla appunto funzione molte non canonica e variegate. il un mezzo (o apparecchio) rispetto a un altro. Per lo più ogni epoca e ogni di cultura bra dunque hanno complicarsi rivelato di e volersi forse dare è meglio un proprio per il momento canone. Il porsi discorso l obiettivo di selezione salvarne 1.000, sem- della stretta, di e mettendone film, intaccando forse in in tal crisi modo una qualche la pratica, valenza storica, gidamente canonica. ri- Note New 1. York H. Bloom, Sul The canone Western in letteratura Canon. The cfr. Books la Nota and bibliografica, School of the in L. Ages, Innocenti Riverhead (a cura Books, Il giudizio di valore e il Canone letterario, Bulzoni, Roma di), 1949(trad. 2. Per Balázs it. Il film. cfr. Evoluzione Der Film. Werden ed essenza und di Wesen un arte einer nuova, Neuen Einaudi, Kunst, Globus Torino 1952). Verlag, Per Wien zenštejn non si può citare un solo testo, ma il complesso della sua vastissima speculazione teorica, le in cinéma?, italiano da 4voll., anni Éditions in corso du di pubblicazione Cerf, Paris (trad. presso Marsilio. it. parziale Infine, Che A. cosa Bazin, è il Qu est-ce Ej- que a cura di A. Aprà, Garzanti, Milano 1973). cinema?, co studio 3. Su di Griffith, G. P. Brunetta, quale fondatore Nascita di del un racconto racconto cinematografico, cinematografico, Pàtron, cfr. almeno Bologna il pionieristi F. Bazin, Di Giammatteo, Che cosa è il 100film cinema?, da cit., salvare, pp. 275ss. 6. Ivi, pp Mondadori, Milano 1978, p Cfr. G. Aristarco (a cura di), Guida al film, Fabbri, Milano

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Liceo Mazzini - La Spezia a. s. /11 classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Nell ambito della programmazione di Laboratorio della Comunicazione, la nostra classe ha svolto

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Taranto in short. Bando

Taranto in short. Bando Taranto in short Bando L Associazione culturale Mente Acrobatica con il sostegno dell Associazione Palio di Taranto e del Castello Spagnolo di Statte, organizza per il mese di Luglio 2015 la seconda edizione

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

2. La struttura formale del problema dell essere.

2. La struttura formale del problema dell essere. Indice Introduzione... 7 2. La struttura formale del problema dell essere.... 9 7. Il metodo fenomenologico della ricerca.... 14 7(c). Il concetto preliminare di fenomenologia... 16 8. Schema dell opera...

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Il cinema ovvero provare a esser dio

Il cinema ovvero provare a esser dio Il cinema ovvero provare a esser dio Gualtiero Rosella La realtà è ciò che esiste anche quando smettiamo di crederci. (Philip K. Dick) Forse non siamo ancora in grado di affrontare il dibattito su cinema

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana

Costituzione della Repubblica Italiana Artt. 123, 127, 134, 135, 136, 137 della Costituzione Costituzione della Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale 27 dicembre 1947, n. 298) [ ] TITOLO V LE REGIONI, LE PROVINCIE, I COMUNI Art. 123 Ciascuna

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Cieg, zop, mat, a so tutt mé

Cieg, zop, mat, a so tutt mé Comune di Pesaro Servizio Politiche dei Beni Culturali Concorso letterario riservato agli studenti delle scuole superiori Omaggio a Odoardo Giansanti Cieg, zop, mat, a so tutt mé era l'alba del secolo

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Presidente: dott. Paolo Vittoria; Relatore Consigliere: dott.ssa Roberta Vivaldi IL TERMINE BREVE PER IMPUGNARE DECORRE SOLO

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società

Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società Cosa è la sociologia? Rispetto alle altre scienze sociali Soluzione gerarchica Soluzione residuale Soluzione formale Soluzione gerarchica A. Comte

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 GIULIO BEGGIO - Guida alpina Classe 1958, guida alpina erbese, imprenditore nel settore dell attrezzatura da montagna, Giulio Beggio è un profondo conoscitore

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

Area 10. Presentazione Area N SSD = 76

Area 10. Presentazione Area N SSD = 76 N SSD = 76 N Ricercatori complessivi = 5.167 N Università = 64 N Sub-GEV = 5 1: Antichistica (10/A1 Archeologia, 10/D1 Storia Antica,10/D2 Lingua e Letteratura Greca, 10/D3 Lingua e Letteratura Latina,

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME

II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME II. IL MESSAGGIO ALLE CAMERE: PRECEDENTI E FORME DI SILVIO TRAVERSA \ Il potere di messaggio del Presidente della Repubblica è esplicitamente previsto da due disposizioni costituzionali: la prima, che

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Tariffa comune Ma 2012 2015

Tariffa comune Ma 2012 2015 SUISA Cooperativa degli autori ed editori di musica SWISSPERFORM Società svizzera per i diritti di protezione affini Tariffa comune Ma 2012 2015 Juke-Box Approvata dalla Commissione arbitrale federale

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

MODI, TONALITA E SCALE

MODI, TONALITA E SCALE Teoria musicale - 2 MODI, TONALITA E SCALE MODO MAGGIORE E MODO MINORE Parafrasando il titolo di un celebre libro di Thomas Merton, No man is an island - Nessun uomo è un isola, mi piace affermare subito

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

LA TESINA DI MATURITÀ

LA TESINA DI MATURITÀ Prof. Matteo Asti LA TESINA DI MATURITÀ INDICE 1. COS'È LA TESINA DI MATURITÀ 2. LE INDICAZIONI DI LEGGE 3. COME DEVE ESSERE LA TESINA 4. LA PRESENTAZIONE DELLA TESINA 5. GLI ARGOMENTI DELLA TESINA 6.

Dettagli

DISCOTECHE, LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO E PUBBLICI ESERCIZI REQUISITI ACUSTICI DELLE SORGENTI SONORE

DISCOTECHE, LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO E PUBBLICI ESERCIZI REQUISITI ACUSTICI DELLE SORGENTI SONORE DISCOTECHE, LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO E PUBBLICI ESERCIZI REQUISITI ACUSTICI DELLE SORGENTI SONORE di MARIO NOVO LABORATORIO DI ACUSTICA APPLICATA - LIMBIATE VIA 2 GIUGNO 13 Con il DECRETO DEL PRESIDENTE

Dettagli

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Tutto mi va storto perché il mondo ce l ha su con me Tutto mi va storto perché io sono sbagliato Se mi guardo intorno, se provo a

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA La Tesi va suddivisa in capitoli numerati e titolati, i capitoli possono (ma non necessariamente) prevedere al loro interno paragrafi numerati e titolati

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem

E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Comunicazione E come può un corpo avere un anima? Wittgenstein e il gioco linguistico del mind-body problem Lucia Bacci * lucia.bacci@unifi.it Come sostiene Rosaria Egidi in Wittgenstein e il problema

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Campioni atomici al cesio

Campioni atomici al cesio Campioni atomici al cesio Introduzione Gli orologi con oscillatore a cristallo di quarzo, che si sono via via rivelati più affidabili e precisi degli orologi a pendolo, hanno iniziato a sostituire questi

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

SULLE VARIETÀ ALGEBRICHE A TRE DIMENSIONI AVENTI TUTTI I GENERI NULLI

SULLE VARIETÀ ALGEBRICHE A TRE DIMENSIONI AVENTI TUTTI I GENERI NULLI G. FANO (Torino - Italia) SULLE VARIETÀ ALGEBRICHE A TRE DIMENSIONI AVENTI TUTTI I GENERI NULLI 1. - La distinzione, che pareva tradizionale, tra scienze di ragionamento e scienze sperimentali è ormai

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

I NUMERI NATURALI. Per cominciare impariamo a leggere alcuni numeri naturali e dopo prova a scriverli nella tua lingua:

I NUMERI NATURALI. Per cominciare impariamo a leggere alcuni numeri naturali e dopo prova a scriverli nella tua lingua: I NUMERI NATURALI Per cominciare impariamo a leggere alcni nmeri natrali e dopo prova a scriverli nella ta linga: NUMERI ITALIANO LA TUA LINGUA 1 UNO 2 DUE 3 TRE 4 QUATTRO 5 CINQUE 6 SEI 7 SETTE 8 OTTO

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

PROGETTO COMUNICAZIONE E LINGUAGGI FINALITÀ ATTIVITÀ SVOLTE. CLASSE III-IV-V sez. A ind. Grafico-visivo 2009-10 2010-11 2011-12. CLASSE I-II sez.

PROGETTO COMUNICAZIONE E LINGUAGGI FINALITÀ ATTIVITÀ SVOLTE. CLASSE III-IV-V sez. A ind. Grafico-visivo 2009-10 2010-11 2011-12. CLASSE I-II sez. LICEO ARTISTICO STATALE «BRUNO CASSINARI» - PIACENZA PROGETTO COMUNICAZIONE E LINGUAGGI Approvazione Collegio dei Docenti del 17.09.2008 FINALITÀ ATTIVITÀ SVOLTE compresenze CLASSE III-IV-V sez. A ind.

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli