SOMMARIO I NOSTRI RECAPITI UTILI. TEL/FAX SEDE RAPPRESENTATIVA: VIALE MAZZINI, ROMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO I NOSTRI RECAPITI UTILI. TEL/FAX 0761.513117 - info@campodefiori.biz SEDE RAPPRESENTATIVA: VIALE MAZZINI, 140 - ROMA"

Transcript

1

2 2 Editoriale: Ragione e moderazione...3 L intervista: Francesco Pannofino. Una vita tra teatro, cinema, tv e doppiaggio Roma che se n è andata: Giuditta Tavani Arquati -La ribelle di Trastevere..6-7 Curriculum vitae: Susy Suarez...8 Il bullismo. Come riconoscerlo e combatterlo...10 Suonare Suonare: Massimo Salvatorelli. Max Vobiscum! Ho una musica... per la rete!...14 Per il tuo udito: il male (il fumo) e il bene (i folati)...15 Cine Parade: Benur...16 Il riscatto di Ilan Fernandez...17 Ecologia e ambiente: In Italia sta scomparendo la varietà di frutta!...18 Invalidità e dializzati...20 Due amanti scandinavi dell Italia e dell Alto Lazio...21 Dall esistenza alla vita...22 Come eravamo: Tonino Gasperini: sempre in porta... fino all ultimo...24 La via Amerina...25 Ass. Artistica IUNA: STORIA DI UNA PRIMAVERA...26 I NOSTRI RECAPITI UTILI SEDE OPERATIVA: PIAZZA DELLA LIBERAZIONE, 2 - CIVITA CASTELLANA (VT) TEL/FAX SEDE RAPPRESENTATIVA: VIALE MAZZINI, ROMA INFO PUBBLICITA : SOMMARIO Storia d un giornalismo d altri tempi La villeggiatura dei Papi...30 Per una storia di Piazza di San Clemente: 19 Aprile L angolo del collezionista: I ventagli...34 Una favola bellissima. Il fenomeno...36 Bar Hostaria L aquila. Grazie I Camponi...38 Il sonno necessario...39 Nel cuore...40 La cultura e la storia del sigaro...41 Elena Marinozzi 101 anni... ed i lavori continuano...42 Un saluto a Papa Francesco...42 Una Fabrica di ricordi : L ultimo maniscalco...43 Il Fumetto: Aria...44 La zanzara impertinente...44 Le proposte editoriali di Campo de fiori...45 News Roma com era...49 I nostri amici...50 Messaggi...51 Agenda Album dei ricordi Annunci gratuiti Oroscopo...62 Selezione offerte immobiliari Foto di copertina di Fabio Fasanari Campo De Fiori Rivista

3 3 Ragione e moderazione Dopo il Papa nuovo ed il Presidente nuovo, ora abbiamo finalmente anche il Governo nuovo. Tutte le cariche istituzionali sono adesso rappresentate. Ma se dovessimo votare la gradevolezza degli attuali esponenti del potere, non avremmo dubbi nell incoronare il Santo Padre quale indiscusso vincitore. Seguirebbe molto, ma molto a distanza il Presidente della Repubblica. Non potendo poi escludere dalla valutazione il Governo, per una questione meramente matematica, dovremmo necessariamente assegnargli il terzo posto(?)! Nella nostra mente, però, una collocazione così prossima ai primi due risulta stonata. Le mie riflessioni, non volendo addentrarmi nella politica, vogliono essere squisitamente morali, e non vado ad elencare i noti fatti e le cifre che traboccano su tutti i media, ma, se mai, desidero valutare e contrapporre le distanze di Sandro Anselmi e le differenze fra due mondi totalmente diversi: quello della gente comune e quello della super casta. Per questa intendo chiaramente quella del Governo, ed escludo, a priori, le figure del Santo Padre e del Presidente della Repubblica. In questi particolari momenti, dove vivere diventa ogni giorno più difficile, dove noi comuni sopportiamo enormi sacrifici per salvare il nostro Paese ed il nostro futuro, c è una classe politica che, sorda e lontana anni luce dalla realtà, seguita a tiranneggiare ed arricchirsi alle nostre spalle! L indifferenza totale ai nostri mille problemi la fa concentrare solo sui propri interessi e non riesce oramai più a vedere ciò che sta succedendo: chiusura e fallimento quotidiano di aziende storiche, suicidi a catena di imprenditori e padri di famiglia disperati, chiusura degli ospedali, impraticabilità delle strade, inefficienza della giustizia, crescita iperbolica del debito pubblico e caduta libera del PIL Nel frattempo i bengodiani proseguono nel loro cammino scellerato, aumentandosi ancora i loro stipendi sottoforma, magari, di rimborsi spese gonfiati, oltretutto esentasse. Ed il divario sociale cresce sempre più! Ma nonostante tutto, se possiamo cogliere un insegnamento da questo momento buio della storia, deve essere quello di usare ragione e moderazione, attraverso le quali trovare, in queste ristrettezze, un nuovo modo di vivere, fuggendo da un inutile consumismo che ci è stato scientemente imposto, che abbiamo subito e continuiamo a subire con sofferenza, non potendo più permettercelo! Cerchiamo di allontanarci da tanto superfluo e riappropiamoci di quei valori morali che ci permetteranno di dare il giusto peso a quelle poche cose di cui abbiamo veramente bisogno, evitando, così, alle lobby di far profitto sulle nostre debolezze! Un esempio in questo senso ce lo sta offrendo Papa Francesco. E se domani, anziché guardare questi nembi oscuri che affollano il cielo, volessimo cercare un po di sole per riavere un po di ieri?

4 4 FRANCESCO PANNOFINO UNA VITA SPESA TRA TEATRO, CINEMA, TV E DOPPIAGGIO Dietro le quinte del Teatro Sala Umberto, nel centro di Roma, dove è in scena insieme alla compagna nella una vita, Emanuela Rossi, E Andata Così - La Vita 2.0, Francesco Pannofino, già noto come doppiatore di grandi divi quali George Clooney, Kurt Russel, Antonio Banderas, Mickey Rourke e molti altri. Gli domandiamo subito notizie sui suoi inizi. Nato in Puglia, ben presto mi sono appassionato allo spettacolo, iniziando con doppiaggio e teatro a 19 anni. I due mestieri sono simili in quanto devi sempre interpretare battute, sia che tu sia in scena, sia davanti ad un microfono, cambia il fatto che in uno usi espressioni facciali ed agiti le mani ed il corpo e nell altro non è necessario. Interpreta per la televisione alcune serie tv tra cui Una donna per amico (2001), La squadra (2001), Carabinieri (2002), Distretto di polizia (2005), Un caso di coscienza ( ), I Cesaroni Francesco Pannofino in alcune scene dello spettacolo E andata così - La vita 2.0, in scena al Teatro Sala Umberto di Roma

5 ( ), La nuova squadra (2011), fino alla memorabile recente interpretazione di Nero Wolf per Rai Uno. Anche il Teatro lo vede protagonista con spettacoli quali Vicoli di Roma, Piccoli Omicidi, Esercizi di Stile, Romolo il Grande, fino ad oggi e lo spettacolo che lo vede protagonista nei panni di un padre considerato antico che come precisa Pannofino... si trova coinvolto in una situazione tragica dopo aver perso il lavoro ed alle prese con una mega cartella esattoriale. Nel nostro caso la famiglia viene salvata dal figlio poco considerato grazie al successo di una canzone messa in rete. Il padre non ci sta ed i due mondi si scontrano: quello vecchio ed il nuovo 2.0, in cui il figlio invita il padre a resettare la propria vita. Diretto da Claudio Bocaccini, Francesco si ritrova sul palco con la moglie a vivere una storia di famiglia, tanto da sembrare un proseguo naturale da palco al rientro a casa... Sul grande schermo Sandro Alessi e Francesco Pannofino dopo l intervista in esclusiva per la nostra rivista lo abbiamo visto recentemente in coppia con Brignano nel film Faccio un salto all Avana (2011), Operazione vacanze (2012), preceduti da Notturno Bus (2007), Io e Marylin (2009), Maschi contro Femmine (2010) e molti altri. P r o g r a m m i futuri? Ho girato alcune fiction che arriveranno tra poco in tv, tra cui un film tv sulla vita di Gigi Meroni, dove si parla del mondo del calcio, ed io interpreto il grande allenatore Nereo Rocco. Insomma, una carriera dove, alternando doppiaggio a recitazione, Francesco Pannofino riesce a districarsi molto agevolmente. 5 Sandro Alessi Al lato Michele Placido e Francesco Pannofino in una scena del film Oggi sposi di Luca Lucini (2009) Nella foto sotto Andy Luotto, Pietro Sermonti e Francesco Pannofino nella fiction Rai Nero Wolfe (2012) PER ASCOLTARE L INTERVISTA INTEGRALE

6 6 Roma che se n è andata: luoghi, figure, personaggi 25 ottobre Eccidio della famiglia Tavani Arquati Giuditta Tavani Arquati - La ribelle di Trastevere di Riccardo Consoli Garibaldi con i suoi mille ha conquistato il sud dell Italia e vuole portare a compimento quella che considera la sua ultima impresa, ossia la presa di Roma, ma il Governo Italiano lo fa arrestare proprio al confine con lo Stato Pontificio. Confinato a Caprera, il generale lancia questo proclama: I Romani hanno il diritto degli schiavi di insorgere contro i loro tiranni: i preti. Gli Italiani hanno il dovere di aiutarli, e spero lo faranno. Roma, dove è in vigore il coprifuoco, vive lo stato d assedio, per le strade circolano soltanto le truppe papaline, ma la città pullula di volontari democratici e repubblicani, oltre che di mercenari, agitatori e spie. Il 30 settembre 1867 l azione dei repubblicani auspicata da Garibaldi ha inizio. Il piano d attacco prevede che tre colonne provenienti da Nord, Sud e dalla Maremma marceranno su Roma allo scopo di attirare le truppe pontificie fuori dalle mura, contemporaneamente, la Giunta Rivoluzionaria Romana guidata dal deputato della sinistra Francesco Cucchi, entrato in città sotto falso nome, provvederà a scatenare l insurrezione. Il generale, intanto, riesce a evadere da Caprera mettendosi alla testa dei gruppi di volontari. In città tutti attendono con ansia il suo arrivo. Nel frattempo, la notte del 23 ottobre, un drappello di settantasei volontari guidati dai fratelli Cairoli occupa un casale ubicato sulla piccola altura di Villa Glori, in sponda sinistra del Tevere. Il giorno precedente, Giuseppe Monti e Gaetano Tognetti, di cui ci siamo già occupati in altra occasione, hanno fatto esplodere alcuni barili di polvere all interno della Caserma Serristori degli zuavi pontifici ubicata nel rione Borgo, a qualche centinaio di metri dalla Basilica di San Pietro. Questa azione non ha però il risultato sperato dalla Giunta Rivoluzionaria poiché, al momento dello scoppio, la maggior parte dei papalini non si trova in caserma essendosi spostati in direzione di Porta San Paolo per sedare una rivolta. Una parte della caserma, crollando, uccide ventitre zuavi, ne ferisce dodici e uccide anche qualche innocuo passante. In città si combatte ovunque: sul Campidoglio, a Piazza Colonna, a Porta La targa apposta in Via della Lungaretta 97 a Roma San Paolo, sui Monti Parioli dove i fratelli Cairoli e i loro volontari vengono massacrati tra i mandorli di Villa Glori. Il 24 ottobre tutto è finito. Uno dei capi della Giunta Rivoluzionaria è Giulio Ajani, proprietario di un lanificio in Via della Lungaretta a Trastevere, altro capo una donna: Giuditta Tavani, moglie di Francesco Arquati direttore di quella fabbrica. Giulio Ajani ha 32 anni, Giuditta Tavani Arquati 37, provengono entrambi da famiglie agiate e possiedono industrie, terreni e greggi; in buona sostanza, in una città fatta di aristocratici, plebei, servitori, osti, barcaioli e preti, loro sono piccoli imprenditori borghesi. Alcuni superstiti degli scontri in città si rifugiano nel lanificio di Trastevere dove, da qualche settimana, non si fila la lana, ma si fabbricano proiettili e si coordinano le operazioni inerenti l insurrezione; qui i pochi superstiti trovano cibo e assistenza, oltre che incoraggiamento; artefice di tutto ciò è Giuditta Tavani. Ma vediamo adesso di conoscere meglio questa eroica donna che gli spioni del Papa, nei loro rapporti, definivano: sciagurata donna piuttosto che ossessa rivoluzionaria. Giuditta nasce il 30 aprile 1820 da Giustino Tavani, un combattente della Repubblica Romana del 1849 che, dopo avere scontato un lungo periodo nelle carceri papali, si era trasferito nel Veneto e da Adelaide Mambor. Educata nel culto della libertà d Italia, a 14 anni sposa Francesco Arquati, anch egli patriota, nella parrocchia di San Crisogono a Trastevere. La coppia ha quattro figli, l ultimo dei quali, in quei giorni, non era ancora nato: Giuditta era incinta da sei mesi. Sembra che l amore per Francesco fosse così forte, al punto di coinvolgerla totalmente fino a diventare uno dei membri più attivi di quel movimento clandestino di patrioti e carbonari in cui milita il marito. La giovane coppia, tra gli anni , partecipa alla nascita e alla difesa della Repubblica Romana riparando, dopo la caduta, a Venezia dove, lontano dalle spie e dalla polizia papale, può celebrare una sorta di esilio di nozze. Ricercati, i due giovani sposi si spostano in Romagna, ritornano nel Lazio a Subiaco, quindi, nel 1865, sono di nuovo a Roma dove partecipano a quella che fu definita la grande congiura che, un giorno, avrebbe dovuto rovesciare il potere temporale. Di Giuditta si racconta che fosse una donna dotata di grande coraggio e di grande carisma; una donna che, nonostante il suo ruolo di madre di famiglia, aveva appreso molto bene la tecnica per preparare cartucce. La sera del 24 ottobre Giulio Ajani, la famiglia Arquati e Francesco Cucchi si riuniscono nei locali del lanificio dove decidono di nascondersi e resistere in attesa dell arrivo di Garibaldi che già si trova a Monterotondo.

7 Queste le parole di Giuditta: Da questa casa non uscirà nessuno, sinché non siasi deciso il da farsi. Se altri non si muoverà, ci muoveremo noi. A noi il far insorgere Trastevere. Il popolo è ancora commosso e agitato: il segreto delle rivoluzioni sta nell ardire. Il piano consiste nel concentrare il massimo numero di attivisti nel lanificio, oggi al 97 di Via della Lungaretta, diventato di fatto un deposito di armi oltre che la principale fabbrica di cartucce. I ribelli, durante la notte, tenteranno un azione contro le carceri politiche a San Michele e contro diverse chiese della città per provocare il generale suono di campane a martello, segnale convenuto con i garibaldini. Se il generale non dovesse intervenire il piano prevede il ripiegamento presso il lanificio per resistere agli zuavi papalini. Si stima che la cospirazione, a Trastevere, può contare su 500 uomini e molti altri fiancheggiatori. Una delazione aveva informato la polizia pontificia che più di cento ribelli armati si nascondono nei locali del lanificio in Via della Lungaretta. Sono le ore 14 del 25 ottobre quando trecento zuavi e gendarmi al comando del Capitano Vinay si portano in Trastevere, un intero isolato di caseggiati è circondato, il rione resta deserto, le porte delle case sbarrate, le botteghe chiuse. Antonio, figlio dodicenne di Giuditta, appostato di vedetta su un altura vicina, segnala l arrivo delle truppe papaline, pare che il ragazzo abbia lanciato una bomba a mano sui soldati; la battaglia ha inizio, gli assediati si difendono con quello di cui dispongono: fucili, bombe a mano, pistole, pugnali, ma anche con picconi e spranghe di ferro; Giuditta, con l aiuto di altri ricarica le armi e lancia le bombe incitando i compagni. 7 Carlo Ademollo L eccidio della famiglia Tavani Arquati Un testimone, partecipe di quei tragici eventi riferì: Giuditta, passando dall una all altra camera, portava munizioni ai combattenti e li animava, assisteva i feriti, i nemici furono tre volte respinti ma quando, dopo due ore, sopraggiunsero altri trecento zuavi, la lotta infuriò più di prima. Giuditta, porgendo ai suoi amici le bombe e i fucili gridava Viva l Italia! - Viva Roma! Non cediamo a quegli assassini. Coraggio!; stringeva la mano al marito e baciava i capelli del figlio giovinetto nel dar loro il fucile ricaricato. Gli zuavi, per ore, incontrano un accanita resistenza, tanto da essere costretti a chiedere l intervento di altri trecento militari e dell artiglieria pesante; esaurite le munizioni, gli insorti lanciano contro questi vasi, tegole, sassi e stoviglie. Poi il silenzio. Tutto è perduto così che, una dozzina di ribelli, decidono di sacrificarsi per proteggere la ritirata agli altri che tentano la fuga attraverso i tetti e le cantine in direzione del Tevere. Gli zuavi pontifici sfondano le porte facendo irruzione nei locali del lanificio, trovata Giuditta ferita con il figlio accanto, li sventrano con la bajonetta; si combatte stanza per stanza, corpo a corpo. Alla fine, si contano tredici cadaveri, due feriti gravi muoiono poco dopo in ospedale, altri ribelli vengono catturati nei dintorni, la casa degli Arquati è saccheggiata, il lanificio devastato. Qualche giorno dopo le altre due figlie di Giuditta riescono a fuggire a Venezia, mentre diciannove insorti sono condannati alla galera e Giulio Ajani a morte. Grazie ai nuovi fucili chassepots dei soldati francesi, giunti in difesa della città, Garibaldi viene sconfitto otto giorni dopo a Mentana. Pio IX, Giovanni Maria Mastai Ferretti, , ultimo Papa - Re, in quegli stessi giorni, scriveva: Questa suprema autorità del Vescovo di Roma, venerabili Fratelli, non opprime: aiuta, non distrugge: edifica, consolida nella dignità, unisce nell amore, rafforza e tutela i diritti dei suoi confratelli, i Vescovi Giuditta Tavani Arquati e gli altri caduti saranno successivamente celebrati come gli ultimi martiri del Risorgimento e la loro vicenda sarà ricordata da numerosi storici, scrittori e pittori, fra questi, nel 1880 Carlo Ademollo dipinge Giuditta Tavani Arquati morta sul pavimento, fra i gendarmi, con il revolver in pugno e il figlio dodicenne, morto con lei, appoggiato sul seno. La targa apposta in Via della Lungaretta 97 merita di essere citata per intero in quanto testimone della memoria di un Risorgimento violento, una vera guerra, anche se combattuta da pochi: L ultimo rifugio della insurrezione tradita senza speranza di vittoria 37 cittadini per tre ore l urto di vili e feroci mercenari sostennero per la salute di Roma strenuissimamente pugnando nel sangue versato da Francesco Arquati, e Paolo, Giuseppe e Giovanni Gioacchini, Cesare Bettarelli, Angelo Marinelli, Giovanni Rizzo, Augusto Domenicali, Enrico Ferroli, Gaetano Bartolini spenti nell impari lotta affogò irreparabilmente il dominio temporale dei papi. Il 25 ottobre 1867 in questa casa Giuditta Tavani Arquati anima antica con la voce con lo esempio incorò i combattenti da prezzolati stranieri insieme al dodicenne figlioletto Antonio fu assassinata. Due a morte, venti altri combattenti a duri ceppi i sacerdoti di pace dannavano come a santuario qui traggono le nuove generazioni della virtù e del sacrificio di questi fortissimi figli apparando la fede onde surgono gli eroi onde scaturiscono i martiri i cittadini di Trastevere la Società Operaia Centrale Romana posero il 25 ottobre 1883.

8 8 Curriculum vitae SUSY SUAREZ Nata a Napoli, ben presto si trasferisce a Roma dove trova terreno fecondo per la sua passione per il mondo dello spettacolo. Dopo tre anni di formazione alla Scuola di Cinema di Roma, vince una borsa di studio per la Libera Accademia dello Spettacolo presso la quale si diploma. Susy Suarez non si ferma e consegue la partecipazione ad un master di perfezionamento per attori presso l Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D Amico ed approfondisce lo studio del metodo Strasberg con Michael Margotta, membro dell Actor s Studio di New York. Oltre al teatro, la sua passione per la musica la spinge a perfezionarsi ed a lavorare come vocalist di musiche per la tv. Una delle sue interpretazioni più intense a teatro è stata quella dell assistente sociale Grazia, nel dramma Rifiuti di Angelo Rojo Mirisciotti, mentre, dopo esperienze di fiction tv e cortometraggi, uno dei suoi ultimi lavori la vede protagonista del film End Roll diretto da Giacomo Gabrielli e Daniele Misischia, in concorso al Fantafestival La incontriamo in occasione di uno spettacolo ideato, scritto ed interpretato da lei stessa insieme a Francesco Primavera, che ne cura la regia in scena al Piccolo Teatro Campo d Arte di Testaccio, intitolato Cleo. La storia di una prostituta che vive le problematiche della vita assistita dal suo analista con il quale instaurerà un rapporto di fiducia. Una piece che punta il dito contro la violenza sulle donne invitandole a parlarne per difendersi in tempo e ci mostra una Susy Suarez bravissima, aggressiva e dolce allo stesso tempo. Sandro Alessi

9

10 10 Il bullismo. Come riconoscerlo e combatterlo Presentato all aula magna dell I.S.I.S.S. Colasanti di Civita Castellana, il volume del Prof. Massimo Marsicola, pubblicato nel 2010 dall A.I.D.I. già editrice della rivista Campo de fiori completamente immersi in una società piena di violenza. Con queste parole il Preside Siamo dell I.S.I.S.S. G. Colasanti di Civita Castellana, Prof. Bonelli, ha voluto aprire la conferenza sul bullismo, organizzata dalla nostra casa editrice A.I.D.I. per presentare ai ragazzi ed ai docenti dell istituto il libro Il bullismo. Come riconoscerlo e combatterlo del Prof. Massimo Marsicola, editato nel Il Preside ha, infatti, accolto con grande interesse la nostra richiesta di far conoscere ai suoi alunni questo testo di facile lettura e comprensione, come ha precisato lui stesso, e di grandissima utilità sociale, come ha invece tenuto a sottolineare l autore. Il Prof. Bonelli ha voluto coinvolgere le classi prime, seconde e terze del liceo classico, scientifico e professionale, che costituiscono l istituto comprensivo superiore, in alcune delle quali si sono verificati episodi, seppur lievi, di bullismo. Durante l incontro con i ragazzi, che hanno seguito attenti gli interventi dei relatori, interagendo con gli stessi, non ci si è limitati a presentare il libro, ma l autore ha voluto affrontare argomenti più ampi, come il comportamento di ognuno di noi e l effetto che esso ha sugli altri o l importanza della comunicazione nelle relazioni che si instaurano con chi ci circonda, comunicazione che non è solo di carattere verbale, ma anche mimica e gestuale. Tematiche che non esulano affatto dal problema del bullismo, ma anzi sono alla base di esso, come sono alla base di qualsiasi relazione umana. Grande enfasi e coinvolgimento sono stati impiegati dal Prof. Marsicola durante tutto il suo intervento, proprio a dimostrazione di Da sx: Dott.ssa Ermelinda Benedetti della casa editrice A.I.D.I., Prof. Massimo Marsicola, autore del libro e Prof. Massimo Bonelli, Predide dell I.S.I.S.S. Colasanti di Civita Castellana. Nellde due foto sopra, Ermelinda Benedetti e Massimo Marsicola durante la presentazione del libro. quanto sia importante aiutare soprattutto i giovani, che sono il futuro, a costruire una rete di scambi interpersonali corretti, al fine di poter cambiare in meglio questa nostra società, dominata da potere e prepotenza. Un accento particolare, invece, è stato posto proprio da me, presente in qualità di rappresentante della casa editrice A.I.D.I., che già da dieci anni cura le edizioni di questa rivista, su un aspetto nuovo e dilagante di questo fenomeno: il cyber bullismo. Internet è ormai diventato il pane quotidiano di tutti, ma c è modo e modo di utilizzarlo. Risalgono a pochi mesi fa due episodi drammatici di cyber bullismo che hanno portato al tragico ed ingiustificato suicidio di due adolescenti. Il bullismo purtroppo si manifesta in vari modi, più o meno evidenti: non solo con la violenza fisica, ma anche con pressioni psicologiche, un bullismo più subdolo e difficile da scovare, ma non per questo meno doloroso. Anch esso lascia il segno, un segno con una ferita che è forse ancor più difficile da rimarginare. Il mio intervento voleva avere lo scopo di far capire ai ragazzi che essere bulli non serve assolutamente a nulla! Ci auguriamo di essere riusciti a veicolare nel migliore dei modi tutti questi messaggi che abbiamo voluto lanciare in quella sede e poter fare altrettanto con gli studenti di altre scuole del nostro territorio. Quello di martedì 23 Aprile, infatti, è stato solo il primo di una serie di appuntamenti che vorremmo riuscire a portare avanti non solo per promuovere questo libro così importante in un ambiente come quello scolastico, ma anche per aiutare i nostri adolescenti a dire basta a qualsiasi forma di violenza. Ermelinda Benedetti

11

12 12 di Carlo Cattani M a s s i m o S a l v a t o r e l l i M A X VOBISCUM!(quarta parte/finale) Esterno giorno / dei ragazzetti corrono: stunf stanf stunf stanf uhf uhf signore..signore? Carlo: OOOH baldi giovani dite a me? ragazzetti: si.. si! uhf uhf uhf... Carlo: orsù ragazzi. ricuperate le forze e la favella e ditemi pure senza indugi! Un ragazzo: uhf.uhf Massimo Salvatorelli.uhf uhf lo ha visto? Carlo: Massimo. Massimo..Massimo Salvatorelli..hai detto ragazzo? ragazzo: uhf uhf.. eh eh.. proprio lui!.. lo ha visto.. uhf uhf? Carlo: NO! ragazzo: ah...si?? Carlo: ah NO!!!... ragazzo mio ma scusate se mi impiccio : cosa vi ha fatto il tipo. Salvatorelli avete detto.nevvero? per suscitar il vostro cotanto fermento? ragazzetti (tutti in coro): senta.. senta che roba click:< frrrrrr il pop italiano e internazionale contemporaneo non me lo nominate nemmeno e, francamente, detesto anche cose tipo Madonna e Michael Jackson..comunque non mi capita mai di ascoltare niente del genere, neanche per caso! Se da qualche parte viene messa quella musica chiudo le orecchie e stop..frrrr> clock capito il tipo?..e noi quindi vorremmo soltanto CHIUDER- GLI LE ORECCHIE! Carlo: beh beh capisco sono parole grosse quelle di quel tipo.ne può scoppiare un conflitto generazionale di proporzioni p l a n e t a r i e (!).ah il birbone come lo avete chiamato? ragazzetti (tutti in coro): Salvatorelliii Massimo Salvatorelli! Carlo: eh..già.. lui... lui! ragazzetti (tutti in coro):...e lei? Carlo: chi IO? ragazzetti (tutti in coro): già...lei..lei...che musica ascolta? Carlo: Duran Duran Spandau...sigh Ballet..ehm..Lady..sigh sigh... Gaga Madonna insomma.. tutte le robe vostre sigh vanno bene! ragazzetti (tutti in coro): aah.allora è dei NOSTRI?! ma non lo avremmo detto a prima vista Carlo:eh già me lo dicono in molti che sono un tipo da decifrare! Un ragazzo: vabbè se lo vede il tipo come l ha chiamato il birbone Salvatorelli beh, se lo vede..noi ripasseremo di qui e lo investiremo delle sue responsabilità! Carlo:non mancherò ragazzi andate andate (e sottovoce) andate a pascolare i vostri idoli che ho da fare e sono pure in ritardo con il birbone stunf stanf stunf stanf sdreeng..sdreeng sdrooong screaeeeek...a Massimoooo?...non fare il timido esci e rientra nei panni dello scrittore.dai, ancora un po di sforzo e l hai fatta completa.. la storia! Massimo: uhf uhf ho disseminato il CAMPO di così tante chiacchiere in questi ultimi mesi ho seri problemi di incontinenza verbale aiutami Carlo! Carlo: aiutami Carlo? adoro la tua incontinenza verbale! Abbiamo carta a sufficienza Salvatorelli e allora SBOTTONATI!!! Massimo:.. stock...frrrrrr fatto!... Carlo: stock... frrrrrr?..facciamo pure l avanspettacolo, adesso? PARLA!!! Tutto su su.si... il Maestro di scacchi tutto intesi?...stock... frrrrrr non ci si crede! Massimo: Il maestro di scacchi nasce da alcune chiacchierate con un vecchio compagno di scuola delle medie, ora professore universitario di glottologia a York, con il quale da ragazzini ci eravamo cimentati in una scrittura a quattro mani di una commedia gialla assolutamente ignobile che pretendevamo di far recitare ad alcuni compagni! Rammento solo che c era molto sesso, come poteva essercene nella testa di un liceale dell epoca: oggi credo che i ragazzini delle elementari lo troverebbero troppo pudico! Carlo:...ma chi?..i nativi digitali?...caro Massimo... io spero che a sti ragazzi d oggi, persi tra tutta sta tecnologia informatica,.beh je batta er core! ma andiamo avanti! Massimo: Bene, con il prof ci rivediamo ancora, le rare volte che capita a Roma, e, siccome evidentemente troviamo la scrittura a più mani sempre stimolante, mentre lui mi stava giusto dicendo quanto gli era piaciuto il Collezionista ostinato, e mi chiedeva quando sarebbe uscito il prossimo romanzo, gli ho detto che avevo una mezza idea per il terzo libro e, dunque, gli ho raccontato una storia della mia famiglia sulla quale avevo intenzione di imbastire una nuova avventura

13 13 di Max Perri. Una chiacchiera tira l altra e, davanti alla fenomenale arrabbiata di una tavernaccia a due passi da piazza Navona, abbiamo rispolverato una vecchia idea sulla quale avevamo lavorato trent anni fa: indizi slegati e inutili se presi separatamente, che solo una persona è in grado di decifrare. Carlo: ma c era solo un arrabbiata su quel tavolino?...uhmm..di solito le briglie della lingua e i cancelli del cervello le scioglie e li apre un buon vinello e un ammazzacaffè magari rinforzato da una grappetta e solo una? vabbè andiamo avanti caro il mio Salvatorelli!...Massimo: in effetti bicchieri e bicchierini non mancavano su quel tavolaccio!...insomma un bicchierino tira l altro e tra i fumi dell arrabbiata e quelli dell alcool le nebbie dell ispirazione cominciarono a diradarsi. All epoca, when we were young sigh, la trama prevedeva una giovane fanciulla indifesa, che tra l altro era del tutto ignara del significato della soluzione che, lei sola, poteva comprendere. Di qui rapimenti ed altre emozionanti banalità assortite.. niente di originale, insomma! Ma stavolta, con qualche anno e un po di esperienza in più, la storia del garibaldino protagonista del Il maestro di scacchi ha preso rapidamente corpo ed insieme... Carlo: Max e il Professore. Massimo: eh già sciolti come eravamo, abbiamo buttato giù appena due concetti-base ma da lì è partita la mia scrittura, che, dopo il lavoro di un mesetto passato ad elaborare la trama, prendeva corpo e anche maggiore consapevolezza sulla caratterizzazione dei personaggi. Quindi, naturalmente, dopo la prima stesura, c è stata la lettura da parte dei miei lettori di fiducia, in primis la mia estremamente critica consorte, con conseguenti litigate tra l autore, offeso, e lo sfortunato collaboratore. sshhh.avvicinati Carlo. che non si sappia troppo in giro.ma senza l apporto di questi amici tutto sarebbe sempre molto peggio.sshhh.questo sono disposto ad ammetterlo ma solo dopo che il libro è in libreria.sshhh! Carlo: sshhh fa la gomma che buco alla tua automobile se mi tiri ancora per la cravatta continua! Massimo: relax! eh dai non sta a fa er permaloso!..è pure brutta sta cravatta! continuo? Carlo:..continua continua..che intanto collego sti due fili della corrente alternata alle gambe della tua sedia un lavoretto semplice semplice... vai... vai il filo rosso qui e vai! Massimo: sai fare pure l elettricista? Carlo:...zsz...zsz Massimo: boh! comunque, c è una bella parte autentica in questo ultimo libro, non frutto di fantasia! Poca roba, per carità, ma tante volte basta uno spunto. Qui, lo spunto è quello del bisnonno garibaldino, figlio primogenito di un avvocato milanese finito in galera per aver dato al secondogenito il nome di Carlo Alberto. Insomma, quella che può sembrare la parte più fantasiosa del libro è l unica autentica! Alla storia del peregrinare del garibaldino si sono aggiunte, nella parte antica del romanzo, le vicende di una autentica leggenda metropolitana ante litteram su Garibaldi. Credo, però, non si possa dire altro, per non rovinare la sorpresa al lettore. E una storia forse poco nota ma sulla quale fino agli anni sessanta del novecento si intrattenevano fior di storici. Probabilmente una panzana. Poi c è tutta la mia passione per la storia e l amore per Roma, comprese le vicende forse poco note delle famiglie della nobiltà nera papalina Carlo:...zsz, zsz ma vai pure... ti ascolto il filo nero lo metto qui zsz zsz alza un po i piedi..zsz zsz.. Massimo: a questa, ottocentesca, si intrecciano due altre trame, una di vent anni fa, Max era un ragazzino, il protagonista è un altro e anche qui non direi altro per non svelare troppo, e una contemporanea, dove finalmente anche il nostro Max Perri fa il suo ingresso, con i soliti problemi esistenziali, di linea, di cuore, di tasca, ecc. ecc. E alle prese con una ragazzina che ha parecchi punti di contatto con una persona molto speciale per me, cioè mia figlia! Naturalmente tutto quello che lei combina nel libro è integralmente frutto di fantasia, sia chiaro. Carlo: sia chiaro... sia chiaro! Senti un po tu che, ormai, sei pratico di questo posto sai mica dov è una presa? Massimo:...ma che t è preso?... i fili son scoperti puoi prender la scossa...fai attenzione! Carlo:... zsz... zsz... vai vai! Massimo: Poi, come sempre, ci sono dentro la mia passione per la musica..certo, un po collaterale rispetto ai primi due libri e per gli scacchi, che qui hanno un ruolo centralissimo. Ma, credo spero, che il non conoscere il nobile giuoco non rende la lettura meno piacevole o l intreccio meno comprensibile. Carlo: tutto bello tutto interessante quel che hai detto ora mi ci vorrebbe un illuminazione per chiudere... zsz... zsz boom zzzss... sszzzz aahhhhhhhhhh zzzzzzzzzsszzz Massimo: Carloo? Carloo?...rispondi!...te l avevo detto de non scherzà co li fili scoperti ma tu daje e daje capoccione no così... sdum... così...sdum sdum sdum..beh sai che te dico io,tanto che sei steso, approfitto pe famme n po de pubblicità : ehm ehm sono Massimo Salvatorelli ma forse s è capito dopo tutti sti mesi trascorsi su sto CAMPO ciò pure un sito nella rete vediamo un po si salvatorelli.it se venite a casa mia.bonii un po alla vorta ciò dischi dappertutto, classici e moderni continuo a sentire la musica che mi piaceva da ragazzotto accanto a questi affianco l acquisto e la riscoperta di tanta musica degli anni sessanta/settanta..specie gruppi italiani minori tipo Locanda delle fate,trip, Quella vecchia locanda, Metamorfosi, Raccomandata Ricevuta di Ritorno e rilancio la grande passione che ho per la musica con l acquisto di alcune cose contemporanee anch esse ottime e assolutamente poco note come Ayreon, IQ, Phideaux, Transatlantic in questo, devo dire, ho una bella solidarietà da parte dei miei figli rockettari! Ah: non voglio annoiarvi ma dato che ci sono...n e approfitto ho scritto tre libri e sono sulla buona strada per un quarto come dite <aripetece li titoli!>...volentieri! dunque Caina attende Il collezionista ostinato eeee.ah si Il maestro di scacchi che dire di più: accattatevill! A Ca ciaff ciaff... ciaff ooh ciaff ciaff chi chiude ste pagine? Carlo: ooooh a Ma scusame so n attimo dall artra parte c è pure il mio angelo custode e vo gioca a scacchi ma io nun so capace..famme n favore perché sta cosa co l angelo me porterà via un po de tempo..chiudi te ah e metti pure la firma pe me grazie! Carlo Cattani -maggio 2013

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3 24 CHE invariabile senza preposizioni PRONOMI RELATIVI CHE = Il quale - i quali masch. La quale -le quali femm. Es. Le persone, che vedi, sono i miei amici = Le persone, le quali vedi, sono i miei amici

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI

NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI IO E L AUTONOMIA Mi presento Ho scelto questa immagine perché Lettura/ascolto

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola

La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola La commovente storia di Fabiola a C è Posta per te : rivediamola La splendida storia d amore di Ferruccio e Fabiola, due coniugi brindisini, ha fatto commuovere tutta l Italia. Ieri sera, i due sono stati

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE Padre Livio: Vediamo ora tre incontri di Ivan con tre gruppi di pellegrini. Sono in gran parte dei giovani. E possiamo ben dire che gli incontri con

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI UNITA PASTORALE BEATA TERESA di CALCUTTA Parrocchie di: PIEVE MODOLENA-RONCOCESI-S. PIO X-CAVAZZOLI Anno Pastorale 2013-14 Progetto Pastorale per Educarci alla vita Fraterna e di Comunione. L Unità Pastorale:

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Indice. Presentazione 7 Introduzione 9 Il metodo 11. FAVOLA 1 Il bruco Matteo 17 (L autostima)

Indice. Presentazione 7 Introduzione 9 Il metodo 11. FAVOLA 1 Il bruco Matteo 17 (L autostima) Indice Presentazione 7 Introduzione 9 Il metodo 11 FAVOLA 1 Il bruco Matteo 17 (L autostima) FAVOLA 2 La rana Susanna 29 (La paura del giudizio degli altri) FAVOLA 3 Il cavallo Riccardo 41 (Il dover essere

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Opere di misericordia 1

Opere di misericordia 1 Percorso di riscoperta delle Opere di misericordia 1 DAR DA MANGIARE AGLI AFFAMATI INSEGNARE AGLI IGNORANTI Spunti di riflessione per un dibattito sull Opera di misericordia corporale Dar da mangiare agli

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

Paolo Beneventi David Conati

Paolo Beneventi David Conati Paolo Beneventi David Conati L animazione teatrale costituisce un momento molto importante della formazione di tutti, non solo dei bambini ma anche degli adulti. IMPARIAMO LE REGOLE Il teatro è soprattutto

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni?

Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni? Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni? Qualunque sia la tua risposta, Voglio una vita straordinaria è la strada giusta per trovare nuove energie e urlare: Voglio essere io il regista

Dettagli