Tecnologie di Sviluppo per il Web

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecnologie di Sviluppo per il Web"

Transcript

1 Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE: Struttura dell Applicazione versione 2.4 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca Università della Basilicata Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Sommario Sommario Applicazione Web J2EE Struttura dell Applicazione Organizzazione delle Cartelle Descrittore dell Applicazione URI delle Risorse Amministrazione Installazione ( Deployment ) Il manager di Tomcat 2

2 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Applicazione Web J2EE Applicazione Web J2EE collezione di servlet e Java Server Pages componenti Java (beans, jar) pagine HTML, CSS, immagini, altri file Richiede un server applicativo conforme contenitore delle applicazioni es: Jakarta Tomcat (implementazione di riferimento di servlet e JSP) 3 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Applicazione Web J2EE Idea le richieste HTTP vengono gestite da opportune classi Java dette servlet le pagine JSP vengono trasformate dal contenitore in servlet opportuni i servlet vengono compilati ed istanziati dal contenitore ogni volta che arriva una richiesta destinata ad una pagina JSP, viene servita dal servlet 4

3 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Servlet Classe Java Orientata alla comunicazione client-server riceve messaggi di richiesta produce messaggi di risposta Viene eseguita dal contenitore opportuno ciclo di vita basata su API opportune (javax.servlet.*) Standard arrivato alla versione Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Servlet Due categorie servlet generici (estendono javax.servlet.genericservlet) orientati alla gestione di messaggi generici servlet HTTP (estendono javax.servlet.http.httpservlet) orientati alla gestione di messaggi http In questo corso considereremo solo servlet HTTP 6

4 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Un Esempio istruzioni Java (scriptlet) <!-- Data.jsp --> oggetti predefiniti <html> <body> <% String nome=(string)request.getparameter( nome ); session.setattribute( nome, nome); %> <p>benvenuto, <%= nome %>. La data di oggi e : <%= new java.util.date() %> </p> </body> </html> espressioni Java questa pagina JSP viene automaticamente trasformata in un servlet 7 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Il Servlet Corrispondente import java.io.*; import javax.servlet.*; import javax.servlet.http.*; public class Data_jsp extends HttpServlet { public void doget (HttpServletRequest request, HttpServletResponse response) throws IOException, ServletException { String nome = (String)request.getParameter( nome ); HttpSession session = request.getsession(true); session.setattribute( nome, nome); response.setcontenttype("text/html"); PrintWriter out = response.getwriter(); out.println("<html>\n<body>"); out.println( <p>benvenuto, + nome); out.println( La data di oggi e : ); out.println( <b> + new java.util.date()+ </b></p> ); out.println("</body>\n</html>"); } } 8

5 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Servlet Due metodi principali doget(): operazioni per rispondere a richieste di tipo GET dopost(): operazioni per rispondere a richieste di tipo POST Parametri richiesta: HttpServletRequest request risposta: HttpServletResponse response 9 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Servlet Ciclo di vita dei servlet sono classi gestite dal contenitore il contenitore crea le istanze e le rimuove Tre fasi principali del ciclo di vita inizializzazione servizio distruzione 10

6 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Servlet Inizializzazione alla prima richiesta (o all avvio) il contenitore istanzia uno o più oggetti della classe servlet Servizio le istanze vengono utilizzate per servire molte richieste ogni richiesta all URI corrispondente genera un thread che chiama doget o dopost Distruzione quando è necessario (es: shutdown, reload), l oggetto viene rimosso 11 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Servlet Vantaggi rispetto alle CGI efficienza (attivazione di thread leggeri rispetto all attivazione di thread pesanti) flessibilità (tutti i servlet girano nella stessa macchina virtuale e possono cond. dati) Altri vantaggi potenza del linguaggio portabilità relativa economicità dei contenitori 12

7 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Rapporto tra Servlet e JSP Di conseguenza i componenti di interfaccia e controllo sono in realtà servlet le pagine JSP sono un modo più rapido per scrivere questi servlet Nel seguito servlet: modello per descrivere la semantica JSP: implementazione pratica 13 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Rapporto tra Servlet e JSP Vantaggi delle pagine JSP la scrittura del codice HTML è decisamente semplificata (non servono println()) non è necessario compilare il codice: la traduzione in servlet e la compilazione viene effettuata dal compilatore il contenitore, tra l altro, si accorge anche delle modifiche effettuate e ripete il processo tutte le volte che è necessario 14

8 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Rapporto tra Servlet e JSP Esempio nell applicazione indovinam1jsp, per ogni pagina JSP il contenitore genera un servlet corrispondente nella cartella /tomcat4/work >> servlet generati >> esempio di modifica modificando una pagina jsp, il servlet corrispondente viene rigenerato, ricompilato, istanziato e utilizzato per gestire le richieste 15 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Rapporto tra Servlet e JSP >> indovinam1servlet >> esempio di modifica In effetti le due tecnologie sono completamente equivalenti dal punto di vista delle funzionalità tutto quello che è possibile fare in una pagina JSP è fattibile anche scrivendo direttamente un servlet e viceversa Esempio è possibile scrivere la stessa applicazione utilizzando esclusivamente servlet scritti direttamente dal programmatore ma la scrittura è decisamente più faticosa 16

9 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Applicazione J2EE Rapporto tra Servlet e JSP Quindi, nel seguito studieremo i servlet per comprendere la struttura delle pagine JSP svilupperemo applicazioni solo con JSP In realtà ci sono precise differenze dal punto di vista metodologico le approfondiremo in seguito 17 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE Struttura di un Applicazione J2EE Ogni applicazione J2EE è una cartella montata sul file system del contenitore Radice del file system: webapps variabile da contenitore a contenitore tutte le applicazioni Web nella radice sono visibili è possibile definire alias ( contesti ) ogni applicazione ha un nome corrispondente al nome della cartella 18

10 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE Struttura di un Applicazione J2EE Esempio: Tomcat radice delle applicazioni predefinita su Linux: /var/tomcat4/webapps è possibile spostarla (es: /usr/webapps) Applicazioni Web predefinite ROOT (pagina di benvenuto) examples (esempi) tomcat-docs (documentazione) manager (amministrazione) 19 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE Organizzazione Standard dei File Struttura dell applicazione fissata dallo standard è necessario che tutte le applicazioni seguano la struttura standard garantisce la portabilità tra contenitori se un applicazione nella cartella webapps non rispetta la struttura il server non la rende visibile 20

11 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE Organizzazione Standard dei File radice dell applicazione; es: indovinam1jsp pagine JSP (event. in sottocartelle) es: tentativo.jsp pagine HTML, fogli di stile, immagini, altre cartelle cartella WEB-INF eventuale descrittore dell applicazione web.xml cartella classes servlet (eventualmente in package) bean (eventualmente in package) cartella lib file jar >> 21 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE Organizzazione Standard dei File Struttura fondamentale della cartella radice /: pagine JSP, pagine HTML, fogli di stile CSS, immagini (tipicamente organizzati in sottocartelle) cartella /WEB-INF: eventuale deployment descriptor web.xml cartella /WEB-INF/classes: servlet e componenti (tipicamente organizzati in package) 22

12 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE Organizzazione Standard dei File Altri elementi cartella /WEB-INF/lib: contiene tutti i jar che è necessario rendere visibili ai servlet e alle pagine JSP (es: driver JDBC) Il CLASSPATH per l applicazione Web tutti i package in /WEB-INF/classes tutti i jar in /WEB-INF/lib ATTENZIONE: altre classi non sono visibili 23 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell Applicazione Descrittore dell Applicazione Descrittore dell applicazione web.xml deployment descriptor serve a specificare parametri specifici per l applicazione es: nomi per i servlet; pattern degli URI a cui rispondono; file indice standard (es: index.jsp); timeout per le sessioni ecc. è indispensabile, ma può essere vuoto (il contenitore assegna valori standard) 24

13 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell Applicazione Descrittore dell Applicazione Un descrittore minimale <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <!DOCTYPE web-app PUBLIC "-//Sun Microsystems, Inc.//DTD Web Application 2.3//EN" "http://java.sun.com/dtd/web-app_2_3.dtd"> <web-app> </web-app> 25 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Elementi principali: servlet: assegna un alias e dei parametri di inizializzazione ad un servlet servlet-mapping: assegna uno o più URI ad un servlet session-config: definisce parametri delle sessioni error-page: URI della pagina da visualizzare in caso di errori nell applicazione 26

14 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Elemento servlet consente di assegnare un nome ad un servlet è possibile fare riferimento al servlet (negli URI e in web.xml) con il nuovo nome Sottoelementi servlet-name servlet-class jsp-file (nel caso il servlet venga da jsp) 27 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Sintassi per i servlet: <servlet> <servlet-name>esci</servlet-name> <servlet-class>indovina.servletesci</servlet-class> </servlet> Sintassi per le pagine jsp <servlet> <servlet-name>indovinato</servlet-name> <jsp-file>/indovinato.jsp</jsp-file> </servlet> 28

15 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Elemento servlet-mapping deve comparire dopo tutti gli elementi servlet associa uno o più URI alternativi a quello standard ad un servlet per fare riferimento al servlet (o alla pagina Jsp) si utilizza il nome (servlet-name) assegnato con l elemento servlet 29 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Sintassi: <servlet-mapping> <servlet-name>esci</servlet-name> <url-pattern>/esci</url-pattern> </servlet-mapping> Per le pagine Jsp (necessario): <servlet-mapping> <servlet-name>indovinato</servlet-name> <url-pattern>/indovinato.jsp</url-pattern> </servlet-mapping> 30

16 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione E possibile specificare classi di URI collezioni di URI che unificano con il pattern carattere speciale *: qualsiasi stringa Esempio: URI che terminano con.asp <servlet-mapping> <servlet-name>errore</servlet-name> <url-pattern>*.asp</url-pattern> </servlet-mapping> pattern; attenzione: non comincia per / 31 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Elemento session-config definisce il tempo massimo di inattività di una sessione (in minuti); per Tomcat standard 30 Sottoelemento session-timeout Esempio <session-config> <session-timeout>15</session-timeout> </session-config> 32

17 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Elemento error-page serve a specificare l URI di una pagina da visualizzare in caso errori, ovvero: risposte HTTP di errore (codici 4xx e 5xx) eccezioni nel codice Java Sottoelementi error-code exception-type location 33 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Esempio di codice di errore: <error-page> <error-code>404</error-code> <location>/errore.html</location> </error-page> Esempio di eccezione: <error-page> <exception-type> javax.servlet.servletexception </exception-type> <location>/errore.html</location> </error-page> >> 34

18 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Ordine degli elementi in web.xml description: serve a dare una breve descrizione dell applicazione Web context-param: serve a definire parametri di inizializzazione validi per tutti i servlet/jsp filter >> filter-mapping >> servlet servlet-mapping 35 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Ordine degli elementi in web.xml (cont.) session-config mime-mapping: definisce il tipo MIME per estensioni di file inusuali welcome-file-list: definisce i file standard da servire in caso di URI che fanno riferimento a cartelle (es: index.jsp, index.html) error-page 36

19 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Descrittore dell'applicazione Descrittore dell Applicazione Ordine degli elementi in web.xml (cont.) taglib >> security-constraint: vincola l accesso ad opportuni URI dell applicazione login-config: configura il tipo di autenticazione da usare per le risorse protette (es: basic o digest) 37 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE URI delle Risorse Ogni risorsa dell applicazione ha un URI risorsa> <porta>: normalmente diversa da 80 Tomcat: 8080 Esempio: (pagina di benvenuto) (applicazione manager di Tomcat) 38

20 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE URI delle Risorse Pagine JSP percorso a partire da webapps /<nomeappl>/<percorso>/<nomefile> es: /indovinam1jsp/fine.jsp es: /studenti/inserimenti/inserisciesame.jsp Pagine HTML e connessi stessa convenzione delle pagine JSP 39 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Struttura di un'applicazione Web J2EE URI delle Risorse Servlet non ha un URI definito risponde a tutte le richieste corrispondenti a URL pattern definiti per quel servlet in Web xml Esempio se l URL pattern /Fine è associato a Fine /indovinam1servlet/fine 40

21 Applicazioni Web J2EE : Struttura >> Amministrazione del Contenitore Amministrazione del Contenitore Il contenitore è uno strumento essenziale per lo sviluppo dell applicazione Web Operazioni fondamentali sul contenitore installazione configurazione ciascun contenitore ha le sue regole e le sue procedure faremo riferimento a Tomcat 41 Applicazioni Web J2EE : Struttura >> Amministratore del Contenitore Amministrazione del Contenitore Installazione di Tomcat >> tomcat >> tomcat-users.xml eseguire l installabile prelevato dal sito jakarta.apache.org installa un servizio che ascolta sulla porta 8080 Post-configurazione definizione dell utente manager cambiare il valore del file %TOMCAT_HOME%\conf\tomcat-users.xml definendo un nuovo utente con ruolo manager 42

22 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Amministrazione del Contenitore Attenzione a causa della complessità dell architettura applicativa, le applicazioni Web richiedono varie attività di carattere amministrativo In particolare installazione nel contenitore ( deployment ) disinstallazione modifica e caricamento 43 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Installazione ( Deployment ) Per essere accessibile: l applicazione deve essere visibile al contenitore (collocata nella cartella webapps oppure associata ad un alias) inoltre l applicazione deve essere installata nel contenitore ( deployed ) Differenza con il server HTTP ordinario non basta la visibilità sul file system operazione aggiuntiva di installazione 44

23 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Installazione ( Deployment ) Installazione le attività cambiano da server a server normalmente vengono inizializzati i servlet dell applicazione compilate le pagine JSP caricati i componenti (Bean) tipicamente all avvio vengono installate tutte le applicazioni nella radice (webapps) e tutte quelle corrispondenti agli alias noti 45 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Installazione ( Deployment ) Successivamente, il server deve consentire di installare altre applicazioni di disinstallare altre applicazioni di ricaricare applicazioni i cui componenti sono cambiati Ogni server ha la sua modalità 46

24 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Installazione ( Deployment ) Esempio: Tomcat due modi per installare o ricaricare un applicazione Web Modo n.1 riavviare il contenitore (riavviare Tomcat) interrompe il funzionamento di tutte le altre applicazioni Web è necessario avere i privilegi di amministratore 47 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Installazione ( Deployment ) Modo n.2 applicazione Web /manager un applicazione Web per amministrare il contenitore vantaggio: non richiede di riavviare il contenitore la sintassi dei comandi è descritta nella documentazione di Tomcat (>>) 48

25 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Installazione ( Deployment ) File war dell applicazione le applicazioni Web sono spesso distribuite sotto forma di file war file compressi con estensione.war sono file jar che rispettano l organizzazione delle cartelle dell applicazione Web si creano e si gestiscono con jar i contenitori sono in grado di decompattare ed installare automaticamente i file war 49 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Applicazione Web fornita con Tomcat consente di effettuare le principali operazioni sulle applicazioni Web installazione, rimozione, ri-caricamento Per utilizzare il manager è necessario autenticarsi con nome utente e password come un utente di ruolo manager 50

26 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Utilizzo dell applicazione attraverso il browser i comandi vengono eseguiti richiedendo l accesso ai servlet dell applicazione Due modalità principali di funzionamento utilizzo dell interfaccia HTML utilizzo diretto dei comandi attraverso URI nella barra degli indirizzi 51 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Utilizzo dell interfaccia HTML per installare un applicazione basta fornire l URI della cartella relativa es: file:///e:/codice/build/indovinam1jsp Utilizzo diretto dei comand ciascun comando può essere impartito attraverso una richiesta HTTP ad un URI opportuno fornendo i parametri nella query string 52

27 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Forma generale degli URI (comandi) elenco nella docum. di Tomcat (accessibile a partire dall URI Nel seguito: alcuni comandi utili Comando list elenca le applicazioni installate, lo stato delle applicazioni, e per ciascuna le sessioni attive 53 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Comando install installa una nuova applicazione Web nella query string è necessario specificare l alias (il path su cui montare l applicazione) e il percorso per raggiungere la radice Esempio: install?path=/prova&war=file:/usr/webapps/prova supponiamo che l applicazione prova sia nella cartella prova di webapps 54

28 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Comando reload ricarica i servlet e i componenti di un applicazione Web già installata nella query string è necessario specificare il path su cui l applicazione è montata Esempio: 55 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Amministrazione del Contenitore Il Manager di Tomcat Comando remove disinstalla un applicazione Web nella query string è necessario specificare il path su cui l applicazione è montata Esempio: 56

29 Applicazioni Web J2EE: Struttura >> Sommario Riassumendo Applicazione Web J2EE Struttura dell Applicazione Organizzazione delle Cartelle Descrittore dell Applicazione URI delle Risorse Amministrazione Installazione ( Deployment ) Il manager di Tomcat 57 Termini della Licenza Termini della Licenza This work is licensed under the Creative Commons Attribution- ShareAlike License. To view a copy of this license, visit or send a letter to Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA. Questo lavoro viene concesso in uso secondo i termini della licenza Attribution-ShareAlike di Creative Commons. Per ottenere una copia della licenza, è possibile visitare oppure inviare una lettera all indirizzo Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA. 58

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE: Struttura dell Applicazione versione 3.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Programmazione server-side: Java Servlet

Programmazione server-side: Java Servlet Programmazione server-side: Java Servlet Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.11 parte II Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Cos

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Applicazioni Web J2EE Framework per il Modello 2 it.unibas.pinco versione 3.2 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima

Dettagli

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi Applicazioni web Parte 6 Java Alberto Ferrari 1 Sommario Introduzione alle API ed esempi Tomcat Server per applicazioni web Alberto Ferrari 2 Alberto Ferrari 1 Java: da applet a servlet In origine Java

Dettagli

Tomcat & Servlet. Contenuti. Programmazione in Ambienti Distribuiti. Tomcat Applicazioni Web. Servlet JSP Uso delle sessioni

Tomcat & Servlet. Contenuti. Programmazione in Ambienti Distribuiti. Tomcat Applicazioni Web. Servlet JSP Uso delle sessioni Tomcat & Servlet Programmazione in Ambienti Distribuiti V 1.2 Marco Torchiano 2005 Contenuti Tomcat Applicazioni Web Struttura Sviluppo Deployment Servlet JSP Uso delle sessioni 1 Tomcat Tomcat è un contenitore

Dettagli

Servlet API. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04

Servlet API. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Servlet API Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Servlet Interfaccia Java che modella il paradigma richiesta/elaborazione/risposta tipico delle applicazioni lato server Presuppone l esistenza

Dettagli

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Ivan Scagnetto Dipartimento di Matematica e Informatica http://www.dimi.uniud.it/scagnett scagnett@dimi.uniud.it Laboratorio di Tecnologie Lato

Dettagli

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I)

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Nel caso in cui sulla macchina locale (PC in laboratorio/pc a casa/portatile) ci sia a disposizione un ambiente Java (con compilatore) e un editor/ambiente di

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB.

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Web Server TOMCAT Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei - Tecnologie

Dettagli

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition

Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Sviluppo di Applicazioni Web con Java 2 Enterprise Edition Ivan Scagnetto Dipartimento di Matematica e Informatica http://www.dimi.uniud.it/scagnett scagnett@dimi.uniud.it Laboratorio di Tecnologie Lato

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web

Laboratorio di Basi di Dati e Web Laboratorio di Basi di Dati e Web Docente: Alberto Belussi Lezione 6 Servlet Servlet: classi java che estendono le funzionalità di un server Web generando dinamicamente le pagine Web. Riferimento: http://java.sun.com/products/servlets

Dettagli

Laboratorio di Basi di dati

Laboratorio di Basi di dati Laboratorio di Basi di dati Docente: Alberto Belussi Lezione 6 Servlet Servlet: classi java che estendono le funzionalità di un server Web generando dinamicamente le pagine Web. Riferimento: http://www.oracle.com/technetwork/java/javaee/servlet/index.html

Dettagli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Sommario Introduzione Architettura Client-Server Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Server Web Browser Web Introduzione La storia inizia nel 1989 Tim Berners-Lee al CERN, progetto WWW

Dettagli

Server-side Programming: Java servlets Parte II

Server-side Programming: Java servlets Parte II Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni Corso di Reti di Applicazioni Telematiche a.a. 2009-2010 Server-side Programming:

Dettagli

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2006/07-1

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2006/07-1 Tomcat E uno dei servlet engine più diffusi. Può funzionare sia come prodotto stand-alone, sia come modulo del web server Apache. Disponibile gratuitamente (per molti sistemi operativi tra cui Linux, Windows,

Dettagli

Introduzione alla programmazione Http lato server in Java

Introduzione alla programmazione Http lato server in Java Introduzione alla programmazione Http lato server in Java Tito Flagella Laboratorio Applicazioni Internet - Università di Pisa Slide API Java Titleper il Protocollo Http Programmazione Client java.net.url

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Ruoli e Responsabilità: Introduzione versione 2.3 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima

Dettagli

Osservazioni. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2005/06-1

Osservazioni. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2005/06-1 Osservazioni Nell esempio della precedente lezione del contatore di accessi persistente il nome del file in cui memorizzare il numero di hit ed il valore iniziale del contatore sono codificati direttamente

Dettagli

Laboratorio di reti II: Java Server Pages

Laboratorio di reti II: Java Server Pages Laboratorio di reti II: Java Server Pages Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 6 aprile, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Java Server Pages 6 aprile, 2009 1 / 34 JSP - Java Server Pages Le

Dettagli

Web Content Management and E- Learning

Web Content Management and E- Learning Web Content Management and E- Learning Dott. Fabio Fioravanti fioravanti@sci.unich.it http://www.sci.unich.it/~fioravan Corso di Laurea in Economia e Management Facoltà di Scienze Manageriali UNICH - AA

Dettagli

JAVA SERVLET: I filtri

JAVA SERVLET: I filtri JAVA SERVLET: I filtri INTRODUZIONE Quest oggi vedremo una particolarità delle servlet che è stata introdotta nelle servlet API versione 2.3. I filtri sono un potente meccanismo che è in grado di fare

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_1 V1.7. JSP parte A

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_1 V1.7. JSP parte A Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B6_1 V1.7 JSP parte A Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale e

Dettagli

Introduzione al linguaggio Java: Servlet e JSP

Introduzione al linguaggio Java: Servlet e JSP Introduzione al linguaggio Java: Servlet e JSP Corso di Gestione della Conoscenza d Impresa A. A. 2006/2007 Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Bari 1 Servlet e JSP: il contesto Un applicazione

Dettagli

Laboratorio di reti II: Servlet

Laboratorio di reti II: Servlet Laboratorio di reti II: Servlet Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 16 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Servlet 16 marzo, 2009 1 / 34 Le servlet Una servlet è una classe Java eseguita

Dettagli

Laboratorio di Programmazione di Rete

Laboratorio di Programmazione di Rete Laboratorio di Programmazione di Rete Lezione del 12 Marzo 2007 Docente: Ing. Novella Bartolini Ricevimento: Mercoledì ore 12:00-14:00 Via Salaria 113, terzo piano, stanza 309 Email: bartolini@di.uniroma1.it

Dettagli

Tutorial web Application

Tutorial web Application Tutorial web Application Installazione della JDK: Java viene distribuito con la jdk e il jre acronimi di Java Development Kit e Java Runtime Environment rispettivamente. La jdk è l'ambiente di sviluppo

Dettagli

SERVLET & JSP DISPENSE

SERVLET & JSP DISPENSE SERVLET & JSP DISPENSE PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Un server deve rispondere alle richieste del client e permettere di visualizzare le pagine Web. Questo compito è svolto da un software ben definito, il

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Design Pattern: Storia Parte b versione 2.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Le tecnologie software Internet

Le tecnologie software Internet Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B B2_1 V1.7 Le tecnologie software Internet Standard aperti / Sun Java Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Sintassi e Semantica: C# Parte b versione 2.3 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Grafica: Thread versione 1.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Software utilizzato per le esercitazioni

Software utilizzato per le esercitazioni SW Software utilizzato per le esercitazioni Software utilizzato per le esercitazioni Editor testuale per pagine html, xhtml, css Browser Web server Motore Php Motore JSP JDK JSDK Ambiente di sviluppo Java

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione XML: JDOM versione 2.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G.

Dettagli

Database & WWW. Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone

Database & WWW. Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone Database & WWW Capitolo 4 Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone 1 Sommario Protocollo HTTP CGI Java Servlet Server-side scripting

Dettagli

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 1 Aprile 2014 Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Il Server

Dettagli

Lezione di Basi di Dati 1 18/11/2008 - TECNOLOGIE PER IL WEB: CGI - AJAX SERVLETS & JSP

Lezione di Basi di Dati 1 18/11/2008 - TECNOLOGIE PER IL WEB: CGI - AJAX SERVLETS & JSP EVOLUZIONE DEL WEB: PAGINE STATICHE vs PAGINE DINAMICHE Il Web è nato a supporto dei fisici, perché potessero scambiare tra loro le informazioni inerenti le loro sperimentazioni. L HTTP è nato inizialmente

Dettagli

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java]

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java] Vogliamo scrivere la nostra prima web application che legga da tastiera il nostro nome e fornisca un messaggio di saluto. Per costruire la nostra applicazione creiamo con NetBeans un nuovo progetto. File

Dettagli

Architettura MVC-2 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3

Architettura MVC-2 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 Architettura MVC-2 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 Verso l architettura MVC-2 2 Il secondo passo verso l architettura MVC-2 è quello di separare il controllo dell

Dettagli

Servlet e JDBC. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Richieste. Servlet. Servlet:

Servlet e JDBC. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Richieste. Servlet. Servlet: e JDBC Programmazione in Rete e Laboratorio Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino C.so Svizzera, 185 I-10149 Torino e : estensioni del Java API permettono di scrivere

Dettagli

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008

Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Basi di dati e Web (Moduli: Laboratorio e Siti Web centrati sui Dati) Prova scritta del 14 luglio 2008 Avvertenze: e severamente vietato consultare libri e appunti; chiunque verrà trovato in possesso di

Dettagli

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA

CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA CORSO DI PROGRAMMAZIONE JAVA Corso di Programmazione Java Standard Edition ( MODULO A) OBIETTIVI ll corso ha come obiettivo quello di introdurre la programmazione a oggetti (OOP) e di fornire solide basi

Dettagli

1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet

1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet 1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet Controllo dell utente connesso al sito tramite JSP, Java Beans e Servlet. Ciò che ci proponiamo di fare è l accesso

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Programmazione su Basi di Dati: ADO.NET versione 1.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina) G. Mecca mecca@unibas.it

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati Docente: Alberto Belussi Lezione 9 Architettura Model-View-Controller (MVC) Adottando l'architettura MVC e la tecnologia Servlet-JSP, un'applicazione web può essere realizzata

Dettagli

Introduzione a JSP (Java Server Pages) MC 2005

Introduzione a JSP (Java Server Pages) MC 2005 Introduzione a JSP (Java Server Pages) MC 2005 Cosa è JSP JSP è una tecnologia per lo sviluppo di pagine web con contenuti dinamici Miglioramento rispetto alle CGI (modello multithread) Indipendenza dalla

Dettagli

Architetture per la comunicazione nel Web

Architetture per la comunicazione nel Web 1 Architetture per la comunicazione nel Web 1.1 Principi di base Su Web, le comunicazioni si caratterizzano per un paradigma di funzionamento dell interazione noto con il nome di client-server. A ciò si

Dettagli

PHP e Java ovvero come poter sfruttare entrambi i linguaggi e vivere felici... forse

PHP e Java ovvero come poter sfruttare entrambi i linguaggi e vivere felici... forse PHP e Java ovvero come poter sfruttare entrambi i linguaggi e vivere felici... forse Relatore: Matteo Baccan matteo@baccan.it Data: Roma 24/1/2009 Target: Programmatori PHP, Java e semplici curiosi Difficoltà:

Dettagli

Web Application model. Servlet. Servlet e Servlet Container. Introduzione alle Servlet

Web Application model. Servlet. Servlet e Servlet Container. Introduzione alle Servlet Web Application model Client Tier Middle Tier Enterprise Information System (EIS) Tier Introduzione alle Servlet application Web Container browser Servlet Servlet JSP JDBC Database 2 Servlet Programma

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN PROGRAMMATORE JAVA PARTECIPAZIONE GRATUITA Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata

Dettagli

Java Enterprise Edition - JEE. Autore: Agostino Sorbara ITIS M. M. Milano

Java Enterprise Edition - JEE. Autore: Agostino Sorbara ITIS M. M. Milano Java Enterprise Edition - JEE Autore: Agostino Sorbara ITIS M. M. Milano Indice Introduzione 2 Il modello Client Server. 2 La piattaforma di sviluppo JEE... 3 Application Server... 3 Servlet. 4 JSP (Java

Dettagli

Trasformare una Java (Console) Application in una Web Application (con utilizzo di un database MySQL)

Trasformare una Java (Console) Application in una Web Application (con utilizzo di un database MySQL) Pag. 1/12 Trasformare una Java (Console) Application in una Web Application (con utilizzo di un database MySQL) Prendiamo in esame un qualsiasi progetto NetBeans tra quelli studiati che fa uso di un database

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Introduzione a Servlet e Struts 2 Ing. Giuseppe D'Aquì 1 Testi Consigliati Java Enterprise in a nutshell, 3 rd edition (O'Reilly) Struts 2 in Action Brown, Davis, Stanlick

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Introduzione al Web WWW World Wide Web CdL Economia A.A. 2012/2013 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Introduzione al Web : WWW >> Sommario Sommario 2 n World

Dettagli

Java J2EE JSP e Servlets

Java J2EE JSP e Servlets Java J2EE JSP e Servlets Relatore Dott.ssa Lucrezia Macchia Ph.D Student in Computer Science Dipartimento DI INFORMATICA Piattaforme JAVA Ambienti di sviluppo: JDK L' edizione SDK si distingue in: Java

Dettagli

Progetto di Gestione Documenti in Ambiente Web

Progetto di Gestione Documenti in Ambiente Web Progetto di Gestione Documenti in Ambiente Web Sessione Febbraio 2013 Marco Taddei 726523 Federico Valentini 726584 Il progetto SharesShop simula un portale web di una banca che mette a disposizione dei

Dettagli

3 ServletContext. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005

3 ServletContext. Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005 3 ServletContext Marco Tessarotto Programmazione dei Web Server Anno Accademico 2004-2005 ServletContext I interfaccia ServletContext fornisce alla web application (ed i suoi servlet) una serie di funzionalità

Dettagli

Progetto di reti di Calcolatori e Sistemi Informatici

Progetto di reti di Calcolatori e Sistemi Informatici Progetto di reti di Calcolatori e Sistemi Informatici Stefano Millozzi 1 Servlet 2 Servlet Tecnologia Java per estendere le funzionalità di un server [web] indipendenti dalla piattaforma portabili senza

Dettagli

APPENDICE A Servlet e Java Server Page

APPENDICE A Servlet e Java Server Page APPENDICE A Servlet e Java Server Page A.1 Cosa è una Servlet e come funziona Una servlet è un particolare tipo di applicazione Java, in grado di essere eseguita all'interno di un web server e di estenderne

Dettagli

Server Web. Apache Tomcat. Modalità di funzionamento. Autore: Roberto Fabbrica rfabbrica@libero.it. Diapo 1. Diapo 2. Diapo 3

Server Web. Apache Tomcat. Modalità di funzionamento. Autore: Roberto Fabbrica rfabbrica@libero.it. Diapo 1. Diapo 2. Diapo 3 1 Server Web In questo modulo verrà analizzato Tomcat, l application server di Apache che supporta JSP. Viste le caratteristiche di stabilità, aderenza alle specifiche JSP, configurabilità e supporto,

Dettagli

JavaServer Pages: Introduzione

JavaServer Pages: Introduzione JavaServer Pages: Introduzione Gianluca Moro gianluca.moro@unibo.it Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università di Bologna Sistemi reali in JSP!! ofoto.com: stampa e gestisce foto

Dettagli

Servlet. Possibili usi di una Servlet. Servlet e Servlet Container. Introduzione alle Servlet

Servlet. Possibili usi di una Servlet. Servlet e Servlet Container. Introduzione alle Servlet Servlet Introduzione alle Servlet Programma applicativo (in java) che viene eseguito dal server web Accoglie ed elabora richieste (codificate secondo il protocollo in uso, es: http o ftp. Solo http nel

Dettagli

Java Server Pages. Corso di Applicazioni Telematiche. A.A. 2006-07 Lezione n.18 Prof. Roberto Canonico

Java Server Pages. Corso di Applicazioni Telematiche. A.A. 2006-07 Lezione n.18 Prof. Roberto Canonico Java Server Pages Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.18 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Java Server Pages (JSP) Java Server

Dettagli

Anno Accademico 2006-2007. Corso di Tecnologie Web Web Application: Servlet. Universita degli Studi di Bologna - Facolta di Ingegneria

Anno Accademico 2006-2007. Corso di Tecnologie Web Web Application: Servlet. Universita degli Studi di Bologna - Facolta di Ingegneria Universita degli Studi di Bologna - Facolta di Ingegneria Requisiti applicazioni di classi Enterprise > Indipendenza dalla piattaforma Anno Accademico 2006-2007 Corso di Tecnologie Web Web Application:

Dettagli

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it 1 Il web come architettura di riferimento Architettura di una applicazione web Tecnologie lato server: Script (PHP, Pyton, Perl), Servlet/JSP, ASP Tecnologie lato

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Session tracking Session tracking HTTP: è stateless, cioè non permette di associare una sequenza di richieste ad un dato utente. Ciò vuol dire che, in generale, se un browser richiede una specifica pagina

Dettagli

Corso Online. We Train Italy info@wetrainitaly.it

Corso Online. We Train Italy info@wetrainitaly.it Corso Online Programmatore Java New Edition We Train Italy info@wetrainitaly.it Programma Generale del Corso Programmatore Java New Edition 1. Introduzione al corso Java da 0 al web Presentazione del corso

Dettagli

Applicazioni web con tecnologia Java

Applicazioni web con tecnologia Java Università degli Studi di Padova FACOLTÀ DI INGEGNERIA Applicazioni web con tecnologia Java Relazione finale di Tirocinio Laureando: Luca Falcon Relatore: Prof. G.Clemente Dipartimento di Ingegneria dell

Dettagli

Java J2EE Il framework Apache Struts

Java J2EE Il framework Apache Struts Java J2EE Il framework Apache Struts Relatore Dott.ssa Lucrezia Macchia Ph.D Student in Computer Science Dipartimento DI INFORMATICA Outiline Architettura Model-View-Controller Le componenti Struts Le

Dettagli

Progettazione di siti web centrati sui dati (Data-Intensive Web Applications) Dispensa del corso di Basi di dati e Web 2010-2011

Progettazione di siti web centrati sui dati (Data-Intensive Web Applications) Dispensa del corso di Basi di dati e Web 2010-2011 Progettazione di siti web centrati sui dati (Data-Intensive Web Applications) Dispensa del corso di Basi di dati e Web 2010-2011 Alberto Belussi Università degli Studi di Verona Dipartimento di Informatica

Dettagli

Introduzione ai Calcolatori Elettronici

Introduzione ai Calcolatori Elettronici Introduzione ai Calcolatori Elettronici Introduzione al Web Internet A.A. 2013/2014 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Introduzione al Web : Internet >> Sommario Sommario n Internet

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Copyright Quest opera è protetta dalla licenza Creative Commons

Dettagli

1 SAP Netweaver e Adobe BlazeDS http://desvino.altervista.org. Framework Flex

1 SAP Netweaver e Adobe BlazeDS http://desvino.altervista.org. Framework Flex 1 SAP Netweaver e Adobe BlazeDS http://desvino.altervista.org J2EE e Adobe BlazeDS Java EE è una piattaforma completa per lo sviluppo di applicazioni enterprise; Adobe Flex è leader nel mondo delle RIA

Dettagli

Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005

Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005 Sommario Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005 Introduzione.................................................................................. 1 SOAP........................................................................................

Dettagli

Progettazione di siti web centrati sui dati (Data-Intensive Web Applications) Dispensa del corso di Basi di dati (2011-2012)

Progettazione di siti web centrati sui dati (Data-Intensive Web Applications) Dispensa del corso di Basi di dati (2011-2012) Progettazione di siti web centrati sui dati (Data-Intensive Web Applications) Dispensa del corso di Basi di dati (2011-2012) Alberto Belussi Università degli Studi di Verona Dipartimento di Informatica

Dettagli

31/05/2013. Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming. Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano

31/05/2013. Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming. Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano Corso Sistemi Distribuiti 6 cfu Docente: Prof. Marcello Castellano /28 Sistemi Web Distribuiti (parte 2) - Indice dei Contenuti - Naming 3 Sincronizzazione 4 Consistenza e Replica 5 Replica di sistemi

Dettagli

Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E.

Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E. Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E. Università di Bologna Facoltà di Ingegneria Bologna, 08/02/2010 Outline Da applicazioni concentrate a distribuite Modello

Dettagli

Corso Programmazione Java Android. Programma

Corso Programmazione Java Android. Programma Corso Programmazione Java Android Programma 1.1 Obiettivo e modalità di fruizione L obiettivo del corso è di fornire le conoscenze tecniche e metodologiche per svolgere la professione di Programmatore

Dettagli

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java

Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Programmazione Orientata agli Oggetti in Linguaggio Java Tecniche di Programmazione: C# versione 1.1 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima pagina)

Dettagli

Argomenti Percorso 7 Apache HTTP

Argomenti Percorso 7 Apache HTTP Apache httpd Directory importanti File di configurazione Permessi d accesso Virtual Host Moduli ed estensioni SSL e https PHP Argomenti Percorso 7 Apache HTTP 2 httpd.apache.org Percorso 7 Apache HTTP

Dettagli

EJB Components. Leonardo Mariani Esercitazione di Sistemi Distribuiti. Oggetti Distribuiti

EJB Components. Leonardo Mariani Esercitazione di Sistemi Distribuiti. Oggetti Distribuiti EJB Components Leonardo Mariani Esercitazione di Sistemi Distribuiti 1 Oggetti Distribuiti 2 Middleware Esplicito 3 Middleware Implicito 4 Tipica Applicazione J2EE 1/2 5 Tipica Applicazione J2EE 2/2 6

Dettagli

Laboratorio di Programmazione di Rete

Laboratorio di Programmazione di Rete Laboratorio di Programmazione di Rete Lezione del 15 Marzo 2010 Docente: Novella Bartolini Ricevimento: Mercoledì ore 12:30-14:00 Via Salaria 113, terzo piano, stanza 309 Email: bartolini@di.uniroma1.it

Dettagli

Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con XML

Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con XML Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con

Dettagli

Corso Android Corso Online Sviluppo su Cellulari con Android

Corso Android Corso Online Sviluppo su Cellulari con Android Corso Android Corso Online Sviluppo su Cellulari con Android Accademia Futuro info@accademiafuturo.it Programma Generale del Corso di Sviluppo su Cellulari con Android Programma Base Modulo Uno - Programmazione

Dettagli

Applicazione distribuita basata su Web accessibile via Web per mezzo di una Intranet o attraverso Internet

Applicazione distribuita basata su Web accessibile via Web per mezzo di una Intranet o attraverso Internet Applicazioni Web Applicazione Web Applicazione distribuita basata su Web accessibile via Web per mezzo di una Intranet o attraverso Internet Gli utenti accedono alle funzioni applicative utilizzando un

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Scuola di Ingegneria e Architettura. Tecnologie Web T. Esercitazione 10 - J2EE 25/05/2015

Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Scuola di Ingegneria e Architettura. Tecnologie Web T. Esercitazione 10 - J2EE 25/05/2015 Web Container vs. EJB Container Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Ingegneria e Architettura Tecnologie Web T - J2EE Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/tw/ Versione

Dettagli

Accesso Web a Data Base

Accesso Web a Data Base Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Accesso Web a Data Base Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei -

Dettagli

Come funziona internet

Come funziona internet Come funziona internet Architettura client server URL/URI Richiesta (Request) Risposta (Response) Pagina url e uri Uno Uniform Resource Identifier (URI, acronimo più generico rispetto ad "URL") è una stringa

Dettagli

MANUALE UTENTE SRTY SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO SRTY MANUALE UTENTE. Contratto:

MANUALE UTENTE SRTY SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO SRTY MANUALE UTENTE. Contratto: Contratto: Contratto del 23/04/2002 (Rep. 6253/Raccolta 1966), per l affidamento dell espletamento dei Servizi Informatici per la progettazione, realizzazione e manutenzione di prodotti software per il

Dettagli

Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica TESI DI LAUREA

Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica TESI DI LAUREA Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica TESI DI LAUREA Framework MVC per lo sviluppo di Web Application : JavaServer Faces e Struts

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA REALIZZAZIONE DI UNO STRUMENTO PER LA GESTIONE DI BASI DI DATI IN APPLICAZIONI WEB

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA REALIZZAZIONE DI UNO STRUMENTO PER LA GESTIONE DI BASI DI DATI IN APPLICAZIONI WEB UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA REALIZZAZIONE DI UNO STRUMENTO PER LA GESTIONE DI BASI DI DATI IN APPLICAZIONI WEB Relatore Chiar.mo Prof.

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Multimedia

Laboratorio di Basi di Dati e Multimedia Laboratorio di Basi di Dati e Multimedia Laurea in Tecnologie dell Informazione: Multimedia Docente: Alessandra Di Pierro Email: dipierro@sci.univr.it Lezione 7 Java DataBase Connectivity JDBC consente

Dettagli

PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE

PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE 1 JAX-WS 2.0 Java API for XML Web Services Specifica basata su annotazioni Applicata su classi ed interfacce in modo da definire e gestire automaticamente il protocollo

Dettagli

Implementazione di MVC. Gabriele Pellegrinetti

Implementazione di MVC. Gabriele Pellegrinetti Implementazione di MVC Gabriele Pellegrinetti 2 Come implementare il pattern Model View Controller con le tecnologie JSP, ASP e XML Implementazione del pattern MVC in Java (JSP Model 2) SUN è stato il

Dettagli

MODEL-VIEW-CONTROLLER PROBLEMA

MODEL-VIEW-CONTROLLER PROBLEMA MODEL VIEW CONTROLLER DESIGN PATTERN MODEL-VIEW-CONTROLLER INGEGNERIA DEL SOFTWARE Università degli Studi di Padova Dipartimento di Matematica Corso di Laurea in Informatica, A.A. 2013 2014 rcardin@math.unipd.it

Dettagli

Porting Su Hostingjava

Porting Su Hostingjava Porting Su Hostingjava Consigli per il caricamento di una propria applicazione su hostingjava Il porting è una operazione con cui un programma, sviluppato originariamente per una piattaforma, viene"ritoccato"

Dettagli

Servlet. L architettura Java J2EE

Servlet. L architettura Java J2EE Servlet 1 L architettura Java J2EE 2 Web Client I Web Client hanno sostituito, in molte situazioni, i più tradizionali fat client I Web Client: sono accessibili via browser comunicano via HTTP e HTTPS

Dettagli

RESTful Web Service. Andrea Pinazzi. 10 Maggio 2010

RESTful Web Service. Andrea Pinazzi. 10 Maggio 2010 RESTful Web Service Andrea Pinazzi 10 Maggio 2010 Che cos è REST? REST, Representational State Transfer, è uno stile architetturale per sistemi software distribuiti. Il termine è stato introdotto e definito

Dettagli