COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE"

Transcript

1 COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: Atto n. 52 DEL 07/06/2012 Approvazione tariffe rifiuti solidi urbani (TARSU) - Anno L'anno DUEMILADODICI il giorno SETTE del mese di GIUGNO alle ore 13:00, nella sala delle adunanze della Sede Comunale, si è riunita la GIUNTA COMUNALE convocata nelle forme di legge. Dei signori componenti della Giunta Comunale di questo Comune risultano: Presente BRUNDU PIETRO TUVONI LUCIANO FLORE GIANFRANCO MELONI LOREDANA AMADORI WILLIAM FRANCESCO PITORRA LUCIANO DI MASSA MARIA ELISA NDACO VICE NDACO NO S = Presenti n. 6 N = Assenti n. 1 Presiede l'adunanza il Dr. BRUNDU PIETRO Partecipa il Segretario Comunale Dr.ssa ANNA BONU Il Presidente, constatato che gli intervenuti sono in numero legale, dichiara aperta la seduta ed invita la GIUNTA COMUNALE a deliberare sull'oggetto sopra indicato. GIUNTA COMUNALE Atto n.ro 52 del 07/06/ Pagina 1 di 5

2 LA GIUNTA MUNICIPALE Richiamato l'art. 172 del D.Lgs , n. 267, il quale stabilisce che al bilancio di previsione sono allegati i seguenti documenti: omissis e) le deliberazioni con le quali sono determinati, per l'esercizio successivo, le tariffe, le aliquote d'imposta e la eventuali maggiori detrazioni, le variazioni dei limiti di reddito per i tributi locali e per i servizi locali, nonché per i servizi a domanda individuale, i tassi di copertura in percentuale del costo di gestione dei servizi stessi omissis ;"; Visto l'art. 151 D.lgs. 267/2000 che fissa al 31 dicembre il termine per deliberare il bilancio di previsione per l'anno successivo, fatto salvo l'eventuale differimento stabilito dal Ministero dell'interno, d'intesa con il Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica (oggi Ministero dell'economia e delle Finanze), sentita la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali, in presenza di motivate esigenze; Visto il comma 16-quater dell'articolo 29 del decreto legge 29 dicembre 2011, n. 216, aggiunto dalla legge di conversione 24 febbraio 2012 n. 14,il quale ha previsto che il termine per la deliberazione del bilancio di previsione per l'anno 2012 da parte degli enti locali e' differito al 30 giugno 2012; Constatato che fra le competenze della Giunta Comunale l'art 48 del d.lgs. 267/2000 ricomprende tutti gli atti sottratti alla competenza del Consiglio comunale, pertanto anche la determinazione delle tariffe; Richiamato il Regolamento per l'applicazione della tariffa per la gestione dei rifiuti solidi urbani e assimilati approoato on eliiera el onsiglio ommnale n.10 del 20/03/2009; Visto il D. L.gs n. 507, il quale all'art.65 stabilisce che: 1. La tassa può essere commisurata o in base alla quantità e qualità medie ordinarie per unità di superficieimponibile dei rifiuti solidi urbani interni ed equiparati producibili nei locali ed aree per il tipo di uso, cui i medesimi sono destinati, e al costo dello smaltimento oppure, per i comuni aventi popolazione inferiore a abitanti, in base alla qualità, alla quantità effettivamente prodotta, dei rifiuti solidi urbani e al costo dello smaltimento; 2. Le tariffe per ogni categoria o sottocategoria omogenea sono determinate dal comune, secondo il rapporto di copertura del costo prescelto entro i limiti di legge, moltiplicando il costo di smaltimento per unità di superficie imponibile accertata, previsto per l'anno successivo, per uno o più coefficienti di produttività quantitativa e qualitativa di rifiuti; Visto il D.Lgs n Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della L. 23 ottobre 1992, n. 421, il quale all'art.19 "Istituzione e disciplina del tributo", stabilisce che: omissis Con delibera della giunta provinciale, da adottare entro il mese di ottobre di ciascun anno per l'anno successivo, il tributo è determinato in misura non inferiore all'1 per cento né superiore al 5 per cento delle tariffe per unità di superficie stabilite ai fini della tassa di cui al comma 2; qualora la deliberazione non sia adottata entro la predetta data la misura del tributo si applica anche per l'anno successivo; Vista la L , n. 296, art. 1, comma 169, il quale stabilisce che: Gli enti locali deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. Dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all'inizio dell'esercizio purché entro il termine innanzi indicato, hanno effetto dal 1 gennaio dell'anno di riferimento. In caso di mancata approvazione entro il suddetto termine, le tariffe e le aliquote si intendono prorogate di anno in annoi; Considerato che la tariffa deve coprire tutti i costi afferenti al servizio di gestione dei rifiuti urbani, secondo quanto previsto dall'art.3 del regolamento comunale; Ritenuto di procedere, per l'anno 2012, alla rideterminazione con un aumento percentuale del 3,20%, relativo all'adeguamento all'indice ISTAT dell'esercizio 2011, delle tariffe inerenti la tassa rifiuti solidi urbani; Acquisiti i pareri favorevoli, ai sensi dell'art.49, del D.Lgs. n.267/2000, in ordine alla regolarità tecnica e contabile, che si riportano nel presente atto; Con voti unanimi, favorevolmente espressi in forma palese, D E L I B E R A GIUNTA COMUNALE Atto n.ro 52 del 07/06/ Pagina 2 di 5

3 1. Di determinare, per l'anno 2012, nelle misure sottoriportate le tariffe inerenti la tassa per la gestione dei rifiuti urbani di cui all'art. 3 del regolamento comunale: DESCRIZIONE UNITA' MISURA Anno 2011 EURO Anno 2012 EURO CIVILI ABITAZIONI PRIVATE - USO ABITATIVO- compreso cantine, garage m 2 3,40 3,50 e altre pertinenze COMMERCIALE - ALIMENTARE E ASMILATI: locali commerciali destinati alla vendita al dettaglio (compresi i laboratori annessi alla vendita e le pertinenze strutturalmente collegate)quali: - esercizi generi alimentari, m 2 6,90 7,10 frutta e verdura, macellerie, panifici, pescherie, fiori, supermercati e assimilabili. COMMERCIALE - NON ALIMENTARE: locali commerciali destinati alla vendita al dettaglio (comprese pertinenze strutturalmente collegate)quali: esercizi diversi da quelli alimentari - abbigliamento, m 2 6,50 6,70 artigianato, souvenirs, merceria, oreficeria, giocattoli, articoli sportivi, calzature, cartolibrerie, farmacie, profumeria, tabaccheria, prodotti per la casa e locali assimilabili. COMMERCIALE - EDILIZIA ED ARREDAMENTI: locali destinati alla vendita m 2 6,50 6,70 (compresi i laboratori con annesse rivendite e pertinenze strutturalmente collegate) quali: - esercizi destinati alla vendita di mobili, materiali idrosanitari, materiali per edilizia comprese pertinenze, depositi e magazzini anche se non strutturalmente collegate con il punto vendita. MERCATO AMBULANTE : banchi vendita nel mercato ambulante - per i m 2 6,90 7,10 mercati la tassa si applica a mq. di suolo pubblico concesso per qualsiasi merceologia. ALBERGHI SENZA RISTORANTE : locali destinati a pubblici esercizi : m 2 6,50 6,70 alberghi, locande, pensioni, bed & breakfast. ALBERGHI CON RISTORANTE: locali destinati a pubblici esercizi: m 2 6,90 7,10 alberghi, locande, pensioni, agriturismi. PUBBLICI ESERCIZI - BAR, PIZZERIE E RISTORANTI: locali destinati a m 2 6,90 7,10 pubblici esercizi: bar, caffetterie, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, gastronomie ed esercizi assimilati. SALE DA BALLO: locali destinati a pubblici esercizi: locali notturni, discoteche, sale da ballo in genere. m 2 6,90 7,10 STABILIMENTI BALNEARI: stabilimenti balneari, sportivi, nautici, parcheggi a pagamento ed assimilabili (la tassa si applica sull'area m 2 2,24 2,30 disponibile delimitata o avuta in concessione) DISTRIBUTORI DI CARBURANTI m 2 6,50 6,70 ESTETICA: locali destinati a negozi di: parrucchiere, estetica, lavanderie. m 2 6,30 6,50 LABORATORI ARTIGIANI: locali destinati a laboratori artigiani: falegnamerie, officine meccaniche ed idrauliche, tappezzerie, vetrerie, elettrauti, carrozzerie, gommisti, calzolerie e locali assimilabili. m 2 5,60 5,70 TEATRI ED IMPIANTI SPORTIVI: locali destinati a teatri, cinema, palestre private, impianti sportivi e locali assimilabili. m 2 1,65 1,70 UFFICI E STUDI PRIVATI: locali destinati a studi professionali in genere, m 2 6,05 6,25 banche, assicurazioni, agenzie di affari, di viaggi, autoscuole, studi medici e locali assimilabili. SCUOLE ED ORGANIZZAZIONI CULTURALI: locali destinati a sedi di m 2 1,10 1,15 organizzazioni politiche, sindacali, culturali, comprese scuole. CAMPEGGI m 2 6,50 6,70 LOCALI UTILIZZATI DA ALTRI ENTI PUBBLICI: m2 1,65 1,70 GIUNTA COMUNALE Atto n.ro 52 del 07/06/ Pagina 3 di 5

4 2. Di dare atto che le tariffe di cui sopra garantiscono l'integrale copertura dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani; 3. Di dare, altresì, atto che sulle tariffe determinate come sopra verrà applicato il tributo provinciale per la tutela dell'ambiente nella misura che verrà determinata con deliberazione della Giunta Provinciale; 4. Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, con separata ed votazione, ai sensi dell'art. 134, comma 3, del D.Lgs. n. 267/2000. PARERE FAVOREVOLE sulla regolarità tecnica e contabile - art. 49 del D. Lgs. n. 267/2000. Il Responsabile del Servizio (Dr. Claudio Furcas) GIUNTA COMUNALE Atto n.ro 52 del 07/06/ Pagina 4 di 5

5 Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto. IL NDACO DR. BRUNDU PIETRO Il sottoscritto, visti gli atti d'ufficio ATTESTA che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all'albo Pretorio di questo Comune dal giorno 15/06/2012 per rimanervi quindici giorni consecutivi. (art. 124, c.1, del T.U , n. 267). Budoni lì 15/06/2012 La presente deliberazione è divenuta esecutiva a tutti gli effetti a termini : Del III comma dell'art. 134 del D.Lgs , n. 267, essendo trascorsi 10 (dieci) giorni dalla pubblicazione sopra certificata; Del IV comma dell'art. 134 del D.Lgs , n. 267, essendo stata dichiarata immediatamente eseguibile. Si attesta che la presente è copia conforme all'originale Budoni, lì GIUNTA COMUNALE Atto n.ro 52 del 07/06/ Pagina 5 di 5