L INFORMATORE LOMELLINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INFORMATORE LOMELLINO"

Transcript

1 Pagliari TOYOTA NYK MITSUBISHI di Marco e Daniele Pagliari & C. s.n.c. T.C.M. YALE KOMATSU NISSAN VENDITA - ASSISTENZA - NOLEGGIO OLTRE 300 CARRELLI ELEVATORI IN PRONTA CONSEGNA Concessionaria NOVITÀ: CORSI PER CARRELLISTI VIGEVANO (PV) - Via Pietro Nenni, 5 Tel Fax L INFORMATORE LOMELLINO settimanale indipendente d informazione pizza.cucina.pub Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale art.1 Comma 1 DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Pavia Anno 64 N Euro 1,00 Mercoledì Sara Preceruti chef donna numero uno A pagina 30 Mortara: smantellato rame e ferro alla Marzotto A pagina 15 Parona: proteste per i disagi in stazione A pagina 10 Mortara: rom 18enne rapita in strada a scopo matrimoniale La nuova struttura perde sei alunni e ora il palazzo alle prese con gli esuberi Mortara: pochi bimbi all asilo, una maestra cambierà mestiere MORTARA - E stata avvicinata da un auto con quattro energumeni, che l hanno caricata a forza. Una parente 16enne racconta che l hanno prelevata a scopo matrimoniale. Una vicenda tra rom accaduta in corso Cavour martedì mattina. Pagina 6 MORTARA - E costato oltre un milione di euro, ed è stato inaugurato nel 2011 con una mega risottata, ma ora diventa una spina nel fianco del bilancio comunale. La perdita di sei iscritti mette in crisi la scuola materna comunale e una maestra ora dovrà cambiare lavoro. Un ennesimo effetto dell onda lunga degli errori della giunta Robecchi, che finisce tra i piedi degli amministratori. Anche i costi di gestione sono oggi circa raddoppiati. Pagina 14 Mede: Semir Modica ai mondiali kickboxing in Brasile A pagina 31 INTERVENTO Oggi sono i nostri cuori ad essere in crisi Wei Ji. Una parola. Due ideogrammi. I nostri vicini cinesi sanno bene qual è il significato di questa parola. Io ve lo farò spiegare da qualcuno che sicuramente ne sa più di Paola Doria A pagina 4 di me. John Fitzgerald Kennedy diceva Scritta in cinese la parola crisi è composta da due caratteri uno rappresenta il pericolo e l altro rappresenta l opportunità. Caro direttore, ho letto con interesse l intervento della Signora Mariangela Zenoni. Interessante e anche bello. L incipit, Eccomi qua direttore, pronta a dare ROBBIO - Via Gramsci, 1 - Tel VIGEVANO - C.so Torino, 27 - Tel MEDE - C.so Cavour, 52 - Tel GAMBOLÒ - Via Mazzini,37 - Tel INTERVENTO Fondazione Coghi, mi restano dei dubbi di Capitan Nemo A pagina 5 tutte le informazioni., non è certo banale. La Signora Zenoni è senza dubbio informata e competente; lo stile non è né pedante né banale.

2 L INFORMATORE LOMELLINO Terza Pagina 3 La storia di Benedetto Cairoli Questa volta ci spostiamo a Gropello Cairoli che prende il suo nome dai fratelli Cairoli, patrioti pavesi, originari proprio del paese, che sono state delle figure di spicco nel Risorgimenti italiano. Carlo Cairoli, il capo famiglia, è erede di agiati proprietari terrieri della Lomellina. Di professione è medico ed è anche professore di Chirurgia all Università di Pavia. Carlo diventa poi anche podestà del capoluogo di provincia durante il Governo Provvisorio del 1848 ma tornati gli austriaci deve riparare in Piemonte ove poi muore esiliato. Conosce Adelaide Bono, figlia di un prefetto di Milano sotto Napoleone e poi conte dell Impero. I due s innamorano e si sposano. Dalla loro unione nascono ben sette figli: Benedetto, Rachele, Emilia, Ernesto, Luigi, Enrico e Giovanni. Il maggiore è Benedetto ( ). Studia al liceo classico Ugo Foscolo e poi Giurisprudenza e fin da giovane si fa partecipe del crescente clima anti austriaco e patriottico che dominava in città e che si sarebbe tradotto più avanti in una larghissima partecipazione degli studenti ai battaglioni volontari durante la prima guerra d indipendenza. Mentre il padre era il podestà di Pavia, il giovane Benedetto partecipa alle Cinque Giornate di Milano e nel 1859 ottiene un comando, insieme al fratello Ernesto, nel corpo dei Cacciatori delle Alpi di Garibaldi. Benedetto partecipa anche alla spedizione dei Mille nel 1860 questa volta insieme all altro fratello più piccolo Enrico. Fu ferito ben due volte la prima a Calatafimi e la seconda, la più grave a Palermo. Sei anni più tardi, diventato colonnello, lega ancora una volta il suo destino a quello dell Eroe dei Due Mondi, partecipando alla campagna in Trentino ed un anno più tardi a Mentana. Nel 1870 Benedetto partecipa ai negoziati informali con Bismarck, negoziati nel corso dei quali il Cancelliere di Ferro avrebbe promesso l appoggio all annessione di Roma all Italia se il Partito Democratico si fosse dato da fare per impedire l alleanza di Vittorio Emanuele II con Napoleone III. Benedetto fu il più importante rappresentante della sua famiglia, non solo per il suo grande valore militare il patriota lomellino che guidò due governi di sinistra ma anche per il fatto che tutti i fratelli morirono durante il Risorgimento. Il padre cessò la sua esistenza in esilio, Ernesto tra i Cacciatori delle Alpi, Luigi morì di tifo a Cosenza durante la spedizione dei Mille, Enrico se ne andò nel 1867 insieme a Giovanni. Fu l unico superstite della sua casata: anche le donne di famiglia ebbero vita breve mentre la madre continuò per tutta la sua esistenza a rifiutare onorificenze di ogni tipo e questo rese ancor più gradita la figura dei Cairoli agli italiani che videro nella madre e in Benedetto due esempi eccellenti di amor di patria incondizionato. Dopo l Unità d Italia Benedetto Cairoli prese parte attivamente alla vita politica del Paese. Ricoprì la carica di presidente della Camera e fu presidente del Consiglio per ben tre volte. 1876: la Sinistra è al potere e Cairoli è deputato da quasi 16 anni. Diventa capogruppo parlamentare di maggioranza e dopo la caduta dei governi di Depretis e Crispi nel 1878 forma il suo primo governo. La sua politica estera fu filofrancese, determinata ad ottenere l indipendenza del Trentino ed in linea con i sentimenti della Sinistra italiana e questo suo pensiero si concretizzò maggiormente anche grazie al suo matrimonio con la patriota trentina Elena Sizzo Noris. Ma la Francia era debole e la posizione del Cairoli in materia estera metteva l Italia in una posizione spinosa ed infatti durante il Congresso di Berlino non ottiene nessun beneficio, neanche il riconoscimento di un Trentino italiano. È questo il motivo principale che crea scontento tra la popolazione. La popolarità di Cairoli cade con l attentato al re Umberto I (17 novembre 1878) e così cadde anche il suo governo. Cairoli ritorna al potere il luglio 1879 dopo un breve intervallo di Depretis con il quale forma un governo di coalizione nel quale assunse gli incarichi di primo ministro e ministro degli esteri. Francia e Italia ambivano alla colonizzazione della Tunisia. Cairoli, contrario ad una politica militarista se la vide sfuggire dalle mani, confidando su un azione di contenimento francese da parte dell alleato inglese. E nel 1881 cade anche l ultimo governo Cairoli dopo l occupazione francese della colonia tunisina. La strada era aperta a Crispi, uomo anch esso di sinistra che bramava ad allearsi con il tedesco, divenendo responsabile dell Italia come membro della Triplice Alleanza. Benedetto Cairoli, dopo la batosta, lascia la politica e si ritira a vita privata. Fu insignito nel 1887 del Collare dell Annunziata e morì solo due anni più tardi mentre era ospite di Umberto I a Capodimonte. È sepolto insieme alla famiglia nel Sacrario che è Monumento Nazionale a Gropello Cairoli. Cairoli fu uno dei più importanti rappresentanti di quella generazione di patrioti che, dopo aver speso tutta la vita cospirando e combattendo valorosamente per la causa dell unità nazionale, non riuscirono ad adattarsi alle responsabilità derivanti dall attività parlamentare e dalle cariche pubbliche statali che furono chiamati ad occupare, e che, a causa della loro scarsa conoscenza degli affari internazionali e del modo di gestire l amministrazione, furono involontariamente di ostacolo allo sviluppo del Paese. Paola Doria

3 4 Interventi L INFORMATORE LOMELLINO 5 L INFORMATORE LOMELLINO Interventi Sono i nostri cuori ad essere in crisi Continua dalla prima VENDESI avviata edicola in centro Mortara. Telefonare ore pomeridiane al numero La festa del 1943 MORTARA Pranzo di leva per i coscritti della classe 1943, che domenica 17 novembre si troveranno per trascorrere una giornata all insegna dell amicizia e della voglia di divertirsi. I partecipanti si ritroveranno in piazza Silvabella alle 12, quindi si trasferiranno al ristorante Italia di San Giorgio per l appuntamento con la buona tavola. Per prenotazioni telefonare ad Antonietta al numero Dunque riflettiamo su queste due chiavi di lettura che questa lingua ci offre. Pericolo: ci sono tanti pericoli per chi è sul mercato del lavoro oggi, con la crisi che continua ad imperare nel mercato. Una crisi senza fine, sembra, quella in cui siamo immersi come una melma che ci avvinghia e ci attira verso il basso. È vero tutti devono fare i conti con le spese di fine mese, i consumi sono in calo. Ma, perdonerete il citazionismo di questa riflessione, come diceva Il Corvo : Non può piovere per sempre. Prima o poi la crisi cesserà. Sbaglia chi pensa che un aiuto (divino o di qualunque altro genere) cali dall alto e ci dica che da domani la crisi finirà. Saremmo tutti degli sciocchi a pensarlo. La croce si fa con due legni. Sicuramente questo non è un momento molto felice dal punto di vista economico e sì, ci sono delle difficoltà. I fattori della crisi non solo solamente esterni. Ci sono i nemici interni. Siamo noi che facciamo la crisi spesso con i nostri sentimenti negativi, con il nostro lassismo, con la nostra voglia di apparire anziché di fare. Siamo noi, il nostro cuore, la nostra volontà ad essere in crisi. Sentimenti negativi generano altri sentimenti negativi creando un circuito senza fine (apparentemente) dal quale non si riesce ad uscire. Bisogna spezzare queste catene stile nuvola di Fantozzi ed avere un attitudine positiva verso le cose e chi ci sta intorno. Bisogna che ognuno di noi si alzi la mattina e la smetta di dire non ce la posso fare, che schifo ma I Care ovvero io tengo a qualcosa. Tengo alla mia famiglia, tengo alle persone che mi stanno intorno, mi preoccupo di svolgere al meglio il mio lavoro e di amare il territorio in cui vivo. Già, il territorio. Questo non è una vacca da mungere. È come il nostro bambino che va coltivato e trattato bene, gestito con lungimiranza perché possa dare buoni frutti. Dobbiamo abbandonare la mentalità, che ormai in tempi di vacche magre (sempre per rimanere in tema di bovini) non funziona più, di sfruttare chi e cosa ci circonda. Le cose e le persone sono una risorsa preziosa: usiamole, confrontiamoci con loro, relazioniamoci in maniera positiva senza pensare ad invidie o paure perché le paure in tempo di crisi sono un freno incredibile. Nessuno ci chiede l impossibile: solo che ognuno di noi, nel suo piccolo, metta una goccia positiva ogni giorno che con il tempo diventerà un mare. Opportunità. Non guardiamo solo agli esempi negativi, alle persone che cadono sul loro percorso ma a chi nonostante tutto ce l ha fatta. Ci sono realtà che, nonostante la crisi, sono ancora a galla o addirittura stanno crescendo. E se uno in passato ha fallito, beh, anche questa è un opportunità di cambiamento per imparare dai propri errori e rialzarsi con più voglia di farcela di prima. Sempre Kennedy, nel discorso inaugurale del suo mandato il 20 gennaio 1961 diceva: Non chiedete cosa possa fare il Paese per voi: chiedete cosa potete fare voi per il Paese. Non possiamo spaccare le montagne ma nel nostro piccolo possiamo fare la differenza. Per farla c è bisogno di costanza, tenacia e amore. Quindi rimbocchiamoci le maniche perché c è un nuovo mondo da costruire! Estote parati, diceva qualcuno sicuramente più importante di me, il mondo sta cambiando, dobbiamo essere pronti al cambiamento! Vi lascio con le parole, non mie ma di Albert Einstein sulla crisi (non si è occupato solo di fisica relativistica ) e vorrei che voi che leggete qui e ora ci faceste un pensierino. Non possiamo pretendere Cerco vecchia bici da corsa anni 30,40,50. Prezzo da concordare. tel che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E nella crisi che sorge l inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell incompetenza. L inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c è merito. E nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla. Paola Doria L INFORMATORE LOMELLINO Direttore responsabile: GIOVANNI ROSSI Direzione - Amministrazione Mortara, Via Roma 35 tel. 0384/ fax 0384/ Corrispondenza: Casella Postale Mortara Iscritto nel Registro dei giornali e periodici del Tribunale di Vigevano al n 17/51 Editore LO.G.I.C.A. Multimedia scrl Via Roma Mortara Tel Stampa Lito Nord srl Parona Tel. 0384/ Abbonamento annuo euro 50 Fondazione Coghi, i dubbi (e i fanghi) Dopo il voila Eccomi qua dal tono, un po alla Wanda Osiris come direbbe qualche scarghardo buontempone lomellino, l impostazione dello spiegone diventa più quella di una maestrina che, per l ennesima volta, rende comprensibile pazientemente il teorema di matematica, ai testoni dei suoi alunni. Ora, direttore, mi permetta di rivolgermi, tramite il suo giornale, direttamente alla Signora Zenoni. Stimatissima Signora, tutti noi, signori nessuno, siamo sommersi da un mare di informazioni. Tanti, come me, all interno del loro Nautilus, alzano il periscopio e si guardano intorno. Non possono veder altro però che delle fettine della realtà che li circonda. Anche la vista di queste fettine spesso è falsata perché c è qualcuno (tanti?) che, per il suo interesse, si mette a fare l onda e sporca le lenti del periscopio con una nauseabonda sostanza marrone. Quindi, ci troviamo nelle condizione di colui che si innamora della bionda, spiata dal buco della serratura; quando poi ha l occasione di conoscerla di persona, tutta intera e parlante, si accorge che la maliarda ha la testa vuota che, ovviamente, non è riempibile di silicone come il resto. Lei, Stimata Signora Zenoni dedica parte del suo tempo ad informarci, in modo competente e non banale, tutto l Amba Aradam dei rapporti fra Società Agricola Sviluppo srl e Fondazione Coghi; Lei ci dice come, solo in seguito, sarà possibile fa Fondazione Coghi, la replica alle affermazioni di Mariangela Zenoni Carissima dr.ssa Mariangela Zenoni, ho letto con attenzione la copiosa risposta che ha fornito. Vede, noi mortaresi siamo un po distratti, ma non del tutto tonti. Infatti il concreto Direttore Rossi ha sintetizzato perfettamente in tre righe il pensiero di tutti. Mi consenta di sottolineare qualche aspetto della sua lettera, chiedendole: la volontà della compianta signora Vera Coghi, manifestata attraverso il testamento è stata quello di creare una fondazione senza fini di lucro con il compito preciso di favorire iniziative in campo sanitario, acquistando attrezzature per le strutture Continua dalla prima ospedaliere dell Asilo Vittoria di Mortara o addirittura la costruzione, si diceva, di un nuovo ospedale, o no? Lei dichiara invece che qualora i fondi ci saranno.non potremmo in ogni caso devolvere fondi all Ospedale di Mortara. Ci spiega che c è un Fondo di dotazione che invia ad un fondo di gestione (come scatole cinesi) che potrà investire in strutture sanitarie del territorio. La struttura sanitaria del territorio è il nostro ospedale o no? Altre strutture sono private con fini di lucro. Veniamo a conoscenza di un cosiddetto Centro geriatrico che nessuno conosce danè vendendo terreni a scopo cementificazione. Lei cita la battaglia, contro la Centrale di Olevano, in difesa della salute. Bene! Giusto! Però poi si vuole vendere per far cementificare. Allora, non sarebbe meglio se la Fondazione Coghi, per la quale, come Lei dice, per certo l obiettivo finale è quello della sanità, puntasse a realizzare iniziative, opere, azioni di prevenzione nel campo della sanità? Questa è la mia domanda a Lei, stimata Signora Zenoni; a me stesso chiedo: come? Non sono all altezza di rispondere, anche per la mia visione dal periscopio e non dall elicottero, però faccio un tentativo. Lei mi ascolti pazientemente come se fossimo in una riunione di braistorming. Agricola Sviluppo, sui terreni della Fondazione da lei presieduta, potrebbe fare coltivazioni biologiche, allevamenti di bestiame in modo non forzato, con mangimi naturali e fornire ospedali, scuole, case di riposo al prezzo di costo; può fare iniziative di formazione, con sperimentazioni in campo, per gli agricoltori della zona e offrire loro le conoscenze e le capacità per un alternativa alla coltivazione di mais per uso energetico. Potrei andare avanti, ma non voglio rubarle troppo tempo. Sono d accordo che tutto questo va calato nella realtà per vedere ciò che è possibile realizzare in pratica. Però stimatissima Signora Zenoni, mangiando sano, è certo, raggiungeremmo almeno un po dell obiettivo finale della Fondazione Coghi. E poi potrebbe anche essere un discreto affare. Vinitaly e Slow Food lo dimostrano. Coraggio, Signora Zenoni, insieme ai suoi bravi consiglieri e collaboratori, abbiate coraggio, volate alto! Con stima. Capitan Nemo Caro Capitano, mi pare che lei ci sia cascato! Si, mi pare sia cascato nel tranello di dimenticare la volontà della defunta, che non era certo quella di raddrizzare le gambe ai cani (evito di citare le banane perché lei sa che sarebbe un... rischio). La salute dei lomellini è da tempo e definitivamente compromessa e la saggia e lungimirante signora Coghi voleva solo che il suo patrimonio andasse a finanziare una struttura sanitaria della zona, temo per le compromesse condizioni ambientali. Semplice, no? Basta vendere la proprietà e investirla in campo sanitario. Tutto il resto, come direbbe un mio ex editore e saggio amico, sono balle. Anzi un giochino per intrattenere il tempo libero. Vede, caro Capitano, gli allevamenti biologici non stanno (economicamente) in piedi e le alternative al riso sono lo smaltimento a valanga di porcate, tipo fanghi. Ma Capitano lei ha letto le statistiche sui controlli fatti ai fanghi? Ha letto quanti controlli fanno e quanti campioni sono in regola? Per favore lo faccia e vedrà che le si accappona la pelle. Ma lei si rende conto di dove viviamo? Quella santa donna della Coghi lo aveva capito molto prima e aveva deciso che a noi servissero ospedali. Speriamo che non si rigiri nella tomba... Giovanni Rossi euro./anno, quindi euro per la Croce Rossa, benissimo. Ma il materiale infermieristico per la cooperativa dei medici di base non trova giustificazione. Lei mi insegna come commercialista che i medici sono liberi professionisti che detraggono le spese per la propria attività professionale dalla dichiarazione dei redditi, o no? Perché non aiuta anche noi geometri per le spese dei nostri studi? Che ci azzecca l uso della fondazione sui problemi della Centrale di Olevano? Lo scopo della sua partecipata è di fare utili? Per chi? Se non per i cittadini di Mortara e Castello d Agogna e per il nostro Ospedale? Abbiamo tutti l impressione, leggendo quell articolata spiegazione che, per lei, sia importantissimo tenere in vita a lungo la Fondazione, non precisamente per gli scopi di chi l ha voluta. Auspichiamo insomma che le risorse venissero impiegate secondo la volontà della Signora Coghi e le necessità dei mortaresi. Queste le sembrano conclusioni affrettate e semplicistiche? Senza spirito polemico, credo sia un onore contribuire al progresso dell Ospedale della nostra gente, secondo il mandato ricevuto, o no? Aldo Carena Laboratorio orafo: vendita di oggetti nuovi e usati (sterilizzati e rimessi a nuovo SI VALUTANO POLIZZE PEGNO

4 6 Cronaca L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Cronaca 7 Roberta Vecchio MORTARA Avevano deciso di farla sposare con un loro parente. Ma la ragazza prescelta proprio non ne voleva sapere. Per questo ieri mattina, attorno alle 9, quattro uomini di origine romena hanno avvicinato la malcapitata in ieno centro città e l hanno caricata di forza sull auto, davanti agli occhi sgomenti della cugina 16enne che è rimasta leggermente ferita nel tentativo di opporsi al rapimento della congiunta. Questo lo sconcertante episodio avvenuto ieri mattina in strada, nel trafficato corso Cavour, a quell ora frequentato da numerosi passanti. Con un azione fulminea, che comunque è stata osservata da parecchi cittadini mortaresi, un auto con a bordo quattro energumeni, alla ricerca della sposa per un parente, non ha esitato a bloccare la ragazza appena 18enne, di origine rom. La giovane evidentemente non voleva Castoldi risponde (???) e... grida NESSUNA ACCUSA A CIARLO SOLO CONSTATAZIONI SUL SUO CAMBIO DI ROTTA Con queste promesse sono andati a chiedere i voti: PUNTO 11 DEL PROGRAMMA ELETTORALE VIVI CASTELLO ( Candidato Alessandro Ciarlo ) Affrontare la drammatica situazione del patrimonio comunale lasciato progressivamente decadere e che presenta una situazione di pesante compromissione, in particolar modo per l area dei Laghetti e il Centro Sportivo. Noi riteniamo che, prima di procedere alla vendita di tali beni, occorra individuare e perseguire altre strade, tra cui in primis la responsabilizzazione e il coinvolgimento pieno di tutte le risorse del volontariato locale. Punto H programma lista CRE- SCERE UNITI PER CASTELLO A nome di tutta l Amministrazione Comunale porgo un ringraziamento speciale a tutti i cittadini che, grazie alla loro proficua ed energica collaborazione, hanno garantito il successo di un evento di solidarietà sociale. In una sola giornata Mortara: giovane rom viene rapita in pieno centro a scopo matrimonio saperne delle nozze combinate e per tutta risposta ha cercato di darsi rapidamente alla fuga. Senza darsi per vinti gli occupanti della vettura sono passati alle maniere forti, prelevandola, caricandola di peso sull auto e allontanandosi in tutta fretta. O almeno così pare. Infatti, il racconto della vicenda è stato fatto da una cugina della giovane sequestrata, una 16enne, sempre di origine rom. La stessa ragazzina sarebbe andata in aiuto della parente, poi rapina, cercando di opporsi al sequestro, fino a restare a sua (Candidata Lina Iori ) RIVALORIZZAZIONE DELL OASI VERDE LAGHETTI ZERMAGNONA (TRAMI- TE IL COINVOLGIMENTO DEGLI AMANTI DELLA PE- SCA SPORTIVA E ASSOCIA- ZIONI DI VOLONTARIATO Questi sono i punti relativi relativi ai LAGHETTI ZER- MAGNONA presenti sui programmi delle liste VIVI CA- STELLO e CRESCERE UNITI. Ci fa piacere che ora venga fatto esattamente quello che avremmo fatto noi se avessimo vinto e che ha cercato di fare l amministrazione precedente di cui io ho fatto parte. Alle mie constatazioni Ciarlo risponde girando la frittata. Hanno preso i voti promettendo IL COINVOLGIMENTO DEL VOLONTARIATO salvo poi accettare senza obiettare una decisione esattamente contraria: LA VENDITA. volta leggermente ferita. Portata al pronto soccorso dell Asilo Vittoria le sono state riscontrate escoriazioni di lieve entità giudicate guaribili in tre giorni. Ora le dichiarazioni della 16enne sono al vaglio dei carabinieri, che immediatamente hanno avviato le indagini che si muovono in un panorama a dir poco preistorico. Quando una donna non la si conquistava con un fiore o una cena romantica, ma semplicemente con una mazzata ben assestata. Evidentemente nel terzo millennio certe abitudini sono ancora dure a morire. Raccolta latte, l assesore Pecchenino ringrazia sono stati raccolti litri di latte che andranno alle associazioni che distribuiscono generi alimentari alle famiglie bisognose. Ringrazio inoltre, le associazioni, tutto il mondo del volontariato, i supermercati Zeme: alla Pergolesca i carabinieri scoprono cinque quintali di rame ZEME - Le fiamme nella notte di lunedì non sono sfuggite ai carabinieri di Zeme, che alla cascina Pergolesca, hanno rinvenuto alcune matasse di cavi di rame rivestiti in plastica, di probabile provenienza furtiva, che al termine della combustione delle guaine, venivano recuperati. In tutto circa cinque quintali di rame che era stato asportato nelle ore serali tra l 11 e il 12 novembre, presso un deposito dismesso del logistico di Mortara. Episodio per cui non risulta presentata la relativa denuncia. (r.v.) Nessuno vuole fare una colpa all attuale amministrazione. I laghetti vengono venduti per questioni di bilancio (il famigerato PATTO DI STABILITA..) NON C ERA e NON C E NESSUN MOTIVO PER TENE- RE I LAGHETTI DI PROPRIE- TA COMUNALE. Chi eventualmente li acquisterà non se li porterà a casa, ma li gestirà aprendoli al pubblico. Bene ha fatto l attuale amministrazione ad agire con realismo cercando. Di venderli. Ciarlo e la Lista Vivi Castello in passato non sono mai stati daccordo sulla vendita a prescindere dalle motivazioni che potevano giustificarla. E sotto gli occhi di tutti un loro diverso atteggiamento verso l attuale Amministrazione rispetto alla precedente a parità di decisioni prese. Non si chiede a Ciarlo di accusare gli attuali amministratori, ma di essere coerente con le sue promesse elettorali e con quanto da lui sostenuto in passato sui LAGHETTI. Se ha cambiato idea non c è nulla di male anzi, gli faccio miei complimenti ma spieghi il perchè invece di essere risentito verso chi glielo fa notare. Comunque sia: 4 liste daccordo sulla vendita. QUESTO SI CHE E UN GOL! Marco Castoldi Non abbiamo ben capito il senso di questa lettera piena di evoluzioni formali, sbattuta tra maiuscole e grassetti, che noi doverosamente abbiamo rispettato. Come si dice sul web, quando una persona scrive in maiuscolo sta gridando. Noi ci siamo abituati, perché in zona sono tanti quelli che dopo essere stati trombati alle elezioni non trovano di meglio da fare che imperversare sui giornali, spiegando che tutto il resto del mondo si sbaglia oppure non li capisce. Contenti loro... Giovanni Rossi Bennet e Gulliver l Ufficio Servizi Sociali per l eccezionale supporto fornito nella giornata di sabato dedicata all evento: Regalaci un litro di latte a lunga conservazione. L assessore ai Servizi sociali e alle Associazioni di volontariato Elio Pecchenino Roberta Vecchio CILAVEGNA Coltello alla mano ha minacciato la tabaccaia costringendola a consegnargli l incasso, quindi si è dileguato in sella ad una bicicletta fra le vie del paese. Bottino 500 euro. E una rapina lampo quella perpetrata lunedì mattina, attorno alle 9 e 45, ai danni della tabaccheria di via Gramsci, a Cilavegna. In azione un bandito solitario col volto parzialmente nascosto da cuffia e sciarpa e armato di un coltello da cucina. Incurante del fatto di agire alla luce del sole e del Cilavegna: assalta una tabaccheria e poi se la batte su una bicicletta fatto che l obiettivo prescelto si affaccia sulla via centrale del paese, all angolo con la piazza della chiesa parrocchiale, il bandito è entrato nella rivendita spacciandosi per un normale cliente. Ma è solo quando è rimasto a tu per tu con la proprietaria che il balordo ha manifestato le sue reali intenzioni. Vale a dire affrontare e minacciare con un coltello la titolare Marisa Mondo, una 35enne residente a Vigevano, che era dietro il banco e che non ha potuto fare altro che consegnare tutto il denaro custodito nella cassa. Vale a dire circa 500 euro in banconote di vario taglio che il rapinatore ha arraffato e infilato in tasca. Una volta ottenuto quanto voleva si è quindi allontanato in tutta fretta Gambolò: ladri in azione al market Famila, svuotate le due casseforti GAMBOLO' Per raggiungere il loro obiettivo hanno approfittato del buio della notte. Poi, dopo aver forzato la grata di una finestra ed essersi introdotti nel supermercato Famila, hanno svuotato le due casseforti che erano negli uffici. Non è ancora stato quantificato nel dettaglio, ma potrebbe essere di alcune migliaia di euro, il valore del furto messo a segno nella notte fra domenica e lunedì ai danni del supermercato Famila di viale Industria, a Gambolò. Molto probabilmente ad entrare in azione è stata una banda che ha raggiunto l area a bordo di una vettura e che aveva con sé tutto l occorrente per forzare la grata della finestra attraverso la quale si è poi introdotta nel MORTARA A tradirlo è stata la sua passione per i salami, che ha arraffato dagli scaffali del Bennet e poi ha nascosto sotto gli abiti, in un body appositamente modificato e rivestito di carta stagnola. Non è riuscito a farla franca Claudiu Mihai Relu, un romeno di 27 anni domiciliato a Sant Angelo Lodigiano, nullafacente e pluripregiudicato, che la scorsa settimana è stato arrestato in flagranza del reato di rapina impropria dai carabinieri della stazione di Mortara. L uomo infatti è stato sorpreso mentre cercava di allontanarsi dal centro commerciale di via Lomellina letteralmente farcito di dieci salami ed altri generi alimentari, fra cui diverse confezioni di salmone affumicato e cioccolato, del valore complessivo pari a circa 200 euro. Merce che aveva nascosto nel body che indossava sotto il giubbotto e che aveva modificato aggiungendovi delle capienti tasche e rivestendolo di carta stagnola. Fatto è che una volta superata la barriera delle casse e fatto scattare il dispositivo antitaccheggio, il romeno ha cercato di fuggire strattonando un addetto della vigilanza. Una mossa che non solo non gli ha evitato di essere bloccato ma che ha peggiorato la sua condizione, trasformando il furto nel reato di rapina impropria. Da qui l arresto in flagranza compiuto dai carabinieri, che dopo aver recuperato la refurtiva, del valore di circa 200 euro, ed averla riconsegnata ai responsabili del centro commerciale hanno trasferito l uomo in caserma in attesa del processo per direttissima. Nel corso degli accertamenti svolti dai militari mortaresi è emerso che Claudiu Mihai Relu è un ladro professionista specializzato in furti ai danni dei centri commerciali. L uomo, infatti, sarebbe solito rubare prodotti alimentari per poi rivenderli a prezzi nettamente in sella a una bicicletta di colore chiaro, dileguandosi fra le vie limitrofe. Nonostante il tempestivo intervento dei carabinieri di Gravellona il bandito è riuscito a far perdere le proprie tracce. Le indagini comunque proseguono. punto vendita. Una volta dentro i ladri non avrebbero perso tempo prezioso dirigendosi a colpo sicuro verso gli uffici dove si trovavano le due casseforti e dove con molta probabilità era custodito l incasso del fine settimana. Forzieri che hanno aperto e svuotato del loro prezioso contenuto. Poi la fuga che ha permesso ai banditi di dileguarsi apparentemente senza lasciare tracce. La scoperta del misfatto è avvenuta all alba di lunedì, attorno alle 5 e 30, quando il vicedirettore del supermercato ha chiesto l intervento dei carabinieri, immediatamente intervenuti per un sopralluogo e per dare il via alle indagini. (r.v.) Mortara: maniaco romeno del salame preso al Bennet competitivi ad altri commercianti, in particolare della provincia di Lodi. Un lavoro alternativo che lo ha portato a collezionare un altro arresto e altre quattro denunce per furto e furto aggravato ai danni di altrettanti centri commerciali del Lodigiano. Il giorno successivo, dopo la convalida dell arresto, il magistrato ne ha disposto la custodia cautelare ai domiciliari presso la sua abitazione di Sant Angelo Lodigiano. Il 27enne romeno ha ricevuto anche un foglio di via obbligatorio che gli vieta di tornare nel comune di Mortara per i prossimi tre anni. (r.v.)

5 8 Cronaca L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Cronaca 9 GROPELLO E stata una notte di intenso e proficuo lavoro quella svolta dai carabinieri della compagnia di Vigevano tra venerdì e sabato scorsi nell area compresa tra Gropello e Garlasco. Al servizio coordinato finalizzato alla prevenzione dei furti in abitazione, delle rapine ai danni di esercizi commerciali, nonché al controllo delle persone in transito nella zona, hanno preso parte i carabinieri di Gropello e una decina di militari giunti in supporto dalle stazioni di Candia e Gambolò. Il servizio coordinato è stato voluto dal capitano Rocco Papaleo (nella foto) allo scopo di intensificare maggiormente il controllo del territorio di Gropello, negli ultimi tempi teatro di vari furti. Nel corso della nottata sono state denunciate a vario titolo complessivamente dieci persone, fra le quali due taccheggiatrici di origine romena che sono state fermate nei pressi dell ingresso autostradale. Si tratta di ROBBIO Si è presentato alla porta di casa spiegando di essere un operaio e di dover controllare la rete idrica. Ma invece delle verifiche se l è data a gambe con i soldi e i gioielli del pensionato. A cadere nella rete di un truffatore senza scrupoli è stato un vedovo di 86 anni residente a Robbio, che lunedì pomeriggio ha aperto la porta ad uno sconosciuto che indossava una pettorina di colore arancione e che si è qualificato come tecnico della rete idrica. Una volta entrato nell abitazione il falso operaio ha consigliato all anziano di mettere i soldi e i gioielli dentro al frigorifero, dove sarebbero stati al riparo dalle possibili radiazioni emesse dall attrezzatura che aveva con sé. Una scusa davvero poco credibile che però non ha destato sospetti nel pensionato, che ha scrupolosamente seguito le indicazioni riponendo tutti i suoi averi nella cassaforte alternativa. Fatto è che dopo aver distratto il padrone di casa, il truffatore è riuscito ad impossessarsi del Dieci denunciati nell operazione dei carabinieri presso Gropello M.M.N., 35 anni, ed E.N., 27 anni, entrambe residenti a Ferrera. Per loro l accusa è di furto aggravato. Le donne sono state rintracciate alcune ore dopo aver messo a segno un colpo ai danni di un pensionato di 79 anni che avevano fermato per strada, a Zinasco. Dopo avergli chiesto un informazione, le due lo avevano abbracciato riuscendo a sfilargli la catenina ed il braccialetto d oro che indossava. Quindi si erano velocemente allontanate a bordo di un auto. Da qui le indagini lampo che hanno permesso in poche ore di rintracciarle le responsabili e di recuperare la re- Robbio: convince il pensionato 86enne a mettere i soldi nel frigo e poi li ruba bottino senza alcuna fatica e altrettanto agevolmente ha raggiunto la strada facendo così perdere le proprie tracce. Facile immaginare lo sgomento del padrone di casa quando, aperto il frigorifero, vi ha trovato dentro solo gli avanzi del pranzo e non il prezioso sacchetto con i soldi e gli ori di famiglia. Da qui la chiamata di aiuto lanciata ai carabinieri della stazione robbiese che hanno subito dato il via alle indagini. Al momento il valore della refurtiva non è stato ancora quantificato. (r.v.) furtiva. Gli accertamenti avviati nei loro confronti continuano: è probabile, infatti, che le due donne, unitamente ad altri complici, siano le autrici di almeno altri cinque furti commessi con la stessa tecnica in Lomellina nell ultimo periodo. Sempre la stessa notte sono finiti nei guai per il reato di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso anche tre uomini di origine albanese, tutti pregiudicati: L.K., 41 anni residente a Spinea; M.G., 34 anni, domiciliato a Milano; e G.B., un 26enne anch esso domiciliato a Milano. I tre, che sono stati fermati a bordo di una Lancia Y mentre si aggiravano in una zona residenziale non illuminata del paese, avrebbero cercato di giustificarsi dicendo di essersi persi di voler raggiungere una nota discoteca di Garlasco. Una tesi che non ha convinto i militari che durante la perquisizione dell auto hanno rinvenuto nascosti sotto a un sedile due cacciaviti di grosse dimensioni, una tronchesi ed un seghetto. Il sospetto è che i tre fossero impegnati in un giro di perlustrazione, alla ricerca di un obiettivo da colpire. Al termine delle stesse verifiche M.G.. è stato anche denunciato per non aver ottemperato ad un ordine di espulsione emesso lo scorso ottobre dal prefetto di Milano. Tutti e tre gli albanesi hanno ricevuto anche il foglio di via che vieta loro di tornare nel territorio comunale di Gropello per i prossimi tre anni. Nel corso del servizio, inoltre, sono stati fermati e denunciati anche cinque automobilisti furbetti che risultavano sprovvisti della patente oppure con i tagliandi assicurativi, i documenti della revisione o il certificato di proprietà dell auto palesemente taroccati. E stato invece denunciato per porto di armi atte ad offendere G.L., un pizzaiolo 19enne di origine albanese, residente a Mortara, che durante un controllo stradale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, arma che a suo dire gli sarebbe servita per difendersi da eventuali aggressioni. Rosasco: trovato un cadavere nel Sesia, forse è un73enne scomparso nel Biellese ROSASCO - Macabra scoperta quella effettuata lo scorso sabato da un gruppo di volontari che si adoperano per il ripopolamento della fauna locale su un isolotto nel mezzo del letto del fiume Sesia. Nel tratto che scorre tra la frazione Rivoltella e Palestro è stato ritrovato un cadavere in avanzato stato di decomposizione, con indosso un casco da motociclista. Subito sono state allertate le forze dell'ordine che immediatamente si sono recate sul luogo del ritrovamento e, dopo gli accertamenti di rito, hanno provveduto a riportare a riva la salma, non senza difficoltà a causa della sponda del Sesia in quel punto piuttosto ripida. Dalle prime indiscrezioni pare che potrebbe trattarsi della salma di Albino Cagna, un pensionato di 73 anni scomparso lo scorso 29 settembre da Castelletto Cervo, nel Biellese. Cagna viveva solo, era stato visto per l ultima volta dai dipendenti di un centro ippico della zona, dopodiché se ne erano perse le tracce. Unico indizio il segnale del gps del suo telefono cellulare, che ne aveva rilevato la posizione nei paraggi del torrente Cervo, in quei giorni ingrossato dalle fitte piogge che erano cadute copiose nella zona. Ad avvalorare questa tesi i molti indizi raccolti dai carabinieri di Candia, nella cui giurisdizione rientra il territorio di Rosasco. Il cadavere aveva indosso dei pantaloni bordeaux, un giubbotto rosso nel quale era conservato un telefono cellulare dello stesso modello posseduto dal Cagna e in testa un casco da moto; gli stessi indumenti con cui era stato visto l ultima volta. Un unico elemento sembrerebbe non corrispondente, vale a dire l orologio che Albino indossava sempre e che non è stato trovato, ma si pensa possa essersi slacciato o sfilato a causa della lunga permanenza in acqua del corpo. Il cadavere è stato ricomposto e trasportato presso l obitorio dell istituto di medicina legale del policlinico San Matteo di Pavia, in attesa, così come prevede la legge, del riconoscimento ufficiale da parte dei famigliari. (g.t.) Mortara: arrestati i due rapinatori dell assalto alla pizzeria Lo Scoglio, nel settembre del 2012 Roberta Vecchio MORTARA Per raggiungere i loro obiettivi non si facevano scrupoli a impugnare le armi o, come nel caso del sanguinoso assalto alla pizzeria Lo Scoglio di Mortara, a picchiare a sangue il pizzaiolo. E tutto questo per racimolare denaro da usare per concedersi delle vacanze esotiche insieme alla fidanzate. E grazie a una lunga e brillante attività investigativa se i carabinieri di Vigevano sono riusciti ad assicurare alla giustizia i responsabili di due rapine a mano armata NELLA FOTO il filmato della rapina e sopra Michelangelo Di Pietro (in alto) e Angelo Sciotto commesse a Vigevano e Mortara nell agosto e nel settembre dello scorso anno, rispettivamente ai danni del gestore del bar delle piscine di Cilavegna e della pizzeria mortarese di via Corso di Porta Novara. A finire dietro le sbarre del carcere ducale, in esecuzione di due ordini di custodia cautelare firmati dal giudice Carlo Pasta, sono stati Angelo Sciotto, un muratore di 43 anni residente a Vigevano, pregiudicato per rapina, furti e stupefacenti, e Michelangelo Di Pietro, un imprenditore edile vigevanese di 36 anni, pregiudicato per armi. I militari ducali, coordinati dal capitano Rocco Papaleo e dal tenente Michele Minetti del nucleo operativo radiomobile, hanno inoltre denunciato a piede libero due donne che avevano lavorato come cameriere presso la pizzeria Lo Scoglio. Si tratta della fidanzata di Angelo Sciotto, M.T., 36 anni residente a Borgolavezzaro, accusata di aver partecipato alla fase preparatoria delle due rapine; e dell amica di quest ultima, E.M., una 33enne residente a Nicorvo, per il reato di favoreggiamento personale nei confronti dei due arrestati. Le rapine Il primo assalto commesso dalla coppia Sciotto Di Pietro era avvenuto il 5 agosto del 2012 in strada Vignazza, a Vigevano, dove i due i rapinatori, armati di pistola e fucile a canne mozze, avevano seguito e poi rapinato Massimo Venturo, un vigevanese di 42 anni, gestore di alcuni locali della città ducale e del bar delle piscine di Cilavegna. A razzia conclusa i banditi si erano dileguati con un bottino di 10mila euro. Poco meno di due mesi dopo, il 30 settembre, la seconda, efferata rapina ai danni della pizzeria Lo Scoglio di Mortara. Attorno alle 23 e 45, i banditi, entrambi con volto coperto e armati con pistola e fucile a canne mozze, avevano minacciato e picchiato il titolare del locale Giuseppe Scavi, 63 anni, e il pizzaiolo Raimondo Lo Presti, 42 anni. La furia dei banditi si scatenò soprattutto nei confronti di quest ultimo che, colpito violentemente alla testa con una bottiglia, venne poi ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia dell Humanitas di Rozzano. Fatto è che dopo aver immobilizzato le vittime, Sciotto e Di Pietro si erano impossessati dei soldi contenuti nella cassaforte, circa 7mila euro, e dell orologio Rolex in acciaio e oro del titolare. Le indagini Da qui l avvio delle indagini che i carabinieri del nucleo operativo radiomobile vigevanese hanno portato avanti per mesi con determinazione, senza trascurare alcun dettaglio. Partendo dalla segnalazione di un testimone riguardo il fatto che uno dei due rapinatori aveva una camminata giudicata claudicante e con le gambe storte, l attività investigativa si era concentrata su un uomo che poteva corrispondere alla descrizione: Michelangelo Di Pietro, effettivamente claudicante a causa di una vecchia frattura causata dal calcio di un cavallo e personaggio dalle dubbie frequentazioni. Di Pietro era stato quindi seguito e tenuto sotto stretto controllo a lungo, tanto che nel mese di novembre i carabinieri avevano effettuato una perquisizione nella sua abitazione che aveva portato al ritrovamento di due proiettili calibro 22 oltre a una doppietta Bayard calibro 12, un fucile con matricola abrasa e privo di indicazione del calibro, una pistola semiautomatica Beretta calibro 22 con colpo in canna e una pistola scacciacani semiautomatica priva del tappo rosso. Erano stati inoltre sequestrati il nastro adesivo e il fucile a canne mozze usati per le rapine di Vigevano e Mortara. Per questo Michelangelo Di Pietro era stato dapprima denunciato, quindi, l 8 febbraio di quest anno, arrestato a Nicorvo. Nel corso delle indagini era emersa inoltre la frequentazione fra Di Pietro e un altro volto noto ai carabinieri: Angelo Sciotto, un pregiudicato già arrestato nel dicembre del 2012 per una tentata rapina a una tabaccheria di Vigevano. La fidanzata - basista Ma non solo. Ulteriori approfonditi accertamenti hanno portato alla luce il fatto che Angelo Sciotto conviveva da tempo a con M.T., 36 anni, residente a Borgolavezzaro, e con la figlia 20enne di quest ultima, e che entrambe le donne lavoravano saltuariamente come cameriere presso la pizzeria Lo Scoglio. Ed è stato proprio grazie a questi elementi che gli investigatori sono riusciti a risalire al ruolo svolto dalla fidanzata dello Sciotto nella fase preparatoria delle rapine. Grazie alle informazioni di cui disponeva e al fatto che la figlia aveva lavorato per qualche tempo anche presso le piscine di Cilavegna, M.T. era stata in grado di fornire al fidanzato e al complice indicazioni preziose circa gli obiettivi da colpire. Gli assalti, infatti, avrebbero fruttato il denaro che le serviva per esaudire i suoi sogni, in particolare quello di concedersi delle lunghe vacanze in compagnia del compagno in Tunisia, ma anche in altre località del Mar Rosso, Capo Verde o Formentera. Le rapine Una volta fissati i bersagli da colpire, Angelo Sciotto e l amico Michelangelo Di Pietro avevano avviato una vera e propria attività di spionaggio nei confronti dei gestori delle due attività, con sopralluoghi quotidiani, appostamenti e pedinamenti necessari ad apprendere le abitudini e gli orari delle loro future vittime. Ma se nel caso dell assalto a mano armata di via Vignazza, a Vigevano, il piano non sembrava presentare particolari rischi, tanto che venne portato a termine con successo senza che il gestore del bar delle piscine di Cilavegna restasse ferito, l obiettivo mortarese, al contrario, presentava difficoltà molto più ardue e complicate da superare. Per questo motivo i banditi avevano pensato di coinvolgere nella rapina anche E.M., una donna di 33 anni residente a Nicorvo, che, oltre ad essere grande amica della fidanzata dello Sciotto, lavorava a sua volta come cameriera presso la pizzeria Lo Scoglio. Da qui la proposta di compiere la rapina durante il suo turno di lavoro e di fingersi vittima dei banditi in cambio di una parte del bottino. Una proposta che la donna aveva accettato solo in parte, vale a dire facendo da staffetta, quindi favorendo attivamente la fuga dei banditi verso un nascondiglio sicuro a Nicorvo. Un ruolo per il quale è stata poi denunciata. Ma non solo. Gli accertamenti dei carabinieri hanno portato alla luce il fatto che dopo la sanguinosa rapina allo Scoglio, la coppia Sciotto Di Pietro aveva individuato in due tabaccherie di Novara e in una pizzeria di Abbiategrasso altri possibili obiettivi da colpire.

6 10 Attualità L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Attualità 11 Gravellona, vettura vola fuoristrada GRAVELLONA Spettacolare incidente stradale venerdì pomeriggio, lungo la strada provinciale 192, nei pressi della cascina Turchetta. Nell uscita di strada autonoma è rimasto coinvolto un automobilista di 21 anni di Gravellona. Al momento la dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri ducali, intervenuti per i rilievi. Fatto è che dopo aver perso il controllo, l auto è volata in un campo dove si è capottata più volte. Sul posto, oltre ai soccorritori del 118, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Vigevano. Il ferito è stato accompagnato al pronto soccorso dell ospedale ducale con una lesione ad una gamba. (r.v.) PARONA - Anche i pendolari si arrabbiano. Soprattutto loro. Non c è limite al peggio per le condizioni in cui sono costretti a viaggiare i lavoratori. Treni carri da bestiame, ritardi, disagi e anche stazioni scomode e non attrezzate. Viaggiare in treno ormai è diventato un viaggio Odissea in cui si sa quando si parte ma non si sa come e quando si torna. I pendolari, stufi della situazione penosa in cui versa la tratta Milano Mortara si sono uniti nel Coordinamento Provinciale Pendolari Pavesi per fare fronte comune ai disagi e cerca di avere maggiore visibilità davanti a chi è il responsabile di questi disagi, ritardi e sciatteria delle stazioni ferroviarie. Recentemente la tratta Milano Mortara ha subito alcune apparenti migliorie In apparenza ogni stazione ha lo stesso tetto lilla che sbuca dalla nebbia novembrina e tutto da lontano appare perfettamente nuovo e funzionante. Una bella carta da regalo, molto colorata ma quando ti avvicini noti che è dozzinale come una tappezzeria kitsch anni Settanta. Infatti è da vicino che le nostre stazioni danno il meglio (o peggio) di sé. Un esempio segnalato dal coordinamento dei pendolari è la stazione ferroviaria di Parona. In tutta la stazione dicono i pendolari non esistono obliteratrici elettroniche per i nuovi biglietti e non c è neppure traccia di una emettitrice automatica di biglietti, la stazione non è dotata di biglietteria di sportello. Ma i disagi iniziano ancor prima di arrivare sulla pensilina per prendere il treno. Il primo impatto che un viaggiatore ha con la stazione è il suo parcheggio, dove lascia l auto per tutto il giorno. Il parcheggio continuano è a distanza di più di un anno dalla inaugurazione della nuova stazione in uno stato di totale abbandono. Sono decine gli atti vandalici sulle auto che sono parcheggiate, dovuti alla mancanza della videosorveglianza. Inoltre il parcheggio ad oggi non è ancora asfaltato e quando piove si trasforma in un acquitrino in cui galleggiano le auto con pozzanghere giganti e per uscire dalla stazione sembra Garlasco: tronchi seminati lungo la strada GARLASCO - Caos alla rotonda di ingresso a Garlasco, verso Tromello. Nel pomeriggio di lunedì un camion carico di grossi tronchi di pioppo ha perso il voluminioso carico, mandando in tilt per ore la viabilità locale. Parona: stazione ferroviaria nel mirino del vandalismo di fare una di quelle gare rally in mezzo a paludi, fango e buche. La maggior parte del parcheggio non è asfaltata, tranne un piccolo pezzetto che confinava con la vecchia stazione ferroviaria. Ma anche qui la situazione non è delle migliori, anzi. In questo tratto - spiegano i pendolari - si vedono i cocci dei finestrini infranti sull asfalto, segno evidente di vandalismi e dei numerosi furti. Da notare che di sera questi posti non sono dotati di illuminazione e manca sempre un sistema di telecamere che possa aiutare a fare da deterrente per i ladri. Telecamere mancanti anche sulle pensiline dato che i cartelloni elettronici che indicano gli orari dei treni sono anch essi bersaglio continuo dei vandali. I cartelloni vandalizzati, oltre che creare incuria e degrado sono un mancato servizio per i tanti pendolari che non possono essere avvisati di possibili (quasi certi) ritardi dei treni. Non essendoci videosorveglianza concludono e non essendo presidiata la stazione è diventata il rifugio dei vandali, non è illuminata e le persone subiscono gravi disagi. Le uniche migliorie fatte da luglio 2012 sono la messa in funzione di una obliteratrice per banchina (due in totale) e l aggiunta di cestini per i rifiuti. Mortara: la Microcast licenzia MORTARA - Chiesti 29 licenziamenti alla Microcast di Mortara, azienda che realizza lavorazioni con il metodo della fusione a cera persa. La fabbrica di strada Pavese, che occupa 90 persone, guidata da Marco Pietro, negli ultimi anni si era specializzata nella produzione di parti per i macchinari svita-avvita gomme delle auto. Il crollo dei consumi però ha travolto anche l azienda che opera dal 1992 a Mortara su un area di 10mila metri quadri non lontano dall ospedale Asilo Vittoria e dall abbazzia di Sant Albino. Domani ci sarà un faccia a faccia con i sindacati con in prima linea la Fiom Cgil per discutere della situazione aziendale. Si annuncia un fine anno bollente alla Microcast. La proposta dell azienda, già formalizzata con una comunicazione ai sindacati, infatti è stata perentoria: licenziamento per esubero di 29 dipendenti. I sindacati però faranno muro a questa scelta. Sabato e domenica Ride for life, una due giorni di beneficenza e spettacolo sul circuito SouthMilano Ottobiano supercampioni vanno in pista per la vita Cilavegna: la Pianzola Olivelli raccoglie aiuti per le Filippine CILAVEGNA - L'associazione Pianzola Olivelli si mobilita in soccorso delle vittime del Tifone Haiyan che ha colpito negli ultimi giorni le Filippine centrali e ha lasciato dietro di sé migliaia di morti, un numero imprecisato di feriti e dispersi, oltre sfollati, coltivazioni e infrastrutture distrutte Papa Francesco, tramite il Pontificio Consiglio Cor Unum, ha stabilito di inviare un primo contributo di 150 mila dollari a sostegno delle opere di assistenza alla popolazione. la Piazola Olivelli desidera partecipare a questa prima e immediata espressione concreta di supporto nei confronti delle OTTOBIANO - Ci saranno anche Vincenzo Nibali, Loris Capirossi, Andrea Dovizioso, Ivan Lazzarini, Marco Melandri, Denny Philippaerts, Max Verderosa e molti altri: tutto pronto per il grande evento a scopo benefico Ride For Life che si svolgerà sabato 16 e domenica 17 novembre presso il Circuito Internazionale di Ottobiano Pista South Milano. Un numero incredibile di campioni degli sport motoristici come la MotoGP, Superbike, Motocross, Enduro, Freestyle, Kart, prenderanno parte a questa due giorni e ci sarà il Giro d Italia ed il Giro Rosa quasi al completo con un parterre di campioni e professionisti del mondo del ciclismo incredibile. Accreditate Rai, Mediaset, SKY, Eurosport e molte altre TV specialistiche di Settore nonché decine di giornalisti nazionali e locali. L obiettivo è la raccolta di fondi destinati ad aiutare piloti e ciclisti gravemente infortunati e supportare la ricerca per la cura della lesione spinale con un progetto ben definito la fondazione Wings For Life, con le ricerche del professor Gregoire Courtine presso l EPFL (Ecole Polytechnique Fedérale de Lausanne) in Svizzera che si occupano di trovare sistemi per ripristinare funzioni sensoriali e motorie e che sarà presente Domenica 17. Coinvolti ed hanno dato il patrocinio la Regione Lombardia, la Provincia di Pavia, il Comune di Ottobiano, il Gal Lomellina, l Ecomuseo del paesaggio Lomellino, la protezione civile e diverse associazioni sportive locali tra cui la Junior Club Triathlon di Claudio Baratto del centro Santa Maria di Vigevano in collaborazione con il Triathlon Pavese del presidente Libanore, che organizza il Duathlon corsa/bici- MTB/corsa di sabato 16 al mattino e che aprirà le manifestazioni della due giorni. Sempre il sabato il ricco programma della due giorni benefica organizzata dalla Marina Romoli Onlus e da Riders4Riders Onlus presenta tra l altro una kermesse tipo pista riservata alla categoria cicloamatori, possono iscriversi tutti i cicloamatori in possesso di qualsiasi tipo di licenza FCI, UDACE, ACSI. Il ricavato di questa gara andrà, patrocinata dalla Federazione Ciclistica Italiana, sarà donato ad Angelo Serlini, un giovane ciclista che nel novembre del 2012 cadde persone e dei territori devastati dal tifone. Chi volesse inviare fondi a sostegno di questa azione lo può fare con una delle modalità seguenti, indicando nella causale: Emergenza Filippine. C/C POSTALE nr con la sua mtb riportando lesioni cerebrali, per cui è costretto ad essere ancora oggi ricoverato in un ospedale riabilitativo e a sottoporsi a cure costose. Il Gi-Fra Volley Carrera in gara al rally 999 minuti intestato a Pianzola Olivelli onlus, v.lo Manzoni 1/3, Cilavegna. POSTE ITALIANE Filiale di Cilavegna IT31Q INTESA SANPAOLO Filiale di Via Verdi 8 Milano IT23F CARIPARMA Filiale di Parona IT48T Vigevano contribuirà con parecchi atleti/e volontari che aiuteranno l organizzazione dell evento ed anche questo è un bel modo per dare il proprio contributo. NOVARA Rodolfo Carrera di nuovo al via di un rally per vetture storiche, a dare nuovo slancio alla folta compagine mortarese di piloti e appassionati di questo settore. Nello scorso fine settimana Carrera ha partecipato al Rally 999 minuti, tornato in calendario esattamente 40 anni dopo l ultima edizione, dopo essere stato una delle più note e gare dell epoca d oro dei rally. Il percorso si è snodato da Novara, sede della partenza e dell arrivo, fino alle alpi biellesi e all entroterra dei laghi Maggiore e d Orta. Un percorso affascinante e molto difficile racconta Rodolfo Carrera reso ancora più insidioso dall asfalto bagnato e spesso coperto di foglie. Rodolfo Carrera ha partecipato con la fedele Fiat 124 coupè, preparata nell officina di Daniele Sperandio, a San Giorgio, vettura che si è dimostrata velocissima e affidabile sui tortuosi itinerari della neve prove speciali del rally. Non facile l organizzazione che ha dovuto subire circa tre ore di ritardo complessivo a causa di una serie di uscite di strada delle auto. Tra le note di colore la inattesa apparizione lungo un tratto di percorso del mitico drago Sandro Munari, con la sua immancabile Lancia Fulvia Coupè HF con cui vinse il rally di Montecarlo. Una immagine che da sola ha dimostrato il tracollo dell automobilismo italiano, ora lontano anni luce da quelle affermazioni.

7 12 Mortara L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Mortara 13 Alberto Lasagna: L inceneritore paronese impone tariffe altissime Siamo il fanalino di coda di tutta la Lombardia con appena il 34 per cento di raccolta differenziata, mentre per legge dovremmo essere al 65 per cento. Inoltre Regione Lombardia non ha approvato un piano di dismissione dell inceneritore di Parona. Non si nasconde dietro un dito l assessore provinciale all ambiente Alberto Lasagna (nella foto) che ha ben chiaro il problema, ma che ne conosce anche le cause. Infatti nel mirino finisce ancora una volta l inceneritore di Parona, quinto impianto più grande d Italia, un ecobomba che ha una capacità di incenerimento di 465mila tonnellate. Una quantità enormemente superiore al fabbisogno provinciale che si attesta sulle 180 mila tonnellate. L impianto, più che smaltire quanto prodotto in provincia, deve ridurre in cenere più rifiuti possibile per fare soldi, tanto che le tariffe pagate dai Comuni, compreso quello di Mortara, che conferiscono a Parona sono tra le più alte in assoluto. Tutto a causa di un contratto capestro assolutamente fuori da ogni logica di mercato. (l.d.) Lezione di differenziata: sindaci e Clir disertano l incontro con l esperto Luca Degrandi Tutti a scuola di raccolta differenziata per una lezione, organizzata venerdì scorso dall associazione Futuro Sostenibile, alla quale hanno partecipato sia l assessore provinciale Alberto Lasagna che l onorevole Chiara Scuvera, talmente colpita dai risultati raggiunti dal sindaco Ezio Orzes da invitarlo al Parlamento di Roma. Lo stesso Parlamento europeo ha già preso il Comune di Ponte nelle Alpi come esempio virtuoso, modello da esportare in tutto il Continente. Allo stesso tempo, nonostante i 180 amministratori locali espressamente invitati da Alda La Rosa, presidente dell associazione ambientalista, alla conferenza Rifiuti e responsabilità, la platea dei sindaci è rimasta quasi deserta: assenti quelli di Mortara, Parona, Cilavegna e Mede. Neanche l ombra dei rappresentanti del Clir, il consorzio che sul territorio si occupa di raccolta differenziata. Eppure il primo cittadino del Comune più riciclone d Italia, con oltre il 90 per cento di differenziata, ha spiegato come sia possibile pagare meno tasse, avere una città pulita e creare posti di lavoro. Non le solite promesse pre-elettorali, ma risultati concreti ottenuti in soli sei mesi. Non siamo dei marziani spiega Ezio Ortes quello che siamo stati capaci di fare può essere replicato da qualsiasi amministrazione pubblica. Ci vuole una buona dose di coraggio e molta programmazione e pianificazione, ma i risultati sono inequivocabili. In pochi mesi siamo passati dal 23 per cento di raccolta differenziata all attuale 90 per cento grazie alla creazione di una società interamente pubblica che dà lavoro a 15 dipendenti rispetto COMUNI A CONFRONTO PONTE NELLE ALPI 100 euro pro capite il costo medio della tassa sui rifiuti PONTE NELLE ALPI 883mila euro il costo annuo sostenuto dal Comune per il servizio sui rifiuti PONTE NELLE ALPI 90 per cento la quota di rifiuto differenziato, solo 29 kg di indifferenziato prodotto da ogni cittadino in un anno ai 5 lavoratori impiegati in precedenza. Tutto questo è possibile spostando la bilancia dei costi: ora la spesa maggiore non è più quella sostenuta per sotterrare o incenerire i rifiuti, ma quella sostenuta per retribuire lavoratori MORTARA 150 euro pro capite il costo medio della tassa sui rifiuti MORTARA 2milioni e 400mila euro il costo annuo sostenuto dal Comune per il servizio sui rifiuti MORTARA Circa il 40 per la quota raggiunta da Mortara. Da inizio 2014 differenziata anche nel quartiere di San Pio X competenti e specializzate nel settore. Inoltre i cittadini di Ponte nelle Alpi pagano una tariffa sui rifiuti molto inferiore rispetto a quella versata dai mortaresi. La tassa è infatti basata sul principio chi più produce rifiuti più paga, ed è completamente slegata dalla superficie dell abitazione o dal numero di inquilini. L assessore Quello che riciclone Ezio Orzes p o t r e b b e s e m b r a r e e Alda una novi- La Rosa, tà assoluta presidente nell ambito dell associazione della calib Futuro sostenibile r a z i o n e delle tariffe invece non è altro che la semplice applicazione del decreto Ronchi, in vigore già dal 1997, che prevede appunto le cosiddette tariffe puntuali. Rispettare la legge conclude Ezio Orzes non è un esercizio facoltativo, ma un obbligo per tutti, ancora più stringente quando a doverle rispettare sono gli enti pubblici. Per legge i Comuni italiani dovrebbe essere come minimo al 65 per cento della raccolta differenziata, mentre pochissimi sono gli enti pubblici che ottemperano questa prescrizione. La minoranza non sta a guardare e torna all attacco con una nuova interrogazione, si tratta infatti della terza, per portare alla sbarra degli imputati Simone Ciaramella, presidente di AsMortara. E, di nuovo, è Marco Barbieri, esponente della lista Reda Furlano sindaco, ad affilare le armi per ottenere spiegazioni dal presidente della società pubblica incaricata dello spazzamento delle strade. In particolare attacca Marco Barbieri - vorrei sapere se esiste un piano strategico per la cura dell igiene urbana presso le frazioni orientali. In più occasioni, è A lato elettrodomestici abbandonati all incrocio di via Montessori con via De Cantiano. Sotto la montagna di immondizia in via Santa Maria di Castello E per le strade di Mortara va in scena la monnezza Luca Degrandi Dal centro alla periferia l indifferenziata spinta invade le strade cittadina. Così, abbandonato per la strada, si può trovare di tutto: elettrodomestici, televisori, frigoriferi o, più semplicemente, montagne di sacchetti di plastica accatastati sui cassonetti. É successo nei giorni scorsi nel quartiere periferico di San Pio X, tra via Montessori e via De Cantiano, ma anche in pieno centro in via Santa Maria di Castello. È il trionfo dell inciviltà, dei soliti vuncion come direbbero gli amministratori, ma probabil- mente c è anche altro. Se la Tarsu, balzello che finanzia anche i costi di smaltimento, è molto più elevata rispetto a dove la differenziata si fa sul serio, allora qualcosa nelle politiche di igiene urbana non funziona. La raccolta di prossimità, quella con i classici cassonetti, dovrebbe essere sostituita con il porta a porta: lo dice la legge. La bilancia economica per sostenere questo passaggio, come dimostrato dal Comune di Ponte nelle Alpi, è tutta a favore della differenziata. Infine il risultato finale, cioè la pulizia delle strade, sarebbe certamente raggiunto. Il consigliere di minoranza promette un interrogazione e protesta per i disagi dei residenti Spazzamento alle Frazioni: Barbieri contro AsMortara NELLA FOTO Il consigliere di minoranza Marco Barbieri chiunque può verificare con i propri occhi, ho ricevuto delle segnalazioni da parte dei residenti della zona che lamentano la scarsa cura delle strade. Inoltre i contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti vengono riempiti in modo scorretto e inadeguato, sia dai residenti, ma anche da altre persone di passaggio. L inciviltà di chi non rispetta le regole è accompagnata da un atteggiamento degli organi competenti (Clir per la raccolta dei rifiuti e AsMortara per la pulizia stradale) giudicata da alcuni cittadini spesso sgarbata, e troppo spesso finalizzata al classico scarica barile. Insomma, la responsabilità è sembra essere sempre da cercare altrove. In realtà lo stato di abbandono di questa zona conclude il consigliere comunale di minoranza è molto più grave e complesso e non riguarda solo il problema dei rifiuti. Dalla manuenzione delle strade all accesso di molti altri servizi i residenti della zona si trovano ai margini delle priorità di questa amministrazione. (l.d.)

8 14 Mortara L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Mortara 15 Luca Degrandi Nel maggio 2011 tutto era iniziato con la consueta passerella di politici e la solita risottata con 250 invitati, cioè tutte le famiglie con bambini in età giusta per frequentare il nuovo asilo nido da 60 posti e costato circa un milione di euro. La solita opera faraonica, voluta dall allora assessore Fabio Rubini, che ancora una volta non spicca come esempio di oculatezza e lungimiranza. Infatti oggi, digerita l abbuffata dei tagli dei nastri e delle inaugurazioni, quei 60 posti disponibili nella struttura sono abbondantemente in esubero, sovradimensionati rispetto alle esigenze, tanto da costringere l amministrazione comunale a dirottare un insegnate ad un altra mansione. Troppo po- L assessore Elio Pecchenino, è proprio il caso di dirlo, preferisce gettare acqua sul fuoco, ma sul progetto di una nuova caserma dei Vigili del fuoco qualcosa si muove. Infatti, anche se in modo ancora del tutto informale, esiste un accordo di massima tra amministrazione comunale e Cipal per l individuazione di un area idonea per ospitare la nuova struttura. Un idea nata qualche mese fa dopo il sopralluogo degli assessori Marco Vecchio e Elio Pecchenino che, per conto del Comune, aspettano che il Cipal ceda all ente pubblico alcune aree dotate di servizi e sottoservizi. Sfruttando questo passaggio di consegne spiega l assessore Pecchenino abbiamo chiesto al consorzio di individuare uno spazio idoneo per la nuova caserma. Però il percorso è ancora lungo, infatti dovremo poi parlare con i finanziatori del progetto per verificare la loro immutata disponibilità a investire circa 600mila euro. La nuova caserma dovrebbe infatti essere realizzata grazie al contributo della società Polo Logistico che, in un primo momento, si era detta disponibile all esborso solo nel caso in cui la struttura fosse sorta nei pressi dell interporto. Collocazione poco gradita sia dagli stessi vigili del fuoco che dall amministrazione comunale che nel 2011 era entrata in possesso di un area di mille e 850 metri quadrati collocati alle spalle del supermercato Lidl, in strada Pavese. Scuola materna senza bambini: le maestre devono cambiare mansione. Vanno in biblioteca? Terreno in area Cipal per la nuova caserma dei vigili del fuoco mortaresi Su quel terreno non verrà certamente realizzata alcuna caserma ma, allo stesso tempo, la sede di via Roma è diventata assolutamente inadeguata per l attuale corpo dei volontari. Infatti la caserma dei Vigili del fuoco, che si trova in via Roma e conta circa una cinquantina di volontari, dispone di soli 100 metri quadrati di autorimessa e 120 dedicati alla logistica. Troppo poco per il ricovero degli automezzi e della nuova autoscala da poco in dotazione ai vigili. Mi auguro che il Polo Logistico voglia di nuovo finanziare l opera conclude l assessore alla sicurezza anche perché si troverebbe in una zona adiacente all area intermodale. Prima di allora è meglio esprimersi con prudenza per non eccedere nell ottimismo. Da venerdì 15 scatta l obbligo per gomme invernali o catene Pneumatici invernali o catene a bordo: da venerdì scatta l obbligo sulle strade della provincia di Pavia. L ordinanza dello scorso 5 novembre, prevede infatti che tutti i veicoli a motore, esclusi motocicli e ciclomotori, che nel periodo dal 15 novembre al 15 aprile transitano sull intera rete viaria di competenza provinciale, devono essere muniti di pneumatici invernali o avere a bordo le catene da neve. Non solo dunque sulle strade collinari dell Oltrepò pavese, l obbligo sarà esteso anche alle strade di pianura dove la possibilità di disagi dovuti a precipitazioni di carattere nevoso è inferiore. (v.t.) 100mila euro per l asfalto chi bambini iscritti alla struttura di via Zanetti rispetto alle insegnati a disposizione. La legge prevede infatti un rapporto operatori-bambini di uno a sei. Così con soli 36 bambini c è il rischio che qualche educatrice si debba adattare a qualche altra mansione, magari in un altra struttura da oltre un milione di euro, cioè in quella nuova biblioteca in via Veneto difficile da gestire dalla competente, ma pur sempre sola, Antonella Ferrara. Ma non è tutto, infatti il nuovo asilo di via Zanetti, anche se con meno iscritti, ha costi di gestioni molto più alti del precedente. La gestione calore, ad esempio ha un costo quasi raddoppiato rispetto al passato a causa di un consumo di elettricità decisamente più cospicuo con le pompe di calore utilizzate per riscaldare i locali.(l.d.) Cinquanta mila euro per le frazioni e altrettanti per quattro vie del centro: l amministrazione metto sul piatto 100mila euro per le strade cittadine e dà il via al piano strade. Tempo permettendo spiega l assessore Marco Vecchio (nella foto) già dalla prossima settimana inizieremo i lavori sull asfalto della direttrice principale, di pertinenza del Comune, che attraversa le frazioni. L area interessata è quella che va dai Casoni, passando per la Guallina per finire alla Cattanea. Un intervento analogo riguarderà il manto stradale di altre quattro vie della città: via Albonese, via Lanino, via De Gasperi e via dell Arbogna. (l.d.) Luca Degrandi Tute protettive, mascherine per il viso e montagne di materiale non ben precisato: presso lo scalo ferroviario cittadino tornano i lavori misteriosi e sale di nuovo la tensione tra i residenti, preoccupati per le operazioni che da qualche giorno sono sotto gli occhi di chi abita in via De Cantiano, in zona Corso Torino. Un timore e una protesta che Teresio Forti (nella foto), esponente del partito della Rifondazione Comunista, sottolinea senza mezzi termini. E non è chiaro se si sta operando una bonifica dell amianto nei vagoni o che altro ancora stia avvenendo spiega Forti ma è certo che da giorni sono all ope- Lavori misteriosi alla stazione, Forti chiede spiegazioni: Se fosse amianto? Due anni fa risposte evasive dalla giunta Raccolta latte: litri di generosità Marzotto: via allo smantellamento, ma niente bonifica La proprietà recupera ferro e rame e nei cassetti del Comune giace un progetto di riqualificazione Superati i 2mila e 600 litri di latte a lunga conservazione raccolti nella giornata di sabato scorso, occasione in cui la città ha mostrato tutto il suo grande cuore per sostenere l iniziativa a favore del comitato locale della Croce rossa e dell associazione San Vincenzo. I due sodalizi avevano infatti lanciato l allarme latte, scattato quando le scorte destinate ai bisognosi sono diventate sempre più esigue. Così, con un piccolo gesto, è stato possibile compiere una grande azione di solidarietà. In piazza Martiri della Libertà sono state raccolte le donazioni dei cittadini, mentre anche il Bennet ha voluto contribuire donando un bancale, per un totale di 750 litri, di latte a lunga conservazione. (l.d.) Ad anni di distanza dalla chiusura della Marzotto, c è ancora spazio per un ultima cannibalizzazione di quel che ne resta. Infatti il via vai di mezzi e materiali dai cancelli del fabbricone aveva alimentato diverse speranze su possibili lavori di riqualificazione. Purtroppo, però, all ufficio tecnico del Comune non risulta aperta alcuna pratica di bonifica, mentre sembra che i lavori nella zona della Marzotto siano riconducibili ad interventi per il recupero dei materiali di valore. Operazioni che non richiedono il nulla osta dai tecnici di piazza Martiri della Libertà. Il ferro e il rame presenti nel ventre dello stabilimento abbandonato di via Lomellina ha certamente un valore, tanto che la proprietà sembra non volersi far sfuggire neanche l ultima possibilità di guadagno dalla fabbrica che, dando lavoro a quasi mille persone, aveva alimentato i sogni di generazioni di mortaresi. Solo un lontano ricordo, mentre sul futuro dei 93mila metri quadrati che costituiscono l area ex Marzotto rimane un punto interrogativo. Il presente racconta di un area abbandonata, svuotata, non bonificata. Inoltre il colosso industriale specializzato nell'attività tessile ha messo all asta terreni ed immobili mentre nei cassetti dell amministrazione rimane un progetto per una riqualificazione di qualità fatta di villette, parcheggi e servizi che andrebbero a delineare i connotati dell enorme area. (l.d.) ra lavoratori muniti di tute e mascherine che spargono su cumuli di residui sostanze di cui, almeno all esterno, non è dato di sapere la composizione chimica. Una situazione identica a quella di due anni fa, quando l esponente del Prc, allora consigliere comunale di minoranza, presentò un interpellanza all amministrazione allora guidata da Robecchi. Le domande di oggi sono le medesime di allora: che tipo di percolato finisce nel fosso che scorre parallelo a via De Cantiano e che tipo di polvere si solleva dalla lavorazione in atto? Allora ricevetti dalla maggioranza delle risposte evasive e insufficienti prosegue Teresio Forti e ritengo necessario che la giunta Facchinotti si attivi per sapere che tipo di lavori si stanno effettuando, il grado di pericolosità per l ambiente circostante, quali sono le misure messe in atto per evitare l inquinamento del fosso di via De Cantiano e delle case adiacenti al retro della stazione. Uno scalo ferroviario non può essere trasformato in un cantiere a cielo aperto, per di più se si trova a pochi metri da case e condomini. Così dal Prc continua la battaglia per la sicurezza. Non quella che passa attraverso la militarizzazione delle Polizia locale, ma quell insieme di norme per la tutela della salute dei cittadini cittadini e della loro incolumità sul posto di lavoro.

9 16 Mortara L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Mortara 17 Vittorio Testa Intonaco, impianto elettrico e caldaia: sono questi i prossimi interventi che riguarderanno l opera di restauro della chiesa di Santa Veneranda. La battaglia contro l umidità, che sale dal terreno arrampicandosi lungo i muri perimetrali dell antico edificio e dal pozzo, posizionato alle spalle dell altare e già sigillato, dal quale bevve San Carlo Borromeo in visita pastorale a Mortara nel 1578, pare infatti essere vinta. I lavori iniziati lo scorso anno, scrostando e carotando l esterno dei muri perimetrali, sembrano infatti dare i primi frutti. Il trattamento compiuto sui muri esterni sembra dare i primi frutti: spiega don Piero Rossi Borghesano, parroco di San Lorenzo entrando in chiesa non si percepisce più la sgradevole sensazione della presenza di umidità. Ora, una volta reintonacato l esterno, si dovrà valutare se sarà possibile salvare l intonaco interno o se sarà necessario intonacare nuovamente le pareti. A questi interventi dovrebbero seguire la messa a norma dell impianto elettrico e il posizionamento di una caldaia per poter riscaldare la chiesa nei mesi invernali. Abbiamo chiesto un sopralluogo ai tecnici del Comune per il posizionamento della caldaia prosegue I costosi interventi di restauro gravano interamente sulle spalle della parrocchia di San Lorenzo che resta ancora ingarbugliata nell intricato caso dell eredità Mantica. La benestante mortarese, nel testamento olografo, aveva destinato alla chiesa di Santa Veneranda il venti per cento dei depositi, non quantificati nel documento, presso la Banca popolare di Novara e il Monte dei Paschi di Siena. Oggi l intero patrimonio è congelato dall autorità giudiziaria Santa Veneranda: sparisce l umidità, ma adesso serve una nuova caldaia Tra gli interventi in programma c è anche la messa a norma dell impianto elettrico Giovedì 14 la Messa solenne il parroco in quanto nel coro della chiesa c è una porta murata che L eredità Mantica per l antica chiesa Domani, giovedì 14 novembre, ricorrerà la memoria liturgica di Santa Veneranda. Alle 9 e alle 18 sarà celebrata la solenne Santa Messa presso la chiesa che ospita l urna con i resti mortali della Vergine Martire. Questa sera, alle 18, sarà celebrata la messa che conclude la novena in preparazione alla festa. che sta indagando su un secondo testamento raccolto dal notaio Sedino presso la casa di riposo Dellacà, dove era ospite l anziana benestante, che nominava erede universale Antonella Gardella e che annullava interamente il primo redatto dal notaio Pandolfi. Presso il tribunale di Vigevano sono in corso i proce- dovrebbe portare negli spazi della confinante Casa dei Campari di L UMIDITA LASCIA LA CHIESA Il carotaggio sul perimetro esterno per far respirare il muro L INTONACO INTERNO Se non sarà possibile salvarlo, bisognerà reintonacare le pareti LA NUOVA CALDAIA Permetterebbe un uso maggiore per le celebrazioni invernali L IMPIANTO ELETTRICO La messa a norma serve per rispettare le normative vigenti proprietà del Comune. Potremmo approfittare di questo passaggio per installare la nuova caldaia. E proprio quella porta dovrebbe condurre ad uno spazio inutilizzato della Casa dei Campari che ospita la caldaia, attualmente in disuso, che in passato serviva per riscaldare le abitazioni ricavate dimenti penali e civili dell intricata vicenda che, se dovesse risolversi a favore dei beneficiari del testamento olografo, potrebbe liberare una considerevole somma all interno dell edificio, oggi sede di alcune associazioni e contrade. L installazione di un impianto di riscaldamento consentirebbe un utilizzo maggiore della chiesa per le celebrazioni liturgiche nei giorni feriali durante i mesi invernali, consentendo alla parrocchia di risparmiare notevolmente sui costi per il riscaldamento della basilica di San Lorenzo. Sarebbe bello poter utilizzare con maggiore frequenza la chiesa di Santa Veneranda conclude don Piero Rossi Borghesano non solo per questioni di risparmio, ma anche per andare incontro al grande affetto che i mortaresi dimostrano nei confronti della santina. Negli orari di apertura della chiesa si nota una costante andirivieni di persone che si recano in chiesa per un momento di raccoglimento personale. La presenza dei mortaresi è davvero costante: pochi minuti per una preghiera, per chiedere l intercessione di favori celesti e per accendere una candela. Una devozione che diventa sincero affetto e che si tramanda di generazione in generazione. NELLA FOTO il testamento raccolto dal notaio Pandolfi testimonia il lascito per Santa Veneranda di denaro a favore della chiesa di Santa Veneranda. I lavori di restauro potrebbero così subire un auspicata accelerazione, fermando definitivamente il degrado. Oggi gli interventi sono tutti a carico della parrocchia che viene aiutata dalla grande generosità dei mortaresi, non tutti benestanti come Giovanna Rina Mantica, prodighi di offerte per riportare all antico splendore la casa della loro cara santina. (v.t.) NELLA FOTO Gianluca Bellazzi, tra i volti nuovi nel direttivo del Partito democratico Lunedì 25 novembre sarà la giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne voluta dall Onu per sensibilizzare l opinione pubblica su un problema che, secondo le statistiche, affligge un terzo della popolazione f e m m i n i l e mondiale. Per l occasione il Soroptimist Club della Lomellina, grazie all impegno di Enrica Vaccari Gallo (nella foto), organizzerà lunedì 25 novembre, a partire dalle 21, presso i locali del Civico17 una serata dal titolo Donna che fai?... cerco di vivere. L incontro, aperto a tutti, sarà un viaggio tra le mille sfaccetta Bellazzi tuona contro il Pdl e difende il rinnovamento con il segretario Cornero Luca Degrandi Artiglieria pesante ad alzo zero per il Partito democratico, quello delle novità dopo le primarie cittadini del 27 ottobre, che spara le prime cannonate contro chi, da fuori, ironizza sul cambiamento in atto nella sezione mortarese. In prima linea Gianluca Bellazzi, neo membro della segreteria Pd, che silura Paola Savini con un commento che non lascia spazio ad interpretazioni. È certamente meglio tuona Bellazzi Il Soroptimist per le donne dell universo femminile visto attraverso la lente d ingrandimento dell arte contemporanea, della letteratura, del cinema, dei grandi classici della tragedia greca. Si passa infatti dai testi delle canzoni della cantautrice Carmen Consoli ai versi di Euripide, dalle battute tratte da Luciana Letizzetto alla prosa di Khaled Hosseini. Un percorso un 17 tappe, tante quanto le letture affidate alla voce di Irene Bonardi, Marina Bovo, Marina Pallavicini, Matteo Mirabelli e la partecipazione del Centro sperimentale d arte. (l.d.) Ha detto Paola Savini è una finta giovane, che ha idee vecchie rispetto al nostro segretario Giuseppe Cornero - il nostro nuovo segretario Giuseppe Cornero, uomo di esperienza ma dalle idee giovani, che una finta giovane che ha idee vecchie. Il duello tra Pd e Pdl sembra quindi già iniziato e, per ora, sembra combattersi con la carta d identità alla mano. Giovani, non giovani e diversamente giovani: c è posto per tutto in un momento in cui, a livello nazionale, i maggiori partiti di centrodestra e centrosinistra sono attraversati da fibrillazioni interne dagli esiti imprevedibili. Oggi gli occhi sono pun- tati sulle primarie del Pd, in calendario per il prossimo 8 dicembre, che decreteranno il nuovo segretario nazionale. Il Pdl commenta le primarie del Pd? Mi fa sorridere punge Gianluca Bellazzi che un partito ancorato inesorabilmente al suo leader decadente parli di istanze proprie a un movimento effettivamente rappresentativo quale è il Partito Mario Melazzini visiterà la Sit. Nella mattinata di domani, giovedì 14 novembre, l assessore regionale alle Attività produttive, ricerca e innovazione Mario Melazzini (nella foto) farà visita allo stabilimento mortarese dell azienda del gruppo Mauro Saviola, il colosso italiano nel campo del truciolato. L assessore regionale sarà accompagnato da Matteo Grossi, referente mortarese dei formattatori del Pdl, e visiterà l impianto di produzione dei pannelli e incontrerà il direttore generale Roberto Valdinoci, il responsabile dello stabilimento Angelo Ravioli e l ex amministratore unico Roberto Mori, che illustreranno l azienda attraverso numeri, bilanci e progetti futuri. Con questa visita l assessore Melazzini testimonia la sua vicinanza al territorio. commenta Matteo Grossi Con la visita alla Sit inizia un percorso che porterà l assessore a conoscere da vicino le eccellenze di Mortara e della Lomellina, in particolar modo dal prossimo mese di gennaio. Finalmente nella giunta regionale siede un assessore pavese che si ricorda democratico. Il Pdl forse brama le primarie, ma è un ritornello ormai stancante, che da almeno tre anni prende in giro l elettorato di Ha detto Le primarie nel Popolo delle Libertà non si faranno mai perchè non è un partito veramente democratico centro-destra. Di sicuro nel partito di Berlusconi le primarie non ci saranno mai, credervi sarebbe la madre di tutte le chimere. La grande verità è che, oggi, in Italia, l unico partito realmente rappresentativo è il Pd. Tanto rappresentativo da riuscire a fare un balzo in avanti nel tesseramento locale dalle proporzioni sbalorditive. Numeri alla mano gli iscritti alla sezione di corso Cavuor sono passati dai 52 del 2012 ai 146 dell ottobre di quest anno. Un incremento che in termini percentuali è del 180 per cento, abbondantemente superiore al più 4 per cento di Cilavegna, più 17 di Mede, più 15 di Robbio, e ai numeri invariati di Gambolò e Garlasco. Mortara, da un ventennio tendenzialmente di centrodestra, sembra tornare ad avere il cuore che batte verso il centrosinistra. Melazzini in visita allo stabilimento Sit Matteo Grossi: Siamo presenti sul territorio, questa è la nostra politica Vittorio Testa del territorio non solo in prossimità delle scadenze elettorali: dobbiamo tendere a questo nuovo modo di fare politica, andando in mezzo alla gente, ascoltando le esigenze e le problematiche di imprenditori e lavoratori.

10 Mortara 18 Ancora un trionfo sportivo per la scuola media Josti - Travelli. La 31esima edizione del trofeo sportivo ha visto imporsi gli studenti dell istituto mortarese davanti ai parietà di Robbio e Cassolnovo. Nella categoria ragazze ha prevalso la giovane Vittoria Barbieri, mentre nella categoria ragazzi sui primi due gradini del podio sono saliti Andrea Iemmi e Luca Piccinelli. L INFORMATORE LOMELLINO Al Trofeo Vergani domina la velocità degli allievi della Josti-Travelli Gli studenti dell Omodeo incontrano papa Francesco Gita con numeri da record: coinvolti 225 studenti e 15 docenti Un perfetto connubio fra religione e laicità, alternando arte, cultura e spiritualità alla scoperta delle bellezze che la capitale ha da offrire a cattolici e non. Questa potrebbe essere la sintesi che meglio descrive il progetto organizzato per le classi di tutti gli indirizzi del liceo Omodeo, che si svolgerà nella Città eterna fra martedì 26 e mercoledì 27 novembre. Il liceo mortarese non ha mai mobilitato, in vista di una gita scolastica, un numero così elevato di persone: 225 studenti coinvolti, cinque pullman noleggiati e quindici professori per gestire l intero gruppo. Una volta arrivati a Roma, i ragazzi avranno modo sia di vedere i monumenti del centro storico, sia di partecipare all udienza papale che Papa Francesco tiene abitualmente ogni mercoledì. Il martedì sarà dedicato alla visita dei monumenti come Colosseo, Pantheon, fori imperiali e tutte le bellezze artistico-culturali della capitale. Il giorno seguente sarà dedicato all uscita in piazza San Pietro e al ricevimento mattutino degli studenti da parte del Santo Padre. Questa è un esperienza che va al di fuori di qualsiasi religione o pensiero, che unisce ragazzi di credo diversi sotto l unico obiettivo di fare sicuramente un attività formante - commenta l insegnante Annalisa Maiocchi Eleonora Gagliani - oltre ad essere un occasione irripetibile per visitare la capitale e quello che ha da mostrare, questa è l opportunità per giovani ed insegnanti di vedere e di sentir parlare dal vivo un uomo di di Chiesa, ma che sta rivoluzionando ed influenzando anche il mondo con la sua concezione rivoluzionaria di religione e Chiesa rivolta a tutte le fasce di età. A confermare le parole della docente è il numero elevatissimo di partecipanti, che ha dimostrato l interesse comune nell iniziativa. Non aspettavamo un adesione tanto numerosa, anche da parte di ragazzi che non frequentano le ore di religione in classe continua la docente - il tutto a dimostrazione dell intelligenza e dell apertura mentale dei nostri studenti che non si tirano mai indietro di fronte ad una chance di questo tipo. La mia speranza è che alunni e professori tornino da questa gita con uno spirito rinnovato sia dal punto di vista intellettuale che dal punto di vista spirituale. Al Civico17 approda il progetto Bagheera Cosa vuol dire solidarietà? Gabriele Storia di una gabbianella Moretti e del gatto che le insegnò a volare è il punto di partenza per rispondera all interrogativo con l iniziativa proposta sabato prossimo in biblioteca dal gruppo di affido famigliare A spasso con Bagheera. Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare i bambini ad essere vicini al prossimo già in tenera età spiega Giovanni Del Giudice (nella foto), assistente e coordinatore del gruppo -. Da quest anno abbiamo studiato una sinergia con le scuole elementari attraverso dei laboratori che possano maturare l attenzione verso l altro, senza discriminazioni di ricchezza o nazionalità. L incontro previsto alle 15 nelle sale del Civico, è dedicato soprattutto ai più piccoli che, con la trasposizione cinematografica del libro di Sepúlveda, potranno interfacciarsi con questo tema. L incontro è aperto a tutti, famiglie comprese continua Del Giudice -. Vorremmo far emergere questi aspetti culturali per contrastare la chiusura della comunità davanti al problema. Temi sicuramente dall indubbia importanza ma che rischiano di far svanire dietro ansie e preoccupazioni il vero motivo e collante della vita: la solidarietà con il prossimo. L uomo è un essere sociale e per tanto deve preservare questo aspetto, tralasciando qualche volta la priorità dei titoli in borsa. Cerchiamo di far emergere la disponibilità delle famiglie a un sostegno parziale o a tempo pieno spiega il coordinatore -. La nostra struttura è in grado di guidare durante tutto l iter di affido sostenendo la famiglia accogliente con volontariato pubblico e privato. Il film proiettato sabato pomeriggio sarà commentato da Valeria Castro, esperta cinematografica del Civico 17, che renderà ancor più profonda e comprensibile una pellicola toccante e commovente.(g.m.) La domenica è A tutto campo con l oratorio al Cappa Ricci Giochi, canti, dante e, per finire, una gustosa merenda! Sono gli ingredienti del pomeriggio domenicale all oratorio presso il centro Cappa Ricci in via Gianzana. Il primo appuntamento è in programma domenica prossima 17 novembre, a partire dalle 15, e seguiranno altri pomeriggi domenicali, animati dai ragazzi dello staff dell oratorio, dal titolo A tutto campo. Si tratta di un percorso di giochi e riflessioni per bambini dalla prima alla quinta elementare, mentre per i ragazzi delle scuole medie verranno organizzati tor- nei sportivi da svolgersi, sempre nel pomeriggio di domenica, a seconda degli spazi a disposizione presso la struttura del centro Cappa Ricci. La squadra di animatori si sta preparando per far divertire tutti, dai più piccoli ai più grandi, e apre le porte dell oratorio mortarese alle famiglie L INFORMATORE LOMELLINO Mortara Eleonora Gagliani Un susseguirsi di riconoscimenti e successi, tutti merito della brillante dirigente Maria Teresa Barisio e dei suoi piccoli alunni della scuole materne, elementari e medie. Non a caso, quello della città di Mortara è stato l unico istituto comprensivo della Lombardia ad essere invitato e ad aver accettato di partecipare a questo grande evento. L incontro, denominato Verso il futuro: formazione, creatività e nuove professioni on the web, ha avrà luogo il 18 novembre presso l auditorium Testori a Milano. Questo progetto è organizzato dall ufficio scolastico regionale e dall assessorato all Istruzione, formazione e lavoro di Regione Lombardia e tratterà di un tema in particolare: i robot, il loro assemblaggio e la robotica in generale. In sostanza, le scuole che vi partecipano (per lo più licei) faranno delle L istituto comprensivo porta i suoi giovani talenti verso il futuro della robotica dimostrazioni pratiche in pubblico e mostreranno i loro elaborati, fatti in collaborazione con i docenti. Protagonisti della manifestazione visibile anche attraverso il maxischermo in piazza Lombardia e in streaming video su www. nuvolaverde.org e i siti dei partner sono, oltre alle scuole, i robot del Politecnico di Milano, il pianoforte robot dello Cmela Università di Padova e realizzazioni di imprese giovanili lombarde. Ad intervenire saranno inoltre il direttore generale dell Usr Lombardia Francesco de Sanctis e l assessore all Istruzione,formazione e lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea. La preside Maria Teresa Barisio (nella foto) parla dei suoi alunni con un pizzico di orgoglio, e spiega in che cosa consisterà il loro mini-progetto. Non credo ci sia una soddisfazione più grande di quella di essere invitati direttamente dall assessore all Istruzione ad un evento di tale portata commenta la dirigente scolastica- soprattutto perché abbiamo coinvolto studenti molto giovani, ma già volonterosi ed intraprendenti. I bambini della materna apriranno il pomeriggio mostrando i loro lavori: insieme ai professori, hanno costruito delle piccole api-robot che programmeranno a seconda della situazione. Questi elaborati sono stati costruiti durante le ore curricolari di lezione, perché crediamo fermamente nella didattica laboratoriale. E questi sono stati i risultati! L ELEGANZA HA TROVATO LA SUA STRADA. A Vigevano apre lo showroom STAV. Vieni a scoprirlo. Un servizio completo, dalla vendita alla postvendita ti aspetta con tutta la gamma Lancia. La qualità della nostra assistenza e un personale altamente qualificato risponderà con professionalità a ogni tua esigenza. che vorranno trascorrere la domenica in allegria. (v.t.) STAV Viale Agricoltura, 43 - VIGEVANO Tel

11 Mortara 20 Eleonora Gagliani Ragazzi e ragazze, studenti e studentesse di tutte le età, attenzione che fra poche settimane non potrete più nascondere i voti o le assenze ai genitori! Dopo l avvento del tanto discusso registro elettronico al liceo Omodeo, e della possibilità di registrare qualsiasi attività, voto e avviso in maniera telematica, anche il classico libretto cartaceo dello studente sarà mandato in pensione e sostituito con uno on-line, visibile sia dai genitori che dagli alunni, ma modificabile solo dal docente. Sulla falsa riga dell area riservata già presente presso l Università degli Studi di Pavia, la scuola proporrà a breve a tutti i genitori la possibilità di creare una pagina alla quale si potrà accedere solo con una password personale e che si avrà modo di consultare in qualsiasi momento della giornata. L idea non è nata di punto in bianco, L INFORMATORE LOMELLINO Omodeo, registro elettronico come il grande fratello: voti e assenze visibili ai genitori ma è stata studiata, testata e poi presentata grazie all operato del responsabile amministrativo dell istituto, dottor Tommaso Vessio. Su Argo, il sistema operativo che usano i docen- ti in classe, c era già la possibilità di caricare on-line tutti i dati inerenti a lezioni, orario di ricevimento ed informazioni di servizio spiega Tommaso Vessio (nella foto) - semplicemente L INFORMATORE Mortara LOMELLINO Eleonora Gagliani Accesso attraverso l area riservata del sito dell istituto abbiamo preferito prima testare la piattaforma, per utilizzare solo in un secondo momento anche questa funzionalità. L impiego di questa pagina web è molto più semplice ed intuitiva di quanto possa sembrare in realtà: con un semplice click, il genitore sarà in grado di firmare le giustificazioni del figlio, prendere visione dei voti, leggere comunicazioni ed orari di ricevimento, prenotare da casa l appuntamento con il docente (evitando le classiche file kilometriche del ricevimento parenti), chiedere informazioni alla segreteria e molto altro ancora. Per quanto riguarda lo studente, invece, in caso di assenza dalle lezioni potrà consultare liberamente il registro di classe e visionare gli argomenti trattati a lezione. È già tutto funzionante, in quanto ho fatto delle prove a campione con alcuni genitori- commenta il direttore amministrativo- manca solo il via libera da parte del preside e il consenso delle famiglie. Quando il progetto andrà in porto, potremo affermare con sicurezza che la nostra scuola è tecnologicamente molto avanti, al passo coi tempi. Dopo la trepidante attesa ed i frenetici preparativi per la presentazione delle liste, sabato 26 ottobre sono stati eletti e successivamente ufficializzati i rappresentanti d istituto presso il liceo Omodeo di Mortara. La propaganda, iniziata a metà del mese scorso attraverso un opera di volantinaggio e di informazione generale, si è conclusa pochi giorni prima dell effettiva elezione dei candidati, il tutto per dar modo agli alunni di decidere e valutare quale gruppo fosse più adatto a rappresentarli in consiglio d istituto. Mercoledì 23 ottobre, invece, ha avuto luogo la presentazione dei gruppi in lizza per la posizione di rappresentante, la quale ha occupato tutte le ore di lezione della mattinata. Time list, Wonderlist e Mentalist hanno mostrato agli elettori,prima con un video e poi con un breve discorso informativo, le linee guida e i punti di forza delle loro proposte indirizzate all isti- Scientifico, linguistico e ragioneria scelgono i propri rappresentanti Record di schede annullate: sono state 200 su 960 votanti tuto. Gli obiettivi, simili ma non uguali a tutti i gruppi, hanno spaziato di ambito in ambito: riproporre l apprezzatissimo Omodeo s got talent nel periodo natalizio, istituire la tanto famosa giornata dell arte, della scienza, delle lingue e della fotografia, organizzare una sorta di mercatino dell usato dei libri di testo, convenzionare alcuni bar della zona per i ragazzi pendolari e riproporre l autogestione. Ad aver avuto maggior successo Lavatelli stronca la liberazione Anche una delle ultime tradizioni goliardiche del liceo Omodeo è andata persa. Già verificatasi la stessa situazione a Vigevano in diversi licei, sabato scorso davanti alle porte dell edificio nessun ex- studente universitario si è presentato per la tradizionale liberazione dei colleghi liceali. Il tanto atteso evento, che per i liberati significa niente lezioni almeno per un giorno, è una consuetudine ormai radicata nella tradizione di tutte le realtà scolastiche italiane, e mai nella storia dell Omodeo era stata stroncata così. La manifestazione viene organizzata dagli ex studenti della scuola, e comincia subito dalle prime ore di lezione: gli universitari entrano di soppiatto nell edificio e portano fuori dalle classi tutto il corpo studentesco. Ciò è avvenuto senza alcun divieto a Pavia, in alcuni istituti di Vigevano, a Novara e, senza andare molto lontano, anche presso il vicino istituto Pollini. Il preside Pacifico Lavatelli (nella foto), artefice della proibizione, giustifica la sua decisione in maniera perentoria. L anno scorso ci sono stati disordini durante la liberazione. - illustra il dirigente - Alcuni genitori si sono lamentati del comportamento di diversi universitari che hanno importunato i figli. Non potevo permettere che si ripetesse di nuovo qualcosa del genere, ed allora ho preferito vietare l evento nonostante sia ben consapevole del suo valore goliardico. (e.g.) I neoeletti rappresentanti d istituto, da sinistra: Nicolò Degiorgi, Giorgia Rampi,Marta Mancini e Alessandro Boniolo sono state le proposte della Time list e della Mentalist, che hanno ricevuto rispettivamente quasi 400 e 250 voti, mentre la Wonderlist ha racimolato 100 voti totali. Del primo gruppo fanno parte il capolista Nicolò Degiorgi (5 Cs), divenuto rappresentante d istituto con 127 voti, e la vice capolista Giorgia Rampi (5Al), con 140 voti. Per quanto riguarda la seconda formazione, Alessandro Boniolo (5As) ha ricevuto complessivamente 120 voti, mentre Marta Mancini (5Al) 38. E andato tutto per il meglio, non ci sono stati intoppi di nessun genere ne durante la presentazione delle liste ne durante i discorsi rivolti ai ragazzi commenta uno dei nuovi rappresentanti degli studenti Nicolò Degiorgi - nonostante proveniamo da formazioni differenti, abbiamo già trovato degli obiettivi comuni da realizzare insieme, senza fare distinzione ne di lista ne di indirizzo di studio. Solo una cosa mi ha lasciato perplesso: su più di 960 ragazzi presenti e votanti, solo i voti di circa 760 sono stati considerati validi. Le restanti 200 schede, a chi appartengo? A ragazzi che non hanno capito il meccanismo di voto e hanno sbagliato a compilare, o chi ha preferito non esprimere giudizi? Alla scoperta della storia di Sant Albino tra lezioni e cammino sulla Via francigena Studenti all abbazia sulle orme dei pellegrini Sulla via dei pellegrini, tra storia, leggenda e fede verso l abbazia di Sant Albino. Il progetto nasce dalla collaborazione di due insegnanti di religione, Luisa Castelli e Annalisa Maiocchi, con l archivista Emilia Mangiarotti. L iniziativa, rivolta alle classi terze, ha come tematica principale quella dello studio della figura del pellegrino, sia come personaggio di rilievo storico, sia come portatore di valori religiosi. A questo tema si collega la vicenda di Amico e Amelio, oggetto di una delle lezioni della Mangiarotti. Il luogo della loro sepoltura era considerato un santuario frequentato soprattutto da pellegrini francesi. Non a caso il progetto è stato proprio denominato Sulle orme dei pellegrini, e si compone di due fasi precise, una più coinvolgente dell altra: l esperienza è iniziata la scorsa settimana con alcune lezioni teoriche seguite da una camminata verso l abbazia percorrendo anche un pezzo di via Francigena. La visita è stata accompagnata dalle parole di padre Nunzio, che ha mostrato ai ragazzi tracce del passaggio di pellegrini intorno all anno 1000: sulla superficie di al- cuni mattoni all interno della chiesa si possono vedere graffiti ed incisioni, testimonianza storica poco conosciuta nella zona, ma ben nota agli studiosi di storia medievale. È un peccato che si perda gran parte del bagaglio storico-culturale della zona, che da sempre è stata luogo di interesse per studiosi e non commenta la professoressa Castelli - nel nostro piccolo, con il sostegno di Emilia Mangiarotti, cerchiamo di far rivivere un po di questa storicità ai nostri ragazzi, i quali rispondono sempre positivamente in maniera attiva e partecipativa. (e.g.) NELLA FOTO Emilia Mangiarotti durante una lezione all Omodeo 21

12 22 Mortara L INFORMATORE LOMELLINO Tommaso Ferraris La prima serata della nuova stagione di Mortara on stage vede il grande ritorno della musicista mortarese che vive negli Usa Ada Rovatti torna a casa: sabato sera all auditorium un concerto da sold out Fulvio Ervas venerdì a Le mille e una pagina Imperdibile appuntamento per la libreria Le Mille e una Pagina, in compagnia di uno degli scrittori più popolari del momento. Alle 21 di venerdì, Fulvio Ervas presenterà il suo ultimo Si fa presto a dire Adriatico. Si tratta del nome più pesante, per quanta riguarda questa stagione di incontri della libreria di corso Garibaldi. Ervas, infatti, è conosciuto per il suo precedente romanzo Se ti abbraccio non avere paura, uno dei più grandi successi editoriali del Con le sue trecentomila copie vendute, Se ti abbraccio non avere paura è rimasto diversi mesi all interno della classifica italiana dei dieci libri più venduti. Tradotto in otto lingue diverse, verrà tratto un film da questo romanzo, che ha ricevuto la nomination all edizione 2012 di Libro Non esiste un posto più speciale della propria casa. Sarà per questo motivo che Ada Rovatti, musicista mortarese trapiantata negli Stati Uniti, ritorna a Mortara appena ne ha la possibilità. In questo caso, l occasione è di quelle che contano. Sabato sera, Ada Rovatti aprirà ufficialmente la nuova stagione concertistica di Mortara on Stage. Alla musicista lomellina toccherà l onere e l onore di scaldare il pubblico mortarese, esigente per tradizione. Lo testimoniano già i dati di vendita, che preannunciano un rapido tutto esaurito dell auditorium mortarese. Sono molto emozionata all idea di suonare di fronte alla mia città. I miei amici, la mia famiglia, saranno tutti presenti per vedermi e, soprattutto, ascoltarmi. Nonostante la mia carriera mi abbia portato in giro per tutto il mondo, suonare a Mortara è sempre un evento particolare ha commentato così Ada Rovatti Due anni fa mi sono spostata da New York. Ora abito negli East Hampton, una bellissima zona immersa nel verde. Sembra di essere in Lomellina, mi sento come se non avessi mai lasciato casa. E un posto piccolo, dove tutti si conoscono, proprio come qui. La mentalità americana, naturalmente, è differente da quella italiana, ma il mix di culture e di stili creano un fermento culturale universale in cui Ada si trova a meraviglia. La musica può essere un meraviglioso mezzo di fuga dai problemi quotidiani. Mi è capitato di andare ad insegnare, nell ambito di un progetto scolastico, in alcuni istituti elementari disagiati. I risultati ottenuti sono stati eccezionali. Si vedeva come le facce di questi bambini, segnati da vicende personali travagliate, si rilassassero, trasformandosi in grandi sorrisi ha continuato la sassofonista - Anche negli Stati Uniti si avverte un crisi del settore musicale. Non solo le aziende si trovano in difficoltà. New York è, come sempre un mondo a parte. Si trovano ancora grandi locali disposti ad ingaggiare big band. E un etica diversa da quella italiana. Negli Stati Uniti, quando qualcuno si sposa, chiama un complesso jazz. Anche le imprese più piccole prediligono l orchestra dal vivo, anziché assumere un deejay. E una mentalità diversa, che valorizza ancora la musica suonata. Questo sabato, il pubblico mortarese potrà godere in anteprima di alcuni brani inediti prodotti da Ada Rovatti. In queste settimane, infatti, la jazzista lomellina sta ultimando le ultime fasi di registrazione del suo nuovo cd. Il palco di Mortara, sarà quindi un ottimo banco di prova per verificare il lavoro fin qui svolto. Sul palcoscenico... a un passo da New York Alcuni brani inediti di Ada Rovatti insieme a una carrellata delle composizioni presenti nella sua discografia, con arrangiamenti di standard jazz e del repertorio rock rivisitati in chiave jazzistica. E quanto si potrà apprezzare sabato 16 novembre, a partire dalle 21, all auditorium per la serata inaugurale della stagione di Mortara on stage. Accanto alla musicista mortarese trapiantata nella grande mela, troveranno posto sul palcoscenico: Janek Gwizdala, Alberto Bonacasa, Maxx Furian e Dario Faiella. Sono ancora in vendita i pochi biglietti disponibili per il concerto di Ada Rovatti A un passo da New York : il costo delle poltroncine è di 12 euro, e di 10 euro per i gradoni. (v.t.) dell anno hanno spiegato Laura Fedigatti e Lia Maffi, titolari della libreria Ervas è stato ospite durante alcune importanti trasmissioni televisive, come Le Iene o Le invasioni Barbariche di Daria Bignardi. Per noi è un grandissimo onore poter ospitare un così prestigioso ed importante scrittore. Naturalmente, dati i suoi molteplici impegni, siamo stati costretti ad anticipare a venerdì il nostro incontro. Lo scorso sabato, la libreria si è resa protagonista di un altro incontro molto particolare. Chiara Pasetti ha esposto, di fronte ad un nutrito pubblico, il suo saggio Antonia Pozzi e la sua tesi di laurea su Flaubert, accompagnata da Matteo Vecchio. Siamo sempre molto soddisfatte dalla costante affluenza di lettori durante i nostri incontri. Non sempre i nostri appuntamenti si possono definire popolari. A volte si trattano argomenti particolari, come nel caso della vita di Antonia Pozzi hanno continuato Lia Maffi e Laura Fedigatti Un personaggio con una vita segnata dal rapporto particolarmente travagliato con il padre,scaturita poi nel suicidio. I nostri lettori sanno, tuttavia, che ogni incontro è un esperienza, un occasione per scoprire qualcosa di nuovo, attraverso meravigliose letture. (t.f.)

13 Mortara 24 Mortara L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO 25 Speciale inverno Lunghi applausi per la cucina e il party di Marta Comeglio Il corso comunale di teatro festeggia il decimo compleanno Un avventura iniziata nel mese di maggio e terminata lo scorso fine settimana tra gli applausi del pubblico dell auditorium. La decima edizione del corso comunale di teatro, festeggiata con tanto di torta al termine dello spettacolo dello scorso sabato, finisce in archivio con il giusto omaggio del numeroso pubblico presente in sala agli attori che hanno portato in scena i testi curati da Marta Comeglio. La regista mortarese ha saputo ancora una volta valorizzare al meglio i singoli attori creando uno spettacolo gradevole: dalla caotica e tutto sommato divertente cucina di Arnold Wesker, al party di Harold Pinter dove una classe borghese arricchita si pavoneggia mentre per le strade infuria il vento di una drammatica rivolta. Al termine della rappresentazione il sipario è calato accompagnato dal lungo applauso del pubblico. Un applauso che ha dato l arrivederci al 2014 a questa iniziativa in grado di coinvolgere molti mortaresi avvicinandoli al mondo del teatro. (v.t.) ARRIVA IL GELO. I SEI CONSIGLI DI A.S. MARE S.r.L. PER PROTEGGERE I CONTATORI DELL ACQUA Show room Capi pronti e su misura Riparazioni Rimesse a modello Pulitura Custodia estiva A.S.Mare s.r.l. Via Tiziano Vecellio Mortara (PV) NOVARA - Fraz. PERNATE VIA NOVARA TEL Inf-lomell 1.indd 1 08/11/ :08:07

14 26 L INFORMATORE Speciale inverno LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Speciale inverno 27 Mettersi al volante in per non rischiare inverno: guida pratica utilizzando l auto Essere vigili, rallentare e mantenere il controllo. Queste sono le tre regole chiave per una guida sicura nei mesi invernali. L inverno è una stagione insidiosa per gli automobilisti. Adattate la guida alle condizioni stradali e meteorologiche, che possono essere imprevedibili. La sicurezza è una priorità assoluta La guida in inverno mette alla prova il vostro veicolo e le vostre capacità di conducente. Assicuratevi di essere ben preparati ad affrontare le condizioni invernali. Pensate ad utilizzare pneumatici invernali Gli pneumatici invernali aumentano la sicurezza di guida offrendo livelli migliori di trazione, frenata e tenuta in presenza di gelo, neve, poltiglia e soprattutto ghiaccio. Vi raccomandiamo di montare pneumatici invernali sulle quattro ruote per avere un controllo e una stabilità ottimali e la massima sicurezza. Siate consapevoli dei vostri limiti e di quelli degli altri automobilisti Rimanete concentrati su quanto accade nelle immediate vicinanze. Regolate la velocità in base alle condizioni date e mantenete la distanza di sicurezza tra il vostro veicolo e quello che vi precede. Evitate situazioni che possono provocare frenate brusche su terreni scivolosi. La frenata È fondamentale anticipare la frenata valutando lo spazio necessario ad eseguirla. Evitate le frenate brusche e velocità di marcia elevate. Non fate manovre brusche ed evitate le accelerazioni troppo decise (devono essere progressive e non violente). La frenata deve essere progressiva per evitare di bloccare le ruote, poiché ciò provocherebbe uno slittamento e la perdita di controllo del veicolo. Se questa eventualità si verificasse, lasciate il pedale del freno per ritrovare aderenza, quindi frenate di nuovo utilizzando alternativamente il freno motore e il pedale del freno. Per ridurre il rischio di slittamento in salita, innestate una marcia superiore a quella che usereste normalmente sull asciutto. La partenza In caso di partenza sulla neve, bisogna accelerare in modo molto progressivo per evitare il rischio di slittamento. Se le ruote slittano, inserite la marcia superiore per diminuire la forza applicata alle ruote. Sarete così in grado di far partire la vettura senza problemi. Le curve Prima di affrontare una curva, rallentate sul rettilineo. In curva, l azione sullo sterzo deve essere fluida e costante per evitare che lo pneumatico slitti perdendo il controllo. Mantenete una velocità moderata e regolare. Perdita di controllo sull anteriore Se in fase di sterzata perdete il controllo sull anteriore, per ritrovare aderenza dovete ridurre la velocità sollevando il piede dall acceleratore. Se necessario, premete leggermente il pedale del freno senza bloccare le ruote. Perdita di controllo sul posteriore In un veicolo a trazione anteriore, se la vettura perde aderenza sul retrotreno, mantenendola però sull avantreno, accelerate leggermente per ristabilire l equilibrio. In un veicolo a trazione posteriore, sollevate leggermente il piede dall acceleratore finché il retrotreno ritrova l aderenza. Quindi, accelerate di nuovo con delicatezza per mantenere la velocità. Non frenate in nessun caso, perché aumenterebbe lo squilibrio al retrotreno. La nebbia La nebbia oltre a ridurre la visibilità, rende viscida la strada e diminuisce l aderenza dei pneumatici all asfalto. Per questo motivo il limite di velocità è di 50 Km/h quando la visibilità è inferiore a 100 metri. in questi casi è necessario essere ben visibili, utilizzando i fari antinebbia e i fendinebbia. La pioggia Anche la pioggia, specie se sostenuta, rende più difficile la visibilità e può provocare il fenomeno dell Acquaplaning, che consiste nella perdita di aderenza con l asfalto per la presenza di acqua tra questi e i pneumatici. È più facile che accada in presenza di molta acqua e a velocità sostenuta. In questo caso è bene moderare la velocità e rallentare diminuendo la pressione sul pedale dell acceleratore anziché frenare bruscamente. È opportuno controllare periodicamente il buon funzionamento delle spazzole tergicristallo. LA DITTA CAPÈ ALESSANDRO DI BORGO SAN SIRO OPERA IN MODO RAPIDO E QUALIFICATO COME ERA COME È TETTI IN LEGNO E AMIANTO BONIFICATO Si eseguono lavori di spalamento neve CON UN SPESA DI ALMENO 5.000,00 AVRETE IN REGALO UNA VACANZA DI UNA SETTIMANA PER TRE PERSONE Per ulteriori informazioni si può contattare la ditta ai numeri o , o scrivere all indirizzo

15 28 L INFORMATORE Speciale inverno LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Speciale inverno 29 Il freddo si combatte anche seduti a tavola Come vestirsi in inverno per evitare i malanni Avete sempre freddo? Potete combatterlo anche a tavola. Legumi, carne, frutta e verdure di stagione, come spinaci, zucchine e broccoli, aiutano l organismo ad alzare la temperatura. Questi cibi, grazie al loro apporto calorico, danno una marcia in più al metabolismo, che riesce a produrre più energia e più calore. I grassi ci vogliono. Attenzione, invece, alle diete con poche calorie e pochi grassi che rallentano la capacità di regolare la temperatura corporea, e all alcol, che dopo una iniziale vasodilatazione, con sensazione di calore, può lasciare spazio a una vasocostrizione con sensazione di freddo. Il termometro del corpo è composto dai termorecettori cutanei, microscopici sensori in grado di rilevare il caldo e il freddo: percepiscono le variazioni di calore dell ambiente e innescano la risposta. Che è affidata a neuroni termosensibili, posti nell ipotalamo. Lo scopo è mantenere costanti i gradi corporei attraverso un meccanismo di termoregolazione, che disperde calore (se fa caldo) o ne favorisce la produzione (se fa freddo). Nelle persone freddolose, la temperatura percepita dai termorecettori viene interpretata come gelida indipendentemente da un riscontro oggettivo, ossia anche in presenza di temperature abbastanza elevate. Non esistono farmaci o terapie: oltre a curare il regime alimentare, l unica soluzione rimane coprirsi di più. Anche l uso di farmaci vasodilatatori non ha giustificazione scientifica e può avere effetti negativi. Dai guanti alla sciarpa, dal cappello agli stivali: le risposte a tutte le tue domande sul modo migliore per difendersi dal freddo dei mesi invernali. Come devo vestirmi? I maglioni di pura lana sono una sicurezza contro il freddo, ma la cosa migliore è tenere sotto una camicia di cotone, in modo da non sudare negli ambienti riscaldati. In generale, vestirsi a strati in inverno è la soluzione ideale. Per i giubbotti si può sfruttare l effetto barriera di materiali leggeri come il gore-tex e il polipropilene: proteggono, lasciano traspirare la pelle e sono comodi. Oppure optare per i classici piumini. La sciarpa mi protegge dal raffreddore? Il freddo non provoca il raffreddore, ma è vero che alle basse temperature si muovono più lentamente le ciglia vibratili del naso, prima barriera contro gli attacchi dei virus. Per evitarlo è utile coprire il naso con una sciarpa. Se copro le orecchie evito l otite? No, le infezioni che causano l otite arrivano da dentro, per esempio dalla gola infiammata, e non da fuori: nessun virus e nessun batterio può intrufolarsi dal padiglione auricolare, la parte esterna dell orecchio. Il cappello però è utile se si sente freddo alla testa. Devo usare i guanti? Zero gradi? Guanti! Il freddo danneggia il film idrolipidico che difende la pelle delle mani. La maglia della salute serve davvero? Indossarla allontana i rischi di prendersi un raffreddore, ma anche di beccarsi una congestione dopo un pranzo abbondante, nonché mal di schiena e dolori articolari alle spalle. Meglio sceglierla in cotone: quelle in lana trattengono il sudore. Che scarpe indossare? La cosa importante è che le scarpe abbiano suole realizzate con materiali isolanti, per esempio con il poliuretano, così da non far passare il freddo e l acqua. Gli stivali di gomma vanno usati all aperto, in ufficio meglio sostituirli. Altra regola: non infagottate i piedi in doppie calze perché rischiereste di ostacolare la circolazione a livello locale. SPECIALE FUOCO Mede Via Unione Sovietica, 83 Tel fax Zeccone Via Vigentina, 1 Tel fax FINANZIAMENTO 12 MESI A TASSO ZERO E INCENTIVO STATALE DEL 50% SU TUTTI I TIPI DI STUFE E CAMINI

16 30 Lomellina L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Lomellina 31 Castello d Agogna: Sara Preceruti diventa la donna chef numero 1 Gianluca Tacchino CASTELLO D AGOGNA - Prestigioso riconoscimento conferito alla giovane chef Sara Preceruti, in occasione della presentazione della settima edizione di Identità golose, la celebre guida ai ristoranti in Italia e nel mondo. Dopo le stelle Michelin ecco arrivare questo ulteriore attestato, che lancia Sara nel firmamento dei grandi chef italiani. La cerimonia si è tenuta al Magna Pars di Milano, in occasione della presentazione della settima edizione di Identità Golose, la guida ai ristoranti d autore in Italia e nel mondo che contiene la recensione di MEDE E proprio il caso di dire non vedo l ora e stavolta è per i cittadini medesi il motto è inteso in senso letterale; da qualche tempo la parte del campanile dove è posto il grande orologio non è più illuminata. Al momento di sera bisogna contare solo sui propri orologi da polso o sui propri cellulari. La torre campanaria della chiesa di San Marziano è ben nota per la sua altezza e quasi fa impressione vedere che ad un certo punto irrompe il buio e la sommità pian piano sparisce nel nulla. Non c è da preoccuparsi, in quanto la situazione è temporanea e presto tutti quelli che non vedono l ora di rivedere l ora saranno accontentati. Ho chiesto chiarimenti ai tecnici comunali e mi hanno detto che si sono semplicemente bruciate le lampade dell illuminazione spiega il sindaco di Mede Lorenzo Demartini Mi hanno anche confermato che hanno già ordinato quelle nuove, è solo questione di tempo. Questa sgradita situazione 670 locali e premia i migliori professionisti della ristorazione. A Sara è stato conferito il premio di Migliore chef donna: sognatori del Gusto. L Italia fatica a essere un paese per chef in rosa. Resiste la figura della cuoca che è anche moglie, fidanzata, figlia e raddoppia i fornelli di casa con quelli del locale. Sara Preceruti no. Lei ha scalzato lo chef uomo e ha legittimato stelle e onori con una personalità e sensibilità speciali., questo il commento degli autori della guida nel momento della premiazione. Sono veramente felice ed orgogliosa di me stessa, ha affermato Sara Preceruti - ringrazio lo NELLA FOTO Sara Preceruti durante la consegna del premio Identità Golose Mede: torre campanaria al buio, ma sono in arrivo le lampadine sembra volgere al termine, ma attualmente la punta del campanile resta immersa nelle tenebre; chissà cosa avviene lassù nel silenzio della notte. Presto arriveranno le lampade nuove a far luce su questo mistero che prenderanno il posto di quelle vecchie non più funzionanti. Forse era arrivata la loro ora... (p.g.) staff del ristorante in cui lavoro, La locanda del notaio a Pellio Intelvi (Co), i proprietari che mi danno la possibilità di sperimentare liberamente piatti diversi, lasciando libero sfogo alla mia fantasia,ed i miei genitori che mi sostengono da sempre. Ottenere un simile riconoscimento mi onora e ripaga in gran parte tutti i sacrifici e le rinunce fatte in gioventù. E un momento importante per la mia vita professionale, e questi attestati di stima sono uno stimolo importante per spingermi a fare sempre meglio e andare alla ricerca di nuovi gusti, abbinamenti e sperimentazioni. Sara, 29 anni, è nata a Novara ma originaria di Castello d Agogna, si è diplomata a pieni voti presso la scuola alberghiera Grand Hotel Excelsior della Valle di Ponte di Legno (Bs), e da alcuni anni ormai lavora presso il ristorante La Locanda del Notaio nella cittadina di Pellio Intelvi, in provincia di Como, località collinare incastonata tra i laghi di Como e Lugano, dove tuttora vive. Dopo alcuni anni di gavetta, Sara dal 2010 è diventata capo Chef del ristorante e la sua abilità tra i fornelli non è passata inosservata, infatti per il secondo anno consecutivo è stata insignita della stella Michelin, divenendo la più giovane chef donna a ricevere questo riconoscimento da parte dei critici culinari. GARBELLI VALERIO La spaccalegna SF105 DUO è una macchina versatile e comoda per il suo duplice utilizzo: lavora in orizzontale e in verticale e ha altre 2 posizioni intermedie. La piastra di appoggio del tronco e il cuneo sono intercambiabili in base alla posizione di lavoro. Le prestazioni sono professionali.... per rendere più caldo il vostro inverno! TECNICA D AVANGUARDIA PER OGNI ESIGENZA MEDE Anche quest anno avrà luogo la gara di beneficienza intitolata Banco Alimentare. Tutti i supermercati della cittadina parteciperanno all iniziativa e presso di loro tutti coloro che vorranno fare del bene potranno acquistare i beni che poi saranno raccolti e distribuiti a chi ne ha bisogno. L organizzazione della giornata è come sempre affidata alla Consulta Comunale del Volontariato che con il personale fornito dalle varie associazioni, e non solo, dispone i punti di raccolta presso i supermercati della cit- Paolo Greco MEDE E stata un esperienza davvero fantastica!, così il giovane atleta Semir Modica (nella foto) descrive la sua avventura dei mondiali di Kickboxing che hanno avuto luogo in Brasile dal 29 settembre al 6 ottobre. Non è da tutti partecipare ad un mondiale all età di 22 anni, ma il giovane da sempre vissuto a Mede ma trasferitosi da poco a Pieve del Cairo ha dimostrato come l impegno e la voglia di superarsi giorno dopo giorno possano far raggiungere dei traguardi molto importanti e prestigiosi. Sono stato scelto dalla Nazionale e prima di partire per il Brasile abbiamo fatto due collegiali, cioè due incontri nei quali mi sono allenato insieme a tutti gli altri convocati racconta il giovane atleta E stato bellissimo perché ogni nazione porta i suoi migliori atleti che si sfidano in un torneo ad eliminazione; potermi allenare con la Nazionale e sfidare grandi atleti è per me un grande orgoglio e poi fa anche palmares. Una spedizione che ha sicuramente rappresentato per l atleta un momento di crescita e di grande MEDE Arriva un piccolo stop nella procedura della distribuzione del contributo previsto per le nuove imprese medesi. L inghippo sta in un passaggio meramente burocratico e così l amministrazione comunale è stata costretta ad una proroga dei termini per la presentazione del bando. Il contributo era Mede: in arrivo il Banco alimentare tà spiega l assessore Guido Bertassi, che poi ricorda - L importanza di questo appuntamento, oltre che alla raccolta di generi alimentari che in città ha sempre raggiunto risultati quantitativamente importanti, sta nel fatto che per una volta si trovano uniti in questa giornata i rappresentanti delle associazioni che fanno parte della Consulta grande soddisfazione; ma purtroppo la squadra italiana di Kickboxing non ha conquistato grandissimi successi. Non abbiamo portato a casa tante medaglie, perché c erano grandi campioni e abbiamo avuto inoltre dei sorteggi molto difficili racconta Semir Modica Poi anche il metodo di valutazione degli incontri ci ha un po spiazzato; in Italia si giudica in base all andamento generale dell incontro, mentre lì ai mondiali hanno utilizzato dei macchinari che segnavano ogni singolo colpo. Ma queste sembrano essere cause marginali rispetto al problema di fondo che può rappresentare un enorme ostacolo per gli atleti italiani. In Italia per questa disciplina c è una mancanza di fondi che taglia le gambe! afferma Semir Modica Noi quando andiamo da qualche parte dobbiamo provvedere personalmente al pagamento di viaggi, vitto ed alloggio; la Russia, ad esempio, stanzia una somma di denaro per gli atleti che arrivano sul podio fino all esibizione successiva. Ma la passione per questo sport va oltre, perché in fondo nella vita non sono i soldi che fanno la felicità e Semir quando è in palestra ad allenarsi è sicuramente molto felice. La sua amicizia con la Kick Boxe è nata quasi per caso, ma da quel momento questo sport è diventato una parte molto importante della sua vita. Io ho sempre praticato le arti marziali racconta Semir Modica Poi però ho cominciato a cercare uno sport che fosse più di contatto, che rendesse il mio corpo più forte; un giorno per caso mi sono ritrovato in una palestra di Voghera dove si pratica il Kickboxing e ho capito che quella era la mia strada. Ho fatto due anni da amatore lì a Voghera ed ora sono all interno della KBT di Comunale del Volontariato, delle associazioni che non ne fanno parte e molti cittadini a titolo personale. Tutti uniti con un solo scopo, quelle di fare del bene; in passato l iniziativa ha riscosso ottimi risultati e per quest anno si spera di non cambiare tendenza. La novità del 2013 sarà la partecipazione dei Lions Club della Zona C che contribuiranno Il medese Semir Modica in Brasile ai campionati mondiali di Kickboxing Mede, slittano i contributi alle imprese previsto per tutte le aziende costituitesi a Mede nel periodo compreso tra gennaio 2011 e dicembre 2012 e consiste in un fondo di 6 mila euro; ora però i tempi si dilatano. Abbiamo dovuto fare una proroga nel tempo spiega l assessore Moreno Bolzoni Nel primo bando che abbiamo emesso è stata riscontrata un imperfezione, in quanto tra i requisiti era compresa una visura camerale che evidenziasse il possesso dei all organizzazione, alla raccolta e al trasporto dei beni non solo a Mede ma anche a Mortara e a Robbio. Però il motore di tutta l iniziativa sarà come sempre la solidarietà delle persone ed è proprio ai suoi concittadini che Guido Bertassi fa un appello. Voglio fare un grande appello a tutti i medesi introduce l assessore Mi auguro che non facciano mancare il loro apporto a questa grande iniziativa che ha dimostrato negli anni che la solidarietà è uno dei valori maggiormente sentiti, in modo particolare oggi. (p.g.) Vigevano con il maestro Fabio Corsari poi prosegue E uno sport duro nel quale devi sempre cercare di superare te stesso; io ora ho 22 anni e ho già partecipato ad un mondiale e gareggio in un torneo di élite, questi sono per me dei grandissimi risultati!. Chissà cosa il futuro ha in mente per il giovane atleta, ma sicuramente tutto sarà frutto del suo impegno e della sua determinazione messi al servizio di una grande passione che gli ha permesso di crescere e fare delle importanti esperienze. Una cosa alla quale tiene molto Semir Modica è smentire tutte le voci che dipingono il Kickboxing come uno sport violento. Non è vero che si tratta di uno sport violento, anzi io credo che tranquillizzi in quanto permette ad una persona di sfogare tutte le sue frustrazioni nel momento dell allenamento! afferma il giovane atleta E vero che ci si può far male, ma io sinceramente sento di infortuni più gravi alla domenica nel calcio che nel Kickboxing poi ricorda il suo obiettivo Io voglio arrivare al massimo delle mie possibilità, voglio raggiungere il livello di Giorgio Petrosia che è il migliore al mondo!. requisiti anti-mafia. Questo era compito della Camera di Commercio, ma con le nuove leggi ora non le spetta più e i richiedenti devono redigere un autocertificazione. E una questione meramente tecnica, ma questo contributo, che è una delle misure più discusse negli ultimi tempi, arriverà presto. (p.g.)

17 32 Lomellina L INFORMATORE LOMELLINO Mede ricorda suor Diletta, dieci anni dopo Paolo Greco LOMELLO Quasi non se ne può più delle vicende legate alla ditta di stoccaggio fanghi C.r.e., il dibattito è sempre vivo come è sempre vivo l allarme di ripercussioni da parte della popolazione che proprio non riesce a digerire l insediamento dell impianto. La settimana scorsa è comparsa sul muro che circonda la casa del parroco una piccola scritta che recita Cre Morte ; non è la prima volta che la cittadinanza ha a che fare con questo genere di scritte, ma stavolta le caratteristiche differiscono molto da quelle precedenti. La scritta è molto piccola ed inoltre è stata fatta con tutta probabilità con un pezzo di mattone; si tratta di una bravata oppure la lotta armata contro la C.r.e. è ancora viva? Scritte intimidatorie, incendi nel cantiere quando l impianto stava ancora prendendo forma ed infine anche un ordigno MEDE Domani sera la comunità ricorderà un personaggio molto amato, suor Maria Diletta Manera (nella foto). In occasione del decimo anniversario della sua scomparsa alle 18 sarà celebrata una messa in suo onore presso la Chiesa degli Angeli. Piera Manera nacque a Mede nel 1927 e all età di 36 anni riceve la vocazione e si aggrega alla comunità delle Suore Sacramentine. Ma ciò che rese grande la figura di suor Maria Diletta Manera fu la sua devozione al prossimo che culminò nel 1975 quando decise di andare in missione in Kenya; lì fece grandi cose, prima fra tutte l impegno nella costruzione del primo monastero in Africa. Suor Maria Diletta Manera è un personaggio che nessuno ha dimenticato e che gode di grande ammirazione. Si tratta di un personaggio rimasto così tanto nel cuore dei medesi che nel 2005 l amministrazione comunale decise di intitolare a suo nome la scuola elementare, con la speranza che la sua opera possa essere sempre presente ai più giovani, per conoscerla e prenderla ad esempio. (p.g.) Lomello, effetto - Cre: ora spuntano scritte... mortali Ma il sindaco minimizza e invoca interventi regionali finto trovato davanti alle porte del municipio, questo è l elenco degli atti intimidatori commessi da qualcuno, o più d uno, che attualmente la sta ancora passando liscia. Secondo me è una stupidata commessa dai soliti che non conoscono le vere problematiche della comunità! esclama il sindaco Giuseppe Piovera Io non so se sia stato lo stesso autore delle scritte precedenti ed intende così portare avanti la polemica, ma queste cose sono assurde perché o fai la battaglia a livello istituzionale nelle giuste sedi o non ha senso! Queste sono solo assurdità che alimentano SARTIRANA - I volontari dell associazione onlus Una Rana per Cernobyl, in collaborazione con il gruppo teatro famiglie Anemoni e piccoli ranuncoli insieme ai genitori de l Angolo dei sogni, hanno realizzato un simpatico e colorato calendario della Rana Frog per il Con l originalità e la fantasia nell usare abiti di cartapesta, Annalisa Gallina, Silvana Martinoli e Sandra Binacchi hanno dato vita ai mesi dell anno, vestendo di colori i bimbi di Sartirana e Breme che hanno aderito all idea. Un modo nuovo di continuare la raccolta fondi per il progetto di accoglienza sanitaria in famiglia dei bimbi provenienti dalle aree di Cernobyl; sicuramente le sarte hanno dedicato molto tempo all allestimento cercando. di creare con i bimbi le atmosfere dei mesi e delle varie stagioni. Il calendario può essere prenotato e ritirato a fronte di una piccola offerta presso l Angolo dei Sogni, un astio inutile, la battaglia va fatta a viso aperto. Questo il parere del primo cittadino che non perde l occasione per ricordare contro chi va fatta la vera battaglia. Bisogna rivolgersi alla Regione che prima decide e poi ti chiede il parere tuona Piovera Decisioni come quella di permettere l insediamento di un impianto come quello C.r.e. andrebbero prese dal basso, sentendo prima il parere degli amministratori locali. Non è seguita nessuna agitazione alla comparsa di quella scritta e questa volta l autore, che sia per protesta o che sia frutto di una bravata, non sembra aver centrato il suo obiettivo di attirare l attenzione su di sé. Sartirana: un calendario per il 2014 da Una rana per Cernobyl la cartoleria La Prospettiva, da Francesca acconciature e da Annalisa Gallina. Il prossimo appuntamento è per il calendario 2015 dedicato all infanzia nel mondo. Da parte mia non posso che ringraziare Fabio Panza, il fotografo Andrea Baccalino e tutte le persone che sostengono la nostra associazione e a cui intendiamo augurare un buon 2014 ovviamente in nostra compagnia! : parola di presidente! (r.g.) Anche Mede aderisce ai corsi di studio per adulti del Pollini MEDE L amministrazione comunale ha deciso di abbracciare con una convenzione il progetto del Centro Territoriale Permanente per la Formazione ed Istruzione in Età Adulta che ha sede presso l Istituto Statale Ciro Pollini di Mortara. L iniziativa consiste nell insegnamento della lingua italiana a tutti i cittadini extracomunitari che hanno sede in città. Manca poco all inizio dei corsi che saranno divisi in due moduli; le lezioni del primo modulo si terranno tutti i lunedì e venerdì di dicembre dalle 9 alle 12, mentre quelle del secondo si terranno tutti i lunedì e venerdì di febbraio e marzo sempre dalle 9 alle 12. L amministrazione introduce l assessore Guido Bertassi ha deciso di aderire a questa interessante iniziativa nella convinzione che debba essere fatto tutto quanto è possibile per favorire l integrazione, o almeno, per verificare la reale volontà di integrarsi da parte di tutti quei cittadini medesi provenienti da realtà molto diverse dalla nostra. Ormai capita sempre più spesso di vedere presso gli uffici comunali donne di provenienza extracomunitaria accompagnate da un figlio o una figlia in età scolare che funge da interprete. Questa è un opportunità che sarà praticamente a costo zero, che mira a superare un atteggiamento di parziale isolamento. Parziale in quanto di fatto costituiscono circa il cinquanta per cento degli utenti dei Servizi Sociali. (p.g.) L INFORMATORE LOMELLINO Lomellina 33 Lomello, lavori in piazza e presto ci sarà acqua potabile... al cimitero Paolo Greco SARTIRANA - Sabato scorso nella sala polifunzionale Pina Rota Fo si è tenuto il convegno Lomellina, quale futuro per uno sviluppo sostenibile? ; ospite Mario Melazzini (nella foto), assessore regionale alle attività produttive, ricerca e innovazione. Presenti i sindaci della Lomellina, moderatore il primo cittadino Ernesto Prevedoni Gorone. Molti i punti presi in esame dall assessore Melazzini nell illustrare il Piano regionale per lo sviluppo elaborato dall attuale legislatura. Quattro le aree considerate dal Piano: area istituzionale, economica, sociale e territoriale e una serie infinita di interventi mirati alla sostenibilità dello sviluppo a tutto campo. Primo fra tutti l aiuto alle imprese, con una serie di agevolazioni dei tassi di credito, il potenziamento delle infrastrutture e l iinovazione. Non è possibile pensare a un vero sviluppo sostenibile se si concentrano le azioni solo sul superamento delle emergenze LOMELLO C è stato uno po di scompiglio nella settimana scorsa per i lavori effettuati in Piazza della Repubblica. Un lungo e profondo solco ha attraversato la piazza per qualche giorno e sicuramente è stato qualcosa di grande impatto visivo. A Lomello Piazza della Repubblica appare come un grande parcheggio pieno di auto e di persone che fanno avanti ed indietro e il profondo taglio nel terreno e le due alte file di terra ai suoi lati hanno fatto effetto. E stato il classico caso di tutto fumo e niente arrosto, in quanto i lavori hanno riguardato solo alcuni tubi dell acqua. I lavori sono serviti per collegare le due reti idriche di via Longobardi e di via Volpi spiega il vice sindaco Franco Pelizza Lo scopo era quello di un miglioramento della rete. Ma dall amministrazione comunale fanno sapere che presto ci saranno altri lavori simili. Adesso stiamo aspettando l autorizzazione della Provincia per fare i lavori per portare l acqua al cimitero afferma Pelizza Attualmente l acqua proviene da un pozzo e sostiene Melazzini - occorre essere coraggiosi e organizzare un piano articolato e basato sul reale. Gli imprenditori devono essere rimotivati. Un parere condivisibile ma di non facile realizzazione per chi, come i sindaci lomellini, deve far fronte a esigenze quotidiane più che concrete e che deve fronteggiare il nemico principale delle amministrazioni dei piccoli comuni, il famigerato Patto CERGNAGO - Si è svolta domenica scorsa 10 novembre la terza edizione dell iniziativa cultural gastronomica Tradizione e tracce di cucina ebraica in Lomellina e Monferrato che ha visto quest anno la partecipazione di circa novanta commensali, provenienti anche da Israele. Nella bella cornice del ristorante Abbazia d Erbamara (nella foto il sindaco Marco Facchinotti, Silvana Carrera e Mariangela Besostri) l Associazione Brunoldi Ceci e l Ordine Lomellino della Rana e del questo è un problema che vogliamo risolvere; anche lì dovranno bloccare la strada all altezza della pista ciclabile. Sartirana: che sviluppo per la Lomellina? Melazzini dice: boh... di Stabilità. Il sindaco Prevedoni e il suo collega Pietro Scudellari, primo cittadino di Linarolo, contro questa scelta governativa hanno intrapreso una vera e propria crociata. Il momento non è purtroppo roseo, un po di coraggio serve, così come un po di ottimismo, ma, alla luce dei tagli dichiarati dall assessore (meno 356 milioni di euro alla regione Lombardia), sarà sufficiente? (r.g.) Cergnago: all Abbazia i sapori della cucina ebraica Salame d oca hanno promosso questo incontro che si avvalso d illustri relatori, quali Claudia De Benedetti, Roberta Anau, Daniele Moro e poi le amministrazioni comunali di Sartirana e Mortara. La regina dell evento: l oca. Oltre quaranta dei commensali hanno poi visitato la Sinagoga di Casale Monferrato, rimasta eccezionalmente aperta proprio per ospitare la nutrita compagine lomellina. Un impegno gratificato da un ottimo risultato e che prospetta un edizione 2014 scoppiettante. (r.g.)

18 34 Lomellina L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Lomellina 35 Robbio e i burattini Robbio, gita a Milanofiera Robbio: minilezioni di Pc ROBBIO - Il 16 novembre presso il Palazzetto dello sport a Robbio si terrà uno spettacolo di burattini e pupazzi giganti a cura della compagnia i Fantastici Disney di Confienza. L evento organizzato da Panta Rei, inizierà alle 18 e avrà una durata di un ora e mezza. Le prevendite sono disponibili presso il bar caffetteria Nero Espresso in via Guglielmo Marconi. Il costo sarà di 3 euro a persona. Un particolare ringraziamento è dovuto - dice Massimiliano Ioppolo, presidente Panta Rei - all amministrazione comunale che ci ha concesso l uso del Palazzetto dello Sport. ROBBIO - Si svolgerà presso il parco di Valpometto il 17 novembre, la 28esima edizione del Cross Open di Valpometto. L evento che chiuderà il campionato provinciale del 2013 è organizzato dalla Podistica robbiese. Il ritrovo prefissato, alle 8 e 30, raccoglierà tutti i partecipanti nel bellissimo parco. Le gare, invece, inizieranno alle 9 e 15. I corridori saranno divisi per categorie. Rientreranno, infatti, nelle tipologie competitive le donne e gli over 60 che saranno i primi a gareggiare, a seguire, alle 9 e 45 disputeranno la vittoria gli uomini fino ai 59 anni, ad entrambe le gare potranno prendere parte tutti i tesserati F.I.D.A.L. Troveranno, inoltre, spazio anche i corridori non agonistici e non tesserati con la possibilità di partecipare a gare non competitive e i ragazzi dai 6 ai 15 anni. Le modalità di premiazione saranno: i primi cinque arrivati di ROBBIO - La proloco di Robbio sta organizzando per sabato 30 novembre, in occasione dell Artigiano in fiera a Milano Rho Fiera, una gita in pullman. Le quote di iscrizione, 10 euro per i soci e 13 euro per i non soci, comprendono il trasporto. L ingresso in fiera, invece, è gratuito. È possibile prenotare la propria partecipazione entro e non oltre il 16 novembre presso Giemme Foto in via Marconi 53, Nuovo Emporio in via Garibaldi 22 e Vivian in via Roma 19. La partenza prestabilita sarà in piazza Dante a Robbio alle ore 8 e l arrivo previsto sarà alle 20 e 30 circa. L idea è quella di poter trascorrere un piacevole appuntamento natalizio - spiega Corrado Morelli, presidente della Proloco robbiese - in tutta comodità e spensieratezza. (s.m.) Robbio: interviene il prefetto in aiuto dei cassintegrati della Cablelettra ROBBIO - Sindaco e prefetto Peg Strano Materia (nella foto): due autorità locali si sono dovute muovere al fianco dei cassaintegrati Cablelettra affinchè vengano tutelati i diritti dei lavoratori dell azienda di via Mattei che dal 2009 è in amministrazione straordinaria per ordine del tribunale fallimentare di Vigevano che l ha affidata all avvocato romano Vincenzo Sanasi d Arpe. I 100 cassaintegrati dell azienda di Robbio, dove si producevano fili per il cablaggio interno dei veicoli Fiati, infatti attendono sei mensilità di cassa integrazione. E la tranche marzo-settembre della cassa. Molte famiglie, quindi, da marzo non vedono un centesimo. «Per far valere i nostri diritti spiegano i rappresentanti dei lavoratori ci siamo dovuti rivolgere al sindaco che si è rivolto al prefetto. Almeno qualcuno ci aiuta, se no abbiamo sempre l impressione di essere soli. Questi soldi di cassaintegrazione sono fondamentali per molte famiglie, che sono altrimenti in situazioni disperate». «Ho usato il mio ruolo a fianco di concittadini che in questo momento hanno Robbio: Cross Open a Valpometto Domenica la 28esima edizione, viene organizzata dalla Podistica ogni gara competitiva riceveranno una borsa gastronomica,mentre, tutti i giovani partecipanti saranno premiati, in ultimo per la categoria non agonistica, saranno estratti a sorte dei premi tra i presenti. Abbiamo scelto la Valpometto dal 2000, perché - spiega il presidente della Podistica Armando Tessona - è una bella ambientazione apprezzata da tutti, infatti, molti amano allenarsi in questo luogo immerso nella natura. L anno scorso - continua - abbiamo raccolto molte adesioni, soprattutto, nei ragazzi e speriamo di poter raggiungere anche quest anno un numero considerevole di concorrenti. Per iscriversi online c è tempo fino al 15 novembre compilando la pre-iscrizione sul sito il costo previsto è di 4 euro. L iscrizione può essere anche fatta il giorno stesso della gara e avrà un costo di 5 euro. (s.m.) ROBBIO - Partirà da lunedì un mini corso di computer organizzato dall Acli. L attività sarà a cura dei volontari dell associazione robbiese, avrà una durata totale di 10 ore e sarà suddiviso in 5 incontri di due ore ciascuno. Le lezioni pomeridiane che si terranno ogni lunedì e venerdì dalle 14,15 alle 16, 15,si svolgeranno presso la sede in via Marconi, nell aula computer del circolo e saranno gratuite. È iniziato anche- dice Angela Manzino presidentessa dell associazione- il corso di cucito, libero e aperto a tutti, a cura della sarta Maria Teresa Zanardi che si terrà ogni martedì dalle 14 e 30 alle 16 e 30 in sede Acli. Dopo Natale- conclude- riproporremo un altro mini ciclo di lezioni di computer. (s.m.) bisogno d aiuto evidenzia il sindaco Marcelo Gasperini dal prefetto ho avuto rassicurazioni in merito dato che mi ha detto di essersi interessata di questa vicenda con il ministero del lavoro». Il ministero del lavoro infatti deve emanare il decreto di messa in pagamento della cassa integrazione che poi verrà erogata dall Inps. Quella in arrivo è l ultima tranche di cassa integrazione per tutti e 100 i lavoratori. A fine settembre infatti in 50 hanno scelto la mobilità volontaria, gli altri sono rimasti con l azienda che è commissariata dal 2009 e guidata dall avvocato Vincenzo Sanasi d Arpe. Questo perché D Arpe ha ottenuto dal ministero altri tre mesi di cassa, dato che sarebbe in trattativa per vendere i capannoni dell azienda di Robbio per nuove attività industriali. Organizzato da quattro associazioni della città Debutta l Autunno robbiese ROBBIO - Si è svolta sabato 9 novembre la prima edizione del Primo autunno robbiese. L evento è stato organizzato da quattro associazioni: dal gruppo degli Alpini di Robbio, dal Circolo dl urmon di cui quest anno ricorre il 30esimo anniversario dell abbattimento del grande olmo, il Contado di Robbio, e la Soms la società operativa di mutuo soccorso della sezione di Robbio che opera sul territorio nazionale dal 1864 e di cui proprio quest anno ricorrono i 150 anni di attività, questo organismo, infatti, può vantare di essere una delle associazioni più vecchie in Italia. La location dell antico borgo di Piazza San Pietro è stato popolata dalle 10 del mattino fino a tardo pomeriggio da molte persone che hanno potuto assaporare tanti prodotti tipici autunnali messi a disposizione da ogni associazione. Gli Alpini hanno offerto caldarroste e vin brulé, il Soms, invece, il castagnaccio. Non sono mancati nemmeno gli aperitivi e una golosa merenda il tutto accompagnato dal vino novello messo a disposizione dal Circolo dl urmon. Per la cena è stato messo a disposizione dal Contado di Robbio per gli amanti del genere, un particolarissimo, banchetto che serviva trippa d asporto. Questa iniziativa popolare, la prima di una lunga, futura serie di manifestazioni insieme, è stata pensata per le persone anziane - dice Simone Accardo uno degli organizzatori - avrebbe dovuto partecipare, anche, il coro dei canti degli alpini ma per un problema non hanno potuto essere presenti e ci dispiace moltissimo (s.m.) Robbio, soccorritori diplomati ROBBIO - Undici studenti di infermieristica, sabato 3 novembre, hanno conseguito l attestato del corso BLS-D organizzato dall associazione robbiese Robbio nel cuore. I giovani partecipanti, attraverso l incontro tenutosi presso la Croce Azzurra della durata di 5 ore, hanno imparato la pratica del massaggio cardiaco e sono stati abilitati legalmente all uso del defibrillatore. L insegnamento di queste particolari tecniche non sarebbe stato possibile senza la presenza degli istruttori volontari certificati da IRC la più grande organizzazione di rianimazione cardio - polmonare no profit in Italia e riconosciuti da AREU- 118 l azienda regionale emergenza urgenza. I corsi si svolgono presso la sede della Croce Azzurra due volte al mese di sabato o domenica mattina. Per avere informazioni contattare il numero di telefono (s.m.) ROBBIO - Raccogliere fondi tra la popolazione per sistemare la villa Pallavicini (nella foto) di Robbio, casa di campagna della casata nobiliare emiliana dei Pallavicino e costruita nel 700. L edificio di via Novara è stato costruito nel 700 ed è monumento nazionale, da decenni è di proprietà del comune di Robbio. La villa rappresenta un punto d aggregazione storico per la città di Robbio. E stata ed è tuttora sede di diverse associazioni locali. Inoltre l ampio parco della villa è il ritrovo estivo di decine di bambini, che giocano con le giostrine, e di mamme che si rilassano mentre i figli sono indaffarati con i giochi sotto le fresche fronde degli alberi secolari del parco. Le condizioni di salute della struttura però non Robbio, corsi di lingua italiana ROBBIO - Si stanno raccogliendo in questi giorni le adesioni per un corso d italiano riservato ai cittadini non europei. Il progetto Vivere in Italia 3- L italiano per il lavoro e per la cittadinanza, senza costi da parte del comune di Robbio, è patrocinato e finanziato dalla regione Lombardia. I corsi gratuiti. Sono aperti a tutti gli studenti stranieri dai 16 ai 65 anni che risiedono regolarmente sul territorio italiano, saranno differenziati in due diverse categorie: A1 e A2. Le lezioni, guidate dalla docente Cristina Centonze, partiranno non appena si raggiungerà il numero minimo di 12 persone. Il modulo A1 avrà una durata di 80 ore e impegnerà i partecipanti ogni lunedì e giovedì dalle 9 alle 11 e 30. Il modulo A2 sarà di 40 ore, dalle 14 alle 16, in questo caso, i giorni in cui avverranno le lezioni sono ancora da definire. Per consentire il regolare svolgimento del corso sono state messe a disposizione le classi della scuola media Enrico Fermi,in piazza San Pietro. Per iscriversi è possibile contattare durante gli orari d apertura il Comune di Robbio, la Caritas Parrocchiale e la Biblioteca Civica Robbiese. (s.m.) Robbio: incontro della Caritas sulla famiglia ROBBIO - La Caritas Parrocchiale di Robbio in collaborazione con la Caritas Diocesana e l Ufficio pastorale della salute, ha organizzato un incontro presso la Chiesa di San Valeriano a Robbio per sensibilizzare i partecipanti su temi molto importanti che riguardano la famiglia. Famiglie Fragilità e speranze, è questo il titolo della discussione che verrà affrontata sabato 16 novembre dalle 15 e che toccherà,grazie all intervento di diversi esperti,questioni di grande attualità comuni a molte famiglie come le separazioni, la perdita del lavoro e la solitudine degli anziani. Prenderanno,infatti, parola a questo ROBBIO - Una cartolina celebrativa per l Urmon, l albero caro ai robbiesi abbatutto nel E l ultima idea dell istrionico Simone Accardo, consigliere di minoranza in consiglio comunale a Robbio e fondatore di numerose associazioni tra cui il Circolo dell Urmon. Nel 1983 è stato abbattuto l Urmon, lo storico olmo (ultimo di sette fratelli ) che si trovava davanti alla chiesa parrocchiale di Santo Stefano. Una pianta sotto le cui fronde sono cresciute generazioni di robbiesi ed abbattuta in seguito ad una malattia. Un alberto così caro che gli è stato dedicato il celebre Palio dl Urmon di Robbio. Ora in occasione dei 30 anni dall abbattimento è nata l idea di Accardo, presidente del circolo di nostalgici del grosso olmo, per ricordare la pianta. «Le cartoline spiega Simone appuntamento sollecitato da Don Gianni Fagnola, il dottor Roberto Cardaci sociologo e responsabile del settore ricerca ACRISIS, il dottor Ivan Raimondi, psicologo, referente regionale della Caritas e Pastorale e della salute in Piemonte per l area della salute mentale. Porteranno, inoltre, la loro testimonianza Paolo Solidani e Maria Pia Portas una coppia di Biandrate che lavora presso l ufficio della famiglia della diocesi di Vercelli. In ultimo interverrà Ida Gallo che fa parte della Caritas diocesana vercellese. Don Osvaldo Carlino,il direttore della Caritas diocesana di Vercelli, modererà la discussione. L ingresso sarà libero. Robbio: il Lions club mobilitato per il restauro di villa Pallavicini sono buone. Il tetto ha delle perdite, intonaci e tinteggiature hanno dei seri problemi. Lo scorso giugno una parte d intonaco del tetto si è staccata ed è caduta. Della ristrutturazione della villa si parla da decenni, tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute hanno inserito nei loro piani delle opere la sistemazione della villa di via Novara. Niente però è stato fatto, nemmeno negli anni in cui i bilanci pubblici erano più floridi. Ora il municipio non ha un centesimo per poter avviare un opera così imponente di ristrutturazione. Allora un associazione, i Lions Club di Robbio guidati da Stefano Fumagalli, hanno lanciato l idea: raccogliamo fondi privati per sistemare la villa. «Non c è ancora un progetto tecnico e quindi economico spiega Fumagalli, numero uno dei Lions robbiesi che negli scorsi anni hanno già pagato alcune migliorie al parco della villa Però l intenzione di coinvolgere tutta la nostra città ce l abbiamo». A tal fine anche il Comune si è fatto portavoce della proposta dei Lions. L assessore alla cultura Roberto Francese negli scorsi giorni ha incontrato l Auser, attiva associazione guidata da Giovanni Girotto e che ha sede proprio all interno della villa, per illustrare la proposta: «E un idea molto ambiziosa, soprattutto di questi tempi spiega Francese però vogliamo coinvolgere tutti per fare quantomeno i lavori fondamentali per salvare la villa, come la sistemazione del tetto, degli intonaci e per darle una rinfrescata. E un patrimonio di tutta la nostra città» Robbio: da Accardo le cartoline dell Urmon Accardo saranno in tiratura limitata. Questo vuole essere un modo per ricordare al meglio una pianta carissima a tutta la nostra cittadinanza robbiese tanto che le è stato dedicato persino il Palio dl Urmon»

19 36 Lomellina L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Lomellina 37 Gambolò: nuove poste, alto gradimento GAMBOLO Il ritorno delle Poste dall ufficio tromellese è stato anticipato, come aveva promesso il giovane sindaco Claudio Galimberti. La riapertura delle Poste gambolesi doveva avvenire il 9 novembre, ma già in conferenza stampa Galimberti aveva annunciato che, grazie a dei lavori straordinari, la fine di ottobre sarebbe stata la data in cui l ufficio postale, chiuso dall inizio di settembre, avrebbe riaperto. Questo, assieme ad una convenzione con l Auser per il trasporto gratuito verso Tromello, è stato il risultato di una sinergia tra la maggioranza e le forze Andrea Sartori TROMELLO E come ogni anno il fulcro della sfilata della festa di san Martino a Tromello è Trumé da stì an indré che ricostruisce la vecchia Tromello con le sue figure caratteristiche. Quest anno l esibizione è stata ulteriormente impreziosita dalla sfilata dei bersaglieri, che aprivano il corteo, seguito da una coppia di Reali Carabinieri in costume e a cavallo (proprio una coppia, essendo una dei figuranti una donna: ma è noto che solo recentissimamente le donne hanno potuto accedere all Arma). Come tutti gli anni le figure istituzionali (sindaco e parroco) hanno aperto il corteo, seguiti da varie figure professionali, come la maestra elementare coi suoi bambini e vari mestieri scomparsi, che si sono esibiti anche nelle tipica grida di richiamo ( Al penat piuttosto che l affilatore di coltelli. Qualcuno si è esibito, oltre alle grida di richiamo, a qualche grido goliardico che oltre a elencare il mestiere ne elencava anche goliardicamente le doti ventose al mola i scures ). Ma anche gli animali hanno fatto da protagonisti in questa sfilata: capretti, polli, ma soprattutto i cavalli che trainavano i mezzi che fino all inizio del XX secolo trasportavano le di minoranza, in particolare con il consigliere Antonio Costantino che ha portato il caso anche a livello nazionale. I nuovi uffici postali sono comunque più moderni, efficienti e puliti di quelli che i gambolesi hanno lasciato a fine settembre. Il gioco valeva la candela. (a.s.) Tromello in festa per San Martino, tra gli an indré e le benemerenze persone: carri e carrozze. Forse questo è stato il punto forte della sfilata: le carrozze di nobili che si distinguevano dai carri dei contadini rendevano così evidenti le disparità sociali. La sfilata è passata più volte per le vie del centro città attirando tutti i tromellesi e anche chi era venuto da fuori per ammirare questa tradizionale rassegna dei costumi di fine Ottocento e inizio Novecento, indicandoli anche ai loro figli così si vestivano una volta. E anche quest anno il Comune in occasione San Giorgio: San Rocco è quasi pronta SAN GIORGIO Sicuramente entro il 28 novembre la sala polivalente San Rocco sarà pronta. Per quella data è infatti previsto un incontro pubblico cui parteciperanno, oltre il sindaco Lorena Basora, anche Antonio Russo, l avvocato Mario Dusi e il dottor Pietro Pipitone della Rolandi. Lo scopo di questo incontro sarà quello di illustrare alla cittadinanza la normalizzazione della situazione normativa e come l esperienza sangiorgese abbia portato alla possibilità di stipulare polizze per le famiglie di San Giorgio. L incontro del 28 novembre si terrà presso San Rocco, che sarà inaugurata tra TROMELLO Per San Martino la mostra al Nautilus ha dato spazio anche a quello che gli indiani d America definivano il cavallo d acciaio : il treno. La Pro Loco di Tromello ha infatti organizzato una mostra, assieme al Gruppo Federmodellistico di Milano e Mortara, che ha portato una ricostruzione di una ferrovia con tanto di trenini su modellino in scala da 1 a 87. Oltre al gigantesco modellino che occupava praticamente tutta la sala, la mostra era composta anche da filmati che raccontavano la storia della ferrovia e del treno in Italia. Sabato prossimo la sala Nautilus invece ospiterà una mostra dedicata al grande del giorno della festa, ha assegnato benemerenze ai cittadini che hanno illustrato il nome di Tromello. Le benemerenze di quest anno sono dominate dal mondo sportivo e dalla cultura: ma ci sono candidati anche tra chi ha servito la patria in contesti difficili, come il capitano Luca Sambin, che ha partecipato a missioni in Kosovo, Afghanistan e Iraq o il maresciallo Dante Baviera. Tra le candidature sportive spicca quella della giovanissima Aurora Galli, 17 anni, capitano della squadra novembre e dicembre. I lavori hanno avuto un accelerazione notevole in questi ultimi giorni, e la differenza l ha fatta l elettricità. L arrivo della corrente infatti ha velocizzato di molto le tempistiche. La data precisa dell inaugurazione non è però ancora nota. (a.s.) di serie A femminile Torres e della nazionale under 17, dopo aver vestito i colori nerazzurri dell Inter, ma c è spazio pure per Paolo Boveri, campione di motocross. Altra candidatura eccellente è quella di Giuseppe Branca, storico preside del liceo Benedetto Cairoli di Vigevano, mentre avrà finalmente il riconoscimento anche Giovanni Camussoni, il Ligabue della Lomellina. E al Nautilus una mostra sul cavallo d acciaio Carlo Grigioni, colonna dell Associazione Maggengo Italiano, scomparso nel corso del 2013 dopo una lunga malattia. (a.s.) Paola Doria GRAVELLONA - Il circolo del Partito Democratico di Castello d Agogna, guidato dal riconfermato Vittorio Mazzoni, in collaborazione con quelli di Cilavegna, Gravellona e Vigevano, organizza per domenica 24 novembre un Pranzo Democratico di autofinanziamento. L evento avrà luogo presso il parco Enrico Berlinguer di Gravellona. Il ritrovo è previsto per le ore e si potranno degustare prodotti tipici della Lomellina, cucinati con maestria dagli chef della struttura. Il menù sarà a base di affettati misti, stuzzichino sfizioso con cotechino e lenticchie, frittatine fantasia, falda di peperoni e acciughe, antipasto di tonno, risotto al radicchio e conchiglie golose con salsiccia, panna e funghi come primi piatti, arrotolato Fantasia d autunno con contorno di patate alla mediterranea per secondo, ed infine dolce della casa, bevande e caffè, il tutto ad un prezzo di 20 euro. Al termine del pranzo saranno raccolte alcune offerte che saranno destinate ai vari circoli locali per contribuire allo svolgimento delle attività quotidiane e alla promozione sul territorio. PARONA Sabato 23 novembre sarà inaugurato il percorso ciclabile Tommaso, intitolato a Tommaso Lorena, prematuramente scomparso all età di 20 anni nel Si tratta di un percorso dice Gabriele Colombo, presidente della Pro Loco di Parona di 14 chilometri da percorrere in bicicletta che tocca le vie del paese e tutta la campagna circostante. Il percorso attraversa fontanili e cascine o altri punti di interesse naturalistico che sono segnalati da una adeguata cartellonistica. La segnaletica riguarda in generale il percorso, segnalato su una cartina della zona in più punti strategici del paese ma anche le informazioni circa alcuni, una quindicina, punti di interesse folkloristico o naturalistico durante il percorso. Tommaso Lorena continua Colombo ci ha purtroppo lasciati. Era un ragazzo volenteroso e la sua presenza si sentiva forte in associazioni come la Caritas e la Pro Loco ma anche all interno del gruppo di animazione dell oratorio. Era un ragazzo che dava sempre e comunque il suo contributo sincero e privo di ogni forma di esibizionismo. Tommaso ci ha lasciati quando, nell estate 2011, siamo arrivati in bicicletta a Parigi, un viaggio alternativo che anche lui sognava di fare con noi. Nel 2012 l abbiamo ricordato con Gravellona, i rifiuti in consiglio GRAVELLONA Nuovo consiglio comunale, quello che si è tenuto settimana scorsa, sempre presso la Sala delle Colonne del Municipio. I rifiuti la fanno da padrone sono stati l argomento più discusso della seduta. Come prima operazione della serata viene approvato il regolamento per l applicazione del tributo sui rifiuti e anche quello sui servizi. Quindi si passa alla delibera del piano finanziario per la determinazione dei costi e dei servizi di gestione dei rifiuti urbani e per la determinazione delle tariffe della Tares La discussione passa poi all approvazione dei criteri di assimilazione dei rifiuti urbani. Si cambia argomento e dai rifiuti si inizia a parlare di bilancio. Viene approvato il bilancio di previsione per il 2013 ma anche quello pluriennale del Infine il consiglio delibera di aderire sia al consorzio Cev (realtà specializzata nel fornire servizi per l energia agli Enti Pubblici che scelgono un approccio green ed una gestione efficiente del proprio fabbisogno) che al Gal Lomellina. (p.d.) A Gravellona la festa lomellina del Pd Parona: una pista ciclabile ricorderà Tommaso Lorena Vittorio Mazzoni, vera e propria anima del Partito Democratico in paese, torna in pista carico come non mai, determinato a far bene dopo le alterne vicissitudini del circolo del paese nell ultimo periodo, che dopo la rinuncia forzata alla storica sede aveva rischiato seriamente di chiudere i battenti e fondersi con quello della vicina Mortara, salvo poi ricompattarsi e ripartire con la voglia e lo spirito necessario ad affrontare le difficoltà che si sono presentate. Siamo fiduciosi per il futuro,- una biciclettata non stop fino ad Assisi dove abbiamo celebrato una Messa in suo suffragio. E nel 2013 la Pro Loco inaugurerà il percorso ciclabile. Noi della Pro Loco conclude Colombo abbiamo supportato la famiglia di Tommaso che ci ha lanciato per prima l idea di istituire un percorso ciclabile che attraversasse Parona. Il grosso del lavoro lo ha svolto la famiglia, cui siamo grati, e noi abbiamo dato immediatamente il nostro contributo. Un ringraziamento va anche al Comune, all amministrazione di Mortara, all associazione ciclistica di Parona e a Laura Colli che ha curato la veste grafica del progetto. Non CILAVEGNA Altro appuntamento con il Quadrifoglio sonoro manifestazione rassegna dedicata ai diversi generi musicali. Dopo il successo de L arte del Violino dello scorso 8 novembre che ha visto la partecipazione di Glauco Bertagnin (al violino) e di Simone Pagani (al pianoforte), ritorna a far parlare la rassegna con l ultimo scoppiettante appuntamento dedicato al rock. Il prossimo ed ultimo evento è fissato per il 16 novembre presso il Teatro Polifunzionale di Via Papa Giovanni XXIII (ore 21 -Ingresso libero) ma si potrà anche arrivare anticipatamente e degustare, a partire dale ore 20, uno sfizioso afferma Vittorio Mazzoni - ci siamo guardati in faccia e abbiamo subito capito che non potevamo arrenderci senza lottare, affronteremo le problematiche che si presenteranno e continueremo a promuovere le nostre idee sul territorio, collaborando con i circoli dei centri limitrofi. Le prenotazioni dovranno pervenire entro giovedì 21 novembre telefonando ai referenti dei vari circoli: Barrera Carlo , Edo Sergio , Gianesella Marco , Mazzoni Vittorio , Merlini Silvia , Tessi Milena (g.t.) Pro Loco Parona (PV) H. 14:15 > Ritrovo in bicicletta in Piazza Signorelli H. 14:30 > Pedalata sulla Ciclabile Tommaso Questa prima parte non sarà effettuata in caso di maltempo o di impraticabilità delle strade di campagna. H. 16:00 > Piazza Signorelli: inaugurazione ufficiale H. 16:30 > Merenda ai sapori d autunno dimentichiamo anche il Gal Lomellina che ci ha supportato nella realizzazione del percorso. Cilavegna: sabato torna Quadrifoglio sonoro Happy Hour a buffet al costo di 10 euro a persona. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo Il 16 sera si esibiranno live i i Phoenix Rising (Riccardo Lorenzini, voce - Marco Savoini e Alessio Allevi, chitarra Andrea Mina, basso - Simone Fellini, batteria). Lo scopo della band e di riproporre in chiave acustica, con alcuni inserimenti elettrici, i grandi successi rock degli anni 80 e inizio 90 dandogli nuova vita e cercando di far emozionare i nostalgici di quei fantastici anni e non solo con un repertorio che spazia dai Guns n Roses a Bon Jovi passando per Scorpions, Queen, Iron Maiden, Bryan Adams e molti altri. (p.d.)

20 38 Sport L INFORMATORE LOMELLINO L INFORMATORE LOMELLINO Sport 39 Inf Sp rt Cronache e anticipazioni del mercoledì Paolo Bonomi: un corto di De Wit è sufficiente a domare la De Sisti La Bonomi migliora la sua situazione grazie a due turni di campionato che hanno portato in dote sei punti in classifica. Dopo la fondamentale vittoria nello scontro salvezza di dieci giorni fa a Roma contro Butterfly, anche sabato la squadra di Castello d Agogna ha avuto la meglio contro l altra compagine della Capitale. Basta un gol ai biancoverdi per avere la meglio sulla Roma De Sisti e proiettarsi clamorosamente al quarto posto in classifica in coabitazione con la Polisportiva Valverde e con il Cus Cagliari, con un confortante +3 sulla zona rossa. Contro Roma decide l olandese De Wit, chiamato a risolvere la situazione d emergenza delle ultime settimane. Ci è riuscito anche sabato, con il corto da tre punti. TROMELLO Primo Memorial Mario Sciondi GINNASTICA Pro Mortara e il torneo allievi Si complicano le cose in casa Pro in vista della qualificazione alla finale regionale del torneo allievi. Domenica, a Mortara, i gemelli Fabio e Simone Casellato (nella foto a destra) hanno collezionato rispettivamente il decimo e il 22esimo piazzamento, pur facendo registrare punteggi stabili rispetto alla prima prova. Per Mattia Ferro e Amedeo Ragusa (a sinistra), impegnati in prima fascia, invece, la pedana mortarese ha riservato rispettivamente il 28esimo e il 22esimo posto. TIRO CON L ARCO Olmo tra Cesano e Gallarate Doppio impegno domenicale per gli Arcieri dell Olmo Mortara - Robbio che si sono divisi tra gli appuntamenti di Gallarate e Cesano Boscone. Al torneo degli Arcieri Monica di Gallarate la squadra master femminile composta da Rosy Paviato, Angela Bonafè e Antonietta Greco ha ottenuto la prima posizione, grazie ai risultati individuali delle tre arciere, rispettivamente prima, terza e quarta. Quarto posto anche per Antonio Bazzani tra i master arco nubo, mentre nella senior arco olimpico Massimiliano Mussi si è piazzato al 13esimo posto, seguito da Valerio Colli al 36esimo e Vincenzo Varetti al 37esimo. A Cesano Boscone, invece, per la tredicesima edizione del trofeo della città, Guido Rizzoli si è piazzato ottavo tra i master arco nudo. KARATE Quattro medaglie per il K.C. Otto rappresentanti del Karate Club 2000 hanno partecipato domenica al quarto memorial Carlini di Quiliano, in provincia di Savona. Tra i risultati ottenuti dagli atleti diretti dal maestro Giuseppe Salanitro spiccano Elena Vetri, con il secondo posto, Mattia Salvatori, anche lui secondo, Rocco D Alessandro, primo, così come Stefano Salanitro. Buona prestazione inoltre per Thomas Cazzavacca, Paolo Godio, Pietro Salvatori e Davide Gasparetto. (r.c.) Riccardo Carena Dalle parole ai fatti la Virtus Basket ha cominciato la sua avventura stagionale in campo. Dopo l accordo consolidato con gli Aironi Robbio, i tre team giovanili nati proprio dalla collaborazione tra le due realtà hanno esordito nello scorso fine settimana nei rispettivi campionati di appartenenza. Partenza col botto per l under 17 allenata da coach Enrico Boniolo. Contro Basket Rozzano, i virtussini si sono imposti per 65 a 52, ribaltando l iniziale svantaggio dopo il primo parziale perso per 16 a 12. Nel secondo quarto decisa reazione d orgoglio dei padroni di casa che si portano avanti sino al 32 a 24 a metà incontro. Negli ultimi due periodi, ospiti avanti nel terzo di una sola lunghezza, di nuovo sotto nel quarto con il parziale di 17 a 11. Bella prestazione di squadra - racconta coach Boniolo - inizialmente abbiamo pagato qualche disattenzione difensiva, dovuta alla media di età molto bassa dei nostri, con quattro elementi classe Intensità Padana a podio grazie a Eugenia Morossi La giovane nuotatrice ha collezionato un secondo e un terzo posto a Monza Padana Nuoto in vasca con le competizioni regionali del circuito Uisp. Domenica a Monza è andata in scena la fase riservata alla Lombardia, che ha visto gli atleti allenati da Andrea Grassi trovare, come da tradizione, la via del podio con facilità, In particolare, Eugenia Morossi si è piazzata al secondo posto nei 25 metri dorso e al terzo nei 25 m stile libero. Ludovica Preceruti, invece, ha festeggiato un buon quinto piazzamento nei 25 m dorso. Buoni miglioramenti cronometrici, inoltre, per gli altri nuotatori mortaresi che hanno preso parte alla spedizione. La Virtus va a punti con under 19 e U17 difensiva e attenzione nel trovare sempre il compagno libero cui servire la palla ci hanno permesso il buon break nel secondo quarto. L allenatore mortarese plaude i suoi anche per l allungo nell ultimo periodo, grazie alla maggior freschezza atletica del roster virtussino. Tra gli altri risultati di giornata, il team dell under 14 ha esordito contro i NELLA FOTO La squadra della Padana Nuoto in vasca a Monza ai regionali Uisp di domenica Il roster agli ordini di coach Enrico Boniolo che difende i colori della Virtus nel campionato under 17 pari età della Cat a Vigevano, subendo un passivo di 103 a 15 contro una formazione decisamente di un altro livello rispetto ai giovani ma volenterosi mortaresi. Il calendario è già alla terza giornata, invece, del campionato provinciale under 19, con la Virtus di coach Pratesi vittoriosa a Gambolò per 61 a 43 contro Basket Around. Abbiamo dominato si dal primo quarto - afferma il coach - facendo valere superiorità fisica vicino a canestro. Confermate le doti difensive di questa prima fase della stagione, con una media di punti subiti inferiore ai 50 dopo le prime tre partite. Mentre il giornale va in macchina, U19 Virtus nuovamente in campo, questa volta a Robbio contro San Martino. Contro Voghera non basta Barbirato In casa Pixel è crisi aperta. Terza sconfitta consecutiva, seconda in casa. Voghera espugna la Carducci con una partita di sostanza e concretezza. Il match, equilibrato fino alla fine, ha evidenziato due difese aggressive e determinate, ma sono stati gli attacchi a lasciare a desiderare. Munini, per sopperire all assenza di Ceper, ha pensato di incrementare la pericolosità offensiva con Diego Barbirato, ex Mortara, innesto di esperienza. Voghera, alle grandi prestazioni di Cattaneo (24 punti) e Skating Club quarto al Città di Alassio Spedizione in Liguria per lo Skating Club Mortara, che domenica ha animato la terza edizione del trofeo Città di Alassio, presso il PalaRavizza della città rivierasca. Nove atlete tra le migliori della rosa mortarese si sono misurata con pattinatrici provenienti da Liguria e Lombardia. Tra i risultati ottenuti, nono posto di Ginevra Pesce tra i giovanissimi B, secondo di Aurora Barresi, quarto di Chiara Bergantin e quinto di Carlotta Perfetto tutte tra le esordienti B. Nella categoria esordienti regionali, invece, quarto piazzamento per Matilde Monteleone, quinto posto per Sofia Rosciano e ottavo per Giulia Alocarni. In divisione nazionale A, strepitoso primo posto di Camilla Colli e podio sfiorato per Sara Dallera con il quarto piazzamento finale. Il Club ha ottenuto così la quarta posizione nella graduatoria a squadre, per la soddisfazione della presidentessa Ilaria Dolara e dell allenatrice Daniela Iori. Kam (20), risponde con i tiri di Fasani (20) e le triple di Piermattei (22) zittendo il solito caldo tifo ducale. Nel finale è Voghera a spuntarla con un 3/3 da tre che rende vane le talentuose giocate di Cattaneo. Sono molto soddisfatto - commenta il coach vogherese Celè - dopo gli stenti di inizio campionato, abbiamo trovato la giusta chimica di squadra. Munini è di umore opposto: Non siamo sembrati una squadra vera, non ci siamo aiutati in difesa e questa ci ha penalizzato anche in attacco. (s.f.) Un sabato pomeriggio tutto all insegna del minibasket e della festa si è svolto a Tromello, a partire dalle ore 14. L iniziativa è stata fortemente voluta dalla società per ricodare la figura e l impegno di Mario Sciondi, storico allenatore minibasket, scomparso quest estate. Hanno partecipato una trentina di bambini, con i loro coach Mattia Forni, Marco Borghini, Andre Budri, Alberto Lecchi, Giuseppe Caruana, Dora Alvarado, Lidjia Mitrovic, Franco Sellitto, Ileana Garrappa, che si sono misurati con il team Esordienti di Robbio. Verso le 18,30 un gustoso rinfresco con nonni e genitori. PRIMA DIVISIONE First al via tra le polemiche Con notevole ritardo rispetto al passato e una scia di evitabili polemiche, finalmente il campionato di Prima Divisione è al via. Lo scontento è originato dal fatto che il numero di squadre iscritte è stato comunicato in ritardo dal Comitato Regionale e dalla realtà incontrovertibile che queste sono 21, il che, optando per i due classici gironi, ne avrebbe imposto uno dispari e protratto troppo a lungo gli ottavi. Infine si è giunti a stilare tre gironi da sette. Le squadre lomelline sono otto e una di queste, Tromello, è malauguratamente finita nel girone milanese, alimentando le voci di combine e di ostracismo ad personam. Il girone lomellino comprende l Around, il Nuovo Basket Vigevano, la Pro Vigevano Parona, i Blue Eagles, la Virtus Vigevano, Il Disperato e il Cilavegna fuso con il Ticino. La prima giornata, prevista a partire da domani sera, opporrà il Nuovo Basket alla Pro, l Around che esordirà in casa con Il Disperato di Paolo Clerici, Cilavegna, quest anno allenata da Marco Concina che ha preso il posto di Marco Vercelli, partirà contro i Blue Eagles. BASKET - Serie D - Girone A 7a giornata di andata (09/11/13) Gardonese - Tazio Magni Castegnato - Prevalle Viadana - Sanmaurense Ombriano - Nova Basket 2003 Chiari - Gilbertina Sustinente - Desenzano N.P. Vigevano - Bopers Voghera Lungavilla - Casalmaggiore Casalmaggiore - Castegnato Sanmaurense - Gardonese Tazio Magni - Lungavilla Desenzano - Ombriano Prevalle - Sustinente Viadana - Chiari Bopers Voghera - Nova Basket 2003 Gilbertina - N.P. Vigevano a giornata di andata (16/11/13) Viadana 12 Sustinente 12 Lungavilla 12 Gardonese 12 Castegnato 10 N.P. Vigevano Ombriano 8 Chiari 8 Olympia Bopers Voghera 8 Prevalle 6 Nova Basket 2003* 4 Gilbertina 4 Sanmaurense Pavia* 2 Tazio Magni 2 Desenzano 2 Casalmaggiore 0 * una partita in meno

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 15/10/2015 Arrotini minacciosi chiedono cifre esorbitanti 1 15/10/2015 Mille euro nel portafoglio Smarrito e riconsegnato

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

I CONSIGLI ANTITRUFFA

I CONSIGLI ANTITRUFFA Città di Polizia di Stato Cologno Monzese Questura di Milano I CONSIGLI ANTITRUFFA a tutela dei nostri ANZIANI Presentazione Cologno Monzese ha da sempre a cuore e ben presenti le esigenze della Terza

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI.

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. Vita di Squadra Milano Comunicato Settimanale dedicato agli operatori U.P.G. S.P. N 04 del 21 Maggio 2013 NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. E da tanti, troppi anni che il personale operativo attende le nuove

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Lidia e Rolando Lidia aveva appena 15 anni quando ha conosciuto Rolando, che di anni ne aveva 21. Rolando era un appassionato giocatore di calcio e lei una tifosa, si sono incontrati dunque ad un campo

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Un mondo che neanche immagini

Un mondo che neanche immagini Un mondo che neanche immagini Federica Bracale UN MONDO CHE NEANCHE IMMAGINI romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Federica Bracale Tutti i diritti riservati Come sarebbe bello dire per caso.

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 12 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 16 - Prima Pagina pag. 7 - Modena Qui pag. / Sezione: Pianura Data:

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

TEST DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA PER IL RILASCIO DEL. (D. M. 4 Giugno 2010) Quaderno d esame del candidato

TEST DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA PER IL RILASCIO DEL. (D. M. 4 Giugno 2010) Quaderno d esame del candidato MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO G. GARIBALDI- VIA TODINI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA XIII CENTRO TERRITORIALE

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c.

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c. QUARTA MEDIA RIPASSO DI GRAMMATICA / LESSICO E FUNZIONI SCEGLI LA FORMA CORRETTA. 1. (a) Quello uomo (b) Quell'uomo (c) quel uomo è stato un famoso atleta. 2. Il mio ufficio è vicino (a) alla stazione

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO La frase: IL SOGGETTO Leggi le seguenti frasi e sottolinea il soggetto: 1. Marco va a trovare la nonna. 2. Il cane ha morso il postino. 3. E caduta la bottiglia del latte. 4. Sono solito fare i compiti

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna)

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) 29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) Foto e diagramma: http://www.faenzashiatsu.it/ Il giorno 29 Maggio viene rinvenuto un interessante cerchio nel grano nella frazione Granarolo, comune di

Dettagli

Brooks Valsusa Trail 9 e 10 Novembre 2013 Prima Edizione 1. 9 e 10 Novembre 2013

Brooks Valsusa Trail 9 e 10 Novembre 2013 Prima Edizione 1. 9 e 10 Novembre 2013 9 e 10 Novembre 2013 Cari amici mancano pochissimi giorni alla prima edizione del Brooks Valsusa Trail, con questa guida vogliamo spiegarvi meglio come verrà organizzata la manifestazione per creare meno

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

IL LAVORO DI SETH UNITÁ 14

IL LAVORO DI SETH UNITÁ 14 IL LAVORO DI SETH Seth ha trovato lavoro come barista in un bar di Corso Vittorio Emanuele a Pordenone. Il suo datore di lavoro si chiama Giovanni Bianchin. Seth ha firmato un contratto nel quale sono

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Ejercicios de traducción

Ejercicios de traducción Ejercicios de traducción POR LAURA SANFELICI TRADUCE: 1. -Sei mai stato a Cuba? -Sì, ci sono stato l estate scorsa con la mia fidanzata. 2. Suo marito è francese ma vive in Spagna da vent anni. 3. Studio

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli