Progetto Lattoprelevatori. Corso per addetti al campionamento e al trasporto del latte ovino-caprino

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Lattoprelevatori. Corso per addetti al campionamento e al trasporto del latte ovino-caprino"

Transcript

1 Progetto Lattoprelevatori Corso per addetti al campionamento e al trasporto del latte ovino-caprino

2 CAMPIONAMENTO Documenti di riferimento : G.U. n 90 del 16 aprile 1992: campionamento del latte crudo e del latte trattato termicamente UNI 10746:1999 lattoprelevatori da serbatoi - requisiti e controlli UNI EN ISO 707:2008 milk and milk products-guidance on sampling Tali documenti descrivono il metodo di riferimento per il campionamento del latte.

3 Il campionamento viene eseguito con il prelevatore manualmente. automatico o Prima del campionamento il latte deve essere mescolato manualmente o meccanicamente, a causa di una possibile stratificazione dei vari componenti, per ottenere cosi un campione rappresentativo dell intera massa. Il campione deve essere prelevato subito dopo il mescolamento, quando il latte è ancora in movimento. Le provette devono essere riempite per due terzi, in modo che prima dell analisi il campione possa essere agitato. Nei campioni scarsi si verifica un eccessivo scuotimento.

4 L affioramento del grasso

5 Il PRELIEVO Nell'industria il campionamento è il procedimento che consente di sottoporre al Controllo qualità aziendale una porzione sufficientemente significativa di una partita di merce acquistata o prodotta. In chimica il campionamento è l'insieme delle operazioni atte a produrre un campione significativamente rappresentativo della sostanza da analizzare. È l operazione che si fa per ottenere un campione rappresentativo di una massa di latte

6 STRUMENTI PER IL PRELIEVO DEL LATTE

7 UNI UNI EN ISO 707

8 STRUMENTI PER IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE ( UNI UNI ISO 707 ) Il prelievo manuale deve essere effettuato con latte previamente agitato,secondo la norma UNI EN ISO 707. Per eseguire il prelievo manuale si possono impiegare anche le palette riportate nelle figure A.1 e A.2 con le quali effettuare un energica agitazione della massa del latte ( A UNI 10746) Per il prelievo dei campioni da bidoni del latte, si esegue la procedura prevista per il prelievo da secchi secondo la UNI EN ISO 707. In questo caso è però preferibile l impiego di palette ad asta cava ( A UNI )

9 UNI UNI EN ISO 707 Figura A.1 Figura A.2

10 STRUMENTI PER IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE ( UNI UNI ISO 707 )

11 STRUMENTI PER IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE ( UNI UNI ISO 707 )

12 STRUMENTI PER IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE ( UNI UNI ISO 707 )

13 MATERIALI PER IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE

14 NORME PER IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE Se il prelievo viene effettuato da serbatoi, occorre prelevare 5 sottocampioni in punti diversi della massa di latte, immetterli in un contenitore e da esso estrarre il campione da destinare alle analisi ( A UNI ) Nei grandi serbatoi in cui esiste solo il passo d uomo, il prelievo può essere fatto in una zona limitata per cui si dipende dal sistema di agitazione del latte per ottenere un campione rappresentativo. ( A2.1.2 UNI )

15 IL PRELIEVO MANUALE DEL LATTE Nei serbatoi costruiti secondo la norma ISO 5708 sono dotati di dispositivo di agitazione capace di omogeneizzare l intera massa di latte in 2 min. ( A UNI ) Nel caso di serbatoi non rispondenti alla ISO 5708 il tempo di agitazione necessario per omogeneizzare la massa di latte è indicativamente il seguente: - fino a 5000 litri = 5 min - da 5000 a litri = 5-10 min -oltre litri = 15 min ( A UNI )

16 PULIZIA LATTOPRELEVATORE MANUALE Pulire il lattoprelevatore manualmente con soluzioni detergenti ( acqua e ipoclorito o soluzioni sanificanti ) Risciacquare sempre con un acqua fredda Asciugare con carta tipo scottex

17 ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA SARDEGNA PRELIEVO AUTOMATICO ( UNI )

18 ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA SARDEGNA PRELIEVO AUTOMATICO ( UNI )

19 STRUMENTI PER IL PRELIEVO AUTOMATICO COSA SONO? Strumento atto ad effettuare il prelievo di un campione rappresentativo della massa di latte durante il suo trasferimento da contenitore a contenitore (per esempio da serbatoio aziendale a cisterna o da autocisterna a serbatoio di ricevimento) ( UNI 10746:1999 p. 3.1 )

20 UNI 10746

21 NORMA UNI : PUNTI 5 E 6

22 A COSA SERVONO? Ad ottenere un prelievo rappresentativo della massa trasferita DA contenitore (bidone-cisterna-tank) A contenitore (autocisterna) oppure DA contenitore (autocisterna) A contenitore ( silos, serbatoio caseificio) ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA SARDEGNA

23 Il lattoprelevatore può fornire vari tipi di campioni Singolo campione Doppio campione Singolo campione + campione di massa

24 PRELIEVO DA BIDONI AD AUTOCISTERNA AUTOCISTERNA BIDONE BIDONE BIDONE BIDONE ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA SARDEGNA

25 PRELIEVO DA TANK AD AUTOCISTERNA AUTOCISTERNA TANK ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA SARDEGNA

26 PRELIEVO DA AUTOCISTERNA A SILOS SILOS AUTOCISTERNA

27 IL LATTOPRELEVATORE È COMPOSTO DA : Un computer (microprocessore) che elabora i dati da noi inseriti Un motore passo/passo con un rotore a lobi ( pompa peristaltica ) Un sistema di prelievo ( tubo in silicone ) Uno spillatore ( all interno del tubo di prelievo ) Un sensore che indica la presenza del latte e rileva la temperatura

28 Il computer (microprocessore) che elabora i dati da noi inseriti Il motore passo/passo con un rotore a lobi ( pompa peristaltica )

29 Il sistema di prelievo ( tubo in silicone ) Il sensore che indica la presenza del latte (può funzionare anche da sonda di temperatura) e lo spillatore

30 PARAMETRI DA CONTROLLARE PRIMA DELL UTILIZZO DEL LATTOPRELEVATORE Condizioni del tubetto o sua sostituzione Valore del ritardo (recupero) Volume della boccetta Portata della pompa del camion che stiamo utilizzando LITRI DA RACCOGLIERE X X PORTATA POMPA IN L/M = = = = 200 L/M TEMPO DI CARICO IN SECONDI PARAMETRI DA INSERIRE PRIMA DEL PRELIEVO Codice allevatore ( codice a barre o manualmente ) Litri che dobbiamo prelevare ( caricare sulla cisterna )

31 Tubetto pompa peristaltica. PUNTI CRITICI (ideale smontaggio tutti i giorni, lavare con soluzioni igienizzanti) Efficienza raccorderia, tenuta idraulica con verifica delle guarnizioni. Lunghezza della tubatura dal lattoprelevatore al serbatoio aziendale preferibilmente inferiore a 10 m. (norma : punto 4.2.4) Sistema di conservazione del tubo di raccolta durante il trasporto ( almeno ultimo metro ). Verificare che il latte non sia rimasto fermo per molto tempo. In tutti i casi è sempre meglio farlo agitare prima del prelievo automatico.

32

33

34 ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA SARDEGNA

35 PULIZIA LATTOPRELEVATORE 1. Sistema automatico ( CIP ) collegato al ciclo di lavaggio della autocisterna 2. Collegare il lattoprelevatore alla autocisterna ed impostare i litri come per un prelievo di latte far prelevare una quantità (almeno 50 litri) di una soluzione detergente da un contenitore far prelevare una quantità (almeno 50 litri) di acqua fredda per il risciacquo 3. Pulire il lattoprelevatore manualmente con soluzioni detergenti e degli scovolini. risciacquare con un getto d acqua. smontare i tubetti in silicone per pulirli pulire lo spillatore ed l iniettore

36 FRIGORIFERO DA CAMION PER LA CONSERVAZIONE DEI CAMPIONI DI LATTE TEMPERATURA DI CONSERVAZIONE DA 0 a + 6 C Subito dopo il prelievo mettere il campione in un frigorifero o altro contenitore in grado di mantenere la temperatura tra 0 e +6 C. La temperatura deve mantenersi entro tale range per tutto il tempo che intercorre tra il prelievo e la consegna al laboratorio (G.U. n 90 del 16 aprile 1992). Insieme al primo campione, inserire nel frigorifero un campione di acqua per consentire una verifica in laboratorio, della temperatura di trasporto dei campioni. I campioni NON DEVONO essere posti a contatto con piastre refrigeranti o accumulatori di freddo di qualsiasi tipo.

37 DATA LOGGER ( REGISTRATORE DI TEMPERATURA )

38 Temperature rilevate e registrate durante un giro di ritiro campioni Registratori di temperatura interno cella refrigerata

39 Massima garanzia di corretta attribuzione con l utilizzo del codice a barre. Ogni azienda zootecnica viene fornita di etichette con codice a barre riportante il codice Laboratorio ARAS. A ogni titolare dell azienda può essere consentito di applicare sulla boccetta porta campione il proprio codice di Laboratorio ARAS e contemporaneamente sigillarla immediatamente dopo il prelievo.

40 GRAZIE PER L ATTENZIONE

Convenzione di comodato gratuito di lattoprelevatori e altre attrezzature. tra

Convenzione di comodato gratuito di lattoprelevatori e altre attrezzature. tra Convenzione di comodato gratuito di lattoprelevatori e altre attrezzature tra L Agenzia Laore Sardegna con sede in Cagliari, Via Caprera n. 8, c.f. 03122560927 nella persona del Direttore Generale dott.

Dettagli

Procedura di campionamento per clienti esterni

Procedura di campionamento per clienti esterni Procedura di campionamento per clienti esterni Rev Data emissione Motivo/Modifica 00 30/04/2013 Prima emissione 01 28/02/2014 Aggiunti riferimenti normativi sul campionamento, come da oss. ACCREDIA del

Dettagli

Istruzioni operative. per il campionamento del latte di massa. in allevamento

Istruzioni operative. per il campionamento del latte di massa. in allevamento Istruzioni operative per il campionamento del latte di massa in allevamento 3 1. IMPORTANZA DEL PRELIEVO Perché un opuscolo per addetti al prelievo del latte? L opuscolo fornisce istruzioni per il corretto

Dettagli

Vortex - Sistemi di cottura, lavaggio e refrigerazione

Vortex - Sistemi di cottura, lavaggio e refrigerazione Vortex - Sistemi di cottura, lavaggio e refrigerazione Pasta Riso Verdure Gamberetti e altro ancora Perche il Vortex? Costi minori attraverso... Ridotta manutenzione Ridotta manodopera Maggiore volume

Dettagli

Manuale di Autocontrollo

Manuale di Autocontrollo Az. Agr. Cagnassi Giovanni Fraz. San Vittore n. 87 12045 Fossano (CN) VENDITA DI LATTE CRUDO MEDIANTE DISTRIBUTORE AUTOMATICO Manuale di Autocontrollo Manuale di autocontrollo 1 Indice Introduzione pag.

Dettagli

Baita. Il punto Vendita completo

Baita. Il punto Vendita completo Esec_Latteria_sistemato181006.qxd:Layout 1 20-10-2006 9:10 Pagina 1 Il punto Vendita completo Baita La soluzione completa per le vendite esterne all azienda: Accesso laterale per ricarico e manutenzione

Dettagli

NOTE INFORMATIVE CAMPIONAMENTO PRELIEVO

NOTE INFORMATIVE CAMPIONAMENTO PRELIEVO Pag. 1 di 5 PRELIEVO Il campione portato in laboratorio deve essere RAPPRESENTATIVO dell intera massa da cui è tratto. Esistono al riguardo, a seconda dei prodotti e delle finalità per cui vengono effettuate

Dettagli

PREMESSE IL DISTRIBUTORE DI LATTE CRUDO

PREMESSE IL DISTRIBUTORE DI LATTE CRUDO PREMESSE IL DISTRIBUTORE DI LATTE CRUDO CHI LO PUO INSTALLARE?: Tutte le aziende di allevamento produttrici di latte alimentare sono autorizzate dalla direttiva CEE ( Art. 2,4 Dir Cee 92/46 convertita

Dettagli

Genie E/B/Bs. Genie. Lavasciuga pavimenti geniale. Lava, asciuga, igienizza in un unico passaggio

Genie E/B/Bs. Genie. Lavasciuga pavimenti geniale. Lava, asciuga, igienizza in un unico passaggio Genie E/B/Bs Genie. Lavasciuga pavimenti geniale. Lava, asciuga, igienizza in un unico passaggio Genie E/B/Bs Genie. Mercato geniale Genie è la piccola lavasciuga pavimenti uomo a terra, in grado di automatizzare

Dettagli

Fattori gestionali e ambientali che influiscono sulla qualità igienica del latte alla stalla

Fattori gestionali e ambientali che influiscono sulla qualità igienica del latte alla stalla Dipartimento di Scienze Animali, sezione di Zootecnica Agraria Fattori gestionali e ambientali che influiscono sulla qualità igienica del latte alla stalla Bava Luciana, Sandrucci Anna, Tamburini Alberto,

Dettagli

1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO...

1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO... Pagina 1 di 8 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RESPONSABILITÀ...2 3. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI...2 3.1 Definizioni...2 3.2 Abbreviazioni...2 4. MODALITÀ DI INVIO DEI CAMPIONI AL LABORATORIO...2

Dettagli

Pulizia con ContraSept

Pulizia con ContraSept Pulizia con ContraSept Indice: Pagina 2: 145 (1994-2001) 147 (2000-2010) 156 (1997-2007) 164 (1987-1997) 166 (1998-2007) Pagina 3: Spider 916 (1994-2005) GTV (1994-2005) 147 (2000-2010) 159 (2005-2011)

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

MODALITA DI PRELIEVO DEI CAMPIONI DI ACQUA SOMMARIO

MODALITA DI PRELIEVO DEI CAMPIONI DI ACQUA SOMMARIO Pag. 1/8 SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO D APPLICAZIONE...2 2. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI...2 3. MATERIALE NECESSARIO...2 4. MODALITA OPERATIVE...2 4.1 PRELIEVO PER ANALISI MICROBIOLOGICHE...3 4.1.1 Quantità

Dettagli

TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE DA IMPIANTO DI PRODUZIONE COMBUSTIBILI DA MATERIALE DI RIFIUTO.

TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE DA IMPIANTO DI PRODUZIONE COMBUSTIBILI DA MATERIALE DI RIFIUTO. TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE DA IMPIANTO DI PRODUZIONE COMBUSTIBILI DA MATERIALE DI RIFIUTO. Viene qui presentato il progetto generale dell impianto di trattamento del refluo liquido proveniente dall

Dettagli

Rapidamente al grado esatto Tarature di temperatura con strumenti portatili: una soluzione ideale per il risparmio dei costi

Rapidamente al grado esatto Tarature di temperatura con strumenti portatili: una soluzione ideale per il risparmio dei costi Rapidamente al grado esatto Tarature di temperatura con strumenti portatili: una soluzione ideale per il risparmio dei costi Gli strumenti per la misura di temperatura negli impianti industriali sono soggetti

Dettagli

Rimessaggio / Messa in acqua

Rimessaggio / Messa in acqua ACCESSORI NAUTICI PER NAVIGARE Rimessaggio / Messa in acqua Stampa questa lista e controlla con noi Ti proponiamo un elenco di lavori da effettuare per il rimessaggio invernale o in alternativa prima della

Dettagli

Lavasciuga pavimenti. Vispa 35 E-B-BS

Lavasciuga pavimenti. Vispa 35 E-B-BS Lavasciuga pavimenti Vispa 35 E-B-BS La rivoluzionaria lavasciuga pavimenti che lava, asciuga e igienizza in un unico passaggio. Ideale per le piccole superfici. Ha una pista di lavoro di 35 cm Lavasciuga

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO NEWSLETTER N2 - I dispositivi elettronici posti a protezione degli operatori E stato indicato nella precedente newsletter che la sicurezza degli operatori in un contesto industriale è affidata a una catena

Dettagli

PREVENZIONE E GESTIONE EMERGENZE

PREVENZIONE E GESTIONE EMERGENZE Cava Medicea Inferiore e Cava Medicea Superiore PREVENZIONE E GESTIONE EMERGENZE Edizione numero 1 emessa nel mese di settembre 2015 Copia Nr.: CONTROLLATA NON CONTROLLATA Assegnata a Questa Procedura

Dettagli

LINEE GUIDA PIANO DI AUTOCONTROLLO

LINEE GUIDA PIANO DI AUTOCONTROLLO 1 Piano nazionale di controllo di Salmonella Enteritidis e Typhimurium nei polli da carne della specie Gallus gallus LINEE GUIDA PIANO DI AUTOCONTROLLO Con il presente documento si intende fornire una

Dettagli

Gli adempimenti e i punti critici per le aziende agricole zootecniche

Gli adempimenti e i punti critici per le aziende agricole zootecniche Incontro aggiornamento professionale ODAF di Caserta Torcino-Ciorlano/Presenzano 20-XII-2014 Laboratorio Analisi Zootecniche srl Via Volturno snc 81012 Alvignano - Caserta tel/fax: 0823865131-3383238263

Dettagli

Sito Web: http://www.gardenale-estintori.it/ UNI 9994-1 /2013 fasi di manutenzione 4 ATTIVITA E PERIODICITA DELLA MANUTENZIONE

Sito Web: http://www.gardenale-estintori.it/ UNI 9994-1 /2013 fasi di manutenzione 4 ATTIVITA E PERIODICITA DELLA MANUTENZIONE Sito Web: http://www.gardenale-estintori.it/ UNI 9994-1 /2013 fasi di manutenzione 4 ATTIVITA E PERIODICITA DELLA MANUTENZIONE 4.1 Generalità La persona responsabile deve predisporre un programma di manutenzione,

Dettagli

Gamba Giuseppe & C. s.n.c.

Gamba Giuseppe & C. s.n.c. Officina GAMBA La nostra azienda si occupa di produzione cisterne per carburanti, erogatori per carburanti e pompe di benzina oltre a gestione di fuel control su aziende operanti in autotrazione, ha sviluppato

Dettagli

La filiera del latte

La filiera del latte La filiera del latte 1 Reg. 178/2002 Responsabilità spetta AGLI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE garantire che nelle imprese da essi controllate gli alimenti soddisfino le disposizioni della legislazione

Dettagli

Il trattamento completo che la tua Azienda merita

Il trattamento completo che la tua Azienda merita Il trattamento completo che la tua Azienda merita Chi siamo Omnia è un Consorzio il cui Management è formato da professionisti dalla consolidata esperienza nel campo della fornitura dei servizi alle aziende;

Dettagli

Mini-impianto di Produzione Prodotti Lattiero-caseari

Mini-impianto di Produzione Prodotti Lattiero-caseari I Obiettivo L'obiettivo principale è fornire una linea di produzione completa e versatile per la lavorazione dei prodotti lattiero-caseari che sia facile da trasportare e da installare. Sarà disponibile

Dettagli

Prova tenuta impianti su tubazioni gas e acqua

Prova tenuta impianti su tubazioni gas e acqua Prova tenuta impianti su tubazioni gas e acqua testo 324. Lo strumento universale per la verifica degli impianti. Ideale per tutte le prove di tenuta sugli impianti gas e acqua Nel corso degli anni, la

Dettagli

CAMBIO LIQUIDO E PULIZIA CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO: by Antsrp

CAMBIO LIQUIDO E PULIZIA CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO: by Antsrp CAMBIO LIQUIDO E PULIZIA CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO: by Antsrp In questa guida viene spiegato come sostituire il liquido refrigerante del circuito di raffreddamento della Ibiza (anche se il procedimento

Dettagli

computer e di averle sempre a portata di mouse. Attraverso il software in

computer e di averle sempre a portata di mouse. Attraverso il software in Autoclave Ecate Ecate è l autoclave di classe B, firmata Dentronica, che risponde ai requisiti della normativa europea. Tramite il sistema del vuoto frazionato, Ecate é in grado di agire all interno delle

Dettagli

Brunimat KS Istruzioni per l uso

Brunimat KS Istruzioni per l uso Brunimat KS Istruzioni per l uso Gentile Cliente Per prolungare la gioia derivante dall utilizzo del Vostro distributore di latte il più a lungo possibile, tenete in considerazione i seguenti punti: 1.

Dettagli

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE 1 Norme Generali Prodotti di Sanificazione RISPETTARE E AGGIORNARE IL PIANO DI SANIFICAZIONE IN MODO PERIODICO E OGNI VOLTA CHE INTERVENGONO DEI CAMBIAMENTI (indicare

Dettagli

NOTE E CONSIDERAZIONI SULLA PESATURA DI SILOS E SERBATOI CON CELLE DI CARICO

NOTE E CONSIDERAZIONI SULLA PESATURA DI SILOS E SERBATOI CON CELLE DI CARICO ADRIANO GOMBA & C. NOTE E CONSIDERAZIONI SULLA PESATURA DI SILOS E SERBATOI CON CELLE DI CARICO Installazione. Un sistema di pesatura è costituito da un serbatoio, il cui contenuto deve essere tenuto sotto

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY 0 1 PREMESSA Questo coreassy è stata prodotto e collaudato secondo gli schemi della norma UNI EN ISO 9001:2008 e risulta essere perfettamente intercambiabile all originale.

Dettagli

ALLEGATO F PIANO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE

ALLEGATO F PIANO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE ALLEGATO F PIANO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE Data: Aprile 14 Il Documento è composto di n 15 pagine pag.1di pag totali.15 Il piano manutenzione attrezzature ha lo scopo di definire, nel dettaglio

Dettagli

VALVOLE MISCELATRICI / TERMOREGOLATRICI ELETTRONICHE CON SENSORE DI TEMPERATURA A SEMICONDUTTORE

VALVOLE MISCELATRICI / TERMOREGOLATRICI ELETTRONICHE CON SENSORE DI TEMPERATURA A SEMICONDUTTORE Diamix-Compamix Scheda Tecnica. - 5 IMPIEGO Le valvole motorizzate miscelatrici/termoregolatrici Diamix PRO e Compamix PRO trovano specifico impiego per: miscelazione di acqua calda sanitaria riscaldamento

Dettagli

BRUCELLOSI BOVINA / BUFALINA / OVICAPRINA PRELIEVO CAMPIONI AL MATTATOIO. Recapito telefonico... A.S.L. n... Data.../.../... MACELLO... N TEL...

BRUCELLOSI BOVINA / BUFALINA / OVICAPRINA PRELIEVO CAMPIONI AL MATTATOIO. Recapito telefonico... A.S.L. n... Data.../.../... MACELLO... N TEL... ALLEGATO E BRUCELLOSI BOVINA / BUFALINA / OVICAPRINA PRELIEVO CAMPIONI AL MATTATOIO Alla Sezione I.Z.S. di DR... Recapito telefonico. A.S.L. n... Data.../.../... MACELLO... N TEL... VIA... COMUNE...PROV.....

Dettagli

Oggetto: Fornitura biennale di apparecchiature per i laboratori chimici e radiochimici dei Siti di Latina, Garigliano, Trisaia e Saluggia

Oggetto: Fornitura biennale di apparecchiature per i laboratori chimici e radiochimici dei Siti di Latina, Garigliano, Trisaia e Saluggia 1 2 3 Bilancia analitica da laboratorio Portata minima 220 g ripetibilità 0,1 mg calibrazione interna automatica motorizzata. Piattello diametro 85 mm indicazione di messa in bolla automatica digitale.

Dettagli

11 x 1/1 GN. Bedienungsanleitung. Instruction manual. Mode d emploi. Manuale di utilizzo. Instrucciones de servicio. Manual de instruções

11 x 1/1 GN. Bedienungsanleitung. Instruction manual. Mode d emploi. Manuale di utilizzo. Instrucciones de servicio. Manual de instruções 11 x 1/1 GN V3/0114 300100 Bedienungsanleitung Thermo-Transportbehälter Instruction manual Thermo transport container Mode d emploi Récipient thermoisolé transportable Manuale di utilizzo Contenitore isotermico

Dettagli

S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e

S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e Edea SA Via Pasquale Lucchini 4 CH-6900 Lugano Tel +41 (0)91 921 47 80 +41 (0)91 921 47 81 info@edea.ch S i s t e m i p e r l a P r o d u z i o n e C o m b i n a t a d i E n e r g i a T e r m i c a e d

Dettagli

Igiene delle aziende ovine e caprine Refrigerazione del latte alla stalla

Igiene delle aziende ovine e caprine Refrigerazione del latte alla stalla Miglioramento del benessere degli animali Annualità 2010 Igiene delle aziende ovine e caprine Refrigerazione del latte alla stalla Dipartimento per le Produzioni Zootecniche Servizio Produzioni Zootecniche

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione VERBALE DI SOPRALLUOGO PER LA VERIFICA DELLE ATTIVITA DEL SETTORE ALIMENTARE SOGGETTE A REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 (esclusa produzione primaria) D.I.A. N del ATTIVITA : Reg.

Dettagli

Mescolatore Tipo Biconico

Mescolatore Tipo Biconico MS I Applicazione Il miscelatore tipo biconico realiza una miscelazione omogenea dei solidi. Il processo di miscelazione è una operazione comune nella produzione destinata all industria farmaceutica,alimentare,

Dettagli

Sistemi di sterilizzazione professionali

Sistemi di sterilizzazione professionali Sistemi di sterilizzazione professionali Sistemi di sterilizzazione professionali Newmed nasce per soddisfare l esigenza di una clientela che chiede sicurezza, affidabilità e semplicità unite in un unico

Dettagli

Percorso n 3 Convalide e controlli sulle apparecchiature

Percorso n 3 Convalide e controlli sulle apparecchiature Percorso n 3 Convalide e controlli sulle apparecchiature Convalida delle LAVAENDOSCOPI 1 Fulvio Toresani CONVALIDA Convalide e controlli sulle attrezzature Prove di Tipo / Prove di Fabbrica Prerequisiti

Dettagli

1- DESCRIZIONE GENERALE

1- DESCRIZIONE GENERALE PPR REELLEEV VA AC CA AM MPPIIO ON NII A AU UTTO OM MA ATTIIC CO O -- H HEER RO ON N 33000000 1- DESCRIZIONE GENERALE Il sistema di campionatura automatico del seme proposto dalla società francese TPLG

Dettagli

Nilfisk Lavamoquette professionali e manutenzione di fondo dei pavimenti. Nilfisk MX 103C/MX 107C/MX 307H/MX 328H/MX 585 Multi

Nilfisk Lavamoquette professionali e manutenzione di fondo dei pavimenti. Nilfisk MX 103C/MX 107C/MX 307H/MX 328H/MX 585 Multi Nilfisk Lavamoquette professionali e manutenzione di fondo dei pavimenti Nilfisk MX 103C/MX 107C/MX 307H/MX 328H/MX 585 Multi Lavaggio ottimale con acqua calda o fredda La nuova gamma di macchine ad iniezione/estrazione

Dettagli

FABBRICATORE DI GHIACCIO E CONTENITORE PROCEDURE DI PULIZIA ED IGIENIZZAZIONE

FABBRICATORE DI GHIACCIO E CONTENITORE PROCEDURE DI PULIZIA ED IGIENIZZAZIONE R MS1001.03 FABBRICATORE DI GHIACCIO MC 15-45 CONTENITORE B 550 FABBRICATORE DI GHIACCIO E CONTENITORE PROCEDURE DI PULIZIA ED IGIENIZZAZIONE ATTREZZI RICHIESTI 1 Cacciavite a croce medio 1 Cacciavite

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA Venezia,. Foglio n. 1 di 7. Protocollo: Luogo e Data della prova: Richiedente: Materiale testato:

RAPPORTO DI PROVA Venezia,. Foglio n. 1 di 7. Protocollo: Luogo e Data della prova: Richiedente: Materiale testato: Foglio n. 1 di 7 Protocollo: Luogo e Data della prova: Mestre, Richiedente: Materiale testato: Prova eseguita: Conducibilità termica Riferimento Normativo: UNI EN 12667 DESCRIZIONE DEL CAMPIONE SOTTOPOSTO

Dettagli

Principali tappe della produzione di aceto

Principali tappe della produzione di aceto Stoccaggio delle materie prime Per poter produrre un aceto eccellente si rendono necessarie materie prime di buona qualità, fornite da aziende selezionate e sottoposte a regolari controlli da parte di.

Dettagli

Capitolato Speciale INDICE

Capitolato Speciale INDICE INDICE INDICE... 2 Art. 1 Descrizione attività di manutenzione... 3 Art. 2 Centraline oleodinamiche... 3 Art. 3 Sgrigliatori... 4 Art. 3.1 Sgrigliatori mobili... 4 Art. 3.2 Sgrigliatori fissi... 5 Art.

Dettagli

SISTEMA INNOVATIVO PROVE DI TENUTA SERBATOI PER ZONA LIQUIDI E ZONA VAPORI

SISTEMA INNOVATIVO PROVE DI TENUTA SERBATOI PER ZONA LIQUIDI E ZONA VAPORI TEST DI PRECISIONE TEMPI BREVI RIDUZIONE DEI COSTI SISTEMA INNOVATIVO PROVE DI TENUTA SERBATOI PER ZONA LIQUIDI E ZONA VAPORI MAGGIORE PRODUTTIVITÀ TECNOLOGIE DI MISURA- ZIONE BASATE SULLA MASSA E SULL

Dettagli

Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw

Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw 1 2 3 4 5 1. Adotta refrigerante R410A, amico del nostro ambiente. 2. Design compatto: Unità con pompa acqua e vaso di espansione, basta

Dettagli

Il prodotto. Polistirolo espanso (EPS) monouso Polipropilene espanso (EPP) riutilizzabile. per trasportare merci in temperatura

Il prodotto. Polistirolo espanso (EPS) monouso Polipropilene espanso (EPP) riutilizzabile. per trasportare merci in temperatura Sistema Eredi Caimi: la grande innovazione nel trasporto di prodotti e alimenti in legame freddo Il Sistema Eredi Caimi è una linea completa di contenitori isotermici termoisolanti a mezzo di cariche di

Dettagli

SPERIMENTAZIONE VISCOSIMETRO FVM-80 CBC Europe SETTORE LATTIERO CASEARIO: YOGURT

SPERIMENTAZIONE VISCOSIMETRO FVM-80 CBC Europe SETTORE LATTIERO CASEARIO: YOGURT SPERIMENTAZIONE VISCOSIMETRO FVM-80 CBC Europe SETTORE LATTIERO CASEARIO: YOGURT SPERIMENTAZIONE CBC Europe SETTORE LATTIERO CASEARIO: YOGURT ESIGENZA DI TESTARE NEL CAMPO LATTIERO CASEARIO L UTILIZZO

Dettagli

RACCOLTA DEL SANGUE E DEL TESSUTO CORDONALE ISTRUZIONI PER OPERATORI SANITARI

RACCOLTA DEL SANGUE E DEL TESSUTO CORDONALE ISTRUZIONI PER OPERATORI SANITARI RACCOLTA DEL SANGUE E DEL TESSUTO CORDONALE ISTRUZIONI PER OPERATORI SANITARI Informazioni importanti per Medici ed Ostetriche per la raccolta del sangue cordonale Questa è una procedura molto semplice,

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO (BS)

COMUNE DI GAVARDO (BS) COMUNE DI GAVARDO (BS) Progetto Definitivo IMPIANTO DI COGENERAZIONE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA BIOMASSE LEGNOSE doc. N 006_2014 H02 00 DESCRIZIONE FUNZIONALE SETTEMBRE 2014 IL

Dettagli

DM 50 / DM 70 Impianto di miscelazione e dosaggio a 1- / 2- componenti

DM 50 / DM 70 Impianto di miscelazione e dosaggio a 1- / 2- componenti Impianto di miscelazione e dosaggio a 1- / 2- componenti La miscela personalizzata. Modulare e su misura per la vostra guarnizione Le DM 50 e DM 70 sono impianti di miscelazione e dosaggio a 1 o 2 componenti,

Dettagli

Pulizia con ContraSept

Pulizia con ContraSept Pulizia con ContraSept Indice: Pagina 2: Accent LC, MC (2000-2010) Elantra XD, HD (2000-2011) Atos (1999-2008) Matrix (2001-2005) Santa Fe SM (2001-2006) Sonata EF (1998-2005) Terracan (2001-2006) Trajet

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

CICLO TECNOLOGICO PER LA LAVORAZIONE DEL LATTE - UNITA DA TAVOLO

CICLO TECNOLOGICO PER LA LAVORAZIONE DEL LATTE - UNITA DA TAVOLO CICLO TECNOLOGICO PER LA LAVORAZIONE DEL LATTE - UNITA DA TAVOLO 29B-I-IA TECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI CICLO TECNOLOGICO PER LA LAVORAZIONE DEL LATTE - UNITA DA TAVOLO PASTORIZZATORE COAGULATORE - PASTORIZZATORE

Dettagli

Data Logger EBI-20 T1/EBI-20 TH1/EBI-20-TE1

Data Logger EBI-20 T1/EBI-20 TH1/EBI-20-TE1 . Strumenti di misura GENERAL CATALOGUE EDITION 8 Data Logger EBI-0 T/EBI-0 TH/EBI-0-TE Applicazioni: - registrazione attendibile di temperatura e di temperatura/umidità - trasporto - controllo di immagazzinaggio

Dettagli

Il campionamento: qualità del latte ovino in Sardegna DICEMBRE 2013

Il campionamento: qualità del latte ovino in Sardegna DICEMBRE 2013 Il campionamento: primo passo per una corretta valutazione della qualità del latte ovino in Sardegna DICEMBRE 2013 L'A.R.A.S. gestisce un piano di assistenza tecnica con circa 300 dipendenti (240 assistenti

Dettagli

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic Pag. 1 di 6 Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic CEE 0426 DIRETTICTIVA 93/42 DISPOSITIVI MEDICI Pag. 2 di 6 INDICE Numero Titolo Pagina 1 Avvertenze 3 2 Introduzione 3 2.1 Riferimenti Normativi 3

Dettagli

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC SPC: scaldacqua in pompa di calore aria/ acqua, monoblocco Baxi è da sempre attiva nella progettazione di soluzioni tecnologicamente avanzate ma con il minimo

Dettagli

adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo

adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo PREVENZIONE PROTEZIONE individuazione ed eliminazione dei pericoli alla fonte adozione di tutte le misure necessarie per impedire o ridurre la possibilità di contatto con il pericolo 2 NORME GENERALI DI

Dettagli

sanfaustino the solution network PSFLABEL

sanfaustino the solution network PSFLABEL GRUPPO sanfaustino the solution network PSFLABEL PSFLabel è la divisione PSFlaBel del GruPPo Sanfaustino che da oltre trent anni si occupa di prodotti e soluzioni legate al mondo delle etichette industriali.

Dettagli

PRESCRIZIONI DI CARATTERE TECNICO E ORGANIZZATIVO PER L ATTUAZIONE PRATICA DI SISTEMI DI PAGAMENTO DEL LATTE IN BASE ALLA QUALITA

PRESCRIZIONI DI CARATTERE TECNICO E ORGANIZZATIVO PER L ATTUAZIONE PRATICA DI SISTEMI DI PAGAMENTO DEL LATTE IN BASE ALLA QUALITA 1 PRESCRIZIONI DI CARATTERE TECNICO E ORGANIZZATIVO PER L ATTUAZIONE PRATICA DI SISTEMI DI PAGAMENTO DEL LATTE IN BASE ALLA QUALITA Il prelievo del latte è finalizzato a raccogliere un campione rappresentativo

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico

Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico Guida per principianti all utilizzo di una cucina a basso consumo energetico Tutto quello che c è da sapere sull utilizzo di una cucina a basso consumo energetico: - Come risparmiare denaro - Sapere se

Dettagli

T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica

T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica Pompe di Calore Herz - Scheda Tecnica EnergyCenter SW WW Rev.713 T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica Salamoia/Acqua SW 3~ (3x4 VAC) 1~ (1x23 VAC) Commotherm SW,7 kw 4,8 kw Commotherm 7 SW 7,3

Dettagli

ISTRUZIONI DI SICUREZZA. euromotori. Manuale istruzioni di sicurezza per motori serie LEN

ISTRUZIONI DI SICUREZZA. euromotori. Manuale istruzioni di sicurezza per motori serie LEN Pag. 1/6 Motori asincroni SERIE LEN 80, 90, 100, 112, 132, 160, 180, 200, 225, 250, 280, 315, 355 In esecuzione adatta al funzionamento in presenza di polveri combustibili anche elettricamente conduttrici.

Dettagli

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 3600 PV / MLV 3600 NT

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 3600 PV / MLV 3600 NT Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 3600 PV / MLV 3600 NT La lavatrice MLV 3600 PV è adatta alle aziende di medie dimensioni dedite alla lavorazione dei vegetali e si attaglia perfettamente alle taglierine

Dettagli

Gestione rischio Listeria monocytogenes negli impianti RTE - Aggiornamenti alla legislazione USA e Controllo Ufficiale

Gestione rischio Listeria monocytogenes negli impianti RTE - Aggiornamenti alla legislazione USA e Controllo Ufficiale Gestione rischio Listeria monocytogenes negli impianti RTE - Aggiornamenti alla legislazione USA e Controllo Ufficiale «Listeria monocytogenes: Le nicchie negli impianti industriali e loro gestione» Langhirano

Dettagli

NESSUN COMPROMESSO. Trattamento affidabile delle acque reflue

NESSUN COMPROMESSO. Trattamento affidabile delle acque reflue GAMME SE & SL DI GRUNDFOS POMPE PER ACQUE REFLUE SOMMERSE ED INSTALLATE A SECCO 0.9-30 kw 2, 4, 6 POLI 50 HZ NESSUN COMPROMESSO Trattamento affidabile delle acque reflue be think innovate gamma RINNOVATa

Dettagli

I requisiti del latte alimentare

I requisiti del latte alimentare I requisiti del latte alimentare Le disposizioni delle Linee Guida e della Misura 215. Progetto Qualità Latte Premessa A partire dal 1 gennaio 2006, sono in applicazione le disposizioni previste dai regolamenti

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO

LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO 1 Gent.li clienti, grazie per aver acquistato la macchina produttrice di ghiaccio portatile. Per un uso corretto e sicuro vi preghiamo di leggere

Dettagli

Industria agroalimentare Valdastico (VI) Impianto: 300 kw RRK-TSRF (griglia mobile cippato) Caratteristiche impianto: Sistema di accensione automatica: 1 ventilatori aria calda (3,4kW ) Estrazione automatica

Dettagli

Campionamento e analisi delle micotossine

Campionamento e analisi delle micotossine Campionamento e analisi delle micotossine Emma Tealdo, Veneto Agricoltura 5.1 Introduzione Un corretto campionamento è il presupposto essenziale per un metodo analitico affidabile, tenendo presente che

Dettagli

EMA Austria GMBH MESCOLAMENTO ED ALTRE ATTREZZATURE PER LA PRODUZIONE NEL CUORE DELL EUROPA

EMA Austria GMBH MESCOLAMENTO ED ALTRE ATTREZZATURE PER LA PRODUZIONE NEL CUORE DELL EUROPA EMA Austria GMBH MESCOLAMENTO ED ALTRE ATTREZZATURE PER LA PRODUZIONE NEL CUORE DELL EUROPA La serie di impianti di omogeneizzazione sotto vuoto Mixema La serie di impianti di omogeneizzazione sotto vuoto

Dettagli

Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo

Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo ing. Nicola Mazzei Laboratorio Infiammabilità ed Esplosioni Innovhub - Stazioni Sperimentali per l Industria Tel: 02-51604.256 Fax: 02-514286 mazzei@ssc.it 1

Dettagli

Verifiche e controlli degli impianti idrici all interno degli edifici

Verifiche e controlli degli impianti idrici all interno degli edifici Verifiche e controlli degli impianti idrici all interno degli edifici Pulizia, manutenzione e collaudo delle reti idiriche Gli impianti idraulici prima di essere consegnati all utente devono essere ripuliti

Dettagli

Collettore Schüco CTE 220 CH 2 per. grandi impianti. Stazione solare Schüco PS 2.2 per. grandi impianti

Collettore Schüco CTE 220 CH 2 per. grandi impianti. Stazione solare Schüco PS 2.2 per. grandi impianti Indice Schüco 3 Indice Sistemi solari Schüco 4 Energy² - risparmiare e produrre energia Sistemi 6 Impianto solare per la produzione di acqua calda sanitaria in istantaneo Collettore Schüco CTE 220 CH 2

Dettagli

EASYLEV ISTRUZIONI D USO I BETRIEBSANLEITUNGEN. Cod. 71503505/0

EASYLEV ISTRUZIONI D USO I BETRIEBSANLEITUNGEN. Cod. 71503505/0 BETRIEBSANLEITUNGEN EASYLEV ISTRUZIONI D USO Cod. 71503505/0 ATTENZIONE!!! LE SEGUENTI OPERAZIONI E QUELLE EVIDENZIATE DAL SIMBOLO A LATO SONO SEVERAMENTE VIETATE A CHI UTILIZZA LA MACCHINA 1. CARATTERISTICHE

Dettagli

ADDOLCITORE MODELLO 801 CODICE 29990001

ADDOLCITORE MODELLO 801 CODICE 29990001 ASAL S.R.L. - APPARECCHI SCIENTIFICI ATTREZZATURE LABORATORI Azienda con sistema di gestione qualità conforme ai requisiti della norma UNI EN ISO 9001:2008. Certificato TÜV Italia n 50 100 3290 Rev. 03

Dettagli

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 2500

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 2500 Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 2500 La lavatrice MLV-2500 è adatta alle aziende di medie dimensioni dedite alla lavorazione dei vegetali e si attaglia perfettamente alle taglierine MTN 1650 e MTN

Dettagli

SEZIONE 8 Bollitori a doppio serpentino TANK BV 200-300-430-550-750-1000

SEZIONE 8 Bollitori a doppio serpentino TANK BV 200-300-430-550-750-1000 SEZIONE 8 Bollitori a doppio serpentino TANK BV 200-300-30-550-750-1000 8.1 Guida al capitolato bollitore ad accumulo verticale in acciaio vetrificato (doppia vetrificazione) accumulo con scambiatore di

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 Prodotti metallici per impieghi strutturali e loro accessori.

SCHEMA. Mandato CEN M/120 Prodotti metallici per impieghi strutturali e loro accessori. SCHEMA per la certificazione del controllo di produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE dei prodotti di alluminio e di leghe di alluminio cui alla norma UNI EN 15088:2006 0 STORIA Edizione 0 08/06/2012

Dettagli

Pulizia con ContraSept

Pulizia con ContraSept Pulizia con ContraSept Indice: Pagina 2: Chrysler 300 (2004-2011) Pagina 3: Chrysler Voyager RG (2001-2007) Chrysler Grand Voyager GK (2001-2007) Pagina 4: Chrysler Grand Voyager RT (2008 >) Chrysler Jeep

Dettagli

AMIAT S.p.A. - Torino

AMIAT S.p.A. - Torino AMIAT S.p.A. - Torino Area EX CEAT Caratterizzazione terreno quale rifiuto Consuntivazione e Quadro economico Progetto Ing. Marta Gamerro Il Responsabile Ing. Giuseppe Passarello L Amministratore Delegato

Dettagli

Di seguito rassiumiamo le principale regolamentazioni:

Di seguito rassiumiamo le principale regolamentazioni: La normati di riferimento in materia del COMMERCIO ITINERANTE (commercio dei prodotti alimentari sulle aree pubbliche) è l' ORDINANZA 3 aprile 2002 "Requisiti igienico-sanitari per il commercio dei prodotti

Dettagli

Macchina: OVERFLOW A PRESSIONE ATMOSFERICA

Macchina: OVERFLOW A PRESSIONE ATMOSFERICA Scheda 27 Lavorazione: TINTURA IN PEZZA Macchina: OVERFLOW A PRESSIONE ATMOSFERICA Scopo della lavorazione La tintura in overflow a pressione atmosferica è utilizzata per tingere tessuti delicati o tessuti

Dettagli

Il presente fa riferimento a tutti i frigoriferi a compressore della linea standard di Frigomar S.r.l. Pagina 1 di 11

Il presente fa riferimento a tutti i frigoriferi a compressore della linea standard di Frigomar S.r.l. Pagina 1 di 11 Frigoriferi & Congelatori FRIGOMAR linea standard Il presente fa riferimento a tutti i frigoriferi a compressore della linea standard di Frigomar S.r.l. Pagina 1 di 11 Descrizione dei componenti: A B C

Dettagli

La qualità microbiologica del latte in funzione dell efficacia del lavaggio dell impianto di mungitura

La qualità microbiologica del latte in funzione dell efficacia del lavaggio dell impianto di mungitura La qualità microbiologica del latte in funzione dell efficacia del lavaggio dell impianto di mungitura L. Bava, M. Zucali, A. Tamburini, P. Roveda, M. Brasca, L. Vanoni, L. Zanini Luciana Bava, Maddalena

Dettagli

di fare pulizia quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente dissolti, diventa un potente

di fare pulizia quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente dissolti, diventa un potente Cambia il modo di fare pulizia con l Acqua Pura Pulire con l acqua pura, significa lavare con un agente pulente estremamente efficace in quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente

Dettagli

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE

SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE I VANTAGGI DELL IMPIANTO CENTRALIZZATO E DELL IMPIANTO AUTONOMO IN UN UNICA SOLUZIONE SISTEMI DI CONTABILIZZAZIONE Lo scenario energetico sta cambiando rapidamente; le direttive

Dettagli

REGISTRO CONTROLLI ANTINCENDIO

REGISTRO CONTROLLI ANTINCENDIO REGISTRO CONTROLLI ANTINCENDIO.. Sede:.. (.) Data del Documento : Versione Documento : Rev.0 e-cons s.r.l. Via del Lavoro, 4-35040 Boara Pisani (PD) Tel: 0425485621 - Fax 0425019846 0425485245 e-mail:

Dettagli

PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI

PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI MANUALE DI PULIZIA E SANITIZZAZIONE RISERVATO AL MANUTENTORE AUTORIZZATO 24847 ed. 10-2007 È vietata la riproduzione, anche solo parziale, del presente manuale.

Dettagli

Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili

Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili Castiglione dei Pepoli, 8 giugno 2015 (logo studio o azienda Club EE che cura l intervento) Lo Sfruttamento delle Fonti Rinnovabili INSIEME IN AZIONE PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO Le Fonti Rinnovabili

Dettagli

The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO!

The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO! The Micro Rider RIDUCI I COSTI FINO AL 36%, AUMENTI LA PRODUTTIVITÀ DEL 43% E RECUPERI VELOCEMENTE IL TUO INVESTIMENTO! Progettata per essere più produttiva, perché piccola e veloce Mxr LAVA E ASCIUGA

Dettagli