Soluzione numerica del modello PDE della dinamica verticale di un binario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Soluzione numerica del modello PDE della dinamica verticale di un binario"

Transcript

1 Souione nuerica de odeo DE dea dinaica vericae di un binario A. Bracciai, R. Ciuffi, F. iccioi Diparieno di Meccanica e Tecnoogie Indusriai Universià di Firene v. Sana Mara, Firene e-ai: Keywords: raiway, rack, verica dynaics, siuaion Soario Ne presene avoro viene affronaa a souione nuerica de sisea di equaioni differeniai ae derivae pariai che governano a dinaica vericae di un binario ferroviario. I odeo preso in consideraione, piuoso sepice in quano incude un soo sadio di sospensione vericae, consene di effeuare nuerose siuaioni a variare dei paraeri caraerisici de binario sesso. A odeo de binario, reaiao in abiene MATLAB, è sao aggiuno un odeo sepificao de veicoo, coprendene easicià Heriana di conao, a saa e a sospensione priaria, reaiao in abiene SIMULINK. Le iiaioni de odeo ed i risuai oenui sono discussi con paricoare riferieno ae condiioni di irregoarià punuae o disribuia dea ruoa o dea roaia. Absrac In his paper he nuerica souion of he syse of paria differenia equaions ha describes he verica dynaics of a raiway rack is shown. The considered ode, ha is quie sipe as i considers ony one sage of verica suspension, aows siuaing nuerous condiions varying he rack characerisic paraeers. To he rack ode, deveoped in he MATLAB environen, a sipified vehice ode deveoped in he SIMULINK environen has been added, consising of a singe whee wih priary suspension and conac siffness. The ode iiaions and he resus are discussed wih paricuar reference o oca or disribued rai or whee irreguariies.. REMESSA La dinaica vericae è un cassico argoeno per cooro che debbano occuparsi dea quaià di arcia di un veicoo ferroviario. E' noo, infai, che un veicoo ferroviario ha coe fone di principae ecciaione vericae 'irregoarià dea via, espressa in erini di ie hisory o di spero di poena. In ogni caso, anche ne caso ipoeico di via perfea, essa non può essere consideraa iobie soo 'aione dei carichi vericai a, a conrario, cosiuisce un sisea che da puno di visa dea odeaione e de cacoo è reaivaene copesso. Nei riguardi dea siuaione, occorre rievare coe a odeisica sia divenaa via via più apia e copessa in funione dei probei e dei reaivi capi di frequena di ineresse. L'uiià dea siuaione dea dinaica vericae de sisea easico accoppiao ruoa-roaia è indubbia: essa consene di indagare probei copessi di conao e fornire, poeniaene, suggerieni uii a progeisa dea inea che deve individuare i coponeni con i igior coporaeno a iveo di progeo. Fra i probei poeniaene affronabii si ciano, ore a cofor di arcia, i fenoeni di foraione de usura onduaoria de binario, i danneggiaeno dea superficie di rooaeno dee ruoe ed, ancora, i cofor di arcia de passeggero. Da'anaisi dei odei disponibii in eeraura si evince che i sao di quaià nea odeaione de binario è rappresenao daa possibiià di descrivere i sisea binario-suppori conepando a periodicià degi appoggi, sepre presene anche quando si hanno binari posai su piase in ceeno, oenendo così un odeo a paraeri concenrai su suppori discrei che rappresena sena dubbio un evouione rispeo a quei su posa coninua. Sebbene più rispondeni aa reaà, i odei con suppori periodici sono più copessi in quano o sposaeno de binario non è più funione soo dea ipoogia dea fora ecciarice, a anche dea posiione dea fora sessa. Gi srueni di odeaione essi a puno fino ad oggi per risovere quesa probeaica ipiegano ecniche radiionai coe i codici agi eeeni finii. I odeo di binario a suppori discrei descrio ne presene avoro affrona i probea dea souione nuerica de odeo aeaico che descrive i sisea nea sua oaià ecciaione obie, roaia, suppori 67

2 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre ediane agorii che ipiegano i aria Differenia Equaion Toobo DE di MATLAB. Iniiaene è sao cosruio un odeo sepice parendo daa foruaione aeaica de binario per poi sviuppare ecciaione obie, rendendoa più vicina aa reaà di un veicoo ferroviario, araverso SIMULINK con i quae i DE può faciene essere inerfacciao.. IL MODELLO MATEMATICO Non è quesa a sede per anaiare criicaene a odeisica disponibie in eeraura sua dinaica vericae de binario. A ae proposio si rianda a [], che raa esensivaene ae probeaica. I odeo aeaico uiiao ne presene avoro è queo descrio da Kisiowski [] che è reaivaene sepice e consene di effeuare anaisi paraeriche ed accoppiae a veicoo in aniera reaivaene sepice. La dinaica vericae de binario è espriibie ediane un equaione differeniae ae derivae pariai, nee variabii spaio-epo, che descrive i sisea cosiuio daa roaia, assiiabie ad una rave di Euero-Bernoui, vincoaa a erra ediane suppori disconinui, equidisani ra di oro, scheaiai da una sospensione viscoeasica a paraeri concenrai e cosani fig.. Fig. Modeo de binario [] 4 EI 4 k c n v = n= I prio erine a prio ebro de eq. esprie a reaione derivane daa rigidea fessionae dea roaia, i secondo cosiuisce a coponene ineriae, i ero rappresena a reaione visco-easica degi appoggi, oipicaa per una serie di dea di Dirac che consene di ener cono dee aioni degi appoggi soo dove sono appicae, descrivendo così una sora di peine a cui configuraione riane cosane a variare de epo. I erine a secondo ebro rappresena infine a forane, iniiaene cosiuia da una fora obie di oduo cosane. I sisea di riferieno spaiae ha a sua origine ne baricenro dea roaia nea configuraione a riposo enre queo eporae coincide co puno di appicaione dea forane a isane iniiae =. 3. SOLUTORI FEM ER ROBLEMI NON STAZIONARI er a risouione de equaione è necessario, vise e noevoi difficoà ne inegraione anaiica di un equaione differeniae conenene una serie, ricorrere ad agorii nuerici che operino ne doinio de epo. Ne presene avoro si è risoa nuericaene equaione non saionaria che descrive dinaicaene i odeo uiiando i eodo agi eeeni finii FEM per approssiaione spaiae. I FEM [3,4] rappresena a foruaione variaionae di un probea fisico, ossia a rasforaione in fora inegrae funionae de equaione differeniae che regoa i sisea. er a eccanica dei coninui ad esepio i funionae è rappresenao de energia poeniae e ne caso di un probea onodiensionae può essere genericaene espresso nea fora dϕ d ϕ d ϕ Πϕ = f, ϕ,,,..., d d d d Aniché risovere equaione differeniae si cacoa i funionae Πϕ, approssiando a variabie ϕ con una cobinaione di funioni inerpoani noe N i e paraeri incognii ϕ i. 67

3 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre n ϕ = N i ϕ i 3 i= Le funioni inerpoani, dee funioni di fora, sono definie non ne inero doinio di inegraione, a in doini più piccoi, dei eeeni finii, oenui per discreiaione de doinio di assegnaione. Essi hanno una fora che dipende da probea da esainare; per probei a due variabii, y indipendeni, hanno una fora quadrangoare o riangoare e sono coegai fra oro in puni paricoari, dei nodi, che coincidono con i verici de eeeno. Indicando con ϕ, ϕ,... ϕ n i vaori che ϕ assue negi n nodi de eeeno, se ϕ è definia ne piano -y, possiao scrivere n ϕ e e, y = N i, y ϕ e i = N et, y ϕ e 4 i= avendo accorea di espriere e variabii nodai funioni de epo a causa dea non saionarieà de probea. Sosiuendo a 4 nea per ogni eeeno, si oiene un sisea di n equaioni nee incognie ϕ i. ϕ, = Ni ϕi 5 i In a odo si è oenuo un sisea di equaioni differeniai ordinarie ne epo de ordine in cui ue e inforaioni necessarie per deerinare unica souione sono conosciue ne puno iniiae = e perano risoubii co eodo dee differene finie che è una ecnica de anaisi nuerica che approssia equaione differeniae ediane differene finie asciando inao i doinio. In conseguena de passo eporae sceo si definisce un insiee opporuno di isani eporai nei quai viene individuaa a souione de probea ediane a conversione de sisea di equaioni differeniai ordinarie in un sisea agebrico ne incognia ϕ e n. I eodo degi eeeni finii e queo dee differene finie, che concorrono nee risouione nuerica de odeo in due fasi disine e sequeniai, sono così due eodi duai, ne senso che i prio discreia i coninuo a cui poi si appicano e equaioni esae in fora variaionae e, viceversa, i secondo approssia e equaioni differeniai a doinio inao. 4. L UTILIZZO DEL DE ER LA SOLUZIONE NUMERICA DEL MODELLO MATEMATICO La sequena di passi ediane a quae si effeua anaisi agi eeeni finii per un probea non saionario può essere ipeenaa con ausiio di un cacoaore. I souore di sisei di equaioni differeniai conenuo ne aria Differenia Equaions DE Toobo che avora in abiene MATLAB si è riveao sufficieneene poene ed idoneo ao scopo. I DE Toobo si copone di re odui fondaenai:. un reprocessore che uiia e inforaioni sua geoeria de doinio, sue condiioni a conorno, sua ipoogia de equaione differeniae con i reaivi coefficieni per definire e specifiche de probea;. un rocessore che effeua approssiaione de paraero ϕ ne eeeno, fornendo a souione approssiaa de equaione; 3. un osprocessore che consene di visuaiare i risuai, effeuando una inerpoaione dei vaori nodai su una grigia reangoare. er risovere nuericaene i odeo dea dinaica vericae de binario si è dovua rivedere a foruaione aeaica de probea affinché poesse essere gesibie da DE. er effeuare queso processo si sono dovui considerare sia i probei dovui ad un approccio risouivo di ipo nuerico sia quei connessi a ipiego de DE. Da oeno che risua ipossibie per via nuerica definire soaorie con esrei infinii, iiare indice dea serie significa passare da un doinio infinio ad uno iiao, ossia considerare un nuero finio di suppori. Inore a funione dea di Dirac non è una funione ne senso convenionae de erine a una sora di inerruore che accende o spegne i erine che a oipica a seconda che argoeno dea funione sia uguae a ero oppure no. 673

4 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre 674 Fig. Rappresenaione dea capaa coe coposiione di soodoini. La disana fra i suppori =.6, a esreià dea capaa, viene suddivisa in soodoini con widh =.6 I doinio perano non è coninuo; ne caso dea roaia esso risua daa coposiione di ani soodoini uguai e conigui uno a aro, caraeriai daa presena dei suppori dove ascissa spaiae coincide con a coordinaa degi appoggi viscoeasici e daa presena dea forane in corrispondena de soodoinio in cui a forane è isananeaene appicaa. In figura è rappresenaa una visa da ao dea scheaiaione dea roaia piano -y; poiché i probea è onodiensionae, a diensione aerae è necessaria per i souore a verrà disaivaa coe iusrao in seguio; di conseguena si sono scei eeeni quadrai in quano hanno a aggiore regoarià. L equaione di Kisiowski può essere riforuaa in erini di un sisea di equaioni differeniai de ipo paraboico, avendo indicao con i vaore de oeno oipicao per EJ e con a variaione isananea deo sposaeno punuae de binario. Queso sisea di equaioni, qui di seguio espiciao per indice si soaoria ne inervao [,], [ ] [ ] = = = v c k EJ 6 può essere espresso in fora ariciae per ciascun eeeno coe: = c k EJ 7 oppure, con e cassiche noaioni veoriai, f u a u c u d = 8 ed è risoubie da DE. Le arici d, c, a ed i veore f sono a coefficieni cosani con a precisaione che a rigidea k e o soraeno c degi appoggi esisono soo in corrispondena dei soodoini in cui è presene i supporo viscoeasico enre a forane esise soo in corrispondena de soodoinio su quae agisce a isane considerao; ovviaene, i sisea copeo 7 si appica quaora a soeciaione sia appicaa su supporo. Coe precedeneene accennao, i probea paraboico è definio da DE in una regione de piano -y enre a roaia conepaa ne odeo aeaico ha uno sviuppo onodiensionae. Quesa non è soano una differena forae, a ipica un gradiene dea souione in direione rasversae a asse ongiudinae de binario. A fine di rendere nua quesa variaione in direione y è necessario aerare i coefficieni c y. Di conseguena, viso che viene a cadere ogni corrispondena fra esensione rasversae de doinio ed i odeo aeaico, a scea dea diensione ungo y è deaa da are ragioni, preferibiene fra ue a necessià di generare una discreiaione più regoare possibie, a cui igiore reaiaione consise ne uso di soodoini di diensione quadraa i cui ai reiinei garaniscono che i conorno sia approssiao in odo preciso dagi eeeni finii. I sisea di equaioni differeniai risua quindi descrio in odo univoco una voa fissae e condiioni a conorno, iponendo appoggio ae esreià de binario oeno e sposaeno nui, ed i vaori iniiai corrispondeni aa configuraione di binario a riposo.

5 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre I probea paraboico così definio non converge però nuericaene in quano a arice d nea 8 ha deerinane nuo in quano coniene una riga idenicaene nua. er enare si risovere nuericaene i probea si è aora inrodoo un vaore ε, oo piccoo rispeo agi ari paraeri in gioco, per cui i sisea di equaioni è riscrio nea fora ε EJ k c = 9 Quesa eodoogia viene noraene appicaa per a risouione nuerica dee equaioni differeniai e va soo i noe di Teoria dee perurbaioni. Un ipico probea ε y ε = di perurbaione dipende da un piccoo paraero ε ae che, a endere di ε a, a souione y ε converge a vaore y de probea ai vaori iniiai y =. er ueriori deagi si rianda i eore a avoro [5]. Non è sao copiuo uno sudio anaiico per verificare che a souione oenua per convergena sia effeivaene quea correa a ci si è iiai ad osservare che andaeno fisico dee souioni è copaibie con i vincoi, e condiioni iniiai e a conorno per vaori quaunque di ε ne inervao. Nee siuaioni riporae ne prosieguo de presene avoro è sao uiiao ε = che iniia i epi di cacoo. Coe è sao poi abbondaneene verificao, risuai appreabii si individuano soo per poche capae conigue a quea sua quae è appicao i carico, enre i reso de doinio resa praicaene indisurbao. Quesa ona di infuena ha un apiea che dipende dai paraeri nuerici con cui viene odeao i sisea. Ao scopo di oiiare i epi di cacoo, facendo in odo che a souione sia cacoaa su un doinio di diensioni sreaene necessarie ad eviare indesiderai effei di bordo, si è uiiao un arificio assiiabie ad un apis rouan fig. 3. I doinio di soeciaione è sao aniuo iiao ai soodoini nei quai viene noraene suddivisa una capaa e, una voa che a forane ha percorso a capaa sessa, e arici vengono opporunaene shifae perdendo a pria capaa ed inroducendone una con condiioni iniiai nue. Con queso accorgieno è coe se uo i binario scorresse soo a forane di una unghea pari ad una capaa. Agi occhi di un osservaore fisso a forane si uove coninuaene su una capaa es che è siuaa sosaniaene a eà de doinio e a percorre un nuero di voe seeionabie da uene. Queso accorgieno consene di ridurre sensibiene i epi di cacoo da oeno che a souione è vauaa su un doinio più piccoo, a parià di percorso regisrao da un odoero soidae co carico. Fig. 3 Riduione de doinio a fine di diinuire i epi di cacoo sena infuire sua precisione dea souione a sinisra. Scorrieno de apis rouan dopo araversaeno di una capaa a desra. Un ueriore igioria a odeo consise ne considerare i sepice odeo di veicoo iusrao in fig.4. L osciaore è forao da una assa b corrispondene a eà assa de carreo appoggiaa su un sepice sadio di sospensione corrispondene aa sospensione priaria. Fig. 4 Osciaore sepice rappresenaivo de carreo ferroviario 675

6 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre La oa inerposa ra ruoa e binario iene cono dee deforaioni Heriane nea regione di conao. Si presuppone che orienaeno dea oa venga aggiornao in aniera ae da anenersi cosaneene perpendicoare a piano di angena ra e superfici a conao. In pria approssiaione gi effei egai aa geoeria de accoppiaeno ruoa - roaia si ipoiano ineari. Sebbene non si possa in quesa sede scendere ne deagio de odeo, esso è in grado di prevedere correaene e variaioni dinaiche dea fora di conao ra veicoo e araeno che si generano per effeo dee caraerisiche de araeno. L obieivo è poer ecciare osciaore raie e caraerisiche dea inea e rovare di conseguena e soeciaioni di risposa. A convergena raggiuna su singoo sep si iniia un nuovo passo di inegraione facendo avanare osciaore. Le due equaioni di oo de sisea possono essere ricavae scrivendo gi equiibri dinaici aa rasaione dee due asse, considerae coe sisei isoai, e eendo in evidena e fore eserne ageni sue sesse. Assuendo, per convenione, posiive e fore concordi con gi sposaeni, equaione dinaica de oo risua, con e noaioni dea fig. 4, r swhee c v b sbogie cv c swhee v k c kv c v sbogie kv kv swhee k = c beow r g kv sbogie b g dove beow rappresena o sposaeno de araeno in corrispondena de puno di conao ruoa - roaia. Sua roaia agisce a fore = kc beow swhee che esprie aione di copressione dea oa Heriana. La siuaione dinaica de veicoo è saa effeuaa in SIMULINK e, ad ogni sep di inegraione, sia i odeo DE de binario sia i odeo SIMULINK de veicoo uiiano coe vaori di innesco e souioni copuae su soodoinio precedene. E ineressane noare coe sia possibie, sena sforo, ener cono de vincoo onoaero. Essendo infai a souione di ipo ieraivo, a fora viene annuaa se risua beow<swhee, condiione che porerebbe ad una fora posiiva e perano priva di senso fisico. Un ueriore sviuppo de odeo ha riguardao ipeenaione di irregoarià dea superficie dea roaia. I odei sviuppai considerano difeosià punuai e disribuie sua roaia che inroducono fore di ineraione binario - veicoo paricoarene eevae e copesse. Ovviaene ipoesi di inearià de conao Heriano iia grandeene i risuai oenui nei casi esrei, addove si abbiano disacchi ripeui. 5. CASI STUDIATI A parire da caso di una fora obie di oduo cosane, conepaa ne odeo aeaico, si è esesa progressivaene indagine vauando a risposa de sisea binario - suppori soeciao da un carico saico, da un ecciaione ipusiva e da un carico obie di inensià cosane fino ad un osciaore che rappresena, in odo esreaene scheaico, un veicoo ferroviario. Ne seguio vengono iusrae acune souioni di esepio; a siboogia grafica usaa nei grafici è a seguene: * ascissa in corrispondena di ogni supporo o o puno di appicaione dea forane souioni vauae, iiaaene ai suppori, con i eodo di Mohr. I paraeri dinaici e geoerici considerai sono i segueni: Esensione dea capaa =.6 Massa ineare de binario = 56 kg/ Rigidea fessionae EJ de binario = 4.86e6 MN Rigidea de supporo k = 8e8 N/ Soraeno de supporo c = 8e3 Ns/ Esensione widh de soodoinio =.6 5. Carico saico er i caso saico, che evideneene rappresena una soocasse de probea dinaico generae, ci si è iiai ad una verifica dei vaori di defessione oenua e ad una vaidaione dea inea easica eaboraa da odeo graie aa sesura di un agorio che ipeena i eodo di Mohr [7] in grado di fornire a defessione de binario in corrispondena degi appoggi ed i oeno feene in ai puni. Si è siuao un rao di binario di 6.6 capae sooposo ad un peso di kn carico saico per ruoa per araeni di caegoria C4 appicao ne soodoinio di eo dea capaa cenrae soodoinio 55 e, successivaene, appicao in corrispondena de VI supporo soodoinio

7 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre Sposaeno Sposaeno Lunghea de binario Lunghea de binario Fig. 5 Linea easica di un binario di 6.6 sooposo ad un carico saico di kn appicao ne soodoinio a eà dea capaa cenrae a sinisra ed in corrispondena de VI supporo a desra. 5. Carico ipusivo Scopo dea siuaione con ipuso è queo di indagare sua deforaa di un rao di binario pari a capae soeciao da una fora ipusiva di kn appicaa per s ne soodoinio di eo dea capaa cenrae. La souione viene vauaa in diversi isani eporai durane e dopo ecciaione ipusiva. L oupu è cosiuio da una serie di souioni ai vari isani di epo che possono essere visuaiae coe una sequena di iagini che consenono di indagare su ransiorio. È iporane sooineare coe e caraerisiche de ipuso duraa ed inensià siano oaene conroabii da uene. I vaori sono desuni dae esperiene effeuae in [8] graie ae quai è sao possibie vaidare i risuai oenui da codice. In figura 6 si riporano acuni fraes oenui durane appicaione de ipuso e durane a fase di successivo decadieno ibero dee vibraioni.; in fig. 7 gi sposaeni ne epo di acuni puni significaivi. 677

8 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre -7 Sposaeno -7 Sposaeno Lunghea de binario Lunghea de binario -7 Sposaeno -7 Sposaeno Lunghea de binario Lunghea de binario Fig. 6 Siuaioni soo carico ipusivo F= kn, duraa = s. Da sinisra a desra, da ao in basso: =.7 s, =.5 s, = s, =.6 s da iniio de appicaione dea forane 6 Tie hisory [s] 6 Tie hisory [s] Fig. 7 Tie hisory dea deforaione a eà dea capaa a fianco di quea ecciaa a sinisra e ad.8 da puno di appicaione in basso a sinisra. L andaeno è sao oenuo ediane 4 seps con = µs 5.3 Carico obie di inensià cosane I risuai per i casi di carico obie differiscono poco graficaene da caso saico ad ecceione dee veocià più ae. In figura 8 vengono iusrai acuni fraes per una fora di inensià pari a kn che si uove ad una veocià cosane di k/h. La prova viene effeuaa facendo in odo che a forane ripercorra più voe a capaa cenrae a fine di abbaere sensibiene i epi di cacoo sena ogiere di generaià aa souione. Dopo circa cinque ieraioni i coporaeno resa sabie. I epo di percorrena di ciascun soodoinio risua, aa veocià di k/h, pari a s enre a scaa eporae ha origine ne isane di iniio siuaione. 678

9 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre Sposaeno Sposaeno Lunghea de binario Lunghea de binario Sposaeno Sposaeno puno di conao Lunghea de binario Nuero soodoini Fig. 8 Siuaioni soo carico obie cosane F= kn, v= k/h. Da sinisra a desra, da ao in basso: =86 s, =9 s, =94 s, sposaeno de puno di conao viso da un osservaore soidae aa fora Evideneene, i coporaeno de sisea è ineare con i carico, enre a auenare dea veocià i fenoeni ineriai assuono sepre aggiore iporana. Ne caso di F= kn e v=5 k/h si osserva coe a ona perurbaa da carico si esenda per un nuero di capae aggiori rispeo ai casi precedeni. E sao perano necessario increenare esensione de doinio passando da a capae per iiare gi effei di bordo. Si osserva figg. 9, coe i binario reagisca con un cero riardo aa soeciaione conservando per ineria i disurbo nea regione precedeneene ecciaa. I disurbo si propaga appreabiene fino a 7 capae da puno di appicaione, enre ne caso di veocià di k/h è iiao a 3 capae fig. 8. Da confrono degi andaeni in fig. è evidene sia a presena degi effei di ineria egai a aa veocià, sia coe una capionaura voe più fia soodoini di. rispeo ae consuee peree di evideniare, aa veocià di k/h, un disurbo a frequena eevaa negi isani iediaaene segueni a passaggio de supporo. Sposaeno Sposaeno Lunghea de binario Lunghea de binario Fig. 9 Due fraes dae siuaioni soo carico obie cosane F= kn, v=5 k/h. E evidene i diverso coporaeno rispeo ae veocià inferiori 679

10 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre Tie hisory Tie hisory capioni eporai capioni eporai Fig. Tie hisory deo sposaeno rievao a c da supporo di sinisra dea capaa araversaa daa forane di kn a 5 k/h a sinisra, =.44e s e daa forane di kn a k/h a desra, = 7.e s. 5.4 Osciaore obie sepice su binario perfeo La prova è saa finaiaa aa siuaione de coporaeno di un sisea cosiuio da un binario a suppori discrei soeciao da osciaore che si uove ad una veocià di k/h. Coe riferieno per i veicoo si prende i carreo Y7 dea carroa Eurofia e cui caraerisiche sono di seguio riporae: r = 97 kg; ½ assa assie b = 37 kg; ½ assa carreo c v = 84 N/s - ; soraeno vericae sospensione priaria k v = 7887 N/; rigidea sospensione priaria er i vaore dea rigidea ineare di conao k c ruoa - roaia si è fao riferieno a [9] dove si ripora un vaore di.5e9 N/. Le condiioni di prova prevedono un doinio di capae e un nuero di passaggi pari a 9, per dare i epo necessario aa souione di sabiiarsi. er oivi si spaio non si riporano i diagrai degi sposaeni vericai de binario né deo sposaeno vericae de puno di conao obie, non oo diversi dai casi precedeni; si riporano invece fig. e fore di conao che diosrano coe a souione a k/h si sabiii inorno a vaore saico dopo aver araversao a pria capaa a confrono dee 4 5 capae necessarie a Dong [6] e coe a 5 k/h escursione dea fora di conao risui a incirca un ordine di grandea superiore Fora di conao Fora di conao [N].3. [N] Fig. Andaeno dea fora di conao ruoa - roaia per veocià di k/h a sinisra e di 5 k/h a desra Knohe-Grassie [] individuano i capo di frequene corrispondeni a pinned-pinned ode de binario ne inervao che va dai 4 ai 5 H. Considerando una frequena di 4 H, a veocià criica che eccia una unghea d onda fessionae de sisea, iiaaene ae osciaioni vericai con seiunghea d onda pari aa disana ra e raverse, è di ore 7 k/h, quindi paeseene irraggiungibie. 5.5 Osciaore sepice su binario con iperfeione ocaiaa I coporaeno de sisea viene anaiao in presena di una irregoarià punifore di. che sporge daa superficie de binario [] ed è coocaa dopo. da puno di parena, ne soodoinio 35 ogni 68

11 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre capaa è coposa da soodoini. Si noi fig. coe a defessione de puno di conao evideni a presena de irregoarià punuae di.. L ordine di grandea de irregoarià è circa voe aggiore deo sposaeno assio de binario per cui i conribuo dao da infessione risua appena accennao, anche se ben riconoscibie. È inore ineressane rievare avvenuo disacco ra ruoa e roaia, riconoscibie da annuarsi dea fora, pria che i conribuo sorane prenda i sopravveno. Sposaeno puno di conao Nuero soodoini [N] Fora di conao Fig. Andaeno deo sposaeno in corrispondena de puno di conao ruoa-roaia a sinisra e reaivo andaeno dea fora di conao a desra per v=44 k/h 5.6 Osciaore sepice su binario con iperfeione disribuia I coporaeno de sisea viene anaiao in presena di una corrugaione sua superficie di rooaeno dea ruoa de apiea di 8 µ e unghea d onda di 8 []. Lo sposaeno de puno di conao iene cono di un dupice conribuo: o scosaeno punuae dea superficie di rooaeno da asseo geoerico perfeo e a coponene dovua a infessione dea roaia. Viso che si raa di un fenoeno ad aa frequena, che ende a sabiiarsi oo veoceene, è possibie ridurre esensione de doinio iiandoo a 7 capae. Viene inore ridoa a. esensione de soodoinio per poer egio descrivere andaeno de puno di conao ruoa-roaia. I passaggi dea capaa cenrae sono 7 e a veocià è di 44 k/h. Sposaeno puno di conao 4 Fora di conao Nuero soodoini [N] Fig. 3 Andaeno deo sposaeno in corrispondena de puno di conao ruoa - roaia a sinisra e reaivo andaeno dea fora di conao a desra Si noi fig. 3 coe a defessione de puno di conao evideni sia a presena dei suppori in corrispondena dei soodoini 3, 6, 9, e 5, che con a oro rigidea diinuiscono abbassaeno, sia a unghea d onda dea corrugaione pari a 8. È ineressane, infine, rievare coe a corrugaione sia ae da provocare in acuni isani i disacco dea saa ferroviaria in corrispondena dei suppori. I risuai oenui in presena dee irregoarià, sia punuai sia disribuie, ipoiano una fora di ineraione ineare non confronabie con e pressioni Heriane che si scabiano ruoa e binario nea ona di conao. Le indicaioni dedoe da quese siuaioni hanno perano vaore prevaeneene quaiaivo. 68

12 XXX Convegno Naionae AIAS Aghero SS, seebre 6. CONCLUSIONI E SVILUI I odeo eaborao ne presene avoro risponde a esigena di descrivere con noevoe efficiena i coporaeno de sisea binario-suppori-ecciaione obie nea sua oaià enendo cono dea periodicià dei suppori e dea presena di irregoarià sua superficie di rooaeno. I risuai sono disponibii negi abieni MATLAB, SIMULINK e DE, i che consene un rapido inerfacciaeno ai codici per a siuaione dea dinaica di arcia dei roabii sviuppai per uso inerno dagi auori. I codice è sao uiiao esensivaene nea progeaione di un sensore per a isura de carico vericae dee ruoe a passaggio de reno iusrao in ara eoria a presene convegno []. Tra gi sviuppi possibii si ciano a araura ediane prove sperienai ad hoc su araeni e con veicoi conroai, inserieno di un ueriore sadio di sospensione vericae, di uno grado di iberà aerae, de uso di ravi di Tioshenko per increenare i capo di frequena, dea non inearià de conao Heriano. Ringraiaeni Gi auori desiderano ringraiare ing. Gaeano Cascini de Diparieno di Meccanica e Tecnoogie Indusriai e ing. aoo Acciai per i coninuo supporo durane inera aivià di ricerca. Bibiografia [] Knohe K.L. and Grassie S.L., Modeing of raiway rack and vehice-rack ineracion a high frequencies, Veh. Sys. Dyn.,, 9-6, 993 [] Kisiowski J. and Knohe K., Advanced raiway vehice-syse dynaics, Warsaw, 99. [3] Cesari F., Inroduione a eodo degi eeeni finii, iagora Edirice, Boogna, 995. [4] Reddy J.N., An inroducion o he finie eeen ehod, Singapore, 993. [5] Sih R.D., Singuar-perurbaion heory, New York, 995. [6] Dong R.G., Saukar S. and Dukkipai R.V., A finie eeen ode of raiway rack and is appicaion o he whee fa probe, Journa of Rai and Rapid Transi, 8, 6-7, 994. [7] Tioshenko S.. and Gere J.M., Theory of easic sabiiy, John Wiey and Sons, Auckand, 963. [8] Cascini G., Un odeo per a ricosruione de segnae prodoo da sorgeni obii ed appicaione ae vibraioni di binari ferroviari, Degree Thesis, Universià degi sudi di Firene, Facoà di Ingegneria, 996. [9] Grassie S.L., Gregory R.W., Harrison D. and Johnson K.L., The dynaic response of raiway rack o high frequency verica/aera/ongiudina eciaion, Journa Mechanica Engineering Science, 4, 3-, 98. [] Dahberg T., Akesson B. and Wesberg S., Modeing he dynaic ineracion of wheese and rack, Raiway Gaee Inernaiona, June 993, 48. [] Hepeann K., Ripke B. and Die S., Modeing he dynaic ineracion of wheese and rack, Raiway Gaee Inernaiona, Sepeber 99, [] A. Bracciai, R. Ciuffi and F. iccioi, Vibraioni nee raverse a passaggio di ruoe ferroviarie danneggiae, in Ai de XXX Convegno AIAS, Aghero, Iaia, 68

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoi Parhenope Facoà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Eeriche docene: Pro. Vio Pascazio 14 a Lezione: 8/5/3 Sommario Fasori Segnai passabanda Trasmissione di segnai passabanda in sisemi

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

SINGOLARITA DELL ANTIMERIDIANO DI GREENWICH(di mortolacarlo)

SINGOLARITA DELL ANTIMERIDIANO DI GREENWICH(di mortolacarlo) SINGOLARITA DELL ANTIMERIDIANO DI GREENWICH(di orolacarlo) La peculiariàdella doppia daa di cui gode l anieridiano di Greenwic è noa, ance ai non addei ai lavori;per esepio a ci a leo il libro di avvenura

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

LA MODULAZIONE DI AMPIEZZA

LA MODULAZIONE DI AMPIEZZA MODULATORI E DEMODULATORI AM LA MODULAZIONE DI AMPIEZZA Sadio odulaore Anenna Oscillaore quarzao Porane Aplificaore AF Modulaore AM Sadio aplificaore Segnale AM Messaggio Trasduore di rasissione Modulane

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendie mensili di shampoo Mese y 1 266,0 2 145,9 3 183,1 4 119,3 5 180,3 6 168,5 7 231,8 8 224,5 9 192,8 10 122,9 11 336,5 12 185,9 1 194,3 2 149,5 3 210,1

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoli Parenope Facolà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elerice docene: Prof. Vio Pascazio a Lezione: 7/04/003 Sommario Caraerizzazione energeica di processi aleaori Processi aleaori nel

Dettagli

REGIMI FINANZIARI USUALI: Interessi semplici Interessi composti Interessi anticipati. Giulio Diale

REGIMI FINANZIARI USUALI: Interessi semplici Interessi composti Interessi anticipati. Giulio Diale REGIMI FINANZIARI USUALI: Ineressi seplici Ineressi coposi Ineressi anicipai Giulio Diale INTERESSI SEMPLICI I C L ineresse è proporzionale al capiale e alla duraa dell ipiego I = C i Denoinazioni di i:

Dettagli

Procedimenti ricorsivi per valutazioni su sistemi

Procedimenti ricorsivi per valutazioni su sistemi UIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI ECOOMIA Corso di Laurea in Scienze Saisice ed Auariali Tesi di Laurea in Saisica Assicuraiva Procedieni ricorsivi per valuazioni su sisei Bonus-Malus con francigia

Dettagli

Tutti i tipi di pali però conducono alla modifica dello stato tensionale iniziale e delle caratteristiche meccaniche del terreno di fondazione.

Tutti i tipi di pali però conducono alla modifica dello stato tensionale iniziale e delle caratteristiche meccaniche del terreno di fondazione. Geosru Sofware hp://www.geosru.co geosru@geosru.co SOMMARIO PALI DI FONDAZIONE... INTRODUZIONE... Pali infissi... Pali prefabbricai... 3 Pali geai in opera denro cassafora... 4 Pali rivellai... 6 CARICO

Dettagli

COME RISOLVERE GLI ESERCIZI DI ANALISI MATEMATICA 2

COME RISOLVERE GLI ESERCIZI DI ANALISI MATEMATICA 2 COME RISOLVERE GLI ESERCIZI DI ANALISI MATEMATICA Ecco una piccola e semplice guida che illusra come risolvere, a grandi linee gli esercii proposi agli esami di Analisi Maemaica (del DM 509/99, cioè successione

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA www.lvprojec.com Do. Loi Nevio Generalià sui sisemi dinamici. Variabili di sao, di ingresso, di uscia. Sisemi discrei. Sisemi lineari. Paper: Dynamic Modelling Do. Loi

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova dell 8 febbraio 2008. Esercizio 1 (6 punti)

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova dell 8 febbraio 2008. Esercizio 1 (6 punti) MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 007 008 Prova dell 8 febbraio 008 Nome Cognome Maricola Esercizio (6 puni) La vendia raeale di un bene di valore 000 prevede il pagameno di rae mensili posicipae cosani calcolae

Dettagli

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO Nel dominio del empo le variabili sono esaminae secondo la loro evoluzione emporale. Normalmene si esamina la risposa del sisema a un segnale di prova canonico, cioè si sollecia

Dettagli

4 La riserva matematica

4 La riserva matematica 4 La riserva maemaica 4.1 Inroduzione La polizza, come si è viso, viene cosruia in modo da essere in equilibrio auariale alla daa di sipula = 0 e rispeo alla base ecnica del I ordine: se X è il flusso

Dettagli

1.7. Il modello completo e le sue proprietà

1.7. Il modello completo e le sue proprietà La Teoria Generale 1 1.7. Il modello compleo e le sue proprieà Il ragionameno svolo fino a queso puno è valido per un livello dao del salario nominale e dei prezzi. Le grandezze preseni nel modello, per

Dettagli

Modulo n.3 - I materiali nelle lavorazioni metalliche

Modulo n.3 - I materiali nelle lavorazioni metalliche oduo n. - I maeriai nee avorazioni meaiche PROPRIETÀ ISIHE, EANIHE, TENOOGIHE (Diiazione vericae) OBIETTIVI: A) onocenza dee proprieà dei maeriai finaizzaa a oro uiizzo; B) apacià di eeguire cacoi ue principai

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl. Vaso di espansione. Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G.

Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl. Vaso di espansione. Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl aso di espansione Prof. Paolo ZAZZINI Diparimeno INGEO Universià G. D Annunio Pescara www.lf.unich.i Prof. Paolo ZAZZINI Diparimeno INGEO Universià G. D Annunio

Dettagli

Volvo Construction Equipment ESCAVATORI

Volvo Construction Equipment ESCAVATORI Volvo Consrucion Equipen ESCAVATORI POTENZA, PROTEZIONE E REDDITIVITÀ SOTTO CONTROLLO. Alla fine, quello che cona è l affidabilià giorno dopo giorno. L affidabilià auena la reddiivià e peree alla vosra

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 01

Economia e gestione delle imprese - 01 Economia e gesione delle imprese - 01 L impresa come organizzazione che crea valore Leve di creazione di ricchezza e responsabilià sociale Prima pare : L impresa che crea valore 1. L impresa 2. L evoluzione

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo 1 Raddrizzaore - Generalià I circuii raddrizzaori uilizzano componeni come i Diodi che presenano la caraerisica di unidirezionalià, cioè permeono il passaggio della correne solo in un verso. In figura

Dettagli

Allocazione Statica. n i

Allocazione Statica. n i Esercazon d Sse Inegra d Produzone Allocazone Saca I eod asa sull'allocazone saca scheazzano l processo d assegnazone delle rsorse alle par consderandolo da un lao ndpendene dal epo e rascurando dall'alro

Dettagli

Motori elettrici per la trazione veicolare. Vincenzo Di Dio

Motori elettrici per la trazione veicolare. Vincenzo Di Dio Moori elerici per la razione veicolare Vincenzo Di Dio Tipologie di moori elerici uilizzai per la razione veicolare Moori a correne coninua Moori a correne alernaa Sincroni Asincroni Correni eleriche e

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneria Aerospaziale Fisica Sperimentale A+B - I Appello 16 Luglio 2007

POLITECNICO DI MILANO IV FACOLTÀ Ingegneria Aerospaziale Fisica Sperimentale A+B - I Appello 16 Luglio 2007 POLIECNICO DI ILNO IV FCOLÀ Ingegneria erospaziale Fisica Sperimenale + - I ppello 6 Luglio 007 Giusificare le rispose e scriere in modo chiaro e leggibile. Sosiuire i alori numerici solo alla fine, dopo

Dettagli

Apertura nei Mercati Finanziari

Apertura nei Mercati Finanziari Lezione 20 (BAG cap. 6.2, 6.4-6.5 e 18.5-18.6) La poliica economica in economia apera Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Aperura nei Mercai Finanziari 1) Gli invesiori possono

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

Definizione Statico-Cinematica dei vincoli interni

Definizione Statico-Cinematica dei vincoli interni Definizione Statico-Cinematica dei vincoi interni Esempi deo schema strutturae di una struttura in cemento armato e di due strutture in acciaio in cui sono presenti dei vincoi interni cerniera. Vincoo

Dettagli

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100.

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100. Soluzione dell Esercizio 1: Assicurazioni a) In un mercao perfeamene concorrenziale, deve valere la condizione di profii aesi nulli: E(P)=0. E possibile mosrare che ale condizione implica che l impresa

Dettagli

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI TEPUS PECUNIA EST COLLANA DI ATEATICA PER LE SCIENZE ECONOICHE FINANZIARIE E AZIENDALI 3 Direore Bearice VENTURI Universià degli Sudi di Cagliari Comiao scienifico Umbero NERI Universiy of aryland Russel

Dettagli

CARATTERISTICHE DEI VEICOLI

CARATTERISTICHE DEI VEICOLI CARATTERISTICHE DEI VEICOLI I ii e e caraerisiche dei veicoi sono sabiii in Iaia da Nuovo Codice dea Srada (N.C.S.) arovao con D.L.vo n.85 de 30 arie 199, e da reaivo Regoameno di Esecuzione e di Auazione

Dettagli

Analisi dei guasti a terra nei sistemi MT a neutro isolato e neutro compensato

Analisi dei guasti a terra nei sistemi MT a neutro isolato e neutro compensato Analisi dei uasi a erra nei sisemi MT a neuro isolao e neuro compensao - Problemaiche inereni alle proezioni 5N e 67N - A cura di: n. laudio iucciarelli n. Marco iucciarelli . nroduzione Di seuio viene

Dettagli

273 CAPITOLO 18: PALI DI FONDAZIONE IN CONDIZIONI DI ESERCIZIO

273 CAPITOLO 18: PALI DI FONDAZIONE IN CONDIZIONI DI ESERCIZIO 27 nrouzione Per i pali si può fare un iscorso analogo a quello viso per le fonazioni superficiali. Si è viso che nel caso elle fonazioni superficiali l analisi ella eformabilià ella sruura non poeva essere

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

Salvataggi (dal questionario sui gruppi)

Salvataggi (dal questionario sui gruppi) PAOLO BECHERUCCI www.raid.i Salvaaggi (dal quesionario sui gruppi) Ricordiamoci delle norme sulla Privacy!!! Vengono eseguii dei backup dei dai? regolarmene in modo manuale 46% non regolarmene 3% regolarmene

Dettagli

Isolamento termico. Gamma di prodotti basso emissivi Pilkington. Pilkington K Glass Pilkington Optitherm

Isolamento termico. Gamma di prodotti basso emissivi Pilkington. Pilkington K Glass Pilkington Optitherm Isoamento termico Gamma di prodotti basso emissivi Pikington Pikington K Gass Pikington Optitherm Pikington Optitherm S3 Introduzione a vetro basso emissivo I vetro è uno dei materiai da costruzione più

Dettagli

Il modello di Black-Scholes. Il modello di Black-Scholes/2

Il modello di Black-Scholes. Il modello di Black-Scholes/2 Il modello di Black-Scholes Si raa sosanzialmene del modello in empo coninuo che si oiene facendo endere a 0 nel modello binomiale. Come vedremo, è un modello di fondamenale imporanza, e per esso a Myron

Dettagli

L ambiente prima di tutto

L ambiente prima di tutto ambiene prima di uo CATAOGO AMPAE ambiene prima di uo a ireiva Europea (2005/32/CE) viea da Seembre 2009 la prima iissione sul mercao di lampade ad elevao consumo energeico per uso domesico. a decisione

Dettagli

Analisi Frequenziale di Segnali a Tempo Discreto

Analisi Frequenziale di Segnali a Tempo Discreto Capiolo 3 Analisi Frequenziale di Segnali a Tempo Discreo Nei capioli precedeni sono sae inrodoe le nozioni basilari di segnali analogici e a empo discreo, le operazioni fondamenali ra segnali, e, infine,

Dettagli

Ottobre 2009. ING ClearFuture

Ottobre 2009. ING ClearFuture Oobre 2009 ING ClearFuure Una crescia cosane. Con una solida proezione nel empo. ING ClearFuure è la soluzione assicuraiva Uni Linked di dirio lussemburghese, realizzaa apposiamene da ING Life Luxembourg

Dettagli

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Lezione 10 (BAG cap. 9) Il asso naurale di disoccupazione e la curva di Phillips Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia In queso capiolo Inrodurremo uno degli oggei più conosciui

Dettagli

Azionamenti Elettrici

Azionamenti Elettrici Azionameni Elerici 2.4. CONVERTITORI DC/DC... 33 2.4.1. Conrollo dei converiori DC/DC... 33 2.4.2. FullBridge converer (DC/DC)... 34 2.4.2.1. PWM con commuazione di ensione bipolare...35 2.4.2.2. PWM con

Dettagli

Processi stocastici. Corso Segnale e Rumore Giorgio Brida Giugno/luglio 2007 Pagina 1 di 33

Processi stocastici. Corso Segnale e Rumore Giorgio Brida Giugno/luglio 2007 Pagina 1 di 33 Processi socasici Inroduzione isemi lineari e sazionari; luuazioni casuali, derive e disurbi; processi socasici sazionari in senso lao, unzione di auocorrelazione e spero di poenza; risposa di un sisema

Dettagli

APPUNTI DI ANALISI DEI SEGNALI DAVIDE BASSI

APPUNTI DI ANALISI DEI SEGNALI DAVIDE BASSI UNIVERIÀ DEGLI UDI DI RENO FACOLÀ DI CIENZE MAEMAICHE, FIICHE E NAURALI CORO DI LAUREA IN FIICA APPLICAA DAVIDE BAI APPUNI DI ANALII DEI EGNALI Indice Risposa impulsionale dei sisemi lineari -. isemi lineari

Dettagli

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato OSSERVATORIO collegameno ferroviario Torino-Lione Collegameno ferroviario Torino-Lione I possibili schemi di Parenariao Pubblico Privao Torino, 30 Oobre 2007 Unià Tecnica Finanza di Progeo 1 PPP: analisi

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

Esercitazione Scritta di Controlli Automatici 08-02-2006

Esercitazione Scritta di Controlli Automatici 08-02-2006 Eserciazione Scria di Conrolli Aomaici 8--6 Esercizio Si consideri la serie composa da n aaore ed n sisema meccanico (figra ). U A(s) F G(s) Y Figra : Connessione serie ra aaore e sisema meccanico. Enrambe

Dettagli

3 CORRENTE ELETTRICA E CIRCUITI

3 CORRENTE ELETTRICA E CIRCUITI 3 ONT LTT UT lessandro ola Descrizione dell esperienza di Galvani Nel 79 il medico bolognese Luigi Galvani nell ambio dello sudio delle azioni eleriche sugli organi animali osservò che occando con uno

Dettagli

Cenni di Matematica Finanziaria

Cenni di Matematica Finanziaria Cenni di Maemaica Finanziaria M.Leizia Guerra Facolà di Economia Universià di Urbino Carlo Bo Leggi e regimi finanziari Operazioni finanziarie elemenari Un conrao finanziario ra due soggei Alfa e Bea prevede

Dettagli

4 Il Canale Radiomobile

4 Il Canale Radiomobile Pare IV G. Reali: Il canale radiomobile 4 Il Canale Radiomobile 4.1 INTRODUZIONE L evoluzione fondamenale nella filisofia di progeo delle rei di comunicazione indoor è il passaggio dalla modalià di rasmissione

Dettagli

La previsione della domanda nella supply chain

La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda 1 Linea guida Il ruolo della prerevisione nella supply chain Le caraerisiche della previsione Le componeni della previsione ed

Dettagli

9. Conversione Analogico/Digitale

9. Conversione Analogico/Digitale 9.1. Generalià 9. Conversione Analogico/Digiale 9.1. Generalià In un converiore analogico/digiale, il problema di fondo consise nello sabilire la corrispondenza ra la grandezza analogica di ingresso (che

Dettagli

INDICE. 1 Introduzione... 69 2 Trasmissione analogica in banda base... 71 3 Trasmissione analogica in banda traslata... 72

INDICE. 1 Introduzione... 69 2 Trasmissione analogica in banda base... 71 3 Trasmissione analogica in banda traslata... 72 INDICE MODULO 1 ELABORAZIONE DEI SEGNALI UNIÀ 1 Nozioni di base di eoria dei segnali... 1 Inroduzione... 3 Segnali deerminai nel dominio del empo... 3.1 Classificazione dei segnali deerminai... 3. Proprieà

Dettagli

2. Politiche di gestione delle scorte

2. Politiche di gestione delle scorte deerminisica variabile nel empo Quando la domanda viaria nel empo, il problema della gesione dell invenario divena preamene dinamico. e viene deo di lo-sizing. Consideriamo il caso in cui la domanda pur

Dettagli

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES)

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) Monica Billio Universià Ca Foscari e GRETA, Venezia Michele Paron GRETA, Venezia Inroduzione. Moli meodi di analisi ecnica

Dettagli

Interazione tra forze verticali e longitudinali: effetti anti 5.5 aggiornato 19-11-2013

Interazione tra forze verticali e longitudinali: effetti anti 5.5 aggiornato 19-11-2013 Interazione tra forze verticai e ongitudinai: effetti anti 5.5 aggiornato 19-11-2013 Ne piano frontae si studia interazione tra forze verticai Fz e forze aterai Fy sviuppate a iveo de impronta a terra.

Dettagli

I RENDIMENTI LE SERIE STORICHE FINANZIARIE

I RENDIMENTI LE SERIE STORICHE FINANZIARIE I EDIMETI LE SEIE STOICHE FIAZIAIE Aivià finanziarie Azioni es. Capialia, Mediase,... Tioli di sao BOT, BT, Tassi di cambio Euro/Dollaro, Euro/Serlina, Indici di Borsa S&/MIB, CAC4, ETF Tassi di ineresse

Dettagli

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo

Prodotti extra prenotabili e pagabili in anticipo gu da ag ex r a ho dayau os Anche prodo prenoab n ancpo sono commssonab. Ques prodo sono: 1. Rmborso dea Franchga STANDARD 2. Rmborso dea Franchga TOTALE 3. Proezone dea Canceazone Qu d seguo speghamo

Dettagli

Automazione Industriale AA 2002-2003 Prof. Luca Ferrarini

Automazione Industriale AA 2002-2003 Prof. Luca Ferrarini Auomazione Indusriale AA 2002-2003 Prof. Luca Ferrarini Laboraorio 1 Obieivi dell eserciazione Sviluppare modelli per la realizzazione di funzioni di auomazione Comprensione e uilizzo di Ladder Diagrams

Dettagli

VII [2010] quaderni consip. L Esperienza Consip tra esigenze del Mercato delle forniture e aspettative della Pubblica Amministrazione: Il subappalto

VII [2010] quaderni consip. L Esperienza Consip tra esigenze del Mercato delle forniture e aspettative della Pubblica Amministrazione: Il subappalto VI I [ 2010] L E s pe r i e nz acons i p r ae s i g e nz ede Me r c a ode ef or ni ur e ea s pe a i v ede ap ubb i c aammi ni s r a z i one : I s uba ppa o quaderni consip ricerche, anaisi, prospeive VII

Dettagli

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1 La programmazione aggregaa nella supply chain La programmazione aggregaa nella supply chain 1 Linea guida Il ruolo della programmazione aggregaa nella supply chain Il problema della programmazione aggregaa

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Regime dinamico nel dominio del tempo

Regime dinamico nel dominio del tempo egime dinamico nel dominio del empo Appuni a cura dell Ingg. Basoccu Gian Piero e Marras Luca Tuors del corso di LTTOTNIA per meccanici e chimici A. A 3/4 e 4/5 Ulimo aggiornameno // Appuni a cura degli

Dettagli

Le polizze rivalutabili

Le polizze rivalutabili Capiolo 6 Le polizze rivaluabili 6.1 Inroduzione Le polizze via rivaluabili sono sae inrodoe nel mercao ialiano negli anni di ala inflazione e oggi, con l eccezione delle polizze TCM, hanno compleamene

Dettagli

Si definisce analogico un segnale che può assumere infiniti valori nel campo di variabilità del segnale stesso (fig. 1.4a).

Si definisce analogico un segnale che può assumere infiniti valori nel campo di variabilità del segnale stesso (fig. 1.4a). 1.2.1 - Segnali analogici e digiali Si definisce analogico un segnale che può assumere infinii valori nel campo di variabilià del segnale sesso (fig. 1.4a). I segnali analogici sono così denominai poiché

Dettagli

Distribuzione Weibull

Distribuzione Weibull Disribuzione Weibull f() 6.6.4...8.6.4. 5 5 5 3 Disribuzione di Weibull Una variabile T ha disribuzione di Weibull di parameri α> β> se la sua densià di probabilià è scria nella forma: f ( ) exp da cui

Dettagli

Preparare l ambiente di posa in opera

Preparare l ambiente di posa in opera Preparare l ambiene di posa in opera Prima della posa in opera, il parque deve essere conservao in ambieni asciui, con imballo inegro e chiuso, proeo da evenuali influenze dell'ambiene eserno che porebbero

Dettagli

6 Profili in parete sottile

6 Profili in parete sottile 6 Profili in paree soile 6. Inroduzione Una percenuale non rascuraile in peso della produzione di componeni sruurali di acciaio riguarda i profili in paree soile, ossia profili in classe (profili snelli)

Dettagli

Analisi e valutazione degli investimenti

Analisi e valutazione degli investimenti Analisi e valuazione degli invesimeni Indice del modulo L analisi degli invesimeni e conceo di invesimeno Il valore finanziario del empo e aualizzazione Capializzazione e aualizzazione Il coso opporunià

Dettagli

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valuazione degli invesimeni 9 1-2 Argomeni raai Coso del capiale aziendale e di progeo Misura del bea Coso del capiale e imprese diversificae Rischio e flusso di

Dettagli

l M DA 03/09/07 Termonovela in 17 puntate

l M DA 03/09/07 Termonovela in 17 puntate a e i a d l a c e n e l o i a z a M s n? e o d n n a o s c n e d n o c e s ì S 1 ermonovela in 17 puntate DAI ERMODINAMICI RELAIVI ALLA CONDENSAZIONE BRUCIANDO 1 m3 DI GAS SI OIENE: 8127 Kcal + 1,55 Kg

Dettagli

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006 LAVORO ED ENERGIA INTRODUZIONE L introduzione dei concetto di lavoro, energia cinetica ed energia potenziale ci perettono di affrontare i problei della dinaica in un odo nuovo In particolare enuncereo

Dettagli

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE ECONOMIA CULTURA SOLIDARIETÀ TERRITORIO SPORT PLEIADI N 62 - Semestrae - Aprie 2013 CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL Un mondo di vantaggi TECNOLOGIA PER IL CLIENTE Un offerta personaizzata CASTELLI ROMANI

Dettagli

6 Le polizze rivalutabili

6 Le polizze rivalutabili 6 Le polizze rivaluabili 6.1 Inroduzione Le polizze via rivaluabili sono sae inrodoe nel mercao ialiano negli anni di ala inflazione e oggi ui i conrai dei rami via proposi dalla compagnie ialiane, con

Dettagli

LA DINAMICA DEL DEBITO PUBBLICO. UN ANALISI DEL CASO ITALIANO, 1980-1996

LA DINAMICA DEL DEBITO PUBBLICO. UN ANALISI DEL CASO ITALIANO, 1980-1996 Liuc Papers n. 33, Serie Economia e Impresa 8, seembre 1996 LA DINAMICA DEL DEBITO PUBBLICO. UN ANALISI DEL CASO ITALIANO, 1980-1996 Angelo Marano Inroduzione Le dimensioni anomale che il debio pubblico

Dettagli

C R CARICO. Fig. 2.1 - Sistema meccanico

C R CARICO. Fig. 2.1 - Sistema meccanico 2 DINAMIA DEL SISTEMA MOTOE AIO 2. Equazione di equilibrio meccanico Nel caso di movimeno roaorio, che rappresena il caso più comune nel campo degli azionameni elerici, il moore ed il relaivo carico azionao

Dettagli

ISOLAMENTO ACUSTICO CAPITOLO 13. 13.1 Generalità

ISOLAMENTO ACUSTICO CAPITOLO 13. 13.1 Generalità CAPITOLO 3 IOLAMENTO ACUTICO 3. Generalià Conenere l enià di suoni e rumori eserni rasmessi all inerno di ambieni araverso i confini che li delimiano (parei perimerali, ramezzi e solai) è quesione di grande

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... VOLUME 2 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE I TRASPORTI 1. Paroe per capire Aa fine de capitoo scrivi i significato di queste paroe nuove: vie di comunicazione... mezzi di trasporto... autostrada...

Dettagli

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20 SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE VALUTAZIONE ANNO DIPENDENTE: CATEGORIA: B (amministrativo)

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

Conversione Analogico-Digitale

Conversione Analogico-Digitale Capiolo 4 Conversione Analogico-Digiale I segnali del mondo reale sono analogici, menre un elaboraore digiale è in grado di memorizzare e raare esclusivamene sequenze finie di bi. Per raare con ecniche

Dettagli

Scuola dottorale di Economia e metodi quantitativi. Dottorato in Metodi statistici per l economia e l impresa TESI DI DOTTORATO DI RICERCA

Scuola dottorale di Economia e metodi quantitativi. Dottorato in Metodi statistici per l economia e l impresa TESI DI DOTTORATO DI RICERCA Scuola doorale di Economia e meodi quaniaivi Doorao in Meodi saisici per l economia e l impresa ESI DI DOORAO DI RICERCA Meodi numerici e calcolo socasico per la valuazione di conrai derivai: un modello

Dettagli

Modelli di Ricerca Operativa per il Lot Sizing

Modelli di Ricerca Operativa per il Lot Sizing Modelli di Ricerca Oeraiva er il Lo Sizing Corso di Modelli di Sisemi di Produzione I Sommario Inroduzione La gesione delle score (Problema e modelli) Parameri Fondamenali (cosi di e soccaggio) Aroccio

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria

Esercizi di Matematica Finanziaria Esercizi di Maemaica Finanziaria Copyrigh SDA Bocconi Faori nanziari Classi care e rappresenare gra camene i segueni faori nanziari per : (a) = + ; 8 (b) = ( + ; ) (c) = (d) () = ; (e) () = ( + ; ) (f)

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

Corso di Comunicazioni Elettriche. 2 RICHIAMI DI TEORIA DEI SEGNALI Prof. Giovanni Schembra TEORIA DEI SEGNALI DETERMINATI

Corso di Comunicazioni Elettriche. 2 RICHIAMI DI TEORIA DEI SEGNALI Prof. Giovanni Schembra TEORIA DEI SEGNALI DETERMINATI Corso di Comunicazioni Eleriche RICHIAMI DI TEORIA DEI SEGNALI Pro. Giovanni Schembra Richiami di Teoria dei segnali TEORIA DEI SEGNALI DETERMINATI Richiami di Teoria dei segnali Valori caraerisici di

Dettagli

Regime dinamico nel dominio del tempo

Regime dinamico nel dominio del tempo egime dinamico nel dominio del empo Appuni a cura dell Ingg. Basoccu Gian Piero e Marras Luca Tuors del corso di A. A 3/4 e 4/5 Ulimo aggiornameno 4//9 Premessa egime sazionario Un sisema elerico è in

Dettagli

FUNZIONI REALI DI UNA VARIABILE REALE E APPLICAZIONI

FUNZIONI REALI DI UNA VARIABILE REALE E APPLICAZIONI CAPITOLO FUNZIONI REALI DI UNA VARIABILE REALE E APPLICAZIONI Sono le funzioni aveni come dominio e codominio dei sooinsiemi dei numeri reali; esse sono alla base dei modelli maemaici preseni in ogni campo

Dettagli

Applicazione di un algoritmo di mappatura non-supervisionato per la classificazione di dati multi-spettrali ASTER

Applicazione di un algoritmo di mappatura non-supervisionato per la classificazione di dati multi-spettrali ASTER Applicazione di un algorimo di mappaura non-supervisionao per la classificazione di dai muli-sperali ASTER Luca Pugliese 1, Silvia Scarpea 2,3 e Ferdinando Giacco 2 1 Isiuo Inernazionale per gli Ali Sudi

Dettagli

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati Nota etodologica Strategia di capionaento e livello di precisione dei risultati 1. Obiettivi conoscitivi La popolaione di interesse dell indagine in oggetto, ossia l insiee delle unità statistiche intorno

Dettagli

Note su energie e forze del campo elettromagnetico

Note su energie e forze del campo elettromagnetico A. Maffucc: oe su Energe e Forze e campo eeromagneco ver.. /4. Energe e forze n un ssema eerosaco.. Energa n funzone carche e poenza. conser ssema n fgura, uo a conuor ne vuoo o n mezzo eerco omogeneo,

Dettagli

Corso di. Economia Politica

Corso di. Economia Politica Prof.ssa Blanchard, Maria Laura Macroeconomia Parisi, PhD; Una parisi@eco.unibs.i; prospeiva europea, DEM Universià Il Mulino di 2011 Brescia Capiolo I. Un Viaggio inorno al mondo Corso di Economia Poliica

Dettagli