Marco Centra - Isfol Piero Demetrio Falorsi - Istat Valentina Gualtieri - Isfol Giovanna Linfante - Isfol ISSN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marco Centra - Isfol Piero Demetrio Falorsi - Istat Valentina Gualtieri - Isfol Giovanna Linfante - Isfol ISSN 2037-2582"

Transcript

1 Stuent_0 L panto etodologco dell Indagne longtudnale sulle tanszon scuola-lavoo aco Centa - Isfol Peo Deeto alos - Istat Valentna Gualte - Isfol Govanna Lnfante - Isfol ISSN collana stuent sfol nueo 20/0 - gugno occupazone

2 L Isfol Isttuto pe lo svluppo della foazone pofessonale de lavoato è stato sttuto con DPR n. 478 del 30 gugno 973 e conoscuto Ente d ceca nel 999 ed è sottoposto alla vglanza del nsteo del lavoo e delle poltche socal. L Isttuto opea nel capo della foazone delle poltche socal e del lavoo al fne d contbue alla cescta dell occupazone ed al gloaento delle sose uane. L'Isfol svolge e pouove attvtà d studo ceca speentazone docuentazone nfoazone e valutazone consulenza e assstenza tecnca. onsce un suppoto tecnco-scentfco al nsteo del lavoo ad alt nste al Palaento alle Regon e Povnce autonoe agl Ent local alle Isttuzon nazonal pubblche e pvate sulle poltche e su sste della foazone ed appendento lungo tutto l aco della vta del ecato del lavoo e dell nclusone socale. a pate del Sstea Statstco Nazonale. Svolge nolte l uolo d assstenza etodologca e scentfca pe le azon d sstea del ondo socale euopeo è Agenza nazonale Lfelong Lenng Pogae Pogaa settoale Leonado da Vnc. Il pape accogle sultat d una ceca ealzzata dall aea Anals e Valutazone delle Poltche pe l Occupazone. Il podotto è stato fnanzato dal ondo socale euopeo nell abto de Poga opeatv nazonal a ttolatà del nsteo del lavoo e delle poltche socal Azon d Sstea (Ob. Copettvtà Regonale e Occupazone) e Govenance e Azon d Sstea (Ob. Convegenza) Asse Captale Uano Obettvo specfco 3. pogetto Indagne longtudnale sulle tanszon scuola-lavoo n attuazone de Pan Isfol d copetenza della Dezone geneale pe le poltche pe l oentaento e la foazone. Sono auto del pape: aco Centa Peo Deeto alos Valentna Gualte Govanna Lnfante Pesdente: Sego Tevsanato Dettoe: Avana Bulgaell Rfeent: Coso d Itala Roa Tel web: Stuent Isfol è la collana elettonca che accogle tutt contbut che l Isfol ealzza con specfche fnaltà opeatve coe stuentazone a dsposzone degl opeato e de nonspecalst anche nell abto d cottenze estene vncolant. La collana ha l obettvo d endee dsponbl non solo patcola elaboat teoc pe la countà scentfca a anche una vasta tpologa d podott (qual t anual dspostv opeatv e opuscol a fn dvulgatv att d convegn ecc.) pe un taget d utent pù apo. La pesente pubblcazone costtusce la vesone catacea dell'edzone consultable sul potale all'nteno della collana elettonca Stuent. La Collana Stuent Isfol è cuata da Claudo Bens Responsable della Stuttua Councazone web e ultedale. Coodnaento edtoale: Paola Pas Auela Tell atlde Toba Redazone: Paola Pas Costanza Roano Auela Tell atlde Toba Danela Vedno Contatt:

3 ABSTRACT L ndagne longtudnale sulle tanszon scuola lavoo (TSL) è un pogetto dell Isfol che ha l abzone d soddsfae n anea oganca gan pate delle doande d nfoazone statstca sulla condzone govanle. Le teatche pncpal toccate dall ndagne guadano le scelte foatve gl est scolastc le copetenze svluppate tate gl ann d studo la eddtvtà della foazone le tanszone veso l ondo del lavoo la foazone delle copetenze ne p ann d lavoo e pofl d caea. Il pogetto pevede d affontae tal te consdeat cucal della dentfcazone della pesona tate una levazone contnua nel tepo che una volta a ege poduà una base d dat e nfoazon d valdo suppoto agl opeato del settoe da polcy ae alle scuole dal sstea d foazone pofessonale alle pese. La stuttua longtudnale peette d stae coettaente le caee scolastche pecos foatv gl est occupazonal pecos d nseento nel ecato del lavoo e d avanzaento pofessonale fno a dves ann dal po ngesso nell occupazone. Un panel patcolaente esteso consente nolte d tenee conto d tutt gl aspett che detenano dettaente o ndettaente sa pecos d stuzonefoazone che gl est occupazonal e pofl d caea peettendo n ulta anals d pevene ad una sta del endento dell nvestento n foazone e n captale uano da pate delle fagle. Nelle sue lnee geneal l ndagne ha cadenza annuale. A egne copà una popolazone d età copesa ta 6 e 25 ann e peetteà d studae sa fenoen d tpo tasvesale (fet ad un detenato peodo tepoale) sa fenoen avent natua longtudnale (fet a pù peod tepoal) conness pncpalente a cabaent d stato (o tanszon). Una potante caattestca della levazone è data dal accodo con l ndagne OCSE-PISA (Pogae fo Intenatonal Student Assessent) condotta n Itala dall Invals (Isttuto nazonale pe la valutazone del sstea scolastco) che ha l obettvo d studae tate test cogntv le copetenze acquste dagl student 5enn n lettua ateatca e scenza. Il accodo TSL-PISA consste nell nsee all nteno del capone TSL un sottocapone dell ndagne PISA. In tal odo saà qund possble ettee n elazone gl est foatv e lavoatv degl ndvdu suat tate l ndagne TSL con le loo copetenze suate dall ndagne PISA tate test cogntv.

4 ABSTRACT The longtudnal school-wo tanston suvey (TSL fo the Italan Tanszone Scuola Lavoo) s ang to povde a esponse to ost of the typcal statstcal questons egadng the condton of the youth populaton. The an thees coveed by the suvey concen educatonal paths pefoance at school slls developed dung the yeas of study etun on educaton tanston to the labou aet sll-based tanng dung the ntal yeas at wo and caee paths. These topcs ae addessed by the poject though a panel suvey that wll geneate data and nfoaton useful fo secto opeatos school-elated polcyang and vocatonal tanng pogas. The longtudnal stuctue of the suvey wll allow accuate estates of scholastc ecods educatonal paths occupatonal outcoes entyways to the labou aet and caee pogessons ove te. A patculaly lastng panel wll also ae t possble to account fo evey aspect that dectly o ndectly detenes educatonal and tanng paths occupatonal outcoes and caee pofles. nally ths wll lead to estates the etun on households educatonal and huan captal nvestents. The geneal fo of the suvey s conducted on annual bass. The coplete panel wll cove a populaton aged 6-25 and enables the study of coss-sectonal (fo sngle te peods) and longtudnal (fo ultple te peods) phenoena that ae closely assocated to status changes (o tanstons). An potant denson of ths study concens ts connecton to the OECD-PISA suvey (Pogae fo Intenatonal Student Assessent) conducted fo Italy by Invals (Natonal Insttute fo the Evaluaton of the Educatonal Syste) whch eployed cogntve testng to study the slls acqued by 5 yea old students n eadng atheatcs and the scences. The TSL- OECD-PISA suvey lnage nvolves the tansposton of a sub-saple fo the OECD-PISA suvey nto the TSL saple. Ths aes t possble to elate the ndvdual educatonal and wo outcoes easued n the TSL suvey to the ndvdual copetences easued n the cogntve tests of the PISA suvey.

5 INDICE PAG. INTRODUZIONE. LA STRUTTURA DELL INDAGINE TSL 3 2. POPOLAZIONE DI RIERIENTO E PARAETRI DI INTERESSE Defnzone logca delle popolazon d feento e de don d nteesse Sbologa e paaet d nteesse 5 3. DESCRIZIONE GENERALE DEL DISEGNO DI CAPIONAENTO Indvdu d 6 ann 3.2. Indvdu d 9 e 22 ann 2 4. CAPIONE DI COUNI 3 5. CAPIONE DI ISTITUTI SECONDARI Desczone geneale Desczone foale 7 6. SELEZIONE DEGLI INDIVIDUI Indvdu d 9 e 22 ann Indvdu d 6 ann 9 7. DETERINAZIONE DELLE PROBABILITÀ DI INCLUSIONE E DELLE NUEROSITÀ CAPIOIE AI VARI STADI E ASI DI SELEZIONE 20 RIERIENTI BIBLIOGRAICI 25

6 INTRODUZIONE L ndagne longtudnale sulle tanszon scuola lavoo (TSL) è un pogetto dell Isfol (Isttuto pe lo Svluppo della oazone Pofessonale de Lavoato) che ha l abzone d soddsfae n anea oganca gan pate delle doande d nfoazone statstca sulla condzone govanle. Le teatche pncpal toccate dall ndagne guadano le scelte foatve gl est scolastc le copetenze svluppate tate gl ann d studo la eddtvtà della foazone le tanszone veso l ondo del lavoo la foazone delle copetenze ne p ann d lavoo e pofl d caea. Il pogetto pevede d affontae tal te consdeat cucal della dentfcazone della pesona tate una levazone contnua nel tepo che una volta a ege poduà una base d dat e nfoazon d valdo suppoto agl opeato del settoe da polcy ae alle scuole dal sstea d foazone pofessonale alle pese. Tale pogetto veste un uolo cucale poché ente n alt Paes espeenze d ndagn sl sono patcolaente estese n Itala a tutt ogg anca una fonte d dat longtudnal sulla coponente govanle della popolazone. La stuttua longtudnale peetteà d stae coettaente le caee scolastche pecos foatv gl est occupazonal pecos d nseento nel ecato del lavoo e d avanzaento pofessonale fno a dves ann dal po ngesso nell occupazone. Un panel patcolaente esteso consentà nolte d tenee conto d tutt gl aspett che detenano dettaente o ndettaente sa pecos d stuzone-foazone che gl est occupazonal e pofl d caea peettendo n ulta anals d pevene ad una sta del endento dell nvestento n foazone e n captale uano da pate delle fagle. Nelle sue lnee geneal l ndagne ha cadenza annuale. A egne copà una popolazone d età copesa ta 6 e 25 ann e peetteà d studae sa fenoen d tpo tasvesale (fet ad un detenato peodo tepoale) sa fenoen avent natua longtudnale (fet a pù peod tepoal) conness pncpalente a cabaent d stato (o tanszon). Una potante caattestca della levazone è data dal accodo con l ndagne OCSE-PISA (Pogae fo Intenatonal Student Assessent) condotta n Itala dall Invals (Isttuto nazonale pe la valutazone del sstea scolastco) che ha l obettvo d studae tate test cogntv le copetenze acquste dagl student 5enn n lettua ateatca e scenza. Il accodo TSL- PISA consste nell nsee all nteno del capone TSL un sottocapone dell ndagne PISA. In tal odo saà qund possble ettee n elazone gl est foatv e lavoatv degl ndvdu suat tate l ndagne TSL con le loo copetenze suate dall ndagne PISA tate test cogntv. Il pesente atcolo ha essenzalente l obbettvo d descvee pncpal aspett della statega d caponaento adottata nella pa wave dell ndagne TSL. Il contbuto pesentato è levante Rcodao qu la Natonal Longtudnal Suveys of Youth cuata negl Stat Unt dal Bueau of Labo Statstcs; la Natonal longtudnal suvey of chlden and youth effettuata n Canada; la Natonal Educaton Longtudnal Study cuata dal Depatent of Educaton degl Stat Unt.

7 poché osta n conceto una possble statega d ceca che n anea goosa ha peesso d affontae e solvee una see d esgenze qual: a. l accodo ta due ndagn con dsegn d caponaento e fnaltà dffeent b. la possbltà d costue ste coette basate sugl sche d caponaento adottat c. la patcabltà n ten d cost e vncol oganzzatv e logstc. La pesentazone d questo tea è atcolata nel odo seguente. Nel paagafo s esplcta la stuttua coplessva dell ndagne nel paagafo 2 s llusta la defnzone della popolazone d feento e de paaet d nteesse (che nella pa occasone d ndagne avanno uncaente natua tasvesale). Nel paagafo 3 s descve sntetcaente l dsegno d caponaento adottato. I successv paagaf 4 5 e 6 sono dedcat ad appofonde patcola aspett del dsegno; n patcolae l paagafo 4 è dedcato al dsegno d caponaento de coun; l paagafo 5 a quello delle scuole e l paagafo 6 allo schea d selezone degl ndvdu. Infne nel paagafo 7 s descvono gl algot utlzzat pe la detenazone delle nueostà caponae e delle pobabltà d nclusone a va stad e fas d selezone. 2

8 . LA STRUTTURA DELL INDAGINE TSL L IPIANTO ETODOLOGICO DELL INDAGINE LONGITUDINALE SULLE TRANSIZIONI SCUOLA-LAVORO L ossevazone de fenoen d nteesse avvene con cadenza annuale e a ege gl ndvdu sono ntevstat la pa volta a 6 ann; sono qund levat n tutte le successve occason d ndagne fno al copento de 25 ann d età. In cascuna occasone d ndagne è effettuata uno studo etospettvo fnalzzato a levae tutt cabaent d stato con le elatve nfoazon d contono avvenut dopo l occasone d ndagne pecedente. Il questonao è atcolato n odul dstnt cascuno de qual fnalzzato ad appofonde le caattestche d specfche tanszon. Pe l sngolo ndvduo convolto nel capone la pa ntevsta saà effettuata con tecnca CAPI (Copute Asssted Pesonal Intevew) ente le successve ntevste saanno ealzzate con tecnca CATI (Copute-Asssted Telephone Intevewng). La pa occasone d ndagne che s ealzzeà ne es d aple-gugno 200 saà volta ad ndagae le coot d ndvdu nat negl ann sola e 987; quest ndvdu saanno levat nelle successve occason d ndagne fno al copento de 25 ann. Nella seconda occasone d ndagne (anno 20) saanno levat anche gl ndvdu nat negl ann e 988 e così va. L ndagne enteà pogessvaente a ege e nell anno 203 saanno ossevate tutte le 0 coot d nteesse degl ndvdu ta 6 e 25 ann. Schea - Schea d ndagne pe età dell ntevstato tecnca d levazone Anno d ndagne Età ntevstato Tecnca d levazone 6 Cap Cap Cap Cap 7 Cat Cat Cat 8 Cat Cat 9 Cap Cap Cap Cat 20 Cat Cat Cat 2 Cat Cat 22 Cap Cap Cap Cat 23 Cat Cat Cat 24 Cat Cat 25 Cat Con feento alla levazone Isfol del 200 s pocedeà a ntevstae un sottocapone d ndvdu nat nel 993 che nel 2009 hanno patecpato all ndagne OCSE-PISA. In questo odo la Rlevazone sulle tanszon scuola lavoo ogn te ann s acchà del bagaglo nfoatvo elatvo alle capactà cogntve d cascun ntevstato suate attaveso questona Psa. In un ottca d anals longtudnale saà qund possble sa valutae la capactà pedttva d tal ndcato d captale uano sa ettee n elazone quest con gl est foatv e lavoatv degl ndvdu. Gl ndvdu nat nel 990 e nel 987 non cavat dal capone OCSE-PISA veanno nvece selezonat dalle anagaf counal. L ndagne pevede nolte ntevste dstnte sa nel luogo sa ne contenut a seconda dell età degl ndvdu: nella pa occasone d ndagne nat nel 993 veanno ntevstat nelle scuole/cent d foazone le estant coot saanno ntevstate pesso le loo abtazon. 3

9 Tutte le pe ntevste (ogn volta che una nuova coote enta nel capone) saanno ealzzate con tecnca CAPI. Le entevste negl ann successv saanno effettuate con tecnca sta utlzzando a seconda delle ccostanze una delle odaltà seguent: l ntevsta telefonca assstta da copute (couneente nota coe tecnca CATI) l ntevsta va web autocoplata assstta da copute l ntevsta postale l ntevsta detta. L utlzzo d una tecnca sta nasce dalla necesstà d gaante che un ndvduo ntevstato una pa volta sa levato anche nelle successve occason d ndagne. L utlzzo d odaltà dffeent peette nfatt d ottenee l ntevsta anche da pesone che non saebbeo aggungbl con un unca odaltà d ndagne. Pe ogn coote dopo 4 ann dalla pa ntevsta s effettueà una valutazone dell attton e s pendeà n consdeazone la possbltà d ntegae l capone. 4

10 2. POPOLAZIONE DI RIERIENTO E PARAETRI DI INTERESSE 2. Defnzone logca delle popolazon d feento e de don d nteesse Con l tene d popolazone d feento s denota l nsee degl ndvdu a cu sono fete le ste caponae. La pa occasone d ndagne ha te dstnte popolazon d feento (o coot) ndcate successvaente coe popolazon pe class d età costtute spettvaente dagl ndvdu eleggbl pe la levazone che sono nat negl ann sola e 987 e che nel seguto saanno ndcat sntetcaente coe ndvdu avent spettvaente 6 9 e 22 ann. La defnzone d ndvduo eleggble è la seguente: un ndvduo d 9 o 22 ann è eleggble se appatene alla popolazone esdente pesente un ndvduo d 6 ann è eleggble se olte ad appatenee alla popolazone esdente pesente è stato ncluso nel sstea d stuzone (ossa sctto a una scuola d vao tpo) o d foazone (ossa sctto ad un coso d foazone) nell anno Olte alle te popolazon sundcate costtuscono oggetto d nteesse anche: () la popolazone unone delle te popolazon pe classe d età () va sottonse ndcat nel seguto coe don sa della popolazon unone sa delle popolazon pe class d età. S sottolnea che dal punto d vsta defntoo le popolazon pe classe d età costtuscono te don della popolazone unone. I don sono defnt n base alle odaltà delle 5 vaabl: () egone geogafca (20 odaltà) () tpologa d coune (3 odaltà: coune etopoltano o appatenente all aea etopoltana coune non etopoltano con pù d abtant coune sno a abtant) () genee (2 odaltà: fena e ascho) (v) foa gudca dell sttuto (2 odaltà: sttuto statale e non statale) (v) tpologa sttuto (5 odaltà: lceo sttuto tecnco sttuto pofessonale cento d foazone e scuola secondaa d po gado). Cascuna delle 5 vaabl appena elencate defnsce una specfca tpologa d dono. Pe cascuna delle popolazon d nteesse ogn tpologa d dono dentfca una patzone della popolazone suddvdendola n un nueo d don (o sottonse) pa alle odaltà della vaable che defnsce la tpologa del dono. Infne s pecsa che le tpologe d dono () e () defnscono don sulla popolazone unone; le tpologe d dono (v) e (v) dentfcano don sulla popolazone de 6enn; ente la tpologa d dono () defnsce don sulla popolazone unone de 9enn e de 22enn. 2.2 Sbologa e paaet d nteesse S denot con: la sngola coote (o classe) d età (con = pe 6 ann con =2 pe 9 ann e con =3 pe 22 ann); Q la popolazone pe classe d età costtuta da ndvdu; Q 3 Q la popolazone unone costtuta da ndvdu. 5

11 S denot nolte con: U l nsee d densone N de coun talan; l dentfcatvo del coune; Q nsee d densone degl d ndvdu eleggbl nella cote d età nel coune ; Q. nsee d densone degl. d ndvdu eleggbl nella popolazone unone nel coune. S ndca con: d (d= 5) la geneca tpologa d dono d nteesse; j ( j... Jd ) l pedce che dentfca lo specfco dono della tpologa d; Q l dono j della tpologa d costtuto da ndvdu; Q l nsee d densone degl ndvdu nel coune appatenent al dono j della tpologa d; Q l sottonsee d densone del dono Q costtuto dagl ndvdu appatenent alla classe d età. Nel seguto è potato lo schea assuntvo contenente la desczone pe cascuna tpologa d dono delle quanttà sopa potate. I don la cu tpologa vene denotata con un valoe dell ndce d nfeoe a 3 sono d tpo geogafco n quanto ess sono dentfcabl n base alle caattestche del coune. Schea 2. Sbologa dell nfoazone pe dono Dono d J d Dono Geogafco* Regone 20 Nueo d ndvdu d 6 9 e 22 ann nella egone j X Tpo coune (etopoltano e aea pù d abtant sno a abtant) Genee (aschle e fenle) oa gudca sttuto (statale e non) Tpo sttuto (lce tecnc pofessonal foazone scuole secondae d po gado) 2 3 Nueo d ndvdu d 6 9 e 22 ann nel tpo d coune j 3 2 Nueo d ndvdu d 9 e 22 ann d sesso j 4 2 Nueo d ndvdu d 6 ann che a 5 ann eano sctt a una scuola d foa gudca j 5 5 Totale don 32 Nueo d ndvdu d 6 ann che a 5 ann eano sctt a una scuola d tpo j X * La x ndca se l dono è d tpo geogafco Consdeando qund le te popolazon pe class d età che costtuscono una patzone della popolazone unone v sono qund 35 don d nteesse. S ndch con l geneco ndvduo appatenente a una delle popolazon d feento e con l cospondente valoe della vaable d nteesse y; ad esepo se la vaable d nteesse y è l occupazone y assue valoe se l ndvduo è occupato e valoe 0 altent. Con feento alla geneca vaable y nella pa occasone d ndagne costtuscono paaet d nteesse le 6 y

12 seguent 36 tpologe d total: l totale della popolazone pe classe d età (3 total) l totale della popolazone unone ( totale) e l totale pe dono (32 total) defnt spettvaente coe: - Y y ( =23) Q - Y y Y Y2 Y Q 3 - Y y (d= 5; j... Jd ) Q n cu denotando con A un geneco nsee d ndvdu l sbolo A valo assunt dalla vaable d nteesse su tutt gl ndvdu appatenen t ad A. y ndca la soa de 7

13 3. DESCRIZIONE GENERALE DEL DISEGNO DI CAPIONAENTO Pe stae paaet d nteesse vene selezonato un capone casuale d ndvdu edante un dsegno d caponaento d tpo coplesso che pevede pù stad e pù fas d selezone. Nello specfco s sono utlzzat due tp d dsegno caponao. Uno pe la popolazone d ndvdu d 6 ann e l alto pe le popolazon d ndvdu d 9 e 22 ann. La coplesstà della tecnca caponaa adottata è stata n pate dovuta alla necesstà d spettae alcun equst statstc e d tpo econoco-opeatvo d seguto potat: - l nueo coplessvo d ndvdu capone è fssato ad un valoe pa a ndvdu - l nueo d ndvdu capone (=23) pe cascuna delle popolazon pe class d età è pa a l nueo d ndvdu capone (d= 5; j... J d ) pe lo specfco dono j della tpologa d e fssato n odo da ottenee una suffcente affdabltà delle ste fete al dono stesso. Le nueostà così detenate pe cascuno de 32 don sono potate a segue nella tabella 2 - gl ndvdu capone devono essee ntevstat n 00 coun. I 2 capoluogh d egone o povnca autonoa entano con cetezza nel capone e sono dett coun Auto Rappesentatv (AR). I anent 79 coun sono selezonat con caponaento casuale dall nsee de coun dett coun Non Auto Rappesentatv () che non costtuscono capoluogo d egone o povnca autonoa - gl ndvdu capone d 6 ann devono costtue un sottonsee d quell ntevstat nell ndagne OCSE-PISA 2009 dell anno pecedente d seguto ndcata coe ndagne PISA Ad esclusone d quell sctt nel 2009 n una scuola secondaa d po gado anent 6-enn nclus nel capone devono essee levat n 20 sttut (scuole secondae d secondo gado o cent d foazone) che appesentano un sottonsee degl sttut convolt nell ndagne PISA l caponaento adottato è d tpo stettaente pobablstco. Cò consente d costue le nfeenze con suffcente obustezza e goe scentfco senza essee legat alle scelte soggettve del caponsta e peette d ottenee una successva valutazone sa pue appossatva dell eoe d caponaento. Nella tabella seguente s potano le nueostà della popolazon e del capone pe le popolazon d feento e pe cascuno de don d sta. 2 INVALSI (2009) 8

14 Tabella. Popolazone e capone pe dono d studo Popolazon d Dono Nueo d ndvdu nella popolazone feento e Totale Pate AR Pate 6enn enn Psa* enn enn enn enn Psa enn Regon Peonte Valle d Aosta Lobada Tentno alto Adge Veneto ul Veneza Gula Lgua Ela Roagna Toscana Uba ache Lazo Abuzzo olse Capana Pugla Baslcata Calaba Scla Sadegna Tpo d coune Coune aea no a abtant Olte abtant Genee Donne Uon oa gudca Statale Non statale Tpo scuola Lce Tecnc Pofessonal Secondaa d po gado oazone

15 Popolazon d feento e tpologa 6enn 6enn Psa* Dono Nueo d ndvdu Capone Totale Pate AR Pate enn enn enn enn Psa 922enn Regon Peonte Valle d A Lobada Tentno alto A Veneto ul V. G Lgua Ela R Toscana Uba ache Lazo Abuzzo olse Capana Pugla Baslcata Calaba Scla Sadegna Tpo d coune Coune aea no a abtant Olte abtant Genee Donne Uon oa gudca scuola Statale Non statale Tpo scuola Lce Tecnc Pofessonal Secondaa d po oazone * Nueo ndvdu levat nell ndagne OCSE PISA 2009 onte: elaboazone Isfol su dat Istat-Deo e Invals-PISA 0

16 3.. Sbologa e paaet d nteesse Gl ndvdu d sedc ann sono levat tate un dsegno d caponaento n pù fas. Pa fase d caponaento: Indagne PISA La pa fase d caponaento è quella dell ndagne PISA Il dsegno d caponaento d PISA 2009 è a due stad d selezone n cu nel po stado sono selezonat le scuole e cent d foazone e nel secondo stado gl ndvdu. Po stado: l capone d po stado è d tpo statfcato con selezone negl stat a pobabltà vaable e senza essone. Gl stat sono defnt dalla concatenazone delle vaabl egone e tpo d sttuto. Nell abto d cascuno stato gl sttut sono dappa odnat pe la densone defnta n base al nueo d student eleggbl (ossa nat nel 993) nell sttuto; successvaente edante caponaento ssteatco vene selezonato un nueo pefssato d sttut con pobabltà popozonale alla densone dell sttuto stesso. Secondo stado: l secondo stado d selezone s basa sul caponaento ssteatco a pobabltà ugual d ndvdu nat nel 993. Coe egola d base n cascun sttuto s selezona un nueo d ndvdu pa a 35; qualoa nell sttuto capone l nueo d sctt nat nel 993 sa nfeoe a 35 ess sono tutt nclus nel capone dell ndagne. Seconda fase d caponaento: Capone d Coun. Nella seconda fase sono selezonat coun nel cu tetoo counale d petnenza v sono una o pù delle scuole convolte nell ndagne PISA I coun sono suddvs n due sottonse: - 2 coun AR entano con cetezza a fa pate del capone; ognuno d quest coun è sede d una o pù delle scuole convolte nell ndagne PISA anent coun sono selezonat con pobabltà vaable e senza essone edante un dsegno d caponaento d tpo blancato (Devlle e Tlle (2004); alos e Rgh (2008)). Coe llustato n dettaglo nel paagafo 4 l capone d coun è defnto n odo da asscuae le seguent caattestche: - coun capone sono selezonat n odo da costtue la base d caponaento sa pe la levazone sulla popolazone de 6enn sa pe le due anent levazon fete alle popolazon de 9enn e de 22enn - enta a fa pate del capone pe la popolazone de 6enn solo l sottonsee de coun capone che sono sede d uno o pù degl sttut convolt nell ndagne PISA l sottonsee de coun capone che costtuscono la base d caponaento della popolazone de 6enn è selezonato n odo da asscuae la densone caponaa pevsta (ved tabella ) pe l capone fnale d ndvdu d 6 ann. Teza fase d caponaento: Capone d Isttut. Nella teza fase s adotta un dsegno a due stad d caponaento n cu nel po stado sono selezonat gl sttut scolastc (ta quell

17 selezonat nelle pe due fas d caponaento) e nel secondo stado sono selezonat gl ndvdu da ncludee nel capone. Po stado: gl sttut selezonat ne coun capone s suddvdono n due stat: - le scuole secondae d po gado che entano tutte nel capone d secondo stado - anent sttut - che nel seguto ndcheeo sntetcaente con l tene sttut seconda ncludendo le scuole secondae d secondo gado e cent d foazone - che sono selezonat con pobabltà vaable e senza essone edante un dsegno d caponaento d tpo blancato desctto n dettaglo nel paagafo 5. Tale capone è selezonato n odo da asscuae la densone caponaa pevsta (ved tabella ) pe l capone fnale d ndvdu d sedc ann. Secondo stado: gl ndvdu selezonat nell ndagne PISA 2009 negl sttut seconda d po gado appatenent a coun selezonat nella pa fase d caponaento sono tutt nclus nel capone. Le ntevste sono effettuate al doclo d esdenza desuendo gl ndzz dall Anagafe degl student del nsteo della Pubblca stuzone. In cascuno de anent sttut seconda s selezona un nueo pefssato d ndvdu edante caponaento casuale seplce senza essone. Le ntevste vengono effettuate nell sttuto pe gl ndvdu che nell anno 200 s sono sctt allo stesso sttuto dell anno Pe anent ndvdu (che hanno cabato sttuto ta l anno 2009 e l 200) le ntevste vengono effettuate al doclo d esdenza desuendo gl ndzz dall Anagafe degl student del nsteo della Pubblca stuzone Indvdu d 9 e 22 ann Gl ndvdu d 9 e 22 ann sono levat edante un dsegno d caponaento a due stad d selezone n cu le untà pae d caponaento sono coun e le untà secondae sono gl ndvdu. Po stado d caponaento I coun sono suddvs n due sottonse: - coun AR che entano con cetezza a fa pate del capone - anent coun sono selezonat con pobabltà vaable e senza essone edante un dsegno d caponaento d tpo blancato. Secondo stado d caponaento In cascun coune capone sepaataente pe ognuna delle due class d età n esae ( 9enn e 22enn) s selezona dalle lste anagafche un nueo pefssato d ndvdu edante caponaento ssteatco cu dettagl opeatv sono potat nel paagafo 6. Le ntevste sono effettuate al doclo d esdenza. 2

18 4. CAPIONE DI COUNI Pa d llustae n dettaglo le caattestche del dsegno d caponaento adottato è utle ntodue la seguente notazone sbolca. S ndca qund con: - n (n=00) l nueo coplessvo d coun capone - z ( ) ( ) ( ) 2 3 l vettoe con te coponent cascuna delle qual ndca l nueo d ndvdu capone pe classe d età - z (... ) d d dj d (d= 5) l vettoe d J d coponent contenente l nueo pefssato d ndvdu capone (ved le nueostà potate n tabella ) pe tutt don della tpologa d ad eccezone dell ulto - z ( n z( ) z... z ) 5 l vettoe d 32 eleent contenente l nueo d coun capone e le nueostà caponae pe classe d età e dono. Inolte con feento al coune s denota con: l nueo d alunn levat nell ndagne PISA 2009 l nueo d alunn levat nell ndagne PISA 2009 appatenent al dono j della tpologa d (d= 5; j... J d ) l nueo teoco fssato a po (ved paagafo 7) d ndvdu capone da levae pe la classe d età ( =23) essendo e (pe =23) - l nueo teoco fssato a po (ved paagafo 7) d ndvdu capone da levae pe l dono d nteesse j della tpologa d (d= 5; j... J d - z ( ) ( ) 2 3 l vettoe d te coponent con le nueostà caponae pe class d età - z (... ) d d dj d l vettoe con J d coponent contenente le nueostà caponae - fssate a po (ved paagafo 7) - pe tutt don della tpologa d ad eccezone dell ulto - z ( ( )... ) z z z 5 l vettoe d 32 eleent contenente l valoe e le nueostà caponae pe classe d età e dono. Dagl N coun d U è selezonato un capone s d densone n dove l sngolo coune è selezonato senza essone con pobabltà d nclusone vaable pa a (detenata secondo la etodologa defnta al paagafo 7). I coun d U s suddvdono n due sottonse quell AR n cu che sono nclus con cetezza nel capone ed anent coun n cu. L nsee U vene qund patzonato n due sottonse: U U AR U n cu U AR denota l nsee d densone 3

19 N AR 2 de coun AR n cu e U denota l nsee d densone N de coun n cu. Coeenteente con quanto sopa l capone s vene patzonato ne due sottonse s U AR s n cu s ha densone n pa a 79. S defnscono qund vettoe d 32 eleent z AR e z ottenut coe: z AR z ; z z z () U AR cu p eleent sono pa spettvaente a n AR e n. Le pobabltà d nclusone sono detenate attaveso una pocedua teatva d calbazone desctta n dettaglo nel paagafo 7 (fase 6) assuble coe segue. S defnscono pobabltà d nclusone nzal n. se U se U AR (2) appossatvaente popozonal all apezza del coune spetto alla popolazone unone essendo.. S detenano qund le pobabltà d nclusone l pù possble U vcne secondo una detenata etca a quelle nzal e tal da gaante che n valoe atteso l caponaento de coun spett le nueostà caponae pefssate. Dal punto d vsta analtco le pobabltà d nclusone sono ottenute edante la soluzone del seguente poblea d nzzazone vncolata D( U ) n U z z 0 se U se U AR (3) n cu D( ) appesenta una funzone d dstanza ta le pobabltà e. Nel poblea (3) l espessone D( ) n appesenta la funzone obettvo; ente le ulte 3 U espesson appesentano un sstea d sstea 32+N vncol foa d dsequazone. N de qual sono espess n Consdeando n odo congunto la () e la seconda espessone del sstea (3) è faclente dostable l fatto che n valoe atteso l caponaento de coun spetta le nueostà caponae pefssate. Infatt s ha: U z z z z z z. (4) U AR U AR 4

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI 6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI Consdeao un sstea d n unt ateal con n > nteagent ta loo e con l esto dell unveso. Nello studo d un tale sstea sulta convenente scooe la foza agente ( et) sull

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati Nota etodologica Strategia di capionaento e livello di precisione dei risultati 1. Obiettivi conoscitivi La popolaione di interesse dell indagine in oggetto, ossia l insiee delle unità statistiche intorno

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

FAST FOURIER TRASFORM-FFT

FAST FOURIER TRASFORM-FFT A p p e n d i c e B FAST FOURIER TRASFORM-FFT La tasfomata disceta di Fouie svolge un uolo molto impotante nello studio, nell analisi e nell implementazione di algoitmi dei segnali in tempo disceto. Come

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

Gravitazione Universale

Gravitazione Universale Gavitazione Univesale Liceo Ginnasio Statale S.M. Legnani Anno Scolastico 2007/08 Classe 3B IndiizzoClassico Pof.Robeto Squellati 1 Le leggi di Kepleo Ossevando la posizione di Mate ispetto alle alte stelle,

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia.

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia. Poblema fondamentale: deteminae il moto note le cause (foze) pe oa copi «puntifomi» Dinamica Se un copo non inteagisce con alti copi la sua velocità non cambia. Se inizialmente femo imane in quiete, se

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE La temostatica BQ può essee pesonalizzata pe qualsiasi applicazione di efigeazione e condizionamento. Devi solo selezionae il coetto elemento temostatico, la giusta taglia dell oifizio ed il tipo di copo

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr 4. Lavoo ed enegia Definizione di lavoo di una foza Si considea un copo di massa m in moto lungo una ceta taiettoia. Si definisce lavoo infinitesimo fatto dalla foza F duante lo spostamento infinitesimo

Dettagli

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia I pincipi della Dinamica Un oggetto si mette in movimento quando viene spinto o tiato o meglio quando è soggetto ad una foza 1. Le foze sono gandezze fisiche vettoiali che influiscono su un copo in modo

Dettagli

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2 apitolo 0 Enegia potenziale elettica Domane. Il lavoo pe spostae una caica ta ue punti è: L 0(! ). Pe i te casi inicati saà alloa: L (50! 00 ) (50 ) : 0 0 : L 0! 0 3: L 0! 0 [5 ( 5 )] (50 ) [ 0 ( 60 )]

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1)

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1) Esercizi sulle distribuzioni binoiale e poissoniana Esercizio n. Una coppia ha tre figli. Calcolare la probabilità che abbia non più di un aschio se la probabilità di avere un aschio od una feina è sepre

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

SCUOLA STATALE CARLO MONTANARI IST. MAGISTRALE VICOLO STIMATE 4 VERONA VR

SCUOLA STATALE CARLO MONTANARI IST. MAGISTRALE VICOLO STIMATE 4 VERONA VR ESAME D STATO 2010 - L TUO ESAME - MATERE http://\vw\v. trampi.istruzione.it/esamistato/ricercacommisione.do?. tuo Esante di Stat -,:il' ;'--.,- A44001 BORTOLON CARLO SCUOLA STATALE GROLAMO FRACASTORO

Dettagli

Misure elettriche circuiti a corrente continua

Misure elettriche circuiti a corrente continua Misure elettriche circuiti a corrente continua Legge di oh Dato un conduttore che connette i terinali di una sorgente di forza elettrootrice si osserva nel conduttore stesso un passaggio di corrente elettrica

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Dai numeri naturali ai numeri reali

Dai numeri naturali ai numeri reali .1 Introduzione Dai nueri naturali ai nueri reali In questa unità didattica vogliao riprendere rapidaente le nostre conoscenze sugli insiei nuerici (N, Z e Q), e successivaente apliarle a coprendere i

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE REPBBLCA TALANA Doo. N, 7 gšfl- n.a.r. [../', 1- EGOEE S1(ìrL1.fiNA AS SES SORATO REGONALE DEl..L.'ENERGA E DE SERVZ D PUBBLCA UTLTÀ DPARTMENTO REGONALE DE.,'ACQUA E DE RFUT ui', L DRGENTE GENERALE VSTO

Dettagli

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE 21 arzo 2013 GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE La nuova base 2010 A partire dal ese di arzo 2013, l Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione dei nuovi indici

Dettagli

Impianti di Condizionamento: Impianti a tutt'aria e misti

Impianti di Condizionamento: Impianti a tutt'aria e misti Facoltà di Ingegneria - Polo di Rieti Corso di " Ipianti Tecnici per l'edilizia" Ipianti di Condizionaento: Ipianti a tutt'aria e isti Prof. Ing. Marco Roagna INTRODUZIONE Una volta noti i carichi sensibili

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2)

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2) Confronto fra valore del isurando e valore di riferiento (1 di 2) Talvolta si deve espriere un parere sulla accettabilità o eno di una caratteristica fisica del isurando ediante il confronto fra il valore

Dettagli

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218 REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Isttuto Comprensvo d scuola prmara e secondara d prmo grado n lngua talana BOLZANO II DON BOSCO REPUBLIK ITALIEN AUTONOME PROVINZ BOZEN SUDTIROL

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

SPERIMENTAZIONE FARMACI - RIPARTO

SPERIMENTAZIONE FARMACI - RIPARTO SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione SOBIHAEM89-001 sper. n. 18/2014 - Medico esponsabile TOSETTO ALBETO 4.160,00 A. (riscosso con fatt. n. Z 1141 del 12/03/2015 ) - FONDO 3.952,00 - SEVIZIO

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Urti tra due punti materiali

Urti tra due punti materiali Uti ta due punti ateiali URTO: eento isolato nel quale una foza elatiaente intensa agisce pe un tepo elatiaente bee su due o più copi in contatto ta loo isultato di un contatto fisico F F isultato di una

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati Esempi di Indicatori

Concorso Premiamo i risultati Esempi di Indicatori Concorso Premiamo i risultati Esempi di Indicatori 1 ESEMPIO INDICATOI PE UN POGETTO DI DEFINIZIONE ED ATTUAZIONE DI UN PIANO DELLA FOMAZIONE AMBITO DI INTEVENTO: MIGLIOAMENTO NELLE PATICHE DI GESTIONE

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana Tra difficoltà e successi

Alunni con cittadinanza non italiana Tra difficoltà e successi Quaderni Ismu 1/2015 Alunni con cittadinanza non italiana Tra difficoltà e successi ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA. Tra difficoltà e successi Rapporto nazionale A.s. 2013/2014 Pubblicato da Fondazione

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

NRG-Temp. Versione software 3.2. ML-NRGtemp-IM-EU0309 R0. Thermal management solutions

NRG-Temp. Versione software 3.2. ML-NRGtemp-IM-EU0309 R0. Thermal management solutions NG-Temp Versione software.2 20 Thermal management solutions ML-NGtemp-M-EU00 0 0,5 0,5 Figura Figura 2 2 0h 2 5 8 2 0h 2 5 8 2 0h 0h 2 2 5 5 8 8 2 2 0h 0h 2 2 5 0h 0h 2 2 5 0h 0h Sommario 2 Descrizione

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

CompitoTotale_21Feb_tutti_2011.nb 1

CompitoTotale_21Feb_tutti_2011.nb 1 CopitoTotale_2Feb_tutti_20.nb L Sia data una distribuzione di carica positiva, disposta su una seicirconferenza di raggio R con densità lineare di carica costante l. Deterinare : al l espressione del capo

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Master Specializzazione Dottorato di Ricerca. 1 o più incarichi oltre 2 anni e fino a 3 anni. 1 o più incarichi oltre 1 anno e fino a 2 anni

Master Specializzazione Dottorato di Ricerca. 1 o più incarichi oltre 2 anni e fino a 3 anni. 1 o più incarichi oltre 1 anno e fino a 2 anni TABEA PE POGESSON VETA PE A ATEGOA EP ND ATO E FO A- FATTO orsi di formazione Da 5 a 5 ore Da 6 a 5 ore SPEFAZON Da 6 a 5 ore Oltre 6 ore PNTEGGO ante D.. 509/99 o speciali stica Perfezion amento o corsi

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

r~~f~~. --r-~r-r ---- _[::=_~- r-l

r~~f~~. --r-~r-r ---- _[::=_~- r-l In tutti i problei si userà coe velocità del suono in aria il valore 340 /s (valido per una teperatura dell'aria di circa 18 C), salvo diversa indicazione. La propagazione ondosa La figura seguente ostra

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

La sfida della scienza del clima. Antonio Navarra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

La sfida della scienza del clima. Antonio Navarra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia La sfda della scenza del clma Antono Navarra Isttuto Nazonale d Geofsca e Vulcanologa INGV - Ist tuto Nazonal le d Geofsca e Vulcanologa - Italy Arstotele Raffello, la Scuola d Atene De Meteorologca le

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE Pof. Agelo Ageletti -.s. 006/007 1) COME SI SCRIVE IL RISULTATO DI UNA MISURA Il modo miglioe pe espimee il isultto di u misu è quello di de,

Dettagli

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l.

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. t " : SULUPPO PER VIA GRAFICA n mpionamento del segnale analogico x(t) produce una sequenza xsgts) il cui spettro nel dominio della frequ enza è periodico, sicché

Dettagli

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA LA SCUREZZA NON VA VSTA COME UN MPEDMENTO A SVOLGERE LA PROPRA ATTVTA, MA DVENTA PARTE NTEGRANTE DELL ATTVTA STESSA Dott.ssa Benedetta Persechino - SPESL - DML 1895 SCOPERTA DE RAGG X RADOATTVTA PROPRETA

Dettagli

4. FLUIDI AERIFORMI NEI CONDOTTI

4. FLUIDI AERIFORMI NEI CONDOTTI Politenio di oino Lauea a Distanza in Ingegneia Meania Coso di Mahine 4 FLUIDI AERIFORMI NEI CONDOI Nello studio delle ahine si one il oblea di deteinae la onfoazione dei ondotti in odo he il fluido subisa

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

La prova di matematica nelle indagini IEA TIMSS e

La prova di matematica nelle indagini IEA TIMSS e PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE SULL INDAGINE OCSE-PISA E ALTRE RICERCHE NAZIONALI E INTERNAZIONALI Seminario provinciale rivolto ai docenti del Primo Ciclo La prova di matematica nelle indagini IEA

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO Fino al 6 maggio 2011 è possibile presentare la domanda per accedere ai contributi a sostegno delle famiglie per le spese di istruzione

Dettagli