Il mercato farmaceutico in Europa: pricing e accesso ai farmaci

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il mercato farmaceutico in Europa: pricing e accesso ai farmaci"

Transcript

1 Il mercato farmaceutico in Europa: pricing e accesso ai farmaci Indice Introduzione Capitolo 1 Contestualizzazione della spesa sanitaria e del settore farmaceutico in alcuni paesi dell'unione Europea 1.1 Amministrazione della spesa sanitaria 1.2 Spesa sanitaria e spesa farmaceutica 1.3 Il settore farmaceutico nell'unione Europea Capitolo 2 Politiche di pricing per i prodotti farmaceutici 2.1 Politiche di pricing per i farmaci coperti da brevetto Negoziati Prezzo esterno di riferimento (EPR) Regolamentazione delle quote di guadagno nel Regno Unito 2.2 Politiche di pricing per i farmaci senza brevetto Price cap, tetto massimo di prezzo per i generici Tendering 2.3 Politiche dei rimborsi Formulari positivi/negativi Determinazione del prezzo con riferimento interno (Reference price system) Analisi di costo effcacia nei procedimenti di Health Technology Assessment 1

2 Accordi basati sul rendimento e sulla ripartizione del rischio Capitolo 3 Contenimento della spesa in farmaci mediante la distribuzione di medicinali meno costosi 3.1 Strumenti e modalità di dispensazione dei farmaci meno costosi Incoraggiamento all'uso del generico DPC in Italia Filiera corta 3.2 Strumenti volti al contenimento della spesa in farmaci basati sulla regolazione delle prescrizioni mediche Incentivi Finanziari Monitoraggio delle prescrizioni Capitolo 4 L'accesso ai farmaci 4.1 Spesa sostenibile Decisioni di copertura L'infuenza dei co-pagamenti 4.2 Disponibilità Disponibilità dei farmaci nei piccoli mercati Parallel Trade Conclusioni Bibliografa Sitografa 2

3 -Introduzione Negli ultimi vent'anni, l'aumento della spesa sanitaria nei paesi dell'ue ha sottoposto i sistemi di assistenza alla salute pubblica a fortissime tensioni per rimediare ai defcit sempre più grandi, dovuti all'invecchiamento della popolazione, alla scoperta di nuove malattie e all'avanzamento della tecnologia in campo medico; inoltre, negli ultimi due anni, l'europa sta attraversando un periodo di crisi fnanziaria nel quale i Governi dei vari paesi si trovano di fronte alla necessità di affrontare grossi problemi come quello della pianifcazione del debito pubblico. In questo contesto, le politiche di regolamentazione della spesa farmaceutica rappresentano un punto cardine per l'economia del sistema sanitario degli stati membri. Dopo le spese ospedaliere e ambulatoriali, la spesa farmaceutica è il terzo componente di rilievo della spesa totale della sanità ed è quello che è possibile tenere meglio sotto controllo 1. Per esempio in Italia la spesa sanitaria totale è ripartita in quella per l'assistenza diretta, di cui fa parte quella delle ASL e delle aziende ospedaliere, che insieme ammontano al 61%, e da quella per l'assistenza convenzionata della quale il 12% consiste della spesa nella farmaceutica.(fig.1) 1 Regulating Pharmaceuticals in Europe, striving for efficiency, equity and quality, Mrazek and Mossialos,

4 Fig.1: Ripartizione della spesa sanitaria pubblica in Italia. Fonte: Ministero della Salute, Questa tesi ha come obiettivo principale lo studio del mercato farmaceutico e la sua infuenza sull'accesso ai farmaci: è uno studio fnalizzato a rifettere su quali siano le possibili politiche di controllo sui prodotti farmaceutici da adottare da parte delle istituzioni sanitarie da un lato per contenere le spese e utilizzare nel modo migliore le proprie risorse nel campo della salute pubblica, dall'altro per garantire ai cittadini la massima qualità e disponibilità di accesso alle cure. L'elaborato è diviso a tal scopo in quattro capitoli. Nel primo capitolo è presentato un quadro generale della spesa sanitaria e del settore farmaceutico in alcuni paesi più rappresentativi dell'ue. Sono descritti i principali sistemi di amministrazione dei budgets sanitari; successivamente è presentata un'analisi statistica di come la spesa farmaceutica, intesa sia come spesa in medicinali che come spesa in Ricerca&Sviluppo (R&D), incida sulla spesa sanitaria. Dato che la spesa nei farmaci è un fattore determinante e variabile da paese a paese, ho ritenuto opportuno studiare come sono stabiliti i prezzi 4

5 dei prodotti farmaceutici. Nel secondo capitolo sono quindi descritti i diversi metodi di pricing utilizzati dalle autorità competenti, distinguendo quelli per i farmaci coperti da brevetto da quelli il cui brevetto è scaduto, i generici; sono inoltre analizzati gli strumenti che i governi adottano per stabilire se il prezzo di un farmaco possa essere o meno rimborsato dal sistema sanitario. La variabilità della spesa in farmaci è infuenzata, una volta che il farmaco entra in commercio, dalle politiche rivolte ai protagonisti fnali della distribuzione, farmacisti e medici. A tale scopo nel terzo capitolo sono prese in esame alcune misure rivolte a questi soggetti al fne di ottenere un risparmio dei costi. Tra queste di particolare rilievo vi sono le politiche di incoraggiamento all'uso del generico. Le regolamentazioni trattate nei capitoli precedenti, oltre a condizionare i livelli di spesa e più direttamente i prezzi dei medicinali, infuenzano in maniera non trascurabile anche l'accesso dei pazienti alle terapie innovative di cui necessitano. Nel quarto capitolo sono affrontati i due fattori che condizionano l'accesso dei cittadini europei ai farmaci: la spesa che le assistenze sanitarie sono in grado sostenere rispetto ai bisogni dei pazienti, che dipende dal livello di rimborsabilità di un farmaco unito al co-payment, i ticket; la disponibilità di un dato farmaco nel mercato di un dato paese, che spesso è dettata dalle politiche di commercio. 5

6 1 Contestualizzazione della spesa sanitaria e del settore farmaceutico in alcuni paesi dell'unione Europea La spesa sanitaria nei paesi dell'unione Europea è cresciuta vertiginosamente negli ultimi 20 anni ed è stato registrato che il suo aumento è più rapido di quello del PIL; si prevede che questo dato continuerà a crescere negli anni a venire, sia per l'invecchiamento della popolazione sia per le maggiori spese dovute al progresso delle cure e all'avanzamento delle tecnologie mediche. 1.1 Amministrazione della spesa sanitaria L'articolo 152 del trattato CE 2 riconosce agli stati membri la facoltà di organizzare e fnanziare i sistemi di assistenza liberamente secondo le proprie modalità ed esigenze. I Sistemi Sanitari sono caratterizzati dall'universalità di accesso da parte di tutta la popolazione e sono per la maggior parte fnanziati dallo Stato, eccetto, talvolta, una piccola quota cui contribuisce il paziente e che dipende dal tipo di medicina e di servizio. Le fonti di fnanziamento dei Sistemi Sanitari sono essenzialmente le tasse e, nei paesi dove esistono, come Francia, Inghilterra, Germania, le assicurazioni (vi è anche una piccola percentuale di fnanziamento privato). Tra i Sistemi Sanitari dei vari Paesi dell'unione Europea si possono osservare differenze strutturali per ciò che riguarda le fonti dei fnanziamenti e l'erogazione dei servizi. 2 Il trattato CEE, firmato a Roma nel 1957, riunisce Francia, Germania, Italia e paesi del Benelux in una Comunità avente per scopo l'integrazione tramite gli scambi in vista dell'espansione economica. Con il trattato di Maastricht, la CEE diventa la Comunità Europea (CE), che esprime la volontà degli Stati membri di ampliare le competenze comunitarie a settori non economici. 6

7 Di seguito i più interessanti: Regno Unito Il Sistema Sanitario inglese (NHS, National Health Service) è una struttura centralizzata facente capo al National Health Service Executive che ha il compito di pianifcarne le strategie e di esercitare un controllo sulla spesa sanitaria complessiva. L NHS Executive sovrintende ad uffci regionali che coprono le otto aree in cui è ripartito il territorio inglese, a loro volta suddivise in Family Health Service Areas (cui corrispondono una o più Local Authorities) e District Health Authorities. Nell ambito di tale gerarchia, il ruolo dell NHS Executive è di mera supervisione della spesa sanitaria, poiché le somme stanziate ogni anno dal Parlamento al NHS per l acquisto dei farmaci e degli altri servizi sanitari sono di fatto spese da due tipi di acquirenti : le Strategic Health Authorities (SHAs) e le Primary Care Trusts (PCTs). Il fnanziamento del servizio sanitario avviene attraverso il prelievo fscale a carico degli assistiti, i quali per questo hanno diritto a prestazioni sanitarie gratuite nella misura in cui si rivolgano al medico generico (GP, General Pratictioner) dal quale sono seguiti. Nel caso di necessità di prestazioni specialistiche, il GP può indirizzare il paziente verso un ospedale o un'altra struttura presso la quale il paziente è visitato gratuitamente. Le cure ospedaliere sono pertanto gratuite, a meno che non si tratti di lunghe degenze nel qual caso viene richiesto un contributo all assistito. Fuori dall'assistenza Pubblica esistono forme assicurative private alle quali ricorre una piccola percentuale della popolazione, principalmente allo scopo di assicurarsi la copertura in caso di necessità di prestazioni specialistiche o servizi ospedalieri che non 7

8 siano stati stabiliti con la consulenza del GP. Francia Il Sistema Sanitario francese è caratterizzato dalla presenza di una pluralità di soggetti sotto il proflo sia del fnanziamento sia dell'erogazione di assistenza sanitaria. Esso combina un'assicurazione sociale universale e assicurazioni supplementari sul lato del fnanziamento, con un sistema di offerta che comprende fornitori Sebbene ultimi negli pubblici anni non e abbia privati. subito importanti cambiamenti strutturali, il Sistema Sanitario francese è stato oggetto di diverse riforme fnalizzate a ridurre i livelli di spesa e a migliorare le prestazioni. Il fnanziamento del sistema ha come perno la Sécurité Sociale, il sistema di protezione sociale creato nel 1945 al fne di assicurare la popolazione francese contro tutta una serie di rischi, compresi quelli sanitari. La Sécurité Sociale è articolata in vari fondi malattia (defniti Régimes), ciascuno dei quali è collegato ad una specifca categoria di lavoratori. L'adesione a tali Regimi è obbligatoria e comporta il pagamento, da parte sia del lavoratore, sia del datore di lavoro, di un contributo commisurato al reddito. Il versamento di tale contributo garantisce il rimborso (totale o parziale a seconda dei casi) delle spese sanitarie sostenute non solo al lavoratore, ma anche ai familiari a carico, ai pensionati e ai disoccupati. La Sécurité Sociale gestisce poco più del 75% del fnanziamento dell'intero sistema di cure; il resto è quasi totalmente coperto da spese private. I pazienti sono tenuti a sostenere direttamente la parte di spesa sanitaria non rimborsata, salvo il caso in cui non stipulino dei contratti di assicurazione integrativi con le mutue o con 8 le compagnie d'assicurazione private.

9 Lo Stato svolge un'azione fondamentale di controllo sugli "attori" del sistema(mutue, ospedali, professionisti sanitari, ecc.) Germania In Germania la copertura della spesa sanitaria avviene attraverso un sistema di carattere prevalentemente solidaristico. Alla base del circuito assicurativo-fnanziario si pone la Protezione Sociale (Sozialversicherung) che copre, attraverso circa fondi pubblici o casse malattia (Krankenkassen), l'86,9% della popolazione; un ulteriore 2,4% (prevalentemente dipendenti pubblici) fruisce di una copertura di natura comunque statale o parastatale. A differenza della maggior parte dei sistemi solidaristici europei, necessariamente la l'intera Protezione popolazione; Sociale a questa non copre si accede attraverso il versamento di contributi sociali, obbligatori per i soggetti con un reddito inferiore a una determinata soglia (attualmente pari a circa ) e facoltativi per quelli con un reddito superiore. Circa l'11% di abitanti, infatti, percependo un reddito superiore a una determinata soglia, può optare per una forma di copertura assicurativa privata. L'aliquota varia in relazione al reddito medio e al rischio sanitario medio delle persone appartenenti al fondo in questione. Il Sistema Sanitario tedesco è quindi caratterizzato da due circuiti assicurativi differenti: il primo, pubblico, basato sulla presenza di casse mutue che garantiscono la copertura di determinate categorie di cittadini, il secondo, privato, a cui può accedere la parte di popolazione con reddito elevato. Ai fondi pubblici è attribuita per legge un'ampia autonomia decisionale che consente, attraverso il controllo dell'attività dei medici, di orientare i comportamenti prescrittivi per incentivare la diffusione dei farmaci meno costosi. All'interno del sistema 9

10 tedesco, gli enti erogatori di assistenza sanitaria godono di una certa autonomia decisionale nelle scelte di allocazione e impiego delle risorse. L'offerta di servizi sanitari è in buona parte affdata a operatori privati. Il Governo Federale esercita il proprio controllo sull'erogazione di servizi attraverso la defnizione delle regole a cui tutti gli operatori, pubblici o privati, si devono attenere e attraverso la formulazione di obiettivi generali di spesa. L'assistenza di base è garantita da circa medici convenzionati, i quali ricevono i propri onorari dalle casse mutue, oppure direttamente dal paziente nel caso questi sia coperto da un'assicurazione privata, il quale sarà poi rimborsato. Italia Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) italiano è un sistema pubblico di carattere universalistico e solidaristico, cioè garantisce l assistenza sanitaria a tutti i cittadini senza distinzioni di genere, residenza, età, reddito, lavoro. Il SSN assicura un accesso ai servizi nel rispetto dei principi della dignità della persona, dei bisogni di salute, di equità, qualità, appropriatezza delle cure e economicità nell impiego delle risorse. I cittadini esercitano la libera scelta del luogo di cura e dei professionisti nell ambito delle strutture pubbliche e private accreditate. Il Servizio Sanitario Nazionale è fnanziato attraverso la fscalità generale e, in particolare, con imposte dirette (addizionale IRPEF ed IRAP) ed indirette (compartecipazione all IVA, accise sulla benzina). Inoltre, le aziende sanitarie locali dispongono di entrate dirette derivanti dai ticket sanitari e dalle prestazioni rese a pagamento.3 Il Servizio Sanitario è articolato secondo diversi livelli di responsabilità e di governo: l'organo centrale è il Ministero della 3 Ministero della Salute, 10

11 Salute che ha la responsabilità di assicurare a tutti i cittadini il diritto alla salute mediante un forte sistema di garanzie, attraverso i Livelli Essenziali di Assistenza, ovvero i servizi e le prestazioni standard che il Servizio Sanitario Nazionale deve assicurare ad ogni cittadino, in maniera gratuita o compartecipata attraverso le risorse acquisite con il sistema fscale. A livello regionale, le Regioni hanno la responsabilità diretta della realizzazione del governo e della spesa per il raggiungimento degli obiettivi di salute del Paese. Le Regioni hanno competenza esclusiva nella regolamentazione ed organizzazione di servizi e di attività destinate alla tutela della salute e dei criteri di fnanziamento delle Aziende sanitarie locali (ASL) e delle aziende ospedaliere. Nonostante le differenze di organizzazione e distribuzione del servizio sanitario a livello statale, il fondo farmaceutico e i termini di copertura per la rimborsabilità dei medicinali in Europa sono comuni per la maggior parte degli Stati membri e, in generale, sono fnalizzati a conseguire la massima effcienza nell'allocazione delle risorse e ad assicurare ai cittadini le migliori garanzie di salute. 1.2 Spesa sanitaria e spesa farmaceutica La spesa sanitaria è divisa in privata e pubblica e quest'ultima rappresenta l'80% circa di quella complessiva; essa è ripartita essenzialmente nelle spesa per l'assistenza diretta, cioè per infrastrutture e personale ospedalieri e ambulatoriali, che rappresenta la parte più grande, e per quella indiretta, di cui fanno parte le spese per i farmaci, per la medicina generale, per la 11

12 specialistica e per altri tipi di servizi. La spesa farmaceutica è il terzo componente più alto della spesa sanitaria dopo le spese ospedaliere e ambulatoriali 4. Essa, come parte della spesa totale, varia da circa il 10% in Danimarca a quasi il 25% in Grecia.5 Tabella 1: Spesa farmaceutica pubblica in percentuale della spesa sanitaria totale. Fonte: OECD health data Sembra esserci una correlazione diretta tra la spesa in farmaci e il reddito pro-capite. Nei paesi con reddito più basso, soprattutto negli stati dell'europa dell'est, la spesa in medicinali è molto ridotta, mentre i paesi con reddito più alto, ad esempio Francia, Germania, Svezia e Irlanda, risultano spendere di più; ci sono delle eccezioni come la Grecia, il paese dove la spesa in farmaci è in assoluto la più alta nonostante il reddito sia modesto, e il Regno Unito, l'olanda e la Danimarca, dove i cittadini sono tra i più ricchi d'europa ma hanno una spesa pro-capite inferiore ai 400 l'anno. (Fig.2) 4 Mrazek and Mossialos, Regulating Pharmaceuticals in Europe, striving for efficiency, equity and quality, OECD health data 12

13 Fig.2 : Spesa farmaceutica pro-capite e PIL pro-capite. Fonte: Kanavos and Vandoros, Differences in costs of and access to pharmaceutical products in the EU, La spesa in farmaci è diversa in ciascuno Stato anche in conseguenza del fatto che i prezzi dei farmaci variano negli Stati membri dell'ue. Un esame generale della variazione dei prezzi dei farmaci coperti da brevetto è riportato di seguito (Fig.3) prendendo in considerazione gli 11 mercati farmaceutici più sviluppati dell'ue.6 6 UK Department of Health,

14 Fig.3 : Media prezzi di farmaci con brevetto in alcuni paesi UE e USA.Fonte: UK department of health, La fgura evidenziale differenze di prezzo medio dei medicinali con brevetto nei principali stati dell'ue (e anche dei prezzi negli USA): si tratta di un'analisi annuale condotta dal Dipartimento della Salute del Regno Unito, per tale motivo i prezzi sono indicizzati al prezzo inglese (pari a 100). Fra gli stati dell'ue, la Germania, l'irlanda e la Svezia sono quelli con la media dei prezzi più alta nel 2008; Spagna, Francia e Italia, invece, presentano i prezzi più bassi. Il dato relativo agli USA mostra la particolarità del mercato americano, in cui i prezzi delle medicine con brevetto sono di gran lunga più alti che in Europa, anche con livelli due volte superiori a quelli del Regno Unito. Se si analizzano i farmaci nello specifco le differenze di prezzo possono essere ancora più evidenti. (Tabella 2) 14

15 Tabella 2: Prezzi relativi alle DDD di alcuni farmaci in alcuni paesi UE. Fonte: Kanavos and Vandoros, Differences in costs of and access to pharmaceutical products in the EU, La tabella mostra le differenze di prezzo relative alle DDD 7 di alcuni medicinali tra i più diffusi, essa mostra che esiste una notevole variabilità fra paesi: le differenze di prezzo possono variare anche del 60%, ma non esiste un paese dove tutti i prodotti sono i più o i meno costosi in assoluto. Se ad esempio si analizzano i prezzi dei protettori gastrici si osserva che in Olanda l'omeprazolo costa 2,09 per DDD, di più rispetto al pantoprazolo, mentre in Germania è il secondo ad avere un costo più alto con un prezzo di 2,32 per DDD. Quando si confrontano i 5 più grandi mercati farmaceutici, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna, emerge che la 7 Defined Daily Dose, è una misura utilizzata dalla WHO per fare confronti sull'uso di farmaci diversi; essa indica la dose giornaliera media di un farmaco usata, da un adulto, per la sua indicazione terapeutica. Non deve essere confusa con la dose terapeutica. 15

16 Germania ha i prezzi più alti al dettaglio per i farmaci coperti da brevetto (23% più alti della media dei 5 paesi), seguita dal Regno Unito (esattamente la media dei 5 paesi) Spagna (5% più bassi) Italia (6%) e Francia (14%).8 In generale la spesa farmaceutica sta incrementando e dato che tra i componenti della spesa sanitaria essa è uno dei più identifcabili, i governi stanno attuando una varietà di misure regolamentative fnalizzate al suo contenimento, come attente politiche di pricing dei farmaci e di sviluppo del commercio dei generici. 1.3 Il settore farmaceutico nell'ue A monte, la spesa farmaceutica dipende dai costi del settore farmaceutico per le attività di ricerca, sperimentazione e produzione necessari allo sviluppo di un nuovo farmaco. L'Europa fno a pochi anni fa deteneva il ruolo di leader nell'industria farmaceutica, ma negli ultimi anni è stata scavalcata dagli Stati Uniti.9 La spesa totale nell'attività di Ricerca & Sviluppo dei farmaci è cresciuta considerevolmente negli ultimi 20 anni. L'Europa (comprese Norvegia e Svizzera) spende leggermente di più nella ricerca e sviluppo dei farmaci rispetto agli USA e molto di più del Giappone (26 miliardi di contro 24 miliardi degli USA e 8,5 del Giappone), sebbene in termini pro-capite il dato europeo sia più basso del 40% rispetto agli USA e del 20% al Giappone (fg.4). 8 Kanavos and Vandoros Determinants of price differences in OECD countries in Health Economic Policy and Law, EFPIA, The Pharmaceutical Industry in Figures,

17 Fig. 4: Spesa in R&S in Europa, Giappone e USA. Fonte: EFPIA, The Pharmaceutical Industry in Figures, Mentre i singoli stati membri che spendono la quota maggiore in R&S sono Regno Unito, Francia e Germania (fno a circa 5 miliardi l'anno), su base pro-capite la Svezia e la Finlandia hanno i livelli di spesa più alti seguiti dalla Danimarca (fg. 5). 17

18 Fig. 5: Spesa pro-capite in R&S per gli Stati Membri, in. Fonte: EFPIA, The Pharmaceutical Industry in Figures., Le attività di R&S in particolare ricerca di base e di scoperta si concentrano in quegli stati membri che hanno infrastrutture, materiale scientifco, meccanismi di fnanziamento aggiuntivi, un buon livello di incentivi fnanziari e non fnanziari per queste attività. E' cruciale anche la disponibilità fnanziaria per commercializzare le proprietà intellettuali, specie nei primi stadi della ricerca. Il costo della R&S come componente in percentuale del prezzo di vendita dei farmaci in Europa è in sensibile crescita dal 1985 al Come si vede nella fgura 5, nel è scesa sotto il livello del 1990 in quanto la geografa del mercato farmaceutico e, non per ultimo della R&S, si sta spostando verso i paesi emergenti quali Brasile, India e Cina per ovvi motivi. 18

19 Fig.6: Costo dell'r&s come componente in percentuale del prezzo di vendita dei farmaci negli Stati Membri dell'ue. EFPIA, The Pharmaceutical Industry in Figures,

20 Fig. 7: Impiego nell'industria farmaceutica in Europa nel Fonte: EFPIA, The Pharmaceutical Industry in Figures, Il settore impiega direttamente circa persone in confronto a nel Germania e Francia hanno la più alta occupazione seguita dal Regno Unito e Italia (fg.6). Questi numeri comunque non comprendono le centinaia di ricercatori, gli ospedali ed altre strutture cliniche che lavorano a stretto contatto con l'industria farmaceutica. Gli USA in confronto impiegano in totale persone con nella ricerca e sviluppo compreso il personale di supporto, mentre il Giappone persone EFPIA, The Pharmaceutical Industry in Figures, cit. pag. 3 20

21 Nel settore sono presenti due tipi di imprese: le aziende farmaceutiche originator le aziende produttrici di generici. Le prime sono attive nella ricerca, lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione e la fornitura di farmaci innovativi, tutelati in genere da brevetti della durata di 20 anni, indispensabili per ricompensare gli sforzi in innovazione e incentivare la ricerca in futuro. La produzione di farmaci con brevetto si svolge in parecchi stati membri prospettando una maggior distribuzione nel paese dove si svolgono. Una quantità signifcativa di produzione si svolge negli stati dove vi sono più bassi regimi di tassazione per l'industria, come ad esempio in Irlanda. Quando la protezione brevettuale viene a scadere, le aziende farmaceutiche originator perdono i loro diritti esclusivi di fabbricazione e commercializzazione di questi farmaci e i produttori di generici possono produrre delle copie del farmaco di marca che, per legge, sono bio-equivalenti 11 all'originale. La produzione dei generici si svolge in quasi tutti gli stati membri e le spese per la loro produzione risultano essere più basse in quanto i produttori non devono sostenere i costi di ricerca (infatti le loro attività nel campo della R&S sono limitate) e di conseguenza vengono venduti a prezzi notevolmente inferiori. Per questa ragione molti Stati guardano con interesse al farmaco generico in quanto l'utilizzo massiccio può contribuire a contenere i bilanci della sanità pubblica e può rappresentare un incentivo per l'industria farmaceutica ad introdurre ulteriore innovazione nel settore. Le aziende che producono generici ricavano gran parte del loro 11 Un farmaco per essere bio-equivalente, oltre a contenere lo stesso principio attivo nelle stesse quantità, deve raggiungere le stesse concentrazioni ematiche nel tempo con uno scarto che non può essere più o meno del 20% rispetto al farmaco originale. 21

22 fatturato dalla produzione di farmaci equivalenti ai prodotti blockbuster, ovvero i prodotti che registrano le vendite più elevate, i cui diritti esclusivi sono scaduti. I produttori di farmaci promuovono fortemente i loro prodotti dal momento che le spese per attività pubblicitarie e di marketing garantiscono un notevole ritorno economico; attività promozionali comprendono informazione diretta, distribuzione di campioni ai medici e la sponsorizzazione agli operatori sanitari. Gli stati membri controllano l'estendersi di queste attività promozionali tramite codici di regolamentazione a livello nazionale ed europeo poiché esiste un'ambiguità di fondo tra quello che si intende per pubblicità e quello che si intende per informazione, termini che vengono spesso confusi. In Europa, la pubblicità sui farmaci è unicamente autorizzata per i farmaci da banco (OTC). Le conseguenze della pubblicità e gli effetti sui prezzi non sono da ignorare: innanzitutto le spese in attività di marketing e di promozione hanno un peso pari al 23% del fatturato delle aziende produttrici, quindi contribuiscono ad aumentare il prezzo del farmaco; inoltre, i cittadini possono essere infuenzati ad acquistare un medicinale visto in spot televisivi tenendo poco conto del consiglio e delle indicazioni del farmacista, senza ignorare il fatto che le attività promozionali potrebbero inappropriatamente incoraggiare il medico a prescrivere un medicinale costoso con brevetto invece del generico,innalzando senza giustifcato motivo la spesa farmaceutica. 22

23 2 Politiche di pricing per i prodotti farmaceutici Le differenze nelle politiche di regolamentazione del prezzo a livello internazionale sono responsabili delle variazioni di prezzo al pubblico dei farmaci con brevetto e senza brevetto. Le modalità attraverso cui i prezzi sono imposti, per esempio tramite la contrattazione tra azienda e sistema sanitario o unilateralmente dall'ente regolatore, incidono sui prezzi all'ingrosso, quindi su quelli al dettaglio e di conseguenza sulle spese che i pazienti devono sostenere. I sistemi di controllo sul prezzo hanno lo scopo di stabilire prezzi a un livello ragionevole e sostenibile e possono far sì che essi siano più bassi o comunque ne possono rallentare l'aumento; inoltre le politiche di pricing rifettono le priorità nazionali sia nella politica sanitaria sia nella politica contenimento della spesa farmaceutica industriale, nel generale o nella promozione della R&S, nell'occupazione e nel commercio. In quasi tutti gli stati membri, la determinazione del prezzo dei farmaci non rimborsati dal sistema sanitario non è soggetta a regolamentazione, i produttori sono liberi di fssare il costo; per i medicinali che invece sono rimborsabili, i governi applicano sistemi di controllo che sono diversi per i farmaci branded e per i generici. 23

24 2.1 Politiche di pricing per i farmaci coperti da brevetto Negoziati I negoziati sono un modo abbastanza diffuso per determinare il livello di rimborso delle nuove medicine; in questo caso i produttori e l'autorità sanitaria raggiungono un accordo sul prezzo di rimborso, che solitamente tiene conto del valore terapeutico del farmaco e dei dati clinici. Di frequente i prezzi sono basati anche sui dati sul consumo, accordi prezzo-quantità, e se i volumi di vendita concordati sono superati, esiste una clausola di rimborso per la quale i produttori restituiscono l'entrata alle istituzioni sanitarie oppure procedono ad una rinegoziazione dei prezzi. Un produttore che possiede un brevetto ha un monopolio per quel particolare farmaco, ma il monopolio non può essere esercitato su larga scala perché il sistema sanitario ha potere sul mercato per il suo stato di compratore unico, perciò il prezzo concordato non può essere né troppo alto né troppo basso: tali accordi sono stipulati in modo da non provocare un'eccessiva sollecitazione sull'assistenza sanitaria, né da stabilire un prezzo estremamente basso per il produttore che non rientrerebbe nei costi sostenuti e sarebbe scoraggiato dall'effettuare futuri investimenti in R&S Prezzo esterno di riferimento (ERP) Un approccio semplice e trasparente è l'uso del prezzo esterno di riferimento o prezzo a riferimento internazionale. Questo sistema è utilizzato in 24 paesi dell'ue, tutti tranne Regno Unito, 24

25 Germania e Svezia.12 Gli stati membri che usano l'erp (noto anche come prezzatura con riferimento internazionale) istituiscono un paniere di altri paesi i cui prezzi vengono usati come indicatori per stabilire quelli dei medicinali al loro interno. Lo schema può essere infuenzato da diversi fattori: può variare il criterio in base al quale sono scelti i paesi del paniere, così come il numero all'interno di esso, che può oscillare da 3 a 26; poi bisogna distinguere se i prezzi presi in considerazione sono quelli al momento del lancio del prodotto o quelli in vigore. La scelta del prezzo del farmaco può essere presa considerando il prezzo più basso del paniere o la media dei più bassi.13. Si è visto che l'erp può contribuire ad abbassare i prezzi dei farmaci e questa riduzione diviene ancora più probabile dal momento che la maggior parte dei paesi adotta quasi sempre il prezzo più basso del paniere; in più, essendo un meccanismo non troppo complicato, può favorire un entrata più veloce del prodotto sul mercato. Benché l'erp possa aiutare il contenimento dei prezzi, esiste una critica crescente verso questa modalità ritenuta arbitraria in quanto i prezzi possono venire infuenzati dalle futtuazioni delle borse, il che provoca un'ulteriore pressione verso il basso piuttosto che avere un effetto neutro sulla lunga distanza. Fra le altre conseguenze dell'erp, c'è il fatto che i produttori non sono interessati a lanciare un prodotto in un paese quando il prezzo stabilito è troppo basso con il rischi che questo vada ad infuenzare quello negli altri paesi o che inneschi il fenomeno 12 C. Habl, K. Antony et al., Surveying, Assessing and Analysing the Pharmaceutical Sector in the 25 EU Member States, commissionato dalla Commissione Europea, Vienna J.Espin, Joan Rovira e Antonio Olry, WHO/HAI Project on Medicines Prices and Availability, Review Series on Pharmaceuticals Pricing Policies and Interventions,

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA Anna Rosa Marra, Ugo Santonastaso (Ufficio Valutazione e Autorizzazione, Agenzia Italiana del Farmaco) Cosa significa farmaco di importazione parallela Il farmaco, come

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ)

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ) Dipartimento federale dell interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

La nuova normativa di Farmacovigilanza

La nuova normativa di Farmacovigilanza La nuova normativa di Farmacovigilanza 1 Due nuove disposizioni in materia di farmacovigilanza Pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Europea L 348 del 31 Dic 2010: Regulation (EU) 1235/2010 of the European

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici:

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici: Versione finale del 29/11/2007 COCOF 07/0037/03-IT COMMISSIONE EUROPEA ORIENTAMENTI PER LA DETERMINAZIONE DELLE RETTIFICHE FINANZIARIE DA APPLICARE ALLE SPESE COFINANZIATE DAI FONDI STRUTTURALI E DAL FONDO

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti di L.Va. pdf L indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Ssn Questa

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Ci serve davvero un industria farmaceutica nazionale?

Ci serve davvero un industria farmaceutica nazionale? Ci serve davvero un industria farmaceutica nazionale? Quali obiettivi e interventi di politica industriale per il settore farmaceutico italiano. Ci serve davvero un industria farmaceutica nazionale? 1

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa

I social protection floors per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Conferenza Internazionale del Lavoro 101^ Sessione 2012 IV Rapporto (2B) I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Quarto punto dell'agenda Ufficio Internazionale

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno

Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo Chiara Saraceno Chiara Saraceno Università di Torino Trasferimenti monetari alle famiglie con figli. Un confronto Europeo 1. Modelli

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini Sommario Cos è il divario di retribuzione tra donne e uomini? Perché persiste il divario di retribuzione tra donne e uomini? Quali azioni ha intrapreso

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Diaz - Appunti di Statistica - AA 2001/2002 - edizione 29/11/01 Cap. 3 - Pag. 1 = 1

Diaz - Appunti di Statistica - AA 2001/2002 - edizione 29/11/01 Cap. 3 - Pag. 1 = 1 Diaz - Appunti di Statistica - AA 2001/2002 - edizione 29/11/01 Cap. 3 - Pag. 1 Capitolo 3. L'analisi della varianza. Il problema dei confronti multipli. La soluzione drastica di Bonferroni ed il test

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE Nuove regole per i comitati aziendali europei Presentazione della direttiva 2009/38/CE A cosa servono i Comitati aziendali europei? I Comitati aziendali europei (CAE) sono enti che rappresentano i lavoratori

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

Il mercato del lavoro danese

Il mercato del lavoro danese 1 AMBASCIATA D ITALIA COPENAGHEN Il mercato del lavoro danese Il modello della Flexicurity Composto dalle parole inglesi flexibility e security, il termine coniuga il concetto della facilità con cui le

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo

CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo Fármacos de Importación Paralela CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo Schema Relazione Introduzione al concetto Normativa europea Conseguenze sul mercato Portata

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti. Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp.

Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti. Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp. Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp. Fontanellato San Secondo Nel 2009 nei Nuclei di Cure Primarie (NCP) di Fontanellato

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli