La terapia del dolore nel paziente affetto da neoplasia.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La terapia del dolore nel paziente affetto da neoplasia. www.fisiokinesiterapia.biz"

Transcript

1 La terapia del dolore nel paziente affetto da neoplasia

2 EPIDEMIOLOGIA L organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che almeno 4 milioni di persone soffrano di dolore da malattia tumorale Circa il 70 % dei pazienti con un tumore in fase avanzata presenta dolore dovuto alla malattia Uno studio dell Eastern Cooperative Oncology Group dimostra che più del 41% dei pazienti con tumori metastatici solidi lamenta dolori dovuti alla malattia e che il 42% di essi riceve un trattamento analgesico inadeguato

3 Da rilevamenti effettuati nella regione Toscana, nel 1996 ci sono stati 9000 casi di pazienti terminali oncologici pazienti (il 70-90%) hanno avuto un decorso della malattia caratterizzato da sintomatologia dolorosa

4 Cause del dolore neoplastico 1 crescita della massa tumorale compressione dei tronchi nervosi dolore neuropatico infiltrazione di varie strutture (es. invasione della pleura, di articolazioni, vertebre) dolore somatico distensione, flogosi, ostruzione di visceri cavi Dolore viscerale compromissione vascolare dolore ischemico maligno invasione di vasi linfatici ripetizione a distanza del tumore (metastasi)

5 Cause del dolore neoplastico 2 correlato indirettamente alla patologia trattamenti terapeutici chemioterapia (neuriti, necrosi asettica delle ossa lunghe, faringiti etc.) radioterapia (fibrosi, miositi, mucositi, etc.) interventi chirurgici prolungata immobilità (es.decubiti, periartrite) deficit immunitario (herpes zoster) cause psicogene

6 Pertanto, dal punto di vista patogenetico, il dolore può avere un origine: Periferica (viscerale o somatica) Neuropatica Psicogena? Mista (dolore globale)

7 DOLORE GLOBALE

8 Approccio clinico 1 1.Colloquio 2.Definizione dello stadio della malattia 3.Valutazione delle caratteristiche del dolore Continuo Periodico Breaktrough Incident Lieve moderato Forte Insopportabile Urente Crampiforme Colico Sintomi associati

9 Approccio clinico 2 4.Valutazione dell interazione tra componenti sensoriali e psicologiche del dolore 5.Valutazione del cosiddetto Performance Status Relativo alla malattia, al dolore, ma anche alla terapia 6.Valutazione della risposta a terapie analgesiche e antineoplastiche precedentemente effettuate.

10 Valutazione del dolore Una corretta valutazione in ambito oncologico indaga quattro dimensioni preminenti: - lo stato funzionale, riferito all abilità nel soddisfare i bisogni personali, le ambizioni, il ruolo sociale; - lo stato fisico, riferito alla propria percezione della malattia, dovuto alla combinazione tra sintomi del cancro, effetti collaterali del trattamento e condizioni fisiche generali; - lo stato psicologico, sensazione positiva di benessere o negativa di disagio, il vissuto relativo alla propria immagine corporea e alle sue modificazioni, il livello di ansia, la componente depressiva ecc.; - lo stato sociale, riferito al mantenimento della propria immagine sociale, al ruolo in campo del lavoro o familiare, al mantenimento di interessi.

11 Valutazione del dolore Difficile: paziente con compromissione delle funzioni cognitive bambino La valutazione dell intensità dal dolore va effettuata frequentemente durante il periodo di terapia per valutarne i risultati riguardo l analgesia gli eventuali effetti collaterali ed il relativo impatto sulla qualità di vita del paziente.

12 Scale di valutazione del dolore

13

14 Terapia Scala della O.M.S. Oppioidi forti e non oppioidi Oppioidi deboli e non oppioidi Non oppioidi

15 Regole generali: Prevenire l insorgenza del dolore somministrazione degli analgesici ad orari regolari somministrazione al bisogno esclusivamente per le crisi acute (BREAKTROUGH PAIN) Mantenere l analgesia per tutto l arco delle 24 ore tenendo conto del ritmo sonno-veglia Utilizzare la via di somministrazione meno invasiva

16 Rispettare il dosaggio massimo dei farmaci caratterizzati da effetto tetto Evitare di associare farmaci della stessa categoria Trattare energicamente gli effetti collaterali Il primo intervento terapeutico antidolorifico deve essere il trattamento antineoplastico

17 FANS

18 FANS Azione periferica = inibizione delle COX (mediatori del dolore nocicettivo) Azione centrale = inibizione delle COX centrali soprattutto a livello dell ipotalamo e della sostanza grigia periacqueduttale Effetti avversi Effetto tetto Durata azione = da 3 a 12 ore (Paracetamolo)

19 Oppioidi Secondo l OMS gli oppioidi analgesici indicati per il trattamento del dolore da cancro di intensità lieve-moderata sono: Codeina Tramadolo Destropropossifene Per il dolore moderato-severo: Morfina Metadone Ossicodone Fentanyl Buprenorfina Eroina

20 Caratteristiche utili Assenza di effetto tetto Biodisponibilità (per os) Facilità di prescrizione Bassa incidenza di effetti collaterali Azione sul dolore neuropatico Lunga durata d azione Non rischi di accumulo

21 Codeina (metil-morfina) Meccanismo di azione: agisce in gran parte dopo essere stata metabolizzata a morfina Effetti avversi = Rari, scarsa dipendenza e assuefazione Vantaggi = scarso effetto di primo passaggio epatico (ottima efficacia per via enterale) Prescrizione = facile Durata azione = 4/6 ore Potenza vs. morfina 1/10 Dosaggio massimo quotidiano: 300 mg

22 Tramadolo Meccanismo di azione: legame con i recettori oppioidi stimolazione del rilascio neuronale di serotonina inibizione del reuptake presinaptico di serotonina e noradrenalina Biodisponibilità: 68% e poi % per via orale Utile nel dolore neuropatico Effetti avversi: rari, non assuefazione e dipendenza, non depressione respiratoria, non ha effetto tetto Prescrizione = facile Durata azione = 6 ore

23 Agonisti-Antagonisti e Agonisti parziali Pentazocina :Nessun vantaggio rispetto ad altri oppiacei, molti effetti collaterali Buprenorfina Effetti avversi: Allucinazioni Antagonismo di oppioidi forti Effetto tetto Prescrizione = facile Somministrazione sublinguale, i.m. e.v. Durata azione = 6 ore per via sublinguale

24 Morfina Biodispinibiltà per os 35-75% con emivita plasmatica da 1,2 a 4,9 ore. Clerance ridotta altre i 50 anni Effetti avversi = nausea e vomito stipsi costrizione sfintere Oddi depressione respiratoria assuefazione e dipendenza (?) Somministrazione = p.o. i.m. e.v. s.c. spinale Durata azione = 3-4 ore Forme a lento rilascio Forme a rilascio rapido (ORAMORPH) Breaktrough pain

25 Ossicodone Oppioide semisintetico agonista mu e K, strutturalmente simile alla codeina 10 volte più potente Per os ha una biodisponibilità del 87%, emivita palsmatca di 2-3 ore, effetto rapido della durata di 4-5 ore. Per via parenterale ha potenza pari a 2/3 quella della morfina. Non ha effetto tetto Marcata variazione individuale di effetto Prima considerato oppioidi debole (cp con 5 mg di ossicodone e 325 di paracetamolo) Ora è disponibile la forma a rilascio controllato (OXYCONTIN)

26 Agonista mu Fentanyl Molto potente ( volte più della morfina), liposolubile Somministrabile per via transdermica Cerotti da 25 a 100 mcg/ora Sembra che possa ridurre il vomito e la stipsi Utile quando il paziente non si alimenta Va associato un farmaco per il Breaktrough pain

27 Metadone Agonista mu e delta, antagonista dei recettori NMDA, riduce il wind-up spinale Potenza paragonabile alla morfina Buona efficacia per via enterale (scarso effetto di primo passaggio) Alta biodisponibilità per via orale ( 90%) Rapido effetto Lunga emivita (50 ore)

28 Metadone Durata media dell a analgesia è di 4-6 ore dopo mg p os, In genere si somministra ogni 8-12 ore per evitare fenomeni di accumulo Assenza di metaboliti attivi Ridotta induzione della tolleranza Basso costo Minor incidenza di stipsi rispetto alla morfina Molto utile nel dolore Neuropatico

29 Antidepressivi tono dell umore Adiuvanti 1 attivano il sistema di controllo del dolore a basse dosi molto utili nel dolore neuropatico Anticonvulsivanti carbamazepina e gabapentin, azione analgesica nel dolore neuropatico (invasione plessica) Tranquillanti Antiemetici Steroidi Miorilassanti Bifosfonati

30 Adiuvanti 2 Anestetici locali per uso esterno (p. es. nelle mucositi) e per somministrazione orale (mexiletina) Clonidina - via spinale sistema endogeno di controllo del dolore Ketamina via spinale antagonista NMDA

31 Strategie per potenziare l analgesia e ridurre gli effetti collaterali degli oppioidi Misure generali: ridurre la dose idratare adeguatamente il paziente ridurre il numero delle associazioni farmacologiche Usare i farmaci adiuvanti Cambiare la via di somministrazione degli oppioidi (transcutanea, sottocutanea, e.v.) Cambiare il tipo di oppioide (rotazione degli oppioidi)

32 La rotazione degli oppioidi IL principio su cui si basa è quello della tolleranza incrociata incompleta, è una osservazione clinica che potrebbe essere spiegata con: Azione su sottotipi recettoriali diversi Differenze genetiche interindividuali Metaboliti attivi diversi

33 Terapie invasive Probabilmente solo nell 1-2% dei pazienti c è una vera indicazione con trattamenti perimidollari o neurolitici: Somministrazione perimidollare (peridurale, sottodurale) Neurolisi di Plessi o Nervi (ETP pancreas, Mesotelioma) Neurolisi sottodurali Blocchi anestetici di strutture nervose sensitive o autonomiche.

34 Indicazioni generali per l uso della via perimidollare nel dolore da cancro Insuccesso del trattamento per via sistemica con oppiacei maggiori anche a dosi elevate Efficacia della terapia sistemica, associata però a gravi ed insopportabili effetti collaterali.

35 Vantaggi: Riduzione degli effetti collaterali Miglior controllo del dolore se localizzato Particolarmente indicato nelle plessopatie (dolore neuropatico) Possibilità di associare anestetici locali per il controllo del dolore incident

36 Effetti avversi Legati agli oppiacei Parestesie Ipostenia Ipotensione ortostatica Tachifilassi Concentrazioni non superiori a 0.25% o dosi quotidiane non superiori a 12.5 mg di bupivacaina sono gravate da incidenza insignificante di effetti collaterali (Mercadante 1994).

37 Nei pazienti affetti da cancro è stata osservato un elevato livello di Glicoproteina alfa-1-acida che sembra ridurre i livelli plasmatici di bupivacaina. L instaurarsi di una tolleranza agli oppiacei può spiegare la loro ridotta tossicità sul Sistema nervoso centrale anche per somministrazioni prolungate (Du Pen 1992)

38 Limitazioni Performance status Rifiuto del paziente Turbe della coagulazione Infezioni diffuse o della zona dove deve essere posizionato il catetere Alterazioni anatomiche pregresse o determinate dalla patologia stessa

39 Per affrontare correttamente il dolore da cancro in generale bisogna impostare una "strategia terapeutica " cioè un programma a lunga scadenza che comprenda interventi farmacologici, invasivi ed assistenziali da prevedersi in momenti successivi del decorso della malattia neoplastica

Una legge tutela il diritto dei cittadini

Una legge tutela il diritto dei cittadini Una legge tutela il diritto dei cittadini A non soffrire di dolore inutile A ricevere le migliori cure per il dolore Legge N. 38 del 15/03/2010 Legge N.38 del 15/03/2010 Articolo 7 (Obbligo di riportare

Dettagli

LA TERAPIA DEL DOLORE. Dott. Angelo Campagna U.O ONCOLOGIA Ospedale Fatebenefratelli Benevento

LA TERAPIA DEL DOLORE. Dott. Angelo Campagna U.O ONCOLOGIA Ospedale Fatebenefratelli Benevento LA TERAPIA DEL DOLORE Dott. Angelo Campagna U.O ONCOLOGIA Ospedale Fatebenefratelli Benevento DEFINIZIONE DI DOLORE "Un'esperienza sensitiva ed emotiva spiacevole, associata ad un effettivo o potenziale

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DEGLI ANALGESICI. del Dolore e Cure Palliative

GUIDA RAPIDA ALL USO DEGLI ANALGESICI. del Dolore e Cure Palliative GUIDA RAPIDA ALL USO DEGLI ANALGESICI SSD Terapia del Dolore e Cure Palliative USO DEGLI ANALGESICI Scegliere e e via somministrazione s o più semplice Seguire la scala degli analgesici dell OMS Somministrare

Dettagli

La Terapia del dolore

La Terapia del dolore La Terapia del dolore Corso di Introduzione alle Cure Palliative-1 St. Christophe, 10 giugno 2006 Dott. Lorenzo Pasquariello Resp. SSD Terapia del Dolore Azienda USL Valle d Aosta Dolore oncologico Dolore

Dettagli

LO STATO DELL ARTE DELLA TERAPIA DEL DOLORE IN ONCOLOGIA CERVICO-CEFALICA

LO STATO DELL ARTE DELLA TERAPIA DEL DOLORE IN ONCOLOGIA CERVICO-CEFALICA LE NUOVE FRONTIERE DELL ONCOLOGIA CERVICO-CEFALICA DAL TRATTAMENTO PERSONALIZZATO ALLA QUALITA DELLA VITA LO STATO DELL ARTE DELLA TERAPIA DEL DOLORE IN ONCOLOGIA CERVICO-CEFALICA U.O.A. Anestesia, Rianimazione

Dettagli

VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO

VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO II CONGRESSO NAZIONALE AIIAO L infermiere in Oncologia tra management e pratica clinica: quale futuro? Napoli 24-25 maggio 2013 VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO N. Galtarossa D. Grosso L.

Dettagli

del dolore cronico Furio Zucco

del dolore cronico Furio Zucco Basi del trattamento del dolore cronico Furio Zucco Dolore: meccanismi recettoriali e siti d azione Sistema limbico Talamo Corteccia somatosensoriale Sistema mediale Formazione reticolare Sistema laterale

Dettagli

è il termine tecnico con cui si designa un farmaco che attenua o elimina il dolore con gli analgesici si cura il sintomo ma non la causa del dolore

è il termine tecnico con cui si designa un farmaco che attenua o elimina il dolore con gli analgesici si cura il sintomo ma non la causa del dolore Analgesico è il termine tecnico con cui si designa un farmaco che attenua o elimina il dolore con gli analgesici si cura il sintomo ma non la causa del dolore Analgesico ideale EFFICACE LUNGA DURATA D

Dettagli

Anestesia per il controllo del dolore: come usare gli oppioidi e non solo.. Dott. Maurizio Nocerino med.vet.

Anestesia per il controllo del dolore: come usare gli oppioidi e non solo.. Dott. Maurizio Nocerino med.vet. Anestesia per il controllo del dolore: come usare gli oppioidi e non solo.. Dott. Maurizio Nocerino med.vet. ANALGESICO IDEALE Elevata efficacia analgesica su tutte le componenti del dolore Rapido inizio

Dettagli

Il Dolore Oncologico. Dott. Alessandro Fabrizio Sciacca

Il Dolore Oncologico. Dott. Alessandro Fabrizio Sciacca Il Dolore Oncologico Dott. Alessandro Fabrizio Sciacca Il dolore neoplastico Il dolore neoplastico è una sorta di dolore globale con più componenti. fisiche, psichiche e affettive Il dolore è principalmente

Dettagli

La gestione del dolore nel paziente con mieloma: fra farmaci e consigli. Fabrizio Cavalloro

La gestione del dolore nel paziente con mieloma: fra farmaci e consigli. Fabrizio Cavalloro La gestione del dolore nel paziente con mieloma: fra farmaci e consigli Fabrizio Cavalloro CHE COSA E IL DOLORE E CHE FUNZIONE HA? IL DOLORE Il dolore è una esperienza spiacevole, sensoriale ed emozionale,

Dettagli

Gestione dell assuefazione

Gestione dell assuefazione Gestione dell assuefazione ROTAZIONE OPPIACEI Sostituzione di un oppiaceo con un altro Q U A N D O? Dolore controllato, ma gli effetti collaterali sono eccessivi e non controllabili. Analgesia inadeguata,

Dettagli

Il dolore nel trattamento delle lesioni cutanee

Il dolore nel trattamento delle lesioni cutanee Il dolore nel trattamento delle lesioni cutanee Pavia 18 giugno 2008 Docente Dott. Dario Paladino inf. esperto in wound care Vice-Presidente AISLeC Che cosa è il dolore? 1 Dolore Il dolore è una sgradevole

Dettagli

U.O. ANESTESIA RIANIMAZIONE TERAPIA ANTALGICA OSPEDALE DI CHIOGGIA LA TERAPIA ANTALGICA INVASIVA NEL DOLORE ONCOLOGICO DOTT.

U.O. ANESTESIA RIANIMAZIONE TERAPIA ANTALGICA OSPEDALE DI CHIOGGIA LA TERAPIA ANTALGICA INVASIVA NEL DOLORE ONCOLOGICO DOTT. U.O. ANESTESIA RIANIMAZIONE TERAPIA ANTALGICA OSPEDALE DI CHIOGGIA LA TERAPIA ANTALGICA INVASIVA NEL DOLORE ONCOLOGICO DOTT. CINETTO ANDREA DOLORE NEL MALATO NEOPLASTICO 50 80 45 40 35 30 25 20 15 10 5

Dettagli

definire indagare trattare

definire indagare trattare definire indagare [ ] Perché questo bisogna ammetterlo, sai, quando hai questi dolori orribili [ ] il corpo pretende molto da te, pretende attenzione, non vuole che tu ti distragga da lui. Ma se per un

Dettagli

Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali

Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali Affrontare il Dolore cronico in ambito clinico. Licia Serra Centro Sociale Oncologico ASS1 4 marzo 2010 Definizione di DOLORE Un esperienza

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR IDROMORFONE

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR IDROMORFONE RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI CLORIDRATO ATC N02AA03 (JURNISTA ) Presentata da Componente Commissione Prontuario Terapeutico Regionale In data: novembre 2007 Per le seguenti motivazioni (sintesi):

Dettagli

Gestione del Dolore Incidente

Gestione del Dolore Incidente Gestione del Dolore Incidente 1 D.E.I. Dolore Episodico Intenso ( breakthrough pain ) Sinonimi: Dolore intercorrente Dolore transitorio Dolore episodico Definizioni : Episodi dolorosi che emergono, in

Dettagli

Indice. Prima parte FARMACOLOGIA. Neurochimica e neurofisiologia della nocicezione. Oppiacei. Farmaci antinfiammatori non steroidei

Indice. Prima parte FARMACOLOGIA. Neurochimica e neurofisiologia della nocicezione. Oppiacei. Farmaci antinfiammatori non steroidei Indice Prima parte FARMACOLOGIA 1 Neurochimica e neurofisiologia della nocicezione Introduzione................... 3 Concetti generali................ 4 Fisiologia e fisiopatologia del dolore e della nocicezione...........

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER LA GESTIONE DEL DOLORE CON FARMACI OPPIOIDI NEL PAZIENTE CON NEOPLASIA RICOVERATO PRESSO LA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER LA GESTIONE DEL DOLORE CON FARMACI OPPIOIDI NEL PAZIENTE CON NEOPLASIA RICOVERATO PRESSO LA PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER LA GESTIONE DEL DOLORE CON FARMACI OPPIOIDI NEL PAZIENTE CON NEOPLASIA RICOVERATO PRESSO LA SAN MATTEO PDTA 18 Gestione del dolore nel paziente con Rev

Dettagli

Molto efficaci i soprattutto sul ldolore osteoarticolare. Molto dannosi QUINDI UTILI IN FASE ACUTA MA NON CRONICA

Molto efficaci i soprattutto sul ldolore osteoarticolare. Molto dannosi QUINDI UTILI IN FASE ACUTA MA NON CRONICA Terapia Farmacologica nel dolore cronico farmaci antichi per usi nuovi Farmaci antiinfiammatori I classici FANS ASA Diclofenac Ibuprofene - Ketoprofene Nimesulide Piroxicam Inibitori selettivi COX-2 Celecoxib

Dettagli

Indice SEZIONE I DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DEL DOLORE CRONICO

Indice SEZIONE I DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DEL DOLORE CRONICO Indice SEZIONE I DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DEL DOLORE CRONICO 1. Il problema del dolore cronico... 3 Introduzione al dolore cronico e persistente... 3 Prevalenza del dolore cronico... 4 Costi associati

Dettagli

Eleggibilità e randomizzazione

Eleggibilità e randomizzazione 1 Criteri di inclusione Diagnosi istologica o citologica di tumore solido in fase avanzata locale e/o metastatica... 2. Dolore medio giornaliero 4 misurato con NRS e riferito alle ultime 24 ore, attribuibile

Dettagli

ALLEGATO I. Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio

ALLEGATO I. Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio ALLEGATO I Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio Conclusioni scientifiche - Sindrome da astinenza: Con Effentora/Actiq si

Dettagli

EFFETTI DELL ETA SULLA PERCEZIONE DEL DOLORE. G.Ricci. Geriatric Emergency Medicine Verona, 16-17 maggio 2014

EFFETTI DELL ETA SULLA PERCEZIONE DEL DOLORE. G.Ricci. Geriatric Emergency Medicine Verona, 16-17 maggio 2014 EFFETTI DELL ETA SULLA PERCEZIONE DEL DOLORE G.Ricci Geriatric Emergency Medicine Verona, 16-17 maggio 2014 ...mugghia come bue, salta come cerbio, morde come lupo, abbaia come cane, rugghia come leone,

Dettagli

IMPACT PROACTIVE 2014 "choosing wisely"

IMPACT PROACTIVE 2014 choosing wisely IMPACT PROACTIVE 2014 "choosing wisely" Istituzioni e Associazioni dei pazienti: doveri delle istituzioni e diritti del Cittadino, in linea con la Legge 38/2010 Rossana Monciino S.C. Farmaceutica Territoriale

Dettagli

Legnago (VR) Concorso Aziendale Qualità 2008

Legnago (VR) Concorso Aziendale Qualità 2008 REGIONE VENETO Legnago (VR) Concorso Aziendale Qualità 2008 TITOLO DEL PROGETTO Monitoraggio del dolore e dell efficacia della terapia antalgica nel paziente oncologico seguito in DH o ambulatorio CONCORSO

Dettagli

SINDROME D ASTINENZA

SINDROME D ASTINENZA SINDROME D ASTINENZA Dipende dalla quantità di sostanza assunta e dalla velocità di eliminazione dall organismo. Nel caso del metadone i sintomi sono gli stessi, ma l insorgenza della sindrome è più lenta,

Dettagli

Il dolore oncologico. www.slidetube.it

Il dolore oncologico. www.slidetube.it Il dolore oncologico Dati epidemiologici 14 milioni di persone sono affette da cancro nel mondo Ogni anno vengono diagnosticati 7 milioni di nuovi casi Il tasso standardizzato di mortalita per cancro in

Dettagli

L a p a p p r p oc o ci c o o al a l Con o c n o c r o so s p r e S ed e i d i Fa F r a mac a e c u e t u i t che

L a p a p p r p oc o ci c o o al a l Con o c n o c r o so s p r e S ed e i d i Fa F r a mac a e c u e t u i t che L approccio al Concorso per Sedi Farmaceutiche dalla Preparazione all Esposizione Analgesici narcotici ANALGESICI NARCOTICI Totale: 67 ANALGESICI NARCOTICI 65 105 135 158 191 208 236 247 259 288 347 376

Dettagli

Dolore fisico. www.slidetube.it

Dolore fisico. www.slidetube.it Dolore fisico Quante volte si presenta Localizzazione Caratteristiche (pulsante, lancinante, fastidioso ) Intensità (da 0 a 10, moderato o forte) Se gli orari sono stati rispettati Presenza di fattori

Dettagli

IL TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO

IL TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO IL TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO Dott. Carlo Gatti U.O. Oncologia - Ematologia 16 Ottobre 2012 Azienda ULSS n.14 CHIOGGIA (VE) via Madonna Marina, 500 30015 CHIOGGIA ( VE) www.asl14chioggia.veneto.it

Dettagli

Direzione Sanitaria Aziendale FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO

Direzione Sanitaria Aziendale FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO PER IL PAZIENTE ONCOLOGICO IN STADIO AVANZATO CON SINTOMATOLOGIA DOLOROSA CRITICA CHE ACCEDE ALLA MACROATTIVITA DI CURE PALLIATIVE PDT 064.1 SC Oncologia Medica Protocollo

Dettagli

Formazione cure palliative. Carpi 14/12/2013. Caso clinico

Formazione cure palliative. Carpi 14/12/2013. Caso clinico Formazione cure palliative Carpi 14/12/2013 Caso clinico Antonio ha 55 anni,è sposato ed ha 2 figli di 18 e 14 anni. E impiegato. Due anni fa è stato operato di resezione del colon ascendente per carcinoma.

Dettagli

STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE

STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE STRATEGIE DI TRATTAMENTO DELLE TOSSICODIPENDENZE Luca Luciani TOLLERANZA Fenomeno a causa del quale un consumatore di sostanze stupefacenti deve assumere dosi sempre maggiori per ottenere l effetto desiderato

Dettagli

Evita il metabolismo epatico di primo passaggio. Evita picchi dei 2 principali metaboliti per la gradualità del raggiungimento dello stady state

Evita il metabolismo epatico di primo passaggio. Evita picchi dei 2 principali metaboliti per la gradualità del raggiungimento dello stady state MORFINA SOTTOCUTANEA Evita l ampia variabilità interindividuale Evita il metabolismo epatico di primo passaggio Evita picchi dei 2 principali metaboliti per la gradualità del raggiungimento dello stady

Dettagli

TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO

TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO SITUAZIONE ALGICA MAGGIORE PERIDURALE CONTINUA Analgesia OPPURE PERINERVOSO CONTINUO + AD ORARI FISSI OPPURE ENDOVENOSO CONTINUO * + AD ORARI FISSI * in mancanza di

Dettagli

! Dolore Episodico Intenso (D.E.I.) o breakthrough pain. ! Equivalenze analgesiche. ! Tabelle di conversione. ! Caso clinico.

! Dolore Episodico Intenso (D.E.I.) o breakthrough pain. ! Equivalenze analgesiche. ! Tabelle di conversione. ! Caso clinico. ! Dolore Episodico Intenso (D.E.I.) o breakthrough pain! Equivalenze analgesiche! Tabelle di conversione! Caso clinico Vanna Rinaldi 14/12/2013 D.E.I. Dolore Episodico Intenso (breakthrough cancer pain

Dettagli

OSPEDALE SENZA DOLORE

OSPEDALE SENZA DOLORE OSPEDALE SENZA PROTOCOLLO TERAPIA ANTALGICA PRONTO SOCCORSO Direttore: Dott.ssa Maria Serena Verzuri Imposta la terapia antalgica: medico di reparto Gestione terapia antalgica: medico di reparto Collaboratori:

Dettagli

La terapia del dolore

La terapia del dolore La terapia del dolore Il CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA recita all articolo 37.. in caso di malattie a prognosi sicuramente infausta o pervenute in fase terminale, il medico deve limitare la sua opera all

Dettagli

MODALITÀ D USO DEI FARMACI ANALGESICI SECONDO L ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ

MODALITÀ D USO DEI FARMACI ANALGESICI SECONDO L ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ MODALITÀ D USO DEI FARMACI ANALGESICI SECONDO L ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ l protocollo terapeutico prevede l utilizzo di una scala farmacologica sequenziale a tre gradini costituita da quattro

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Titolo: IL DOLORE INUTILE Relatore: dott.ssa Roberta Perin inf. Rita Moretta Servizio Cure Palliative Ulss 2 Feltre Data : 21 maggio 2014 Sede: Aula Piccolotto

Dettagli

IL DOLORE CRONICO IN MEDICINA GENERALE

IL DOLORE CRONICO IN MEDICINA GENERALE APPROCCIO AL DOLORE CRONICO BENIGNO IL DOLORE CRONICO IN MEDICINA GENERALE Luciano Bertolusso MMG - ASL CN2 Alba - Bra CHE COS E IL DOLORE (IASP) una sgradevole esperienza sensoriale ed emotiva associata

Dettagli

Allegato A PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE ( PTDA ) DEL PAZIENTE CON DOLORE ONCOLOGICO

Allegato A PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE ( PTDA ) DEL PAZIENTE CON DOLORE ONCOLOGICO Allegato A PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE ( PTDA ) DEL PAZIENTE CON DOLORE ONCOLOGICO Premessa Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) nel complesso delle sue fasi di definizione,

Dettagli

Farmaci di scelta nelle cure palliative

Farmaci di scelta nelle cure palliative QUADERNO DI LAVORO Farmaci di scelta nelle cure palliative Provincia autonoma di Trento Servizio Sanitario Provinciale Contenuti Trattamento farmacologico del dolore nel paziente terminale Trattamento

Dettagli

MORFINA ORALE E ALTRI OPPIOIDI NEL DOLORE ONCOLOGICO Terapie consolidate negli adulti e novità

MORFINA ORALE E ALTRI OPPIOIDI NEL DOLORE ONCOLOGICO Terapie consolidate negli adulti e novità Aggiornamento del Pacchetto Informativo sui Farmaci n.9 (Ottobre 2004) MORFINA ORALE E ALTRI OPPIOIDI NEL DOLORE ONCOLOGICO Terapie consolidate negli adulti e novità Il dolore oncologico rappresenta un

Dettagli

ULSS n. 6 COMMISSIONE TERAPEUTICA OSPEDALIERA PROTOCOLLO D USO CLINICO DEGLI ANALGESICI

ULSS n. 6 COMMISSIONE TERAPEUTICA OSPEDALIERA PROTOCOLLO D USO CLINICO DEGLI ANALGESICI Servizio Sanitario Nazionale Regione del Veneto UNITÀ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA SERVIZIO DI FARMACIA OSPEDALIERA tel. 0444/753484 fax 0444/753941 ULSS n. 6 COMMISSIONE TERAPEUTICA OSPEDALIERA

Dettagli

Il dolore neoplastico. Nicola Galtarossa Azienda Ospedaliera di Padova AUDITORIUM OSPEDALE di S. POLO MONFALCONE 20 NOVEMBRE 2004

Il dolore neoplastico. Nicola Galtarossa Azienda Ospedaliera di Padova AUDITORIUM OSPEDALE di S. POLO MONFALCONE 20 NOVEMBRE 2004 Il dolore neoplastico Nicola Galtarossa Azienda Ospedaliera di Padova AUDITORIUM OSPEDALE di S. POLO MONFALCONE 20 NOVEMBRE 2004 Definizione accademica Il dolore è una sgradevole esperienza emotiva e sensoriale

Dettagli

TERAPIA DEL DOLORE ASPETTI TECNOLOGICI E NORMATIVI

TERAPIA DEL DOLORE ASPETTI TECNOLOGICI E NORMATIVI TERAPIA DEL DOLORE ASPETTI TECNOLOGICI E NORMATIVI Le raccomandazioni dell OMS (1996), per il trattamento del dolore, si basano su : - uso di formulazioni farmaceutiche ad azione prolungata; - mantenimento

Dettagli

IL DOLORE ( INUTILE ) : LA PENA IN PIU DEL MALATO

IL DOLORE ( INUTILE ) : LA PENA IN PIU DEL MALATO IL DOLORE ( INUTILE ) : LA PENA IN PIU DEL MALATO Il dolore del Malato in Hospice: suo riconoscimento e trattamento. Dott.ssa Gulmini Loretta Hospice Le onde e il mare IL DOLORE CRONICO (ONCOLOGICO): SUO

Dettagli

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Corso per farmacisti operanti nei punti di erogazione diretta delle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna AUSL Piacenza

Dettagli

IL DOLORE GLOBALE E LE SUE FONTI

IL DOLORE GLOBALE E LE SUE FONTI 1 Premessa L ambito di applicazione delle Cure Palliative riguarda di norma il controllo del dolore e degli altri sintomi nella fase terminale di patologie evolutive e irreversibili,definibile secondo

Dettagli

Peptidi oppioidi e Analgesici oppiacei

Peptidi oppioidi e Analgesici oppiacei Peptidi oppioidi e Analgesici oppiacei Farmacologia Speciale ß-Endorfina. Gangli della base. Ipofisi. Corteccia. N. arcuato ipotalamo. Amigdala. midollo allungato Encefaline Dinorfine ampia distribuzione

Dettagli

[Numero 26 - Articolo 4. Maggio 2008] Buprenorfina: Nuovi trucchi con una vecchia molecola per la gestione del dolore

[Numero 26 - Articolo 4. Maggio 2008] Buprenorfina: Nuovi trucchi con una vecchia molecola per la gestione del dolore [Numero 26 - Articolo 4. Maggio 2008] Buprenorfina: Nuovi trucchi con una vecchia molecola per la gestione del dolore Titolo originale: "Buprenorphine. New Tricks With an Old Molecule for Pain Management"

Dettagli

GLI ULTIMI GIORNI DI VITA. Marco Rabusin U.O. di Emato-Oncologia pediatrica IRCCS Burlo Garofolo

GLI ULTIMI GIORNI DI VITA. Marco Rabusin U.O. di Emato-Oncologia pediatrica IRCCS Burlo Garofolo GLI ULTIMI GIORNI DI VITA Marco Rabusin U.O. di Emato-Oncologia pediatrica IRCCS Burlo Garofolo GLI ULTIMI GIORNI DI VITA I tumori rappresentano la prima causa di morte non accidentale nei paesi industrializzati

Dettagli

Il dolore acuto e transitorio è localizzato e risulta chiaramente legato ad uno stimolo (meccanico, termico o chimico) di alta intensità

Il dolore acuto e transitorio è localizzato e risulta chiaramente legato ad uno stimolo (meccanico, termico o chimico) di alta intensità DOLORE NEUROPATICO FISIOPATOLOGIA, DIAGNOSI E TERAPIA 2008 Definizione Il dolore, esperienza spiacevole, sensitiva ed emozionale, associata con danno tissutale reale o potenziale oppure descritta nei termini

Dettagli

Farmacodipendenza. Addiction

Farmacodipendenza. Addiction Farmacodipendenza Ricerca compulsiva di una sostanza per ottenere uno stato di piacere /euforia o per alleviare uno stato di sofferenza, nonostante vi siano gravi conseguenze sociali o per la salute Addiction

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO

LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA LINEE GUIDA PER IL TRATTAMENTO DEL DOLORE ONCOLOGICO OTTOBRE 2008 1 INTRODUZIONE Definizione di dolore: Una sgradevole esperienza sensoriale ed emotiva, associata ad un

Dettagli

Quando il dolore è ancora un problema. XVII CIPOMO Congresso Nazionale Roma, 20-22 giugno 2013

Quando il dolore è ancora un problema. XVII CIPOMO Congresso Nazionale Roma, 20-22 giugno 2013 Quando il dolore è ancora un problema XVII CIPOMO Congresso Nazionale Roma, 20-22 giugno 2013 Marta Gentili vivere senza dolore onlus In Italia, nel 2012, si stimano circa 364 mila nuove diagnosi per tumore

Dettagli

Il dolore il confine tra psiche e corpo

Il dolore il confine tra psiche e corpo Il dolore il confine tra psiche e corpo C. SOLARO Dipartimento Neurologia ASL3 genovese Genova Il dolore è una emozione opposta al piacere (Aristotele) Piacere e dolore non possono essere classificati

Dettagli

IL DOLORE CRONICO DOTT.SSA BANFI MARIAGRAZIA

IL DOLORE CRONICO DOTT.SSA BANFI MARIAGRAZIA IL DOLORE CRONICO DOTT.SSA BANFI MARIAGRAZIA IL DOLORE CRONICO Il dolore cronico presente nelle malattie degenerative, neurologiche, oncologiche, specie nelle fasi avanzate e terminali di malattia, assume

Dettagli

TERAPIA DEL DOLORE. Dr. Alessandro Bernardini

TERAPIA DEL DOLORE. Dr. Alessandro Bernardini HOME DOLORE TERAPIA DEL DOLORE Dr. Alessandro Bernardini IL DOLORE è una esperienza sensoriale ed emotiva sgradevole associata a danno tissutale effettivo o potenziale. Il dolore è multifattoriale. Singole

Dettagli

Cannabis. Cannabis sativa var. indica. foglie e infiorescenze femminili. resina. marijuana. hashish

Cannabis. Cannabis sativa var. indica. foglie e infiorescenze femminili. resina. marijuana. hashish Cannabis Cannabis sativa var. indica foglie e infiorescenze femminili marijuana resina hashish Cannabinoidi 9-tetraidrocannabinolo 8-tetraidrocannabinolo cannabinolo cannabidiolo Farmacocinetica THC alta

Dettagli

L uomo che soffre di EP spesso prova scarsa autostima, disagio, frustrazione, addirittura puo' soffrire anche di ansia e 2, 4, 6

L uomo che soffre di EP spesso prova scarsa autostima, disagio, frustrazione, addirittura puo' soffrire anche di ansia e 2, 4, 6 2f5hy Per problemi di visualizzazione clicchi qui 2f5hx L eiaculazione precoce (EP) e' una condizione medica frequente, in particolare e' la disfunzione sessuale piu' comune e in Italia ne soffre un uomo

Dettagli

ANTIARITMICI CLASSE I A CHINIDINA, PROCAINAMIDE, DISOPIRAMIDE

ANTIARITMICI CLASSE I A CHINIDINA, PROCAINAMIDE, DISOPIRAMIDE ANTIARITMICI CLASSE I A CHINIDINA, PROCAINAMIDE, DISOPIRAMIDE Università degli studi di Cagliari Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Neuroscienze B. B. Brodie Sezione Farmacologia Clinica Prof.ssa

Dettagli

Classificazione del dolore

Classificazione del dolore Dolore neuropatico Classificazione del dolore NOCICETTIVO NEUROPATICO (dovuto a danno/disfunzione del sistema somatosensoriale) MISTO quando i sintomi del dolore nocicettivo si sommano a quelli del dolore

Dettagli

IL DOCUMENTO AMAP SUL BUON USO DEGLI OPPIOIDI

IL DOCUMENTO AMAP SUL BUON USO DEGLI OPPIOIDI D. Beltrutti, V. Menardo, R. Lippolis e Coll. - AMAP IL DOCUMENTO AMAP SUL BUON USO DEGLI OPPIOIDI D. Beltrutti, V. Menardo, R. Lippolis, L. Pasquariello, A. Burato, P. Ghio, R. Bellini, L. Parigi, M.

Dettagli

ELEMENTI DI PSICOFARMACOLOGIA

ELEMENTI DI PSICOFARMACOLOGIA ELEMENTI DI PSICOFARMACOLOGIA (2) Dott. Francesco Matarrese ANTIDEPRESSIVI TRICICLICI 1 Farmaci Antidepressivi AD Triciclici Amitriptilina (adepril, laroxil) Clomipramina (anafranil) Desipramina (nortimil)

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Sede legale e amministrativa: Via Salvatore Maugeri 4, 27100 Pavia Italy Tel. 0382 592504 Fax 0382 592576 www.fsm.it C.F. e P. IVA 00305700189 Registro Persone Giuridiche Private della Regione Lombardia

Dettagli

Fratture vertebrali in osteoporosi: trattamento

Fratture vertebrali in osteoporosi: trattamento Martedì Salute GAM 3 dicembre 2013 Fratture vertebrali in osteoporosi: trattamento Dott. Antonio Bruno Chirurgia i Vertebrale Clinica Cellini, Torino Resp. Dott J. Demangos OSTEOPOROSI Disordine scheletrico

Dettagli

Il dolore procedurale, la sua gestione e le medicazioni attive. D.A.I.- Dott. Dario PALADINO Vice Presidente A.I.S.Le.C

Il dolore procedurale, la sua gestione e le medicazioni attive. D.A.I.- Dott. Dario PALADINO Vice Presidente A.I.S.Le.C Il dolore procedurale, la sua gestione e le medicazioni attive D.A.I.- Dott. Dario PALADINO Vice Presidente A.I.S.Le.C NOCICETTIVO NEUROPATICO MISTO DOLORE NOCICETTIVO È solitamente ben localizzato, acuto

Dettagli

Il dolore 06/04/2014. Dr. M. Bernardo Hospice Cure Palliative Bolzano. CODICE DEONTOLOGICO DEL MEDICO Art. 3

Il dolore 06/04/2014. Dr. M. Bernardo Hospice Cure Palliative Bolzano. CODICE DEONTOLOGICO DEL MEDICO Art. 3 Il dolore Dr. M. Bernardo Hospice Cure Palliative Bolzano CODICE DEONTOLOGICO DEL MEDICO Art. 3 Dovere del medico è la tutela della vita, della salute fisica e psichica dell Uomo e il sollievo della sofferenza

Dettagli

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma SEBASTIANO FILETTI Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche Università di Roma Sapienza, Roma La malattia tiroidea è in aumento negli ultimi anni. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti

Dettagli

La palliazione : non basta sedare il dolore. Maria Beatrice Padelletti Galina Krasteva

La palliazione : non basta sedare il dolore. Maria Beatrice Padelletti Galina Krasteva La palliazione : non basta sedare il dolore Maria Beatrice Padelletti Galina Krasteva Italia 2011 ogni giorno vengono diagnosticati circa 1.000 nuovi casi di tumore. decessi causati da tumore circa 174.000

Dettagli

I DISTURBI D ANSIA TRA LA PATOLOGIA ORGANICA E LA PATOLOGIA PSICHICA: L APPROCCIO FARMACOTERAPEUTICO

I DISTURBI D ANSIA TRA LA PATOLOGIA ORGANICA E LA PATOLOGIA PSICHICA: L APPROCCIO FARMACOTERAPEUTICO I DISTURBI D ANSIA TRA LA PATOLOGIA ORGANICA E LA PATOLOGIA PSICHICA: L APPROCCIO FARMACOTERAPEUTICO Nella risposta di stress si verificano specifiche variazioni nel rilascio di neurotrasmettitori, neuromodulatori

Dettagli

EFFETTI COLLATERALI. bla bla bla bla

EFFETTI COLLATERALI. bla bla bla bla EFFETTI COLLATERALI bla bla bla bla E TERAPIA DI SUPPORTO Patrizia Tosi (Rimini) Bortezomib - effetti collaterali Astenia Piastrinopenia Neuropatia periferica Ipotensione Diarrea/nausea Riattivazione Herpes

Dettagli

Il ruolo della terapia antalgica

Il ruolo della terapia antalgica Il ruolo della terapia antalgica Dr.ssa Cristina Mastronicola Centro Dipartimentale Terapia Antalgica e Cure Palliative - Azienda Usl di Modena Modena, 29 Settembre 2012 Legge 38/2010 Art.2 (Definizioni)

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Conferenza Stato Regioni Ministero della Salute Fondazione Gigi Ghirotti Opuscolo su: APPROCCIO GLOBALE AL DOLORE CRONICO Iniziativa nell ambito della G I O R N A T A D E L S O L L I E V O 2 6 M a g g

Dettagli

TRATTAMENTO DEL DOLORE CRONICO ONCOLOGICO. Raffaele Angelo Madaio

TRATTAMENTO DEL DOLORE CRONICO ONCOLOGICO. Raffaele Angelo Madaio TRATTAMENTO DEL DOLORE CRONICO ONCOLOGICO Raffaele Angelo Madaio In Europa il 56% dei pazienti oncologici soffre almeno mensilmente di dolore moderato-severo. Il 6 % dei pazienti lamenta dolore da più

Dettagli

LA LEGGE 38: QUALI OBBLIGHI E QUALI OPPORTUNITÀ GLI ANALGESICI OPPIACEI

LA LEGGE 38: QUALI OBBLIGHI E QUALI OPPORTUNITÀ GLI ANALGESICI OPPIACEI III convegno triveneto Le competenze e la responsabilità in urgenza-emergenza LA LEGGE 38: QUALI OBBLIGHI E QUALI OPPORTUNITÀ GLI ANALGESICI OPPIACEI Giorgio Mariot UOSD Terapia Antalgica ULSS 5 Lagundo

Dettagli

La Terapia Antalgica Invasiva. Il 4 Gradino4. DR. S. Di Santo

La Terapia Antalgica Invasiva. Il 4 Gradino4. DR. S. Di Santo La Terapia Antalgica Invasiva Il 4 Gradino4 DR. S. Di Santo Chronic Pain Treatment Continuum Dolore cronico: Scala dei Trattamenti Terapia medica (NSAIDs, oppioidi, antidepressivi, anticonvulsivanti, cortisonici,

Dettagli

Mi Mai come oggi. l arsenale terapeutico. nutrito La Legge 38/2010 Tanti modelli organizzativi i in arrivo Modificato retaggio culturale

Mi Mai come oggi. l arsenale terapeutico. nutrito La Legge 38/2010 Tanti modelli organizzativi i in arrivo Modificato retaggio culturale farmaci antichi per usi nuovi NON NUOVI FARMACI MA NUOVE PROSPETTIVE Mi Mai come oggi l arsenale terapeutico dell algologo è stato cosi nutrito La Legge 38/2010 Tanti modelli organizzativi i in arrivo

Dettagli

LINEA GUIDA TERAPIA DEL DOLORE ONCOLOGICO. Rev. DESCRIZIONE MODIFICA DATA

LINEA GUIDA TERAPIA DEL DOLORE ONCOLOGICO. Rev. DESCRIZIONE MODIFICA DATA pag. 1 di 17 DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE: Rev. DESCRIZIONE MODIFICA DATA DOCUMENTO DI PROPRIETA DELLA ASL DELLA PROVINCIA DI LECCO RESPONSABILITA' FUNZIONE NOMINATIVO FIRMA DATA Redazione Responsabile

Dettagli

La scelta dei farmaci Pierangelo Lora Aprile

La scelta dei farmaci Pierangelo Lora Aprile La scelta dei farmaci Pierangelo Lora Aprile Brief Pain Inventory Un test clinico utile per valutare le limitazioni funzionali di un paziente con dolore cronico dovrebbe: Essere semplice da comprendere

Dettagli

BDZ: uso clinico. Disturbi d ansia. Insonnia (datante da poco tempo od occasionale) Epilessia. Come miorilassanti ad azione centrale.

BDZ: uso clinico. Disturbi d ansia. Insonnia (datante da poco tempo od occasionale) Epilessia. Come miorilassanti ad azione centrale. In preanestesia Disturbi d ansia Insonnia (datante da poco tempo od occasionale) Epilessia BDZ: uso clinico Come miorilassanti ad azione centrale Due considerazioni relative alla farmacocinetica 1. Quando

Dettagli

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti)

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti) 56 13. Alcol etilico - Proprietà farmacologiche, effetti collaterali, usi clinici. - Farmacocinetica. - Intossicazione acuta e cronica e loro trattamento. - Dipendenza e sindrome da astinenza, loro trattamento.

Dettagli

Terapia del dolore CAPITOLO 68. Principi di terapia del dolore e cure palliative. Augusto Caraceni Cinzia Martini Ernesto Zecca

Terapia del dolore CAPITOLO 68. Principi di terapia del dolore e cure palliative. Augusto Caraceni Cinzia Martini Ernesto Zecca CAPITOLO 68 Augusto Caraceni Cinzia Martini Ernesto Zecca Terapia del dolore Principi di terapia del dolore e cure palliative Molti passi avanti sono stati fatti nella cura del dolore in oncologia negli

Dettagli

http://perception02.cineca.it/q4/perception.dll

http://perception02.cineca.it/q4/perception.dll link simulazione http://perception02.cineca.it/q4/perception.dll username: studente bisazza password: bisazza La nocicezione, risultato di una somma algebrica L intensità dell informazione nocicettiva

Dettagli

Carmine Sinno Pronto Soccorso Matera. Il dolore nel malato terminale

Carmine Sinno Pronto Soccorso Matera. Il dolore nel malato terminale Carmine Sinno Pronto Soccorso Matera Il dolore nel malato terminale IL TRATTAMENTO DEL DOLORE NEL DEA( Sinno) 2007 PROTOCOLLO INFERMIERISTICO PER IL TRATTAMENTO PRECOCE DEL DOLORE ACUTO (Lolaico-Sinno)

Dettagli

TOSSICODIPENDENZE TOSSICODIPENDENZE

TOSSICODIPENDENZE TOSSICODIPENDENZE TOSSICODIPENDENZE Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI TOSSICODIPENDENZE Identificare e classificare i diversi tipi di DROGHE e SOSTANZE che provocano TOSSICODIPENDENZA Cosa significa DIPENDENZA,

Dettagli

ZICONOTIDE (30-10-2007)

ZICONOTIDE (30-10-2007) ZICONOTIDE (30-10-2007) Specialità: Prialt (Eisai Srl) Forma farmaceutica: soluzione per infusione intratecale 1fl 1ml 100mcg/ml 556.10 1fl 5ml 100mcg/ml 2.780.52 Prezzo al pubblico da banca dati Farmadati

Dettagli

a cura del Comitato Esecutivo A cura del Comitato Esecutivo Ceformed Adattamento a cura di Doriano Battigelli - MMG - Ceformed

a cura del Comitato Esecutivo A cura del Comitato Esecutivo Ceformed Adattamento a cura di Doriano Battigelli - MMG - Ceformed a cura del Centro Regionale di Formazione per l Area delle Cure Primarie Anno XIII / N. 1 - Gennaio-Marzo 2009 Programma di attività del Ceformed per l anno 2009 a cura del Comitato Esecutivo Formazione

Dettagli

REGINA CETTOLIN INFERMIERA COMITATO OSPEDALE SENZA DOLORE U.O.S TERAPIA ANTALGICA E CURE PALLIATIVE U.O. ANESTESIA RIANIMAZIONE

REGINA CETTOLIN INFERMIERA COMITATO OSPEDALE SENZA DOLORE U.O.S TERAPIA ANTALGICA E CURE PALLIATIVE U.O. ANESTESIA RIANIMAZIONE REGINA CETTOLIN INFERMIERA COMITATO OSPEDALE SENZA DOLORE U.O.S TERAPIA ANTALGICA E CURE PALLIATIVE U.O. ANESTESIA RIANIMAZIONE OSPEDALE CIVILE DI CONEGLIANO AZIENDA U.L.S.S N.7 REGIONE DEL VENETO IL DOLORE

Dettagli

Trattamento farmacologico del dolore episodico intenso in radioterapia

Trattamento farmacologico del dolore episodico intenso in radioterapia Trattamento farmacologico del dolore episodico intenso in radioterapia Dott. Fabio Ferrarese U.O.C. Radioterapia Oncologica OC Treviso Direttore: dott. Alessandro Gava Il dolore proviene da 4 siti fondamentali:

Dettagli

Associazione per la Ricerca sulla Depressione Via Belfiore 72 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it

Associazione per la Ricerca sulla Depressione Via Belfiore 72 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Associazione per la Ricerca sulla Depressione Via Belfiore 72 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione resistente alla terapia farmacologica di Salvatore Di Salvo I dati della

Dettagli

Poche delle cose che il medico fa sono più importanti dell alleviare il dolore (Angell 1982)

Poche delle cose che il medico fa sono più importanti dell alleviare il dolore (Angell 1982) Poche delle cose che il medico fa sono più importanti dell alleviare il dolore (Angell 1982) Il dolore è un nefando Signore dell umanità, più terribile della morte stessa (Albert Schweitzer) Il dolore

Dettagli

Approccio al Dolore Cronico Benigno. Alba 26.02.2011. S.O.C. di Anestesia, Terapia Antalgica e Cure Palliative Intra-Extra

Approccio al Dolore Cronico Benigno. Alba 26.02.2011. S.O.C. di Anestesia, Terapia Antalgica e Cure Palliative Intra-Extra Approccio al Dolore Cronico Benigno Gli Oppiodi Alba 26.02.2011 S.O.C. di Anestesia, Terapia Antalgica e Cure Palliative Intra-Extra Ospedaliere Ospedale S. Spirito BRA Direttore SOC: dr. E. Ravera Direttore

Dettagli

Neurobiologia delle ricadute e linee guida degli interventi antifumo e di terapia di disassuefazione da nicotina

Neurobiologia delle ricadute e linee guida degli interventi antifumo e di terapia di disassuefazione da nicotina Neurobiologia delle ricadute e linee guida degli interventi antifumo e di terapia di disassuefazione da nicotina Cristiano Chiamulera Professore Associato di Farmacologia Sezione di Farmacologia Dipartimento

Dettagli

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta LA RADIOTERAPIA E un metodo di cura conosciuto da più di 100 anni che prevede l utilizzo di radiazioni

Dettagli