L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento"

Transcript

1 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 1

2 Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Cara futura mamma, se desidera mettere al mondo un figlio o prevede un parto tra pochi mesi, Lei può dare un contributo determinante prima e durante la gravidanza affinché questa nuova vita abbia un inizio ottimale. Basta nutrirsi in modo variato ed equilibrato, avere un attività fisica sufficiente e seguire un igiene corretta in cucina. 2 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

3 Per noi è un piacere offrirle il nostro sostegno e comunicarle le informazioni più importanti su questa tematica. Innanzitutto teniamo a mostrarle per quali motivi durante la gravidanza è importante nutrirsi in modo equilibrato e avere un attività fisica sufficiente; desideriamo inoltre informarla sui rischi possibili che può evitare. Sperando di esserle utili con i nostri suggerimenti e aiuti per un alimentazione ottimale durante la gravidanza, Le porgiamo i nostri migliori auguri per il Suo prossimo futuro. Ufficio federale della sanità pubblica Unità di direzione protezione dei consumatori Sezione rischi in materia di alimentazione e tossicologia Prima della gravidanza Per permettere a un neonato di ben iniziare la sua vita, occorre cominciare a prepararsi già prima della gravidanza con una misura che permetta di evitare i casi di spina bifida (rachischisi). La vitamina acido folico svolge in questo caso un ruolo molto importante: se l organismo della donna non ne contiene a sufficienza, può succedere che all inizio dello sviluppo del bambino alcuni processi essenziali non si svolgano in modo ottimale. Ad esempio, potrebbe manifestarsi il fenomeno della spina bifida, che comporta una disabilità permanente. Un alimentazione sana e variata, conformemente alla piramide alimentare, costituisce una buona base per lo sviluppo del Suo bambino, ma perlopiù non basta per assumere la quantità di acido folico necessaria ad evitare tale malformazione. A tal scopo, alle donne che vorrebbero o potrebbero avere bambini è consigliato di completare la propria alimentazione assumendo 0,4 mg di acido folico sintetico (corrispondenti a 400 microgrammi) sotto forma di pastiglie o capsule, meglio se integrati in un preparato multivitaminico, possibilmente 4 settimane prima del concepimento e durante le prime 12 settimane di gravidanza. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 3

4 Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Durante la gravidanza Aumento di peso consigliato durante la gravidanza L aumento di peso consigliato durante la gravidanza dipende dal peso della donna prima di restare incinta. Un adeguato aumento di peso influisce sulla durata della gravidanza e sul peso del neonato. A tal fine, occorre un alimentazione equilibrata comprendente diversi pasti suddivisi sull arco della giornata, come descritto nel paragrafo successivo. La tabella qui sotto indica l aumento ottimale di peso delle donne incinte paragonato al peso della donna prima della gravidanza. BMI = Body Mass Index = Peso corporeo in kg (Altezza in m) 2 BMI prima Aumento di Aumento di della peso com- peso consigliato gravidanza plessivo con- per settimana in kg/m 2 sigliato in kg in kg Peso normale 18,5-24,9 11,5-16 0,4 dalla 12a sett. di grav. Sottopeso <18,5 12,5-18 0,5 dalla 12a sett. di grav. Sovrappeso 25-29,9 7-11,5 0,3 dalla 12a sett. di grav. Fortemente sovrappeso >29,9-39,9 7 Sovrappeso patologico > L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

5 Raccomandazioni generali per un alimentazione equilibrata Basi di un alimentazione equilibrata Le basi di un alimentazione equilibrata durante la gravidanza poggiano sulla piramide alimentare svizzera per adulti. Un alimentazione diversificata ed equilibrata, e un adeguato aumento di peso sono le basi della vita futura del bambino. Quotidianamente con moderazione A sufficienza ogni giorno Ad ogni pasto principale Il piacere con parsimonia 5 al giorno in svariati colori In grandi quantità durante tutta la giornata L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 5

6 Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Scegliere prodotti integrali come fonti importanti di vitamine, sali minerali e fibre Con ogni pasto principale consumare un contorno ricco di amido, vale a dire 3 porzioni quotidiane, di cui se possibile almeno due porzioni sotto forma di prodotti integrali. 1 porzione = g di pane o = g di patate o = g di fiocchi/pasta/mais/riso/altri cereali [peso lordo] = g di leguminose come lenticchie/ceci [peso lordo] Consumare carne, pesce, uova, latte e latticini come fonti importanti di proteine nonché ferro, zinco e vitamina B 12, acidi grassi omega 3 (pesce) e calcio Carne da 2 a 3 volte alla settimana e pesce da 1 a 2 volte alla settimana: consumare ogni giorno, alternativamente, una porzione di carne, pesce, uova, formaggio o altre fonti di proteine come p. es. tofu o quorn. 1 porzione = g di carne/pesce [peso a crudo] = 2 3 di uova o = 200 g di quark/cottage cheese o = 60 g di formaggio a pasta dura o = g di tofu/quorn Consumare quotidianamente 3 porzioni di latte e latticini, preferibilmente nelle varianti a basso tenore di grassi. 1 porzione = 2 dl di latte o = g di yogurt o = 200 g di quark/cottage cheese o = g di formaggio 6 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

7 Mangiare 5 volte al giorno verdura o frutta quali fonti importanti di vitamine e sali minerali Mangiare quotidianamente tre volte verdura e due volte frutta (una porzione corrisponde a una mano piena o ad almeno 120 g) Consumare quotidianamente, ma con moderazione, olio e grassi quali fonti di vitamine e di acidi grassi insaturi Utilizzare quotidianamente 2 3 cucchiaini da tè (10 15 g) di olio vegetale ad alto valore nutritivo come l olio di colza o di oliva per piatti freddi (p. es. per le salse per l insalata). Utilizzare quotidianamente 2 3 cucchiaini da tè (10 15 g) di olio vegetale per le preparazioni calde (stufati, arrosti): p. es. è consigliato l olio di oliva. All occorrenza, utilizzare quotidianamente 2 cucchiaini da tè (10 g) di burro o margarina a base di olio ad alto valore nutritivo spalmati sul pane. È consigliato il consumo di una porzione di noci al giorno (1 porzione = g di mandorle o di noci o di nocciole ecc.). Per informazioni sul tema dei grassi, può consultare Internet. Consumare con moderazione dolciumi, salatini e bevande dolcificate Consumare con moderazione dolciumi, salatini e bevande dolcificate (p. es. soft drink, tè freddo, energy drink). Utilizzare sale iodato e fluorato e salare i cibi con parsimonia. Bere a sufficienza Vale a dire 1,5 2 litri di liquidi preferibilmente sotto forma di bevande non dolcificate, p.es. acqua / acqua minerale o tè di frutta o di erbe. Consumare con moderazione bevande contenenti caffeina (al massimo due o tre tazze di caffè o di tè nero o verde) ed evitare se possibile bevande contenenti chinino (p. es. acqua tonica o bitter lemon). L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 7

8 Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Energia Vitamine e sali minerali Soltanto a partire dal quarto mese di gravidanza occorre un apporto supplementare di energia affinché l aumento di peso della madre dia garanzie ottimali per un normale sviluppo corporeo del feto. Il fabbisogno di energia aumenta di circa kcal/giorno ( kj/giorno) fino a raggiungere una media di circa 2500 kcal/giorno (10470 kj/giorno). Questo fabbisogno supplementare corrisponde a circa 100 g di pane con una fetta di formaggio. Nel corso delle prime 12 settimane di gravidanza vi è soprattutto un maggior bisogno di vitamine e sali minerali. La copertura del maggior bisogno di vitamine, sali minerali e oligoelementi assume un importanza critica, quando le quantità fornite dall alimentazione quotidiana sono già insufficienti. Si raccomanda pertanto l assunzione di integratori alimentari multivitaminici e di sali minerali d accordo con il medico. Una vitamina particolare: l acido folico L assunzione di acido folico non è importante solo prima del concepimento, ma va prolungata anche durante le prime 12 settimane di gravidanza con l assunzione di preparati supplementari, allo scopo di evitare difetti al tubo neurale (spina bifida) del bambino. Come già detto nell introduzione, la quantità supplementare necessaria di 0,4 mg (400 microgrammi) di acido folico non è raggiungibile neanche con un alimentazione equilibrata. Tuttavia, chi non vuole assumerne una quantità supplementare, dovrebbe integrare la propria alimentazione scegliendo derrate alimentari arricchite con acido folico. L acido folico è contenuto nella verdura verde, nella verdura a foglie, nei germogli di frumento, nei prodotti integrali, nelle leguminose, nella carne e nei tuorli d uovo. Calcio, ferro, zinco, vitamina B 12 e vitamina D Occorre prestare particolare attenzione all apporto di calcio, ferro, zinco, vitamina B 12 e vitamina D. Eventualmente, in aggiunta all acido folico, occorrerà un apporto complementare di queste sostanze nutritive a partire dalla dodicesima settimana di gravidanza. 8 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

9 Vitamine e sali minerali Grassi Alimentazione vegetariana Se non si ricorre a integratori alimentari, un alimentazione vegana o vegetariana non equilibrata può essere pericolosa per il bambino. Nel caso di un alimentazione vegana (rifiuto di assumere proteine animali sotto qualsiasi forma), è necessario ricorrere a integratori alimentari per le vitamine B 12 e D, nonché per il calcio. Sviluppo del cervello e degli occhi Uno sviluppo ottimale del cervello e degli occhi dipende da un apporto sufficiente di acidi grassi omega 3. Con l alimentazione è possibile assumere acidi grassi omega 3 soprattutto nutrendosi di pesci ricchi di grassi, ragion per cui durante la gravidanza si raccomanda di consumare regolarmente pesce ( g/settimana). Determinati pesci ricchi di grassi, nonché diversi generi di pesci predatori possono contenere quantità elevate di sostanze nocive. Nella sezione «Possibili rischi dovuti all alimentazione durante la gravidanza» sono indicati i pesci che è preferibile consumare e quelli che vanno invece evitati. Attività fisica Una moderata attività fisica (nuoto, camminate o una leggera ginnastica) può contribuire al benessere della donna incinta calmando eventuali disturbi come dolori alla schiena, costipazione, stanchezza o ritenzione idrica. Inoltre, contribuisce a impedire un eventuale diabete da gravidanza. Per ulteriori informazioni o domande concernenti il tema dell attività fisica durante la gravidanza si rivolga al Suo medico. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 9

10 Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Possibili rischi dovuti all alimentazione durante la gravidanza Alimenti critici per la donna in stato di gravidanza Pesce Determinati pesci contengono elevate quantità di mercurio (metilmercurio). Per questo motivo è preferibile rinunciare completamente a cibarsi di pesce spada, marlin/aguglia imperiale e squalo. Il consumo di tonno fresco o di luccio di provenienza estera dovrebbe essere limitato a 1 porzione (130 g) per settimana. Il tonno in scatola può essere consumato fino a un massimo di 4 porzioni da 130 g per settimana. Aringhe e salmoni del Mar Baltico non vanno consumati a causa dell elevato tenore di diossina o di composti diossina-simili. Raccomandiamo di consumare 1 o 2 porzioni per settimana di pesci, preferibilmente grassi, come per esempio trota, scorfano, coregone, sardine, ippoglosso comune o tonno in scatola. Selvaggina Il consumo di selvaggina in salmì dovrebbe essere limitato a due porzioni a settimana non superiori a 200 g a causa del suo possibile contenuto eccessivo di piombo. Fegato Il fegato del vitello e dei pesci a basso tenore di grassi contiene molta vitamina A. Un apporto eccessivo di fegato nella fase iniziale della gravidanza può provocare malformazioni del bambino. Alle donne in età fertile si sconsiglia pertanto il consumo di fegato di vitello. Malattie infettive trasmesse dagli alimenti Toxoplasmosi L agente patogeno Toxoplasma gondii è un parassita che infesta soprattutto i gatti. L essere umano può tuttavia divenire l ospite intermedio di questo parassita, diffuso a livello mondiale e da cui la metà circa degli svizzeri è già stata infettata divenendone di conseguenza immune. Circa 2 donne incinte su 1000 vengono infettate per la prima volta dalla toxoplasmosi durante la gravidanza. L infezione è dovuta alle 10 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

11 Malattie infettive trasmesse dagli alimenti uova dell agente patogeno Toxoplasma gondii contenute nelle feci dei gatti, le quali, se diffuse da vento e polvere, possono infettare le verdure. Inoltre, queste uova possono essere ingerite con l erba dagli animali da produzione e finire di conseguenza nella carne. È pertanto possibile contrarre un infezione consumando carne cruda o verdure dell orto, eventualmente già contaminate direttamente dalle feci di gatti randagi. L infezione non presenta per lo più alcun sintomo, o soltanto i sintomi di una leggera influenza. Per avere un riscontro dell infezione occorre un esame del sangue. Il feto può subire gravi lesioni causate da Toxoplasma gondii in caso di infezione durante la gravidanza. Con il protrarsi della gravidanza aumenta il rischio di trasmissione della malattia ma diminuisce invece la gravità delle eventuali lesioni del feto. Durante la gravidanza si dovrebbe pertanto osservare un igiene adeguata in cucina (lavare sempre accuratamente le mani e le verdure sotto l acqua corrente). Occorre anche comportarsi con prudenza con i gatti (niente coccole; portare guanti di gomma quando si lava la cassetta del gatto; mantenere una certa umidità nella cassetta del gatto per evitare il passaggio delle feci secchi nell aria). Listeriosi La listeriosi è una malattia infettiva che colpisce in particolare i ruminanti (per esempio le mucche). Può però infettare anche gli esseri umani, soprattutto in seguito al consumo di latte crudo e di formaggi a pasta molle o semidura derivati da latte crudo o pastorizzato, più raramente dal consumo di altri alimenti (carne cruda, pesce, verdura) o in seguito al contatto con animali malati. L agente patogeno è un batterio (Listeria monocytogenes), diffuso a livello mondiale, piuttosto resistente e in grado di moltiplicarsi anche alle basse temperature del frigorifero. Resiste persino al congelamento e all essiccazione, ma è eliminato con i procedimenti di cottura, arrostitura, sterilizzazione e pastorizzazione. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 11

12 Un alimentazione ottimale per madre e figlio prima e durante la gravidanza Riepilogo delle raccomandazioni per le donne in stato di gravidanza Evitare i prodotti crudi di derivazione animale, come latte crudo, uova crude e carne cruda (tartare) Evitare formaggi a pasta molle o semidura derivati da latte crudo o pastorizzato Consumare solo latte e latticini pastorizzati o UHT Il consumo di formaggi svizzeri a pasta (extra) dura derivati da latte crudo o pastorizzato non comporta alcun rischio Non mangiare fegato durante le prime dodici settimane di gravidanza Non consumare generi voluttuari come alcol o altre sostanze che generano dipendenza Bere al massimo 2 3 tazze di caffè al giorno Consumare con moderazione altre bevande contenenti caffeina (tè verde o tè nero) Se possibile non consumare bevande contenenti chinino Mangiare, per settimana, 1 2 porzioni di pesce preferibilmente ricco di grassi (p.es. trote, sebasti o scorfani di Norvegia, coregoni, sardine, ippoglossi dell Atlantico o tonno in scatola). Rinunciare completamente alla carne di pesce spada, marlin/aguglia imperiale e squalo Mangiare selvaggina in salmì al massimo due volte a settimana in porzioni non superiori a 200 g Lavare le mani prima e dopo la preparazione del pasto e anche prima dei pasti Lavare accuratamente frutta e verdura Separare i cibi crudi da quelli cotti Preparare separatamente carne e verdure Mangiare carne ben cotta e uova sode Pulire accuratamente gli utensili di cucina che entrano in contatto con prodotti crudi Prudenza nel contatto con i gatti 12 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

13 Ulteriori informazioni sono fornite anche nell opuscolo «Mamma e bambino» della Società svizzera di nutrizione (SSN). Il rapporto della Commissione federale per l alimentazione «Alimentazione durante la gravidanza e l allattamento: pericoli per la madre e il bambino» è disponibile su Internet (vedi allegato). Sperando che i nostri suggerimenti e consigli per un alimentazione ottimale durante la gravidanza Le tornino utili, Le auguriamo una piacevole e serena gravidanza e molta gioia con il futuro cittadino del mondo. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 13

14 Un alimentazione ottimale per mamma e bambino durante l allattamento 14 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

15 Un alimentazione ottimale per mamma e bambino durante l allattamento Cara mamma, Lei ha deciso di allattare al seno il Suo bambino. I vantaggi dell allattamento al seno - come ad esempio la protezione del lattante contro le allergie e le malattie infettive o il vincolo emozionale tra madre e bambino - sono evidenti e ampiamente preponderanti rispetto al rischio di un eventuale presenza di sostanze nocive nel latte materno. L OMS raccomanda pertanto di nutrire il bambino esclusivamente con latte materno durante i primi sei mesi di vita e in seguito, se possibile, di proseguire l allattamento al seno fino alla fine del secondo anno di vita in combinazione con una pappa di complemento sicura e adeguata al bambino. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 15

16 Un alimentazione ottimale per mamma e bambino durante l allattamento Dopo la nascita, l allattamento al seno è per il bambino la migliore alimentazione in assoluto e la più naturale. Indipendentemente dal fatto che allatti a pieno regime, in parte o non allatti del tutto, dopo la nascita è importante che nel Suo ruolo di madre Lei abbia un alimentazione equilibrata e variata, affinché il Suo corpo possa riprendersi quanto prima dalle fatiche della gravidanza e del parto. Ciò è pure importante per superare bene il periodo fisicamente faticoso dell allattamento al seno. Durante questo periodo, Suo figlio, e anche Lei, dovete nutrirvi in modo ottimale con un alimentazione equilibrata. Per noi è un piacere offrirle il nostro sostegno e comunicarle le informazioni più importanti su questa tematica. Innanzitutto teniamo a mostrarle quali motivi rendono importante un alimentazione equilibrata durante il periodo dell allattamento. Desideriamo inoltre informarla sui possibili rischi. Anche su Internet o nell opuscolo «Madre e bambino» della Società svizzera di nutrizione (SSN) sono disponibili informazioni dettagliate sull alimentazione durante il periodo dell allattamento al seno. Le facciamo i nostri migliori auguri per il Suo prossimo futuro. Ufficio federale della sanità pubblica Unità di direzione protezione dei consumatori Sezione rischi in materia di alimentazione e tossicologia 16 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

17 Basi di un alimentazione equilibrata Piramide alimentare svizzera Per il periodo dell allattamento al seno valgono le medesime raccomandazioni applicabili durante la gravidanza. La piramide alimentare dovrebbe fungere da base per un alimentazione sana ed equilibrata, vale a dire per un alimentazione variata e mista con pasti distribuiti regolarmente sull arco della giornata e con molta frutta e verdura, latte e latticini come importante fonte di proteine e calcio, carne (salvo la selvaggina) per il ferro, lo zinco e la vitamina B 12, grassi vegetali per l apporto di acidi grassi insaturi, nonché pesce 1 2 volte per settimana per l apporto di acidi grassi omega 3 e omega 6. Quotidianamente con moderazione A sufficienza ogni giorno Ad ogni pasto principale Il piacere con parsimonia 5 al giorno in svariati colori In grandi quantità durante tutta la giornata L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 17

18 Un alimentazione ottimale per mamma e bambino durante l allattamento Vitamine, sali minerali e oligoelementi importanti e le loro fonti Qui di seguito sono indicati gli alimenti in cui vi sono quantità particolarmente elevate di singole vitamine, sali minerali e oligoelementi: acido folico: verdura verde, verdura a foglie, germogli di frumento, prodotti integrali, leguminose, carne e tuorli d uovo; vitamina C: agrumi, pomodori, broccoli, ribes, patate; la vitamina C migliora l assorbimento del ferro; vitamina D: margarina, pesci oleosi; questa vitamina può essere sintetizzata dal corpo con la luce solare; calcio: formaggio, latte, latticini, acqua minerale, pesce (sardine), pane, noci, verdura verdi; magnesio: noci, leguminose, cereali integrali, carne, verdure, frutta (particolarmente le banane); ferro: carne magra, verdura verde, frutta secca, noci, cereali integrali, leguminose. Durante l allattamento vi è comunque un bisogno supplementare di sostanze nutritive addirittura leggermente superiore a quello presente durante la gravidanza. L elenco seguente contiene alcune proposte per l alimentazione delle madri che allattano al seno. 18 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

19 Checklist In questo modo può coprire il maggior fabbisogno di tutte le vitamine e i sali minerali necessari per Lei e per il Suo bambino. Cosa dovrebbero bere e mangiare in più le donne che allattano (secondo F. Daehler) Verdura e insalata 2 3 volte al giorno 1 porzione (di cui 1 cruda) Frutta e succhi di frutta 3 4 volte al giorno (frutta di stagione se possibile da mangiare cruda) Pane, riso, prodotti di cereali, patate, leguminose 3 5 volte al giorno (se possibile prodotti integrali) 1 2 volte alla settimana leguminose Latte e latticini 4 volte al giorno (p. es. 2x 2 dl di latte, 1 yogurt, 20 g di formaggio) Carne e pollame max. 1 volta al giorno, max. 5 volte alla settimana 1 porzione (120 g) max. 1 volta alla settimana insaccati salmistrati (p. es. prosciutto, salsicce) max. 1 volta alla settimana prodotti grassi (p. es. salame, lardo) max. 1 2 volte al mese interiora (fegato, rognoni, cervella) Pesce 1 2 volte alla settimana 1 porzione (150 g) Uova 3 4 volte alla settimana, compresi i cibi e i prodotti contenenti uova Olio, grasso e burro ca. 40 g di grasso visibile al giorno, per esempio g di burro (10 g = 1 cucchiaio da tavola) spalmato sul pane o per cuocere - 10 g di grasso per friggere, p. es. olio di arachidi o di oliva, - 10 g di olio a elevato valore alimentare per la cucina fredda (dips e salse per insalate), p. es. olio di colza, olio di oliva, olio di cardi, olio di germi di mais L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 19

20 Un alimentazione ottimale per mamma e bambino durante l allattamento Checklist Liquidi 2,5 3 l al giorno (se possibile bevande non zuccherate) Dolciumi con moderazione (prudenza: calorie vuote e grassi nascosti!) Alcol dato che passa nell organismo del bambino insieme al latte materno, l alcol deve essere evitato Sale da cucina utilizzare sale da cucina iodato e fluorato (pacchetto verde) Fabbisogno energetico Vegetariane Durante l allattamento il corpo materno produce circa 780 ml di latte al giorno, per cui occorrono circa 650 kcal. Così, nei primi 3 4 mesi dopo la nascita, il fabbisogno energetico quotidiano ammonta a circa 2700 kcal, di cui una parte può essere coperta con il deposito di grasso accumulato durante la gravidanza. È un opportunità per perdere il peso superfluo. Il fabbisogno energetico indicato sopra è un valore medio che dipende dalla composizione corporea, dalla costituzione e dall attività fisica della madre che allatta. A molte donne bastano kcal/giorno senza che ciò abbia ripercussioni negative sulla salute del neonato. La madre può allora perdere lentamente peso (circa 500 g/settimana) fino a ritrovare il suo peso originario. Dopo il parto il maggior fabbisogno energetico è dovuto all allattamento. Se per qualsiasi motivo la madre decide di non allattare, o se non può farlo, non vi è maggior fabbisogno energetico. Anche dopo la gravidanza, nei casi di alimentazione vegana (rifiuto di assumere proteine animali sotto qualsiasi forma), è necessario ricorrere a integratori alimentari per le vitamine B 12 e D, nonché per il calcio. Le medesime considerazioni valgono per le carenze di singole sostanze quali il ferro o l acido folico. Sul tema del vegetarianesimo trova ulteriori informazioni in Internet. 20 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

21 Possibili rischi dovuti all alimentazione durante l allattamento I rischi dovuti all alimentazione durante l allattamento possono derivare da sostanze nocive, da una contaminazione microbica dell alimentazione o da un igiene inadeguata in cucina. Durante l allattamento è particolarmente grande il rischio che mercurio e piombo, diossina e composti diossina-simili passino nel corpo del neonato attraverso il latte materno. Determinati pesci contengono elevate quantità di mercurio (metilmercurio). Per questo motivo si deve rinunciare completamente a consumare pesce spada, marlin/aguglia imperiale e squalo. Il consumo di tonno fresco o di luccio di provenienza estera dovrebbe essere limitato a 1 porzione (130 g) per settimana. Il tonno in scatola può essere consumato fino a un massimo di 4 porzioni da 130 g per settimana. Si devono invece evitare aringhe e salmoni del Mar Baltico a causa dell alto contenuto di diossina e di composti diossina-simili. Il consumo di selvaggina in salmì dovrebbe essere limitato a due porzioni a settimana non superiori a 200 g a causa del suo possibile contenuto eccessivo di piombo. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 21

22 Un alimentazione ottimale per mamma e bambino durante l allattamento La composizione del latte materno è influenzata dagli alimenti consumati dalla madre? Determinate sostanze che compongono la dieta della madre influenzano la composizione del latte materno. I grassi assunti tramite l alimentazione (e la loro composizione), le vitamine e l alcol, la caffeina e la nicotina possono modificare la composizione del latte materno. Non hanno invece alcuna influenza proteine, carboidrati, sali minerali e oligoelementi. Il grasso presente nel latte materno è sintetizzato nelle ghiandole mammarie o è liberato dai tessuti adiposi della madre oppure proviene dall alimentazione della madre. Se il bilancio energetico della madre che allatta è equilibrato, la percentuale del grasso proveniente dall alimentazione è di circa il 30 %. L alimentazione dovrebbe pertanto fornire, se possibile, oli e grassi di elevato valore nutritivo per garantire uno sviluppo ottimale del cervello del lattante. Esempi di oli e grassi di questo genere possono essere ricavati dall elenco di cui sopra. Il tenore di ferro e di calcio del latte materno è indipendente dai valori presenti nel sangue della madre, mentre il tenore di vitamina D corrisponde al valore riscontrato nel sangue della madre. Se la madre trascorre molto tempo all esterno, la luce solare penetrata nella pelle porta alla sintesi di vitamina D, assunta dal lattante attraverso il latte materno. Alcuni bambini reagiscono con coliche e flatulenze a determinati cibi consumati dalla madre. Non sono tuttavia possibili generalizzazioni in merito agli alimenti da evitare. Le donne che per qualsiasi motivo non allattano e desiderano una consulenza possono rivolgersi ai servizi di consulenza per le madri, ai ginecologi o ai pediatri. 22 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

23 Link, numeri di telefono e indirizzi per ottenere maggiori informazioni Ufficio federale della sanità pubblica Su questo sito troverete informazioni sulla nutrizione e sulla gravidanza, il rapporto della Commissione federale per l alimentazione nonché ulteriori informazioni sulle tematiche dei grassi e del vegetarianesimo. Informazioni dettagliate sulla tematica della nutrizione durante l allattamento sono disponibili alla rubrica destinata ai programmi di prevenzione dell Ufficio federale della sanità pubblica nonché nell opuscolo «Mamma e bambino» edito dalla Società svizzera di nutrizione. Società svizzera di nutrizione Fondazione svizzera per la promozione dell allattamento al seno Società svizzera di ginecologia e ostetrica Società svizzera dei pediatri Ufficio federale della sanità pubblica Unità di direzione protezione dei consumatori Divisione sicurezza delle derrate alimentari Sezione rischi in materia di alimentazione e tossicologia Informazioni Sezione rischi in materia di alimentazione e tossicologia, segreteria L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 23

24 Sigla editoriale Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) Editore: Ufficio federale della sanità pubblica Data di pubblicazione: Dicembre 2008 Autori: Camenzind-Frey E, UFSP, Sezione rischi in materia di alimentazione e tossicologia, Zurigo Hesse-Lamm M, UFSP, Unità di direzione protezione dei consumatori, Berna Modalità di citazione: Camenzind-Frey E. e Hesse-Lamm M. L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento. Berna: Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), Impaginazione grafica: Silversign GmbH, visuelle Kommunikation, Berna Fotografie: Fotolia La presente pubblicazione è edita anche in tedesco e francese. Numero di pubblicazione UFSP: UFSP VS EXT0908 Tiratura: i UFSP, Unità di direzione protezione dei consumatori, 3003 Berna Luogo d acquisto: UFCL, Vendita di pubblicazioni federali, 3003 Berna Numero di articolo UFCL: i Stampato su carta sbiancata senza cloro 24 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

Alimentazione e reflusso gastrico

Alimentazione e reflusso gastrico Cause Il reflusso gastrico è causato dal reflusso del contenuto acido dello stomaco nell esofago. Questo succede per esempio con una pressione troppo forte sullo stomaco o perché il muscolo superiore di

Dettagli

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung pag. 1 / 5 Società Svizzera di Nutrizione SSN, Ufficio federale della sanità pubblica UFSP / 2o11 Dolci, snack salati e alcolici In piccole quantità. Oli,

Dettagli

Perdere peso in modo sano

Perdere peso in modo sano Estate 2010 Pagina 1 / 8 Indice: Perdere peso in modo sano P. 2 Introduzione P. 2 Il peso forma P. 3 Bisogno e consumo di energia P. 3 Perdere peso in modo sano ma come? P. 8 Impressum Estate 2010 Pagina

Dettagli

L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento Opuscolo informativo per ginecologi, ostetrici, pediatri e medici di famiglia Sigla editoriale Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) Editore:

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione

Piramide alimentare svizzera. sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione pag. 1 / 5 Società Svizzera di Nutrizione SSN, Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV / 2o11 Dolci, snack salati e alcolici In piccole quantità. Oli, grassi e frutta oleaginosa

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 5 Argomento GRAVIDANZA, CORRETTA ALIMENTAZIONE Eccoci al quinto appuntamento del nostro percorso Mangia bene, vivi sano. L

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

L alimentazione dei bambini

L alimentazione dei bambini Aprile 2010 Pagina 1 / 16 Indice: L alimentazione dei bambini P. 2 Imparare da piccoli P. 2 Esempio dei genitori P. 2 Peso corporeo sano Bilancio energetico P. 3 L alimentazione infantile corretta P. 7

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

le MINIGUIDE di PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo 1 PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Quando si programma l arrivo di un bebè La gravidanza è un evento unico e speciale nella vita di una donna e ogni donna

Dettagli

Dott.ssa Marcella Camellini

Dott.ssa Marcella Camellini Dott.ssa Marcella Camellini ALIMENTAZIONE Aumentare il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, privi di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Privilegiare gli oli vegetali,

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

Brainfood: come nutrirsi per dare il meglio di sé

Brainfood: come nutrirsi per dare il meglio di sé Brainfood: come nutrirsi per dare il meglio di sé In collaborazione con Corinne Spahr Consulente alimentare dipl. SUP Mangiare bene non ci rende più intelligenti di quanto già non siamo, ma scegliere bene

Dettagli

Alimentazione, arteriosclerosi e malattie cardiovascolari

Alimentazione, arteriosclerosi e malattie cardiovascolari Cause L sono la causa di mortalità più frequente nei paesi occidentali industrializzati. In prima linea troviamo l infarto del miocardio come conseguenza della malattia cardiovascolare (MCV). La malattia

Dettagli

Consapevoli e sani. 1. Mantenete il peso corporeo entro valori normali. 2. Fate almeno 30 minuti di movimento al giorno.

Consapevoli e sani. 1. Mantenete il peso corporeo entro valori normali. 2. Fate almeno 30 minuti di movimento al giorno. Dieci suggerimenti della Lega svizzera contro il cancro Consapevoli e sani Un'alimentazione sana e movimento sufficiente possono ridurre il rischio di ammalarsi di cancro. Non è mai troppo tardi per iniziare

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

Alimentazione. durante la gravidanza e l allattamento

Alimentazione. durante la gravidanza e l allattamento Alimentazione durante la gravidanza e l allattamento 3 Indice Affrontare la nascita in perfetta forma P. 4 I cambiamenti di peso durante la gravidanza P. 6 L alimentazione durante la gravidanza e l allattamento

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 2 Argomento ALIMENTAZIONE BAMBINI 0-3 ANNI Eccoci al secondo appuntamento, dedicato ai più piccoli. Una dieta sana ed equilibrata

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

DIVEZZAMENTO PRANZO MERENDA

DIVEZZAMENTO PRANZO MERENDA DIVEZZAMENTO Dal 5-6 mese è consigliabile introdurre alimenti diversi dal latte nella dieta del bambino (divezzamento). Tuttavia il latte, resta il cardine dell'alimentazione del bambino fino a tutto il

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Al fine di comporre correttamente la propria dieta è bene conoscere le qualità dei principali alimenti che in base alle loro principali caratteristiche nutrizionali

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

ATTIVITA FISICA E ALIMENTAZIONE UN BINOMIO INSCINDIBILE. ASL di Lecco Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (S.I.A.N.)

ATTIVITA FISICA E ALIMENTAZIONE UN BINOMIO INSCINDIBILE. ASL di Lecco Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (S.I.A.N.) ATTIVITA FISICA E ALIMENTAZIONE UN BINOMIO INSCINDIBILE ASL di Lecco Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (S.I.A.N.) L attività fisica e l alimentazione sono entrambi comportamenti specifici e reciprocamente

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia TABELLE DIETETICHE La tabella dietetica deve fornire la corretta quantità in nutrienti, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, in modo che l organismo dell individuo non debba ricorrere ad

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO COMUNE DI RAPALLO Allegato n. 2 CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO 1 MENU CARATTERISTICHE DEL MENU 1. Alimenti sempre BIOLOGICI o a LOTTA INTEGRATA

Dettagli

L'Alimentazione (principi alimentari e consigli) Una Sana Alimentazione Ogni essere vivente introduce cibo nell'organismo: questo processo prende il nome di ALIMENTAZIONE. Introdurre cibo nel nostro corpo

Dettagli

Il controllo del peso e l educazione alimentare nel paziente diabetico tipo II

Il controllo del peso e l educazione alimentare nel paziente diabetico tipo II Il controllo del peso e l educazione alimentare nel paziente diabetico tipo II Alimentazione equilibrata èil primo trattamento della malattia diabetica èparte integrante della terapia per ottenere un compenso

Dettagli

Gravidanza e corretta alimentazione. Food safety during pregnancy

Gravidanza e corretta alimentazione. Food safety during pregnancy Gravidanza e corretta alimentazione Food safety during pregnancy Cosa mangiare Una dieta sana Il modo migliore per soddisfare le esigenze alimentari vostre e del bambino è mangiare un ampia varietà di

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Grassi: Grassi. 3. scegli la qualità e limita la quantità

Grassi: Grassi. 3. scegli la qualità e limita la quantità 3. Grassi: Grassi 3. scegli la qualità e limita la quantità 3. Grassi: scegli la qualità e limita la quantità 30 Per stare bene è necessario introdurre con l'alimentazione una certa quantità di grassi,

Dettagli

Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina

Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina Dietista dott.ssa Raimonda Muraro Ass2 Isontina Il Regolamento (UE) 1169/2011 è entrato in vigore il 13 dicembre 2011 e verrà applicato in modo graduale, tramite tappe intermedie. Il testo unico raccoglie

Dettagli

A cosa serve l energia che prendiamo dagli alimenti?

A cosa serve l energia che prendiamo dagli alimenti? UNA DIETA EQUILIBRATA MIGLIORA LA VITA CONSIGLI PER UN ALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE ALOMAR (Associazione Lombarda Malati Reumatici) Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti SS Igiene Nutrizione Milano,

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

TABELLA DEI CARBOIDRATI

TABELLA DEI CARBOIDRATI TABELLA DEI CARBOIDRATI Per una ottimale riuscita del programma dietetico-nutrizionale LineaMed è di fondamentale importanza assortire in modo corretto gli alimenti che compongono il pasto principale (pranzo).

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

OMEGA-life : 1 al giorno per la vita.

OMEGA-life : 1 al giorno per la vita. OMEGA-life : 1 al giorno per la vita. Acidi grassi omega-3 altamente concentrati dal mare. In vendita nelle farmacie e nelle drogherie. 2 Acidi grassi omega-3 grassi di importanza vitale Numerosi studi

Dettagli

Informazioni al femminile

Informazioni al femminile Informazioni al femminile 1. CONTROLLO PRIMA DELLA GRAVIDANZA Il controllo prima di iniziare la gravidanza è molto importante perché la salute della madre condiziona sia il regolare svolgimento della gravidanza

Dettagli

Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010. I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti

Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010. I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti Da Dalle Grave R. Perdere e Mantenere il Peso. Positive Press: Verona, 2010 I gruppi alimentari ed il sistema di scambio degli alimenti Per avere un alimentazione varia, senza assumere elevati quantitativi

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

Dai nutrienti agli alimenti: i gruppi fondamentali e gli extra

Dai nutrienti agli alimenti: i gruppi fondamentali e gli extra Modello alimentare italiano e Stili di Vita Dai nutrienti agli alimenti: i gruppi fondamentali e gli extra Dott.ssa Carla Favaro Specialista in scienza dell alimentazione Dottore di ricerca in Nutrizione

Dettagli

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ABITUDINI NUTRIZIONALI IN ITALIA ETÀ PRESCOLARE E SCOLARE ABITUDINI NUTRIZIONALI 3-53

Dettagli

www.alberodeigelati.it

www.alberodeigelati.it www.alberodeigelati.it presenta La Dieta del Gelato a cura di Dott. Claudio Tomella, Medico - Chirurgo specialista in scienza dell alimentazione, nutrizione, medicina anti-aging Presidente Olosmedica COLAZIONE

Dettagli

LA GRAVIDANZA: LA BUONA ALIMENTAZIONE IN UN CORPO CHE CAMBIA

LA GRAVIDANZA: LA BUONA ALIMENTAZIONE IN UN CORPO CHE CAMBIA Newsletter Maggio 2014 GRAVIDANZA E CIBO a cura di Dr.ssa Marianna Drigo, Dietista e Consulente Nutrizionale LA GRAVIDANZA: LA BUONA ALIMENTAZIONE IN UN CORPO CHE CAMBIA La gravidanza è un evento biologico

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU

TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU TABELLE DIETETICHE E RICETTE (scuola Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado) CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLE TABELLE DIETETICHE E DEI MENU Per la formulazione delle tabelle dietetiche sono state

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI VITA a cura di

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI VITA a cura di INFORMARSI È SEMPLICE, RECLAMARE È FACILE CONOSCERE I PROPRI DIRITTI È IL PRIMO PASSO PER FARLI VALERE Iniziativa organizzata con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico QUESTIONARIO SUGLI

Dettagli

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI

20/11/2009 ALIMENTI ACIDIFICANTI ficanti I grassi La digestione dei grassi mette a disposizione dell organismo acidi grassi, saturi o insaturi. Gli acidi grassi saturi sono di difficile utilizzazione da parte dell organismo e di conseguenza

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA Un alimentazione equilibrata prevede l assunzione di tre pasti durante la giornata: colazione, pranzo e cena ed, eventualmente, due spuntini a metà mattina

Dettagli

L'alimentazione in escursione

L'alimentazione in escursione CopyrightDeposit.com No. 0030877 L'alimentazione in escursione L'alimentazione in escursione Il tipo di alimentazione in montagna è di grande importanza, anche quando stiamo affrontando una breve gita,

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI

ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI Comune di Pavullo nel Frignano Provincia di Modena CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E DEI SERVIZI ACCESSORI NEI NIDI D INFANZIA, NELLE SCUOLE D INFANZIA,

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Città Metropolitana di Genova All. A CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEI MENU Il menù è soggetto a validazione da parte del competente

Dettagli

Informazioni sugli elementi nutritivi

Informazioni sugli elementi nutritivi Informazioni sugli elementi nutritivi Nella terra e nello spazio Gli zuccheri Gli zuccheri (detti anche glucidi o carboidrati)) sono i composti organici più comuni sulla Terra. Le piante li producono con

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI RISTORAZIONE DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

La dieta della Manager Assistant

La dieta della Manager Assistant La dieta della Manager Assistant TUTTI I GIORNI COLAZIONE - 1 vasetto di yogurt oppure 1 tazza di latte parzialmente scremato oppure 1 cappuccino - 3 biscotti secchi oppure 4 fette biscottate oppure 1

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione ALIMENTAZIONE Appunti di lezione CORRETTA ALIMENTAZIONE Un adolescente (13-15 anni) Ha bisogno per crescere di: Energia e Nutrienti Ossia di alimentarsi, ma con misura nè troppo, ne troppo poco. Il termine

Dettagli

Biologo Nutrizionista Ricercatrice Dipartimento oncologia sperimentale IEO Milano XXXII. Giornata Mondiale dell Alimentazione Formia, 16 ottobre 2013

Biologo Nutrizionista Ricercatrice Dipartimento oncologia sperimentale IEO Milano XXXII. Giornata Mondiale dell Alimentazione Formia, 16 ottobre 2013 XXXII Giornata Mondiale dell Alimentazione Formia, 16 ottobre 2013 Biologo Nutrizionista Ricercatrice Dipartimento oncologia sperimentale IEO Milano SmartFood: progetto di ricerca e divulgazione scientifica

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE

LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE LE DIETE NELLE DIVERSE ETA DIETA DEL LATTANTE È considerato lattante un individuo fra 0 e 1 anno di età. Le esigenze e quindi gli apporti nutrizionali in questa fase della crescita sono correlati a caratteristiche

Dettagli

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani L'organizzazione settoriale dell'economia svizzera della carne Proviande società cooperativa Finkenhubelweg 11 Casella postale CH-3001 Berna +41(0)31 309 41 11 +41(0)31 309 41 99 info@proviande.ch www.carnesvizzera.ch

Dettagli

Nutrizione durante la gravidanza e l allattamento Pericoli per la madre e il bambino?

Nutrizione durante la gravidanza e l allattamento Pericoli per la madre e il bambino? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione protezione dei consumatori Nutrizione durante la gravidanza e l allattamento Pericoli per la madre

Dettagli