Premessa. della popolazione. costituisce uno dei presupposti fondamentali per la normale evoluzione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Premessa. della popolazione. costituisce uno dei presupposti fondamentali per la normale evoluzione"

Transcript

1 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite 1 La nutrizione in gravidanza 1 Premessa Il principale obiettivo dell'assessorato alla Sanità è la tutela della salute della popolazione. Un particolare riguardo è rivolto alle donne in gravidanza e alla loro alimentazione. Una corretta nutrizione durante il periodo di gestazione costituisce uno dei presupposti fondamentali per la normale evoluzione della gravidanza ed il normale accrescimento del feto. Questo opuscolo, elaborato in collaborazione con il Servizio di dietetica e nutrizione clinica dell'azienda Sanitaria di Bolzano, ha lo scopo di fornire alcune utili indicazioni affinché la nuova vita che sta per formarsi abbia tutto ciò che serve per crescere bene. Nella speranza che questa pubblicazione venga gradita, auguro alle neo mamme tanta gioia e un futuro sereno con il loro bambino. L'Assessore alla sanità e alle politiche sociali Dr. Richard Theiner

2 La nutrizione in gravidanza 3 2 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite 2 MANGIARE PER DUE? NO, MANGIARE DUE VOLTE MEGLIO! La gravidanza è un evento fisiologico particolare durante il quale la salute di un individuo dipende strettamente dalla salute di un altro. Lo sviluppo del feto, il buon esito del parto e la crescita del bimbo dipendono moltissimo dalla salute sia fisica che psichica della madre prima della gravidanza. Essa è strettamente correlata ad un alimentazione equilibrata prima e durante tutto il periodo gestazionale e dell allattamento. Se la donna si nutre adeguatamente in gravidanza, potrà evitare la maggior parte delle patologie neonatali correlate con l alimentazione. Sarà quindi utile per garantire la copertura energetica e nutrizionale, conoscere alcuni concetti fondamentali da seguire fin dai primi mesi di gravidanza, se non prima del concepimento. 1

3 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite 4 4 La nutrizione in gravidanza 5 PRINCIPI NUTRITIVI Fornitori di energia: Carboidrati o zuccheri Lipidi o grassi Fornitori di materiale plastico (costruzione, mantenimento, rinnovo dei tessuti): Proteine Minerali Fornitori di materiale regolatore dei processi metabolici: Vitamine Minerali L equilibrio nutrizionale prevede l integrazione di tutti i principi nutritivi: 2 Energetici Carboidrati Lipidi Bioregolatrici Vitamine Minerali Stato di salute Plastici Proteine Minerali

4 La nutrizione in gravidanza 7 6 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite 6 CARBOIDRATI (1 grammo = 3,75 cal) Cosa si consiglia: La maggior parte dell alimentazione giornaliera deve essere costituita dai carboidrati che apportano energia al nostro corpo. Distinguiamo carboidrati semplici (zucchero per dolcificare, miele, marmellate, dolci, ecc.), che vengono assorbiti molto velocemente e carboidrati complessi (pane, pasta, riso, cereali, legumi, ecc.), che richiedono una scomposizione in unità più semplici per poter essere assorbiti. Grazie a questo processo essi forniscono gradualmente energia all organismo e contribuiscono così a contenere le oscillazioni della glicemia (=livello di zucchero nel sangue) e a garantire un maggior senso di sazietà. I carboidrati complessi devono far parte di ogni pasto, ma non bisogna eccedere, specialmente con i carboidrati semplici (zuccheri), perché questo eccesso di energia si deposita sotto forma di grasso. Inoltre un apporto sbilanciato di carboidrati comporta il rischio di ipoglicemie (basso livello di zucchero nel sangue) e nel peggiore dei casi può favorire lo sviluppo di un diabete gestazionale. Fabbisogno giornaliero: In una dieta equilibrata devono rappresentare il 50-60% del fabbisogno calorico totale. Carboidrati 50-60% Lipidi 25-30% Proteine 15%

5 La nutrizione in gravidanza 9 8 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite 8 LIPIDI (1 grammo = 9 cal) Acidi grassi Ω6: L olio di soia, l olio di germogli di grano e l olio di mais sono particolarmente ricchi in questi acidi grassi. Anche i lipidi come i carboidrati forniscono energia. I lipidi possono essere immagazzinati e costituiscono la più grande riserva di energia per il corpo. Sono sostanze nutritive, insolubili in acqua, trasportano le vitamine liposolubili, sono componenti fondamentali delle membrane cellulari e degli ormoni. I lipidi sono costituiti da acidi grassi. Fabbisogno giornaliero: In una dieta equilibrata devono rappresentare il 25-30% del fabbisogno Lipidi 25-30% Carboidrati 50-60% Proteine 15% Esistono tre categorie di acidi grassi: calorico totale. Cosa si consiglia: Preferire i grassi vegetali. Per la grande importanza degli acidi grassi Ω3 e Ω6 in gravidanza, si consiglia di utilizzare una miscela di olii per il condimento giornaliero delle pietanze. Per esempio olio d oliva con olio di lino, olio d oliva con olio di girasole o olio di vinacciolo. Incrementare l utilizzo del pesce ricco di acidi grassi omega 3. Ridurre il consumo di alimenti ricchi in grassi animali ( salumi, panna, burro, strutto, formaggi). acidi grassi saturi acidi grassi monoinsaturi acidi grassi poliinsaturi Gli acidi grassi saturi sono presenti maggiormente nei grassi animali (burro, strutto, panna, lardo ), mentre quelli monoinsaturi e poliinsaturi si trovano nei grassi vegetali (oli, semi e frutta secca oleosa). Apportare una quota di grassi vegetali adeguata è fondamentale per garantire l introito di alcuni acidi grassi di grande importanza per l organismo. Questi sono gli acidi grassi Ω3 e Ω6 (omega 3 e omega 6). Acidi grassi Ω3: sono contenuti in alcuni oli vegetali (soprattutto olio di semi di lino) e in molte specie di pesce. Questi acidi grassi apportano numerosi benefici: fungono da prevenzione per le malattie cardiovascolari, abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, hanno un effetto antinfiammatorio e prevengono processi arteriosclerotici. Inoltre sono indispensabili per lo sviluppo cerebrale del feto.

6 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite La nutrizione in gravidanza 11 PROTEINE (1 grammo = 4 cal) FIBRA ALIMENTARE Le proteine sono i costituenti delle cellule di tutti gli organismi animali e vegetali. Data questa funzione importante nella norma non vengono utilizzate come fornitori di energia. Sono costituite da singole unità, dette aminoacidi, che costituiscono i mattoni dell edificio proteico. In effetti ogni organismo costruisce le sue proteine partendo da venti mattoni (aminoacidi). A seconda degli aminoacidi utilizzati, si ottengono proteine diverse. Dei 20 aminoacidi 8 sono definiti essenziali poiché devono essere introdotti quotidianamente con l alimentazione dato che l organismo non è in grado di sintetizzarli. Le proteine animali contengono tutti gli aminoacidi essenziali e sono quindi definite ad alto valore biologico. Non è una sostanza singola ma è l insieme delle componenti vegetali non digeribili dagli enzimi intestinali. Non apportano calorie ma hanno altre funzioni molto importanti per l organismo: La fibra aumenta il volume del cibo ingerito e apporta senso di sazietà. Contribuisce a prevenire la stipsi. Controlla la glicemia (livello di zucchero nel sangue). Previene la formazione di diverticoli e patologia emorroidale. Affinché questi benefici siano garantiti, è indispensabile la corretta assunzione d acqua. Non è necessario assumere fibra sotto forma d integratore (crusca, capsule ), poiché è presente in quantità abbondante in frutta, verdura, legumi, alimenti integrali. Si distinguono: Proteine animali: carne, pesce, uova, formaggio, latte, yogurt. Proteine vegetali: legumi, cereali, frutta secca oleosa. Fabbisogno giornaliero: 0,8-1g/g di peso corporeo. In gravidanza si consiglia una supplementazione di 10g di proteine al giorno perché si dimostrano indispensabili per la costruzione dei tessuti fetali. Proteine 15% Carboidrati 50-60% Lipidi 25-30% Distinguiamo: Fibra idrosolubile (p.e. pectine): Questa fibra forma nell intestino una soluzione viscosa modulando così l assorbimento di zuccheri e grassi. Si trova nei legumi secchi e nella frutta, specialmente in mele e agrumi. Fibra non idrosolubile (p.e. cellulosa): Viene scissa relativamente poco dai batteri intestinali e perciò espulsa con le feci. Aumenta il senso di sazietà e stimola la peristalsi intestinale riducendo il tempo di transito intestinale e prevenendo la stitichezza (stipsi) e tutte le patologie ad essa connesse (diverticoli e patologia emorroidale). La fibra non idrosolubile si trova nei cerali e derivati, soprattutto quelli integrali, nella frutta e nella verdura.

7 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :10 Seite La nutrizione in gravidanza 13 FERRO Questo minerale è un componente fondamentale dell emoglobina, la cui funzione principale è quella di trasportare l ossigeno ai tessuti. In gravidanza il fabbisogno di ferro aumenta sia per l aumentato volume del sangue materno, sia per le necessità del feto e della placenta, sia per colmare le perdite di sangue previste durante il parto. Fabbisogno giornaliero: Dove si trova: Il fabbisogno di ferro nella donna adulta è di 18 mg al giorno. Nella gravidanza il fabbisogno giornaliero arriva a 30 mg. Se questa quota non viene introdotta, il ferro non viene a mancare al feto ma alla madre, con il rischio per la gestante di sviluppare un anemia più o meno intensa. Alimenti di origine animale: carne, pesce, uova (maggior percentuale di ferro assorbibile). Alimenti di origine vegetale: legumi, ortaggi a foglia verde scuro (minore disponibilità di ferro assorbibile rispetto agli alimenti di origine animale). La vitamina C facilita l assorbimento del ferro. Questa vitamina è contenuta in alcuni tipi di frutta (agrumi, iwi) e verdura (peperoni, broccoli). CALCIO e VITAMINA D Il Calcio è il costituente principale dello scheletro. È evidente che per permettere lo sviluppo dello scheletro del feto è necessario un corretto apporto di questo minerale. La vitamina D ha una grande influenza sull assorbimento di calcio e di fosforo. Nel caso di una carenza di calcio e vitamina D vengono consumate le risorse di calcio della madre per garantire l apporto al feto. In tal caso aumenta il rischio della madre di sviluppare l osteomalacia (porta a una demineralizzazione delle ossa). Fabbisogno giornaliero di calcio: In gravidanza il fabbisogno aumenta da 800 mg a 1200 mg al giorno. Dove si trova il calcio: Il calcio è contenuto nel latte, nello yogurt, nei latticini e nei formaggi. Un altra fonte di calcio possono essere alcune acque minerali. Fabbisogno giornaliero di vitamina D: Con l aiuto della luce solare il nostro organismo è capace di produrre la vitamina D a livello cutaneo. È quindi salutare favorire uno stile di vita che possa prevedere del tempo trascorso all aria aperta. Nonostante ciò alla donna gravida viene consigliata un assunzione di 10 µg al giorno. Dove si trova la vitamina D: La vitamina D è contenuta nel pesce, nelle carni bianche (vitello, suino e pollame), nei formaggi e nei funghi.

8 11:11 Seite 14 La nutrizione in gravidanza Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_05 ACIDO FOLICO IODIO L acido folico riveste un ruolo essenziale nella crescita cellulare e nella Lo iodio fa parte delle molecole degli ormoni tiroidei e quindi la sua fun- formazione dei globuli rossi. zione è quella di assicurare all organismo l attività esercitata da questi In caso di un apporto non adeguato di acido folico, soprattutto in com- ormoni. binazione con una carenza di ferro, si può sviluppare un anemia della La carenza di questo minerale porta ad un cambiamento di struttura e gestante. Nella donna in gravidanza la carenza di acido folico si funzione della tiroide. accompagna ad alterazioni del sistema nervoso centrale del feto e in Una carenza di iodio prima della gravidanza può causare aborti, altera- un aumentato rischio di sviluppo di spina bifida e labbro leporino. zioni neurologiche e deficit mentali del nascituro. Tutte le donne in età fertile dovrebbero fare particolare attenzione ad assumere questa vitamina che dovrebbe essere presente in quantità adeguate già prima del concepimento. Fabbisogno giornaliero: Il fabbisogno di iodio aumenta da 150 µg al giorno (donna adulta) a 175 µg al giorno (gestante). Fabbisogno giornaliero: Il fabbisogno di acido folico aumenta in gravidanza da 200 µg a 400 µg. Dove si trova: L alimento più ricco di iodio è il pesce. Dove si trova: L acido folico è contenuto nel frumento integrale ed i suoi derivati, nei legumi, nel lievito e nei vegetali a foglia verde. La carenza di questo minerale può essere facilmente prevenuta con l uso regolare di sale arricchito di iodio nell alimentazione quotidiana.

9 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite La nutrizione in gravidanza 17 VITAMINA A ACQUA Questa vitamina ha un ruolo molto importante per il processo visivo. Altre funzioni da ricordare: assicura il nutrimento della pelle e delle mucose e favorisce l integrità del sistema immunitario. Un introito di vitamina A non adeguato può comportare un disturbo visivo chiamato emeralopia (incapacità dell occhio di adattarsi al buio); un rischio aumentato per infezioni e disturbi delle mucose e della pelle. La vitamina A viene immagazzinata nell organismo e perciò un aumentata assunzione comporta il rischio di una intossicazione che in gravidanza si manifesta con danni per il feto sino all aborto. Per questo motivo viene sconsigliato il consumo di fegato in gravidanza. 100g di fegato infatti contengono più di venti volte la dose giornaliera consigliata. Inoltre si devono evitare preparati multivitaminici particolarmente ricchi in vitamina A. È un nutriente indispensabile anche se non apporta energia. Rappresenta c.a. il 60% del peso di un individuo adulto. In gravidanza la necessità di acqua aumenta sia per le necessità del feto e del liquido amniotico, sia per l aumento del volume plasmatico. In gravidanza l organismo può immagazzinare fino ad 8 litri di liquido, distribuiti tra sangue, liquido amniotico e tessuti. Una corretta idratazione facilita inoltre la funzionalità renale, aiuta la motilità intestinale e previene possibili episodi di cistite. Si consiglia di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, preferibilmente ricca di calcio altamente assimilabile, a basso contenuto di sodio e povera di nitrati. Fabbisogno giornaliero: Dove si trova: Il fabbisogno di vitamina A aumenta da 600 µg a 700 µg in gravidanza. Alimenti con un contenuto alto di vitamina A sono: fegato, tuorlo d uovo, formaggi, tonno, burro.

10 :11 Seite 18 La nutrizione in gravidanza Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_05 CONSIGLI E FABBISOGNI ENERGETICI Macronutrienti e fibra alimentare 3 Fabbisogno giornaliero in gravidanza Fabbisogno giornaliero durante l allattamento Consigli generali Energia 300 cal/ die in più rispetto al fabbisogno prima della gravidanza cal/ die in più rispetto al fabbisogno prima della gravidanza Suddivisone degli alimenti in 5-6 pasti giornalieri Proteine 10 gr in più rispetto al fabbisogno prima della gravidanza 17 gr in più rispetto al fabbisogno prima della gravidanza Preferire le proteine ad alto valore biologico (carne, pesce, formaggio, uova, latte e derivati) Lipidi 25-30% delle cal totali Preferire i grassi vegetali, soprattutto l'olio d'oliva extravergine, a quelli di origine animale. Carboidrati 50-60% delle cal totali Zuccheri semplici: 15% Non consumare gli zuccheri semplici in eccesso; accompagnare ogni pasto con carboidrati complessi gr Regola dei 5 a day : due porzioni di verdura e tre di frutta al giorno; preferire prodotti integrali; garantire un sufficiente apporto d acqua Fibra

11 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite La nutrizione in gravidanza 21 Micronutrienti / Minerali Micronutrienti / Vitamine Minerale Fabbisogno giornaliero in gravidanza Fabbisogno giornaliero durante l allattamento Consigli generali Fonti Vitamina Fabbisogno giornaliero in gravidanza Fabbisogno giornaliero durante l allattamento Consigli generali Fonti Calcio Ferro 30mg 1200 mg 18 mg Miglior assorbimento in presenza di vitamina D Il ferro proveniente da fonti animali è maggiormente disponibile per l'organismo Latte, latticini, formaggio, ortaggi a foglia verde scuro carne in genere, carne di cavallo e coniglio, finferli, ortaggi a foglia verde scuro, legumi, sesamo, miglio, avena Vitamina A Vitamina D 700 µg 950 µg 10 µg Non eccedere con l'introito di alimenti particolarmente ricchi di vit.a, soprattutto fegato. Si consiglia di passare del tempo all'aria aperta. Fegato ed altre frattaglie, formaggio, anguilla, ortaggi e frutta (sotto forma di ß - carotene) Formaggi, uova, pesce, carne bianca, fegato di manzo, funghi Iodio 175µg 200 µg Usare sempre il sale iodato Pesce e frutti di mare, ortaggi a foglia verde scuro, prataioli, carote Vitamina B12 2,6 µg Si trova solo in alimenti di origine animale e in vegetali fermentati (p.e. crauti). fegato, carne, pesce, formaggio, uova, latte e latticini Acido folico 400 µg 350 µg È importante un adeguato apporto per le donne, già prima del concepimento. fegato, carne, legumi, lievito di birra, germe di grano, vegetali a foglia verde, formaggi, frutta secca oleosa

12 :11 Seite 22 La nutrizione in gravidanza Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_05 FRAZIONAMENTO CONSIGLIATO DELL APPORTO ENERGETICO QUOTIDIANO Carboidrati 50-60% Lipidi 25-30% Proteine 15% Come rappresentato nel diagramma sovrastante la maggior parte della dieta giornaliera deve essere costituita dai carboidrati, cioè cereali, tuberi e verdura. Il fabbisogno giornaliero di proteine (carne, pesce, legumi, uova, formaggi, latte e derivati, affettati) è di 0,8-1 grammo per chilogrammo di peso corporeo. Questo spesso comporta un valore di 4 ca. 15% delle chilocalorie totali. Infine il 25-30% è costituito dai lipidi.

13 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite La piramide alimentare 5 gruppo 1/3 porzioni al giorno La nutrizione in gravidanza 25 3 gruppo 1/2 porzioni al giorno 4 gruppo 1-2 porzioni al giorno 1 gruppo 3/5 porzioni al giorno La piramide alimentare fornisce le indicazioni e le quantità e la frequenza con cui gli alimenti dovrebbero essere consumati. Numero di porzioni consigliato Alimento/gruppi alimenti Cereali, tuberi Ortaggi e frutta Carne, pesce, uova, legumi Latte e derivati Grassi da condimento Pane Prodotti da forno Pasta, riso, pasta al uovo fresca Patate Ortaggi/insalata Frutta/ succo di frutta Latte/Yogurt Formaggio fresco e stagionato Olio, burro, margarina 2 gruppo 2/4 porzioni al giorno Porzioni giornaliere (a settimana) (a settimana) 3-4 Entità delle porzioni standard nella alimentazione italiana Gruppo di alimenti Cereali e tuberi Ortaggi e frutta Carne, pesce, uova, legumi Latte e derivati Grassi da condimento Alimenti Pane Prodotti da forno Pasta o riso* Pasta fresca all'uovo* Patate Insalata Ortaggi Frutta o succo Carne fresca Carne stagionata (salumi) Pesce Uova Legumi secchi Legumi freschi Latte Yogurt Formaggio fresco Formaggio stagionato Olio Burro Porzioni giornaliere 1 rosetta/ 1 fetta media 2-4 biscotti/2,5 fette biscottate 1 porzione media 1 porzione piccola 2 patate piccole 1 porzione media 1 finocchio/2 carciofi 1 frutto medio (arance, mele) 2 frutti piccoli (albicocche, mandarini) 1 fettina piccola 3-4 fette medie prosciutto 1 porzione piccola n 1 uovo 1 porzione media 1 porzione media 1 bicchiere 1 confezione piccola 1 porzione media 1 porzione media 1 cucchiaio 1 porzione Peso (1 vasetto) (INRAN 2003) *in minestra metà porzione (INRAN 2003)

14 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite La nutrizione in gravidanza 27 QUANTO DEVE AUMENTARE UNA DONNA IN GRAVIDANZA? L aumento di peso in gravidanza è fisiologico ed essenziale sia per il feto che per l allattamento. Per definire ottimale l aumento di peso di una donna in stato gravidico, è bene fare riferimento all Indice di massa corporeo (IMC) pregravidico. L IMC è un rapporto che mette in relazione il peso espresso in g con l altezza espressa in metri. IMC= Kg/(m 2 ) 5 I range di riferimento nell adulto (WHO 1995) suddividono la popolazione secondo fasce: IMC < 18.5 sottopeso IMC normopeso IMC sovrappeso IMC 30 obesità Il range del normopeso riferito dagli IMC non corrisponde a un ideale di bellezza, ma a criteri di salute: in questo range, secondo le statistiche, esiste il più basso tasso di mortalità e morbilità.

15 :11 Seite 28 La nutrizione in gravidanza Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_05 Secondo la Società Italiana di Nutrizione Umana l incremento di peso ottimale raccomandabile sarebbe così delineato: IMC pre-gravidico Aumento di peso auspicabile < g g g non più di 7g Grossi incrementi di peso, come crescite di peso insufficienti, possono creare complicanze ostetriche e perinatali: gestosi, macrosomia fetale, prematurità, aumento di mortalità perinatale. Distribuzione dell incremento ponderale I 12.5g che una donna normopeso aumenta mediamente in gravidanza sono distribuiti come segue: 6.5g per l aumento dei tessuti materni (sangue, tessuto adiposo ) 6g per il feto, il liquido amniotico e la placenta.

16 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite La nutrizione in gravidanza 31 FABBISOGNO ENERGETICO IN GRAVIDANZA Perché in gravidanza il fabbisogno energetico è aumentato: 1. Necessità energetiche della madre Crescita tissutale (utero, mammelle, tessuto adiposo, volume plasmatico) Aumentata attività cardiaca Aumento della pressione arteriosa Aumento della ventilazione polmonare 2. Necessità dello sviluppo tissutale del feto 3. Accantonamento energetico per il periodo d allattamento Per un corretto aumento di peso la donna in gravidanza ha bisogno di un extra di 300 cal al giorno (INRAN 2003). In una donna adulta normopeso questo corrisponde c.a. al 15% del fabbisogno giornaliero. 6 La quota di 300 cal corrispondono a uno spuntino di: una mela 150 g un bicchiere di latte 150 ml una fetta di pane integrale 30 g e un pezzo di formaggio emmenthal 20 g. Quindi la futura madre non deve mangiare per due, ma solo nutrirsi meglio.

17 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite La nutrizione in gravidanza 33 ALTERAZIONI DELL APPARATO DIGERENTE IN GRAVIDANZA L iperacidità di stomaco (pirosi gastrica): è conseguenza del diminuito tono della parete dello stomaco. In tal caso è ancora più importante il frazionamento dei pasti. La stitichezza (stipsi): sotto l influenza del progesterone c è una diminuzione della peristalsi intestinale, inoltre il passaggio del bolo viene ostacolato dalla compressione dell utero. Un alimentazione ricca in fibra, un giusto apporto di liquidi, combinati con del moto regolare può risolvere il problema. La nausea (emesi): è molto frequente nel primo trimestre della gravidanza e dipende probabilmente da squilibri vegetativi e/o dal nuovo assetto ormonale. Consigli: frazionare i pasti, assumere cibi graditi e ben tollerati, iniziare ogni pasto con un alimento ricco in carboidrati complessi (pane, grissini ), evitare odori o immagini sgradevoli. 7

18 :11 Seite 34 La nutrizione in gravidanza Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_05 ALLATTAMENTO Durante l allattamento lo stile alimentare consigliato non si discosta molto da quello richiesto nel periodo gestazionale. Il surplus energetico richiesto è maggiore rispetto a quello gravidico, e viene in parte coperto dalle riserve lipidiche create in gravidanza. Si consiglia perciò un extra di cal al giorno. 8

19 :11 Seite 36 La nutrizione in gravidanza Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_05 CONSIGLI GENERALI Durante il periodo della gravidanza e dell'allattamento non bisogna fare tentativi di diete dimagranti, perché non viene fornita abbastanza energia al feto e al neonato in sviluppo. In gravidanza lo sport eccessivo è sconsigliato, ma è comunque raccomandabile mantenere una qualche attività fisica regolare (p.e. mezz'ora di camminata al giorno). L'alcool è una sostanza ad alto contenuto energetico (1 gr=7cal), ma inutile sotto il profilo nutrizionale. La placenta non presenta una barriera o un filtro per l'alcool, perciò già piccole dosi possono causare grandi danni al feto. Per questi motivi si consiglia di evitare l'alcool durante la gravidanza. Consumare tè e caffè in quantità limitate (non più di due tazze al 9 giorno). Il fumo nuoce gravemente alla salute del feto, è quindi altamente sconsigliato di fumare in gravidanza. Si consiglia di fare 5-6 pasti al giorno: colazione, spuntino a metà mattinata, pranzo, spuntino pomeridiano, cena ed eventualmente spuntino serale.

20 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite È bene evitare il consumo di alimenti come frattaglie, insaccati, uova crude, carne e pesce crudi o poco cotti, latte non pastorizzato e formaggio di latte non pastorizzato, poiché attraverso il loro consumo si rischiano gravi tossinfezioni alimentari come la salmonellosi, la listeriosi e la toxoplasmosi. La nutrizione in gravidanza 39 Bisogna lavare bene frutta e verdura; non consumare verdure crude e frutta fuori casa se si ignorano le modalità di lavaggio; lavare accuratamente le mani prima della preparazione dei cibi e dopo aver maneggiato carni crude; coprire bene i cibi perché potrebbero essere contaminati da insetti; non bere acqua direttamente dalla fonte sorgiva; cuocere adeguatamente gli alimenti; pulire bene il frigorifero. Durante l allattamento alcuni alimenti e alcune spezie possono dare al latte odori o sapori che possono essere sgraditi al lattante, tanto da allontanarlo dal seno. In tal caso questi vanno esclusi. Per esempio: asparagi, aglio, cipolle, cavoli, mandorle amare. Consigli particolari per evitare la toxoplasmosi in gravidanza, infezione che può causare gravi malformazioni fetali: Non acquistare un gatto in gravidanza. Se c è già un gatto in casa è probabile che la gestante sia già immune, tuttavia si consiglia di: evitare il contatto con gli escremeti del gatto e non nutrirlo con carne cruda.

21 Alimentaz.Gravidanza_ita_40pag_ :11 Seite Editore: Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige Assessorato alla sanità e alle politiche sociali Ufficio igiene e salute pubblica Testi a cura di: Pia Waldthaler (dietista) Magdalena Nova (dietista) Supervisione dei contenuti: Dott.ssa Rita Trovato (Specialista in scienza dell'alimentazione e diabetologia. Servizio di dietetica e nutrizione clinica dell'azienda sanitaria di Bolzano) Dott.ssa Giulia Morosetti (Direttrice dell'ufficio igiene e salute pubblica) Coordinazione: Dott.ssa Giulia Morosetti e dott.ssa Antje Trenwalder (Ufficio igiene e salute pubblica) Grafica: Blauhaus, Bolzano Stampa: La Commerciale, Bolzano 2005

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA Dipende soltanto da noi essere in un modo piuttosto che in un altro. Il nostro corpo è un giardino e il suo giardiniere è la nostra volontà. Spetta

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria PIÙ ORTAGGI, LEGUMI E FRUTTA Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria Manuale per la formazione dell insegnante Progetto MiPAAF Qualità Alimentare (approvato con D.M. 591/7303/02 del 23/12/2002)

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

Il cibo dell uomo. Franco Berrino. Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione

Il cibo dell uomo. Franco Berrino. Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione Il cibo dell uomo Franco Berrino Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori MILANO Il cibo dell uomo2013 Pagina 2 Quale

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani Gli alimenti lasciati all aria e soprattutto a temperatura ambiente subiscono, presto o tardi, modificazioni delle loro caratteristiche organolettiche:

Dettagli

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE COELIAC FORUM EDIZIONE NR 02_2010 IN PRIMO PIANO AGGIORNAMENTO RICERCA ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE La terapia nutrizionale è l unico trattamento universalmente accettato per la celiachia,

Dettagli

La Vitamina A La Vitamina D

La Vitamina A La Vitamina D LE VITAMINE La Vitamina A La vitamina A o retinolo è una vitamina liposolubile che serve per la differenziazione delle cellule epiteliali, la spermatogenesi, regolazione dello sviluppo osseo, il sistema

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Introduzione. L alimentazione italiana diventa scienza: nasce l INRAN

Introduzione. L alimentazione italiana diventa scienza: nasce l INRAN Introduzione L alimentazione italiana diventa scienza: nasce l INRAN Proprio quest anno ricorrono i 75 anni di vita dell INRAN, fondato nel 1936 come Istituto Nazionale di Biologia. Ma è come Istituto

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Sara Grioni Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori "Strumenti di Sorveglianza Nutrizionale: luci ed ombre"

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta con il leone Guida all uso del conteggio dei carboidrati, e non solo! Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA MEDICINA SPERIMENTALE E FORENSE SEZIONE DI SCIENZA DELL ALIMENTAZIONE CORSO DI LAUREA IN DIETISTICA Direttore: Chiar.ma Prof.ssa Carla Roggi NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL

Dettagli

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano Eine Un iniziativa Initiative von Coop Coop con

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli