L interruzione della gravidanza può essere spontanea o volontaria.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L interruzione della gravidanza può essere spontanea o volontaria."

Transcript

1 L INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA (IVG) L interruzione della gravidanza può essere spontanea o volontaria. L aborto spontaneo si verifica generalmente a causa di anomalie nello sviluppo del feto o della placenta, di traumi, o di malformazioni presenti nel corpo della madre. Tutte queste circostanze possono determinare l espulsione prematura di un feto non vitale. Fuori da questi casi, l interruzione di gravidanza può ancora derivare da una decisione volontaria. I dubbi etici sollevati da questa possibilità si riflettono naturalmente sul dibattito politico. 38

2 IL DIBATTITO POLITICO E LA LEGGE 194 DEL 1978 Cos è il feto? E un semplice ammasso di cellule o è una persona in senso giuridico? Nel primo caso esso sarebbe un semplice oggetto del diritto; nel secondo sarebbe soggetto, e quindi, pur senza avere alcuna volontà, esso, in quanto persona, sarebbe comunque titolare di diritti. I dubbi politici sollevati dal tema dell aborto, ossia la questione della sua ammissibilità in senso morale, e quella, conseguente, della sua liceità in senso giuridico, dipendono in massima parte dalla qualificazione della vita intrauterina, e dalla propensione della scienza, del legislatore e dell opinione pubblica a riconoscerla come un esistenza compiuta e autonoma rispetto a quella della madre. Le soluzioni a cui è pervenuto il legislatore su un tema così delicato sono perciò il frutto di un lungo e travagliato dibattito politico, a cui hanno contribuito in maniera non irrilevante tanto le autorità religiose quanto quelle scientifiche. Prima del 1975 l'aborto in Italia non era consentito, e anzi veniva sanzionato dalle norme penali; tuttavia di fronte a circostanze di fatto qualificabili come stato di necessità, la giurisprudenza considerava il reato non perseguibile. Ciò a condizione che l interruzione di gravidanza fosse giustificata da gravi ragioni, come ad esempio la necessità di salvare la vita della gestante. In altri termini la legislazione anteriore alla legge 194 valutava sempre l aborto come un reato, salvo rinunciare all applicazione della pena nel caso concreto, in presenza di circostanze giustificative rigorosamente verificabili. Il primo sensibile mutamento di rotta avviene nel 1975, con la sentenza della Corte Costituzionale n. 27 che, pur riconoscendo "fondamento costituzionale" alla "tutela del concepito" nell'articolo 2 della Costituzione, aggiunge pure che non esiste equivalenza tra il diritto della madre, che è già persona, e quello dell embrione, che persona deve ancora diventare. 39

3 L idea che possa esistere, ma che non debba necessariamente esistere, una persona in senso compiuto, sostenuta da questa giurisprudenza, ha aperto la strada all approvazione della legge sull aborto, avvenuta tre anni dopo sotto la spinta del movimento femminista. Tale movimento, nel contesto del diffuso clima di contestazione sociale registratosi in quegli anni, affermava che il diritto all aborto potesse consentire alle donne di riappropriarsi del proprio corpo, di sottrarsi ai rischi degli aborti clandestini, insomma di autodeterminarsi rispetto ad una scelta, quella di far nascere un figlio, che nel bene e nel male cambia anche la vita della madre. Per la legge 194 del 1978, l interruzione volontaria della gravidanza non costituisce più reato, purché avvenga entro il novantesimo giorno dall inizio della gestazione. L'aborto provocato non costituisce reato, se è compiuto entro tale lasso di tempo e se vi è pericolo per la salute fisica o psichica della donna, se sussistono timori di malformazioni del feto o se si ritiene che la sopravvivenza di questo possa venire gravemente compromessa dalla precarietà delle condizioni sociali ed economiche della famiglia. Dopo tale termine, l'aborto è praticabile solo nei casi in cui il feto muoia o se vengono riscontrate dal medico gravi malformazioni fetali o condizioni che mettono in pericolo la salute della donna. Nel caso in cui la donna gravida abbia meno di 18 anni, l'interruzione volontaria della gravidanza deve avvenire con il consenso di chi esercita la potestà di genitore oppure, in mancanza di questo, del giudice tutelare. La 40

4 legge prevede anche che il personale sanitario possa esercitare, mediante dichiarazione, l'obiezione di coscienza con esonero dalle procedure di aborto. Quanto alle modalità per ottenere l'intervento, la gestante si può rivolgere al consultorio, o a una struttura sociosanitaria, oppure al proprio medico di fiducia: costoro, secondo la previsione di legge, dovrebbero indurla a riflettere e dissuaderla dall'aborto, prospettando le possibili alternative. Se invece ravvisano l'urgenza dell'intervento, rilasciano un certificato con il quale la donna può immediatamente recarsi ad abortire; altrimenti redigono ugualmente un certificato che attesta la gravidanza e la richiesta presentata dalla donna: costei, decorso il termine di sette giorni, è poi legittimata a ottenere l'intervento di aborto. In concreto, non ha alcun rilievo la ragione avanzata dalla gestante a sostegno della propria decisione. Infatti non è prevista alcuna verifica della sua fondatezza e l'esito della procedura, di fatto, è comunque il rilascio di un pezzo di carta che autorizza l'interruzione. 41

5 in LA QUESTIONE ETICA DELL ABORTO La Chiesa Cattolica si è sempre opposta alla possibilità di legittimare l aborto per ragioni che non fossero di natura strettamente terapeutica. La ricerca scientifica ha evidenziato e documentato lo sviluppo dell embrione, riflettendo sul fatto che, quanto più è avanzato lo stadio della gravidanza, tanto più ragionevole è la considerazione del feto come una persona completa e differenziata in senso biologico, anziché come un semplice ammasso di cellule privo di identità e quindi anche privo di diritti. La legge 194, affermando che la vita umana va tutelata dal suo inizio, trascura significativamente di riconoscere quando si ha tale inizio. Essa, legittimando la possibilità di interrompere volontariamente la gravidanza nei suoi primi tre mesi ha semplicemente preso atto di una diffusa esigenza sociale, e l ha tradotta in norme giuridiche che contemperassero il diritto alla salute della madre e il diritto alla vita del feto, una volta che abbia raggiunto un certo grado di sviluppo. Tuttavia nessuna norma determina quando ha inizio la vita, molto probabilmente perché si tratta di un problema di coscienza, che va al di là delle potestà normative di qualunque legislatore.così, mentre per i laici c è persona quando c è volontà o quantomeno coscienza, per la Chiesa si ha persona nel momento stesso del concepimento, senza alcuna necessità di fare ulteriori indagini sulla qualità, la forma o il grado di sviluppo dell embrione. Per la Chiesa, infatti, nel concepimento c è un progetto di vita di cui il corpo materno è solo un veicolo; ma tale progetto trascende la determinazione u- mana, essendo frutto di una volontà superiore. Conseguentemente l uomo, 42

6 anche quando ha le conoscenze e le capacità tecniche per farlo, non dovrebbe interferire con quel progetto o mutarne il corso. Perduta la battaglia sulla legittimazione dell aborto, la riflessione teologica non si è comunque arrestata, ma si è riorganizzata predisponendo i mezzi culturali per affrontare i problemi di una società che accetta l interruzione volontaria di gravidanza. Superata la questione relativa alla legittimità dell aborto, la teologia ha pertanto affrontato ed esplorato nuove tematiche, a questa attinenti. Rispetto alla procedura abortiva, essa ha ad esempio rivendicato la possibilità di riconoscere il diritto all obiezione di coscienza per i medici operanti in strutture ospedaliere che praticano l IVG, ottenendo il riconoscimento di tale diritto già nella legge 194. In secondo luogo, la riflessione morale, anche muovendo da considerazioni non strettamente religiose, ha puntualizzato che la decisione di abortire è e resta una scelta della donna, quale che sia il suo stato civile: attualmente sulla possibilità di interrompere la gravidanza il marito o il compagno non ha voce in capitolo, mentre si afferma che dalla procreazione dovrebbe derivare sotto ogni aspetto una responsabilità comune. Più recentemente, ma determinando una ferma obiezione da parte dei laici, si è anche tentato di fare accettare la presenza di volontari o religiosi nei consultori, per far sì che la scelta di abortire fosse trattata dalle strutture sanitarie in maniera meno burocratica. 43

7 LA LEGISLAZIONE PER LA MATERNITA E LE FAMIGLIE Al di là di questo, è tuttavia da dire che, nella maggioranza dei casi, quando non è dettata da ragioni strettamente terapeutiche, l interruzione volontaria della gravidanza è imposta da un forte disagio sociale della madre, che spesso è lasciata sola di fronte alle conseguenze di una gravidanza indesiderata, e quindi costretta ad abortire, semplicemente perché priva di alternative. A quest ultimo riguardo, la legge 194, che non è solo la legge sull aborto, ma che, sin dalla sua denominazione reca invece norme sulla tutela sociale della maternità, avrebbe dovuto predisporre misure idonee a limitare le interruzioni di gravidanza ai casi in cui le stesse fossero veramente e strettamente necessarie. Tali misure, indicate dalla legislazione sociale e lavoristica, sono ancor oggi, troppo spesso, inadeguate e frammentarie. Ancor oggi si lamenta cioè la mancanza di una legislazione organica che, senza esaurirsi nella tutela delle lavoratrici-madri, predisponga ad esempio agevolazioni fiscali e abitative a favore delle famiglie e delle madri in quanto tali. 44

8 L INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA (IVG): ASPETTI MEDICO-SCIENTIFICI Preso atto che oggi, piaccia o no, l IVG è perfettamente lecita, purché avvenga nel rispetto dei limiti e delle procedure stabilite dal legislatore, occorre qui aggiungere che, da un punto vista medico, esistono una pluralità di tecniche abortive. L introduzione di questo tema apre un altro filone di approfondimento, da intendersi nel senso che, di fronte a una legislazione che consente l aborto volontario, e quindi legittima la soppressione del feto, la scienza può in tali circostanze ancora interrogarsi sull incidenza che le tecniche abortive possono avere sulla salute della donna, ossia sul suo equilibrio psico-fisico. Le tecniche abortive variano in relazione al periodo di gestazione. Fino a 9-12 settimane di gravidanza l aborto avviene per aspirazione e comporta un intervento ambulatoriale che dura dai cinque ai dieci minuti. Nel corso di esso la cervice (collo dell utero) viene dilatata con appositi strumenti, e il 45

9 suo contenuto aspirato attraverso una cannula. In alcuni casi, dopo l intervento, si rende necessario ripulire la superficie dell utero con uno strumento chirurgico a forma di cucchiaio. In tale circostanza, la gestante può accusare emorragie o dolori di tipo mestruale, ed essere quindi costretta a fermarsi per una giornata nella struttura sanitaria. Dalla dodicesima settimana di gestazione, all incirca, si utilizza comunemente una tecnica nota come infusione salina. Questa metodica impiega un sottile tubo o un ago ipodermico, con cui si estrae dall'utero, attraverso la parete addominale, una piccola quantità di liquido amniotico per sostituirlo lentamente con una soluzione salina molto concentrata (al 20% circa), che induce contrazioni uterine in circa ore. Il feto viene di solito espulso velocemente e la paziente lascia l'ospedale il giorno dopo. Gli aborti tardivi, ossia successivi alla quindicesima settimana, vengono eseguiti con isterotomia, un intervento chirurgico simile a un taglio cesareo, che però comporta un'incisione dell'addome molto più piccola. Un'alternativa a queste procedure è la somministrazione del farmaco denominato RU 486, il cui principio attivo, il mifepristone, blocca la produzione dell'ormone progesterone e, in tal modo, impedisce la prosecuzione della gravidanza, determinando il distacco dell embrione dalla mucosa endometriale in cui è annidato. Il farmaco è efficace entro i primi 50 giorni di gestazione e non viene applicato dopo il 63 giorno; dopo tale data, infatti, aumentano i rischi per la salute della donna e aumenta la probabilità che essa debba sottoporsi a intervento chirurgico per incompleto distacco del feto. Nel 2002 l introduzione sperimentale della RU 486 in Italia, in un ospedale di Torino, ha suscitato vivaci polemiche tra chi ritiene che questo farmaco possa essere immesso liberamente sul mercato, con conseguenze pericolose; e chi giudica che il trattamento farmacologico debba essere promosso come alternativa a quello chirurgico, rendendo l interruzione di gravidanza meno cruenta. 46

Prof. Maurizio Calipari L'ABORTO PROCURATO. L-19 Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Macerata a.a.

Prof. Maurizio Calipari L'ABORTO PROCURATO. L-19 Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Macerata a.a. Prof. Maurizio Calipari L'ABORTO PROCURATO L-19 Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Macerata a.a. 2011-12 Introduzione possibilità di leggere il problema da diverse angolature:

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

E-LEARNING@DIRITTOSANITARIO.NE

E-LEARNING@DIRITTOSANITARIO.NE E - LEARNING DIRITTOSANITARIO.NET 1 CORSO La responsabilità professionale LEZIONE I Il caso della omessa diagnosi di malformazioni del feto e nascita indesiderata CENTRO STUDI DI DIRITTO SANITARIO CORSO

Dettagli

ABORTO. SPONTANEO: Provocato per cause naturali senza intervento umano né consenso della volontà. N.B. Non c è responsabilità morale.

ABORTO. SPONTANEO: Provocato per cause naturali senza intervento umano né consenso della volontà. N.B. Non c è responsabilità morale. ABORTO SPONTANEO: Provocato per cause naturali senza intervento umano né consenso della volontà. N.B. Non c è responsabilità morale. INDIRETTO: Interruzione della gravidanza, come conseguenza non voluta,

Dettagli

Obiezione di coscienza

Obiezione di coscienza Associazione Scienza & Vita Obiezione di coscienza Gruppo di sostegno Associazione Scienza & Vita di MACERATA Roma, 10/11/2007 Circolare Ordine dei Medici di Macerata del 23-2-2007 2007 "PILLOLA DEL GIORNO

Dettagli

LIMITI E PARADOSSI DELLA DIMENSIONE DELL UMANO NEL DIRITTO ALLA SALUTE. Alessandra Pioggia Perugia 26 gennaio 2013 LeG Scuola di Politica

LIMITI E PARADOSSI DELLA DIMENSIONE DELL UMANO NEL DIRITTO ALLA SALUTE. Alessandra Pioggia Perugia 26 gennaio 2013 LeG Scuola di Politica LIMITI E PARADOSSI DELLA DIMENSIONE DELL UMANO NEL DIRITTO ALLA SALUTE Alessandra Pioggia Perugia 26 gennaio 2013 LeG Scuola di Politica SCIENZE BIOMEDICHE, ETICA E DIRITTO - La scienza e il progresso

Dettagli

Risponde del rifiuto di atti d ufficio il medico obiettore che si rifiuta di assistere una donna dopo una interruzione di gravidanza

Risponde del rifiuto di atti d ufficio il medico obiettore che si rifiuta di assistere una donna dopo una interruzione di gravidanza www.lucabenci.it articolo del 6 aprile 2013 Risponde del rifiuto di atti d ufficio il medico obiettore che si rifiuta di assistere una donna dopo una interruzione di gravidanza Luca Benci Il fatto Una

Dettagli

MOZIONE dei Consiglieri Luca Barberini e Andrea Smacchi

MOZIONE dei Consiglieri Luca Barberini e Andrea Smacchi MOZIONE dei Consiglieri Luca Barberini e Andrea Smacchi Introduzione nei servizi delle Aziende Sanitarie della Regione Umbria delle tecniche di interruzione della gravidanza con metodo medico-farmacologico

Dettagli

Obiezione di coscienza : un quesito

Obiezione di coscienza : un quesito Obiezione di coscienza : un quesito Quesito E stato sottoposto il seguente quesito da parte di alcuni specializzandi, obiettori ex art. 9 L.194/78 sull interruzione volontaria della gravidanza, che operano

Dettagli

La nascita indesiderata. Reggio Calabria 2012

La nascita indesiderata. Reggio Calabria 2012 La nascita indesiderata Reggio Calabria 2012 La giurisprudenza sulla nascita indesiderata Cass. 12195 /1998 Principi generali Il danno va considerato causato dall illecito (art. 1223 c.c.) quando pur non

Dettagli

POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE

POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE POSSIBILITA E LIMITI DELLA DIAGNOSI PRENATALE 1 Durante la gravidanza vi verranno offerti alcuni test che forniscono informazioni sulla eventuale presenza di malformazioni nel vostro bambino prima che

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA VOLONTARI DEL SOCCORSO GRAVIDANZA E PARTO. V.d.S. Marcello CESINARO

CROCE ROSSA ITALIANA VOLONTARI DEL SOCCORSO GRAVIDANZA E PARTO. V.d.S. Marcello CESINARO CROCE ROSSA ITALIANA VOLONTARI DEL SOCCORSO GRAVIDANZA E PARTO V.d.S. Marcello CESINARO OBIETTIVO COMPORTAMENTO E AZIONI DA ADOTTARE NEL CASO IN CUI LA PAZIENTE SIA IN GRAVIDANZA OPPURE SI PROSPETTI UN

Dettagli

INDICE 1 Professione medica e diritti del paziente

INDICE 1 Professione medica e diritti del paziente INDICE Parte I La responsabilità del medico 1 Professione medica e diritti del paziente 1.1 La professione medica 1.2 I diritti del malato nella Carta di Nizza 1.3 Il diritto alla salute e all assistenza

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE Procreazione medico assistita L assistenza di un medico e di un biologo si dimostrano talvolta indispensabili per riuscire a diventare genitori. Quando una metodica di laboratorio, più o meno complessa,

Dettagli

Urgenza nella donna gravida

Urgenza nella donna gravida Capitolo 11 Urgenza nella donna gravida A cura di Stefano Stipa 1 1 Medico 1 1. Urgenza nella donna gravida Obiettivi Formativi: 1) Assistenza al parto; 2) Primo Soccorso alla donna gravida e al neonato.

Dettagli

Aborto volontario. Aborto Metodo Karman

Aborto volontario. Aborto Metodo Karman Aborto volontario Aborto Metodo Karman Forme di aborto IVG Il cosiddetto aborto terapeutico L aborto eugenetico Forme nascoste di aborto: l aborto contraccettivo Il cosiddetto aborto terapeutico Interruzione

Dettagli

Diagnosi e intervento su embrioni. Ramón Lucas Lucas lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Diagnosi e intervento su embrioni. Ramón Lucas Lucas lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 Diagnosi e intervento su embrioni Ramón Lucas Lucas lucas@unigre.it www.ramonlucas.org Diagnosi prenatale 2 3 4 DIAGNOSI PRENATALE É l insieme di esami compiuti sull embrione stesso, per accertare se

Dettagli

Profilassi anti-d della sensibilizzazione Rhesus. Direttive aggiornate dell Accademia di medicina materno-fetale del 24 luglio 2005 a Lugano

Profilassi anti-d della sensibilizzazione Rhesus. Direttive aggiornate dell Accademia di medicina materno-fetale del 24 luglio 2005 a Lugano della sensibilizzazione Rhesus Direttive aggiornate dell Accademia di medicina materno-fetale del 24 luglio 2005 a Lugano Esami Ricerca degli anticorpi irregolari Al primo controllo della gravidanza Gruppo

Dettagli

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO E ALLE EMERGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO E ALLE EMERGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE Croce Bianca Milano sez. di Legnano ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO E ALLE EMERGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE Davide Dell Acqua dellacquadavide@alice.it Il parto generalmente si verifica dopo 30-40

Dettagli

In via subordinata, renda in via d'urgenza ogni provvedimento ritenuto opportuno in relazione al caso di specie, indicando le modalità di esecuzione;

In via subordinata, renda in via d'urgenza ogni provvedimento ritenuto opportuno in relazione al caso di specie, indicando le modalità di esecuzione; Tribunale Firenze, ordinanza, 17-19 dicembre 2007 (Giudice Mariani) Massima Al fine di assicurare il diritto della coppia sterile e portatrice di malattie genetiche trasmissibili di avere conoscenza dello

Dettagli

COME ASSISTERE IL NEONATO PREMATURO AI LIMITI DELLA CAPACITÀ DI SOPRAVVIVENZA

COME ASSISTERE IL NEONATO PREMATURO AI LIMITI DELLA CAPACITÀ DI SOPRAVVIVENZA COME ASSISTERE IL NEONATO PREMATURO AI LIMITI DELLA CAPACITÀ DI SOPRAVVIVENZA Relazione tenuta dal dott. Hubert Messner l 11 novembre 2003 a Merano PREMESSA Negli ultimi anni, i progressi compiuti dalla

Dettagli

Consenso Informato alla Fecondazione in Vitro con Ovociti Scongelati Id /

Consenso Informato alla Fecondazione in Vitro con Ovociti Scongelati Id / Ai sensi della legge del 19 febbraio 2004, n. 40 e della sentenza 151/2009 della Corte Costituzionale del 31/03/2009 Noi sottoscritti: (Donna) nata a il (Uomo) nato a il Dichiariamo di essere coniugati

Dettagli

Normativa Progetto di legge Gran Bretagna Sì Sì Danimarca Sì sì Norvegia Sì Sì Svezia Sì sì Italia Sì sì Spagna Sì Sì Portogallo Sì sì Francia Sì Sì

Normativa Progetto di legge Gran Bretagna Sì Sì Danimarca Sì sì Norvegia Sì Sì Svezia Sì sì Italia Sì sì Spagna Sì Sì Portogallo Sì sì Francia Sì Sì Parte specifica Parere del Comitato etico provinciale sull uso di cellule staminali embrionali con particolare riferimento alla diagnosi genetica preimpianto (ingl. preimplantation genetic diagnosis =

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Tecniche avanzate di PMA

Tecniche avanzate di PMA Procreazione medicalmente assistita e legge 40/04 Tecniche avanzate di PMA FIVET fecondazione in vitro ed embrio-transfer ICSI intra-citoplasmatic sperm injection GIFT gamete intra-fallopian transfer ZIFT

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA D ITALIA Commissione Permanente Igiene e Sanità

SENATO DELLA REPUBBLICA D ITALIA Commissione Permanente Igiene e Sanità SENATO DELLA REPUBBLICA D ITALIA Commissione Permanente Igiene e Sanità Indagine conoscitiva sul percorso nascita e sulla situazione dei punti nascita, con riguardo all individuazione di criticità specifiche

Dettagli

Donne salute e medicina di Angelica Vitiello

Donne salute e medicina di Angelica Vitiello Donne salute e medicina di Angelica Vitiello Negli anni 70 il femminismo esplode portando sulla scena politica il corpo delle donne. Una generazione imprevista di donne getta lo scompiglio nei partiti,

Dettagli

SCHEDA PROVVEDIMENTO E SINTESI DELLA VICENDA Tribunale di ROMA Ord. ex art. 700 c.p.c. 15/01/2014 Giudice: Dr.ssa Filomena Albano Ricorrenti: P. e C.

SCHEDA PROVVEDIMENTO E SINTESI DELLA VICENDA Tribunale di ROMA Ord. ex art. 700 c.p.c. 15/01/2014 Giudice: Dr.ssa Filomena Albano Ricorrenti: P. e C. SCHEDA PROVVEDIMENTO E SINTESI DELLA VICENDA Tribunale di ROMA Ord. ex art. 700 c.p.c. 15/01/2014 Giudice: Dr.ssa Filomena Albano Ricorrenti: P. e C. con gli Avv.ti Filomena Gallo e Angioletto Calandrini

Dettagli

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico

Obiettivi. Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche. Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico CAPITOLO 6 Obiettivi Identificare le emergenze ostetrico/ ginecologiche Assistere la donna durante la fase di travaglio e parto fisiologico Assistere il neonato Assistere la donna con complicanze da parto

Dettagli

Corte Cost., ordinanza 19 luglio 2012 n. 196 (Pres. Quaranta, est. Morelli)

Corte Cost., ordinanza 19 luglio 2012 n. 196 (Pres. Quaranta, est. Morelli) Persone Fisiche e Soggetti ART. 4 DELLA LEGGE 22/05/1978, N. 194 - ABORTO E INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA - INTERRUZIONE DELLA GRAVIDANZA NEI PRIMI NOVANTA GIORNI DAL CONCEPIMENTO - FACOLTÀ

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL MIGLIORAMENTO DEL PERCORSO ASSISTENZIALE PER LA DONNA CHE RICHIEDE L INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA

PROTOCOLLO PER IL MIGLIORAMENTO DEL PERCORSO ASSISTENZIALE PER LA DONNA CHE RICHIEDE L INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA PROTOCOLLO PER IL MIGLIORAMENTO DEL PERCORSO ASSISTENZIALE PER LA DONNA CHE RICHIEDE L INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA 1. RACCOMANDAZIONI PER IL PERCORSO ASSISTENZIALE Il presente percorso, attraverso

Dettagli

Interruzione della gravidanza L interruzione della gravidanza, spontanea o volontaria, verificatasi durante i primi 90 giorni di gravidanza e per

Interruzione della gravidanza L interruzione della gravidanza, spontanea o volontaria, verificatasi durante i primi 90 giorni di gravidanza e per Congedo di maternità Estensione del divieto, interruzione della gravidanza, flessibilità del congedo di maternità, documentazione, trattamento economico e normativo, mobilità, prolungamento del diritto

Dettagli

SMIC UN CONTRIBUTO O MEDICO-LEGALE. Paolo Benciolini, Alessia Arseni PREMESSA

SMIC UN CONTRIBUTO O MEDICO-LEGALE. Paolo Benciolini, Alessia Arseni PREMESSA LA CONTRACCEZIONE CCEZIONE D EMERGENZA UN CONTRIBUTO O MEDICO-LEGALE Paolo Benciolini, Alessia Arseni Medicina legale, Dipartimento di Medicina ambientale e Sanità pubblica, Università degli Studi di Padova

Dettagli

Corso di Biodiritto Anno accademico 2013-2014. Prof. Paolo Danesino Dipartimento di Medicina Legale Antonio Fornari Università di Pavia

Corso di Biodiritto Anno accademico 2013-2014. Prof. Paolo Danesino Dipartimento di Medicina Legale Antonio Fornari Università di Pavia Corso di Biodiritto Anno accademico 2013-2014 Prof. Paolo Danesino Dipartimento di Medicina Legale Antonio Fornari Università di Pavia Aborto Medicina Legale: aborto = interruzione della gravidanza in

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 3022 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori TOMASSINI e BIANCONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 6 LUGLIO 2004 Integrazioni alla legge 19 febbraio 2004, n.

Dettagli

Immigrazione, gravidanza e parto

Immigrazione, gravidanza e parto 9 febbraio 2013 Immigrazione, gravidanza e parto Monica Da Frè, Monia Puglia, Eleonora Fanti, Fabio Voller Settore Epidemiologia dei servizi sociali integrati Osservatorio di epidemiologia Agenzia Regionale

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

Il ruolo della crioconservazione di embrioni dopo la sentenza n. 151/2009 della Corte costituzionale.

Il ruolo della crioconservazione di embrioni dopo la sentenza n. 151/2009 della Corte costituzionale. CONGRESSO - III SESSIONE Un analisi delle sentenze intercorse CRIOCONSERVAZIONE E ADOTTABILITÁ DEGLI EMBRIONI di Luciano Eusebi * Il ruolo della crioconservazione di embrioni dopo la sentenza n. 151/2009

Dettagli

GRAVIDANZA GEMELLARE

GRAVIDANZA GEMELLARE DOTT. DOMENICO MOSSOTTO SPECIALISTA IN OSTETRICIA E GINECOLOGIA GRAVIDANZA GEMELLARE La gravidanza gemellare è un evento che avviene per ovulazione multipla (vedi caso A, illustrato successivamente), o

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI GENERALI, ORIENTAMENTI E PROSPETTIVE DEL CONSENSO INFORMATO AL TRATTAMENTO SANITARIO

INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI GENERALI, ORIENTAMENTI E PROSPETTIVE DEL CONSENSO INFORMATO AL TRATTAMENTO SANITARIO Introduzione... pag. XI PARTE PRIMA PRINCIPI GENERALI, ORIENTAMENTI E PROSPETTIVE DEL CONSENSO INFORMATO AL TRATTAMENTO SANITARIO Capitolo Primo L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO MEDICO-PAZIENTE 1. Un po di storia...

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura. Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura. Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata Firmatari: Farina Coscioni, Beltrandi, Bernardini, Mecacci,

Dettagli

Forme di estinzione individuale del rapporto di lavoro

Forme di estinzione individuale del rapporto di lavoro C 14 a p i t o l o Forme di estinzione individuale del rapporto di lavoro 1 I principi generali dei licenziamenti individuali Il licenziamento è considerato legittimo soltanto quando sussistono alcune

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 61 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori EUFEMI, CUTRUFO, CICCANTI, MELELEO, RONCONI, GABURRO e ZANOLETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 1º GIUGNO 2001 (*)

Dettagli

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE ANATOMIA 2 Il corpo umano è costituito da organi ed apparati uguali tra maschi e femmine ad esclusione dell apparato riproduttivo. L apparato riproduttivo è composto

Dettagli

Dr. med. Lucio Bronz FMH Ostretricia e medicina feto-materno Piazza Indipendenza 4 6500 Bellinzona www.drbronz.ch TEST PRENATALI

Dr. med. Lucio Bronz FMH Ostretricia e medicina feto-materno Piazza Indipendenza 4 6500 Bellinzona www.drbronz.ch TEST PRENATALI Dr. med. Lucio Bronz FMH Ostretricia e medicina feto-materno Piazza Indipendenza 4 6500 Bellinzona www.drbronz.ch TEST PRENATALI Introduzione Cromosoma Cellula Nucleo Ormai a tutti è noto il ruolo del

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE

DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE PROF. GIOVANNI NERI Istituto di Genetica Medica, Università Cattolica del S. Cuore, Roma DIAGNOSI PRENATALE DI MALATTIE RARE: IL FETO COME PAZIENTE La diagnosi prenatale di malattie genetiche rare è pratica

Dettagli

LE BIOPOLITICHE E L INIZIO VITA

LE BIOPOLITICHE E L INIZIO VITA 1 DISPENSA N. 16 Lezione del 3 dicembre 2012 LE BIOPOLITICHE E L INIZIO VITA Le biopolitiche: definizione Le conseguenze degli sviluppi delle tecniche sollecitate dalla scienza Inizio vita e fine vita

Dettagli

Vita e Diritto: questioni di principio

Vita e Diritto: questioni di principio LA NUOVA REGALDI, MOVIMENTO PER LA VITA, CENTRO DI AIUTO ALLA VITA DI NOVARA, CONSULTORIO COMOLI Procreazione assistita: quattro referendum che impegnano la coscienza Vita e Diritto: questioni di principio

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

IL PARTO D URGENZA IL PARTO UN PROCESSO NATURALE

IL PARTO D URGENZA IL PARTO UN PROCESSO NATURALE D URGENZA UN PROCESSO NATURALE La nascita di un bambino, il parto, è un processo fisiologico che normalmente avviene senza complicanze OBIETTIVO DEL SOCCORRITORE Valutazione dell imminenza del parto Assistenza

Dettagli

La rosolia nella donna in gravidanza

La rosolia nella donna in gravidanza La rosolia nella donna in gravidanza ROSOLIA Trasmissione materno-fetale Trasmissione transplacentare Nel corso della fase viremica con o senza manifestazioni cliniche L infezione fetale dopo reinfezione

Dettagli

Ricevimento degli ovociti

Ricevimento degli ovociti Ricevimento degli ovociti In che cosa consiste? Consiste nel fecondare in laboratorio gli ovociti provenienti da una donatrice con lo sperma del partner della donna ricevente, per trasferire in seguito

Dettagli

FEDERAZIONE REGIONALE DEI C.A.V. E DEI M.P.V. UMBRI APPELLO A TUTTI I CANDIDATI ALLE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE UMBRO

FEDERAZIONE REGIONALE DEI C.A.V. E DEI M.P.V. UMBRI APPELLO A TUTTI I CANDIDATI ALLE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE UMBRO FEDERAZIONE REGIONALE DEI C.A.V. E DEI M.P.V. UMBRI APPELLO A TUTTI I CANDIDATI ALLE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE UMBRO Chi ha a cuore il bene comune della Regione in cui vive quando

Dettagli

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone Glossario essenziale a cura di Salvino Leone I molti termini tecnici usati dagli addetti ai lavori in materia di procreazione assistita non sono usuali. Ne proponiamo un elenco che pur non essendo completo

Dettagli

INTERROMPERE/NON INIZIARE LE CURE

INTERROMPERE/NON INIZIARE LE CURE Per un diritto gentile alla fine della vita Padova, 25 ottobre 2013 INTERROMPERE/NON INIZIARE LE CURE Elisabetta Palermo Fabris 1 È importante contestualizzare l intervento nella logica dei due documenti

Dettagli

Pillola del giorno dopo

Pillola del giorno dopo Pillola del giorno dopo Il metodo più recente prevede una dose di 1,5 milligrammi di un progestinico, il levonorgestrel. I nomi commerciali con cui viene distribuito in Italia sono NorLevo e Levonelle.

Dettagli

1 Alexis Carrel, chirurgo, fisiologo e istologo francese (1873-1944), lavorò al

1 Alexis Carrel, chirurgo, fisiologo e istologo francese (1873-1944), lavorò al Paolo Emiliani LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO Presentiamo il testo dell intervento che il dottor Paolo Emiliani, presidente del Movimento per la Vita di Cremona, ha svolto nell incontro del 15 dicembre 2000,

Dettagli

MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI (IBD) E GRAVIDANZA

MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI (IBD) E GRAVIDANZA MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI (IBD) E GRAVIDANZA Di cosa parleremo? Potrò concepire e avere figli come tutte le altre persone? Influenza della gravidanza sul decorso della malattia e influenza

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI Ogni individuo possiede un proprio patrimonio genetico che lo rende unico e diverso da tutti gli altri. Il patrimonio genetico è costituito da

Dettagli

Seconda Università degli Studi di Napoli

Seconda Università degli Studi di Napoli Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Medicina Legale Il dovere di certificare Prof. Bruno Della Pietra 1 La libertà

Dettagli

Incontro di studio sul tema

Incontro di studio sul tema Nona Commissione - Tirocinio e Formazione Professionale Incontro di studio sul tema Bioetica e diritto: una riflessione interdisciplinare Roma, 23-25 maggio 2011 Codice incontro 5336 PROGRAMMA Oggetto:

Dettagli

Qualcosa da obiettare sull'interruzione di gravidanza a Firenze

Qualcosa da obiettare sull'interruzione di gravidanza a Firenze Qualcosa da obiettare sull'interruzione di gravidanza a Firenze di Luca Benci giurista esperto di diritto sanitario e biodiritto Articolo pubblicato su La Città invisibile del 10 settembre 2014 www.perunaltracitta.org

Dettagli

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE Il Bilancio di Salute è il risultato dell incontro tra la donna e il professionista che segue la sua gravidanza. Durante tale incontro la donna fornisce tutte le informazioni sulla sua

Dettagli

Diagnosi pre-concezionale, pre-impianto, prenatale

Diagnosi pre-concezionale, pre-impianto, prenatale Prof. M. Calipari Diagnosi pre-concezionale, pre-impianto, prenatale L-19 Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Macerata a.a. 2011-12 Diagnosi genetica pre-concezionale esame genetico

Dettagli

ITALIA NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003

ITALIA NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003 727 NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003 (Progetto di legge, definitivamente approvato il 10.02.2004 num. 47). Nella seduta del 10 febbraio la Camera dei

Dettagli

GUIDA all INTERRUZIONE VOLONTARIA di GRAVIDANZA A BOLOGNA

GUIDA all INTERRUZIONE VOLONTARIA di GRAVIDANZA A BOLOGNA GUIDA all INTERRUZIONE VOLONTARIA di GRAVIDANZA A BOLOGNA Questa brochure è stata prodotta da un gruppo di ragazze che, in modo diretto o indiretto, si sono trovate ad affrontare un percorso di Interruzione

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. La sottoscritta: Sig.ra. nata a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE

CONSENSO INFORMATO. La sottoscritta: Sig.ra. nata a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Pag. 1/8 DICHIARAZIONE DI RELATIVO ALLA DONAZIONE VOLONTARIA DI OVOCITI FINALIZZATI A TRATTAMENTO DI La sottoscritta: Sig.ra. nata a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Nel rispetto dei principi

Dettagli

PROCREAZIONE ASSISTITA

PROCREAZIONE ASSISTITA Il documento approvato dall Esecutivo nazionale dei Cristiano Sociali Partecipare per decidere La Corte Costituzionale, il 13 gennaio scorso, ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum popolare

Dettagli

23-NOV-2015 da pag. 16 foglio 1

23-NOV-2015 da pag. 16 foglio 1 Tiratura: n.d. Diffusione 12/2012: 10.694 Lettori Ed. II 2014: 61.000 Quotidiano - Ed. Roma Dir. Resp.: Gian Marco Chiocci da pag. 16 foglio 1 Tiratura 09/2015: 68.268 Diffusione 09/2015: 48.891 Lettori

Dettagli

TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE.

TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE. TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE. CODICE DELLO STUDIO: DATA DEL DOCUMENTO: CENTRO N.: N. DI ARRUOLAMENTO: INIZIALI DEL PAZIENTE: PAGINA N. 1 DI 10 PAGINE Gentili Mamme e Papà,

Dettagli

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO EMERGENZE OSTETRICO GINECOLOGICHE IL PARTO DEFINIZIONE espulsione del prodotto del concepimento generalmente si verifica attorno alla 40 settimana di gestazione DEFINIZIONE

Dettagli

Capitolo 9. I reati in materia di interruzione della gravidanza (cd. Aborto) 1 Generalità sulla L. 22 maggio 1978, n. 194. Sommario.

Capitolo 9. I reati in materia di interruzione della gravidanza (cd. Aborto) 1 Generalità sulla L. 22 maggio 1978, n. 194. Sommario. Capitolo 9 I reati in materia di interruzione della gravidanza (cd. Aborto) Sommario 1 Generalità sulla L. 22 maggio 1978, n. 194. - 2 Il concetto di «interruzione della gravidanza». - 3 Aborto e parto

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Gennaio 2013, n 601

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Gennaio 2013, n 601 MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Gennaio 2013, n 601 Famiglia - Figli Genitori gay Affido Possibile Sì all affido di un figlio minore ad una coppia omosessuale composta da

Dettagli

LE RADICI COMUNI DELLA PILLOLA CONTRACCETTIVA E DELL ABORTO

LE RADICI COMUNI DELLA PILLOLA CONTRACCETTIVA E DELL ABORTO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA Tesina di Bioetica LE RADICI COMUNI DELLA PILLOLA CONTRACCETTIVA E DELL ABORTO Relatrice: LUNARDI

Dettagli

Sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo Caso Vo c. Francia n. 53924/00 dell 8 luglio 2004

Sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo Caso Vo c. Francia n. 53924/00 dell 8 luglio 2004 Sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo Caso Vo c. Francia n. 53924/00 dell 8 luglio 2004 I fatti * Il 27 novembre del 1991 la ricorrente, Mrs Thi-Nho Vo, di origine vietnamita e al sesto mese

Dettagli

400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA

400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA 400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Le norme in materia sono contenute nel d. lgs. 151/2001 e, per ciò che riguarda le disposizioni relative ai minori in adozione o affidamento, sono state introdotte

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

NATA PER SBAGLIO, RISARCITA * (commento a Cassazione, sez. III, 2 ottobre 2012, n. 16754) di Stefano Spinelli ** (24 ottobre 2012)

NATA PER SBAGLIO, RISARCITA * (commento a Cassazione, sez. III, 2 ottobre 2012, n. 16754) di Stefano Spinelli ** (24 ottobre 2012) NATA PER SBAGLIO, RISARCITA * (commento a Cassazione, sez. III, 2 ottobre 2012, n. 16754) di Stefano Spinelli ** (24 ottobre 2012) 1. La Corte di Cassazione, terza sezione, con la recente sentenza 16754

Dettagli

LA RISARCIBILITA DEL DANNO NELL IPOTESI DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO Avv. Matteo Santini Dott.ssa Roberta Lumaca

LA RISARCIBILITA DEL DANNO NELL IPOTESI DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO Avv. Matteo Santini Dott.ssa Roberta Lumaca LA RISARCIBILITA DEL DANNO NELL IPOTESI DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO Avv. Matteo Santini Dott.ssa Roberta Lumaca La problematica circa l ammissibilità o meno del risarcimento del danno nell ipotesi di separazione

Dettagli

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Disposizioni per conformare il diritto interno alla Decisione quadro 2008/909/GAI relativa all applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle

Dettagli

Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State

Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State 1 Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State La New York Health Care Proxy Law vi permette di nominare una persona di fiducia, ad

Dettagli

La donazione del sangue dal cordone ombelicale

La donazione del sangue dal cordone ombelicale ASL NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale CONSULTORIO NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale La donazione del sangue dal cordone ombelicale è innocua e indolore. Il sangue

Dettagli

LA RESPONSABILITA MEDICA

LA RESPONSABILITA MEDICA 10 luglio 2014 LA RESPONSABILITA MEDICA ONEGLOBAL srl Consulenze Aziendali Integrate DIVISIONE SANITARIA 10 luglio 2014 Fattispecie di Responsabilità Medica A - Responsabilità Penale Omicidio Lesioni ONEGLOBAL

Dettagli

ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA

ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTÀ DI ECONOMIA PUBBLICAZIONI DELL'ISTITUTO GIURIDICO 14 GIANDOMENICO MILAN ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione

Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Edizioni Simone - Vol. 45/1 Compendio di Diritto Internazionale privato e processuale Parte seconda Cenni di parte speciale Capitolo 4 Z Filiazione ed adozione Sommario Z 1. La filiazione. - 2. L adozione.

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA La sottoscritta e il sottoscritto acconsentono liberamente di sottoporsi al trattamento di procreazione medico-assistita FIVET (Fertilizzazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 1365 CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Norme in materia di tutela

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

La nascita di un bambino, il parto, è un processo fisiologico che normalmente avviene senza complicanze

La nascita di un bambino, il parto, è un processo fisiologico che normalmente avviene senza complicanze Corso per Operatori Servizio Emergenza Sanitaria della CROCE ROSSA ITALIANA IL PARTO D URGENZA UN PROCESSO NATURALE La nascita di un bambino, il parto, è un processo fisiologico che normalmente avviene

Dettagli

Medicina della Riproduzione

Medicina della Riproduzione Pagina 1 di 6 Dichiarazione di consenso informato per Procreazione Medicalmente Assistita ai sensi legge 19 febbraio 2004, n 40 ai sensi del Decreto Ministeriale n 336 16 dicembre 2004 Ministeri Salute

Dettagli

Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale.

Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale. DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: Con l espressione testamento biologico

Dettagli

IMPORTANTE OVERRULING DELLA CORTE SUPREMA CANADESE: LE DISPOSIZIONI DEL CODICE PENALE CHE VIETANO IL SUICIDIO ASSISTITO SONO INCOSTITUZIONALI

IMPORTANTE OVERRULING DELLA CORTE SUPREMA CANADESE: LE DISPOSIZIONI DEL CODICE PENALE CHE VIETANO IL SUICIDIO ASSISTITO SONO INCOSTITUZIONALI IMPORTANTE OVERRULING DELLA CORTE SUPREMA CANADESE: LE DISPOSIZIONI DEL CODICE PENALE CHE VIETANO IL SUICIDIO ASSISTITO SONO INCOSTITUZIONALI Nota a sentenza Carter v. Canada (Attorney General), 6 febbraio

Dettagli

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA AL PARTO EMERGENZE OSTETRICO GINECOLOGICHE IL PARTO DEFINIZIONE espulsione del prodotto del concepimento generalmente si verifica attorno alla 40 settimana di gestazione DEFINIZIONE

Dettagli

Alcune domande ed alcune risposte per chi desidera saperne di più

Alcune domande ed alcune risposte per chi desidera saperne di più Alcune domande ed alcune risposte per chi desidera saperne di più Dott. Gustavo Boemi U.O.C. Ginecologia e Ostetricia. P.O. Garibaldi Nesima. Catania. Specialista in Ginecologia e Ostetricia. Università

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. SALME' Giuseppe - Presidente - Dott. SESTINI Danilo -

Dettagli

Lions Clubs International

Lions Clubs International Un iniziativa Lions Clubs International Distretto 108 Ya Governatore: Avv. Michele Roperto Anno sociale 2011-2012 Responsabile distrettuale tema di studio nazionale La donazione del sangue del cordone

Dettagli

ECOLOGIA DEL RAPPORTO SESSUALE UN ARMONIA TRA CORPO E CUORE

ECOLOGIA DEL RAPPORTO SESSUALE UN ARMONIA TRA CORPO E CUORE ECOLOGIA DEL RAPPORTO SESSUALE UN ARMONIA TRA CORPO E CUORE CORPO CUORE Amore Coniugale UNIONE Donarsi ed accogliersi dei corpi Fusione in uno dei cuori FECONDITA Aperto a generare la vita Genera vita

Dettagli