La gravidanza in tridimensione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La gravidanza in tridimensione"

Transcript

1 ARNALDO CAPOZZI L gvdnz n dmnon Edzon ECOLAB

2 L gvdnz n dmnon o-n d ppoo p og u d do. Ando CAPOZZI Edzon ECOLAB Rom 2009

3 Too dop: gvdnz n dmnon P Novmb 2009 Tz Edzon ISBN È v poduzon o o pz d donog, on qu mzzo, nz uozzzon dedo. No: mdn è un nz n onnu vouzon. L pnz n gno onnumn g ozzon d no ononz. Pu gnndo mm u dggonmno n ozon d bozz, uo do dnno ognponbà p o od omon. Edzon ECOLAB Lgo Appo Cudo n Rom T Do o Edo Eog nom pv d n gvdnz. Mnu DVD p oh d nm. A. CAPOZZI Eog nom pv d n gvdnz. Mnu DVD p udn md. A. CAPOZZI. Pnzon d po. C. MUCCIACCIO.

4 INDICE DEL MANUALE Ind..... I LAuo... III Inoduzon... IV Cpoo 1 Sumnzon - Sumnzon Cpoo 2 L pv mmn - Ppzon m ogo Uo: non ovpubh Uo: non nvgn Monoggo ovo n ponn Cpoo 3 Pmo m d gvdnz - Inoduzon Ppzon m ogo Cm gzon qun mn C.R.L Eog nvgn -ov mn Non mn- Dm mn Undm mn Rpondo Dodm mn Tdm mn, Cpoo 4 Sondo m d gvdnz - Quodm-Qundm mn Sdm mn Coonn vb dm-dm mn Dom-Dnnovm mn Cpoo 5 Sondo-zo m d gvdnz - Fnà dm ogo n ondo m Snbà dog 31 - Em mooogo Cpoo 6 Rppnzon 3D d vo - Rppnzon 3D d vo ; mp 41 Cpoo 7 Ann - Lqudo mnoo Pn: pob d d mpno Modà dn d ppnzon d odon omb 48 Cpoo 8 Tzo m d gvdnz - Inoduzon Em umo mno- noduzon Cozon mno-; d uu d muzon Em umo mno Cpoo 9 Pnp qu po mdo og -Log è nnou? Qun m og è bn gu Eog ndom d Down I ono d pn (o n) In h modo Eog o po d o? LEog può mo odon nono oo? 69 - Dgno d gvdnz xun L o og o og d uppoo.. 70 Cpoo 10 Ron n noo bog - L podu puh poono mpgn d Cgg: p non dmn I

5 Goo Bbog nz II

6 LAUTORE. È d, ogg, onp o vuppo d un gvdnz nz ompmno d nomzon ppoo dog. I mdo h gu donn puno d mno phé ng u d n umn dpozon. Lo opo d quo n è nd pù b mondo d gvdnz mdn uo dog. L p dv è pù n pob, bn ung d v dm. Log, n u um pomn dmnon, h pno nnm n n mondo d uuo bmbno. L pà dg vn o o vuppo pp pù oo vv. I mnu u gvdnz on mmgn zon. E' un bo noo phé voo gno nz dg p o d' gno. S è o d on nozon d og pu pndo h noog dv mp mn uo ondo po gnz d umnà odà h omzon d du gno, d donn n md, d uomn n pd non è mbo po d noog md m uno dg p mvgo h ndono no v. Do. Ando Cpozz III

7 INTRODUZIONE I o nz on un pm d nom nom d pv mmn p po ubo pmo m d gvdnz. Pmn vngono nzz u mn d pmo ondo m; qund d n d ondo m d zo m vn ppn on ouzon dmnon d vo n u pomn d n bv nh on dnm do ho. Sono ppn n mn pù ppoond: m mooogo d n d ondo m m umo mno- d zo m. S, ondmnmn, d un o-n d og nom pv d n gvdnz voo uu gno d hunqu ddoo d v nozon d b uo vuppo d o. A ompmno, vnno on po pnp qu h donn n gvdnz pon mdo og. I mn dmnon vn bbvo n 3D. IV

8 Sumnzon Cpoo 1 Fg. 1 - I duo ( ond) pù qunmn n uo. 1) Sond ndov uzz n gnoog-o d n uoog. 2) Sond onv p o udo dddom d n gnoog-o. 3) Sond voum 3D 4D p o udo dddom d n gnoog-o. 4) Sond n 3D 4D p o udo dg ogn up d vozzzon p. 5) Sond n p o udo dg ogn up d vozzzon p. L g. 1 mo duo, oè ond ogh u o, vbndo, uuon. Eono numo vn d ond ogh; ono vdnz qu pù u dauo. Gz voà d mon zon do d dgzzzon d nomzon, è pob on unmmgn og on onno d mpo. P on mmgn uo hmo è n npozon ond d pno uno d un onz uonoondu no om g (g. 2 o). E pm d mn g h no n zon pù up d un 5

9 mgo omno d ond u u. Lozon d mod og on o Dopp h pmo d ggung mmgn og dzon n d u d ngu. Nog dmnon (3D), ompu dogo mmgzzn un numo vo d zon, nommn d , n om un pmd on. Ogn oo puno pn pop oodn pz u (x, y, z) h vngono u d ompu dogo p ou pn oo oogon qund p ouzon pz d voum mno. G og 4D onnono von dmnon n mpo qu. S d uv voum og ou pdmn, ondo pmo mpo oodn pz dg h. L dnzon dmmgn oì onu è gnmn no qu pm d omun ond p og bdmnon. App no vdo quno mo d P. Non, uogg, pov nonovb d upoà dog 3D, m poo, onz umno duzz dgno poo è noggn. P LD. Th dmnon uound, Uound Ob Gyno, 16:295,

10 Cpoo 2 LA PELVI FEMMINILE Ppzon m ogo Lm ogo d pv può guo n modà ovpub o n modà nvgn. N o d modà ovpub, d nh nddomn phé ond og è dpo uddom, è no v v dmn d, m non vmn, nhé qudo v pm vuzzzon d uu poo. P on v pn vn ongo d n d b 3-4 bh d qu uno pm dm. N modà nvgn non è no v v pn. S dnguono du p mooog duo: uo nomovoo uo ovoo; dnz è n pozon d ondo: no o poo. I ondo duo è mob, umnndo d voum n gvdnz, dpon nomn. 7

11 Uo: non ovpubh Fg. 3 - Immgn hm d uo nomovoo n govn donn vdnzo mdn non ovpub ongudn. Lv ouzon pm d dnz oo u un d n po muou (momo) muo nn (ndomo). Lngoo d von è ngoo vgn oo duo; ngoo d on è ngoo oo d opo duo. Fg. 4 - Snon ovpub ongudn d uo nomovoo n govn donn. Luo vuzz poomn v d. L ongudn è ompo g h g; dmo no-poo è ompo g h mon. L bnh do uo ono n nn. 8

12 Fg. 5 - Uo ovoo n govn donn. Fg. 6 - Snon ovpub ongudn d uo ovoo n govn donn. Lngoo d von duo dpnd d pozon d ondo, ngoo d on d opo. 9

13 Uo: non nvgn Fg. 7 - Snon ongudn nvgn d uo nomovoo n govn du. Fg. 8 - Snon ongudn nvgn d uo ovoo n govn du. 10

14 Con ppoo nvgn è pob un vuzon quv d'ndomo oo muzon d uo po. Dun pov, 'ndomo dvn poono p mundo 7-8 gono 5-7 mm; ggung uno po d 8-17 mm n povuo on po ogo " n". Dopo 'ovuzon, ndomo dvn omognmn pogno umn d po p po du n u dv no muzon. Fg. 9 - Snon nvgn ongudn d uo nom n govn du. S onoono momo ndomo. Lndomo è poogno (uo) nono n pogn (h) d và un (nono gono d o). 11

15 Fg Uo nomovoo n govn donn. L n bn no duo è d obmno d p mom. Smo n d o. Fg Snon ongudn nvgn d uo nomovoo n pmu. Anuzon dndomo ( g) h pp pogno. G po oo ono v un vdnz on ooo-dopp. 12

16 Monoggo ovo n ponn (Ovo n non nvgn on ooo n v d muzon) Log ov h o opo d ud o vuppo oo, ovuzon, omzon d opo uo n ponn h ndo. I monoggo ogo dovuzon nz n ponn 6-7 gono d o dun oo po n u poono dngu un numo vb d oo n d 3-5 mm. Fg. 12 -Ovo on du oo poo. I ooo è vdnzzon mooog d unzon ov; o hud u uovo. I oo muno 5 mm. D'8-9 gono nz zon d ooo domnn h do mu 10 mm. L dmnon oo ono o undo md d du dm mm. L d ooo umn d 1,5-2 mm gono no d v d un dmo povuoo d mm, on un vbà ndvdu h v d mm. Lovuzon può v un dnz vb p u, d momno n u ndvdu un ooo d mm, n o d monoggo oo, è bn h onoo quodno. A oo-pow Dopp è pob ud vozzzon poo h pp pù m ono ooo domnn. Avvnu 'ovuzon, p oo dvnno go d no o è pob ov opo uo. 13

17 Fg Ovo on ooo povuoo d 2 m; mo mà d o. I ooo ovuoo è ooo muo n d ondzon. I gn oo bod d ooo ppnno omzon d nuov v n momno d pun ovuzon. Fg Ovo on opo uo. I opo uo è ooo ovuoo omo dopo ovu z on.i o o o,m u ndo,mod uo p od v n ndop ù h op ù vozzo. S ovno mgn d, onnuo on n ng nno, ob d p n pù vnz d o vozzzon p (p oo p- bu). 14

18 Ao gno d'vvnu ovuzon è omp d un d qud n vo d Doug. I Dopp puo mo mpdnz b voà 'nno d qu v. È pob on oo Dopp nh o udo d uo mo d ovh dun v d o. L nz ovh vnno vu qundo ooo è d 15 mm: ppono 'nzo d oo duono pogvmn ggungndo un mnmo n un dv. Poo pm do oppo oo h umno d vozzzon duzon d nz. T uo è pn nh ono opo uo h pp n oo ow om un no h o ond om un mmgn d "ng o ". I opo uo gvdo è opo uo omo dopo ondzon; o mo poduzon d omon p vo vouzon dgvdnz d nom omp n d pmo m d gvdnz. N nz d gvdnz è pob vdnz onmponmn opo uo gvdo n ono d un ovo d o nno d m gzon. 15

19 Cpoo 3 PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA Lg v dnzv n o,p d n z on,dp mog o nod u m muzon u du è 280 gon nh onpmno vv n ovu z on oè 1 4g o ndopo p mog o nod u mo o ( gon=280 gon). N m no og du o n o,qu nd, à g z on v n à m u, nd om p mo g o no d u m m uz on o o n mn gzon nz o, gundo p nnzon, n mn gzon mn. S u, d nom, zon n mn gon omp. Congunmn, mn gzon v d nqu mn d un gono no z og o n( unnom n u p ù omog n d un n nd z on d àg z on bb u m n u p b ). P pmo m nnd podo d à gzon no 13 mn 6 gon. S dn mb on podoo d onpmno no 10 mn ompu (no 10 mn 0 gon d à gzon), dn o d 10 mn 1 gono n po. L m og o può u o p v n ddom n o nvgn on ogo n mpo doo d ond ddomn d mno 3,5 MHz /o d ond vgn d mno 5 MHz. P p z on m og o N p mo m dg v dnzèp b gu og p v nvgn: v v nnz d ond og u o,èpo b o n unm g o d n z ond mmg n.i no,qu o pod m è mgo oo d pzn n quno guo v vuo, on od m n ddom n h h d dnon v. Unu o v n gg od og n vg n è po b àd gu np o ond z onqu ov onu n v d po à d p ddomn mn h, noomn, ndono pù d m ov pub o.non p ov d un v à d og nvgn u podoo d onpmno m h, ono, nomzon d vb ppono ndpnb p un o ondo n. L poondà d vuzzzon d ond nvgn è 10 m, p u, quo po d m vn guo n pm mn dg z on.n ondo z o m pp o o n vg n m 16

20 o ud o d n z on p n op u o poog (pn pv) o d go p pn. I pmo gno ogo d un gvdnz nz è vuzzzon d m gzon. L pnz d o gzon può dmo ndbmn 32 d 36 g o nod u mm uz on. I o gzon ggung 5 mn un dmo d 5-6 mm. L'uo mno d o gzon mmon 1 mm gono. A p d 5 mng z on, on mp v nvgn, è v u zz b ov no om u u ond gg n n nod po m gzon. I o vno h unzon nuv p mb on on nu m n gg ung ndo 5, 5 mm 10 mn d gzon, po gd. Pmo m d gvdnz Vnno gun pm (1): A. Pnz o nz d m ovu n nod u o. B. Idnzon d mbon/o. C. Numo d mbon/. D. Pnz o nz d v à d v n B-mod o n M-mod (n p d mp gzon d bo nz pobà d o o;nd ).E on g o u zz od Dopp pu o( qu ndn h pobà d o bo do; nd) o oo p vzon d v à d n p odo mb on ( no1 0 m n0g o n ) Mu d dmo mdo d m ovu ( non è vdnzb mb on ) oppu d ungh z z n o-ud (CRL) oppu d dmo bp (BPD o DBP). E. I vo bom dvono omp on uv d mno u zz gn ndo d z on og o pond à gzon nmn. F. M u d mb on / o: unghzz no-ud (CRL) /o dmo b p ( BPD odbp).i CRLvm u o on mb on / o n n on g, n pozon nu (né po né po), udndo o vno. I CRL muo 7 11 mn h un uzz d gon n 95% d. S ong mu d BPD p d 12 mn ompu. I BPD muo mn (pù d 21 mm) h un u z z d+ 3-4 gon n 95% d. L uv d mno uzz poono d ogn opo/no; è ongo nd n o vo d mno p ogn mn. S vo bom v non opondono, dzon (h non dv no d un mn) v. G. Vuzon d gon nn d mooog un. 17

21 H. Evnu ong p ono og uv. I. Ev n u m d m (obà, non zon d donn d u mp v n vg n n o d p o non d m n m guo p v nddomn,.). L m og on p mo m dg v dnznonh om n à d v n u m o m z ond mb on / o Immgn d m gzon qun mn: Fg. 15 Eog dzon. Snon nvgn d uo n d qu mn-nzo qun. L g nd m gzon. 18

22 Fg Eog dzon. Snon nvgn d uo ngndo, gvdo, qun mn d gvdnz. L m gzon è un, dmm 8.A n nod và gzon v o vno, un uu ondggn (om un no) on unz onnu vp mb on. Fg Eog 3D nvgn. Cm gzon qun mn. L m gzon, n quo o, è un, d 7 mm. In qu'po no non è v u z zb on z z ' mb on. A n nod m g z on v o v no:un o n o ond gg n d2mm n nod v à o on.e oh unz on nu v p mb on, gg ung 5, 5 mm d m mn d gvdnz, po omp pdmn. 19

23 Un pnu d gn vb 20 d 50% mn pd d ngu n pm mn d gzon. Quo ngunmno è gnmn bub mog d mpno oè modo ngu nm n op ovo od nn dm n od m g z on ò è oogo. I 20-30% d gn può gung, pò, d un v pop m n d bo op n ond mo g. I C.R.L. C o ndo ungh zz d mb on d mo o m g n no d bno on uon dg ovvo C.R.L. (own-ump ng h)èpo b d n po g z on v hpo bb d n d po dm no d h.i C. R. L.èun nd b om o gub d, dm mn pn ndbà d 90%. L og uv bnno o vuppo po quno vo on C.R.L. d pm og. Bogn ond h gvdnz vn o p dnzon d p mog o nod u m muzon u du è 280 gon nh on p m n ovv n ovu z on oè 14g o ndopo p mo g o nod u mo o( g o n =28 0g o n ). Tb 1 L og uv, non dnmn po, ono 3D. 20

24 Pmo m d gvdnz. Emp d og nvgn. N m gzon, -m mn, vdnz mb on on u om vgo d n po uo poo o ( ) hn pp n 50% d o.i C. R. L.d mb onè 1 m. G ono ono un bbozzo. N m gzon v nh o vno on u om d no. Un pdunoo un 'mbon o vno. Fgg. 18 A-B S mn. 21

25 Fg Fn d m mn. Ah: bbozzo dg. L'mno è un nno mbon h, om un mmbno, ond pogg 'mbon. L'mno è nzmn ono on opo d'mbon po umn d voum on poduzon 'umuo d qu do mn o o.l mb on è o p o n uo n no v o odon omb. Aumnndo qudo mnoo, nmn 'pnon d'mno no o d up nn d oon (o, pù mpmn, d và un) n d pmo m (g. 20). Fg

26 Fg Ov mn nzo. Ah: bbozzo dg. I CRL è 2 m. Fg Ov mn. Ah: bbozzo dg. 23

27 Fg Ov mn d gvdnz. I C.R.L. d ' mb onè1 8mm mè o guo on ond nvgn. App bn vdn o mnoo h, mn om un "o", vvog 'mbon (noo n'nno). L'n u mmn vovo pm d vdnz po v d up d m mb nmn o.e' b n v d n n h p o o d ov nonon hè upo z on x mn o do o h oun mb on. Fg E m n z on ompu zz dp d m mb nmn o.con z on d o vno on uo po d no moo m. L n mmgn ono gu on non p v ovpub. 24

28 Fg Non mn. Fg Dm mn. I CRL è 35 mm. Lo vuppo d gon dun ondo m è domno d modzon h pono omzon d no; oo è nmn po d poo o; poono dn g upo d no. No pozon xmno d o vno. und m mn d gzon. L p ddomn pp puoo gobo p n o og dp d n no n o donomb. 25

29 Fg Undm mn. Fg Undm mn. Em o-dopp. Bo do. L qunz d n pm mn d gvdnz pn vzon omp 120 d 180 b m nu o hpo ono g m n on odopp. L qunz d n pm mn d gvdnz pn vzon omp 120 d 180 b mnuo h poono g m n on odopp b o d op mo m. 26

30 RICAPITOLANDO: omd on n oduz ond p o o, n og m u ungh zz n oud (C.R.L.) non unghzz o d o. I C.R.L. d po qu po hnno mp vo ndvo. S mn: C.R.L. mm 3-4; gmm 0,04. Sm mn: C.R.L. mm 10; gmm 0,07. Ov mn: C.R.L. mm 16; gmm 1. Non mn: C.R.L. mm 28; gmm 7. Dm mn: C.R.L. mm 37; gmm 9. Undm mn: C.R.L. mm 47; gmm 11. Fg Shm unvo d pm und mn d gvdnz. 27

31 S o d hè on g o u zzod Dopp pu o o o o p vzon d v à d n p odo mb on ( no10 mn 0 gon) (1). Fg Fn d'undm mn-nzo d dodm. L unghzz no ud ( CRL)d o nqu po è 5 m.i nqu op odo mgg op d uu ono om onob. Fg Dodm mn. 28

32 Fg Tdm mn. I C.R.L. è 70 mm. L mmgn po n quo mnu ono onu gz o n vo vo Fg vo oppo vo vo.t d m m n. 29

33 Cpoo 4 SECONDO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA Fg Quodm mn. I C.R.L. è 7 m. Fg Qund mn. 30

34 Fg Sdm mn. L dmnon d o dm mn ono d non n p no n o h mod og o.i oè ung o 14 m p 120 g. Fg Sdm mn. 31

35 Mn mbmn u v nono o ono moo pd, n md vnnop ù n o.l u oè u o nmn d mp p vpuò ppo n p b d vn, no d pub. Non è no pob n poo muov. L mmgn oppo ono og 3D gu n modà d d up. E' nh pob ppnzon 3D pn; on, ogn ngoo puno d un zon og ogn vn oo om o pn vngono m n o uu pù n. Qu'um modà è u p o udo mooogo d o. Fg Rppnzon 3D d pnz d oonn o ombo- dm-dm mn. N ppnzon 3D pn, ogn ngoo puno d un zon og ogn vn oo om o pn vngono m n o uu pù n. N modà 3D è po b uo mmg n ong nd à. 32

36 Fg Rouzon 3D d vo dom mn d gvdnz. S dnno on, ob, no, bo mndbo. Fg Vo dnnovm-vnm mn d gvdnz. 33

soluzione informatica A Domanda Risponde

soluzione informatica A Domanda Risponde ..ADR ouon nom omnd Rpond Ipo E... v Zon, 28-46029 Su (MN) 0376-521926 Fx 0376-521953 E-m : po@po.n www.po.n www.-ouon.om P IVA 01754060208 C.C.I.A.A. 179495 Ion Tbun Mnov 18447.. ouon nom A Domnd Rpond

Dettagli

SECONDO-TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

SECONDO-TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA SECONDO-TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA Cpoo 5 P ondo m nnd podo d à gzon ompo 14 mn ompu (p 14 mn 0 gon) 26 mn ompu (p 26 mn 0 gon) Fnà dm ogo n ondo m(1). Dmnzon d numo d. Dzon d gvdnz. Quo non o guo m

Dettagli

NEOPLASIE E LESIONI NON NEOPLASTICHE DELLE OSSA MASCELLARI

NEOPLASIE E LESIONI NON NEOPLASTICHE DELLE OSSA MASCELLARI NEOPLASIE E LESIONI NON NEOPLASTICHE DELLE OSSA MASCELLARI L on noph pudonoph d o m ono numo ono mpon d ono phé un dgno o d un mno dguo poono po d un pogno om Tndo ngo on è vdn h o non è dn on on h pn

Dettagli

TRATTATO CHE ISTITUISCE LA C.E. Allegato 1)

TRATTATO CHE ISTITUISCE LA C.E. Allegato 1) TRATTATO CHE ISTITUISCE LA C.E. Ago 1) Ago 2) GIURISPRUDENZA COMUNITARIA Ago 3) BIBLIOGRAFIA Gmbno G * Cobn G. L nomv u ng mpn : 3 o 1) Obbgo d u u voo I G o n d I ng. 2 / 1 / 19 79p. 7 2

Dettagli

MACCHINE ROTANTI A CORRENTE ALTERNATA:

MACCHINE ROTANTI A CORRENTE ALTERNATA: ACCHIE OTATI A COETE ATEATA: GEEAITA Inouzon l pn polo ngono noo l nozon h onnono l'nl l funzonno ll hn on on ln. T l pozon pol è l l o fol o ol o nno lun n phé onn un on unf l funzonno n g zono no. T

Dettagli

CORSO DI GAME CULTURE, DESIGN, COMMUNICATION AND MARKETING.

CORSO DI GAME CULTURE, DESIGN, COMMUNICATION AND MARKETING. CORSO DI GAME CULTURE, DESIGN, COMMUNICATION AND MARKETING. I ANNO I pmo nno d p o o d ud G uu, d, o u o d k onn u fon u b oo-p h p opdu h uo d p do udn d un uu ono-podu h f d oo ompo poo d onon nh, nfh,

Dettagli

MASCHERE E RITI nei carnevali arcaici delle Dolomiti nel Veneto

MASCHERE E RITI nei carnevali arcaici delle Dolomiti nel Veneto CENTRO STUDI E DOCUMENTAZIONE RITI E CARNEVALI DI MONTAGNA ASSOCIAZIONE CULTURALE INTERNAZIONALE SORAIMAR ASOLO GRUPPO CULTURALE BELUMAT MOSTRA ITINERANTE MASCHERE E RITI v d Doom Vo Sg: /o Gug So v Gbd

Dettagli

SCARICHI DEI REFLUI DEGLI INSEDIAMENTI ISOLATI NON COLLEGABILI A RETI DI FOGNATURA DINAMICA DEL COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI

SCARICHI DEI REFLUI DEGLI INSEDIAMENTI ISOLATI NON COLLEGABILI A RETI DI FOGNATURA DINAMICA DEL COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Comun d Cvno Tpo (Povn d Vnz) ------------ REGOLAMENTO PER LADEGUAMENTO DEGLI SCARICHI DEI REFLUI DEGLI INSEDIAMENTI ISOLATI NON COLLEGABILI A RETI DI FOGNATURA DINAMICA DEL COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI

Dettagli

DATACENTER PALAZZO DEI CONGRESSI SITO B DATACENTER ARTE ANTICA SITO A SCHEDE DI MANUTENZIONE ORDINARIA

DATACENTER PALAZZO DEI CONGRESSI SITO B DATACENTER ARTE ANTICA SITO A SCHEDE DI MANUTENZIONE ORDINARIA LLEGO B DCENER PLZZO DEI CONGREI IO B DCENER RE NIC IO CHEDE DI MNUENZIONE ORDINRI 1 CHED 1 REDZIONE DOCUMENZIONE ZON ppo Mo/Cod Vf h oozo d o d odo ofo qo do o CEI 64/8 f 1000 po 3108 Vf podz d po o d

Dettagli

9 788891 802279 euro 14,90

9 788891 802279 euro 14,90 9 8889 80229 u 4,90 k COP ITA. 2 09/02/5 4.55 Sb F M Fug L Lb L M M pù u gu, u vgg L Gu EK Mpp M 2 3 4 5 8 9 2 3 4 Du Pzz R Mu Nv Pzz M 5 8 9 C Sfz T Mu Dg P Sp A P Aqu 0 2 3 4 G v P P Mu S Nu V R PAC

Dettagli

Progetto esecutivo di chiusura della discarica comunale di Bondeno per rifiuti non pericolosi.

Progetto esecutivo di chiusura della discarica comunale di Bondeno per rifiuti non pericolosi. V Mmn 1 Cn (F) P u d huu d d mun d Bndn p u nn p PROGO SCUIVO ABORAO H Cp Sp dapp I P Sà nnn Ambn V F G 30 F (F) 0532/772224 Fx 0532/773217 m @ D Nmb 2010 Pn 1 d 40 P u d huu d d mun d Bndn p u nn p H

Dettagli

Prova di coltivazione di varietà di pomodoro resistente a virosi in territorio di Termini Imerese (PA)

Prova di coltivazione di varietà di pomodoro resistente a virosi in territorio di Termini Imerese (PA) Pg fzz R m v u p mp, vzzz puz mzzz h u Avà 2011 Pv vz và pm v Tm Im (PA) (: Gh p Rpb.O.P.A.T.. 57 m) PREEA 2001 z Opv EA m h vu ff v pbmh g h vu vz p mp; p, puz pm u p pm 80% puz vb. vgh ffu p Uvà g u

Dettagli

ufficio show room scrittura ufficio elettronica hi-tech/accessori agende/calendari ombrelli borse

ufficio show room scrittura ufficio elettronica hi-tech/accessori agende/calendari ombrelli borse how room cur uffco lonc h-ch/cco gnd/clnd ombrll bor uffco 38 l quozon ono ogg obl gumn ggornmn d mco c/orzon gg bmbo mr ugn uo clln bbgmno r S4068 d r bloccho un connor n c con bloccho n cr nn f. m ul

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014-2015 DISCIPLINA : STORIA BIENNIO COORDINATRICE: Pof. Glon Cnp PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO BIENNALE, IN TERMINI DI ABILITA E COMPETENZE Al n

Dettagli

Sottosopra P_PRF0371. 10m 2 a temporary shelter for widespread hospitality. 0.45 scala struttura impalcatura. antivento gelosia traspirante

Sottosopra P_PRF0371. 10m 2 a temporary shelter for widespread hospitality. 0.45 scala struttura impalcatura. antivento gelosia traspirante So o op Un nz o pe unn dou bno o ocuflu ce c à: o o op non o e o v quo d nm cch ce o o pubb coconun ve o p od decon ocon e e Cond v onee o men o ono e n vep opo e np e u o uo o no c o o nf e o eè be o o

Dettagli

58% 158% 41% PENETRAZIONE INTERNET PENETRAZIONE MOBILE PENETRAZIONE SMARTPHONE SUL TOTALE DELLA POPOLAZIONE SCENARIO DESKTOP VS MOBILE ITALIA

58% 158% 41% PENETRAZIONE INTERNET PENETRAZIONE MOBILE PENETRAZIONE SMARTPHONE SUL TOTALE DELLA POPOLAZIONE SCENARIO DESKTOP VS MOBILE ITALIA SCENARIO DESKTOP VS MOBILE ITALIA PENETRAZIONE INTERNET 58% PENETRAZIONE MOBILE 158% 41% PENETRAZIONE SMARTPHONE SUL TOTALE DELLA POPOLAZIONE SOURCE: US CENSUS BUREU, INTERNETWORLDSTATS CNNIC GENNAIO 2014

Dettagli

EduscopioLavoro Come gli istituti tecnici e professionali di Piemonte e Lombardia preparano i loro diplomati al mondo del lavoro

EduscopioLavoro Come gli istituti tecnici e professionali di Piemonte e Lombardia preparano i loro diplomati al mondo del lavoro EduopoLavoo Com g u n pofona d Pmon Lombada ppaano oo dpoma a mondo d avoo Tono, vndì 8 gnnao 2016 o 11 Aua Magna Lngoo d Pono d Tono va Nzza, 230 La a d poo d ud dopo md, da uoa upo pù adguaa a apazon

Dettagli

RICHIESTA DI NUOVA FORNITURA IDRICA

RICHIESTA DI NUOVA FORNITURA IDRICA Md. SC-NFI RICHIESTA DI NUOVA FORNITURA IDRICA CONTENENTE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE (. 46 47 DPR 28/12/2000,. 445...) Cpv d pbà d z p pv d. 76 d DPR. 445/2000... p f z dhz d (SE COMPILATO A MANO, SI PREGA

Dettagli

tana del pazzo e cocc è di meglio?

tana del pazzo e cocc è di meglio? d pzz B L V g v L f d M Cppè T d Luc M, g u... u G ccc è d mg? c c 72 TUTTOmb TUTTOmb 73 d pzz Ty cc. M cm qud u c p d p d k p I bk è M d, c v d u, dvv u u m v p d c I pcu f ch è p c u cpp d M + Hgh R

Dettagli

CASE HISTORY 1 REVISIONE 02 DATA 05/06/2014

CASE HISTORY 1 REVISIONE 02 DATA 05/06/2014 REVISIONE 02 DATA 05/06/2014 1 BIOSOLUTIONS SERVICES LLC (USA) So Boch conung Dcon Nd An d mco d mdcn gnv p cu Avnmno In coo d on Cn Boouon Svc LLC (USA) Ch Lmb, uno d pncp hhod, è o x Gn Mng d coc o mc,

Dettagli

5, 99 0, 95 1, 99. dal 3al 18 Maggio. dal 8 al 25 Maggio. Offerte valide. Offerte valide. DASH Liquido Lavatrice 24 DOSI X 2 PEZZI Actilift.

5, 99 0, 95 1, 99. dal 3al 18 Maggio. dal 8 al 25 Maggio. Offerte valide. Offerte valide. DASH Liquido Lavatrice 24 DOSI X 2 PEZZI Actilift. DASH Lqud Lv 24 DOSI X 2 PEZZI Af Imbb d m Bu In C FELCE AZZURRA Ammbdn 3 L Off vd Off vd d 3 d 25 NELSEN P L www.pn. Pzz! ndb n P d f! BIONSEN Shmp 250 m 9 d. BIONSEN D 250 m A BREEZE Ddn Squz 250 m Um

Dettagli

Legge regionale 2 agosto 2013, n. 45

Legge regionale 2 agosto 2013, n. 45 Dzn n D Cnnz Cn c Lgg gn g 013 n. 45 Invn gn fnnz n fv fmg v n ffcà cn cn g c. bn Uffc n. 39 m 07.0.013 gg 45 v CONRIBUI gn fmg n c c cnbu fv fg nuv n cc n ff v 70000 g un num; c 3 cnbu fv fmg num (mn

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO CERTIFICAZIONE QUALITÀ SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO.. 2014-2015 INDIRIZZO ECONOMICO E TURISTICO DISCIPLINA RELIGIONE Lo n l n l coo à o go l gn copnz pcfch: vlpp n o no cco n ponl pogo

Dettagli

BEACH TENNIS 6 TORNEI INTERNAZIONALI 6 ASSOCIAZIONI SPORTIVE 6 LOCALITÀ MOZZAFIATO BEACHTENNISITALIANTOUR E A N N I N N I. B e. c h. e n. l i.

BEACH TENNIS 6 TORNEI INTERNAZIONALI 6 ASSOCIAZIONI SPORTIVE 6 LOCALITÀ MOZZAFIATO BEACHTENNISITALIANTOUR E A N N I N N I. B e. c h. e n. l i. 6 Z PV 6 À MZZF 6 Z p z f è pf mbz pv d è p pgg d md (f Fd), (,, á mbú, Gd d M G d ), Gpp (ky Fjw Kgw), ( Pbg, M, m), p (F, pg, g) pù b (b, M, md,, p, ) Pù v d pù p d vy z m d à v v d g P g m d à pf d

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO INDIRIZZO TURISMO.. 2014-15 DISCIPLINA Dcpln ch znl PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE, IN TER- MINI DI ABILITA E COMPETENZE (n b ll

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI NOVEMBRE 2010

CATALOGO PRODOTTI NOVEMBRE 2010 TLOGO PODOTT NOVMB 2010 LNO BNH PGN T D FMNTO 1 TGN BNL (GUPPO BNP PB) 2 BN G P ( D PMO D GNOV MP) 3 BN M ( D PMO D MN P) 4 BN D BOLOGN 5 BN D PNZ OT' OOPTV P ZON 6 BN D P (GUPPO UNBN) 7 BN MLVNT 8 BN

Dettagli

L Italia sembra giovane. e nuova, con le case bruciate

L Italia sembra giovane. e nuova, con le case bruciate pp f I 25 p f v Rz Lbz I. I 25 p bz I pz v f. G h v Rz I. I I Rz è p h h b f. A q pp pp p h ppv v f. I v f, è v h pv pv f bà p. Iv p pp p h pp Rz v z bà. L I b v v, b, q p,, p p, p. N bb v,. pp f CITAZIONI

Dettagli

Ricerca sperimentale R i c e r c a ADESIONE DI ATTACCHI ORTODONTICI SU SMALTO MORDENZATO O TRATTATO CON LASER ER-YAG

Ricerca sperimentale R i c e r c a ADESIONE DI ATTACCHI ORTODONTICI SU SMALTO MORDENZATO O TRATTATO CON LASER ER-YAG Uvà dg Sud d Fz, CLOPD, *Cd d Chug S Odooooog, ofo.. **Uvà d Nzz (F) Soh-Ao, U.F.. Odooog, do L...o. ***Uvà dg Sud d S, Cd d Edodoz C, ofo u ****Uvà dg Sud d Fz, CLOPD, Cd d Covv, ofo.. *****Uvà dg Sud

Dettagli

IL QUADRO DI RIFERIMENTO NORMATIVO LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96

IL QUADRO DI RIFERIMENTO NORMATIVO LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96 QUDR D RFRMN NRMV DRV MUNR 2002/96 MB D PPZN R D U G 1, PURH NN R D PR D R P D PPRHUR H NN RNRN N UDD GR. U NH PPRHUR NN U D URZZ, RM, MR B DN FN PFMN MR. FZN 10 GR (NN D PRD) 1. GRND RDM 2. P RDM 3. PPRHUR

Dettagli

Natale. da domenica 18 novembre a domenica 23 dicembre. Finalmente

Natale. da domenica 18 novembre a domenica 23 dicembre. Finalmente Fm! m D N D 18 vmb 2 3 dmb, g mb d, v h db sp, b. dmd dm d sd d p Tu kd p g w d mb h z s b s f Fm! m D N P spu p pd u d m gg *Tu * f dmh d su m 16.0 s. 0 I N B C s dpg d m. Tu dmh dpp ppum su d h pp sp

Dettagli

Fig. 4.1 - Struttura elementare del motore in corrente continua

Fig. 4.1 - Struttura elementare del motore in corrente continua 4 MACCHINA IN CORRENTE CONTINUA 4.1 Suu schm lmn P compn l pncpo funzonmno ll mcchn n con connu (m.c.c.) fccmo fmno ll suu lmn nc n Fg. 4.1. 1 A φ 2 B Fg. 4.1 - Suu lmn l moo n con connu Fg. 4.2 - Pcoso

Dettagli

Comune di CASTELNUOVO DEL GARDA. PIPolFam. Piano Integrato delle Politiche Familiari. Versione 09/1

Comune di CASTELNUOVO DEL GARDA. PIPolFam. Piano Integrato delle Politiche Familiari. Versione 09/1 Comun d CASTELNUOVO DEL GARDA PIPoFam Pano Ingao d Poh Fama Von 09/1 Appovao on Dba Congo Comuna n../2009 SOMMARIO 1. Dzon gna d omun d Canuovo d Gada... 2 2. L aomazon n ao a a dmogaa dg um ann... 4 3.

Dettagli

apertura autunno 2012

apertura autunno 2012 CSTRUZI STI IMPITI SPRTIVI pwrd by prur uunn 22 CMP BBMTI DLL IU 22 r r LU MR DI T MR DI I CLDI V -22 7 V DI SB RDI 7-22 DM T 7-22 I C 22 L 22 d fn r r chu ndc d 3 m -2 nu 3 pr m c nd r c LU r MR M TT

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Pno Lvoo Docn SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014/15 DISCIPLINA INFORMATICA PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE, IN TERMINI DI ABILITA E COMPETENZE Ulzz gl n l nfoch nll

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2015/2016 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO TURISMO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2013/2014 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO ITER FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà cll.

Dettagli

3) DIFFUSIONE DELLA LUCE E SPETTROSCOPIA RAMAN

3) DIFFUSIONE DELLA LUCE E SPETTROSCOPIA RAMAN DIFFUSION DLLA LU STTROSOIA RAAN La uso lla lu a pa u aomo quval al sgu posso (l aomo è l lvllo : (A Assobmo u oo quza vo oa k passaggo allo sao ao aua (sao al o msso u oo quza vo oa k. Oppu: (B msso u

Dettagli

CORSO GARIBALDI. Dall Expo 1906. All Expo 2015 LA FONTE LE ANNATE CONSIDERATE LE ANNATE CONSIDERATE

CORSO GARIBALDI. Dall Expo 1906. All Expo 2015 LA FONTE LE ANNATE CONSIDERATE LE ANNATE CONSIDERATE LA SCUOLA MEDIA DEL QUARTIERE PER IL QUARTIERE g nn S Sn I g ICS Mn Sg, Mn E - A.S. - Sn (M Pn) A zzzn nn gn nn: Cn P, C Mn, G P, L Lnz, Lzz C, Mngn M, Mzz G, Mn C N, R An, Sn P, Sg Lnz, T N, Vnzn S. A

Dettagli

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014 V l Bgl! g bb g v 213/214 2 g bb g v 213/214 BBNMN P BUNM UÀ 1.25 BUNM LL 1.5 BUNM P BUN B F BUN P 7 42 28 8 21 PXYZ BUN P v B PLNM 38 225 14 8 21 F N LL 23 145 125 8 21 G H L M N Q GN P N NN.GV. NN UN

Dettagli

al sistema GHS fabbricanti e agli impo

al sistema GHS fabbricanti e agli impo hm d p h E m f n n md l ssm GHS nuv z l v n p Infmzn m m dsn h d p p l zzn d p. fbbn gl mp GHS l nuv ssm glblmn unfm d zn d pl GHS è l nm d Glblly Hmnzd Sysm f Cssfn nd Lbllng f Chmls, l nuv ssm d ssfzn

Dettagli

Concorso "un logo per la consulta provinciale degli studenti"

Concorso un logo per la consulta provinciale degli studenti C " g v dg d" 6 1 0 2 v b b f 9 2 PROROGATO: ENTRO IL 2 MAGGIO 2016 f d g gg C dg d d v d Lv Rg d C h d C v dg d d v d Lv - RIAPERTURA A. 1 Pz fà L USR-AT d v d Lv C v dg d "U h CPS Lv", v g d d Sd d II

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014/2015 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO ITER FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà cll.

Dettagli

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Gu Rg D G D C C Fm, I A. N AOOGRT/ 0272442 /Q.90.70 F, 24/10/2013 Ag Mgg ug 2013 Mgg g ug 2013 Ogg Mgg fmu ug 2013. A A D u Lug M EDE A D G DG D C C V G EDE A Rb A Cm m A L EDE A D G A UL T EDI C DGRT

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ 2 GLI ELEMENTI FONMENTLI ELL GEOMETRI T T i uovluzion 0 10 20 30 40 0 0 70 80 90 100 n Il mio punggio, in nimi, è 1 2 3 Ov l figu gn l uni popoizion o. ppin L. ppin l. ppin l. ppin l ppin l. l ppin.

Dettagli

CASTEL VOLTURNO (Caserta) - La Polizia di Stato al passo coi tempi e dei social network con

CASTEL VOLTURNO (Caserta) - La Polizia di Stato al passo coi tempi e dei social network con C V L Pz d S v Tk: U v d S d v Mdì 7 Mz 205 0:5 CASTEL VOLTURNO (C) - L Pz d S m d wk UNA VITA DA SOCIAL è Cm m dv m d wk ybbm dm zz vz d vy. U d: 2 3 d d ybbm. E R d Pzz d Q Rm ù m m m dv zz d Pz d S

Dettagli

ANTIPASTI DI PESCE. Il misto dello Sloppy 12,00. Tapas ai tre sapori 9,00. Insalata di Seppia 9,00. Guazzetto di Cozze 9,00. Gratinato del Levante

ANTIPASTI DI PESCE. Il misto dello Sloppy 12,00. Tapas ai tre sapori 9,00. Insalata di Seppia 9,00. Guazzetto di Cozze 9,00. Gratinato del Levante v b m I S (Pm gmb m zz C) T Sz m I m Sy 9 9 Guzz Czz 9 * I bb g bà C OO C Ag g f G Lv 12 12 ANTIPASTI DI PESCE PRIMI DI PESCE R m C Sgh Vg Gg gù C Mf b S 1 9 1 9 * I bb g bà C 1 * I bb g bà C O T m u m

Dettagli

Campi elettromagnetici e salute

Campi elettromagnetici e salute Campi elettromagnetici e salute F r Pol pol @t n. t 1 Introduzione ``El ttrosmo '': nqu n m nto pro otto mp l ttr m n t n r t ll r z on pp rt n nt ll s z on non on zz nt (NIR) llo sp ttro l ttrom n t o;

Dettagli

Schede e giochi per la lingua italiana. Gli obiettivi di ogni step sono indicati sotto di esso

Schede e giochi per la lingua italiana. Gli obiettivi di ogni step sono indicati sotto di esso Competenza/e da sviluppare Saper analizzare e discriminare; saper osservare; saper cogliere ed utilizzare i suoni della lingua; saper mettere in relazione ed associare; saper usare l attenzione selettiva

Dettagli

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile

Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile Mobilità URBANA: il nuovo futuro possibile LITE MOT IVE: SMART URBAN MOBILITY ( versione in Progress - richiedere aggiornamenti ) 0 1 07 2012 A B S T R A C T I l P r o g r e s s o è u s c i t o d a i b

Dettagli

Decorazione pasquale. Per te: il poster. Jamadu corre COMPLETAMENTE GRATUITO CHE BELLO LAVARSI

Decorazione pasquale. Per te: il poster. Jamadu corre COMPLETAMENTE GRATUITO CHE BELLO LAVARSI L C gzz h N 14 CHE BELLO LAVARSI COMPLETAMENTE GRATUITO Dz q J P wwwjh/ G C? J C 4 2 z C f H H Sh, Ky, D Vw; g 2/3 Th Cg; f Bé Th-Sök, F, ; Iz C K, Shff & Cz AG H f L I I f / h wj ww L «T h g g b?» T «bb»

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA

ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA -2015 ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA LABORATORI PER LE SCUOLE PROPOSTE DI LABORATORI ARTISTICI, ESPRESSIVI ED ESPERIENZIALI RIVOLTI AI BAMBINI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO, DELLA PRIMARIA E DELL INFANZIA

Dettagli

Make the World Your Studio

Make the World Your Studio CAGLISCONTIAISOCIAI WACOM DEDI E p m m m u v à m z z f u d v R h d u d p p q u. v d p y I @ W m. S v g d A :p f z u. NTO SCO 10% I up L v P&Tuhp p f.d p b d m p m mv à w u. Aqu NTO SCO 10% C q N u dbbd?

Dettagli

TRASFORMATE DI LAPLACE

TRASFORMATE DI LAPLACE TASOMATE D APACE rorm lc co rormr l quzo rzl quzo lgbrch mlco l l crcu mc lr. l moo ll rorm lc grlzz l moo or: zché clcolr l ro rm gr uol, co l rorm lc omo rcvr l ro coml u cl gr molo ù grl ch olr ll uo

Dettagli

MASTER MATERIE ERBORISTICHE

MASTER MATERIE ERBORISTICHE n - T n STER - n Tn Eb V Dvd Supn,4 00165 Rm L STER n Tn Eb, n ppn n l dm dll Ebh è l d pp pp l gun nv ulul: CHIMIC E BIOCHIMIC MONTE ORE: 28 GIORNT DELLE LEZIONI: DOMENIC DTE DELLE LEZIONI: nvmb: 09 /

Dettagli

DOMANDA di PARTECIPAZIONE

DOMANDA di PARTECIPAZIONE DOMANDA d PARCPAZON Rn nd Cp Cà Pv Nn n mp d n Cd P VA -m n Fx nn Pdu F n d nd Dbu A n d n -m: C d p vn d mn (Cndn Gn d Ppn p) h n d dh d n n n u p d nmn n un v v d pn dmnd d pp 07-08-09 Gun 2013 dxp n

Dettagli

Archivistic Open Data

Archivistic Open Data C fz p hv Ahv Op D (f yu lv hg, f) ISAAR l p p qu è f gl gl p l lzzz ll z hvh gg pu hv l puz ll uz hv, ì pbl: - l' gl hv u b ull pblà z l puz gl hv h ll z gl hv, p f gu; - l p p gl u l puz u hv u, hé p

Dettagli

Decalogo alimentazione estate 2012

Decalogo alimentazione estate 2012 con l nu propon 10 przioi conigli pr un limnzion corr icur in un priodo gnrlmn ccompgno d mggior mpo libro, con biudini limnri divr ripo l ro dll nno: mggior numro di pi fuori c, cr nzion gli ppori nuli,

Dettagli

c r e a t i v i t à O G G I

c r e a t i v i t à O G G I 9 c mp us l pnso co p l succsso dll pop znd o dll pop ognzzzon To d Cy Tody d. Byb R. Vullngs UNA MENTE CREATVA ESERCTATE LE VSTRE ABLTA CREATVE! Esmn com un l, l pnso co d f sczo p mnn l popo cllo n fom.

Dettagli

Aletti Bonus Certificate. Ti premia anche quando non te lo aspetti.

Aletti Bonus Certificate. Ti premia anche quando non te lo aspetti. Al Bonus Cfc T pm nch qundo non lo sp Al Cfc T pomo dov d solo non uscs d v Lo sumno fnnzo ch consn d lzz un sg d nvsmno ch pnsv nccssbl Quso è Al Cfc Bnc Al, vo p dzon soddsf nch l sgnz pù sofsc dgl nvso,

Dettagli

Il fantasma di Canterville

Il fantasma di Canterville TR O I f d Cv TA TE A I Ad Gc T! FA N SCHEA IATTICA f d Cv (Th Cv Gh, 1887) è u cb cc uc gv d Oc Wd Pubbc v u v Th Cu d Scy Rvw, cc bb u ucc cu d 'g N zz u d c, v È u d d S d f Lgg gu b d' g d Wd, d dd

Dettagli

2, 99 0, 75 1, 99. E' tempo. di raccolta di offerte! Offerte valide. dal 5 al 21 Settembre. DIXAN Liquido Lavatrice 25 DOSI. www.lasaponeria.

2, 99 0, 75 1, 99. E' tempo. di raccolta di offerte! Offerte valide. dal 5 al 21 Settembre. DIXAN Liquido Lavatrice 25 DOSI. www.lasaponeria. DIXAN Lqu Lv 2 DOSI Ass Imbb ms E' mp ff Ps Bu Ps DASH Es 31 1 pz PODS Ass Off v 21 Smb PANTENE Shmp Ass VIDAL D Ass 7 www.sp.g E' mp ff BREEZE D D Spy R- INTESA GILLETTE 8+2 pz D Spy usx BREEZE Rs R&G

Dettagli

Scheda tecnica micro compattatori

Scheda tecnica micro compattatori C O M U N E DI G I O V I N A Z Z O S E T T O R E 3 G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O Svz Ass mb OGGETTO: PO FESR 2007-2013, ss II, v 2.5, z 2.5.1, sz b). DGR. 2989 2010. Pps v p pzm g f b ssm Cm

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

TABLET / SMARTPHONE 311. 1099.90 1129.- Microsoft SurfacePro3 i5 128GB

TABLET / SMARTPHONE 311. 1099.90 1129.- Microsoft SurfacePro3 i5 128GB nn - - 20 ns jh V fn 27.2.204 n M s N L Rg ff O n. sn 365 p P 2 h pp v On 7 SURF TB S TI Wnws 8. Off 365 Psn p 2 pph Uzz Off 365 Psn nh s n sn pph m: n nk n PC/MC R +G 799. spn nh sngmn s`m pgn 7 7 svy

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA VISION 2000

INTRODUZIONE ALLA VISION 2000 NTDUZN N 2000 1 NTDUZN NMT UN N 9001 : 2000 N 2000 Total Pages 37 Proprietà Novatica. ietata la riproduzione anche parziale. 2 9000 1987 - PM DZN 1994 - ND DZN 2000 - TZ DZN un requisito dell che le norme

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

San Zanobi San Zanobi è stato vescovo di Firenze ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica: è il patrono principale dell arcidiocesi

San Zanobi San Zanobi è stato vescovo di Firenze ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica: è il patrono principale dell arcidiocesi SANTI TA I ERI... ... ...SANTI TA OGGI S Zb S Zb è vv d Fz d è v m d Ch : è p pp d d f. Zb bb Fz v mà d IV, fu bzz, bb u'duz mpg d' vv Td. Cbb Ambg d pgg Fz 394 bb u f Rm, dv Ambg vbb p pp Dm I, qu vbb

Dettagli

Aletti Borsa Protetta Certificate. Sentirsi al sicuro.

Aletti Borsa Protetta Certificate. Sentirsi al sicuro. Al Bos Po Cfc Sns l scuo Al Cfc T pomo dov d solo non uscs d v Lo sumno fnnzo ch consn d lzz un sg d nvsmno ch pnsv nccssbl Quso è Al Cfc Bnc Al, vo p dzon soddsf nch l sgnz pù sofsc dgl nvso, m dsposzon

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

dal12gennai. o chiama il numero dedicato alle Iscrizioni On Line: 06 5849 4025

dal12gennai. o chiama il numero dedicato alle Iscrizioni On Line: 06 5849 4025 Annosco s co015/016 Denom nz onescuo www. s uz Cod cesc uo Con Adeco e ed ' nnosco s co01013, e sc z on ec ssp mede e s uz on sco s ches dogno d neeg do vvengonoesc us vmen e nmod à on ne. En n sc z onon

Dettagli

.1.2. Centraline digitali: Temperatura, velocità del vento e presenza pioggia. X-SP/I X-SP-G/I X-SP-R/I X-SP-WP/I X-SP-WPG/I X-SP-WPR/I

.1.2. Centraline digitali: Temperatura, velocità del vento e presenza pioggia. X-SP/I X-SP-G/I X-SP-R/I X-SP-WP/I X-SP-WPG/I X-SP-WPR/I Agcono SnC d Bbo e Secco 1.1. Cenne pe conoo Venzone Nue (Spoe)..1.1. Cenne nogche: Tempeu, veocà de veno e peenz d pogg. C-AM9.30-K C-AM9.30-24IP C-AM9.30-220IP Sempce cenn con 4 mnopoe pe peu mpu n funzone

Dettagli

Le costruzioni con riga e compasso: un approccio didattico

Le costruzioni con riga e compasso: un approccio didattico Foà d Se Memhe, Fhe e Nu e d Lue Spe n Mem Sne Le ouzon on g e ompo: un ppoo ddo Reoe Pof Ande Buno Cnddo Fede Pp Poe hve: ouzon on g e ompo MRode: 01A20, 01A50, 5103 Anno Ademo 2010-2011 Sne n queo eboo

Dettagli

I.M.G. S.r.l. SEZIONE A-A. PIANTA A Q.ta CAMERA D'ISPEZIONE. PIANTA A Q.ta POZZETTO MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI SEZIONE B-B

I.M.G. S.r.l. SEZIONE A-A. PIANTA A Q.ta CAMERA D'ISPEZIONE. PIANTA A Q.ta POZZETTO MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI SEZIONE B-B N Q.t MER 'SEZNE N Q.t ZZE SEZNE FGN V ESSENE FGN V ESSENE os.10 MER 'SEZNE ESSENE MER 'SEZNE ESSENE os.2 os.8 os.2 mcropl Ø240 rmt con tubo Ø193.7 12.5 L=15.00m mcropl Ø240 rmt con tubo Ø193.7 12.5 L=15.00m

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) E g: L ASSOCIAZIONE IL SENTIERO f u gg gg f g g b f h,, u ( g),, g gu : ) u gg; b) u g ; ) uu, uu u à f ; ) u ugug, gà u

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

QUATTRO PASSI PER RISCOPRIRE LA CITTÀ Percorsi ed itinerari per una Firenze in forma

QUATTRO PASSI PER RISCOPRIRE LA CITTÀ Percorsi ed itinerari per una Firenze in forma u / h O Iu u h ff, u Nu 00 I ION I HI IN UTOU yz - T Tu 0//9 O u - I u u u T -u/ - Nu INTOOI u O INTITUT u u, Nu 00 T 0/099 @u wwwu QUTTO I IOI ITTÀ u f QUTTO I IOI ITTÀ u f I T ONI, UN IO INZ N f j? h

Dettagli

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 N. 1 COGNOME NOME 2 RC 3 PM 4 RP 5 NU GD FINALITA' DEL BENEFICIO CONCESSO IMPORTO TOTALE ANNUO RIFERIMENTI LEGISLATIVI 6 AV 7 PD 8 KN 9 AL 10 AR 11 TG 12 LD 13 GL 14 DD 15 DL 16 BM 17 BM 18 BE 19 AM 20

Dettagli

Arte Figurativa. Ginnasio Gian Rinaldo Carli settembre 2014

Arte Figurativa. Ginnasio Gian Rinaldo Carli settembre 2014 A Figuiv Gisio Gi Rildo Cli smb 2014 A ic. is io z li u ic d c s h c ssio p s i d m o F Op d po può m l io pz i l, o u u co il! d i ib u u s im è, Esp o im u o c il cmbi, m o m z z p p Il vlo, l bi l m

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO Sch Pogzon Tnno SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO.. 2014-2015 INDIRIZZO: Anzon, Fnnz Mkng ARTICOLAZIONE: S nfov znl DISCIPLINA: Infoc PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE

Dettagli

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative - brochure - i n i z i a t i v a r i f o r m a d a l b a sso.blogspot.it - i n i z i at i

Dettagli

Metrico 2009. Italiano. CROSBY LAUGHLIN LEBUS McKISSICK WESTERN NATIONAL. Con avvertenze sul prodotto e informazioni sull applicazione

Metrico 2009. Italiano. CROSBY LAUGHLIN LEBUS McKISSICK WESTERN NATIONAL. Con avvertenze sul prodotto e informazioni sull applicazione M 2009 I Su Abà uz Fmz R / Svu CROSBY LAUHLIN LEBUS MKISSICK WESTERN NATIONAL C vvz u fmz u z I LOSSARIO (m m fz)........................................................................ 2 TERMINAZIONI

Dettagli

designed for long distances

designed for long distances designed for long distances listino prezzi price list 01.09.2012 INDICE GENERALE/INDEX SERBATOI GASOLIO TIPO ORIGINALE ORIGINAL TYPE FUEL TANKS 3 SERBATOI GASOLIO MAGGIORATI 4 SERBATOI MISTI OLIO e GASOLIO

Dettagli

! " #$ %! & %!!! % '! ( ) ( * %! " +! &, ' -& % '! './/01. 234452342

!  #$ %! & %!!! % '! ( ) ( * %!  +! &, ' -& % '! './/01. 234452342 !"#!&!!! '! ()(*!"!&,'-& '! './/01. 234452342 &&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&& &&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&& 4&4""&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

Dettagli

AS 2015-16 ITI MODA Lingua Inglese CLASSE TESTO ARGOMENTI PROGRAMMA

AS 2015-16 ITI MODA Lingua Inglese CLASSE TESTO ARGOMENTI PROGRAMMA AS 2015-16 ITI MODA Lgu Ig CLASSE TESTO ARGOMENTI PROGRAMMA Pm M Spzz, M Tv, Mg Ly, Pfm B1 vum 1 wh PET Tu, ZANICHELLI E. Jd, P. Fcch, Gmm F - G Ed, Egh Gmm d Vcbuy, U, TRINITY WHITEBRIDGE Vd SYLLABUS

Dettagli

Fonte: www.html.it Una guida di base che ha come obiettivo l'installazione di Apache 1.3.24, Php 4.1.2, MySql 3.23.49 e PhpMyAdmin per testare gli script 1. Q uali sono gli strumenti necessari per testare

Dettagli

Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco"

Formula Bonus-Malus l'abito non fa (più) il monaco Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco" Limiti e criticità dell'attuale formula Giovanni Sammartini Coordinatore Commissione Danni Roma, 7 giugno 2013 2000-2011: com'è cambiata la distribuzione

Dettagli

Bando Trasferimenti da altra sede e passaggi di corso di studio - A.A. 2015-16

Bando Trasferimenti da altra sede e passaggi di corso di studio - A.A. 2015-16 C Cr Sr rrr su 1 B rsr lr s pssgg rs su -.. 2015-16 Sr S l u l prvu sru (r. 5 l B) r. 1 l B sbls h pss prpr l su b slusv: ) gl su prv lr s h h l srz u rs su ll sss lss qull u s sr, qul ur h, ll s u prvg,

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE P.O.F. 2013-2014 SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2013/2014 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZI AFM colzon SIA RIM IGEA TRIENNIO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

REI 120 30-60 - 120 30-60 30-60 - 90-120 30-60 - 90-120 - - - - - - - - - - - T TONI TE E POR ACCESSORI SPECIALI PER POR

REI 120 30-60 - 120 30-60 30-60 - 90-120 30-60 - 90-120 - - - - - - - - - - - T TONI TE E POR ACCESSORI SPECIALI PER POR O P A D N L B Cd DO zz O P A m GAMM A pp LA NOS 120 d dms) s CD S V V, 11 - Fz. Mpp - 10072 Cs.s (O). +39 011 9969763 - Fx +39 011 9910400 -m: d@fb. - www.d-. 3 / 2 CLASS 2013 v du b (g s P 0-120 6 u 0

Dettagli

Industria. rvr vrv 'ruurrr. rrét.rr*rv e. P.zzaDei. Giudici,3 Dlgs152106. IscrizioneN: FI00100 ll Presidente. srezione. regionare

Industria. rvr vrv 'ruurrr. rrét.rr*rv e. P.zzaDei. Giudici,3 Dlgs152106. IscrizioneN: FI00100 ll Presidente. srezione. regionare Ab{GAb SEZIONIEREGIONALEDELLA TOSCANA C C *',,",'1Q,'1"yy'AR*j: v vv ' I 4 ^ Ag É*v É Ag vl4,,1,w1,j:::;;;"h,;:úí;#"" :,1{;62 PD G,3 Dg15216 íé*u;;;,ugog IN: FI1 P g,{ ',L\SM$['Éî 'AbNGAb v ' 212 gv 3

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli