GRAVIDANZA, GENITORIALITA' CONSAPEVOLE, EPIGENETICA E LA NASCITA DI UNA POESIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRAVIDANZA, GENITORIALITA' CONSAPEVOLE, EPIGENETICA E LA NASCITA DI UNA POESIA"

Transcript

1 GRAVIDANZA, GENITORIALITA' CONSAPEVOLE, EPIGENETICA E LA NASCITA DI UNA POESIA Al di là del tempo reale, dedicato a tutte le mamma, quelle in attesa, quelle con figli di tutte le età, quelle per cui un figlio è ancora o rimarrà per sempre un pensiero. INTRODUZIONE La gravidanza è accompagnata da dinamiche interne complesse, con manifestazione di un vissuto che può essere compreso alla luce del profondo valore simbolico della maternità, che si rispecchia nella relazione madre-bambino e nel benessere psichico di tale diade. Il periodo della gravidanza, in particolare, esacerba il sempiterno conflitto tra reale e immaginario: la madre nutre un bambino ancora invisibile (e quindi concretamente una parte di sé), mette a sua disposizione le proprie risorse, affettive, immunitarie e metaboliche. Tale dicotomia, tra reale e immaginario, è a ben vedere- null altro se non la riproduzione dello schema mentale con cui ciascun essere umano si approccia al futuro e al cambiamento. Ogni nascita implica un cataclismatico sovvertimento di un precedente stato omeostatico, sia a livello organico che psichico. Divenire madri non significa solo aggiungere qualcosa alla propria esperienza vitale, ma pone significativamente in contatto la futura mamma con la perdita, il lutto e la separazione. La stessa gravidanza rappresenta al contempo un momento di pienezza, fisica e affettiva, e di vuoto, in quanto inesorabilmente legata all assenza, del bambino reale prima, del bambino immaginato poi. Tale conflitto si riproduce anche nella percezione del Sé materno: per diventare tale, la madre deve da un lato abbandonare il proprio ruolo filiale, dall altro scontrarsi con la propria madre interna, scaturente dalla complessa esperienza personale e dalla simbologia archetipica filtrata dalla società. Deve, cioè, ancora una volta, strutturare un equilibrio tra madre ideale e madre reale. Implicita in tale difficoltoso processo è la ristrutturazione del ruolo e dell identità personale. La donna è accompagnata pari passi, nell elaborazione del proprio vissuto inconscio, dal cambiamento della propria immagine corporea: il vistoso aumento di peso contribuisce ad alimentare l angoscia e la convinzione subconscia che la maternità implichi una perdita di quella femminilità che l ha resa desiderabile agli occhi del partner. Il momento della nascita, a sua volta, determina per la donna un nuovo contatto con il lutto e la separazione: la cesura biologica del prodotto del concepimento lascia uno spazio vuoto, che la madre può o non tollerare. Molte madri, ma anche molti padri, sperimentano un sentimento di delusione al momento della nascita del figlio, in quanto non rispondente alle aspettative, o in relazione al sesso o in relazione all aspetto fisico. Il bambino ideale muore e viene sostituito, al momento del parto, dal bambino reale. Anche la madre ideale, che grazie al proprio corpo ha espletato il proprio ruolo nutritivo in modo completo e non ambivalente, nel momento del distacco deve supplire con la propria cura mentale la perdita della placenta. Deve, cioè, scontrarsi con una parte potenzialmente ambivalente, non curativa e non capace. Il lutto è determinato, dunque, anche dalla perdita del totale controllo sul bambino esperito durante la gestazione. Nel tragitto che dunque conduce dalla gravidanza alla maternità, è possibile evincere gli eventi di maggior rilievo, qui schematicamente riassunti: Il parto come perdita di una parte corporea (il bambino) con cui la madre si era completamente identificata: l evento nascita viene pertanto vissuto come intrusione e violenta lacerazione della diade simbiotica madre-feto Disillusione, derivante dal conflitto tra immaginario e reale Regressione in simbiosi: per esplicitare il ruolo materno nei confronti del neonato, dopo la brusca cesura del parto, la donna deve regredire in uno stato simbiotico e

2 fusionale, nel quale appare totalmente risucchiata dal bambino. Winnicott definisce tale stato regressivo un vero e proprio stato psichiatrico molto particolare della madre, che prende il nome di preoccupazione materna primaria, paragonabile ad uno stato di dissociazione. La capacità di ammalarsi e di guarire da questo stato mentale conferisce alla donna le qualità di quella che Winnicott (1974) ha chiamato una madre devota : una madre, cioè, che deve essere temporaneamente in grado di preoccuparsi in maniera totale del proprio bambino, distogliendo per il tempo che è necessario la propria attenzione dal mondo circostante. La capacità di essere madre è, dunque, almeno all inizio, regredire. Tale processo sembra essere indotto dal neonato, che si muove nella direzione di avvolgere la madre e guidarla sui binari dell identificazione con il bambino, in un processo di empatia e simbiosi che promuove la soddisfazione del bisogno. Regressione e identificazione sembrano dunque configurarsi quali elementi di difesa, congiuntamente attuati dal neonato e dalla madre, per opporsi, nella realizzazione di un modello simbiotico ideale, alla separazione indotta dal parto. La madre deve, cioè, realizzare nei confronti del neonato una comprensione quasi magica del bisogno. Lo stato mentale della madre, così come la relazione madrebambino e, di conseguenza, lo sviluppo psicofisico del bambino stesso, sembrano relazionate alla capacità della donna, di integrare o meno tali dinamiche interiori (perdita, disillusione, regressione in simbiosi). PSICOTERAPIA DELLA GENITORIALITA' Sono attualmente molte le disquisizioni scientifiche riguardo all'esistenza di una vita psichica fetale. Obiezioni vengono rivolte sia dalla concezione materialista sia da quella spiritualista. Ma il feto è comunque un'entità viva, di per sé o nella vita mentale dei suoi genitori, che lo plasmano non solo al concepimento, ma con un atto immaginativo continuo. Il feto dimostra di essere vivo anche perché diventa un ricordo del futuro: i propri ricordi della vita fetale diventano parte integrante della personalità e agiscono in modo inconscio nella vita quotidiana (certi aspetti della personalità, tendenti più alla claustrofobia o alla claustrofilia; l'empatia o la disempatia*; la dipendenza o la ribellione costitutiva; la maggiore o minore inclinazione al dream state ; le percezioni sottili e, a volte, anche extrasensoriali; la paura del distacco, dell'abbandono, della nascita, cioè la paura ad affrontare nuovi orizzonti al di là delle nostre barriere protettive; solo per citare alcuni aspetti più emblematici). Tutti questi ricordi emergono come realtà profonde nella stanza d'analisi che, per le sue caratteristiche di isolamento rispetto alla realtà esterna, di protezione dalle intrusioni altrui, di neutralità e intima comprensione, è il luogo regressivo per eccellenza e ricrea i sentimenti di empatia o disempatia del momento fetale nel rapporto tra paziente e analista. L'analista capace potrà riconoscerei momenti di isolamento e disempatia, in cui la diade pazienteanalista appare scissa e i percorsi interni dell'uno e dell'altro sembrano procedere separatamente: il riconoscimento di questi sentimenti da parte dell'analista sarà alla base anche per un loro superamento. Questo solo per citare un esempio, poiché i sentimenti espressi nell'analisi possono riprodursi anche nei rapporti interpersonali: dopo la nascita, infatti, tali sentimenti continuano nei rapporti con i genitori, nella vita scolastica e sociale, per raggiungere poi il loro apice nei rapporti sentimentali. Tali conflitti originari tra dipendenza e autonomia oltreché ai sentimenti che accompagnano il distacco, la crescita, l'abbandono (che costituiscono un tessuto molto variegato, su cui poi si

3 imprimono ovviamente anche tutti gli avvenimenti della vita post-natale) si ripercuotono anche sulla capacità mentale di unire o dividere i concetti e, quindi, sulla capacità di affrontare alcune materie scolastiche di base, come la grammatica, la sintassi o la matematica; la difficoltà a staccarsi da uno stato precedente è alla base della nascita o meno della nascita di una critica o autocritica: così molte persone fanno fatica a staccarsi da una propria teoria per abbracciare nuove idee. Tale atteggiamento è molto presente anche nella storia della cultura (basti pensare alla difficoltà ad abbandonare l'idea di geocentrismo ) e, purtroppo, anche nel panorama scientifico attuale. Altre situazioni in cui riaffiorano ricordi fetali sono gli stati onirici, le percezioni extra-ordinarie (come quelle che si attualizzano nell'arte) e il linguaggio corporeo. * in particolare, gli stati di disempatia nella diade madre-bambino possono portare a vere e proprie scissioni, ad un isolamento del feto che potrà essere il germe di una futura psicopatologia con tendenze all'isolamento. NASCITA E RIPARAZIONE Il bambino rappresenta, pertanto, un atto creativo puro, traboccante di forza vitale. Tuttavia, la libertà creativa del bambino può essere spesso adombrata da proiezioni genitoriali. Il bambino può nascere come riparazione: possono cioè essere presenti nella madre sentimenti di colpa originari riguardo ad altri suoi atti creativi e di nascita (sia altre gravidanze, sia altri momenti che riguardano la creazione della propria vita). La nascita è separata dalla morte da un filo sottile, in quanto entrambe aggettano sull'assenza: nascere è un provenire dall'assenza, morire è un dileguarsi nell'assenza. Ma in entrambi i casi, l'assenza non è mai realmente tale, in quanto è supportata dalla presenza di un ricordo. Se può sembrare logico che il ricordo emerga a contrastare l'assenza di chi non c'è più, è possibile dire che si ricorda ciò che ancora deve nascere? In molti casi, la gravidanza fa seguito a un lutto e la nascita si carica di significati riparativi, raccogliendo proiezioni, ricordi, emozioni e anche parti della persona che non c'è più: non è più solo una nascita, ma si trasforma, nella vita interiore, in una rinascita. Una rinascita carica di ricordi che hanno la necessità di essere veicolati ancora dalla concretezza di un corpo e di un nuovo tempo da segnare sull'orologio. La nascita, in questi casi, è pertanto il provenire da un'assenza specifica: non a caso, spesso, il nuovo bambino ha un nome che non è affatto nuovo nella vita affettiva dei suoi genitori. Quando la nascita, dunque, sembra caricarsi di un significato riparativo nei confronti di propri conflitti, si potrebbe pensare che il bambino sia strumentalizzato e che nasca al fine di colmare un vuoto. In realtà, noi pensiamo che non sia così semplicistica e che la psicoterapia abbia il ruolo di accogliere ed esaltare i sentimenti di vita che nascono dall'assenza, riconoscendo la positività di tali impulsi vitali (che verranno comunque proiettati altrettanto positivamente sul bambino) e anche il grande lavoro personale che può essere stato già compiuto dal paziente. La psicoterapia avrà dunque il ruolo di portare alla coscienza dei genitori questa loro sorgente vitale che, proprio perché ha attraversato un dolore, è ancora più preziosa. GRAVIDANZA COME SOGNO Certo, l'ambiente intrauterino, protettivo e ovatta ma soprattutto isolato e aggettante al fuori solo con l'immaginazione, molto ricorda il dream state di alcuni popoli primitivi come, ad esempio, gli aborigeni australiani. I popoli primitivi, infatti, ripercorrono l'infanzia stessa dell'umanità e lo stato primordiale, prelogico e pre-verbale, di ognuno di noi. Proprio gli aborigeni australiani dipingevano sulle rocce delle caverne i loro sogni. Questa loro attività onirica può essere paragonata all'attività onirica del feto che, in una comunicazione

4 empatica con la madre, plasma e modella il suo mondo esterno, sogna la sua creazione, riceve suoni, colori, nutrimento da una realtà invisibile: l'altro mondo di cui parlano i miti aborigeni non è situato su un altro pianeta, ma è integrato con questo e si sviluppa in una dimensione parallela alla nostra detta il tempo dei sogni. Il tempo dei sogni si dispiega in tre parti : prima viene il tempo Prima del tempo, poi il tempo in cui la terra fu Creata e infine il tempo attuale. Ma questi tre tempi non si susseguono cronologicamente, ma sono copresenti in una realtà atemporale che tutti li accoglie e li vivifica. Il mito della genesi non è nel passato, ma si rinnova adesso. I suoni sacri sono ricevuti in modo sciamanico, l'iniziazione avviene nelle caverne, che sono da sempre i primi tempi del sacro, i luoghi profondi dove le vibrazioni umane si connettono come un diapason alle vibrazioni della terra profonda, là dove sono i varchi extra-dimensionali, per penetrare nell' altro mondo. In un racconto australiano, l'iniziato viene trasportato da una corda su una roccia, che si apre inghiottendolo e si ritrova in un ambiente di luce, sulle cui pareti risplendono cristalli di rocca e gli aborigeni parlano tuttora di caverne fatte interamente di cristallo di quarzo. E ancora, gli aborigeni australiani sognano di essere immersi nell'acqua sacra e potente, fatta di quarzo liquefatto, un bagno di luce celeste che dovrebbe modificare le loro antenne recettive, sintonizzandole a tutti i livelli della luce, cioè della vita. I sogni mitici rievocano pertanto l'esperienza intrauterina; il sognare stesso, in definitiva, è un'attività regressiva in grado di metterci in comunicazione con la nostra verità più profonda, con l'inconscio collettivo e con la propria inesauribile fonte di creatività, quella totipotenza originaria in cui il mondo esterno era semplicemente, a sua volta, un sogno. Nella nostra cultura, purtroppo, il sognare e, ancor più, il sognare ad occhi aperti o il vivere di percezioni sottili, base dell'intuizione, o di canali non strutturati nella logica, extraverbali, viene svalorizzato e, anzi, spesso squalificato. Il bambino che insiste nel raccontare un suo sogno è abituato sin da piccolo a vederlo relegato in una sfera di irrealtà senza importanza ( è solo un sogno! ). Analogamente, i bambini più fantasiosi sono spesso bollati come sognatori, alludendo con questo ad una struttura di personalità che fatica a integrarsi con la realtà concreta, unica considerata importante, e destinata a qualcosa di astratto come la filosofia o l'arte. Certo, la società non li premia e le qualità spesso innate di questi bambini vengono costrette a rimanere inespresse. Il ruolo della psicoterapia, nel bambino come nell'adulto, dovrebbe consistere in un recupero della propria capacità di sognare e nello sviluppo di un'integrazione con gli aspetti della realtà quotidiana. Il sogno, a ben vedere, è un ponte tra due dimensioni: l'inconscio e il conscio, la notte e il giorno, il disordine e l'ordine. Il momento del risveglio corrisponde a un venire alla luce, cioè a un nascere, mentre il momento del sogno è un reincontrare l'oscurità primordiale, cioè una reinfetazione (Stilgenbauer, 2012). Il legame tra il sogno e il mondo intrauterino è confermato proprio dalla valenza che la parola sogno ha assunto nella nostra cultura, rimandando al contempo a qualcosa di ideale, che corrisponde spesso anche una realizzazione delle proprie potenzialità più autentiche (ad es. il realizzare il proprio sogno ), ma anche a una pseudo-realtà pericolosa che rischia di chiudere la persona al mondo esterno: in effetti, il grembo materno appare come un paradiso perduto, ma anche come un inferno-prigione dal quale non si riesce ad uscire (Stilgenbauer, 2012). Sul piano clinico, la situazione intrauterina dà origine tanto alla claustrofobia che alla claustrofilia (Fornari, 1984). EPIGENETICA E GENITORIALITA' CONSAPEVOLE Gli aborigeni australiani lasciano un segno dei loro sogni impresso sulle pietre, cioè simbolicamente sul corpo della Terra. Analogamente la madre rivive, durante la gravidanza, il proprio tempo onirico fetale e il nuovo sogno relativo al suo bambino.

5 Anche se è molto riduttivo passare dal tempo del sogno ai meccanismi biochimici delle emozioni, è giusto raccontare come la base della medicina psicosomatica consista in una traduzione in linguaggio biochimico dei nostri stati emotivi (secrezione di ormoni, attivazione del sistema immunitario, rilascio di neurotrasmettitori): i vissuti materni si trasmettono al feto sia per una comunicazione empatica sia materialmente, poiché gli ormoni secreti dalle ghiandole materne entrano nella circolazione fetale attraverso la barriera emato-placentare, andando a costituire il tessuto psicosomatico del nuovo nato. La madre appare cioè in grado di modulare l'espressione genica del nascituro. Ciò è stato messo in luce dalla moderna Epigenetica, la scienza che si occupa di rilevare gli effetti che l'interazione con il mondo esterno ha sul nostro patrimonio genetico. Essa rappresenta non una branca della Genetica, ma il suo significato intrinseco: sappiamo dalla Medicina e dalla Biologia che il fatto di possedere un determinato gene (genotipo) non equivale ad esprimerlo, cioè a far sì che esso si manifesti come carattere riconoscibile (fenotipo), ma che tale espressione è influenzata in modo sostanziale degli stimoli provenienti dall'ambiente. "La stessa plasticità epigenetica per lo sviluppo umano, che favorisce la vita, può prendere una piega sbagliata e condurre a una serie di malattie croniche in età adulta, se l'individuo sperimenta condizioni ambientali e alimentari avverse durante il periodo fetale" [Bateson et al., 2004]. Le influenze epigenetiche continuano anche dopo la nascita del figlio, poichè i genitori continuano a influenzare il suo ambiente. In particolare, le nuove, affascinanti ricerche scientifiche danno grande importanza al ruolo positivo dei genitori nello sviluppo del cervello. "Per il cervello in via di sviluppo del bambino, la società fornisce le esperienze più significative, influenzando l'espressione genetica, che determina il modo in cui i neuroni si collegano tra loro nella cosruzione delle reti neurali, che danno origine all'attività mentale" [Siegel, The Developing Mind, 1999]. In altre parole i bambini richiedono un ambiente stimolante per attivare i geni che sviluppano un cervello sano. I genitori continuano ad agire come ingegneri genetici, anche dopo la nascita dei figli. Il periodo della gestazione deve pertanto essere inteso non solo come il fisiologico accrescimento di una vita, ma soprattutto come momento interno di una successiva manifestazione esterna. Gli studi più recenti confermano addirittura che nei mesi precedenti il concepimento, i genitori agiscono come ingegneri genetici nei confronti dei figli. Negli stadi finali della maturazione dell'ovulo e dello spermatozoo, un processo chiamato "imprintig genomico" regola l'espressione di determinati gruppi di geni che modellano il carattere del bambino che deve ancora nascere [Surani, Reich e Walter, 2001.]. Tali studi confermano anche che quanto avviene nella mente dei genitori durante il processo di imprinting genomico ha una profonda influenza sullo sviluppo mentale dei bambini. Come scrive Verny, "è diverso se siamo concepiti nell'amore, nella fretta, nell'odio, se la madre ha deciso intenzionalmente il proprio bambino... il grande peso delle prove scientifiche emerse negli ultimi decenni suggerisce di rivalutare le capacità mentali ed emozionali del feto prima della nascita. Gli studi scientifici dimostrano che, sveglio o addormentato, il feto è continuamente sintonizzato con ogni gesto, pensiero ed emozione della madre. Sin dal concepimento, l'esperienza intrauterina modella il cervello e getta le basi della personalità e del pensiero più elevato." Il legame corporeo tra la madre e il nascituro, pertanto, sembra essere molto più complesso e profondo rispetto a quanto si pensava in passato: uno studio recente dell'università di Witten ha dimostrato che il cuore materno e quello fetale battono in sincronia, come se il battito del piccolo seguisse le orme di quello materno.

6 È emerso che a ogni tre battiti del feto ne corrispondono due della madre, ad ogni quattro battiti del feto, tre della madre. Il cambiamento dipende dal respiro materno, per cui sembra che il ritmo del respiro di mamma influenzi il battito fetale. Misurando la sincronia del battito di mamma e bebè, dunque, si potrebbero diagnosticare eventuali anomalie dello sviluppo e condizioni patologiche del feto. (da Bruce Lipton, La Biologia delle Credenze, Vincitore del "Best Book Awards 2006). Questi sono solo alcuni aspetti che vanno ampliati, approfonditi e personalizzati. Con l'intento di promuovere una genitorialità consapevole, nel senso indicato sinora, vogliamo proporre dei gruppi di genitori, per discutere in senso psicologico e medico il periodo d'attesa oppure una psicoterapia analitica individuale o di coppia, per risanare la conflittualità che può adombrare un periodo di creazione tra i più significativi della propria esistenza.

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione italiana Sono lieta di presentare al pubblico di lingua italiana l interessante contributo di Fordham a una patologia complessa come l autismo infantile. La pubblicazione di questo

Dettagli

IL FUNZIONAMENTO CEREBRALE. I TRE CERVELLI DI MAC LEAN. IL CONFLITTO TRA CIÒ CHE VOGLIAMO E CIÒ CHE REALIZZIAMO. CAMBIARE GLI SCHEMI

IL FUNZIONAMENTO CEREBRALE. I TRE CERVELLI DI MAC LEAN. IL CONFLITTO TRA CIÒ CHE VOGLIAMO E CIÒ CHE REALIZZIAMO. CAMBIARE GLI SCHEMI CORSO PER CHI VUOLE CAMBIARE LA PROPRIA VITA Questo corso si proporne di insegnare e cambiare. Alterna conoscenza e applicazione. Ha come obiettivo la trasformazione. Perché sono malato? Perché proprio

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti 1 L educatore professionale nasce negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Risponde alle esigenze concrete lasciate

Dettagli

Indice. Presentazione 9 Introduzione 11. Capitolo primo Un sentimento nuovo 15 Capitolo secondo Maschile e femminile, generazioni a confronto 29

Indice. Presentazione 9 Introduzione 11. Capitolo primo Un sentimento nuovo 15 Capitolo secondo Maschile e femminile, generazioni a confronto 29 Indice Presentazione 9 Introduzione 11 PRIMA PARTE Identificazione della figura del padre Capitolo primo Un sentimento nuovo 15 Capitolo secondo Maschile e femminile, generazioni a confronto 29 SECONDA

Dettagli

INTRODUZIONE ALL OPERA DI MELANIE klein

INTRODUZIONE ALL OPERA DI MELANIE klein INTRODUZIONE ALL OPERA DI MELANIE klein Hanna Segal Riassunto I contributi di Melanie Klein alla teoria e alla tecnica psicoanalitica possono essere suddivisi in tre fasi distinte. La prima ha inizio con

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA. Dr.ssa Anita Casadei Ph.D

LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA. Dr.ssa Anita Casadei Ph.D LA PATOLOGIA DEL SE NEI DISTURBI DI PERSONALITA Dr.ssa Anita Casadei Ph.D L istanza psichica del Sé è il cardine centrale della teoria di Kohut, u Quale totalità psichica che si sviluppa e si consolida

Dettagli

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA RAPPORT & SINTONIA 1 RAPPORT Il termine rapport indica che esiste o che si è stabilita una reciproca comprensione tra due o più persone. Il sinonimo per tale concetto è sintonia o feeling. Per rapport,

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale

PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale Pag. 1 di 5 PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale INDICE: : il progetto Adozione Sociale I gruppi pre-parto La favola della nascita: un viaggio tra fantasia e realtà

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA.

Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Recensione MIND TIME. IL FATTORE TEMPORALE NELLA COSCIENZA. Raffello Cortina, Milano 2007 Benjamin Libet Il libro di Benjamin Libet ruota intorno alla problematica della relazione fra cervello ed esperienza

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Passo N 1 dell argomento.!

Passo N 1 dell argomento.! Un diagramma Venn per aiutarvi a trarre le vostre proprie conclusioni Passo N 1 dell argomento. Nel diagramma Venn qui sotto, il cerchio contrassegnato denota l insieme di tutte le cose che in qualsiasi

Dettagli

La teoria storico culturale di Vygotskij

La teoria storico culturale di Vygotskij La teoria storico culturale di Vygotskij IN ACCORDO CON LA TEORIA MARXISTA VEDEVA LA NATURA UMANA COME UN PRODOTTO SOCIOCULTURALE. SAGGEZZA ACCUMULATA DALLE GENERAZIONI Mappa Notizie bibliografiche Concetto

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

Cos e` la Psicosi da Depressione?

Cos e` la Psicosi da Depressione? Italian Cos e` la Psicosi da Depressione? (What is a depressive disorder?) Cos e` la psicosi depressiva? La parola depressione viene di solito usata per decrivere lo stato di tristezza di cui noi tutti

Dettagli

IL MONDO INTERNO DEL BAMBINO: l uso della fiaba per la ricerca di significato.

IL MONDO INTERNO DEL BAMBINO: l uso della fiaba per la ricerca di significato. IL MONDO INTERNO DEL BAMBINO: l uso della fiaba per la ricerca di significato. Andrea Beretta Sandra Vannucchi Introduzione Molti studiosi, da A. Freud e M. Klein in poi, hanno sottolineato l importanza

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Cos è il Rifugio, perché Prendere Rifugio?

Cos è il Rifugio, perché Prendere Rifugio? Cos è il Rifugio, perché Prendere Rifugio? Ajahn Sucitto Prendere Rifugio è la frase che esprime l assunzione di un impegno nei riguardi del sentiero del Risveglio, così come originariamente insegnato

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati

Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Più facile esser giusti che sbagliati, più facile esser sani che malati Tutto mi va storto perché il mondo ce l ha su con me Tutto mi va storto perché io sono sbagliato Se mi guardo intorno, se provo a

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Cos è la vita?, è una domanda che molti si pongono. La vita è rapporto, amici miei. Possono essere date altre risposte, e tutte potrebbero essere valide, ma al di là di tutto,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE VALUTARE GLI APPRENDIMENTI: UN PERCORSO A TRE STADI SIS Torino a.a. 2006/07 1 STADIO: LA VALUTAZIONE

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Lo sviluppo sociale nell adolescenza

Lo sviluppo sociale nell adolescenza Lo sviluppo sociale nell adolescenza che avvengono durante l adolescenza sul piano fisico e intellettuale si accompagnano a rilevanti modificazioni dell assetto sociale e personale

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail.

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail. Essere e Tempo a cura di R. Terzi r_terzi@hotmail.com SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it Introduzione Essere e tempo (Sein und Zeit) di Martin Heidegger costituisce uno dei testi più importanti

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Introduzione ai Libri su misura

Introduzione ai Libri su misura COSTRUIAMO UN LIBRO PER TE Introduzione ai Libri su misura Antonella Costantino, Veruscha Ubbiali, Marisa Adobati, Nora Bergamaschi*, Laura Bernasconi, Daniela Biffi, Debora Bonacina *, Caterina dall Olmo*,

Dettagli

famiglia, la complesse di quelle del Aiutare

famiglia, la complesse di quelle del Aiutare Sfogliando Gustavo Pietropolli Charmet Adolescenza come seconda nascita (1) L adolescenza è considerata dagli psicologi una seconda nascita. Alla prima nascita quella biologica, fa seguito una seconda

Dettagli

LA GENITORIALITA. affettiva regolativa, normativa, predittiva, rappresentativa significante fantasmatica. differenziale triadica transgenerazionale.

LA GENITORIALITA. affettiva regolativa, normativa, predittiva, rappresentativa significante fantasmatica. differenziale triadica transgenerazionale. LA GENITORIALITA La genitorialità rappresenta una funzione assai complessa che incorpora in sé, sia aspetti individuali, relativi quindi alla nostra idea (in parte conscia e in parte inconscia) di come

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri COMITATO NAZIONALE PER LA BIOETICA AIUTO ALLE DONNE IN GRAVIDANZA E DEPRESSIONE POST-PARTUM Documento approvato nella seduta Plenaria del 16 dicembre 2005 SOMMARIO:

Dettagli

L ECOLOGIA DELLO SVILUPPO UMANO

L ECOLOGIA DELLO SVILUPPO UMANO 1 L ECOLOGIA DELLO SVILUPPO UMANO Punto di convergenza tra le discipline biologiche, psicologiche e sociali, l ecologia dello sviluppo umano è un indirizzo di studio e ricerca che si propone di indagare

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Lavorare in gruppo Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Premessa La conoscenza del gruppo e delle sue dinamiche, così come la competenza nella gestione dei gruppi, deve prevedere

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli