BIOFUEL MAGAZINE 2/14 SCENARI TECNOLOGIE MERCATI ENERGIA MEDIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIOFUEL MAGAZINE 2/14 SCENARI TECNOLOGIE MERCATI ENERGIA MEDIA"

Transcript

1 BIOFUEL MAGAZINE SCENARI TECNOLOGIE MERCATI ENERGIA MEDIA 2/14

2 Marzo Aprile Maggio Milano Alberese (GR) Nizza Monferrato(AL) Scopri le altre tappe del tour su i

3 Gentile Lettore, Energia Media è lieta di annunciare il lancio di Biofuel Magazine, la prima pubblicazione italiana di informazione, approfondimento e analisi sui biocarburanti di nuova generazione realizzata con il contributo scientifico del World Energy Council Italia. L impiego dei biocarburanti nel settore del trasporto marittimo, terrestre e aereo è una realtà che sta acquisendo un ruolo sempre più importante nello scenario energetico globale. La produzione mondiale ormai supera abbondantemente i cento milioni di metri cubi annui e l International Energy Agency stima che al 2050 i biocarburanti potranno arrivare a coprire circa il 27% del fabbisogno globale di carburanti per il trasporto. Gli indirizzi della ricerca e dello sviluppo tecnologico, sollecitati da esigenze ambientali e di sicurezza e dalla opportunità di alternative produttive senza pregiudicare l uso dei suoli, ne fanno un tema di grande attualità anche per le positive implicazioni reddituali e occupazionali che può generare. Tutti questi fattori devono partire da visioni condivise e richiedono chiarezza sulle principali questioni normative, economiche e tecnico-industriali per consentire agli stakeholders di bene orientarsi all interno di un settore in forte evoluzione e farne a pieno titolo una componente di interesse strategico. Per questi motivi Energia Media, consapevole del ruolo fondamentale dell informazione e della divulgazione di notizie e dati verso i soggetti aventi interesse e competenze nel settore, ha deciso di avviare l iniziativa editoriale Biofuel Magazine. La rivista è composta da due sezioni distinte: Highlight e Statistics & Figures. La sezione Highlight, dedicata alla raccolta, approfondimento e rielaborazione di notizie nazionali e internazionali sui temi di maggiore attualità nel campo dei biocarburanti, è a sua volta suddivisa in tre specifiche sottosezioni tematiche: Mercati: dove vengono riportate le più recenti iniziative degli stakeholder del settore, quali l avvio di nuove attività e collaborazioiii

4 ni, le ultime fusioni e acquisizioni, la pubblicazione di studi e ricerche e l emissione di dati su produzione e consumo; Tecnologie: dove vengono riportate le ultime iniziative in ambito di innovazione tecnologica e processuale; Normative: riepilogo delle principali disposizioni normative di interesse per gli operatori del settore. La sezione Statistics & Figures è invece dedicata alla raccolta e al commento di dati statistici sui prezzi del greggio, dei principali prodotti petroliferi/agroalimentari e dei biocarburanti. Per una maggiore fruibilità delle informazioni, la sezione è arricchita da tabelle e grafici. Il documento termina con un Appendice dove sono riportati i consumi di carburanti in Italia, la serie storica del cambio euro/dollaro e i principali fattori di conversione e di equivalenza energetica. Biofuel Magazine è un indispensabile strumento di consultazione e aggiornamento per tutti gli operatori del settore delle bioenergie che vogliano essere costantemente aggiornati sull evoluzione del mondo dei biocarburanti. È possibile scaricare gratuitamente i primi due numeri del 2014 dal portale alla sezione Pubblicazioni. I numeri successivi saranno disponibili attraverso abbonamento annuale a Biofuel Magazine a condizioni promozionali sia per gli abbonati sostenitori, ai quali è offerta la possibilità di inserire gratuitamente contributi redazionali, sia per gli abbonati ordinari. iv

5 BIOFUEL MAGAZINE 2/14 Direttore Responsabile Emanuele Martinelli SOMMARIO In redazione Marta Mazzanti, Alessandro Seregni Pubblicità e Abbonamenti Daniele Linarello Tel: 02/ Redazione Via San Marco Milano Tel. 02/ Fax. 02/ Highlights 06 Mercati 07 Tecnologie 16 Normative 18 Statistics & Figures 20 Petrolio 21 Prodotti petroliferi 26 Prodotti agro-alimentari 29 Biocarburanti 31 Web site Appendice 36 Referenze e fonti 38 Biofuel Magazine è un prodotto editoriale di Energia Media srl ed è realizzato con il contributo scientifico del WEC Italia 5

6 HIGHLIGHTS

7 HIGHLIGHTS MERCATI Collaborazione Global Bioenergies Audi per i biocarburanti drop-in La compagnia francese di biocarburanti Global Bioenergies ha avviato una collaborazione con la casa automobilistica tedesca Audi per la produzione di iso-ottano, idrocarburo di sintesi derivato dal bio-isobutene con numero di ottano 100, utilizzabile come carburante per l autotrazione al 100% drop-in. Le due compagnie porteranno nella collaborazione le loro specifiche competenze nel campo della produzione di bio-isobutene e della messa a punto di soluzioni motoristiche adatte all utilizzo dei carburanti alternativi. 7

8 Global Bioenergies ha recentemente avviato un impianto di bio-isobutene a Leuna, nella Sassonia-Anhalt (Germania), dove verrà prodotto anche l iso-ottano da consegnare ad Audi per i test sulle autovetture. L accordo, della durata di due anni, prevede anche la possibilità che Audi acquisisca partecipazioni in Global Bioenergies corrispondenti a circa il 2% del suo capitale. Il calo dei prezzi dell etanolo USA potrebbe far aumentare l import della UE Secondo il sindacato nazionale francese dei produttori di alcool di origine agricola SNPAA, il recente calo dei prezzi dell etanolo USA, dovuto ai raccolti record di mais del 2013, potrebbe far innalzare le importazioni europee di questo biocarburante (nonostante il dazio antidumping di 62,3 /t stabilito dall UE nel febbraio 2013), aggravando ancor di più la situazione dell industria dei biocarburanti dell Unione Europea, già afflitta da una domanda debole e da una situazione di overcapacity. Nel 2013, in Europa si è registrata una overcapacity di 2,5 miliardi di litri (rispetto a una capacità di raffinazione di 7,5 miliardi di litri e a una domanda interna di bioetanolo di 5 miliardi di litri). Negli ultimi anni in Europa la domanda di benzina è diminuita molto a partire dalla crisi economica del 2008, e anche a seguito dell incremento dell efficienza dei motori delle autovetture e degli aumenti di consumo di diesel rispetto alla benzina. Nuova Partnership Versalis - Elevance per i biochemicals Versalis, l'azienda chimica di Eni, ed Elevance Renewable Sciences, società chimica americana specializzata nei prodotti ad alto valore aggiunto ottenuti da oli vegetali, hanno siglato un memorandum of understanding (MOU) per la costituzione di una partnership strategica finalizzata allo sviluppo e all industrializzazione di una nuova tecnologia per la produzione di biochemicals da oli vegetali. La nuova piattaforma tecnologica utilizzerà il processo chimico della metatesi, reazione basata sullo scambio di ioni fra elementi e gruppi aventi stessa valenza. Versalis ed Elevance collaboreranno per sviluppare e industrializzare nuovi catalizzatori e biochemicals destinati ai settori dei cosmetici, dei detergenti, dei bio-lubrificanti e dei prodotti chimici per l'industria petrolifera. Le due compagnie progettano inoltre di realizzare, presso il sito Versalis di Porto Marghera, impianti industriali di etilene che utilizzano processi di metatesi di oli vegetali. La prima apporterà nella partnership la specifica competenza nel campo dei processi 8

9 di catalisi e d ingegneria su scala industriale e la seconda il know how relativo al processo di metatesi e all'impiego di oli vegetali nella produzione di prodotti chimici destinati ad applicazioni ad alto valore aggiunto. Collaborazione tra Clariant, Haltermann e Mercedes-Benz per i biocarburanti Clariant, Haltermann e Mercedes-Benz hanno avviato una collaborazione per produrre e testare una nuova miscela al 20% di etanolo-benzina in Germania. Haltermann miscelerà l etanolo cellulosico prodotto da Clariant con carburanti tradizionali e lo testerà per 12 mesi su veicoli messi a disposizione da Mercedes-Benz. Le autovetture verranno rifornite presso una stazione di servizio appositamente realizzata a Stuttgart-Untertürkheim (Germania). La miscela di etanolo-benzina, denominata Sunliquid20, è un combustibile con un numero di ottano superiore a 100 che garantisce un elevato livello di efficienza e non impatta sull ambiente. L etanolo cellulosico prodotto da Clariant viene ottenuto da scarti della lavorazione 9

10 del grano, con minori emissioni di CO2 e non in competizione con le produzioni alimentari. circa 405 mila tonnellate, è stata conseguita a partire da altri cereali (+12,8% rispetto al 2012). Previsto impianto di biodiesel di seconda generazione in Svizzera BF Commodities, società commerciale internazionale con sede a Balerna, ha avviato un progetto per la realizzazione di un impianto di biodiesel di seconda generazione in Svizzera. Lo stabilimento, il cui start-up è previsto per giugno 2014, avrà una capacità produttiva di oltre 5 mila tonnellate/anno e utilizzerà come materia prima gli oli da cucina esausti. Produzione record di etanolo in Germania nel 2013 In base ai dati riportati dall associazione dell industria dell etanolo tedesca BDBe, nel 2013 in Germania la produzione di etanolo è cresciuta del 9,3% al livello record di circa 672 mila tonnellate. Circa il 40% della produzione (267 mila tonnellate) è stato ottenuto a partire da barbabietola da zucchero, con un incremento del 5,2% rispetto al Complessivamente sono state lavorate circa 2,8 milioni di tonnellate di barbabietola, corrispondenti all 11% della produzione totale del Paese. La rimanente produzione di etanolo del 2013, Nuovo impianto di bioetanolo in Ucraina Nel gennaio 2014, l azienda chimica statale Zarya ha avviato la costruzione di un impianto di bioetanolo nella regione di Luhansk, in Ucraina, al confine con la Russia. La realizzazione dello stabilimento (su un sito di circa sei ettari) richiederà un investimento complessivo pari a circa 41 milioni di e dovrebbe essere ultimata nel L'impianto avrà una capacità di tonnellate di etanolo all'anno e impiegherà grano, mais, segale e altri cereali come materie prime. Circa il 70 % delle apparecchiature saranno fornite dai principali produttori europei. Attualmente, pur in mancanza di una produzione locale, la legge prevede un mandato di miscelazione di etanolo al 5% nelle benzine per il 2014 e il 2015, che dovrà salire a 7% nel Previsione Navigant Research: nel 2022 consumo globale biocarburanti supererà 193 miliardi di litri (oltre 50 miliardi di galloni) Secondo il recente rapporto Biofuels for Transportation Markets elaborato dall Isti- 10

11 tuto di ricerca americano Navigant Research la domanda globale di biocarburanti per il trasporto stradale crescerà dai 122,6 miliardi di litri del 2013 a oltre 193 miliardi di litri nel Scott Shepard, analista di Navigant Research, ha evidenziato come in Europa e nel Nord America il consumo di carburanti tradizionali per il trasporto stradale sia in diminuzione, principalmente a causa del miglioramento dell efficienza dei veicoli e del crescente consumo di carburanti alternativi, il cui sviluppo è trainato soprattutto dalle politiche pro biocarburanti. In tale quadro, i biocarburanti di nuova generazione ricavati da materie prime non in competizione con le produzioni alimentari acquisiranno un ruolo sempre più importante anche grazie alla diminuzione dei costi di produzione guidata dagli avanzamenti tecnologici nel settore. Olio da alghe: avviata produzione su scala commerciale in Iowa Negli USA, i due impianti di olio da alghe gestiti da Archer Daniels Midland (ADM) e da American Natural Products (ANP) a Clinton (Iowa) e Galva (Iowa) hanno raggiunto la produzione su scala commerciale. Gli stabilimenti sono equipaggiati con la piattaforma tecnologica per l estrazione dell olio dalle alghe messa a punto da Solazyme e hanno una capacità produttiva nominale di 20 mila tonnellate/anno ciascuno, scalabile negli anni futuri fino a 100 mila tonnellate/anno. Le tre differenti tipologie di oli algali sviluppate congiuntamente da Solazyme, ADM e ANP presso gli stabilimenti dell Iowa sono distribuite sia negli Stati Uniti sia in Brasile e destinate ai mercati dei lubrificanti e della cura personale in quanto garantiscono prestazioni molto elevate in termini di lubrificazione, tensione superficiale, indice di viscosità e stabilità a temperatura, pressione e velocità elevate. In vendita negli USA gli assets di GTL Resources e Illinois River Energy Sinav Ltd, compagnia USA che detiene la proprietà di GTL Resources (GTL) e Illinois River Energy (IRE), ha affidato all advisor finanziario Ascendant Financial Partners LLC il compito di seguire la cessione delle due società. IRE gestisce un impianto di etanolo da 125 mila galloni/anno a Rochelle (Illinois) che è stato avviato nel 2006, mentre GTL è impegnata nello sviluppo di processi tecnologici innovativi, come il processo di trattamento del mais NextGen Frac. Sinav aveva acquisito GTL (già proprietaria di IRE) nel gennaio del Previsto nel 2015 il debutto del Butanolo sul mercato dei biocarburanti USA 11

12 A partire dal 2015, il butanolo farà il suo ingresso nel mercato dei biocarburanti degli USA scalfendo l attuale predominio assoluto dell etanolo nel settore, oggi contraddistinto da un giro d affari di circa 26 miliardi di dollari. Tutto ciò, stando alle dichiarazioni di Sir Richard Branson, che attraverso il Virgin Green Fund risulta secondo azionista di Gevo (dopo la francese Total), società che ha realizzato nel Minnesota uno stabilimento per la produzione di isobutanolo, prodotto che è stato testato con successo in collaborazione con il Dipartimento della Difesa USA, con la US Coast Guard e nel corso di alcune competizioni automobilistiche. Parallelamente, anche Butamax Advanced Biofuel LLC ha avviato un progetto per la produzione di butanolo su scala commerciale, mediante il retrofitting di un impianto di etanolo in Minnesota il cui start- up è previsto nel (Ndr. le due compagnie, peraltro, sono in causa da circa due anni per questioni brevettuali relative ai loro processi di produzione). Bloomberg New Energy Finance stima che al 2020 negli USA gli investimenti in nuovi impianti di butanolo raggiungeranno circa i 6 miliardi di $. Il butanolo presenta infatti 12

13 un maggiore contenuto energetico (84% rispetto alla benzina) dell etanolo (65%) e grazie alla sua versatilità può essere utilizzato per la produzione di biocarburanti, gomma, solventi e materie plastiche; inoltre offre la possibilità di essere miscelato nella benzina in percentuali maggiori rispetto all etanolo senza causare danni ai motori delle vetture. Brasile: produzione etanolo record nella seconda quindicina di dicembre 2013 In Brasile, secondo i dati rilasciati dall Associazione brasiliana dei produttori di canna da zucchero UNICA, nella seconda quindicina del mese di dicembre 2013 la produzione di etanolo delle regioni del centro-sud del Paese ha raggiunto circa 313 milioni di litri (114,2 milioni di litri di etanolo anidro e 198,6 milioni di litri di etanolo idrato), con un incremento del 94% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. La produzione è stata favorita dai raccolti record di canna da zucchero. Complessivamente, nella stagione di raccolta (primo aprile primo gennaio 2014) la produzione di etanolo brasiliana è cresciuta del 19% a 25,37 miliardi di litri rispetto ai 21,28 miliardi di litri dello stesso periodo dell anno precedente. Nel 2014 Brasile importa etanolo dagli USA per la seconda volta Nei primi due mesi del 2014 in Brasile, la compagnia di trading di zucchero ed etanolo Copersucar SA ha importato circa 60 milioni di litri di etanolo dagli Stati Uniti, 14,3 milioni di litri a gennaio con il cargo Sichem Paris presso il porto di Itaqui (Stato del Rio Grande do Sul) e 45,7 Milioni di litri a febbraio con il cargo Bochem Oslo presso i porti di Paranagua e Santos (Stati del Paraná di San Paolo). Tradizionalmente il Brasile importa etanolo soltanto alla fine della stagione di raccolta della canna da zucchero, nel caso di scarsa disponibilità di materia prima da lavorare dato che la canna da zucchero, al contrario del mais, non può essere stoccata per lunghi periodi, poiché si deteriora velocemente. Regi acquisisce compagnia biotech californiana LS9 La compagnia di biodiesel USA Renewable Energy Group Inc. (REGI) ha acquisito l azienda chimica californiana LS9 per circa 61,5 milioni di $. REGI, il principale produttore di biodiesel degli Stati Uniti, gestisce nel complesso 6 impianti di biodiesel da scarti (grasso animale, oli da cucina esausti) per una capacità produttiva complessiva di 257 milioni di galloni/anno. LS9 ha 13

14 messo a punto un particolare procedimento biochimico capace di sintetizzare alcani e alcheni dall Escherichia coli, un batterio Gram-negativo appartenente al genere Escherichia, mediante l azione di ciano batteri appositamente ingegnerizzati. USA: Greenwood Tree Farm Fund (GTFF) Ottiene certificazione di sostenibilità L organismo di certificazione indipendente Roundtable on Sustainable Biomass (RSB) ha concesso la certificazione di sostenibilità al Greenwood Tree Farm Fund (GTFF) per le sue attività di gestione e raccolta degli alberi di pioppo cedui utilizzabili come materia prima per la produzione di etanolo cellulosico o di pellet. GTFF è una controllata di GreenWood Resources, compagnia USA da sempre impegnata nel campo della protezione della biodiversità e delle risorse idriche e della riduzione delle emissioni di gas serra. Zambia: governo supporta sviluppo stazioni di servizio rinnovabili In Zambia, il Governo intende investire circa 2,7 milioni di $ per supportare lo sviluppo di stazioni di servizio di etanolo nel Paese. I punti di rifornimento verranno realizzati nella capitale Lusaka, nella città di Ndola (Provincia di Copperbelt) e in altri centri 14

15 provinciali e dovrebbero entrare in esercizio entro la fine del Novozymes: in India cresce l interesse per i biocarburanti In India, l interesse nel settore dei biocarburanti è raddoppiato negli ultimi anni, principalmente a causa dell incremento del costo dei carburanti tradizionali, acutizzato anche dalla svalutazione della rupia, che nel 2013 ha perso circa il 15% rispetto al dollaro. A riportarlo è la compagnia danese Novozymes. Secondo uno studio condotto da Bloomberg New Energy Finance nel 2011, l India avrebbe potuto risparmiare all incirca 19,4 miliardi di $ all anno, fino al 2020, mediante l impiego di biocarburanti prodotti internamente (il paese è il secondo produttore mondiale di zucchero). L India, che attualmente importa circa l 80% del suo fabbisogno di carburanti, ha stabilito un mandato di miscelazione per l etanolo pari al 20% entro il Tuttavia il paese non è tuttora in grado di soddisfare l attuale obiettivo intermedio del 5% stabilito per il Negli ultimi tender per l etanolo, i fornitori esteri hanno quotato le loro offerte al prezzo di 90 rupie (1,44 dollari) al litro, livello superiore del 60% rispetto al prezzo economicamente sostenibile da parte delle aziende petrolifere utilizzatrici. Collaborazione sui Biocarburanti da alghe dell australiana Algae.Tec in India La compagnia australiana di biocarburanti da alghe Algae.Tec ha siglato un accordo con la oil company indiana Reliance Industrial Investments and Holdings Limited (RIIHL) per la realizzazione di un impianto pilota di biocarburanti da alghe con riutilizzo della CO2 nel complesso industriale di Jamnagar sito nello Stato di Gujarat, in India occidentale. Lo stabilimento, finanziato da RIIHL, verrà equipaggiato con la tecnologia appositamente sviluppata da Algae.Tec. Primi risultati impianto Pilota per l estrazione della cellulosa di Leaf Energy La compagnia australiana Leaf Energy ha ricevuto i risultati di un test eseguito positivamente per un suo processo di pretrattamento del glicerolo (Glycell Process) presso l impianto della Andritz AG a Springfield, nell Ohio. Avviato nel novembre 2013 e focalizzato sull utilizzo della bagassa, il processo ha raggiunto un livello di produzione in continuo pari a 4,4 tonnellate/giorno. Il processo di pretrattamento della biomassa Glycell Process sviluppato da Leaf Energy utilizza specifici enzimi messi a punto da Novozymes e Dupont. 15

16 TECNOLOGIE Deinove produce bioetanolo di seconda generazione in Francia La compagnia biotecnologica francese Deinove è riuscita a produrre bioetanolo di seconda generazione utilizzando il Deinococcus bacterial process, un innovativo processo batterico basato sul Deinococcus radiodurans, un batterio estremofilo appartenente all'ordine dei Deinococcales. L iniziativa si inserisce nell ambito del Deinol project, un progetto avviato nel 2009 e cofinanziato dalla banca francese Bpifrance per la produzione di bioetanolo di seconda generazione a partire da biomasse non alimentari. Deinove ha condotto la sperimentazione utilizzando bioreattori con una capacità di circa 300 litri e conta di portare la produzione su scala industriale entro il 2015 Avviato progetto Verbio in Germania per biocarburanti da scarti agricoli La compagnia di biocarburanti tedesca Verbio ha iniziato il progetto per la produzione di biocarburanti da scarti delle lavorazioni agricole presso il suo stabilimento per la trasformazione della paglia in biometano di Schwedt (Germania). Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea nell ambito del NER300 (già nel 2012 Verbia si era assicurata 22,3 milioni di per l impianto di Schwedt), sarà realizzato in collaborazione con l agenzia federale tedesca per le risorse rinnovabili Fachagentur Nachwachsende Rohstoffe (FNR) che si occuperà delle procedure amministrative. 16

17 Iogen annuncia lo sviluppo di un brevetto per biocarburanti drop-in trasporto delle biomasse lavorate dall impianto, dotato di una capacità di trattamento di circa una tonnellata giorno. La canadese Iogen Corporation ha annunciato di aver sviluppato e brevettato un progetto per la produzione di biocarburanti drop-in a partire da biogas prodotto in discarica. Iogen, che si avvarrà delle sue infrastrutture di raffinazione già esistenti, intravede un mercato di 5-6 miliardi di galloni/anno di biocarburante da miscelare sia nelle benzine sia nel diesel. Per il futuro Iogen intende produrre anche etanolo cellulosico presso due impianti che sta realizzando negli Stati Uniti, ottenendo notevoli rese per unità di materia prima trattata, a fronte di una riduzione dei costi e un di un minore impiego di acqua per unità di prodotto. In Ohio avviato impianto pilota biocarburanti di 2 Generazione trasportabile Il Battelle Memorial Institute, istituto scientifico-tecnologico no profit con sede a Columbus (Ohio), ha avviato un impianto pilota per la produzione di biocarburanti di seconda generazione da 130 galloni/giorno che ha la particolare caratteristica di poter essere trasportato con un mezzo pesante direttamente sul campo di produzione delle biomasse. Ciò permette di ottenere una significativa riduzione dei costi di raccolta e Boeing collabora con gli Emirati Arabi per i biojet fuel da piante del deserto Boeing e alcuni istituti di ricerca degli Emirati Arabi hanno individuato specifiche piante desertiche alofite (resistenti a condizioni di elevata salinità) che mostrano un buon potenziale per la produzione di biocarburanti per l aviazione. I semi delle alofite contengono infatti un olio che può essere utilizzato per produrre biojet fuel. Il Consorzio di ricerca sulla bioenergia sostenibile (SBRC), fondato da Boeing, Etihad Airways e Honeywell UOP e affiliato all Istituto di Scienza e Tecnologia Masdar di Abu Dhabi, ha avviato un progetto per la produzione di biojet fuel proprio da queste piante in selezionate regioni aride, come ad esempio gli Emirati Arabi Uniti. Il progetto consiste nella creazione di un ecosistema sperimentale ad Abu Dhabi nel quale verranno piantate due coltivazioni di alofite che verranno nutrite utilizzando acqua di mare di scarto proveniente da allevamenti ittici. USA: Blue Sun sviluppa nuovo processo di transesterificazione enzimatica La compagnia USA di biodiesel Blue Sun Energy ha messo a punto un particolare processo di transesterificazione enzimatica 17

18 per la produzione di biodiesel di alta qualità su scala commerciale che consente di ottenere una significativa riduzione dei costi (pari a 10 centesimi di $ per libbra di materia prima trattata, ovvero a circa centesimi di $/gallone di biodiesel finito, secondo le dichiarazioni di Sean Lafferty, Vice President of Technology & New Business della compagnia). Il nuovo processo, installato presso la bioraffineria da 30 milioni di galloni/anno Blue Sun St. Joe nel Missouri, utilizza l enzima Callera Trans L appositamente sviluppato da Novozymes. NORMATIVE USA: approvato nuovo provvedimento per abolire sussidi alle stazioni di servizio rinnovabili Negli Stati Uniti, la Camera dei Rappresentanti ha approvato un nuovo provvedimento che mira ad abolire i sussidi concessi alle stazioni di servizio che distribuiscono miscele di etanolo-benzina nelle zone rurali del Paese. La nuova disposizione, inserita a pagina 735 del testo del farm bill, rappresenta un duro colpo per l Amministrazione Obama, che nel 2010 aveva stabilito un obiettivo di 10 mila stazioni di servizio rinnovabili entro il

19 Il provvedimento, che se verrà tramutato in legge avrà l effetto di rallentare la diffusione dell etanolo proprio in quelle aree dove tradizionalmente si concentrano i maggiori consumi, segue la proposta dell Environmental Protection Agency (EPA) dello scorso novembre di ridurre i mandati 2014 sui biocarburanti imposti nell ambito del Renewable Fuel Standard (RFS) program. Bob Dinneen, Presidente della Renewable Fuels Association, ha accolto la decisione con molto disappunto E paradossale che la Camera dei Rappresentanti abbia preso questa decisione dopo la proposta dell EPA di ridurre i target 2014 sui biocarburanti dovuta a preoccupazioni legate anche alla mancanza di infrastrutture di distribuzione adeguate. Attualmente negli Stati Uniti le stazioni di servizio che distribuiscono E15 sono solamente 59, concentrate in 12 Stati (principalmente in Iowa, Kansas e Illinois), un numero molto esiguo rispetto alle 125 mila stazioni di servizio tradizionali. Epa valuta riduzione target 2013 su etanolo cellulosico L Environmental Protection Agency (EPA) starebbe riconsiderando il target 2013 sull etanolo cellulosico (6 milioni di galloni) a causa degli scarsi livelli di produzione riscontrati nell anno passato (circa un milione di galloni). Lo scorso anno i raffinatori USA avevano presentato all EPA diverse petizioni contro tale mandato, sostenendo che i volumi richiesti non erano di fatto disponibili sul mercato. Gli scarsi livelli di produzione avevano costretto l EPA ad annullare i mandati già nel 2011 e nel 2012, quando il target era pari a 500 milioni di galloni. La notizia è stata accolta con favore dalle principali lobby petrolifere USA, prime tra tutte l American Fuel & Petrochemical Manufacturers e l American Petroleum Institute. India: in arrivo aumento mandato sull etanolo nello Stato del Maharashtra In India, il governo dello stato del Maharashtra sta valutando la possibilità di innalzare il mandato sull etanolo dal 5 al 10%. L obiettivo del Governo è quello di favorire i produttori locali di canna da zucchero che vedrebbero salire i propri ricavi da rupie/tonnellata a rupie/tonnellata (la resa in etanolo stimata è pari a 90 litri per tonnellata di materia prima). 19

20 STATISTICS & FIGURES

21 STATISTICS & FIGURES PETROLIO A gennaio i prezzi dei greggi si sono mossi in maniera altalenante durante tutto l arco del mese, che si è comunque concluso in arretramento rispetto a dicembre. I fondamentali tuttavia non hanno subito particolari variazioni rispetto al mese precedente, in quanto il quadro geopolitico internazionale di gennaio non è stato caratterizzato da avvenimenti tali da modificare i livelli di produzione della maggior parte dei paesi OPEC (ndr. che però nell'africa Settentrionale, soprattutto in Libia, si sono invece riacutizzate nel mese di febbraio). In media mensile, il prezzo del Brent ha fatto segnare a gennaio una riduzione del 2,3% rispetto a dicembre risultando in una media di 108,11 $/bbl. Più consistente, (-3,1%), è stata la riduzione del prezzo del WTI che è sce- 21

22 so a 94,61 $/bbl rispetto ai 97,60 $/bbl di dicembre. Sul mercato dei futuri, si è assistito a un rafforzamento della struttura di backwardation del Brent e al passaggio del Wti da una posizione di contango a quella di backwardation. Anche il prezzo medio del Dubai Fateh è diminuito rispetto a dicembre, scendendo del 3,7% a una media di 104,20 $/bbl (-4 $/bbl). A gennaio l'euro ha perso poco terreno rispetto al dollaro, diminuendo a 1,36102 dollari (-0,68% rispetto alla media di 1,37036 dollari di dicembre). Nel mese di dicembre il differenziale tra il Brent e WTI è diminuito di poco meno di un dollaro rispetto a novembre, che aveva fatto segnare il valore più alto da marzo 2013 di 13,90 $/ bbl, resistendo in ogni caso al di sopra dei 13 $/bbl. Il differenziale tra Brent e Dubai al contrario è aumentato di circa mezzo dollaro al barile, rispetto a novembre, stabilendo una media di 2,50 $/bbl. Lo sconto del Wti rispetto al Dubai si è ridimensionato a 10,60 $/bbl, rispetto ai 12 $/bbl di novembre, rimanendo tuttavia ancora molto distante dalla parità tra i due Marker che si era manifestata, per la prima volta in un triennio, nell agosto Periodo Brent Wti Dubai ,15 66,02 61, ,47 72,32 68, ,85 99,57 94, ,49 61,65 61, ,51 79,40 77, ,26 94,91 106, ,65 94,11 108, ,63 97,91 105,46 I Trim 112,48 94,33 108,07 II Trim 102,57 94,10 100,77 III Trim 110,27 105,84 106,17 IV Trim 109,19 97,35 106,83 dic 110,70 97,60 108, gen 108,11 94,61 104,20 Periodo Brent Wti Dubai ,7% 16,9% 25,5% ,2% 9,5% 10,6% ,6% 37,7% 38,1% ,5% -38,1% -34,8% ,3% 28,8% 27,0% ,9% 19,5% 36,2% ,3% -0,8% 2,7% ,7% 4,0% -3,2% I Trim 2,2% 7,2% 0,8% II Trim -8,8% -0,3% -6,8% III Trim 7,5% 12,5% 5,4% IV Trim -1,0% -8,0% 0,6% dic 2,7% 3,9% 2,2% gen -2,3% -3,1% -3,7% Variazione % su stesso periodo anno precedente Periodo Brent Wti Dubai I Trim -5,1% -8,3% -6,9% II Trim -5,4% 0,7% -5,2% III Trim 0,6% 14,8% 0,0% IV Trim -0,8% 10,7% -0,3% dic 1,1% 11,1% 2,4% gen -4,3% -0,2% -3,1% *Brent datato e Wti Cushing Prezzi Spot del Greggio ($/bbl)* Variazione % su periodo precedente 22

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio Seminario AIEE IL SISTEMA ENERGETICO ITALIANO NEL 2014 E VERSO IL 2015: SITUAZIONI E TENDENZE IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014 1 aprile 2015 Centro Studi Americani Via Michelangelo Caetani, 32

Dettagli

BIOFUEL MAGAZINE SCENARI TECNOLOGIE MERCATI 1/14

BIOFUEL MAGAZINE SCENARI TECNOLOGIE MERCATI 1/14 BIOFUEL MAGAZINE SCENARI TECNOLOGIE MERCATI 1/14 3 Marzo Marzo Aprile Maggio Orvieto (TR) Milano Alberese (GR) Nizza Monferrato(AL) Scopri le altre tappe del tour su www.industriaenergia.it i BIOFUEL MAGAZINE

Dettagli

Biocarburanti: un alternativa sostenibile?

Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Annalisa Zezza Istituto Nazionale di Economia Agraria zezza@inea.it Torvergata Roma 27 NOVEMBRE 2008 Il contesto aumento del prezzo dell energia e della dipendenza

Dettagli

La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti

La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti Edgardo Curcio Presidente AIEE Milano, 20 maggio 2010 La produzione di biocarburanti

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012. Mercati GRANO TENERO

NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012. Mercati GRANO TENERO NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012 Mercati GRANO TENERO MONDO - Per la campagna 2012/13, i dati USDA dell 11 ottobre 2012 prevedono esportazioni pari a 130,9 milioni di tonnellate di grano tenero con una

Dettagli

NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013

NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013 NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC del 31 maggio 2013 stima stock iniziali pari a 177,7 milioni di tonnellate, valore inferiore di 2,5 milioni

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Senato della Repubblica X Commissione Permanente Industria, Commercio, Turismo Indagine conoscitiva sulla dinamica dei prezzi della

Dettagli

NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013

NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013 NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC dell 1 luglio stima stock iniziali pari a 179,4 milioni di tonnellate, valore inferiore di 0,5 milioni di

Dettagli

trasporti chimica altro

trasporti chimica altro Proesa 3 La green revolution è realtà Senza il petrolio la nostra civiltà non esisterebbe. Oltre a fornire energia, il petrolio è la materia prima dalla quale si ricavano infiniti prodotti: dall abbigliamento

Dettagli

Green Refinery a Venezia

Green Refinery a Venezia Green Refinery a Venezia La prima esperienza al mondo di trasformazione di una raffineria tradizionale in raffineria per la produzione di biocarburanti di qualitá premium Milano, 11 luglio 2013 www.eni.it

Dettagli

NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013

NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013 NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14, i dati USDA dell 11 luglio 2013 prevedono esportazioni pari a 149,1 milioni di tonnellate di grano tenero con un aumento,

Dettagli

ASSOCOSTIERI Unione Produttori Biocarburanti

ASSOCOSTIERI Unione Produttori Biocarburanti Audizione presso Commissione Industria Senato Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e

Dettagli

Alcune verità sui prezzi dei carburanti Nota metodologica

Alcune verità sui prezzi dei carburanti Nota metodologica Alcune verità sui prezzi dei carburanti Nota metodologica 6 ottobre 2015 Il comunicato dell Istat del 30 settembre sull andamento dei prezzi al consumo evidenzia in termini inequivocabili i cali registrati

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO DICEMBRE 2005 Roma, febbraio 2006 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto

Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto Università degli Studi di Padova Dipartimento Tesaf Il mercato Il quadro internazionale L Unione Europea La situazione italiana Riflessioni Mercato

Dettagli

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale III anno Politiche tecnologiche dirette: Biocombustibili (M.Giugliano, S.Caserini, C.Scacchi) Politiche tecnologiche

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

Creating Sustainable Transport in Tourism Regions. Mobilità nautica sostenibile a Venezia

Creating Sustainable Transport in Tourism Regions. Mobilità nautica sostenibile a Venezia Creating Sustainable Transport in Tourism Regions Mobilità nautica sostenibile a Venezia Indice dei contenuti Introduzioni Il progetto BIOSIRE Quadro introduttivo generale Quadro normativo e di mercato

Dettagli

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete REPORT SULLA DISTRIBUZIONE DEI CARBURANTI IN ITALIA SETTEMBRE 2013 1 A. Consistenze e caratteristiche generali della rete Tav.1 Evoluzione della rete di distribuzione carburanti 2000 2005 2010 2011 Autostradali

Dettagli

Theme Certificates ABN AMRO sui biocombustibili.

Theme Certificates ABN AMRO sui biocombustibili. Theme Certificates ABN AMRO sui biocombustibili. I biocombustibili. L INNOVAZIONE AL SERVIZIO DEGLI INVESTITORI. ABN AMRO conferma ancora una volta la sua capacità di innovazione finanziaria attraverso

Dettagli

Energia solare BIOMASSA

Energia solare BIOMASSA Energia solare BIOMASSA Leonardo Setti Polo di Rimini Università di Bologna Associazione Luce&Vitaenergia, Medicina (BO) FOTOSINTESI anabolici catabolici MOLECOLE SEMPLICI (H 2 O e CO 2 ) INTERMEDI (glucosio)

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

Senato della Repubblica. Audizione del Garante per la sorveglianza dei prezzi La dinamica dei prezzi dei carburanti

Senato della Repubblica. Audizione del Garante per la sorveglianza dei prezzi La dinamica dei prezzi dei carburanti Senato della Repubblica Audizione del Garante per la sorveglianza dei prezzi La dinamica dei prezzi dei carburanti 6 ottobre 2009 Sommario Prezzi al consumo e peso della componente fiscale dei carburanti

Dettagli

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA Ottobre 2013 ooo A cura dell Ufficio Prezzi Camera di Commercio di Perugia Indice Introduzione pag. 5 I prezzi del GPL nel I semestre 2013 - Sintesi

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4 1 Anno 12 22/04/2013 (112/17) bis Registrazione al Tribunale di Roma n.521/2002 del 03/09/2002 Energy & commodities Direttore: Fabrizio Spagna Commodities indexes 2 Gas Petrolio Analisi tecnica dei principali

Dettagli

Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future

Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future Master in Gestione delle Risorse Energetiche Workshop Safe Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future Adriano Piglia Direttore Centro Studi SAFE Lunedì

Dettagli

La tecnologia : La produzione di bioetanolo di II generazione. Andrea Bairati. i Gruppo Mossi&Ghisolfi

La tecnologia : La produzione di bioetanolo di II generazione. Andrea Bairati. i Gruppo Mossi&Ghisolfi La tecnologia : La produzione di bioetanolo di II generazione Andrea Bairati Direttore Comunicazione i e Relazioni iistituzionali i Gruppo Mossi&Ghisolfi Bruxelles, 3 Ottobre 2012 1950-1979 1979-2000 2000-2007

Dettagli

Gennaio 2014. Osservatorio Fertilizzanti

Gennaio 2014. Osservatorio Fertilizzanti Gennaio 2014 Osservatorio Fertilizzanti Frisio D. G., Casati D., Ferrazzi G. Osservatorio Economico Colture Vegetali - Dipartimento di Economia Management e Metodi Quantitativi - Università degli Studi

Dettagli

Roma, 5 febbraio 2013. Albania 33. Auditorium GSE. V.le Maresciallo Pilsudski 92. Seminario Staffetta Quotidiana

Roma, 5 febbraio 2013. Albania 33. Auditorium GSE. V.le Maresciallo Pilsudski 92. Seminario Staffetta Quotidiana Roma, 5 febbraio 2013 Auditorium GSE Albania 33 V.le Maresciallo Pilsudski 92 Seminario Staffetta Quotidiana Da 30 anni un servizio per le Associate UP e per il settore energetico italiano 2 Non si guarda

Dettagli

Situazione e prospettive per l industria chimica

Situazione e prospettive per l industria chimica Situazione e prospettive per l industria Luglio 21 Sintesi Per informazioni: Direzione Centrale Analisi Economiche-Internazionalizzazione Tel. 2/346.337 - Mail aei@feder.it Chimica europea in moderata

Dettagli

UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL. Tortona, 7 Marzo 2008

UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL. Tortona, 7 Marzo 2008 UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL Tortona, 7 Marzo 2008 ASSOCOSTIERI Unione Produttori Biodiesel E l unica Associazione di Confindustria che rappresenta le aziende nazionali produttrici di biodiesel e relativa

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI Convegno Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Fabio Massoli, Corporate Treasury Sales Italy Vicenza, 26 ottobre 2011 L impatto dei rischi sul bilancio aziendale

Dettagli

Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera. Roma, 12 dicembre 2011

Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera. Roma, 12 dicembre 2011 Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera Roma, 12 dicembre 2011 TAV. 1 - OFFERTA E DOMANDA PETROLIFERA MONDIALE Nel 2011 il rallentamento dell'attività economica, che ha mostrato segni di cedimento

Dettagli

Oggetto: indagine conoscitiva costi prodotti petroliferi ed energia elettrica e gas.

Oggetto: indagine conoscitiva costi prodotti petroliferi ed energia elettrica e gas. Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L ENERGIA Oggetto: indagine conoscitiva costi prodotti petroliferi ed energia elettrica e gas. FABBISOGNO ENERGETICO Il consumo interno lordo del Paese

Dettagli

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities La settimana delle Commodities Price %Weekly %YTD High 52week Low 52week Vola30d Rsi 14d Mov Avg 100d Mov Avg 200d CRB 196.72 0.01% -14.45% 284.68 185.13 25.19 48 214.32 220.40 ex-energy 215.12 1.62% -11.81%

Dettagli

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA Ottobre 2011 A cura dell Ufficio Protesti e Prezzi e dell Ufficio Studi e Ricerche Economiche Camera di Commercio di Perugia Indice Introduzione pag.

Dettagli

Geopolitica e trasporto di energia ovvero come può il commercio aiutare a conoscersi e allontanare le guerre

Geopolitica e trasporto di energia ovvero come può il commercio aiutare a conoscersi e allontanare le guerre Geopolitica e trasporto di energia ovvero come può il commercio aiutare a conoscersi e allontanare le guerre Antonio Sileo IEFE - Università Bocconi GREEN WEEK 2015, Padova 19 febbraio Contesto L energia

Dettagli

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere 02 Luglio 2012 Il petrolio greggio è uno dei prodotti più utilizzati e richiesti nel

Dettagli

Audizione Leonardo Bellodi Executive Vice President International and Government Affairs. Indagine conoscitiva sul sistema dei prezzi e delle tariffe

Audizione Leonardo Bellodi Executive Vice President International and Government Affairs. Indagine conoscitiva sul sistema dei prezzi e delle tariffe Audizione Leonardo Bellodi Executive Vice President International and Government Affairs Indagine conoscitiva sul sistema dei prezzi e delle tariffe 6 Giugno 2012 I prezzi dell energia CARBURANTI ENI divisione

Dettagli

ECOFINING Nuova tecnologia ENI/UOP per la produzione di Green Diesel

ECOFINING Nuova tecnologia ENI/UOP per la produzione di Green Diesel ECOFINING Nuova tecnologia ENI/UOP per la produzione di Green G. Faraci, F. Baldiraghi Eni Div. R&M Roma, 23 Maggio 2008 INTRODUZIONE A livello mondiale la produzione di carburanti da fonti CRUDE OIL PRICE

Dettagli

CONVERSIONE TERMOCHIMICA

CONVERSIONE TERMOCHIMICA CONVERSIONE TERMOCHIMICA PIROLISI La pirolisi si può svolgere secondo diverse modalità: Carbonizzazione a temperature tra 300 C e 500 C Pirolisi convenzionale a temperature inferiori a 600 C Fast pirolisi

Dettagli

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House Carburante dalle alghe Qualche tempo fa sui quotidiani e nelle riviste scientifiche si accennava alla produzione di biodiesel da alghe; oggi torniamo in argomento per conoscere una tecnologia produttiva

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Il quadro italiano e le sue prospettive

Il quadro italiano e le sue prospettive Gli sviluppi del trasporto sostenibile Il quadro italiano e le sue prospettive Veicoli Elettrici e Biocarburanti Vittorio Brignoli Dip. Sviluppo del Sistema Elettrico Ricerca sul Sistema Energetico - RSE

Dettagli

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015 P al massimo del 2015 20 aprile 2015 La scorsa settimana l indice generale GSCI ER (4,2) è salito fortemente, tornando al massimo da quasi 2 mesi, grazie al forte recupero delle quotazioni petrolifere.

Dettagli

Market Report. www.teraenergy.com

Market Report. www.teraenergy.com Market Report www.teraenergy.com 1 Giugno 213 Indice In primo piano Greggio Curve forward e outlook a 3gg Brent Outlook a 12 mesi per greggio e cambio EUR/USD EUR/USD Olii e carbone Europa Gas naturale

Dettagli

Perché aspettare? Passate subito ai combustibili rinnovabili!

Perché aspettare? Passate subito ai combustibili rinnovabili! 5 settembre 2007 Perché aspettare? Passate subito ai combustibili rinnovabili! Scania continua a sostenere che il passaggio ai combustibili rinnovabili possa e debba essere iniziato immediatamente. Sul

Dettagli

15 Febbraio 2013 DGSAIE

15 Febbraio 2013 DGSAIE I contenuti del Decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 249 di attuazione della direttiva 2009/119/CE che stabilisce per gli Stati membri di mantenere un livello minimo di scorte di petrolio greggio e/o

Dettagli

#1y14: gennaio dicembre 2013

#1y14: gennaio dicembre 2013 Newsletter ASSOELETTRICA I principali dati congiunturali del settore elettrico italiano #1y14: gennaio dicembre 2013 I dati degli ultimi mesi del 2013 e le stime e valutazioni che se ne possono trarre

Dettagli

TECNOLOGIA HYST: UN PONTE TRA SICILIA E AREA MEDITERRANEA

TECNOLOGIA HYST: UN PONTE TRA SICILIA E AREA MEDITERRANEA TECNOLOGIA HYST: UN PONTE TRA SICILIA E AREA MEDITERRANEA Biocarburanti Il punto di vista dell Industria petrolifera Ing. Franco Del Manso Unione Petrolifera Catania 29 gennaio 2015 2 Le recenti novità

Dettagli

Caffè Scienza. Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys)

Caffè Scienza. Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys) Caffè Scienza Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys) Roma, 16/12/2008 Obiettivi delle politiche per i biocarburanti Mitigazione dei cambiamenti climatici

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

dott. Pasquale De Vita Audizione del presidente dell Unione Petrolifera Senato Commissione Industria (10 a )

dott. Pasquale De Vita Audizione del presidente dell Unione Petrolifera Senato Commissione Industria (10 a ) Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE Audizione del presidente

Dettagli

-13.9% -17.7% -20.9% Migliori -28.3% -30.0% -30.9%

-13.9% -17.7% -20.9% Migliori -28.3% -30.0% -30.9% P Mirko. maglia nera delle commodity Settimana negativa per l indice generale GSCI ER (-3,1) penalizzato dalle vendite sul comparto energia. In calo anche gli altri settori ad eccezione dei metalli preziosi.

Dettagli

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it Osservatorio congiunturale del Mercato Europeo dell Auto. Fine anno 2. Dopo un 29 in progresso rispetto alla caduta della domanda del 28, condizionato però dalla spinta agli acquisti motivata dagli incentivi,

Dettagli

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

Le Energie Rinnovabili

Le Energie Rinnovabili Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il progetto è uno studio personale svolto durante il corso di apprendistato, pertanto il format scelto è stato

Dettagli

In.I.M.I. INIZIATIVA ITALIANA MOBILITÀ A IDROGENO

In.I.M.I. INIZIATIVA ITALIANA MOBILITÀ A IDROGENO In.I.M.I. INIZIATIVA ITALIANA MOBILITÀ A IDROGENO Verso un Piano Nazionale di Sviluppo delle Infrastrutture per il Rifornimento di Idrogeno nei Trasporti Marzo 2015 2 SELEZIONE DI DATI PRELIMINARI Valore

Dettagli

NOTE DI APPROFONDIMENTO

NOTE DI APPROFONDIMENTO Fondazione Manlio Masi Osservatorio nazionale per l internazionalizzazione e gli scambi NOTE DI APPROFONDIMENTO Nota 2 Le materie prime energetiche nel commercio estero italiano (Aprile 2006) 1 LE MATERIE

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 835 ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 24 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA

IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA I Mercati Finanziari dell Energia FRANCESCO BERTUSI Università degli Studi di Ferrara, 29 Giugno 2011 COMMODITY

Dettagli

Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia. Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia

Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia. Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia Roma, 02 Aprile 2014 02 Aprile 2014 2 Agenda Crisi economica e crollo dei consumi L impennata

Dettagli

a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Maggio 2015

a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Maggio 2015 a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Maggio 2015 Totale indice 130 110 90 70 60 2009 mag set Ufficio Informazione Economica e Statistica Indice 2010 = 1 Energy-No energy 160 140 Energy

Dettagli

Dinamica dei prezzi dei prodotti petroliferi

Dinamica dei prezzi dei prodotti petroliferi Dinamica dei prezzi dei prodotti petroliferi 1 gennaio 2000 15 maggio 2004 Commissione comunale per il controllo della rilevazione dei prezzi al consumo 27 maggio 2004 Eventi e indicatori: www.comune.brescia.it/statistica

Dettagli

Dalle fonti rinnovabili alla Bioraffineria, attraverso il Bioetanolo di II generazione

Dalle fonti rinnovabili alla Bioraffineria, attraverso il Bioetanolo di II generazione Dalle fonti rinnovabili alla Bioraffineria, attraverso il Bioetanolo di II generazione Sandro Cobror Gruppo M&G 1a Conferenza Nazionale su Chimica ed Energia - 18-19.10.2010 - M&G. Alcuni numeri Presenza

Dettagli

Il Bilancio energetico nazionale

Il Bilancio energetico nazionale Il Bilancio energetico nazionale Il Bilancio Energetico Nazionale è una pubblicazione annuale realizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico mediante la rilevazione dei dati delle produzioni interne

Dettagli

10 marzo 2009. Lo sviluppo locale durevole nell era era delle risorse scarse

10 marzo 2009. Lo sviluppo locale durevole nell era era delle risorse scarse Biogas Regions 10 marzo 2009 Lo sviluppo locale durevole nell era era delle risorse scarse Gianni Caramanico Regione Abruzzo Il percorso di analisi e azione Analisi strategica 1. Situazione risorse Mercati,

Dettagli

La dinamica dei prezzi al consumo Novembre 2009

La dinamica dei prezzi al consumo Novembre 2009 16 Dicembre 2009 La dinamica dei prezzi al consumo Novembre 2009 A novembre, il tasso di inflazione, misurato sulla base dell indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività, è salito

Dettagli

Desenzano del Garda, 17 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 17 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 17 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

#1y15: gennaio dicembre 2014

#1y15: gennaio dicembre 2014 Newsletter ASSOELETTRICA I principali dati congiunturali del settore elettrico italiano #1y15: gennaio dicembre 2014 Nel 2014 i dati del settore elettrico nazionale evidenziano una contrazione della produzione

Dettagli

Gli incentivi per i BIOCARBURANTI

Gli incentivi per i BIOCARBURANTI Roma, 9 Dicembre 2010 BEST WESTERN HOTEL Gli incentivi per i BIOCARBURANTI Dott.ssa M.R. Di Somma Assocostieri è l associazione italiana della logistica energetica, aderisce a Confindustria ed a Confindustria

Dettagli

Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref.

Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref. Indice 1 del costo d acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref. Nel corso del quarto trimestre 2011, l indice generale del costo di acquisto in euro delle materie prime CCIAA di Milano Ref.

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 6 giugno 2013. Determinazione dei quantitativi complessivi delle scorte di sicurezza e speci che di petrolio greggio e/o di prodotti petroliferi per l anno, scorta

Dettagli

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010 Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia Grano Italia, Bologna 30 settembre - 1 ottobre 2010 Aula Magna della Facoltà di Agraria Prof. Gabriele Canali SMEA, Alta Scuola

Dettagli

Ancora vendite sulle materie prime

Ancora vendite sulle materie prime Ancora vendite sulle materie prime L indice generale GSCI ER (-2,1) ha chiuso in calo per la quinta settimana consecutiva aggiornando i minimi dal 1999 con ribassi generalizzati ad eccezione dei preziosi.

Dettagli

Nel periodo ottobre 2011-ottobre

Nel periodo ottobre 2011-ottobre I PREZZI DEI CARBURANTI Un anno difficile per i consumatori di Orietta Maizza e Giancarlo Fiorito Nel periodo ottobre 2011-ottobre 2012 i cittadini italiani hanno assistito a rincari rilevanti dei dei

Dettagli

Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity.

Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. 4 Come funzionano i Benchmark Certificates ABN AMRO su Commodity. 5 Benchmark Quanto Certificates ABN AMRO su

Dettagli

Il testo dell'osservatorio dal 12 al 18 giugno

Il testo dell'osservatorio dal 12 al 18 giugno Il testo dell'osservatorio dal 12 al 18 giugno Roma, 18 giugno 2010 Osservatorio Figisc Anisa sui prezzi carburanti Rapporto settimanale Settimana sabato 12 giugno venerdì 18 giugno 2010 a cura dell Ufficio

Dettagli

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE Francesco Asdrubali INDICE FATTORI DOMINANTI DEL PANORAMA ENERGETICO MONDIALE CRESCITA ECONOMICA CRESCITA DELLA POPOLAZIONE PREZZI CO2 PRICING DOMANDA E OFFERTA DI ENERGIA

Dettagli

Relazione Annuale 2010

Relazione Annuale 2010 Relazione Annuale 21 5 Luglio 211 Dr. Cosimo Campidoglio Responsabile Ricerca, Sviluppo e Monitoraggio del Mercato 2 Disclaimer All interno di questo documento: I dati relativi al 211 sono consolidati

Dettagli

18 settembre 2014. L industria del risparmio gestito in Italia

18 settembre 2014. L industria del risparmio gestito in Italia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/ del 9/4/ Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. L

Dettagli

Energy price instability

Energy price instability Settembre 215 1 Energy price instability Milan, Axpo 21 settembre 215 Davide Tabarelli, Nomisma Energia Settembre 215 2 Agenda Price instability Future energy demand OPECs and supply paradoxes Big revolutions

Dettagli

Lo scenario energetico in Italia

Lo scenario energetico in Italia Lo scenario energetico in Italia Il Bilancio Energetico Nazionale Il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica annualmente il Bilancio Energetico Nazionale (BEN) del nostro Paese. Questo ci dà l opportunità

Dettagli

20 marzo 2015. USA: ricchezza netta delle famiglie e sue componenti

20 marzo 2015. USA: ricchezza netta delle famiglie e sue componenti Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale Sabrina Giuca Giornata di studio Cambiamenti climatici e bio-energie in agricoltura Università degli

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica Div. V - Monitoraggio dei prezzi e statistiche sul commercio e sul

Dettagli

Agenda. Energia nel Mondo. La storia del Petrolio. Il Petrolio sta per finire? E il Gas?

Agenda. Energia nel Mondo. La storia del Petrolio. Il Petrolio sta per finire? E il Gas? ENERGIA.. Agenda Energia nel Mondo La storia del Petrolio Il Petrolio sta per finire? E il Gas? 2 Energia nel Mondo La storia del Petrolio Il Petrolio sta per finire? E il Gas? 3 Quanta energia consumiamo

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica Ufficio V

Dettagli

Flotta verde per la Marina Militare Italiana di Claudio Boccalatte

Flotta verde per la Marina Militare Italiana di Claudio Boccalatte Flotta verde per la Marina Militare Italiana di Claudio Boccalatte Dal 12 al 16 febbraio 2014 si è svolta, presso la Fiera di Roma, l ottava edizione di Big Blu, il Salone Internazionale della Nautica

Dettagli

La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto. CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl

La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto. CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl 1 Sommario La DP Lubrificanti srl I numeri dell olio fritto Il CONOE

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011

COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011 COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011 IF COMMODITY è un mensile informativo appositamente studiato per consulenti e promotori finanziari. IF COMMODITY fornisce

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.10. Gas naturale P.10

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.10. Gas naturale P.10 119 Situazione attuale (2008) La diffusione del gas naturale in Svizzera è iniziata a partire dalla metà degli anni Settanta, con la realizzazione del gasdotto di transito, che attraversa il paese per

Dettagli

UNA RISPOSTA SOSTENIBILE.

UNA RISPOSTA SOSTENIBILE. Biocarburanti di 2 a generazione: UNA RISPOSTA SOSTENIBILE. Ing. Giuseppe Fano M&G - Corporate Director Milano, 5 Luglio 2011 M&G : DA OLTRE 50 ANNI IMMAGINIAMO IL FUTURO Azienda chimica multinazionale

Dettagli