BIOFUEL MAGAZINE 2/14 SCENARI TECNOLOGIE MERCATI ENERGIA MEDIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIOFUEL MAGAZINE 2/14 SCENARI TECNOLOGIE MERCATI ENERGIA MEDIA"

Transcript

1 BIOFUEL MAGAZINE SCENARI TECNOLOGIE MERCATI ENERGIA MEDIA 2/14

2 Marzo Aprile Maggio Milano Alberese (GR) Nizza Monferrato(AL) Scopri le altre tappe del tour su i

3 Gentile Lettore, Energia Media è lieta di annunciare il lancio di Biofuel Magazine, la prima pubblicazione italiana di informazione, approfondimento e analisi sui biocarburanti di nuova generazione realizzata con il contributo scientifico del World Energy Council Italia. L impiego dei biocarburanti nel settore del trasporto marittimo, terrestre e aereo è una realtà che sta acquisendo un ruolo sempre più importante nello scenario energetico globale. La produzione mondiale ormai supera abbondantemente i cento milioni di metri cubi annui e l International Energy Agency stima che al 2050 i biocarburanti potranno arrivare a coprire circa il 27% del fabbisogno globale di carburanti per il trasporto. Gli indirizzi della ricerca e dello sviluppo tecnologico, sollecitati da esigenze ambientali e di sicurezza e dalla opportunità di alternative produttive senza pregiudicare l uso dei suoli, ne fanno un tema di grande attualità anche per le positive implicazioni reddituali e occupazionali che può generare. Tutti questi fattori devono partire da visioni condivise e richiedono chiarezza sulle principali questioni normative, economiche e tecnico-industriali per consentire agli stakeholders di bene orientarsi all interno di un settore in forte evoluzione e farne a pieno titolo una componente di interesse strategico. Per questi motivi Energia Media, consapevole del ruolo fondamentale dell informazione e della divulgazione di notizie e dati verso i soggetti aventi interesse e competenze nel settore, ha deciso di avviare l iniziativa editoriale Biofuel Magazine. La rivista è composta da due sezioni distinte: Highlight e Statistics & Figures. La sezione Highlight, dedicata alla raccolta, approfondimento e rielaborazione di notizie nazionali e internazionali sui temi di maggiore attualità nel campo dei biocarburanti, è a sua volta suddivisa in tre specifiche sottosezioni tematiche: Mercati: dove vengono riportate le più recenti iniziative degli stakeholder del settore, quali l avvio di nuove attività e collaborazioiii

4 ni, le ultime fusioni e acquisizioni, la pubblicazione di studi e ricerche e l emissione di dati su produzione e consumo; Tecnologie: dove vengono riportate le ultime iniziative in ambito di innovazione tecnologica e processuale; Normative: riepilogo delle principali disposizioni normative di interesse per gli operatori del settore. La sezione Statistics & Figures è invece dedicata alla raccolta e al commento di dati statistici sui prezzi del greggio, dei principali prodotti petroliferi/agroalimentari e dei biocarburanti. Per una maggiore fruibilità delle informazioni, la sezione è arricchita da tabelle e grafici. Il documento termina con un Appendice dove sono riportati i consumi di carburanti in Italia, la serie storica del cambio euro/dollaro e i principali fattori di conversione e di equivalenza energetica. Biofuel Magazine è un indispensabile strumento di consultazione e aggiornamento per tutti gli operatori del settore delle bioenergie che vogliano essere costantemente aggiornati sull evoluzione del mondo dei biocarburanti. È possibile scaricare gratuitamente i primi due numeri del 2014 dal portale alla sezione Pubblicazioni. I numeri successivi saranno disponibili attraverso abbonamento annuale a Biofuel Magazine a condizioni promozionali sia per gli abbonati sostenitori, ai quali è offerta la possibilità di inserire gratuitamente contributi redazionali, sia per gli abbonati ordinari. iv

5 BIOFUEL MAGAZINE 2/14 Direttore Responsabile Emanuele Martinelli SOMMARIO In redazione Marta Mazzanti, Alessandro Seregni Pubblicità e Abbonamenti Daniele Linarello Tel: 02/ Redazione Via San Marco Milano Tel. 02/ Fax. 02/ Highlights 06 Mercati 07 Tecnologie 16 Normative 18 Statistics & Figures 20 Petrolio 21 Prodotti petroliferi 26 Prodotti agro-alimentari 29 Biocarburanti 31 Web site Appendice 36 Referenze e fonti 38 Biofuel Magazine è un prodotto editoriale di Energia Media srl ed è realizzato con il contributo scientifico del WEC Italia 5

6 HIGHLIGHTS

7 HIGHLIGHTS MERCATI Collaborazione Global Bioenergies Audi per i biocarburanti drop-in La compagnia francese di biocarburanti Global Bioenergies ha avviato una collaborazione con la casa automobilistica tedesca Audi per la produzione di iso-ottano, idrocarburo di sintesi derivato dal bio-isobutene con numero di ottano 100, utilizzabile come carburante per l autotrazione al 100% drop-in. Le due compagnie porteranno nella collaborazione le loro specifiche competenze nel campo della produzione di bio-isobutene e della messa a punto di soluzioni motoristiche adatte all utilizzo dei carburanti alternativi. 7

8 Global Bioenergies ha recentemente avviato un impianto di bio-isobutene a Leuna, nella Sassonia-Anhalt (Germania), dove verrà prodotto anche l iso-ottano da consegnare ad Audi per i test sulle autovetture. L accordo, della durata di due anni, prevede anche la possibilità che Audi acquisisca partecipazioni in Global Bioenergies corrispondenti a circa il 2% del suo capitale. Il calo dei prezzi dell etanolo USA potrebbe far aumentare l import della UE Secondo il sindacato nazionale francese dei produttori di alcool di origine agricola SNPAA, il recente calo dei prezzi dell etanolo USA, dovuto ai raccolti record di mais del 2013, potrebbe far innalzare le importazioni europee di questo biocarburante (nonostante il dazio antidumping di 62,3 /t stabilito dall UE nel febbraio 2013), aggravando ancor di più la situazione dell industria dei biocarburanti dell Unione Europea, già afflitta da una domanda debole e da una situazione di overcapacity. Nel 2013, in Europa si è registrata una overcapacity di 2,5 miliardi di litri (rispetto a una capacità di raffinazione di 7,5 miliardi di litri e a una domanda interna di bioetanolo di 5 miliardi di litri). Negli ultimi anni in Europa la domanda di benzina è diminuita molto a partire dalla crisi economica del 2008, e anche a seguito dell incremento dell efficienza dei motori delle autovetture e degli aumenti di consumo di diesel rispetto alla benzina. Nuova Partnership Versalis - Elevance per i biochemicals Versalis, l'azienda chimica di Eni, ed Elevance Renewable Sciences, società chimica americana specializzata nei prodotti ad alto valore aggiunto ottenuti da oli vegetali, hanno siglato un memorandum of understanding (MOU) per la costituzione di una partnership strategica finalizzata allo sviluppo e all industrializzazione di una nuova tecnologia per la produzione di biochemicals da oli vegetali. La nuova piattaforma tecnologica utilizzerà il processo chimico della metatesi, reazione basata sullo scambio di ioni fra elementi e gruppi aventi stessa valenza. Versalis ed Elevance collaboreranno per sviluppare e industrializzare nuovi catalizzatori e biochemicals destinati ai settori dei cosmetici, dei detergenti, dei bio-lubrificanti e dei prodotti chimici per l'industria petrolifera. Le due compagnie progettano inoltre di realizzare, presso il sito Versalis di Porto Marghera, impianti industriali di etilene che utilizzano processi di metatesi di oli vegetali. La prima apporterà nella partnership la specifica competenza nel campo dei processi 8

9 di catalisi e d ingegneria su scala industriale e la seconda il know how relativo al processo di metatesi e all'impiego di oli vegetali nella produzione di prodotti chimici destinati ad applicazioni ad alto valore aggiunto. Collaborazione tra Clariant, Haltermann e Mercedes-Benz per i biocarburanti Clariant, Haltermann e Mercedes-Benz hanno avviato una collaborazione per produrre e testare una nuova miscela al 20% di etanolo-benzina in Germania. Haltermann miscelerà l etanolo cellulosico prodotto da Clariant con carburanti tradizionali e lo testerà per 12 mesi su veicoli messi a disposizione da Mercedes-Benz. Le autovetture verranno rifornite presso una stazione di servizio appositamente realizzata a Stuttgart-Untertürkheim (Germania). La miscela di etanolo-benzina, denominata Sunliquid20, è un combustibile con un numero di ottano superiore a 100 che garantisce un elevato livello di efficienza e non impatta sull ambiente. L etanolo cellulosico prodotto da Clariant viene ottenuto da scarti della lavorazione 9

10 del grano, con minori emissioni di CO2 e non in competizione con le produzioni alimentari. circa 405 mila tonnellate, è stata conseguita a partire da altri cereali (+12,8% rispetto al 2012). Previsto impianto di biodiesel di seconda generazione in Svizzera BF Commodities, società commerciale internazionale con sede a Balerna, ha avviato un progetto per la realizzazione di un impianto di biodiesel di seconda generazione in Svizzera. Lo stabilimento, il cui start-up è previsto per giugno 2014, avrà una capacità produttiva di oltre 5 mila tonnellate/anno e utilizzerà come materia prima gli oli da cucina esausti. Produzione record di etanolo in Germania nel 2013 In base ai dati riportati dall associazione dell industria dell etanolo tedesca BDBe, nel 2013 in Germania la produzione di etanolo è cresciuta del 9,3% al livello record di circa 672 mila tonnellate. Circa il 40% della produzione (267 mila tonnellate) è stato ottenuto a partire da barbabietola da zucchero, con un incremento del 5,2% rispetto al Complessivamente sono state lavorate circa 2,8 milioni di tonnellate di barbabietola, corrispondenti all 11% della produzione totale del Paese. La rimanente produzione di etanolo del 2013, Nuovo impianto di bioetanolo in Ucraina Nel gennaio 2014, l azienda chimica statale Zarya ha avviato la costruzione di un impianto di bioetanolo nella regione di Luhansk, in Ucraina, al confine con la Russia. La realizzazione dello stabilimento (su un sito di circa sei ettari) richiederà un investimento complessivo pari a circa 41 milioni di e dovrebbe essere ultimata nel L'impianto avrà una capacità di tonnellate di etanolo all'anno e impiegherà grano, mais, segale e altri cereali come materie prime. Circa il 70 % delle apparecchiature saranno fornite dai principali produttori europei. Attualmente, pur in mancanza di una produzione locale, la legge prevede un mandato di miscelazione di etanolo al 5% nelle benzine per il 2014 e il 2015, che dovrà salire a 7% nel Previsione Navigant Research: nel 2022 consumo globale biocarburanti supererà 193 miliardi di litri (oltre 50 miliardi di galloni) Secondo il recente rapporto Biofuels for Transportation Markets elaborato dall Isti- 10

11 tuto di ricerca americano Navigant Research la domanda globale di biocarburanti per il trasporto stradale crescerà dai 122,6 miliardi di litri del 2013 a oltre 193 miliardi di litri nel Scott Shepard, analista di Navigant Research, ha evidenziato come in Europa e nel Nord America il consumo di carburanti tradizionali per il trasporto stradale sia in diminuzione, principalmente a causa del miglioramento dell efficienza dei veicoli e del crescente consumo di carburanti alternativi, il cui sviluppo è trainato soprattutto dalle politiche pro biocarburanti. In tale quadro, i biocarburanti di nuova generazione ricavati da materie prime non in competizione con le produzioni alimentari acquisiranno un ruolo sempre più importante anche grazie alla diminuzione dei costi di produzione guidata dagli avanzamenti tecnologici nel settore. Olio da alghe: avviata produzione su scala commerciale in Iowa Negli USA, i due impianti di olio da alghe gestiti da Archer Daniels Midland (ADM) e da American Natural Products (ANP) a Clinton (Iowa) e Galva (Iowa) hanno raggiunto la produzione su scala commerciale. Gli stabilimenti sono equipaggiati con la piattaforma tecnologica per l estrazione dell olio dalle alghe messa a punto da Solazyme e hanno una capacità produttiva nominale di 20 mila tonnellate/anno ciascuno, scalabile negli anni futuri fino a 100 mila tonnellate/anno. Le tre differenti tipologie di oli algali sviluppate congiuntamente da Solazyme, ADM e ANP presso gli stabilimenti dell Iowa sono distribuite sia negli Stati Uniti sia in Brasile e destinate ai mercati dei lubrificanti e della cura personale in quanto garantiscono prestazioni molto elevate in termini di lubrificazione, tensione superficiale, indice di viscosità e stabilità a temperatura, pressione e velocità elevate. In vendita negli USA gli assets di GTL Resources e Illinois River Energy Sinav Ltd, compagnia USA che detiene la proprietà di GTL Resources (GTL) e Illinois River Energy (IRE), ha affidato all advisor finanziario Ascendant Financial Partners LLC il compito di seguire la cessione delle due società. IRE gestisce un impianto di etanolo da 125 mila galloni/anno a Rochelle (Illinois) che è stato avviato nel 2006, mentre GTL è impegnata nello sviluppo di processi tecnologici innovativi, come il processo di trattamento del mais NextGen Frac. Sinav aveva acquisito GTL (già proprietaria di IRE) nel gennaio del Previsto nel 2015 il debutto del Butanolo sul mercato dei biocarburanti USA 11

12 A partire dal 2015, il butanolo farà il suo ingresso nel mercato dei biocarburanti degli USA scalfendo l attuale predominio assoluto dell etanolo nel settore, oggi contraddistinto da un giro d affari di circa 26 miliardi di dollari. Tutto ciò, stando alle dichiarazioni di Sir Richard Branson, che attraverso il Virgin Green Fund risulta secondo azionista di Gevo (dopo la francese Total), società che ha realizzato nel Minnesota uno stabilimento per la produzione di isobutanolo, prodotto che è stato testato con successo in collaborazione con il Dipartimento della Difesa USA, con la US Coast Guard e nel corso di alcune competizioni automobilistiche. Parallelamente, anche Butamax Advanced Biofuel LLC ha avviato un progetto per la produzione di butanolo su scala commerciale, mediante il retrofitting di un impianto di etanolo in Minnesota il cui start- up è previsto nel (Ndr. le due compagnie, peraltro, sono in causa da circa due anni per questioni brevettuali relative ai loro processi di produzione). Bloomberg New Energy Finance stima che al 2020 negli USA gli investimenti in nuovi impianti di butanolo raggiungeranno circa i 6 miliardi di $. Il butanolo presenta infatti 12

13 un maggiore contenuto energetico (84% rispetto alla benzina) dell etanolo (65%) e grazie alla sua versatilità può essere utilizzato per la produzione di biocarburanti, gomma, solventi e materie plastiche; inoltre offre la possibilità di essere miscelato nella benzina in percentuali maggiori rispetto all etanolo senza causare danni ai motori delle vetture. Brasile: produzione etanolo record nella seconda quindicina di dicembre 2013 In Brasile, secondo i dati rilasciati dall Associazione brasiliana dei produttori di canna da zucchero UNICA, nella seconda quindicina del mese di dicembre 2013 la produzione di etanolo delle regioni del centro-sud del Paese ha raggiunto circa 313 milioni di litri (114,2 milioni di litri di etanolo anidro e 198,6 milioni di litri di etanolo idrato), con un incremento del 94% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. La produzione è stata favorita dai raccolti record di canna da zucchero. Complessivamente, nella stagione di raccolta (primo aprile primo gennaio 2014) la produzione di etanolo brasiliana è cresciuta del 19% a 25,37 miliardi di litri rispetto ai 21,28 miliardi di litri dello stesso periodo dell anno precedente. Nel 2014 Brasile importa etanolo dagli USA per la seconda volta Nei primi due mesi del 2014 in Brasile, la compagnia di trading di zucchero ed etanolo Copersucar SA ha importato circa 60 milioni di litri di etanolo dagli Stati Uniti, 14,3 milioni di litri a gennaio con il cargo Sichem Paris presso il porto di Itaqui (Stato del Rio Grande do Sul) e 45,7 Milioni di litri a febbraio con il cargo Bochem Oslo presso i porti di Paranagua e Santos (Stati del Paraná di San Paolo). Tradizionalmente il Brasile importa etanolo soltanto alla fine della stagione di raccolta della canna da zucchero, nel caso di scarsa disponibilità di materia prima da lavorare dato che la canna da zucchero, al contrario del mais, non può essere stoccata per lunghi periodi, poiché si deteriora velocemente. Regi acquisisce compagnia biotech californiana LS9 La compagnia di biodiesel USA Renewable Energy Group Inc. (REGI) ha acquisito l azienda chimica californiana LS9 per circa 61,5 milioni di $. REGI, il principale produttore di biodiesel degli Stati Uniti, gestisce nel complesso 6 impianti di biodiesel da scarti (grasso animale, oli da cucina esausti) per una capacità produttiva complessiva di 257 milioni di galloni/anno. LS9 ha 13

14 messo a punto un particolare procedimento biochimico capace di sintetizzare alcani e alcheni dall Escherichia coli, un batterio Gram-negativo appartenente al genere Escherichia, mediante l azione di ciano batteri appositamente ingegnerizzati. USA: Greenwood Tree Farm Fund (GTFF) Ottiene certificazione di sostenibilità L organismo di certificazione indipendente Roundtable on Sustainable Biomass (RSB) ha concesso la certificazione di sostenibilità al Greenwood Tree Farm Fund (GTFF) per le sue attività di gestione e raccolta degli alberi di pioppo cedui utilizzabili come materia prima per la produzione di etanolo cellulosico o di pellet. GTFF è una controllata di GreenWood Resources, compagnia USA da sempre impegnata nel campo della protezione della biodiversità e delle risorse idriche e della riduzione delle emissioni di gas serra. Zambia: governo supporta sviluppo stazioni di servizio rinnovabili In Zambia, il Governo intende investire circa 2,7 milioni di $ per supportare lo sviluppo di stazioni di servizio di etanolo nel Paese. I punti di rifornimento verranno realizzati nella capitale Lusaka, nella città di Ndola (Provincia di Copperbelt) e in altri centri 14

15 provinciali e dovrebbero entrare in esercizio entro la fine del Novozymes: in India cresce l interesse per i biocarburanti In India, l interesse nel settore dei biocarburanti è raddoppiato negli ultimi anni, principalmente a causa dell incremento del costo dei carburanti tradizionali, acutizzato anche dalla svalutazione della rupia, che nel 2013 ha perso circa il 15% rispetto al dollaro. A riportarlo è la compagnia danese Novozymes. Secondo uno studio condotto da Bloomberg New Energy Finance nel 2011, l India avrebbe potuto risparmiare all incirca 19,4 miliardi di $ all anno, fino al 2020, mediante l impiego di biocarburanti prodotti internamente (il paese è il secondo produttore mondiale di zucchero). L India, che attualmente importa circa l 80% del suo fabbisogno di carburanti, ha stabilito un mandato di miscelazione per l etanolo pari al 20% entro il Tuttavia il paese non è tuttora in grado di soddisfare l attuale obiettivo intermedio del 5% stabilito per il Negli ultimi tender per l etanolo, i fornitori esteri hanno quotato le loro offerte al prezzo di 90 rupie (1,44 dollari) al litro, livello superiore del 60% rispetto al prezzo economicamente sostenibile da parte delle aziende petrolifere utilizzatrici. Collaborazione sui Biocarburanti da alghe dell australiana Algae.Tec in India La compagnia australiana di biocarburanti da alghe Algae.Tec ha siglato un accordo con la oil company indiana Reliance Industrial Investments and Holdings Limited (RIIHL) per la realizzazione di un impianto pilota di biocarburanti da alghe con riutilizzo della CO2 nel complesso industriale di Jamnagar sito nello Stato di Gujarat, in India occidentale. Lo stabilimento, finanziato da RIIHL, verrà equipaggiato con la tecnologia appositamente sviluppata da Algae.Tec. Primi risultati impianto Pilota per l estrazione della cellulosa di Leaf Energy La compagnia australiana Leaf Energy ha ricevuto i risultati di un test eseguito positivamente per un suo processo di pretrattamento del glicerolo (Glycell Process) presso l impianto della Andritz AG a Springfield, nell Ohio. Avviato nel novembre 2013 e focalizzato sull utilizzo della bagassa, il processo ha raggiunto un livello di produzione in continuo pari a 4,4 tonnellate/giorno. Il processo di pretrattamento della biomassa Glycell Process sviluppato da Leaf Energy utilizza specifici enzimi messi a punto da Novozymes e Dupont. 15

16 TECNOLOGIE Deinove produce bioetanolo di seconda generazione in Francia La compagnia biotecnologica francese Deinove è riuscita a produrre bioetanolo di seconda generazione utilizzando il Deinococcus bacterial process, un innovativo processo batterico basato sul Deinococcus radiodurans, un batterio estremofilo appartenente all'ordine dei Deinococcales. L iniziativa si inserisce nell ambito del Deinol project, un progetto avviato nel 2009 e cofinanziato dalla banca francese Bpifrance per la produzione di bioetanolo di seconda generazione a partire da biomasse non alimentari. Deinove ha condotto la sperimentazione utilizzando bioreattori con una capacità di circa 300 litri e conta di portare la produzione su scala industriale entro il 2015 Avviato progetto Verbio in Germania per biocarburanti da scarti agricoli La compagnia di biocarburanti tedesca Verbio ha iniziato il progetto per la produzione di biocarburanti da scarti delle lavorazioni agricole presso il suo stabilimento per la trasformazione della paglia in biometano di Schwedt (Germania). Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea nell ambito del NER300 (già nel 2012 Verbia si era assicurata 22,3 milioni di per l impianto di Schwedt), sarà realizzato in collaborazione con l agenzia federale tedesca per le risorse rinnovabili Fachagentur Nachwachsende Rohstoffe (FNR) che si occuperà delle procedure amministrative. 16

17 Iogen annuncia lo sviluppo di un brevetto per biocarburanti drop-in trasporto delle biomasse lavorate dall impianto, dotato di una capacità di trattamento di circa una tonnellata giorno. La canadese Iogen Corporation ha annunciato di aver sviluppato e brevettato un progetto per la produzione di biocarburanti drop-in a partire da biogas prodotto in discarica. Iogen, che si avvarrà delle sue infrastrutture di raffinazione già esistenti, intravede un mercato di 5-6 miliardi di galloni/anno di biocarburante da miscelare sia nelle benzine sia nel diesel. Per il futuro Iogen intende produrre anche etanolo cellulosico presso due impianti che sta realizzando negli Stati Uniti, ottenendo notevoli rese per unità di materia prima trattata, a fronte di una riduzione dei costi e un di un minore impiego di acqua per unità di prodotto. In Ohio avviato impianto pilota biocarburanti di 2 Generazione trasportabile Il Battelle Memorial Institute, istituto scientifico-tecnologico no profit con sede a Columbus (Ohio), ha avviato un impianto pilota per la produzione di biocarburanti di seconda generazione da 130 galloni/giorno che ha la particolare caratteristica di poter essere trasportato con un mezzo pesante direttamente sul campo di produzione delle biomasse. Ciò permette di ottenere una significativa riduzione dei costi di raccolta e Boeing collabora con gli Emirati Arabi per i biojet fuel da piante del deserto Boeing e alcuni istituti di ricerca degli Emirati Arabi hanno individuato specifiche piante desertiche alofite (resistenti a condizioni di elevata salinità) che mostrano un buon potenziale per la produzione di biocarburanti per l aviazione. I semi delle alofite contengono infatti un olio che può essere utilizzato per produrre biojet fuel. Il Consorzio di ricerca sulla bioenergia sostenibile (SBRC), fondato da Boeing, Etihad Airways e Honeywell UOP e affiliato all Istituto di Scienza e Tecnologia Masdar di Abu Dhabi, ha avviato un progetto per la produzione di biojet fuel proprio da queste piante in selezionate regioni aride, come ad esempio gli Emirati Arabi Uniti. Il progetto consiste nella creazione di un ecosistema sperimentale ad Abu Dhabi nel quale verranno piantate due coltivazioni di alofite che verranno nutrite utilizzando acqua di mare di scarto proveniente da allevamenti ittici. USA: Blue Sun sviluppa nuovo processo di transesterificazione enzimatica La compagnia USA di biodiesel Blue Sun Energy ha messo a punto un particolare processo di transesterificazione enzimatica 17

18 per la produzione di biodiesel di alta qualità su scala commerciale che consente di ottenere una significativa riduzione dei costi (pari a 10 centesimi di $ per libbra di materia prima trattata, ovvero a circa centesimi di $/gallone di biodiesel finito, secondo le dichiarazioni di Sean Lafferty, Vice President of Technology & New Business della compagnia). Il nuovo processo, installato presso la bioraffineria da 30 milioni di galloni/anno Blue Sun St. Joe nel Missouri, utilizza l enzima Callera Trans L appositamente sviluppato da Novozymes. NORMATIVE USA: approvato nuovo provvedimento per abolire sussidi alle stazioni di servizio rinnovabili Negli Stati Uniti, la Camera dei Rappresentanti ha approvato un nuovo provvedimento che mira ad abolire i sussidi concessi alle stazioni di servizio che distribuiscono miscele di etanolo-benzina nelle zone rurali del Paese. La nuova disposizione, inserita a pagina 735 del testo del farm bill, rappresenta un duro colpo per l Amministrazione Obama, che nel 2010 aveva stabilito un obiettivo di 10 mila stazioni di servizio rinnovabili entro il

19 Il provvedimento, che se verrà tramutato in legge avrà l effetto di rallentare la diffusione dell etanolo proprio in quelle aree dove tradizionalmente si concentrano i maggiori consumi, segue la proposta dell Environmental Protection Agency (EPA) dello scorso novembre di ridurre i mandati 2014 sui biocarburanti imposti nell ambito del Renewable Fuel Standard (RFS) program. Bob Dinneen, Presidente della Renewable Fuels Association, ha accolto la decisione con molto disappunto E paradossale che la Camera dei Rappresentanti abbia preso questa decisione dopo la proposta dell EPA di ridurre i target 2014 sui biocarburanti dovuta a preoccupazioni legate anche alla mancanza di infrastrutture di distribuzione adeguate. Attualmente negli Stati Uniti le stazioni di servizio che distribuiscono E15 sono solamente 59, concentrate in 12 Stati (principalmente in Iowa, Kansas e Illinois), un numero molto esiguo rispetto alle 125 mila stazioni di servizio tradizionali. Epa valuta riduzione target 2013 su etanolo cellulosico L Environmental Protection Agency (EPA) starebbe riconsiderando il target 2013 sull etanolo cellulosico (6 milioni di galloni) a causa degli scarsi livelli di produzione riscontrati nell anno passato (circa un milione di galloni). Lo scorso anno i raffinatori USA avevano presentato all EPA diverse petizioni contro tale mandato, sostenendo che i volumi richiesti non erano di fatto disponibili sul mercato. Gli scarsi livelli di produzione avevano costretto l EPA ad annullare i mandati già nel 2011 e nel 2012, quando il target era pari a 500 milioni di galloni. La notizia è stata accolta con favore dalle principali lobby petrolifere USA, prime tra tutte l American Fuel & Petrochemical Manufacturers e l American Petroleum Institute. India: in arrivo aumento mandato sull etanolo nello Stato del Maharashtra In India, il governo dello stato del Maharashtra sta valutando la possibilità di innalzare il mandato sull etanolo dal 5 al 10%. L obiettivo del Governo è quello di favorire i produttori locali di canna da zucchero che vedrebbero salire i propri ricavi da rupie/tonnellata a rupie/tonnellata (la resa in etanolo stimata è pari a 90 litri per tonnellata di materia prima). 19

20 STATISTICS & FIGURES

21 STATISTICS & FIGURES PETROLIO A gennaio i prezzi dei greggi si sono mossi in maniera altalenante durante tutto l arco del mese, che si è comunque concluso in arretramento rispetto a dicembre. I fondamentali tuttavia non hanno subito particolari variazioni rispetto al mese precedente, in quanto il quadro geopolitico internazionale di gennaio non è stato caratterizzato da avvenimenti tali da modificare i livelli di produzione della maggior parte dei paesi OPEC (ndr. che però nell'africa Settentrionale, soprattutto in Libia, si sono invece riacutizzate nel mese di febbraio). In media mensile, il prezzo del Brent ha fatto segnare a gennaio una riduzione del 2,3% rispetto a dicembre risultando in una media di 108,11 $/bbl. Più consistente, (-3,1%), è stata la riduzione del prezzo del WTI che è sce- 21

22 so a 94,61 $/bbl rispetto ai 97,60 $/bbl di dicembre. Sul mercato dei futuri, si è assistito a un rafforzamento della struttura di backwardation del Brent e al passaggio del Wti da una posizione di contango a quella di backwardation. Anche il prezzo medio del Dubai Fateh è diminuito rispetto a dicembre, scendendo del 3,7% a una media di 104,20 $/bbl (-4 $/bbl). A gennaio l'euro ha perso poco terreno rispetto al dollaro, diminuendo a 1,36102 dollari (-0,68% rispetto alla media di 1,37036 dollari di dicembre). Nel mese di dicembre il differenziale tra il Brent e WTI è diminuito di poco meno di un dollaro rispetto a novembre, che aveva fatto segnare il valore più alto da marzo 2013 di 13,90 $/ bbl, resistendo in ogni caso al di sopra dei 13 $/bbl. Il differenziale tra Brent e Dubai al contrario è aumentato di circa mezzo dollaro al barile, rispetto a novembre, stabilendo una media di 2,50 $/bbl. Lo sconto del Wti rispetto al Dubai si è ridimensionato a 10,60 $/bbl, rispetto ai 12 $/bbl di novembre, rimanendo tuttavia ancora molto distante dalla parità tra i due Marker che si era manifestata, per la prima volta in un triennio, nell agosto Periodo Brent Wti Dubai ,15 66,02 61, ,47 72,32 68, ,85 99,57 94, ,49 61,65 61, ,51 79,40 77, ,26 94,91 106, ,65 94,11 108, ,63 97,91 105,46 I Trim 112,48 94,33 108,07 II Trim 102,57 94,10 100,77 III Trim 110,27 105,84 106,17 IV Trim 109,19 97,35 106,83 dic 110,70 97,60 108, gen 108,11 94,61 104,20 Periodo Brent Wti Dubai ,7% 16,9% 25,5% ,2% 9,5% 10,6% ,6% 37,7% 38,1% ,5% -38,1% -34,8% ,3% 28,8% 27,0% ,9% 19,5% 36,2% ,3% -0,8% 2,7% ,7% 4,0% -3,2% I Trim 2,2% 7,2% 0,8% II Trim -8,8% -0,3% -6,8% III Trim 7,5% 12,5% 5,4% IV Trim -1,0% -8,0% 0,6% dic 2,7% 3,9% 2,2% gen -2,3% -3,1% -3,7% Variazione % su stesso periodo anno precedente Periodo Brent Wti Dubai I Trim -5,1% -8,3% -6,9% II Trim -5,4% 0,7% -5,2% III Trim 0,6% 14,8% 0,0% IV Trim -0,8% 10,7% -0,3% dic 1,1% 11,1% 2,4% gen -4,3% -0,2% -3,1% *Brent datato e Wti Cushing Prezzi Spot del Greggio ($/bbl)* Variazione % su periodo precedente 22

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Ha fatto notizia in queste

Ha fatto notizia in queste di Antonio Boschetti APPROFONDIMENTI Biodiesel e olio di colza, dov è la convenienza Ha fatto notizia in queste ultime settimane scoprire che alcuni automobilisti, a quanto pare soprattutto al Nord, stavano

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA Autorità per l energia elettrica e il gas RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 31 marzo 2013 VOLUME I Stato dei servizi Autorità per l energia elettrica e il gas RELAZIONE

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 ottobre 2014. Aggiornamento delle condizioni, dei criteri e delle modalità di attuazione dell obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli

Dettagli

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Prof. Paolo Redi Solar Energy Italia S.p.A. Prato Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni- Facolt dingegneria Universit di Firenze Dopo la crisi

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Veicoli più puliti e carburanti alternativi

Veicoli più puliti e carburanti alternativi O2 P o l i c y A d v i C E n ot e s L iniziativa CIVITAS è un azione europea che sostiene le città nell attuazione di una politica integrata dei trasporti sostenibile, pulita ed efficiente in termini energetici.

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA CAPITOLO 11 USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA Introduzione La conoscenza delle quantità di risorse utilizzate in un dato sistema socio-economico e più in generale di quelle necessarie al suo funzionamento

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI Italian translation SINTESI WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 Il World Energy Outlook (WEO) 2012 è uno strumento indispensabile per i decision maker della politica e dell industria

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Nuove risorse energetiche. 30 Settembre Donne e società civile

Nuove risorse energetiche. 30 Settembre Donne e società civile Nuove risorse energetiche 30 Settembre Donne e società civile Tema di enorme importanza e attualità, con implicazioni politiche e ambientali Esempi: Germania nella II guerra mondiale Iran, Iraq, Afganistan

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

! " " # # # " " " $ % # & #

!   # # #    $ % # & # ! " " " " " $ % & '( Cocoa Futures COCOA Future Cacao Valore 10 $ Coffee Futures 10 ton metriche (22.046 libbre) 1$ per ton metrica Dollari per ton metriche Marzo, Maggio, Luglio, Settembre, Dicembre Il

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

OIL & BIO TRADING. Guida al trading petrolifero, biocarburanti e price risk management. FrancoAngeli. Nuova edizione ampliata. Fabio Di Benedetto

OIL & BIO TRADING. Guida al trading petrolifero, biocarburanti e price risk management. FrancoAngeli. Nuova edizione ampliata. Fabio Di Benedetto Fabio Di Benedetto OIL & BIO TRADING Guida al trading petrolifero, biocarburanti e price risk management Nuova edizione ampliata FrancoAngeli Informazioni per il lettore Questo file PDF è una versione

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

RAPPORTO SULL ENERGIA

RAPPORTO SULL ENERGIA RAPPORTO SULL ENERGIA 2010 RAPPORTO SULL ENERGIA Novembre 2010 Assessorato provinciale all Ambiente Assessore: Roberto Ronco Area Risorse Idriche e Qualità dell Aria, Direttore: Francesco Pavone Testi

Dettagli

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Università di Torino - Italia RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE Stefano Bechis Francesco Marangon

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO Seminario di promozione del biometano in Veneto Veneto Agricoltura, Corte Benedettina Legnaro (PD), 23 ottobre 2013 Silvia Silvestri

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE Per "costo di esercizio del veicolo", è inteso l'insieme delle spese che l'automobilista sostiene per l'uso del veicolo, più le quote di ammortamento (quota capitale e quota

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli