Carta del servizio Centro per l'infanzia la casa sull'albero

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carta del servizio Centro per l'infanzia la casa sull'albero"

Transcript

1 Carta del servizio Centro per l'infanzia la casa sull'albero INTRODUZIONE E PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO La scelta di redigere una Carta del Servizio significa far conoscere il servizio, garantire trasparenza e promuovere un lavoro di qualità. Il Centro per l Infanzia la casa sull albero risponde ai requisiti imposti dalla L.9 e dal regolamento Comunale. E autorizzato ed è stata avviata la procedura per l accreditamento. CHE COSA È LA CARTA DEL SERVIZIO In Italia l introduzione delle carte dei servizi inizia nei primi anni 90 ed è collegata alla più generale riforma dell apparato statale che in quegli anni mostrava evidenti limiti in termini di efficienza, efficacia e soprattutto di consenso: si trattava di rivedere la forma organizzativa della pubblica amministrazione aumentando la trasparenza e ricostruendo il rapporto di fiducia con i cittadini. Il primo atto normativo a cui si può fare riferimento parlando di carta dei servizi è la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 Gennaio 1994, la direttiva ha per oggetto i servizi pubblici e quindi anche i servizi sociali. In ambito sociale le carte dei servizi sono esplicitamente indicate quale strumento per la costruzione di un mercato sociale di qualità dalla legge 328 del 2000, legge quadro che nel corso degli anni è stata sempre più frequentemente 1

2 disattesa. La carta del servizio è uno strumento che serve per costruire maggiore e più estesa qualità. La carta del servizio illustra il senso e le finalità dei servizi, declina gli obiettivi, esplicita metodologie e strumenti, stabilisce le responsabilità ed i compiti degli operatori impegnati. La carta del servizio può essere descritta come la bussola di un organizzazione. Si tratta di un documento che orienta le diverse persone coinvolte sia interne che esterne. La carta del servizio è uno strumento che la cooperativa sociale Il Mosaico vuole utilizzare per presentare il proprio La casa sull'albero. La carta è inoltre un documento dinamico, non rappresenta il punto di arrivo ma il punto di partenza per un continuo lavoro di miglioramento e di ricerca della qualità. Questa carta è il parte conclusiva, visibile, di un lavoro di ricerca e progettazione iniziato diverso tempo fa che ha coinvolto attivamente gli operatori del nido. MOSAICO COOPERATIVA SOCIALE Mosaico è una cooperativa sociale di tipo A che nasce nel dicembre 2001 sostenuta e incoraggiata dalla cooperativa sociale di tipo B Il Tulipano che da subito ne diventa socio promotore. Partecipa nel suo esordio ad un programma di sostegno alle imprese sociali di Sviluppo Italia denominato Fertilità con due progetti: un centro infanzia che prende il nome la casa sull albero, e un centro rivolto al sostegno dell handicap. La cooperativa Mosaico rientra nelle 160 imprese finanziate, 9 nelle Marche,e inizia il suo operato nel territorio di Fabriano. I soci fondatori sono tutti ragazzi e ragazze molto giovani, residenti nel comune di Fabriano e con alle spalle esperienze in altre cooperative e nel mondo del volontariato sociale e con un forte spirito di gruppo. Attualmente partecipano 16 Soci Gestisce i Centri di Aggregazione Giovanile e i Centri di aggregazione per bambini e adolescenti dell Ambito territoriale n.10 e collabora attivamente con i servizi sociali della Comunità Montana dell Esino Frasassi, sostiene le attività di Anfass e Moddih. L obiettivo che accomuna tutta la cooperativa e e che rimane ad oggi prioritario è quello di progettare e promuovere la qualità sociale per contribuire a migliorare il territorio e le persone che in esso vivono, scovare le risorse che una 2

3 persona può utilizzare per trasformare le proprie difficoltà da ostacoli in opportunità. Si potrebbe così sintetizzare la spinta dei soci del MOSAICO: mettere la propria professionalità al servizio della libertà e della dignità delle persone. C'è un percorso ben chiaro per fare questo: la competenza, che significa sopratutto saper essere; la formazione, energia continua ed indispensabile che alimenta il sapere; la professionalità del lavoratore che sa fare, da riconoscere quale valore fondante di una società che è fatta di persone al servizio di altre persone; la qualità, che è quello che cerchiamo per noi, per la nostra vita e per le persone che ci stanno accanto. LA MISSIONE DEL SERVIZIO Il centro per l infanzia (o il nido) (o altro nome scelto a vostro piacimento), gestito dalla cooperativa sociale Il Mosaico, svolge attività educative rivolte ai bambini dai 13 ai 36 mesi, ai loro genitori ed alla comunità. La crescita armoniosa del bambino, la genitorialità consapevole, le esigenze dei genitori che lavorano e che necessitano di un sostegno all educazione dei propri figli, l aiuto alle mamme a vivere serenamente la maternità dando loro la possibilità di lavorare nella piena sicurezza del benessere del proprio figlio, ne costituiscono le principali finalità. Il centro per l infanzia intende incrementare e diversificare l offerta dei servizi all infanzia attraverso un nuovo approccio educativo che si basa su un attenzione specifica alle necessità e alle capacità dei bambini: ogni bambino sia dotato di un'infinita ricchezza di potenzialità, della capacità di stupirsi e ricercare e della capacità di co-costruire la conoscenza attraverso processi relazionali attivi ed originali. Il centro assicura la presenza di educatrici laureate con un percorso di formazione specialistico. Tutte le attività del personale impiegato sono costantemente supervisionate da uno staff psicopedagocico. Il linguaggio scritto è solo uno dei cento linguaggi possibili e forse nemmeno il migliore per dare conto della straordinaria versatilità ed espressività del mondo dei bambini. Per questi motivi nel centro per l infanzia il bambino è libero di fare esperienze sensoriali, ludiche ed espressive che gli permettono di crescere in modo armonioso, senza condizionamenti o vincoli strutturali. 3

4 Le attività proposte cercano di valorizzare la creatività e la fantasia attraverso materiale naturale e di riciclo: l utilizzo di giochi e materiali convenzionali e prestabiliti sono considerati una limitazione alla capacità del bambino di esprimersi liberamente. Il centro opera per un coinvolgimento delle famiglie ed una loro partecipazione alla vita del servizio, promuovendo occasioni di incontro e di scambio come riunioni periodiche e colloqui individuali con i genitori Il centro intende portare nel territorio una nuova cultura educativa e promuovere l attenzione del bambino nella sua interezza. 4

5 I PRINCIPI FONDAMENTALI Familiarità: si vive nella quotidianità, nella meraviglia dentro ogni giorno, nello scoprire e nel rispettare i tempi e i ritmi propri e degli altri. Si vuole offrire un clima sereno, fatto di regole condivise, accolte e non imposte, ma anche di affetto e di rispetto, in cui il ridotto numero dei bambini accolti favorisce il lavoro in piccoli gruppi al fine di garantire la libera espressione del singolo e la facilitazione delle dinamiche interpersonali. È importante che al bambino venga data la possibilità di scegliere delle strategie senza che siano condizionati da modelli preordinati. Devono essere in grado di esprimere la propria originale espressività. Affidabilità: agire e comunicare alle famiglie una costante attenzione alla sicurezza dei bambini attraverso l impiego di personale preparato ed una particolare cura degli spazi della struttura e dei materiali utilizzati (giochi a norma ecc.) Attenzione al bello: offrire la bambino un ambiente curato ed ordinato, piacevole da vivere e da vedere, che stimoli la creatività.. Progettualità: riconoscere l individualità di ogni bambino attraverso l ascolto attivo, l osservazione, ed un costante confronto con la famiglia al fine di porre la sua storia la base del progetto educativo. Libertà del bambino: garantire il pieno rispetto dei bisogni, delle emozioni e dei desideri del bambino, organizzando gli spazi e le attività in modo che divento autonomo e libero di gestire il proprio tempo dandogli la possibilità di esprimere i suoi cento linguaggi. Professionalità: assicurare l impiego di personale adeguatamente formato, motivato e in continua crescita professionale, attraverso il sostegno di un equipe psicopedagogia, momenti periodici di aggiornamento e il confronto con altri colleghi e figure professionali che lavorano sul territorio. Eguaglianza: garantire pari dignità all accesso senza distinzioni di cultura, religione o nazionalità. Il nido La casa sull albero utilizza ogni strumento disponibile per valorizzare e rispettare le diversità culturali. Trasparenza: informare le famiglie e gli attori del territorio in merito alle attività svolte e ai risultati raggiunti, impegnandosi a valutarne e a rendicontarne periodicamente il raggiungimento degli obiettivi sociali. Vogliamo testimoniare che anche i nidi producono cultura e costituiscono luoghi privilegiati di ricerca. La trasparenza è il primo passo verso il confronto e il dialogo, che sono alla base di quello scambio che deve portare all educazione partecipata. 5

6 LE CARATTERISTICHE DELL'OFFERTA A chi si rivolge il servizio Il nido accoglie i bambini di età compresa tra i tredici e i trentasei mesi. Il numero massimo di bambini accolti dalla struttura è di quattordici. La sede Il nido si trova in via Martiri della Libertà n 46/U, al centro di un quartiere in forte espansione come quello del Borgo dove attualmente non esistono servizi simili. Intende essere di supporto sia a tutta la città che a questa particolare zona di Fabriano. La struttura è completamente nuova e gli arredi sono stati acquistati seguendo le principali normative, sono tutti certificati ISO 9000, atossici e sicuri. Sono stati scelti secondo un preciso piano pedagogico e costituiscono un paesaggio ricco dal punto di vista sensoriale e percettivo. Abbiamo cercato di creare uno spazio a misura di bambino che possa essere vissuto a pieno senza vincoli e barriere, consapevoli del fatto che essendo innanzitutto un ambiente di vita sarà continuamente segnato e modificato da eventi e storie personali e sociali. Orario di apertura e calendario annuale Dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore nei mesi compresi tra settembre e luglio Modalità di accesso Le richieste di iscrizione al nido possono essere richieste telefonando allo (Coop. Mosaico), oppure rivolgendosi direttamente alla sede della Cooperativa (via Cappuccini 29) o al nido (via martiri della libertà 46/U) Costi e modalità di pagamento È possibile pagare la retta direttamente presso il nido, oppure tramite bonifico bancario intestato a: Mosaico cooperativa sociale arl c/c bancario n Banca popolare di Ancona Agenzia Fabriano piazza G.B. Miliani (ABI CAB CIN w) 6

7 IL PROGETTO EDUCATIVO Principi educativi I bambini che vanno al nido si trovano in un momento particolarmente delicato del loro sviluppo. Un ambiente extradomestico come il nido può offrire, se agisce in sinergia con la famiglia e si presenta come un luogo educativo di qualità, quel sostegno affettivo e quella promozione educativa di cui ciascun bambino ha bisogno. La letteratura pedagogica e psicologica parla di un bambino sempre più competente e aperto alla relazione con gli altri e con il mondo fin dai primi momenti di vita, di un innata predisposizione ad apprendere attraverso la relazione e la comunicazione con la realtà circostante, Il nido che è una comunità di piccoli e adulti, costituisce un occasione per il bambino di intessere precocemente rapporti e avviare legami di affetto, di amicizia, di scambio; presentandosi non solo come un ambiente ricco dal punto di vista sociale, ma anche come un luogo di gioco e di attività mirate, offre ai bambini preziose opportunità di scambio comunicativo e di conoscenza. La valenza pedagogica del nido e la sua qualità si gioca sulla sua capacità di proporsi come ambiente sicuro, generoso dal punto di vista affettivo ricco di occasioni sociali e di situazioni di apprendimento. È indiscutibile il piacere e il vantaggio che il bambino trae nel giocare, pensare, discutere, gioire, amare, vivere con i coetanei. Non solo apprende l altro, ma anche sé stesso come essere in relazione e ne fa una strategia ed un valore esistenziale. Alcuni principi di fondo vanno rispettati per fare di un nido un buon nido. Tra questi: la personalizzazione dei rapporti, delle attività e dei tempi; il rispetto dell individualità del bambino, della sua seppur breve storia e della sua cultura; il rispetto e la promozione dei ritmi di crescita. Fondamenti epistemologici Origine delle nostre convinzioni c è l idea che se si è in grado di arrivare al nucleo centrale della persona si troverà una tendenza positiva verso l autorealizzazione. Quando si crea un clima di autentica fiducia e libertà, la persona può seguire qualsiasi direzione ma di fatto spesso scegli strade positive e costruttive. 7

8 La fiducia in questa sapiente tendenza formativa presente negli esseri umani fin dall inizio della vita ci permette di privilegiare atteggiamenti, comportamenti, e modelli di riferimento che favoriscono lo sviluppo di ogni individuo secondo le sue peculiarità e in armonia del suo ambiente naturale e sociale. I nostri principi ispiratori nascono dal lavoro di due importanti studiosi: C. Rogers e L.Malaguzzi La rilevanza data da Rogers all intuizione artistica ci aiuta a cogliere l elemento più affascinante del processo educativo. L arte libera energie e potenzialità che aprono la strada a soluzioni creative. Crediamo che sia possibile portare la filosofia e la prassi rogersiana anche all interno della nostra istituzione attraverso l ascolto attivo e la Globalità dei linguaggi. Il metodo Malaguzzi è un non metodo che non fa teoria ma punta semplicemente all ascolto dei bambini. Nel 1992 il settimanale newsweek fece un inchiesta sulle scuole primarie e stabilì che erano a Reggio Emilia le migliori scuole del mondo dal punto di vista del bambino. Grazie a questo articolo l Italia si accorse di Loris Malaguzzi un pedagogista niente affatto accademico e che aveva saputo fare della creatività e della fantasia la sua filosofia e pratica di vita. Il metodo Malaguzzi è infatti un non metodiche punta sull ascolto dei bambini. Entrando in sintonia con i loro bisogni e desideri, stimolando la capacità di osservazione, la manualità, il gioco, la capacità di tessere relazioni tra coetanei e con il mondo degli adulti. A Reggio Emilia si cerca di dare continuità a quell esperienza attraverso l associazione Reggio Children con cui la nostra cooperativa ha avviato tirocini e incontri di formazione. 8

9 GLI AMBIENTI E LE ATTIVITÀ Il centro per l infanzia La casa sull albero è pensato come un luogo che possa essere un vero e proprio spazio di vita del bambino, in cui venga rispettata la sua identità di soggetto competente, attivo e critico. L ambiente favorisce la sensazione di sicurezza del bambino che si sente accolto ed atteso. Mette a disposizione gli strumenti necessari per sviluppare la loro capacità di accogliere e sostenere l io ed il noi, la memoria individuale e quella collettiva, il piccolo ed il grande gruppo. Ogni luogo è destinato ad alcune attività specifiche, questo non significa che il quotidiano sia programmato in modo rigido. Al contrario ogni giorno il bambino ha la possibilità di concordare il da farsi con il gruppo e le educatrici, come previsto nello spazio arena. L ingresso è il luogo di accoglienza del bambino e dei genitori, simboleggia il momento del passaggio dalla casa al nido e quindi anche il passaggio di affetti, storie e sentimenti. Sia il bambino che il genitore si sentono accolti in uno spazio riservato alla famiglia dove il benvenuto è caloroso e rassicurante. I protagonisti di questo momento sono tre: il bambino che incontra l educatore, lascia giubbetto, gli oggetti portati da casa ecc. nel suo spazio riservato; l educatore che lo accoglie e lo aiuta a salutare la mamma o il papà; i genitori che possono comunicare le attese e le necessità delle famiglie. Attraverso due oblò inoltre i genitori possono anche osservare per un po il bambino senza interferire con la vita del nido. Questi ultimi possono in ogni momento fare proposte e comunicare delle esigenze particolari che verranno accolte dagli educatori sempre disponibili al confronto, all ascolto e al dialogo. L ingresso rappresenta inoltre i principi di visibilità e condivisione: ogni giorno vengono realizzate delle documentazioni delle attività svolte sotto forma di tracce, filmati, foto, disegni che vengono esposte per documentare e condividere i processi di apprendimento e le esperienze e le emozioni vissute al nido. In questo spazio la famiglia riceve anche tutte le comunicazioni e i messaggi: è qui che verrà esposta la documentazione della giornata di ogni singolo bambino attraverso un diario giornaliero e di gruppo. L arena è il cuore del centro per l infanzia, uno spazio polifunzionale rappresentativo della comunità e dell incontro. Qui i bambini possono comunicare, aggregarsi, fare esperienze di sé e dell altro, nuove scoperte ecc. Ogni mattina ci si riunisce attorno all arena per decidere insieme le attività della giornata ascoltando e dando spazio alle proposte, alle esigenze e ai racconti dei bambini. È importante che ogni bambino venga reso protagonista delle scelte che riguardano la gestione della propria giornata, in modo da permettergli di svolgere attività accettate autonomamente e non imposte al fine di migliorare la 9

10 qualità del tempo vissuto al nido. Il triangolo specchi è un caleidoscopio abitabile in cui qualsiasi cosa o persona vi entri viene moltiplicata all'infinito con effetti diversi a seconda dell angolazione. E' un punto di osservazione magico in cui la realtà viene percepita attraverso l'esperienza della trasformazione e i giochi di luce. Con un semplice passo ci trova in un luogo dove la realtà è stravolta e dove si fanno esperimenti con le immagini di sé e degli oggetti. È anche un posto divertente in cui giocare, nascondersi e fare un rifugio o una tana. È insomma un mezzo che favorisce la conoscenza della realtà attraverso la sua trasformazione. Lo spazio dei travestimenti è un ambiente riservato in cui si entra, ci si traveste, si controlla allo specchio e si esce con una nuova identità. Qui il bambino trova a disposizione numerosi oggetti che usati in modo diversi lo possono tramutare in qualsiasi personaggio sia reale che inventato. Questa trasformazione avviene in uno spazio speciale, non in un angolo qualsiasi, che permette al bambino di giocare con la propria identità, di dare avvio a narrazioni e rappresentazioni. Oltre al piacere del travestimento c è quello di inscenare delle vere e proprie storie con i nuovi personaggi che per un attimo si confondono con la vera identità del bambino. È proprio questo che rende importante l attività: dare al bambino l opportunità di giocare con la propria immagine e la propria identità perché se ne appropri definitivamente. Lo spazio morbido/pedana è formato da grandi e piccoli elementi che formano paesaggi di diverse altezze e consistenze e suggeriscono movimenti con il corpo adattabili e flessibili alle varie competenze di ognuno. In questa particolare fase della vita il bambino compie i primi tentativi di controllo del proprio corpo, comincia ad imparare nuove tecniche motorie e a giocare con l'equilibrio. Qui ci si può abbracciare, rotolare, correre, scivolare e saltare, supportando la competenza senso-motoria e la sicurezza di sé. Il mini atelier è uno spazio attrezzato per dipingere e colorare, dove i bambini e i loro progetti diventano protagonisti, dove ognuno è libero di dare spazio alla propria fantasia e a giocare con i colori. La creatività di ogni bambino è potenzialmente infinita se ha l occasione di essere espressa, questo spazio mira proprio a lasciarla manifestare in piena libertà. Attraverso i cavalletti e i materiali sempre a disposizione il bambino è lasciato libero di intraprendere una sua creazione nel momento in cui sente di volersi esprimere. Ad ogni sua opera infine viene dato il giusto risalto e vengono conservate nella cartella personale di ognuno. Il soggiorno ospita il momento del pranzo che come è ormai noto ha un valore simbolico e relazionale molto importante. Non è solamente la risposta ad un 10

11 bisogno fisiologico, ma un occasione per educare il proprio gusto alimentare, per sperimentare l'autonomia nei pasti e la gioia del momento conviviale. Ogni giorno i bambini apparecchiano la tavola con gli oggetti che ritroveranno anche a casa, siamo convinti che il bambino vada educato subito all utilizzo dei giusti strumenti. Le educatrici consumano il pasto allo stesso tavolo dei bambini, questo completa il rapporto di fiducia e amicizia del gruppo e inoltre funge da esempio quotidiano. Il bagno rappresenta uno dei momenti più delicati della vita del nido: il bambino con il passare del tempo diventa sempre più autonomo e di conseguenza gli va garantita la possibilità di essere accudito nel migliore dei modi, ma anche di avviarsi verso l autogestione dei propri bisogni. Per questo motivo è tutto a misura di bambino, anche il fasciatolo dove può salire autonomamente tramite l apposita scala. Una delle sensazioni più piacevoli è quella di esser lavato pulito e accarezzato nel momento del cambio, la qualità di questo momento viene garantita da condizioni che facilitano il dialogo gestuale e verbale tra l adulto e il bambino. La stanza del sonno è riservata esclusivamente al momento del riposo pomeridiano, da avviare in compagnia dell'adulto e degli amici in un' ambiente confortevole, rassicurante e personalizzato. Il lettino è individuale e caratterizzato da un facile accesso e da oggetti personali, in modo da rendere il bambino autonomo anche nel momento del sonno. Riteniamo che non si debba interferire con il ritmo e le modalità del sonno di ognuno, perciò la stanza è strutturata in modo che il bambino, camminando o gattonando, possa raggiungere il suo lettino facilmente individuabile ed avviare in compagnia dell adulto e dei suoi amici i rituali del sonno. Al momento del risveglio è in grado di alzarsi da solo senza svegliare i suoi compagni e raggiungere subito il soggiorno dove può riprendere tranquillamente le normali attività. In questo modo si avviano i processi di autonomia anche in un momento che di solito è definito da orari e modalità rigide. Il giardino offre uno spazio esterno che soddisfa la necessità di stare all'aria aperta, di esplorare e fare esperienza con la natura e con il mondo circostante. Sulla zona lastricata con un tappeto morbido anticaduta i bambini sono liberi di giocare in qualsiasi momento della giornata, dal momento che gran parte degli elementi presenti possono essere utilizzati sia all aria aperta che al chiuso. Lo spazio verde lascia aperte tutte le attività possibili sulla natura, dalla cura delle piante e dei fiori ai giochi sull erba. L'ufficio segreteria è un piccolo spazio adibito alla gestione dell'archivio dati opportunamente riposti in una cassettiera dotata di chiavi, le quali saranno a disposizione del solo personale incaricato. 11

12 L'EQUIPE DI LAVORO 2 educatrici laureate e con uno specifico percorso di formazione 1 coordinatore 1 ausiliaria Tutto il personale presente al nido lavora unitamente grazie alla condivisione degli stessi principi ed obiettivi e grazie alla riunione di coordinamento alla quale tutti partecipano. RIUNIONI E MODALITÀ DI COORDINAMENTO Una riunione a settimana tra tutto il personale e il coordinatore allo scopo di programmare le attività da farsi, verificare quelle effettuate ed organizzare la gestione del nido. STRUMENTI DI LAVORO Uno dei principi che guidano il nostro lavoro, come già sottolineato, è quello della visibilità e della trasparenza. Proprio per rendere il nostro lavoro più disponibile e aperto alle famiglie ci siamo dotati di alcuni strumenti di lavoro. Questi sono indispensabili per far si che il genitore sia sempre informato di quanto è accaduto per parte della giornata al suo bambino in modo efficace ed interessante. Riteniamo che non sia sufficiente comunicare notizie sui bisogni primari, ma anche sulle relazioni intercorse, gli apprendimenti fatti, i giochi e le nuove e esperienze. A tal scopo gli strumenti di lavoro sono: Organizzazione del nido: Programmazione annuale Programmazione mensile Programmazione settimanale Documentazione interna: Verbali e schede di ogni coordinamento Verbali e schede dei colloqui di inserimento con il genitore Documentazione alle famiglie: Diario giornaliero Diario dei pasti e dei bisogni Diario settimanale 12

13 COORDINAMENTO CON LE FAMIGLIE E IL TERRITORIO La partecipazione dei genitori alla vita del nido sarà scandita da: Assemblea dei genitori: nei primi mesi dell anno scolastico le educatrici convocano i genitori di tutti i bambini e le bambine per illustrare l organizzazione e il progetto educativo e alla fine dell anno per un resoconto delle attività dei bambini. Colloqui individuali: ogni educatrice organizza colloqui individuali con i genitori per parlare di argomenti che riguardano i vari aspetti della crescita personale del bambino mettendo a punto alleanze condvise di principi e comportamenti. Progetti genitori: vengono organizzati incontri a cui partecipano esperti riguardanti lo sviluppo e la crescita dei bambini, il rapporto con i genitori o altro. Feste e gite: momenti di incontro informali, conviviali servono a creare quel clima di fiducia che favorisce. Attività di laboratorio con la partecipazione dei genitori: il Natale può essere il momento per riscoprire il valore dei giochi artigianali creati dagli stessi genitori. L ambientamento del bambino al nido è un momento delicato che coinvolge i genitori, il bambino e l educatore e necessitano di gradualità e attenzione. Nel periodo dell ambientamento (la cui lunghezza, mediamente di due settimane, può variare in base alle necessità individuali del bambino) si richiede la disponibilità di un genitore che accompagni il bambino all interno del servizio favorendone l inserimento nel nuovo spazio e il nascere di nuove relazioni con le persone che lo circondano. Per quanto riguarda la collaborazione con il territorio assicuriamo la partecipazione ai tavoli di concertazione promossi dall Ambito Territoriale Sociale allo scopo di coordinare le azioni, sostenere un percorso comune e promuovere il nostro metodo e la nostra idea del bambino anche agli altri enti interessati. Crediamo che tutti i servizi e gli enti che si occupano dei bambini dovrebbero dialogare e camminare verso una direzione comune, per costruire una rete che sia da supporto alle famiglie e ai figli. 13

CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA. SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA

CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA. SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA Settore Politiche sociali e di sostegno alla famiglia CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA Indice Capo 1 La carta dei servizi Uno strumento per dialogare e collaborare con

Dettagli

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi Premessa Il Baby Parking/Spazio Bimbi è un servizio socio-educativo che può accogliere bambini dai 13 ai 36 mesi, dal lunedì al venerdì, fino a 6

Dettagli

Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO

Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO 1) FINALITA Il nostro Asilo Nido è una scuola di ispirazione cristiana, è gestito dalla Cooperativa Sociale Casa Famiglia Agostino Chieppi ed è parte integrante del Plesso

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. La risposta al bisogno è una realtà educativa. chi siamo. mission

CARTA DEI SERVIZI. La risposta al bisogno è una realtà educativa. chi siamo. mission CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO IL RITROVO Lecco - Pescarenico Via Corti, 20 Tel. / Fax 0341 363601 0341 373216 e-mail - ass.ritrovo@tiscalinet.it Soc. coop. sociale Il Ritrovo Onlus www.nidoilritrovo.it

Dettagli

Scuola dell Infanzia A. Gallo Via Flero, 29

Scuola dell Infanzia A. Gallo Via Flero, 29 Comune di Brescia Settore Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A. Gallo Via Flero, 29 Piano Offerta Formativa anno scolastico 2013/2014 PROGETTO EDUCATIVO Profilo territorio La scuola comunale dell

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA NIDO DON LUCIANO SARTI Segreteria: Via Palestro 38 40024 Castel San Pietro Terme 051 944590 donlucianosarti@libero.it Sede: Via Palestro 32 40024 Castel San Pietro Terme 051

Dettagli

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE PROGETTO EDUCATIVO IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE IDENTITA DELLA SCUOLA La Scuola dell Infanzia parrocchiale S.Giuseppe vuole

Dettagli

Il ciliegio. Nido d infanzia. Nido comunale d infanzia Gualtieri RE. Comune di Gualtieri

Il ciliegio. Nido d infanzia. Nido comunale d infanzia Gualtieri RE. Comune di Gualtieri Nido d infanzia Comune di Gualtieri Il ciliegio Nido comunale d infanzia Il ciliegio Gualtieri RE Via G. di Vittorio tel. 0522 828603 nidociliegio@alice.it www.asbr.it storia 1978 Il nido d infanzia Il

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

Asili nido comunali di Verbania PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2013-2014

Asili nido comunali di Verbania PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2013-2014 L educazione è un diritto di tutti i bambini e ragazzi, che devono poterne fruire senza limitazioni Ma è anche un bene degli adulti, di tutti gli adulti che la difendono e la arricchiscono e con la partecipazione

Dettagli

Scuola dell Infanzia Statale ARCOBALENO DAI MILLE COLORI Tressano di Castellarano (RE) LA NOSTRA SCUOLA.

Scuola dell Infanzia Statale ARCOBALENO DAI MILLE COLORI Tressano di Castellarano (RE) LA NOSTRA SCUOLA. Scuola dell Infanzia Statale ARCOBALENO DAI MILLE COLORI Tressano di Castellarano (RE) LA NOSTRA SCUOLA. LA SCUOLA DELL INFANZIA Il nostro sistema scolastico è riuscito attraverso una felice convergenza

Dettagli

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO CONTESTO: Un percorso di crescita e continuità educativa: bambini 0-6 anni La nostra struttura si occupa dell infanzia e della gioventù dal 2002 offrendo un servizio di Nido d

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

ASILO NIDO CASCINA LEVADA

ASILO NIDO CASCINA LEVADA UNA GIORNATA TIPO e Il METODO EDUCATIVO ASILO NIDO CASCINA LEVADA 7.30-9.30: accoglienza personalizzata, riferita ai diversi gruppi di età utilizzando le zone appositamente allestite in modo caldo, confortevole

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell INFANZIA Via Nigoline, n 16 SCUOLA DELL INFANZIA 25030 ADRO. Mail Segreteria : Bsic835008@istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE. Scuola dell INFANZIA Via Nigoline, n 16 SCUOLA DELL INFANZIA 25030 ADRO. Mail Segreteria : Bsic835008@istruzione. Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Via Nigoline, 16 25030 ADRO (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ASILO NIDO E SCUOLA DELL INFANZIA Indice Chi siamo Il nostro progetto educativo La collaborazione educativa Spazi, Tempi e Attività Didattica alla scuola dell infanzia Organizzazione

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA DIREZIONE DIDATTICA DI CASTEL MAGGIORE PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA Nelle Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati delle Attività Educative nella Scuola dell Infanzia

Dettagli

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l.

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l. MICRONIDO l ABBRACCIO VIA SAN CARLO 11 CASCINA POGLIANASCA ARLUNO (MILANO) CARTA DEI SERVIZI 2013/14 La Carta dei Servizi è un documento che evidenzia in tutta trasparenza le modalità di erogazione del

Dettagli

IL SERVIZIO EDUCATIVO DELLA SEZIONE PRIMAVERA

IL SERVIZIO EDUCATIVO DELLA SEZIONE PRIMAVERA Istituto Figlie di Gesù Scuola dell Infanzia Paritaria San Luigi SEZIONE PRIMAVERA Via Alle Grazie,8-54100 Massa Tel. Fax 0585-451367 IL SERVIZIO EDUCATIVO DELLA SEZIONE PRIMAVERA 1) AMBITO CULTURALE E

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

Le Coccole L ASILO NIDO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI. Via Maestri del Lavoro, 1 Località Gambarara (Mantova) Tel. 0376 398982 isolabimbi@libero.

Le Coccole L ASILO NIDO PRESENTA LA CARTA DEI SERVIZI. Via Maestri del Lavoro, 1 Località Gambarara (Mantova) Tel. 0376 398982 isolabimbi@libero. I L A B S I o dei B I M PRESENTA L ASILO NIDO Le Coccole LA CARTA DEI SERVIZI Via Maestri del Lavoro, 1 Località Gambarara (Mantova) Tel. 0376 398982 isolabimbi@libero.it DITE: E faticoso frequentare i

Dettagli

LA SALA DELLE FARFALLE

LA SALA DELLE FARFALLE GIOCHI D INTIMITA CON LA CREMA Obiettivi: Favorire il rilassamento. Promuovere e consolidare la percezione dello schema corporeo. Incentivare la relazione di fiducia tra adulto e bambino. Stimolare la

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Via Mannelli 53 pt /int. 15r, 50132 Firenze www.nidoinpiazzetta.com nidoinpiazzetta@gmail.com Tel. 055 5383663 / 333 3820706

CARTA DEI SERVIZI. Via Mannelli 53 pt /int. 15r, 50132 Firenze www.nidoinpiazzetta.com nidoinpiazzetta@gmail.com Tel. 055 5383663 / 333 3820706 girotondo di bambini Furbi, allegri, birichini Tutto intorno il nostro mondo In piazzetta sgambettano felici, tutti in pace, tutti amici girotondo, girotondo, casca la terra, casca il mondo tutti giù per

Dettagli

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

Scuola dell Infanzia Leonessa Via Palazzina, 27

Scuola dell Infanzia Leonessa Via Palazzina, 27 Comune di Brescia Settore Pubblica Istruzione Servizio scuole dell infanzia Scuola dell Infanzia Leonessa Via Palazzina, 27 Piano Offerta Formativa anno scolastico 2012/2013 PROGETTO EDUCATIVO Profilo

Dettagli

La Formica la pedagogia dell'accoglienza e del ben-essere

La Formica la pedagogia dell'accoglienza e del ben-essere La Formica la pedagogia dell'accoglienza e del ben-essere i bambini Essere nella mente, nello sguardo e nel cuore dell'educatore è la condizione attraverso la quale il bambino può sentirsi accolto e dalla

Dettagli

LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO

LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO SCUOLA STATALE DELL INFANZIA Lo Scricciolo Via Quasimodo, 2 Tel. 0522 347412 Ricevimento ed informazioni in sezione dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA Associazione Dives in Misericordia ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA CARTA DEI SERVIZI La seguente CARTA DEI SERVIZI è stata redatta facendo riferimento alla delibera della Giunta Regionale della Campania

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA 1 DIRITTO DI ESSERE UN BAMBINO Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare chiedo un sorriso di chi sa amare chiedo un papà che mi abbracci forte chiedo un bacio

Dettagli

ASILO NIDO MATER PROGETTO EDUCATIVO

ASILO NIDO MATER PROGETTO EDUCATIVO Premessa ASILO NIDO MATER PROGETTO EDUCATIVO L asilo nido MATER è stato adeguato per l accoglienza di n. 24 bambini della fascia di età da 12 a 36 mesi. Uno spazio è poi riservato a un piccolo numero di

Dettagli

PROGETTO INSERIMENTO ACCOGLIENZA (2013/14)

PROGETTO INSERIMENTO ACCOGLIENZA (2013/14) ISTITUTO COMPRENSIVO S. LUCIA BERGAMO - SCUOLA DELL INFANZIA STATALE AQUILONE - Via Sylva,10 Tel. 035-402077 PROGETTO INSERIMENTO ACCOGLIENZA (2013/14) Chi ben comincia è a metà dell opera 0 Premessa Iniziare

Dettagli

SPAZIO GIOCO DI VIA CURIEL INDIRIZZO: VIA CURIEL, 2 TELEFONO: 040 814346

SPAZIO GIOCO DI VIA CURIEL INDIRIZZO: VIA CURIEL, 2 TELEFONO: 040 814346 SPAZIO GIOCO DI VIA CURIEL INDIRIZZO: VIA CURIEL, 2 TELEFONO: 040 814346 A) PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO 1.TIPOLOGIA DEL SERVIZIO (artt. 3, 4, 5 L.R. n. 20/2005) Servizio integrativo spazio gioco Lo spazio

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PROGETTO EDUCATIVO

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PROGETTO EDUCATIVO COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PROGETTO EDUCATIVO INTRODUZIONE La creazione di questo opuscolo, nasce dall esigenza di offrire informazioni a chi desidera sapere un po di più

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 grado Via Porta Buia - Arezzo Tel. 0575/20626 Fax 0575/28056 e mail: media.cesalpino@tin.it sito internet: www.iccesalpino.it

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA Premessa L avvio di una nuova esperienza scolastica o il passaggio da una classe all altra dovrebbe avvenire senza cambiamenti bruschi, senza traumi, solo con l entusiasmo di intraprendere

Dettagli

ASILO NIDO LA FILASTROCCA

ASILO NIDO LA FILASTROCCA ASILO NIDO LA FILASTROCCA Programmazione educativa 2012-2013 INDICE Finalità educative generali dell asilo e percorso educativo anno 2012/2013 Pag. 3 Organizzazione dell asilo Pag. 4-5 Organizzazione degli

Dettagli

LA TANA DEI PICCOLI. Il nido d'infanzia la Tana dei Piccoli nasce nel 2007. La particolarità della sezione, che condivide la

LA TANA DEI PICCOLI. Il nido d'infanzia la Tana dei Piccoli nasce nel 2007. La particolarità della sezione, che condivide la LA TANA DEI PICCOLI Il nido d'infanzia la Tana dei Piccoli nasce nel 2007. La particolarità della sezione, che condivide la struttura con la scuola dell'infazia S. Francesco, il confortevole e il nuovo

Dettagli

Centro Intercomunale di Servizi per la Prima Infanzia Le Coccinelle

Centro Intercomunale di Servizi per la Prima Infanzia Le Coccinelle Centro Intercomunale di Servizi per la Prima Infanzia Le Coccinelle In cosa consiste il sevizio Il Centro Intercomunale di Servizi per la Prima Infanzia Le Coccinelle è un servizio socioeducativo per la

Dettagli

Progetto educativo per i bambini anticipatari

Progetto educativo per i bambini anticipatari Progetto educativo per i bambini anticipatari PREMESSA La questione dell anticipo deve essere affrontata facendo riferimento a discipline quali la psicologia dello sviluppo, la pedagogia e l organizzazione

Dettagli

Asilo Nido Batuffolo Orbassano

Asilo Nido Batuffolo Orbassano Asilo Nido Batuffolo Orbassano PROGETTO EDUCATIVO 2010 2011 Introduzione Il progetto educativo dell Asilo Nido si fonda su criteri condivisi da tutto il personale. La sua realizzazione è basata su obiettivi

Dettagli

SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO

SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO PROGETTO DI SEDE Destinatari : Bambini tra i due e i tre anni Tempi : da settembre 2015 a giugno 2016 RESPONSABILE DEL PROGETTO : Cairoli Renata

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI ARZERGRANDE. Settore IV Demografico Sociale Via Roma 104 - Tel. 049 5800030 COSEP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE

CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI ARZERGRANDE. Settore IV Demografico Sociale Via Roma 104 - Tel. 049 5800030 COSEP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI ARZERGRANDE Settore IV Demografico Sociale Via Roma 104 - Tel. 049 5800030 COSEP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE Via Guido Reni 17/1 - Padova Tel. 049 611333 - Fax 049 611923

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA La Cooperativa Koinè nasce nel luglio 1989, quando due socie dell originaria cooperativa Abacus, società di ricerche

PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA La Cooperativa Koinè nasce nel luglio 1989, quando due socie dell originaria cooperativa Abacus, società di ricerche PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA La Cooperativa Koinè nasce nel luglio 1989, quando due socie dell originaria cooperativa Abacus, società di ricerche di mercato e sondaggi d opinione, ceduta a una neo costituita

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai. ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.it PROGETTO PEDAGOGICO SEZIONE GRANDI La sezione è composta da 21 bambini

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Anno scolastico 2014/2015

PROGETTO EDUCATIVO. Anno scolastico 2014/2015 NIDO D'INFANZIA ILARIA ALPI PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2014/2015 FINALITÀ DEL SERVIZIO Il servizio di Nido ha come finalità prioritaria l accoglienza e la cura dei bambini in uno spazio riccamente

Dettagli

PROGETTO di INSERIMENTO e ACCOGLIENZA

PROGETTO di INSERIMENTO e ACCOGLIENZA PROGETTO di INSERIMENTO e ACCOGLIENZA INSEGNANTI DI RIFERIMENTO: Scainelli Stefania e Pallotti Alessandra PREMESSA - L INGRESSO ALLA SCUOLA DELL INFANZIA. L ingresso alla Scuola dell Infanzia è una tappa

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI COS E LA CARTA DEI SERVIZI

CARTA DEI SERVIZI COS E LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI COS E LA CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi rappresenta il reciproco impegno tra il responsabile/gestore delle scuole e i genitori/utenti che si assumono delle responsabilità e degli

Dettagli

Programmazione sezione medi

Programmazione sezione medi Comune di Pavia Asilo nido G. Rodari Programmazione sezione medi Anno scolastico 2014-2015 Educatrici: Antonietta, Chiara, Piera e Rosy. Ciao a tutti! Siamo Antonietta, Chiara, Piera e Rosy, educatrici

Dettagli

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO Premessa La progettazione di un centro socio educativo sul territorio di Serravalle P.se nasce dall

Dettagli

ASILO AZIENDALE BPM. Il patto di valori e servizi tra BPM e BD Bimbi srl. Milano, 25 gennaio 2011

ASILO AZIENDALE BPM. Il patto di valori e servizi tra BPM e BD Bimbi srl. Milano, 25 gennaio 2011 ASILO AZIENDALE BPM Il patto di valori e servizi tra BPM e BD Bimbi srl Milano, 25 gennaio 2011 BREVE STORIA L asilo nido Il giardino di Bez nasce per volontà del consiglio di amministrazione della Banca

Dettagli

Regolamento SCUOLE E NIDI D INFANZIA del Comune di Reggio Emilia

Regolamento SCUOLE E NIDI D INFANZIA del Comune di Reggio Emilia Regolamento SCUOLE E NIDI D INFANZIA del Comune di Reggio Emilia Regolamento SCUOLE E NIDI D INFANZIA del Comune di Reggio Emilia marzo 2009 REGOLAMENTO SCUOLE E NIDI D INFANZIA Premessa 4 indice 1 Parte

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO

PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO Comune di Sergnano Coop. Filikà PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO Il nido è un servizio di tipo diurno gestito in collaborazione tra pubblico e privato: Comune di Sergnano e Filikà società cooperativa. Accoglie

Dettagli

FINALITA E LINEE EDUCATIVE SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA E LINEE EDUCATIVE SCUOLA DELL INFANZIA FINALITA E LINEE EDUCATIVE SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA Concorre all educazione armonica ed integrale dei bambini e delle bambine Contribuisce alla realizzazione del principio dell uguaglianza

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

TAGESMUTTER - IL SORRISO Cooperativa sociale di Servizi per l Infanzia

TAGESMUTTER - IL SORRISO Cooperativa sociale di Servizi per l Infanzia Un nido a dimensione familiare TAGESMUTTER - IL SORRISO Cooperativa sociale di Servizi per l Infanzia La Cooperativa sociale Tagesmutter del Trentino - Il Sorriso nasce per valorizzare il lavoro educativo

Dettagli

Piano dell offerta formativa

Piano dell offerta formativa Piano dell offerta formativa Linee di indirizzo pedagogico delle scuole comunali dell infanzia Quale scuola La scuola dell infanzia costituisce il primo fondamentale livello del sistema scolastico nazionale,

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLUNA ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI

COMUNE DI MONTEBELLUNA ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI MONTEBELLUNA ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI Approvata con DGC n. 180 del 20-09-2010 PREMESSA: PRINCIPI FONDAMENTALI: L Amministrazione Comunale definisce un sistema di regole e garanzie

Dettagli

NIDO D INFANZIA PRIMI AMICI INDIRIZZO: VIA SAN NAZARIO, 73 - PROSECCO TELEFONO: 040 2528135-040 225189

NIDO D INFANZIA PRIMI AMICI INDIRIZZO: VIA SAN NAZARIO, 73 - PROSECCO TELEFONO: 040 2528135-040 225189 NIDO D INFANZIA PRIMI AMICI INDIRIZZO: VIA SAN NAZARIO, 73 - PROSECCO TELEFONO: 040 2528135-040 225189 A) PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO 1.TIPOLOGIA DEL SERVIZIO (artt. 3, 4, 5 L.R. n. 20/2005) Nido d infanzia

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA Le nostre scuole dell'infanzia, in continuità con le scelte già espresse nel POF, hanno definito, attraverso una riflessione avvenuta in più incontri tra genitori

Dettagli

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI BARBARA PISCINA Animatrice pedagogica cell. 3286766227 e-mail barbara.piscina@fastwebnet.it PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI Il percorso di formazione vuole essere l occasione per riflettere

Dettagli

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Proposte Didattiche Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Il Progetto Un bambino è una persona piccola, con piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo con idee piccole.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PREMESSA: Il collegio docenti è composto da quattro insegnanti e la coordinatrice e si riunisce una volta al mese circa. Una cosa molto importante

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA: VIA C. ALBERTI VIA DEL GINESTRINO PROGETTO ACCOGLIENZA

SCUOLA DELL INFANZIA: VIA C. ALBERTI VIA DEL GINESTRINO PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA: VIA C. ALBERTI VIA DEL GINESTRINO PROGETTO ACCOGLIENZA 1 Il suddetto progetto consiste in una serie di proposte atte a promuovere un graduale inserimento alla Scuola dell Infanzia

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 Il Progetto Educativo di Istituto (PEI) che definisce l identità e le finalità educative e culturali dell istituto Bertoni

Dettagli

Carta Servizi Asilo Nido comunale di Carini

Carta Servizi Asilo Nido comunale di Carini Carta Servizi Asilo Nido comunale di Carini Contatti Capo Rip.ne III Pietro Migliore Tel. 091/8611341 Fax 091/8661459 email pietro.migliore@pec.comune.carini.pa.it Istruttore direttivo Antonina Ruffino

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/2016

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE I.C. 10 BORGO ROMA EST VERONA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/2016 Scuola dell infanzia statale APORTI Via Volturno, 20 Telefono 045 500114

Dettagli

progetto pedagogico sezione primavera

progetto pedagogico sezione primavera progetto pedagogico sezione primavera INDICE Premessa pag. 3 Riferimenti normativi pag. 3 Proge tto pedagogico e Progetto educativo pag. 4 Riferimenti pedagogici pag. 4 L idea di bambino e le finalità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA DELL' INFANZIA STATALE DI PIARIO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Anno Scolastico 2012-2013 1 ANALISI DELLA SITUAZIONE La scuola dell infanzia di Piario è costituita da una sezione. Quest anno i bambini iscritti

Dettagli

SEZIONE SPAZIO-BAMBINI

SEZIONE SPAZIO-BAMBINI SCUOLA MATERNA GIOVANNI XXIII VIA ALDO MORO 23 47020 RONCOFREDDO FC SEZIONE SPAZIO-BAMBINI SCHEDA SERVIZIO La scuola materna Giovanni XXIII con l apertura del servizio spazio-bambini ha cercato di sviluppare

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI L asilo nido IL GIARDINO SEGRETO si presenta L asilo nido aziendale

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO AZIENDALE INAIL IL NASO ALL INSU

CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO AZIENDALE INAIL IL NASO ALL INSU CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO AZIENDALE INAIL IL NASO ALL INSU 1. BENVENUTO AL LETTORE 2 2. CHI GESTISCE L ASILO NIDO INAIL 2 3. LA FINALITÀ 2 4. A CHI È RIVOLTO 3 5. L UBICAZIONE 3 6. LA SEDE 3 7. L ACCESSIBILITÀ

Dettagli

Asili Nido. NuvolA. Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus PROGETTO EDUCATIVO DEL SERVIZIO

Asili Nido. NuvolA. Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus PROGETTO EDUCATIVO DEL SERVIZIO PROGETTO EDUCATIVO DEL SERVIZIO Nuvola IL PROGETTO EDUCATIVO DEGLI ASILI NIDO DI LA NUVOLA Che cos è? Il Progetto Educativo dell asilo nido è lo strumento attraverso il quale Nuvola intende rendere trasparenti

Dettagli

SERVIZIO DI COORDINAMENTO. ESTATE BAMBINI Progetto

SERVIZIO DI COORDINAMENTO. ESTATE BAMBINI Progetto SERVIZIO DI COORDINAMENTO ESTATE BAMBINI Progetto ESTATE BAMBINI Proposta ludico-educativa estiva per bambini dai 3 ai 6 anni di età A fronte delle richieste pervenute finalizzate alla organizzazione di

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Momo alla conquista del tempo

Momo alla conquista del tempo Momo alla conquista del tempo La vita è fatta di eventi che si susseguono nel tempo che ci è dato da vivere. Vogliamo imparare con i bambini a considerare il tempo come occasione propizia per costruire

Dettagli

IL COLLOQUIO DI INSERIMENTO

IL COLLOQUIO DI INSERIMENTO IL COLLOQUIO DI INSERIMENTO A seguito dell assemblea dei nuovi iscritti, i genitori sono invitati ad un colloquio con l educatrice di riferimento. Questa si pone come tramite tra il servizio e la famiglia,

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

PROMEMORIA PER MAMMA E PAPA

PROMEMORIA PER MAMMA E PAPA PROMEMORIA PER MAMMA E PAPA Anno scolastico 2014 2015 1 Lettera aperta ai genitori Cari genitori, data la necessità di realizzare insieme a voi le condizioni migliori per favorire un buon inserimento del

Dettagli

ASILO NIDO L ALLEGRA BRIGATA

ASILO NIDO L ALLEGRA BRIGATA ASILO NIDO L ALLEGRA BRIGATA LA CARTA DEI SERVIZI Che cos è e a chi si rivolge L asilo nido si propone come un servizio educativo e sociale di interesse pubblico; favorisce l'armonico sviluppo psico-fisico

Dettagli

Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015

Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015 Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015 MANEGGIARE CON CURA PREMESSA: In questo nuovo anno scolastico è nostra intenzione lavorare con i bambini

Dettagli

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta LE STAGIONI CI ACCOMPAGNANO NEL MONDO DEI COLORI Questo progetto è rivolto ai bambini di 3 anni, che pur non essendo ancora del

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI COS E LA CARTA DEI SERVIZI

CARTA DEI SERVIZI COS E LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi rappresenta il reciproco impegno tra il responsabile/gestore dei nidi e i genitori/utenti che si assumono delle responsabilità e degli

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli