Dieci domande sull autenticità del diario di Anne Frank

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dieci domande sull autenticità del diario di Anne Frank"

Transcript

1 Dieci domande sull autenticità del diario di Anne Frank Su Anne Frank e sul suo diario sono disponibili molte informazioni corrette. Eppure, a volte, su Internet o su altri mezzi di comunicazione, vengono diffuse anche delle falsità. Sono infatti in circolazione libri ed opuscoli in cui si legge che il diario è un falso, scritto da altri e non da Anne Frank stessa. Esistono siti web in cui si afferma che brani del diario sarebbero stati scritti con la penna a sfera. La Casa di Anne Frank è impegnata regolarmente, e con successo, in procedimenti giudiziari contro chi nega l autenticità del diario. Chi comunque viene messo a confronto con delle falsità sul diario potrà trovare in queste pagine del sito i fatti più importanti inerenti alla sua autenticità, esposti in forma di domanda e risposta. Obiettivi politici Gli attacchi all autenticità del diario devono essere considerati in una prospettiva più vasta. Coloro che hanno affermano o tuttora affermano che il diario è una falsificazione hanno degli obiettivi politici. In generale essi dicono o scrivono anche che l Olocausto non è mai avvenuto o cercano di dimostrare che le camere a gas di Auschwitz non sono mai esistite e che il numero di sei milioni di ebrei assassinati durante la Seconda Guerra Mondiale costituisce un esagerazione enorme. Il diario di Anne Frank è un documento importante sull Olocausto ed Anne Frank è divenuta dopo la Seconda Guerra Mondiale il simbolo più noto in tutto il mondo della persecuzione antisemita. Quelle persone e quelle organizzazioni che negano l esistenza dell Olocausto o ne vogliono ridurre la gravità cercano di discolpare e di riabilitare il sistema nazionalsocialista. Oppure provano, seminando dubbi sul destino degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale, di minare il diritto di esistenza dello Stato di Israele. Televisione ed Internet La diffusione di materiali in cui viene messa in dubbio l autenticità del diario di Anne Frank e spesso negata la storicità dell Olocausto in Europa e nell America settentrionale è fortunatamente opera di poche persone. Non vi sono studiosi seri che mettano in dubbio il fatto che l'olocausto sia veramente avvenuto o che il diario di Anne Frank sia stato effettivamente scritto da lei. Però nel Medio Oriente la negazione dell Olocausto è divenuta in misura crescente un arma nella lotta contro Israele e tramite la televisione ed Internet vengono diffuse apertamente e su grande scala falsità sullo sterminio degli ebrei. Molti bambini in questa regione imparano a scuola che il diario di Anne Frank è una falsificazione. Tramite la televisione satellitare queste bugie penetrano anche nel mondo occidentale. Inoltre coloro che diffondono materiali sulla negazione dell Olocausto o che mettono in dubbio l autenticità del diario di Anne Frank hanno trovato tramite Internet un pubblico potenzialmente vastissimo per le loro idee. Chiunque, navigando su Internet, può trovarsi davanti materiale di questo tipo nella maggior parte dei casi senza averlo cercato espressamente e

2 proprio per questo la Casa di Anne Frank intende impiegare vari mezzi, quindi anche il suo sito, per sfatare le falsità relative al diario di Anne Frank. Dieci domande sull autenticità del diario di Anne Frank: 1. In che cosa consiste precisamente l eredità di Anne Frank? 2. Quali indagini sono state condotte per accertare l'autenticità del diario? 3. Da dove sono saltate fuori improvvisamente le cinque nuove pagine del diario? 4. C è chi afferma che nel diario vi sono anche annotazioni a penna a sfera. È vero? 5. Quali persone e quali organizzazioni affermano che il diario di Anne Frank è una falsificazione? 6. Perché non si può affermare che il diario è falso? Eppure esiste la libertà d espressione 7. Che cosa ha fatto Otto Frank contro gli attacchi all autenticità del diario? 8. Che cosa ha fatto la Casa di Anne Frank contro gli attacchi all autenticità del diario? 9. Perché è stato fatto così poco contro i siti web che negano l'olocausto e mettono in dubbio l autenticità del diario? 10. Dove posso trovare altre informazioni sulla negazione dell Olocausto? 1. In che cosa consiste precisamente l eredità di Anne Frank? Il 12 giugno 1942 Anne Frank compiva tredici anni. Tra i regali che ricevette in tale occasione vi era un cosiddetto album delle poesie, di formato pressoché quadrato con la copertina rigida a quadretti rossi, bianchi e verdi, nel quale avrebbe iniziato a tenere il suo diario. Il suo primo diario si conclude il 5 dicembre Il secondo quaderno scolastico, usato come diario, che ci è rimasto inizia il 22 dicembre 1943 e continua fino al 17 aprile È altamente improbabile che Anne Frank non abbia tenuto alcun diario tra il dicembre 1942 ed il dicembre 1943, quindi dobbiamo supporre che questa parte sia andata perduta. Il suo 2007 Anne Frank Stichting 2

3 terzo ed ultimo diario, anch esso scritto su un quaderno di scuola, inizia il 17 aprile 1944 e finisce il 1º agosto Oltre al diario, Anne ha scritto in un grande registro di cassa anche I racconti dell alloggio segreto. Essa raccoglieva anche le citazioni in un registro di cassa stretto e lungo, Il libro delle belle frasi. Queste due raccolte sono state conservate. Due versioni A partire dal giugno 1942 i diari di Anne Frank descrivono in maniera incisiva le vicende degli otto clandestini ebrei nel nascondiglio, la casa sul retro in Prinsengracht ad Amsterdam. Anne Frank ha riscritto di suo pugno durante la clandestinità le sue annotazioni, con l intenzione di pubblicarle dopo la guerra. Lo ha fatto su fogli di carta velina, i cosiddetti "fogli sciolti". Su di essi ha suddiviso e riscritto le sue precedenti annotazioni del diario, riordinando i testi, a volte unendo annotazioni di giorni diversi sotto un'unica data o tagliando notevolmente alcuni brani. In questo modo è nata una seconda versione di suo pungo, in cui sono state descritte anche le vicissitudini del periodo dal dicembre 1942 al dicembre I fogli sciolti sono rimasti conservati; le ultime annotazioni portano la data 29 marzo Mentre quindi la prima versione del diario non è stata conservata interamente, la seconda è rimasta incompleta. Pubblicazione Allo scopo di suscitare l interesse di un editore a pubblicare Het Achterhuis (l'alloggio segreto, come Anne stessa aveva intitolato la sua seconda versione), Otto Frank nell'autunno del 1945 fece battere a macchina dei brani tratti dal diario. Durante questa operazione egli omise alcuni passaggi, ne spostò altri e apportò alcuni miglioramenti al testo. In questo modo creò una versione dattilografata, che però non era ancora il libro. Su richiesta di Otto Frank, l amico Albert Cauvern eseguì una seconda versione dattiloscritta e, autorizzato da Otto Frank, modificò tra l altro gli pseudonimi di nove delle tredici persone che Anne stessa pensando ad una possibile pubblicazione aveva inventato per i clandestini dell Alloggio segreto ed i loro benefattori. Entrambe le versioni dattilografate sono state conservate. Un redattore della casa editrice Contact ha infine rivisto, come terzo, il testo: gli errori di battitura sono stati corretti ed il manoscritto è stato uniformato al regolamento della casa editrice. Tutto questo portò alla prima pubblicazione in olandese dell'alloggio segreto nel giugno del Tre versioni in un unico volume Otto Frank, deceduto il 19 agosto 1980, dispose nelle sue ultime volontà che tutti gli scritti della figlia venissero dati allo Stato dei Paesi Bassi. Le autorità olandesi hanno affidato la cura degli scritti all Istituto statale per la documentazione bellica, (RIOD, che più tardi sarebbe diventato il NIOD, l Istituto nazionale per la documentazione bellica). Nel 1986 il NIOD pubblicò le tre versioni del diario menzionate sopra - le annotazioni originali che sono state conservate, la 2007 Anne Frank Stichting 3

4 versione riscritta da Anne Frank stessa e l edizione che Otto Frank aveva composto e che fu pubblicata nel 1947 dalla casa editrice Contact in un unico volume con il titolo De Dagboeken van Anne Frank (I diari di Anne Frank). Il diario originale di Anne Frank ed alcuni altri scritti di suo pugno sono esposti dal 1986 nella Casa di Anne Frank. 2. Quali indagini sono state condotte per accertare l'autenticità del diario? A causa delle continue insinuazioni sulla falsità del diario di Anne Frank, negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso sono state eseguite varie indagini sulla sua autenticità, anche su iniziativa di Otto Frank. L esame più approfondito è stato effettuato all inizio degli anni Ottanta dal Laboratorio giudiziario dell Istituto olandese per le indagini forensi, su incarico dell Istituto nazionale per la documentazione bellica dei Paesi Bassi (NIOD). I risultati dell indagine condotta dal Laboratorio giudiziario sono stati esposti in un rapporto di oltre 250 pagine. Gran parte del rapporto è dedicata ai risultati di una perizia calligrafica comparativa, ma è stata effettuata anche un analisi tecnico-documentale. In I Diari di Anne Frank, l edizione critica che il NIOD ha pubblicato nel 1986 (edizione italiano 2002), è inserito un riassunto di 65 pagine del rapporto steso dal Laboratorio giudiziario dell Istituto olandese per le indagini forensi. Il rapporto integrale è disponibile per la ricerca scientifica. Questa è la conclusione del NIOD: "Il rapporto del Laboratorio forense ha dimostrato in modo convincente che entrambe le versioni del diario di Anne Frank furono scritte da lei negli anni Le acuse secondo le quali sarebbero state construite (durante o dopo la guerra), sono cosí confutate in modo convincente." (I Diari di Anne Frank, 2002, p. CCXXXVII). Indagini tedesche Già prima dell indagine eseguita negli anni Ottanta dal Laboratorio giudiziario, era stata effettuata una ricerca sull autenticità del diario. Nel 1959, infatti, gli scritti di Anne Frank sono stati analizzati da dei periti calligrafi in Germania, in preparazione di una causa intentata da Otto Frank. I periti di Amburgo, in un rapporto di 131 pagine giunsero alla conclusione nel marzo del 1960 che, dall esame della scrittura di Anne, tutte le annotazioni nei diari, i fogli volanti e tutti i miglioramenti e le aggiunte risultavano essere identici. Il rapporto affermava inoltre che i fogli sciolti non erano stati scritti prima dei tre quaderni. Ed infine si traeva la conclusione che "(...) il testo pubblicato in traduzione tedesca con il titolo Das Tagebuch der Anne Frank per quanto riguarda i contenuti e lo spirito dev'essere considerato fedele all'originale." (I Diari di Anne Frank, 2002, p. CXXVI.) Anche nel 1980 è stato condotta un indagine in Germania, questa volta dall'ufficio federale di Polizia criminale (BKA) di Wiesbaden, peraltro molto limitata, ugualmente in preparazione di una causa. Il 2007 Anne Frank Stichting 4

5 BKA ha concluso che tutti i tipi di carta e di inchiostro usati erano stati fabbricati prima del 1950 e quindi potevano essere stati usati negli anni della guerra. 3. Da dove sono saltate fuori improvvisamente le cinque nuove pagine del diario? Nel 1998 saltarono fuori cinque pagine del diario di Anne Frank che fino a quel momento non erano note. Si trattava di cinque fogli sciolti che Otto Frank già prima della pubblicazione del diario nel 1947 aveva messo da parte. Esse sono state divulgate da Cor Suyk, un ex dipendente della Casa di Anne Frank. La spiegazione di quest ultimo è stata che egli aveva ricevuto le cinque pagine da Otto, con la richiesta di conservarle. I fogli volanti sono stati venduti da Suyk allo Stato dei Paesi Bassi e quindi aggiunti al resto del diario, che è conservato dall Istituto nazionale per la documentazione bellica (NIOD). Nella quinta edizione de I Diari di Anne Frank (l edizione critica, 2001) i cinque fogli sono stati inseriti per la prima volta integralmente. Otto Frank non voleva rendere pubblici questi brani del diario della figlia, molto probabilmente perché contenevano affermazioni alquanto imbarazzanti sulla sua prima moglie, morta ad Auschwitz, e sul loro matrimonio. Con una probabilità pari quasi alla certezzza Il NIOD ha chiesto al Laboratorio giudiziario che aveva effettuato nella prima metà degli anni Ottanta un ampia indagine sull'autenticità del diario di esaminare anche questi cinque fogli sciolti. Il Laboratorio giudiziario ha concluso dopo un analisi tecnico-documentale e una perizia calligrafica che "la calligrafia presente sul materiale de analizzare e sul materiale di riferimento, consistente dei fogli volanti del diario di Anne Frank, è opera, con una probabilità pari quasi alla certezzza, della stessa scrivente." (I Diari di Anne Frank, 2002, p. CCXXXIV.). Questa è la conferma d identità più definitiva che il Laboratorio giudiziario può dare. In altre parole: non vi è alcun motivo per dubitare che i cinque fogli volanti ritrovati non siano stati scritti da Anne Frank. 4. C è chi afferma che nel diario vi sono anche annotazioni a penna a sfera. È vero? No, non è vero. Tutte le annotazioni del diario sono state scritte con differenti tipi di inchiostro e matite (colorate), ma non con la penna a sfera. L indagine tecnicodocumentale del Laboratorio giudiziario ha dimostrato che gran parte del diario e dei fogli sciolti è stata scritta con un inchiostro grigio blu per stilografica. Inoltre è stato usato anche un inchiostro rosso molto fluido, una matita colorata verde, una rossa e una matita nera, ma non la penna a sfera. Tuttavia nei forum su Internet, tra l'altro di estremisti di destra, si legge ancora regolarmente che brani del diario di Anne Frank sono scritti con la penna a sfera. Con disprezzo si parla della ragazzina della penna a sfera A. Frank e viene quindi spiegato che la 2007 Anne Frank Stichting 5

6 penna a sfera è divenuta di uso comune in Europa soltanto dopo la Seconda Guerra Mondiale. La conclusione a cui queste insinuazioni vogliono giungere è che i testi nel diario non siano stati scritti da Anne Frank stessa. Foglietti con note La fonte della storia sulla penna a sfera è il rapporto di quattro pagine pubblicato nel 1980 dall'ufficio Federale di Polizia Criminale (BKA) di Wiesbaden. In questa indagine sui vari tipi di carta e di inchiostro usati nei diari di Anne Frank si constata che su alcuni fogli sciolti sono state apportate "correzioni con penna a sfera". Il BKA aveva l incarico di prendere nota di tutti i testi che reperiva nel diario, quindi anche delle annotazioni che sono state fatte sui manoscritti di Anne dopo la guerra. L indagine olandese del Laboratorio giudiziario (a metà degli anni Ottanta) mostra però che la penna a sfera è stata usata solo su due foglietti sciolti scritti da periti che avevano esaminato precedentemente i testi e che essi non hanno alcuna rilevanza per l'effettivo contenuto del diario. Non vi è infatti ombra di dubbio che essi siano stati inseriti successivamente. Inoltre i ricercatori del Laboratorio giudiziario concludono che la calligrafia di questi due foglietti di note è "estremamente" diversa da quella del diario. La pubblicazione del NIOD riporta le fotografie dei foglietti (Si veda: I Diari di Anne Frank, 2002, p. CCXV e CCXVII). Il signor Ockelmann di Amburgo aveva scritto nel 1987 che i foglietti erano di pugno della madre. La signora Ockelmann faceva infatti parte della squadra di periti che verso il 1960 aveva effettuato la perizia calligrafica sulla scrittura di Anne Frank. Una storia manipolata Insomma, la storia della penna a sfera è facilmente sfatabile. La formulazione poco accurata, o in ogni caso ambigua, che si trovava nel rapporto del 1980 del BKA un rapporto che comunque non metteva in dubbio in nessun modo l autenticità del diario è stata manipolata nelle cerchie di estrema destra. La storia della penna a sfera si basa sul semplice fatto che verso il 1960 due foglietti sciolti con note sono finiti tra i fogli originali. Le note sono state scritte da un perito calligrafico e non sono inserite in nessuna edizione del diario (ad eccezione della edizione critica, in cui è stampata la fotografia dei foglietti). Nel luglio del 2006 il BKA ha ritenuto necessario dichiarare tramite un comunicato stampa che l indagine del 1980 non poteva essere usata per mettere in dubbio l autenticità del diario. 5. Quali persone e quali organizzazioni affermano che il diario di Anne Frank è una falsificazione? Ad eccezione di qualche raro caso isolato, tutte le persone (ed i gruppi) che nel pieno delle loro capacità mentali affermano che il diario di Anne Frank o brani del diario sono una falsificazione appartengono alla categoria dei negazionisti, cioè di coloro che negano l esistenza dell Olocausto. Si tratta di persone che attaccando il diario cercano di seminare dubbi sul fatto che l Olocausto sia mai 2007 Anne Frank Stichting 6

7 avvenuto. Che non sono stati assassinati sei milioni di ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale e che il nazionalsocialismo non ha costruito le camere a gas. Sono persone che hanno un obiettivo politico: negando l Olocausto essi cercano di dimostrare o perlomeno di rendere plausibile il fatto che il nazionalsocialismo era, ed è, un sistema molto meno dannoso di quanto si pensi generalmente. Essi cercano così di trovare adepti per l ideologia nazista. Poiché il diario viene spesso usato come accessibile introduzione all argomento dell Olocausto in numerose scuole di tutto il mondo, esso è un obiettivo molto popolare per questi nazisti e neonazisti. Argomenti pseudoscientifici I negazionisti, coloro che negano la storicità dell Olocausto, sono di molti tipi diversi. Alcuni celano il loro vero volto sotto una maschera scientifica: si definiscono revisionisti o revisionisti storici (revisionismo significa aspirare appunto ad una revisione). Adducendo argomenti pseudoscientifici, cercano di rivedere la storia della Seconda Guerra Mondiale. Uno degli scritti revisionisti più spesso tradotto e maggiormente diffuso sul diario di Anne Frank è lo studio che lo scienziato francese Robert Faurisson ha pubblicato nel 1978 con il titolo Le Journal d Anne Frank est-il authentique? (Il diario di Anne Frank è autentico?) Faurisson è stato condannato in Francia varie volte, con o senza sospensione condizionale della pena, e sottoposto a sanzioni pecuniarie, per aver diffuso l idea diffamatoria che durante la Seconda Guerra Mondiale non esistevano le camere a gas e per aver incitato alla discriminazione e all odio razziale. Propaganda sionista La negazione dell Olocausto non è solo un fenomeno occidentale, ma anche e negli ultimi anni in misura crescente del Medio Oriente. Qui il negazionismo è soprattutto usato come arma nella lotta contro lo Stato di Israele. La divulgazione di dubbi sul destino degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale e l'annuncio che il diario di Anne Frank non è autentico sono fatte innanzitutto per dimostrare che l Olocausto è propaganda sionista. In questo modo si cerca di minare il diritto di esistenza dello Stato d Israele. In Iran la negazione dell Olocausto è perfino l ideologia ufficiale di Stato, ma anche nel mondo arabo ed ugualmente in misura crescente in Turchia i negazionisti vengono presentati dai media come scienziati seri. Degno di nota è il fatto che molta letteratura revisionista circolante nel Medio Oriente (sia su Internet che tramite altri canali) è di origine europea o americana. 6. Perché non si può affermare che il diario è falso? Eppure esiste la libertà d espressione La libertà d espressione è un importante diritto fondamentale in qualsiasi società democratica e significa che ogni cittadino è libero di esprimere pubblicamente idee, opinioni e posizioni, senza alcuna censura preliminare. Tuttavia la libertà d'espressione non implica che chiunque possa dire o affermare pubblicamente 2007 Anne Frank Stichting 7

8 qualsiasi cosa senza essere punito. Come per gli altri diritti fondamentali, anche per la libertà d espressione vi sono dei limiti che non devono essere oltrepassati. L istigazione all odio, all omicidio o alla violenza e la diffusione di diffamazioni è punibile. La divulgazione di falsità dimostrabili sul diario di Anne Frank non è soltanto estremamente offensiva per i suoi parenti, ma è anche discriminazione e rappresenta un insulto a tutte le vittime dell Olocausto e ai loro discendenti. Punibile o non punibile La verifica se la manifestazione di un opinione sia effettivamente passibile di pena può avvenire soltanto a posteriori, ad opera di un giudice. Degno di nota è il fatto che gli Stati Uniti e i paesi membri dell'unione Europea abbiano in questi casi tradizioni diverse. Negli Stati Uniti non sarà posto velocemente un limite alla libertà d espressione. Infatti il Primo emendamento della Costituzione statunitense determina che non possano essere emanate leggi che limitano inutilmente la libertà d'espressione. In Europa, invece, si porranno prima limiti alla libertà d espressione se è in gioco il diritto di difesa contro la discriminazione. Negli Stati Uniti negare in pubblico la storicità dell Olocausto non è punibile, in Germania, Francia ed alcuni altri paesi europei vi sono leggi che puniscono la diffusione di bugie su Auschwitz, e pertanto anche falsità sul diario di Anne Frank. Una grossa parte dei libri e dei siti web in cui il diario di Anne Frank viene attaccato proviene infatti dagli Stati Uniti. 7. Che cosa ha fatto Otto Frank contro gli attacchi all autenticità del diario? Otto Frank, dalla fine degli anni Cinquanta fino alla sua morte nel 1980, ha lottato con le parole, con i suoi scritti ma anche tramite vie legali contro chi affermava che il diario è una falsificazione. Le prime insinuazioni contro il diario risalgono al 1957 e al 1958 e sono comparse in oscure riviste svedesi e norvegesi in cui si sosteneva, tra l'altro, che il giornalista e scrittore americano Meyer Levin fosse l autore del diario. Levin voleva scrivere negli Stati Uniti una riduzione teatrale e cinematografica del diario, ma non ottenne l'appoggio di Otto Frank. Il conflitto tra Meyer Levin ed Otto Frank giunse sulle pagine dei giornali e venne usato dagli estremisti di destra come argomento per mettere in dubbio l'autenticità del diario. Non è chiaro se Otto Frank abbia visto queste prime insinuazioni sull autenticità del diario, comunque egli non ha intentato alcuna causa contro tali calunnie. Lothar Stielau e Heinrich Buddeberg Otto Frank ha intrapreso tre volte azioni legali in Germania contro persone che avevano affermato la non autenticità del diario di sua figlia. All inizio del 1959 egli sporse denuncia contro Lothar Stielau (insegnante d inglese a Lubecca e membro del partito di estrema destra Deutsche Reichspartei) per diffamazione, calunnia, offesa, calunnia dolosa della memoria di un defunto ed espressioni antisemite. Lothar aveva scritto nel giornale della scuola: I diari falsi di Eva Braun, della regina d Inghilterra e quello non molto più autentico di Anne Frank, 2007 Anne Frank Stichting 8

9 hanno fruttatore alcuni milioni ai profittatori della sconfitta tedesca, tuttavia ci hanno resi estremamente sensibili. La denuncia di Otto Frank riguardava anche Heinrich Buddeberg, compagno di partito di Stielau, che aveva preso le difese di quest'ultimo in una lettera inviata al giornale Lübecker Nachrichten. Dopo un'ampia ed approfondita perizia calligrafica sull'autenticità degli scritti di Anne Frank, il Tribunale di Lubecca ha sentenziato che il diario era autentico e che quindi la denuncia di Otto Frank era fondata. Non vi è stata alcuna condanna perchè Stielau e Buddeberg, sulla base delle indagini preliminari, avevano ritirato le loro insinuazioni. L indagine e l interrogatorio dei testimoni li aveva infatti convinti dell autenticità del diario. Essi dichiararono di essere pentiti di ciò che avevano scritto e che lo avevano fatto senza compiere alcuna ricerca. A seguito di questa dichiarazione Otto Frank accettò di giungere ad un'intesa, cosa di cui egli in un secondo momento si pentì di aver fatto: "Se avessi saputo che ci sono persone a cui un accomodamento non basta come prova, avrei portato avanti il processo." (I Diari di Anne Frank, 2002, p. CXXX.) Heinz Roth Nel 1976 Otto Frank intentò davanti al Tribunale di Francoforte un procedimento sommario contro Heinz Roth, proveniente dal paese tedesco di Odenhausen. Roth diffondeva tramite una propria casa editrice svariati depliant nazisti con titoli come Anne Frank s Tagebuch eine Fälschung (Il diario di Anne Frank una falsificazione) e Anne Frank s Tagebuch Der Grosse Schwindel (Il diario di Anne Frank la grande frode). Dopo due anni il giudice condannò Roth ad una sanzione pecuniaria di marchi tedeschi (circa ) o a sei mesi di detenzione, con il divieto di ripetere pubblicamente queste affermazioni o di esprimerne delle simili. Nel suo ricorso in appello Roth presentò il rapporto dello storico francese Robert Faurisson, ma anche tale rapporto non fu ritenuto convincente dal Tribunale tedesco. Il ricorso di Roth fu rigettato nel Sebbene egli fosse deceduto nel 1978, la causa fu portata in Cassazione presso la Corte federale di giustizia, che nel 1980 la rinviò alla Corte d appello di Francoforte. Secondo la Cassazione, Roth non aveva avuto sufficienti opportunità di dimostrare le sue affermazioni; nella revisione del processo gli doveva essere data tale possibilità. Il fatto che l imputato fosse deceduto due anni prima non fu considerato importante in questa sentenza. Comunque il caso non venne mai dibattuto presso la Corte d appello di Francoforte. Ernst Römer e Edgar Geiss Un terzo processo in Germania in cui Otto Frank era coinvolto (in veste di accusa insieme ad altri) è durato dal 1976 al Tutto iniziò quando Ernst Römer, dopo le rappresentazioni teatrali di Il diario di Anne Frank distribuì opuscoli intitolati Best seller una frode. Il Pubblico Ministero decise di processare Römer e successivamente anche Edgar Geiss, che ne condivideva le idee e distribuì nella sala del Tribunale gli stessi opuscoli. I due processi furono uniti e Römer e Geiss furono condannati rispettivamente al pagamento di una multa di marchi tedeschi (circa 750) e a sei mesi di detenzione. Essi ricorsero in appello. Il fatto che il processo si sia trascinato così a lungo in appello dipende da vari fattori: prima è stata avviata un indagine dal Bundeskriminalamt, l Ufficio 2007 Anne Frank Stichting 9

10 federale di Polizia criminale, quindi la Corte ha deciso di attendere l uscita della traduzione tedesca di I diari di Anne Frank (l edizione critica), che è stata pubblicata nel 1989 e ha potuto essere addotta come prova. Römer, a causa dell età avanzata, decise di rinunciare al ricorso in appello e quindi rimase soltanto Geiss. Una delle difese da lui presentate fu efficace: la diffusione di calunnie tramite opuscoli è soggetta in Germania al termine di prescrizione relativamente breve di sei mesi. Il processo è stato dunque archiviato perché caduto in prescrizione. 8. Che cosa ha fatto la Casa di Anne Frank contro gli attacchi all autenticità del diario? Anche la Casa di Anne Frank si è opposta, verbalmente, per iscritto e in alcuni casi adendo vie legali, a chi negava l autenticità del diario. La Casa di Anne Frank, insieme ad Otto Frank, presentò presso il Tribunale di Francoforte nel 1976 domanda di provvedimenti urgenti contro Heinz Roth (si rimanda alla domanda precedente). Libera Ricerca Storica Anche dopo la morte di Otto Frank, avvenuta nel 1980, la Casa di Anne Frank si è impegnata nella lotta contro la diffusione di falsità offensive riguardo al diario. Insieme ad altre organizzazioni essa ha promosso un azione giudiziaria contro il centro di distribuzione revisionista Vrij Historisch Onderzoek (Libera Ricerca Storica, VHO), uno dei maggiori diffusori nell aria linguistica neerlandese di materiale in cui viene negato l Olocausto e viene attaccata l autenticità del diario di Anne Frank. La Fondazione VHO, con sede ad Anversa (Belgio), diffondeva dal 1985 la traduzione olandese del rapporto Le Journal d Anne Frank est-il authentique di Robert Faurisson e pubblicava nel 1991 il volumetto Il Diario di Anne Frank: un approccio critico. Il libretto conteneva il rapporto di Faurisson accompagnato da un introduzione scritta dall editore del VHO, Siegfried Verbeke, e veniva inviato, senza essere stato richiesto, a biblioteche e a privati nei Paesi Bassi. Procedimento civile Insieme all Anne Frank Fonds di Basilea, la Casa di Anne Frank decise di agire contro il VHO e fu avviato un procedimento civile contro Verbeke, Faurisson e la Fondazione per la Libera Ricerca Storica. L Anne Frank Fonds e la Casa di Anne Frank chiesero il divieto di diffusione del libretto nei Paesi Bassi, sotto pena di una sanzione pecuniaria di fiorini (circa ). Il Tribunale di Amsterdam accordò tale domanda agli attori nel dicembre del 1998 ed assegnò loro quanto avevano richiesto, una sentenza che non fu modificata dal ricorso in appello avvenuto nel Contro il VHO e Siegfried Verbeke, che hanno ampliato fortemente le loro attività tramite Internet, sono stati in corso dal 1992 anche altri procedimenti giudiziari Anne Frank Stichting 10

11 9. Perché è stato fatto così poco contro i siti web che negano l'olocausto e mettono in dubbio l autenticità del diario? Negli ultimi decenni del secolo scorso l autenticità del diario di Anne Frank è stata messa in dubbio soprattutto tramite libretti, opuscoli e depliant pubblicati da oscure case editrici naziste. La maggior parte di queste pubblicazioni non trova, o trova raramente, canali di distribuzione per raggiungere i comuni lettori. Con l avvento di Internet, invece, chi diffonde materiali che negano l Olocausto ha maggiori possibilità. Digitando in un motore di ricerca Anne Frank, non si viene rimandati soltanto a siti web contenenti informazioni corrette e fondate, ma anche a siti che diffondono bugie e falsità sul diario. E digitando il termine Olocausto s'incontrano immediatamente siti revisionisti. In questo senso Internet non è soltanto una grande biblioteca, stupenda ed inimmaginabile, ma anche un vero e proprio immondezzaio. La difficoltà della lotta giuridica La lotta alla negazione dell Olocausto su Internet è ancora ai primi passi, del resto proprio come la lotta contro quei siti che incitano all odio e alla violenza contro le minoranze, la lotta al terrorismo cibernetico e alla criminalità cibernetica o alla diffusione di pornografia infantile tramite la Rete. La questione sulla maniera migliore e più efficace di contrastare la divulgazione della negazione dell Olocausto e le falsità sul diario di Anne Frank in rete rimane complessa. Il carattere transfrontaliero di Internet rende difficile la lotta giuridica. Infatti alcuni gruppuscoli revisionisti e neonazisti cercano dei provider fuori dai confini europei proprio per evitare denunce e processi. Gli Stati Uniti hanno una tradizione diversa in materia di lotta giuridica contro la diffamazione e quindi la negazione dell Olocausto non comporta facilmente l avvio di un azione legale. Negli Stati Uniti vengono però realizzati e mantenuti in vita alcuni siti che confutano in maniera approfondita gli argomenti addotti dai negazionisti (si rimanda anche all ultima domanda). In questi siti le falsità dei rapporti revisionisti vengono contestate con fatti, cifre e documenti, nell ottica che i fatti sono l unico e il migliore rimedio contro la diffusione di falsità. 10. Dove posso trovare altre informazioni sulla negazione dell Olocausto? Esistono alcuni volumi e siti web che presentano buone informazioni sulla negazione dell Olocausto e sui negazionisti. Chi desidera avere maggiori informazioni su questo argomento può consultare presso il Centro di documentazione della Casa di Anne Frank il materiale elencato qui sotto o visitare uno dei seguenti siti Anne Frank Stichting 11

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE DALLE INDAGINI ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO

SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE DALLE INDAGINI ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE DALLE INDAGINI ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE: i protagonisti SIMULAZIONE DEL PROCESSO PENALE: i protagonisti e tanto altro. SIMULAZIONE DEL

Dettagli

La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti

La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti www.fattorediprotezione-d.ch La Convenzione europea dei diritti dell uomo ci protegge tutti In materia di diritti umani, la Svizzera

Dettagli

Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE

Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE COLTIVAZIONE PRODUZIONE SPACCIO E TRAFFICO STATI MEMBRI CONSUMO POSSESSO DI DROGA Austria: possesso di droghe proibito e sanzionabile penalmente Stupefacenti:

Dettagli

L assenza dell imputato nel processo penale, dopo la legge 28 aprile 2014, n. 67.

L assenza dell imputato nel processo penale, dopo la legge 28 aprile 2014, n. 67. L assenza dell imputato nel processo penale, dopo la legge 28 aprile 2014, n. 67. di G. MAZZI (Intervento al Corso avvocati presso Il Tribunale militare di Roma il 20 novembre 2014) 1. Considerazioni generali.

Dettagli

Sentenza della Corte (Grande Sezione), del 26 febbraio 2013, Stefano Melloni/Ministerio Fiscal, C-399/11

Sentenza della Corte (Grande Sezione), del 26 febbraio 2013, Stefano Melloni/Ministerio Fiscal, C-399/11 Questa Sezione contiene le conclusioni degli Avvocati Generali unitamente alle relative sentenze in materia di cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale nonché di diritti fondamentali dell

Dettagli

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente -

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE " -

Dettagli

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI INDICE Presentazione... Avvertenza... pag VII XIII Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI 1. Costituzione della Repubblica Italiana... 3 2. Convenzione per la salvaguardia dei diritti

Dettagli

70 ANNI DEI GRUPPI DI DIFESA DELLA DONNA

70 ANNI DEI GRUPPI DI DIFESA DELLA DONNA 70 ANNI DEI GRUPPI DI DIFESA DELLA DONNA A Ravenna, dal 7 al 21 novembre 2014, si è tenuta la mostra «AL TABÁCHI» per descrivere il ruolo delle donne durante la Seconda Guerra Mondiale e in particolare

Dettagli

Problemi traduttivi di termini giuridici in relazione al loro sistema di appartenenza

Problemi traduttivi di termini giuridici in relazione al loro sistema di appartenenza Problemi traduttivi di termini giuridici in relazione al loro sistema di appartenenza Ingrid Grüner, laureata in scienze giuridiche presso l Università di Trieste La traduzione in generale, e la traduzione

Dettagli

L Archivio operaio Augusto Finzi L Archivio operaio Augusto Finzi vede la luce in primis per la volontà espressa da Augusto Finzi alla biblioteca

L Archivio operaio Augusto Finzi L Archivio operaio Augusto Finzi vede la luce in primis per la volontà espressa da Augusto Finzi alla biblioteca L Archivio operaio Augusto Finzi L Archivio operaio Augusto Finzi vede la luce in primis per la volontà espressa da Augusto Finzi alla biblioteca della Municipalità di Marghera, affinché le sue carte fossero

Dettagli

E JUSTICE AND E LAW CONFERENCE Roma 13 14 ottobre 2014 Corte di Cassazione

E JUSTICE AND E LAW CONFERENCE Roma 13 14 ottobre 2014 Corte di Cassazione E JUSTICE AND E LAW CONFERENCE Roma 13 14 ottobre 2014 Corte di Cassazione e Justice and e Law in Supreme Courts across EU L informatica al servizio della funzione nomofilattica: l esperienza della banca

Dettagli

[ ] L Aja, 24 febbraio 2011. Egregio signore/gentile signora,

[ ] L Aja, 24 febbraio 2011. Egregio signore/gentile signora, [ ] L Aja, 24 febbraio 2011 Egregio signore/gentile signora, Avviso per la trattazione orale delle Transazioni Converium ai sensi dell articolo 1013 (5) del Codice di procedura civile dei Paesi Bassi Con

Dettagli

Titolo I MODIFICHE AL CODICE PENALE

Titolo I MODIFICHE AL CODICE PENALE DISEGNO DI LEGGE RECANTE MODIFICHE ALLA NORMATIVA PENALE, SOSTANZIALE E PROCESSUALE, E ORDINAMENTALE PER IL RAFFORZAMENTO DELLE GARANZIE DIFENSIVE E LA DURATA RAGIONEVOLE DEI PROCESSI E PER UN MAGGIORE

Dettagli

Considerato in diritto

Considerato in diritto Considerato in diritto 1. La Corte di cassazione, terza sezione penale, con ordinanza del 15 ottobre 2013 (r.o. n. 275 del 2013), ha sollevato, in riferimento agli artt. 3 e 27, terzo comma, della Costituzione,

Dettagli

NOTE PER LA COMPILAZIONE DEI TESTI INDICE

NOTE PER LA COMPILAZIONE DEI TESTI INDICE NOTE PER LA COMPILAZIONE DEI TESTI CAROCCI EDITORE S.P.A. Via Sardegna N 50-00187 Roma Indirizzo Internet: http://www.carocci.it - E-mail: red@carocci.it Sede Redazione: via Santa Teresa, 23-00198 Roma

Dettagli

08.036 Contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali (iniziativa sull'avvocato degli animali). Iniziativa popolare

08.036 Contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali (iniziativa sull'avvocato degli animali). Iniziativa popolare 08.036 Contro il maltrattamento e per una migliore protezione giuridica degli animali (iniziativa sull'avvocato degli animali). Iniziativa popolare ARGUMENTI PRO ARGOMENTI PRO L AVVOCATO DEGLI ANIMALI

Dettagli

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene L indagine Donne e l omicidio, condotta dal Centro di Ricerca per Pari Opportunità (KETHI), ha cercato di investigare

Dettagli

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI - PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI B.1. I reati di cui all art. 24 bis del D. Lgs. n. 231/2001 La legge 18 marzo 2008, n. 48, recante Ratifica ed esecuzione della Convenzione

Dettagli

363 Legge federale sull utilizzo di profili del DNA nel procedimento penale e per l identificazione di persone sconosciute o scomparse

363 Legge federale sull utilizzo di profili del DNA nel procedimento penale e per l identificazione di persone sconosciute o scomparse Legge federale sull utilizzo di profili del DNA nel procedimento penale e per l identificazione di persone sconosciute o scomparse (Legge sui profili del DNA) del 20 giugno 2003 (Stato 1 gennaio 2015)

Dettagli

Giorno della Memoria. 27 gennaio 1945-2015. Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti.

Giorno della Memoria. 27 gennaio 1945-2015. Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti. Giorno della Memoria 27 gennaio 1945-2015 Un ricordo per le vittime, gli eroi e gli interpreti. Il 27 gennaio 1945 il campo di concentramento di Auschwitz viene liberato dalle truppe russe. Il 27 gennaio

Dettagli

Il progetto. Il Fondo Pasquale D Elia

Il progetto. Il Fondo Pasquale D Elia Il progetto Grazie alla collaborazione tra l Università degli Studi di Roma Sapienza e l Archivio Storico della Pontificia Università Gregoriana è stato realizzato parte del catalogo relativo al Fondo

Dettagli

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 Codice di Procedura Penale articoli: 723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 723. Poteri del ministro di grazia e giustizia. 1. Il ministro di grazia e giustizia

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA' 2014

PROGRAMMA DI ATTIVITA' 2014 1 Via Eupili, 8-20145 Milano cdec@cdec.it www.cdec.it PROGRAMMA DI ATTIVITA' 2014 1 Progetti e iniziative speciali 2 Sviluppo dei siti web (aggiornamenti e progetti speciali) 3 Patrimonio documentario

Dettagli

Strumenti di contrasto all hate speech online. Prof. Avv. Pierluigi Perri Università degli Studi di Milano 9 ottobre 2015

Strumenti di contrasto all hate speech online. Prof. Avv. Pierluigi Perri Università degli Studi di Milano 9 ottobre 2015 Strumenti di contrasto all hate speech online Prof. Avv. Pierluigi Perri Università degli Studi di Milano 9 ottobre 2015 Il connubio di odio e di tecnologia è il massimo pericolo che sovrasti l umanità.

Dettagli

Recensioni e Pensieri

Recensioni e Pensieri Recensioni e Pensieri Allegato al numero di Maggio 2014 SCORRE LA NOTIZIA I.C.S Federico II di Svevia Mascalucia Progetto Giornalismo e Scrittura creativa a cura della Prof.ssa Barbarossa Lucia 1 Bianca

Dettagli

WEB REPUTATION Profili legali

WEB REPUTATION Profili legali WEB REPUTATION Profili legali Milano, martedì 11 febbraio 2014 Workshop CONFCOMMERCIO MILANO Corso Venezia n. 47 Diffusione dell oniine in Italia Stando ai dati AUDIWEB di dicembre 2013 http://www.audiweb.it/cms/view.php?id=6&cms_pk=271

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Considerare l olocausto dal punto di vista dei diritti umani: il primo studio a livello di Unione europea sull istruzione

Dettagli

Dichiarazione universale dei diritti umani di Mauro Rovera

Dichiarazione universale dei diritti umani di Mauro Rovera Dichiarazione universale dei diritti umani di Mauro Rovera Firmata a Parigi il 10 dicembre 1948 dalle nazioni membre dell ONU, per impedire che le atrocità compiute nella guerra appena precedente (1939-1945)

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO

INDICE-SOMMARIO. Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI CAPITOLO I SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO INDICE-SOMMARIO Introduzione... Avvertenze e abbreviazioni... XV XIX Parte Prima EVOLUZIONE STORICA DEL PROCESSO PENALE - LE FONTI SISTEMA INQUISITORIO, ACCUSATORIO E MISTO 1.1.1. Sistemainquisitorioedaccusatorio...

Dettagli

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net

La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net La storia della carta stampata dal papiro a www.quotidiano.net Uno dei primi supporti per la scrittura, che precedettero la carta, fu il papiro. Questo veniva ottenuto già verso il 3500 a.c. in Egitto,

Dettagli

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned Gli anni della persecuzione nazista Dario Venegoni li ha vissuti attraverso

Dettagli

Caterina Verbaro. I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero. Edizioni ETS

Caterina Verbaro. I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero. Edizioni ETS Caterina Verbaro I margini del sogno La poesia di Lorenzo Calogero Edizioni ETS www.edizioniets.com In copertina: Paul Klee, Il funambolo, 1923 Il presente volume è stato pubblicato con il contributo del

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei

Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei 2010 Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà, presenta una serie di proposte

Dettagli

CODICE DI PROCEDURA CIVILE. Parte prima DISPOSIZIONI GENERALI. Titolo primo DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

CODICE DI PROCEDURA CIVILE. Parte prima DISPOSIZIONI GENERALI. Titolo primo DISPOSIZIONI FONDAMENTALI (Avvertenza: testo emendato dalla redazione; Gazzetta ufficiale no. 148 del 20.12.2012 testo emendato e no. 25 del 28.02.2013, nelle quali è indicato il periodo della loro entrata in vigore) CODICE DI

Dettagli

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo.

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La parola BIBBIA deriva da una parola greca (biblia) che vuol dire I LIBRI. Possiamo dire, infatti che la Bibbia è una BIBLIOTECA perché raccoglie 73 libri.

Dettagli

(traduzione non ufficiale del comunicato stampa a cura della dott. Maria Luisa Schiavone)

(traduzione non ufficiale del comunicato stampa a cura della dott. Maria Luisa Schiavone) Corte Europea dei Diritti dell Uomo (Strasburgo) Caso AKKUM ed altri contro Turchia. Sentenza del 24 marzo 2005. Ricorso n 21894/93. Violazione dell articolo 38 paragrafo 1 a della Convenzione europea

Dettagli

CASA ALTA DEGLI STATI GENERALI. Anno parlamentare 2000-2001-26691 n.137

CASA ALTA DEGLI STATI GENERALI. Anno parlamentare 2000-2001-26691 n.137 RIFORMA DELLE PROCEDURE PER PORRE FINE ALLA VITA SU RICHIESTA E PER IL SUICIDIO ASSISTITO E DEGLI EMENDAMENTI AL CODICE PENALE (Wetboek van Strafrecht) E ALLA LEGGE SU CREMAZIONE E SEPOLTURA CASA ALTA

Dettagli

QUESTIONI SOSTANZIALI E PROCESSUALI IN TEMA DI IMPUGNAZIONE DEL TESTAMENTO OLOGRAFO

QUESTIONI SOSTANZIALI E PROCESSUALI IN TEMA DI IMPUGNAZIONE DEL TESTAMENTO OLOGRAFO Prof. Avv. Michele Sesta Ordinario nell' Università di Bologna Avvocato in Bologna www.studiosesta.it sesta@studiosesta.it Scuola Superiore di Studi Giuridici Bologna 6 aprile 2013 QUESTIONI SOSTANZIALI

Dettagli

AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA

AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA (esercitazioni della giovane avvocatura) AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA La Corte di Giustizia europea ha recentemente affrontato il tema che riguarda la possibilità della

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana

Costituzione della Repubblica Italiana Costituzione della Repubblica Italiana Art 2: La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede

Dettagli

Il Crollo dell Unione Sovietica e la Produttività dei Matematici Americani

Il Crollo dell Unione Sovietica e la Produttività dei Matematici Americani Il Crollo dell Unione Sovietica e la Produttività dei Matematici Americani George J. Borjas and Kirk B. Doran Harvard Univ. and Univ. of Notre Dame Giugno 2011 2. Esternalità del capitale umano Alla base

Dettagli

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Disposizioni per conformare il diritto interno alla Decisione quadro 2008/909/GAI relativa all applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle

Dettagli

Storia e modelli del giornalismo 19/11/2015. Modelli di giornalismo Modello democratico-corporativo. Dott. Giovanni Brancato

Storia e modelli del giornalismo 19/11/2015. Modelli di giornalismo Modello democratico-corporativo. Dott. Giovanni Brancato Storia e modelli del giornalismo 19/11/2015 Modelli di giornalismo Modello Dott. Giovanni Brancato Modelli d informazione giornalistica Modello liberale Modello democraticocorporativo Modello pluralistapolarizzato

Dettagli

LEGISLAZIONE NEGLI STATI MEMBRI DEL CONSIGLIO D EUROPA IN MATERIA DI VIOLENZA CONTRO LE DONNE. Esempi di buone prassi LUSSEMBURGO

LEGISLAZIONE NEGLI STATI MEMBRI DEL CONSIGLIO D EUROPA IN MATERIA DI VIOLENZA CONTRO LE DONNE. Esempi di buone prassi LUSSEMBURGO LEGISLAZIONE NEGLI STATI MEMBRI DEL CONSIGLIO D EUROPA IN MATERIA DI VIOLENZA CONTRO LE DONNE Esempi di buone prassi LUSSEMBURGO Le informazioni sono state fornite dal Ministero della Promozione Femminile

Dettagli

Direttive dell Associazione Svizzera dei Banchieri

Direttive dell Associazione Svizzera dei Banchieri Direttive dell Associazione Svizzera dei Banchieri Relative alla gestione degli averi senza notizie (conti, depositi e cassette di sicurezza) presso le banche svizzere (sostituiscono le Direttive dell

Dettagli

Direttive d aggiudicazione (DAAP)

Direttive d aggiudicazione (DAAP) Organo intercantonale per gli appalti pubblici (OiAp) Direttive d aggiudicazione (DAAP) relative al Concordato intercantonale sugli appalti pubblici (CIAP) del 5 novembre 994/5 marzo 00 (visto l art del

Dettagli

NON AMMESSO ALLA SUCCESSIONE IL NON CONCEPITO Cass. 4621/12 commento e testo

NON AMMESSO ALLA SUCCESSIONE IL NON CONCEPITO Cass. 4621/12 commento e testo NON AMMESSO ALLA SUCCESSIONE IL NON CONCEPITO Cass. 4621/12 commento e testo Andrea BELOTTI P&D.IT Al momento dell'apertura della successione ereditaria, gli eredi legittimi rinunciano all'eredità. Successivamente

Dettagli

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995.

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Avv. Monica La Rocca monica.larocca@ssalex.com In data 19 luglio 2010, alle ore 14.40 decedeva presso l ospedale di Weill Cornell Medical Center di Manhattan,

Dettagli

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea

La Corte di giustizia precisa le condizioni alle quali a un disertore proveniente da uno Stato terzo può essere concesso asilo nell Unione europea Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 20/15 Lussemburgo, 26 febbraio 2015 Stampa e Informazione Sentenza nella causa C-472/13 Andre Lawrence Shepherd / Bundesrepublik Deutschland

Dettagli

motivazione della decisione in ordine al mancato accoglimento dell appello per quanto riguarda la deduzione di prescrizione quinquennale dell azione

motivazione della decisione in ordine al mancato accoglimento dell appello per quanto riguarda la deduzione di prescrizione quinquennale dell azione Predispone una falsa lettera di messa in mora per farsi pagare dai clienti-avvocato sospeso dall esercizio della professione per sei mesi- Corte di Cassazione Sez. Un. Civ. - Sent. del 19.12.2012, n. 23465-commento

Dettagli

La Piramide dell Odio

La Piramide dell Odio Lezione La Piramide dell Odio Partecipanti: Studenti di scuola media inferiore o superiore/ max. 40 Materiali: Foglio Domande (una copia per ciascuno studente) Lucido con la definizione di Genocidio (allegato)

Dettagli

TRIBUNALE DI NAPOLI Sala Arengario

TRIBUNALE DI NAPOLI Sala Arengario TRIBUNALE DI NAPOLI Sala Arengario La sindrome di alienazione genitoriale - Opinioni a confronto 26 SET 2011 OSSERVAZIONI PRELIMINARI Ci troviamo qui per un dibattito su quella che viene considerata una

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Condizioni generali di utilizzo del nostro sito web

Condizioni generali di utilizzo del nostro sito web Condizioni generali di utilizzo del nostro sito web Tutti gli utilizzi del sito web www.sceglime.ch e dei servizi offerti sono vincolati all accettazione preliminare di queste condizioni generali da parte

Dettagli

Corso di Diritto dell Informazione. 2. Semestre 2006-2007

Corso di Diritto dell Informazione. 2. Semestre 2006-2007 Corso di Diritto dell Informazione 2. Semestre 2006-2007 Programma del corso 06-07 1. La libertà di manifestazione del pensiero. Principi costituzionali 2. La disciplina della stampa (1). Excursus storico,

Dettagli

Amnesty International e

Amnesty International e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani AI Foto: Eleanor Roosevelt e la Dichiarazione universale dei diritti umani. Novembre 1949, New York 1. Premessa 1.1 Il 10 dicembre 2008 è il 60 anniversario

Dettagli

Dal Settecento ad oggi: ecco come si è evoluto il giornalismo. Caldara, Bassini, Baracchi,Capelletti,Fava

Dal Settecento ad oggi: ecco come si è evoluto il giornalismo. Caldara, Bassini, Baracchi,Capelletti,Fava Dal Settecento ad oggi: ecco come si è evoluto il giornalismo Caldara, Bassini, Baracchi,Capelletti,Fava Affermazione nel Settecento Rischi & conseguenze Il primo giornale: The Spectator TRASFORMAZIONE

Dettagli

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE 273 COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE L articolo di giornale è principalmente un testo che informa su una notizia, che racconta un fatto, cercando di esporre il maggior numero di elementi necessari

Dettagli

La diffamazione/ le aggravanti

La diffamazione/ le aggravanti La diffamazione Cosa distingue la diffamazione (595 cp) dall ingiuria (594 cp)? Cos è la calunnia (368 cp)? La differenza rispetto a codici Zanardelli e Rocco. 595 cp: chiunque, fuori dei casi indicati

Dettagli

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI

SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI SUA MAESTA... LA NOTIZIA OVVERO ALLA RICERCA DELLE FONTI LE FONTI DIRETTE: CIO CHE IL CRONISTA VEDE (O APPRENDE DIRETTAMENTE: testimonianze, documenti...) INDIRETTE: CIO CHE IL GIORNALISTA APPRENDE (PER

Dettagli

La nostra scuola: ieri e oggi

La nostra scuola: ieri e oggi Istituto Comprensivo Arbe-Zara Scuola Fabbri V.le Zara 96 Milano Dirigente Dott.GabrieleMarognoli La nostra scuola: ieri e oggi Esperienza didattica di ricerca storica e scientifica svolta da tutte le

Dettagli

La scrittura e la memoria (prima parte) Testimonianze letterarie sull esperienza concentrazionaria. Lezioni d'autore

La scrittura e la memoria (prima parte) Testimonianze letterarie sull esperienza concentrazionaria. Lezioni d'autore La scrittura e la memoria (prima parte) Testimonianze letterarie sull esperienza concentrazionaria Lezioni d'autore Il dibattito sulla scrittura dopo Auschwitz Differenza tra testimonianza e opera letteraria.

Dettagli

Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali

Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali STEFANIA GITTO Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali ABSTRACT Quaderni Estensi n. 6 (2014), p. 43-45 STEFANIA GITTO, CeDoMus

Dettagli

ARGOMENTI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE

ARGOMENTI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE Paolo Biavati ARGOMENTI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE Seconda edizione aggiornata Ag g i o r na m e n t o n. 4 29 giugno 2015 Bononia University Press L editore mette a disposizione sul sito nella sezione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MIGLIOLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MIGLIOLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3469 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MIGLIOLI Disposizioni per il contrasto della violenza fisica e della persecuzione psicologica

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI Valerio de GIOIA COME SI SCRIVE L ATTO GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Con la collaborazione di Giovanna SPIRITO Carlo TANGARI PREMESSA Nella preparazione

Dettagli

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Intervista a Maria Mattioni Oblique Studio 2010 Stelio Mattioni. Lo scrittore perduto. Intervista a Maria Mattioni di Annalisa Bizzarri Oblique Studio 2010 La signora

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per l utilizzo del servizio parship.it - Versione 13.06.2014

Condizioni Generali di Contratto per l utilizzo del servizio parship.it - Versione 13.06.2014 CGC Condizioni Generali di Contratto per l utilizzo del servizio parship.it - Versione 13.06.2014 Registrandovi come clienti presso PARSHIP (il partner contrattuale è PARSHIP GmbH, Speersort 10, 20095

Dettagli

Una scelta personale di grande valore.

Una scelta personale di grande valore. Una scelta personale di grande valore. GUIDA AI LASCITI Foto: Alberto Terrile Telethon, Ufficio Lasciti via G. Saliceto, 5-00161 Roma www.telethon.it/lasciti - lasciti@telethon.it Come destinare un eredità

Dettagli

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in English. Sintesi in italiano

Education at a Glance 2010: OECD Indicators. Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE. Summary in English. Sintesi in italiano Education at a Glance 2010: OECD Indicators Summary in English Uno sguardo sull istruzione: indicatori OCSE Sintesi in italiano Nell area OCSE, i governi stanno cercando di rendere più efficace il sistema

Dettagli

Il caso Battisti: quali strumenti per la risoluzione della controversia internazionale sorta tra Italia e Brasile?

Il caso Battisti: quali strumenti per la risoluzione della controversia internazionale sorta tra Italia e Brasile? Il caso Battisti: quali strumenti per la risoluzione della controversia internazionale sorta tra Italia e Brasile? di Anna De Luca Seguendo il parere della Avvocatura dello Stato, nel dicembre 2010 l ex

Dettagli

RELAZIONE VISITA AL MUSEO DELLA MEMORIA DI ASSISI

RELAZIONE VISITA AL MUSEO DELLA MEMORIA DI ASSISI RELAZIONE VISITA AL MUSEO DELLA MEMORIA DI ASSISI Il giorno 01/02/13 noi alunni della classe 3 A della scuola sec. di 1 grado Frate Francesco, siamo andati a visitare il Museo della Memoria di Assisi,

Dettagli

ai sensi dell art. 3.3 sul Conflitto di Interessi, pag. 17 del Reg. Applicativo dell Accordo Stato Regione del 5 novembre 2009, dichiara

ai sensi dell art. 3.3 sul Conflitto di Interessi, pag. 17 del Reg. Applicativo dell Accordo Stato Regione del 5 novembre 2009, dichiara Il sottoscritto STEFANIA DI BERARDINO ai sensi dell art. 3.3 sul Conflitto di Interessi, pag. 17 del Reg. Applicativo dell Accordo Stato Regione del 5 novembre 2009, dichiara X che negli ultimi due anni

Dettagli

La Giustizia Penale a Parma

La Giustizia Penale a Parma La Giustizia Penale a Parma Alessandra Mezzadri Il presente breve contributo ha preso in considerazione i dati statistici relativi all attività svolta dal Tribunale Penale di Parma negli anni 2006-2010.

Dettagli

Preliminari di compravendita: occultarli è reato

Preliminari di compravendita: occultarli è reato Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 08 07.02.2013 Preliminari di compravendita: occultarli è reato Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Reati tributari In tema di reati tributari,

Dettagli

Atto scritto di informazione (denuncia) all Autorità giudiziaria

Atto scritto di informazione (denuncia) all Autorità giudiziaria Atto scritto di informazione (denuncia) all Autorità giudiziaria COMPITI GENERALI IL DOVERE DI INFORMARE L AUTORITA LE DENUNCE OBBLIGATORIE SANITARIE: comunicazione all Autorità competente (Sindaco, in

Dettagli

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE M. POIARES MADURO presentate il 14 dicembre 2006. Causa C-134/05

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE M. POIARES MADURO presentate il 14 dicembre 2006. Causa C-134/05 CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE M. POIARES MADURO presentate il 14 dicembre 2006 Causa C-134/05 Commissione delle Comunità europee contro Repubblica italiana «Inadempimento di uno Stato Artt. 43 CE

Dettagli

Informazioni su NA SVILUPPO PROGRAMMA

Informazioni su NA SVILUPPO PROGRAMMA Informazioni su NA Narcotici Anonimi è un associazione internazionale di tossicodipendenti in recupero che conta più di 58.000 riunioni settimanali in 131 paesi del mondo. SVILUPPO Narcotici Anonimi ebbe

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA UFFICIO BREVETTI E MARCHI - MODENA ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO DI REGISTRAZIONE PER DISEGNO E MODELLO CHE COS E UN DISEGNO E MODELLO Estratto del

Dettagli

Premesse Il diritto all informazione, alla libera espressione delle opinioni e alla critica è un diritto umano fondamentale.

Premesse Il diritto all informazione, alla libera espressione delle opinioni e alla critica è un diritto umano fondamentale. Dichiarazione dei doveri e dei diritti dei giornalisti Premesse Il diritto all informazione, alla libera espressione delle opinioni e alla critica è un diritto umano fondamentale. poter contare su condizioni

Dettagli

Il rigetto dell Appello per manifesta Infondatezza in Germania: l Atteggiamento del Foro Tedesco

Il rigetto dell Appello per manifesta Infondatezza in Germania: l Atteggiamento del Foro Tedesco Convegno Milano 22 aprile 2013 Il rigetto dell Appello per manifesta Infondatezza in Germania: l Atteggiamento del Foro Tedesco Dr. Karl von Hase, Rechtsanwalt (avvocato) e Fachanwalt für Handels- u. Gesellschaftsrecht

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Decreto-legge recante misure urgenti in materia di impugnazione delle sentenze contumaciali e dei decreti di condanna. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Decreto-legge recante misure urgenti in materia di impugnazione delle sentenze contumaciali e dei decreti di condanna. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Decreto-legge recante misure urgenti in materia di impugnazione delle sentenze contumaciali e dei decreti di condanna. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 77 e 87, quinto comma, della Costituzione;

Dettagli

ORIGINI E RUOLO DEL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO

ORIGINI E RUOLO DEL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO B u n d e s g e r i c h t T r i b u n a l f é d é r a l T r i b u n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l f e d e r a l ORIGINI E RUOLO DEL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO II Tribunale federale vigila sull'applicazione

Dettagli

di Bruno Pagamici Risorse Umane >> Gestione e organizzazione del personale

di Bruno Pagamici Risorse Umane >> Gestione e organizzazione del personale LA DIFFUSIONE DELLA PASSWORD ALL ESTERNO CONFIGURA IL LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA di Bruno Pagamici Risorse Umane >> Gestione e organizzazione del personale Il dipendente che diffonde all esterno dell

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE PROTEZIONE INTERNAZIONALE Dott.ssa G. RATTI ORDINANZA

TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE PROTEZIONE INTERNAZIONALE Dott.ssa G. RATTI ORDINANZA N. R.G. 2012/25444 TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE PROTEZIONE INTERNAZIONALE Dott.ssa G. RATTI ha pronunciato la seguente: Pagina 1 ORDINANZA Ex artt. 35 del d. lgs. 28.1.2008 n. 25 e 19

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori PERDUCA e PORETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 22 APRILE 2010 Norme contro le discriminazioni fondate sull orientamento

Dettagli

Glossario minimo della protezione dei dati

Glossario minimo della protezione dei dati minimo della protezione dei dati www.garanteprivacy.it Glossario minimo della protezione dei dati N.B. Il glossario e le principali domande in tema di dati personali sono schematizzati e hanno una finalità

Dettagli

All the invisible children. Appunti sulla Convenzione Internazionale sui diritti dell Infanzia e dell Adolescenza. Comitato Provinciale UNICEF di Roma

All the invisible children. Appunti sulla Convenzione Internazionale sui diritti dell Infanzia e dell Adolescenza. Comitato Provinciale UNICEF di Roma XIX Corso Universitario Multidisciplinare di Educazione allo Sviluppo Università La Sapienza di Roma All the invisible children Appunti sulla Convenzione Internazionale sui diritti dell Infanzia e dell

Dettagli

Discorso tenuto da Klaas Smelik alla Hollandse Schouwburg il 4 maggio 2014

Discorso tenuto da Klaas Smelik alla Hollandse Schouwburg il 4 maggio 2014 Discorso tenuto da Klaas Smelik alla Hollandse Schouwburg il 4 maggio 2014 Il 25 giugno 1942, un giovedì, Etty Hillesum venne in questo teatro, dove ci siamo riuniti oggi, per commemorare il 4 maggio.

Dettagli

Raccontimmagini - Guida didattica

Raccontimmagini - Guida didattica Raccontimmagini. Che cosa sono? Sono 10 racconti brevi indirizzati a bambini stranieri o italiani. Ogni libro presenta due storie accomunate da un affinità tematica, seguite da una sezione di esercizi

Dettagli

Insegnare la storia contemporanea in Europa

Insegnare la storia contemporanea in Europa R D 30 FONDAZONE PER LA SCUOLA nsegnare la storia contemporanea in Europa Tema di una ricerca promossa dalla Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, l insegnamento della storia contemporanea

Dettagli

Informazioni sulla legge di protezione contro la violenza (LPV)

Informazioni sulla legge di protezione contro la violenza (LPV) Informazioni sulla legge di protezione contro la violenza (LPV) Protezione 1. Chi protegge la legge dalla violenza domestica? La legge protegge la persona che subisce violenza o che è minacciata di violenza

Dettagli

La Responsabilità Civile, Penale e Amministrativa

La Responsabilità Civile, Penale e Amministrativa La Responsabilità Civile, Penale e Amministrativa a cura dell Avv. Elio Garibaldi 1 RECENTI ORIENTAMENTI DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI IN ARGOMENTO DI RESPONSABILITA SANITARIA Responsabilità contrattuale

Dettagli