Relazione e bilancio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione e bilancio 2011"

Transcript

1 Relazione e bilancio 2011

2 Organi sociali e Società di Revisione C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E Rinnovato a seguito dell Assemblea degli Azionisti del 30 aprile 2011 per la durata di tre mesi e rimasto in carica fino al 27 ottobre Il 28 aprile 2011 si sono dimessi i consiglieri Mauro De Bosi e Fabio Di Lorenzi. Il 29 aprile 2011 si è dimesso il Presidente Domenico De Vincenzi. In data 30 aprile 2011 sono cessati dalle loro cariche di Amministratore Delegato Franco Cervi e di Consiglieri Franco Lucciola, Danilo Granaroli e Pietro Latino Presidente Vincenzo Surace Vice Presidente Maurizio Venafro Amministratore Delegato Vincenzo Surace 1 Consiglieri Annibale Conti Salvatore Ronghi Pietro Giovanni Zoroddu Nominato a seguito dell Assemblea degli Azionisti del 27 ottobre 2011 fino all approvazione del bilancio relativo all esercizio 2013 Presidente Adriano Palozzi Vice Presidente Domenico De Vincenzi Amministratore Delegato Vincenzo Surace Consiglieri Giovanni Libanori Paolo Toppi C O L L E G I O S I N D A C A L E Nominato dall Assemblea degli Azionisti del 29 ottobre 2009, resterà in carica fino all approvazione del bilancio relativo all esercizio 2011 Presidente Massimo Leone Sindaci effettivi Candida Di Mario Maurizio Ferri Antonio Lombardi Stefano Scerrato Sindaci supplenti Giorgio Petrucci Andrea Luccardi 2 S O C I E T A D I R E V I S I O N E E stata incaricata dell Assemblea degli Azionisti del 14 luglio 2010 fino alla revisione del bilancio dell esercizio 2012 Reconta Ernst & Young Spa Sede di Roma Via Po, A seguito dell Assemblea del 5 maggio 2011, previa modifica statutaria, è stato deliberato che il Presidente del Consiglio di Amministrazione possa assumere la carica di Amministratore Delegato 2. Dal 14 luglio 2010 in sostituzione del Sindaco supplente dimissionario Dott. Pietro Virgili

3 C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E Seduta del 28 maggio 2012 A S S E M B L E A O R D I N A R I A E S T R A O R D I N A R I A 28 giugno 2012 ore S I N T E S I D E L L E D E L I B E R A Z I O N I D E L L A S S E M B L E A L Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti, tenutasi a Roma il 28 giugno 2012, ha deliberato: di approvare il bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 e la proposta relativa alla copertura della perdita e ricostituzione del capitale sociale. C O T R A L S P A Compagnia Trasporti Laziali Società per Azioni Capitale sociale Euro ,50 interamente versato Sede legale Via Bernardino Alimena, Roma Registro delle Imprese di Roma Codice fiscale e Partita Iva IT R.E.A. Roma n Sito web

4 Indice RELAZIONE E BILANCIO 2011 Informazioni di carattere generale Sintesi del risultato economico-finanziario L andamento del prezzo del petrolio e le altre cause che hanno determinato l insorgere della fattispecie di cui all art del codice civile Missione e attività La storia I fatti di rilievo dell esercizio La qualità del servizio e l orientamento al cliente Relazione sulla gestione al bilancio chiuso al 31 dicembre Il quadro macroeconomico di riferimento Il quadro dell economia italiana nel Le previsioni macroeconomiche per il Lo scenario di mercato Il contesto normativo Sintesi delle attività e del risultato dell esercizio L attività caratteristica e la struttura organizzativa La politica della qualità, dell ambiente e della sicurezza L attività di informatizzazione Le risorse umane e le relazioni industriali La politica degli approvvigionamenti, affari generali e legali La flotta Cotral La produzione del servizio Il risultato economico-finanziario della gestione Notizie particolari L attività di ricerca e sviluppo Rappor ti con imprese controllate, collegate, controllanti e imprese sottoposte al controllo di queste ultime Par tecipazioni in altre imprese Azioni proprie e azioni e quote di società controllanti possedute, acquistate o alienate nell esercizio Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell esercizio Operazioni sul capitale Documento programmatico a tutela della privacy Informativa ex ar t. 33 dello Statuto societario Attività di cui al D.Lgs. n. 231 dell 8 giugno 2001, Codice etico e Sistema di controllo interno C O T R A L S P A

5 Evoluzione prevedibile della gestione e misure atte a garantire la continuità aziendale Gestione dei rischi e delle incer tezze Elenco delle sedi secondarie e unità locali Risultato dell esercizio e proposte del Consiglio di Amministrazione relative ai provvedimenti da assumere per il ripianamento delle perdite e all aumento di capitale Schemi del bilancio Stato patrimoniale attivo Stato patrimoniale passivo Conto economico Nota integrativa al bilancio chiuso al 31 dicembre Sezione 1. Contenuto e forma del bilancio Sezione 2. Criteri di redazione e di valutazione Sezione 3. Analisi delle voci di bilancio e delle relative variazioni Sezione 4. Altre informazioni Allegati Relazione della Società di Revisione Relazione del Collegio Sindacale BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE Atral Scrl - Gruppo Cotral Spa Stl - Società Trasporti Laziali Scrl Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione Bilancio Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione Bilancio R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

6 Relazione e bilancio 2011

7 RELAZIONE E BILANCIO 2011 BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE Informazioni di carattere generale Relazione sulla gestione Risultato dell esercizio Schemi del bilancio 2011 Nota integrativa Allegati Relazione Relazione della Società di Revisione del Collegio Sindacale

8 Informazioni di carattere generale Signori Azionisti, il Consiglio di Amministrazione nominato dall Assemblea degli Azionisti in data 27 ottobre 2011 dopo la revoca del Consiglio di Amministrazione e il contestuale insediamento a far data dal 30 aprile 2011 di un Consiglio di Amministrazione temporaneo con la presente relazione intende relazionarvi in merito alla gestione dell esercizio 2011 e alle principali cause del risultato negativo conseguito. Nel contempo intende fornirvi il quadro attuale e prospettico della situazione patrimoniale ed economico-finanziaria della Vostra Società. Prima di passare alla illustrazione della gestione 2011, desideriamo da subito richiamare la Vostra attenzione sui seguenti fatti e incer tezze: che l attuale Consiglio di Amministrazione, a seguito degli approfondimenti successivamente effettuati, nel corso del 2012 ha dato seguito a una iniziativa legale promossa dal Consiglio di Amministrazione revocato senza tuttavia al momento rilevarne gli effetti sulle scritture contabili; che l esercizio 2011 è stato caratterizzato dalle modifiche statutarie volte all introduzione del cosiddetto controllo analogo; che il 28 ottobre 2011 è stato sottoscritto il nuovo Contratto di servizio ; che nell esercizio 2011 la Società si è trovata a operare in un quadro caratterizzato anche da notevoli criticità indotte dalla situazione finanziaria oramai stabilmente basata sull indebitamento bancario quale strumento per far fronte ai ritardi nei pagamenti dei corrispettivi della Regione Lazio; che è stata pubblicata la DGR del Lazio n. 564 del 28 novembre 2011 riguardante l adeguamento tariffario relativo al sistema integrato Metrebus Roma e Metrebus Lazio, adeguamento delle tariffe non integrate del servizio pubblico di traspor to su ferro gestito da Trenitalia Spa e Atac Spa e su gomma gestito da Cotral Spa e adeguamento delle tariffe interregionali; che anche nell esercizio 2011 non appare essere stata risolta l annosa questione dei contributi al settore mai stabiliti nel tempo e che ogni anno subendo tagli e/o ridimensionamenti, concorrono a determinare una grave crisi del traspor to pubblico passeggeri e l impossibilità di realizzare una seria pianificazione nel medio termine atta a consentire nel settore adeguate politiche di ammodernamento e sviluppo. Incer tezze ancora indeterminate sono individuabili anche nella disdetta data sul finire dell esercizio 2011 dalla società mandataria delle vendite dei titoli di viaggio integrati Metrebus Roma e Metrebus Lazio della Convenzione del 1997 nonché dalla Deliberazione n. 53 del 29 febbraio C O T R A L S P A

9 assunta da Roma Capitale con la quale nel prendere atto della DGR del Lazio n. 564/2011 tra le altre cose è stata assunta anche la decisione di autorizzare Atac Spa a emettere titoli di viaggio Roma Capitale, da utilizzare nel territorio di Roma Capitale sui mezzi di trasporto gestiti da Atac Spa stessa, secondo quanto disposto dalla L.R. 30/1998 e s.m.i.. In questo contesto di forte instabilità, le Regioni, gli enti locali e le aziende di traspor to pubblico hanno individuato e/o avviato, oltre che l adeguamento dei sistemi tariffari, piani di razionalizzazione e riduzione dei servizi. Le ricadute nel breve termine di tali piani sono prevedibili e, tenuto conto anche del perdurante storico disequilibrio economico-finanziario, saranno di significativa por tata anche per la Vostra Società. Salvo Vostre diverse indicazioni, al momento non a conoscenza del Vostro Consiglio di Amministrazione, l obiettivo sarà quello di impegnarsi nelle azioni di riequilibrio e nel contempo di rispondere in modo efficace alla domanda della clientela con l obiettivo di incrementarla e fidelizzarla. In termini prospettici le aspettative appaiono positive in quanto la crisi economica ha trasferito sulle società di traspor to pubblico le esigenze di mobilità dei cittadini. S I N T E S I D E L R I S U LTAT O E C O N O M I C O - F I N A N Z I A R I O Il bilancio chiuso al 31 dicembre 2011 che sottoponiamo al Vostro esame e approvazione evidenzia una Perdita pari a Euro dopo aver effettuato accantonamenti al Fondo trattamento di fine rapporto per Euro, stanziato Ammortamenti e svalutazioni di competenza dell esercizio per Euro, rilevati Proventi e oneri finanziari netti per Euro, Proventi/oneri straordinari netti per negativi Euro e stimato Imposte per Euro. L incremento registrato rispetto alla Perdita dell esercizio precedente pari a Euro consegue principalmente alla combinazione data dai ricavi sostanzialmente invariati a fronte dell incremento dei costi, principalmente quelli del carburante e i materiali di consumo nonché alle perdite e/o svalutazioni dei crediti ritenuti inesigibili. A fronte di tale risultato la Società non dispone di riserve disponibili e conseguentemente il Patrimonio netto al 31 dicembre 2001 è negativo per Euro, corrispondenti, al 5 gennaio 2012 data di ricognizione e Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

10 chiusura del precedente aumento di Capitale deliberato dall Assemblea del 30 giugno 2011, a un Patrimonio netto negativo pari a Euro. Tale situazione conferma la fattispecie prevista dall ar t del codice civile e di conseguenza, il presente bilancio viene redatto anche per i provvedimenti a tal fine previsti. La relazione che segue è stata redatta in conformità alle vigenti leggi e nel presupposto della continuità aziendale. Alla data del presente bilancio, avvalendosi della facoltà prevista dall ar t. 28 c. 2 del D.Lgs. 127/1991, non è stato redatto il bilancio consolidato stante l irrilevanza dei valori delle par tecipate Atral Scrl, STL - Società Traspor ti Laziali Scrl e Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione delle quali vengono comunque allegati i rispettivi bilanci dell esercizio Il bilancio si compone di stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa oltre che della presente relazione sulla gestione, attraverso la quale, oltre a dare la consueta sintesi del quadro economico e normativo di riferimento, vengono in par ticolare fornite le principali informazioni sull andamento della Vostra Società. Il Consiglio di Amministrazione Vi informa inoltre che l Assemblea per l approvazione del bilancio è convocata entro sei mesi dalla chiusura dell esercizio sociale. L utilizzo di tale termine, rispetto a quello ordinario di 120 giorni dalla chiusura dell esercizio sociale consentito dall ar t. 2364, c. 2, del codice civile e dall art dello Statuto sociale, si è reso necessario in conseguenza delle decisioni in merito allo stato della proposta di conferimento del ramo di azienda industriale della società Cotral Patrimonio Spa ipotizzata nelle Linee guida del piano industriale , delle decisioni in merito alle azioni operative conseguenti alle Linee guida del piano industriale e all approvazione da par te dell Assemblea del progetto di Bilancio previsionale 2012 e pluriennale previsto dall ar t. 33 del modificato Statuto sociale peraltro tutte disattese alla data di redazione del presente bilancio. Il presente bilancio è stato assoggettato a revisione contabile affidata alla Reconta Ernst & Young Spa primaria società di revisione iscritta all Albo Consob a seguito di incarico conferito, per il triennio , dall Assemblea Ordinaria del 14 luglio L ' A N D A M E N T O D E L P R E Z Z O D E L P E T R O L I O E L E A LT R E C A U S E C H E H A N N O D E T E R M I N AT O L ' I N S O R G E R E D E L L A F AT T I S P E C I E D I C U I A L L ' A R T D E L C O D I C E C I V I L E Nel corso del 2011 la voce che ha subíto il maggior incremento di prezzo è stata quella del carburante il cui controvalore si è attestato nel 2011 a complessivi 45,4 milioni di Euro contro 39,3 milioni di Euro dell esercizio precedente, parzialmente compensata dall incremento del rimborso delle accise pari nel 2011 a 2,2 milioni di Euro contro 0,7 milioni di Euro dell esercizio precedente. 10 C O T R A L S P A

11 Di seguito si riportano indicazioni sull andamento del prezzo del gasolio e le loro previsioni sui futuri andamenti tratte da fonti nazionali e internazionali. Nel corso del 2011 i prezzi del petrolio WTI (West Texas Intermediate) hanno avuto una oscillazione compresa tra gli 85 e i 110 dollari al barile. L Energy Information Administration (EIA) nel suo Outlook 2012 ha osservato che i prezzi potranno salire fino a 120 dollari a barile nel 2016 (considerando il valore del dollaro quello del 2010) quando con la ripresa dell economia globale la domanda crescerà più rapidamente delle forniture dei Paesi non aderenti all OPEC. L EIA stima che nel 2035 il prezzo medio reale si orienterà sui 145 dollari a barile. Sulla base dei dati della Unione Petrolifera, l andamento del prezzo del gasolio ha registrato nel 2011 un incremento pari a oltre il 19%, dove l incidenza della componente fiscale (accise e Iva) è passata dal 48% al 52% del prezzo al consumo. Variazioni tendenziali dei prezzi al consumo 30% 20% 10% 0% -10% -20% -30% Average annual world oil prices in three cases, (real 2010 dollars per barrel) History Fonte: Energy Information Administration - Annual Energy Outlook 2012 Early Release Overview High oil price AEO2012 Reference Low oil price Projections Benzina senza piombo Gasolio auto GPL 16% 18% 19% 12% 14% 14% 14% 9% 6% -12% -21% -18% Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

12 Gli interventi sull accise sono datati 6 aprile 2011 e 1 luglio Fondo per lo Spettacolo, 28 giugno Guerra in Libia, 1 novembre Emergenza alluvione Liguria e Toscana e infine con il cosiddetto Decreto salva Italia, mentre l Iva è passata dal 20% al 21% nel mese di settembre La media del prezzo industriale nel 2011 ha registrato un incremento del 26% rispetto all esercizio precedente passando da 0,58 Euro al litro a 0,745 Euro al litro. Secondo l Ufficio studi economici della Confesercenti, a livello europeo l Italia si colloca seconda dopo il Regno Unito sia come costo del carburante alla pompa, sia come incidenza fiscale. Prezzo alla pompa Incidenza fiscale Iva 1,800 1,600 1,400 1,200 1,000 0,800 0,600 0,400 0,200 0,000 Regno Unito Italia Svezia Irlanda Belgio Germania Repubblica Ceca Olanda Austria Francia Ue 27 Area Euro Unitamente all andamento del prezzo del carburante di cui si è data una ampia illustrazione e in modo marcato alla mancata attuazione del Piano delle azioni operative per il miglioramento della gestione caratteristica deliberate sul finire del 2010 in combinazione anche con i ritardi nell attuazione di quanto contenuto nelle Linee guida del piano industriale segnatamente all esercizio 2011, gli ulteriori principali fattori che hanno determinato l insorgere della fattispecie di cui all ar t del codice civile possono essere così sintetizzati: la sostanziale invarianza dei ricavi delle vendite dei titoli di viaggio e dei corrispettivi del Contratto di servizio; le ulteriori svalutazioni dei crediti e il mancato riconoscimento degli oneri che la Società sostiene per l accordo sindacale sottoscritto dalla Regione Lazio in data 16 dicembre 2009; l incremento delle spese di manutenzione sulla flotta dovuto alla dinamica dei prezzi dei materiali di ricambio, all invecchiamento della flotta e al tasso di sinistrosità; l incremento delle spese di manutenzione impianti; 12 C O T R A L S P A

13 l incremento delle commissioni sulle operazioni di factoring e degli interessi sull indebitamento bancario; l incremento dei premi assicurativi dovuti al tasso di sinistrosità; l incremento del fondo rischi e oneri sui contenziosi; la mancata attuazione degli accordi sottoscritti nel mese di febbraio 2011 con Cotral Patrimonio Spa con riferimento all esercizio 2010 che ha generato la rilevazione di una consistente sopravvenienza passiva. M I S S I O N E E AT T I V I TA ' La missione di Cotral Spa, prima azienda in Italia e in Europa nel settore del traspor to pubblico extraurbano, è quella di assicurare lo sviluppo sostenibile dell Azienda e del territorio su cui opera attraverso: la fornitura di un servizio pubblico di traspor to efficiente, affidabile, in grado di soddisfare le esigenze della collettività e di ridurre l utilizzo del mezzo privato e le relative emissioni; la gestione efficiente delle proprie attività in modo da minimizzare il loro impatto ambientale; l impegno costante per garantire e migliorare la salute e la sicurezza dei lavoratori; il rispetto delle leggi e delle normative cogenti applicabili. Essa fornisce 365 giorni l anno un servizio di traspor to pubblico extraurbano capillare su tutto il territorio regionale, collegando le province alle zone limitrofe e le aree collinari alla zona costiera. La Compagnia, così come ripor tato nella Carta della Mobilità Edizione 2012, persegue quotidianamente l obiettivo di offrire alla comunità un servizio professionale e soluzioni di qualità, nel rispetto dell ambiente e del territorio, al fine di garantire a tutti la possibilità di spostarsi in ambito regionale in modo confor tevole e affidabile. La Società, dedica maggiore attenzione al rispetto dei valori etici, con par ticolare riguardo agli anziani e ai diversamente abili, e quotidianamente orienta il suo impegno all implementazione di strategie mirate alla riduzione dei consumi energetici, dell impatto ambientale e dei costi sociali ed economici, grazie al tempestivo adeguamento alle normative di riferimento e a impor tanti investimenti strutturali per lo sviluppo tecnologico e la sperimentazione, con l obiettivo di trasformare l esigenza di mobilità in una responsabilità sociale. L A S T O R I A La Società, pur costituita nominalmente il 4 aprile 2000 nella forma di Società per azioni a seguito della scissione del Consorzio Cotral, ha radici antiche, risalenti agli ultimi anni del XIX secolo, con le prime esperienze di traspor to collettivo. Nei vari anni la Società ha cambiato denominazione, Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

14 assetto organizzativo e industriale, pur mantenendo invariata una propria specifica identità. La storia del traspor to pubblico a Roma e nel Lazio, infatti, ha visto avvicendarsi nel ruolo di protagonista prima la Stfer, poi la Stefer, l Acotral, il Cotral, la Li.La. Spa e infine la Cotral Spa. Nel 1899 viene costituita la Stfer (Società per le Tramvie e Ferrovie Elettriche di Roma) che realizza la prima tranvia elettrica di collegamento tra Roma e i Castelli Romani, aper ta al pubblico nel Nel 1928 l intero pacchetto azionario di Stfer viene acquistato dal Governatorato di Roma e la società diviene pubblica. Nel 1941 la Stfer cambia denominazione sociale, diventando Stefer. Nel tempo, il servizio di traspor to viene ampliato con i collegamenti ferroviari di Tivoli, Ostia Lido, Fiuggi-Frosinone e con la gestione delle autolinee dei Castelli Romani e della prima linea metropolitana di Roma (linea B), inaugurata nel Contemporaneamente numerose ditte e società private gestiscono un gran numero di collegamenti automobilistici nel resto della Regione Lazio. Il 6 novembre 1976, al termine di un processo di pubblicizzazione del traspor to pubblico nella Regione Lazio, la Stefer e le aziende di traspor to private confluiscono nella nuova Azienda Consor tile Traspor ti Laziali, Acotral, azienda pubblica su base regionale, controllata dal Consorzio Traspor ti Laziali (CTL). Nel 1980 viene aper ta al pubblico la nuova linea metropolitana (linea A) e nel 1990 viene inaugurato il prolungamento della linea B (Rebibbia). Il 24 febbraio 1993, in attuazione della Legge 142/1990 Riforma delle Autonomie Locali il CTL e l Acotral si unificano e vengono trasformati in Cotral (Consorzio Traspor ti Pubblici Lazio). Nel 1997, per adeguarsi alla trasformazione del mercato dei trasporti pubblici, avviata con il D.Lgs. 422/1997 e la L.R. 30/1998, il Consorzio Cotral è stato trasformato nel 2000 in due società per azioni: Metroferro Spa e Li.La., Linee Laziali Spa. Successivamente, l Azienda di Traspor to LI.LA. Spa ha subíto un ulteriore cambiamento, venendo denominata nel 2001: Cotral Spa Compagnia Traspor ti Laziali Società Regionale Spa. Dal 2008, per effetto del progetto di scissione deliberato all unanimità dall Assemblea degli Azionisti in data 25 ottobre 2007, nel sistema del traspor to pubblico extraurbano e in generale nel complesso sistema di traspor to pubblico regionale, coesistono due realtà distinte: Cotral Spa, per le attività di erogazione del servizio di trasporto pubblico locale e la gestione e vendita dei titoli di viaggio e Cotral Patrimonio Spa società beneficiaria della scissione proprietaria del patrimonio immobiliare e degli autobus, indispensabili e fondamentali per la gestione dei servizi di traspor to pubblico locale extraurbano svolti nella Regione Lazio unitamente alle attività di gestione e sviluppo del patrimonio stesso. In data 28 ottobre 2011, ai sensi dell art. 19 del D.Lgs. 422/1997 e s.m.i., della L.R. n. 30 del 16 luglio 1998 e s.m.i., della L.R. n. 31 del 24 dicembre 2008, della L.R. n. 31 del 24 dicembre 2009 e nel rispetto dei princípi fissati dall art. 4 del Regolamento comunitario 1370/2007 è stato sottoscritto un nuovo Contratto di servizio della durata di cinque anni rinnovabile per ulteriori cinque anni previa verifica del buon andamento della gestione da effettuarsi alla scadenza del terzo anno. 14 C O T R A L S P A

15 I F AT T I D I R I L I E V O D E L L ' E S E R C I Z I O I fatti di rilievo intervenuti nell esercizio 2011 possono essere così riepilogati. In data 11 gennaio 2011, con riferimento all Area Risorse Umane e Relazioni Industriali, è stato temporaneamente scorporato dalla suddetta Area il settore delle Relazioni Industriali, che passano alle dirette dipendenze dell Amministratore Delegato, con conseguente revoca della procura speciale a suo tempo conferita al dirigente del Settore e l impegno ad assumere a breve una più definitiva determinazione in ordine all assetto organizzativo relativo alle Relazioni Industriali. In data 11 gennaio 2011 è stata autorizzata l indizione di una procedura ristretta mediante asta elettronica, ai sensi degli artt. 77, c. 6, 82, 85 e 220 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., da aggiudicarsi con il criterio del massimo ribasso percentuale, per l affidamento della fornitura di ricambi di meccanica originali, di primo impianto o equivalenti per la manutenzione degli autobus Fiat, Iveco e Irisbus, per un fabbisogno di 12 mesi. In data 11 gennaio 2011, ai sensi dell art 221, c. 1, lettera c), del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., è stato autorizzato l affidamento della fornitura di materiali di ricambio originali, da utilizzare per la manutenzione di autobus Iveco e Irisbus, per un fabbisogno di 8 mesi a partire dall 11 gennaio 2011, unitamente alla ratifica dei pregressi ordinativi di spesa eccedenti l estensione contrattuale del 20%. In data 11 gennaio 2011 la Regione Lazio ha richiesto la convocazione dell Assemblea Cotral Spa in ordine alle modifiche statutarie da appor tare, con conseguente incarico a un consulente legale ai fini dell analisi e della valutazione dello schema di Statuto proposto. In data 20 gennaio 2011 è stato deliberato l affidamento ad interim della mission e delle responsabilità del settore Relazioni Industriali di cui alla vigente macrostruttura. In data 27 gennaio 2011, in merito ai rapporti intercompany con Cotral Patrimonio Spa, è stato approvato lo schema di contratto di usufrutto autobus da adibire al traspor to pubblico di linea. In data 1 febbraio 2011 è stato approvato il bilancio intermedio al 30 novembre 2010 ai sensi dell ar t del codice civile. In data 1 febbraio 2011 il Tribunale Civile di Roma si è pronunciato in merito al ricorso avanzato dagli stagisti verso Cotral Spa. In data 3 febbraio 2011, in conformità all art. 19 della Legge 10/1991, è stato riconfermata anche per l anno in corso la figura dell Energy manager. In data 10 febbraio 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di acconto sui corrispettivi relativi al bimestre gennaio-febbraio dell esercizio 2011, dovuti dalla Regione Lazio per il servizio prestato. In data 1 marzo 2011 la Commissione Tributaria Regionale di Roma ha chiamato in udienza la Società, a seguito dell appello proposto avverso la sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Roma concernente il rifiuto dell istanza di rimborso Irap relativa all anno In data 15 marzo 2011 è stato deliberato il valore di liquidazione delle Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

16 azioni di Cotral Spa nel caso in cui venga esercitato il diritto di recesso ex ar t ter del codice civile. In data 15 marzo 2011 è stato acquisito e recepito lo schema del nuovo Statuto di Cotral Spa proposto dalla Regione Lazio, unitamente al contenuto del parere del consulente legale, ai fini di ogni conseguente valutazione ed eventuale successiva determinazione. In data 15 marzo 2011 è stato deliberato l affidamento di incarichi legali per la costituzione nei giudizi avverso il Comune di Roma, Roma Capitale e Atac Spa in materia di rimborso dei minor introiti derivanti dal rilascio di titoli di viaggio a tariffa agevolata. In data 15 marzo 2011 sono state assunte decisioni in ordine all acquisto proporzionale delle quote di AGO - Autolinee G. Onorati Srl, socio consorziato escluso dalla STL - Società Trasporti Laziali Scrl. In data 15 marzo 2011, in riferimento ai rappor ti intercompany Cotral Spa Cotral Patrimonio Spa, è stata deliberata la modifica dello schema di contratto di usufrutto di autobus da adibire al traspor to pubblico di linea, contestualmente all attribuzione di mandato all Amministratore Delegato ai fini del perfezionamento del documento contrattuale. In data 31 marzo 2011 è stata deliberata la convocazione dell Assemblea Straordinaria in ordine allo schema del nuovo Statuto di Cotral Spa proposto dalla Regione Lazio, ai fini dell approvazione del testo. In data 14 aprile 2011 è stato approvato il bilancio 2010 della controllata Atral Scrl. In data 14 aprile 2011 è stato approvato il bilancio 2010 della controllata STL - Società Trasporti Laziali Scrl. In data 14 aprile 2010, in riferimento alla controllata Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione, è stata rimandata ogni decisione finale in merito all approvazione del bilancio In data 18 aprile 2011 l Assemblea degli Azionisti ha deliberato la convocazione di una nuova Assemblea con all Ordine del Giorno la revoca e la nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione. In data 28 aprile 2011 è stata esaminata la situazione economico-patrimoniale della Società al 31 dicembre 2010 intorno alla quale predisporre il progetto di bilancio dell esercizio In data 28 aprile 2011 hanno rassegnato le dimissioni il Vice Presidente e un Consigliere di Amministrazione. In data 29 aprile 2011 ha rassegnato le dimissioni il Presidente. In data 30 aprile 2011 l Assemblea degli Azionisti ha revocato i componenti del Consiglio di Amministrazione nominati nella seduta assembleare del 30 luglio 2009 e contestualmente nominato un nuovo Consiglio di Amministrazione per la durata di tre mesi. In data 5 maggio 2011 l Assemblea degli Azionisti previa modifica statutaria ha deliberato che il Presidente del Consiglio di Amministrazione possa assumere la carica di Amministratore Delegato. In data 24 maggio 2011, previa analisi da parte dell Amministratore Delegato delle politiche di bilancio sottostanti la situazione economico-patrimoniale della Società al 31 dicembre 2010 approvate dal precedente Consiglio di Amministrazione in data 28 aprile 2011, è stata dal nuovo Consiglio di Amministrazione aggiornata, riesaminata e approvata una nuova situazione 16 C O T R A L S P A

17 patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2010 sulla base della quale è stato predisposto il progetto di bilancio dell esercizio In data 24 maggio 2011 l Assemblea straordinaria degli Azionisti ha approvato il nuovo Statuto della Società, introducendo il controllo analogo da parte della Regione Lazio. Il nuovo Statuto prevede inoltre che la Società possa gestire anche reti e infrastrutture strategiche per la mobilità e aderire a consorzi finalizzati al miglioramento del livello e della qualità dei servizi. In data 31 maggio 2011 è stato approvato il Progetto di bilancio In data 31 maggio 2011 è stata autorizzato l affidamento della fornitura di gasolio per autotrazione a favore della stessa affidataria dal 4 giugno 2011 al 15 luglio In data 17 giugno 2011 sono state assunte iniziative nei confronti di Atac Spa per ritardato versamento della ripar tizione delle vendite dei titoli di viaggio integrati Metrebus e deliberate proposte di modifiche statutarie da sottoporre ad approvazione dell Assemblea. In data 28 giugno 2011 sono stati deliberati gli esiti di tre gare a procedura ristretta e autorizzata l indizione di una gara con procedura ristretta per la manutenzione della flotta bus. In data 28 giugno 2011 è stato deliberato un accordo transattivo finalizzato al recupero di crediti pregressi vantati nei confronti del Comune di Frosinone. In data 30 giugno 2011 l Assemblea degli Azionisti ha approvato il bilancio annuale dell esercizio In data 14 luglio 2011 è stata approvata l istituzione dell Organismo di Vigilanza. In data 14 luglio 2011 è stata autorizzata la prosecuzione della fornitura di gasolio per autotrazione a favore della stessa affidataria delle forniture di carburante a mezzo fuel card dal 1 agosto 2011 al 30 novembre In data 14 luglio 2011 è stata autorizzata la prosecuzione della fornitura di gasolio per autotrazione a favore della stessa affidataria dal 16 luglio 2011 al 15 settembre In data 14 luglio 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di acconto sui corrispettivi relativi al bimestre luglio-agosto 2011, dovuti dalla Regione Lazio per il servizio prestato. In data 22 luglio 2011 sono state esaminate le Linee guida del piano industriale In data 27 luglio 2011 è stata esaminata la problematica afferente la posizione creditoria della Società nei confronti della Regione Lazio nonché il tema della rivalutazione Istat dei corrispettivi dei contratti di servizio. In data 27 luglio 2011 è stata effettuata una presa atto delle modalità delle procedure in corso per l acquisizione dei beni e servizi. In data 4 agosto 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di saldo dei corrispettivi riferiti all esercizio In data 4 agosto 2011 è stata esaminata e approvata la richiesta della società incaricata per la revisione dei conti di adeguamento dei compensi per le maggiori attività svolte sul progetto di bilancio Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

18 In data 8 agosto 2011 l Assemblea ha esaminato le Linee guida del piano industriale In data 11 agosto 2011 sono state deliberate le prime valutazioni inerenti le Linee guida del piano industriale nonché quelle inerenti la proposta contenente il nuovo Contratto di servizio. In data 11 agosto 2011 è stata autorizzata la prosecuzione del servizio di pulizia della flotta bus per il periodo dal 1 settembre 2011 al 31 dicembre In data 23 agosto 2011 sono state esaminate alcune criticità afferenti alcune aree organizzative. In data 6 settembre 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di acconto sui corrispettivi relativi al bimestre settembre-ottobre 2011, dovuti dalla Regione Lazio per il servizio prestato. In data 6 settembre 2011 è stato autorizzato in via di urgenza l affidamento della fornitura del carburante per il periodo dal 16 settembre 2011 al 26 ottobre In data 6 settembre 2011 sono state assunte determinazioni in relazione all atto di citazione promosso da alcuni dei precedenti Amministratori. In data 6 settembre 2011 è stato conferito l incarico per l attuazione delle Linee guida del piano industriale nonché quello per la riconfigurazione della macrostruttura societaria. In data 6 settembre 2011 è stata autorizzata l indizione di una gara per la fornitura di pneumatici. In data 6 settembre 2011 sono stati esaminati alcuni provvedimenti disciplinari. In data 6 settembre 2011 sono state assunte determinazioni in ordine all assunzione di due risorse dirigenziali. In data 20 settembre 2011 è stata aggiudicata la gara per l affidamento della gara indetta per la fornitura di carburante nonché deliberata la nomina del Presidente dell Organismo di Vigilanza e relativi compensi spettanti ai componenti. In data 23 settembre 2011 è stato preso atto della carica di Amministratore Unico della società Cotral Patrimonio Spa attribuita all Amministratore Delegato della società disponendo che per la durata di detta carica i poteri relativi alla gestione ordinaria dell Azienda, attribuiti all Amministratore Delegato dall ar t. 26 del vigente Statuto, solo ed esclusivamente per quanto attiene ai rappor ti con la predetta società, vengano direttamente esercitati dal Consiglio di Amministrazione; In data 28 settembre 2011 si è perfezionato a mezzo scambio di corrispondenza con la Regione Lazio un Piano di rimodulazione dei termini di pagamento dei crediti insoluti afferenti i corrispettivi del Contratto di servizio In data 29 settembre 2011 è stata convocata l Assemblea per la nomina del Consiglio di Amministrazione. In data 3 ottobre 2011 sono stati esaminati i provvedimenti disciplinari nei confronti di due dirigenti. In data 3 ottobre 2011 è stato preso atto delle modalità riguardanti le procedure in corso per l acquisizione di beni e servizi. 18 C O T R A L S P A

19 In data 17 ottobre 2011 sono state assunte determinazioni in ordine alla costituzione in giudizio e relativo incarico legale avverso un ricorso promosso verso la Società e verso Cotral Patrimonio Spa. In data 17 ottobre 2011 è stata annullata in autotutela una Deliberazione afferente l aggiudicazione effettuata in via d urgenza della gara per la fornitura di carburante. In data 17 ottobre 2011 è stato deliberato l incarico per l assessment dei dipendenti inquadrati nella qualifica di dirigente e quadro. In data 26 ottobre 2011 è stata deliberata la sottoscrizione del nuovo Contratto di servizio. In data 27 ottobre 2011 l Assemblea degli Azionisti nomina il nuovo Consiglio di Amministrazione la cui durata è stata stabilita fino all approvazione del bilancio dell esercizio In data 28 ottobre 2011 è stato sottoscritto il nuovo Contratto di servizio della durata di cinque anni rinnovabile per ulteriori cinque anni previa verifica del buon andamento della gestione da effettuarsi alla scadenza del terzo anno. In data 28 ottobre 2011 la società mandataria della gestione e vendita dei titoli di viaggio integrati Metrebus ha disdettato con decorrenza dal 1 marzo 2012 la Convenzione del 29 novembre 1994 e s.m.i. In data 2 dicembre 2011 è stata deliberato il Progetto di bilancio di previsione annuale 2012 e pluriennale redatto ai sensi dell ar t. 33 dello Statuto. In data 2 dicembre 2011 è stata deliberata l assunzione a tempo determinato di una giornalista professionista per l espletamento delle attività di responsabile dell ufficio stampa, relazioni esterne, rappor ti con i media e por tavoce del Presidente della Società. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata l indizione di una procedura aper ta da aggiudicarsi con il criterio dell offer ta economicamente più vantaggiosa per l affidamento del servizio di ampliamento della capacità elaborativa del Data center. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata l adesione alle convenzioni Consip ex Legge 488/1999 ai sensi degli artt. 23 e 26 dello Statuto sociale. In data 21 dicembre 2011 è stato deliberato l affidamento in via d urgenza fino al 31 dicembre 2011 del servizio di riparazione e ripristino della carrozzeria degli autobus costituenti la flotta aziendale a favore di fornitori qualificati nella categoria merceologia di riferimento presenti nell elenco fornitori della Società. In data 21 dicembre 2011 è stato deliberato l affidamento in via d urgenza fino al 31 dicembre 2011 del servizio di manutenzione degli autobus costituenti la flotta aziendale a favore di fornitori qualificati nella categoria merceologia di riferimento presenti nell elenco fornitori della Società. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata l estinzione dei rappor ti di conto corrente con operatività assente o limitata. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata la nomina di un componente dell Organismo di Vigilanza. In data 21 dicembre 2011 è stata determinata la costituzione della Commissione prevista dall ar t. 21 del nuovo Contratto di ser vizio finalizzata all individuazione dei ser vizi da affidare mediante procedura a evidenza pubblica ai sensi dell ar t. 4 bis del D.L. 78/2009 e s.m.i. Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

20 In data 29 dicembre 2011 è stata deliberata la proroga dell affidamento del servizio di pulizia degli autobus, delle sedi, dei depositi e degli impianti al 30 giugno In data 29 dicembre 2011 è stata deliberata l indizione di una procedura aper ta da aggiudicarsi con il criterio dell offer ta economicamente più vantaggiosa per l affidamento del servizio di pulizia degli autobus, delle sedi, dei depositi e degli impianti. Riguardo al contenzioso tributario, incardinato con l Amministrazione Finanziaria al fine di ottenere il rimborso dell imposta regionale sulle attività produttive (Irap) per gli anni 1999 e 2000 versata in relazione ai contributi percepiti a coper tura dei disavanzi di gestione, la Società nel corso dell anno 2011, come già rappresentato nella relazione sulla gestione 2010, sulla scor ta degli esiti della sentenza sfavorevole (CTR di Roma 117/31/11 del 17 maggio 2011) nonché del recente orientamento pro fisco assunto dalla Corte di Cassazione ha deliberato, in linea con le altre aziende di traspor to, di rinunciare alla prosecuzione dei contenziosi tributari incardinati onde evitare anche la condanna alle spese di giudizio. Quanto alle deduzioni dalla base imponibile Irap dei costi afferenti il personale dipendente a tempo indeterminato, previste dal cosiddetto Cuneo fiscale, in considerazione delle operazioni di verifica fiscale da par te della DRE dell Agenzia delle Entrate inter venute per gli anni e in ottemperanza alle decisioni assunte dal Consiglio di Amministrazione con Delibera n. 31 del 17 maggio 2010, la Società ha provveduto alla presentazione dell istanza, con le modalità previste dall ar t. 38 del DPR 602/1973, per l ottenimento del rimborso dell Irap per l anno 2009 conseguente l applicazione dei benefíci fiscali su esposti. In materia di Tassa sulla concessione governativa periodica per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre, la Società, a seguito della notifica degli atti di accer tamento, con i quali venivano contestati i mancati pagamenti della tassa in questione in relazione ad alcune fatture del gestore Tim emesse per i periodi d imposta 2007, 2008 e 2009, ha provveduto alla presentazione all Amministrazione Finanziaria delle istanze di annullamento in autotutela in considerazione dell avvenuto pagamento di tutte le fatture contestate e, conseguentemente, della relativa Tassa di concessione governativa. Non avendo l Ufficio provveduto al tempestivo annullamento degli atti di accer tamento, viziati per i motivi di cui sopra e, approssimandosi la scadenza dei termini per l impugnazione, la Società è stata costretta a proporre ricorso innanzi alla competente Commissione tributaria provinciale di Roma. In ragione delle motivazioni che sottendono gli avvisi impugnati e, in par ticolare, in considerazione dell avvenuto pagamento di tutte le fatture contestate nonché della relativa Tassa di concessione governativa, ferma restando la normale alea processuale normalmente insita in ogni giudizio, si ritiene che sussistano buone probabilità per l accoglimento delle ragioni della Società e, pertanto, si stima l esito del contenzioso come favorevole alla stessa. Sempre in tema di Tassa sulla concessione governativa per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre, a seguito delle recenti sentenze emesse dalle Commissioni Tributarie Provinciali (Vicenza, Perugia), che hanno dichiarato nulli gli accer tamenti fiscali 20 C O T R A L S P A

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli