Relazione e bilancio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione e bilancio 2011"

Transcript

1 Relazione e bilancio 2011

2 Organi sociali e Società di Revisione C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E Rinnovato a seguito dell Assemblea degli Azionisti del 30 aprile 2011 per la durata di tre mesi e rimasto in carica fino al 27 ottobre Il 28 aprile 2011 si sono dimessi i consiglieri Mauro De Bosi e Fabio Di Lorenzi. Il 29 aprile 2011 si è dimesso il Presidente Domenico De Vincenzi. In data 30 aprile 2011 sono cessati dalle loro cariche di Amministratore Delegato Franco Cervi e di Consiglieri Franco Lucciola, Danilo Granaroli e Pietro Latino Presidente Vincenzo Surace Vice Presidente Maurizio Venafro Amministratore Delegato Vincenzo Surace 1 Consiglieri Annibale Conti Salvatore Ronghi Pietro Giovanni Zoroddu Nominato a seguito dell Assemblea degli Azionisti del 27 ottobre 2011 fino all approvazione del bilancio relativo all esercizio 2013 Presidente Adriano Palozzi Vice Presidente Domenico De Vincenzi Amministratore Delegato Vincenzo Surace Consiglieri Giovanni Libanori Paolo Toppi C O L L E G I O S I N D A C A L E Nominato dall Assemblea degli Azionisti del 29 ottobre 2009, resterà in carica fino all approvazione del bilancio relativo all esercizio 2011 Presidente Massimo Leone Sindaci effettivi Candida Di Mario Maurizio Ferri Antonio Lombardi Stefano Scerrato Sindaci supplenti Giorgio Petrucci Andrea Luccardi 2 S O C I E T A D I R E V I S I O N E E stata incaricata dell Assemblea degli Azionisti del 14 luglio 2010 fino alla revisione del bilancio dell esercizio 2012 Reconta Ernst & Young Spa Sede di Roma Via Po, A seguito dell Assemblea del 5 maggio 2011, previa modifica statutaria, è stato deliberato che il Presidente del Consiglio di Amministrazione possa assumere la carica di Amministratore Delegato 2. Dal 14 luglio 2010 in sostituzione del Sindaco supplente dimissionario Dott. Pietro Virgili

3 C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E Seduta del 28 maggio 2012 A S S E M B L E A O R D I N A R I A E S T R A O R D I N A R I A 28 giugno 2012 ore S I N T E S I D E L L E D E L I B E R A Z I O N I D E L L A S S E M B L E A L Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti, tenutasi a Roma il 28 giugno 2012, ha deliberato: di approvare il bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 e la proposta relativa alla copertura della perdita e ricostituzione del capitale sociale. C O T R A L S P A Compagnia Trasporti Laziali Società per Azioni Capitale sociale Euro ,50 interamente versato Sede legale Via Bernardino Alimena, Roma Registro delle Imprese di Roma Codice fiscale e Partita Iva IT R.E.A. Roma n Sito web

4 Indice RELAZIONE E BILANCIO 2011 Informazioni di carattere generale Sintesi del risultato economico-finanziario L andamento del prezzo del petrolio e le altre cause che hanno determinato l insorgere della fattispecie di cui all art del codice civile Missione e attività La storia I fatti di rilievo dell esercizio La qualità del servizio e l orientamento al cliente Relazione sulla gestione al bilancio chiuso al 31 dicembre Il quadro macroeconomico di riferimento Il quadro dell economia italiana nel Le previsioni macroeconomiche per il Lo scenario di mercato Il contesto normativo Sintesi delle attività e del risultato dell esercizio L attività caratteristica e la struttura organizzativa La politica della qualità, dell ambiente e della sicurezza L attività di informatizzazione Le risorse umane e le relazioni industriali La politica degli approvvigionamenti, affari generali e legali La flotta Cotral La produzione del servizio Il risultato economico-finanziario della gestione Notizie particolari L attività di ricerca e sviluppo Rappor ti con imprese controllate, collegate, controllanti e imprese sottoposte al controllo di queste ultime Par tecipazioni in altre imprese Azioni proprie e azioni e quote di società controllanti possedute, acquistate o alienate nell esercizio Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell esercizio Operazioni sul capitale Documento programmatico a tutela della privacy Informativa ex ar t. 33 dello Statuto societario Attività di cui al D.Lgs. n. 231 dell 8 giugno 2001, Codice etico e Sistema di controllo interno C O T R A L S P A

5 Evoluzione prevedibile della gestione e misure atte a garantire la continuità aziendale Gestione dei rischi e delle incer tezze Elenco delle sedi secondarie e unità locali Risultato dell esercizio e proposte del Consiglio di Amministrazione relative ai provvedimenti da assumere per il ripianamento delle perdite e all aumento di capitale Schemi del bilancio Stato patrimoniale attivo Stato patrimoniale passivo Conto economico Nota integrativa al bilancio chiuso al 31 dicembre Sezione 1. Contenuto e forma del bilancio Sezione 2. Criteri di redazione e di valutazione Sezione 3. Analisi delle voci di bilancio e delle relative variazioni Sezione 4. Altre informazioni Allegati Relazione della Società di Revisione Relazione del Collegio Sindacale BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE Atral Scrl - Gruppo Cotral Spa Stl - Società Trasporti Laziali Scrl Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione Bilancio Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione Bilancio R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

6 Relazione e bilancio 2011

7 RELAZIONE E BILANCIO 2011 BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE Informazioni di carattere generale Relazione sulla gestione Risultato dell esercizio Schemi del bilancio 2011 Nota integrativa Allegati Relazione Relazione della Società di Revisione del Collegio Sindacale

8 Informazioni di carattere generale Signori Azionisti, il Consiglio di Amministrazione nominato dall Assemblea degli Azionisti in data 27 ottobre 2011 dopo la revoca del Consiglio di Amministrazione e il contestuale insediamento a far data dal 30 aprile 2011 di un Consiglio di Amministrazione temporaneo con la presente relazione intende relazionarvi in merito alla gestione dell esercizio 2011 e alle principali cause del risultato negativo conseguito. Nel contempo intende fornirvi il quadro attuale e prospettico della situazione patrimoniale ed economico-finanziaria della Vostra Società. Prima di passare alla illustrazione della gestione 2011, desideriamo da subito richiamare la Vostra attenzione sui seguenti fatti e incer tezze: che l attuale Consiglio di Amministrazione, a seguito degli approfondimenti successivamente effettuati, nel corso del 2012 ha dato seguito a una iniziativa legale promossa dal Consiglio di Amministrazione revocato senza tuttavia al momento rilevarne gli effetti sulle scritture contabili; che l esercizio 2011 è stato caratterizzato dalle modifiche statutarie volte all introduzione del cosiddetto controllo analogo; che il 28 ottobre 2011 è stato sottoscritto il nuovo Contratto di servizio ; che nell esercizio 2011 la Società si è trovata a operare in un quadro caratterizzato anche da notevoli criticità indotte dalla situazione finanziaria oramai stabilmente basata sull indebitamento bancario quale strumento per far fronte ai ritardi nei pagamenti dei corrispettivi della Regione Lazio; che è stata pubblicata la DGR del Lazio n. 564 del 28 novembre 2011 riguardante l adeguamento tariffario relativo al sistema integrato Metrebus Roma e Metrebus Lazio, adeguamento delle tariffe non integrate del servizio pubblico di traspor to su ferro gestito da Trenitalia Spa e Atac Spa e su gomma gestito da Cotral Spa e adeguamento delle tariffe interregionali; che anche nell esercizio 2011 non appare essere stata risolta l annosa questione dei contributi al settore mai stabiliti nel tempo e che ogni anno subendo tagli e/o ridimensionamenti, concorrono a determinare una grave crisi del traspor to pubblico passeggeri e l impossibilità di realizzare una seria pianificazione nel medio termine atta a consentire nel settore adeguate politiche di ammodernamento e sviluppo. Incer tezze ancora indeterminate sono individuabili anche nella disdetta data sul finire dell esercizio 2011 dalla società mandataria delle vendite dei titoli di viaggio integrati Metrebus Roma e Metrebus Lazio della Convenzione del 1997 nonché dalla Deliberazione n. 53 del 29 febbraio C O T R A L S P A

9 assunta da Roma Capitale con la quale nel prendere atto della DGR del Lazio n. 564/2011 tra le altre cose è stata assunta anche la decisione di autorizzare Atac Spa a emettere titoli di viaggio Roma Capitale, da utilizzare nel territorio di Roma Capitale sui mezzi di trasporto gestiti da Atac Spa stessa, secondo quanto disposto dalla L.R. 30/1998 e s.m.i.. In questo contesto di forte instabilità, le Regioni, gli enti locali e le aziende di traspor to pubblico hanno individuato e/o avviato, oltre che l adeguamento dei sistemi tariffari, piani di razionalizzazione e riduzione dei servizi. Le ricadute nel breve termine di tali piani sono prevedibili e, tenuto conto anche del perdurante storico disequilibrio economico-finanziario, saranno di significativa por tata anche per la Vostra Società. Salvo Vostre diverse indicazioni, al momento non a conoscenza del Vostro Consiglio di Amministrazione, l obiettivo sarà quello di impegnarsi nelle azioni di riequilibrio e nel contempo di rispondere in modo efficace alla domanda della clientela con l obiettivo di incrementarla e fidelizzarla. In termini prospettici le aspettative appaiono positive in quanto la crisi economica ha trasferito sulle società di traspor to pubblico le esigenze di mobilità dei cittadini. S I N T E S I D E L R I S U LTAT O E C O N O M I C O - F I N A N Z I A R I O Il bilancio chiuso al 31 dicembre 2011 che sottoponiamo al Vostro esame e approvazione evidenzia una Perdita pari a Euro dopo aver effettuato accantonamenti al Fondo trattamento di fine rapporto per Euro, stanziato Ammortamenti e svalutazioni di competenza dell esercizio per Euro, rilevati Proventi e oneri finanziari netti per Euro, Proventi/oneri straordinari netti per negativi Euro e stimato Imposte per Euro. L incremento registrato rispetto alla Perdita dell esercizio precedente pari a Euro consegue principalmente alla combinazione data dai ricavi sostanzialmente invariati a fronte dell incremento dei costi, principalmente quelli del carburante e i materiali di consumo nonché alle perdite e/o svalutazioni dei crediti ritenuti inesigibili. A fronte di tale risultato la Società non dispone di riserve disponibili e conseguentemente il Patrimonio netto al 31 dicembre 2001 è negativo per Euro, corrispondenti, al 5 gennaio 2012 data di ricognizione e Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

10 chiusura del precedente aumento di Capitale deliberato dall Assemblea del 30 giugno 2011, a un Patrimonio netto negativo pari a Euro. Tale situazione conferma la fattispecie prevista dall ar t del codice civile e di conseguenza, il presente bilancio viene redatto anche per i provvedimenti a tal fine previsti. La relazione che segue è stata redatta in conformità alle vigenti leggi e nel presupposto della continuità aziendale. Alla data del presente bilancio, avvalendosi della facoltà prevista dall ar t. 28 c. 2 del D.Lgs. 127/1991, non è stato redatto il bilancio consolidato stante l irrilevanza dei valori delle par tecipate Atral Scrl, STL - Società Traspor ti Laziali Scrl e Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione delle quali vengono comunque allegati i rispettivi bilanci dell esercizio Il bilancio si compone di stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa oltre che della presente relazione sulla gestione, attraverso la quale, oltre a dare la consueta sintesi del quadro economico e normativo di riferimento, vengono in par ticolare fornite le principali informazioni sull andamento della Vostra Società. Il Consiglio di Amministrazione Vi informa inoltre che l Assemblea per l approvazione del bilancio è convocata entro sei mesi dalla chiusura dell esercizio sociale. L utilizzo di tale termine, rispetto a quello ordinario di 120 giorni dalla chiusura dell esercizio sociale consentito dall ar t. 2364, c. 2, del codice civile e dall art dello Statuto sociale, si è reso necessario in conseguenza delle decisioni in merito allo stato della proposta di conferimento del ramo di azienda industriale della società Cotral Patrimonio Spa ipotizzata nelle Linee guida del piano industriale , delle decisioni in merito alle azioni operative conseguenti alle Linee guida del piano industriale e all approvazione da par te dell Assemblea del progetto di Bilancio previsionale 2012 e pluriennale previsto dall ar t. 33 del modificato Statuto sociale peraltro tutte disattese alla data di redazione del presente bilancio. Il presente bilancio è stato assoggettato a revisione contabile affidata alla Reconta Ernst & Young Spa primaria società di revisione iscritta all Albo Consob a seguito di incarico conferito, per il triennio , dall Assemblea Ordinaria del 14 luglio L ' A N D A M E N T O D E L P R E Z Z O D E L P E T R O L I O E L E A LT R E C A U S E C H E H A N N O D E T E R M I N AT O L ' I N S O R G E R E D E L L A F AT T I S P E C I E D I C U I A L L ' A R T D E L C O D I C E C I V I L E Nel corso del 2011 la voce che ha subíto il maggior incremento di prezzo è stata quella del carburante il cui controvalore si è attestato nel 2011 a complessivi 45,4 milioni di Euro contro 39,3 milioni di Euro dell esercizio precedente, parzialmente compensata dall incremento del rimborso delle accise pari nel 2011 a 2,2 milioni di Euro contro 0,7 milioni di Euro dell esercizio precedente. 10 C O T R A L S P A

11 Di seguito si riportano indicazioni sull andamento del prezzo del gasolio e le loro previsioni sui futuri andamenti tratte da fonti nazionali e internazionali. Nel corso del 2011 i prezzi del petrolio WTI (West Texas Intermediate) hanno avuto una oscillazione compresa tra gli 85 e i 110 dollari al barile. L Energy Information Administration (EIA) nel suo Outlook 2012 ha osservato che i prezzi potranno salire fino a 120 dollari a barile nel 2016 (considerando il valore del dollaro quello del 2010) quando con la ripresa dell economia globale la domanda crescerà più rapidamente delle forniture dei Paesi non aderenti all OPEC. L EIA stima che nel 2035 il prezzo medio reale si orienterà sui 145 dollari a barile. Sulla base dei dati della Unione Petrolifera, l andamento del prezzo del gasolio ha registrato nel 2011 un incremento pari a oltre il 19%, dove l incidenza della componente fiscale (accise e Iva) è passata dal 48% al 52% del prezzo al consumo. Variazioni tendenziali dei prezzi al consumo 30% 20% 10% 0% -10% -20% -30% Average annual world oil prices in three cases, (real 2010 dollars per barrel) History Fonte: Energy Information Administration - Annual Energy Outlook 2012 Early Release Overview High oil price AEO2012 Reference Low oil price Projections Benzina senza piombo Gasolio auto GPL 16% 18% 19% 12% 14% 14% 14% 9% 6% -12% -21% -18% Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

12 Gli interventi sull accise sono datati 6 aprile 2011 e 1 luglio Fondo per lo Spettacolo, 28 giugno Guerra in Libia, 1 novembre Emergenza alluvione Liguria e Toscana e infine con il cosiddetto Decreto salva Italia, mentre l Iva è passata dal 20% al 21% nel mese di settembre La media del prezzo industriale nel 2011 ha registrato un incremento del 26% rispetto all esercizio precedente passando da 0,58 Euro al litro a 0,745 Euro al litro. Secondo l Ufficio studi economici della Confesercenti, a livello europeo l Italia si colloca seconda dopo il Regno Unito sia come costo del carburante alla pompa, sia come incidenza fiscale. Prezzo alla pompa Incidenza fiscale Iva 1,800 1,600 1,400 1,200 1,000 0,800 0,600 0,400 0,200 0,000 Regno Unito Italia Svezia Irlanda Belgio Germania Repubblica Ceca Olanda Austria Francia Ue 27 Area Euro Unitamente all andamento del prezzo del carburante di cui si è data una ampia illustrazione e in modo marcato alla mancata attuazione del Piano delle azioni operative per il miglioramento della gestione caratteristica deliberate sul finire del 2010 in combinazione anche con i ritardi nell attuazione di quanto contenuto nelle Linee guida del piano industriale segnatamente all esercizio 2011, gli ulteriori principali fattori che hanno determinato l insorgere della fattispecie di cui all ar t del codice civile possono essere così sintetizzati: la sostanziale invarianza dei ricavi delle vendite dei titoli di viaggio e dei corrispettivi del Contratto di servizio; le ulteriori svalutazioni dei crediti e il mancato riconoscimento degli oneri che la Società sostiene per l accordo sindacale sottoscritto dalla Regione Lazio in data 16 dicembre 2009; l incremento delle spese di manutenzione sulla flotta dovuto alla dinamica dei prezzi dei materiali di ricambio, all invecchiamento della flotta e al tasso di sinistrosità; l incremento delle spese di manutenzione impianti; 12 C O T R A L S P A

13 l incremento delle commissioni sulle operazioni di factoring e degli interessi sull indebitamento bancario; l incremento dei premi assicurativi dovuti al tasso di sinistrosità; l incremento del fondo rischi e oneri sui contenziosi; la mancata attuazione degli accordi sottoscritti nel mese di febbraio 2011 con Cotral Patrimonio Spa con riferimento all esercizio 2010 che ha generato la rilevazione di una consistente sopravvenienza passiva. M I S S I O N E E AT T I V I TA ' La missione di Cotral Spa, prima azienda in Italia e in Europa nel settore del traspor to pubblico extraurbano, è quella di assicurare lo sviluppo sostenibile dell Azienda e del territorio su cui opera attraverso: la fornitura di un servizio pubblico di traspor to efficiente, affidabile, in grado di soddisfare le esigenze della collettività e di ridurre l utilizzo del mezzo privato e le relative emissioni; la gestione efficiente delle proprie attività in modo da minimizzare il loro impatto ambientale; l impegno costante per garantire e migliorare la salute e la sicurezza dei lavoratori; il rispetto delle leggi e delle normative cogenti applicabili. Essa fornisce 365 giorni l anno un servizio di traspor to pubblico extraurbano capillare su tutto il territorio regionale, collegando le province alle zone limitrofe e le aree collinari alla zona costiera. La Compagnia, così come ripor tato nella Carta della Mobilità Edizione 2012, persegue quotidianamente l obiettivo di offrire alla comunità un servizio professionale e soluzioni di qualità, nel rispetto dell ambiente e del territorio, al fine di garantire a tutti la possibilità di spostarsi in ambito regionale in modo confor tevole e affidabile. La Società, dedica maggiore attenzione al rispetto dei valori etici, con par ticolare riguardo agli anziani e ai diversamente abili, e quotidianamente orienta il suo impegno all implementazione di strategie mirate alla riduzione dei consumi energetici, dell impatto ambientale e dei costi sociali ed economici, grazie al tempestivo adeguamento alle normative di riferimento e a impor tanti investimenti strutturali per lo sviluppo tecnologico e la sperimentazione, con l obiettivo di trasformare l esigenza di mobilità in una responsabilità sociale. L A S T O R I A La Società, pur costituita nominalmente il 4 aprile 2000 nella forma di Società per azioni a seguito della scissione del Consorzio Cotral, ha radici antiche, risalenti agli ultimi anni del XIX secolo, con le prime esperienze di traspor to collettivo. Nei vari anni la Società ha cambiato denominazione, Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

14 assetto organizzativo e industriale, pur mantenendo invariata una propria specifica identità. La storia del traspor to pubblico a Roma e nel Lazio, infatti, ha visto avvicendarsi nel ruolo di protagonista prima la Stfer, poi la Stefer, l Acotral, il Cotral, la Li.La. Spa e infine la Cotral Spa. Nel 1899 viene costituita la Stfer (Società per le Tramvie e Ferrovie Elettriche di Roma) che realizza la prima tranvia elettrica di collegamento tra Roma e i Castelli Romani, aper ta al pubblico nel Nel 1928 l intero pacchetto azionario di Stfer viene acquistato dal Governatorato di Roma e la società diviene pubblica. Nel 1941 la Stfer cambia denominazione sociale, diventando Stefer. Nel tempo, il servizio di traspor to viene ampliato con i collegamenti ferroviari di Tivoli, Ostia Lido, Fiuggi-Frosinone e con la gestione delle autolinee dei Castelli Romani e della prima linea metropolitana di Roma (linea B), inaugurata nel Contemporaneamente numerose ditte e società private gestiscono un gran numero di collegamenti automobilistici nel resto della Regione Lazio. Il 6 novembre 1976, al termine di un processo di pubblicizzazione del traspor to pubblico nella Regione Lazio, la Stefer e le aziende di traspor to private confluiscono nella nuova Azienda Consor tile Traspor ti Laziali, Acotral, azienda pubblica su base regionale, controllata dal Consorzio Traspor ti Laziali (CTL). Nel 1980 viene aper ta al pubblico la nuova linea metropolitana (linea A) e nel 1990 viene inaugurato il prolungamento della linea B (Rebibbia). Il 24 febbraio 1993, in attuazione della Legge 142/1990 Riforma delle Autonomie Locali il CTL e l Acotral si unificano e vengono trasformati in Cotral (Consorzio Traspor ti Pubblici Lazio). Nel 1997, per adeguarsi alla trasformazione del mercato dei trasporti pubblici, avviata con il D.Lgs. 422/1997 e la L.R. 30/1998, il Consorzio Cotral è stato trasformato nel 2000 in due società per azioni: Metroferro Spa e Li.La., Linee Laziali Spa. Successivamente, l Azienda di Traspor to LI.LA. Spa ha subíto un ulteriore cambiamento, venendo denominata nel 2001: Cotral Spa Compagnia Traspor ti Laziali Società Regionale Spa. Dal 2008, per effetto del progetto di scissione deliberato all unanimità dall Assemblea degli Azionisti in data 25 ottobre 2007, nel sistema del traspor to pubblico extraurbano e in generale nel complesso sistema di traspor to pubblico regionale, coesistono due realtà distinte: Cotral Spa, per le attività di erogazione del servizio di trasporto pubblico locale e la gestione e vendita dei titoli di viaggio e Cotral Patrimonio Spa società beneficiaria della scissione proprietaria del patrimonio immobiliare e degli autobus, indispensabili e fondamentali per la gestione dei servizi di traspor to pubblico locale extraurbano svolti nella Regione Lazio unitamente alle attività di gestione e sviluppo del patrimonio stesso. In data 28 ottobre 2011, ai sensi dell art. 19 del D.Lgs. 422/1997 e s.m.i., della L.R. n. 30 del 16 luglio 1998 e s.m.i., della L.R. n. 31 del 24 dicembre 2008, della L.R. n. 31 del 24 dicembre 2009 e nel rispetto dei princípi fissati dall art. 4 del Regolamento comunitario 1370/2007 è stato sottoscritto un nuovo Contratto di servizio della durata di cinque anni rinnovabile per ulteriori cinque anni previa verifica del buon andamento della gestione da effettuarsi alla scadenza del terzo anno. 14 C O T R A L S P A

15 I F AT T I D I R I L I E V O D E L L ' E S E R C I Z I O I fatti di rilievo intervenuti nell esercizio 2011 possono essere così riepilogati. In data 11 gennaio 2011, con riferimento all Area Risorse Umane e Relazioni Industriali, è stato temporaneamente scorporato dalla suddetta Area il settore delle Relazioni Industriali, che passano alle dirette dipendenze dell Amministratore Delegato, con conseguente revoca della procura speciale a suo tempo conferita al dirigente del Settore e l impegno ad assumere a breve una più definitiva determinazione in ordine all assetto organizzativo relativo alle Relazioni Industriali. In data 11 gennaio 2011 è stata autorizzata l indizione di una procedura ristretta mediante asta elettronica, ai sensi degli artt. 77, c. 6, 82, 85 e 220 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., da aggiudicarsi con il criterio del massimo ribasso percentuale, per l affidamento della fornitura di ricambi di meccanica originali, di primo impianto o equivalenti per la manutenzione degli autobus Fiat, Iveco e Irisbus, per un fabbisogno di 12 mesi. In data 11 gennaio 2011, ai sensi dell art 221, c. 1, lettera c), del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., è stato autorizzato l affidamento della fornitura di materiali di ricambio originali, da utilizzare per la manutenzione di autobus Iveco e Irisbus, per un fabbisogno di 8 mesi a partire dall 11 gennaio 2011, unitamente alla ratifica dei pregressi ordinativi di spesa eccedenti l estensione contrattuale del 20%. In data 11 gennaio 2011 la Regione Lazio ha richiesto la convocazione dell Assemblea Cotral Spa in ordine alle modifiche statutarie da appor tare, con conseguente incarico a un consulente legale ai fini dell analisi e della valutazione dello schema di Statuto proposto. In data 20 gennaio 2011 è stato deliberato l affidamento ad interim della mission e delle responsabilità del settore Relazioni Industriali di cui alla vigente macrostruttura. In data 27 gennaio 2011, in merito ai rapporti intercompany con Cotral Patrimonio Spa, è stato approvato lo schema di contratto di usufrutto autobus da adibire al traspor to pubblico di linea. In data 1 febbraio 2011 è stato approvato il bilancio intermedio al 30 novembre 2010 ai sensi dell ar t del codice civile. In data 1 febbraio 2011 il Tribunale Civile di Roma si è pronunciato in merito al ricorso avanzato dagli stagisti verso Cotral Spa. In data 3 febbraio 2011, in conformità all art. 19 della Legge 10/1991, è stato riconfermata anche per l anno in corso la figura dell Energy manager. In data 10 febbraio 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di acconto sui corrispettivi relativi al bimestre gennaio-febbraio dell esercizio 2011, dovuti dalla Regione Lazio per il servizio prestato. In data 1 marzo 2011 la Commissione Tributaria Regionale di Roma ha chiamato in udienza la Società, a seguito dell appello proposto avverso la sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Roma concernente il rifiuto dell istanza di rimborso Irap relativa all anno In data 15 marzo 2011 è stato deliberato il valore di liquidazione delle Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

16 azioni di Cotral Spa nel caso in cui venga esercitato il diritto di recesso ex ar t ter del codice civile. In data 15 marzo 2011 è stato acquisito e recepito lo schema del nuovo Statuto di Cotral Spa proposto dalla Regione Lazio, unitamente al contenuto del parere del consulente legale, ai fini di ogni conseguente valutazione ed eventuale successiva determinazione. In data 15 marzo 2011 è stato deliberato l affidamento di incarichi legali per la costituzione nei giudizi avverso il Comune di Roma, Roma Capitale e Atac Spa in materia di rimborso dei minor introiti derivanti dal rilascio di titoli di viaggio a tariffa agevolata. In data 15 marzo 2011 sono state assunte decisioni in ordine all acquisto proporzionale delle quote di AGO - Autolinee G. Onorati Srl, socio consorziato escluso dalla STL - Società Trasporti Laziali Scrl. In data 15 marzo 2011, in riferimento ai rappor ti intercompany Cotral Spa Cotral Patrimonio Spa, è stata deliberata la modifica dello schema di contratto di usufrutto di autobus da adibire al traspor to pubblico di linea, contestualmente all attribuzione di mandato all Amministratore Delegato ai fini del perfezionamento del documento contrattuale. In data 31 marzo 2011 è stata deliberata la convocazione dell Assemblea Straordinaria in ordine allo schema del nuovo Statuto di Cotral Spa proposto dalla Regione Lazio, ai fini dell approvazione del testo. In data 14 aprile 2011 è stato approvato il bilancio 2010 della controllata Atral Scrl. In data 14 aprile 2011 è stato approvato il bilancio 2010 della controllata STL - Società Trasporti Laziali Scrl. In data 14 aprile 2010, in riferimento alla controllata Terravision Lazio - Gruppo Cotral Srl in liquidazione, è stata rimandata ogni decisione finale in merito all approvazione del bilancio In data 18 aprile 2011 l Assemblea degli Azionisti ha deliberato la convocazione di una nuova Assemblea con all Ordine del Giorno la revoca e la nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione. In data 28 aprile 2011 è stata esaminata la situazione economico-patrimoniale della Società al 31 dicembre 2010 intorno alla quale predisporre il progetto di bilancio dell esercizio In data 28 aprile 2011 hanno rassegnato le dimissioni il Vice Presidente e un Consigliere di Amministrazione. In data 29 aprile 2011 ha rassegnato le dimissioni il Presidente. In data 30 aprile 2011 l Assemblea degli Azionisti ha revocato i componenti del Consiglio di Amministrazione nominati nella seduta assembleare del 30 luglio 2009 e contestualmente nominato un nuovo Consiglio di Amministrazione per la durata di tre mesi. In data 5 maggio 2011 l Assemblea degli Azionisti previa modifica statutaria ha deliberato che il Presidente del Consiglio di Amministrazione possa assumere la carica di Amministratore Delegato. In data 24 maggio 2011, previa analisi da parte dell Amministratore Delegato delle politiche di bilancio sottostanti la situazione economico-patrimoniale della Società al 31 dicembre 2010 approvate dal precedente Consiglio di Amministrazione in data 28 aprile 2011, è stata dal nuovo Consiglio di Amministrazione aggiornata, riesaminata e approvata una nuova situazione 16 C O T R A L S P A

17 patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2010 sulla base della quale è stato predisposto il progetto di bilancio dell esercizio In data 24 maggio 2011 l Assemblea straordinaria degli Azionisti ha approvato il nuovo Statuto della Società, introducendo il controllo analogo da parte della Regione Lazio. Il nuovo Statuto prevede inoltre che la Società possa gestire anche reti e infrastrutture strategiche per la mobilità e aderire a consorzi finalizzati al miglioramento del livello e della qualità dei servizi. In data 31 maggio 2011 è stato approvato il Progetto di bilancio In data 31 maggio 2011 è stata autorizzato l affidamento della fornitura di gasolio per autotrazione a favore della stessa affidataria dal 4 giugno 2011 al 15 luglio In data 17 giugno 2011 sono state assunte iniziative nei confronti di Atac Spa per ritardato versamento della ripar tizione delle vendite dei titoli di viaggio integrati Metrebus e deliberate proposte di modifiche statutarie da sottoporre ad approvazione dell Assemblea. In data 28 giugno 2011 sono stati deliberati gli esiti di tre gare a procedura ristretta e autorizzata l indizione di una gara con procedura ristretta per la manutenzione della flotta bus. In data 28 giugno 2011 è stato deliberato un accordo transattivo finalizzato al recupero di crediti pregressi vantati nei confronti del Comune di Frosinone. In data 30 giugno 2011 l Assemblea degli Azionisti ha approvato il bilancio annuale dell esercizio In data 14 luglio 2011 è stata approvata l istituzione dell Organismo di Vigilanza. In data 14 luglio 2011 è stata autorizzata la prosecuzione della fornitura di gasolio per autotrazione a favore della stessa affidataria delle forniture di carburante a mezzo fuel card dal 1 agosto 2011 al 30 novembre In data 14 luglio 2011 è stata autorizzata la prosecuzione della fornitura di gasolio per autotrazione a favore della stessa affidataria dal 16 luglio 2011 al 15 settembre In data 14 luglio 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di acconto sui corrispettivi relativi al bimestre luglio-agosto 2011, dovuti dalla Regione Lazio per il servizio prestato. In data 22 luglio 2011 sono state esaminate le Linee guida del piano industriale In data 27 luglio 2011 è stata esaminata la problematica afferente la posizione creditoria della Società nei confronti della Regione Lazio nonché il tema della rivalutazione Istat dei corrispettivi dei contratti di servizio. In data 27 luglio 2011 è stata effettuata una presa atto delle modalità delle procedure in corso per l acquisizione dei beni e servizi. In data 4 agosto 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di saldo dei corrispettivi riferiti all esercizio In data 4 agosto 2011 è stata esaminata e approvata la richiesta della società incaricata per la revisione dei conti di adeguamento dei compensi per le maggiori attività svolte sul progetto di bilancio Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

18 In data 8 agosto 2011 l Assemblea ha esaminato le Linee guida del piano industriale In data 11 agosto 2011 sono state deliberate le prime valutazioni inerenti le Linee guida del piano industriale nonché quelle inerenti la proposta contenente il nuovo Contratto di servizio. In data 11 agosto 2011 è stata autorizzata la prosecuzione del servizio di pulizia della flotta bus per il periodo dal 1 settembre 2011 al 31 dicembre In data 23 agosto 2011 sono state esaminate alcune criticità afferenti alcune aree organizzative. In data 6 settembre 2011, nel prendere atto della posizione finanziaria netta della Società, è stato sottoscritto un atto di cessione pro solvendo sul credito maturato sulla fattura emessa a titolo di acconto sui corrispettivi relativi al bimestre settembre-ottobre 2011, dovuti dalla Regione Lazio per il servizio prestato. In data 6 settembre 2011 è stato autorizzato in via di urgenza l affidamento della fornitura del carburante per il periodo dal 16 settembre 2011 al 26 ottobre In data 6 settembre 2011 sono state assunte determinazioni in relazione all atto di citazione promosso da alcuni dei precedenti Amministratori. In data 6 settembre 2011 è stato conferito l incarico per l attuazione delle Linee guida del piano industriale nonché quello per la riconfigurazione della macrostruttura societaria. In data 6 settembre 2011 è stata autorizzata l indizione di una gara per la fornitura di pneumatici. In data 6 settembre 2011 sono stati esaminati alcuni provvedimenti disciplinari. In data 6 settembre 2011 sono state assunte determinazioni in ordine all assunzione di due risorse dirigenziali. In data 20 settembre 2011 è stata aggiudicata la gara per l affidamento della gara indetta per la fornitura di carburante nonché deliberata la nomina del Presidente dell Organismo di Vigilanza e relativi compensi spettanti ai componenti. In data 23 settembre 2011 è stato preso atto della carica di Amministratore Unico della società Cotral Patrimonio Spa attribuita all Amministratore Delegato della società disponendo che per la durata di detta carica i poteri relativi alla gestione ordinaria dell Azienda, attribuiti all Amministratore Delegato dall ar t. 26 del vigente Statuto, solo ed esclusivamente per quanto attiene ai rappor ti con la predetta società, vengano direttamente esercitati dal Consiglio di Amministrazione; In data 28 settembre 2011 si è perfezionato a mezzo scambio di corrispondenza con la Regione Lazio un Piano di rimodulazione dei termini di pagamento dei crediti insoluti afferenti i corrispettivi del Contratto di servizio In data 29 settembre 2011 è stata convocata l Assemblea per la nomina del Consiglio di Amministrazione. In data 3 ottobre 2011 sono stati esaminati i provvedimenti disciplinari nei confronti di due dirigenti. In data 3 ottobre 2011 è stato preso atto delle modalità riguardanti le procedure in corso per l acquisizione di beni e servizi. 18 C O T R A L S P A

19 In data 17 ottobre 2011 sono state assunte determinazioni in ordine alla costituzione in giudizio e relativo incarico legale avverso un ricorso promosso verso la Società e verso Cotral Patrimonio Spa. In data 17 ottobre 2011 è stata annullata in autotutela una Deliberazione afferente l aggiudicazione effettuata in via d urgenza della gara per la fornitura di carburante. In data 17 ottobre 2011 è stato deliberato l incarico per l assessment dei dipendenti inquadrati nella qualifica di dirigente e quadro. In data 26 ottobre 2011 è stata deliberata la sottoscrizione del nuovo Contratto di servizio. In data 27 ottobre 2011 l Assemblea degli Azionisti nomina il nuovo Consiglio di Amministrazione la cui durata è stata stabilita fino all approvazione del bilancio dell esercizio In data 28 ottobre 2011 è stato sottoscritto il nuovo Contratto di servizio della durata di cinque anni rinnovabile per ulteriori cinque anni previa verifica del buon andamento della gestione da effettuarsi alla scadenza del terzo anno. In data 28 ottobre 2011 la società mandataria della gestione e vendita dei titoli di viaggio integrati Metrebus ha disdettato con decorrenza dal 1 marzo 2012 la Convenzione del 29 novembre 1994 e s.m.i. In data 2 dicembre 2011 è stata deliberato il Progetto di bilancio di previsione annuale 2012 e pluriennale redatto ai sensi dell ar t. 33 dello Statuto. In data 2 dicembre 2011 è stata deliberata l assunzione a tempo determinato di una giornalista professionista per l espletamento delle attività di responsabile dell ufficio stampa, relazioni esterne, rappor ti con i media e por tavoce del Presidente della Società. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata l indizione di una procedura aper ta da aggiudicarsi con il criterio dell offer ta economicamente più vantaggiosa per l affidamento del servizio di ampliamento della capacità elaborativa del Data center. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata l adesione alle convenzioni Consip ex Legge 488/1999 ai sensi degli artt. 23 e 26 dello Statuto sociale. In data 21 dicembre 2011 è stato deliberato l affidamento in via d urgenza fino al 31 dicembre 2011 del servizio di riparazione e ripristino della carrozzeria degli autobus costituenti la flotta aziendale a favore di fornitori qualificati nella categoria merceologia di riferimento presenti nell elenco fornitori della Società. In data 21 dicembre 2011 è stato deliberato l affidamento in via d urgenza fino al 31 dicembre 2011 del servizio di manutenzione degli autobus costituenti la flotta aziendale a favore di fornitori qualificati nella categoria merceologia di riferimento presenti nell elenco fornitori della Società. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata l estinzione dei rappor ti di conto corrente con operatività assente o limitata. In data 21 dicembre 2011 è stata deliberata la nomina di un componente dell Organismo di Vigilanza. In data 21 dicembre 2011 è stata determinata la costituzione della Commissione prevista dall ar t. 21 del nuovo Contratto di ser vizio finalizzata all individuazione dei ser vizi da affidare mediante procedura a evidenza pubblica ai sensi dell ar t. 4 bis del D.L. 78/2009 e s.m.i. Relazione Risultato Schemi del bilancio Nota Allegati Relazione della Società Relazione del Collegio Informazioni BILANCI DELLE SOCIETA CONTROLLATE di carattere generale sulla gestione dell esercizio 2011 integrativa di Revisione Sindacale RELAZIONE E BILANCIO 2011 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O

20 In data 29 dicembre 2011 è stata deliberata la proroga dell affidamento del servizio di pulizia degli autobus, delle sedi, dei depositi e degli impianti al 30 giugno In data 29 dicembre 2011 è stata deliberata l indizione di una procedura aper ta da aggiudicarsi con il criterio dell offer ta economicamente più vantaggiosa per l affidamento del servizio di pulizia degli autobus, delle sedi, dei depositi e degli impianti. Riguardo al contenzioso tributario, incardinato con l Amministrazione Finanziaria al fine di ottenere il rimborso dell imposta regionale sulle attività produttive (Irap) per gli anni 1999 e 2000 versata in relazione ai contributi percepiti a coper tura dei disavanzi di gestione, la Società nel corso dell anno 2011, come già rappresentato nella relazione sulla gestione 2010, sulla scor ta degli esiti della sentenza sfavorevole (CTR di Roma 117/31/11 del 17 maggio 2011) nonché del recente orientamento pro fisco assunto dalla Corte di Cassazione ha deliberato, in linea con le altre aziende di traspor to, di rinunciare alla prosecuzione dei contenziosi tributari incardinati onde evitare anche la condanna alle spese di giudizio. Quanto alle deduzioni dalla base imponibile Irap dei costi afferenti il personale dipendente a tempo indeterminato, previste dal cosiddetto Cuneo fiscale, in considerazione delle operazioni di verifica fiscale da par te della DRE dell Agenzia delle Entrate inter venute per gli anni e in ottemperanza alle decisioni assunte dal Consiglio di Amministrazione con Delibera n. 31 del 17 maggio 2010, la Società ha provveduto alla presentazione dell istanza, con le modalità previste dall ar t. 38 del DPR 602/1973, per l ottenimento del rimborso dell Irap per l anno 2009 conseguente l applicazione dei benefíci fiscali su esposti. In materia di Tassa sulla concessione governativa periodica per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre, la Società, a seguito della notifica degli atti di accer tamento, con i quali venivano contestati i mancati pagamenti della tassa in questione in relazione ad alcune fatture del gestore Tim emesse per i periodi d imposta 2007, 2008 e 2009, ha provveduto alla presentazione all Amministrazione Finanziaria delle istanze di annullamento in autotutela in considerazione dell avvenuto pagamento di tutte le fatture contestate e, conseguentemente, della relativa Tassa di concessione governativa. Non avendo l Ufficio provveduto al tempestivo annullamento degli atti di accer tamento, viziati per i motivi di cui sopra e, approssimandosi la scadenza dei termini per l impugnazione, la Società è stata costretta a proporre ricorso innanzi alla competente Commissione tributaria provinciale di Roma. In ragione delle motivazioni che sottendono gli avvisi impugnati e, in par ticolare, in considerazione dell avvenuto pagamento di tutte le fatture contestate nonché della relativa Tassa di concessione governativa, ferma restando la normale alea processuale normalmente insita in ogni giudizio, si ritiene che sussistano buone probabilità per l accoglimento delle ragioni della Società e, pertanto, si stima l esito del contenzioso come favorevole alla stessa. Sempre in tema di Tassa sulla concessione governativa per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre, a seguito delle recenti sentenze emesse dalle Commissioni Tributarie Provinciali (Vicenza, Perugia), che hanno dichiarato nulli gli accer tamenti fiscali 20 C O T R A L S P A

Relazione e bilancio 2012

Relazione e bilancio 2012 Relazione e bilancio 2012 Organi sociali e Società di Revisione C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E Nominato a seguito dell Assemblea degli Azionisti del 27 ottobre 2011 fino all approvazione

Dettagli

R E L A Z I O N E E B I L A N C I O 2 0 1 3

R E L A Z I O N E E B I L A N C I O 2 0 1 3 R E L A Z I O N E E B I L A N C I O 2 0 1 3 Organi sociali e Società di Revisione C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E Nominato a seguito dell Assemblea degli Azionisti del 27 ottobre 2011

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente:

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente: SINTESI SOCIETA DI INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI S.p.A. Sede in Milano, Via Carlo Porta n. 1 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 721.060,67 Registro delle Imprese di Milano n. 00849720156 Sito

Dettagli

Piano Programma delle attività per l anno 2015 con Bilancio economico di previsione anno 2015

Piano Programma delle attività per l anno 2015 con Bilancio economico di previsione anno 2015 Piano Programma delle attività per l anno 2015 con Bilancio economico di previsione anno 2015 Con la legge regionale 27 dicembre 2010 n. 21 Modifiche alla legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26 (Disciplina

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNITA MONTANA ESINO-FRASASSI Provincia di Ancona PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Rag.Floriano Flori Parere dell

Dettagli

OMNIBUS PARTECIPAZIONI S.R.L.

OMNIBUS PARTECIPAZIONI S.R.L. OMNIBUS PARTECIPAZIONI S.R.L. 1 Stazione di Erba - Anni 30 2 3 Omnibus Partecipazioni S.r.l. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Presidente Massimo Stoppini Consiglieri Ambrogio Benaglio Luigi Carlo Filippini

Dettagli

R E L A Z I O N E E B I L A N C I O - 2 0 1 4 -

R E L A Z I O N E E B I L A N C I O - 2 0 1 4 - R E L A Z I O N E E B I L A N C I O - 2 0 1 4-15 ESERCIZIO CO.TRA.L. Spa Compagnia Trasporti Laziali Società per Azioni a Socio Unico Regione Lazio Capitale Sociale: 11.043.222,30 i.v. Sede Legale: Via

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 14 aprile 2011

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 14 aprile 2011 CIRCOLARE N. 15/E Roma, 14 aprile 2011 Direzione Centrale Normativa Oggetto: Articolo 42, decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122 Reti di imprese

Dettagli

Socio unico Regione Campania

Socio unico Regione Campania S A U I E S.r.l. Socio unico Regione Campania Via S. Teresa degli Scalzi n. 36 80135 Napoli C.F. e Registro Imprese Napoli n. 80133090581 R. E. A. Napoli n. 463277 Capitale sociale 10.320,00 interamente

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione XIV legislatura Disegno di legge A.S. n. 3223-A Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005) L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014 SARDEGNA IT SRL Registro Imprese 03074520929 Rea 244574 Società unipersonale Sede in VIA DEI GIORNALISTI, N. 6-09122 CAGLIARI (CA) Capitale sociale Euro 100.000,00 i.v. Relazione concernente l andamento

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

Distribuzione di gas naturale

Distribuzione di gas naturale Distribuzione di gas naturale 50 Snam Relazione Finanziaria Annuale 2011 / Distribuzione di gas naturale Principali indicatori di performance (milioni di ) 2009 (*) 2010 2011 Var.ass. Var.% Ricavi della

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2008 E IL PROGETTO DI BILANCIO DI MONTEFIBRE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2008 E IL PROGETTO DI BILANCIO DI MONTEFIBRE Montefibre SpA Via Marco d Aviano, 2 20131 Milano Tel. +39 02 28008.1 Contatti societari: Ufficio titoli Tel. +39 02 28008.1 E-mail titoli@mef.it Sito Internet www.montefibre.it IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

Organi sociali e Società di Revisione

Organi sociali e Società di Revisione Relazioni e bilancio annuale e consolidato 2008 Organi sociali e Società di Revisione C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E In regime di proroga dal 31 luglio 2008 1 Presidente Franco Cervi

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia Oggetto: Parere del Responsabile dell Area Economico-Finanziaria ai sensi dell art. 153 del D.Lgs 267/2000. Bilancio di previsione anno 2014. Bilancio Pluriennale 2014/2016. Il sottoscritto Stefano Baldoni,

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento di contabilità, adottato in applicazione dell art. 71 terdecies della Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40

Dettagli

Assemblea straordinaria degli Azionisti. 1 convocazione: 8 maggio 2012 ore 15.30 2 convocazione: 9 maggio 2012 ore 15.30

Assemblea straordinaria degli Azionisti. 1 convocazione: 8 maggio 2012 ore 15.30 2 convocazione: 9 maggio 2012 ore 15.30 KME Group S.p.A. Assemblea straordinaria degli Azionisti 1 convocazione: 8 maggio 2012 ore 15.30 2 convocazione: 9 maggio 2012 ore 15.30 Punto 1 ordine del giorno Proposta di autorizzazione all acquisto

Dettagli

Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione dell articolo 109, comma 9, lettera b), del Tuir, è stato esposto il seguente

Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione dell articolo 109, comma 9, lettera b), del Tuir, è stato esposto il seguente RISOLUZIONE N. 192/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpello. Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Disciplina fiscale applicabile al contratto di associazione in partecipazione

Dettagli

CRESUD S.P.A. Sede: Milano P.le Principessa Clotilde, 6. Capitale Sociale: EURO 1.450.000. i.v. Registro delle Imprese C.C.I.A.A.

CRESUD S.P.A. Sede: Milano P.le Principessa Clotilde, 6. Capitale Sociale: EURO 1.450.000. i.v. Registro delle Imprese C.C.I.A.A. CRESUD S.P.A. Sede: Milano P.le Principessa Clotilde, 6 Capitale Sociale: EURO 1.450.000. i.v. Registro delle Imprese C.C.I.A.A. Milano REA n. 1693279 Codice fiscale e partita Iva: 03508790171 NOTA INTEGRATIVA

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE PREVIGEN ASSISTENZA CASSA DI ASSISTENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2011 PreviGen Assistenza 31021 Mogliano Veneto (TV), Via Marocchesa

Dettagli

ATO SR 1 S.P.A.IN LIQUIDAZIONE

ATO SR 1 S.P.A.IN LIQUIDAZIONE Sede in SIRACUSA - VIA ADDA, 33 Capitale Sociale versato Euro 100.001,00 Iscritta alla C.C.I.A.A. di SIRACUSA Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 01415800893 Partita IVA: 01415800893 - N. Rea:

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2012-846 del 13/12/2012 Oggetto Convenzione INTERCENT-ER per la

Dettagli

GABETTI PROPERTY SOLUTIONS S.P.A. Sede legale in Milano, Via Bernardo Quaranta 40. Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 19.038.

GABETTI PROPERTY SOLUTIONS S.P.A. Sede legale in Milano, Via Bernardo Quaranta 40. Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 19.038. GABETTI PROPERTY SOLUTIONS S.P.A. Sede legale in Milano, Via Bernardo Quaranta 40 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 19.038.301,11 Codice fiscale e Iscrizione al registro delle imprese di Milano

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini

Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini Scali Olandesi n. 18 57125 LIVORNO Rag. Marco Migli - Commercialista Tel. 0586-891762 Rag. Michele Cinini - Commercialista Fax 0586-882512 Rag.

Dettagli

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE Riquadro PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA Sulla base delle informazioni disponibili al 23 agosto 2013, gli esperti della hanno elaborato le proiezioni relative

Dettagli

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE

PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA BCE Riquadro PROIEZIONI MACROECONOMICHE PER L AREA DELL EURO FORMULATE DAGLI ESPERTI DELLA Sulla base delle informazioni disponibili al 22 febbraio 2013, gli esperti della hanno elaborato le proiezioni relative

Dettagli

Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio

Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio 4. 1. Attività istituzionale Definizione. L Attività istituzionale è lo scopo per il quale l associazione si è costituita, uno scopo che non può essere di natura

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 Montefibre SpA Via Marco d Aviano, 2 20131 Milano Tel. +39 02 28008.1 Contatti societari: Ufficio titoli Tel. +39 02 28008.1 E-mail titoli@mef.it Sito Internet www.montefibre.it IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Il candidato illustri il processo di liquidazione delle società di capitali soffermandosi sugli adempimenti civilistici, contabili e fiscali antecedenti

Dettagli

Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007

Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007 Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007 Sommario i Ricavi del semestre sono pari a 101,5 milioni, in diminuzione del 6,9% rispetto a 109 milioni consuntivati

Dettagli

Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE

Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Convegno OIC 6: Ristrutturazione del debito e informativa di bilancio Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE Dott. Luca Magnano San Lio Senior

Dettagli

INDICE ARTICOLO 1. Istituzione del sistema di qualificazione - classifiche. ARTICOLO 2 Requisiti per le iscrizioni

INDICE ARTICOLO 1. Istituzione del sistema di qualificazione - classifiche. ARTICOLO 2 Requisiti per le iscrizioni Decreto del Presidente della Repubblica Regolamento recante istituzione del sistema di qualificazione per i contraenti generali delle opere strategiche e di preminente interesse nazionale, ai sensi dell

Dettagli

C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E I N C A R I C A D A L

C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E I N C A R I C A D A L Bilancio di esercizio e bilancio consolidato al 31 dicembre 2007 Cariche sociali della Co.tra.l. SpA C O N S I G L I O D I A M M I N I S T R A Z I O N E I N C A R I C A D A L 5 L U G L I O 2 0 0 5 F I

Dettagli

L anno 2016, il giorno quattordici del mese di marzo, il dott. Matteo Minchillo, Direttore Generale di Pugliapromozione:

L anno 2016, il giorno quattordici del mese di marzo, il dott. Matteo Minchillo, Direttore Generale di Pugliapromozione: Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 33 del 24-3-2016 15477 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE PUGLIAPROMOZIONE 14 marzo 2016, n. 61 Procedura negoziata telematica ai sensi dell art. 125 commi

Dettagli

STATUTO Art. 1 Art. 2 Art. 3

STATUTO Art. 1 Art. 2 Art. 3 STATUTO Art. 1 La società per azioni denominata Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale S.p.A. (in forma abbreviata BdM - MCC S.p.A. ) è regolata dal presente Statuto. La Società può utilizzare anche

Dettagli

CIRCOLARE n. 8/T del 24 settembre 2002

CIRCOLARE n. 8/T del 24 settembre 2002 CIRCOLARE n. 8/T del 24 settembre 2002 ART. 15 DEL D.P.R. 29 SETTEMBRE 1973, N. 601. FATTISPECIE NEGOZIALI CONTENENTI CLAUSOLE CHE INFLUISCONO SULLA DURATA DELL OPERAZIONE DI FINANZIAMENTO. PROBLEMATICHE

Dettagli

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro 1 CAPITALE E PATRIMONIO 1.1 Il capitale sociale: nozione e caratteri 1.2 Funzione del capitale sociale 1.3 Capitale e patrimonio: classificazioni 1.4 Il nuovo concetto di capitale alla luce delle esperienze

Dettagli

FONDO PENSIONE DEL PERSONALE DOCENTE, TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Sede: Corso Umberto I Napoli 80138

FONDO PENSIONE DEL PERSONALE DOCENTE, TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Sede: Corso Umberto I Napoli 80138 FONDO PENSIONE DEL PERSONALE DOCENTE, TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Sede: Corso Umberto I Napoli 80138 Codice fiscale 95007180631 Iscritto al n. 1423 dell

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO DIPARTIMENTO DI PRESIDENZA E SEGRETERIA GENERALE Servizio Partecipazioni Societarie AVVISO DI SELEZIONE

PROVINCIA DI BERGAMO DIPARTIMENTO DI PRESIDENZA E SEGRETERIA GENERALE Servizio Partecipazioni Societarie AVVISO DI SELEZIONE PROVINCIA DI BERGAMO DIPARTIMENTO DI PRESIDENZA E SEGRETERIA GENERALE Servizio Partecipazioni Societarie AVVISO DI SELEZIONE Per il conferimento di un incarico professionale finalizzato all'acquisizione

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO

SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO DIREZIONE SERVIZI TECNICI PER L EDILIZIA PUBBLICA SERVIZIO EDILIZIA ABITATIVA PUBBLICA E PER IL SOCIALE MANUTENZIONE ORDINARIA IMMOBILI DEL PATRIMONIO COMUNALE RESIDENZIALE ANNO 2016 PROGETTO D APPALTO

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL FINANZIAMENTO DEI SERVIZI MINIMI E DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE TRASPORTO PUBBLICO LOCALE PER IL TRIENNIO 2007/2009 TRA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL FINANZIAMENTO DEI SERVIZI MINIMI E DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE TRASPORTO PUBBLICO LOCALE PER IL TRIENNIO 2007/2009 TRA ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL FINANZIAMENTO DEI SERVIZI MINIMI E DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE TRASPORTO PUBBLICO LOCALE PER IL TRIENNIO 2007/2009 TRA La Provincia di Torino, di seguito denominata Provincia,

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Capitolo Secondo I bilanci delle Camere di commercio

Capitolo Secondo I bilanci delle Camere di commercio Capitolo Secondo I bilanci delle Camere di commercio Sommario: 1. Principi generali. - 2. Programmazione e preventivo economico. - 3. La gestione del bilancio. - 4. Il bilancio di esercizio. 1. Principi

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI _MOLINO DEI TORTI Provincia di _Alessandria PARERE DEL REVISORE DEI CONTI SULLA PROPOSTA DI: riapprovazione BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI Espresso il _07/07/2014 Richiesta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA **********

COMUNICATO STAMPA ********** COMUNICATO STAMPA Il consiglio di Amministrazione di Dmail Group Spa approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 Settembre 2014 ********** Milano, 13 Novembre 2014 Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

BILANCIO INTERINALE AL 25 GENNAIO

BILANCIO INTERINALE AL 25 GENNAIO QUATTROTRETRE SpA Sede legale: Foro Buonaparte, 44 20121 MILANO Capitale sociale: Euro 5.000.000 i.v. Registro Imprese Milano n. 07642730969 Cod. Fisc. e P. IVA 07642730969 BILANCIO INTERINALE AL 25 GENNAIO

Dettagli

Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2014

Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2014 Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2014 Ricavi a 187,9 milioni di euro (176,2 milioni di euro nel 2013) Margine operativo lordo a 5,2 milioni di euro (9,1

Dettagli

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 82 DEL PROTOCOLLO DELLE DELIBERAZIONI OGGETTO: ISTITUZIONE REGISTRO UNICO FATTURE DIRETTIVE IN MATERIA DEI TEMPI

Dettagli

Relazione trimestrale sulla gestione al 31 marzo 2007

Relazione trimestrale sulla gestione al 31 marzo 2007 Relazione trimestrale sulla gestione al 31 marzo 2007 Bologna, 15 maggio 2007 Monrif S.p.A Sede in Bologna - Via Enrico Mattei n. 106 Capitale sociale 78.000.000 interamente versato Registro Imprese di

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Luglio 2013

Osservatorio Enti Locali Luglio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Luglio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano Regolamento generale delle entrate comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 8 del 25.01.1999 Modificato con deliberazioni del Consiglio Comunale

Dettagli

Statuto dell Azienda Speciale PromoFirenze

Statuto dell Azienda Speciale PromoFirenze Statuto dell Azienda Speciale PromoFirenze ART. 1 Denominazione E' costituita, ai sensi dell art. 2, comma 5, Legge 29 dicembre 1993, n. 580 PromoFirenze Azienda speciale della Camera di Commercio Industria

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016 BILANCIO DI PREVIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016 Elementi obbligatori che costituiscono il contenuto minimo del parere redatto dall organo di revisione economico-finanziaria ai sensi dell articolo 43

Dettagli

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58

RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI DE LONGHI S.P.A. AI SENSI DELL ART. 125-TER D. LGS. 24 FEBBRAIO 1998 N. 58 CAPITALE SOCIALE EURO 448.500.000 I.V. SEDE SOCIALE IN TREVISO VIA LODOVICO SEITZ N. 47 CODICE FISCALE E NUMERO DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI TREVISO 11570840154 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 giugno 2006 Oggetto: Fondi comuni di investimento immobiliare. Modificazioni al regime tributario dei partecipanti. Articolo 1, comma

Dettagli

Capitolo 7 - Le risorse da destinare all'esercizio e agli investimenti

Capitolo 7 - Le risorse da destinare all'esercizio e agli investimenti Capitolo 7 - Le risorse da destinare all'esercizio e agli investimenti 7.1 Il rapporto ricavi/costi programmato Come già ricordato, ai sensi dell'art.19 comma 5 del D.lgs. n.422 del 19 novembre 1997, recepito

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo Pensione aperto Zurich Contribution è stato, come noto, istituito dal Consiglio di Amministrazione di Minerva Vita S.p.A. (oggi Zurich

Dettagli

STATUTO DELLA SOCIETÁ ITALIANA PER IL GAS PER AZIONI DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE DURATA DELLA SOCIETÁ CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO

STATUTO DELLA SOCIETÁ ITALIANA PER IL GAS PER AZIONI DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE DURATA DELLA SOCIETÁ CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO STATUTO DELLA SOCIETÁ ITALIANA PER IL GAS PER AZIONI DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE DURATA DELLA SOCIETÁ CAPITALE OBBLIGAZIONI E ALTRI TITOLI DI DEBITO Articolo 1 La Società Italiana per il Gas per Azioni,

Dettagli

Relazione sulla gestione e rendiconto dell esercizio 2011

Relazione sulla gestione e rendiconto dell esercizio 2011 FONDO PENSIONE DEL PERSONALE DOCENTE, TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Sede: Corso Umberto I Napoli 80138 Codice fiscale 95007180631 Iscritto al n. 1423 dell

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A.

COMUNICATO STAMPA. Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A. COMUNICATO STAMPA Ai sensi della delibera Consob 11971/99 e successive modificazioni e integrazioni GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO S.P.A. Il Consiglio di Amministrazione esamina i risultati al 31 dicembre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti:

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti: Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA ACCISE E CONSUMI SUI CARBURANTI. ULTERIORI AUMENTI SAREBBERO FORTEMENTE NEGATIVI PER L ECONOMIA ED IL GETTITO FISCALE STUDIO CONFESERCENTI: AD UN AUMENTO DEL 54% DEL PRELIEVO

Dettagli

SERVIZIO BILANCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO BILANCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO BILANCIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 724 DEL 27/10/2015 OGGETTO AGGIUDICAZIONE DEL "SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE UTILIZZO DI BUONI PASTO ELETTRONICI, PER I DIPENDENTI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Deliberazione n. 142

Deliberazione n. 142 Protocollo RC n. 9046/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 14 MAGGIO 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di mercoledì quattordici del mese di maggio, alle

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RIVISTE PREVISIONI PER IL 2009 E APPROVATO PIANO INDUSTRIALE 2010/2015

COMUNICATO STAMPA RIVISTE PREVISIONI PER IL 2009 E APPROVATO PIANO INDUSTRIALE 2010/2015 COMUNICATO STAMPA RIVISTE PREVISIONI PER IL 2009 E APPROVATO PIANO INDUSTRIALE 2010/2015 IMPEGNI DELLA CONTROLLANTE MERIDIANA PER GARANTIRE LA CONTINUITA AZIENDALE ALLO STUDIO L INTEGRAZIONE CON LE ATTIVITA

Dettagli

Milano Roma. News fiscali e societarie

Milano Roma. News fiscali e societarie Milano Roma News fiscali e societarie Luglio 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI La Manovra correttiva 2011 Il Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98, la c.d. Manovra correttiva, da convertire in legge

Dettagli

Cassa depositi e prestiti società per azioni

Cassa depositi e prestiti società per azioni Direzione Finanziamenti Pubblici Roma, 22 luglio 2008 Cassa depositi e prestiti società per azioni CIRCOLARE N. 1273 Oggetto: Revisione delle condizioni generali per l accesso al credito della gestione

Dettagli

TEA68TFI. materiali didattici per la seconda prova scritta delle discipline economico-aziendali COMPETENZE

TEA68TFI. materiali didattici per la seconda prova scritta delle discipline economico-aziendali COMPETENZE TEA68TFI materiali didattici per la seconda prova scritta delle discipline economico-aziendali COMPETENZE Istituti Tecnici - Settore Economico Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing TEMA DI ECONOMIA

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione.

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione. TEMA N. 3 L istituto della revisione legale dei conti (TRACCIA ASSEGNATA ALL UNIVERISTÀ DI VERONA - I SESSIONE 2010) SCHEMA DI SVOLGIMENTO Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone.

Dettagli

SEGNALAZIONE DELL AGENZIA SULLA GESTIONE OPERATIVA DEL SERVIZIO CAR SHARING E SULL ADEGUAMENTO DELLE TARIFFE (SG 02-2011)

SEGNALAZIONE DELL AGENZIA SULLA GESTIONE OPERATIVA DEL SERVIZIO CAR SHARING E SULL ADEGUAMENTO DELLE TARIFFE (SG 02-2011) SEGNALAZIONE DELL AGENZIA SULLA GESTIONE OPERATIVA DEL SERVIZIO CAR SHARING E SULL ADEGUAMENTO DELLE TARIFFE (SG 02-2011) Marzo 2011 1 SG 02/2011 Segnalazione dell Agenzia sulla gestione operativa del

Dettagli

La Relazione dell Assessore al Bilancio Alessandra Sartore

La Relazione dell Assessore al Bilancio Alessandra Sartore La Relazione dell Assessore al Bilancio Alessandra Sartore Gentile Presidente e gentili Assessori, sottoponiamo all esame del Consiglio regionale i documenti di Bilancio per l anno 2015 e il triennio 2015-2017,

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Allegato PR PROVINCIA DI SAVONA BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Dott.ssa Patrizia Gozzi A cura del Servizio Bilancio e Programmazione Finanziaria Il Dirigente

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 2430 Trieste 04/08/2014 Proposta nr. 1730 del 04/08/2014 Oggetto: Legge regionale 26 ottobre 2006 n. 20. Progetto di promozione

Dettagli

Ires 54.009 48.743 5.266. Irap 14.050 20.462 (6.412) Imposta sostitutiva 272 272 - Totale 68.331 69.477 (1.146)

Ires 54.009 48.743 5.266. Irap 14.050 20.462 (6.412) Imposta sostitutiva 272 272 - Totale 68.331 69.477 (1.146) 13 Imposte dell esercizio La composizione della voce per natura è la seguente: 1 semestre 2015 1 semestre 2014 Variazioni Ires 54.009 48.743 5.266 Irap 14.050 20.462 (6.412) Imposta sostitutiva 272 272

Dettagli

il Comune di Firenze (di seguito denominato Ente ) con sede in... - Codice fiscale..., rappresentata dal

il Comune di Firenze (di seguito denominato Ente ) con sede in... - Codice fiscale..., rappresentata dal CONVENZIONE-TIPO PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI FIRENZE ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI AUTORIZZATI. Con

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA Unipol Gruppo Finanziario Relazioni degli Amministratori sulle proposte di deliberazione all Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 18 giugno 2015 ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA 1. Bilancio d esercizio

Dettagli

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLE COMMISSIONI I E III NELLA SEDUTA DEL 29 OTTOBRE 2014

TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLE COMMISSIONI I E III NELLA SEDUTA DEL 29 OTTOBRE 2014 TESTO ESAMINATO ED APPROVATO, ALL UNANIMITA, DALLE COMMISSIONI I E III NELLA SEDUTA DEL 29 OTTOBRE 2014 D.D.L. n. 367: Disciplina delle Aziende pubbliche di servizi alla persona e fondazioni derivanti

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011 CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 6 luglio 2011 OGGETTO: Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell autotrasporto di cose per conto di terzi - Applicazione

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO I.R.P.E.T. Istituto Regionale per la Programmazione Economica della Toscana BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015 2 INDICE Conto economico preventivo annuale Proiezione triennale del Conto economico preventivo

Dettagli

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance INDICE Esame di Stato dei Revisori legali e Registro revisori legali Direttiva n. 2014/56/UE Modifica direttiva 2006/43/CE Enti di interesse pubblico regolamento UE n. 537/2014 Formazione continua del

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE CONTRATTI E PERSONALE

COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE CONTRATTI E PERSONALE COMUNE DI CUNEO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE CONTRATTI E PERSONALE N. Proposta 319 del 17/03/2014 OGGETTO: RICORSO CONSIGLIO DI STATO PROMOSSO DALLA REGIONE PIEMONTE AVVERSO ORDINANZA DEL TAR

Dettagli

COPIA DELIBERAZIONE N. 4-2015 COMUNE DI LONGANO PROVINCIA DI ISERNIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

COPIA DELIBERAZIONE N. 4-2015 COMUNE DI LONGANO PROVINCIA DI ISERNIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE COPIA DELIBERAZIONE N. 4-2015 pubblicato all Albo Pretorio on line lì 20.1.2015 n. ro Registro COMUNE DI LONGANO PROVINCIA DI ISERNIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Cartella di pagamento Equitalia

Dettagli

TITOLO: Quesiti posti dalla stampa specializzata - Chiarimenti interpretativi Circolare dell Agenzia delle Entrate del 15 febbraio 2013, n. 1/E.

TITOLO: Quesiti posti dalla stampa specializzata - Chiarimenti interpretativi Circolare dell Agenzia delle Entrate del 15 febbraio 2013, n. 1/E. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2013 Circ. n. 12 22.02.2013-12/FS/om TITOLO: Quesiti posti dalla stampa specializzata - Chiarimenti interpretativi Circolare dell Agenzia delle Entrate del 15 febbraio

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA. DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro dell economia e delle finanze (SINISCALCO)

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA. DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro dell economia e delle finanze (SINISCALCO) SENATO DELLA REPUBBLICA N. 3223-B XIV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro dell economia e delle finanze (SINISCALCO) (V. Stampato Camera n. 5310-bis) approvato dalla Camera dei deputati

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli