SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA"

Transcript

1 REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA Responsabile di settore: PIANEA ELENA Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa e contabile ai sensi della D.G.R. n. 548/2012 Numero interno di proposta: 2016AD006635

2 IL DIRIGENTE Vista la L.R. 25 febbraio 2010, n. 21 ( Testo unico delle disposizioni in materia di beni, istituti e attività culturali ) e ss.mm.ii.; Vista la delibera del Consiglio Regionale n. 55 del 11/07/2012 con la quale si approva il Piano della cultura di cui all articolo 4 della legge regionale 25 febbraio 2010, n.21, in particolare il progetto regionale Arte Contemporanea di cui al paragrafo dell'allegato A della delibera medesima; Vista la delibera di Giunta Regionale n. 287 del 11/04/2016 che approva il progetto regionale Arte Contemporanea, dove tra gli interventi attuativi per l anno 2016 è prevista la realizzazione del progetto Toscanaincontemporanea2016 da attuarsi attraverso la pubblicazione di un Bando pubblico per l ideazione, progettazione e realizzazione del progetto stesso, quale strumento volto ad arricchire e qualificare il pluralismo dell offerta culturale sul territorio regionale, favorendo l emergere di proposte progettuali innovative e di alto livello qualitativo; Visto e richiamato il proprio decreto n.1854 del 13/04/2016 che, in attuazione a quanto previsto dalla sopra citata DGR n. 287 del 11/04/2016 definisce, attraverso la predisposizione, approvazione e pubblicazione di un bando pubblico denominato TOSCANAINCONTEMPORANEA2016, le modalità di presentazione delle domande, i criteri di valutazione e selezione, le procedure per la concessione ed erogazione del contributo e la documentazione da allegare alla domanda di contributo; Dato atto che la Commissione di Valutazione di cui al decreto sopra citato ha svolto attività istruttoria e di valutazione delle proposte progettuali ammissibili presentate da soggetti pubblici e privati senza scopo di lucro; Visto il verbale delle sedute e le schede di valutazione firmate dalla commissione, agli atti del Settore Patrimonio culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria, documentazione dalla quale risulta che: - le domande pervenute al Settore Patrimonio culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria della Regione Toscana sono state complessivamente n. 47, come risulta dall allegato A al presente atto per farne parte integrante e sostanziale, delle quali n. 4 sono state considerate non ammissibili in base ai criteri stabiliti dall Art. 9 del Bando e n. 43 ammissibili e quindi valutate; - la valutazione è stata effettuata sulla base delle caratteristiche dei progetti ammissibili, art. 3 del Bando, nonché dei criteri e relativa ripartizione dei punteggi, così come indicato all'art. 10 del Bando, sia per la Linea di Azione 1 che per la Linea di Azione 2; Dato atto che la Commissione ha proceduto, a seguito della valutazione qualitativa effettuata secondo i criteri del bando di cui sopra, alla quantificazione del contributo: - Per la Linea di Azione 1), individuando due macro fasce; la prima afferente ai progetti di alta qualità che hanno ottenuto un punteggio compreso fra punti e per i quali il contributo regionale assegnato è superiore al 51% del contributo richiesto, la seconda afferente ai progetti di qualità media che hanno ottenuto un punteggio compreso fra punti e per i quali il contributo regionale assegnato è pari o inferiore al 50% del contributo richiesto

3 - Per la Linea di Azione 2), tenendo conto complessivamente della evidente difformità e disparità dei progetti presentati a valere su questa linea del bando specificamente rivolta a progetti di rete con l'obiettivo di attivare e consolidare sistemi territoriali dal punto di vista culturale, produttivo e turistico; Considerato di poter procedere all assegnazione dei contributi ai progetti che hanno ottenuto un punteggio superiore a 60/100 (da 61 punti a 100 punti), così come previsto all art. 10 del Bando Pubblico; Dato atto che l esito complessivo delle valutazioni dei progetti ritenuti ammissibili ha dato origine a due graduatorie distinte relativamente alle due Linee di Azione, così come individuate all'art. 10) del Bando, di cui agli allegati B e C parti integranti e sostanziali del presente atto, in cui sono riportati per ciascun soggetto finanziato il totale del punteggio ottenuto e il relativo contributo assegnato; Dato atto di procedere all'assegnazione di contributi ai soggetti elencati nelle graduatorie di cui sopra; Considerato che nel caso in cui il contributo regionale concesso sia inferiore a quanto richiesto dal soggetto beneficiario proponente, lo stesso potrà rimodulare sia il piano finanziario che le azioni progettuali, garantendo comunque le caratteristiche e le modalità di realizzazione della proposta progettuale, inviando apposita istanza in merito al Settore Patrimonio culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria, entro e non oltre 10 (dieci) giorni dalla data di pubblicazione sul BURT del presente decreto dirigenziale che approva le graduatorie; non sono ammesse rimodulazioni sia a livello progettuale che finanziario successive al termine sopra indicato; l'istanza di rimodulazione dovrà essere approvata dal settore regionale competente, con apposita comunicazione al soggetto interessato; Preso atto che i progetti finanziati dovranno concludersi entro e non oltre il 31/12/2016. Ritenuto quindi di impegnare la somma complessiva di euro ,00 in favore dei soggetti beneficiari i cui dati identificativi sono riportati nell'allegato D, parte integrante e sostanziale del presente atto, secondo le modalità sotto descritte: euro ,00 sul capitolo del bilancio gestionale 2016 che presenta la necessaria disponibilità, a valere sulla prenotazione specifica n assunta con decreto dirigenziale n.1854 del 13/04/2016, euro ,00 sul capitolo del bilancio gestionale 2016 che presenta la necessaria disponibilità, dando atto che è in corso di predisposizione apposita variazione di bilancio in via amministrativa che prevede lo storno di euro ,00 dal capitolo a favore del capitolo 63170; euro ,00 sul capitolo del bilancio gestionale 2016 che presenta la necessaria disponibilità, a valere sulla prenotazione specifica n assunta con decreto dirigenziale n del 13/04/2016, riducendo contestualmente la medesima prenotazione di euro ,00 ; Preso atto che i contributi di cui sopra sono da iscrivere nell elenco dei beneficiari ai sensi del DPR n. 118 del 7 Aprile 2000; Dato atto di provvedere alla liquidazione dei finanziamenti assegnati con il presente atto in due soluzioni come segue:

4 il 50% dietro presentazione, da parte del soggetto beneficiario, di dichiarazione attestante l'inizio dell'attività progettuale unitamente al Modulo di dichiarazione assoggettabilità alla ritenuta d'acconto IRES 4% presente nel modulo di rendiconto; il restante 50% a conclusione dell attività progettuale dietro presentazione all amministrazione regionale, entro e non oltre il 31/01/2017 della documentazione prevista dall'art. 12 del Bando Pubblico approvato con decreto dirigenziale n.n.1854 del 13/04/2016. L'erogazione del saldo avverrà previa approvazione da parte dell'amministrazione Regionale della rendicontazione presentata; Preso atto che al momento della stesura della nota di liquidazione sarà dichiarato se al soggetto, per la specifica tipologia del contributo concesso è applicabile o meno la ritenuta d acconto del 4% ai sensi del DPR 600/73, art. 28; Vista la Legge regionale 07 gennaio 2015, n. 1 Disposizioni in materia di programmazione economica e finanziaria regionale e relative procedure contabili ; Richiamato il D.Lgs 118/2011 Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009 n. 42; Richiamato il D.P.G.R. n. 61/R del 19/12/2001 e ss.mm.ii. (regolamento di attuazione della Legge di Contabilità in quanto compatibile con il D.lgs 118/2011); Vista la D.G.R. n. 2 del 12/01/2016 "Approvazione del Documento Tecnico di accompagnamento al bilancio di previsione finanziario e del Bilancio Finanziario Gestionale "; Vista la Legge regionale n. 83 del 28 dicembre 2015 "Bilancio di previsione per l anno finanziario 2016 e pluriennale "; DECRETA 1. di approvare, per le motivazioni espresse in narrativa, gli allegati: A - Elenco domande pervenute con esito, B - Linea di Azione 1 - Graduatoria Progetti Finanziati, C - Linea di Azione 2 - Graduatoria Progetti Finanziati, D - Dati identificativi dei soggetti beneficiari; 2. di impegnare la somma complessiva di euro 499,825,00 in favore dei soggetti beneficiari i cui dati identificativi sono riportati nell'allegato D), parte integrante e sostanziale del presente atto, secondo le modalità sotto descritte: euro ,00 sul capitolo del bilancio gestionale 2016 che presenta la necessaria disponibilità, a valere sulla prenotazione specifica n assunta con decreto dirigenziale n.1854 del 13/04/2016, euro ,00 sul capitolo del bilancio gestionale 2016 che presenta la necessaria disponibilità, dando atto che è in corso di predisposizione apposita variazione di bilancio in

5 via amministrativa che prevede lo storno di euro ,00 dal capitolo a favore del capitolo 63170; euro ,00 sul capitolo del bilancio gestionale 2016 che presenta la necessaria disponibilità, a valere sulla prenotazione specifica n assunta con decreto dirigenziale n del 13/04/2016, riducendo contestualmente la medesima prenotazione di euro ,00 ; 3. di procedere all iscrizione del suddetto contributo nell elenco dei beneficiari ai sensi del DPR n. 118 del 7 Aprile 2000; 4. di provvedere alla liquidazione dei finanziamenti assegnati con il presente atto in due soluzioni come segue: - il 50% dietro presentazione, da parte del soggetto beneficiario, di dichiarazione attestante l'inizio dell'attività progettuale unitamente al Modulo di dichiarazione assoggettabilità alla ritenuta d'acconto IRES 4% presente nel modulo di rendiconto; - il restante 50% a conclusione dell attività progettuale dietro presentazione all amministrazione regionale, entro e non oltre il 31/01/2017 della documentazione prevista dall'art. 12 del Bando Pubblico approvato con decreto dirigenziale n.n.1854 del 13/04/2016. L'erogazione del saldo avverrà previa approvazione da parte dell'amministrazione Regionale della rendicontazione presentata; 5. di stabilire che il beneficiario del contributo dovrà riportare, pena la revoca del contributo, su tutti i materiali informativi, editoriali e di comunicazione eventualmente prodotti, sia multimediali che cartacei, la dizione dizione Progetto realizzato nell'ambito di Toscanaincontemporanea2016 ed il marchio della Regione stessa, il cui uso dovrà essere preventivamente autorizzato, secondo le indicazioni alla pagina web: 6. di dare atto che che al momento della stesura della nota di liquidazione sarà dichiarato se al soggetto, per la specifica tipologia del contributo concesso è applicabile o meno la ritenuta d acconto del 4% ai sensi del DPR 600/73, art di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al TAR nei termini di legge, oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, per soli motivi di legittimità, entro 120 giorni dalla data di notificazione, di comunicazione o di piena conoscenza comunque acquisita. IL DIRIGENTE

6 Allegati n. 4 A Elenco domande pervenute con esito 118ad56e1b21fd96ba05b6787b6addaa13f3f729adb0ef2b f1ba4d5aa B Linea di Azione 1 - Graduatoria Progetti Finanziati 1778ba2b523dc37a b27ba59d012d1fcf5fea896841d7b358d7f47284 C Linea di Azione 2 - Graduatoria Progetti Finanziati f344ca9c4df1b51b0dbee4f3bdcbdad6d615cd23864c3626f84bc f73d D Dati identificati soggetti beneficiari 373f1a507b15c77df310a12b3d6d5398d62e1ef9cf083e290fbfa99f523aa253

7