Settore-Corpo di Polizia Locale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore-Corpo di Polizia Locale"

Transcript

1 Settore-Corpo di Polizia Locale Al settore, suddiviso nell Ufficio di Polizia Locale ed Amministrativa e nella Squadra Operativa, compete l attività di polizia sul territorio: polizia amministrativa, polizia commerciale, polizia di sicurezza, polizia edilizia, polizia rurale, polizia sanitaria, polizia stradale, polizia urbana, polizia veterinaria. INDIRZZO Via Radisi n. TELEFONO FAX CORPO DIRIGENTE AREA FINANZIARIA IN CUI E INCARDINATA LA POLIZIA LOCALE Dott.ssa Donatella Favallezza

2 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: ACCESSO AGLI ATTI OGGETTO Richiesta di accesso agli atti amministrativi Procedimento diretto alla presa visione o al rilascio di atti amministrativi NORMATIVA DI RIFERIMENTO L.241/90, D.P.R. 184/2006, Regolamento comunale sul diritto di accesso Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta di consultazione o rilascio copia atti - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni - Eventuale notifica ai cointestatari; - Pagamento eventuali diritti di copia Conclusione procedimento : 30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta (modulo on line sul sito del Comune) In caso di silenzio-rifiuto o di rigetto dell istanza, è possibile proporre richiesta di riesame della decisione presa dall Ente al Difensore Civico Regionale entro 30 giorni o presentare ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto entro 30 gironi (se proposta istanza al Difensore Civico il termine decorre dalla data di ricevimento della comunicazione relativa all esito del difensore civico) oppure ricorso amministrativo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per l accesso ai documenti amministrativi.

3 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: ACCESSO AGLI ATTI INCIDENTI STRADALI RILASCIO COPIA RAPPORTO SINISTRO OGGETTO Richiesta di accesso agli atti amministrativi Procedimento diretto alla presa visione o al rilascio di atti amministrativi NORMATIVA DI RIFERIMENTO L.241/90, D.P.R. 184/2006, Regolamento comunale sul diritto di accesso Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta di consultazione o rilascio copia di rapporto sinistro stradale; - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni; - Per gli utenti che ne fanno espressamente richiesta il rapporto di sinistro stradaleviene inviato tramite posta elettronica; - Pgamaneto spese di procedimento; Conclusione procedimento : 30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta La domanda deve essere corredata da: 1. Due marche da bollo da 14,62 se si richiede una copia conforme (non necessarie se si richiede una copia informale in carta libera); 2. Versamento di 15,49 Euro con bollettino postale o bonifico bancario per le spese di procedimento; 3. Copia del versamento effettuato; In caso di silenzio-rifiuto o di rigetto dell istanza, è possibile proporre richiesta di riesame della decisione presa dall Ente al Difensore Civico Regionale entro 30 giorni o presentare ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto entro 30 gironi (se proposta istanza al Difensore Civico il termine decorre dalla data di ricevimento della comunicazione relativa all esito del difensore civico) oppure ricorso amministrativo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per l accesso ai documenti amministrativi.

4 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RILASCIO PERMESSI INVALIDI OGGETTO Rilascio di permessi invalidi Procedimento diretto al rilascio di contrassegni invalidi NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 7 e 188 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 e n. 381 del Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; art.11 e 12 del D.P.R. 24 luglio 1996, n. 503; art. 107 del D.lgs del 18 Agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni; Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta di rilascio contrassegno per invalidi (modulo on line sul sito del Comune); - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle richieste; - Eventuale consegna del permesso al delegato per la firma all interessato presso la propria abitazione; Conclusione procedimento : 30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta (modulo on line sul sito del Comune); La domanda deve essere corredata da: 1. N. 2 foto formato tessera recenti; 2. Primo rilascio o rinnovo di permessi temporanei: certificazione medica U.L.S.S. attestante difficoltà di deambulazione; 3. Rinnovo contrassegni permanenti: certificazione medico curante attestante il persistere delle difficoltà di deambulazione; 4. Copia della carta di circolazione per il transito in ZTL nel Comune di Verona; 5. Copia del documento di riconoscimento del richiedente; 6. Delega per eventuale ritiro di terzi; Nel corso del procedimento osservazioni; rispetto al provvedimento finale ricorso la TAR Veneto entro 60 giorni; ricorso al Capo dello Stato entro 120 giorni..

5 OGGETTO NORMATIVA DI RIFERIMENTO AREA / SETTORE / UFFICIO SERVIZIO POLIZIA LOCALE: IDONEITA ALLOGGIO Rilascio di idoneità alloggio Procedimento diretto alla rilascio di attestazioni di idoneità alloggio per ricongiungimenti familiari, permessi di soggiorno a lungo periodo o per lavoro subordinato ad istanza di parte; L. 6 Marzo 1998,n.40, art. 27 L.40/98 così modificato dall art. 23 della legge 30 Luglio 2002 n.189 (per ricongiungimento), L.R. 3 Febbraio 1996, n. 5 (per contratto di soggiorno lungo periodo e per contratto di soggiorno per lavoro subordinato),, D.M. 5 Luglio 1975 confermati dalla circolare del Ministero dell Interno del 18 Novembre 2009 all.2 (per ricongiungimenti), art.9 del D.lgs. 25 Luglio 1998, nr. 286 ( così come modificato dalla legge 30 Luglio 2002, n. 286), L.241/90, D.P.R. 184/2006, Area Economico e Finanziaria / Settore Polizia Locale Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta di idoneità dell alloggio (modulo on line sul sito del Comune); - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni Conclusione procedimento : 30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta (modulo on line sul sito del Comune). La domanda deve essere corredata da: 1. Due marche da bollo di Euro 14,62; 2. Copia di documento d identità del richiedente e delle persone per le quali è richiesta l idoneità; 3. Copia del documento d identità del proprietario; 4. Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà sottoscritta dal proprietario dell immobile; 5. Planimetria catastale in scala o certificata da idoneo tecnico iscritto all albo, relativa all appartamento di cui si richiede l idoneità; 6. Copia del contratto d affitto registrato o di documento che attesti la disponibilità dell alloggio (ospitalità di cittadino straniero, comunicazione di cessione fabbricato ect.); 7. Copia dell abitabilità/agibilità o della certificazione di conformità degli impianti elettrici ed igenico sanitari (solo per ricongiungimenti); Per i ricongiungimenti familiari l atto viene sottoscritto dal Responsabile di Settore Edilizia Privata; Nel corso del procedimento osservazioni; rispetto al provvedimento finale ricorso la TAR Veneto entro 60 giorni; ricorso al Capo dello Stato entro 120 giorni.

6 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RICHIESTA CHIARIMENTI PER VERBALI PER VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA OGGETTO Rilascio di chiarimento su verbali del codice della strada Procedimento diretto alla rilascio di chiarimenti su verbali del codice della strada su richiesta di parte NORMATIVA DI RIFERIMENTO L.241/90, D.P.R. 184/2006, Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92 Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta di chiarimenti; - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni Conclusione procedimento : 30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta (modulo on line sul sito del Comune). La domanda deve essere corredata da: 1. Documento d identità del richiedente; 2. Delega per ritiro della risposta a terzi; Nel corso del procedimento osservazioni; rispetto al provvedimento finale ricorso la TAR Veneto entro 60 giorni; ricorso al Capo dello Stato entro 120 giorni.

7 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RIMBORSO SOMME ERRONEAMENTE VERSATE PER VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE OGGETTO Rimborso somme erroneamente versate per sanzioni amministrative Procedimento diretto rimborso somme erroneamente versate per sanzioni amministrative su richiesta di parte NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92 Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta rimborso; - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni Conclusione procedimento : 180 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta. La domanda deve essere corredata da: 1. Documento d identità del richiedente; 2. Indicazione del conto corrente bancario sul quale procedere al bonifico di rimborso; 3. Copia dei bollettini o dei bonifici effettuati dai quali si evince l errato versamento; Complessità del procedimento poiché sono coinvolti due Settori del Comune di San Martino Buon Albergo (Settore Polizia Locale e Settore Economico finanziario); Nel corso del procedimento osservazioni; rispetto al provvedimento finale ricorso la TAR Veneto entro 60 giorni; ricorso al Capo dello Stato entro 120 giorni.

8 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RICHIESTA INSERIMENTO NUOVA TARGA PER PERMESSO INVALIDI OGGETTO Istanza inserimento nuova targa su permesso invalidi già rilasciato Procedimento diretto all inserimento di targa nuovo veicolo su permesso invalidi già rilasciato per transito in ZTL su richiesta di parte NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 7 e 188 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 e n. 381 del Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; art.11 e 12 del D.P.R. 24 luglio 1996, n. 503; art. 107 del D.lgs del 18 Agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni; Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta inserimento nuova targa; - Accoglimento dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni - Inserimento sul portale del Comune di Verona convenzionato e denominato City pass; Conclusione procedimento : 7 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta. La domanda deve essere corredata da: 1. Documento d identità del richiedente; 2. Indicazione della nuova targa da inserire; 3. Copia del libretto di circolazione del veicolo interessato; Nel corso del procedimento osservazioni; rispetto al provvedimento finale ricorso la TAR Veneto entro 60 giorni; ricorso al Capo dello Stato entro 120 giorni.

9 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: ORDINANZA DI INGIUNZIONE DI PAGAMENTO O DI ARCHIVIAZIONE DI UN VERBALE DI VIOLAZIONE DI COMPETENZA DEL SINDACO OGGETTO Emissione ordinanza di archiviazione o di ingiunzione di pagamento di verbale di competenza del Sindaco Procedimento atto all emissione di ordinanza di archiviazione o ingiunzione NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 689/81 e legislazione comunale e delegata Comandante FASI DEL - Presentazione ricorso da parte dell utente; - Analisi del ricorso e eventuale audizione personale se richiesta; - Accoglimento o rigetto del ricorso previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni Conclusione procedimento :5 anni. La prescrizione è regolata dalla Legge 681/81 Interruzione dei termini in caso comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta. La domanda deve essere corredata da: 1. Eventuali allegati a giustificazione del ricorso; L interessato avverso Ordinanza ingiunzione di pagamento può proporre opposizione innanzi al Giudice di Pace di Verona entro il termine di 30 giorni /trenta) dalla notificazione del provvedimento..

10 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RATEIZZAZIONE DI SANZIONI AMMINISTRATIVE A VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA OGGETTO Istanza di rateizzazione di sanzioni amministrative a violazioni del codice della strada Procedimento diretto alla rateizzazione dei verbali per importo superiore a 200 Euro NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 202 bis e 203 comma 3 Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92 Comandante FASI DEL - Presentazione istanza di rateazione da parte dell utente; - Analisi dell istanza; - Accoglimento o rigetto dell istanza previo accertamento presupposti di legittimità e validità delle motivazioni Conclusione procedimento : 90 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta La domanda deve essere corredata da: 1. indicazione del nominativo del coniuge o di altri familiari dei quali deve essere indicato iul rispettivo reddito; 2. dichiarazione I.S.E.E; Prefettura di Verona

11 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RICORSO A VERBALI DEL CODICE DELLA STRADA OGGETTO Ricorso a verbali relativi al codice della strada Procedimento inteso a richiesta di parte per archiviazione verbali relativi a violazioni al codice della strada NORMATIVA DI RIFERIMENTO L.241/90, D.P.R. 184/2006, Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92 Comandante FASI DEL - Presentazione istanza di rateazione da parte dell utente; - Analisi del ricorso; - Invio controdeduzioni nel caso di ricorso al Prefetto; - Invio comparsa in costituzione in giudizio nel caso di ricorso al Giudice di Pace da inviare almeno 10 giorni prima della data di fissazione dell udienza; Conclusione procedimento : giorni nel caso di ricorso al Prefetto dal momento della ricezione del ricorso; giorni nel caso di ricorso al Giudice di Pace Ricorso scritto L interessato avverso l ordinanza ingiunzione del Prefetto può proporre opposizione innanzi al Giudice di Pace di Verona entro il termine di 30 giorni (trenta) dalla notificazione del provvedimento nel caso di ordinanza di ingiunzione al Giudice di Pace si l interessato può proporre opposizione al Tribunale Ordinario;

12 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RILASCIO NULLA OSTA PER TRANSITO CARRELLI ELEVATORI OGGETTO Richiesta nulla osta per transito carrelli elevatori Procedimento inteso a rilascio nulla osta su richiesta di parte NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.M. 28/12/1989 art. 114, D.l.gs. 30/04/1992 art. 298 e regolamento di Esecuzione codice della strada D.P.R. 495/92 Comandante FASI DEL - Presentazione istanza da parte dell utente; - Analisi della richiesta; - Invio nulla osta al richiedente che lo trasmette alla M.C.T.C. di Verona per l autorizzazione; Conclusione procedimento :30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza da parte della ditta interessata. La domanda deve essere corredata da: 1. Indicazione del percorso; 2. Giorno ed orario del transito; 3. Assicurazione ed omologazione del carrello;

13 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RILASCIO NULLA OSTA PER TRASPORTI ECCEZIONALI OGGETTO Richiesta nulla osta per transito veicoli eccezionali Procedimento inteso a rilascio nulla osta su richiesta della Provincia di Verona NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92 Procedimento ad istanza dell Amministrazione Provinciale Comandante FASI DEL - Presentazione richiesta di nulla osta da parte della Provincia di Verona; - Analisi della richiesta; - Invio nulla osta alla Provincia di Verona per la conseguente autorizzazione al transito; Conclusione procedimento :30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza da parte della ditta interessata. La domanda deve essere corredata da: 1. Indicazione del percorso; 2. Giorno ed orario del transito; 3. Indicazione del tipo di veicolo, della targa e delle dimensioni; In caso di diniego al transito la competenza è della Provincia di Verona

14 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: EMISSIONE RUOLI ESATTORIALI OGGETTO Emissione ruoli esattoriali per verbali insoluti sul codice della strada Procedimento inteso all emissione ruoli esattoriali per verbali insoluti sul codice della strada NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; art. 22 comma 7 della legge 689/81 Procedimento d ufficio Comandante FASI DEL 1. Analisi dei verbali insoluti; 2. Trasmissione dati ente di riscossione; 3. Adozione provvedimento di emissione del ruolo; Conclusione procedimento : 5 anni. La prescrizione è regolata dalla Legge 689/81 Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono il proseguo dell emissione al ruolo (vedi cancellazione iscrizione a ruolo) 1. Discarico del ruolo esattoriale in caso di accertato pagamento nei termini o di altre motivazioni (decesso titolare cartella, vendita del veicolo in data antecedente la violazione, furto alla data della violazione ect.); 2. Ricorso avverso al Giudice di Pace entro 30 giorni dalla notifica della cartella esattoriale;

15 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: DISCARICO RUOLI ESATTORIALI OGGETTO Discarico ruoli esattoriali emessi per verbali insoluti sul codice della strada Procedimento inteso al discarico di ruoli esattoriali emessi per verbali insoluti sul codice della strada NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada art. 390 D.P.R. 495/92; art. 22 comma 7 della legge 689/81 Comandante FASI DEL 1. Istanza scritta; 2. Analisi delle motivazioni di richiesta di cancellazione dell iscrizione a ruolo; 3. Emissione provvedimento di discarico; Conclusione procedimento : 30 giorni. Istanza scritta. La richiesta deve essere corredata da: 1. Documento di identità nel caso venga inoltrata tramite fax o ; 2. Copia della cartella esattoriale; Ricorso avverso il ruolo esattoriale entro 30 giorni dalla notifica della cartella al Giudice di Pace;

16 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RITIRO E/O CONSEGNA PATENTE DI GUIDA SU ORDINANZA DELLA PREFETTURA OGGETTO Ritiro della patente di guida su ordinanza di sospensione emessa dalla Prefettura ed eventuale riconsegna Procedimento inteso al ritiro della patente di guida in seguito all inoltro dell ordinanza di sospensione emessa della Prefettura ed eventuale riconsegna all avente diritto se indicato nel provvedimento NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; Procedimento su richiesta della Prefettura di Verona Comandante FASI DEL 1. Ricevimento Ordinanza di sospensione patente e ritiro con conseguente indicazione dei termini di consegna all avente diritto da parte della Prefettura; 2. Eventuale notifica del provvedimento indicato al punto 1 all utente se richiesto dalla Prefettura; 3. Ritiro della patente di guida; 4. Inoltro del documento alla Prefettura se è in formato cartaceo o trattenimento presso il Comando fino al termine del provvedimento di sospensione; 5. Riconsegna del documento al termine del provvedimento di sospensione; Conclusione procedimento : termine indicato dalla Prefettura di Verona Ordinanza della Prefettura. 1. Patente di guida Ricorso avverso il ruolo esattoriale entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento citato al Giudice di Pace;

17 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: NOTIFICA DEI VERBALI RELATIVI A VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA E REGISTRAZIONE E CONTROOLLO DEI PAGAMENTI OGGETTO Notificazione dei verbali relativi a violazioni al codice della strada e controllo pagamenti Procedimento inteso alla notifica dei verbali relativi a violazioni sul codice della strada affinchè diventino titolo esecutivo e controllo dei pagamenti NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; Procedimento d ufficio Comandante FASI DEL 1. Verbalizzazione da parte dell agente accertatore; 2. Registrazione dei verbali; 3. Nel caso di mancata contestazione si procede alla verifica dei dati del proprietario tramite l archivio informatico della M.C.T.C.; 4. Notificazione del verbale al proprietario con conseguente richiesta inoltro dei dati del conducente nel caso di violazioni specifiche indicate dal codice della strada; 5. Spedizione del verbale tramite servizio postale; 6. Registrazione dati di avvenuta notifica o richiesta rinotifica ai messi comunali del Comune di residenza in caso di irreperibilità dell utente; 7. Controllo e registrazione degli avvenuti pagamenti successivamente all inoltro della documentazione da parte delle Poste Italiane; 8. Emissione ruolo esattoriale Conclusione procedimento : NOTIFICAZIONE: 1. Verbali da notificare in Italia: 90 giorni dall avvenuta infrazione; 2. Verbali da notificare all estero: 360 giorni dall avvenuta infrazione. PAGAMENTO: 1. Riduzione del 30% entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione; giorni dalla contestazione o notificazione; Ricorso entro 30 giorni dall avvenuta notifica o contestazione al Giudice di Pace di Verona o entro 60 giorni al Prefetto di Verona

18 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RICHIESTA DATI CONDUCENTE E DECURTAZIONE PUNTI PATENTE OGGETTO Decurtazione punti patente di guida Procedimento inteso alla decurtazione di punti patente in relazione a specifiche violazioni del codice della strada NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 126 BIS Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; Procedimento d ufficio in seguito alla presentazione della comunicazione dei dati conducente Comandante FASI DEL 1. Acquisizione dati trasgressore con contestazione del verbale o comunicazione dati conducente in seguito a notifica dello stesso; 2. Decurtazione punti all anagrafe nazionale degli abilitati alla guida; La comunicazione dei dati conducente deve pervenire entro 60 giorni dalla notificazione. In caso di mancata comunicazione da parte del proprietario viene applicata la sanzione prevista dall art. 126-Bis del codice della strada. Il procedimento di decurtazione si conclude entro 30 giorni dalla definizione della contestazione effettuata all anagrafe nazionale degli abilitati alla guida Inoltro della comunicazione dei dati di conducenti nel caso di verbali non contestati ma notificati. La comunicazione deve essere corredata da: 1. Copia della patente di guida del trasgressore; 2. Copia del documento d identità del proprietario; Avverso al verbale per mancata comunicazione dei dati del conducente l interessato può proporre ricorso entro 30 giorni dall avvenuta notifica o contestazione al Giudice di Pace di Verona o entro 60 giorni al Prefetto di Verona

19 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RIMOZIONI, FERMI E SEQUESTRI AMMINISTRATIVI A VEICOLI RELATIVI A VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA OGGETTO Rimozione o sequestro o fermo amministrativo del veicolo per violazioni specifiche al codice della strada Procedimento inteso alla rimozione o sequestro o fermo amministrativo del veicolo per violazioni specifiche al codice della strada NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 159, 213, 214 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; Procedimento in seguito a verbalizzazione specifica violazione da parte dell agente accertatore Comandante FASI DEL 1. Verbalizzazione della violazione da parte dell agente accertatore; 2. Redazione del verbale di sequestro o di fermo da parte dell agente accertatore; 3. Contestazione al trasgressore o notifica al proprietario dei verbali citati; 4. Dissequestro o restituzione all avente diritto in caso di ottemperanza agli obblighi previsti dalla norma; La conclusione del procedimento varia a seconda della norma del codice della strada che è stata violata I documenti variano a seconda della norma del codice della strada che è stato violato Avverso al verbale di violazione al codice della strada l interessato può proporre ricorso entro 30 giorni dall avvenuta notifica o contestazione al Giudice di Pace di Verona o entro 60 giorni al Prefetto di Verona

20 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: RILASCIO PASSI CARRAI OGGETTO Rilascio autorizzazione e segnale stradale di passo carraio, volturazione e cambio di intestatario Rilascio autorizzazione e segnale stradale di passo carraio, volturazione e cambio di intestatario NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 27 comma 4 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992, n. 285 codice della strada e Regolamento di Esecuzione del Codice della strada D.P.R. 495/92; Procedimento su istanza di parte Comandante FASI DEL 1. Istanza scritta; 2. Rilascia autorizzazione e cartello di passo carraio Conclusione procedimento :30 giorni. Interruzione dei termini in caso di comunicazione dei motivi che impediscono l accoglimento della domanda. Istanza scritta (la modulistica on line). La domanda di richiesta di autorizzazione passo carraio deve essere corredata da: 1. Copia della concessione edilizia (per i passi carrai realizzati dal 01/01/1999); 2. Versamento di Euro 15,50 su conto corrente postale; 3. N. 2 marche da bollo da Euro 14,62; 4. Delega dei comproprietari in caso di immobile in comproprietà La domanda di volturazione deve essere corredata da: 1. Copia della concessione passo carrabile; 2. n. 1 marca da bollo da 14,62 Euro; 3. versamento di 15,50 Euro in caso di smarrimento o danneggiamento del cartello (in quest ultimo caso necessita la copia della denuncia di smarrimento o danneggiamento da presentarsi al Comando o presso qualsiasi forza di polizia).;

21 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: CATTURA CANI RANDAGI, RICERCA PROPRIETARIO E MANTENIMENTO PRESSO IL CANILE MUNICIPALE OGGETTO Cattura dei cani randagi rinvenuti sul territorio comunale, ricerca del proprietario e mantenimento presso il canile municipale Procedimento inteso alla cattura dei cani randagi rinvenuti sul territorio comunale, ricerca del proprietario e mantenimento presso il canile municipale NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 4 Legge 14 agosto 1991 n. 281 Procedimento su richiesta della cittadinanza Comandante FASI DEL 1. Acquisizione segnalazione di rinvenimento con possibile fermo momentaneo fino alla cattura dell animale presso i privati; 2. Invio richiesta cattura al servizio veterinario multizonale U.L.S.S. 20 di Verona; 3. Cattura e trasporto dell animale presso il canile municipale di Verona da parte del personale veterinario e conseguente verifica proprietà attraverso lettura microchip; 4. Nel caso di individuazione del proprietario consegna a quest ultimo previo eventuale sanzione per omessa custodia dell animale e pagamento delle spese di cattura; 5. Nel caso di cane non registrato il Servizio veterinario procede all iscrizione all anagrafe canina con spesa a carico del Comune di San Martino Buon Albergo; 6. Mantenimento in vita del cane presso il canile con conseguente pagamento da parte dell Ente delle spese di cattura e custodia tramite la trasmissione di fatture da parte dell U.L.S.S. 20 e conseguente provvedimento di impegno di spesa da parte del Comando di Polizia Locale Conclusione procedimento : riconsegna al proprietario o mantenimento sino al decesso o adozione dell animale Richiesta di intervento, anche telefonica, da parte dell utente cha ha avvistato l animale con indicazione dei propri dati e del punto ove ha rinvenuto o fermato temporaneamente lo stesso fino all intervento di cattura Intervento da parte del Servizio veterinario multizonale

22 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: NOTIFICA DEI VERBALI RELATIVI A VIOLAZIONI NORME DI LEGISLAZIONE SPECIALE O REGOLAMENTI COMUNALI OGGETTO Notificazione dei verbali relativi a violazioni a norme di legislazione speciale o regolamenti comunali Procedimento inteso alla notifica dei verbali relativi a violazioni a norme di legislazione speciale o regolamenti comunali NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 689/81 e leggi specifiche e regolamenti comunali Procedimento d ufficio Comandante FASI DEL 1. verbalizzazione delle violazioni a norme di legislazione speciale o regolamenti comunali; 2. contestazione o notificazione della violazione al trasgressore o obbligato in solido; 3. registrazione del verbale; 4. controllo dell avvenuto pagamento o gestione di eventuale ricorso; 5. verifica ottemperanza eventuali obblighi o prescrizioni indicate sul verbale; 6. nel caso di mancato pagamento o ricorso emissione ordinanza ingiunzione o archiviazione (già descritta); 7. nel caso di eventuale inottemperanza a obblighi o prescrizioni indicate sul verbali emissione eventuale altro verbale di accertamento o denuncia alle Autorità competenti; Conclusione procedimento : NOTIFICAZIONE: 3. Verbali da notificare in Italia: 90 giorni dall avvenuta infrazione; PAGAMENTO: giorni dalla notificazione o contestazione; ; Ricorso entro 30 giorni dall avvenuta notifica o contestazione al Sindaco del Comune di appartenenza

23 SERVIZIO POLIZIA LOCALE: GESTIONE COMUNICAZIONE DI OSPITALITA DI CITTADINO STRANIERO E CESSIONE DI FABBRICATO OGGETTO Controllo delle comunicazioni di ospitalità di cittadino straniero e cessione di fabbricato Procedimento inteso controllo delle comunicazioni di ospitalità di cittadino straniero e cessione di fabbricato NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art. 7 del D.Lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e art. 12 del D.Lgs. 21 marzo 1978, n. 59 convertito in legge 18 maggio 1978, n. 191, Legge 689/81 Procedimento d ufficio Comandante FASI DEL 1. controllo delle comunicazioni di ospitalità di cittadino straniero e cessione di fabbricato presentate dal cessionario; 2. trasmissione alla Questura di Verona; 3. nel caso di comunicazioni di cessioni di fabbricato incomplete o presentate oltre le 48 ore inoltro di comunicazione di integrazione dati al cessionario per verificare se quest ultimo ha registrato il proprio contratto (comodato d uso o affitto) poiché in quest ultimo caso non è obbligatoria la presentazione e quindi non può essere ravvisata alcuna violazione; 4. Verbalizzazione delle violazioni per inoltro delle comunicazioni di cui sopra oltre le 48 ore o verbalizzazione per mancata presentazione. Le comunicazioni di ospitalità di cittadino straniero sono sempre obbligatorie anche nel caso di registrazione del contratto d affitto. Conclusione procedimento : 90 giorni. Interruzione dei termini in caso di richiesta di integrazione dati. Comunicazione scritta (modulo on line) Ricorso entro 30 giorni dall avvenuta notifica o contestazione al Sindaco del Comune di appartenenza nel caso di omessa o ritardata comunicazione di cessione di fabbricato; Ricorso entro 30 gironi alla Prefettura di Verona nel caso di omessa o ritardata comunicazione di ospitalità di cittadino straniero.

COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) II SETTORE - POLIZIA MUNICIPALE E POLIZIA AMMINISTRATIVA

COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) II SETTORE - POLIZIA MUNICIPALE E POLIZIA AMMINISTRATIVA COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) II SETTORE - POLIZIA MUNICIPALE E POLIZIA AMMINISTRATIVA INFORMAZIONI GENERALI Ufficio Polizia Locale P.zza Garibaldi, 1 Orario apertura al pubblico: dal lunedì al

Dettagli

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI e Protezione Civile DENOMINAZIONE E OGGETTO DEL PROCEDIMENTO STRUTTURA ORGANIZZATIVA COMPETENTE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DEL PROVVEDIMENTO TERMINE

Dettagli

COMUNICAZIONE MESSA IN ESERCIZIO ASCENSORI

COMUNICAZIONE MESSA IN ESERCIZIO ASCENSORI SETTORE POLIZIA LOCALE E CONTROLLO DEL TERRITORIO COMUNICAZIONE MESSA IN ESERCIZIO ASCENSORI Ogni volta che viene messo in esercizio un ascensore o un montacarichi non destinati ad un servizio pubblico

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 3 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese VITO DATTOLICO Coordinatore Giudici di Pace di Milano Milano, 7

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI del Reparto Contravvenzioni della Polizia Municipale Anno 2012

CARTA DEI SERVIZI del Reparto Contravvenzioni della Polizia Municipale Anno 2012 Delibera n. 22/2012 CARTA DEI SERVIZI del Reparto Contravvenzioni della Polizia Municipale Anno 2012 PREMESSE GENERALI Reparto Contravvenzioni Polizia Municipale Via di Francia 1 16149 GENOVA Segreteria

Dettagli

SERVIZIO QUALITA D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. CASSINELLI. SERVIZIO PROPONENTE: d Ufficio VERBALE NON CONTESTATO

SERVIZIO QUALITA D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. CASSINELLI. SERVIZIO PROPONENTE: d Ufficio VERBALE NON CONTESTATO RIFERIMENTO NORMATIVO D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. SETTORE VIGILANZA SERVIZIO: VIGILANZA RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DELL ISTRUTTORIA CASSINELLI AGENTI DI PM ISTANZA DEL

Dettagli

Comune 06/9703364 solo attività Polizia Locale 06/32090569 comune@gavigano.rm.gov.it comunegavigano@interfreepec.it

Comune 06/9703364 solo attività Polizia Locale 06/32090569 comune@gavigano.rm.gov.it comunegavigano@interfreepec.it Uffici Comunali Polizia Locale Area: Polizia Locale Responsabile U.O. Ten Campana Alessandro Sede Via Padre Angelo Cerbara,80 06/069703033 dal Lunedi al Venerdi 08,00-12,00 Comune 06/9703364 solo attività

Dettagli

Le multe per infrazioni al Codice della Strada

Le multe per infrazioni al Codice della Strada Le multe per infrazioni al Codice della Strada Riferimenti normativi Nuovo codice della strada (D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni); Regolamento di esecuzione e di attuazione del

Dettagli

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano TERMINE: 60gg dalla contestazione o dalla notificazione, sia per verbali con sanzioni pecuniarie, sia con aggiunta di sanzioni accessorie SOGGETTI

Dettagli

COMUNE DI AMOROSI Ufficio di Polizia Locale Via Calore 94 Tel. 0824/970872 Fax 0824 972735

COMUNE DI AMOROSI Ufficio di Polizia Locale Via Calore 94 Tel. 0824/970872 Fax 0824 972735 COMUNE DI AMOROSI Ufficio di Polizia Locale Via Calore 94 Tel. 0824/970872 Fax 0824 972735 Domande frequenti Quali sono i tempi per la notifica ed eventuali rinotifiche del verbale? Si ricorda che il verbale

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E COMMERCIO. poliziamunicipale@comune.bosa.or.it. Vigili urbani 0785 377090. Dott.ssa Filomena Solinas 0785 377090

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E COMMERCIO. poliziamunicipale@comune.bosa.or.it. Vigili urbani 0785 377090. Dott.ssa Filomena Solinas 0785 377090 SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E COMMERCIO poliziamunicipale@comune.bosa.or.it responsabile del settore e Dott.ssa 0785 377090 responsabile del provvedimento finale Vigili urbani 0785 377090 Polizia Municipale

Dettagli

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo)

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) SANZIONI AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) Settembre 2009 IL PAGAMENTO DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PER

Dettagli

COMUNE DI CARGEGHE Provincia di Sassari

COMUNE DI CARGEGHE Provincia di Sassari COMUNE DI CARGEGHE Provincia di Sassari VIA BRIGATA SASSARI N^ 1-07030 CARGEGHE Tel. 079 3440112 Fax 079 345001 UFFICIO TECNICO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI IDONEITA DELL ALLOGGIO (Allegato

Dettagli

Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software http://www.foxitsoftware.com For evaluation only. COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE

Generated by Foxit PDF Creator Foxit Software http://www.foxitsoftware.com For evaluation only. COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2010 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - DA ALTRO COMUNE O - DALL ESTERO (prima iscrizione in Italia)

DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - DA ALTRO COMUNE O - DALL ESTERO (prima iscrizione in Italia) DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - DA ALTRO COMUNE O - DALL ESTERO (prima iscrizione in Italia) PRINCIPIO GENERALE Quando l'interessato/famiglia va ad abitare in

Dettagli

501 - POLIZIA MUNICIPALE

501 - POLIZIA MUNICIPALE 501 - POLIZIA MUNICIPALE A A POLIZIA STRADALE Bisogno: Prevenzione e repressione in materia di circolazione stradale. Regolazione del traffico, presidio punti scuola e assistenza manifestazioni. Rilevazione

Dettagli

Polizia Municipale. Pratiche artigianato

Polizia Municipale. Pratiche artigianato Polizia Municipale L unità operativa Polizia Municipale si occupa di tutte le varie problematiche, inerenti alla vigilanza in materia stradale, edilizia e rurale, circoscritte nell ambito del territorio

Dettagli

CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO

CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO I residenti nel Comune che hanno una ridotta capacità motoria certificata (permanente o temporanea) o risultano non vedenti, possono richiedere il rilascio di un

Dettagli

CAMBIO DI RESIDENZA ED INDIRIZZO

CAMBIO DI RESIDENZA ED INDIRIZZO CAMBIO DI RESIDENZA ED INDIRIZZO Iscrizione Anagrafica cittadini italiani La necessità di iscrizione anagrafica deriva dall'obbligo di dichiarare la propria residenza per chi porta la dimora abituale in

Dettagli

LA FASE STRAGIUDIZIALE

LA FASE STRAGIUDIZIALE INDICE SOMMARIO Presentazione... 5 Normativa di riferimento LA FASE STRAGIUDIZIALE 1. Provv. (Isvap) 13 dicembre 2002, n. 2136. Approvazione del modulo di denuncia di sinistro per l assicurazione obbligatoria

Dettagli

C H I E D E. il rilascio/rinnovo della Certificazione di Idoneità Alloggiativa per l immobile

C H I E D E. il rilascio/rinnovo della Certificazione di Idoneità Alloggiativa per l immobile Marca da bollo di 16,00 Al Comune di Olevano sul Tusciano Settore Tecnico S.U.E. Piazza Umberto I 84062 - Olevano sul Tusciano - OGGETTO: Richiesta di Certificazione di IDONEITÀ ALLOGGIATIVA. Il/La sottoscritto/a

Dettagli

Unione Terre di Castelli

Unione Terre di Castelli Unione Terre di Castelli REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI TRASPARENZA E PUBBLICITA DELLO STATO PATRIMONIALE DEGLI AMMINISTRATORI. (Legge 5/7/1982 n.441 come modificata

Dettagli

CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE

CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE CITTA DI FIUMICINO (Provincia di Roma) COMANDO DI POLIZIA LOCALE INFORMAZIONI PER GLI UTENTI INTERESSATI ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI DEBITI RELATIVI A SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONI AL CODICE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE INDICE Titolo I. - Adozione...2 Art. 1 Finalità...2 Art. 2 Requisiti per l affidamento dell animale...2 Art. 3 Modalità

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI AL SERVIZIO DI PERSONE DISABILI (Approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 28 Gennaio 2005) Art. 1 (Oggetto) -

Dettagli

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE CELLE LIGURE (SV) 2 OTTOBRE 2014 SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE dott. Marco Massavelli Vice Comandante P.M. Druento (TO) CONTROLLO DEI DOCUMENTI E INVITO A PRESENTARLI

Dettagli

Presentazione della domanda

Presentazione della domanda Aggiornato ad Aprile 2015 Guida alla compilazione delle comunicazioni per la messa in esercizio degli ascensori, degli apparecchi di sollevamento e dei montacarichi Presentazione della domanda La presente

Dettagli

Responsabile:Il Sindaco Franco Tarquini. Indirizzo di posta elettronica: vigilanza@comunetossicia.gov.it

Responsabile:Il Sindaco Franco Tarquini. Indirizzo di posta elettronica: vigilanza@comunetossicia.gov.it L'uffico svolge le seguenti funzioni: Viabilità e infortunistica - Vigilanza - Polizia - Commercio - Licenze e autorizzazioni - Fiere e mercati - Randagismo Responsabile:Il Sindaco Franco Tarquini Indirizzo

Dettagli

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21)

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21) 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE Roma, 8 aprile 2010 Cap. Sergio Tirrò Roma, 8 aprile 2010 Cap. Sergio Tirrò La verbalizzazione Legge di depenalizzazione 24/11/1981 nr. 689 Modifiche al sistema

Dettagli

PERMESSO DISABILI CATEGORIA F

PERMESSO DISABILI CATEGORIA F PERMESSO DISABILI CATEGORIA F REQUISITI PER IL RILASCIO DEI PERMESSI Il permesso di circolazione per la categoria F (da identificarsi con il contrassegno europeo per disabili di cui al D.P.R. 3 luglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA DENOMINATA LIBERO CONSORZIO COMUNALE AI SENSI DELLA L.R. N. 8/2014 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE

Dettagli

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina)

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI (Simbolo e contrassegno redatto

Dettagli

STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90.

STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90. STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90 Caso pratico Individuo trovato in possesso di un piccolo quantitativo

Dettagli

NOVITA PER I CONTRASSEGNI DISABILI

NOVITA PER I CONTRASSEGNI DISABILI NOVITA PER I CONTRASSEGNI DISABILI I CONTRASSEGNI PER DISABILI COLOR ARANCIONE DEVONO ESSERE SOSTITUITI ENTRO IL PROSSIMO 15 SETTEMBRE CON QUELLI AZZURRI VALIDI IN TUTTI I PAESI DELL UNIONE EUROPEA Tutti

Dettagli

Responsabile del PROVVEDIMENTO. Responsabile del PROCEDIMENTO. Orietta Barbaresch biondi@comunecampione.ch. Orietta Barbaresch

Responsabile del PROVVEDIMENTO. Responsabile del PROCEDIMENTO. Orietta Barbaresch biondi@comunecampione.ch. Orietta Barbaresch Pubblicazione dei dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza (ai sensi dell'art. 35, Dlgs 33 del 14-3-2013) AREA SERVIZI AL CITTADINO -SERVIZI DEMOGRAFICI Nr o Descrizione del PROCEDIMENTO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30

COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30 COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2011 Il decreto del Ministro dell Economia e delle Finanze 14 settembre 2011, pubblicato in data

Dettagli

SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE

SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE PROCEDURA RELATIVA AL RILIEVO DEGLI INCIDENTI STRADALI Accertamento condotte illecite riferite alla circolazione stradale - D. L.vo 30.04.1992, n. 285 (Codice della Strada), Codice Penale e Codice di Procedura

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI.

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 26 febbraio

Dettagli

Principi di funzionamento, di indirizzo e regolamentazione dell'albo pretorio e della notificazione e del deposito degli atti

Principi di funzionamento, di indirizzo e regolamentazione dell'albo pretorio e della notificazione e del deposito degli atti Principi di funzionamento, di indirizzo e regolamentazione dell'albo pretorio e della notificazione e del deposito degli atti Titolo I - Albo Pretorio Informatico 1. Albo Pretorio L Albo Pretorio on line

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CIRCOLAZIONE STRADALE E PROFILI DI RESPONSABILITÀ CIVILE. Sezione I LA FASE STRAGIUDIZIALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CIRCOLAZIONE STRADALE E PROFILI DI RESPONSABILITÀ CIVILE. Sezione I LA FASE STRAGIUDIZIALE INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CIRCOLAZIONE STRADALE E PROFILI DI RESPONSABILITÀ CIVILE Sezione I LA FASE STRAGIUDIZIALE 1. La denuncia di sinistro... Pag. 3 2. La richiesta di informazioni ai sensi dell art.

Dettagli

Gestione del contratto di locazione immobili

Gestione del contratto di locazione immobili DATA EMISSIONE 04/10/2006 1^ REVISIONE 18/04/2007 2^ REVISIONE 09/06/2008 3^ REVISIONE APPROVAZIONE Responsabile Servizio Rapporti Utenza AUTORIZZAZIONE Direttore Generale Visto Responsabile Operativo

Dettagli

COMUNE DI SPILAMBERTO. P.zza Caduti della Libertà, n. 3 41057 Spilamberto Provincia di Modena

COMUNE DI SPILAMBERTO. P.zza Caduti della Libertà, n. 3 41057 Spilamberto Provincia di Modena COMUNE DI SPILAMBERTO P.zza Caduti della Libertà, n. 3 41057 Spilamberto Provincia di Modena ****************** REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RINUNCE DI PROPRIETA DEI CANI NON RANDAGI E PER LE RICONSEGNE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 21del 19.04.2002 Modificato con deliberazione

Dettagli

Allegato Mod. T (compilare in stampatello) il / / scadenza il / /

Allegato Mod. T (compilare in stampatello) il / / scadenza il / / Richiesta nominativa di nulla osta per Allo Sportello Unico per familiare al seguito ai sensi l Immigrazione dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 di come modificato dalla legge n.189/02 sigla provincia (1)

Dettagli

Prefettura-Ufficio territoriale del Governo di Cremona

Prefettura-Ufficio territoriale del Governo di Cremona Prot. nr. 463/12B-10A/A1 lì, 13 febbraio 2006 DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AI SIGG. SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DELLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI AL SIG. QUESTORE

Dettagli

C) ASILO POLITICO(PROTEZIONE INTERNAZIONALE

C) ASILO POLITICO(PROTEZIONE INTERNAZIONALE DOCUMENTI PER IL RINNOVO/AGGIORNAMENTO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO ELETTRONICO TRAMITE PROCEDURA CON KIT POSTALE da allegare in fotocopia nella busta con cui si spedisce il kit postale ed esibire in originale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1 ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI ANGUILLARA SABAZIA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza: DICHIARAZIONE

Dettagli

ORDINANZA N. 47 DEL 11/03/2014

ORDINANZA N. 47 DEL 11/03/2014 Città di Nardò (Provincia di Lecce) Prot. N. 8621 del 11/03/2014 AREA ISTITUZIONALE - STAFF SINDACO Servizio Corpo degli Operatori di Polizia Locale ORDINANZA N. 47 DEL 11/03/2014 OGGETTO: Ordinanza di

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 1 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese CHIARA SOMARE Avvocato STUDIO LEGALE I - 20122 MILANO - VIA CURTATONE,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI PER LA PUBBLICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER LA TRASPARENZA

REGOLAMENTO COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI PER LA PUBBLICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER LA TRASPARENZA COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER LA TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI (art. 41-bis del D.Lgs. 18 agosto 2000,

Dettagli

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico Protocollo Al Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Oggetto: Richiesta/o Rinnovo contrassegno di parcheggio per disabili. Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM)

Dettagli

Tipo di controllo. Criteri di controllo

Tipo di controllo. Criteri di controllo Settore Normativa di riferimento L. 68/99 art. 3 L. 133/2008 Decreto direttoriale n. 345 del 17/09/2013 Tipo di procedimento Verifica dell ottemperanza all obbligo di assunzione disabili Genere di impresa

Dettagli

Provvedimento finale. Avvio. Termine Finale. Termine di Legge. del. amministrativo. Procedimento. procedimento

Provvedimento finale. Avvio. Termine Finale. Termine di Legge. del. amministrativo. Procedimento. procedimento SERVIZI DEMOGRAFICI o/unità organizzativa: Responsabili del procedimento: Ufficiali di Anagrafe e di Stato civile: Sartori Daniela Dal Santo Roberta Elettorale: Sartori Daniela Recapiti: Tel. 0445/860534

Dettagli

AT-392/8.1 AT-392/8.2

AT-392/8.1 AT-392/8.2 AT-392/8.1 AT-392/8.2 AT-392/8.3 AT-392/8.4 AT-392/8.5 AT-392/8.6 AT-392/8.7 AT-392/8.8 AT-392/8.9 ECONOMATO - N schede economali aperte Viene rilevato il numero complessivo di schede economali aperte

Dettagli

Multe. La contestazione delle. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL

Multe. La contestazione delle. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL Test Noi Consumatori - Periodico settimanale di informazione e studi su consumi, servizi, ambiente. Anno XXIV - numero 18 del 14 marzo 2012. Direttore: Pietro Giordano - Direttore responsabile: Francesco

Dettagli

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per:

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per: ALLEGATO A Legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013 Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale ISTANZA

Dettagli

DOMANDA PER RILASCIO DI LICENZA TEMPORANEA PERMANENTE ESERCIZIO:

DOMANDA PER RILASCIO DI LICENZA TEMPORANEA PERMANENTE ESERCIZIO: Bollo 14,62 AL SINDACO DEL COMUNE DI FOLLONICA Comando Polizia Municipale Ufficio Polizia Amministrativa Via Roma, 81 58022 FOLLONICA Grosseto DOMANDA PER RILASCIO DI LICENZA TEMPORANEA PERMANENTE ESERCIZIO:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI Approvato con delibera di consiglio del Commissario Straordinario n. 17 del 18.03.2004 1 INDICE Art. 1 - Contenuto del Regolamento. Art. 2 - Definizione di passo

Dettagli

Comune di Longare Provincia di Vicenza

Comune di Longare Provincia di Vicenza Comune di Longare Provincia di Vicenza Marca da Bollo 14,62 DOMANDA PER: INSEGNA D ESERCIZIO, CARTELLONE PUBBLICITARIO, TARGHE INSEGNE Al Signor Sindaco del Comune di Longare Il\La sottoscritto\a... residente

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

COMUNE DI CANTAGALLO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO D IDONEITA DELL ALLOGGIO

COMUNE DI CANTAGALLO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO D IDONEITA DELL ALLOGGIO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO D IDONEITA DELL ALLOGGIO INDICE Articolo 1 Ambito d applicazione Articolo 2 Soggetto avente titolo alla presentazione della richiesta Articolo 3 - Presentazione

Dettagli

il / / scadenza il / /

il / / scadenza il / / Richiesta nominativa di nulla osta per familiare al seguito ai sensi dell art. 29 del D.Lg.vo n.286/98 come modificato dalla legge n.189/02 e art. 6 D.P.R. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XV 1 Richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro subordinato. Rigetto per sopravvenuto provvedimento di espulsione... 1 Rigetto dell istanza di rinnovo del permesso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AUTORIZZAZIONE IN DEROGA ALLE PERSONE INVALIDE E PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI-SOSTA A TITOLO GRATUITO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AUTORIZZAZIONE IN DEROGA ALLE PERSONE INVALIDE E PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI-SOSTA A TITOLO GRATUITO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AUTORIZZAZIONE IN DEROGA ALLE PERSONE INVALIDE E PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI-SOSTA A TITOLO GRATUITO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 74 del 27/11/2006.

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per. ricongiungimento familiare ai sensi. dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98

Richiesta nominativa di nulla osta per. ricongiungimento familiare ai sensi. dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 Richiesta nominativa di nulla osta per Allo Sportello Unico per ricongiungimento familiare ai sensi l Immigrazione dell art. 29 del D.LG.VO n.286/98 di come modificato dalla legge n.189/02 sigla provincia

Dettagli

CITTA di CANOSA di PUGLIA

CITTA di CANOSA di PUGLIA CITTA di CANOSA di PUGLIA Provincia BAT ******* COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE Spett.le COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Viale 1 Maggio n. 17 Canosa di Puglia Oggetto: Richiesta autorizzazione accesso nell Area

Dettagli

Articolo 126 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti

Articolo 126 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti Articolo 16 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti 1. All'atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di venti punti. Tale punteggio, annotato nell'anagrafe

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE C I T T À D I P R O V I N C I A D I C A R I N I P A L E R M O CORPO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1_UE DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI NANNO DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza: DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

Dettagli

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO - MUNICIPIO.. Via. - 00.. R O M A OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di noleggio di veicoli senza conducente. (ai sensi del D.P.R. 481 del 19.12.2001

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento sulla riscossione delle contravvenzioni al codice della strada

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento sulla riscossione delle contravvenzioni al codice della strada PROVINCIA DI ROMA Regolamento sulla riscossione delle contravvenzioni al codice della strada Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 25 del 25 luglio 2011 ART. 1 Oggetto e scopo del regolamento.

Dettagli

Richiesta risarcimento danni

Richiesta risarcimento danni Richiesta risarcimento danni Al Sindaco del Comune di Prato Il/la sottoscritto/a (nome e cognome) nato/a a il, residente a Provincia in via/piazza n. domiciliato/a in (prov. ) in via Telefono Cellulare

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n.10959 del 19 aprile

Dettagli

Il presente Regolamento è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana.

Il presente Regolamento è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. notificazione della cartella di pagamento a pena di decadenza, allegando copia della documentazione attestante il reddito di cui al comma 2. 4. Sulle somme il cui pagamento è stato rateizzato si applicano

Dettagli

Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008

Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008 Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DI AUTOVEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA CONVERSIONE DEI SISTEMI DI ALIMENTAZIONE. 1 Oggetto e

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1061-2014 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1061 Data: 18-12-2014 SETTORE : AFFARI GENERALI

Dettagli

Istanze di riconoscimento della parità scolastica per l anno scolastico 2014/2015

Istanze di riconoscimento della parità scolastica per l anno scolastico 2014/2015 USR Lombardia - via Pola, 11-20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - PEC drlo@postacert.istruzione.it - CF 97254200153 Istanze di riconoscimento della parità scolastica per l anno scolastico 2014/2015 Indicazioni,

Dettagli

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO DI DEROGA ALLA SOSTA E ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE ALLE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

Guida alla compilazione delle comunicazioni per l esercizio

Guida alla compilazione delle comunicazioni per l esercizio - ASCENSORI - APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO (rispondenti alla definizione di ascensore la cui velocità di spostamento non supera 0,15 m/s) - MONTACARICHI per il trasporto di sole cose Guida alla compilazione

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI NEL COMUNE DI PERTICA BASSA Artt. 32, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 14 marzo

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A C O M U N E DI O P E R A PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO RELATIVO ALLE MODALITA DI RILASCIO ED UTILIZZO DEL CONTRASSEGNO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DELLE PERSONE CON DIVERSE ABILITA PREMESSE - RIFERIMENTI

Dettagli

COMUNE DI CELANO. Regolamento per la disciplina del condono fiscale sui tributi locali (art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n.289)

COMUNE DI CELANO. Regolamento per la disciplina del condono fiscale sui tributi locali (art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n.289) COMUNE DI CELANO Regolamento per la disciplina del condono fiscale sui tributi locali (art. 13 Legge 27 dicembre 2002 n.289) CAPO I TRIBUTI CONDONABILI, CONDIZIONI E BENEFICI Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

TESTO COORDINATO. Art. 1 (Oggetto)

TESTO COORDINATO. Art. 1 (Oggetto) Regolamento per la concessione a favore di disabili fisici dei contributi previsti dall articolo 3, commi 91, 92 e 93 della legge regionale 2 febbraio 2005, n. 1 (Legge finanziaria 2005) per l acquisto

Dettagli

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI. Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a. il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI. Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a. il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Al Sindaco del Comune di Prato Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n domiciliato/a in ( prov. ) in Via recapito telefonico

Dettagli

CASTEGNERO-NANTO Provincia di Vicenza UFFICIO TECNICO CONVENZIONATO

CASTEGNERO-NANTO Provincia di Vicenza UFFICIO TECNICO CONVENZIONATO CASTEGNERO-NANTO Provincia di Vicenza UFFICIO TECNICO CONVENZIONATO LL PP e MANUTENZIONI - Via Ponte n. 64-36020 CASTEGNERO Ufficio Tecnico 0444/738756 - Fax n. 0444/730050 e.mail: tecnico@comune.castegnero.vi.it

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Dichiarazione di residenza con provenienza da altro Comune. Indicare il Comune di provenienza.. Dichiarazione di residenza con provenienza dall estero. Indicare lo Stato estero

Dettagli

QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE UFFICIO LICENZE P.zza Galileo n. 1 piano terra

QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE UFFICIO LICENZE P.zza Galileo n. 1 piano terra QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE UFFICIO LICENZE P.zza Galileo n. 1 piano terra telefoni 051/6401574 051/6401559 fax 051/6401562 RICEVIMENTO DEL PUBBLICO dal Lunedì al Venerdì

Dettagli

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA La domanda deve essere consegnata, compilata in ogni sua parte e corredata della documentazione richiesta, almeno 60 gg. prima della manifestazione.

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DEL BANDO. Art. 2 DURATA. Art. 3 REQUISITI

Art. 1 - OGGETTO DEL BANDO. Art. 2 DURATA. Art. 3 REQUISITI BANDO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER: LA TRASFORMAZIONE DELL'ALIMENTAZIONE DI AUTOVETTURE DA BENZINA A GPL O A METANO L ACQUISTO DI NUOVI CICLOMOTORI E MOTOCICLI FINO A 250 cc O ELETTRICI, PREVIA ROTTAMAZIONE

Dettagli

ASCENSORI MONTACARICHI per il trasporto di cose PIATTAFORME elevatrici per disabili

ASCENSORI MONTACARICHI per il trasporto di cose PIATTAFORME elevatrici per disabili Dicembre 2010 ASCENSORI MONTACARICHI per il trasporto di cose PIATTAFORME elevatrici per disabili Guida alla compilazione delle comunicazioni per l esercizio Il proprietario dello stabile o il suo legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI SAN VITO LO CAPO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI SAN VITO LO CAPO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI SAN VITO LO CAPO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL C.C. N 22 DEL 29.06.2011 MODIFICATO ED INTEGRATO CON: DELIBERAZIONE DEL C.C. N 32

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA Allegato 1 DICHIARAZIONE DI RESIDENZA ALL UFFICIALE D ANAGRAFE DEL COMUNE DI POMAROLO DICHIARAZIONE DI RESIDENZA CON PROVENIENZA DA ALTRO COMUNE. Indicare il Comune di provenienza: DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

Dettagli

REGOLAMENTO DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO COMUNE DI BRENZONE Provincia di Verona All. Sub A) Deliberazione C.C. n. 15 del 17.04.2013 REGOLAMENTO DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 43 in data 28.12.2011

Dettagli

Comune di San Giorgio di Mantova

Comune di San Giorgio di Mantova Comune di San Giorgio di Mantova Piazza della Repubblica, 8. T el 0376 273111 F ax 0376 273154 p. e.c. comune. sangio rgiodimantova@pec. regione.lombardia. it C. F. 80004610202 ORIGINALE Deliberazione

Dettagli

COMUNE DI SANT ELENA SANNITA

COMUNE DI SANT ELENA SANNITA COMUNE DI SANT ELENA SANNITA (Provincia di Isernia) C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N.25 DEL 14-03-2013 Oggetto: SERVIZIO DI CUSTODIA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI. DETERMINAZIONI.

Dettagli

Servizio Associato di Polizia Locale Comuni di Balestrino Boissano Toirano

Servizio Associato di Polizia Locale Comuni di Balestrino Boissano Toirano Servizio Associato di Polizia Locale Comuni di Balestrino Boissano Toirano Responsabile Isp. Capo MATTIAUDA Dr. Antonio tel. 018298010-3 e-mail - poliziamunicipale@pec.comune.boissano.sv.it Indice Presentazione

Dettagli

PROVINCIA DI COMO COMANDO POLIZIA LOCALE. Pagamento delle sanzioni in misura ridotta del 30%

PROVINCIA DI COMO COMANDO POLIZIA LOCALE. Pagamento delle sanzioni in misura ridotta del 30% COMANDO POLIZIA LOCALE Chi può beneficiare della riduzione Pagamento delle sanzioni in misura ridotta del 30% Il trasgressore, il proprietario del veicolo o qualsiasi altro obbligato in solido può pagare

Dettagli