Città di Latisana. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Città di Latisana. Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI"

Transcript

1 Città di Latisana Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE DI ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione consiliare n. 104 del 29 novembre 2011

2 Art.1 Generalità 1. Il presente Regolamento disciplina l istituzione ed il funzionamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi della Città di Latisana (d ora in poi CCR). 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo autonomo, democratico e libero; 3. IL CCR ha durata di due anni ed è formato da ragazzi di età dagli 8 ai 14 anni. Art.2 Finalità 1. Al fine di favorire la crescita socio-culturale dei ragazzi e la consapevolezza dei loro diritti e doveri civici verso le istituzioni e la comunità, è istituito il Consiglio Comunale dei Ragazzi, secondo quanto previsto dallo Statuto Comunale per le forme di partecipazione attiva dei cittadini. 2. Attraverso la partecipazione dei ragazzi, il CCR si pone i seguenti fini: - promuovere sul territorio la cultura della partecipazione e della legalità; - sostenere la formazione civica nelle scuole e la salvaguardia del patrimonio collettivo; - operare in rete fra le diverse agenzie educative presenti sul territorio attraverso la condivisione di un pensiero comune; - stimolare il senso di appartenenza alla comunità. Art.3 Competenze del CCR 1. Il CCR ha funzioni consultive e propositive che si esercitano mediante pareri o richieste di informazione nei confronti del Consiglio Comunale della città, su temi e problematiche del mondo giovanile. 2. Rientrano nelle tematiche del Consiglio Comunale dei Ragazzi le seguenti materie: - Partecipazione e cultura della legalità; - Politiche ambientali e della salute; - Sport, tempo libero e associazionismo; - Istruzione, Cultura e spettacolo; - Politiche giovanili e sociali; - Volontariato; - Formazione civica; - Rapporti con l UNICEF. Art. 4 Elettorato passivo Possono essere eletti consiglieri del CCR gli alunni delle classi quarte delle Scuole Primarie e gli studenti delle classi seconde della Scuola Secondaria di I Grado residenti nel Comune di Latisana. Art. 5 Elettorato attivo Costituiscono il corpo elettorale tutti gli studenti frequentanti le stesse classi di cui all art. 4 delle scuole del Comune. 1

3 Art. 6 Pubblicità delle sedute 1. Le sedute del CCR sono pubbliche. 2. Alle sedute del CCR sarà data la massima pubblicità, d intesa con i Dirigenti Scolastici e con le procedure analoghe a quelle seguite per il Consiglio Comunale della città. Art.7 Modalità di funzionamento 1. Le decisioni assunte dal CCR sotto forma di proposte e pareri sono verbalizzate da un funzionario del Comune (o suo delegato), che assiste alla seduta, e sottoposte all Amministrazione Comunale. 2. La stessa entro trenta giorni dal ricevimento dovrà formulare risposta scritta circa il problema o l istanza espressi ed illustrare le modalità che si intendono seguire per le eventuali relative soluzioni. 3. Il CCR, con voto unanime, potrà richiedere al Sindaco di porre all ordine del giorno del Consiglio Comunale di Latisana un preciso argomento per la relativa discussione. Art. 8 Composizione del Consiglio Comunale dei Ragazzi 1. Il CCR è costituito da 2 Consiglieri per ogni classe quarta delle Scuole Primarie e di ogni classe seconda della Scuola Secondaria di I Grado del Comune di Latisana. 2. Gli eletti durano in carica due anni. 3. I consiglieri eletti dovranno dimettersi dall incarico per eventuale cambio di residenza o per trasferimento di istituto. 4. Il consigliere dimissionario verrà surrogato dall alunno risultante il primo dei non eletti nella lista presentata dalla classe della scuola di appartenenza. Art. 9 Modalità di elezione 1. Ogni classe individuata deve eleggere i propri Consiglieri nel numero previsto dall art La campagna di sensibilizzazione e la presentazione delle candidature si svolgerà, da parte degli alunni, nelle forme che, d intesa con il corpo insegnante, si riterranno più opportune (assemblee, volantinaggi, dibattiti, ecc.). 3. In ogni istituto e plesso si costituiranno: - una Commissione elettorale, - uno o più seggi elettorali, a seconda delle esigenze organizzative e con le modalità individuate dalla scuola. 4. Le elezioni per la designazione dei componenti del CCR sono effettuate in orario scolastico entro il mese di ottobre di ciascun biennio, compatibilmente con le esigenze didattiche, previo accordo e con la collaborazione della competente autorità scolastica. Per l anno 2011 le dette elezioni si terranno entro il mese di dicembre. 5. Al fine di rendere il più agevole possibile l esercizio del voto e, contestualmente, intralciare il meno possibile la normale attività didattica, l Amministrazione Comunale fornisce le schede di votazione predisposte e tutto il materiale eventualmente necessario. 6. In ogni scheda è possibile indicare al massimo due preferenze (fra coloro che hanno espresso la volontà di candidarsi) pari ai consiglieri da eleggere e risultano eletti i nominativi che ottengono il maggior numero di voti. In caso di parità è eletto il più giovane d età, fatte salve eventuali rinunce. 2

4 7. In caso di rinuncia durante il mandato, subentrerà il primo dei non eletti della stessa classe. 8. Entro la fine del mese di ottobre i risultati dello scrutinio con intera lista e le relative preferenze sono consegnati a cura del Dirigente Scolastico al Sindaco, che provvederà all immediata pubblicazione all Albo Pretorio. 9. Eventuali ricorsi dovranno essere presentati al Sindaco entro 4 giorni dalla pubblicazione delle liste all Albo Pretorio. Nei successivi 2 giorni il Sindaco dovrà emettere il giudizio di merito e contestualmente convocherà la prima seduta del CCR assumendone la presidenza. Art. 10 Elezione del Sindaco dei Ragazzi 1. Nella sua prima riunione il CCR dovrà procedere all elezione a scrutinio segreto del Sindaco nell ambito dei componenti del Consiglio, con le modalità di seguito disciplinate. 2. Ogni candidato alla carica di Sindaco presenta, nella prima seduta del Consiglio, il suo programma di lavoro insieme alla lista dei candidati alla carica di Assessori in numero di 4. Il Sindaco è eletto a maggioranza assoluta dei componenti. Nel caso in cui nessun candidato ottenga tale maggioranza, si procede immediatamente a votazione di ballottaggio tra i due più votati e risulta eletto chi consegue il maggior numero di voti. A parità di voti viene eletto il più giovane. 3. Risultano eletti con il Sindaco i 4 consiglieri alla carica di Assessori da esso presentati. Art. 11 Attribuzioni e durata in carica del Sindaco Il Sindaco eletto ha il compito di: a) convocare il Consiglio. La convocazione avviene su richiesta del Sindaco dei ragazzi almeno otto giorni prima dell adunanza, per mezzo di avvisi spediti dal funzionario responsabile comunale ai Consiglieri del CCR ed al Capo d Istituto con preghiera di affissioni all albo scolastico per informazione a tutti i docenti e allievi. Copia della convocazione con il relativo ordine è inviata al Sindaco della Città di Latisana; b) presiedere e disciplinare le sedute del CCR; La carica del Sindaco ha durata di un anno. Art. 12 Riunioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi 1. Il CCR si riunisce nella Sala Consiliare del Municipio della Città di Latisana. Il CCR dovrà riunirsi non meno di due volte all anno al di fuori dell orario scolastico. 2. Si riunirà per iniziativa del Sindaco dei Ragazzi o su richiesta di almeno 8 componenti il CCR. 3. Presiede le sedute del CCR il Sindaco del Comune di Latisana o un suo delegato. Partecipa inoltre la Giunta comunale. 4. Le funzioni di Segretario del Consiglio Comunale dei Ragazzi sono svolte da un operatore dell Area Servizi Sociali del Comune di Latisana. Il Segretario ha anche funzioni di supporto operativo ai lavori del Consiglio. 5. Per la validità delle sedute è necessaria la presenza della metà più uno dei Consiglieri al momento dell appello. 6. Nel caso in cui il CCR non raggiunga il numero legale necessario per la validità della seduta, si dovrà ricorrere ad un ulteriore convocazione in cui le deliberazioni saranno assunte a maggioranza dei presenti. 3

5 Art. 13 Adempimenti 1. Distintivo del Sindaco del CCR è la fascia tricolore da portare a tracolla. 2. Prima di assumere le funzioni, il Sindaco del CCR presta promessa davanti al Sindaco della Città di adempiere ai doveri previsti dallo Statuto e dal presente Regolamento. 3. Il Sindaco del CCR rappresenta il Consiglio Comunale dei Ragazzi in occasione di cerimonie ufficiali e in altre particolari circostanze. Art. 14 Norme transitorie e finali 1. L attività di supporto agli organi previsti dal presente Regolamento è svolta dall'area servizi sociali del Comune di Latisana. 2. Viene assicurata da parte dell Amministrazione Comunale la copertura delle spese per la costituzione e il funzionamento del CCR. 3. Per quanto non disposto dal presente Regolamento si fa riferimento allo Statuto e alle leggi vigenti. * * * * * 4