ARNALDO MOMO IL GIRASOLE. Sacra rappresentazione di Vincent Van Gogh

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARNALDO MOMO IL GIRASOLE. Sacra rappresentazione di Vincent Van Gogh"

Transcript

1 ARNALDO MOMO IL GIRASOLE Sacra rappresentazione di Vincent Van Gogh 1

2 a Cesare mio fratello cui sono debitore Il testo, segnalato al Concorso IDI - Piccolo Teatro di Miliano, è stato messo in scena dal Piccolo Teatro Città di Brescia, nel Teatro Grande, marzo 1954, per la regia di Renzo Frusca. L idea di trarre un opera teatrale dalle Lettere di Vincent al fratello Theo mi era stata proposta da Michelangelo Muraro. 2

3 PERSONAGGI Vincent Van Gogh Il signore del discorso funebre Il signor Jean Dénis Il dottor Peinikke, Vice Direttore del Museo Municipale di Amsterdasm Il signor Lébonnet, del Luxembourg di Parigi Il dottor Van den Borre, della Società Anonima per Azioni Bacini Carboniferi Borinage Un operaio Un vecchio operaio Gabriel Barrè - un operaio 1 Pastore 2 Pastore 3 Pastore Michel - operaio Sien La suicida Kay Il padre di Vincent Tersteeg - mercante Theo Van Gogh Paul Gauguin Violette Un cameriere Jo Il Commissario La signora Dupont Il marito della signora Dupont Un piantone Un matto Il dottor Gachet Coro delle donne del Borinage: 1) una madre; 2) una sposa; 3) una maestra. Coro di bambini Voci di uomini e di donne 3

4 Scena multipla, ma organicamente unitaria. I luoghi possono essere indicati emblematicamente come nelle Sacre Rappresentazioni. Il passaggio dell azione da un luogo deputato all altro nel tempo è segnato dalla luce che illumina di volta in volta lo spazio dove si svolgono i fatti. 4

5 EPILOGO - il funerale di Theo A sipario chiuso. Poche persone, in lutto. Nel centro Jo, la moglie di Theo. Il Signore del discorso funebre - Vincent Van Gogh 27 luglio 1890; Theo Van Gogh 21 gennaio 1891; sei mesi dopo la tragica fine del tuo amato fratello che ha voluto violentemente chiudere la sua giornata terrena (e sia lungi da noi la presunzione di qualsiasi giudizio), tu ci hai fatto ripercorrere la stessa strada e accanto alla terra smossa di fresco abbiamo dovuto ancora scavare. Unica consolazione per noi che restiamo, e per la tua fedele e amorosa compagna prima di ogni altro, il pensiero che tu certo nel supremo momento non avevi rimpianti, così che il dolore della separazione si addolcì nella naturale malinconia di un tramonto sereno. Perché, cosa chiede l amore per sé, se non la gioia stessa del donare? E come si può chiamare la tua vita, se non col nome amore? Tu hai scelto il posto più difficile per un fratello (per la nostra miseria non è, come dovrebbe essere, una contraddizione): contemplare lietamente dall ombra, tu di quattro anni più giovane di lui, la luce della gloria, rassicurando, consigliando, sostenendo, perché si compisse il destino del genio in cui tu solo avevi creduto e di cui umilmente ti rallegravi. E dunque abbiamo voluto che tu gli riposassi accanto, perché amiamo pensare, nella nostra misura umana, che più facilmente tu possa così difenderlo anche dinanzi a Dio, e con la tua pace placare il suo cuore doloroso. Ma il fischio dei guardiani segna l ora in cui siamo costretti a lasciarti e ci richiama al tempo, che s era per un poco con te arrestato nell eternità. Addio. Addio. Jo depone sulla tomba un mazzo di fiori. Un signore dà il braccio a Jo e, dietro loro, tutti escono. Corale d organo. Si alza lentamente il sipario. 5

6 I ATTO IL PAESE NERO DEI MINATORI Coro delle donne del Borinage (1 - una madre; 2 - una sposa; 3 - una maestra) 1 - Nel Belgio meridionale nell Hinaut, c è una contrada chiamata Borinage. 3 - In questa contrada vive una caratteristica popolazione di operai che lavorano nelle numerose miniere di carbone. Ecco quello che dice di loro un piccolo manuale di geografia: Gli abitanti del Borinage non si occupano che dell estrazione del carbone. E uno spettacolo imponente quello offerto da miniere di carbone a trecento metri di profondità, dove scende quotidianamente una popolazione operaia degna della nostra attenzione e della nostra simpatia. Il minatore del Borinage è un tipo particolare: 2 - per lui il giorno non esiste e non esiste mai la possibilità, salvo la domenica, di godersi i raggi del sole: 1 - il minatore lavora faticosamente alla luce di una lampada, il cui chiarore è pallido e nebbioso, in uno stretto budello, col corpo piegato in due. Spesso è obbligato a strisciare; 3 - lavora per strappare dalle viscere della terra questa sostanza minerale di cui tutti conosciamo la grande utilità, 2 - lavora in mezzo a mille pericoli che si rinnovano senza posa; 3 - eppure il minatore belga ha un felice carattere e quando scende nel suo buco col cappello sormontato da una piccola lampada che deve guidarlo nelle tenebre, si affida al suo Dio che vede la sua fatica e che protegge lui, 2 - la sua donna, 1 - i suoi figli. 6

7 INTERMEZZO la vecchia casa del pastore Van Gogh: la ricerca dei documenti Il dottor Peinikke e il signor Lébonnet, storici dell Arte; il signor Denis testimone Il signor Denis - (uscendo dalla vecchia casa di Van Gogh fa strada al dottor Peinikke e al signor Lébonnet) -... Certo, la casa allora non era come adesso. Voi siete dei signori, dei cittadini, ma non faccio per dire, ci abbiamo fatto dei lavori, l abbiamo molto migliorata. Dottor Peinikke - Peccato. Il Sig. D. - Peccato che abbiamo migliorato la casa? Dottor P. - Intendevo dire cha la casa in tal modo avrà perduto del suo antico carattere. Il Signor D. - Sì, ma anche allora era la migliore casa, qui intorno. Il fatto è che il nostro pastore Van Gogh non poteva sopportare di stare meglio dei minatori. Se avesse potuto, sarebbe sceso con loro, sotto terra. Ma non volete proprio accomodarvi un momento? Un goccetto di vino, alla buona. Eh, la mia povera moglie è morta, Signori, sono già sette anni. Dottor P. - Grazie, ma dobbiamo andare. Sig. L. - Prima di partire vorremmo passare da quel minatore di cui ci avete parlato. Il Sig. D. - Sì. (indicando col braccio) Quella là in fondo è la sua capanna. Eh, glielo deve proprio al nostro pastore Van Gogh, Michel, se si è salvato. Ma non so cosa ne potrete cavare. Ormai è completamente svanito. Signor L. - Bene, tenteremo lo stesso. In caso, ci limiteremo a dare un occhiata. Grazie mille, signor Dénis. Il signor D. - (allargando le braccia) Per quel che ho potuto, questo è tutto quello che la mia memoria invecchiata ha saputo raccogliere e quando il nostro Pastore se ne andò, sul lato della strada, una mattina di primavera com era venuto, io non saprei dirvi di più, non abbiamo più avuto sue notizie, da allora. Dottor P. - In ogni modo, se mai si trovasse in seguito qualcuno dei suoi disegni, questo è il nostro indirizzo. (gli dà un biglietto. Il Sig. D. lo legge). Sig. L. - Ci farete un segnalato favore a tenercene informati. Dottor P. - Avrebbero un certo valore, capite; in mano a competenti. Sig. D. - Fidatevi di me. Ma non credo che ne se ne possano trovare, ancora. Chissà dove sono andati a finire. Che volete! Lui non copiava le cose che noi chiamiamo belle e preferiva sempre quello che gli sembrava più miserabile. Voi siete dei professori e ve ne intendete, ma 7

8 noi ne abbiamo abbastanza di questo, nella vita, non è vero? Dottor P. - (guardando l orologio) Signor Lébonnet, manca soltanto poco più di un ora alla partenza del nostro treno. Il sig. D. - Ma allora sarà meglio che vi accompagni! Se fate la solita strada allungate il giro di un bel pezzo. Dottor P. - Non vorrei vi disturbaste troppo... Il Sig. D. - Per carità! Devo andare anch io alla stazione e prima o dopo... Se mi aspettate un momento, prendo un pacco e vengo. Sig. L. - Siete molto gentile. Il sig. D. - Con permesso (entra in casa). Dottor P. - Pare impossibile che questa gente abbia ospitato per tanto tempo un uomo come Van Gogh senza minimamente accorgersene. Sig. L. - Mio carissimo dottor Peinikke, non dimenticate i nostri colleghi d allora. E del resto, aveva talento Van Gogh? La domanda vi potrà sembrare stolta, ma non so se rispondereste affermativamente senz altro, se oggi uno, all età di trent anni, incominciasse così, come Vincent ha cominciato. Dottor. P. - Al nostro amabile sig. Lébonnet piacciono i paradossi. Il sig. D. - (uscendo di casa) Già, non si sapeva niente, noi, di ciò ch era diventato il pastore Van Gogh e si è molto sorpresi di sapere ch era arrivato ad essere un vero pittore. Ma c era qualcosa in lui. Questo l avevamo capito anche noi, persone ignoranti. 8

9 Coro delle donne del Borinage 3 - Così il Borinage è a sud di Lessines dove si trovano le cave di pietra. 1 - E un luogo scuro e a prima vista tutto intorno ha un aspetto triste e funebre. 2 - Accanto alla miniera, miserabili abitazioni di minatori, con radi alberi morti, completamente anneriti dal fumo, siepi di pruni, mucchi di immondizie, montagne di carbone inutilizzabili. 3 - Gli operai di queste miniere sono generalmente persone emaciate e pallide di febbre; 2 - hanno l aspetto affaticato e consunto, bruciato e vecchio prima del tempo; 1 - le donne, quasi tutte, sono smorte e appassite. 3 - Le miniere hanno cattiva fama per i numerosi accidenti che si susseguone, sia nella discesa, sia nella salita, 2 - e per l aria soffocante, l acqua sotterranea, 1 - il crollo di vecchie gallerie, 3 - le esplosioni di grisù. 9

10 1 a SEQUENZA nella miniera - Morte e Resurrezione (Urlo di sirene. Grida, voci fuori scena) Voce di uomo - Voce di uomo 2 - Coro 3 - Voce di uomo - Voce di uomo 2 - Coro 2 - Voce di donna - Coro 1 - Aiuto, aiuto, è successa una disgrazia! Alle miniere Belghe! Al pozzo numero uno! Padre nostro che sei nei cieli, liberaci dal male. La squadra di Paul c è rimasta tutta! Sono tutti morti! Signore mio Dio, abbi pietà di noi! C è mio figlio la sotto, c è mio figlio, lasciatemi andare. Padre nostro che sei nei cieli liberaci dal male. 10

11 Van Gogh e Michel entrano in chiesa. Van Gogh é seguito da due operai che portano su una barella Michel. Van Gogh - Adagiatelo qui. Un vecchio operaio - (vestito con tela d imballaggio. Sul dorso, la parola FRAGILE. All altro operaio) Piano. Fa piano (mettono la barella a terra e distendono Michel su un saccone) Un operaio - Anche questo è andato, pastore Van Gogh. Un vecchio operaio - Il medico dice che non arriva a domani, signor pastore. L avevo proprio incontrato questa mattina, davanti al pozzo. Come va? Gli dico. E lui: Bene come al solito, vecchio. E io gli ho detto, a me non mi vogliono ormai. Van Gogh - Andate, ora. (gli operai escono con la barella vuota) (Michel, steso sul pavimento della chiesa è tutto bendato, quasi fosse nel sepolcro. Van Gogh, chino sopra di lui, è vestito poveramente, come un operaio, con una camicia di sacco). Van Gogh - (grida sottovoce a Michel). Michel, Michel, mi senti? Non ascoltare più questi urli di morte. Tutti gridavano intorno a te. Lo so. I moribondi, gli uomini, le donne, e quest urlo delle sirene. Ti hanno assordato, e tu non odi più le voci della vita. Ma io ti parlo piano, Michel, non può farti male. E come se tu dormissi fondo, quando nostra madre ci chiamava piano e noi la sentivamo nel sonno. Michel, Michel, non ascoltare le grida dei morti. Lascia che ti chiamino e non rispondere. La mia voce è bassa, deve trovare la tua anima. Si, lo so, tu non puoi parlare, ma apri gli occhi un momento e mi farai capire. Un momento solo, Michel. E un grande sforzo per te, che io ti chiedo, ma tu lo devi fare. (grida con forza) Michel, ascoltami, me, mi devi sentire. Io ti chiamo con la voce di Cristo, con la voce che ha destato Lazzaro e la figliuola del Sacerdote; rispondimi. Michel, se mi rispondi, tu avrai il volto di Cristo risorto: tu non puoi rifiutarti ai tuoi compagni. Coro 1, 2 - Coro 3 - Coro 1, 2 - Signore mio Dio, abbi pietà di noi. Padre nostro che sei nei cieli liberaci dal male. Signore mio Dio, abbi pietà di noi. 11

12 Le voci degli operai e le ragioni dell impresa Annunciata da un canto rivoluzionario, entra la delegazione degli operai che si ferma davanti alla casa della Direzione. Seguono minatori, vecchi, donne e bambini. Entra il dottor Van den Borre. Dottor Van den Borre - Vi ho visti arrivare, cari amici, ed eccomi qui. Un operaio - Siamo stati mandati dai nostri compagni. Dr. V.d.B. - Sono a vostra disposizione. Un operaio - Parlate voi, Jean. Jean Dénis - Paul è rimasto là sotto, signor dottore. Così mi hanno pregato che dicessi io le loro ragioni. Io non faccio che ripetere quanto mi è stato detto. Dr. V.d.B. - Dite, dite liberamente, caro amico. J.D. - Ecco, signor dottore, il signor ingegnere ha detto che ha avuto l ordine di riportare la perforatrice negli altri pozzi. Gli operai dicono che così è impossibile continuare lo scavo. Un operaio - Siamo andati avanti finché si poteva coi picconi e coi badili. Un vecchio operaio - Quelli che sono rimasti di qua del gomito li abbiamo recuperati tutti, vivi e no. Ma poi è crollata tutta la volta del nuovo traforo. Un operaio - Tremila metri cubi di materiale, almeno. Dr. V.d.B. - Ma...io non so. Non sono un tecnico. Aspetterò che mi si riferisca. Effettivamente l ordine c è stato, ma se si trattasse ancora di poco tempo... Un operaio - Quindici giorni sicuri di lavoro. Dr. V.d.B. - Quindici giorni? E l estrazione del carbone, intanto? Gabriel Barré - L estrazione del carbone la facciamo noi, non voi. Ma ora c è mio figlio, là sotto. Un operaio - Il carbone deve aspettare. Dr. V.d.B. - Ma cari amici, io, personalmente, non ho nulla in contrario, e posso anche essere d accordo con voi. Soltanto sento il dovere, come amministratore, di farvi presente che la Società, in un momento come questo, non può permettersi una simile sospensione di lavoro. Se volete studiare con me i nostri bilanci...nonostante io non sia autorizzato...sono certo che capirete, come collaboratori... Un operaio - Noi non ci capiamo niente, dei vostri bilanci, avrete sempre ragione. G.B. - Se non ci darete il vostro aiuto, ricordatevi che siamo dei disperati: potreste pentirvene. Dr. V.d.B. - Ma signori, amici, vi ho già detto che sono con voi. Ma non sono io la Società. Credetemi, nessuno può farci niente. 12

13 J.D. - Voi dovete capirli. signor dottore. Pensate se ci fosse vostro figlio là sotto. Dr. V.d.B. - Ma non confermate voi stessi, come del resto mi è già stato riferito dai tecnici, che è crollata la volta di tutta una galleria? Certo, se ci fosse anche solo un filo di speranza, potreste star sicuri che noi non esiteremmo, magari a costo di rischiare il fallimento. Ma in un caso come questo, non vedo come... J.D. - Dicono che il Pozzo n. 1, dove si trovava la squadra di Paul, avrebbe potuto resistere. Un vecchio operaio - Erano in una diramazione, capite. Così la volta forse è ancora in piedi e sarebbe possibile arrivare almeno ai loro corpi. Dr. V.d.B. - Capisco. Per voi è doloroso...lo sarebbe per noi tutti...io vi sono vicino con tutto il cuore...ma voi siete degli uomini forti: bisogna farsene una ragione. Sono ormai passati tanti giorni: lo dite voi stessi che non c è più la minima speranza di trovarli vivi: si tratta soltanto dei corpi, poveri corpi straziati. Sarebbe un dolore, e un rischio inutile: è meglio così, convincetevi: che riposino in pace per sempre nella loro miniera, dove erano tante volte discesi. Credetemi: bisogna rassegnarsi...voi avete degli altri figli, ancora, a cui pensare; le vostre mogli, i vecchi...se le Miniere dovessero chiudere sarebbe la rovina di noi tutti, di voialtri per primi. Un operaio - A questo punto preferiamo morire di fame. Ci sono i nostri compagni, là sotto. Dr. V.d.B. - Amici, il vostro pastore si rifiuta di parlarvi. Io non sono il più adatto, ma mi pare che Dio, la sua volontà... G.B. - Il pastore Van Gogh fa benissimo a tacere. Noi trascineremo in giudizio anche Dio. Dr. V.d.B. - Amici, come vi ho già detto, io non posso prendere nessun provvedimento definitivo, sono un dipendente come voi. Se volete scriverò alla Società, farò in modo che vi siano concesse le perforatrici e tutto quanto occorre. Ma non so come farete poi a vivere, se l estrazione del carbone sarà sospesa. Io ho il dovere di rammentarvi formalmente che inadempiendo al contratto la paga non può correre. Un vecchio operaio - Ci sospenderete la paga? Dr. V.d.B. - Ma non so più come spiegarmi! Vi dovrete ben fidare di qualcuno! Io vi assicuro che siamo al limite estremo: una sola piccola deflessione e sarà la rovina! G.B. - La rovina per chi? Dr. V.d.B. - Ma per tutti! Per me, per voi, per la Società. Un operaio - E chi è la Società? Chi è questa Società che noi dobbiamo mantenere? Fateci i nomi. Dr. V.d.B. - Mio Dio! i nomi! Ma sapete benissimo che è una Società per Azioni, Anonima: la Società Anonima per Azioni Bacini Carboniferi Borinage. I proprietari non li conosce 13

14 teoricamente e praticamente nessuno, nemmeno io che vi parlo. G.B. - E per nessuno dunque che noi dobbiamo morire? Un operaio - Voi ci lasciate il di fuori di questo maledetto paese. Ma quello che è sotto la terra, e che vale, il calore, quello ve lo tenete voi. Noi tutto il giorno scaviamo il buon carbone a carrette, ma se vogliamo scaldarci, le nostre donne si devono rompere le mani e le ginocchia, a tirarlo fuori con le unghie, qualche stilla sporca fra le montagne di rifiuti che voi non volete. Se le miniere non vi rendono abbastanza, datele a noi. G.B. - Noi ci abbiamo i nostri figli, là sotto. Lo avete detto voi stesso che le Miniere sono di chi ci ha lasciato i suoi morti. Dr. V.d.B. - Ma signori, voi mi fate dire quello che non mi è mai passato per la mente! Se non ci fosse stata la Società, sareste stati costretti a mangiarvelo, il carbone, questo ve lo assicuro. Un operaio - Ormai la Società non ci serve. Dr. V.d.B. - La Società non vi serve? Ma non è a voi che deve servire! Dite addirittura che volete rifare le leggi! Un operaio - Le leggi sono vostre, non nostre. Noi non abbiamo diritto al voto. Dr. V.d.B. - Ma miei poveri amici, sono ben altre le leggi di cui vi parlo! Non occorrono giudici e carabinieri per farle rispettare...le leggi dell economia...voi non potete capire...no...sono io...mi è molto difficile spiegarvelo, cari amici, ma... Un operaio - Noi abbiamo deciso. Dr. V.d.B. - Ebbene, in tal caso io non ho più niente da aggiungere. Riferirò quanto avete deciso. Ma ricordatevi che non saranno gli azionisti a morire di fame. Ve lo dico sinceramente, come a dei fratelli: non parlo per me. Sarete costretti a tornare al lavoro, lo vogliate o no, e sarete voi stessi a chiederlo. (rientra) Un operaio - (gridandogli dietro) Quando gli scrivete, alla Società, ditegli che sarà il nostro compagno Gabriel Barré, che ha il figlio là sotto, a decidere quando lo sciopero dovrà finire! (escono riprendendo il canto rivoluzionario) 14

15 Van Gogh - (gridando a Michel) Michel, Michel, senti le grida dei tuoi compagni! Essi ti chiamano alla vita, non volertene andare coi morti. Non puoi lasciarli. La loro fede li salverà e tu dovrai essere la loro bandiera. Coro 2 - Coro 1 - Coro 3 - Coro 2 - Coro 1 - Coro 2 - Coro 3 - Coro 1 - Noi non abbiamo più occhi per piangere, le nostre lacrime si sono seccate. Perché un fuoco nascosto si è acceso e ha divampato nei fondamenti delle montagne, e ha tutto bruciato fino al luogo più basso sotterra, e ha consumato la terra e il suo frutto. Ed essi saranno arsi di fame e divorati da carboncelli e abbattuti da pestilenze amarissime. 15

16 Un vecchio operaio - (entra esitante) E permesso? Van Gogh - Avanti. Un vecchio operaio - (si toglie il berretto e parla rigirandoselo tra le mani) Scusatemi, signor Pastore. Sono venuto così, ma ora, qua, davanti a voi e Michel, non so più cosa dire. V.G. - (alzandosi dallo scanno) Sedete. Un vecchio operaio - No, no, restate voi. Mi sarebbe ancora più difficile parlare, altrimenti. Non dovete credere che io non sia con i miei compagni, signor Pastore. Ma loro sono giovani e io sono vecchio.avrei dovuto esserci anch io, oggi, là sotto. Ma non mi hanno voluto. Le mie braccia non sono più buone per loro.. Ma il mio paese da bambino era sul mare, signor Pastore, e io so cosa vuol dire. Ogni volta che tornavano a terra lo bestemmiavano, il mare. Ma poi non sapevano viverci lontano. Così siamo noi: stiamo più volentieri sotto che sopra la terra. Mi capite signor Pastore? V.G. - Sì. Un vecchio operaio - Non resisterebbero a non tornare là sotto, perché quella è la loro casa. Così dopo che avranno lottato e sofferto dovranno cedere, e non ci guadagnerà niente nessuno. Non è solo per il mangiare. V.G. - Lo so. Un vecchio operaio - Voi siete istruito, signor Pastore, e sapete certo cosa dovete fare. Io non posso darvi consigli, ma sono vecchio abbastanza per capire. Se un giorno avremo bisogno del vostro aiuto, del nostro Pastore, come potrete fare se vi siete ridotto come noi? Io non ricordo più bene quello che ero venuto a dirvi, signor Pastore, ma forse avrete capito lo stesso. Addio, signor Pastore. Il Signore vi protegga. (accenna ad uscire) Noi tutti vi siamo grati, per quello che avete fatto per noi e per Michel...Addio Michel. (via) 16

17 2 a SEQUENZA Ora, qui, non è questione di vestito. L ispezione dei tre Pastori (Piove. I tre Pastori entrano in scena; hanno gli ombrelli aperti; il primo Pastore si ripara con il suo ombrello; il secondo protegge con il suo ombrello il terzo, in atto deferente) 1 Pastore - Uno scandalo, uno scandalo incredibile. 2 Pastore - Come un minatore, peggio di un minatore. 1 P. - Vi assicuro, mi sono vergognato per lui, per noi. 2 P. - La nostra Chiesa Evangelica! (riprendono a camminare) Attento a dove mettete i piedi onorevole collega. E tutto una pozzanghera. 1 P. - Le mani e la faccia nere di carbone. (bussa alla porta della chiesa) 2 P. - La camicia senza colletto inamidato. 1 P. - La casa di Dio come una stalla. (bussa) 3 P. - (fra sé) Appunto il luogo dove ha voluto nascere. 2 P. - Come?...Nessun riguardo per noi: non un albergo, non una carrozza. 1 P. - Quando entrammo in quel tugurio credemmo d esserci sbagliati. 2 P. - Vestito di sacco! Chi avrebbe potuto riconoscerlo? Se non l avessimo sentito predicare saremmo tornati indietro. Credo che possiamo entrare. 1 P. - Che ne faceva del nostro onorario? (il 1 Pastore, inchinandosi, cede il passo al 3 che entra) 2 P. - (al 1 ) Prego, dopo di voi. (entrano) Van Gogh - (la luce si sposta su Van Gogh, seduto su uno sgabello accanto al giaciglio di Michel) Accomodatevi. (ma non ci sono altre sedie e Van Gogh, dopo essersi alzato al loro ingresso, si risiede. Il 2 Pastore si guarda attorno, poi resta in piedi come gli altri). 1 P. - Non c è un altra stanza? V.G. - Non posso lasciare quest uomo. 1 P. - Quand è così saremo costretti a parlare davanti a lui. V.G. - Lo potete. 1 P. - E nostro dovere avvertirvi che siamo qui in nome del Concistoro. V.G. - Dite. 3 Pastore - (guardandosi attorno) Signor Evangelista Van Gogh, vedo che la vostra carità è veramente piena di zelo. Di questo naturalmente non possiamo che rallegrarci con voi. Ma quello che può andare bene in casi eccezionali, non può essere la norma costante. 17

18 1 P. - E la seconda volta, se non erro, che ci accogliete in questo modo. 2 P. - Il tempio può essere, o se volete, deve essere povero, ma che sia sempre lindo e accogliente, perché è segno e annuncio della Casa del Signore; e il Pastore, che ne è custode, indossi veste appropriata al suo ufficio, perché i fedeli possano riconoscerlo, anche se non ne conoscono il nome. V.G. - Signori, voi rispondete ai vostri fedeli, ed io ai miei. Ed ora, qui, non è questione di vestito; e quanto al nome, tutti mi conoscono per Vincent. 3 P. - Signor Evangelista Van Gogh, io posso apprezzare il vostro slancio di neofita, ma non dovete permettervi questo linguaggio offensivo, che certo nasce da un funesto errore. State in guardia! C è una Chiesa in cielo e una Chiesa in terra, ma se noi perderemo la nostra battaglia in terra, perderemo anche il nostro posto nei cieli. (rapito e duro insieme) Oh, io non parlo del mio posto, del tuo posto, ma la Chiesa terrena, come un esercito, dia la scalata alle mura del Paradiso, e quanti più sugli spalti, tanto più grande la vittoria; se cadrò, sia fatta la volontà del Signore. (più pacatamente) Noi siamo i nocchieri; questo è il rango che Dio ci ha sortito: mescolarci con la ciurma sarebbe tradimento; causa forse dell ultimo disastro. 1 P. - Date a Cesare quel che è di Cesare. Per non turbare l organismo dello Stato, e compromettere con ciò la stessa Chiesa, la nostra carità deve essere controllata nella sostanza, e appropriata nella forma. 2 P. - Ecco il punto, come fa notare benissimo il mio onorevole collega: Di chi è questa effigie sulla moneta? Ed essi gli risposero: di Cesare. 3 P: - (con tono fondo) Signor Van Gogh, vorrei indurvi a fare un esame di coscienza: voi avete scelto la Santità quasi fosse una professione terrena, non avete atteso che la Santità scegliesse voi. E un atto di superbia, una ribellione a Dio. I disegni di Dio sono imperscrutabili, ma il successo della vita in terra può essere un segno della sua Grazia. Ed ecco: per sete di carità, vi siete avvilito oltre il limite del vostro stesso gregge, ma questa scelta ne ha migliorato le condizioni di vita? No, essi sono rimasti nella loro condizione di miseria, peggio che sotto i massi che li travolgono nelle viscere della terra, privati dell unico spiraglio di luce, una chiesa e un pastore che non fossero lo specchio della loro miseria. (sincero) Cercate la vostra strada in umiltà, e se vorrete un giorno ritornare a noi, saremo pronti a mettervi ancora una volta alla prova. Addio signor Van Gogh, che il Signore vi illumini. (Van Gogh china la testa senza alzarsi. I Pastori escono) 18

19 I Pastori e il rappresentante dell Impresa si incontrano 2 P. - I miei più sentiti rallegramenti, Onorevole Pastore. Se permettete svolgerò questo tema nel mio prossimo sermone. (al primo pastore) - Piove ancora? 1 P. - (stende una mano per sentire) No, non mi pare. 2 P. - Per fortuna molto raramente, ma a chi, come noi, deve frequentare d abitudine la Chiesa, può succedere di incontrare, tra i normali fedeli, qualcuno che si crede Santo, e magari lo è. La Chiesa ci insegna la massima prudenza, ma poi ci dice anche che la Chiesa è là, dove sono i Santi. Noi Pastori si rischia una brutta figura. 3 P. - Già, è così. 1 P. - Rem tene, come insegnava l antico retore: Il mio regno non è di questo mondo: se il mio regno fosse di questo mondo, i miei ministri combatterebbero, acciocché io non fossi dato in mano dei Giudei; ma ora il mio regno non è di qui. Dr V.d.B. - (era rientrato in scena prima che terminasse la visita pastorale. Chiude l ombrello, attende che i pastori escano, e finiscano di parlare, poi si precipita incontro, togliendosi il cappello) Avete terminato la vostra visita pastorale, Signori? Infinite scuse se oso fermarvi così per strada, ma mi è stato riferito che siete sul punto di partire ed io dovrei rivolgervi una preghiera estremamente delicata... Ho sentito, senza volerlo, le vostre illuminanti parole, e il mio animo ne è stato, come dire...rafforzato..tranquillizzato. La vostra meta è il Cielo, e il magistero della Chiesa esige dagli uomini la Fede in cambio della annunciata salvezza. A noi ci resta, umilmente, la Terra: non è compito della Chiesa immischiarsi nelle leggi economiche, che d altronde sono immutabili e ci governano con la stessa precisione delle leggi matematiche che fissano il corso degli astri in Cielo. Lungi dunque da me il pensiero di interferire nelle decisioni che vi spettano, ma purtroppo è ormai evidente che il signor Pastore Van Gogh, con le sue prediche e, peggio ancora, con l esempio della sua vita, sta facendo una pericolosissima confusione che provocherà la rovina, prima di tutto, di quegli stessi operai che pretende, da solo, si salvare. A mio modestissimo avviso, un vostro intervento è improcrastinabile. In fondo, i vostri fedeli coincidono con i nostri salariati. Una sostituzione di Pastore renderebbe un servizio a voi, a noi, e a tutti. 19

20 1 P. - Non dubitate, sarà provveduto. Dr V.d.B. - (inchinandosi) Ve ne sarò infinitamente riconoscente, Signori. 3 P. - Non dovete ringraziarci. I vostri desideri coincidono casualmente con le nostre decisioni. Dr V.d.B. - Perfetto. Grazie, onorevoli Pastori. (si salutano. V.d.B. continua ad inchinarsi mentre i Pastori si allontanano) 2 P. - (al 3 P.) Attento alle pozzanghere, caro collega. Questo fango nero è appicicaticcio. (I Pastori escono. Il dr V.d.B. esce a sua volta. Pausa di silenzio. Un coro di voci bianche da una Chiesa) La predica del Pastore Van Gogh Van Gogh - (leggendo da una Bibbia. Accanto a lui, seduto su una sedia, Michel. Man mano che si svolgerà la predica, entreranno i minatori, le loro donne, i bambini) Ed una visione apparve di notte a Paolo: un uomo Macedone gli si presentò, pregandolo, e dicendo: Passa in Macedonia e soccorrici. Atti degli Apostoli, capitolo XVI, versetto 9. (Van Gogh chiude la Bibbia) Tu sai che quell uomo macedone era Cristo. Il Vangelo non dice di più. Ma come possiamo noi immaginarci il suo aspetto? Poteva egli essere un ricco, e dire quella parola: Soccorrici? Non così noi possiamo pensarlo. Oppure poteva essere come un Pastore, come il reverendo Pastore Signor Bronte, ad esempio? Certo, il volto del Pastore era quello di un uomo onesto e religioso. Lo ho veduto discendere dal pulpito, dopo la predica, e l alta nobile figura, il volto pallido e stanco, e la testa imponente con i capelli già striati di grigio, hanno fatto una forte impressione su di me. Essere stanchi così, di questo lavoro, è una benedizione, ho pensato. Ma avrebbe potuto pronunciare quella parola: Soccorrici, in quei giorni, quando la Chiesa nasceva, e non c erano Pastori, se non gli Apostoli? Certo neppure così possiamo pensare all uomo Macedone che apparve a Paolo. Mi ricordo che un giorno, di sera, in una luce grigia e triste, quando gli spazzini ritornano, con le loro carrette, alla periferia delle grandi città, vidi un vecchio cavallo bianco, magro, scheletrito, e del tutto spossato da una lunga vita di dura fatica, di un lavoro lungo e difficile. Il povero animale non aveva per nutrirsi che poca erba rada, stenta fra le pietre e i detriti. E forse sapeva che in qualche luogo lontano ci sono grasse praterie, fiorite sotto un cielo azzurro, dove anche lui avrebbe preferito vivere con il sole, un fiume, insieme con altri cavalli liberi, e l atto dell amore. 20

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Pretendi il tuo raccolto

Pretendi il tuo raccolto Domenica, 11 marzo 2012 Pretendi il tuo raccolto Galati 6:7-10- Non vi ingannate, non ci si può beffare di Dio; perchè quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. Perchè chi semina per la sua

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli