L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NELLA PITTURA OCCIDENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NELLA PITTURA OCCIDENTALE"

Transcript

1 Adriano Zecchina L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NELLA PITTURA OCCIDENTALE 1)Premessa L estensore di questo articolo non è uno storico dell arte ma solamente uno studioso di chimica con una certa dimestichezza con l arte pittorica. Il lettore vorrà quindi perdonare eventuali inesattezze e il sostanziale abbandono delle classiche periodizzazioni che caratterizzano usualmente ogni seria storia dell arte. Lo scopo delle considerazioni contenute nell articolo è solamente quello di mettere in luce il ruolo dello sviluppo delle conoscenze nel campo dei pigmenti nella evoluzione nella pittura. La speranza dell autore è di illustrare l intreccio tra conoscenze alchemiche e chimiche da una parte e la evoluzione delle opere d arte pittoriche dall altra e come i due aspetti si siano grandemente influenzati. Il tema di questo articolo ha in parte a che fare con il rapporto tra scienza ed arte e vuole illustrare come aspetti estetici e aspetti scientifici della creatività si siano influenzati costantemente nel tempo. L approccio utilizzato è del tutto empirico e non vuole avere pretese di generalità. 2) IL rapporto tra scienza ed arte :una discussione di cento anni fa (Shoenberg, Kandisnkji, Klee e Ostwald) Emblematico è il dibattito svoltosi nei primi decenni del 1900 tra A. Schoenberg (musica), W. Kandisnskij e P. Klee (pittura) da una parte e W. Ostwald (premio Nobel per la Chimica,1909) dall altra. Tale discussione ha riguardato l esistenza di presunte regole comuni che dovrebbero regolare in modo parallelo le relazioni tra:1) note e colori (relazioni tra opere musicali e pittoriche) e 2) colori e proprietà chimiche e fisiche dei pigmenti ( relazioni tra chimica e pittura). Per quanto riguarda la prima parte la discussione ha riguardato il presunto parallelismo tra musica seriale (Shoemberg) e pittura astratta (Kandinskij, Klee). Per quanto riguarda la seconda parte la discussione ha riguardato l esistenza di presunte regole scientifiche ( propugnate da Ostwald) che dovrebbero regolare l accostamento dei colori nella pittura. A tali regole oggettive i pittori ( anche astratti) si dovrebbero attenere. Per quanto riguarda, in particolare, il rapporto tra musica e pittura, Kandinskij (Dello spirituale nell arte, Über das Geistige in der Kunst ), scrive in un primo tempo : il più ricco insegnamento viene dalla musica. Salvo poche eccezioni, la musica è già da alcuni secoli l'arte che non usa i suoi mezzi per imitare i fenomeni naturali, ma per esprimere la vita psichica dell'artista e creare la vita dei suoni".tuttavia dopo aver visto una mostra degli impressionisti a Monaco egli si corregge come segue:..mi divenne perfettamente chiaro, però, che la pittura possiede in generale una potenza assai maggiore di quanto pensassi, e come essa sia capace di esprimere la medesima intensità della musica". A mio parere, a distanza di un secolo, la sola cosa da ricordare circa questa discussione molto basata su principi generali e che coinvolse simultaneamente esponenti di rilievo assoluto nella pittura, nella musica e nella scienza (la chimica in particolare), è la intrigante somiglianza tra la tavolozza del pittore, la tastiera e la tavola periodica.

2 Parallelismo tra una pubblicità di pigmenti per pittori, una tastiera e la tavola periodica In tutti e tre i casi infatti la composizione dei componenti ( colori, note ed elementi) porta ad un numero infinito di opere e cioè :dipinti, opere musicali, molecole e materiali -Non è una gran conclusione! Ciò nonostante, sulla base di questa analogia, si possono trarre alcune conclusioni di un certo rilievo che possono essere cosi riassunte: a) Il pittore si avvale del colore come mezzo, così come il compositore usa le note b) Il colore, come le note della musica, serve come scorciatoia per raggiungere i nostri sensi, suscitare le nostre emozioni ed evocare sensazioni e ricordi sepolti. c) Il sistema periodico fornisce numerosi e sempre più raffinati strumenti al pittore per realizzare questo scopo fornendo sempre nuovi colori artificiali dotati di grande brillantezza e luminosità. Da questa discussione non emergono elementi che possano tuttavia fornire una definizione generale ( filosofica) di creatività valida sia per l arte che per la scienza. In assenza questa definizione generale, è utile assumere l atteggiamento più pragmatico di considerare le relazioni tra arte e scienza caso per caso.mi limiterò quindi a considerare unicamente il problema della creatività nella pittura e delle sue relazioni con la creatività nella scienza e nella tecnologia. 3) La creatività nella pittura e l influenza dei mezzi messi a disposizione dalla chimica. Il grande storico dell arte E.H. Gombrich (Arte e illusione: Studio sulla psicologia della rappresentazione pittorica; Phaidon) afferma perentoriamente che: l arte è del tutto diversa dalla scienza. Su questa base si potrebbe concludere che la creatività nell arte e nella scienza sono del tutto diverse e non comparabili. Analogamente si dovrebbe concludere circa l elemento estetico.tuttavia la ragione addotta da Gombrich fa sorridere noi scienziati. Affermare infatti che: è difficile dire che l arte progredisce nel modo in cui progredisce la scienza poichè ogni scoperta in una direzione crea una nuova difficoltà altrove

3 prova solo che Gombrich non ha dimestichezza con la scienza e con il metodo scientifico. (Philip Ball :Colore: una biografia. Tra arte, storia e chimica: la bellezza e i misteri del mondo del colore; BUR ) A proposito dei mezzi in possesso del pittore-artista, Anthea Callen (Techniques of the impressionists, Burlington 1957) scrive : Ogni opera d arte è determinata in primo luogo e soprattutto dai materiali a disposizione dell artista e dall abilità di questo nel manipolarli.tale idea è condivisa anche da Gombrich che infatti scrive: L artista non può trascrivere ciò che vede, può solo tradurlo nei termini del suo mezzo. Anch egli è strettamente vincolato alla gamma di tonalità che il mezzo gli mette a disposizione.tuttavia, in accordo con Philip Ball, sarebbe un errore presumere che la storia del colore nell arte sia una somma di possibilità proporzionale alla somma dei pigmenti; ogni scelta del pittore è infatti un atto di esclusione ma anche di inclusione. Alla fine ogni pittore firma il proprio contratto con i colori del suo tempo.la interdipendenza tra ricchezza della tavolozza e opera d arte è ben chiara a V. Kandinskij che dice: Sia lodata la tavolozza per le delizie che offre. È lei stessa un opera d arte. Su questa base, sarà mio compito limitarmi solamente ai rapporti pittura/scienza e verificare solo le seguenti ipotesi: a)ciascuna opera pittorica è determinata dai mezzi a disposizione (che crescono con il progredire delle conoscenze tecnico scientifiche); b) il risultato estetico è indipendente dai mezzi del suo tempo e dipende solo dalla creatività individuale;la unicità di ciascuna opera è il risultato dell incontro tra creatività e mezzi. 4) L inestricabile intreccio tra scienza e pittura nella storia. Poiché il numero di pigmenti (mezzi) a disposizione dei pittori è dipeso dallo sviluppo delle conoscenze prescientifiche ( alchemiche) e scientifiche e poiché queste sono andate grandemente cambiando nella storia, attività pittorica e possesso /conoscenza dei materiali risultano ovviamente intrecciate intimamente. È utile pertanto fare una breve descrizione di questo storico intreccio. L idea di base sottesa a questa impostazione è che questo approccio può aiutare ad intendere il rapporto arte/ scienza senza ricorrere a pericolose definizioni generali di carattere astratto A questo fine, cercherò di illustrare l intreccio tra scienza e pittura e la sua influenza sulla unicità dei prodotti artistici con esempi tratti da vari periodi storici a partire dall età paleolitica (35000 b.c) caratterizzata dalla disponibilità di pochissimi pigmenti per giungere ai tempi nostri, ove il numero di materiali pittorici a disposizione dell artista sono dell ordine delle migliaia.la periodizzazione scelta non è usuale poiché dipende principalmente dalla evoluzione dei mezzi tecnici a disposizione dell artista pittore e non considera esplicitamente altri fattori storico/culturali ( ovviamente di grande importanza). Spero che il lettore voglia perdonare questo approccio molto grossolano.una illustrazione minimamente dettagliata della evoluzione della pittura in relazione ai pigmenti disponibili non può essere fatta in un breve articolo Verrà pertanto operata una scelta drastica di esempi corrispondenti a periodi molto distanti tra di loro. Questa scelta non segue i dettami classici della storia dell arte.i periodi scelti sono: a) periodo paleolitico ( b.c) b) periodo neolitico (6000 b.c) c) periodo egiziano ( b.c) d) periodo medioevale ( sino 1400) e) il periodo rinascimentale (1500) f) il periodo impressionista e post impressionista ( ) g) il novecento sino ai giorni nostri ( )

4 a) I pittori paleolitici: ovvero come si possono dipingere dei capolavori con solo due pigmenti (ossidi ferro e carbone) facilmente disponibili Ossidi di ferro (ematite e ossidi idrati e carbone ) Grotte di Chevaux: circa b.c. Grotte di Lascaux : circa b.. Da questi dipinti (capolavori), dipinti con due soli colori facilmente reperibili in natura, si può trarre la conclusione che l idea del pittore di rappresentare gli animali in movimento durante una caccia figurata mediante due soli mezzi sia pienamente riuscita anche dal punto di vista cromatico con un risultato estetico eccellente. Immagini così evocative di figure in movimento saranno ottenute solo nel periodo impressionista e post impressionista! È difficile immaginare rappresentazioni bicolori più perfette. E evidente che Il pittore ha ottenuto il massimo concesso dalle limitazioni imposte dai suoi mezzi e qui risiede la unicità di queste opere. Naturalmente è utile aggiungere che questi pittori erano dei professionisti dell antichità. b) Periodo neolitico Il periodo neolitico non può dirsi innovativo dal punto di vista dei pigmenti, che rimangono pur sempre ossidi ferro e carbone. Pittura Neolitica (circa 6000 b.c.) nelle grotte di Lascux e nel massiccio di Ennedi (Chad) La differenza tra pittura paleolitica e neolitica non è quindi legata in nessun modo alla disponibilità di nuovi pigmenti.si tratta di una evoluzione interamente dettata dalle mutate

5 condizioni sociali e culturali. Con il periodo neolitico si verifica l abbandono del naturalismo. Il risultato è tuttavia esteticamente elegantissimo ed alcune delle figure prefigurano la formazione della scrittura. Da notare che alcune delle figure hanno certamente influenzato anche la pittura e la scultura moderna ( Picasso, Modigliani etc).. c) Un salto di migliaia di anni nel mondo egizio L arte pittorica egiziana, protetta dalle ingiurie del tempo dal suo carattere di decorazione funeraria, è caratterizzata da nuovi mezzi espressivi (pigmenti) dovuti in gran parte allo sviluppo delle conoscenze minerarie e ai commerci che coinvolgono tutto il medio oriente. In aggiunta al carbone e agli ossidi di ferro,tra i nuovi mezzi espressivi ( pigmenti) vanno ricordati: -Composti a base di rame. Azzurrite (2 CuCO3 Cu(OH)2)(azzurro); Malachite CuCO 3 Cu(OH)2(verde); crisocolla CuSiO3.2 H2O (verdeazzurro ); Blu egizio (prodotto di origine non mineraria,ottenuto fondendo malachite e calce: tecnica che richiede forni di alta tecnologia e che è stata probabilmente importata dalla Mesopotania) -Composti a base di arsenico :Orpimento e realgar (As2S3 e As4S4) (gialli) -Composti a base di manganese:pirolusite (MnO2)(nero); -Composti a base di piombo: PbO (giallo); PbO2 (minio: rosso) -Carbonato basico di Pb (bianco); Antimoniato di Piombo (giallo) -Lazurite (lapislazuli) (chiamato poi blu oltremare, proveniente dalle miniere dell attuale Afganistan) Ovviamente la composizione chimica di questi pigmenti non era conosciuta. Lo stesso blu egizio ( di origine sintetica) è il frutto di una esperienza empirica formatasi nel corso dei secoli da osservazioni provenienti dall arte ceramica. Un classico esempio di policromia è presente nella Tomba di Nefertari (1300 b.c). Nefertari (1300 b.c): Una dimostrazione completa e ben conservata della nuova disponibiltà pigmenti ( gran parte i quelli precedentemente elencati sono presenti in questo semplice ritratto)

6 Da questi dipinti, ancorché molto stilizzati e ieratici per ragioni culturali (religiose e sociali), l elemento colore permesso dal grande sviluppo delle conoscenze nel campo dei minerali e dei pigmenti, conferisce ad alcuni dipinti ( vedi appunto il ritratto di Nefertari con i suoi gioielli ed ornamenti policromi e sue vesti eleganti ) una leggerezza ed una eleganza veramente uniche con risultato estetico eccellente (nonostante l abbandono della rappresentazione naturalistica). Lo sviluppo delle conoscenze riguardanti i pigmenti non è stato solo un fenomeno egiziano. Esso ha coinvolto tutto il medio oriente con particolare riferimento alla zona mesopotanica. La esistenza di una vasta rete di commerci ( che si protrarrà sino a tutto il rinascimento) è dimostrata dalla via del lapislazuli (dall Afganistan, dove esistono le sole miniere allora conosciute, sino alla Mesopotania e all Egitto ed, in tempi più recenti, sino all Europa. Il lapislazzuli, per il suo straordinario colore blu e per il suo carattere indelebile ha per migliaia di anni rappresentato un pigmento molto richiesto e molto caro. La via antica del Lapislazuli verso l Europa (e, tratteggiato, in tempi più recenti, medioevo compreso). d) Un altro salto temporale: il medioevo Daniel Thompson (The materials and techniques of medieval paintings, 1956 ) ritiene che la sintesi alchemica del vermiglione (HgS) da mercurio e zolfo, sia l innovazione più importante della pittura medioevale. Egli dice testualmente che: Se il medioevo non avesse posseduto questo rosso brillante difficilmente si sarebbero sviluppati i suoi alti standard cromatici e ci sarebbe stata meno necessità di trovare altri colori brillanti che compaiono sulla scena a partire del secolo XII Tra questi è da menzionare la riscoperta del blu oltremare e la valorizzazione della lamina d oro. In sostanza il medioevo è periodo di notevoli innovazioni pittoriche, poiché accanto ai vecchi pigmenti, soprattutto a base di ossidi di ferro,se ne aggiungono altri di grande impatto e effetto. In particolare il blu oltremare ( molto caro) ben si sposa con il rosso brillante del vermiglione. Il matrimonio di questi due colori si può ben apprezzare nella crocifissione del Masaccio.

7 Lamina d oro Blu oltremare Vermiglione Colori di Masaccio nella Crocifissione (c.1400) Lo sviluppo dei commerci favorisce inoltre, oltre alla già citata diffusione del blu oltremare,anche la diffusione delle lacche, già conosciute dalla più remota antichità, ma non diffuse e molto care.tra queste: - Lacche rosse come lacca di robbia (colorata da alizarina C14H8O4 o porporina C14H8O5 ) -Lacca di chermes (cremisi) e lacca di cocciniglia ( entrambe colorate da acido carminico C22H20O13 e chermesico C16H10O8) -Lacca indaco colorata da ingotina( C16H10N2O 2 ) -Lacca porpora colorata da 6,6 dibromoindigotina (C16H8Br2N2O2) A differenza delle lacche che risentono di fenomeni di invecchiamento, vemiglione, blu oltremare e lamina d oro sono estremamente stabili. -Dai dipinti medioevali quali quelli del Masaccio si vede come, nonostante i contenuti della pittura siano sostanzialmente dettati dal contesto religioso, la nuova disponibiltà o riscoperta di pigmenti altamente costosi (permessa dall alchimia e dallo sviluppo dei traffici e del commercio), permetta la realizzazione di opere per un pubblico più vasto,facoltoso e colto appartenente alla classe dei principi della chiesa, dei nobili e dei mercanti che attraverso il colore delle vesti ( possibilmente costoso) vuole mostrare il suo potere. L uso dei paramenti sgargianti nella Chiesa ( ad esempio la porpora) risale appunto a questo periodo!

8 La difficile e complessa coesistenza delle limitazioni imposte dal contesto religioso e della libertà espressiva permessa dai nuovi mezzi pittorici forma probabilmente l unicità di queste opere d arte. A fronte di grandi avanzamenti sul fronte del disegno e della struttura dei dipinti,le vere innovazioni del rinascimento riguardanti i pigmenti sono infatti relativamente poche.tra queste vale la pena di ricordare il verde resinanto (resinato di rame, composto di incerta composizione) e la polvere di vetro blu (contenete cobalto) (smaltino) (usata anche da Bellini,Tiziano) in sostituzione del più caro oltremare. Occorre notare come non siano a disposizione dei pittori rinascimentali ( come del resto per tutti quelli precedenti inclusi gli egizi ) dei buoni verdi e dei buoni gialli brillanti. Lo sviluppo della pittura ad olio rappresenta la principale innovazione del rinascimento: chiaroscuri, le ombre e i colori del quadri del rinascimento ne sono la conseguenza.l uso dei colori brillanti già iniziato nel medioevo (come il rosso e il blu) domina anche nel rinascimento. Chi non ricorda il manto rosso del Cardinale Brembo del Tiziano, il manto azzurro della Madonna del Granduca di Raffaello, il manto della Madonna di Antonello da Messina, il cielo azzurro brillante della Sistina decorato da Michelangelo con blu oltremare (per fare solo alcuni esempi? Il dipinto ove è presente il massimo dispiegamento di pigmenti è probabilmente il Bacco ed Arianna del Tiziano che può essere classificato come il più grande catalogo dei colori del tempo ( non a caso dipinto a Venezia massimo centro dei commerci). Tiziano :Bacco ed Arianna (1522). Sulla destra i principali pigmenti usati in questo quadro.. e)verso l ottocento e oltre : gli impressionisti e post impressionisti

9 L ottocento è caratterizzato dall impetuoso sviluppo della chimica : la tavolozza si arricchisce di molti nuovi pigmenti sintetici soprattutto inorganici. Tra questi è opportuno ricordare: Ossido zinco (bianco di zinco),cromato di bario (giallo limone);cromato di piombo (giallo cromo);cromato di bario (giallo-arancio);antimoniato di piombo (giallo di Napoli);Solfuro di cadmio (giallo cadmio);cromato basico di piombo (arancio cromo); Cromato di zinco (giallo di zinco); Idrossido di cromo (Verde di Guisnet);Ferrocianuro (blu di prussia);stannato di cobalto (azzurro ceruleo);alluminato di cobalto (blu cobalto); Solfoseleniuro di cadmio (rosso cadmio);blu di manganese (manganato di bario);verde cobalto (zincato di cobalto);verde smeraldo (arsenoacetato di rame);oltremare sintetico (Blu);Alizarina ( robbia sintetica ); Indaco sintetico. I gialli ( soprattutto giallo cromo), i verdi e gli aranci di Van Gogh nei famosi Girasoli non sono immaginabili senza questi nuovi pigmenti. L intensità e la potenza espressiva ne sono la diretta conseguenza. Il pittore è innamorato di questi nuovi colori che gli fanno dire: Il pittore del futuro sarà un colorista come non se ne sono mai visti prima.questa frase fa tornare alla mente la frase Kandinskij : Sia lodata la tavolozza per le delizie che offre. È lei stessa un opera d arte : Vincent Van Gogh: I girasoli Lo stesso vale per gli impressionisti classici. Non credo che Papaveri Rossi ad Argenteuil di Claude Monet avrebbe potuto essere dipinto prima ( ad esempio nel Rinascimento), cioè quando tutti i pigmenti sopra menzionati non erano a disposizione! Lo stesso vale per la pittura di Cezanne. L amore per il colore esplode verso la fine dell ottocento, nei pittori del movimento fauve. Basta ricordare l uso quasi esclusivo del solfoseleniuro di cadmio fatto da H. Matisse nel quadro Lo studio rosso, o i quadri di Derain etc. L amore per il singolo colore ( pigmento), ritenuto capace di per se di esprimere emozione, si ritrova anche in un pittore, certo non impressionista, come P.Picasso. Un intero periodo della sua attività pittorica (periodo blu) è basato sull uso del ferrocianuro.

10 Henry Matisse Lo studio rosso (solfoseleniuro di cadmio) P.Picasso : autoritratto (periodo blu; pigmento: ferrocianuro) Naturalmente non è inutile ripetere ancora una volta che il risultato estetico è indipendente dai mezzi del tempo e dipende solo dalla creatività individuale. Altrettanto è anche utile sottolineare ancora una volta come la unicità e il livello estetico di queste opere sia il risultato dell incontro tra creatività e mezzi ( a loro volta messi a disposizione dalla creatività della scienza). f) Il novecento e la esplosione dei colori organici Il novecento vede un ulteriore sviluppo della chimica e nuovi pigmenti di sintesi vengono ad arricchire la tavolozza del pittore. Tra questi basta citare le grandi famiglie degli azocoloranti, dei chinacridoni e dei dichetopirroli, solo per citarne alcune.

11 Come risultato di questo ulteriore progresso, la tavolozza finale del pittore del 900 è composta di circa 600 pigmenti! Inoltre molte vernici divengono anche disponibili.come conseguenza il colore esplode progressivamente sulle tele come elemento espressivo principale e la rappresentazione naturalistica perde progressivamente terreno, in ciò spinta anche dallo sviluppo della fotografia e dal cinema (che sono tecniche inarrivabili per la riproduzione naturalistica della realtà). E il periodo che inizia con Vasilij Kandinkji ( ) e Paul Klee ( ) e prosegue con Mark Rothko ( ), Barnet Newman ( ), Jackson Pollock ( ), Yves Klein ( ) e infine con Frank Stella ( 1936) ( per citare solo alcuni).i quadri di P. Klee sotto riportati sono una vera sinfonia di colori che, vale al pena di ripetere ancora una volta, sono resi possibili dalla nuova e straordinaria disponibilità P.Klee : Suono antico e Borgo sulla Sonne di mezzi espressivi a disposizione del pittore moderno. Si può ben dire che questa sinfonia di colori è anche dovuta all incontro della creatività della chimica con la creatività artistica. Ad illustrazione della tendenza verso il colore assoluto basta poi citare la frase di Klein ( 1954) (di cui è riportato un quadro ad un solo colore costituito da blu oltremare sintetico), Ritengo che nel futuro si dipingeranno solo dipinti di un solo colore.

12 Yves Klein :blue g) Verso il secolo presente Alla luce di quanto esposto ci si può chiedere tuttavia se in futuro possa esistere ancora la pittura nel senso che noi abbiamo inteso sino ad ora. Il futuro è in realtà già presente. Se infatti il 900 è il secolo dei nuovi pigmenti organici, il secolo presente è il secolo dei nuovi materiali. I quadri non sono più i quadri piatti del passato, ma costruzioni tridimensionali complesse formate dai materiali più vari ( vedi ad esempio i quadri anticipatori di F.Stella o L.Fontana). Il colore non cessa ovviamente di giocare un ruolo fondamentale e nuovi colori (fluorescenti, perlacei,cangianti e basati su cristalli liquidi) fanno e faranno la loro apparizione. Sembra evidente che tanto per il passato, come per il presente che per il futuro continuerà a valere il concetto che:se la unicità di ciascuna opera è il risultato dell incontro tra creatività e mezzi pittorici storicamente determinati dallo sviluppo tecnico scientifico, il valore estetico raggiunto è tuttavia indipendente dai mezzi e determinato solamente dalla creatività individuale. Tuttavia, come chimico, non posso non essere d accordo con il grande scrittore (nonché chimico) Primo Levi quando suggerisce che la conoscenza della struttura molecolare (e. aggiungo io dei meccanismi quantistici che sono alla base del colore) non limita ma aumenta la sensibilità e il godimento estetico della pittura.

Evoluzione della creatività nella pittura occidentale : un intreccio tra arte e scienza.

Evoluzione della creatività nella pittura occidentale : un intreccio tra arte e scienza. A.Zecchina Evoluzione della creatività nella pittura occidentale : un intreccio tra arte e scienza. Accademia delle Scienze di Torino Circolo dei lettori 1 dicembre 2010 Il dibattito sulle relazioni tra

Dettagli

A.Zecchina. Accademia delle Scienze di Torino 10 Febbraio 2010

A.Zecchina. Accademia delle Scienze di Torino 10 Febbraio 2010 A.Zecchina L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NEL PITTURA OCCIDENTALE Accademia delle Scienze di Torino 10 Febbraio 2010 Il dibattito sulle relazioni tra creatività

Dettagli

Un altro s alto temporale: il Medioevo

Un altro s alto temporale: il Medioevo Un altro s alto temporale: il Medioevo Daniel Thompson (The materials and techniques of medieval paintings, 1956 ) ritiene che la sintesi alchemica del vermig lione (Hg S ) da mercurio e zolfo, sia l innovazione

Dettagli

Di grandi dimensioni. Introvabili. Veri

Di grandi dimensioni. Introvabili. Veri Cosa hanno in comune Napoleone Bonaparte, il famoso scrittore Goethe e l ex cancelliere tedesco Helmut Kohl? Tutti loro, in epoche differenti, hanno amato il collezionismo di minerali. Una passione che

Dettagli

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto LE MASCHERE DI LIVELLO Provo a buttare giù un piccolo tutorial sulle maschere di livello, in quanto molti di voi mi hanno chiesto di poter avere qualche appunto scritto su di esse. Innanzitutto, cosa sono

Dettagli

Fonti di energia non rinnovabili

Fonti di energia non rinnovabili Fonti di energia non rinnovabili envi.stromzivota.sk ENVI-MOBILE: Integration of mobile learning into environmental education fostering local communities development 2014-1-SK01-KA200-000481 ERAZMUS+ Programme

Dettagli

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea L arte come gioco di forme e colori a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea Le forme di Kandiskij Scrive Kandinskij: Oggi il punto può significare qualche volta nella pittura più di una

Dettagli

Intelligenza o abilità?

Intelligenza o abilità? a Intelligenza o abilità? L apprendimento è stato spesso collegato con l intelligenza, e l intelligenza è stata misurata dagli psicologi con vari tipi di test. Ma come funziona un «tipico» test di intelligenza?

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni

Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Quadri rossi. Una conversazione sull arte a dieci anni Luca Mori Questo articolo presenta i passaggi salienti di una conversazione tra bambini di quinta elementare sulla percezione dell opera d arte 1,

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA Factoring tour: Brescia - Il factoring: la gestione professionale dei crediti al servizio dell impresa (10 ottobre 2006 ) Giuseppe Masserdotti - Stefana S.p.A. Il factoring come soluzione ad alcune problematiche

Dettagli

Cosa ci può stimolare nel lavoro?

Cosa ci può stimolare nel lavoro? a Cosa ci può stimolare nel lavoro? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa

Dettagli

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI.

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI. Teoria del colore La teoria dei colori Gli oggetti e gli ambienti che ci circondano sono in gran parte colorati. Ciò dipende dal fatto che la luce si diffonde attraverso onde di diversa lunghezza: ad ogni

Dettagli

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

PROGETTO INCONTRO CON L ARTE

PROGETTO INCONTRO CON L ARTE PROGETTO INCONTRO CON L ARTE Insegnante: Facchini Magda PREMESSA Fra i tanti linguaggi, che la scuola propone ai bambini per favorire la loro comprensione e comunicazione con il mondo, quello grafico-

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI ! Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI Insegnante: Arianna Rucireta NESSUN GRANDE ARTISTA VEDE MAI LE COSE COME REALMENTE SONO. SE LO FACESSE, CESSEREBBE DI ESSERE

Dettagli

Radio, radioamatori e caffè

Radio, radioamatori e caffè Radio, radioamatori e caffè Di Roberto IZ0KLI Quale sarà mai la relazione che lega noi radioamatori con la bevanda più consumata nel mondo ed eccellente rappresentanza del made in Italy? La risposta è

Dettagli

PIGMENTI E COLORANTI

PIGMENTI E COLORANTI I materiali colorati utilizzati per realizzare un film pittorico vengono definiti pigmenti e sono ben differenziati dai coloranti. I pigmenti sono costituti da polveri più o meno fini, colorate, insolubili

Dettagli

PREFAZIONE Bona Borromeo

PREFAZIONE Bona Borromeo 8 PREFAZIONE Bona Borromeo Mi sento molto lusingata di presentare questo piacevolissimo libro sulla fotografia dei giardini, anche se non sono mai stata un abile fotografa nè una brava floricoltrice. Il

Dettagli

La chimica e il metodo scientifico. Lezioni d'autore di Giorgio Benedetti

La chimica e il metodo scientifico. Lezioni d'autore di Giorgio Benedetti La chimica e il metodo scientifico Lezioni d'autore di Giorgio Benedetti INTRODUZIONE (I) VIDEO INTRODUZIONE (II) VIDEO INTRODUZIONE (III) Fino alla fine del settecento, la manipolazione dei metalli, degli

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010.

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. L occasione mi è gradita per ricordare che la Società Dante

Dettagli

Introduzione INTRODUZIONE

Introduzione INTRODUZIONE INTRODUZIONE INTRODUZIONE 15 Introduzione Contenuti: Come usare questa guida all uso Cos è una animazione? Gli elementi della animazione 3D Apprendere le capacità di un Animatore 3D Quanto tempo si impiega

Dettagli

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie ANNO SCOLASTICO 2013-2014 A cura di Un iniziativa proposta alle scuole da Intesa Sanpaolo

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

LA TEORIA DEL COLORE. Colori Primari. Colori Secondari. Colori Terziari

LA TEORIA DEL COLORE. Colori Primari. Colori Secondari. Colori Terziari LA TEORIA DEL COLORE Alcune nozioni di teoria del colore sono necessarie per chi si dedica al lavoro creativo del Patchwork. Esse servono per acquisire sempre maggior sicurezza nel decidere l effetto che

Dettagli

La leggenda contiene però gli ingredienti per fare il vetro. - SABBIA quarzosa ( circa il 70%)

La leggenda contiene però gli ingredienti per fare il vetro. - SABBIA quarzosa ( circa il 70%) IL VETRO I primi oggetti in vetro risalgono a circa 3.500 anni fa in Mesopotamia ma la leggenda vuole che siano stati i FENICI ad inventare il vetro per caso Una leggenda narra che dei mercanti FENICI,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2011-2012. PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina

ANNO SCOLASTICO 2011-2012. PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina I BAMBINI I GENITORI CONOSCENZA dei COMPAGNI CONOSCENZA degli INSEGNANTI CONOSCENZA del PERSONALE DELLA SCUOLA CONOSCENZA

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero Laudatio Prof. Giacomo Rizzolatti Parma, 24 ottobre 2015 1 Magnifico Rettore Autorità

Dettagli

Scuola di Pittura e Disegno

Scuola di Pittura e Disegno CENTRO DI RICERCA ERBA SACRA Viale Appio Claudio 289 (Metro A Giulio Agricola) Tel: 06.71546212 3462179491 www.erbasacra.com; erbasacra@erbasacra.com Scuola di Pittura e Disegno Docente: Arch. Carlo Floris

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

di fisica per la scuola

di fisica per la scuola FACCIAMO LUCE SULLA MATERIA : uno spettacolo di fisica per la scuola a c i is f. o ol c a t t e /sp h / : p tt. it i im n M. Carpineti.u M. Giliberti N. Ludwig C. Mazza L. Perini Dipartimento di Fisica

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

L occasione che possiamo offrire per questo è la partecipazione ad un Concorso Trismoka, Concorso biennale dal titolo Visioni di vita nuova.

L occasione che possiamo offrire per questo è la partecipazione ad un Concorso Trismoka, Concorso biennale dal titolo Visioni di vita nuova. Spett.le Preside, Trismoka s.r.l., azienda bresciana dedita dal 1962 alla torrefazione e alla fornitura di miscele di caffè di pregio nelle province di Brescia e Bergamo, è da anni impegnata in attività

Dettagli

Tempi, diaframmi, sensibilità

Tempi, diaframmi, sensibilità Nicola Focci Settembre 2011 Questo articolo illustra i tre parametri fondamentali per utilizzare una macchina fotografica (tempi, diaframmi, sensibilità) e li «cala» nell operatività concreta (profondità

Dettagli

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) ANNO SCOLASTICO 2015/16

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) ANNO SCOLASTICO 2015/16 Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) LABORATORIO ARTE ANNO SCOLASTICO 2015/16 MOTIVAZIONE Il progetto vuole accompagnare i bambini in un percorso di scoperta e conoscenza

Dettagli

La nuova classificazione dei rifiuti alla luce della Sentenza della Corte di Cassazione n. 5300/02 del 30.5.2002 Mauro Sanna

La nuova classificazione dei rifiuti alla luce della Sentenza della Corte di Cassazione n. 5300/02 del 30.5.2002 Mauro Sanna La nuova classificazione dei rifiuti alla luce della Sentenza della Corte di Cassazione n. 5300/02 del 30.5.2002 Mauro Sanna Ai fini dell applicazione della nuova classificazione dei rifiuti, introdotta

Dettagli

Premesse alla statistica

Premesse alla statistica Premesse alla statistica Versione 22.10.08 Premesse alla statistica 1 Insiemi e successioni I dati di origine sperimentale si presentano spesso non come singoli valori, ma come insiemi di valori. Richiamiamo

Dettagli

FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE SCIENZE NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE SCIENZE NELLA SCUOLA DELL INFANZIA FONDAMENTI E DIDATTICA DELLE SCIENZE NELLA SCUOLA DELL INFANZIA giuseppina.rinaudo@unito..rinaudo@unito.itit SFP 2006 - "Introduzione al corso" V. Montel, M. Perosino, G. Rinaudo 1 Impostazione del corso

Dettagli

Tutorial. al Piano di Miglioramento

Tutorial. al Piano di Miglioramento Tutorial al Piano di Miglioramento Il presente documento è protetto ai sensi della vigente normativa sul diritto d'autore Legge 6 del 9 e ss.mm.ii. Come definito nell introduzione il Piano di Miglioramento

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Il 900 : un nuovo s alto nella dis ponibilità di pigmenti e vernici

Il 900 : un nuovo s alto nella dis ponibilità di pigmenti e vernici Il 900 : un nuovo s alto nella dis ponibilità di pigmenti e vernici Il 900 e i nuovi colori organici. Con lo sviluppo della chimica organica nuovi pigmenti e coloranti si aggiungono ai precedenti. Tra

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Strana Italia in rete

Strana Italia in rete Strana Italia in rete Giancarlo Livraghi aprile 2007 Questa è la prima parte del numero 80 della rubrica Il mercante in rete http://gandalf.it/mercante/merca80.htm Tutte le statistiche sono sempre discutibili.

Dettagli

COME LIMITIAMO NOI STESSI

COME LIMITIAMO NOI STESSI COME LIMITIAMO NOI STESSI 1 Il 63 % delle persone crede che il raggiungimento dei propri obiettivi finanziari sia possibile solo attraverso una grossa vincita Non si può ottenere quello che non si riesce

Dettagli

UN ALFABETO MISTERIOSO

UN ALFABETO MISTERIOSO UN ALFABETO MISTERIOSO Oggi in classe i bambini hanno trovato una strana iscrizione sulla lavagna: Mattia, il più studioso, riconosce subito i simboli della scrittura utilizzata nell antico Egitto: il

Dettagli

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca.

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1 La rappresentazione nella pubblicità Premessa La letteratura internazionale ha affrontato negli ultimi anni la pubblicità che utilizza i bambini

Dettagli

Fenarete Letture d'italia, bimestrale di attualita e di cultura, Anno XXII n. 127 VI 1970. IL DESIGN DI RICERCA Nel campo del design si trovano molte attivita diverse, benche la figura del designer non

Dettagli

Foto IR Descrizione di elaborazione file nef in post-produzione

Foto IR Descrizione di elaborazione file nef in post-produzione Foto IR Descrizione di elaborazione file nef in post-produzione Questo che vado a farvi vedere e un breve riassunto su come vado a realizzare le mie foto IR, chi si avvicina o pratica già da tempo questo

Dettagli

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri.

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. A partire da questa lezione, ci occuperemo di come si riescono a codificare con sequenze binarie, quindi con sequenze di 0 e 1,

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Guido Re. Didattica del minivolley

Guido Re. Didattica del minivolley Guido Re Didattica del minivolley Introduzione Gli sport di squadra maggiori sono il naturale stimolo per l attività motoria e sportiva dei giovanissimi: dalle discipline sportive ufficiali derivano quelle

Dettagli

PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: NOTE TEORICHE: Differenza di potenziale Generatore di tensione Corrente elettrica

PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: NOTE TEORICHE: Differenza di potenziale Generatore di tensione Corrente elettrica Liceo Scientifico G. TARANTINO ALUNNO: Pellicciari Girolamo VG PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: Verificare la Prima leggi di Ohm in un circuito ohmico (o resistore) cioè verificare che l intensità di corrente

Dettagli

Artisti in erba. I prati nell arte dei bambini. Scuola dell Infanzia Dandelion Bagnolo in Piano RE Progetto a cura di Marina Argenti

Artisti in erba. I prati nell arte dei bambini. Scuola dell Infanzia Dandelion Bagnolo in Piano RE Progetto a cura di Marina Argenti Artisti in erba I prati nell arte dei bambini Scuola dell Infanzia Dandelion Bagnolo in Piano RE Progetto a cura di Marina Argenti atelierista-musicarterapeuta Mi hanno detto che in primavera i prati sono

Dettagli

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE

I sondaggi consentono la realizzazione di strategie di marketing, promozione e PR, consapevoli e mirate. LORENZA MIGLIORATO - CONSULENTE La comunicazione efficace - cioè quella qualità nella comunicazione che produce il risultato desiderato nell interlocutore prescelto - è il prodotto di un perfetto ed equilibrato mix di scientificità,

Dettagli

LA MOSTRA DI LEONARDO ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA: emozionante, ricca ma non convincente.

LA MOSTRA DI LEONARDO ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA: emozionante, ricca ma non convincente. LA MOSTRA DI LEONARDO ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA: emozionante, ricca ma non convincente. La mostra è indubbiamente bella, emozionante e suggestiva nonché ricca; si tratta, però, di una ricchezza dovuta

Dettagli

IL NUOVO, E'INIZIATO! 13 MARZO /2011

IL NUOVO, E'INIZIATO! 13 MARZO /2011 IL NUOVO, E'INIZIATO! 3 MARZO /20 EDITORIALE pucci si rinnova UNA SVOLTA IMPORTANTE! IN FIERA NOVITÀ A PADOVA Le nuove placche e tutte le altre novità Pucci saranno presentate all importante appuntamento

Dettagli

Lezione n 2 L educazione come atto ermeneutico (2)

Lezione n 2 L educazione come atto ermeneutico (2) Lezione n 2 L educazione come atto ermeneutico (2) Riprendiamo l analisi interrotta nel corso della precedente lezione b) struttura dialogica del fatto educativo Per rispondere a criteri ermenutici, l

Dettagli

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA PRESENTAZIONE DELLA RICERCA IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA ROMA 23 OTTOBRE 2008 Vorrei ringraziare gli intervenuti, i relatori, le Istituzioni ed il GSE che con la sua collaborazione

Dettagli

Luogo che ospita contemporaneamente infrastrutture, verde, mare

Luogo che ospita contemporaneamente infrastrutture, verde, mare Il luogo Kirara-hama, Prefettura di Yamaguchi Kirara-hama e un area che e stata strappata al mare a Yamaguchi City, quasi 930 Km a sud di Tokio. Isola artificiale realizzata per ospitare nel 2001 il grande

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO. pittura scultura argenti tessuti

PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO. pittura scultura argenti tessuti PROPOSTA DIDATTICA MUSEO DIOCESANO DI TORINO I LABORATORI Visita guidata al Museo della durata complessiva di circa 45 minuti con un momento di approfondimento di fronte ad alcune opere, selezionate sulla

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Chiara Strada IMMAGINI SONORE LAVORO CON LISA

Chiara Strada IMMAGINI SONORE LAVORO CON LISA Chiara Strada IMMAGINI SONORE LAVORO CON LISA Questo allegato si riferisce al precedente materiale della serie Tasti & Testi, intitolato Immagini Sonore, pubblicato a settembre come primo di quest anno

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

PARLARE CON I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI

PARLARE CON I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI PARLARE CON I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI Educare per l autonomia 20 maggio 2013 Elena Giudice l assistente sociale deve parlare con i bambini? Non si tratta di fare un buon lavoro, ma di fare un lavoro

Dettagli

COSA SONO GLI O.G.M.?

COSA SONO GLI O.G.M.? COSA SONO GLI O.G.M.? Da secoli l uomo cerca di migliorare le specie animali e vegetali presenti nell ecosistema, per poterle utilizzare in maniera economicamente più vantaggiosa. Come allevatore ed agricoltore,

Dettagli

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E AL SUO RITORNO, GULLIVER CI HA PREPARATO UNA SORPRESA GULLIVER DAL CARTAPAESE CI HA PORTATO UN SACCO

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Prima Lezione Come nasce una storia Il materiale necessario ad uno scrittore Il corso che viene presentato, di

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

I giochi delle Gioc-Arte

I giochi delle Gioc-Arte I giochi delle Gioc-Arte Giochi basati sulla capacità di osservazione e di attenzione. Indovina l opera Numero di giocatori: da 2 a tutta la classe. Ognuno col suo mazzo, o una parte di esso, senza le

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO PER 2009 SCUOLA - 2010 PRIMARIA Il di Centro Gruppo Matematica di ricerca F. Enriques sulla didattica dell'università della matematica degli Studi nella scuola di Milano,

Dettagli

Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò

Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò Gli bastava un emozione anche piccola e la sua immaginazione si metteva in moto. Una macchia sul muro. Un filo che usciva dalla tela, un granello di polvere.

Dettagli

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero)

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) Ins. Margherio Guglielmina. Scuola Primaria di Mazzè. Classe Seconda. Anno scolastico 2013-2014 Gli incontri con il prof. Trinchero sono stati molto

Dettagli

DIRE FARE E PENSARE SCUOLA SCUOLA DELL INFANZIA DI AGUGLIARO GRUPPI: BAMBINI MEDI E GRANDI CLASSE LABORATORIO/PROGETTO GOCCIOLINE COLORATE

DIRE FARE E PENSARE SCUOLA SCUOLA DELL INFANZIA DI AGUGLIARO GRUPPI: BAMBINI MEDI E GRANDI CLASSE LABORATORIO/PROGETTO GOCCIOLINE COLORATE DIRE FARE E PENSARE IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE SCUOLA CLASSE SCUOLA DELL INFANZIA DI AGUGLIARO GRUPPI: BAMBINI MEDI E GRANDI LABORATORIO/PROGETTO GOCCIOLINE COLORATE Anno Scolastico 2014-2015

Dettagli

6.1 La metafisica della Credenza e del Pensiero: il Resoconto Positivo

6.1 La metafisica della Credenza e del Pensiero: il Resoconto Positivo EpiLog 16 XII 2013 Marco Volpe Sainsbury &Tye, Seven Puzzles of Thought Cap. VI The Methaphysics of Thought La concezione ortodossa riguardo il pensiero è che pensare che p significa essere in un appropriato

Dettagli

IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE

IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE Laboratorio in classe: tra forme e numeri GRUPPO FRAZIONI - CLASSI SECONDE DELLA SCUOLA PRIMARIA Docenti: Lidia Abate, Anna Maria Radaelli, Loredana Raffa. IMMAGINANDO QUELLO CHE NON SI VEDE 1. UNA FIABA

Dettagli

LIBERI DI VOLARE. Concorso di pittura a premi

LIBERI DI VOLARE. Concorso di pittura a premi LIBERI DI VOLARE Concorso di pittura a premi Arzignano, 11 Aprile 2014 Premessa della giuria: gli elaborati prodotti dagli alunni partecipanti, hanno evidenziato un notevole impegno; molti lavori si sono

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

Perché leggere i classici? Perché illustrare i classici?

Perché leggere i classici? Perché illustrare i classici? Foglio:1/5 Perché leggere i classici? Perché illustrare i classici? Nell ultimo numero della rivista Liber Roberto Denti dedica un lungo articolo alla recente tendenza dell editoria italiana di ripubblicare,

Dettagli

Il Museo ideale di Arte Moderna. Impressionismo

Il Museo ideale di Arte Moderna. Impressionismo Il Museo ideale di Arte Moderna Impressionismo ARTE E IMMAGINE Spiegare l'uso del colore nella pittura impressionista Classe III Conoscere Collegamenti artisti impressionisti interdisciplinari: Storia

Dettagli

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA

Dettagli

SIAMO TUTTI POETI. Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning. Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13

SIAMO TUTTI POETI. Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning. Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13 SIAMO TUTTI POETI Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13 Docente Anna Maria Pirisi Premessa La poesia è un tipo di testo a misura dei

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL ULTIMA EDIZIONE DEL MONITORAGGIO DEL MICROCREDITO (dati 2014)

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL ULTIMA EDIZIONE DEL MONITORAGGIO DEL MICROCREDITO (dati 2014) SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI DELL ULTIMA EDIZIONE DEL MONITORAGGIO DEL MICROCREDITO (dati 2014) A cura dell Ente Nazionale per il Microcredito, Team di monitoraggio Il monitoraggio condotto dall Ente

Dettagli

UN REGALO INASPETTATO

UN REGALO INASPETTATO PIANO DI LETTURA dai 5 anni UN REGALO INASPETTATO FERDINANDO ALBERTAZZI Illustrazioni di Barbara Bongini Serie Bianca n 64 Pagine: 48 Codice: 566-0469-6 Anno di pubblicazione: 2012 L AUTORE Scrittore e

Dettagli

I METALLI NOBILI PROPRIETA

I METALLI NOBILI PROPRIETA I METALLI NOBILI Sono metalli preziosi non tanto per le loro proprietà meccaniche (cioè di resistenza alle sollecitazioni) ma per le loro proprietà tecnologiche e fisiche ed anche perché non sono abbondanti

Dettagli

RELAZIONE DI ADRIANA BOVE

RELAZIONE DI ADRIANA BOVE RELAZIONE DI ADRIANA BOVE INTRODUZIONE Il sistema brevettuale europeo appare fondato su vari principi. Alla previsione, contenuta nell art. 52, I comma CBE, secondo cui un invenzione per essere brevettabile

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE INTRODUZIONE I progetti di educazione musicale da me proposti si articolano in differenti approcci che variano a seconda dell età dei bambini. La differenziazione avviene

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli