L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NELLA PITTURA OCCIDENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NELLA PITTURA OCCIDENTALE"

Transcript

1 Adriano Zecchina L ELEMENTO ESTETICO NELLA CREATIVITA : RUOLO DELLA CHIMICA E DEI MATERIALI NELLA PITTURA OCCIDENTALE 1)Premessa L estensore di questo articolo non è uno storico dell arte ma solamente uno studioso di chimica con una certa dimestichezza con l arte pittorica. Il lettore vorrà quindi perdonare eventuali inesattezze e il sostanziale abbandono delle classiche periodizzazioni che caratterizzano usualmente ogni seria storia dell arte. Lo scopo delle considerazioni contenute nell articolo è solamente quello di mettere in luce il ruolo dello sviluppo delle conoscenze nel campo dei pigmenti nella evoluzione nella pittura. La speranza dell autore è di illustrare l intreccio tra conoscenze alchemiche e chimiche da una parte e la evoluzione delle opere d arte pittoriche dall altra e come i due aspetti si siano grandemente influenzati. Il tema di questo articolo ha in parte a che fare con il rapporto tra scienza ed arte e vuole illustrare come aspetti estetici e aspetti scientifici della creatività si siano influenzati costantemente nel tempo. L approccio utilizzato è del tutto empirico e non vuole avere pretese di generalità. 2) IL rapporto tra scienza ed arte :una discussione di cento anni fa (Shoenberg, Kandisnkji, Klee e Ostwald) Emblematico è il dibattito svoltosi nei primi decenni del 1900 tra A. Schoenberg (musica), W. Kandisnskij e P. Klee (pittura) da una parte e W. Ostwald (premio Nobel per la Chimica,1909) dall altra. Tale discussione ha riguardato l esistenza di presunte regole comuni che dovrebbero regolare in modo parallelo le relazioni tra:1) note e colori (relazioni tra opere musicali e pittoriche) e 2) colori e proprietà chimiche e fisiche dei pigmenti ( relazioni tra chimica e pittura). Per quanto riguarda la prima parte la discussione ha riguardato il presunto parallelismo tra musica seriale (Shoemberg) e pittura astratta (Kandinskij, Klee). Per quanto riguarda la seconda parte la discussione ha riguardato l esistenza di presunte regole scientifiche ( propugnate da Ostwald) che dovrebbero regolare l accostamento dei colori nella pittura. A tali regole oggettive i pittori ( anche astratti) si dovrebbero attenere. Per quanto riguarda, in particolare, il rapporto tra musica e pittura, Kandinskij (Dello spirituale nell arte, Über das Geistige in der Kunst ), scrive in un primo tempo : il più ricco insegnamento viene dalla musica. Salvo poche eccezioni, la musica è già da alcuni secoli l'arte che non usa i suoi mezzi per imitare i fenomeni naturali, ma per esprimere la vita psichica dell'artista e creare la vita dei suoni".tuttavia dopo aver visto una mostra degli impressionisti a Monaco egli si corregge come segue:..mi divenne perfettamente chiaro, però, che la pittura possiede in generale una potenza assai maggiore di quanto pensassi, e come essa sia capace di esprimere la medesima intensità della musica". A mio parere, a distanza di un secolo, la sola cosa da ricordare circa questa discussione molto basata su principi generali e che coinvolse simultaneamente esponenti di rilievo assoluto nella pittura, nella musica e nella scienza (la chimica in particolare), è la intrigante somiglianza tra la tavolozza del pittore, la tastiera e la tavola periodica.

2 Parallelismo tra una pubblicità di pigmenti per pittori, una tastiera e la tavola periodica In tutti e tre i casi infatti la composizione dei componenti ( colori, note ed elementi) porta ad un numero infinito di opere e cioè :dipinti, opere musicali, molecole e materiali -Non è una gran conclusione! Ciò nonostante, sulla base di questa analogia, si possono trarre alcune conclusioni di un certo rilievo che possono essere cosi riassunte: a) Il pittore si avvale del colore come mezzo, così come il compositore usa le note b) Il colore, come le note della musica, serve come scorciatoia per raggiungere i nostri sensi, suscitare le nostre emozioni ed evocare sensazioni e ricordi sepolti. c) Il sistema periodico fornisce numerosi e sempre più raffinati strumenti al pittore per realizzare questo scopo fornendo sempre nuovi colori artificiali dotati di grande brillantezza e luminosità. Da questa discussione non emergono elementi che possano tuttavia fornire una definizione generale ( filosofica) di creatività valida sia per l arte che per la scienza. In assenza questa definizione generale, è utile assumere l atteggiamento più pragmatico di considerare le relazioni tra arte e scienza caso per caso.mi limiterò quindi a considerare unicamente il problema della creatività nella pittura e delle sue relazioni con la creatività nella scienza e nella tecnologia. 3) La creatività nella pittura e l influenza dei mezzi messi a disposizione dalla chimica. Il grande storico dell arte E.H. Gombrich (Arte e illusione: Studio sulla psicologia della rappresentazione pittorica; Phaidon) afferma perentoriamente che: l arte è del tutto diversa dalla scienza. Su questa base si potrebbe concludere che la creatività nell arte e nella scienza sono del tutto diverse e non comparabili. Analogamente si dovrebbe concludere circa l elemento estetico.tuttavia la ragione addotta da Gombrich fa sorridere noi scienziati. Affermare infatti che: è difficile dire che l arte progredisce nel modo in cui progredisce la scienza poichè ogni scoperta in una direzione crea una nuova difficoltà altrove

3 prova solo che Gombrich non ha dimestichezza con la scienza e con il metodo scientifico. (Philip Ball :Colore: una biografia. Tra arte, storia e chimica: la bellezza e i misteri del mondo del colore; BUR ) A proposito dei mezzi in possesso del pittore-artista, Anthea Callen (Techniques of the impressionists, Burlington 1957) scrive : Ogni opera d arte è determinata in primo luogo e soprattutto dai materiali a disposizione dell artista e dall abilità di questo nel manipolarli.tale idea è condivisa anche da Gombrich che infatti scrive: L artista non può trascrivere ciò che vede, può solo tradurlo nei termini del suo mezzo. Anch egli è strettamente vincolato alla gamma di tonalità che il mezzo gli mette a disposizione.tuttavia, in accordo con Philip Ball, sarebbe un errore presumere che la storia del colore nell arte sia una somma di possibilità proporzionale alla somma dei pigmenti; ogni scelta del pittore è infatti un atto di esclusione ma anche di inclusione. Alla fine ogni pittore firma il proprio contratto con i colori del suo tempo.la interdipendenza tra ricchezza della tavolozza e opera d arte è ben chiara a V. Kandinskij che dice: Sia lodata la tavolozza per le delizie che offre. È lei stessa un opera d arte. Su questa base, sarà mio compito limitarmi solamente ai rapporti pittura/scienza e verificare solo le seguenti ipotesi: a)ciascuna opera pittorica è determinata dai mezzi a disposizione (che crescono con il progredire delle conoscenze tecnico scientifiche); b) il risultato estetico è indipendente dai mezzi del suo tempo e dipende solo dalla creatività individuale;la unicità di ciascuna opera è il risultato dell incontro tra creatività e mezzi. 4) L inestricabile intreccio tra scienza e pittura nella storia. Poiché il numero di pigmenti (mezzi) a disposizione dei pittori è dipeso dallo sviluppo delle conoscenze prescientifiche ( alchemiche) e scientifiche e poiché queste sono andate grandemente cambiando nella storia, attività pittorica e possesso /conoscenza dei materiali risultano ovviamente intrecciate intimamente. È utile pertanto fare una breve descrizione di questo storico intreccio. L idea di base sottesa a questa impostazione è che questo approccio può aiutare ad intendere il rapporto arte/ scienza senza ricorrere a pericolose definizioni generali di carattere astratto A questo fine, cercherò di illustrare l intreccio tra scienza e pittura e la sua influenza sulla unicità dei prodotti artistici con esempi tratti da vari periodi storici a partire dall età paleolitica (35000 b.c) caratterizzata dalla disponibilità di pochissimi pigmenti per giungere ai tempi nostri, ove il numero di materiali pittorici a disposizione dell artista sono dell ordine delle migliaia.la periodizzazione scelta non è usuale poiché dipende principalmente dalla evoluzione dei mezzi tecnici a disposizione dell artista pittore e non considera esplicitamente altri fattori storico/culturali ( ovviamente di grande importanza). Spero che il lettore voglia perdonare questo approccio molto grossolano.una illustrazione minimamente dettagliata della evoluzione della pittura in relazione ai pigmenti disponibili non può essere fatta in un breve articolo Verrà pertanto operata una scelta drastica di esempi corrispondenti a periodi molto distanti tra di loro. Questa scelta non segue i dettami classici della storia dell arte.i periodi scelti sono: a) periodo paleolitico ( b.c) b) periodo neolitico (6000 b.c) c) periodo egiziano ( b.c) d) periodo medioevale ( sino 1400) e) il periodo rinascimentale (1500) f) il periodo impressionista e post impressionista ( ) g) il novecento sino ai giorni nostri ( )

4 a) I pittori paleolitici: ovvero come si possono dipingere dei capolavori con solo due pigmenti (ossidi ferro e carbone) facilmente disponibili Ossidi di ferro (ematite e ossidi idrati e carbone ) Grotte di Chevaux: circa b.c. Grotte di Lascaux : circa b.. Da questi dipinti (capolavori), dipinti con due soli colori facilmente reperibili in natura, si può trarre la conclusione che l idea del pittore di rappresentare gli animali in movimento durante una caccia figurata mediante due soli mezzi sia pienamente riuscita anche dal punto di vista cromatico con un risultato estetico eccellente. Immagini così evocative di figure in movimento saranno ottenute solo nel periodo impressionista e post impressionista! È difficile immaginare rappresentazioni bicolori più perfette. E evidente che Il pittore ha ottenuto il massimo concesso dalle limitazioni imposte dai suoi mezzi e qui risiede la unicità di queste opere. Naturalmente è utile aggiungere che questi pittori erano dei professionisti dell antichità. b) Periodo neolitico Il periodo neolitico non può dirsi innovativo dal punto di vista dei pigmenti, che rimangono pur sempre ossidi ferro e carbone. Pittura Neolitica (circa 6000 b.c.) nelle grotte di Lascux e nel massiccio di Ennedi (Chad) La differenza tra pittura paleolitica e neolitica non è quindi legata in nessun modo alla disponibilità di nuovi pigmenti.si tratta di una evoluzione interamente dettata dalle mutate

5 condizioni sociali e culturali. Con il periodo neolitico si verifica l abbandono del naturalismo. Il risultato è tuttavia esteticamente elegantissimo ed alcune delle figure prefigurano la formazione della scrittura. Da notare che alcune delle figure hanno certamente influenzato anche la pittura e la scultura moderna ( Picasso, Modigliani etc).. c) Un salto di migliaia di anni nel mondo egizio L arte pittorica egiziana, protetta dalle ingiurie del tempo dal suo carattere di decorazione funeraria, è caratterizzata da nuovi mezzi espressivi (pigmenti) dovuti in gran parte allo sviluppo delle conoscenze minerarie e ai commerci che coinvolgono tutto il medio oriente. In aggiunta al carbone e agli ossidi di ferro,tra i nuovi mezzi espressivi ( pigmenti) vanno ricordati: -Composti a base di rame. Azzurrite (2 CuCO3 Cu(OH)2)(azzurro); Malachite CuCO 3 Cu(OH)2(verde); crisocolla CuSiO3.2 H2O (verdeazzurro ); Blu egizio (prodotto di origine non mineraria,ottenuto fondendo malachite e calce: tecnica che richiede forni di alta tecnologia e che è stata probabilmente importata dalla Mesopotania) -Composti a base di arsenico :Orpimento e realgar (As2S3 e As4S4) (gialli) -Composti a base di manganese:pirolusite (MnO2)(nero); -Composti a base di piombo: PbO (giallo); PbO2 (minio: rosso) -Carbonato basico di Pb (bianco); Antimoniato di Piombo (giallo) -Lazurite (lapislazuli) (chiamato poi blu oltremare, proveniente dalle miniere dell attuale Afganistan) Ovviamente la composizione chimica di questi pigmenti non era conosciuta. Lo stesso blu egizio ( di origine sintetica) è il frutto di una esperienza empirica formatasi nel corso dei secoli da osservazioni provenienti dall arte ceramica. Un classico esempio di policromia è presente nella Tomba di Nefertari (1300 b.c). Nefertari (1300 b.c): Una dimostrazione completa e ben conservata della nuova disponibiltà pigmenti ( gran parte i quelli precedentemente elencati sono presenti in questo semplice ritratto)

6 Da questi dipinti, ancorché molto stilizzati e ieratici per ragioni culturali (religiose e sociali), l elemento colore permesso dal grande sviluppo delle conoscenze nel campo dei minerali e dei pigmenti, conferisce ad alcuni dipinti ( vedi appunto il ritratto di Nefertari con i suoi gioielli ed ornamenti policromi e sue vesti eleganti ) una leggerezza ed una eleganza veramente uniche con risultato estetico eccellente (nonostante l abbandono della rappresentazione naturalistica). Lo sviluppo delle conoscenze riguardanti i pigmenti non è stato solo un fenomeno egiziano. Esso ha coinvolto tutto il medio oriente con particolare riferimento alla zona mesopotanica. La esistenza di una vasta rete di commerci ( che si protrarrà sino a tutto il rinascimento) è dimostrata dalla via del lapislazuli (dall Afganistan, dove esistono le sole miniere allora conosciute, sino alla Mesopotania e all Egitto ed, in tempi più recenti, sino all Europa. Il lapislazzuli, per il suo straordinario colore blu e per il suo carattere indelebile ha per migliaia di anni rappresentato un pigmento molto richiesto e molto caro. La via antica del Lapislazuli verso l Europa (e, tratteggiato, in tempi più recenti, medioevo compreso). d) Un altro salto temporale: il medioevo Daniel Thompson (The materials and techniques of medieval paintings, 1956 ) ritiene che la sintesi alchemica del vermiglione (HgS) da mercurio e zolfo, sia l innovazione più importante della pittura medioevale. Egli dice testualmente che: Se il medioevo non avesse posseduto questo rosso brillante difficilmente si sarebbero sviluppati i suoi alti standard cromatici e ci sarebbe stata meno necessità di trovare altri colori brillanti che compaiono sulla scena a partire del secolo XII Tra questi è da menzionare la riscoperta del blu oltremare e la valorizzazione della lamina d oro. In sostanza il medioevo è periodo di notevoli innovazioni pittoriche, poiché accanto ai vecchi pigmenti, soprattutto a base di ossidi di ferro,se ne aggiungono altri di grande impatto e effetto. In particolare il blu oltremare ( molto caro) ben si sposa con il rosso brillante del vermiglione. Il matrimonio di questi due colori si può ben apprezzare nella crocifissione del Masaccio.

7 Lamina d oro Blu oltremare Vermiglione Colori di Masaccio nella Crocifissione (c.1400) Lo sviluppo dei commerci favorisce inoltre, oltre alla già citata diffusione del blu oltremare,anche la diffusione delle lacche, già conosciute dalla più remota antichità, ma non diffuse e molto care.tra queste: - Lacche rosse come lacca di robbia (colorata da alizarina C14H8O4 o porporina C14H8O5 ) -Lacca di chermes (cremisi) e lacca di cocciniglia ( entrambe colorate da acido carminico C22H20O13 e chermesico C16H10O8) -Lacca indaco colorata da ingotina( C16H10N2O 2 ) -Lacca porpora colorata da 6,6 dibromoindigotina (C16H8Br2N2O2) A differenza delle lacche che risentono di fenomeni di invecchiamento, vemiglione, blu oltremare e lamina d oro sono estremamente stabili. -Dai dipinti medioevali quali quelli del Masaccio si vede come, nonostante i contenuti della pittura siano sostanzialmente dettati dal contesto religioso, la nuova disponibiltà o riscoperta di pigmenti altamente costosi (permessa dall alchimia e dallo sviluppo dei traffici e del commercio), permetta la realizzazione di opere per un pubblico più vasto,facoltoso e colto appartenente alla classe dei principi della chiesa, dei nobili e dei mercanti che attraverso il colore delle vesti ( possibilmente costoso) vuole mostrare il suo potere. L uso dei paramenti sgargianti nella Chiesa ( ad esempio la porpora) risale appunto a questo periodo!

8 La difficile e complessa coesistenza delle limitazioni imposte dal contesto religioso e della libertà espressiva permessa dai nuovi mezzi pittorici forma probabilmente l unicità di queste opere d arte. A fronte di grandi avanzamenti sul fronte del disegno e della struttura dei dipinti,le vere innovazioni del rinascimento riguardanti i pigmenti sono infatti relativamente poche.tra queste vale la pena di ricordare il verde resinanto (resinato di rame, composto di incerta composizione) e la polvere di vetro blu (contenete cobalto) (smaltino) (usata anche da Bellini,Tiziano) in sostituzione del più caro oltremare. Occorre notare come non siano a disposizione dei pittori rinascimentali ( come del resto per tutti quelli precedenti inclusi gli egizi ) dei buoni verdi e dei buoni gialli brillanti. Lo sviluppo della pittura ad olio rappresenta la principale innovazione del rinascimento: chiaroscuri, le ombre e i colori del quadri del rinascimento ne sono la conseguenza.l uso dei colori brillanti già iniziato nel medioevo (come il rosso e il blu) domina anche nel rinascimento. Chi non ricorda il manto rosso del Cardinale Brembo del Tiziano, il manto azzurro della Madonna del Granduca di Raffaello, il manto della Madonna di Antonello da Messina, il cielo azzurro brillante della Sistina decorato da Michelangelo con blu oltremare (per fare solo alcuni esempi? Il dipinto ove è presente il massimo dispiegamento di pigmenti è probabilmente il Bacco ed Arianna del Tiziano che può essere classificato come il più grande catalogo dei colori del tempo ( non a caso dipinto a Venezia massimo centro dei commerci). Tiziano :Bacco ed Arianna (1522). Sulla destra i principali pigmenti usati in questo quadro.. e)verso l ottocento e oltre : gli impressionisti e post impressionisti

9 L ottocento è caratterizzato dall impetuoso sviluppo della chimica : la tavolozza si arricchisce di molti nuovi pigmenti sintetici soprattutto inorganici. Tra questi è opportuno ricordare: Ossido zinco (bianco di zinco),cromato di bario (giallo limone);cromato di piombo (giallo cromo);cromato di bario (giallo-arancio);antimoniato di piombo (giallo di Napoli);Solfuro di cadmio (giallo cadmio);cromato basico di piombo (arancio cromo); Cromato di zinco (giallo di zinco); Idrossido di cromo (Verde di Guisnet);Ferrocianuro (blu di prussia);stannato di cobalto (azzurro ceruleo);alluminato di cobalto (blu cobalto); Solfoseleniuro di cadmio (rosso cadmio);blu di manganese (manganato di bario);verde cobalto (zincato di cobalto);verde smeraldo (arsenoacetato di rame);oltremare sintetico (Blu);Alizarina ( robbia sintetica ); Indaco sintetico. I gialli ( soprattutto giallo cromo), i verdi e gli aranci di Van Gogh nei famosi Girasoli non sono immaginabili senza questi nuovi pigmenti. L intensità e la potenza espressiva ne sono la diretta conseguenza. Il pittore è innamorato di questi nuovi colori che gli fanno dire: Il pittore del futuro sarà un colorista come non se ne sono mai visti prima.questa frase fa tornare alla mente la frase Kandinskij : Sia lodata la tavolozza per le delizie che offre. È lei stessa un opera d arte : Vincent Van Gogh: I girasoli Lo stesso vale per gli impressionisti classici. Non credo che Papaveri Rossi ad Argenteuil di Claude Monet avrebbe potuto essere dipinto prima ( ad esempio nel Rinascimento), cioè quando tutti i pigmenti sopra menzionati non erano a disposizione! Lo stesso vale per la pittura di Cezanne. L amore per il colore esplode verso la fine dell ottocento, nei pittori del movimento fauve. Basta ricordare l uso quasi esclusivo del solfoseleniuro di cadmio fatto da H. Matisse nel quadro Lo studio rosso, o i quadri di Derain etc. L amore per il singolo colore ( pigmento), ritenuto capace di per se di esprimere emozione, si ritrova anche in un pittore, certo non impressionista, come P.Picasso. Un intero periodo della sua attività pittorica (periodo blu) è basato sull uso del ferrocianuro.

10 Henry Matisse Lo studio rosso (solfoseleniuro di cadmio) P.Picasso : autoritratto (periodo blu; pigmento: ferrocianuro) Naturalmente non è inutile ripetere ancora una volta che il risultato estetico è indipendente dai mezzi del tempo e dipende solo dalla creatività individuale. Altrettanto è anche utile sottolineare ancora una volta come la unicità e il livello estetico di queste opere sia il risultato dell incontro tra creatività e mezzi ( a loro volta messi a disposizione dalla creatività della scienza). f) Il novecento e la esplosione dei colori organici Il novecento vede un ulteriore sviluppo della chimica e nuovi pigmenti di sintesi vengono ad arricchire la tavolozza del pittore. Tra questi basta citare le grandi famiglie degli azocoloranti, dei chinacridoni e dei dichetopirroli, solo per citarne alcune.

11 Come risultato di questo ulteriore progresso, la tavolozza finale del pittore del 900 è composta di circa 600 pigmenti! Inoltre molte vernici divengono anche disponibili.come conseguenza il colore esplode progressivamente sulle tele come elemento espressivo principale e la rappresentazione naturalistica perde progressivamente terreno, in ciò spinta anche dallo sviluppo della fotografia e dal cinema (che sono tecniche inarrivabili per la riproduzione naturalistica della realtà). E il periodo che inizia con Vasilij Kandinkji ( ) e Paul Klee ( ) e prosegue con Mark Rothko ( ), Barnet Newman ( ), Jackson Pollock ( ), Yves Klein ( ) e infine con Frank Stella ( 1936) ( per citare solo alcuni).i quadri di P. Klee sotto riportati sono una vera sinfonia di colori che, vale al pena di ripetere ancora una volta, sono resi possibili dalla nuova e straordinaria disponibilità P.Klee : Suono antico e Borgo sulla Sonne di mezzi espressivi a disposizione del pittore moderno. Si può ben dire che questa sinfonia di colori è anche dovuta all incontro della creatività della chimica con la creatività artistica. Ad illustrazione della tendenza verso il colore assoluto basta poi citare la frase di Klein ( 1954) (di cui è riportato un quadro ad un solo colore costituito da blu oltremare sintetico), Ritengo che nel futuro si dipingeranno solo dipinti di un solo colore.

12 Yves Klein :blue g) Verso il secolo presente Alla luce di quanto esposto ci si può chiedere tuttavia se in futuro possa esistere ancora la pittura nel senso che noi abbiamo inteso sino ad ora. Il futuro è in realtà già presente. Se infatti il 900 è il secolo dei nuovi pigmenti organici, il secolo presente è il secolo dei nuovi materiali. I quadri non sono più i quadri piatti del passato, ma costruzioni tridimensionali complesse formate dai materiali più vari ( vedi ad esempio i quadri anticipatori di F.Stella o L.Fontana). Il colore non cessa ovviamente di giocare un ruolo fondamentale e nuovi colori (fluorescenti, perlacei,cangianti e basati su cristalli liquidi) fanno e faranno la loro apparizione. Sembra evidente che tanto per il passato, come per il presente che per il futuro continuerà a valere il concetto che:se la unicità di ciascuna opera è il risultato dell incontro tra creatività e mezzi pittorici storicamente determinati dallo sviluppo tecnico scientifico, il valore estetico raggiunto è tuttavia indipendente dai mezzi e determinato solamente dalla creatività individuale. Tuttavia, come chimico, non posso non essere d accordo con il grande scrittore (nonché chimico) Primo Levi quando suggerisce che la conoscenza della struttura molecolare (e. aggiungo io dei meccanismi quantistici che sono alla base del colore) non limita ma aumenta la sensibilità e il godimento estetico della pittura.

Evoluzione della creatività nella pittura occidentale : un intreccio tra arte e scienza.

Evoluzione della creatività nella pittura occidentale : un intreccio tra arte e scienza. A.Zecchina Evoluzione della creatività nella pittura occidentale : un intreccio tra arte e scienza. Accademia delle Scienze di Torino Circolo dei lettori 1 dicembre 2010 Il dibattito sulle relazioni tra

Dettagli

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche?

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? {oziogallery 463} 01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? Da sempre! Fin da piccola ho avuto una grande passione per l arte, mi soffermavo spesso a contemplare

Dettagli

PIGMENTI E COLORANTI

PIGMENTI E COLORANTI I materiali colorati utilizzati per realizzare un film pittorico vengono definiti pigmenti e sono ben differenziati dai coloranti. I pigmenti sono costituti da polveri più o meno fini, colorate, insolubili

Dettagli

Lezione 8. Pigmenti pittorici Tecniche di studio e classificazione LUCE E COLORE

Lezione 8. Pigmenti pittorici Tecniche di studio e classificazione LUCE E COLORE Lezione 8 Pigmenti pittorici Tecniche di studio e classificazione LUCE E COLORE 1 LUCE E COLORE SORGENTI PRIMARIE DI LUCE (EMISSIONE) SORGENTI SECONDARIE DI LUCE (RIFLESSIONE) E D 65 E A E F 2 400 500

Dettagli

Di grandi dimensioni. Introvabili. Veri

Di grandi dimensioni. Introvabili. Veri Cosa hanno in comune Napoleone Bonaparte, il famoso scrittore Goethe e l ex cancelliere tedesco Helmut Kohl? Tutti loro, in epoche differenti, hanno amato il collezionismo di minerali. Una passione che

Dettagli

Adriano Zecchina Alchimie nell'arte. La chimica e l'evoluzione della pittura Zanichelli editore 2012

Adriano Zecchina Alchimie nell'arte. La chimica e l'evoluzione della pittura Zanichelli editore 2012 Adriano Zecchina Alchimie nell'arte. La chimica e l'evoluzione della pittura Zanichelli editore 2012 Abstract La storia dei pigmenti che i pittori hanno avuto a disposizione nelle diverse epoche, dal Paleolitico

Dettagli

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie ANNO SCOLASTICO 2013-2014 A cura di Un iniziativa proposta alle scuole da Intesa Sanpaolo

Dettagli

Il 900 : un nuovo s alto nella dis ponibilità di pigmenti e vernici

Il 900 : un nuovo s alto nella dis ponibilità di pigmenti e vernici Il 900 : un nuovo s alto nella dis ponibilità di pigmenti e vernici Il 900 e i nuovi colori organici. Con lo sviluppo della chimica organica nuovi pigmenti e coloranti si aggiungono ai precedenti. Tra

Dettagli

CATALOGO LABORATORI D ARTE. e PROGETTI DIDATTICI

CATALOGO LABORATORI D ARTE. e PROGETTI DIDATTICI CATALOGO LABORATORI D ARTE e PROGETTI DIDATTICI Pensare che l arte sia materia per esperti del settore significa confinarla in territori accessibili solo per pochi eletti. Così non è: chi la frequenta,

Dettagli

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea L arte come gioco di forme e colori a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea Le forme di Kandiskij Scrive Kandinskij: Oggi il punto può significare qualche volta nella pittura più di una

Dettagli

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI.

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI. Teoria del colore La teoria dei colori Gli oggetti e gli ambienti che ci circondano sono in gran parte colorati. Ciò dipende dal fatto che la luce si diffonde attraverso onde di diversa lunghezza: ad ogni

Dettagli

OBIETTIVI E CONTENUTI DI ARTE E IMMAGINE nel triennio della Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Isabella Coppola

OBIETTIVI E CONTENUTI DI ARTE E IMMAGINE nel triennio della Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Isabella Coppola A.S 2012 2013 OBIETTIVI E CONTENUTI DI ARTE E IMMAGINE nel triennio della Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Isabella Coppola Obiettivi didattici del 1 anno 1. Capacità di vedere osservare e comprensione

Dettagli

MicheleModafferi Essenziale Bellezza

MicheleModafferi Essenziale Bellezza MicheleModafferi Essenziale Bellezza Michele Modafferi Essenziale Bellezza Essenziale Bellezza di Caterina Pellitta Stilizzare, sfoltire, affinare, arrivare all essenza. Questi i principi della ricerca

Dettagli

PAUL KLEE E L ITALIA

PAUL KLEE E L ITALIA PAUL KLEE E L ITALIA Componi un Diario di forme e colori! Per bambini dai 7 ai 10 anni Paul Klee, viaggiatore appassionato, ha visitato più volte l Italia e ci ha raccontato avventure, emozioni e sogni

Dettagli

Quando l uomo scoprì di esistere

Quando l uomo scoprì di esistere laboratorio Prerequisiti 1 conoscere i contenuti relativi alla preistoria collocare i contenuti appresi nello spazio e nel tempo comprendere e conoscere il concetto-chiave di cultura Obiettivi riflettere

Dettagli

Pon f-3-fse04_por_sicilia-2013-94. Tecniche e Colori. Esperto: Oriana Sessa

Pon f-3-fse04_por_sicilia-2013-94. Tecniche e Colori. Esperto: Oriana Sessa Tecniche e Colori Esperto: Oriana Sessa Teoria dei colori Il coloreè una grandezza tridimensionale e la sola ruota dei colori non è sufficiente a rappresentare tutto lo spazio colorimetrico. Tuttavia,

Dettagli

playing // jeanne isabelle cornière e meri iacchi_a cura di silvia petronici museo primo conti fiesole - fi

playing // jeanne isabelle cornière e meri iacchi_a cura di silvia petronici museo primo conti fiesole - fi playing // jeanne isabelle cornière e meri iacchi_a cura di silvia petronici museo primo conti fiesole - fi Jeanne Isabelle Cornière Ricordi al vento Scultura in resina, vetro soffiato, fili da pesca,

Dettagli

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte.

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Piergiorgio Trotto Finalità: Sviluppare le capacità espressive con esercizi attinenti al colore e all immagine. Ricercare la propria identità. Sperimentare

Dettagli

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903)

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903) Scuola Secondaria di I grado Pio X Artigianelli Firenze Arte e Immagine Prof. Fortunato Rao La pittura deve suggerire più che descrivere, come invero fa la musica. (Paul Gauguin) SIMBOLISMO Paul Gauguin

Dettagli

LA MOSTRA DI LEONARDO ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA: emozionante, ricca ma non convincente.

LA MOSTRA DI LEONARDO ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA: emozionante, ricca ma non convincente. LA MOSTRA DI LEONARDO ALLA NATIONAL GALLERY DI LONDRA: emozionante, ricca ma non convincente. La mostra è indubbiamente bella, emozionante e suggestiva nonché ricca; si tratta, però, di una ricchezza dovuta

Dettagli

ffllffl EO! ITr Guida alle attività didattiche MUSEO REGIONE TOSCANA Comune di Grosseto MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA

ffllffl EO! ITr Guida alle attività didattiche MUSEO REGIONE TOSCANA Comune di Grosseto MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA Comune di Grosseto AL EO! Guida alle attività didattiche REGIONE TOSCANA ITr,M :,; I i[ 1,1.A MAREMMA MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA ffllffl MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA Coordinamento:

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA'

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA' ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ESPRESSIONE ARTISTICA FINALITA La disciplina mira nelle sue varie articolazioni, alla maturazione delle capacità di esprimersi e di comunicare

Dettagli

LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE

LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE Il Dipartimento, nell'ambito della discussione preliminare relativa alla Programmazione, ed in considerazione del riordino dei cicli scolastici previsti dalla

Dettagli

UN ALFABETO MISTERIOSO

UN ALFABETO MISTERIOSO UN ALFABETO MISTERIOSO Oggi in classe i bambini hanno trovato una strana iscrizione sulla lavagna: Mattia, il più studioso, riconosce subito i simboli della scrittura utilizzata nell antico Egitto: il

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA CHE ARTISTA MATISSE! Programma 26 settembre 2015 24 gennaio 2016 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni (consigliate!): tel. + 41 91 835 52 54 ATTIVITÀ

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO A partire dall XI secolo si introducono rilevanti novità nella SOCIETA MEDIEVALE Tali trasformazionie novità provocheranno, in un lungo periodo

Dettagli

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) ANNO SCOLASTICO 2015/16

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) ANNO SCOLASTICO 2015/16 Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) LABORATORIO ARTE ANNO SCOLASTICO 2015/16 MOTIVAZIONE Il progetto vuole accompagnare i bambini in un percorso di scoperta e conoscenza

Dettagli

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO ARTE E IMMAGINE Competenze finali AMBITO ARTISTICO [Dal Profilo educativo, Culturale e Professionale dello studente alla fine del primo ciclo di istruzione (6-11 anni)] per l'espressione di sé e per la

Dettagli

PROGRAMMAZIONI MODULARI STORIA DELL ARTE A.S. 2015/16

PROGRAMMAZIONI MODULARI STORIA DELL ARTE A.S. 2015/16 ISTITUTO POLISPECIALISTICO S. PAOLO Sede centrale: p.zza della Vittoria, 80067 Sorrento tel./fax: 08807005 Presidenza: 08877220 e mail: presidenza@isusanpaolo.it Succursale: via Sersale, Sorrento Sezione

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

IL «CONVENTO ROSSO» A SOHAG. RISULTATI DI SINTESI DELLA PRIMA CAMPAGNA DI STUDIO

IL «CONVENTO ROSSO» A SOHAG. RISULTATI DI SINTESI DELLA PRIMA CAMPAGNA DI STUDIO 1 IL «CONVENTO ROSSO» A SOHAG. RISULTATI DI SINTESI DELLA PRIMA CAMPAGNA DI STUDIO A CURA DI COSTANTINO MEUCCI INTRODUZIONE Nel corso della prima missione del gruppo di ricerca dell Università degli Studi

Dettagli

Il Museo ideale di Arte Moderna. Impressionismo

Il Museo ideale di Arte Moderna. Impressionismo Il Museo ideale di Arte Moderna Impressionismo ARTE E IMMAGINE Spiegare l'uso del colore nella pittura impressionista Classe III Conoscere Collegamenti artisti impressionisti interdisciplinari: Storia

Dettagli

D ARTE COMBINIAMONE DI TUTTI I COLORI!

D ARTE COMBINIAMONE DI TUTTI I COLORI! UNITA DI APPRENDIMENTO n. 6c LABORATORIO D ARTE COMBINIAMONE DI TUTTI I COLORI! (bambini di 4 anni) Di Pastori Cristina Anno Scolastico 2009-2010 Da gennaio 2010 a maggio 2010 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO

Dettagli

LA TEORIA DEL COLORE. Colori Primari. Colori Secondari. Colori Terziari

LA TEORIA DEL COLORE. Colori Primari. Colori Secondari. Colori Terziari LA TEORIA DEL COLORE Alcune nozioni di teoria del colore sono necessarie per chi si dedica al lavoro creativo del Patchwork. Esse servono per acquisire sempre maggior sicurezza nel decidere l effetto che

Dettagli

COLOR POINT SMALTO ACRILICO

COLOR POINT SMALTO ACRILICO SMALTI E VERNICI IN SMALTO ACRILICO COLOR POINT SMALTO ACRILICO Smalto con legante acrilico di alta qualità molto coprente per tutte le superfici, anche preverniciate anche in esterno disponibile in un

Dettagli

Scuola di Pittura e Disegno

Scuola di Pittura e Disegno CENTRO DI RICERCA ERBA SACRA Viale Appio Claudio 289 (Metro A Giulio Agricola) Tel: 06.71546212 3462179491 www.erbasacra.com; erbasacra@erbasacra.com Scuola di Pittura e Disegno Docente: Arch. Carlo Floris

Dettagli

Matite colorate Bruynzeel Design

Matite colorate Bruynzeel Design Bruynzeel e Sakura presentano una gamma di prodotti di eccezionale qualità adatti alle esigenze del professionista, dello studente o dell hobbysta. Bruynzeel Design, marchio registrato della ditta Bruynzeel

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE ANCO MARZIO, ROMA INDIRIZZO CLASSICO, CLASSE V GINNASIO STORIA DELL ARTE

LICEO CLASSICO STATALE ANCO MARZIO, ROMA INDIRIZZO CLASSICO, CLASSE V GINNASIO STORIA DELL ARTE INDIRIZZO CLASSICO, CLASSE V GINNASIO Arte dell età paleocristiana: - catacombe di Roma: struttura, temi della pittura, sarcofagi - schema della basilica a Roma (S. Pietro) e Ravenna (S. Apollinare, S.

Dettagli

I cipressini di giorno, Arturo Checchi

I cipressini di giorno, Arturo Checchi I cipressini di giorno, Arturo Checchi I cipressini, Checchi L opera I cipressini di giorno è stata realizzata con olio su tela da Arturo Checchi nel 1912, in seguito al soggiorno in Baviera. Pertanto

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

I colori minerali ai silicati

I colori minerali ai silicati I colori minerali ai silicati Municipio di Schwyz (Svizzera) 1896 Condominio Boccaccio ang. Via Gioberti Abbazia divia S. Maria di Staffarda Revello MILANO (CN) Città giardino Falkenberg Ca Brutta - MILANO

Dettagli

La nuova classificazione dei rifiuti alla luce della Sentenza della Corte di Cassazione n. 5300/02 del 30.5.2002 Mauro Sanna

La nuova classificazione dei rifiuti alla luce della Sentenza della Corte di Cassazione n. 5300/02 del 30.5.2002 Mauro Sanna La nuova classificazione dei rifiuti alla luce della Sentenza della Corte di Cassazione n. 5300/02 del 30.5.2002 Mauro Sanna Ai fini dell applicazione della nuova classificazione dei rifiuti, introdotta

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA

Dettagli

La gamma. I colori Galeria garantiscono ottimi risultati grazie a:

La gamma. I colori Galeria garantiscono ottimi risultati grazie a: Italian 7543491 2 3 La gamma La gamma Galeria offre uno spettro bilanciato di 60 colori in due Serie. È disponibile un ampia scelta di formati, adatti a lavori sia su larga scala sia su scala ridotta:

Dettagli

I bassifondi del Barocco

I bassifondi del Barocco I bassifondi del Barocco mostra 7 ottobre 2014-18 gennaio 2015 LIBRETTO RAGAZZI 7-12 anni CHE COS É IL BAROCCO? Ciao, io sono il Piccolo Ferdinando e conosco Villa Medici come le mie tasche. Se vuoi ti

Dettagli

Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte

Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte A.- Programma di Storia dell arte contemporanea (Prof.ssa Christine Farese Sperken) Crediti

Dettagli

massimo rizzante il piccolo scriba e il grande artista per giorgio griffa archivio di saggi 9

massimo rizzante il piccolo scriba e il grande artista per giorgio griffa archivio di saggi 9 massimo rizzante il piccolo scriba e il grande artista per giorgio griffa archivio di saggi 9 IL PICCOLO SCRIBA E IL GRANDE ARTISTA PER GIORGIO GRIFFA 2013 Massimo Rizzante Quando, sul finire degli anni

Dettagli

TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA

TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA INTONACHINO INTONACO A CALCE SCIALBATA (O CALCE TIRATA) INTONACO A GRAFFITO INTONACI A STUCCO E A MARMORINO INTONACHINO La ricetta tradizionale

Dettagli

IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedut"mo, romantic"mo ed impression"mo. A cura $ Tarabo%i Jessica

IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedutmo, romanticmo ed impressionmo. A cura $ Tarabo%i Jessica IL PAESAGGIO VENEZIANO tra vedut"mo, romantic"mo ed impression"mo A cura $ Tarabo%i Jessica PRESENTAZIONE Il tema della mostra d arte è il paesaggio veneziano: uno dei paesaggi più suggestivi al mondo

Dettagli

Presentazione CAPITOLO 19

Presentazione CAPITOLO 19 PRESENTAZIONE 7 CAPITOLO 19 Presentazione Il taglio grafico del presente volume propone la divisione dei capitoli in due parti: nelle pagine a sinistra (rinvio «metaforico» alle operazioni logiche dell

Dettagli

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo!

A dire la verità è molto simpatica, ha tanta intelligenza e una pazienza così lunga da superare perfino il Nilo! Lo scorso aprile la nostra scuola ha ospitato Maria Luisa Mesiano, un egittologa che ha partecipato agli scavi. Ci ha parlato di questa sua esperienza in Egitto e dei ritrovamenti effettuati. L egittologa

Dettagli

Prepareremo con le nostre mani i pigmenti puri al tuorlo d uovo, lavoreremo con mine di piombo o di stagno lumeggiate a biacca e tanto altro

Prepareremo con le nostre mani i pigmenti puri al tuorlo d uovo, lavoreremo con mine di piombo o di stagno lumeggiate a biacca e tanto altro L'Associazione Culturale ARS ARTIS è stata fondata nel 2014 da un gruppo di giovani animati dal desiderio di rendere l'arte, quella con la "A" maiuscola, accessibile a tutti, anche a chi fino ad oggi ha

Dettagli

LA CINA. I GRECI (1 laboratorio a scelta) POPOLI ITALICI (1 laboratorio a scelta) PERIODO ROMANO (1 laboratorio a scelta)

LA CINA. I GRECI (1 laboratorio a scelta) POPOLI ITALICI (1 laboratorio a scelta) PERIODO ROMANO (1 laboratorio a scelta) gialloocra DIDATTICA DELL ARCHEOLOGIA E DELL ARTE a cura di Elisa Brighi ed Evelina Garoni Organizziamo visite guidate e laboratori tematici, indirizzati alle scuole e agli adulti con l'obiettivo di sperimentare

Dettagli

LA PORCELLANA LINEE GUIDA - DALL IDEA AL PRODOTTO RICHARD GINORI 1735

LA PORCELLANA LINEE GUIDA - DALL IDEA AL PRODOTTO RICHARD GINORI 1735 LA PORCELLANA La porcellana La porcellana è una ceramica compatta ed è il materiale ceramico più pregiato per le sue qualità di lucentezza, trasparenza e brillantezza. Il nome porcellana deriva dall italiano

Dettagli

palermo Kursaal Kalhesa 17 giugno >> 30 giugno 2009

palermo Kursaal Kalhesa 17 giugno >> 30 giugno 2009 palermo Kursaal Kalhesa 17 giugno >> 30 giugno la vampa (particolare) olio su tela cm 120 x 100 i l l a b i r i n t o d e l l i d e n t i t à Evento culturale promosso da Amici della Terra AG Ziganoi Il

Dettagli

Introduzione INTRODUZIONE

Introduzione INTRODUZIONE INTRODUZIONE INTRODUZIONE 15 Introduzione Contenuti: Come usare questa guida all uso Cos è una animazione? Gli elementi della animazione 3D Apprendere le capacità di un Animatore 3D Quanto tempo si impiega

Dettagli

Il contesto storico L'arte rinascimentale Cosa s'intende per Rinascimento La Prospettiva Corpi proporzionati Luce e ombra : il chiaroscuro

Il contesto storico L'arte rinascimentale Cosa s'intende per Rinascimento La Prospettiva Corpi proporzionati Luce e ombra : il chiaroscuro Prof.Giuseppe Torchia Il contesto storico L'arte rinascimentale Cosa s'intende per Rinascimento La Prospettiva Corpi proporzionati Luce e ombra : il chiaroscuro IL RINASCIMENTO IL CONTESTO STORICO LUCE

Dettagli

CHI I PIÙ GRANDI GENI DELLA STORIA DELL ARTE RINASCIMENTO

CHI I PIÙ GRANDI GENI DELLA STORIA DELL ARTE RINASCIMENTO CHI I PIÙ GRANDI GENI DELLA STORIA DELL ARTE COSA LA PITTURA 7 IL RINASCIMENTO DOVE A MILANO, ROMA E VENEZIA QUANDO DAL 1495 AL 1540 CIRCA PERCHÉ PER CAPIRE LA GRANDE PITTURA DEL RINASCIMENTO AGLI INIZI

Dettagli

IL PAESAGGIO VENEZIANO. Tra Vedut"mo, Romantic"mo ed. Impression"mo. A cura $ Tarabo%i Jessica

IL PAESAGGIO VENEZIANO. Tra Vedutmo, Romanticmo ed. Impressionmo. A cura $ Tarabo%i Jessica IL PAESAGGIO VENEZIANO Tra Vedut"mo, Romantic"mo ed Impression"mo A cura $ Tarabo%i Jessica PRESENTAZIONE Il tema della mostra d arte è il paesaggio veneziano: uno dei paesaggi più suggestivi al mondo

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE Storia dell arte (2 h)

LICEO DELLE SCIENZE UMANE Storia dell arte (2 h) LICEO STATALE "DOMENICO BERTI PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO: ARTE A.S. 2015/16 CARATTERISTICHE GENERALI DELL UTENZA OBIETTIVI TRASVERSALI LETT.A OBIETTIVI TRASVERSALI LETT.B OBIETTIVI DISCIPLINARI INDIVIDUAZIONE

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL MARC CHAGALL Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura

Dettagli

sono presenti riproduzioni di Opere e parti teoriche esplicative e di approfondimento.

sono presenti riproduzioni di Opere e parti teoriche esplicative e di approfondimento. INAUGURAZIONE MOSTRA E PRESENTAZIONE DEL LIBRO ESPRIMERE LA LUCE Milano - Villa Scheibler 5 ottobre 2013 interventi di: Margherita Didoné Lidianna Bonetto Daniela Menegazzo Benvenute e benvenuti a tutte-i

Dettagli

http://echa.europa.eu/web/guest/support/guidance-on-reach-and-clpimplementation/consultation-procedure/

http://echa.europa.eu/web/guest/support/guidance-on-reach-and-clpimplementation/consultation-procedure/ 1) Nella sua presentazione sono state nominate diverse linee guida. Posso avere i riferimenti? Come si possono trovare? Le linee guida per gli utilizzatori a valle possono essere reperite dal sito web

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA PROFILO DELLO STUDENTE RELATIVO ALL AREA ARTISTICA Lo studente al termine del PRIMO CICLO possiede:

Dettagli

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI ! Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI Insegnante: Arianna Rucireta NESSUN GRANDE ARTISTA VEDE MAI LE COSE COME REALMENTE SONO. SE LO FACESSE, CESSEREBBE DI ESSERE

Dettagli

CORSO LIBERO DI PITTURA LIVELLO AVANZATO Prof.ssa Maria Pina Bentivenga A.A. 2014/2015

CORSO LIBERO DI PITTURA LIVELLO AVANZATO Prof.ssa Maria Pina Bentivenga A.A. 2014/2015 CORSO LIBERO DI PITTURA LIVELLO AVANZATO Prof.ssa Maria Pina Bentivenga A.A. 2014/2015 DURATA: Annuale (con cadenza settimanale di tre ore ciascuna) INIZIO CORSO: Ottobre 2014 FINE CORSO: Luglio 2015 TIPOLOGIA

Dettagli

Cristalline Lucide Apiombiche VLA

Cristalline Lucide Apiombiche VLA Cristalline Lucide Apiombiche VLA VLA 3037 VLA 3074 VLA 3075 VLA 3077 Miele VLA 3205 VLA 3220 VLA 3034 VLA 3006 VLA 3084 Fucsia VLA 3100 VLA 3091 VLA 3093 VLA 3092 VLA 3088 Azzurro VLA 3003 VLA 3007 Dal

Dettagli

LE AVANGUARDIE. Università del tempo libero - 2015/2015 Prof. Stefania Bressani

LE AVANGUARDIE. Università del tempo libero - 2015/2015 Prof. Stefania Bressani LE AVANGUARDIE Università del tempo libero - 2015/2015 Prof. Stefania Bressani INTRODUZIONE I movimenti artistici Come e perché stanno insieme gli artisti? Come la ricerca del singolo entra a far parte

Dettagli

Sommario. Introduzione 6. Materiali 8. Conoscere la luce 38. La tavolozza 12. Stato d animo e atmosfera 42. Tecniche 16. Riflusso della marea 44

Sommario. Introduzione 6. Materiali 8. Conoscere la luce 38. La tavolozza 12. Stato d animo e atmosfera 42. Tecniche 16. Riflusso della marea 44 Sommario Introduzione 6 Materiali 8 La tavolozza 12 Tecniche 16 Composizione 24 Conoscere il mare 26 Conoscere il cielo 32 Conoscere la luce 38 Stato d animo e atmosfera 42 Riflusso della marea 44 Progetto

Dettagli

Musico di Leonardo da Vinci Pinacoteca Ambrosiana. Milano Mostra Fotografica realizzata con il contributo di:

Musico di Leonardo da Vinci Pinacoteca Ambrosiana. Milano Mostra Fotografica realizzata con il contributo di: Uomo Vitruviano Leonardo Palazzo Reale di Milano in mostra un mese per EXPO Dama del Pollaiolo Museo Poldi Pezzoli. Milano Matrimonio della Vergine Pinacoteca di Brera Sergio Coppola utilizzando strumenti

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

Riassunto primo focus (senior)

Riassunto primo focus (senior) Riassunto primo focus (senior) Il focus group si è svolto giovedì 25 marzo dalle 17.00 alle 18.30. I partecipanti erano persone in pensione appartenenti all associazione Amici della biblioteca. Sebbene

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

LA PRIMAVERA di Sandro Botticelli. Arte e Immagine 2014-2015 Balbi Valier Pieve di Soligo

LA PRIMAVERA di Sandro Botticelli. Arte e Immagine 2014-2015 Balbi Valier Pieve di Soligo LA PRIMAVERA di Sandro Botticelli Arte e Immagine 2014-2015 Balbi Valier Pieve di Soligo Dati informativi dell opera Tipologia: Dipinto Autore: Sandro Botticelli (Alessandro Filipepi, Firenze1445-1510)

Dettagli

NOVEMBRE A CACCIA DEL PASSATO

NOVEMBRE A CACCIA DEL PASSATO Gli alunni della Scuola Primaria, nel porgere a tutti i più affettuosi auguri per un Nuovo Anno felice, gioioso e ricco di nuove esperienze, vogliono condividere le emozioni vissute in questi mesi nella

Dettagli

IFAC-TSRR vol. 1 (2009) 31-38

IFAC-TSRR vol. 1 (2009) 31-38 TSRR IFAC-TSRR vol. 1 (2009) 31-38 Studio mediante spettroscopia in riflettanza non invasiva dei pigmenti utilizzati dal pittore Federico Zandomeneghi sul dipinto Bastimento allo scalo (Galleria d Arte

Dettagli

Destinatari: CLASSI PRIME 1. RIFERIMENTO AI DOCUMENTI OBIETTIVI FORMATIVI/COMPETENZE/COMPITO ESPERTO

Destinatari: CLASSI PRIME 1. RIFERIMENTO AI DOCUMENTI OBIETTIVI FORMATIVI/COMPETENZE/COMPITO ESPERTO UNITÀ D APPRENDIMENTO Scuola secondaria di I grado Lana Fermi P10/M01 Rev.01 del 01/09/2005 APPRENDIMENTO UNITARIO DA PROMUOVERE : IL MONDO ANIMALE - Dati identificativi: Lingua Anno scolastico: 2009/2010

Dettagli

Lezione TECNICHE PITTORICHE

Lezione TECNICHE PITTORICHE Lezione TECNICHE PITTORICHE AFFRESCO Tecnica di pittura murale Realizzato a fresco, ovvero sull intonaco ancora umido I colori usati sono terre naturali mescolate a calce Il colore si lega chimicamente

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331 MANESIOMO e RINASCIMENTO Vol II, pp. 322-331 331 XV-XVI XVI Rinascimento Scoperte geografiche e nuovo impulso a commercio ed economia ridanno fiducia nella scienza,, nella ragione e nell esperienza, quindi

Dettagli

INformAZIONE. impara un arte... incontri di formazione e aggiornamento per docenti

INformAZIONE. impara un arte... incontri di formazione e aggiornamento per docenti incontri di formazione e aggiornamento per docenti In occasione della mostra su Dosso Dossi, artista del Rinascimento attivo presso la corte estense di Ferrara e nel Magno Palazzo del cardinale di Trento,

Dettagli

MUSICA DIPINTA: alla ricerca del suono e delle radici della tradizione dell artigianato d arte in alcune opere cremonesi del 500

MUSICA DIPINTA: alla ricerca del suono e delle radici della tradizione dell artigianato d arte in alcune opere cremonesi del 500 MUSICA DIPINTA: alla ricerca del suono e delle radici della tradizione dell artigianato d arte in alcune opere cremonesi del 500 BANDO ARDESIS IDENTITA CULTURALE Protocollo LOM.16.13 IIS TORRIANI LICEO

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA:

SCUOLA DELL INFANZIA: CURRICOLO VERTICALE DI ARTE SCUOLA DELL INFANZIA: CAMPO DI ESPERIENZA: LINGUAGGI, CREATIVITÀ, ESPRESSIONE (gestualità, arte, musica, multimedialità) È il campo delle attività inerenti alla comunicazione

Dettagli

Museo Statale d Arte Medievale e Moderna

Museo Statale d Arte Medievale e Moderna Arezzo I Della Robbia 21 febbraio 2009 7 giugno 2009 Museo Statale d Arte Medievale e Moderna La robbia è una pianta comune nelle zone incolte della Toscana. Dalle sue radici, per macerazione in acido

Dettagli

L Espressionismo tedesco integrazione del libro di testo per la V A lg. e la V A ped.

L Espressionismo tedesco integrazione del libro di testo per la V A lg. e la V A ped. L Espressionismo tedesco integrazione del libro di testo per la V A lg. e la V A ped. Docente: prof.ssa Rita Paolicelli Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò il cielo si tinse

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE di ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

CURRICOLO DISCIPLINARE di ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CURRICOLO DISCIPLINARE di ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA AREA COMPETENZE DISCIPLINARI ABILITÀ CONOSCENZE 1 METODO L alunno: L alunno: Imparare ad imparare A. opera applicando un metodo di lavoro efficace,

Dettagli

Edgar Cayce e quattro pietre potenti:

Edgar Cayce e quattro pietre potenti: Edgar Cayce e quattro pietre potenti: Lapislazzulo, perla, ametista e corallo Durante le sorprendenti letture sulle vite passate, di tanti in tanto Cayce istruiva il cercatore di portare addosso, di solito

Dettagli

3- alfabeti per soggetto minerale

3- alfabeti per soggetto minerale 3- alfabeti per soggetto minerale Vari sono stati i tipi di supporto (la materia e la tecnica) su cui le immagini/segni sono diventati alfabeti e scrittura rappresentanti il linguaggio: supporti minerali

Dettagli

Blanke Profilo di chiusura

Blanke Profilo di chiusura Dati tecnici Blanke Profilo di chiusura Per la protezione dei bordi in caso di chiusure di rivestimenti al pavimento ed alle pareti Uso e funzioni: Blanke Profilo di chiusura è un profilo speciale per

Dettagli

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARTE E IMMAGINE

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARTE E IMMAGINE IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SAPERI METODOLOGIE

Dettagli

Il cufico in Puglia.

Il cufico in Puglia. Il cufico in Puglia. Un particolare tipo di calligrafia arabica 1 prende il nome dalla città irachena di al-kufah, sede di califfato prima che fosse trasferito a Baghdad. Al contrario del corsivo, detto

Dettagli

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

PRODOTTI PER AEROSOL

PRODOTTI PER AEROSOL PRODOTTI PER AEROSOL SONO REALIZZABILI CON SISTEMA TINTOMETRICO 1735 SONO REALIZZABILI CON SISTEMA TINTOMETRICO 1195 SONO REALIZZABILI CON SISTEMA TINTOMETRICO SPRAY-FACTORY PRODOTTI PER AEROSOL Franchi&Kim

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI DIPARTIMENTI DI: -STUDI STORICI - CHIMICA - FISICA - SCIENZE DELLA TERRA - SCIENZE DELLA VITA E BIOLOGIA DEI SISTEMI

Dettagli

Come proteggere il dispersore dalla corrosione

Come proteggere il dispersore dalla corrosione Come proteggere il dispersore dalla corrosione Pubblicato il: 15/12/2003 Aggiornato al: 15/12/2003 di Gianluigi Saveri Dal punto di vista chimico fisico i metalli e le leghe, nelle normali condizioni ambientali,

Dettagli