leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri http://www.10righedailibri.it"

Transcript

1 leggi, scrivi e condividi le tue 10 righe dai libri

2 A Nicola Giordano, che a tredici mesi riconosceva già un Gog, a Paola, che non s emmerde jamais Follia.indd 5 22/09/

3 Follia.indd 6 22/09/

4 Così come in algebra due affermazioni false ne danno una vera, così spero che il prodotto dei miei fallimenti si concluda con un successo. Vincent van Gogh Dall uomo al vero uomo, la strada passa per l uomo pazzo. Michel Foucault Follia.indd 7 22/09/

5 Follia.indd 8 22/09/

6 Vincent van Gogh definì la sua vita come la discesa infinita. È una bellissima definizione, perché il grande pittore ha vissuto la sua breve esistenza, anno dopo anno, in un modo sempre più dolente e doloroso. Allo stesso modo, anno dopo anno, mentre il suo spirito era eroso quasi fosse uno dei paesaggi che dipingeva, divorati da un sole implacabile e feroce, la sua arte divenne sempre più potente, unica e meravigliosa. Van Gogh può essere considerato il padre della pittura moderna: fece esplodere la forma e il colore, gettò il seme della pittura espressionista e addirittura dell arte astratta. Era pazzo? Questo è uno degli argomenti di cui ci occuperemo. Comunque vi anticipo sin d ora che non lo credo affatto. E se proprio pazzo lo si vuol definire, per prendere fiato davanti ai suoi dipinti e al racconto della sua vita, la sua era una forma di pazzia molto speciale. Nacque il 30 marzo Centotrentaquattro anni dopo, il 30 marzo 1987, uno dei suoi dipinti più famosi, I girasoli tutti l abbiamo in mente venne venduto a un asta di New York per quaranta milioni di dollari. Purtroppo lui era morto quasi un secolo prima, dispe- 9 Follia.indd 9 22/09/

7 rato. Si uccise nel 1890, a trentasette anni, sconosciuto e poverissimo. Tuttavia è uno degli uomini cui la sensibilità moderna deve di più. Dal momento in cui la società ne ha riconosciuto i meriti artistici, lo ripaga facendone una specie di santo laico generoso, eroico, buono, stendendo un velo estetico sulla verità della sua esistenza. Van Gogh era in realtà un essere disgraziato, che diffondeva intorno a sé infelicità. Disgraziato, nel doppio senso di colpito dalle disgrazie e di portatore di disgrazie, eppure ci ha riempito di una bellezza nuova e senza paragoni: il pauroso rispetto per una natura meravigliosamente crudele. La sua è una vicenda straordinaria, la storia di un piccolo uomo che sfidò la società e la cultura del tempo e l universo intero, sicuro di vincere. E vinse, anche se vincere gli costava la vita. Una vita dissipata minuto dopo minuto in privazioni d ogni genere, fino al sacrificio finale, con una coerenza sostenuta solo da un incrollabile fede in se stesso. La vita è breve per tutti, e il problema sta nel farne qualcosa di valore, scrisse nel Della sua esistenza, prima ancora che della sua pittura, fece un opera d arte. Proveremo dunque a raccontare e a capire chi era davvero Vincent van Gogh, e perché i suoi colori hanno il potere di appassionare tanto. Zundert, cittadina all estremo sud dell Olanda, a quei tempi aveva poco più di cento abitanti, ma era abbastanza famosa come stazione di sosta per i cavalieri e le carrozze che andavano da Parigi al nord dell Europa. Poi la ferrovia, per parecchio tempo, la tagliò fuori. Oggi, grazie all autostrada e alla fama di Vincent, è un florido villaggio di settemilacinquecento abitanti, i quali devono molto all illustre concittadino per il turismo che vi porta. Anche se di Vincent e della sua famiglia rimane ben poco. 10 Follia.indd 10 22/09/

8 Da un lato della strada principale attorno alla quale si assiepa il paese, si riconosce subito la chiesa che fu la parrocchia del padre di Vincent, severo pastore protestante in una regione a maggioranza cattolica. La casa natale è stata abbattuta nel 1903 e, ora, sulla nuova palazzina, c è una semplicissima targa. Gli abitanti di Zundert hanno le stesse facce larghe e piatte dei tessitori e dei mangiatori di patate tante volte dipinti da van Gogh, ma oggi sono rosse, grasse, lucide, poco familiari al viso affilato e sparviero di Vincent. Nel giardino davanti alla chiesa di suo padre, ci sono alcune tombe. Su una, di pietra antica e incrinata, si legge: Vincent van Gogh Lasciate che i pargoli vengano a me, giacché a loro appartiene il regno di Dio. Luca, Non è la tomba di Vincent, bensì quella di suo fratello, nato morto esattamente un anno prima di lui, addirittura lo stesso giorno. Il nostro piccolo Vincent, dunque, passava davanti alla propria tomba ogni volta che andava in chiesa, cioè spessissimo, vista la professione paterna. Non occorre essere Freud per capire che vedere tutti i giorni una tomba con il proprio nome, non può fare bene alla testa di un bambino. Humberto Nagera, psicanalista esperto in disturbi nervosi dell infanzia, ha dedicato a Vincent un saggio che parte proprio da quella pietra. Il suo studio sostiene che la sostituzione di un figlio morto con un altro subito dopo, e per di più con lo stesso nome porta traumi gravissimi al sopravvissuto, perché il bambino sa che non sarebbe nato senza quella morte, e il senso di colpa lo tormenta per tutta la vita, portandolo a una disperata voglia di espiazione. Probabilmente è quello che accadde anche a Vincent, ma la spiegazione clinica non ci soddisfa del tutto, perché la disperazione di van Gogh, che lo condusse fino al 11 Follia.indd 11 22/09/

9 suicidio, fu consapevole e lucida, e dovuta anche a altri motivi. Quella pietra fu però un drammatico memento mori per il piccolo Vincent, romantico in un secolo romantico: gli toccò prendere confidenza con la morte ancor prima di conoscere la vita. Come accade in molte esistenze non comuni, è incredibile che Vincent sia riuscito a diventare van Gogh. La sua era un ottima famiglia olandese, anche se il nome significa di Gogh, una cittadina della Westfalia tedesca, dove ci sono tracce della famiglia fin dal Cinquecento. Erano stati ammiragli, alti prelati, e soprattutto mercanti d arte. Theodorus, il padre di Vincent, era il più umile della sua generazione. Mentre i suoi fratelli hanno posizioni migliori, o addirittura ottime, lui fa il prete di paese e, pur pensando che avrebbe meritato di meglio, si consola credendo che il Signore ha voluto così. È sereno e rassegnato, chiuso e silenzioso. Da lui, il figlio ereditò una scarsissima capacità dialettica. Vincent era un parlatore meno che modesto: timido, imbarazzato, farfugliante, quando non discuteva di pittura. Anche suo padre, il pastore, era poco brillante nei sermoni, il che costituiva una vera disgrazia. A differenza del padre però, in Vincent la fede in Dio fu molto meno salda, fino a raggiungere una disperante crisi religiosa. Quanto alla mamma, si chiamava Anna Cornelia; era una pia donna di due anni maggiore del marito, che scriveva in modo elegante lunghe lettere ai familiari, come si usava all epoca. Una capacità, quella di scrivere, che fortunatamente trasmise al figlio. Anna Cornelia dette al primogenito Vincent cinque fratelli, fra cui Theo, di quattro anni più giovane: lo incontreremo spesso, in questa storia, perché fu l unico 12 Follia.indd 12 22/09/

10 della famiglia a cui Vincent si sentì davvero legato. E citeremo spesso, perché sono un documento preziosissimo e di bella lettura, le sue lettere a Theo, continuamente tradotte e ristampate in tutto il mondo. Di Vincent bambino invece sappiamo davvero poco. Leggeva parecchio e non stava volentieri con gli altri bambini, forse perché lo prendevano in giro per i capelli rossi e per una certa aria da vecchio che aveva fin da piccolo. Tutti coloro che lo conobbero a quell epoca lo descrissero chiuso in se stesso e di carattere irritabile, se non irascibile. La sorella minore Elizabeth, che scrisse un libro di memorie, lo descrive così: Di complessione più robusta che longilinea, la schiena un po curva per la cattiva abitudine di guardare sempre per terra, i capelli rossicci tagliati corti sotto il cappello di paglia che faceva ombra sul suo strano viso. Non era la fisionomia di un ragazzo. La fronte era già solcata precocemente da rughe; le sopracciglia, aggrottate per l abitudine alla riflessione, quasi si congiungevano sopra la fronte, sopra gli occhi piccoli e infossati, ora azzurri e ora verdi, a seconda che l impressione provocata dalle cose d intorno penetrasse più o meno profondamente nella sua coscienza. Suggestiva, l osservazione sugli occhi che legati alla coscienza mutano colore. Ma, nonostante l amore fraterno, si capisce che il ragazzo non era proprio una bellezza. Vincent non mostrò particolari propensioni alla pittura, anche se alcuni critici apprezzano un disegno fatto a undici anni, la tettoia di un podere, arrivato fino a noi perché la famiglia ne fu talmente fiera da incorniciarlo, come spesso capita davanti alle produzioni creative dei propri bambini. In seguito gli stessi genitori dimostreranno di avere ben poca comprensione per l attività pittorica del figlio. Certo è che Vincent arriverà tardi alla 13 Follia.indd 13 22/09/

11 pittura, dopo un durissimo lavoro di esercizi e di studi da autodidatta, senza credere in se stesso fino al giorno in cui, all improvviso, scoprì la meraviglia del suo genio. Fin da piccolo mostrò piuttosto di avere un attenzione speciale verso la natura. Scrive ancora Elizabeth: Mio fratello si allontanava dagli altri bambini zitto zitto; lasciava il giardino passando da una porticina, attraversava i campi e seguiva un sentiero che conduceva in campagna, quindi si dirigeva verso il ruscello. I bambini se ne accorgevano dalla bottiglia e dalla rete che portava con sé. Sapevano infatti che aveva un abilità particolare nel catturare gli animali acquatici. Elizabeth racconta che il fratello conosceva tutti i luoghi dove crescevano i fiori più rari, e cercava sempre posti solitari, dove non avrebbe incontrato mai un compaesano, per poter spiare la vita di ogni specie di animali: gli insetti e soprattutto gli uccelli. Tuttavia non ci troviamo di fronte a uno spirito bucolico che vive di idilli. Sul suo tormentato rapporto con la natura Vincent scriverà a Theo nel 1881, in piena attività pittorica: La natura comincia sempre col mostrarsi refrattaria a chi vuol disegnare, ma, se si è profondamente intenzionati a farlo, non ci si lascia sviare dalla sua ostilità. Al contrario, essa stimola a vincere, e in fondo il vero disegnatore e la natura sono d accordo. Nondimeno è certo che la natura è intangibile: occorre afferrarla con mano ferma. L Olanda o meglio i Paesi Bassi era in un periodo di pace e prosperità. L intera esistenza di van Gogh si svolse sotto il regno di Guglielmo III, re dal 1849 al Benché tutto ciò interessasse pochissimo al sognatore Vincent, al governo c erano i liberali, che dettero avvio all industrializzazione e favorirono lo sviluppo del commercio, vera anima del carattere olandese, anche 14 Follia.indd 14 22/09/

12 grazie alle colonie conquistate nei secoli. Il nostro van Gogh, però, non aveva nessuna propensione al commercio e al fare denaro, anzi. Visto che a scuola non rendeva molto, come spesso accade a bambini che poi daranno grandi prove di sé, nel 1864, a undici anni, i genitori decidono di metterlo in collegio in un paese a trenta chilometri da Zundert. Pensano che il loro primogenito non possa imparare più niente dalla scuola pubblica, con un maestro rozzo e per di più troppo spesso ubriaco, e temono che la vicinanza con gli altri bambini del villaggio, in prevalenza di famiglie contadine, possa avere una cattiva influenza su di lui. Nel collegio Vincent imparò piuttosto bene il francese, l inglese e anche il tedesco, ma dei due anni che vi trascorse non si sa altro, come nulla si conosce dei due successivi passati in un secondo collegio. Quel che è certo, è che a quindici anni la famiglia decise di fargli abbandonare gli studi, nei quali evidentemente proprio non brillava, e di farlo raccomandare da uno zio mercante d arte presso la Goupil, all Aia. La Goupil era una galleria d arte internazionale che si occupava soprattutto di artisti contemporanei neoclassici, romantici francesi e olandesi. Fu proprio lì, dove Vincent era l impiegato più giovane, che si sviluppò il suo amore per l arte, anche perché nella galleria incontrò per la prima volta dei pittori in carne e ossa. All Aia visitò gli importanti musei pubblici della città, e prima ancora di compiere diciannove anni la sua sete di conoscere lo portò a visitare Bruxelles, Londra e Parigi. Era un uomo curiosissimo di tutto: del mondo, dell arte, dell essere umano. Gli piaceva enormemente soprattutto cambiare città, vedere posti nuovi e osservare il variopinto dispiegarsi della vita, in ogni sua forma. 15 Follia.indd 15 22/09/

13 Osservare, soprattutto, anche senza partecipare. Nonostante la voglia di farlo. Intanto anche il fratello Theo viene impiegato nella stessa ditta, ma a Bruxelles, e Vincent gli scrive entusiasta: Mi fa tanto piacere che siamo ora nello stesso ramo e nello stesso commercio. In futuro dovremo scriverci regolarmente. Fu l inizio di un epistolario che è divenuto la storia di una vita eccezionale e uno dei documenti più straordinari della storia dell arte. Theo è diverso dal fratello: è bello, perbene, ordinato e oculato. Il suo grande merito fu di aver intuito il genio di Vincent e di averlo aiutato economicamente, anche se con molta parsimonia. D altro canto la sua mediocrità di piccolo benpensante risalterà in tutta la vicenda. A Theo, che non abbandonò mai il mestiere di mercante d arte, Vincent scriverà oltre seicentocinquanta lettere, nelle quali più che a un fratello sembra che si rivolga all intera umanità, esprimendo con precisione e sottigliezza i propri sentimenti e i propri pensieri. Van Gogh era uno scrittore semplice ma efficace, tanto che uno dei suoi maggiori studiosi, Meyer Schapiro, ha definito quelle lettere un monumento d autorivelazione, degno di figurare accanto alle opere dei grandi scrittori russi, maestri di confessioni. Schapiro esagera, con l entusiasmo tipico dello studioso che ama l oggetto dei suoi studi, ma quelle lettere sono degne di attenzione e approfondimento. Oggi non abbiamo neanche bisogno di vedere i quadri di van Gogh, non c è bisogno di averli sotto gli occhi per ricordare quel tratto speciale del pennello, l incanto e la vivezza dei colori, il tormento di forme uniche e irripetibili. Al contrario, leggere ciò che scriveva può inoltrarci in un territorio meno noto ma altrettanto emozionante, soprattutto per- 16 Follia.indd 16 22/09/

14 ché i suoi scritti costituiscono una sorta di didascalia ideale delle sue opere. Il lavoro di Vincent nella galleria Goupil, secondo il progetto familiare, doveva servire da apprendistato. Il ragazzo poteva fare carriera, come infatti sarebbe capitato a Theo, che avrà una serena, brevissima, vita borghese con tanto di figlio. Era suo bisnipote, infatti, il regista Theo van Gogh che nel 2004 venne ucciso con otto colpi di pistola, e poi sgozzato, da un estremista islamico per un suo film sul mondo musulmano. Stranezze della genetica! Quel nipote, per il suo carattere, per la sua tempra artistica e per i suoi atteggiamenti anticonformisti, era molto più simile al prozio Vincent, che al bisnonno Theo. Nella galleria Vincent è serio, zelante e paziente con i capricci di una clientela spesso insopportabile e inesperta o, impresa ancora più difficile, con gusti che non condivide affatto. Per favorire la sua carriera, dunque, i familiari riuscirono a fargli avere un trasferimento nella sede centrale di Londra, dove il giovane van Gogh arrivò a vent anni e dove, appena giunto, si innamorò per la prima volta. Non sarà l ultima. Vincent si innamorerà, sempre, perdutamente, come se i suoi sentimenti, al pari del suo genio, non conoscessero una maturazione verticale, ma si dispiegassero su una linea orizzontale infinita e senza pace. Lei si chiama Ursula Loyer, è una ragazza semplice che con la madre gestisce un asilo infantile. Per arrotondare le entrate mensili, poi, le due donne affittano una camera della casa, e Vincent è il loro inquilino. Felice, scrive: La vita è ricca. Oh, questo tuo dono, mio Dio! È innamoratissimo. La adora, e, senza mai dichiararsi, la considera addirittura già sua moglie. È il segno di un 17 Follia.indd 17 22/09/

15 ben strano carattere e di una singolare attitudine sentimentale. Si dichiara solo dopo un anno e Ursula, con grande sorpresa del ragazzo, gli spiega di essere già fidanzata con un pensionante precedente. Vincent, che non aveva neanche considerato questa possibilità, rimane annichilito, eppure insiste: vuole che lo lasci per lui. Ursula è irremovibile, e i motivi del suo rifiuto sono facilmente intuibili. Probabilmente pensa che quell olandese sia troppo povero, troppo giovane, troppo brutto e con un futuro incerto davanti a sé. Vincent ha un volto grifagno e lentigginoso, le mascelle sfuggenti che fanno quasi paura, le gambe corte, le spalle larghissime e il busto spropositatamente lungo. I capelli rossi non rassicurano affatto, soprattutto quando sono la cornice di due occhi sempre spiritati. Nonostante l impietosa descrizione fisica del giovane pittore, non bisogna mai dimenticare il suo animo ipersensibile, così crudelmente in contrasto con il suo aspetto fisico: la delusione sentimentale lascerà in lui un segno incancellabile. Quel primo rifiuto acuì in lui la tendenza malinconica e nevrotica e un complesso d inferiorità nei confronti delle donne. Quando torna a casa per le vacanze, i genitori lo trovano triste, magro, incupito e del tutto incapace di superare lo sconforto, che lo macera come fosse una sconfitta definitiva. È l inizio di una depressione da cui non si riprenderà più: la discesa infinita si para davanti al suo animo tormentato e delicatissimo in tutta la sua ineluttabile e ruvida prepotenza. Tornato a Londra, cambia casa e vive completamente solo, senza uscire mai. Si chiude sempre di più in se stesso e si riavvicina al sentimento religioso che gli è stato instillato in famiglia, con passione crescente. Il suo lavoro è il primo a risentire di questa estrema chiu- 18 Follia.indd 18 22/09/

16 sura: diventa scorbutico, critica gli acquisti dei clienti, definendoli spesso brutti e indegni. Ovviamente la direzione della galleria non è per niente contenta, ma il solito zio premuroso riesce a ottenergli un trasferimento a Parigi, la Ville Lumière, il sogno degli artisti dell Ottocento. Si spera che cambiare città riesca a fargli superare la delusione amorosa e a redimere la sua attitudine professionale. Deluso e infelice, van Gogh va a Parigi e ci resta quasi un anno come commesso nella galleria d arte. Esplora tutti i musei e conosce la pittura impressionista, di cui sarebbe diventato maestro, ma non gli piace. Pensa soltanto a quella ragazza. Licenziato definitivamente dalla casa d arte, decide di rientrare in Inghilterra in cerca di Ursula. Per stare vicino a lei, van Gogh insegna francese gratis, in cambio solo di vitto e alloggio, in un collegio di Ramsgate. Vicino per modo di dire, perché deve fare decine di chilometri a piedi, per vederla. Ma Vincent era un incredibile camminatore. Si muoveva sempre a piedi un po per risparmiare, ma molto perché gli piaceva: era capace di fare decine e decine e decine di chilometri al giorno senza stancarsi. Nonostante la prova di dedizione però, Ursula proprio non vuole saperne di lui. Incominciano qui le crisi mistiche di van Gogh, che trova nella passione religiosa un sostituto dell amore. Allo stesso modo, in seguito vivrà l arte come surrogato della fede, e, insieme, come unica passione vitale e bruciante. Nel suo delirio religioso fa penitenza, mangia pane secco, immagina di diventare prete; parla solo di Dio e a Theo, consiglia di distruggere tutti i libri tranne la Bibbia, che legge di continuo, anche nelle parti più noiose e tetre. Fallito il sogno di costruirsi una famiglia, 19 Follia.indd 19 22/09/

17 adesso vuole addirittura diventare missionario. A Theo scriverà anche: Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perché è soltanto uno schizzo che gli è riuscito male. E in un altra lettera: Il miglior modo per amare Dio è amare molte cose. Lui così bisognoso d amore, riuscì a amarne pochissime. In questo periodo, neanche la pittura, che pure lo attirava d istinto, oscuramente. In questi ultimi tempi ho disegnato di nuovo un po, ma nulla di speciale. La voglia di disegnare che m aveva preso in Inghilterra è di nuovo scomparsa, racconta a Theo: Ma forse è un capriccio che mi ritornerà, un giorno o l altro. Quante volte ho fatto dei disegni a Londra, lungo il Tamigi, quando la sera rientravo a casa! E non valevano nulla. Se qualcuno m avesse detto allora cos era la prospettiva, quanta fatica mi sarei risparmiato, e quanto mi troverei avvantaggiato, adesso! Passeranno ancora anni prima che decida di dedicarsi alla pittura, anni tristissimi. La famiglia è preoccupata per lui e, visto che gli piace tanto leggere, gli trova un nuovo lavoro come commesso di libreria, a Dordrecht, in Olanda. Ormai ha ventiquattro anni, è sempre più introverso e scostante con gli altri, ma dimostra una certa fierezza per la sua diversità. Non dispiacerti di essere strano, scrive al fratello. Vivi in disparte. Un insegnante che divide con lui la camera d affitto, tale Görlitz, lo descrive così: Era un ragazzo strano, con una fisionomia altrettanto strana. Era forte, con i capelli rossi che gli stavano ritti in testa, e un viso non bello con le lentiggini. La sua espressione si trasformava completamente quando si entusiasmava, il che gli accadeva spesso. A tavola pregava a lungo e si nutriva come un eremita, non mangiando carne e non prendendo mai salse. Il suo viso era cupo, pensieroso, profondamente serio e malinconico. Ma 20 Follia.indd 20 22/09/

18 quando rideva lo faceva sinceramente, con schiettezza, e s illuminava tutto. Vincent non dimostra alcun interesse per il nuovo lavoro. Invece di vendere libri, preferisce tradurre la Bibbia: in francese, in tedesco e in inglese. Su quattro colonne, aggiungendovi il testo in olandese. Benché protestante ortodosso, assisteva alle funzioni cattoliche e alle funzioni luterane. A Görlitz, che se ne sorprende, chiede: Ma credete davvero che Dio non si possa trovare anche in queste altre chiese? Vive come un asceta concedendosi soltanto un lusso, che terrà per tutta la vita: la pipa, sempre accesa. Preferirebbe le sigarette, però costano troppo e non se le può permettere. Di notte legge o disegna e la sua abitudine di inchiodare i disegni alla parete disturba tantissimo il suo coinquilino. È proprio Görlitz, un giorno, a informare i genitori di Vincent che il figlio non sta bene, non sta affatto bene, e che bisogna fare qualcosa per lui. Si raduna il consiglio di famiglia, che decide di assecondare i desideri del primogenito e di fargli studiare teologia, benché sia troppo vecchio per entrare in seminario. In fondo sono contenti che finalmente imbocchi una strada, soprattutto una strada così rassicurante e tradizionale. Viene dunque trasferito di nuovo, stavolta a Amsterdam, per prepararsi in due anni all esame di Stato necessario per accedere all università e diventare sacerdote. È il 1878 e ha venticinque anni. Sennonché Vincent non vuole proprio, in nessun modo, studiare greco e latino. Nel suo furore missionario sostiene che non gli occorrono, per portare la parola del Signore ai poveri nelle strade (e non si può negare che abbia anche ragione se non si tiene conto che il mistero, pure quello linguistico, contribuisce a ammansire le pecorelle). Per 21 Follia.indd 21 22/09/

19 di più è un oratore disastroso, che non saprebbe convincere un pesce a nuotare. Il suo insegnante di latino e greco, lo spagnolo Mendes da Costa, ce ne ha lasciato questo ricordo, che vale la pena di leggere: Dalla camera dove studiavo, al terzo piano, lo vedevo attraversare prima il ponte, poi la grande pianura, senza giacca, per una sorta di automortificazione. Teneva i libri sotto il braccio destro, ben stretti, e nella mano sinistra i bucaneve che aveva raccolto di primo mattino, vicino al cimitero. La testa era lievemente piegata in avanti e di lato, verso destra. Gli angoli della bocca abbassati davano al suo viso un espressione di disperazione. Arrivato nella mia camera, mi diceva con un tono strano, profondamente malinconico: Mendes, non arrabbiarti. Ti ho portato ancora qualche fiore, perché sei così buono, con me... Insomma, in quelli che dovrebbero essere gli anni più belli della vita, ci troviamo davanti a un van Gogh già disperato: ha fallito tutti i mestieri e anche la possibilità di diventare sacerdote. In questo periodo, per punirsi mangiava come un uccellino nel deserto e, quando dormiva, metteva tra le lenzuola un bastone in modo da rompersi le ossa; il culmine della soddisfazione in questo delirio lo raggiungeva quando tornava a casa tardi, per farsi chiudere fuori e dormire per terra. Fino a quando non scoprirà la pittura, Vincent vuole sacrificare la propria sofferenza a Dio perché sente il bisogno di giustificare la propria esistenza. Non era un masochista, ma piuttosto un sadico verso se stesso, che fino alla fine dei suoi giorni continuerà a farsi del male inutile, e perciò tanto più voluttuoso. Una volta, andando a dipingere nei campi, camminava su una strada dalla parte soleggiata, in una campagna caldissima. Qualcuno gli chiese: Ma perché non ti sposti all ombra? E lui: Voglio soffrire per l arte. 22 Follia.indd 22 22/09/

20 Si potrebbe interpretare tutto ciò come un segno di pazzia, ma le cose non sono così semplici, né così univocamente inquadrabili. Una volta compreso di dover rinunciare a diventare sacerdote, si iscrive a una più semplice scuola per evangelisti di Bruxelles. È un istituto che in tre anni forma i predicatori che andranno a portare la parola del Signore, e dà il titolo di evangelista solo dopo tre mesi di corso. Scrive a Theo: Quando ero in Inghilterra feci domanda per poter lavorare come evangelista fra i minatori di carbone ma venni rifiutato perché non avevo ancora venticinque anni. L esperienza dimostra che coloro che vivono nell oscurità, nel centro della terra, come per esempio i minatori di carbone, sono assai sensibili alle parole del Vangelo e che credono in esse. Ebbene, nel Belgio meridionale c è una zona chiamata Borinage, la cui popolazione è costituita unicamente da minatori. È così volonteroso che poco dopo lo mandano in missione proprio nel Borinage. Ancora nel 1934 un documentario di Joris Ivens, intitolato appunto Borinage, fece talmente scandalo che il governo ne proibì la circolazione, per impedire che venissero mostrate le condizioni di vita dei lavoratori e delle loro famiglie. Figurarsi la situazione più di mezzo secolo prima. È il Marx era ancora vivo e ignoto ai più, la rivoluzione industriale il lavoro interminabile, in fabbriche malsane portava a uno sfruttamento sempre più spietato del lavoro umano, donne e bambini che fossero, e non era ancora nato un vero movimento operaio. Di tutto ciò van Gogh non si interessa. Arriva nel villaggio minerario di Wasmes con una gran voglia di fare. Alloggia finalmente in una dignitosa camera d affitto, ha uno stipendio, gli viene lavata la biancheria e appare 23 Follia.indd 23 22/09/

GIORDANO BRUNO GUERRI FOLLIA? Vita di Vincent van Gogh

GIORDANO BRUNO GUERRI FOLLIA? Vita di Vincent van Gogh GIORDANO BRUNO GUERRI FOLLIA? Vita di Vincent van Gogh I GRANDI TASCABILI BOMPIANI Realizzazione editoriale NetPhilo Srl ISBN 978-88-452-6692-8 2009 by Giordano Bruno Guerri Published by arrangement with

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Bambini di strada. (Matteo Ticani)

Bambini di strada. (Matteo Ticani) Il progetto Con gli occhi di chi? Campagna di educazione allo Sviluppo contro lo sfruttamento del lavoro minorile a Nord e al Sud del mondo ha visto fra le sue attività principali, la realizzazione di

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Enzo l incontro con Gesù

Enzo l incontro con Gesù Enzo l incontro con Gesù Enzo Casagni ENZO L INCONTRO CON GESÙ Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Enzo Casagni Tutti i diritti riservati A Gesù che mi ha sempre seguito fin dal seno

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso Anna Contardi e Monica Berarducci Aipd Associazione italiana persone down AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso imparare A conoscere se stessi, Gli AlTri, le proprie emozioni collana Laboratori per

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

E dal momento che le Indicazioni Nazionali ce lo consentono... leggiamo con i ragazzi per piacere!

E dal momento che le Indicazioni Nazionali ce lo consentono... leggiamo con i ragazzi per piacere! Insegnare il leggere per piacere è ora un requisito ministeriale nel curriculo nazionale inglese ed è uno dei descrittori delle competenze attese nel sistema scolastico anglosassone a partire dall anno

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne materiali www.samuelbeckett.it La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne di Larry Lund Nel 1953, con la somma ereditata dopo la morte della madre, Samuel Beckett acquistò una piccola casa a Ussy-sur- Marne,

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio Report di viaggio- Anastasia Malavolti Le mie tre settimane in Belgio L esperienza di scambio culturale che ho provato quest anno è stata una cosa unica, che mai avevo provato fino ad ora e che mi ha lasciata

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI RIVA DEL GARDA, 14 NOVEMBRE 2013 IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI Dott.ssa Mara Marchesoni Hospice Amedeo Bettini Medico Da soli o insieme Tutte le persone sono diverse

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli