PICCOLI ARTISTI crescono

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PICCOLI ARTISTI crescono"

Transcript

1 Istituto Comprensivo 6 Circolo Didattico - I.I.S. 1 grado Impastato (succ.) Via Antica Giardini, Giugliano in Campania (NA) - Tel \ PICCOLI ARTISTI crescono Con questo progetto didattico, vogliamo promuovere, attraverso l esplorazione e la ricerca, l incontro con nuove situazioni, aiutando il bambino a porsi in modo curioso di fronte ai problemi, per imparare a formulare ipotesi, elaborare schemi logici, attivare una serie di strategie del pensiero. Vogliamo permettere ai bambini, di scoprire il mondo che ci circonda attraverso una luce diversa, la luce dei colori, di appropriarsene per capirlo e interiorizzarlo. Un progetto sul colore offre moltissimi spunti creativi e tanti approfondimenti trasversali: impegna il bambino all osservazione, nella raccolta di indizi, nella discussione, affina l autonomia del pensiero e la fiducia nelle proprie capacità. L espressione e la comunicazione di messaggi verbali viene infatti costantemente incrociata con quella di messaggi non verbali. Il percorso propone diverse attività partendo dalla scoperta dei colori primari e secondari e dalla sperimentazione di varie tecniche pittoriche fino ad arrivare all osservazione e alla rielaborazione creativa di alcune opere d arte. Le esperienze creative e la possibilità di avvicinarsi, fin dalla prima infanzia, alle opere d arte favoriscono lo sviluppo del senso estetico consentendo ai bambini di iniziare a provare interesse per il patrimonio artistico e culturale.

2 L incontro dei bambini con l arte rappresenta un occasione straordinaria per imparare ad osservare con attenzione e co crescente consapevolezza il mondo che ci circonda e per sviluppare la creatività. Questo progetto offre una serie di spunti e suggerimenti operativi intorno ad alcuni temi sempre presenti nelle esperienze della scuola dell infanzia. Sono situazioni che poco si discostano da quelle della vita quotidiana e che colgono alcune caratteristiche del mondo attraverso l analisi dei colori e dei segni. Le proposte sono organizzate in tre tappe possibili ad essere realizzate in sezione, con attività che scandiscono i vari periodi dell anno. P R I M A T A P P A: I C O L O R I N E L L E S T A G I O N I Iniziamo il lavoro osservando i colori nel cambiamento stagionale; leggiamo storie e testi in rima. S E C O N D A T A P P A: L A T E L I E R D E L L A R T I S T A Incontriamo i vegetali più importanti da cui si ottengono i colori: andiamo alla ricerca dei colori nei paesaggi e nella natura. T E R Z A T A P P A: L A F E S T A D E I C O L O R I Giochiamo con i suoni, manipoliamo e mescoliamo materiali diversi e organizziamo la festa dei colori. T R A G U A R D I P E R L O S V I L U P P O D E L L E C O M P E T E N Z E I L B A M B I N O: Riconosce i colori fondamentali (3 anni), Riconosce i colori secondari (4 e 5 anni), Esplora i materiali che ha a disposizione e li utilizza con creatività,

3 Formula piani di azione, individualmente o in gruppo, e sceglie con cura materiali e strumenti in relazione al progetto da realizzare, Sa rimanere concentrato portando a termine il proprio lavoro, Costruisce le frasi più significative per comunicare quanto realizzato, Sviluppa interesse per la fruizione di opere d arte. S O G G E T T I C O I N V O L T I: bambini di anni T E M P I: ottobre maggio S P A Z I: sezione salone VOGLIO UN MONDO TUTTO ROSSO Dove ciascuno sia soddisfatto, con le ciliegie più scure e più chiare, con dolci fragole da assaporare, con le rose senza spine, con i tulipani sul confine, con pomodori dell orto maturi, con cuori che battono come tamburi. Voglio una bocca sorridente per salutare tutta la gente! VOGLIO UN MONDO TUTTO VIOLA Dove ogni bambino ha la sua scuola, con violette nel giardino, con grappoli d uva per fare il vino, con le more sopra ai rovi spinosi, con grandi bandiere in mano ai tifosi, con dolci susine da addentare, con vivaci aquiloni da fare volare. Voglio il glicine in giardino per profumare l aria del mattino! VOGLIO UN MONDO TUTTO GIALLO Voglio un mondo tutto giallo, dove la pace non sia un intervallo, con grandi distese coltivate a grano, con spighe dorate in campo africano, con la mimosa per donne e bambini, con un bel piatto di fettuccine, con aspri limoni al naturale, con dolci gelati di creme speciale. Voglio un sole dai raggi lucenti per illuminare i cuori e le menti! VOGLIO UN MONDO TUTTO VERDE Voglio un mondo tutto verde, dove chi vince aiuta chi perde, con foglie a cuori su alberi ombrosi, con ceste colmi di frutti succosi, con morbidi campi pianeggianti, con verdure fresche e invitanti, con allegre persiane spalancate, con porte aperte d inverno ed estate. Voglio un semaforo verde speranza per dare il via ad una bella vacanza!

4 P R I M A T A P P A: I C O L O R I N E L L E S T A G I O N I Quadri con materiali di recupero Suggeriamo ai bambini di dividersi in quattro gruppi e invitiamo ciascun gruppo a scegliere una stagione in modo che tutte siano rappresentate. Discutiamo sui colori predominanti della stagione scelta osservando alcune immagini. Per esempio, per l autunno i bambini indicano il marrone, il giallo e il rosso scuro delle foglie; il colore viola dell uva; il grigio della nebbia e della pioggia; l arancione dei mandarini. Per l inverno i colori che vengono nominati di più sono il bianco della neve; il rosso del Natale e del fuoco del caminetto; il grigio chiaro del cielo Per la primavera evidenziamo il rosa, il giallo, il viola dei fiori; il rosso dei papaveri; il verde dell erba; l azzurro del cielo; il giallo del sole; i colori sgargianti delle farfalle l estate viene spesso associata all azzurro del cielo; al blu del mare; al giallo del sole e del grano. P R O C U R I A M O C I Q U E S T O M A T E R I A L E: vaschette, colla colori, forchette, rastrelli, fettucce, brillantini, bottoni, stoffe, pezzetti di spago. Chiediamo ai bambini di selezionare il materiale secondo il colore scelto dal gruppo per rappresentare la stagione. Per esempio: per L AUTUNNO marrone come le castagne; per L INVERNO bianco come la neve o il ghiaccio; per la PRIMAVERA verde come il prato; per L ESTATE giallo come il sole. Prepariamo quattro vaschette dove mescolare la tempera del colore scelto e la colla; invitiamo i bambini a stendere il composto sul cartellone e, prima che asciughi, a passarci sopra, graffiandolo in varie direzioni, forchette, pettini, rastrello Una volta asciutta, lasciamo liberi i bambini dei vari gruppi di accordarsi su che cosa e come incollare il materiale. Ogni gruppo crea, intorno al cartellone, la cornice e mostra l opera ai compagni, per discutere tutti insieme sui colori e sugli accostamenti.

5 L ALBERO QUATTRO STAGIONI Procuriamoci matite nere, cotton-fioc, tempera marrone, pastelli, cartoncini, colla. Chiediamo ai bambini di disegnare la sagoma di un albero, fotocopiamo il disegno quattro volte per ogni bambino. Distribuiamo le fotocopie e chiediamo di completare la corteccia dell albero usando un cotton-fioc imbevuto nella tempera marrone. Completato il disegno aiutiamo i bambini a ritagliare gli alberi lungo il contorno. Dividiamo un cartoncino in quattro riquadri e prepariamone uno per ogni bambino. Invitiamo i bambini a colorare con i pastelli acquerellabili: un riquadro con le sfumature del marrone diventa, così, lo sfondo per l autunno; il riquadro dell estate viene dipinto con le tonalità dal giallo/rosso; quello dell inverno con il grigio/violetto; la primavera è sulle tonalità del verde. A questo punto ognuno incolla un albero in ogni riquadro: in questo modo si evidenziano le differenze cromatiche delle stagioni e si dà al quadro un effetto suggestivo. E l albero che è cambiato o lo sfondo? Mostriamo ai bambini alcune opere di grandi artisti per capire come i pittori hanno rappresentato le stagioni. Per esempio, per l inverno possiamo mostrare La neve di Claude Monet, L autunno di Vincent Van Gogh, La primavera di Claude Monet, e per l estate i famosissimi Girasoli di Vincent Van Gogh.

6

7 I COLORI DELL INVERNO Riflettiamo su che cosa succede alla terra, agli alberi ormai spogli, agli animali.in inverno; poi pensiamo a noi: come ci vestiamo, come ci difendiamo dal freddo, come cambia la nostra alimentazione Discutiamo sui colori dell inverno. Mostriamo ai bambini immagini di sport invernali e di animali che vivono dove c è freddo. Osserviamo la neve nelle foto e chiediamo ai bambini se la conoscono e se l hanno mai vista. Com è? Soffice, leggera, dura, gelata, pastosa, fredda.e ancora: la neve fa si che tutto intorno a noi è più silenzioso. Perché?

8 INVERNO L inverno ha un buon odorino, davanti ai bar, di cappuccino, odora di panettone di tante cose buone: di frittelle di Natale e di novelle, della neve che c è per via, del calduccio di casa mia UN QUADRO TUTTO BIANCO Aiutiamo i bambini a scoprire le tante sfumature del bianco. Raccogliamo materiale diverso: ovatta, plastica, tessuti, diversi tipi di carta.naturalmente tutti rigorosamente bianchi. Suggeriamo ai bambini di osservare, toccare e scegliere i materiali che più gli piacciono, e con questi invitiamoli a creare un collage. Aggiungiamo una cornice ricoperta di carta alluminio. I COLORI DELL AUTUNNO Coinvolgiamo i bambini in un attività che li aiuta a osservare meglio quello che li circonda e a tirare furi le proprie emozioni. Allestiamo la sezione mettendo a disposizione foglie, colori a tempera, spugne. Dividiamo i bambini in gruppo, lasciamo che osservino le foglie e le ne scelgano due della stessa forma e colore. Facciamo notare anche i contorni e le venature.

9 Proponiamo di ricoprire una foglia con il colore a tempera, cercando di rispettare le sfumature della foglia stessa. Una volta ricoperta tutta la superficie aiutiamo ogni bambino a stamparla più volte su un foglio grande. Suggeriamo di posizionare, sullo stesso cartellone, un altra foglia e spugnarla tamponando in modo da ottenere la stampa al negativo. Possiamo, così, osservare bene le venature, il contorno e lo spazio occupato. Il risultato ottenuto è un tappeto di foglie con i colori autunnali: giallo, rossiccio, verde, marrone ecc. In una fase successiva mettiamo il tappeto a disposizione del gruppo e facciamo contornare le foglie con materiali vari ( nastrini, paillettes ecc.) per risaltarne i particolari. AUTUNNO Autunno, le foglie sono tutte cadute, le giornate sono tristi e bagnate, nei tini c è il vino novello che ci rende il tempo più bello. Con la vendemmia l autunno è passato, corriamo in casa, l inverno è arrivato. I COLORI DELLA PRIMAVERA Realizziamo insieme il cartellone del prato. Procuriamoci un foglio di carta bianca lungo circa 2 m, colori a tempera, pennarelli grossi, rulli, spugne, colini, contagocce Spieghiamo ai bambini che preferiamo stendere le nostre tele a terra e dipingere facendo sgocciolare i colori. Montiamo i rulli, i pennelli e le spugne su bastoni o prolunghe in modo da far lavorare i bambini in piedi. Attacchiamo la carta a terra con del nastro adesivo e chiediamo di colorare lo sfondo con tante tonalità di giallo e di verde scuro unendo alla tempera un po di vinavil. Allestiamo un tavolino con distributori di colore con il beccuccio, annaffiatoi, spruzzi, contagocce, colini, mestoli

10 bucati lavoriamo alle diverse colature di colore usando gli strumenti preparati. Lasciamo che i bambini si divertano a sperimentare le diverse tecniche: gocce colate vicine vicine; puntini di colore che si allungano a formare piccole linee, strani grovigli questo lavoro è di grande impatto emotivo, e i bambini creano le opere mettendo in movimento tutto il corpo. PRIMAVERA Primavera, la neve sui monti si scioglie, ritornano gli uccellini, ritornano le foglie, nei prati comincia la gioia dei colori, comincia nei bimbi la festa dei cuori. Stagione di canti, stagione fiorita, ma ti volti un attimo ed è già finita. I COLORI DELL ESTATE Riflettiamo insieme sulle parole dell estate: caldo,ombra,sole presentiamo e commentiamo insieme immagini relative al mare, alle distese di sabbia, alle tracce lasciate sulla riva, ai giochi che si fanno all aperto, ai colori sgargianti degli ombrelloni Procuriamoci cinque o sei barattoli trasparenti e colori a tempera giallo e rosso. Mescoliamo i colori giallo e rosso per preparare una tonalità di arancione leggermente diversa per ogni barattolo. Invitiamo i bambini a tracciare con la matita delle linee a piacere sul foglio in modo da dividerlo in figure irregolari. Facciamo dipingere ciascuna sezione del foglio con una diversa tonalità di arancione. Quando il colore è asciutto appendiamo tutti i fogli vicini sulla parete in modo da formare un unico grande pannello. Chiediamo ai bambini di esprimere le loro emozioni di fronte all opera collettiva: che colori abbiamo utilizzato per ottenere l arancione? Come

11 mai ci sono diverse tonalità di arancione? Da cosa dipende? Che sensazioni provate di fronte a quest opera? Che titolo potremo dare a quest opera? ESTATE L estate è un profumo di miele, corrono veloci sul mare le vele, sulla sabbia si fanno capriole, noi bambini giochiamo al sole. L estate ci ha donato un gelato, ma l autunno ce l ha già mangiato. STAGIONI A COLORI Raccontiamo ai bambini una storia che ci parla di tutte e quattro le stagioni tratta dal libro l albero vanitoso. Era primavera C era una volta un piccolo albero che viveva nel cortile di una grande città.. e lui era molto felice perché ogni giorno gli spuntava una piccola fogliolina verde, ma più crescevano le foglie, più diventava geloso della sua bella e folta chioma, alla quale non faceva avvicinare nessuno. Uccellini, farfalle, gatti: tutti erano banditi. Era molto bello, non permetteva a nessuno di avvicinarsi: non voleva che gli rovinassero le foglie. Era proprio molto vanitoso! Arrivò l estate Arrivò l estate e le foglie erano diventate splendide. Il sole riscaldava l aria, e gli animali felici salutavano l arrivo della nuova stagione.

12 L autunno L autunno però non si fece attendere. L albero ben presto, ahimè, si accorse che le sue belle foglie erano diventate gialle. Queste staccandosi dai rami una alla volta scesero verso la terra. Era disperato! L inverno L inverno lo spogliò completamente. Solo la candida e soffice neve bianca si posava sui suoi rami. Pianse tanto, le lacrime al freddo si trasformarono in ghiaccio. L albero aspettò con ansia e trepidazione il nuovo arrivo della primavera. che gioia! Quando vide spuntare le sue belle foglioline. Era tanto felice che decise di dare una grande festa, alla quale invitò tutti gli animali della città. Che divertimento! Che bella festa! Da quel giorno l albero smise di essere vanitoso, e diventò buono e disponibile verso tutti. SECONDA TAPPA: L ATELIER DELL ARTISTA Presentiamo una serie di attività che avvicinano i bambini alla natura e li trasformano in piccoli artisti coinvolgendoli prima in attività espressive e creative, poi in divertenti esperienze di tipo scientifico. I COLORI DEL MARE Procuriamoci sabbia, sale, gessetti colorati, colla, vaschette, barattoli e, se possibile, alcune conchiglie. Rompiamo le conchiglie, mescoliamole alla sabbia, aggiungiamo il sale, poi dividiamo il tutto in cinque o sei mucchietti e suggeriamo di aggiungere i gessetti colorati, precedentemente triturati, un colore per ogni mucchietto. Mescoliamo una parte del materiale ottenuto con colla liquida. Invitiamo i bambini a tracciare, su cartoncini bianchi, dei segni con i pennelli intinti nel colore creato. Raccogliamo la sabbia rimasta suddivisa per colore, nelle vaschette. Invitiamo i bambini a riempire dei barattoli trasparenti alternando i colori per creare suggestivi paesaggi marini.

13 I COLORI DEL PRATO Attacchiamo sulle pareti grandi fogli e mettiamo a portata di mano dei bambini pennelli, colori a dita e tempere in varie tonalità di verde. Lasciamo tutto lì per caso. Diciamo: quando volete, potete dipingere il prato secondo la vostra fantasia e creatività; l unica regola è lasciare spazio agli altri macchie di mille colori si scontrano e si raccontano. I bambini pittori danno il via alle loro emozioni come dei veri artisti! I COLORI DEL CIELO Scopriamo il cielo con i suoi colori mutevoli I colori del giorno: osserviamo le nuvole, il sole e le ombre I colori della notte: scopriamo le stelle e il cielo stellato Osserviamo insieme ai bambini le molteplici tonalità dei colori del giorno e prepariamo tanti vasetti trasparenti con tutta la gamma possibile delle sfumature dell azzurro. Lasciamo che i bambini sperimentano le mescolanze: in questo modo imparano a manipolare, affinare i gesti e a dosare le quantità per creare una gradazione più chiara o più scura e cominciare a padroneggiare la ricchezza dei colori combinati tra loro. Lasciamo a disposizione dei barattoli e dei fogli di carta da pacchi e invitiamo i bambini a dipingerli con le tonalità ricercate. Una volta asciutti usiamoli per creare, con la tecnica del collage a strappo un cielo con le sfumature del giorno e della notte: celeste chiaro con sfumature rosa dell alba, azzurro con i raggi del sole, azzurro con striature rosse del tramonto, azzurro scuro, blu chiaro della sera fino al blu della notte. Terminata l attività, attacchiamo il cartellone alla parete della sezione, impreziosiamola con una cornice con le fotografie degli occhi dei bambini. Accompagniamo l attività stimolando la conversazione sulle esperienze legate a momenti o giornate particolari e raccogliamo le impressioni sui colori; in questo modo i bambini imparano ad analizzare un immagine.

14 I COLORI DELLA TERRA Organizziamo un incontro dei bambini con i vegetali più importanti da cui si ottengono i colori. Allestiamo un divertente laboratorio per estrarre il colore dal mondo della natura. Chiediamo ai genitori di portare a scuola, all interno di sacchetti o barattoli trasparenti: spezie colorate; alimenti tipo cacao, vaniglia, caffè, menta, zucchero di canna, tipi di terra differenti per consistenza e colore; sassi di varie forme, dimensione e colore; semi differenti per colore e dimensione. Fotografiamo quello che abbiamo realizzato e realizziamo un cartellone con le immagini; poi poniamo il materiale in bella vista, come in vetrina: la vetrina del pianeta dei profumi e colori. Poi, insieme ai bambini, andiamo a trasformare i cibi in colori naturali ROSSO COME LE CILIEGIE Una bottiglia di sciroppo di amarene, un limone. Mischiamoli e il colore è pronto! MARRONE COME LA TERRA Raccogliamo la terra nel giardino, passiamola nel setaccio, ripuliamola dei sassolini e mischiamola alla colla liquida trasparente chiediamo ai bambini di mescolare il composto marrone e stendiamolo con le dita sul cartellone. Sembra proprio cioccolato! VERDE COME GLI SPINACI Sbollentiamo e frulliamo gli spinaci, lasciamoli raffreddare e versiamo il colore in un contenitore trasparente e dipingiamo. L ILLUSIONE DEL COLORE Distribuiamo a ciascun bambino un cartoncino diviso in due parti e due rettangoli di carta da collage, uno blu e uno arancione, da incollare sul cartoncino. Dotiamo ogni bambino di quattro cornici di cartoncino bianco e invitiamoli a colorarne due verde e due rosa. Incolliamole sopra i cartoncini: osserviamo insieme le immagini e chiediamo se le cornici sono dello stesso colore oppure no. Sembrerà che i colori delle cornici siano diversi, in realtà sono uguali, quello che influisce sulla diversa percezione è il colore dello sfondo.

15 QUANTI COLORI? Procuriamoci dei filtri colorati: giallo, azzurro, rosso e montiamoli su alcune torce. Attacchiamo a una parete un grande foglio di carta bianca e oscuriamo la sezione. Formiamo tre gruppi di bambini e diamo a ogni gruppo una torcia per provare ogni colore sulla parte. Spegniamo le luci e chiediamo di provare a sovrapporre sulla parete i colori delle torce: insieme formeranno al centro il colore bianco. COMBINAZIONI DI COLORE Rendiamo visibile ai bambini, in modo diretto, come si formano i colori, partendo da rosso, giallo e blu. Presentiamo tre colori ritagliando dei riquadri di carta velina. Successivamente chiediamo ai bambini di sovrapporre la carta velina incollando, a due a due, i riquadri di vari colori: ogni volta osserviamo così la nascita di nuovo colore. Rosso + blu = viola; giallo + rosso = arancione; giallo + blu = verde. TERZA TAPPA: LA FESTA DEI COLORI Proponiamo ai bambini più grandi di disegnare con la matita dei personaggi su cartoncino nero; potranno scegliere di disegnare personaggi delle fiabe, bambini, animali, o creature fantastiche. Successivamente facciamo ritagliare i personaggi e attacchiamo con lo scotch, sul retro, una cannuccia rossa. Invitiamo i bambini ad utilizzare i personaggi come delle marionette da far muovere davanti agli elaborati precedentemente realizzati.

16 ARTE IN MUSICA Prepariamo alcuni schemi sul modello del quadro la Spiaggia di P. Picasso, Fine di un estate di R. Frigo, Notte stellata di Van Ghog, Pulcinella che balla la tarantella di Monfregola. Dividiamo i bambini in gruppo, possibilmente disposti in spazi lontani, invitiamoli a colorare gli schemi con i pastelli a cera. Spieghiamo che i colori possono suggerire suoni e i suoni possono suggerire colori che, con il loro ritmo, conferiscono emozioni diverse. Stabiliamo insieme che, quando lavoriamo sui toni del rosso, mettiamo in sottofondo una musica allegra. Con la gamma del blu mettiamo una musica con i suoni del mare. Sui toni del giallo mettiamo una musica latino-americano perché ci ricorda l estate. Al verde i bambini associano una musica calma e rilassante: il verde è il colore della rana e dell erba. Terminati i quadri disponiamoli a terra: la visione d insieme da modo di percepire la forza dei colori, che con il ritmo della musica diventa una danza colorata.

17

18 SULLE TRACCE DI MONDRIAN Facciamo vedere ai bambini alcune opere di Piet Mondrian scaricando le immagini da internet. Suddividiamo i bambini in piccoli gruppi e invitiamoli a seguire con il dito le principali linee dell opera e a prestare attenzione ai particolari delle figure e dei colori delle stesse. Successivamente facciamo disegnare le linee con la matita sul foglio di carta e facciamo riprodurre le figure. Prestando attenzione ai colori dell opera, facciamo dipingere il foglio. OMINI ALLA HARING Diamo ai bambini l immagine di tanti omini in bianco e nero che imita l opera di Keith Haring Omini colorati, in cui tanti omini hanno posizioni e atteggiamenti diversi. Mettiamo a disposizione dei pennelli aiutiamo i bambini a riempire con la tempera del colore che loro preferiscono

19 ALBERI ALLA KLIMT Diamo ai bambini l immagine di un albero in bianco e nero che imita l opera di Gustave Klimt Albero della vita, in cui i rami sono trasformati in spirali a formare una specie di arabesco. Mettiamo a disposizione dei pennelli piccolissimi e aiutiamo i bambini a riempire con la tempera color oro il tronco e i rami. Lasciamo che i bambini lo impreziosiscono con perline, bottoni colorati ALLESTIAMO UNA MOSTRA E UNO SPETTACOLO Al termine del percorso organizziamo una mostra per far vedere alle famiglie tutti gli elaborati realizzati dai bambini e uno spettacolo con musiche e coreografie ispirate alle scenografie raffiguranti quadri, ispirati a pittori famosi, dipinti dagli stessi bambini. Decidiamo la data del 6 Giugno 2014 e coinvolgiamo i bambini nell allestimento. Attacchiamo alle pareti gli elaborati dei bambini e disponiamo gli elaborati tridimensionali su alcuni tavoli rivestiti con della carta colorata. Scriviamo al computer le indicazioni per ciascuna tipologia di elaborato illustrando sinteticamente la tecnica e i materiali utilizzati. Prepariamo i bambini in modo che, a turno, spieghino ai genitori come sono stati realizzati i vari elaborati esposti. Il giorno dell inaugurazione della mostra e dello spettacolo scattiamo diverse fotografie che ritraggono i bambini mentre effettuano le esperienze proposte. A conclusione, prepariamo per ciascun bambino un album con tutti i disegni e gli elaborati; invitiamo ad aggiungere sull ultima pagina un pensiero o un ricordo.

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

Atelier SottoSopra. Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s.

Atelier SottoSopra. Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s. Atelier SottoSopra Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s. 2014-2015 Obiettivi delle varie proposte: - permettere ai bambini di

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

NIDO D'INFANZIA "CARLO MARIA SPADA" PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI)

NIDO D'INFANZIA CARLO MARIA SPADA PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI) NIDO D'INFANZIA "CARLO MARIA SPADA" PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PRESENTAZIONE DELLA SEZIONE EDUCATRICI: SANGIORGI LINDA VENTURA MARIA ANGELA PASINI

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO SCUOLA INFANZIA ARCOBALENO PROGETTO DIDATTICO PREMESSA L azione del documentare necessita sempre di una fase

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli ESPERIENZE MATEMATICHE A PARTIRE DA TRE ANNI QUALI COMPETENZE? L avventura della matematica

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando

La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando SCUOLA.. A cura dell insegnante Liliana Del Papa e della prof.ssa Maria Pia Saitta classe 1 ª Care colleghe, questo quaderno nasce dal desiderio di condividere

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO-

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Liliana Jaramillo Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto http://www.comunicazionepositiva.it

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ASILO NIDO CIRIBIRICOCCOLE PROGETTO EDUCATIVO

ASILO NIDO CIRIBIRICOCCOLE PROGETTO EDUCATIVO CIRIBIRICOCCOLE s.n.c Via Don Paviolo 3, tel 011-8005349 10036 settimo torinese P.IVA. :10565620019 Asilo.ciribiricoccole@gmail.com ASILO NIDO CIRIBIRICOCCOLE PROGETTO EDUCATIVO ANNO EDUCATIVO 2012-2013

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedono intuizioni geometriche, logiche

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

La realtà e la sua rappresentazione Ipotesi di progettazione didattica in arte e immagine

La realtà e la sua rappresentazione Ipotesi di progettazione didattica in arte e immagine La realtà e la sua rappresentazione Ipotesi di progettazione didattica in arte e immagine Insegnante Chiara Zanotto Istituto Comprensivo Gianni Rodari di Rossano Veneto Anno scolastico 2014/2015 Disciplina

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Direzione Didattica di Vignola Anno scolastico 2012 / 2013 UN TUFFO NEL COLORE

Direzione Didattica di Vignola Anno scolastico 2012 / 2013 UN TUFFO NEL COLORE Direzione Didattica di Vignola Anno scolastico 2012 / 2013 UN TUFFO NEL COLORE RELAZIONE CONCLUSIVA DI GIGLIO SILVIA TUTOR: Daniela Bedogni SCUOLA DELL'INFANZIA MAGO DI OZ 1 INDICE PRESENTAZIONE PERSONALE

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING per bambini di 4-6 anni di CRISTINA RUINI Esperienze di gioco-orienteering svolte nell anno scolastico 2009-2010 alla scuola d infanzia di Longera (Trieste) Questa è una raccolta

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli