Documento del 15 maggio classe 5B a.s coordinatrice di classe prof.a Chiara Guidelli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Documento del 15 maggio classe 5B a.s.2012-2013. coordinatrice di classe prof.a Chiara Guidelli"

Transcript

1 Documento del 15 maggio classe 5B a.s coordinatrice di classe prof.a Chiara Guidelli 1

2 INDICE Cap. 1 SCHEDE INFORMATIVE GENERALI Composizione del Consiglio di Classe... 4 Breve storia e profilo della classe... 4 Obiettivi formativi e pluridisciplinari del Consiglio di Classe... 5 Metodi e strumenti utilizzati per favorire l'apprendimento... 5 Strumenti e criteri comuni per la verifica degli apprendimenti... 6 Argomenti pluridisciplinari... 6 Attività integrative... 6 Cap. 2 SCHEDE INFORMATIVE RELATIVE ALLE DISCIPLINE Italiano... 8 Storia Inglese Latino Pedagogia Arte Musica Diritto Biologia Filosofia Metodologia della ricerca socio-psico-pedagogica Matematica Educazione fisica Religione cattolica Compresenze Cap. 3 SIMULAZIONE DELLE PROVE D'ESAME Simulazione Prima Prova Criteri di valutazione e griglia utilizzata per la Prima Prova Simulazione Seconda Prova

3 Criteri di valutazione e griglia utilizzata per la Seconda Prova Simulazione Terza Prova Criteri di valutazione e griglia utilizzata per la Terza Prova Simulazione Colloquio Criteri di valutazione e griglia utilizzata per il Colloquio

4 Cap.1-SCHEDE INFORMATIVE GENERALI Composizione del Consiglio di classe Il Consiglio della classe VB è costituito dai seguenti insegnanti: Italiano e Storia: Elisabetta Piccinini Inglese: Barbara Barbieri Latino: Enrica Gigante Filosofia e Pedagogia: Chiara Guidelli Storia dell Arte: Giulia Gozzi Musica: Matteo Colombini Diritto: Ivano Comida Biologia: Franca Lo Prete Metodologia della ricerca socio-psico-pedagogica: Gualberto Orlandi Matematica: Anna Gibellini Educazione fisica: Maria Luisa Fregni Religione cattolica: Daniela Pantaleoni Breve storia e profilo della classe La classe VB è costituita da 23 alunne (1 alunna si è aggiunta alla classe quest'anno e proviene da una scuola di Parma con analogo indirizzo di studi). Il percorso didattico non ha subito grandi cambiamenti nel corso del triennio. Nell'ultimo anno l' impegno e la serietà nello studio sono stati costanti, né è mancata la partecipazione attiva alle lezioni e al dialogo educativo. I risultati sono apprezzabili: il rendimento è mediamente discreto nella maggior parte delle materie, con alcuni casi di eccellenza. matematica per alcune alunne. 4 Permangono difficoltà in

5 Obiettivi formativi e pluridisciplinari del Consiglio di classe a) Obiettivi formativi: educazione al rigore logico, al giudizio critico, alla curiosità e al gusto della ricerca. b) Obiettivi didattici: capacità di utilizzare i vari linguaggi disciplinari; capacità di collegare tra loro conoscenze e competenze relative alle diverse discipline. Metodi e strumenti utilizzati per favorire l apprendimento Nelle varie discipline gli insegnanti hanno adottato prevalentemente la lezione frontale cercando, tuttavia, di promuovere anche altre forme di lavoro per stimolare il dialogo con gli studenti: discussioni su temi particolari, di carattere disciplinare e interdisciplinare (soprattutto nelle attività di compresenza e in Religione) analisi di testi di approfondimento lavori di gruppo (Filosofia, Inglese, Religione, attività di compresenza) uscite didattiche (Arte, Filosofia, Pedagogia, Italiano, Biologia, Inglese) incontri con esperti (compresenza Pedagogia-Metodologia della ricerca, Matematica, Religione) Accanto ai manuali in adozione sono stati utilizzati in varie discipline, a titolo di integrazione: testi di carattere saggistico, giuridico, documentario, giornalistico e narrativo siti web materiali audiovisivi (Inglese, Storia, Pedagogia, Biologia, Religione) Quanto agli ambienti del lavoro scolastico, oltre all'aula e alla palestra gli studenti hanno utilizzato il laboratorio di chimica e quello di informatica, per esigenze personali di ricerca e per alcune occasioni di classe. 5

6 Strumenti e criteri comuni per la verifica degli apprendimenti Le verifiche nelle varie discipline sono state scritte ed orali. Per quanto riguarda le verifiche orali, si sono valutate, accanto alle interrogazioni, le microverifiche, le letture-interpretazioni di testi, gli interventi degli alunni in contesti di discussione, le prestazioni individuali in lavori di gruppo. Prove pratiche (oltre che teoriche) sono state svolte per Educazione fisica. Allo scritto si sono valutate prove più o meno strutturate (elaborati a tema, domande aperte a risposta breve, test a risposta multipla ecc.). Sono state fatte anche simulazioni delle prove d'esame, valutate sia in decimi che in quindicesimi. Nella valutazione complessiva finale si è tenuto conto sia dei risultati che dell'impegno e della partecipazione dimostrati nell'attività scolastica; inoltre si è prestata attenzione ai progressi ottenuti dal singolo studente rispetto ai suoi livelli di partenza, per ciò che concerne conoscenze, abilità e competenze. Argomenti pluridisciplinari a) temi trattati nelle attività di compresenza (vedi programmi) b) il prof.orlandi insieme alla prof.a Guidelli cureranno il lavoro delle alunne in preparazione delle tesine per l'esame di stato. Attività integrative Attività integrative a scuola 1- Lezione sulla costruzione dello spettacolo Il ratto d'europa a cura dell' Emilia Romagna Teatro ( ) 3- Incontro con lo scrittore Raffaello Pedrazzi sulla crisi economica oggi ( ) 4- Educazione alla salute: prevenzione al melanoma ( ) 6

7 5- Partecipazione all'incontro con Michele Gesualdi sull'esperienza di scuola con Don Milani a Barbiana ( ) 6- Incontro con il COPRESC di informazione sul servizio civile ( ) Uscite didattiche 1- Visione del film in inglese Frankenstein ( ) 2- Partecipazione all'incontro-conferenza della prof.a Laura Craighero (università di Ferrara) su I neuroni specchio, nell'ambito delle Giornate delle biblioteche scolastiche organizzate dalla scuola (Liceo Muratori, ) 3- Partecipazione all'incontro-conferenza del prof.alberto Burgio (università di Bologna) su Parliamo di razzismo, nell'ambito delle Giornate delle biblioteche scolastiche organizzate dalla scuola (Liceo Muratori, ) 4- Partecipazione all'incontro-conferenza del prof. Gianluca Gabrielli (università di Macerata) su : due difficili anni di scuola, nell'ambito delle Giornate delle biblioteche scolastiche organizzate dalla scuola (Palazzina Pucci, ) 5- Visione della mostra Educare a pensare-alberto Manzi (Foro boario, ) 6- Partecipazione di alcune alunne al viaggio ad Auschwitz nell'ambito dell'iniziativa cittadina Un treno per Auschwitz (25-30/01/2013) 7- Visione dello spettacolo in inglese Waiting for Godot ( ) 8- Open day delle facoltà universitarie ( ) 9- Incontro con il prof.iacoboni (università di Modena e Reggio Emilia) su Meccanica quantistica e filosofia ( ) 10- Incontro con il prof.roberto Farnè sul tema Costituzione e scuola, organizzato dalla scuola e dall' Associazione Nazionale Partigiani Italiani per la celebrazione del 15 aprile (Liceo Muratori, ) Attività di recupero Nel periodo ottobre 2012-marzo 2013 è stato svolto uno sportello per 7

8 Filosofia. A partire da aprile insegnanti di varie discipline (Filosofia, Matematica, Inglese, Latino, Italiano) si sono suddivisi un pacchetto orario di 25 ore, stabilito per le classi quinte in sede di collegio, per fare attività varie con la classe: recupero, assistenza alle tesine, indicazioni per le prove scritte d'esame. Orientamento post-diploma Tutte le classi quinte hanno partecipato all'iniziativa per l'orientamento promossa dalla Provincia e dall'università degli studi di Modena e Reggio Emilia, così articolata: incontro di informazione generale a cura dell'insegnante responsabile dell'orientamento, per gli studenti-rappresentanti delle classi quinte ( ) compilazione dei questionarii on-line Almadiploma e Almaorientati e analisi dei risultati del secondo questionario tramite conversazioni nelle singole classi guidate da docenti incaricati (gennaio 2013) Unimore orienta ( ): partecipazione degli studenti alla giornata di informazione organizzata dalla varie facoltà universitarie di Modena e Reggio Emilia. Cap.2-SCHEDE INFORMATIVE RELATIVE ALLE DISCIPLINE MATERIA ITALIANO DOCENTE ELISABETTA PICCININI TESTO IN ADOZIONE: R. Luperini, P. Cataldi, L. Marchiani, V. Tinacci, La scrittura e l interpretazione, Vol 2 tomo II e volume 3 tomo I e tomo II, Palumbo editore OBIETTIVI Collocare l opera letteraria nel proprio contesto storico culturale 8

9 Conoscere negli aspetti essenziali la cultura e la poetica degli autori Applicare analisi tematiche, stilistiche e narratologiche Mettere in rapporto il testo con le proprie esperienze e la propria sensibilità in modo da formulare un giudizio critico Operare confronti fra testi affini per tema o per appartenenza storico culturale Consolidare competenze linguistiche e comunicative producendo differenti tipologie testuali CONTENUTI Giacomo Leopardi il sistema filosofico: le varie fasi del pessimismo leopardiano la poetica: dalla poesia sentimentale alla poesia pensiero lo Zibaldone di pensieri. Un diario del pensiero i Canti: composizione, struttura, titolo Testi: dallo Zibaldone: Ricordi; La natura e la civiltà; la rimembranza e il vago dalle Operette morali: Dialogo della Natura e di un Islandese dai Canti: L infinito; Alla luna; A Silvia; Canto notturno di un pastore errante dell Asia; La Ginestra Alessandro Manzoni la poetica manzoniana genesi, elaborazione, novità e temi del romanzo la soluzione manzoniana al problema della lingua il sistema dei personaggi la conclusione del romanzo: problemi interpretativi Testi: lettera a Monsieur Chauvet e a D Azeglio Le Odi: Il 5 maggio 9

10 Adelchi: il coro dell atto IV I promessi sposi: lettura dei brani presenti sull antologia Naturalismo francese e verismo italiano: poetiche e contenuti l impersonalità dell autore in Flaubert: il romanzo realista il romanzo sperimentale di Zola Testi: Flaubert, Madame Bovary (lettura integrale) La prefazione a Germinie Lacerteux La prefazione di Zola a La fortuna dei Rougon Giovanni Verga rivoluzione stilistica e tematica: la raccolta Vita dei campi e I Malavoglia, primo romanzo del ciclo dei vinti l ideale dell ostrica e il pessimismo verghiano la raccolta Novelle rusticane e il tema della roba Mastro don Gesualdo e l interruzione del ciclo dei vinti Testi: Nedda Vita dei campi o I Malavoglia (lettura integrale) da Vita dei campi: Rosso Malpelo; L amante di Gramigna; Fantasticheria da I Malavoglia: Prefazione; Mena e Alfio; Addio di Ntoni da Novelle rusticane: La roba; Libertà da Mastro-don Gesualdo: La morte di Gesualdo La nascita della poesia moderna in Europa: il simbolismo francese Charles Baudelaire: la figura dell artista, la perdita dell aureola Testi da Les fluers du mal: Spleen, L albatro, Corrispondenze Giovanni Pascoli 1

11 la poetica del fanciullino e l ossessione del nido Myricae: il simbolismo impressionistico Canti di Castelvecchio: aspetti formali e tematici I poemetti: tendenze narrative e sperimentazione linguistica Testi: brani da Il fanciullino da Myricae: Novembre; Lavandare; X Agosto; Temporale; Il lampo da Canti di Castelvecchio: Il gelsomino notturno, La mia sera da Poemetti: Italy; Digitale purpurea Gabriele D Annunzio la vita inimitabile di un mito di massa l estetismo del romanzo Il piacere il panismo nel diario lirico dell Alcyone Testi: da Il piacere: Il verso è tutto; Ritratto di un esteta; La conclusione da Alcyone: La sera fiesolana; La pioggia nel pineto; Meriggio Le avanguardie in Europa le caratteristiche comuni il Futurismo: Marinetti e la storia del movimento Testi: il primo manifesto del Futurismo La crisi dell uomo contemporaneo e la disgregazione dell io Luigi Pirandello la poetica dell umorismo Il fu Mattia Pascal: l originalità strutturale e le novità stilistiche la produzione narrativa e quella teatrale 11

12 Testi: Il fu Mattia Pascal (lettura integrale) da L umorismo: La forma e la vita; La vecchia imbellettata; L arte umoristica da Novelle per un anno: Il treno ha fischiato da Sei personaggi in cerca d autore visione dell irruzione dei personaggi sul palcoscenico e della scena finale Italo Svevo la tipologia del personaggio sveviano: l inetto La coscienza di Zeno: struttura narrativa e caratteri del romanzo contemporaneo Testi: La coscienza di Zeno: lettura integrale Tre linee della lirica italiana G.Ungaretti, U.Saba, E.Montale G.Ungaretti: dalla stagione avanguardistica al ritorno all'ordine U.Saba e la poesia narrativa E.Montale e la poesia allegorica Testi: Il naufragio e l assoluto da l Allegria: I fiumi; In memoria; Porto sepolto; San Martino del Carso; Veglia; Fratelli; Commiato; Preghiera da Sentimento del tempo: La Madre Il Canzoniere, da Cuor morituro: Preghiera alla madre; da Il piccolo Berto: Eroica da Ossi di seppia: I limoni; Meriggiare pallido e assorto; parola; Spesso il male di vivere ho incontrato. da Le occasioni: Non recidere forbice quel volto. 1 Non chiederci la

13 da Satura: Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale. E ancora possibile la poesia? (Discorso a Stoccolma 1975) ORE DI LEZIONE EFFETTIVAMENTE SVOLTE AL 30 APRILE 2013: 87 ORE DI LEZIONE DA SVOLGERE: 17 MATERIA STORIA DOCENTE ELISABETTA PICCININI TESTI IN ADOZIONE: Ciuffoletti, Baldocchi, Bucciarelli, Sodi, Dentro la storia, Casa editrice D Anna, vol.2 Fossati, Luppi, Zanette, Parlare di storia (edizione verde) Edizioni scolastiche Bruno Mondadori, vol. 3 OBIETTIVI Rinforzare, arricchire e puntualizzare il lessico disciplinare; Riconoscere i meccanismi generativi dei fatti storici Operare confronti tra realtà diverse nello spazio e nel tempo per comprendere la complessità del presente attraverso la conoscenza delle forme e dei valori con cui le società si sono organizzate Formulare domande ed elaborare giudizi consapevoli sul presente attraverso l incontro con il passato e l impegno verso il futuro al fine di esercitare l attitudine critica Interpretare in modo critico la realtà Argomentare consapevolmente i propri punti di vista CONTENUTI Il Risorgimento e l Unità d Italia il 1848: una rivoluzione europea 1

14 il 1848 in Italia il rafforzamento del Piemonte il raggiungimento dell unità nazionale i problemi dell Italia unita lo stato accentrato: i governi della Destra storica L Europa e il mondo dal 1870 al 1914 la seconda rivoluzione industriale la società di massa imperialismo e nazionalismo la crisi dell equilibrio europeo (sintesi) l Italia e i governi della sinistra: De Petris e Crispi l epoca giolittiana: il liberalismo incompiuto La grande guerra le origini e lo scoppio della guerra dalla guerra lampo alla guerra di trincea interventismo e neutralismo: l Italia in guerra il 1917 il bilancio della guerra la conferenza di Parigi e i trattati di pace L età dei totalitarismi La Russia: dallo zarismo allo stalinismo la Russia tra fine 800 e inizio 900 dalla rivoluzione alla nascita dell Urss Stalin al potere: collettivizzazione delle campagne e industrializzazione forzata il potere totalitario e le grandi purghe Visione di spezzoni del documentario dell Istituto Luce: La Russia dai Romanov a Stalin L Italia: dallo stato liberale al fascismo crisi economica, sociale e istituzionale 1

15 i fasci italiani di combattimento e la marcia su Roma dalle elezioni del 1924 alle leggi fascistissime i rapporti tra Stato e Chiesa la politica economica la rivoluzione culturale la guerra d Etiopia le leggi razziali Visione di spezzoni del documentario: Storia d Italia L avvento del fascismo ( ) La Germania: dalla Repubblica di Weimar al nazismo una repubblica politicamente debole la crisi economica e l ascesa di Hitler la dittatura e il controllo della società l antisemitismo La crisi del 1929 e il crollo del sistema di Versailles la crisi del 1929: dagli USA all intero mondo industrializzato il New Deal l Asse Roma-Berlino e la guerra civile spagnola l espansionismo nazista La seconda guerra mondiale l Asse all attacco la guerra italiana l intervento americano il crollo dell Italia la Resistenza il crollo di Germania e Giappone guerra totale, civili in guerra, guerra razziale ORE DI LEZIONE EFFETTIVAMENTE SVOLTE AL 30 APRILE 2013: 50 ORE DI LEZIONE DA SVOLGERE: 5 1

16 MATERIA: INGLESE DOCENTE: Barbara Barbieri Testi in adozione: Spiazzi Marina,Tavella Marina, Now and Then second edition - A short history and anthology of English literature with American and Commonwealth Insights, volume unico ed. Zanichelli; Camesasca, Gallagher, Martellotta, Working with grammar gold-multimedia edition, volume unico ed. Longman OBIETTIVI Obiettivi disciplinari generali: comprendere il senso generale di un testo scritto, in particolare letterario, ed essere in grado di fornirne una sintesi, sia scritta che orale; comprendere un testo scritto di media difficoltà in modo puntuale e saperne fornire la traduzione in L2 e la sintesi; produrre risposte a quesiti sia generici che mirati, in modo globalmente comprensibile e accurato; saper interloquire in L2 in modo tale che la comunicazione sia chiara; scrivere testi di media lunghezza, in particolare una recensione; saper effettuare collegamenti tra testi e autori. Obiettivi specifici per le classi quinte: riassumere e commentare un testo letterario relativamente a personaggi, ambientazione spazio-temporale, trama/riassunto, contesto autore analizzare per punti essenziali un testo poetico rilevandone le figure retoriche principali (simile, metaphor, repetition), le parole chiave, il tema e farne la parafrasi; riassumere un testo rilevandone essenzialmente trama, tematiche, personaggi principali e ambientazione spazio-temporale; contestualizzare un opera letteraria autore); 1 conosciuta (contesto storico e

17 paragonare personaggi/temi di diverse opere letterarie. CONTENUTI CONTESTO STORICO E LETTERARIO : L età Romantica: principali eventi storici e caratteristiche del movimento letterario (la rivoluzione industriale e le implicazioni sociali, la rivoluzione francese, la rivoluzione americana e l inizio della identità americana, la posizione dell Inghilterra rispetto alla rivoluzione francese, l artista e il potere dell immaginazione, l importanza della natura, il tema dell infanzia, il poeta come genio isolato, l influenza di Rousseau, i nuovi contesti di ispirazione). Prosa : Caratteristiche del romanzo gotico Biografia di Mary Shelley Il romanzo Frankenstein di Mary Shelley : trama, struttura narrativa, la tematica del doppio, l influenza della scienza, tematiche. Analisi letteraria del passo The Creation of the Monster (capitolo 5) dal romanzo Frankenstein. Visione della trasposizione filmica presso il cinema Victoria del testo teatrale Frankenstein, messo in scena al Royal National Theatre di Londra. Visione del film Mary Shelley s Frankenstein in lingua originale (regia di Kenneth Branagh ) Poesia : La poetica di William Blake Biografia di William Blake Analisi letteraria delle due poesie The Lamb and the Tyger di Blake. La poetica di William Wordsworth Biografia di Wordsworth Analisi letteraria della poesia My Heart leaps up di Wordsworth Analisi letteraria della poesia Daffodils di Wordsworth 1

18 CONTESTO STORICO E LETTERARIO: L età vittoriana: principali eventi storici e caratteristiche generali del periodo (i valori vittoriani, le riforme nella sanità e nell istruzione, il costo sociale del progresso, il movimento cartista, utilitarismo e darvinismo, religione e moralità, i movimenti evangelici, l imperialismo). Prosa: Biografia di Charles Dickens. Charles Dickens e il romanzo a puntate. Trama e tematiche del romanzo Hard Times. Analisi stilistico-letteraria del testo A Man of Realities di Dickens tratto dal romanzo Hard Times. Visione del film Oliver Twist in lingua originale (regia di Roman Polansky). Prosa: La crisi di fine secolo (Aestheticism and Decadence) Biografia di Oscar Wilde Il culto della bellezza e i principi ispiratori del movimento estetico. Trame e tematiche del romanzo The Picture of Dorian Gray. Analisi del passo I would give my Soul tratto dal romanzo The Picture of Dorian Gray di Wilde. CONTESTO STORICO E LETTERARIO: L età moderna: principali eventi storici e caratteristiche generali del periodo (la profonda crisi culturale, l influenza di Freud, Einstein e la teoria della relatività, Bergson e il concetto di tempo interno vs tempo esterno, il romanzo modernista e le nuove tecniche narrative, le suffragette, le due guerre mondiali, la trasformazione della società britannica tra le due guerre, lo stato assistenziale, Elisabetta II ) Prosa: Biografia di James Joyce 1

19 Struttura e tecnica narrativa della raccolta di racconti Dubliners Analisi del testo letterario Such a feeling must be love tratto dal racconto The Dead, inserito nella raccolta Dubliners (fotocopie). ORE DI LEZIONE EFFETTIVAMENTE SVOLTE AL 30 APRILE 2013: 78 ORE DI LEZIONE DA SVOLGERE: 15 MATERIA: LATINO DOCENTE: Enrica Gigante Testo in adozione: G. Biagio Conte, E. Pianezzola, Corso compatto di letteratura latina, Le Monnier OBIETTIVI Sviluppo della conoscenza, attraverso i testi, di un patrimonio di civiltà e di pensiero che fonda la moderna cultura europea. Acquisizione di una competenza linguistica in generale e di una migliore capacità espressiva in Italiano, grazie all esperienza esegetica e traduttiva dal Latino. Dare al testo una collocazione storica, cogliendone i legami essenziali con la letteratura coeva. Interpretare e tradurre i testi latini riconoscendo le strutture morfologiche e sintattiche studiate. CONTENUTI L ETA IMPERIALE, I secolo d. C.: quadro storico. Cultura e spettacolo: declamationes e recitationes. SENECA: quadro storico, la vita, i Dialogi e la saggezza stoica, filosofia e potere, le Epistulae ad Lucilium, lo stile della prosa, l Apokolokyntosis e le tragedie, excursus sulla schiavitù nel mondo antico. La figura di Catone ed il 1

20 modello della ambitiosa mors. Lettura, traduzione ed analisi di Epistulae ad Lucilium 1,1-5. Lettura in traduzione ed analisi di: De brevitate vitae 8,1-5; Epistulae ad Lucilium 61,1-4; 70,14-19;47,1-13. PETRONIO: le controverse notizie biografiche, il Satyricon, la parodia come chiave di interpretazione del Satyricon, la forma del romanzo, il romanzo antico greco e romano, le fabulae milesiae. Lettura, traduzione ed analisi di Satyricon (la matrona di Efeso). Lettura in traduzione di Satyricon: il banchetto di Trimalchione; il fanciullo di Pergamo. L ETA FLAVIA: quadro storico. QUINTILIANO: la vita e le opere, l Institutio oratoria, la retorica e l oratoria nella cultura greca e romana, le declamationes (suasoriae e controversiae). Excursus sul modello educativo nella Grecia antica e nella Roma antica. Lettura, traduzione ed analisi di Institutio oratoria 1,1-3 Nutrici, pedagoghi, genitori. Lettura in traduzione ed analisi di Institutio oratoria: 2,17,30-36, La retorica non è ambigua se unita alla virtus; 12,1-13 Onestà e idealità nell attività politica; 1,1,12-13 L apprendimento come gioco; 2,2,4-13 Il buon maestro. L ETA IMPERIALE del II secolo d.c. L età degli imperatori per adozione: un periodo di pace e stabilità. TACITO: la vita e le opere, le cause della decadenza dell oratoria (Dialogus de oratoribus), Agricola e la sterilità dell opposizione, virtù dei barbari e corruzione dei Romani (Germania), Historiae, Annales con approfondimento relativo al concetto di limes Reno-Danubio, limes est verso i Parti e guerre in 2

21 Palestina, lo stile di Historiae e Annales. Lettura in traduzione: Annales 1,6-7 Il ritratto indiretto :Tiberio; Historiae 1,10 Il ritratto paradossale : Licinio Muciano. Traduzione ed analisi: Germania APULEIO: la vita e le opere, Apuleio ed il romanzo, lingua e stile. Lettura, traduzione ed analisi di Metamorfosi 28,1-4, La favola di Amore e Psiche. Lettura in traduzione ed analisi di: Metamorfosi 3,21-22, Metamorfosi di Panfila; 5,22-23, Psiche contravviene al divieto di guardare il suo sposo; 6,1-5, Psiche alla ricerca del suo sposo. ORE DI LEZIONE EFFETTIVAMENTE SVOLTE AL 30 APRILE 2013: 40 ORE DI LEZIONE DA SVOLGERE: 11 MATERIA: PEDAGOGIA DOCENTE: Chiara Guidelli Testi in adozione: Avalle-Maranzana, Pensare ed educare, vol.2, Paravia Avalle-Maranzana, Pedagogia. Storia e temi. Dal novecento ai giorni nostri, Paravia OBIETTIVI Si selezionano alcuni obiettivi tra quelli, numerosi, previsti dalla programmazione disciplinare triennale: Conoscenze: lo sviluppo del pensiero pedagogico tra '800 e '900; temi del confronto educativo contemporaneo Abilità: analizzare un problema educativo nelle sue componenti/individuare temi educativi nei testi/comprendere e impiegare 2

22 il lessico pedagogico Competenze: individuare collegamenti tra temi, concetti, autori, anche appartenenti ad ambiti disciplinari diversi e lontani nel tempo/avere piena coscienza del cambiamento storico/interpretare la propria esperienza alla luce delle conoscenze apprese CONTENUTI Tra romanticismo e idealismo Nuove direzioni della riflessione educativa: la scoperta dei sentimenti e dell'infanzia; l'integrazione dell'individuo con la comunità; formazione e spirito nella cultura pedagogica tedesca. Fichte: l'educazione dello spirito; La missione del dotto e l'intellettuale educatore; i Discorsi alla nazione tedesca: la nazione tedesca e la sua missione educativa, i caratteri dell' educazione nazionale. Froebel: da una concezione romantica dell'essere a una nuova pedagogia dell'infanzia; caratteristiche dell'infanzia e della fanciullezza; l'educazione come teoria dello sviluppo naturale; la madre; il giardino d'infanzia e la maestra giardiniera; i doni. Letture Sul manuale (Avalle Maranzana, Pensare ed educare,vol.2): Fichte: T83-T87, pp.187sgg.; T8, p.307 Froebel: T90-T94, pp.196sgg. In fotocopia: La Giovine Italia (da G.Mazzini, Istruzione generale per gli affratellati nella Giovine Italia) Fichte, L'educazione dello spirito (da Discorsi alla nazione tedesca) Froebel, L'educazione secondo natura (da L'educazione dell'uomo) Il positivismo pedagogico Positivismo e educazione: linee generali. Il caso inglese: Owen, un industriale prestato all'educazione; Spencer, il 2

23 principio dell'evoluzione applicato alla pedagogia. Letture Sul manuale (Avalle Maranzana, Pedagogia, Storia e temi. Dalla scolastica al positivismo): Owen: T4, T5, pp.378sgg. Spencer: T6, p.381 Siti-web su villaggi operai 'd'avanguardia': New Lanark (New Lanark, Scozia), Crespi d'adda (Crespi, Bergamo), Leumann (Collegno, Torino), L'Italia e l'educazione dell'infanzia tra '800 e '900 L'influenza del positivismo: idee ed esperienze relative al giardino d'infanzia, alla scuola normale e all'istruzione elementare; la figura di Aristide Gabelli. La scuola materna delle sorelle Agazzi. Letture Sul manuale (da qui in poi le letture sono tratte da Avalle, Maranzana, Pedagogia. Storia e temi. Dal Novecento ai giorni nostri): R.Agazzi, T5-T7, pp.13sgg. In fotocopia: Gabelli, Il metodo della scuola elementare (da Il metodo di insegnamento nelle scuole elementari d'italia) I programmi degli asili infantili del 1914 Le scuole nuove e l attivismo Le scuole nuove e l'attivismo: caratteri generali. Inghilterra: la scuola di Abbotsholme e lo scoutismo; Germania: la scuola di Wickersdorf e il movimento dei Wandervogel ; Italia: attivismo e idealismo in Giovanni Gentile e Giuseppe Lombardo Radice; Lombardo Radice e il modello educativo delle Agazzi; la scuola fascista. 2

24 Letture Sul manuale: Ferrière, T1, p.93 Claparède, T3, p.126 Cipì: l'attivismo e i bambini narratori, p.120 Gentile, T9, T10, pp.107sgg. Lombardo Radice, T11-T13, pp.110sgg. In fotocopia: Formazione dello spirito e scuola fascista (pagine scelte da Gentile e Bottai) Dalla riforma Gentile alla Carta della scuola di Bottai Siti-web Abbotsholme School, Centri di Esercitazione ai Metodi dell'educazione Attiva, Maria Montessori Educazione e scienza; scoprire il bambino; l'esperienza con i bambini handicappati; la casa dei bambini : l'ambiente, i materiali, la maestra; disciplina e autodisciplina; educazione alla pace. Letture Sul manuale: T3, T5-T8, pp.52sgg. In fotocopia: Montessori, Scienza ed educazione (da La scoperta del bambino) Montessori, Educazione e pace (da Educazione e pace) R.Simone, Il culto del bambino ( La Repubblica, ) Siti-web Opera Nazionale Montessori, Centro Nascita Montessori, Centro di Studi Montessoriani, 2

25 John Dewey La centralità dell'esperienza; pensiero ed esperienza; lo stile e il valore del pensiero scientifico; la scuola è vita; scuola e democrazia; l'organizzazione delle Laboratory schools. Letture Sul manuale: T4, p.34, T1, p.121 In fotocopia: Dewey, Una scuola rinnovata (pagine scelte) Siti-web University of Chicago Laboratory Schools, La psicopedagogia del 900 Le teorie dello sviluppo di Piaget e di Vygotsky e la loro applicazione in campo educativo; il comportamentismo di Skinner e la sua applicazione in campo educativo. Bruner: il confronto con Dewey; insegnare le strutture delle discipline; le forme della rappresentazione; educazione e cultura/e. Letture Sul manuale: Piaget, T8, p.152 Vygotskij, T9, p.154 Skinner, T3, p.166 In fotocopia: Thoreau e Skinner: due utopie contrapposte Aspetti della psicopedagogia del 900 Bruner, Scuola e vita della ragione (da Dopo Dewey) 2

26 L'educazione nell'età contemporanea: innovazioni della una di metodo, prospettive, problemi Morin e il paradigma complessità: pedagogia complessa; l'apprendimento in un mondo globale. La critica della scuola: Rogers, Illich, Don Milani; Il progetto Chance o la scuola in strada. L'educazione e i media: Alberto Manzi o la scuola in TV; computer e nuovi stili di apprendimento. L'educazione in una prospettiva multiculturale: l'idea di cittadinanza e la sua evoluzione; l'intercultura; il razzismo. Letture Sul manuale: Morin, T3, p.197 Rogers, T1, p.206 Illich, T3, T4, pp.210sgg. Don Milani, T8, T9, pp.220sgg. In fotocopia: P.Ferri, Nativi digitali e nuove vie dell' apprendimento (da Nativi digitali, Mondadori 2011) F.Tonello, Nuove tecnologie e sapere critico (da L'età dell'ignoranza, Mondadori 2012) F.Lorenzoni, Appello perché bimbi e bimbe fino a 8 anni siano liberi da schermi e computer nella scuola Educazione e intercultura (da L.Luatti, Educare alla cittadinanza attiva, Carocci 2009) E.Morin, Insegnare la comprensione (da I sette saperi necessari per l'educazione del futuro, Laterza 2011) Siti-web Fondazione Don Lorenzo Milani, Associazione Maestri di Strada, Centro Alberto Manzi, 2

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO

PROGRAMMA DI ITALIANO LICEO SCIENTIFICO "A. EINSTEIN" ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE V C Prof. Paolo Albergati PROGRAMMA DI ITALIANO Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, La letteratura, Paravia,

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: Nicoletta Antolini MODULO N. 1 (ritratto d autore) - ALESSANDRO MANZONI 1. ALESSANDRO MANZONI La vita Le opere: caratteri generali

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, La letteratura, vol. 4 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volumi 5 e 6

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5CSC Indirizzo:

Dettagli

DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE CONTENUTI DISCIPLINARI

DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE CONTENUTI DISCIPLINARI DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE CONTENUTI DISCIPLINARI CLASSE 5A DIRITTO Mese Argomento Libro di testo Diritto Pubblico Lo Stato e la Costituzione Settembre Dicembre Introduzione allo Stato: gli elementi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI Disciplina: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Prof.ssa Giuseppina Gambin Anno Scolastico 2008/2009 PERCORSI FORMATIVI

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B LICEO SCIENTIFICO STATALE PIETRO SETTE SANTERAMO IN COLLE A.S. 2011/12 PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B Libri di testo adottati: R. Luperini - P. Cataldi - L. Marchiani - F. Marchese, La

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

A.S. 2015/2016. Documento del Consiglio di classe. Classe IVB cl. MATERIA DOCENTE FIRMA Perretta Marialuisa

A.S. 2015/2016. Documento del Consiglio di classe. Classe IVB cl. MATERIA DOCENTE FIRMA Perretta Marialuisa LICEO STATALE AUGUSTO MONTI SCIENTIFICO CLASSICO - LINGUISTICO Via Montessori n. 2-10023 CHIERI (To) Tel. 011.942.20.04 011.941.48.16 Fax 011.941.31.24 e- mail: TOPS18000P@istruzione.it - TOPS18000P@pec.istruzione.it

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G. FERRARIS

LICEO SCIENTIFICO G. FERRARIS LICEO SCIENTIFICO G. FERRARIS Via Sorrisole, 6-21100 - VARESE Esami di stato conclusivi del corso di studi (Legge 425/97 - DPR 323/98 art. 5.2) DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE Documento predisposto dal

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s. 2014 2015 MATERIA : ITALIANO CLASSE IV E Prof.ssa Gigliotti Ginestra ARGOMENTO I: IL SECOLO DEL BAROCCO: G.B. MARINO P. Calderon de La BARCA TOMMASO CAMPANELLA

Dettagli

a.s. 2012/2013 ITALIANO INGLESE MATEMATICA ABILITA TRASVERSALI

a.s. 2012/2013 ITALIANO INGLESE MATEMATICA ABILITA TRASVERSALI a.s. 2012/2013 Riportiamo alcune delle domande che spesso vengono rivolte ai docenti durante gli incontri di orientamento con gli alunni della scuola secondaria di primo grado e con i loro genitori: 1.

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

a.s. 2015/2016 ITALIANO INGLESE MATEMATICA ABILITA TRASVERSALI

a.s. 2015/2016 ITALIANO INGLESE MATEMATICA ABILITA TRASVERSALI a.s. 2015/2016 Riportiamo alcune delle domande che spesso vengono rivolte ai docenti durante gli incontri di orientamento con gli alunni della scuola secondaria di primo grado e con i loro genitori: 1.

Dettagli

ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE Materia: BIOLOGIA Classe: 2E Docente: Toccoli Simona Livelli di partenza Per verificare i livelli di partenza è stato svolto un colloquio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015 Prof.ssa Roberta Tadini Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano ASCOLTARE IN MODO ATTIVO E PARTECIPE. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

Programmi svolti nell anno scolastico 2014/15

Programmi svolti nell anno scolastico 2014/15 Disciplina d insegnamento/apprendimento EDUCAZIONE FISICA PEZZULLO GIOVANNI 1 Le prestazioni fisiche di resistenza, forza e velocità Metodologie semplici per l allenamento delle capacità condizionali di

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Pio Paschini" LICEO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO G. Marchi - Tolmezzo a.s 2014-2015 Agostinis Luigina

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Pio Paschini LICEO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO G. Marchi - Tolmezzo a.s 2014-2015 Agostinis Luigina ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Pio Paschini" LICEO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO G. Marchi - Tolmezzo a.s 2014-2015 Agostinis Luigina PROGRAMMI SVOLTI - CLASSE 5^ SU Nel corrente a.s sono stati sviluppati

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI FONDAZIONE MALAVASI Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: STORIA DOCENTE: Luna Martelli CLASSE IV SEZ. ITTL A.S.2015 /2016 1. OBIETTIVI E COMPETENZE

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A LICEO SCIENTIFICO STATALE "Donato Bramante" Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) MPI: MIPS25000Q - Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97290566 Sito: www.liceobramante.gov.it - E-mail: mips25000qistruzione.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2013/2014 CLASSI 5 Liceo Scientifico-tecnologico

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2013/2014 CLASSI 5 Liceo Scientifico-tecnologico ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSI 5 -tecnologico pag. 1 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2013/2014 CLASSI 5 -tecnologico DISCIPLINA: LINGUA STRANIERA

Dettagli

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 Prof.ssa: R. M. Dierna Materia: Scienze naturali Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 All inizio dell anno scolastico si è verificato lo stato delle conoscenze e l accertamento dei prerequisiti,

Dettagli

Italiano Inglese. Arte e immagine. Storia Geografia. Scienze motorie e sportive. Matematica. Religione cattolica. Attività didattiche alternative

Italiano Inglese. Arte e immagine. Storia Geografia. Scienze motorie e sportive. Matematica. Religione cattolica. Attività didattiche alternative Italiano Inglese Storia Geografia Arte e immagine Scienze motorie e sportive Matematica Tecnologia e Informatica Musica Scienze Religione cattolica Attività didattiche alternative Convivenza civile: -Ed.

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Classe: III Sez. B Materia : Inglese Docente: prof.ssa Francesca Giorgetti 1.ANALISI DELLA CLASSE (giudizi

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Schema di PROGETTAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELL ASSE dei LINGUAGGI SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO 1 SECONDO BIENNIO E

Dettagli

SPAGNOLO SECONDA LINGUA

SPAGNOLO SECONDA LINGUA SPAGNOLO SECONDA LINGUA QUINTA GINNASIO Verranno rafforzate ed ampliate le conoscenze linguistiche e le funzioni comunicative apprese nel primo anno, attraverso un analisi più complessa degli esponenti

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-33100578 codice fiscale 97504620150

Dettagli

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L alunno è capace di interagire in modo efficace in diverse

Dettagli

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15 PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ITALIANO - Anno Scolastico 2014 2015 CLASSE 3^ Conoscenze Lingua Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo al sec. XVII Lingua letteraria e linguaggi della

Dettagli

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Premessa metodologica L insegnamento della Storia dell Arte mira a fare conoscere le diverse forme espressive dell arte, la cui fruizione

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LA NOSTRA IDENTITÀ Liceo Linguistico Regina Mundi Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti Siamo impegnati a verificare

Dettagli

ML 160 PROGRAMMA SVOLTO

ML 160 PROGRAMMA SVOLTO Pagina 1 di 6 ANNO SCOLASTICO 2012/13 CLASSE 2PA DOCENTE: Giovanni De Nardus DISCIPLINA ITALIANO LIBRO DI TESTO IN ADOZIONE: AUTORE: N: BOTTA TITOLO: Galeotto fu il libro (Il testo narrativo, Il testo

Dettagli

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA Che cos è L indirizzo si caratterizza per lo studio delle lingue straniere in stretto collegamento con il latino e l italiano. L obiettivo primario è far acquisire

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI. Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI. Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE 1 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE Fascicolo didattico n.18 Elaborazione della figura strumentale per il curricolo

Dettagli

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza ITI ENRICO MEDI Programmazione Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza L insegnamento di Igiene, Anatomia, Fisiologia e Patologia, in particolare, vuol far acquisire agli alunni:

Dettagli

Programmi per la Scuola elementare e Orientamenti per la Scuola Materna quadro sinottico elaborato da Gianna Marrone

Programmi per la Scuola elementare e Orientamenti per la Scuola Materna quadro sinottico elaborato da Gianna Marrone Programmi per la Scuola elementare e Orientamenti per la Scuola Materna quadro sinottico elaborato da Gianna Marrone Legge Ministro e Compilatore Obbligo scolastico Struttura Note R.D. 3725 del 13.11.1859

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014 Nulla di sé e del mondo sa la generalità degli uomini se la letteratura non glielo

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

Relazione finale del docente

Relazione finale del docente Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5BU LICEO SCIENZE UMANE DI BASE SCIENZE UMANE Prof. Antonella Poncato Relazione finale del docente 1. Premessa Le allieve hanno manifestato interesse per la disciplina

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI CATERINA MARRAS ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome E-mail. Data di nascita 30 GENNAIO 1979. Nome e indirizzo del datore di lavoro

INFORMAZIONI PERSONALI CATERINA MARRAS ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome E-mail. Data di nascita 30 GENNAIO 1979. Nome e indirizzo del datore di lavoro INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail CATERINA MARRAS Nazionalità Italiana Data di nascita 30 GENNAIO 1979 ESPERIENZA LAVORATIVA Date Nome e indirizzo del datore di Settore Tipo di impiego DAL 15 GIUGNO 2011

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MATERIA: Italiano PROFESSORE: SCUDERI MARIA CLASSE: III D - Turismo A.S.: 2015/2016 DATA: 28\10\2015 SOMMARIO 1.

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio Livelli di competenza A= Esperto (Livello 1) B= Competente (Livello 2) C= Principiante (Livello 3) ASSE LINGUAGGI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio FORMAT UNITARIO

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE SECONDO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Premessa L indirizzo mira alla preparazione di individui capaci di interagire in situazioni ad alto grado di competenza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DANTE ALIGHIERI Opera GRAMMATICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DANTE ALIGHIERI Opera GRAMMATICA Anno Scolastico 2014 / 2015 GRAMMATICA SINTASSI DELLA FRASE - Completamento della classificazione dei complementi indiretti: complemento di limitazione, di paragone, di età, vantaggio e svantaggio, colpa,

Dettagli

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (1) ITALIANO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò

Dettagli

Secondo biennio: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2015/16

Secondo biennio: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2015/16 1 Secondo biennio: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2015/16 Premessa: di seguito vengono presentate le competenze e i contenuti di riferimento per Lingua e letteratura italiana. Le competenze e i contenuti

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

PROGRAMMA A.S. 2012/2013

PROGRAMMA A.S. 2012/2013 Istituto Tecnico Commerciale Statale Giuseppe Ginanni Via Carducci, 11, 48121 Ravenna Percorsi di studio: - Amministrazione Finanza e Marketing - Sistemi informativi aziendali - Turismo - Relazioni internazionali

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO n 1 UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO Durata prevista: SETTEMBRE - OTTOBRE Individuare e definire i caratteri fondamentali del nuovo periodo storico che ha inizio con l Umanesimo Cogliere

Dettagli

Le attività lavorative tra passato e presente. Guida per l insegnante

Le attività lavorative tra passato e presente. Guida per l insegnante Obiettivi educativi generali Compito di esplorazione - Dare risposte originali. - Essere capace di produrre molte idee. Le attività lavorative tra passato e presente Guida per l insegnante L attività si

Dettagli

LETTERATURA ITALIANA OTTOCENTO e NOVECENTO per le scuole secondarie superiori per l Esame di Stato

LETTERATURA ITALIANA OTTOCENTO e NOVECENTO per le scuole secondarie superiori per l Esame di Stato LETTERATURA ITALIANA OTTOCENTO e NOVECENTO Con test di verifica del grado di preparazione raggiunto STORIA del NOVECENTO Con test di verifica del grado di preparazione raggiunto LETTERATURA ITALIANA OTTOCENTO

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA Indirizzo Produzioni industriali e artigianali Articolazione Artigianato ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA CARATTERI E FINALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA I percorsi degli Istituti professionali si caratterizzano

Dettagli

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA Lo sviluppo

Dettagli

Paciolo D Annunzio. liceo classico - liceo linguistico - liceo scientifico

Paciolo D Annunzio. liceo classico - liceo linguistico - liceo scientifico Paciolo D Annunzio liceo classico - liceo linguistico - liceo scientifico Sede 2 Sede: Via Alfieri 43036 Fidenza(PR) tel +039 0524 526102 www.paciolo-dannunzio.gov.it VISITE GUIDATE (su prenotazione) MICROSTAGE

Dettagli

Sezione Scientifica COMPOSIZIONE CONSIGLIO DI CLASSE

Sezione Scientifica COMPOSIZIONE CONSIGLIO DI CLASSE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale Via Gallo Pecca n.4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE Tel. 0124/45.45.11 - Cod. Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it

Dettagli

Bündner Kantonsschule Scola chantunala grischuna Scuola cantonale grigione. 1. Dotazione ore

Bündner Kantonsschule Scola chantunala grischuna Scuola cantonale grigione. 1. Dotazione ore Italiano prima lingua 1. Dotazione ore 4 H 5H 6H Materia fondamentale 4 4 4 2. Considerazioni didattiche e obiettivi di formazione generali secondo il PQ MP 12 L insegnamento della prima lingua nazionale

Dettagli

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA RELIGIONE CATTOLICA L insegnamento della religione cattolica (Irc) risponde all esigenza di riconoscere nei percorsi scolastici il valore della cultura religiosa e il contributo che i principi del cattolicesimo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 1 del : 12/06/03 Anno scolastico 2011 / 2012 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI LINGUA

Dettagli

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi.

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi. ABC ORCHESTRA: UN ORCHESTRA IN OGNI SCUOLA Le orchestre sono molto più che strutture artistiche, ma modello di vita sociale perché cantare e suonare assieme significa coesistere profondamente e intimamente

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

DISCIPLINA: IGIENE, ANATOMIA, FISIOLOGIA_

DISCIPLINA: IGIENE, ANATOMIA, FISIOLOGIA_ I.P.S.I.A E. DE AMICIS di ROMA PIANO DI LAVORO CLASSE : _II_ DISCIPLINA: IGIENE, ANATOMIA, FISIOLOGIA_ LIVELLI DI PARTENZA A TEST UTILIZZATI PER LA DIAGNOSI DELLA CLASSE Testo libero, in forma discorsiva,

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021- Ê081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli

Lingua e letteratura italiana

Lingua e letteratura italiana Lingua e letteratura italiana 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Lingua e letteratura italiana 119 119 119 119 119 Premessa generale La lingua italiana, nel percorso dell obbligo di istruzione riferito

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE CLASSE PRIMA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE CLASSE PRIMA UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE CLASSE PRIMA UA 1. VIAGGIANDO NEL FANTASTICO 1. Conosce le caratteristiche di un testo narrativo 2. Conosce alcune tipologie (favola, leggenda,fiaba, filastrocca) e

Dettagli

CLASSE 36/A - FILOSOFIA; PSICOLOGIA E SCIENZE DELL EDUCAZIONE. Ambito Disciplinare 7. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi

CLASSE 36/A - FILOSOFIA; PSICOLOGIA E SCIENZE DELL EDUCAZIONE. Ambito Disciplinare 7. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 36/A - FILOSOFIA; PSICOLOGIA E SCIENZE DELL EDUCAZIONE Ambito Disciplinare 7 Programma d'esame CLASSE 36/A - FILOSOFIA; PSICOLOGIA E SCIENZE DELL EDUCAZIONE CLASSE 37/A - FILOSOFIA E STORIA Temi

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE ABILITANTE ALL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA DELL INFANZIA E NELLA SCUOLA PRIMARIA

LAUREA MAGISTRALE ABILITANTE ALL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA DELL INFANZIA E NELLA SCUOLA PRIMARIA 4 LAUREA MAGISTRALE ABILITANTE ALL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA DELL INFANZIA E NELLA SCUOLA PRIMARIA È stabilito un percorso quinquennale abilitante per la formazione dei docenti della scuola dell infanzia

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni Programmazione Italiano, storia e geografia. Classe IV Costruzioni, ambiente e territorio Anno 2014/2015 Professoressa Pili Francesca Situazione di

Dettagli

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012 FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI E CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/20 LETTERE...3 BENI ARTISTICI E DELLO SPETTACOLO...5 CIVILTA E LINGUE STRANIERE MODERNE...5

Dettagli

Criteri di costruzione del curriculum verticale

Criteri di costruzione del curriculum verticale Criteri di costruzione del curriculum verticale 1. Integrazione degli obiettivi cognitivi con gli obiettivi motivazionali e relazionali 2. individuazione di aree disciplinari 3. sviluppo della trasversalità

Dettagli

I. CONVEGNO ANNUALE II. CORSO: ASPETTI E PROBLEMI DELL EDUCAZIONE OGGI III. CONVEGNI PER LIVELLI DI SCUOLA IV. CONSULTING

I. CONVEGNO ANNUALE II. CORSO: ASPETTI E PROBLEMI DELL EDUCAZIONE OGGI III. CONVEGNI PER LIVELLI DI SCUOLA IV. CONSULTING ASSOCIAZIONE CULTURALE IL RISCHIO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2006-2007 PROGRAMMA I. CONVEGNO ANNUALE Come è ormai tradizione, il Convegno vuole essere un momento di approfondimento e riflessione su un tema

Dettagli

IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2015-2016 CLASSE IV L. Indirizzo Linguistico

IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2015-2016 CLASSE IV L. Indirizzo Linguistico IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2015-2016 CLASSE IV L Indirizzo Linguistico COORDINATRICE: SARAGENNE LANZA 1. COMPONENTI DEI CONSIGLI DI CLASSE DOCENTE Lanza Saragenne Filippo

Dettagli

Attività didattica Universitaria

Attività didattica Universitaria Attività didattica Universitaria Foto di Roberta Silva Laboratori e Insegnamenti presso l Università di Trieste, Facoltà di Scienze della Formazione a.a. 1994/1995, 1995/1996, 1996/1997 organizzazione

Dettagli

Liceo Russell. Investire in cultura conviene. Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn)

Liceo Russell. Investire in cultura conviene. Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn) Liceo Russell. Investire in cultura conviene Liceo Bertrand Russell Via IV Novembre 35 Cles (Tn) Il profilo e l identità culturale del liceo contemporaneo rispondono alle esigenze di un presente sempre

Dettagli

COSTA LICEO LICEO LICEO LICEO LICEO CLASSICO. Breve storia dell Istituto

COSTA LICEO LICEO LICEO LICEO LICEO CLASSICO. Breve storia dell Istituto LICEO LICEO LICEO LICEO LICEO CLASSICO COSTA Breve storia dell Istituto Il Liceo Classico Lorenzo Costa ha origini antiche: la sua fondazione risale al periodo napoleonico; divenuto liceo regio sotto II

Dettagli