~~E. ('("' CCft"). (1) l'ci~ I () me. ...~I bambini di classe 5" ('r) r(\-

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "~~E. ('("' CCft"). (1) l'ci~ I () me. ...~I bambini di classe 5" ('r) r(\-"

Transcript

1 ." o c<j o,_,tùme...

2 () me ~t ciao a tutti! Ecco a voi il giorna lino "S" NE.WS", rea lizzaro da noi alunni di classe quinta della scuola primaria di Santa Domenica Talao. Questo giornalino è nato per informare e far riflettere, ma, nello stesso tempo, per divertire e rilassare. E' dedicato a tutti i bambini, e, perché np, anche a9li adulti! E ora...divertitevi a leggere cons+ql i e informazioni, a giocare un po'...se vorrete collaborare con vostre produzioni, contattate il nostro gruppo di redazione(sararris- Francesco e Davide). Alla prossima uscita (prevista per il pros~i~o t6 Marzo)!. >' ' "....~ bambini di classe 5" C'" ro (l'\ rt' 0') l'('\ ('r) r(\- ('("' CCft"). (1) l'c~ ~~E

3 Santa Domenica Talao Salve! Sono ris, ho la funzione di vice-direttore del giornalino ~5 NEWS" e vorrei parlare di S. Domenica Talao. Nel nostro bel paese c'è una interessante e accogliente Chiesa dedicata a San Giuseppe. S. Domenica conta 1289 abitanti di cui 634 femmine, 655 maschi (per 532 famiglie). Per lo sport del Calcio abbiamo due catego ie con le due squadre: queufil dei giovani e quella dei bambini. Come spo t i bambini praticano anche badminton e il tennis. Le associazioni culturali che vantiamo son la Proloco e " Eolo". linostro paese è situato a mt. 600 s.. m.(in collin~c si vede il mare. Ci sono due scuole: dell' infanzia e primaria e la secondaria di primo grado. Vi è una scuola di ballo al'terrazzo ed una palestra al campo sportivo. T nostro santo Patrono è San Giuseppe e si festc~gia nel mese di ( S.Giuseppe dell' Accov~enel mese di Luglio~S. Giuseppe della Co.Ua.1. Ad Agosto viene organizzata la Sagra del cinghiale. Nel mese di Ottobre viene festeggiata la Madonna Dci Rosario e in suo onor~ viene organizzata la Fiera del Piano.

4 La mia classe Ciao, SOlO Antonietta e frequento la classe 50 di S. Domenica T. La mia divisa è un grembiule blu e porto e porto sempre un fiocco tricolore al mio colletto. lo e i miei compagni abbiamo a nostra disposizione, per la didattica, una spaziosa e luminosissima aula, resa allegra e colorata da cartelloni vari e tanti nostri bei lavori di grafica e pittura. lo mi ritengo soddisfatta sia delle attività che svolgiamo in classe, sia della produzioni che riusciamo a reali...zare, individualmente e nei laboratorildi gruppo. miei compagni di classe 5 sono tutti residenti a S. Domenica T., tranne, Davide che abita a Scalea. Siamo quattro maschi e sette femmine, mentre, ali' inizio dell' anno, erano con noi anche Vincenzo e Gabriella, purtroppo, sono andati via! Noi siamo un gruppo classe molto accogliente. Spesso litighiamo, per fortuna riusciamo a far pace presto. Condividere per molte ore al giorno spazi e attività comuni non è sempre facile, ma, alla fine, riusciamo ad andare avanti con serenità e a lavorare con un certo impegno e tanta collaborazione. Talvolta veniamo taeciati di poca volontà, ma solo per quanto riguardia i compiti a casa! Ci comportiamo nel rispetto delle regole, ma una maestra in particolare ci ripete tino alla noia che non dovrenuno rosicchiare le nostre penne! Quasi sicuramente frequenterò anche le scuole medie con i miei compagni. Mi farà piacere continuare il mio percorso scolastico insieme a loro. ~ -, ~..._-_ ~. n'~-...~ ',.>. ~~, '", ~!'~ ~ Jl, - l,

5

6 lettura dell'mmagine: "La camera da letto" (1888)

7

8 - ~ / 6

9 ...(~~ CàQdo ~ tk. ~.~ -tu. ra»: ~\M};y;() 'tcsl... ~ Qo... "'JVt.O.. ~N'..D..,~ce. ".»2.t~""""(ll... \(1Ù.o '\V(\..()

10 ln raccolta dif,er~::ziatu Per raccolta differenziata dei l'muli s'intende un sistema di raccottale! rifiuti solidi urbani che prevede.per ogni tipologia di rifìuto.una prima selezione da parte dei 'cittadini e si diversifica dalla racc lta ìndifferenziata, prevalente sino a pochi anni fa., Cenni storici.la raccolta differenziata.già diffusa nei paesi del Nord Europa, fu imposta implicitamente a tutto il territorio della CE!.::della diren.vu 75/442 del1975(oggi sostituita da direttive più recenti),la quale all'art.j, imponeva di promuovere la riduzione dei riftuti,il recupero e il rìusd e all'art.7 la "razionalizzazione"della raccolta.della cernila e del trauamenlo. in attuazione di tale direttiva.il DPR915 dell982 stabiliva degli obblighi relativi al riciclo.al riuso al recupero.la legge475 del 1981\ fu più specifica.istimendo una serie di consorzi obbligatori per il ncicl.. e imponendo esplicitamente la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urb. Alcuni esempi di raccolta dilterenziata risalgono già agli n! immediatamente successivi(p.es.in F-nuli),ma nella maggior parte cl territorio nazionale la raccolta differenziata è partita con maggior riguar o. Nel 2009 è stato obbligato da tutti i Comuni,di raccogliere in maniera differenziata almeno il 35% dei ritiuti(in origine tale percentuale era da raggiungere nel 2003);la nuova normativa prevede l'obbligo di raggiungere il 65% entro il 2012 in talia esistono molti Comuni che ottengono ottimi risultati superiori all'80% di materiale differenziato.tra le grandi città con più di abitanti il primato aspetta a Forino.che hel '::',10 ha raggiunto il42,1 % di raccolta difterenziata.ne2009,invece,saknh' ha raggiunto il primato di capoluogo d'talia con la più alta percentuale di raccolta dif1.èrcnziata(72%)raggiungendo,poi,a tinc ottobre li 74,1655%.

11 , ==~c..c:hetbo "'erde,...

12 W ç>1)6t\ca. '\~Q) ~é\:~rt\no ' \,.,;( ~ 1tt.5t. eh ~,~te\'),tori e. "\'y\bal~~i.,vi:rllélti,m ç ',Cii',J e. ~nro ~tel'1}jtofiquhl_<d,.,~i,j,;~'~ ' " al; ment.",y( e \'oc{h (<lc9fuà ~/~~~~le;'be..,~,vlroj ol.~ahl"llehtare:;jatèrg'ì'i.è&,. ).l,.,ith""é, l'e'" te-ial'jdé.{, ~ e. f,att-~~ ~~~~.e(~ro,,,~i~)~'~ ~t;~'h~,"m~e~,~~ 'j~,:~f~'lgi. ct)/o'ye... '" (~'91'eJli.Wì~;"ao'~"ct~ttJb\aht"e'f\,ea., 0.. l.uhì:1.d., CAl-.t N :AR \0 W2A: Qj>...(li))...:'tp.., t>\ He'9.f.NZ A,\"J\ ro~\"a. p._ çuq:ì'p,,or~abi(.8 e liczter,a.le "l.\t\d\t?eyenz.1ate ~rte.j~'q\à.bt;ca \!etr4h, A]uV')\'\,Ò' _,. l1ercoled,. Urt& e la'rte~ e. rla te'fale '):T\d;He\'e~i<Z.t. \je,~ev'ol ç\astig<i '\JeÌ:t6!:' e. A\\urnù"o Saba.to 0r~ahiGO e ìiate.riale 'L\cli ~fey'e.v1z'.i14',, ).Q

13 Nol'l la=c., &l't'o ~, re...6t'(~~o la,su'1 Ptlit;, c.i cc.he ) v.?v.i\y1e le ) SClcc..nett; abtxlhc:b'fla. t,. ~ 1. megl;o ~e'(e 1\'\-tbV'lO j:x.l libo e tai-;t\ fio'(~ Ghe fa.t1, 'ne e ~-hw'e éìh,he r!'ubc.oloy,. DN100 ba. fa.tk s.rrcr"l1.t:..t'(() D 'l::nqu,t\a.q t::llb~\al'o CO'iY\lC\Aee ìu"t"b'1 A 'fa~ o.u~ P~QO-/b <A V\"TA ì'oe.n1 A f...~e~ UN PO~ to"..a \ ç('b~tta ~1;<L~wnéLr\ te'l'rfétl\e o òy\~'o,a\i \"oh ~a~e(.t' Oe. c.eyqj Ì. f é:i\o\:ro ~he comflil3'n~. Y'~ cbe vnà,mw l:1 ~ comp\'~to ~n "8. abba.'njonato \ l'l''/ ec.e Yii. (J),y-aro

14 ).lo..~1 :>A. y~ 5tte't"t'A.1't> N "l:natjl f'(~e MOe,"'NO (Or1NC.&>..~, 'tul''t1 '" t.\,.e. G!JN..(.(::8A.. ~Qa: ".JA -u-»; '\OR~\ ;...~~e. (JN ço' QO;.l.., l f? p" -ce o~\ie~ ' tion e\.,..z.ml doddlarro'(is~tta.rej per P 1W\lX>vta.",Zi 1"~'\'\ta Jel uclo dell~ Vlt.z. Se 11 'ley"de c.'1('l'(~, se l'<igqu~e ben çuli~j ci; CDnse9UeT~ tuu; \'le rc'ad~liere'rro~ tl'utt;, bl&>..m<x1 ta fa~ SilCfìlA"tlO~l '):NGUN(\~ w~\:\a.11o c.orttnl)age -nn'n '" 'ç~ G.UA.<.(OSA... pgl?u-~,_t... "l1'ta, ~'Ni UN çn' Q<SA..', \. '_ "

15 J Cl ~ U ~)e.t0.5 ~cettci. tortè. d~~l"&-~ole

16

17 - _,'*' , t

18 ~r"à2ione ; :r koea retj-\\.. ae iowe cier# J ~~ì'ò-re-rjposare e' il1lp35ì"o per 30 mt'ootr"..: :- ~ tafj 6'are fe m e fe a fe1te, :o1t.b. ~...A.- '- ~'sporre fj:mpasto in una tea08 im}:jurra r 8 e :nfàh<na1él t Sistemar'l/ì' Sopra fe rnepe Ì'a~e, 6te...~ ~kgròt.b dì ~u;.hero a.(? w_q,. :J. ~~e-- ~{eg~hee -lòno fterf6(d.~~ a - ).ptjj" dl'e(\ ~/keo1~ut~..~ Buo\') art>errto ~ r', -

19 l o Esistono migliaia di varietà di mele, ma molti ne conoscono meno di dicc i. Di ogni frutto conosciamo soprattutto la varietà che l'uomo ha deciso di coltivare.vendere. Eppure anche quelle selvatiche sono buonissime: ce ne sono tante, ognuna con un nome diverso. Scoprirle è un' avventura. Si dice: il mondo è bello perché e vario. Non sarebbe triste se ci fossero solo dieci tipi di facce? Ci sono persone nel mondo che coltivano la terra SC1za danneggiare i cicli naturali della natura. Sono i nostri eroi! Entriamol in contatto con la meraviglia che è attorno li noi e dentro di noi, e facciaàio sentire il nostro canto d'amore per la Terra. ~>U4, ~ ~. Ura mela- a( i3i~ 1.oJllie il tnedico di 1fftOl Ai- ' " "

20 Lettura dell'immagine: "rts" (1889)

21 ,

22

23 -. Cl l'l ice; Le diverse tipologie di manifestazione musicale si distinguono, oltrel che per il genere, anche per'l diverso tipo di organica musicale,ossia per il numero e il tipo di strumenti impiegati per l'esecuzione. La forma più ricca c completa dell' espressione musicale è l'orchestra: essa raggruppa la totalità degli strumenti più le voci del coro. Solo i più grandi musicisti si sono cimentati nella scrittura per l'orchestra, perché richiede la conoscenza di tutti gli strumenti, dei segreti e delle qualità sonore di ogni singolo elemento dell'orchestra, cosi da potenzijlre e valorizzare al massimo il singolo' e creare un buon risultato finale di gruppo. Tanti elementi insieme hanno bisogno di una guida, il direttore, che segua l'orchestra in tutte le varie fasi.dalle prove all'esecuzione in pubblico. La prima è probabilmente la parte più emozionante nella vital di un musicista,è il momento in cui, per la 'prima volta.viene mostrato in pubblico i risultato ottenuto dopo moltissime prove ed è anche ilmomento in cui viene verificata la capacità del direttore d'orchestra.l'esecuzione sarà, tanto più armoniosa e piacevole all'as~olto,quanto pìù _il direttyre avrà saputo creare armoma e omogeneità tra 1 diversi elem~lt1 dell'orchestra, ' l

24

25 t.a. "'+om d'!.l ~asso]oco 11 sa.x é sia:to,nveflt~o oel \8~O da. - - belsa. A~rr~eSé.x~1 nome detlo st(lume~ de P1va rropr;o da! c.03no (le d ej SUo \ n"ento(l~. N'orr é., u-b; 1;~za.40 mo1t, nelta. moslga, c.o\+", evl'of~ anc.he se 'na,()\ìo sajlo rnvs'c...he!(e.~ sa)' Com c p0<;,+or-i del c.cj\ D'o cl; ~, zej) Ra.ve~Ge.pl,01t, e {j(l ~ef) U~ \ a.(l80_ U +;;Z'20 S _~ a. " nvece he.l1e, - ba,nde mvs1ull e. nelle r(llme cia.lè ba.nd. A p8..p+'re ola 1. ann~ Ven+, del t{ovecen+o., - d, ven+a. s +pvmen+o ponda. mentale rer ; e c) a_n.t{e fe Cla.n 01, Cl r c, he S+(le é UM,~6a.t, O _<. sel;ore»: C'O s; 8nl P,'-8.. c.he le ~a...b; mu: sic.a.l nop veo~ol1o ~pp;date ~ u.hso1o..t3

26 cpe&,-nolt5 una Sl)sge-i kv~ ;rn~~o-s+a3;~~~ _.f; mbfll r. a:.1{umè,ross;~s; ;--:'ono _...,. ; 3(\;n d. - ~:)~: - - d; 1:~)( _~~j~(t2_ mje-pno. PPj'610 r~a.-l~~ _C_haJL eya..cker.::l1 'ja~ h&-1ìvdo un-- - PUO)!S UGC~SSo--a h'(, he Celm e -S+(l(J (f) èn+; sol~s+a. Oè/{a_- musrc:;a. c,~ge:~&- t'5is+~l'fa ~va.:tf-\)o mòde;111' ofi-~a:)<;j-(.on ;(Jooa,z::o,,; dilìe~se:sor'p8-~ :._- ---

27 \;~~ lìu" ~ ~) 1Y\ te. \~ Y' \J ~a,hnb~cl Her..,. d ti te,. la v \'(:.a e i :S8 h B l:/ e pe' l' il "'~io 'j>,h?s e ç Wl,' \",'1:-'Qvo anot,t.ira",e a~'ihe mese l\') ma'{\o 8\)\0 \e SU~?re.9'n\~\'Q.. -\:r., 914Y'òta-.çq, de l,v,e l'l't \"'1 ch'l. '">ta\oo?ach~ dtte '](l'!,(,y'e s'!.'r\zo ~a~d\~zidcl; l"ito~v\a'(l~, SQ lo yy112 da ~ \i ~E..\~ '<;) l')o'1'~ Se Q4'a\C.QM S~hte gthsi.e s~m~\k; Va'l'o\E? ~a'fl\o ~'(' t'lj:t'l~~.!~\e ~ove'('e ~e 'l'so t"112 c.he a~,-o"a (_H~O'nO \,\Q.\ D2'n1? '. S" t. 4 \-t ai.. o 'y') o 5c çz \' Z. A J 1..\ ; d i~<'l''? ài~1 pae5 e cl i Y'f1 W\, <.,0~a cl q_vo.q 8 H ve"?.l ~d" 'r'"\ ià,e 't!bh9iq\'e', ~h ~~~ dov~.sta '(:e \ o i Wl "'" ~ c.'nq ces é} de VO -r Q '(' ~ es\ qu~s'lo 'no 'no V i \'i '"~E\''Oa hla \'l(l'n C. () 'ry\ ~ h cio t1" t"\,j ~_?ossoi\); le V'è 'n :> a',,1(' c.\";:~i ~\ d ~~ ~ 11,,;re \'l'i 0"(1\ ~ \\lo-, )'\()'fi.\ o ~ '1'\:te 't> d'o \'Y18 ho <3" c.o \'la \ \-:5a.9,hO t.ne -l~ mi dsc.o\ti (lmn;\\~'\d'09a'ocv8'('o\", _..-~.. 1 _.,.. 1..'.L" t :-L. 1»1" cdwi= lo~ Ì,ìO' '00 V?'OS8'-oJ ~Sl..O \\'w~ Ol'\~nl-,~. V\l1a,?'<!'~!3_4aY' da\"\a i_l2_;.fl8 cc '\ a e. 1-3 't>\e'dssa~o"a"~ qm \lo di "11"10elXtl~dQ~~.:l~ 5~sa~e.ss~ c.be~fai\('.a\\0.fatto ~,,~a""a~co-1 1>"';0 ~i~;; -.

28 , c.ìw a ;o a\'l'rld.e 'in\? i\so5l'10 à; 5y<>SJ\' S_i e ha \> àw'l'a do; d:, '1'1. ~ -:.a 'l'e ~ad \'1e ~ save S$e Q4ò Vto t d-i Qçi c.\ \ei l ~ \~s\e\,0 c.hl1?~'!..n <;\19\'>'110 ci. '8"Q\,0 <.\~ c\~ \'la?l4 ~ ~\\:t; di c.~'\ '0a c.,,~àl(-lo ht\?aes~( de\.f4t4 \,0 "'C-~Lle.51:o no t"'o'n e. \1 iv\~.:" 'no. ma nol'l ccm ~'r,~ 1'1 QO (,0"''' l!. -~oss\\" \e ~~'f1sa\'~c:.h~s\d?i4.ç'aci\e 'r00'l'\'i' NO' \ \!\C)"" \0? \,eten c\o l''''~&'\loa.~ol'à <..\ (>509 '(\0: c.lo et 1.\ "'1; asco\t L E' YDl'l \'>; \\'\a \'190 Yio W \"0.\ e J \'lo\e be

29

30 LA STORA D VNCENT ""', '" Tanto tempo {il' viveva in Olanda (un "aese quasi favotoso, perché ricco di fiori di ljf[niripo, di mulini ti ventp qlì tanti calori) tm. );~g:àzzo di nome VinceHé! ~'i(à'n'iloavéva la ~p~fj;jur,à lira pirmoslo mone/.ir e non ;voleva sapeiiie di andare a scuola; infarti, quando la 1j1mma lo accompagnava cominciava a saltare, urlare e fare capricci, Ma c'è da dire che Vincent v. \'ào.~sb.loil'q,l1l'll'rtj ''Jtl'OUf.'pf!f:l# era mqlto fortunato perché aveva una maestra,uj"'.",~rl~.; 1'87 b h,'. dr. " ', ':" ' tdv.ss Trla c e s?p~lla. pe'le!'tan:e1~~i~~ C' ti'a la {.O~(che gli piaceva far~ di più (eh,)ì!le macsrre lo ~an1"t.~sem prel): era ldisegno. Così quando vedeva che faceva tutti queimpricd,lo invitava a~tevolmente ad entrare, promettendogli che avrebbe potuto disegnare;_dò'che vale)(a, Vincent allora anda/a dentro e smetteva, di fare canti wpriçci. VilGent: amava cos (arto dsegnare ch«rgppr..es~ljtava quls'lasi cosa: le c~~~, il cielo, le per$(jri~,l11q.soprq~tuttb~1ìl~va àwo discg1llj~{ fiori, sì puè dire che erano la Slli! passione. :Ma c'è di più, siccome-"'anl'a1/a cosi tanto quadri, quando divenne grande decise di andare a lav,orare in un negozio di quadri. Osservava iquadri del negozio e {antasti,c-ava,!?hsì fanrasticava tanfissimo, gli piaceva Ì1Jl!Jginareche ipersonaggi rappr:esencati parlasseie 'fra loro e ch«ipaesq_~'.gldiptntt fosser,omorl/ll lont'elflt, obitat! ç/r;j stran~~çre,ature, Quanqi!Yff!ncent ra('cofl~~!é$ue [antasie alle per$one~ queste lo prena~vimp:~ljgiro,/1 C(1J/1/cwia"il12 pò maleducata lo chiamava pazzo. Per fortu'l/11!;_qo fratello Theo (v Q2piva beni'ssimo e sapeva che 'erono solo fantasie, infatti era pr()~ Theo ad meoraggiarlo a dipingere, perché lui amava i quadri di rutt'{l'ate1/o e c~~ Vincent dipinse, dlpinse e dipinse. 1sM.[!:luadri più bellf;iano f Gità ~'1t,.gli [rìs,/q f,\j?t~~ te17acae tallti.(ll{fij;~b,e dopo vedrp1.fqjinsieme. Un'alrra cosa Cheamava Vincent elsair(:tparurt le lingue sti,ci:nje!e. irifait.i imparò l'inglese ~ ilfrancese, gli piacque cosi tanto ilftlìncese '" che si trasferl in Francia~ abitò per un pòa:p'qrigl, dove dipinse e visitò tanti musei che gli piacquero molto e per qll~sta ragione insiem?aìsuo :t

31 .,.~ RTRATTO D VAN C.OGH Senti il v.ento fra i capelli, lo accarezzi con le mani. dell'olanda son gioielli i mulini e i tulipani. Rit.: E poi c'è lui, uno come noi, che però, con la pittura sa rive far tristezze e gioie dell'anima: amico solo, l niondo non capisce il tuo amor, per l'arte e per la vita che tu rivivi in tinte accesedi color. Vincent Van Gogh. Quadri con paesaggi e fiori, cose e uomini el lavoro, ha dipinto i girasoli. forse l suo capolavoro. Rit.: E poi c'è lui, uno come noi, che però. con la pittura sa rivelar tristezze e gioie dell'anima: amico solo, il mondo. non capisce il tuò amor, per l'arte e per la vita che tu rivivi in tinte accesedi color, Vincent Van Gogh.

32

33 :-,., - 1 ~. -_ _ - -.i. l ' - -, , l - lo.,, -., - l i -,, l, -, -?J...!,, -

34

35 l,, N0112lE L P/\.ssAw. Sono un rà9qz70 C/ell'antfca 1Wma:appartengo q una Fqmiglia otebeetdescttvv te mia vita quotidiané). Mi chiamo Caio Marco, vivo nella bellissima città di Roma. Siamo nel sec. a.c; ormai Roma conta quasi un milione di abitanti. Come la maggior parte della popolazione, vivo in un minuscolo appartamento situato in un edificio di quattro piani, sovraffollato e rumoroso, n latino questi edifici si chiamano'" insulae"'. Questi casermoni si affacciano su strade piene di traffico, strette e msteodorenti, sono costruiti con legno e mattoni di qualità scadente e sono.spess, soggetti a crolli e incendi. A/ piano terra c' è l'appartamento del padrone, le botteghe e le osterie. A primo piano, dove le stanze sono più spaziose,si trovano gli artigiani e i commercianti. Nei piani superiori, costruiti con mattoni e legno, trovano alloggio le famiglie più povere, come la mia! Non esistono servizi igienici. L'acqua viene attinta alle fontane pubbliche.in strada. Le finestre non hanno i vetri, ma rozze tende e, alcune, imposte di legno. X Poiché io sono figlio di una famiglia molo povera,sono già impiegato nei lavori dei campi e n n ricevo nessun tipo di istruzione, costerebbe tropp'o per la mia famiglia! 33

36 ~ " e Le mie sorelle imparano da mia madre ad occuparsi delle faccende domestiche. lo indosso una tunica, una veste di lana lunga fino al qinoccbio e stretta in vita da una cintura.ai piedi calzo sandali, ma spesso sono scalzo. Gioco con le biglie e con le noci. Con i miei amici o costruito un carrettino che viene trainato da ae i cani randagi che siamo riusciti ad addomesticare. lo mangio con le mani e mi piace andare alle term, A volte, i politici n cerca di favori offrono l'entrata gratuita a tutti per un giorno. Mi piace molto stare in giro, come a tutti i Romenl.e vado spesso negli anfiteatri per assistere ai combattimenti dei gladiatori, schid V'Ì &tdcfestràti) alle lotte dei gladiatori con.gli animali feroci, al combattimenti dei pugili e alle battaglie navali. Ogni famiglia ha in casa un tempietto dedicato ai Lari/le divinità che proteggono la casa,ai Mani, f' li spiriti degli entensti defunti e ai Penati,gli dei c e proteggono Tutti i giorni la dispensa. mio padre offre a loro cibo e fiori, l' e l, ' f

37 1 3 '3 Sono un ragazzo patrizio dell' antica Roma... 1 Mi chiamo Caio Marzio, vivo nella bellissima città di l Roma, siamo ormai neljsec. a.c. e Roma conta quasi un milione di abitanti. in città, le famiglie patrizie, come la mia, vivono in case lussuose su un solo piano: si chiamano domus. Sono dotate di numerose stanze, acqua corrente, servizi igienici e impianti di riscaldamento. Sul retro della nostra casa c'è un giardino circondato da portici e adornato con statue e fontane. T muri esterni non hanno finestre, per tenere lontani la polvere c i rumori della strada. Oltre l'ingresso c'è l' atrio. E' un ampio spazio con il tetto aperto per raccogliere in una vasca l'acqua piovana. La nostra sala da pranzo si chiama triclinio, dal nome dei letti a tre posti su cui ci sdraiamo per mangiare. Le pareti sono affrescate e i pavimenti decorati a mosaico. Le camere da letto sono i cubicoli, arredate con mo~ili preziosi c oggetti d'arte. l miei genitori possiedono anche una casa in campagna.la villa. La viua è una vera e propria azienda agricola. Una partj è destinata ad abitazione per i proprietari, in questo caso per i miei genitori. Vi sono poi magazzini e aree per la lavorazione dei prodotti agricoli con macine per le olive e torchi per l'uva. Nelle ville piu grandi, lavorano centinaia di schiavi. l più ribelli portano le catene e la sera vengono rinchiusi lin

38

39 stanzetre sotterranee senza finestre (gli ergastoll), nel' impedirne la fuga. Ho imparato a leggere, a scrivere e a contare verso i sci anni. Successivamente, cioè ora, studio grammatica,... '..... aritmetica, stona, musica e persino greco: no amnnnamo molto la cultura. greca! Le lezioni vengono impartite da un insegnante individuale. maestro è spesso uno schiavo greco ed è severo; esso ricorre anche alle punizioni corpora/i. l miei compagni più piccoli tengono sulle ginocchia u~a tavoletta spalmata di cera, che incidono con una cannuccia.lo stilo. Noi più grandi scriviamo invece su un rotolo di papiro con una cannuccia appuntita intinta nell' inchiostro. Per fare i conti usiamo l'abaco o dei sassolini, dctu calcula. Dopo sei ore di scuola, ritorno finalmente a casa... La mia famiglia paga una piccola somma mensile per mantenermi agli studi. Le mie sorelle, affidate ad un insegnante, imparano a suonare, a cantare, a leggere e a scrivere. ndosso una tunica di lana lunga fino al ginocchio c strett1 in vita da una cintura. Sulla tunica portiamo la toga, un mantello che lascia liberi la spalla e il braccio destri. Ai piedi calziamo sandali o stivaletti chiusi con lacci: i calcei. Porto i capelli corti. La cena è il pasto forte della giornata: può durare alcupe ore. Spesso è un vero e proprio banchetto con numerose portate, allietato da musiche e danze. 3t-,

40 t Con i miei compagni, nel giardino. giochiamo con animali di legno a rotelle. con trottole e carretti trainati da cani veri. caprette o cavallini. La nostra, come ogni famiglia romana, ha in casa un tempietto dedicato ai Lari, le divinità che proteggono la casa, ai Penati, che proteggono la dispensa e ai Mani, gli spiriti degli antenati defunti. Tutti igiorni mio padre offre a loro cibo e fiori. n realtà, però, noi Romani passiamo la maggior parte del tempo fuori casa., Amiamo in modo particolare gli spettacoli, ai qu~li partecipiamo a migliaia! i Nel teatro si rappresentano le tragedie. e le commedie, COme avveniva in Grecia, Nel circo si tengono le corse dei carri, nell' anfiteatro si svolgono i combattimenti fra i gladiatori. Sono per 10 più schiavi addestrati a combattere tino alla morte tra loro e con le bestie feroci. l più forti diventano gli idoli del pubblico che partecipa a$1ì spettacoli con un tifo sfrenato! noltre, trascorriamo il nostro tempo libero alle terme, dove ci dedichiamo al rclax e alla cura dci corpo. Le più grandi, hanno diversi locali:p,scine d'acqua calda e fredda, palestre, sale per i massaggi, ristorarsi, biblìateche... nsomma, noi Romani amiamo proprio goderci la vita! '

41 Com'è fatto l'orologio? l1j Collega con una frec.cia,j nomi con le parti dell'orologio. l lauadrante _...' 12. ;-.~ rlanceta] L.,f _.~ NUMERO DELLE ORE 1" /_DELLE. io 2"~~\..~.11 r9 3'1 ~. : \. '\8 'z..6 ~~~]..' ORE "Co,lorala risposta esatta. Per. fare un giro completo dell'orologio, la lancetta dei secondi ci, mpiega... 10~ r 2 MNUT \ 'Qual è la lancetta che "cemmtns=più lentamente? i ORE t MNUT] [ SECON~~ 3~ ---~

42 {olout- the S~RTb'~~/the TRoU3E~ h}b~ SHRyt'l\aw/Ut")VMf~ ~~/thebo'nuer ~~dij.,4 the ~L.oV~So~tUC)e >o-~ LP

43 OLOOK ANO COMPLETE. HOME (ROSSWORVS 5 l 5...' [] 3,. K T H N 1 t 2 G 4,... B D R M F t R R

44

45 ~ cla c,c,\ 1="\1" A c.e~(.a. le ~8.{'ole:?ROGP.AMMA i S OL!)~~ $, 5JCCE.SSo g VDEo c A N'fANT.l SUoNA RE C.UL TURA ~

46 J

47 ...

48 4b J --~ w,.~

49

50

51 Di N ai:ale ( 1.& ) ~ Capoca~or&e~~4~2. 'lbt'a hi ~vic. (-l_s) ì1t1o.m. Ca_Vét-0i [ 1.. b) ~ De ~i s (-~;) ll:tojtojtjpv»= PaliLdo li ~). MilrL> (1~) ~ : -:)0 y'e>lic. (ltt.-) 1J~~ klose ( -\2-) ~6 ~ ~~~~~~4~~l l, Mi\:Loli (-\-\) ~ C(]la~o ~~~) ~ Matt' i ( io) (;-'Oy'j t\co ( :t0~

52 So l Lettura dell'immagine: '" girasoli" (1888)

53 --<Prf"\'l RE",);.. ~ \r(eollr<,)j.\ ~_.- ~s. f;;,\\[~~\n o«-;:o' \ - RO. _- - \t{\?ol\n EuO ~Ol<"' ~ '1.lL, ~ ~5). ur",..o.. Cu'1i.ùNUÀ M\Xn iìw, ùm O~~ \) f'('f\j.). Qg_ oxz, ).a..t.dr<,..q... _. c!i-.a. ~ ~ 9 \ : ~ -, O f \--\ G L li K :5 \ () 7-i F \ \-\ G A H C 1-\ ( 1 - r- c: R C C- - A l ç r: A l'p N \!-ç: \ C W \ O es O -<lin R ç l \-\ l v \ k l E. --( \ - t i <- 7 l G C ~ (:. "\ n

54 ~ "":~Tl-"" LJ_...,,~ o-_ '.1 r"'\h... e- '''Y'ol.~ \"7'tn.(J.l MC). ~'1""''''1'\'rC",

55 ~ j;;)q.5hf'a~,on~ -{Q.(T(l. ~~,{Qx\o,p <j dd.\jo ~~d_"2,i(), eh un f'èr'0\:a \OY1tòV\c. ~\,\~l\~.\(,p'<,e~,;t~uv"l rgc..o\? Vi-,è)X31.'. ' Ì\aY' dq.\:'s.o, "~j.a:"~~'c'{'cltu\;)_a Q.. rne.\"civ k J..:j" '1'1\,:;) a~(o""a'(e. òtl:è,'("\a.: c.'ne.. \OOcz.D A'\t~'('{o à L? 6ù,.ùn ~ ~afl\-.q...(c>-e.')'~'(a \.A",~ cl..xgas\y'la Q_ r\ \\a l)'(l c.~,,\c c.dx' ~~.. ~(l- ~ \ o ('t'l' ~Yr.~"'\.. l'y\oh\: BO~ìò.....l.(3 C.~YVi3..,çi<.nè. ',\ cie~d) ~ m:'\.. '10 ~'O''''\\0 ~al)fa ' d,..j c\\:''(.~\(\-k,,re' f"f \.)1(\ ~\"- 1(.6 rt C.Lc \ a ~c",\.)'(' a.?-<.i:l~, Ce\\ \\"~ tl.ln~q. Q. morbdq. C.he..b<2~'Y'k,( a,('0 cy\ d~01 ~~c,(d\~jrèt\ ~ ca co\ ),_(èr-o o.,\ò ào'(o"c,.)_~,j.,l, \. ço'(\!...~ _AJ:O<:\ 't','(lèì;q_) ~\C'\Qr;\. 6_Q.\ CL,,")\.)~\.. QXbQ. ~cn~a; ~ çiof\ ch{l,..5<:'..\"(' \:-',a'l\o à\ 9...b~_ R\.(,7k~ ~;_!t..~ ~.o.-

56 l ~ -:, - _-

57 Lodato sii, mio Signore, con tutte le tue creature, specialmente signor fratello Sole, che, porta il giorno e illumina tutti noi. E bello e raggiante con grande splendore: do te, Altissimo, porta l significato di luce, Lodato sii, mio Signore, per sorella Luna e tonte Stelle: in cielo le hai create, splendenti, preziose e belle, Lodato sii, mio Signore, per fratello Vento, per il Cielo, le Nubi, il Sereno e ogni tempo, coi quali ai le tue creature dai sostentamento. Lodato sii, mio Signore, per sorella Acqua, lo quale é molto util'e e umile, preziosa e casta, Lodato sii, mio Signore, per fratello Fuoco, col quale ci illumini di notte: esso é bello, giocondo, robusto e forte. Lodato sii, mio Signore per nostro madre Terra, che ci sostiene e governa, e produce frutti, fiori varioj:>intled erba, Lodato sii, mio Signore, per quelli che perdo-d nano in nome del tuo amore e sopportano malattie' infermità e dolore.

58

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME

GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME GLI EGIZI UNITA DIDATTICA REALIZZATA DA: MARIANNA MEME 1 PREMESSA Questa unità didattica è stata realizzata per bambini stranieri di livello linguistico A2 che frequentano la classe IV della Scuola Primaria.

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Opuscolo per i bambini

Opuscolo per i bambini I bambini hanno dei diritti. E tu, conosci i tuoi diritti? Opuscolo per i bambini Ref. N. Just/2010/DAP3/AG/1059-30-CE-0396518/00-42. Con approvazione e supporto finanziario del Programma della Unione

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli