DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE"

Transcript

1 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI G. MARCONI PENNE ESAMI DI STATO DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE 5 a SEZIONE A CORSO ITER

2 A.S. 2013/201 ESAMI DI STATO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE QUINTA SEZ. A CORSO ITER Il presente documento è stato redatto ai sensi della normativa vigente in materia. E stato approvato dal Consiglio di classe nella seduta del 12 maggio 2014,come attestato da separato verbale. La classe 5 a sezione A del corso ITER è composta dai seguenti alunni: N COGNOME NOME 1 ANGELINI ELEONORA 2 BUCCELLA SIMONA 3 CABRAL JULIETA MARTINA 4 COLAIOCCO JESSICA 5 COLAZILLI JESSICA 6 D ADDAZIO DEBORA 7 D IGNAZIO ILARIA 8 DE AMICIS ANNALISA 9 DELLA ROVERE VALENTINA 10 DELLE MONACHE GIORGIA 11 FINOCCHIO LUCA 12 PASQUALONE ALESSANDRA 13 PERILLI MICHAELA 14 PIERDOMENICO CRISTINA 15 POMANTE PAOLO 16 ZENONE ANGELICA

3 Il Consiglio di classe è composto dal Dirigente Scolastico prof.ssa Antonella Sanvitale e dai seguenti docenti: MATERIA Italiano e Storia Lingua Francese Conversazione lingua francese Lingua Inglese Conversazione lingua inglese Lingua Spagnola Conversazione lingua spagnola Diritto e Legislazione Turistica Discipline Turistiche e Aziendali Matematica Arte e Territorio Geografia Turistica Educazione Fisica Religione Sostegno DOCENTE MAIORINO MARIELLA DI RUGGIERO M. MANOLA DE SANCTIS ELEONORA BERNARDI FLORA RIVERA MARISA POMPONIO CINZIA CEBRIAN ZAPATA ANA MARIA DE FLAVIIS TONINO MEALE ADELINA DI GIOVANNI LORELLA CHIAVAROLI CINZIA PATRIARCA GIANLUCA CHIAVAROLI TOMMASO PACE ANTONELLA SQUARTECCHIA PAOLA L insegnante di Italiano e Storia ha seguito la classe dal secondo al quinto anno L insegnante di L. Francese ha seguito la classe nel triennio L insegnante di Conv.Francese ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Lingua Inglese ha seguito la classe nel quarto e nel quinto anno L insegnante di Conv.Inglese ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Lingua Spagnola ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Conv.Spagnolo ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Diritto e Leg.ne Tur. ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Discipline Turistiche e Az.li ha seguito la classe nel quarto e nel quinto anno L insegnante di Matematica ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Arte e Territorio ha seguito la classe nel quarto e nel quinto anno L insegnante di Geografia Turistica ha seguito la classe nel quarto e nel quinto anno L insegnante di Educazione Fisica ha seguito la classe nel quinto anno L insegnante di Religione ha seguito la classe nel quarto e nel quinto anno L insegnante di Sostegno ha seguito l alunno nel quinto anno

4 INDIRIZZO TURISMO: profilo professionale L Istituto Tecnico per il Turismo forma persone con competenze sia nell ambito professionale specifico sia in quello linguistico e informatico per operare nel sistema informativo dell azienda e contribuire all innovazione e al miglioramento dell impresa turistica. Una particolare attenzione è rivolta alla formazione plurilinguistica. Al termine del corso il diplomato sarà in grado di: Gestire servizi e/o prodotti turistici atti a valorizzare il patrimonio paesaggistico, artistico, culturale, artigianale, enogastronomico del territorio Collaborare con soggetti pubblici e privati per definire progetti di miglioramento e di promozione turistica del territorio Utilizzare strumenti informativi per proporre servizi turistici anche innovativi Accedere alla normativa pubblicistica, civilistica e penale, in particolare a quella del settore turistico Intervenire nella gestione aziendale per gli aspetti organizzativi, amministrativi, contabili e commerciali Comunicare in tre lingue straniere

5 PROSPETTO DELL EVOLUZIONE DELLA CLASSE NEL TRIENNIO La classe 5 a sez. A corso ITER è composta da 16 alunni: 14 ragazze e 2 ragazzi. Ripercorrere l evoluzione della classe nel triennio è abbastanza lineare. CLASSE ISCRITTI PROMOSSI PROMOSSI CON DEBITO NON PROMOSSI RITIRATI NUOVI ISCRITTI TERZA A // 1 // QUARTA A // // QUINTA A 15 1* * un alunna proviene da altro Istituto Per gli alunni che hanno riportato debiti formativi al termine del terzo e del quarto anno scolastico sono stati attivati dall Istituto corsi di recupero nel periodo estivo, come deliberato dal Collegio dei Docenti. Per gli alunni che al termine del primo periodo valutativo hanno riportato una valutazione non positiva nelle diverse discipline si è provveduto ad attivare interventi di recupero in itinere. PRESENTAZIONE DELLA CLASSE Gli alunni della classe 5 a sez. A corso ITER costituiscono un gruppo complessivamente omogeneo per estrazione sociale e culturale, eterogeneo per interesse, impegno e partecipazione al dialogo educativo. Si può affermare che tutti hanno mostrato sempre un atteggiamento corretto e responsabile nei confronti dell istituzione-scuola e mediamente accettabile nei confronti del dialogo educativo; infatti hanno frequentato abbastanza regolarmente e con adeguata attenzione le lezioni, hanno preso parte ai lavori proposti anche extra curriculari: accoglienza dei genitori o di studenti provenienti da altre scuole nella fase di orientamento scolastico. Alcuni, inoltre, nel corso del terzo anno, hanno partecipato in maniera proficua al progetto Scuola di Turismo attivo/infopoint. E doveroso aggiungere che quasi tutti, nel corso del quinto anno, hanno studiato con una certa regolarità, pervenendo tuttavia a risultati differenti, perché differenti sono le capacità, differente era il livello di partenza dei singoli, differenti sono stati l impegno e l applicazione nel lavoro domestico. Attualmente la classe può essere divisa in tre gruppi: al primo gruppo appartengono 5/6 ragazzi che con una partecipazione continua e attiva alle lezioni e con un impegno costante e responsabile sono pervenuti a una lodevole preparazione complessiva con qualche punta di eccellenza. Nel corso del triennio hanno progressivamente maturato autonomia metodologica, capacità espressive e rielaborative, hanno affinato lo spirito critico e partecipato con entusiasmo a tutte le attività svolte. Al secondo gruppo appartengono 6/7 alunni che hanno frequentato regolarmente le lezioni e mostrato interesse al lavoro svolto in classe, ma non si sono applicati nello studio con continuità e determinazione, cosa questa che ha influito sulla preparazione, complessivamente positiva, ma non del tutto completa e consapevole.

6 Segue, infine, un terzo gruppo, meno numeroso, formato da studenti che hanno mostrato interesse al lavoro svolto in classe e hanno cercato di studiare senza riuscire, però, a ripianare del tutto lacune linguistico espressive e metodologiche derivanti soprattutto da difficoltà oggettive. Essi, comunque, hanno messo a frutto dignitosamente l esperienza scolastica nel suo insieme (lezioni, attività integrative e stages formativi) conseguendo un profitto globale sufficiente. All interno della classe è presente sin dal primo anno di corso un alunno diversamente abile che ha seguito con continuità e interesse tutte le attività proposte dall insegnante di sostegno e dai docenti curriculari. L alunno è stato seguito in classe, per ogni anno del corso, dall insegnante di sostegno per nove ore settimanali e dall assistente scolastico specialistico per altre nove ore. Per una conoscenza più dettagliata dell alunno e della sua personalità si rimanda al documento allegato dell insegnante di sostegno.

7 ATTIVITA INTEGRATIVE Gli alunni della 5 a integrative: sez. A corso ITER hanno partecipato alle seguenti attività Periodo Luogo Attività Ottobre novembre Sala Consiliare Premio letterario Città di Penne. Comune di Penne Incontri/dibattiti con gli scrittori finalisti: Franco Arminio, Rosella Pastorino, Daria Bignardi Sala Consiliare Incontro/dibattito STOP AL Comune FEMMINICIDIO Sala Consiliare Incontro/dibattito VIDEOART Comune di Penne Austria Ungheria Slovenia ITCG Marconi Penne ITCG Marconi Penne ITCG Marconi Penne I.T.C.G. Marconi - Penne Sala Consiliare Comune di Penne Viaggio di istruzione: destinazione Budapest. Incontro di orientamento con i rappresentanti dell Università Telematica E Campus Olimpiadi della matematica (alunne coinvolte: D Addazio e Perilli) Incontro di orientamento con il personale dell Esercito italiano Incontro di orientamento con i rappresentanti della Guardia di Finanza Mattinata dannunziana: incontro/dibattito sulla vita, gli amori e le avventure di D Annunzio, uno sguazzone della Pescara Roma Udienza generale del Santo Padre Latina Giornata della Memoria delle vittime di tutte le mafie organizzata dall associazione Libera (alunne coinvolte: Angelini, D Ignazio, Perilli e Pierdomenico) ITCG Marconi Penne Università di Teramo Orientamento universitario Poliarte di Ancona: presentazione corso di studi Orientamento universitario

8 STAGE AZIENDALE A.S. 2012/2013 Gli alunni, al termine del quarto anno, durante il periodo estivo, al fine di acquisire elementi fondamentali inerenti il futuro inserimento nel mondo del lavoro, hanno svolto il tirocinio formativo presso agenzie di viaggio e strutture alberghiere comportandosi più che correttamente. Si riporta, di seguito, il prospetto riepilogativo: Alunno Agenzia/Hotel Luogo Monte ore Angelini Eleonora Hotel Le Nazioni Montesilvano 100 Buccella Simona Grand Hotel Montesilvano 100 Cabral Julieta M. Hotel Ariminum Montesilvano 100 Colaiocco Jessica Grand Hotel Montesilvano 80 Adriatico Colazilli Jessica Hotel Duca degli Montesilvano 100 Abruzzi D Addazio Debora Scuderi Viaggi Pescara 100 D Ignazio Ilaria Blu Serena Spa Pescara 100 De Amicis Annalisa Scuderi Viaggi Pescara 100 Della Rovere Valentina Hotel Le Nazioni Montesilvano 100 Delle Monache Giorgia Grand Hotel Montesilvano 100 Pasqualone Alessandra Grand Eurhotel Montesilvano 100 Perilli Michaela Wolftour Discover Penne 100 Abruzzo Pierdomenico Cristina Wolftour Discover Penne 100 Abruzzo Pomante Paolo Hotel Ariminum Montesilvano 100 Zenone Angelica Grand Eurhotel Montesilvano 100 SIMULAZIONE DELLE PROVE DI ESAME

9 La classe ha effettuato: Simulazione della prova scritta di italiano secondo il regolamento che disciplina l Esame di Stato, in data , insieme alle altre classi quinte dell Istituto. Simulazione della seconda prova scritta di discipline turistiche aziendali, in data , insieme alla 5 a A Igea e alla 5 a B Mercurio. Simulazione della terza prova, una in data e una in data Per le tracce assegnate e le relative griglie di valutazione vedere le copie allegate a parte. PROGRAMMAZIONE CURRICULARE DEI DOCENTI Si riportano di seguito le schede compilate da ciascun docente dalle quali sono desumibili i dati relativi a: Contenuti disciplinari svolti e tempi di realizzazione; Metodi di lavoro adottati; Libri di testo e altro materiale didattico; Tecnologie, spazi e laboratori utilizzati; Tipologie di verifiche scritte e orali adottate; Criteri di valutazione; Obiettivi disciplinari raggiunti. Materie Italiano Storia Lingua Francese Conversazione di Lingua Francese Lingua Inglese Conversazione di Lingua Inglese Lingua Spagnola Conversazione di Lingua Spagnola Diritto e Legislazione Turistica Discipline Turistiche e Aziendali Matematica Arte e Territorio Geografia Turistica Educazione Fisica Religione Sostegno Penne,12 maggio 2014 Letto, approvato e sottoscritto.

10 Prof.ssa Maiorino Mariella Prof.ssa Di Ruggiero M. Manola Prof.ssa De Sanctis Eleonora Prof.ssa Bernardi Flora Prof.ssa Rivera Marisa Prof.ssa Pomponio Cinzia Prof.ssa Cebrian Zapata Ana Maria Prof. De Flaviis Tonino Prof.ssa Meale Adelina Prof.ssa Di Giovanni Lorella Prof.ssa Chiavaroli Cinzia Prof. Patriarca Gianluca Prof. Chiavaroli Tommaso Prof.ssa Pace Antonella Prof.ssa Squartecchia Paola Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Antonella Sanvitale PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO NELL ANNO SCOLASTICO DI RELIGIONE CATTOLICA CRISTIANA. CLASSE V A ITER Presentazione del programma

11 La chiesa in dialogo: il dialogo con il mondo L ateismo e le sue figure Il mistero delle stimmate La dottrina sociale della chiesa L Eutanasia La pena di morte Il mistero della Sindone Giustizia e pace. L Economia solidale La difesa dell ambiente La vita nascosta Colloquio con la classe sulla giustizia e la pace La Shoah. Lo sterminio degli Ebrei nei Lager nazisti Biografia di Papa Francesco in vista dell incontro con il Santo Padre. Udienza Generale nel giorno 26 febbraio 2014 Intervento di Don Giorgio Moriconi sulla centralità del Pontificato di Papa Francesco Le otto domande di Eugenio Scalfari a Papa Francesco La risposta di Papa Francesco ad Eugenio Scalfari Uguaglianza di diritti e di doveri nelle attese dei popoli e nell insegnamento cristiano Messaggio di Papa Francesco per la Quaresima Gesù: da Nazareth al Giordano Gli ultimi giorni a Gerusalemme La risurrezione di Gesù Il matrimonio e la famiglia Pace e sviluppo La Bioetica Visione del film su San Giovanni Bosco. IL DOCENTE Penne, 12/05/2014 CLASSE QUINTA SEZIONE A CORSO ITER DOCENTE: MARIELLA MAIORINO DISCIPLINA : ITALIANO

12 CONTENUTI DISCIPLINARI SVOLTI TEMPI 1) Il Romanticismo in Europa e in Italia settembre - ottobre La polemica classico-romantica Ottobre - A. Manzoni ottobre novembre - G. Leopardi novembre dicembre 2) L età del Realismo - La Scapigliatura. Naturalismo e Verismo gennaio - E. Zola e G. Verga - Incontro con un opera: I Malavoglia 3) L età del Decadentismo : caratteri generali febbraio - G. Pascoli febbraio - marzo - G. D Annunzio marzo aprile 4) Il primo novecento - L. Pirandello aprile - Incontro con un opera: Il fu Mattia Pascal - I. Svevo - Incontro con un opera: La coscienza di Svevo aprile maggio 5) I poeti e la guerra - G. Ungaretti maggio - S. Quasimodo 6) E. Montale: cenni maggio LETTURE ANTOLOGICHE - G. Berchet : da La lettera semiseria : La poesia popolare - A. Manzoni : da Le Odi : Il cinque maggio I Promessi Sposi - G. Leopardi : da Le Operette Morali : Il Dialogo della Natura e di un Islandese ; Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggere da I Canti : L Infinito ; Alla luna ; A Silvia ; La quiete dopo la tempesta ; Il sabato del villaggio ; Canto notturno di un pastore errante dell Asia ; A se stesso. - G. Verga : da Vita dei campi : Fantasticheria ; Rosso Malpelo. Prefazione a L amante di Gramigna Prefazione a I Malavoglia. da: Novelle Rusticane : Libertà - G. Pascoli : da Myricae : Novembre ; X Agosto ; Lavandare ; Temporale ; Il lampo ; Il tuono. da I Canti di Castelvecchio : Il gelsomino notturno ; Nebbia. dalle prose: Il fanciullino - G.D Annunzio: da Le novelle della Pescara : Dalfino ; da Alcione : La pioggia nel pineto ; I pastori da Il Notturno : L incontro con la madre - L.Pirandello : da: L umorismo : Un arte che scompone il reale dalle Novelle per un anno : Il treno ha fischiato ; La patente ; Ciaula scopre la luna. - G.Ungaretti: da: L allegria : Veglia ; I fiumi ; S.Martino Ottobre Ottobre-novembre Novembre Dicembre gennaio febbraio febbraio marzo marzo aprile maggio

13 del Carso, Fratelli, Soldati. da: Il dolore : Non gridate più - S. Quasimodo: da: Giorno dopo giorno : Alle fronde dei salici ; Uomo del mio tempo. - E. Montale : da: Ossi di seppia : Non chiederci la parola ; Meriggiare pallido e assorto ; Spesso il male di vivere ho incontrato. - La Divina Commedia : schema generale della terza Cantica METODI DI LAVORO ADOTTATI Lezione frontale; analisi testuale; lettura selettiva del libro di testo. Lo studio della letteratura italiana è stato svolto facendo sempre riferimento al contesto storico e mettendo in evidenza come le varie manifestazioni culturali siano intimamente collegate alle realtà socio politiche da cui nascono. Si è lavorato, inoltre, sui testi, privilegiando l analisi storico culturale degli stessi. LIBRI DI TESTO ADOTTATI ALTRO MATERIALE DIDATTICO Titolo: LetterAutori (voll. 2 3) Autori: B. Panebianco, M. Gineprini, S.Seminara Fotocopie da altri testi Casa ed.: Zanichelli Titolo:Antologia di canti dalla Commedia a cura di F. Greco Casa ed. Zanichelli TIPOLOGIA DI VERIFICA ORALE ADOTTATA CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO Interrogazioni brevi - Conoscenza degli argomenti - Interrogazioni tradizionali - Esposizione chiara e corretta - Discussioni guidate - Pertinenza lessicale

14 - Analisi di testi e documenti - Interpretazione e analisi dei testi - Raccolta di dati relativi alla partecipazione, - Rielaborazione personale all interesse, all impegno - Capacità di esprimere un giudizio Personale TIPOLOGIA DI VERIFICA SCRITTA ADOTTATA CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO Per il tema si prendono in considerazione il contenuto e la forma - Saggio, articolo di giornale - Tema storico Contenuto: pertinenza alla traccia, coesione e coerenza, ampiezza, capacità argomentativa, rielaborazione - Tema di ordine generale Forma: competenza lessicale, morfologica e sintattica;rispetto delle regole di composizione (articolo di giornale o saggio), esposizione, punteggiatura. - Analisi e commento di testi letterari e non Per l analisi e il commento di un testo si prendono anche in considerazione: - comprensione complessiva - analisi e interpretazione - riflessioni e approfondimenti OBIETTIVI DISCIPLINARI RAGGIUNTI Gli allievi che hanno riportato una valutazione sufficiente o discreta: - sanno esprimere in modo lineare i concetti fondamentali della biografia e del pensiero degli autori e anche delle correnti letterarie oggetto di studio; - sanno collocare cronologicamente una corrente o un autore e sanno individuare i

15 condizionamenti che la situazione storica esercita sugli stessi; - sanno collocare un testo nel quadro complessivo dell opera e del pensiero del suo autore; - sanno comprendere un testo nel suo significato letterale. Gli allievi che hanno riportato una valutazione buona o ottima: - sono in grado di rielaborare in maniera personale i contenuti; - possiedono una capacità espressiva adeguata; - riescono a fornire un autonoma interpretazione dei testi. Gli allievi che hanno riportato una valutazione mediocre o insufficiente: - conoscono in modo frammentario le correnti e gli autori della letteratura italiana; - manifestano incertezze nell esposizione. Gli obiettivi indicati sono stati raggiunti in maniera diversa dai singoli allievi, perché differenti sono le capacità di ognuno e differenti sono stati l impegno e la partecipazione di fronte al dialogo educativo come si può evincere dai voti assegnati. Il docente Anno Scolastico 2013/ CLASSE QUINTA SEZIONE A CORSO ITER DOCENTE: MARIELLA MAIORINO DISCIPLINA : STORIA CONTENUTI DISCIPLINARI SVOLTI TEMPI

16 1) Le rivoluzioni del 48 in Europa e in Italia (sintesi) Settembre 2) Le guerre per l indipendenza italiana. L unità d Italia 3) I problemi dell Italia unita. La Destra al potere 4) La seconda rivoluzione industriale. La nascita delle organizzazioni Ottobre operaie e del movimento socialista 5) Francia: il secondo impero Novembre 6) L unificazione tedesca 7) I governi della sinistra in Italia: da Depretis a Giolitti 8) L età del progresso tecnico e dell imperialismo (sintesi) 9) L Italia giolittiana Dicembre 10) La prima guerra mondiale. La rivoluzione russa Gennaio 11) Il lungo dopoguerra e la crisi dello stato liberale italiano 12) Il regime fascista Febbraio Marzo 13) Stati Uniti e Unione Sovietica tra le due guerre: - la crisi americana del 29 - la dittatura di Stalin 14) La Germania del dopoguerra e il Nazismo Aprile 15) La guerra di Spagna e l espansione del Nazismo 16) La seconda guerra mondiale Maggio 17) La guerra fredda 18) La nascita della Repubblica italiana METODI DI LAVORO ADOTTATI Lezione frontale; lezione dialogata. L insegnamento della storia non si è configurato come una serie di nozioni, ma come ricerca problematica sulle vicende centrali nella storia dell umanità. Si è privilegiato, inoltre, il metodo interdisciplinare, soprattutto per quanto riguarda i fatti letterari. LIBRI DI TESTO ADOTTATI ALTRO MATERIALE DIDATTICO Titolo: Dialogo con la storia voll. 2 3 Autori: - A. Brancati T. Pagliarani Casa ed. : La Nuova Italia TIPOLOGIA DI VERIFICA ORALE ADOTTATA CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO - Interrogazioni brevi - Conoscenza degli argomenti - Interrogazioni tradizionali - Chiarezza espositiva ed uso - Discussioni guidate appropriato del linguaggio - Prove semistrutturate storiografico - Analisi di testi e documenti

17 - Raccolta di dati relativi alla artecipazione,all interesse, all impegno. - Capacità di collegamenti tra discipline affini OBIETTIVI DISCIPLINARI RAGGIUNTI Gli alunni che hanno riportato una valutazione sufficiente o discreta: - Conoscono i contenuti essenziali della disciplina e sanno riferirli con linguaggio abbastanza chiaro. Gli alunni che hanno riportato una valutazione buona o ottima: - Sanno anche riconoscere i diversi aspetti di un evento storico complesso; - Sanno usare con proprietà termini del linguaggio storico; - Sanno individuare i legami tra eventi storico-politici e letterari. Gli alunni che hanno riportato una valutazione mediocre o insufficiente: - Conoscono in modo frammentario le tematiche analizzate; - Manifestano incertezze nell esposizione. Gli obiettivi indicati sono stati raggiunti in maniera diversa dai singoli allievi, perché differenti sono le capacità di ognuno e differenti sono stati l impegno e la partecipazione di fronte al dialogo educativo come si può evincere dai voti assegnati. Anno Scolastico 2013/ Il docente PROGRAMMA DI LINGUA E CIVILTA FRANCESE E CONVERSAZIONE FRANCESE CLASSE 5 A ITER - A.S. 2013/4 Prof.ssa Morena Manola Di Ruggiero Prof.ssa Eleonora De Sanctis Materiale tratto da riviste, Internet, TV5, Bonini-jamet: Littérature et civilisation françaises Civilisation Découvrir l Europe avec Erasmus Les nouveaux barbares

18 Internet ébranle la formation Le rythme scolaire en France L uniforme à l école, pour ou contre? Littérature Le Naturalisme Les frères Goncourt Le contexte social et scientifique du Naturalisme Emile Zola, sa vie, son œuvre Une masse affamée, tiré de «Germinal» Paul Verlaine, sa vie, son œuvre Art poétique Arthur Rimbaud Voyelles Le dormeur du val Le futur dans le passé Charles Baudelaire : Correspondances Albatros Tourisme Le transport maritime Le Curriculum Vitae La lettre de motivation Répondre à une offre d emploi La réponse de l employeur Région PACA (vidéo TV5 monde et photocopie) Région RHONE-ALPES (vidéo TV5 monde et photocopie) La CORSE (photocopie+ itinéraire en Corse) L AUVERGNE (vidéo TV5 monde et photocopie) L ALSACE (vidéo TV5 monde + photocopie+ la route des vins) La LORRAINE (photocopie) Vidéos Clichés sur les Français : débat et comparaison avec les clichés sur les autres pays) C est la vie : débat sur les mots étrangers dans la langue maternelle Jeux de rôle Situation de vie quotidienne : Réserver dans une agence, dans un hôtel Donner et demander des informations Confirmer ou annuler des réservations I DOCENTI Penne, 12/05/2014 CLASSE: QUINTA SEZIONE: A CORSO : ITER DOCENTE : BERNARDI FLORA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

19 CONTENUTI DISCIPLINARI SVOLTI TEMPI Romanticism:the role of nature The positive and negative aspects of tourism Primo periodo The problems affecting the modern society The different types of communication History:from William the Conqueror to Elizabeth I Finding Europe through the back door London s highlights Aestheticism Oscar Wilde s literary production and his communicative message

20 The social background of the Victorian age Niche holidays Global warming. Our commitment to protect the environment Sustainable tourism Secondo periodo Wealth and poverty all over the world Seasonal jobs abroad Horror tourism:disaster strikes,tourists follow C.Dickens:the main features of his literary production The theme of blindness New York s highlights How to write an application for a job How to write a CV SPAS Farm stays

21 J.Joyce:Dublin as the centre of paralysis Narrative techniques: epiphanic method and the interior monologue METODI DI LAVORO ADOTTATI Lezione frontale Analisi testuale Simulazione di conversazioni nei diversi contesti comunicativi LIBRI DI TESTO ADOTTATI ALTRO MATERIALE DIDATTICO TRAVEL MATE-English for tourism - M.Ravecca -Ed-Minerva Scuola Fotocopie per l approfondimento TIPOLOGIA DI VERIFICA ORALE ADOTTATA CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO

22 Verifica orale tradizionale Conoscenza degli argomenti; esposizione chiara e con una adeguata scelta lessicale; capacità di analisi e sintesi; Comprensione di testi specifici di indirizzo e commento in lingua Discussione guidata su argomenti di vario interesse, e rielaborazione scritta in una fase successiva capacità di rielaborazione personale La misurazione docimologica fa riferimento alla valutazione di BLOOM: 1-2-3: nessuna conoscenza; 4-5: scarse conoscenze; 6: livelli minimi di contenuti e di padronanza; 7-8: padronanza; 9-10 massima padronanza La valutazione ha tenuto conto anche di elementi quali la partecipazione e l impegno TIPOLOGIA DI VERIFICA SCRITTA ADOTTATA CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO

23 -Prova strutturata -comprensione di un testo -riassunto -composizione La valutazione ha tenuto conto dei seguenti parametri: -le regole morfosintattiche -la coerenza -la coesione -l elaborazione personale dei contenuti OBIETTIVI DISCIPLINARI RAGGIUNTI Gli studenti sono in grado di orientarsi nella comprensione di pubblicazioni in lingua straniera relative al settore specifico di indirizzo. Sanno,inoltre,descrivere processi e situazioni in modo personale, con chiarezza logica e sufficiente padronanza lessicale. Possiedono,infine,una discreta conoscenza della cultura del paese straniero che permette loro di usare la lingua con adeguata consapevolezza dei significati che essa trasmette L insegnante Bernardi Flora Penne,12 maggio 2014 CLASSE: QUINTA SEZIONE: A CORSO: ITER DOCENTE: RIVERA MARISA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CONTENUTI DISCIPLINARI SVOLTI

24 American & English English Comparisons Riddles & stories Prepositions Telling stories Describing unusual objects Quiz Creation & completion of a questionnaire Communication Tools Tourist destinations Specialist holidays Trends in Tourism Reading comprehension Phrasal verbs Covering letters Penne, 12 maggio 2014 L'insegnante: CLASSE: QUINTA SEZIONE: A CORSO: ITER

25 DOCENTE : CINZIA POMPONIO DISCIPLINA: LINGUA E CIVILTA SPAGNOLA CONTENUTI DISCIPLINARI SVOLTI TEMPI Primo periodo Repaso: tiempos verbales del presente y del pasado Repaso preposiciones Las perífrasis verbales Los verbos de transformación Temas de actualidad: tecnología e informática, alimentos y comida, espectáculos y música, tiempo libre y viajes Settembre/ Ottobre El hotel y el restaurante Las quejas El futuro y el condicional El subjuntivo El imperativo Principales oraciones subordinadas Gastronomía española y latinoamericana Alojamientos turísticos en España Novembre/ Dicembre Secondo periodo Medios de transporte Tipos de turismo El itinerario turístico Las principales ferias y fiestas españolas La agencia de viajes: paquetes y folletos Ejemplos de carta comercial, fax y correo Destinos turísticos en España y Latinoamérica Presentación de algunos recorridos turísticos de las CCAA: Barcelona Madrid Valencia Las dos Castillas Gennaio/ Marzo Breve cuadro histórico del siglo XVIII al siglo XX La Guerra Civil y el franquismo y la transición La literatura española: Romanticismo, Realismo, Aprile/ Giugno

26 Modernismo y Las Vanguardias Presentación de algunos autores y análisis de textos: - Gustavo Adolfo Bécquer: Rimas - Leopoldo Alas Clarín: La Regenta - Rubén Darío: Poesías - Federico García Lorca: Teatro y Poesías - Pablo Neruda: Poesías METODI DI LAVORO ADOTTATI Approccio linguistico comunicativo-formativo Lezione frontale e/o di gruppo con partecipazione attiva degli alunni, esercitazioni nel laboratorio, lavori individuali e di gruppo Simulazioni di conversazioni nei diversi contesti educativi Analisi testuale LIBRI DI TESTO ADOTTATI Contacto. Curso de español para italianos Nivel 2, J. Pérez Navarro, C. Polettini, ed. Zanichelli + cd audio Buen Viaje! Curso de español para el turismo, L. Pierozzi, ed. Zanichelli + cd audio ALTRO MATERIALE DIDATTICO Fotocopie per l approfondimento Materiale autentico e vivo Film e canzoni SPAZI - LABORATORI - TECNOLOGIE UTILIZZATE Aula e Laboratorio d informatica Presentazioni in PowerPoint Materiale audiovisivo

27 TIPOLOGIA DI VERIFICA ORALE ADOTTATA Le verifiche sono state realizzate attraverso colloqui individuali e/o collettivi, creazioni e presentazioni di itinerari turistici e/o di percorsi letterari CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO 1. Comprensione del testo 2. Chiarezza espositiva 3. Uso appropriato del lessico 4. Uso adeguato dei registri, fluidità, intonazione 5. Capacità di creare collegamenti TIPOLOGIA DI VERIFICA SCRITTA ADOTTATA Le verifiche sono state realizzate attraverso esercizi scritti, comprensione e commenti di testi, creazioni e presentazioni di itinerari turistici e/o di percorsi letterari CRITERIO DI VALUTAZIONE IMPIEGATO 1. Corretta fruibilità del testo prodotto 2. Coerenza, coesione ed organicità 3. Uso appropriato del lessico e proprietà di linguaggio 4. Correttezza lessicale e formale 5. Apporto personale e capacità critica CORRISPONDENZA CONOSCENZE/VOTO Nulle 1 Meno che essenziali 2/3 Sommarie e frammentarie 4 Parziali e superficiali 5 Essenziali 6 Corrette e chiare 7 Complete ed organiche 8 Approfondite ed elaborate 9/10

28 OBIETTIVI DISCIPLINARI RAGGIUNTI La classe V A ITER è formata da 16 alunni, tutti del precedente anno scolastico eccetto un alunna proveniente da altra scuola. Il comportamento è risultato generalmente corretto e rispettoso. Dal punto di vista didattico, la classe ha evidenziato un livello di partenza complessivamente accettabile, anche se non del tutto omogeneo. Si sono evidenziate, e sono state confermate durante tutto l arco dell anno scolastico, due fasce di livello. Un piccolo gruppo, costituito da alunni con buone capacità cognitive, ha lavorato con dignitoso senso di responsabilità ed evidente costanza nello studio, conseguendo così un buon profitto. Un secondo gruppo ha dimostrato un livello d impegno, partecipazione e attenzione al dialogo educativo discontinuo e saltuario, raggiungendo risultati appena sufficienti. Al termine delle attività didattiche, la classe ha raggiunto i seguenti obiettivi disciplinari: 1. Comprende semplici messaggi orali, sapendone cogliere situazione ed argomento; 2. Riporta in forma semplice sia scritta che orale il contenuto di un testo o di un dialogo; 3. Partecipa ad una conversazione essendo in grado di fare domande e di rispondere su argomenti della sfera del quotidiano; 4. Comprende testi scritti relativi a situazioni di vita quotidiana; 5. Elabora, anche se in maniera non del tutto autonoma e personale, argomenti oggetto di studio. Penne, lì 12 maggio Il Docente Cinzia Pomponio

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER GLI ESAMI DI STATO 2008/2009 ( Regolamento art. 5 ) CLASSE 5 a. sez. A

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER GLI ESAMI DI STATO 2008/2009 ( Regolamento art. 5 ) CLASSE 5 a. sez. A ISTITUTO TECNICO AGRARIO O. Munerati C.F. 80004570299 ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI A. Bernini Via Cappello,10 45100 S. Apollinare-RO Corso del Popolo, 274 45100 Rovigo Tel. 0425 492404 Dir. 0425 49900

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it NEL BLU I NOSTRI SERVIZI: - Corsi aziendali - Traduzioni - Traduzioni con

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016 decima edizione In collaborazione con Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a.

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a. SIS Piemonte Parlare del futuro, fare delle previsioni Specializzata: Paola Barale Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi a.a. 2003-2004 1 1. Contesto Liceo linguistico, secondo anno 2. Livello A2

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli