Direttore responsabile Giovanni Vinciguerra. Autori degli itinerari Enzo Cilento, Teresa Buongiorno. Art Director Cristina Lococo - Multidea S.r.l.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direttore responsabile Giovanni Vinciguerra. Autori degli itinerari Enzo Cilento, Teresa Buongiorno. Art Director Cristina Lococo - Multidea S.r.l."

Transcript

1

2 Direttore responsabile Giovanni Vinciguerra Autori degli itinerari Enzo Cilento, Teresa Buongiorno Art Director Cristina Lococo - Multidea S.r.l. Stampa Grafiche Mazzucchelli S.p.A. - Via Cà Bertoncina, 37/39/ Seriate (BG) - tel Supplemento al n. 526 novembre 2012 di Tuttoscuola Spedizione in abb. post. D.L. 353 /2003 (conv in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB Roma registrazione del Tribunale di Roma del 07/04/1975 Redazione Tuttoscuola Luigia Bernardon, Cristina Duca, Gianna Fabbri, Ivano Mancinelli, Elide Zuccadelli Direzione, redazione e amministrazione Editoriale Tuttoscuola S.r.l. Via della Scrofa n Roma tel fax L Editore rimane a disposizione degli aventi diritto per le fonti iconografiche non identificate NORMATIVA, MODULISTICA E FAQ SUI VIAGGI DI ISTRUZIONE Se volete conoscere quali sono: - le più frequenti domande e risposte da parte dei genitori, degli studenti e degli insegnanti, - le regole da seguire per organizzare i viaggi di istruzione, - la modulistica e tutte le norme di riferimento nel Mini Testo Unico sui viaggi di istruzione, potete richiedere le precedenti edizioni dell Annuario dei viaggi di istruzione contattando la redazione al numero telefonico o tramite l

3 sommario sommario ITINERARI CULTURALI ALL ESTERO PARCHI E ITINERARI VERDI La Repubblica Ceca targata UNESCO 6 Riserve Naturali Regionali - Marano Lagunare (UD) 70 In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino 10 Lido di Jesolo Sea Life Aquarium 72 Viaggiare è un arte. Il grande viaggio nella Francia degli impressionisti 17 Gardaland Progetti per conoscere - Castelnuovo del Garda (VR) 74 L Albania, amore mediterraneo 24 I Giardini Botanici di Hanbury - Ventimiglia (IM) 77 Minitalia Leolandia - Capriate (BG) 78 ITINERARI CULTURALI IN ITALIA Forte di Bard - Val d Aosta Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà - Torino Ravenna, la città dei mosaici Vivere il museo in ogni senso. Il Museo Galileo - Firenze Associazione Museo dei Ragazzi. A Firenze Un Museo per capire la Natura! - Firenze Casa Cares - Reggello (FI) Sulle orme del divino poeta - Firenze, Verona, Ravenna Safari Ravenna Grotte di Frasassi. Uno spettacolo unico al mondo Panta Rei. Centro di esperienze per l educazione allo sviluppo sostenibile - Passignano sul Trasimeno (PG) Parco Naturalistico Archeologico di Vulci - Montalto di Castro (VT) Sea Life Roma Aquarium. Novità! Apertura 2013 Il Parco Nazionale della Majella Tra Sport e Natura nei Parchi d Abruzzo - Bussi sul Tirino (PE) Lo Zoosafari di Fasano Museo Casa di Dante - Firenze Urbino. Non un palazzo ma una città in forma di Palazzo Hard Rock Cafe - Roma Viaggio nella storia dei mezzi di locomozione La Napoli di Totò e De Filippo I percorsi dell anima Il Museo dell Olivo - Imperia OFFERTA FORMATIVA. I VIAGGI D ISTRUZIONE 102 NORMATIVA 103 SCHEMA OPERATIVO PER UNA VISITA DIDATTICA 111 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013

4 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero La Repubblica Ceca targata UNESCO La Repubblica Ceca targata UNESCO Il castello di Praga Secoli di storia, vent anni di riconoscimenti. Era il 1992 quando l Unesco posava i suoi occhi attenti e calava per la prima volta la sua mano protettiva sui capolavori inestimabili e imperdibili del suolo ceco. Nel ventesimo anniversario dall iscrizione del primo sito il centro storico di Praga con i suoi magnifici monumenti nella prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale dell Umanità, la Repubblica Ceca invita studenti e docenti italiani a un nuovo modo di scoprire Praga, città d arte densa di storia e di mistero, dalle atmosfere uniche. Un occasione per studiare la storia sul campo, invece che sulle pagine dei libri, concedendosi un itinerario a ritroso nel tempo, nel cuore dell arte e nell interpretazione del Bello. Nella capitale, ma anche in altri luoghi straordinari del Paese. Non c è che l imbarazzo della scelta, perché la Repubblica Ceca è tra le poche destinazioni al mondo a poter vantare una simile concentrazione di siti inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell Umanità: ben 12, tra Boemia e Moravia. Per scegliere l itinerario e organizzare il viaggio si può consultare il sito ma una scolaresca va condotta certamente prima di tutto a Praga, da dove tutto ha avuto inizio L autorevole e meticoloso censimento dell Unesco su suolo ceco non poteva infatti che partire dalla capitale, splendido concentrato d arte e di storia senza tempo. Unica e irripetibile, Praga è considerata la capitale di tutte le città. Ecco perché l Unesco ha calato il suo velo protettivo non sui singoli monumenti, ma sull intero, vasto e preziosissimo centro storico, capace di parlare più lingue e di impersonare più stili architettonici, dal romanico al cubismo, fino al tipico funzionalismo. Nella Lista sono così entrati la Città Vecchia e quella Nuova, l antico quartiere ebraico di Josefov con le sue sinagoghe, l immenso castello (una cittadella nella città), la fortezza barocca di Vysehrad, il caratteristico quartiere di Mala Strana, un infinità di chiese, cattedrali e palazzi unici nel loro genere e naturalmente il simbolo indiscusso della città: Ponte Carlo con la sua lunga teoria di statue a sentinella sulla Moldava. Ponte Carlo Praga è semplicemente Praga. Diversamente da quanto accaduto in quasi tutte le grandi capitali, il suo centro storico è sopravvissuto praticamente intatto alla seconda Guerra Mondiale e oggi si presenta ancora integro, privo di edifici troppo moderni e pregno di atmosfere antiche. Anzi, antichissime. E non è solo una questione di antiche pietre, arcate, torri, campanili, guglie, stucchi e rilievi seppur di straordinario valore l unicità di Praga è anche un fatto di atmosfere. Quell aura misteriosa che avvolge la città, alimentata da miti, leggende e antiche storie di magia e alchimia, seduce tutti, perché appartiene a Praga ma anche al mondo intero. Così ha sancito l Unesco. A voi giudicare: Info: e Ma la Lista, e il viaggio, continua. Alla visita della capitale, la gita scolastica può e dovrebbe abbinare almeno uno degli altri 11 siti Unesco cechi, che qui elenchiamo. Cesky Krumlov Cesky Krumlov Un villaggio di fiaba, nel Sud della Boemia (non lontano dal confine austriaco), la cui storia è legata alla potente dinastia dei Rosenberg ( ) e ai loro successori. Tutto appare fermo al Medioevo: il maestoso castello (secondo per grandezza e imponenza solo a quello di Praga) affacciato sulla Moldava, i vicoli acciottolati del centro, gli scorci nascosti, le piccole case una addossata all altra, le taverne accoglienti Holasovice Borgo-gioiello in Boemia meridionale, alle porte di Ceske Budejovice, oggi considerato il miglior esempio di architettura popolare barocca della regione. Architettura rurale funzionale al lavoro di campagna ma non insensibile ai dettami estetici: una grande piazza rettangolare su cui si affacciano 23 fattorie che raggruppano 120 edifici collegati tra loro da muriccioli, archi e portoni. Telc Telc Pittoresca cittadina medievale, a metà strada tra Praga e Vienna, fondata nel XIII secolo al crocevia di importanti vie commerciali. Favolosi il castello che sfoggia splendidi saloni ridondanti di decori e preziose collezioni d arte, oltre a un raffinato giardino all inglese e il centro storico, frutto di un preciso progetto armonico. Cimitero ebraico La Repubblica Ceca targata UNESCO 6 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

5 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero La Repubblica Ceca targata UNESCO Trebic Sotto tutela sono oggi l ex ghetto di Zamosti e il cimitero ebraico (il più vasto del Paese, con lapidi e tombe), molto ben conservati, e la basilica romano-gotica di San Procopio. San Procopio Villa Tugendhat Villa Tugendhat (Brno) Progettata nel 1928 dal rinomato architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe, oggi, dopo un attento restauro appena concluso, è l unico monumento di architettura moderna riconosciuto come patrimonio dell umanità dall Unesco in Repubblica Ceca. Lednice-Valtice Un microcosmo d eleganza all aria aperta, esteso su 200 chilometri quadrati, realizzato tra il XVII e il XX secolo su un terreno di proprietà del casato dei Liechtenstein. Sotto il cielo sono rappresentati al meglio barocco, neogotico e arte verde del XIX secolo. Indicata come il giardino d Europa, l area verde Lednice-Valtice, punteggiata di sculture, templi, fontane, bizzarrie e decori neoclassici, funge da pittoresco trait d union tra gli omonimi castelli. Lednice-Valtice Kromeriz Il palazzo arcivescovile e i suoi parchi sono contemplati come uno tra i progetti barocchi più fini e ambiziosi, capace di influenzare l architettura europea dell epoca. Kromeriz, ribattezzata l Atene della regione di Hana è una città elegante, ricca di storia, nota al grande cinema per aver ospitato i ciak del film Amadeus di Milos Forman. Olomuc Nella Lista, la singolare Colonna della Santissima Trinità che troneggia nella piazza principale. Il monumento barocco, eretto tra il 1716 e il 1754, rappresenta tra l altro la più vasta collezione di statue in un unico pezzo mai realizzata in Europa centrale. Olomuc Litomysl A Litomysl nacque Bedrich Smetana, grande compositore ceco, celebre per aver regalato ai suoi connazionali e al mondo intero le note della Moldava. Come una melodia appare al visitatore anche il castello di Litomysl, costruito nel XVI secolo e superbo esempio di architettura rinascimentale di ispirazione italiana. Santuario di San Giovanni Nepomuceno (patrono di Boemia) A forma di stella, questo capolavoro non lontano da Zdar nad Sazavou che sposa Kromeriz gotico e barocco è a firma del grande architetto barocco boemo (ma dalle chiare origini italiane) Giovanni Biagio Santini. Cattedrale di Santa Barbara Kutna Hora Non lontano da Praga, Kutna Hora nel Medioevo fu seconda solo a Praga, grazie alle sue miniere d argento. Nella Lista, la Cattedrale di Santa Barbara, intitolata alla protettrice dei minatori, e quella dell Assunta nella vicina Sedlec. INFORMAZIONI ENTE NAZIONALE CECO PER IL TURISMO Via G. B. Morgagni, Milano tel. (+39) sito: La Repubblica Ceca targata UNESCO 8 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

6 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino Percorsi letterari per bambini La leggenda di re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda è nota a tutti, anche ai bambini, sopratutto dopo il film in cartone animato di Walt Disney. Benché molti sostengano che Artù non sia mai esistito e che la sua leggenda sia nata soltanto per dare agli inglesi un personaggio che potesse tener testa al mitico Carlo Magno e ai paladini francesi, i luoghi in cui la sua vicenda si articola esistono davvero, possono essere visitati, sono ricchi di cimeli e curiosità di ogni tipo. Facilmente raggiungibili, costituiscono un occasione per scoprire alcuni tesori medievali e visitare Stonehenge, il circolo magico di pietre di origine preistorica, che pare sia sorto sulla base di complicati calcoli astronomici. Un illustrazione di Re Artù e un incisione di Carlo Magno LA VERA STORIA DELLA TAVOLA ROTONDA Verso la metà del XII secolo i sovrani inglesi, che avevano radici in Francia, si stavano costruendo un regno che comprendeva l Inghilterra e gran parte della Francia stessa, ed era assai più vasto di quello dei re francesi. Ebbero perciò bisogno di inventarsi delle origini capaci di competere con quelle dei loro rivali. Se i francesi avevano Carlo Magno, gli inglesi avrebbero avuto Artù, un condottieri celtico nominato appena nelle opere storiografiche del tempo. A queste si ispirò Robert Wace, scrittore normanno, per il suo Romanzo di Bruto (1155) in cui si parla per la prima volta di una Tavola Rotonda, attorno a cui i cavalieri avrebbero preso posto in parità, senza che nessuno prevalesse sugli altri. Il Castello e l interno della Cattedrale di Winchester Intanto il poeta francese Crétien de Troyes componeva i suoi racconti in versi: Lancillotto o il cavaliere della carretta (1177), Perceval o il racconto del Graal (1190). Qualche anno dopo, tra il 1215 e il 1235, alcuni autori di cui non si conosce il nome, scrissero un gruppo di romanzi, in prosa francese, che sono noti come il Lancillotto in prosa. Più tardi, quasi un secolo dopo, Robert de Boron scrisse La storia del Graal, che cristianizzava la vicenda. Ai nostri giorni molti autori si sono ispirati a quelle storie, e innumerevoli i film ne sono stati tratti. La tavola rotonda a Winchester LE TAPPE DEL VIAGGIO Sono più d una le città che vantano di sorgere sul luogo in cui era situata la mitica Camelot, residenza della corte di Artù. Tra queste Winchester, nell Hampshire - fondata dai romani nel 43 dopo Cristo, capitale dell Inghilterra dal XI al XIII secolo - nel cui castello troneggia una celebre Tavola Rotonda. Non esistono più le gambe, e la tavola è appesa alla parete. Ha un diametro di cinque metri e mezzo ed è divisa in spicchi, ciascuno con il nome di un cavaliere, Artù compreso. La tavola Rotonda è molto importante in questa storia perché, secondo la leggenda, il suo possesso legittimava la discendenza regale e i re di Francia e d Inghilterra si combattevano anche ostentando, ciascuno, la mitica eredità. Guglielmo I, detto il Conquistatore, se ne era fatta fare una di ventiquattro posti. Filippo Augusto di Francia ne volle una di centocinquanta posti. Quella di Winchester ha invece venticinque posti, e quello di Artù, in beffa alla tradizione della parità, inalbera il ritratto del sovrano in trono. Ma si tratta di un aggiunta postuma, fatta dai Tudor, che fecero persino inserire al centro la rosa del loro stemma. Che Winchester fosse l antica Camelot, lo sostenne Thomas Mallory, che nel 1485 scrisse un romanzo fondamentale, La morte di Artù. In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino 10 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

7 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino Un illustrazione di Camelot e una raffigurazione di Cadbury Castle Altri sostengono invece che Camelot sorgesse dove oggi si trova Cadbury Castle, nel Somerset, dove scavi archeologici hanno riportato in luce negli anni Sessanta una cittadella fortificata risalente ai tempi di Artù. Si dice che ogni sette anni, alla vigilia di Natale (o di capodanno, non è chiaro), da qui scendano verso Glanstonbury il re e i suoi cavalieri, nelle loro scintillanti armature. Perché è proprio qui infatti che, sempre secondo la leggenda, giacciono, in una grotta sotterranea, Artù e i suoi, pronti a risvegliarsi nel caso ci fosse bisogno di loro, ed a questa credenza si lega l appellativo di re in eterno dato ad Artù per convenzione comune. La Camelot di Goffredo di Monmouth, lo storico di Britannia, è invece a Caerleon, nei pressi di Cardiff, nel Galles, dove la Tavola Rotonda è identificata con l anfiteatro romano, in cui Artù avrebbe radunato i suoi cavalieri in gran consiglio. Il matrimonio di Artù e Ginevra conservati in una bara di quercia. Qui pare sorgesse Avalon, il regno delle fate, la porta per l altro mondo, l isola magica coperta dalle nebbie dove Artù morente venne portato da una barca senza nocchiero. Il luogo è ricco di suggestioni anche perché è qui che giunse Giuseppe d Arimatea con il santo Graal, il calice in cui era stato raccolto il sangue di Gesù crocifisso, per fondare una delle prime comunità cristiane in Britannia. Pare che Giuseppe piantasse il suo bastone in terra, e ne nascesse un albero, i cui discendenti esistono ancora. A Tintagel, sulla costa, si trovano i resti del castello in cui Artù nacque, figlio illegittimo di Uther Pendragon e della bella Igraine, la moglie del duca di Gorlois. In realtà pare che i ritrovamenti archeologici non confermino questo fatto, ma la notizia ci è data da Goffredo di Monmouth, che visitò il castello e letto i documenti al tempo in cui scriveva la Storia dei Britanni, nel XI secolo. Le Isole Scilly Di fonte al castello, si vedono le Isole Scilly, ritenute gli ultimi resti di Lyonesse, l Atlantide dei britanni, la città sommersa della leggenda. Secondo il poeta Tennyson fu a Lyonesse che si svolse l ultima battaglia tra Artù e il figlio Mordred, che voleva rubargli il trono; fu fermato da Merlino il Mago, che fece sprofondare la terra e distrusse l esercito del traditore. In ricordo, due isole portano il nome del re, la Great Arthur e la Little Arthur. È invece situata in Francia la Foresta di Brocelandia dove si svolsero molte avventure dei cavalieri della Tavola Rotonda e dove Merlino venne imprigionato dalla fata Viviana che gli aveva tolto i suoi poteri. La leggenda arturiana si snoda infatti tra le due Britannie, la grande e la piccola, la Bretagna di oggi. In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino L Anfiteatro di Caerleon A Glastonbury si dice che vennero ritrovati, nel 1911, nel cimitero dell abbazia, i resti di Artù e della regina Ginevra, i cui capelli d oro erano ancora intatti, L Abbazia di Glastonbury Le rovine di Tintagel La Foresta di Brocelandia 12 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

8 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino Un illustrazione di Mago Merlino e la sua ipotetica tomba nella Foresta di Brocelandia Attribuito a Merlino, che ne sarebbe stato l architetto, l anfiteatro di Stonehenge, il più antico luogo preistorico della Gran Bretagna, pare abbia almeno quattromila anni. Si tratta di due cerchi di colonne di pietra, di cui ne restano solo una parte. Eppure nonostante ciò, ancor oggi chi si collochi al centro del cerchio, al solstizio d estate, è in grado di veder sorgere il sole sulla pietra del Tallone (Heel Stone) situata all ingresso. Questo ha fatto supporre che si tratti di un osservatorio astronomico, o di un tempio in onore del dio Sole. Gli studiosi negano che sia stato innalzato dai druidi, i sacerdoti celtici, che arrivarono in Gran Bretagna più tardi, nel terzo secolo avanti Cristo. Comunque gli archeologi ammettono che a Stonehenge restano tracce di diverse ricostruzioni, tutte molto antiche. Moltissime le leggende intorno a questo sito, c è persino chi ritiene che qui si trovi la porta per entrare in mondi paralleli. Da qualche anno comunque il luogo è recintato, per impedire danneggiamenti. AMBITI DISCIPLINARI Letteratura e storia, soprattutto. Il viaggio può essere preparato attraverso una serie di letture e di proiezioni cinematografiche, differenziate a seconda dell età dei ragazzi. Per i bambini si incomincia con La spada nella roccia (1963), il cartone animato di Disney, di cui esistono trascrizioni in volume facilmente accessibili ai più piccoli. Per i ragazzi, Camelot. L invenzione della Tavola Rotonda di Teresa Buongiorno ( istrici Salani) e I cavalieri della Tavola Rotonda e La leggenda del santo Graal di Mino Milani (Mursia). Per i ragazzi più grandi e per gli adulti Le gesta di re Artù e dei suoi nobili cavalieri di Thomas Malory, trascritte da Steinbeck (Rizzoli), Stonehenge durante il solstizio d estate In Inghilterra con Artù e il Mago Merlino Il romanzo di Teresa Buongiorno Stonehenge La Spada nella Roccia di W. Disney la saga di Mary Stewart (La grotta di cristallo, Le grotte nelle montagne, L ultimo incantesimo, Il giorno fatale - Rizzoli) e Le nebbe di Avalon della Zimmer Bradley (Longanesi), oltre a Re in eterno di White ( oscar Mondadori), che raccoglie quattro romanzi, il primo dei quali servì di falsariga a Disney per il suo cartone animato. 14 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

9 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero Inghilterra: Artù e Merlino Tra i film ricordiamo Camelot di Logan (1967), Excalibur di Boorman (1980), Lancillotto e Ginevra di Bresson (1974), Il primo cavaliere di Zucker (1994), ma ce ne sono anche altri. Excalibur di Boorman Chi infine volesse accedere alle fonti può trovare negli oscar Mondadori sia I romanzi della Tavola Rotonda (3 volumi, che raccolgono diversi testi tra cui Il cavaliere della carretta e Morte di Artù), che I romanzi cortesi di Chretien de Troyes (5 volumi) e La leggenda del santo Graal (due volumi), tutti in cofanetto. Infine, una dettagliata guida che dà conto dello stato degli studi sui diversi argomenti è In viaggio con Artù, di Fabio Giovannini e Marco Zavattini, pubblicata dal Minotauro, di Milano. INFORMAZIONI ALUNNI DESTINATARI Tutte le età, dai bambini di scuola elementare ai ragazzi delle medie a quelli delle superiori. TEMPO NECESSARIO PER LA VISITA Almeno quattro giorni MEZZI DI TRASPORTO In aereo fino a Londra. Poi mezzi locali o pullman a noleggio. Viaggiare è un arte Il grande viaggio nella Francia degli impressionisti Nel 1874 il fotografo Nadar ospitò nel suo studio una collettiva di giovani artisti, tutti nati intorno al 1840, e raccoltisi sotto il nome di Società anonima dei pittori, scultori e incisori. Si trattava di Claude Monet, Camille Pissarro, Edgar Degas, Alfred Sisley, Auguste Renoir, Berthe Morisot, Paul Cezanne, subito ribattezzati impressionisti da Leroy, critico del periodico satirico Charivari, il quale del resto intendeva ironizzare sulle opere esposte, e in particolare su Impression, soleil levant di Claude Monet. La Grenouillère - C. Monet Viaggiare è un arte La Grenouillère - A. Renoir Il gruppo era attivo fin dall incontro del 1863 tra Monet, Renoir, Sisley e Bazille. Impressione, sole nascente - C. Monet Autoritratto di Renoir e foto di Monet Il dipinto La Grenouillère (1869), ristorante sulla Senna, ritratto da Monet e Renoir durante le frequenti escursioni fuori Parigi, può essere considerato un manifesto delle poetiche impressioniste. Quello che si coglie e quello che proponiamo qui come primo obiettivo del nostro viaggio è l interesse per l ordinarietà del circostante: luoghi oggi invece consacrati per sempre all immortalità, luoghi a partire dai quali oggi è possibile riprendere il nostro cammino a ritroso nella loro arte e nella loro poetica, a rebours. 16 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

10 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero Viaggiare è un arte LA LORO PARIGI Ci sarebbe tanta letteratura da richiamare alla memoria. E musica. E danza. Dovremmo ricordare i poeti e i romanzieri: da Mallarmè a Toulouse-Lautrec; da Maupassant a Debussy; fino a Proust. Ma sarebbe troppo e troppo lungo parlarne. Si tratta però di riscoprire quella Parigi, innanzitutto, i suoi paesaggi, le sue strade, gli interni, i luoghi di ritrovo della Capitale del tempo. Gare Saint-Lazare - C. Monet li, anche se i teatri e l arte che sopravvive o va in scena mantengono di quel mondo oggetti e costumi antichi, fascino e poesia fantastica. Parliamo pertanto dei loro quadri ispirati al teatro, al circo, alle ballerine I LUOGHI DI VAN GOGH La parte Sud della Francia veniva chiamata tradizionalmente la Terra e la Strada dei Pittori. Da Arles ad Avignone, nel periodo che va dal 1875 al 1920, molti artisti, affascinati da questa regione, celebrano con le loro opere i colori accesi e la luce del Sud. Anni fa, per l anniversario della morte di Cezanne, scomparso nel 1906, la sua città natale, Aix-en-Provence, ha riaperto il Museo Granet. Il genio di Van Gogh in pochi anni di Provenza ha lasciato al mondo i colori dei papaveri, dei campi di grano, degli scorci della regione come forse non è accaduto per nessun altro. con il fratello Theo, mercante d arte ed al cui fianco riposa oggi, ad Auver-sur-Oise, a Nord Ovest della Capitale transalpina. La Pianura della Crau - V. Van Gogh Eppure, dopo gli incontri di Parigi con Pissarro, Toulouse-Lautrec, Gauguin tappa per la quale Van Gogh ha peraltro lasciato grandi opere e scorci da riscoprire con questo nostro viaggio immaginario, a ritroso la vena più grandiosa del genio si esprime proprio in terra di Provenza, attraverso gli itinerari che ora andremo a suggerire. Intanto Parigi... Resta poco della Parigi di quegli anni eroici. La Montmartre di quegli anni, vera fucina d arte e di poesia, non c è più. C è però ancora il ricordo di questi grandi; il mulino di La Galette, ritratto da Van Gogh nel 1886; la veduta della città, complessiva, da Montmartre, il cui dipinto di Van Gogh risale all estate dello stesso anno. E poco altro, certo. Veduta da Montmartre - V. Van Gogh Viaggiare è un arte Le Pont Neuf - A. Renoir Il tutto riletto da loro, dagli Impressionisti, attraverso la centralità della luce, quale tratto unificatore dello spazio, percepito come un continuum in cui i profili chiusi degli oggetti fluidificano. Il che viene ritratto con tratto rapido, pennellate brevi, macchie, virgole e punti che trattengano le infinitesime vibrazioni delle luce (materia). Altre cose della loro poetica e del loro mondo certo non sono più rinvenibi- Autoritratto con Cappello di Feltro - V. Van Gogh Un viaggio nei luoghi di Van Gogh parte è vero da L Aia, la regione della Drente, in Olanda, e dal villaggio di Nuenen dove vive la sua famiglia, ma poi ci conduce ben presto altrove. Prima ad Anversa, in Belgio, alla scoperta di Rubens; poi a Parigi, dove vive infatti a partire dal 1886, Montmartre Terrazza del Café la Nuit - V. Van Gogh Ben altra sorte invece per la Provenza e per Arles, soprattutto, la città che più ispirò l artista: non ho che da aprire gli occhi e dipingere ciò che mi colpisce ebbe a dire, infatti. 18 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

11 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero Viaggiare è un arte È proprio qui, del resto, nel piccolo cimitero di questo paesino della Francia, che si può concludere il nostro cammino con il pittore delle notti stellate; qui dove infatti Vincent riposa, vicino al fratello Theo, in una semplicissima tomba di pietra, coperta dall edera e dai girasoli. Lontano dalla Provenza Dove invece stiamo per tornare, ancora una volta all insegna della traccia lasciata qui dai pittori. Henri Matisse Viaggiare è un arte Notte Stellata - V. Van Gogh E così, ci sono ancora la Place du Forum, il café La Nuit dedicato al pittore; il cimitero dei Campi Elisi, Les Alyscamps; il Lungorodano; l Arena, l Abbazia di Montmajour. Il Ponte di Langlois - V. Van Gogh Sono i luoghi in cui nacquero opere come il Ponte di Langlois (1888); Il Viale degli Alyscamps; La Notte Stellata; i Campi di Grano. Così come un altra tappa del nostro viaggio nella pittura del genio non può non toccare l amara Saint-Remy-de-Provence, dove Vincent si ricoverò in una Casa di Cura e dove ritrasse peraltro i silenzi del giardino dell Ospedale. Il resto del nostro itinerario ci porterebbe fuori regione, a Nord di Parigi, a Auverssur-Oise, dove ancora oggi esiste la Casa Van Gogh, il luogo in cui il pittore visse un breve periodo appena più sereno, a fianco al fratello Theo, prima del suicidio, avvenuto in uno dei suoi amati campi di grano il 29 luglio del Tomba di Van Gogh a Auver-sur-Oise Casa con Tetti di Paglia a Cordeville - V. Van Gogh DA DEGAS A CEZANNE Il nostro viaggio sfiora anche il genio di Matisse. A lui, ugualmente innamorato di questi colori della Provenza, l aristocratica Saint Tropez ha voluto dedicare tempo fa una memorabile Mostra con cui si è puntato a dimostrare visivamente la sua ammirazione per il Sud, celebrando oltretutto il centenario dell arrivo dell artista in Costa Azzurra, nel 1904, proprio nel mezzo di quella fase artistica che lo vide attratto dagli scenari selvaggi della Corsica e dai paesaggi del Marocco. Veduta di Collioure - H. Matisse Ad Avignone e al Museo Angladon (www.angladon.com) è invece legato il nome di Degas. Particolare dell autoritratto di E. Degas 20 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

12 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero Viaggiare è un arte Veduta di Avignone del 1869, ricostruisce d invenzione un paesaggio locale, infatti, inquadrando un declivio all Estaque, inusitatamente coperto di una neve sul punto di sciogliersi. Da qui L Estaque, veduta del golfo di Marsiglia, con l azzurro del mare che troneggia nel trapuntarsi dell oro delle rocce e dei tetti delle case. Anche Renoir e Monet sono nel Sud della Francia intorno al 1883, del resto. Museo des Arts Décoratifs Victoire che il genio immortalò in oltre sessanta tele. Un itinerario sulle tracce del grande pittore, alla scoperta di una natura ancora incontaminata. Diverso poi il discorso se più che andare nei luoghi ritratti da questi grandi, si preferisca fare un percorso museale sulle grandi raccolte che custodiscono le loro opere. Viaggiare è un arte Ballerina alla Sbarra - E. Degas Ci porta poi a Saint-Remy-de-Provence, La Festa della Strada dei Pittori (www. saint-remy-de-provence.com) ed il Circuito a Piedi, Un giro nell universo di Van Gogh, creato in occasione del 150 anniversario della nascita dell artista, con 21 pannelli in lava smaltata che riproducono le opere del pittore poste al centro dei paesaggi a cui si era ispirato. Luoghi da rivedere, ora, e da rivivere Sono i luoghi di Cézanne, tra gli altri. Cézanne che con un dipinto rarissimo, Paul Cézanne L Estaque - P. Cézanne Monet che tornerà da solo nel 1884 a Bordighera e nel 1888 ad Antibes, indirizzando lettere rivelatrici ad Alice Hoschedé, sua seconda moglie, e che intanto ce lo indicano alla scoperta di colori che la sua tavolozza, fino ad allora, non aveva mai considerato. Le due primavere trascorse da Monet sulle coste del Mediterraneo sono evidentemente riflesse in quadri caratterizzati come da un ricamo luminoso che ha nel rosa scoperto per l occasione uno dei suoi punti di pura forza poetica. Gauguin, come Van Gogh, nel frattempo è invece ad Arles nei luoghi della Notte stellata sul Rodano. LE INIZIATIVE DI VIAGGIO Nascono da queste fascinazioni, quindi, e da certi capolavori nonché dal desiderio di avvicinarsi alla grande pittura certi viaggi organizzati oggi, alla scoperta di quei luoghi sacri. Il viaggio nel Sud della Francia è viaggio in luoghi incantevoli dove arte e natura si incontrano. Cezanne è uno dei riferimenti principali di tutto il percorso: da Aix en Provence, città natale, all Estaque, luogo di incontro con i suoi amici Renoir e Monet; alla Montagna Sainte- Museo d Orsay In questi casi ci si rivolgerà ai classici Musée d Orsay, il Musée des Arts Décoratifs e il Cabinet des Estampes della Bibliothèque Nazionale di Parigi, il Narodni Muzej di Belgrado, il Rijksmuseum di Amsterdam, il Kunstmuseum di Berna, il Musée des Beaux-Arts di Tours, la Najonalgalleriet di Oslo, e poi, ancora, il Metropolitan Museum of Art di New York, la National Gallery di Washington, il Montreal Museum of Fine Arts, la National Gallery di Ottawa, il Columbus Museum di Providence, l UCLA Hammer Museum di Los Angeles, il Denver Art Museum, dove sono infatti custoditi i grandi capolavori - da Cezanne a Degas. Museo Granet 22 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

13 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero L Albania, amore mediterraneo L Albania, amore mediterraneo Se, per alcuni di voi, il nome Albania richiama alla mente al massimo il vostro collega di banca, il vostro vicino di casa, gli amici dei vostri amici sparsi in tutto il paese, o anche spesso la cronaca nera e grigia dei telegiornali, si può offrire un altra versione di Albania, che possiamo presentare come Il Paese dietro l angolo, un paese piccolo ma con una grande storia e cultura, che ha molto da mostrare nei suoi km quadrati. L Albania conserva ancora oggi evidenti tracce di un antico passato che si estende ai profondi secoli avanti Cristo, attraverso le civiltà illirica, romana e greca, diffuse in tutto il territorio. Per capire un po della cultura di Albania dovrebbero essere visitate le città di Butrint (Buthrotus), Durrazzo (Durrachium or Epidamnus), Valona (Amantia), Scutari (Scodrinon), Apollonia (dove ha studiato l imperatore Augusto), Oriko (dove si sono affrontati Cesare e Pompeo) che mostrano i valori dell antichità, o città come Kruja, Berat, Argirocastro, per trovare le tracce del Medioevo ottomano. Da visitare anche il complesso delle torri nelle Alpi, per poter capire la natura delle persone che popolano questo luogo, chiamato Terra delle Aquile, e da conoscere le aguzze nature delle persone del Sud, dove la musica polifonica ti affascina e non ti lascia andare via. Questo piccolo paese, di cui poco si sa per molti motivi o problemi di invasioni delle dittature, non solo dispone di una sorprendente splendida costa smeralda, di spiagge incontaminate o selvatiche baie rocciose. In ogni chilometro quadrato si possono trovare un castello, Berati Muzeal le rovine di una chiesa o un monastero, un antico sentiero o le mura di una città antica. Sotto i vostri piedi, dorme una città da scoprire, per testimoniare fra gli scritti ricchi di storia, il desiderio di un paese coraggioso, che non ha mai violato alcun vicino di casa che sempre ha aiutato quando ha bussato alla porta per chiedere aiuto. L Albania è una destinazione turistica che vale la pena scoprire. L Albania ha una storia antica, anche se non sviluppata nel turismo, che va fino al V secolo a.c., quando l imperatore Giustiniano, originario di Illiria, è andato a Lin (Pogradec) in vacanza con la famiglia nei pressi del lago di Ocrida. Molte persone famose hanno visitato l Albania nei secoli, e ne sono rimasti affascinati. Lord Byron, Kruja Blue il famoso poeta inglese ha incluso l Albania e il suo leader Ali Pasha nel suo poema, Chajld Harold. Edith Dur ham, giornalista e viaggiatore inglese, era innamorata delle Alpi albanesi e ha scritto il libro La disperazione dei Balcani. Le torri d isolamento che tanto hanno impressionato la giornalista, contengono una storia unica al mondo che non può essere lasciata in ombra, anche se si tratta di un problema molto grave sociale degli albanesi. Kruje Blue Xhubleta o Giubleta Giubleta, il caratteristico vestito delle donne montanare, è un indumento che non può essere trovato in nessuna cultura del mondo, impossibile da riprodurla altrove, ed è protetta dall Unesco. Piero Ghiglione, aiutato dalla casa editrice Disaptur ha scritto una guida turistica Butrinti Alket Islami sulle montagne albanesi negli anni 40 del secolo scorso, anche se poi gli albanesi non hanno saputo valorizzare il loro paese come una risorsa turistica. Edward Lear, pittore inglese, ha viaggiato nel sud del paese e ne è rimasto impressionato. Oltre all ospitalità, dote di tutti gli albanesi, non poteva non rimaner stupito dagli uomini del Sud o di Laberia, che erano vestiti come i kilt scozzesi e cantavano canzoni senza strumenti musicali. Questa musica strana che oggi è seguita dall Unesco, è considerata una delle 50 ricchezze spirituali dei popoli del mondo. Molti personaggi noti in tutto il mondo, sono originari dell Albania, da Madre Teresa a Stan Dragoti, James Belushi e Eliza Dushku. Anche, Robert De Niro rivela con orgoglio le sue lontane origini albanesi, per non parlare del celebre soprano Inva Mula, del pittore Ibrahim Kodra o di una figura amata anche oggi nel mondo dello spettacolo italiano come Kledi Kadiu o Anbeta Toromani. Molte volte l arte albanese ha scritto le sue linee nella storia dell arte mondiale, come il colore ben definito e unico del pittore albanese medievale Onufri, che ha prodotto un colore rosso, con sostanze chimiche che ancora oggi non vengono rilevate e conosciuto in pittura con il nome Il rosso di Onufri, come è conosciuto nel mondo della moda Il rosso Valentino. L Albania, amore mediterraneo 24 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

14 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero L Albania, amore mediterraneo L architettura unica di città come Berat e Gjirokastra, hanno occupato le menti di molti dei visitatori già numerosi che hanno messo piede lì, come dall altra parte sono rimasti affascinati da Butrinto, la città fondata da Enea, chiamata La nuova Troia. Le città o le cittadelle di molti secoli, sono state costruite da uomini inamorati, lasciando tracce profonde non solo nella memoria ma anche nei cuori della gente. Vlora Blue Gjirokastra-Kastriot Faci Butrint fu costruita da Enea per l amore di sua moglie, Antigonea è stato costruito dal re dell Epiro, Pirro, per l amore della moglie Antigona, Ali Pasha ha costruito a Porto Palermo in Himara, un castello in onore della sua bella moglie Vasiliqi. Molti castelli o cittadelle portano leggende uniche come quella di Rozafa a Scutari, dove viene sacrificata una madre che allatta il bimbo nelle mura del castello in costruzione, per la protezione delle persone, e che la sua resistenza si rinforzi. Argjiro in Argirocastro (che ha anche dato il nome alla città), si è buttata sulle rocce, dove si trova oggi il castello, per non cadere nelle mani degli invasori ottomani, cosa considerata come una perdita di onore. L Albania è probabilmente uno dei pochi paesi al mondo in una cartolina turistica, offre tutto ciò che possiede, in pochi chilometri quadrati. In una breve visita di un giorno, si possono visitare almeno tre castelli, (Kanina, Porto Palermo e Himara), visitare alcuni monumenti e musei della città (Valona), fare alpinismo (Llogora), fare un tuffo in mare (Palasa, Dhermi, Himara), e visitare due grandi grotte (Pirata e Haxhi Ali). Solo per una tale esperienza indimenticabile, è necessario conoscere Butrinti Rajmond Kola da vicino l Albania, il Paese delle Aquile che negli ultimi anni ha già presentato la sua offerta turistica come un amore mediterraneo. L Albania è una terra da amare. In questo piccolo paese del Mediterraneo, la natura vergine e misteri culturali si uniscono per creare il senso di un luogo unico. Dalla pura, neve bianca delle montagne ai campi rossi di papaveri in primavera, il paesaggio albanese è in continua evoluzione con le stagioni, offrendo ai visitatori una calda vacanza al mare d estate o un trekking di montagna impegnativo durante l altra stagione. In Albania, i visitatori sono accolti come veri ospiti, parte della ricca tradizione culturale del paese e del suo patrimonio. La calda ospitalità degli albanesi fa sentire sentire tutti a casa in questa piccola, meravigliosa terra. Conosciuto come il Paese delle Aquile ( Shqipëria in albanese), il paese dell Albania ha una lunga storia del turismo, che risale al tempo dell imperatore Giustiniano. Nel V secolo, la famiglia dell imperatore era nota per una vacanza a Lin, un villaggio sulle rive del lago di Ocrida, a nord di Pogradec. Molti altri viaggiatori illustri hanno viaggiato in Albania nel corso dei secoli: Eduard Lear, Lord Byron, Edith Durham, e molti altri. Molti di loro hanno espresso le loro impressioni dell Albania nelle loro opere scritte, che descrive in termini scintillanto; la Terra delle Aquile. L ospitalità è solo uno dei motivi per cui i turisti vengono a visitare questo piccolo paese. All interno di un piccolo territorio, l Albania offre una gamma stupefacente di ambienti naturali, tra cui dodici parchi nazionali, che hanno tutti qualcosa di unico. La costa albanese offre ai visitatori una fuga di acque calme e tranquille, riparata dai venti, che lo rende un paradiso per i bagnanti. L Albania si trova nel cuore della regione del Mediterraneo e si estende lungo le coste dell Adriatico e Ionio. Si tratta di un importante punto d accesso alla penisola balcanica, un incrocio di strade da nord a sud e da ovest a est, con la vicinanza di raggiungere le principali capitali europee nel giro di due o tre ore per via aerea. Anche se piccola, l Albania offre una vasta gamma di natura da esplorare. Ci sono molte bellissime spiagge, montagne spettacolari, valli fluviali, grandi canyon, foreste ricche di flora e fauna, laghi grandi e piccoli (alcuni dei quali sono unici nei Balcani), e tante altre sorprese per i visitatori. Vlora Gent Mati La cultura e la storia sono impressionanti, offrendo cosi molto ai turisti. Butrinto, nel sud dell Albania, fa parte del programma di patrimonio mondiale protetto L Albania, amore mediterraneo 26 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

15 itinerari culturali all estero itinerari culturali all estero L Albania, amore mediterraneo dell UNESCO ed è apprezzato come uno dei luoghi più meravigliosi della terra, pieno di mitologia e atmosfera mistica. Il sito si trova al centro di una giungla del Mediterraneo ed è stato costruito in uno stile da antica Troia. Due altre città albanesi sono sulla lista del patrimonio mondiale protetti da UNESCO, di primo piano per il loro stile architettonico specifico: Berat e Argirocastro. L Albania è orgogliosa di ospitare una vasta gamma di siti archeologici, castelli, fortificazioni illiriche medievali, chiese e monasteri bizantini del periodo postbizantino. L Isopolifonia è una forma epica dell arte orale di cantare in Albania, che ha la sua origine in tempi antichi. È ora presente nel sud dell Albania, in particolare nelle province di Gjirokastra, Tepelena, Valona, e termina in Himara e nei villaggi circostanti, lungo la costa ionica. Il 25 novembre 2005, la musica Logu i Bjeshkeve Vlora Gent Mati albanese isopolifonica e stata elencata come unica nella lista dei Capolavori del Patrimonio Orale e Immateriale dell Umanità tutelata dall Unesco. Sulla scena internazionale ci sono alcuni degli albanesi più importanti, ma ci sono molti altri con successo evidente, in tempi attuali. L umanità, la genialità, la vitalità di questa piccola nazione rivela il suo significato in molte figure di rilievo, ciascuna delle quali ha portato con orgoglio il lavoro straordinario per la scena internazionale per aiutare lo sviluppo di una prosperità globale, la pace, arte e cultura, la scienza e la medicina in tutto il mondo. Il paese ospita la grande figura di umanità, Madre Teresa di Calcutta, il cui nome da nubile è Gonxhe Bojaxhi, i genitori della quale erano entrambi albanesi. La sua attività di assistenza umanitaria alle persone bisognose, poveri e vittime di guerre, sono senza precedenti, trasformando la sua immagine in una santa per il mondo intero. Ismail Kadaré è pubblicato in quasi tutti i paesi del mondo e ha vinto numerosi e prestigiosi premi internazionali per la letteratura, tra cui la prima edizione del Man Booker International Prize. Inoltre è stato più volte candidato al Premio Nobel per la letteratura. La cantante lirica Inva Mula è considerata tra i dieci migliori soprani del mondo, con una collezione di arie straordinarie provenienti da quasi tutti i compositori d opera migliori di tutti i tempi. Il soprano appare nelle scene d opera più prestigiose del mondo ed è particolarmente apprezzata al Teatro alla Scala di Milano e al Metropolitan di New York. Il violinista Tedi Papavrami è stata descritto dai media come il virtuoso piccolo albanese a causa del suo violino. Un altro grande talento, richiamato dai media francesi come un genio della coreografia contemporanea, è quello di Angjelin Prelocaj, Balleto Maestro del teatro di Parigi, le cui opere si affiancano a quelle del grande Nurejev. Nato nel 1957 da genitori albanesi emigrati a Parigi, ha iniziato la sua carriera studiando danza classica prima di dedicarsi alla danza contemporanea. Ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra i quali i Chevalier de l ordre des nazionali Arti e delle Lettere. Apollonia Marin Haxhimihali Raggiungere una posizione nella storia delle arti visive contemporanee è un merito indiscutibile e tale è stato dato a Ibrahim Kodra, nato nella città di Durazzo e formato come artista in Italia. I suoi capolavori al fianco di altri celebri pittori come Modigliani sono esposti nelle gallerie più note di tutto il mondo. Dall altra parte dell Atlantico, molti altri albanesi famosi stanno contribuendo nei rispettivi settori. Ferid Murad è inventore del premio Nobel della pillola Viagra. Famosi attori di Hollywood di origine albanese sono Jim Belushi, suo fratello John Belushi, ed Eliza Dushku. Stan Dragoti è famoso non solo come regista, ma come l uomo che ha guidato la campagna di promozionale I Love New York. Molti critici d arte considerano Fadil Berisha come il grande fotografo vivente a New York, come un genio nel suo campo. Non si può lasciare l Albania senza prendere un souvenir da questo paese, così pieno di tradizione. Prodotti tipici albanesi si presentano come esempi delle tradizioni del popolo albanese, che si esprime e si mantiene di generazione in generazione. Queste opere artigianali sono realizzate in diversi materiali come la lana, legno, rame, argento, ecc e sin dai tempi antichi, l artigianato artistico è componente importante della cultura albanese. I vestiti di lana tradizionali, come il shajaku (lana pressata artigianalmete utilizzata in diverse parti dell Albania), e vestiti in tessuto eleganti (utilizzato soprattutto per eventi festivi) mostrano questo patrimonio con la sua arte anche elegante, i cui ricami d oro e vari fili d argento sono unici. INFORMAZIONI Edlir Vokopola Drejtori Kabinetit MINISTRIA E TURIZMIT, KULTURËS, RINISË DHE SPORTEVE tel sito: Flora Xhemani Baba Agenzia Nazionale del Turismo viale Muhamed Gjollesha ex-casa editrice 8 Nëntori tel./fax: (+355) L Albania, amore mediterraneo 28 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

16 itinerari culturali in Italia itinerari culturali in Italia Forte di Bard IL MUSEO DELLE ALPI Al Forte di Bard particolare attenzione viene posta all elaborazione di un offerta didattica in grado di completare e veicolare al meglio i contenuti proposti dal Museo delle Alpi. La stesura di una metodologia didattica applicata ai peculiari contenuti naturalistici, storici e antropologici sociali e culturali del Museo ha comportato lo sviluppo di un progetto educativo che consente l acquisizione di competenze specifiche utili agli obiettivi formativi scolastici. L approccio cognitivo avviene attraverso un percorso multimediale, interattivo e multidisciplinare in cui l aspetto emotivo favorisce la conoscenza del racconto del Museo delle Alpi che, partendo dall orogenesi e giungendo ai segni dell antropizzazione, si sofferma sui riti e i miti della civiltà alpina, illustra il rapporto tra città e montagna nella modernità, per concludersi ipotizzando nuove forme di sviluppo sostenibile per il futuro. L attività di laboratorio Forte di Bard Il principale polo culturale della Valle d Aosta offre al mondo della scuola un ampio ventaglio di proposte formative inserite in un contesto unico, dove arte, storia e innovazione si incontrano per dare vita ad esperienze ludico-didattiche di grande suggestione. Un offerta articolata e coinvolgente. Il Forte visto dall esterno. La sala della fauna e della flora all interno del Museo delle Alpi successiva alla visita ha tra gli obiettivi primari: l individuazione di saperi disciplinari come la conoscenza del patrimonio ambientale e culturale delle Alpi, l accrescimento delle abilità di osservazione, descrizione, analisi, e l ampliamento delle capacità di astrazione, di rielaborazione e di organizzazione dei dati acquisiti. I laboratori vengono strutturati per fasce d età (dalla scuola dell infanzia alla superiore di secondo grado) ed adattati alle esigenze delle singole classi, sulla base delle necessità evidenziate dall insegnante. Il Museo diventa così lo strumento per l ideazione di percorsi condivisi. Visita al Museo delle Alpi I LABORATORI A volo d aquila Acqua e uomo, acqua e natura A teatro con il Dahu (anche in francese) Animali in gioco Giocare e lavorare in montagna I colori della montagna Saliamo in montagna (anche in francese) Stagioni, tempo libero, professioni di montagna: ieri e oggi La terza via Uomo e natura Viaggio attraverso le Alpi La montagna tra colore e musica (rivolto a scuole con classi di alunni normodotati, specifico per classi con alunni diversamente abili) Laboratorio Team Building Bambini in visita a Le Alpi dei Ragazzi LE ALPI DEI RAGAZZI Le Alpi dei Ragazzi è uno spazio ludico educativo, destinato ai giovani e alle famiglie con l obiettivo di avvicinarli a una pratica responsabile dell alpinismo, attraverso un esperienza di gioco che unisce la scoperta di un attività sconosciuta alla stragrande maggioranza dei ragazzi e l acquisizione di modelli di comportamento adeguati all ambiente alpino, non solo d alta quota. La salita al Monte Bianco viene simulata in tutte le sue fasi. LE PRIGIONI DEL FORTE La grande novità è rappresentata dall apertura, a partire dal mese di ottobre 2012, delle Prigioni del Forte. Le celle ospitano un percorso tematico multimediale dedicato alla storia della fortezza. Attraverso filmati, documenti e ricostruzioni 3d di grande impatto i visitatori possono conoscere l evoluzione architettonica della piazzaforte e scoprire i personaggi che ne hanno segnato i principali avvenimenti storici dall anno Mille sino alla sua ricostruzione nel 1830, dopo il passaggio di Napoleone Bonaparte. Possibilità di visite guidate e laboratori. DALLA TERRA ALL UOMO La bellezza del pianeta Terra e le minacce alla sua salvaguardia attraverso le fotografie e i video del famoso regista documentarista francese Yann Arthus- Bertrand cui il Forte dedica la mostra Dalla terra all uomo. L esposizione sarà visitabile dal 7 dicembre 2012 al 2 giugno In abbinamento, laboratori a tema geografico e ecologico-ambientale. PERCORSO ACTIV Un camminamento lungo la rocca del Forte alla scoperta del Bivacco Lampugnani, dei corner Mezzalama e Tor des Géants e degli aspetti geologici, archeologici, di fauna e flora del luogo. LABORATORIO TEAM BUILDING Attività di problem-solving progettata per aiutare i membri di un gruppo a sviluppare la capacità di lavorare efficacemente insieme. INFORMAZIONI ASSOCIAZIONE FORTE DI BARD tel. (+39) fax (+39) Bard - Valle d Aosta Per prenotare visite e laboratori: tel sito: Forte di Bard 30 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

17 itinerari culturali in Italia itinerari culturali in Italia Museo Diffuso della Resistenza Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà Il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà si dedica alla comunicazione della storia, della memoria e dei valori della Resistenza, collegandoli e mantenendoli vivi in raccordo con la perenne vicenda dei Diritti e delle Libertà fondamentali della persona. Il Museo offre alle scuole la possibilità di approfondire molteplici temi: la storia e la memoria, i valori della democrazia e della pace, i diritti umani e civili, la riflessione sulla contemporaneità. L allestimento permanente: Torino Dalle leggi razziali alla Costituzione Un viaggio multimediale nella storia della città, attraverso testimonianze, fotografie, filmati e documenti: dalla guerra all occupazione tedesca, alla Resistenza, al ritorno alla vita democratica, fino alla Costituzione. Il percorso comprende anche la visita a un rifugio antiaereo, costruito durante la guerra a 12 metri di profondità. L allestimento permanente del Museo è stato interamente rinnovato nel 2012 grazie al sostegno di Compagnia di San Paolo e a un contributo in servizi della Città di Torino. PER LE SCUOLE Visita guidata: Un operatore accompagna gli studenti ripercorrendo le tappe salienti della Seconda Guerra Mondiale con una particolare attenzione alla città di Torino. Laboratori: Oltre a una breve visita guidata all allestimento, propongono percorsi tematici differenziati per fasce scolastiche, sono articolati in uno o più incontri e prevedono l impiego di differenti strumenti didattici (testimonianze, questionari, discussioni di gruppo e proiezioni di documentari o filmati d archivio). Le mostre temporanee e gli eventi Estendendo il suo interesse all Europa, al Novecento e alla contemporaneità, il Museo propone un fitto programma di eventi: mostre temporanee, convegni, proiezioni, iniziative speciali in occasione del Giorno della Memoria, della Festa della Liberazione e delle principali ricorrenze civili. PER LE SCUOLE In occasione delle mostre temporanee vengono proposte visite guidate, laboratori e attività specifiche rivolte alle scuole. I luoghi della memoria I percorsi nei luoghi di memoria sono un invito alla riscoperta di un pezzo fondamentale della storia della città in cui si vive, al quale è legata la sua identità civile: i luoghi della lotta clandestina contro l occupazione, quelli della Deportazione e quelli della vita quotidiana durante la guerra. Questi siti diventano tappe di un percorso museale all aperto e fanno emergere frammenti di storia racchiusi nella città per offrirli anche a coloro che, per età e provenienza, non ne hanno memoria. PER LE SCUOLE I temi legati alla Resistenza e alla Deportazione sono affrontati tramite un percorso guidato a piedi, in cui i ragazzi vengono avvicinati alla storia di alcuni luoghi di memoria della città di Torino, attraverso letture di testimonianze e documenti d archivio. CONTATTI Per informazioni circa i contenuti, i costi delle attività e le modalità di prenotazione, consultare il sito del Museo alla sezione Proposte educative. Per maggiori informazioni e per concordare percorsi specifici, contattare i Servizi Educativi del Museo scrivendo all indirizzo o chiamando il numero INFORMAZIONI MUSEO DIFFUSO DELLA RESISTENZA, DELLA DEPORTAZIONE, DELLA GUERRA, DEI DIRITTI E DELLA LIBERTÀ Corso Valdocco 4/a, Torino Biglietteria: (+39) sito: Museo Diffuso della Resistenza 32 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

18 itinerari culturali in Italia itinerari culturali in Italia Ravenna, la città dei mosaici Ravenna, la città dei mosaici L insieme dei monumenti religiosi paleocristiani e bizantini di Ravenna è di importanza straordinaria in ragione della suprema maestria artistica dell arte del mosaico. Essi sono inoltre la prova delle relazioni e dei contatti artistici e religiosi di un periodo importante della storia della cultura europea. Ravenna è la città dei Mosaici, riconosciuta dall UNESCO patrimonio dell umanità per le sue chiese e monumenti del V e VI secolo, che racchiudono al loro interno pagine di storia, di cultura e di fede. È proprio nel V e VI sec. che Ravenna vive il suo massimo splendore, prima come sede imperiale voluta da Onorio nel 402 d.c. poi come capitale del regno d Italia con Odoacre e Teodorico, infine come capitale dell esarcato in epoca bizantina. Visitando i monumenti della città si coglie distintamente la percezione del passaggio dall età romana a quella bizantina, della fine di un epoca e l inizio di una nuova altrettanto magnifica. Ravenna con i suoi mosaici, unici al mondo, rappresenta una sorta di libro illustrato che racconta la gloria degli imperatori, ma anche la spiritualità del Vangelo. Mosaico dell imperatrice Teodora ITINERARIO MEZZI DI TRASPORTO A piedi. Attraversando il centro storico si raggiungono tutti i monumenti. TEMA DELL ITINERARIO L Impero Romano d Occidente, le invasioni barbariche e regni romano-barbarici. L arte bizantina in Italia. MONUMENTI DEL PERCORSO Basilica di San Vitale: VI secolo La basilica a pianta ottagonale testimonia, con i suoi mosaici, il passaggio dall arte tardo romana a quella bizantina. Accanto ai pannelli degli imperatori Giustiniano e Teodora, scene tratte dall Antico Testamento. Mausoleo di Galla Placidia: V secolo Un piccolo scrigno a forma di croce latina che racchiude i mosaici più antichi di Ravenna: il cielo stellato, le colombe abbeveranti, il Buon Pastore. Sant Apollinare Nuovo: VI secolo Un piccolo scrigno a forma di croce latina che racchiude i mosaici più antichi di Ravenna: il cielo stellato, le colombe abbeveranti, il Buon Pastore. Battistero Neoniano: V secolo Decorato con mosaici dal Vescovo Neone, il tema del battesimo di Cristo domina il medaglione centrale della cupola. Museo Arcivescovile: Ubicato nel palazzo, sede degli arcivescovi ravennati, racchiude un pezzo davvero unico al mondo: la Cattedra d Avorio del Vescovo Massimiano, risalente al VI secolo. Cattedrale: ricostruita nel corso del XVIII sec., conserva alcuni resti della primitiva basilica ursiana. UTILITÀ DELLA VISITA Attraverso gli splendidi monumenti si ripercorre la storia dei secoli successivi alla caduta dell Impero Romano (dal V all VIII secolo): l Impero Romano d Occidente, Mosaico dell imperatore Giustiniano Basilica di San Vitale i bizantini, i regni romano-barbarici, le lotte per contrastare l arrivo dei barbari (Goti, Longobardi, Franchi). Importanti i mosaici e le altre decorazioni anche per la conoscenza della simbologia cristiana che qui viene confermata, sperimentata o trasformata (Cristo senza barba, il battesimo, i re magi, l iconografia della Vergine e degli Apostoli, eccetera). INFORMAZIONI Per gli studenti è prevista una tariffa ridotta tel. (+39) fax (+39) sito: Dal 1 marzo al 15 giugno è consigliata la prenotazione al Mausoleo di Galla Placidia. La prenotazione permette l accesso immediato nell orario concordato. Ravenna, la città dei mosaici 34 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

19 itinerari culturali in Italia itinerari culturali in Italia Vivere il museo in ogni senso. Il Museo Galileo Vivere il museo in ogni senso Il Museo Galileo Per lo nome di quella porta e poi seguendo le mura non troppo alte, fu per la riva d Arno, mettendo dentro ciò che era fuori delle mura vecchie.in fino al Ponte Vecchio, et poi seguiro su per la riva d Arno infino al Castello d Altafronte, di là si partirono alquanto le mura dalla riva Messere Giovanni Villani Nel cuore del centro storico fiorentino, adiacente alla Galleria degli Uffizi, sorge l imponente Palazzo Castellani, sede del prestigioso Museo Galileo. L edificio è tra i più antichi della città e risale alla fine del XI secolo. Nel 1180, il castello inserito nella cinta muraria antica di Dante, passò dalla famiglia degli Altafronte a quella degli Uberti e nel XIV secolo da quest ultimi ai Castellani. Entrando nel palazzo ancora oggi è possibile ammirare le insegne dei magistrati della magistratura dei Giudici di Ruota che ebbero qui la loro sede dal 1574 al L Istituto e Museo di Storia della Scienza, oggi Museo Galileo, nasce nel 1927 per raccogliere, catalogare e restaurare i reperti e gli strumenti di interesse storico-scientifico. Il Museo Galileo è una realtà che presenta molteplici sfaccettature: centro di conservazione di un imponente patrimonio, luogo di realizzazione di tecnologie digitali e soprattutto laboratorio permanente che opera nell ambito didattico educativo e formativo. Proprio per questo il Museo si propone come punto di riferimento per studenti, ricercatori e appassionati di storia della scienza. Tutte le anime che compongono il Museo permettono al visitatore di vivere un esperienza che coinvolge tutti i sensi. PERCEZIONI VISIVE La bellezza degli strumenti, veri e propri gioielli della scienza, affascina chi vi si trova al cospetto. Che dire poi dei video disposti nelle varie sale del Museo; realizzati dal laboratorio multimediale, essi presentano raffinate animazioni di strumenti esposti all interno delle vetrine. PERCEZIONI OLFATTIVE Il piccolo laboratorio di restauro, presente nel Museo, offre agli interessati la possibilità di osservare i gesti di sapienti artigiani, capaci di lavorare il legno secondo metodi tradizionali, di sentire le essenze di legni pregiati con i quali sono stati realizzati gli strumenti e l odore delle colle naturali preparate secondo antiche ricette. PERCEZIONI UDITIVE Chi vorrà assistere alle attività svolte dagli operatori didattici rimarrà colpito dall abilità mostrata nella scelta del linguaggio, appropriato per ogni tipologia di visitatore, caratterizzato da quell approccio informale necessario per far sentire tutti a proprio agio. PERCEZIONI TATTILI Poter usare uno strumento è l esperienza più immediata per capirne il funzionamento e per comprenderne le caratteristiche. Questa forte vocazione all interattività ed al coinvolgimento dei visitatori trova il suo naturale completamento nella recente apertura di due nuove sale interattive, poste al piano terreno del Museo. In questo spazio i visitatori possono davvero toccare con mano gli strumenti di Galileo come il piano inclinato e la brachistocrona, azionare un cannone virtuale per colpire un bersaglio, mettere in funzione pendoli e altri meccanismi di orologi, grazie ad innovativi exhibit che riproducono alcuni degli strumenti originali conservati ai due piani del Museo. INFORMAZIONI Piazza dei Giudici, FIRENZE sito: tel. (+39) lunedì-venerdì Vivere il museo in ogni senso. Il Museo Galileo 36 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

20 itinerari culturali in Italia itinerari culturali in Italia Associazione Museo dei Ragazzi A Firenze Associazione Museo dei Ragazzi L Associazione Museo dei Ragazzi cura la valorizzazione dei Musei Civici Fiorentini con particolare riferimento al Museo di Palazzo Vecchio e più in generale della città di Firenze. L obiettivo è quello di incentivare non solo una fruizione culturale ma una vera esperienza. Qui di seguito alcune delle nostre proposte, che è possibile abbinare fra loro per organizzare una vera e propria giornata in quel Museo straordinario che è Firenze (Patrimonio dell Umanità UNESCO). MUSEO DI PALAZZO VECCHIO Visita a Palazzo (50 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Un percorso fra le sale e fra i secoli per conoscere la storia di Palazzo Vecchio e i suoi principali capolavori. Vita di corte (1h15 ) Per la scuola primaria (II ciclo) Un itinerario fra le sale della Reggia medicea per rivivere usi e consuetudini della famiglia ducale, con accesso alla Galleria dei costumi rinascimentali. Guidati da Giorgio Vasari (1h15 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Un itinerario speciale per conoscere le meraviglie della Reggia medicea accompagnati dall artista e architetto Giorgio Vasari. Dipingere in fresco nel Rinascimento (1h15 ) grazie a Per la scuola primaria (II ciclo) e la scuola secondaria di I e II grado Atelier d arte per conoscere la tecnica dell affresco, realizzando un piccolo dipinto ispirato alla decorazione di Palazzo Vecchio. In bottega, la tempera su tavola (1h15 ) grazie a Per la scuola primaria (II ciclo) e la scuola secondaria di I e II grado Atelier d arte per cimentarsi con la pittura su tavola in tutte le fasi di lavoro fino alla dipintura con la tempera all uovo. MUSEO FIRENZE Palazzo Vecchio racconta la città (50 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Una visita alla nuova sezione museale Tracce di Firenze dedicata alla storia architettonica e urbanistica di Firenze, dal Medioevo alla contemporaneità Alla scoperta della Firenze romana (1h15 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Un percorso in città per leggere fra strade, architetture e toponimi le tracce dell antica colonia romana di Florentia. Alla scoperta della Firenze medievale (1h15 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Un percorso in città per comprendere lo sviluppo che Firenze conosce nel Medio Evo grazie all attività produttiva delle Arti e dei Mestieri. Alla scoperta della Firenze medicea (1h15 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Un percorso in città che permette di evidenziare l impronta lasciata dalla famiglia Medici nell architettura e nell urbanistica di Firenze tra Quattrocento e Cinquecento. CAPPELLA BRANCACCI Un tesoro del Rinascimento (20 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Una visita d eccezione grazie alla nuova guida multimediale, che racconta la storia degli affreschi di Masolino e di Masaccio: contenuti video e audio assolutamente innovativi e di grande attrazione per le nuove generazioni. INFORMAZIONI tel. (+39) fax (+39) sito: Dal lunedì al venerdì h9.30/h13.00 e h14.00/16.30 La prenotazione è obbligatoria e gratuita. Si consiglia di prenotare l attività almeno 20 giorni prima della data prevista. La partecipazione alle attività per ciascuno studente ha i seguenti costi: euro 2,00 (minori di 18 anni) euro 6,50 (18/25 anni) Accompagnatori gratuiti. Il pagamento si effettua, in contanti, il giorno stesso dell attività. Associazione Museo dei Ragazzi A corte con Donna Isabella (1h15 ) Per la scuola secondaria di I e II grado Un itinerario speciale per conoscere abitudini e curiosità della corte medicea accompagnati dalla dama favorita della Duchessa, la spagnola Isabel de Reinoso. Il costo per ciascuna guida multimediale per la Cappella Brancacci è di euro 1, Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione 2013 Tuttoscuola - Annuario dei Viaggi di Istruzione

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Rettangoli isoperimetrici

Rettangoli isoperimetrici Bruno Jannamorelli Rettangoli isoperimetrici Questo rettangolo ha lo stesso perimetro di quello precedente. E l area? È la stessa? Il problema di Didone Venere ad Enea: Poi giunsero nei luoghi dove adesso

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 GIULIO BEGGIO - Guida alpina Classe 1958, guida alpina erbese, imprenditore nel settore dell attrezzatura da montagna, Giulio Beggio è un profondo conoscitore

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Ogni mattina si parte alla scoperta di qualcosa di nuovo. Dopo una lauta colazione,

Ogni mattina si parte alla scoperta di qualcosa di nuovo. Dopo una lauta colazione, ANNA E VITTORIO, PELLEGRINI IRRIDUCIBILI Ha colto nel segno Simone quando ci ha definiti pellegrini "irriducibili"... Siamo partiti da Milano con la speranza di riuscire a percorrere tutte le 16 tappe,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli