DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE"

Transcript

1 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche Esame di Stato 2015 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE Classe 5^ C Liceo Scientifico

2 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche INDICE Composizione del Consiglio di classe Elenco degli studenti PRESENTAZIONE DELLA CLASSE Obiettivi raggiunti Flussi degli studenti nel triennio Attività extracurriculari ATTIVITÀ DI RECUPERO Esiti della classe CRITERI DI VALUTAZIONE Griglia di valutazione d Istituto SIMULAZIONI DELLE PROVE D ESAME Testi delle simulazioni della terza prova PROPOSTE DI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE PROVE D ESAME Griglie di valutazione della prima prova Griglia di valutazione della seconda prova Griglia di valutazione della terza prova Griglia di valutazione del colloquio Tabella di passaggio dal punteggio grezzo al voto PROGRAMMI DELLE DISCIPLINE DI STUDIO

3 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche IL CONSIGLIO DI CLASSE Discipline Docenti Disegno/ Storia dell arte Italiano e Latino Matematica Fisica Ed. fisica Storia e Filosofia Religione Scienze Inglese BONFIGLI SILVIA CINGOLANI MARIA GRAZIA LANGELLA ROSA NERI ALESSANDRA MALACCARI GIUSEPPE OFFIDANI RODOLFO TOSONI LUCA VENDITTI SILVANA VENUSTO FRANCESCA

4 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GLI STUDENTI 1. AMMARI KHALIL 2. BASSO FRANCESCO SAVERIO 3. BASSO PAOLO 4. BEDETTA FABRIZIO 5. BELLETTI RICCARDO 6. CAPORALINI MATTEO 7. DEL BELLO LETIZIA 8. FONTANA LEONARDO 9. GIACOMELLI MATTIA 10. GIRI STEFANO 11. GISMONDI MATTIA 12. IACONO GABRIELE MARIA 13. LUCIDI MARCO MARIA 14. MAGGINI MICHELE JOSHUA 15. MANCINI RICCARDO 16. MANDRIOTA ANGELA 17. MARIANI CARLO 18. MARTINELLI EDOARDO 19. MAZZANTE ELISA 20. PIRAS MARCO MARIA 21. POLLASTRELLI EDOARDO 22. RAFFAELI EDOARDO 23. SCIPIONI SIMONE 24. TARABELLI BEATRICE 25. TRAMANNONI LORENA 26. VITALE VALENTINA 27. ZIPPILLI REBECCA

5 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche PRESENTAZIONE DELLA CLASSE Obiettivi raggiunti CONOSCENZE La maggior parte degli studenti conosce discretamente i contenuti dei programmi delle singole discipline, i linguaggi specifici delle stesse, le tecniche per elaborare gli scritti e per la produzione orale, i modelli matematici. Alcuni hanno approfondito argomenti e metodologie raggiungendo livelli buoni o ottimi. COMPETENZE Gli studenti sanno elaborare una produzione scritta e orale usando i linguaggi adeguati e sanno stabilire relazioni e confronti nell'ambito delle discipline con discreta facilità. Alcuni studenti, grazie anche all impegno costante, hanno raggiunto ottimi livelli. Altri invece, nel risolvere problemi più complessi, manifestano maggiori difficoltà rispetto al livello medio della classe. CAPACITA La maggior parte degli studenti ha acquisito le abilità linguistico-espressive e metodologiche necessarie per la progettazione di un lavoro di ricerca. Le capacità logiche, di autonomia e di valutazione critica in alcuni sono state pienamente raggiunte. Obiettivi relazionali In linea generale gli studenti sanno: - intervenire nelle discussioni in modo pertinente; - motivare le proprie opinioni; - confrontare costruttivamente il lavoro individuale con quello dei propri compagni; - cooperare attraverso attività di gruppo; - portare a termine le attività programmate; - individuare le proprie attitudini e qualità, nonché i propri limiti; - ricercare le cause dei propri successi ed insuccessi; - rendersi progressivamente capaci di scelte autonome.

6 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche INSEGNAMENTO DISCIPLINA NON LINGUISTICA CON METODOLOGIA CLIL Nel corso dell anno scolastico sono stati svolti i seguenti moduli in metodologia CLIL: Lingua veicolare (L2) Materia DNL Modulo/i Moduli orari (numero e percentuale orario annuale DNL) Periodo dell anno Compresenza docente lingua (SI/NO) Inglese Fisica Relatività 15 unità orarie 20% Aprile/Maggio SI

7 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche FLUSSI DEGLI STUDENTI NEL TRIENNIO CLASSE Totale studenti Ritirati Respinti 26 Regolari Terza 27 Quarta 28 Quinta 27 1 Ripetenti Trasferiti (trasferito da altra sezione dello stesso liceo) 27 Regolari 0 Ripetenti 1 Trasferiti 27 Regolari 0 Ripetenti 0 Trasferiti 1 ATTIVITA EXTRACURRICULARI Nell'ambito di quanto programmato nel Piano dell'offerta Formativa dell a.s. 2014/2015, gli studenti sono stati impegnati nelle seguenti attività: Viaggio d'istruzione: meta: Vienna durata: 6 giorni Partecipazione nell arco dell anno alle attività della scuola: Teatro in lingua inglese: An Ideal Husband (O. Wilde) Stage di orientamento presso le Università del territorio Partecipazione libera alle proposte delle Università del territorio Colloqui Fiorentini : Saba Progetto Lauree Scientifiche matematica: Geometrie non euclidee Olimpiade di fisica Giochi della Bocconi Sicurezza stradale Certificazioni linguistiche Certificazione informatica

8 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche ATTIVITA DI RECUPERO Nel periodo successivo agli scrutini del I quadrimestre si sono svolte attività di recupero, che hanno previsto l attivazione di: percorsi individualizzati nel caso in cui si è ritenuto che il recupero di carenze specifiche e circoscritte potesse essere effettuato con attività di studio autonomo da parte degli studenti. A conclusione di tali interventi si sono svolte le prove di verifica a cura dei docenti del Consiglio di classe. Di seguito è riportata una sintesi della situazione della classe riguardo ai recuperi assegnati e agli esiti delle prove. Materia N studenti Tipo di recupero assegnato Superata Esito prove Non superata Latino 1 Preparazione autonoma 1 0 Matematica 5 Preparazione autonoma 5 0 Fisica 2 Preparazione autonoma 2 0 Scienze 4 Preparazione autonoma 4 0

9 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche CRITERI DI VALUTAZIONE Riguardo agli strumenti per la valutazione, il consiglio di classe si è avvalso prevalentemente di prove non strutturate, in pochi casi di prove strutturate e,soprattutto nelle simulazioni della terza prova d esame, di prove semistrutturate. Il numero di prove per quadrimestre è stato: almeno due per gli scritti; almeno due per le grafico- pratiche; almeno due per le verifiche orali. Per ciascuna prova sono stati esplicitati i criteri di valutazione. Per una valutazione analitica delle prove scritte e orali degli studenti, il Collegio dei docenti ha individuato una griglia in cui sono indicate le competenze, che si vogliono accertare, e che prevede la misurazione di tali abilità per mezzo di una scala di valori interi. CONOSCENZE COMPETENZE VOTO IN DECIMI Non emergono Quasi nulle, tali da non fornire elementi valutabili. Evidenzia lacune molto gravi e diffuse anche nei dati essenziali. Non coglie o fraintende il senso della consegna o del testo. Non riesce ad interagire. Rifiuta di sottoporsi alla verifica. Non applica le strategie utili all'esecuzione di un compito. Non sa utilizzare correttamente gli strumenti di studio. Fornisce informazioni in modo frammentario e non coerenti con la richiesta. Si esprime in modo scorretto. Compie errori significativi anche nell'esecuzione di semplici esercizi. Non individua i concetti chiave e non sa chiarire gli aspetti significativi. Confonde i dati fondamentali con quelli accessori. Si esprime in modo impreciso e stentato. 1 o Superficiali ed incomplete rispetto ai contenuti minimi stabiliti dalla materia. Dimostra di non avere acquisito autonome competenze per ripercorrere semplici esercizi, della stessa tipologia di quelli studiati, anche se guidato. Mostra difficoltà nell'applicare i contenuti o nell'analizzare la richiesta in modo autonomo. Commette errori non gravi. Si esprime in modo approssimato con poca padronanza lessicale. 5

10 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche Essenziali rispetto agli argomenti trattati, senza particolari elaborazioni personali a volte ripetute solo in modo mnemonico, possibili lacune che non sono però estese né profonde Sa cogliere e chiarire gli aspetti fondamentali e significativi. Svolge semplici esercizi, della stessa tipologia di quelli studiati, in modo sostanzialmente corretto. Se guidato affronta nuovi percorsi. Si esprime in modo semplice ma generalmente corretto con linguaggio specifico non sempre corretto. 6 Nel complesso corrette. Svolge esercizi della stessa tipologia di un modello dato senza errori sostanziali ed autonomamente. Stabilisce relazioni e confronti se guidato. Si esprime in modo semplice, ma chiaro e generalmente corretto. 7 Complete, dettagliate ed articolate Utilizza gli strumenti di studio applicando in modo autonomo e competente le strategie necessarie per l'esecuzione di un compito. Sa analizzare nuovi dati non coincidenti con la tipologia del modello dato. Stabilisce con facilità relazioni e confronti nell'ambito della disciplina. Si esprime in modo corretto, con fluidità e con lessico specifico adeguato. 8 Complete con approfondimenti autonomi Sa individuare e collegare i nuclei portanti anche a livello interdisciplinare. Svolge compiti in modo personale, scegliendo le strategie più adeguate per la soluzione di problemi in situazioni diverse. Sa creare collegamenti e analizzare in modo critico contenuti e procedure. Si esprime in modo organizzato, fluido, articolato con particolare ricchezza linguistica. 9 Complete e rielaborate criticamente Dimostra capacità progettuale e creativa. Sa valutare in modo critico e con rigore. Rielabora in modo originale i contenuti acquisiti. Si esprime in modo creativo, con apporti personali in grado di sostenere il confronto dialettico con i docenti. 10

11 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche SIMULAZIONE DELLE PROVE D ESAME Prima prova Data simulazione prevista : 23 maggio 2015 Seconda prova La simulazione della seconda prova è stata svolta insieme alle altre classi quinte del liceo scientifico utilizzando il materiale messo a disposizione dal MIUR su tutto il territorio Nazionale. La prova non è stata valutata poiché parte degli argomenti richiesti non erano stati ancora trattati Data simulazione: mercoledì 22 aprile 2015 Terza prova Tipologie assegnate: A B Date simulazioni 1. 18/12/2014 (Tipologia A Discipline: Latino,Inglese,Storia, Fisica) 2. 18/02/2015 (Tipologia B Discipline: Arte, Scienze, Inglese, Filosofia) 3. 30/04/2015 ( Tipologia A Discipline: Arte, Scienze, Storia, Inglese) Di seguito sono riportati i testi delle simulazioni della terza prova.

12 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche TESTO DELLA SIMULAZIONE DELLA TERZA PROVA DEL 18/12/2014 INGLESE The growth of the middle classes is strictly connected to the development of the novel in the XIX century, writers and their readers share interests and opinions and the novels offer a vivid picture of the time. Explain making references to the writers you have studied. STORIA La Grande Guerra vista dal fronte Meridionale Il candidato rifletta, attraverso un testo originale ed informato di massimo 20 righe, sulla specificità e particolarità del Primo conflitto mondiale che ha visto la partecipazione di 5 milioni di soldati italiani, soprattutto fanti di umile condizione e male armati, impegnati nell'inferno delle trincee per 41 lunghi mesi. Si potrebbe a mo' di esempio, far riferimento alle strategie, spesso fallimentari, di chi comandava, oppure ai progressi della tecnologia civile al servizio di quella militare che condizionarono l'andamento della Guerra, facendo riferimento anche al materiale filmato e letterario di propria conoscenza. LATINO Spiega che cosa si intende con realismo, mettendo in luce l atteggiamento di Petronio nei confronti della materia trattata e dei personaggi. FISICA Dopo aver definito le caratteristiche generali di collegamenti in serie e parallelo, anche con l aiuto di opportuni disegni, confronta i collegamenti di resistori con i collegamenti di capacitori, evidenziandone analogie e differenze.

13 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche TESTO DELLA SIMULAZIONE DELLA TERZA PROVA DEL 18/02/2015 STORIA DELL ARTE 1. Il ruolo ed il significato del colore nella pittura di Vincent Van Gogh. 2. Tutto in natura è formato da sfera, cilindro e cono. Si commenti questa celebre frase di Paul Cézanne, chiarendo l interpretazione della natura e dell arte del pittore. 3. L abitazione organica secondo l interpretazione di Frank L. Wright. INGLESE 1.Which are the main features of the Edwardian Age from a social point of view? 2. Illustrate the theme and the style of The Ballad of Reading Gaol by O.Wilde. 3. What is the meaning of marriage in J. Austen's novels and O. Wilde's comedies? Explain similarities and differences FILOSOFIA 1.Dopo aver definito e aver messo in luce la genesi e la finalità dell ascesi, discuti perché questa possa essere considerata come l unico atto di libertà per l uomo secondo Schopenhauer. 2.Feuerbach e la religione come antropologia capovolta SCIENZE NATURALI 1.Perché alcuni animali erbivori, come le mucche e le pecore, sono capaci di digerire La cellulosa? Sono in grado di digerire anche l amido? Illustra le differenze molecolari tra amido, glicogeno e cellulosa. Esponi le tue considerazioni sul ruolo energetico rivestito dai tre polisaccaridi per l uomo. 2.Descrivi le caratteristiche molecolari degli amminoacidi e in che modo rientrano nella struttura delle proteine.

14 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche TESTO DELLA SIMULAZIONE DELLA TERZA PROVA DEL 30/04/2015 INGLESE Explain how the new theories of time developed by H. Bergson and the studies on the unconscious developed by Freud and Jung influenced the literary production of the XX century, making references to the texts you have read. STORIA Al popolo senza terra e senza Stato furono negati il 15 settembre 1935 i diritti civili e politici nella Germania nazista. Tre anni dopo, il 1 settembre 1938, anche l'italia di Mussolini promulgava le leggi razziali proclamando la superiorità del popolo italiano. Il candidato rifletta su questi due avvenimenti cercandone le radici comuni e quelle peculiari specificando i principali provvedimenti antisemiti presi in Germania e nel nostro Paese. SCIENZE Spiega in che consiste il metabolismo cellulare e fai una panoramica delle principali vie metaboliche. Descrivi le relazioni tra le vie metaboliche e la loro utilità per l'organismo. STORIA DELL ARTE Presenta l opera illustrata, specificando da quale artista e in quale anno è stata realizzata. Soffermati sul soggetto, sulle forme, sulla tecnica e sui colori, spiegando che tipo di sperimentazione artistica il pittore ha inteso condurre.

15 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche PROPOSTE DI GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE PROVE D ESAME

16 CAPACITA COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE PRIMA PROVA TIPOLOGIA: ANALISI TESTUALE Individuazione degli elementi stilistici e formali che lo caratterizzano Correttezza linguistica e proprietà espressiva Approfondimen to ed articolazione dei contenuti INDICATORI PESI DESCRITTORI PUNTEGGIO ASSEGNATO Non comprende il testo proposto 1 Comprende solo parzialmente il testo proposto 2 Comprensione Comprende il testo proposto nel suo del testo e delle 3 complesso, anche se non in modo 3 sue tematiche approfondito Comprende il testo con discreta pertinenza 4 Comprende il testo con precisione 5 Non individua gli elementi stilistico- 1 formali Individua gli elementi stilisticoformali in modo superficiale e parziale Individua gli elementi base stilisticoformali in modo sufficiente Individua con precisione gli elementi stilistico-formali Individua e conosce tutti gli elementi stilistico-formali Formula periodi scorretti formalmente, senza proprietà lessicale né sintattica Formula periodi stentati sintatticamente, evidenziando povertà lessicale Formula periodi che seguono logicamente, utilizzando un linguaggio semplice Formula un discorso corretto, mostrando una discreta padronanza lessicale Formula un discorso corretto, lessicalmente vario ed adeguato Non approfondisce temi e contenuti richiesti Approfondisce temi e contenuti in modo stentato e superficiale Approfondisce gli ambiti tematici ed i contenuti in modo sufficiente Approfondisce temi e contenuti con una certa padronanza Approfondisce temi e contenuti in modo specifico e originale PUNTEGGIO MASSIMO: 50 LA SUFFICIENZA E FISSATA AL 50% DEL PUNTEGGIO MASSIMO VOTO/ PUNTEGGIO OTTENUTO

17 CAPACITA COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE PRIMA PROVA TIPOLOGIA: SAGGIO ARTICOLO INDICATORI PESI DESCRITTORI PUNTEGGIO ASSEGNATO Non realizza la tipologia di scrittura prescelta 1 Realizza solo parzialmente la tipologia prescelta, tenendo poco conto delle 2 consegne Conoscenza Realizza in modo accettabile la tipologia della tipologia 3 testuale scelta, attenendosi in linea di 3 testuale massima alle consegne Realizza la tipologia prescelta in modo coerente 4 Realizza la tipologia prescelta, operando secondo le consegne in modo personale 5 Non utilizza il materiale proposto 1 Utilizza solo parzialmente il materiale proposto e non in modo appropriato 2 Utilizzazione Utilizza e integra il materiale proposto in dei materiali 2 modo sufficiente 3 informativi Utilizza e integra il materiale proposto con pertinenza 4 Utilizza e integra il materiale proposto con pertinenza e coerenza 5 Formula periodi scorretti formalmente, senza proprietà lessicale né sintattica 1 Formula periodi stentati sintatticamente, Correttezza evidenziando povertà lessicale 2 linguistica e Formula periodi che seguono logicamente, 3 proprietà utilizzando un linguaggio semplice 3 espressiva Formula un discorso corretto, mostrando una discreta padronanza lessicale 4 Formula un discorso corretto, lessicalmente vario ed adeguato 5 Non argomenta il proprio punto di vista, formulando giudizi generici e scontati 1 Tenta di formulare giudizi, ma non sempre riesce ad elaborarli ed argomentarli 2 Capacità correttamente critica ed 2 Formula almeno una semplice tesi, in originalità riferimento al proprio punto di vista 3 Formula giudizi discretamente motivati ed argomentati 4 E in grado di formulare giudizi personali, espressi in modo adeguato 5 PUNTEGGIO OTTENUTO PUNTEGGIO MASSIMO: 50 LA SUFFICIENZA E FISSATA AL 50% DEL PUNTEGGIO MASSIMO VOTO/15

18 CAPACITA COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE PRIMA PROVA TIPOLOGIA: TEMA INDICATORI PESI DESCRITTORI PUNTEGGIO ASSEGNATO Non conosce temi e contenuti richiesti 1 Ampiezza, Conosce temi e contenuti richiesti in modo superficiale 2 precisione e Conosce temi e contenuti richiesti in modo pertinenza 3 sufficiente 3 conoscenze certa padronanza delle Conosce temi e contenuti richiesti con una 4 Conosce temi e contenuti richiesti in modo specifico e ampio 5 Espone i contenuti in modo incoerente e disorganico 1 Espone i contenuti in modo piuttosto Coerenza ed frammentario 2 organicità delle 2 Espone i contenuti in modo sufficientemente argomentazioni organico e coerente 3 Espone i contenuti in modo organico e chiaro 4 Organizza i contenuti in modo logico,chiaro e coeso 5 Formula periodi scorretti formalmente, senza proprietà lessicale né sintattica 1 Formula periodi stentati sintatticamente, Correttezza evidenziando povertà lessicale 2 linguistica e Formula periodi che seguono logicamente, 3 proprietà utilizzando un linguaggio semplice 3 espressiva Formula un discorso corretto, mostrando una discreta padronanza lessicale 4 Formula un discorso corretto, lessicalmente vario ed adeguato 5 Non è in grado di operare approfondimenti né osservazioni personali 1 Tenta di operare approfondimenti, che 2 risultano però generici e poco personali Capacità di E in grado di operare alcuni approfondimen 2 approfondimenti, con qualche osservazione 3 to critico e personale originalità Opera approfondimenti personali, 4 discretamente argomentati Opera approfondimenti personali, costruendoli con pertinenza ed originalità 5 PUNTEGGIO OTTENUTO PUNTEGGIO MASSIMO: 50 LA SUFFICIENZA E FISSATA AL 50% DEL PUNTEGGIO MASSIMO VOTO/15

19 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE SECONDA PROVA PROBLEMA N PUNTEGGIO GREZZO MASSIMO (*) PUNTEGGIO GREZZO OTTENUTO RICHIESTA N. 1 PUNTI.. RICHIESTA N.2 PUNTI.. RICHIESTA N.3 PUNTI.. RICHIESTA N. 4 PUNTI.. PUNTEGGIO TOTALE DEL PROBLEMA 50 PUNTI.. QUESITI PUNTEGGIO GREZZO MASSIMO PUNTEGGIO GREZZO OTTENUTO QUESITO N.. 10 PUNTI.. QUESITO N.. 10 PUNTI.. QUESITO N.. 10 PUNTI.. QUESITO N.. 10 PUNTI.. QUESITO N.. 10 PUNTI.. PUNTEGGIO TOTALE DEI QUESITI 50 PUNTI.. PUNTEGGIO GREZZO TOTALE (PROBLEMA+ QUESITI) 100 PUNTI.. (**) (*) I punteggi grezzi massimi da assegnare alle varie parti del problema devono tener conto sia delle conoscenze che delle competenze richieste per lo svolgimento (**) per l attribuzione del voto si calcola la percentuale (X%) del punteggio grezzo ottenuto rispetto al punteggio grezzo massimo e in base ad essa si utilizza la tabella di conversione allegata al presente documento

20 CAPACITA COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE TERZA PROVA Materia:.. INDICATORI PESI DESCRITTORI Conoscenza specifica degli argomenti proposti Coerenza ed organicità delle argomentazioni, correttezza linguistica e utilizzo del lessico specifico Capacità di approfondimento e di elaborazione autonoma Possiede conoscenze molto scarse e scorrette Possiede conoscenze limitate e non sempre corrette Possiede conoscenze nel complesso adeguate Possiede conoscenze articolate, nonostante la presenza di qualche lieve imprecisione Possiede conoscenze sicure,approfondite,esaurienti Incontra difficoltà a cogliere le questioni,a sintetizzare le conoscenze e si esprime in modo scorretto Elenca semplicemente delle nozioni e si esprime in modo impreciso e non sempre coerente Coglie le problematiche proposte e organizza i contenuti in modo sufficientemente completo, utilizzando un linguaggio semplice ma corretto Coglie gli elementi fondamentali delle questioni e organizza i contenuti in modo pertinente, utilizzando un linguaggio chiaro e corretto Coglie con sicurezza i problemi proposti e organizza i contenuti dello studio in sintesi complete, esprimendosi in modo appropriato ed efficace Non contestualizza le conoscenze e non si orienta Non approfondisce gli argomenti e non li elabora in modo personale Opera alcuni approfondimenti, tentandone elaborazioni personali Opera approfondimenti appropriati ed elaborazioni personali Opera approfondimenti qualificati ed elaborazioni originali PUNTEGGIO ASSEGNATO PUNTEGGIO OTTENUTO PUNTEGGIO MASSIMO: 50 LA SUFFICIENZA E FISSATA AL 50% DEL PUNTEGGIO MASSIMO VOTO/15

21 CAPACITÀ COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE Materia: Inglese tipologia A Indicatori pesi Descrittori Punteggio descrittori Nessuna conoscenza 0 Conoscenza specifica degli argomenti proposti Correttezza linguistica ed uso lessico specifico Coerenza ed organicità delle argomentazioni Capacità di approfondimento e di elaborazione autonoma Possiede conoscenze molto scarse e scorrette 1 Possiede conoscenze limitate e non sempre 2 corrette Possiede conoscenze nel complesso adeguate 3 Possiede conoscenze articolate, nonostante la 4 presenza di qualche lieve imprecisione Possiede conoscenze 5 sicure,approfondite,esaurienti Nulla 0 si esprime in modo scorretto 1 Si esprime in modo impreciso e non sempre 2 coerente Utilizza un linguaggio semplice ma corretto 3 Utilizza un linguaggio chiaro e corretto 4 si esprime in modo appropriato ed efficace 5 Nulla 0 Incontra difficoltà a cogliere le questioni,a 1 sintetizzare le conoscenze Elenca semplicemente delle nozioni 2 Coglie le problematiche proposte e organizza i 3 contenuti in modo sufficientemente completo Coglie gli elementi fondamentali delle 4 questioni e organizza i contenuti in modo pertinente. Coglie con sicurezza i problemi proposti e 5 organizza i contenuti dello studio in sintesi complete nulla 0 Non contestualizza le conoscenze e non si orienta Non approfondisce gli argomenti e non li elabora in modo personale Opera alcuni approfondimenti, tentandone elaborazioni personali Opera approfondimenti appropriati ed elaborazioni personali Opera approfondimenti qualificati ed elaborazioni originali Punteggio. ottenuto ALUNNA/O Voto: /15 TOTALE Punt.Gr. /50

22 CAPACITÀ COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE Materia Inglese tipologia B Indicatori pesi Descrittori Conoscenza specifica degli argomenti proposti Correttezza linguistica ed uso lessico specifico Coerenza ed organicità delle argomentazioni Capacità di sintesi e di elaborazione autonoma Punteggio descrittori Nessuna conoscenza 0 Possiede conoscenze molto scarse e scorrette 1 Possiede conoscenze limitate e non sempre 2 corrette Possiede conoscenze nel complesso adeguate 3 Possiede conoscenze articolate, nonostante la 4 presenza di qualche lieve imprecisione Possiede conoscenze 5 sicure,approfondite,esaurienti Nulla 0 si esprime in modo scorretto 1 Si esprime in modo impreciso e non sempre 2 coerente Utilizza un linguaggio semplice ma corretto 3 Utilizza un linguaggio chiaro e corretto 4 si esprime in modo appropriato ed efficace 5 Nulla 0 Incontra difficoltà a cogliere le questioni,a 1 sintetizzare le conoscenze Elenca semplicemente delle nozioni 2 Coglie le problematiche proposte e organizza i 3 contenuti in modo sufficientemente completo Coglie gli elementi fondamentali delle 4 questioni e organizza i contenuti in modo pertinente. Coglie con sicurezza i problemi proposti e 5 organizza i contenuti dello studio in sintesi complete nulla 0 Non contestualizza le conoscenze e non si 1 orienta Rielabora gli argomenti e sintetizza il testo in 2 modo stentato e senza collegamenti Rielabora gli argomenti e sintetizza il testo in 3 modo essenziale, tentando alcuni collegamenti Rielabora gli argomenti in modo personale e 4 dimostra discrete capacità di sintesi Rielabora in modo originale; sintesi completa 5 Punteggio. ottenuto ALUNNA/O Voto: /15 TOTALE Punt.Gr. /50

23 CAPACITA COMPETENZE CONOSCENZE Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL COLLOQUIO INDICATORI PESI DESCRITTORI PUNTEGGIO ASSEGNATO Non conosce gli argomenti 1 Conosce i contenuti in modo frammentario ed approssimativo 2 Conoscenza Conosce i contenuti per grandi specifica degli 5 ambiti di riferimento o nei loro 3 argomenti elementi di base proposti Conosce gran parte dei contenuti 4 in modo adeguato e pertinente Conosce i contenuti in modo esatto e pertinente 5 Si esprime in modo frammentario e limitato 1 Si esprime in modo impreciso e Padronanza della lingua Competenza argomentativa Capacità di approfondimento e di elaborazione autonoma non sempre coerente 2 Si esprime in modo semplice e corretto 3 Si esprime in modo efficace 4 Si esprime in modo fluido,sicuro,articolato 5 Non sa discutere e collegare quanto appreso 1 E talora incerto nell individuazione dei concetti chiave e nell operare 2 collegamenti Individua i concetti chiave ed opera dei collegamenti, anche se non sempre in maniera sicura Sviluppa i concetti ed opera alcuni opportuni collegamenti Argomenta in modo sicuro e appropriato nella maggior parte degli ambiti Non utilizza le sue abilità in situazioni nuove Non approfondisce gli argomenti e non li elabora in modo personale E in grado di operare alcuni approfondimenti, tentandone elaborazioni personali Opera approfondimenti appropriati ed elaborazioni personali in diversi ambiti Opera approfondimenti qualificati ed elaborazioni autonome nella maggior parte degli ambiti PUNTEGGIO MASSIMO: 50 LA SUFFICIENZA E FISSATA AL 50% DEL PUNTEGGIO MASSIMO VOTO/ PUNTEGGIO OTTENUTO

24 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche TABELLA DI PASSAGGIO DAL PUNTEGGIO GREZZO AL VOTO Distribuzione dei voti nelle basi 15 e 30 rispetto alla percentuale x% di punteggio grezzo massimo conseguita: VOTI x % x % VOTI I voti corrispondenti ad una determinata percentuale di punteggio grezzo, anche se fortemente orientativi, non sono tassativi.

25 Istituto di Istruzione Superiore L. da Vinci Civitanova Marche PROGRAMMI SVOLTI DELLE DISCIPLINE

26 Anno scolastico 2014/15 PROGRAMMA SVOLTO Docente: Silvia Bonfigli Materie: Disegno e Storia dell arte Classi : V C Indirizzo Scientifico

27 Libro di testo: G. Nifosì, Arte in primo piano, Laterza, voll. 4 e 5. UNITA DIDATTICA FORMATIVA: 1 Analisi grafica di opere d arte e d architettura del Novecento Contenuti Obiettivi Tempi Analisi dei caratteri formali ed espressivi di opere d arte attraverso il linguaggio della comunicazione visiva (disegno grafico a mano libera e tecnico). - Arte e architettura viennesi del primo Novecento - Ville Savoye di le Corbusier; - La Casa sulla cascata di Wright Conoscere i criteri basilari dell opera d arte e d architettura attraverso l attività laboratoriale, anche di gruppo, e l utilizzo del linguaggio grafico associato al linguaggio verbale. Saper interpretare l opera d arte e d architettura in maniera complessa anche attraverso la comprensione le la rielaborazione del linguaggio grafico. 15 ore UNITA DIDATTICA FORMATIVA: 2: L architettura e l urbanistica ottocentesche e il Modernismo. Contenuti Obiettivi Tempi La nascita della disciplina urbanistica; I piani urbanistici di Parigi, Vienna e Barcellona; Lo Storicismo e l Ecclettismo: Palazzo del Parlamento di Londra, il Monumento a Vittorio Emanuele II a Roma. L Architettura del ferro : J.Paxton: Il Palazzo di Cristallo a Londra; La torre Eiffel a Parigi; la Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Caratteri essenziali dello Storicismo e dell Eclettismo: il ricorso agli stili storici. Caratteri essenziali dell urbanistica ottocentesca in relazione al periodo storico; Caratteri fondamentali dell architettura del ferro (materiali, forme, funzioni). Saper riconoscere i modelli urbanistici dell Ottocento ; Saper riconoscere i caratteri peculiari dell opera d architettura ottocentesca contestualizzandola nel periodo storico. Saper interpretare i principi estetici e le teorie del Neoclassicismo, dello Storicismo, dell Ecclettismo e dell architettura del ferro e saperli mettere in rapporto con le opere analizzate. Saper comprendere il valore della scienza delle costruzioni e della scienza urbanistica in rapporto alle realizzazioni architettoniche e urbane. 12

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO

PROGRAMMA DI ITALIANO LICEO SCIENTIFICO "A. EINSTEIN" ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE V C Prof. Paolo Albergati PROGRAMMA DI ITALIANO Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, La letteratura, Paravia,

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, La letteratura, vol. 4 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volumi 5 e 6

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: Nicoletta Antolini MODULO N. 1 (ritratto d autore) - ALESSANDRO MANZONI 1. ALESSANDRO MANZONI La vita Le opere: caratteri generali

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s. 2014 2015 MATERIA : ITALIANO CLASSE IV E Prof.ssa Gigliotti Ginestra ARGOMENTO I: IL SECOLO DEL BAROCCO: G.B. MARINO P. Calderon de La BARCA TOMMASO CAMPANELLA

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B LICEO SCIENTIFICO STATALE PIETRO SETTE SANTERAMO IN COLLE A.S. 2011/12 PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B Libri di testo adottati: R. Luperini - P. Cataldi - L. Marchiani - F. Marchese, La

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA - BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DI DIPARTIMENTO ITALIANO TRIENNIO a.s. 2013-2014 Nulla di sé e del mondo sa la generalità degli uomini se la letteratura non glielo

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE del DIPARTIMENTO DISCIPLINARE di LETTERE PICO MATERIA: ITALIANO SEDE/I ASSOCIATA/E: LICEO PICO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUOSI

PROGETTAZIONE ANNUALE del DIPARTIMENTO DISCIPLINARE di LETTERE PICO MATERIA: ITALIANO SEDE/I ASSOCIATA/E: LICEO PICO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUOSI PROGETTAZIONE ANNUALE del DIPARTIMENTO DISCIPLINARE di LETTERE PICO MATERIA: ITALIANO SEDE/I ASSOCIATA/E: LICEO PICO PRIMO BIENNIO SECONDO BIENNIO QUINTO ANNO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LUOSI PRIMO BIENNIO

Dettagli

GRIGLIA DI CORREZIONE

GRIGLIA DI CORREZIONE ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA ITCG-LC San Marco Argentano a.s. 0/5 GRIGLIA DI CORREZIONE TIOLOGIA A (Analisi del testo) Candidato/a: Classe: Indicatori Comprensione Sintesi Analisi Commento Interpretazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO - RMICGB00T via Virgilio n. 2-0001 Albano Laziale (Roma) Centralino: 0/320.12 Fax: 0/321.2 @: RMICGB00T@istruzione.it, RMICGB00T@pec.istruzione.it C.F.: 000 GRIGLIE E TABELLE

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L alunno è capace di interagire in modo efficace in diverse

Dettagli

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Premessa metodologica L insegnamento della Storia dell Arte mira a fare conoscere le diverse forme espressive dell arte, la cui fruizione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI Disciplina: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Prof.ssa Giuseppina Gambin Anno Scolastico 2008/2009 PERCORSI FORMATIVI

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.it - PEC:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MATERIA: Italiano PROFESSORE: SCUDERI MARIA CLASSE: III D - Turismo A.S.: 2015/2016 DATA: 28\10\2015 SOMMARIO 1.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA. RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA. Autore Codice Titolo e Percorso Pagina

FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA. RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA. Autore Codice Titolo e Percorso Pagina I.I.S. Istituto Istruzione Superiore A.Volta LIBRETTO delle GRIGLIE di VALUTAZIONE PROPOSTO APPROVATO FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA RdQ Prof.ssa Exarchacu Paraskevi DS DATA Il presente documento è stato

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE

APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE APPENDICE AL POF GRIGLIE DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE ANNO SCOLASTICO 0 /03 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA DI RELIGIONE ( in quindicesimi - sufficienza 0 ) INDICATORI DESCRITTORI PUNTEGGIO CONOSCENZA

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon 4-35031 ABANO T. (PD) - Tel 049 812424 - Fax. 049 810554 Distretto n. 45 Padova ovest - C. F. 80016340285 Sito: www.lbalberti.it - E-Mail:

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE ALL. A RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE 1. SITUAZIONE DELLA CLASSE La classe (costituita da 21 elementi, 17 femmine e 4 maschi e caratterizzata da due indirizzi,

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE: INGLESE

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE: INGLESE LICEO SCIENTIFICO STATALE MICHELANGELO Via Dei Donoratico 0911 CAGLIARI c.f.80010550921 Tel.070/41917-Fax 070/42482 e-mail: caps04000l@istruzione.it - sito web: www.liceomichelangelo.it PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009-10 Contratto Formativo Individuale Classe 3 Sez H Docente: Prof.ssa Piangiarelli Sandra 1. ANALISI DELLA CLASSE: (dare delle definizioni in termini

Dettagli

Bündner Kantonsschule Scola chantunala grischuna Scuola cantonale grigione. 1. Dotazione ore

Bündner Kantonsschule Scola chantunala grischuna Scuola cantonale grigione. 1. Dotazione ore Italiano prima lingua 1. Dotazione ore 4 H 5H 6H Materia fondamentale 4 4 4 2. Considerazioni didattiche e obiettivi di formazione generali secondo il PQ MP 12 L insegnamento della prima lingua nazionale

Dettagli

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO :

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/1 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI

Dettagli

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15 PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ITALIANO - Anno Scolastico 2014 2015 CLASSE 3^ Conoscenze Lingua Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo al sec. XVII Lingua letteraria e linguaggi della

Dettagli

DIPARTIMENTO DISEGNO E STORIA DELL ARTE Anno scolastico 2014-2015

DIPARTIMENTO DISEGNO E STORIA DELL ARTE Anno scolastico 2014-2015 DIPARTIMENTO DISEGNO E STORIA DELL ARTE Anno scolastico 2014-2015 Docenti: Prof.ssa Rosa BERTIERO Prof.ssa Donatella CARPINTIERI Prof.ssa Daniela CASAVECCHIA Prof. Salvatore PICCIOLO Prof.ssa VIOLA Dopo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2012 2013 Dipartimento (1) : STORIA DELL ARTE Coordinatore (1) : BERETTA CLARA Classe: 5 Indirizzo: TURISTICO Ore di insegnamento settimanale: 2 Testo

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

Programma delle singole materie

Programma delle singole materie Programma delle singole materie Materia: Storia dell'arte Anno scolastico 2011-2012 Libro di testo Comunicarte, Omar Calabrese, Ed. Le Monnier, (voll. 5 e 6) Altri strumenti didattici Proiettore; L.I.M.;

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MATERIA: DISEGNO E STORIA DELL ARTE CLASSE:

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MATERIA: DISEGNO E STORIA DELL ARTE CLASSE: Pagina 1 di 8 INGRESSO PROFILO CLASSE USCITA Il profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale: I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL ARTE E DISEGNO E STORIA DELL'ARTE a.s.

LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL ARTE E DISEGNO E STORIA DELL'ARTE a.s. LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL ARTE E DISEGNO E STORIA DELL'ARTE a.s.2014/2015 OBIETTIVI DIDATTICI SAPER STUDIARE: saper riassumere, sintetizzare,

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

VALUTAZIONE NELLA SCUOLA MEDIA E GRIGLIE DI VALUTAZIONE

VALUTAZIONE NELLA SCUOLA MEDIA E GRIGLIE DI VALUTAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO G.PASCOLI -SILVI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA MEDIA E GRIGLIE DI VALUTAZIONE SEZIONE POF 201-201 Valutazione nella scuola media In conformità alle nuove direttive ministeriali - decreto

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009/2010 Contratto Formativo Individuale Classe: III Sez. B Materia : Inglese Docente: prof.ssa Francesca Giorgetti 1.ANALISI DELLA CLASSE (giudizi

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Triennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Triennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Triennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 3 sezione B Data di approvazione 19/10/2012 Doc.:

Dettagli

Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano

Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano 1 Griglia di valutazione per le prove scritte di Italiano Rispetto della traccia e della tipologia testuale 10 9 8 7 6 5 4 Seguita in maniera pertinente e completa in tutte le sue richieste Seguita in

Dettagli

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CORSO DI ITALIANO CLASSE PRIMA UdA n.1 - LEGGERE, COMPRENDERE E INTERPRETARE TESTI 1. Comprendere e analizzare narrativi, descrittivi, espositivi e poetici 2. Riconoscere e classificare diversi tipi di

Dettagli

Dipartimento di Lingua e Civiltà INGLESE

Dipartimento di Lingua e Civiltà INGLESE MINISTERO DELL ISTRUZIONE. DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE L. MANARA 00152 ROMA VIA BASILIO BRICCI, 4 Fax 06/67663900Tel. 06/121127825 XXIV

Dettagli

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO IC CS V D. MILANI - DE MATERA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado ad Indirizzo Musicale Via De Rada - 87100 Cosenza tel. 0984 71856 fax 0984-71856 - cod.mecc. CSIC8AL008

Dettagli

Italiano Primo biennio

Italiano Primo biennio PROFILO IN USCITA DELLO STUDENTE IN TERMINI DI COMPETENZE E ABILITÀ TECNICO-ECONOMICO Italiano Primo biennio Competenze Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi di base indispensabili per

Dettagli

Documento del consiglio di classe

Documento del consiglio di classe ANNO SCOLASTICO - Documento del consiglio di classe CLASSE AT Approvato il maggio Composizione del Consiglio di Classe MATERIA LETTERE INGLESE TEDESCO SPAGNOLO FRANCESE TECNICA TURISTICA ARTE E TERRITORIO

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB.

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 DISCIPLINA: Religione CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ELENCO MODULI 1 Vivere secondo la Bibbia 2 Gesù,

Dettagli

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing Costruzioni, Ambiente e Territorio Liceo Linguistico Liceo Scientifico.

Dettagli

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico

Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello 3 (5-6) Livello 4 (4-5) Livello 5 (2-4) lessico ALLEGATO 1 Griglia di valutazione per lo scritto - biennio Indicatori Livello 1 (9-10) Livello 2 (7-8) Livello (5-6) Livello (-5) Livello 5 (2-) Lessico Ottimo Buono Uso essenziale del Difficoltà nel Uso

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

Lingua e letteratura italiana

Lingua e letteratura italiana Lingua e letteratura italiana 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Lingua e letteratura italiana 119 119 119 119 119 Premessa generale La lingua italiana, nel percorso dell obbligo di istruzione riferito

Dettagli

Programma svolto Disegno e storia dell arte

Programma svolto Disegno e storia dell arte Programma svolto Disegno e storia dell arte A.S. 2014-15 Classe VE Prof Isabella Rossini Arte Neoclassica Caratteristiche generali del periodo Antonio Canova: stile letture e analisi di 1) Teseo sul Minotauro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE a.s.2013/2014 TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE indirizzo: Tecnico della Grafica e della comunicazione TEORIE DELLA COMUNICAZIONE: Classi terze tecnico grafico TEORIE DELLA COMUNICAZIONE: Non ancora

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-33100578 codice fiscale 97504620150

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

Griglie di Verifica e Valutazione a.s. 2012-2013 Pag. 1

Griglie di Verifica e Valutazione a.s. 2012-2013 Pag. 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE VERIFICHE ORALI (0/0) Conoscenze Colloquio Descrittori Punteggio Punteggio assegnato Completi ed approfonditi Contenuti (max punti) Precisi, Organizzati Appropriati, Essenziali

Dettagli

Secondo biennio: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2015/16

Secondo biennio: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2015/16 1 Secondo biennio: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2015/16 Premessa: di seguito vengono presentate le competenze e i contenuti di riferimento per Lingua e letteratura italiana. Le competenze e i contenuti

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014-15 DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE INDIRIZZO AFM SIA RIM CLASSE BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

Dettagli

COMPETENZE E INSEGNAMENTO. Dott.ssa Franca Da Re

COMPETENZE E INSEGNAMENTO. Dott.ssa Franca Da Re COMPETENZE E INSEGNAMENTO Dott.ssa Franca Da Re UN TENTATIVO DI DEFINIZIONE INTEGRATO INTEGRAZIONE DI CONOSCENZE E ABILITA DI TIPO COGNITIVO, PERSONALE, SOCIALE, RELAZIONALE PER SVOLGERE UN ATTIVITA E

Dettagli

seminario finale del corso di formazione insegnamento CLIL e plurilinguismo liceo linguistico boggio lera - catania - 31 maggio 2011

seminario finale del corso di formazione insegnamento CLIL e plurilinguismo liceo linguistico boggio lera - catania - 31 maggio 2011 DOCENTI, SEDI, CLASSE E TITOLO DEL MODULO Nadia Rizzo Liceo Classico e Linguistico R. Settimo, Caltanissetta Classe IV - liceo linguistico Discovering the italian Baroque: the Denis Mahon Collection Aurelia

Dettagli

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Schema di PROGETTAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELL ASSE dei LINGUAGGI SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO 1 SECONDO BIENNIO E

Dettagli

Rappresentano le finalità educative di ogni disciplina

Rappresentano le finalità educative di ogni disciplina Il documento di valutazione o pagella Nella pagella che viene consegnata alle famiglie alla fine del primo e del secondo quadrimestre, sono specificati tre parametri, che indicano i passaggi fondamentale

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2014/2015 ECONOMIA AZIENDALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO LIA BONELLI L AMBITO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Giovanni Cena PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SEZIONE TECNICA SETTORE ECONOMICO

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Giovanni Cena PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SEZIONE TECNICA SETTORE ECONOMICO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Giovanni Cena PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SEZIONE TECNICA SETTORE ECONOMICO Indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING LINGUA E LETTERATURA ITALIANA DOCENTE GIULIANA PESCA

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO

ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE TECNICO DELLA GESTIONE AZIENDALE INDIRIZZO INFORMATICO Il docente di Tecniche professionali dei servizi commerciali concorre a

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA. Lingue straniere. a.s. 2013-2014 NUOVO ORDINAMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA. Lingue straniere. a.s. 2013-2014 NUOVO ORDINAMENTO I S T I T U T O M A G I S T R A L E D I B E L V E D E R E M A R I T T I M O (CO S E N Z A ) Via Annunziata, 4 87021 Belvedere Marittimo (Cosenza) - tel. / fax.: 0985 809 PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA

Dettagli

I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A.

I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A. I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A. - Guspini Programmazione annuale di MATEMATICA a.s. 2013-2014 Classi seconde Docente: Prof. Walter Concas A. OBIETTIVI 1. Obiettivi educativi generali. La

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - VICENZA DIPARTIMENTO DI ITALIANO CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA SCUOLA SECONDARIA Fine classe terza COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE

Dettagli

La 3L a Salamanca per uno stage di Spagnolo

La 3L a Salamanca per uno stage di Spagnolo Liceo Scientifico Classico Linguistico G. Novello P. O. F. PARTE III CURRICOLI DISCIPLINARI Liceo Linguistico CLASSE QUARTA ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI N ore visiona il curricolo Lingua e letteratura

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

Sostegno a Distanza: una fiaba per Angela. Presentazione

Sostegno a Distanza: una fiaba per Angela. Presentazione Presentazione Nella classe 1^ secondaria di1 grado, durante il primo quadrimestre, si è lavorato sul tipo di testo fiaba ed i ragazzi venendo a conoscenza del progetto SAD portato avanti dagli allievi

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. Sede di Cremona a.s. 2011/2012 IV C ordinamentale Storia dell arte Docente: Liliana Menta

PROGRAMMA SVOLTO. Sede di Cremona a.s. 2011/2012 IV C ordinamentale Storia dell arte Docente: Liliana Menta Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona PROGRAMMA SVOLTO Bruno Munari Sede di Cremona a.s. 2011/2012 IV C ordinamentale Storia dell arte Docente: Liliana Menta IL CINQUECENTO Tiziano Vecellio 1. Amor

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: V Dsc Indirizzo:

Dettagli

OBIETTIVI E CONTENUTI DI ARTE E IMMAGINE nel triennio della Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Isabella Coppola

OBIETTIVI E CONTENUTI DI ARTE E IMMAGINE nel triennio della Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Isabella Coppola A.S 2012 2013 OBIETTIVI E CONTENUTI DI ARTE E IMMAGINE nel triennio della Scuola secondaria di primo grado Prof.ssa Isabella Coppola Obiettivi didattici del 1 anno 1. Capacità di vedere osservare e comprensione

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201/1 Classe 1 E COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO STORIA INGLESE MATEMATICA 2 LINGUA STRANIERA SCIENZE DELLA TERRA GEOGRAFIA FISICA

Dettagli

Piano di lavoro annuale a.s. 2013/2014

Piano di lavoro annuale a.s. 2013/2014 Piano di lavoro annuale a.s. 2013/2014 Docente: Frank Ilde Materia: Matematica Classe: 1^ASA 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi educativo-cognitivi generali che sono stati

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Liceo Scientifico

FONDAZIONE MALAVASI. Liceo Scientifico FONDAZIONE MALAVASI Liceo Scientifico PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: Storia DOCENTE: Prof.ssa Manuela Maccà CLASSE III SEZ. Tradizionale A.S.2014 /2015 2. OBIETTIVI E COMPETENZE

Dettagli

Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte

Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte A.- Programma di Storia dell arte contemporanea (Prof.ssa Christine Farese Sperken) Crediti

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio Livelli di competenza A= Esperto (Livello 1) B= Competente (Livello 2) C= Principiante (Livello 3) ASSE LINGUAGGI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio FORMAT UNITARIO

Dettagli

Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing

Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing Lo studio dell'economia Aziendale per la classe Terza degli Istituti Tecnici ad indirizzo Amministrazione Finanza Marketing concorre a far perseguire

Dettagli