LICEO ARTISTICO ISTITUTO STATALE D'ARTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO ARTISTICO ISTITUTO STATALE D'ARTE"

Transcript

1 LICEO ARTISTICO ISTITUTO STATALE D'ARTE Edgardo Mannucci ANCONA Anno scolastico 2012/13 CLASSE V E Programmi delle materie 15/05/2013

2 Letteratura italiana L età del dacadentismo Componenti e aspetti del decadentismo: la visione del mondo decadente e il rifiuto del Positivismo la poetica del simbolismo l estetismo aspetti della letteratura decadente C. Baudelaire: Corrispondenze; L Albatro; Spleen; Invito al viaggio A. Rimbaud: Vocali P. Verlaine: Arte poetica; Languore J.K. Huysmans: La pupilla squisita ( da Controcorrente ) O. Wilde: Un nuovo edonismo ( da Il ritratto di Dorian Gray ) Il decadentismo in Italia. G. D'Annunzio : la vita, l'estetismo, il superomismo, la fase "notturna". Da Canto novo: Canta la gioia da Le novelle della Pescara: La veglia funebre da Il piacere : La vita come opera d arte Don Giovanni e Cherubino dal Poema Paradisiaco: Consolazione da Le vergini delle rocce : Pochi uomini superiori da Alcyone : La sera fiesolana; La pioggia nel pineto; Meriggio dal Notturno : Scrivo nell oscurità G. Pascoli : la vita, le idee, la poetica: il saggio Il fanciullino. Le opere. Il mito del nido. Da Il fanciullino: E dentro di noi un fanciullino da Myricae : Novembre; Lavandare; X Agosto dai Poemetti: La siepe dai Canti di Castelvecchio : La mia sera; Il gelsomino notturno; Nebbia La grande Proletaria si è mossa. Il Novecento Gli orientamenti della cultura. Filosofia e scienza. Le scienze umane e la psicanalisi. Bergson, Freud. La poesia crepuscolare. Il termine ed il repertorio tematico. La polemica antidannunziana. S.Corazzini: Desolazione del povero poeta sentimentale G.Gozzano: La signorina Felicita; Totò Merumeni Le avanguardie Il futurismo: nascita e sviluppo del movimento. Tematiche e ideologia del futurismo. Le novità formali.. F.T. Marinetti. Letture dal Manifesto del 1909 e dal Manifesto tecnico della letteratura futurista da Zang Tumb Tuum : Correzione di bozze+ desideri in velocità

3 A. Palazzeschi. Lasciatemi divertire Caratteri fondamentali del romanzo novecentesco in Europa ed in Italia Il narratore, il personaggio, la nuova concezione del tempo. L influsso di Freud e di Bergson. Esempi e modelli stranieri: M. Proust. La concezione del tempo come durata. La memoria involontaria. Da La strada di Swann: Ad un tratto il ricordo mi è apparso L.Pirandello : la vita, la visione del mondo e la poetica : l'umorismo; le opere. Un teatro "altro". Da L umorismo : Il sentimento del contrario; La vita e la forma da Novelle per un anno : La signora Frola e il signor Ponza, suo genero La tragedia di un personaggio La patente La carriola Il treno ha fischiato da Il fu Mattia Pascal : Maledetto Copernico; Un caso strano e diverso ; Lo strappo nel cielo di carta da Uno, nessuno e centomila : Quel caro Gengè dai Sei personaggi in cerca d'autore : Siamo qua in cerca d un autore da Enrico IV: Fisso in questa eternità di maschera I.Svevo : la vita e le opere. Evoluzione del romanzo da "Una vita" a La coscienza di Zeno. L'inettitudine a vivere. Da Racconti, saggi, pagine sparse : Quella ridicola e dannosa cosa che si chiama letteratura ; Svevo e la psicanalisi da Senilità : Prove per un addio; La metamorfosi di Angiolina da La coscienza di Zeno: Prefazione; Preambolo; Il fumo; La salute di Augusta; La vita è sempre mortale. Non sopporta cure Poeti italiani del Novecento G.Ungaretti : la vita, l'itinerario poetico ed umano. "L'Allegria o la poesia della parola. La riscoperta della tradizione: Sentimento del tempo. Il dolore Da L'Allegria : In memoria; Il porto sepolto; Commiato; I fiumi; Pellegrinaggio; Veglia; San Martino del Carso; Mattina; Fratelli; Soldati; Allegria di naufragi. da Sentimento del tempo : L'isola; La madre da Il dolore : Giorno per giorno. E.Montale : la vita, la poetica, le opere. La consapevolezza del male di vivere. Dalla Farfalla di Dinard: Racconto di uno sconosciuto da Confessioni di scrittori (Interviste con se stessi): Una totale disarmonia con la realtà da Sulla poesia: E ancora possibile la poesia? da Ossi di seppia : Meriggiare pallido e assorto Non chiederci la parola Spesso il male di vivere ho incontrato I limoni

4 Cigola la carrucola da Le occasioni : La casa dei doganieri da La bufera e altro : Piccolo testamento da Satura : Ho sceso, dandoti il braccio L'ermetismo : contesto, modelli, poetica. S.Quasimodo : cenni biografici. Il tema dell'esilio dall'isola natale. Dall'ermetismo alla poesia-sociale del dopoguerra. Da Acque e terre : Vento a Tindari da Giorno dopo giorno : Alle fronde dei salici Ancona, 14 maggio 2013 gli alunni l'insegnante Testo in uso : G. ARMELLINI, A. COLOMBO, Letteratura Letterature, versione rossa, Vol Il secondo Ottocento e vol 3.2. Il Novecento, Bologna, Zanichelli, 2007

5 Storia L età giolittiana La nuova situazione economica dell Italia. L inizio dell età giolittiana. Il ruolo neutrale dello stato nei conflitti sociali. Giolitti e i socialisti riformisti. La legislazione sociale. La conquista della Libia. La riforma elettorale del Il patto Gentiloni. La Grande guerra L Europa verso la catastrofe La belle èpoque e le sue contraddizioni. Le alleanze tra potenze europee. Le guerre balcaniche. La cultura della guerra: nazionalismo e militarismo. Una guerra moderna L attentato di Sarajevo. Lo scoppio del conflitto. Il meccanismo delle alleanze: La guerra dai Balcani all Europa. I paesi extraeuropei. Da guerra di movimento a guerra di posizione. L Italia dalla neutralità all intervento. La svolta del 1917 La situazione bloccata sul piano militare. Il blocco del commercio marittimo verso gli Imperi centrali. La guerra sottomarina attuata dai tedeschi. L atteggiamento della popolazione civile e dei soldati verso la guerrra. 1917: la rivoluzione russa e l intervento americano. La situazione critica sul fronte italiano: Caporetto. 1918: la fine della guerra. La rivoluzione russa L arretratezza della società russa. La rivoluzione di febbraio. Il dualismo di potere tra governo provvisorio e soviet. La rivoluzione d ottobre. La dittatura del proletariato. La guerra civile. La Nuova politica economica. Le eredità del conflitto Il dopoguerra inquieto Il tramonto dell Europa. La conferenza di Parigi. Il crollo degli imperi: la nuova Europa politica. La insoddisfazione dei vinti ed anche dei vincitori. La Società delle Nazioni. Europa e società in crisi. Il Medio Oriente instabile Il crollo dell impero ottomano. La nuova Turchia di Ataturk. Il sistema dei mandati. Il nazionalismo arabo. L emigrazione ebraica in Palestina. La dichiarazione Balfour. L inizio del conflitto fra arabi ed ebrei. Dopo la guerra, una nuova economia Dall industria di guerra all industria di pace. Una nuova organizzazione del lavoro: il taylorismo. L industria automobilistica. L era dei mass media: la radio. Il cinema e la propaganda.

6 Società di massa e crisi della democrazia La classe operaia ed i ceti medi. La massificazionedella politica. La crisi dei sistemi liberali. Consenso di massa e regimi totalitari. Totalitarismi e democrazie Le democrazie sotto attacco Il dopoguerra in Gran Bretagna e Francia. Il difficile dopoguerra nell Europa centro-orientale. La Repubblica di Weimar e la sue dificoltà. Il piano Dawes. La crisi italiana e l avvento del fascismo Il biennio rosso. Nazionalismo e vittoria mutilata. L impresa di Fiume. I partiti di massa e le elezioni del Il movimento fascista e lo squadrismo. Il consenso al fascismo. La marcia su Roma ed il crollo dello stato liberale. La crisi del 1929 ed il New Deal La nuova centralità dell economia americana. Sovrapproduzione e speculazione borsistica. Il crollo della borsa di New York. Le conseguenze mondiali della crisi economica americana. F.D.Roosevelt ed il New deal: il ruolo dello stato nell economia. Il totalitarismo A Il regime fascista Il fascismo verso la dittatura. Il delitto Matteotti. La fascistizzazione dell Italia. La repressione del dissenso. Il concordato con la chiesa. Il controllo del regime sulla vita sociale. La politica economica del fascismo: dal liberismo al protezionismo ed alla autarchia. La politica coloniale: l invasione dell Etiopia. B Il regime nazista La crisi del 1929 e l ascesa del nazismo. Il programma nazista: nazionalismo e antisemitismo. La conquista del potere. La dittatura nazista. Antisemitismo legalizzato: le leggi di Norimberga. Controllo sociale e manipolazione delle coscienze: la fabbrica del consenso. La politica economica del nazismo: piena ocupazione ed economia di guerra. C Lo stalinismo Stalin, il successore di Lenin. La pianificazione dell economia: industrializzazione forzata e collettivizzazione agricola. La burocrazia sovietica. Il regime di Stalin: terrore, propaganda ideologica e culto del capo. L Europa contesa: fascismo e democrazia La democrazia in difficoltà: Gran Bretagna a Francia. L affermazione dei regimi autoritari nell Europa centro-orientale. L alleanza fra Mussolini ed Hitler. La guerra civile in Spagna. La Seconda guerra mondiale

7 Le aggressioni naziste L espansionismo della Germania nazista. L asse Roma-Berlino-Tokio. La conferenza di Monaco e l annessione dei Sudeti. Il patto russo-tedesco. L Europa in guerra. L invasione della Polonia nel 1939 e l attacco alla Francia nella primavera del Il conflitto si allarga al mondo L Italia in guerra al fianco della Germania. La resistenza britannica, Il fallimento della guerra parallela. 1941, l attacco tedesco all Unione sovietica e quello giapponese agli Stati Uniti. Prima parte del 1942: i successi dell Asse. Il dominio nazista e la Shoah Lo sfruttamento dei peasi occcupati. Il nuovo ordine di Hitler. La soluzione finale e il genocidio degli ebrei. L Europa filonazista. La Resistenza europea. Il crollo dell Asse e la Resistenza Le prime vittorie degli Alleati. Lo sbarco in Sicilia. 25 luglio 1943: la caduta del fascismo. 8 settembre 1943: dall armistizio all occupazione tedesca. Il Comitato di liberazione nazionale. La guerra di liberazione e le stragi dei nazifascisti. La Germania accerchiata. La liberazione. Un mondo nuovo sulle macerie della guerra Il tragico epilogo della guerra: Hiroshima. La fine della Seconda guerra mondiale. Crimini contro l umanità, bombardamenti, vittime civili. La nuova geografia europea. La creazione dell Organizzazione delle nazioni unite. Il mondo tra sviluppo e guerra fredda Il bipolarismo Il bipolarismo delle superpotenze. La guerra fredda. Germania: sconfitta e divisa. Le due Europe. La sovietizzazione delle democrazie popolari. La rincorsa nucleare. L Italia repubblicana Il dopoguerra in Italia: ricostruzione e ritorne alla democrazia. Il referendum del 2 giugno 1946: l Italia diventa una repubblica. La fine della solidarietà tra le forze antifasciste. La nuova Costituzione repubblicana. Libertà, lavoro, centralità del parlamento. Le elezioni politiche del L anomalia politica italiana. Ancona 14 maggio 2013 gli alunni l'insegnante

8 Testo in uso : Progetto Storia Bruno Mondadori, Nuovo Le basi della storia, vol. 3, Il Novecento e la società contemporanea, Edizioni scolastiche Bruno Mondadori 2009

9 Matematica DOCENTE: Prof. Gabriele Zenobi Testo di Riferimento: Appunti di Analisi Infinitesimale - ambito professionale Autore: Scovenna, Edizioni CEDAM Ripasso propedeutico: disequazioni frazionarie di 1 e 2 grado e di grado superiore riconducibili al 2 grado: calcolo delle soluzioni col metodo risolutivo grafico. Scomposizione di un polinomio di 2 grado in fattori tramite le sue radici. La parabola e la circonferenza nel piano cartesiano. Elementi di Analisi Matematica. Introduzione e definizioni generali: Definizione di funzione. Esempi di applicazioni numeriche e non numeriche. Rappresentazione grafica insiemistica delle funzioni. Concetto di dominio e codominio di una funzione. Funzioni iniettive, suriettive e biunivoche. Grafico di funzioni di una variabile sul piano cartesiano. Classificazione delle funzioni: algebriche intere, razionali, irrazionali e trascendenti. Studio di funzioni algebriche razionali: Calcolo del dominio di funzioni algebriche razionali (anche per le irrazionali). Studio del segno di una funzione algebrica razionale e rappresentazione sul piano cartesiano. Calcolo delle intersezioni di una funzione algebrica razionale con gli assi cartesiani. Funzioni pari e dispari. Limite di funzione: introduzione al concetto di limite attraverso uno studio numerico approssimato della funzione (x-x 0 ) -1. Limite finito ed infinito di funzione per x che tende ad un valore finito. Limite destro e sinistro. Asintoto verticale di una funzione. Teoremi sulle operazioni coi limiti. Calcolo dei limiti destro e sinistro di una funzione algebrica razionale per x che tende ai valori finiti esclusi dal dominio, utilizzando i teoremi sui limiti e la scomposizione in fattori dei polinomi. Limite finito ed infinito di funzione per x che tende all infinito. Calcolo dei limiti per x che tende all infinito di una funzione algebrica razionale. Asintoto orizzontale ed asintoto obliquo di una funzione algebrica razionale. Cenni alla continuità delle funzioni: definizione di funzione continua in un punto x 0 e in un intervallo. Discontinuità di prima, seconda e terza specie. Elementi di calcolo differenziale: definizione di derivata prima in un punto x 0. Significato geometrico della derivata in un punto. La funzione derivata. Calcolo della derivata per semplici funzioni algebriche intere e razionali fratte. Punti di massimo e minimo relativi. Calcolo dell andamento crescente/decrescente di una funzione e dei massimi e minimi relativi attraverso lo studio del segno della derivata prima. Rappresentazione grafica approssimata degli elementi studiati per semplici funzioni algebriche razionali. Analisi del grafico di una funzione. Ancona, 14/05/2013 L Insegnante Prof. Gabriele Zenobi I Rappresentanti degli Studenti

10 Fisica DOCENTE: Prof. Gabriele Zenobi Testo di Riferimento: L Amaldi Introduzione alla Fisica Ed. Zanichelli Ripasso: La propagazione della luce e leggi dell ottica geometrica: riflessione e rifrazione. Ottica ondulatoria. Limiti dell approssimazione dell ottica geometrica e teoria ondulatoria della luce. I fenomeni di diffrazione ed interferenza nelle onde e loro manifestazione negli esperimenti con la luce. Relazione fra colore e lunghezza d'onda. I colori degli oggetti. Radiazioni infrarosse, visibili e ultraviolette. Elettrostatica. La carica elettrica. Il modello planetario dell atomo e l'esperienza di Rutherford. Elettrizzazione per strofinio, per contatto, per induzione e per polarizzazione. Conduttori e isolanti. Conservazione della carica elettrica. La legge di Coulomb. Confronto tra forze elettriche e forze gravitazionali. Concetto di campo elettrico. Rappresentazione attraverso le linee del campo elettrico. Campo elettrico prodotto da una carica puntiforme e da due cariche puntiformi. Energia potenziale elettrica e differenza di potenziale. Il condensatore piano. La capacità elettrica di un condensatore. Corrente elettrica. Intensità di corrente elettrica. La corrente elettrica continua. Generatori di tensione. Il circuito elettrico: circuiti chiusi ed aperti. Collegamento in serie ed in parallelo. Resistenza elettrica. Leggi di Ohm. Potenza dissipata per effetto Joule. Resistenza equivalente di circuiti collegati in serie ed in parallelo. La corrente elettrica nei liquidi e nei gas. Magnetismo. La forza magnetica e le linee del campo magnetico. Principali similitudini e differenze con il campo elettrico. Legami tra campo magnetico e correnti elettriche: esperienze di Oersted, Faraday e Ampère. Forza che agisce su di un filo percorso da corrente elettrica immerso in un campo magnetico; regola della mano destra. Cenni al principio di funzionamento di un motore elettrico e di un elettromagnete. L induzione magnetica. Flusso di un campo magnetico attraverso un circuito. Legge di Faraday- Neumann sulla forza elettromotrice indotta. Verso della corrente indotta. Cenni al principio di funzionamento di un alternatore. Cenni alle onde elettromagnetiche. Il campo elettromagnetico. Le onde elettromagnetiche. Lo spettro elettromagnetico. Ancona, 14/05/2013 I Rappresentanti degli Studenti L insegnante Prof. Gabriele Zenobi

11 Chimica Docente: Alessandro Lombardo CONTENUTI DISCIPLINARI Composti organici: Il carbonio : Configurazione elettronica. Stato fondamentale e stato eccitato. Ibridazione sp3, sp2, sp degli orbitali. Rappresentazione dei composti organici: tipi di formule (bruta, struttura, razionale), formazione delle catene. Classificazione dei composti organici. Idrocarburi saturi ed insaturi. Alcani : Formula generale e struttura spaziale. Legame σ. N-alcani; radicali alchilici. Nomenclatura I.U.P.A.C. Radicali alchilici. Isomeria di struttura. Proprietà fisiche e chimiche. Reazione di combustione; reazione di sostituzione radicalica; reazioni di cracking termico e catalitico. Alcheni : Formula generale e struttura spaziale. Formazione del legame π. Nomenclatura. Radicali degli alcheni; isomeria geometrica e di posizione. Proprietà fisiche e chimiche.meccanismo generale della reazione di addizione elettrofila; reazioni con alogeni, acqua, idrogeno. Regola di Markovnikov. Cenni sulla reazione di addizione radicalica. Alchini : Formula generale e struttura spaziale. Studio del legame triplo. Nomenclatura. Proprietà fisiche e chimiche. L'acetilene: preparazione da carburo di calcio e da metano. Dieni Reazioni di addizione con idrogeno ed acqua. Concetto di tautomeria. : Formula generale e nomenclatura. Studio dei dieni cumulati, coniugati, isolati; La risonanza nella molecola dell'1,2 butadiene. Gomme di sintesi e naturali. Idrocarburi cicloalifatici: Cenni su cicloalcani, cicloalcheni, cicloalchini. Idrocarburi aromatici : Petrolio Il benzene: formula generale e struttura molecolare.legame aromatico e formazione dell'ibrido di risonanza.composti aromatici e loro nomenclatura. Posizioni orto, meta, para. Proprietà chimiche. Reazioni di sostituzione elettrofila aromatica: alogenazione, nitrazione, solfonazione, alchilazione. : Cenni sulla sua origine: ipotesi inorganica ed organica. Depurazione e lavorazione del petrolio: distillazione frazionata, cracking, polimerizzazione. Frazioni ottenute: idrocarburi gassosi-gas naturali, benzina, cherosene, oli diesel, residui (bitume, asfalto). Derivati degli idrocarburi Alcoli : Gruppo funzionale e formula generale. Nomenclatura, isomeria di posizione.

12 Fenoli, eteri Aldeidi, chetoni Acidi organici Derivati degli acidi organici Proprietà chimiche e fisiche. Reazione di salificazione. Preparazione degli a. dagli alcheni (reazione di addizione con acqua). Principali alcoli: metilico, etilico. La fermentazione alcolica. Alcoli polivalenti e aromatici. : Formula generale, gruppi funzionali, caratteristiche e proprietà, usi. Reazione di eterificazione. : Formule generali e gruppi funzionali.nomenclatura. Preparazione per ossidazione da alcoli primari e secondari. Principali aldeidi e chetoni: metanale, etanale, propanone. : Caratteristiche del gruppo carbossililico. Proprietà fisiche e chimiche: ibrido di risonanza. Preparazione degli a. per ossidazione delle aldeidi. Principali composti. : Esteri: formula generale. Reazione di esterificazione. Ancona, 15 maggio 2013 Il Docente Alessandro Lombardo I Rappresentanti di Classe

13 Lingua Inglese DOCENTE LIBRI DI TESTO Luana Moriconi Paola Gherardelli Elisa Wiley Harrison IN DESIGN Technical English for Graphic Design Ed. Hoepli CONTENUTI Section 1. Technical English for Graphic Design and Advertising Unità Contenuti 1. TYPE - The basics of type - Diffusion and meaning of some typefaces - Type and illustrations - Terms and verbs related to type 2. COLOUR MATTERS - The theory of colour - Practical applications of colour - Describing images in relation to the use of colour - The names of colours and related terms 3. ADVERTISING - How to persuade an audience - Ways to create visual appeal - Development of an ad - - Terms and verbs related to advertising Section 2: ENJOYING A WORK OF ART 5. A LOOK AT ART HISTORY - Overview of 19 th and 20 th century art movements - A look at two paintings - How to describe an artwork - Tolls and techniques - Terms and verbs related to artworks - Reading, listening, speaking and writing activities 6. DESCRIBING A WORK OF ART - Claude Monet: Impression Sunrise (Impression, Soleil Levant)

14 - Paul Gauguin: The Yellow Christ (Le Christ Jaune) - Georges Seurat: A Sunday Afternoon on the Island of La Grande Jatte (Un Dimanche Après-midi a l Ile de La Grande Jatte) - Henry Matisse: The Dance (La Danse) - Pablo Picasso The Young Ladies of Avignon (Les Demoiselles d Avignon) Ancona, 14 Maggio 2013 La Docente Gli Studenti

15 Storia delle Arti Visive Docente: Prof.ssa Maurizi Cristina TESTI IN USO: G.C. ARGAN, L'arte moderna, L'Ottocento, Sansoni per la scuola, Firenze 2001; G.C. ARGAN, L'arte moderna, Il primo Novecento, Sansoni per la scuola, Firenze PROGRAMMA SVOLTO L'impressionismo caratteristiche generali della corrente artistica Manet: La colazione sull erba, Olympia. Monet: Impressione: levar del sole, Regate ad Argenteuil, Il portale e la torre Saint-Romain (Cattedrale di Rouen), Le ninfee; Renoir: Le Moulin de la Galette, Bagnante seduta che si asciuga un piede, Venus victrix; Degas: La Classe di danza, L'absinthe, Donna che si spugna nella vasca da bagno, La ballerinetta di 14 anni. Il post-impressionismo -neo-impressionismo: caratteristiche generali della corrente artistica. Seurat: Bagno ad Asnières, Una Domenica d'estate alla Grande Jatte, Il circo -Cezanne: La casa dell'impiccato, Natura morta: mele e biscotti, Giocatori di carte, Le grandi bagnanti I, La montagna Sainte-Victoire vista da Louves. -Gauguin: La visione dopo il sermone, Il Cristo giallo, La bella Angèle, Ta matete (Il mercato), Te tamari no atua (Natività) -Van Gogh: I mangiatori di patate, I Girasoli, Ritratto del postino Roulin, Strada con cipresso sotto il cielo stellato, Autoritratto Toulouse-Lautrec: La toilette, Al circo Fernando, alcuni esempi di manifesti pubblicitari (Les ambassadeurs: Aristide Bruant, La goulue; Moulin Rouge). -Il Simbolismo: caratteristiche generali della corrente Moreau: L'apparizione; Redon: Nascita di Venere Simbolismo e divisionismo in Italia: Segantini (Le cattive madri); Pellizza da Volpedo (Il quarto stato). Il Modernismo -caratteristiche generali della corrente stilistica; Arts and Crafts di Morris come anticipazione del modernismo; cenni ai preraffaelliti. -architettura e spazio urbano: Horta (Hotel Tassel), Guimard (ingresso della stazione della metropolitana di Parigi), Gaudì (Casa Milà, Sagrada Familia, Parco Güell); Wagner (Stazione della metropolitana sulla Karlsplatz di Vienna, Casa della maiolica); Olbrich (Palazzo della Secessione)

16 -alcuni esempi di arti applicate: Van de Velde (scrivania); la produzione in vetro di Gallé (cenni), l'oreficeria di Lalique (cenni); la produzione grafica di Beardsley (illustrazioni per la Salomè di Wilde). -le Secessioni: Klimt e la Secessione viennese (Ritratto di Sonja Knips, Le tre età della donna; Il bacio) Le avanguardie storiche -L'arte come espressione: Munch (Pubertà, Il grido) -Espressionismo: caratteristiche generali della corrente artistica -espressionismo francese, i Fauves: Matisse (Lusso, calma e voluttà; Gioia di vivere; La danza); Derain (Donna in camicia) -espressionismo tedesco, il gruppo Die Brücke (Il ponte): Kirchner (Marcella, Cinque donne per la strada; Autoritratto da soldato; xilografia: Donne in PotsdamerPlatz) -cubismo: caratteristiche generali della corrente artistica Picasso e le sue diverse fasi: periodo blu (Poveri in riva al mare), periodo rosa (I saltimbanchi), protocubismo (Les Demoiselles d Avignon); cubismo (Fabbrica a Horta de Ebro), cubismo analitico (Ritratto di Ambroise Vollard), cubismo sintetico (Natura morta con sedia impagliata), Guernica. -Futurismo: caratteristiche generali della corrente artistica Boccioni: La città che sale; Gli stati d animo II: Gli addii; Forme uniche della continuità nello spazio. Balla: Dinamismo di un cane al guinzaglio; Automobile in corsa. Russolo: Dinamismo di un automobile. Ancona 10/05/2013 Gli alunni L insegnante (Prof.ssa Cristina Maurizi)

17 Geometria descrittiva Oggetto: Programma preventivo Insegnante: Fausto Baiocco OBIETTIVI DISCIPLINARI L insegnamento ha lo scopo di approfondire gli usi dell omologia e delle relative applicazioni nel metodo di Monge. Lo studente medio è in grado di padroneggiare i metodi di rappresentazione in maniera critica per l impostazione grafica di un corpo di media complessità. A CONTENUTO DEL PROGRAMMA SVOLTO.1. Richiami sui vari casi di omologia e generazione spaziale delle geometrie: centro di proiezione proprio e improprio, proiezione e sezione..2. Generazione proiettiva delle geometrie: esempi ed esercizi grafici sull uguaglianza-traslazione, la similitudine-omotetia, l affinità, la proiettività..3. Metodo delle proiezioni ortogonali (n.b. le proiezioni centrali, l omologia e le coniche sono state svolte nel 4 anno, in continuità con il programma del 3 ) Elementi di riferimento e rappresentazione degli enti geometrici fondamentali Condizioni di appartenenza, parallelismo e perpendicolarità Ribaltamento del piano e problemi metrici di misura e di costruzione di figure piane Cambiamento del secondo piano di proiezione. METODOLOGIE DIDATTICHE E DI VALUTAZIONE La lezione frontale è stata seguita da esercizi grafici da svolgere in classe e a casa. La lezione teorica ha fatto uso del testo adottato, inteso come costante sussidio di accompagnamento alla formazione, oltre che delle lezioni ed esercitazioni inserite nel sito web curato dall insegnante. La valutazione bimestrale è stata in parte orale e in parte grafica, anche appoggiandosi a disegni realizzati dall allievo alla lavagna o a casa. Ancona, Gli allievi L insegnante

18 Tecnologia DOCENTE: Prof.ssa MARINELLA MOSCA PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO LUCE E COLORE La radiazione elettromagnetica: rappresentazione; teoria ondulatoria (lunghezza d onda, frequenza, periodo, velocità di propagazione); teoria corpuscolare (quanti o fotoni); spettro elettromagnetico. Diffusione e riflessione della luce. Anatomia e fisiologia dell occhio. Teoria dei colori, la visione dei colori e colorimetria. L ILLUMINOTECNICA Principi generali Grandezze fotometriche: flusso luminoso, intensità luminosa, luminanza e illuminamento. Regole generali di illuminotecnica. Temperatura di colore, indice di resa dei colori e calcolo dell indice di resa cromatica di una sorgente luminosa. Le lampade Parametri caratteristici, tecnologia e funzionamento delle lampade. Classificazione delle lampade: ad incandescenza, ad incandescenza con alogeni, a scarica, a scarica ad alogenuri metallici, fluorescenti, a vapori di alogenuri, a vapori di sodio, a vapori di mercurio, a scarica allo xeno, led. Semiconduttori, drogaggio, semiconduttori di tipo n e di tipo p, giunzione p-n. Gli illuminatori Il corpo o involucro. Proiettore o spot e diffusore o scoop. Il supporto: impugnatura; pinza; cavalletto o supporto da pavimento; griglia di sospensione a tubi, a binari e tubi mobili, a rotaia; l asta telescopica, il pantografo, l argano. Gli accessori: diaframmi, filtri colore e filtri diffusori, alette di otturazione, bandiera. Gli illuminatori speciali: i pannelli diffusori, i proiettori insegui persona, pannelli riflettenti e proiettori laser. LE TECNICHE DI ILLUMINAZIONE Tecniche di illuminazione: luce base, luce chiave o medellante, luce correttiva o di riempimento, luce di spalle, luci addizionali, luce d effetto. Illuminazione in alcune situazioni: persona ferma, persona in movimento, due persone ferme, gruppo di persone ferme e in movimento. ANCONA, 14 / 05 / 2013 GLI ALUNNI L INSEGNANTE

19 Disegno dal Vero INSEGNANTE PAOLA MIECCHI Produzione elaborati con la tecnica grafica della penna a sfera, a tratto, con lo scarabocchio, con sfumature. L acquerello, la tempera, altre tecniche su superfici nuove, su tela, tavola, cartoncino, etc. Progetto di una mascotte da realizzare con materiali riciclati e non. Conoscenza ed uso di un materiale nuovo: il polistirolo, la cartapesta. Sperimentazione della deformazione di immagini con la fotocopiatrice. Riproduzione della deformazione con tecniche grafico-pittoriche. Brainstorming per la partecipazione al concorso indetto da Arte-Insieme sull argomento ideato dall artista Pistoletto del Terzo Paradiso. Partecipazione con opere personali al concorso, uso di materiali di recupero per realizzare sculture tattili e installazioni. In precedenza, esperienza di decorazione sulla ceramica, maiolica. Rielaborazione di un autore moderno a scelta. Progetto di un murales per la decorazione di un muro scolastico. Ricerca e studio per la tesina di fine anno, progetto della copertina. Ancona, 8 maggio 2013 L insegnante Paola Miecchi

20 Educazione visiva INSEGNANTE PAOLA MIECCHI Prova di ingresso: lettura di un opera d arte moderna. Si richiede l uso del linguaggio specifico della sezione di appartenenza. Nuovo tema: la rappresentazione dello spazio, riflessioni sulle esperienze maturate in Geometrico e disegno dal vero nello spostamento del punto di vista che determina l orizzonte. Si continua con lo spazio obliquo, frontale, topologico e prospettico. La funzione simbolica dello spazio: lo spazio contratto-dilatato, semplice-complesso, realisticofantastico, infine l ingresso della quarta dimensione: il tempo, riferimenti artistici al Cubismo, Futurismo, Fontana. Come proseguo, ripasso del tema trattato lo scorso anno sul movimento, la percezione con i suoi indizi, la rappresentazione, la lettura nelle opere del Futurismo. Collegamento artistico all arte moderna dell Optical Art, con Vasalery: studio dell arlecchino, lavoro sul mimetismo, rapporto figura-sfondo con la definizione di una figura in bianco e nero. Prima simulazione della terza prova d esame, seconda simulazione. Ripasso e interrogazioni, ricerca di argomenti da inserire nella tesina. Ancona, 8 maggio 2013 L insegnante Paola Miecchi

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: Nicoletta Antolini MODULO N. 1 (ritratto d autore) - ALESSANDRO MANZONI 1. ALESSANDRO MANZONI La vita Le opere: caratteri generali

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015. Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2014/2015 Prof.ssa Roberta Tadini Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano ASCOLTARE IN MODO ATTIVO E PARTECIPE. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/15 SCUOLA LICEO LINGUISTICO A. MANZONI DOCENTE: CRISTINA FRESCURA MATERIA: FISICA Classe 5 Sezione B FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PREMESSA DISCIPLINARE

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 TRIENNIO BROCCA LICEO SOCIO PSICO - PEDAGOGICO TRIENNIO BROCCA LICEO LINGUISTICO FINALITA GENERALI Il Progetto Brocca individua le seguenti finalità

Dettagli

FISICA E LABORATORIO

FISICA E LABORATORIO Programma di FISICA E LABORATORIO Anno Scolastico 2014-2015 Classe V P indirizzo OTTICO Docente Giuseppe CORSINO Programma di FISICA E LABORATORIO Anno Scolastico 2013-2014 Classe V P indirizzo OTTICO

Dettagli

PROGRAMMA DELLE PROVE ORALI DEL CONCORSO PER L AMMISSIONE AL 113 CORSO ALLIEVI UFFICIALI STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA

PROGRAMMA DELLE PROVE ORALI DEL CONCORSO PER L AMMISSIONE AL 113 CORSO ALLIEVI UFFICIALI STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA ALLEGATO 6 PROGRAMMA DELLE PROVE ORALI DEL CONCORSO PER L AMMISSIONE AL 113 CORSO ALLIEVI UFFICIALI STORIA ED EDUCAZIONE CIVICA Storia d Italia e d Europa dal 1860 ai giorni nostri Tendenze e problemi

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora

Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E. Prof.ssa Fulvia Spatafora !1 Programma svolto Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione Anno scolastico 2013-2014 Classe 3E Storia L Italia dopo l unificazione Prof.ssa Fulvia Spatafora I problemi del Regno d Italia I grandi

Dettagli

I.I.S. "MARGHERITA DI SAVOIA" a.s. 20014-2015 LICEO LINGUISTICO classe I BL Programma di MATEMATICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA a.s. 20014-2015 LICEO LINGUISTICO classe I BL Programma di MATEMATICA classe I BL Numeri naturali L insieme dei numeri naturali e le quattro operazioni aritmetiche. Le potenze. Espressioni. Divisibilità, numeri primi. M.C.D. e m.c.m. Numeri interi relativi L insieme dei

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. CAVICCHI SCUOLA MEDIA A. GESSI. Anno scolastico 2014/2015. Classe III Sez: F. ARTE E IMMAGINE Prof.

ISTITUTO COMPRENSIVO E. CAVICCHI SCUOLA MEDIA A. GESSI. Anno scolastico 2014/2015. Classe III Sez: F. ARTE E IMMAGINE Prof. IL NEOCLASSICISMO Caratteri generali Jacques Louis David Antonio Canova Introduzione all 800 IL ROMANTICISMO Caratteri generali IL Romanticismo tedesco ISTITUTO COMPRENSIVO E. CAVICCHI SCUOLA MEDIA A.

Dettagli

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA PROFESSORESSA: REGALBUTO PAOLA LE GRANDEZZE: LE GRANDEZZE FONDAMENTALI E DERIVATE,

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

CLASSE terza SEZIONE E A.S. 2014-15 PROGRAMMA SVOLTO

CLASSE terza SEZIONE E A.S. 2014-15 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE terza SEZIONE E A.S. 2014-15 L insieme dei numeri razionali. Equazioni e disequazioni di primo grado Sistemi di equazioni e disequazioni di primo grado.. IL PIANO CARTESIANO Il piano cartesiano.

Dettagli

I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15

I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15 I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15 DISCIPLINA: FISICA (Indirizzi scientifico e scientifico sportivo) CLASSE: QUARTA (tutte le sezioni) COMPETENZE DISCIPLINARI ABILITA CONTENUTI

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE ALL. A RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe 5^C - A.S. 2012/2013 STORIA DELL ARTE 1. SITUAZIONE DELLA CLASSE La classe (costituita da 21 elementi, 17 femmine e 4 maschi e caratterizzata da due indirizzi,

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, La letteratura, vol. 4 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volumi 5 e 6

Dettagli

LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Insegnante: LUCIA CERVELLI Testo in uso: Claudio Romeni FISICA E REALTA Zanichelli Su alcuni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :MATEMATICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :MATEMATICA Istituto Istruzione Superiore A. Venturi Modena Liceo artistico - Istituto Professionale Grafica Via Rainusso, 66-41124 MODENA Sede di riferimento (Via de Servi, 21-41121 MODENA) tel. 059-222156 / 245330

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Programmazione del dipartimento di MATEMATICA per il quinquennio

Programmazione del dipartimento di MATEMATICA per il quinquennio IPIA C. CORRENTI Programmazione del dipartimento di MATEMATICA per il quinquennio FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA Promuovere le facoltà intuitive e logiche Educare ai processi di astrazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO " L. DA VINCI " Reggio Calabria PROGRAMMA di FISICA Classe II G Anno scolastico 2014/15 Docente: Bagnato Maria

LICEO SCIENTIFICO  L. DA VINCI  Reggio Calabria PROGRAMMA di FISICA Classe II G Anno scolastico 2014/15 Docente: Bagnato Maria LICEO SCIENTIFICO " L. DA VINCI " Reggio Calabria PROGRAMMA di FISICA Classe II G Anno scolastico 2014/15 Docente: Bagnato Maria La velocità Il punto materiale in movimento. I sistemi di riferimento. Il

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI"

I.I.S. PAOLO FRISI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DI FISICA Anno Scolastico:2014-15 CLASSI TUTTE III, IV E V LICEO DOCENTE : _ Rinaldi.

Dettagli

Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016. Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia. Piano di lavoro.

Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016. Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia. Piano di lavoro. Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016 Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia Piano di lavoro Settembre La nascita della filosofia : il contesto storico-culturale

Dettagli

MATEMATICA PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE

MATEMATICA PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE MATEMATICA PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Profilo generale e competenze Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica,

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT Formazione in area grafica e Motion Graphics Fotografia digitale / Fotoritocco con Adobe Photoshop/ Tecniche per il Video digitale / Video-editing con Adobe Premiere / Creare DVD in casa con Adobe Encore

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA

CLASSE 3C ALGEBRA GONIOMETRIA GEOMETRIA GEOMETRIA NEL PIANO RECUPERO PROGRAMMA A.S. PRECEDENTE. CALORIMETRIA e TERMODINAMICA CLASSE 3C La programmazione didattica per le discipline Matematica e Fisica prevede i temi di seguito elencati. Sia le famiglie che gli alunni hanno quindi possono seguire l agenda dei lavori in classe

Dettagli

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano

I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano I. I. S. S. POLO PROFESSIONALE Don Tonino Bello Tricase /Alessano SETTORE SERVIZI SOCIO/SANITARI - INDIRIZZO: 1 1 ANNO DELL OBBLIGO SETTORE - Indirizzo: Articolazione: Arti ausiliarie delle professioni

Dettagli

LICEO LINGUISTICO «NOSTRA SIGNORA DELLA MERCEDE» ANZIO ANNO SCOLASTICO 2005-2006 PROGRAMMA DIDATTICO STORIA CLASSE QUINTA LICEO LINGUISTICO

LICEO LINGUISTICO «NOSTRA SIGNORA DELLA MERCEDE» ANZIO ANNO SCOLASTICO 2005-2006 PROGRAMMA DIDATTICO STORIA CLASSE QUINTA LICEO LINGUISTICO LICEO LINGUISTICO «NOSTRA SIGNORA DELLA MERCEDE» ANZIO ANNO SCOLASTICO 2005-2006 PROGRAMMA DIDATTICO STORIA CLASSE QUINTA LICEO LINGUISTICO Materia: Storia, Educazione Civica Libro di testo: Marco Fossati,

Dettagli

Dipartimento di Fisica Programmazione classi seconde Anno scolastico2010-2011

Dipartimento di Fisica Programmazione classi seconde Anno scolastico2010-2011 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia

Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia PIANO DI LAVORO ANNUALE Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia prof.ssa LAURA MARCHETTO Classe 3 sez. H MATEMATICA a.s 2014/15 B Obiettivi generali da raggiungere: Lo studente rispetti

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G. GALILEI" - MACERATA a.s. 2014-2015. Contratto formativo

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI - MACERATA a.s. 2014-2015. Contratto formativo LICEO SCIENTIFICO STATALE "G. GALILEI" - MACERATA a.s. 2014-2015 Prof.: ANGELO ANGELETTI Disciplina: MATEMATICA Classe: 3M Contratto formativo 1. Analisi della classe Una prova d ingresso svolta all inizio

Dettagli

Programma delle singole materie

Programma delle singole materie Programma delle singole materie Materia: Storia dell'arte Anno scolastico 2011-2012 Libro di testo Comunicarte, Omar Calabrese, Ed. Le Monnier, (voll. 5 e 6) Altri strumenti didattici Proiettore; L.I.M.;

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO

PROGRAMMA DI ITALIANO LICEO SCIENTIFICO "A. EINSTEIN" ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE V C Prof. Paolo Albergati PROGRAMMA DI ITALIANO Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, La letteratura, Paravia,

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

ITALIANO. Il neorealismo. Moravia: la vita e la produzione poetica. Da Gli Indifferenti : Un uomo inetto.

ITALIANO. Il neorealismo. Moravia: la vita e la produzione poetica. Da Gli Indifferenti : Un uomo inetto. ITALIANO Origini e caratteristiche del Romanticismo. Il romanticismo italiano. Leopardi: vita, opere, lettura e commento di Il sabato del villaggio, A Silvia, L infinito e Alla Luna. Alessandro Manzoni:

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Programma di Disegno e Storia dell Arte

Programma di Disegno e Storia dell Arte DISEGNO E STORIA DELL ARTE Classe 5 Prof. Marco Mattei Programma di Disegno e Storia dell Arte Storia dell Arte --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica, sia aventi valore intrinseco

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN Cervignano del Friuli CLASSE 5^ A PERCORSI DIDATTICI Disciplina: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Prof.ssa Giuseppina Gambin Anno Scolastico 2008/2009 PERCORSI FORMATIVI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica,

Dettagli

AVANGUARDIE SPAGNOLE

AVANGUARDIE SPAGNOLE AVANGUARDIE SPAGNOLE Vol III, pp. 690-98, 98, 728-32, 735-39 39 1 metà XX sec. Le avanguardie Rottura con i valori tradizionali della bellezza, del colore, della d forma e dello spazio Parigi ritorna a

Dettagli

Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura)

Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura) Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree Laboratorio della figurazione (pittura/scultura) PROFILO GENERALE E COMPETENZE Pittura Al termine del percorso liceale lo studente conoscerà e saprà

Dettagli

Docente: DI LISCIA F. CLASSE 1T MODULO 1: GLI INSIEMI NUMERICI

Docente: DI LISCIA F. CLASSE 1T MODULO 1: GLI INSIEMI NUMERICI Docente: DI LISCIA F. Materia: MATEMATICA CLASSE 1T MODULO 1: GLI INSIEMI NUMERICI Insiemi numerici: numeri naturali, proprietà delle operazioni aritmetiche; Potenze e loro proprietà; Criteri di divisibilità;

Dettagli

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un

quale agisce una forza e viceversa. situazioni. applicate a due corpi che interagiscono. Determinare la forza centripeta di un CLASSE Seconda DISCIPLINA Fisica ORE SETTIMANALI 3 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO Test a risposta multipla MODULO U.D Conoscenze Abilità Competenze Enunciato del primo principio della Calcolare l accelerazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Pag. 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Prof.ssa Paola VERGANI Materia MATEMATICA Classe V Sez. D ss Testi adottati: - Bergamini- Trifone- Barozzi Fondamenti di calcolo algebrico

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore PRIMO LEVI

Istituto di Istruzione Superiore PRIMO LEVI Istituto di Istruzione Superiore PRIMO LEVI ISTITUTO TECNICO - SETTORE TECNOLOGICO Elettronica ed Elettrotecnica - Informatica e Telecomunicazioni LICEO SCIENTIFICO - LICEO SCIENTIFICO opzione Scienze

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. Sede di Cremona a.s. 2011/2012 IV C ordinamentale Storia dell arte Docente: Liliana Menta

PROGRAMMA SVOLTO. Sede di Cremona a.s. 2011/2012 IV C ordinamentale Storia dell arte Docente: Liliana Menta Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona PROGRAMMA SVOLTO Bruno Munari Sede di Cremona a.s. 2011/2012 IV C ordinamentale Storia dell arte Docente: Liliana Menta IL CINQUECENTO Tiziano Vecellio 1. Amor

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

modulo A1.1 modulo A1.2 livello A1 modulo A2.1 modulo A2.2 matematica livello A2 livello A3

modulo A1.1 modulo A1.2 livello A1 modulo A2.1 modulo A2.2 matematica livello A2 livello A3 livello A1 modulo A1.1 modulo A1.2 matematica livello A2 modulo A2.1 modulo A2.2 livello A insiemi e appartenenza interpretazione grafica nel piano traslazioni proprietà commutatività associatività elemento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010/11 Docente: Antonio Gottardo Materia: Matematica Classe: 5BSo Liceo delle Scienze Sociali 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi

Dettagli

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 Storia contemporanea Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 GIOLITTI 1892-93 1893 dimissioni scandalo Banca romana 1903-1905 1906-1907 1911-1914 GIOLITTI Liberale, abile e scrupoloso

Dettagli

I.I.S. LEON BATTISTA ALBERTI

I.I.S. LEON BATTISTA ALBERTI I.I.S. LEON BATTISTA ALBERTI Via Pillon, 4-35031 Abano Terme (PD) tel. 049.812424 - fax 049.810554 alberti@provincia.padova.it PROGRAMMA SVOLTO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE Anno scolastico 2007/2008 Classe:

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I.T.C. GEOMETRI L. EINAUDI - MURAVERA - CLASSE 4A AFM

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I.T.C. GEOMETRI L. EINAUDI - MURAVERA - CLASSE 4A AFM ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I.T.C. GEOMETRI L. EINAUDI - MURAVERA - CLASSE 4A AFM MATEMATICA DOCENTI Marina Pilia Enrico Sedda PROGRAMMA A.S. 2014/2015 PROGRAMMA DI MATEMATICA CLASSE 4A AFM ANNO SCOLASTICO

Dettagli

CORSO DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ELETTRONICA A.S. 2014-2015 CLASSE III ELN

CORSO DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ELETTRONICA A.S. 2014-2015 CLASSE III ELN 1. ATOMO MODULI Modelli atomici; Bohr-Sommerfield; Teoria delle bande e classificazione dei materiali; 2. CORRENTE, TENSIONE, RESISTENZA Corrente elettrica; Tensione elettrica; Resistenza elettrica, resistori,

Dettagli

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015

Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Programma di Storia dell'arte Docente: Silvia Verga a.s. 2014/2015 Premessa metodologica L insegnamento della Storia dell Arte mira a fare conoscere le diverse forme espressive dell arte, la cui fruizione

Dettagli

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo IL CUBISMO Nei primi anni del 1900 i pittori cubisti (Pablo Picasso, George Braque) dipingono in un modo completamente nuovo. I pittori cubisti rappresentano gli oggetti in modo che l oggetto appare fermo,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate 1. Profilo generale DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate PRIMO BIENNIO L insegnamento di matematica nel primo biennio ha come finalità l acquisizione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

Sallustio Bandini. Matematica. Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere

Sallustio Bandini. Matematica. Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere FINALITA DELL INSEGNAMENTO Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana Matematica La Matematica, parte

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE A. MOTTI PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014 /2015

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE A. MOTTI PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014 /2015 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE A. MOTTI PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014 /2015 A047 MATEMATICA CLASSE PRIMA PROFESSIONALE DOCENTI : CARAFFI ALESSANDRA, CORREGGI MARIA GRAZIA, FAZIO ANGELA,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO NAUTICO "L. GIOVANNI LIZZIO PROF. SALVATORE GRASSO PROGRAMMA SVOLTO MODULO 0 : "RICHIAMI RELATIVI AL PRIMO ANNO"

ISTITUTO TECNICO NAUTICO L. GIOVANNI LIZZIO PROF. SALVATORE GRASSO PROGRAMMA SVOLTO MODULO 0 : RICHIAMI RELATIVI AL PRIMO ANNO 1 ISTITUTO TECNICO NAUTICO "L. RIZZO" - RIPOSTO ------------------------------------ ANNO SCOLASTICO : 2014-2015 CLASSE : SECONDA SEZIONE : D MATERIA D'INSEGNAMENTO : FISICA E LABORATORIO DOCENTI : PROF.

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA SCIENZE INTEGRATE FISICA Classi 1AP (L. Stroppa S. Bani) 1BP (L. Buono P. Ramundo) A.S.

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA SCIENZE INTEGRATE FISICA Classi 1AP (L. Stroppa S. Bani) 1BP (L. Buono P. Ramundo) A.S. !" #$%&'((&) #$%&!*(& #+#,-$%./$$011 e-mail: 23$4$23$&$/& sito: 555&$23$&$/& pec: 6*47(&*08$& Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

Indice. Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione americana. Capitolo 1 Introduzione: onde e fasori 1

Indice. Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione americana. Capitolo 1 Introduzione: onde e fasori 1 Indice Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione americana VII IX Capitolo 1 Introduzione: onde e fasori 1 Generalità 1 1.1 Dimensioni, unità di misura e notazione 2 1.2 La natura dell elettromagnetismo

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI PROGRAMMAZIONE PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE A. S. 2009/2010 Fisica Classe quinta C liceo Ore annuali: DOCENTE: Giorgio Follo Obiettivi disciplinari Conoscenze Elettromagnetismo: teoria e semplici applicazioni.

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA. Prof. Angelo Bozza

PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA. Prof. Angelo Bozza LICEO SCIENTIFICO STATALE A. GRAMSCI - IVREA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSE 1^F - S.A. PIANO DI LAVORO ANNUALE DI MATEMATICA Prof. Angelo Bozza FINALITA SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA E DIDATTICI Le finalità

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Classe 3 Sez D Materia : Matematica Docente: Angelini Antonella Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2009-2010 Contratto Formativo Individuale 1.ANALISI DELLA CLASSE: Conoscenze Competenze

Dettagli

INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE

INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE Grafica digitale (Graphic Design) PROGETTO DIDATTICO Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: - aver approfondito la conoscenza degli elementi costitutivi

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

FRACCOLA DOMENICO III A SCIENTIFICO MATEMATICA

FRACCOLA DOMENICO III A SCIENTIFICO MATEMATICA MOD01P-ERGrev4 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE A.S. 2012/013 Pag 1 di 8 Docente Classe Sezione Indirizzo Disciplina FRACCOLA DOMENICO III A SCIENTIFICO MATEMATICA Analisi della situazione di partenza Composizione

Dettagli

ISTITUO TECNICO PER GEOMETRI CORSO SERALE SIRIO BATTIPAGLIA (SA) PROGRAMMAZIONE MODULARE. Prof. Giovanni Lamonaca COMPOSIZIONE DELLA CLASSE

ISTITUO TECNICO PER GEOMETRI CORSO SERALE SIRIO BATTIPAGLIA (SA) PROGRAMMAZIONE MODULARE. Prof. Giovanni Lamonaca COMPOSIZIONE DELLA CLASSE ISTITUO TECNICO PER GEOMETRI CORSO SERALE SIRIO BATTIPAGLIA (SA) anno scolastico 2010-11 PROGRAMMAZIONE MODULARE DISCIPLINA: IMPIANTI CLASSE: III GEOMETRI corso SIRIO ore settimanali 3 Prof. Giovanni Lamonaca

Dettagli

Programma di Matematica

Programma di Matematica Programma di Matematica Modulo 1. Topologia in R 2. Funzioni in R 3. Limite e continuità di una funzione Unità didattiche Struttura algebrica di R Insiemi reali limitati e illimitati Intorno di un punto

Dettagli

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15

Programma di Fisica Classe I A AFM a.s. 2014/15 Classe I A AFM Il metodo sperimentale. Misurazione e misura. Il Sistema Internazionale Grandezze fondamentali: lunghezza, massa e tempo. Grandezze derivate Unità di misura S.I. : metro, kilogrammo e secondo.

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15. Insegnante: Roberto Bottazzo Materia: FISICA

PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15. Insegnante: Roberto Bottazzo Materia: FISICA PROGRAMMA SVOLTO - CLASSE PRIMA sez. R - ITT. ALGAROTTI - A.S. 2014/15 Materia: FISICA 1) INTRODUZIONE ALLA SCIENZA E AL METODO SCIENTIFICO La Scienza moderna. Galileo ed il metodo sperimentale. Grandezze

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

Prof. G. Gozzi classe 1 linguistico sez. F - matematica ordinamento 1. Liceo Classico, Scientifico e Linguistico A.Aprosio

Prof. G. Gozzi classe 1 linguistico sez. F - matematica ordinamento 1. Liceo Classico, Scientifico e Linguistico A.Aprosio Prof. G. Gozzi classe 1 linguistico sez. F - matematica ordinamento 1 Liceo Classico, Scientifico e Linguistico A.Aprosio PROGRAMMAZIONE INIZIALE DI MATEMATICA Classe 1 sez. F - anno scolastico 2013-2014

Dettagli

PROGRAMMA SCOLASTICO 2014/2015. Laboratorio Artistico 1^F 1^G. Prof. F. Porcelli

PROGRAMMA SCOLASTICO 2014/2015. Laboratorio Artistico 1^F 1^G. Prof. F. Porcelli PROGRAMMA SCOLASTICO 2014/2015 Laboratorio Artistico 1^F 1^G Prof. F. Porcelli Libri di Testo: Manuale del graphic design progettazione e produzione Zanichelli - L alfabeto immaginario: ideazione e sviluppo

Dettagli

Descrizione del profilo professionale dell Operatore dei Servizi Sociali.

Descrizione del profilo professionale dell Operatore dei Servizi Sociali. Descrizione del profilo professionale dell Operatore dei Servizi Sociali. L Operatore dei Servizi Sociali, con una specifica formazione professionale di carattere teorico e tecnico-pratico e nell ambito

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI FISICA anno scolastico 2014/2015

PIANO DI LAVORO DI FISICA anno scolastico 2014/2015 Tel. 0124/45.45.11 - Fax 0124/45.45.45 Cod. Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it URL: www.istitutomoro.it ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale

Dettagli

Teoria dell immagine

Teoria dell immagine Archivi fotografici: gestione e conservazione Teoria dell immagine Elementi di base: la luce, l interazione tra luce e materia, il colore Mauro Missori Cos è la fotografia? La fotografia classica è un

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLE DISCIPLINE CHIMICHE

PROGRAMMAZIONE DELLE DISCIPLINE CHIMICHE I. I. S. S. A. DE PACE - LECCE TECNICO CHIMICO BIOLOGICO ANNO SCOLASTICO 2012 2013 CLASSE 5 TCB sez. B PROGRAMMAZIONE DELLE DISCIPLINE CHIMICHE Prof. Giovanni Sgueglia PROFILO PROFESSIONALE DEL TECNICO

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2014/2015 MATERIE GRAFICHE TECNICO indirizzo: Grafica e comunicazione TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA - CLASSI

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare negli insiemi numerici N, Z, Q, calcolare espressioni,

Dettagli

CLASSI PRIME tecnico 4 ORE

CLASSI PRIME tecnico 4 ORE PIANO ANNUALE a.s. 2012/2013 CLASSI PRIME tecnico 4 ORE Settembre Ottobre Novembre dicembre dicembre gennaio- 15 aprile 15 aprile 15 maggio Somministrazione di test di ingresso. Insiemi numerici Operazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE QUARTA SEZIONE C DOCENTE: ROBERTO FOCCARDI MATERIA: FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA 1) FINALITA E OBIETTIVI DIDATTICI DISCIPLINARI Le finalità del corso sono

Dettagli