LICEO ARTISTICO ISTITUTO STATALE D'ARTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO ARTISTICO ISTITUTO STATALE D'ARTE"

Transcript

1 LICEO ARTISTICO ISTITUTO STATALE D'ARTE Edgardo Mannucci ANCONA Anno scolastico 2012/13 CLASSE V E Programmi delle materie 15/05/2013

2 Letteratura italiana L età del dacadentismo Componenti e aspetti del decadentismo: la visione del mondo decadente e il rifiuto del Positivismo la poetica del simbolismo l estetismo aspetti della letteratura decadente C. Baudelaire: Corrispondenze; L Albatro; Spleen; Invito al viaggio A. Rimbaud: Vocali P. Verlaine: Arte poetica; Languore J.K. Huysmans: La pupilla squisita ( da Controcorrente ) O. Wilde: Un nuovo edonismo ( da Il ritratto di Dorian Gray ) Il decadentismo in Italia. G. D'Annunzio : la vita, l'estetismo, il superomismo, la fase "notturna". Da Canto novo: Canta la gioia da Le novelle della Pescara: La veglia funebre da Il piacere : La vita come opera d arte Don Giovanni e Cherubino dal Poema Paradisiaco: Consolazione da Le vergini delle rocce : Pochi uomini superiori da Alcyone : La sera fiesolana; La pioggia nel pineto; Meriggio dal Notturno : Scrivo nell oscurità G. Pascoli : la vita, le idee, la poetica: il saggio Il fanciullino. Le opere. Il mito del nido. Da Il fanciullino: E dentro di noi un fanciullino da Myricae : Novembre; Lavandare; X Agosto dai Poemetti: La siepe dai Canti di Castelvecchio : La mia sera; Il gelsomino notturno; Nebbia La grande Proletaria si è mossa. Il Novecento Gli orientamenti della cultura. Filosofia e scienza. Le scienze umane e la psicanalisi. Bergson, Freud. La poesia crepuscolare. Il termine ed il repertorio tematico. La polemica antidannunziana. S.Corazzini: Desolazione del povero poeta sentimentale G.Gozzano: La signorina Felicita; Totò Merumeni Le avanguardie Il futurismo: nascita e sviluppo del movimento. Tematiche e ideologia del futurismo. Le novità formali.. F.T. Marinetti. Letture dal Manifesto del 1909 e dal Manifesto tecnico della letteratura futurista da Zang Tumb Tuum : Correzione di bozze+ desideri in velocità

3 A. Palazzeschi. Lasciatemi divertire Caratteri fondamentali del romanzo novecentesco in Europa ed in Italia Il narratore, il personaggio, la nuova concezione del tempo. L influsso di Freud e di Bergson. Esempi e modelli stranieri: M. Proust. La concezione del tempo come durata. La memoria involontaria. Da La strada di Swann: Ad un tratto il ricordo mi è apparso L.Pirandello : la vita, la visione del mondo e la poetica : l'umorismo; le opere. Un teatro "altro". Da L umorismo : Il sentimento del contrario; La vita e la forma da Novelle per un anno : La signora Frola e il signor Ponza, suo genero La tragedia di un personaggio La patente La carriola Il treno ha fischiato da Il fu Mattia Pascal : Maledetto Copernico; Un caso strano e diverso ; Lo strappo nel cielo di carta da Uno, nessuno e centomila : Quel caro Gengè dai Sei personaggi in cerca d'autore : Siamo qua in cerca d un autore da Enrico IV: Fisso in questa eternità di maschera I.Svevo : la vita e le opere. Evoluzione del romanzo da "Una vita" a La coscienza di Zeno. L'inettitudine a vivere. Da Racconti, saggi, pagine sparse : Quella ridicola e dannosa cosa che si chiama letteratura ; Svevo e la psicanalisi da Senilità : Prove per un addio; La metamorfosi di Angiolina da La coscienza di Zeno: Prefazione; Preambolo; Il fumo; La salute di Augusta; La vita è sempre mortale. Non sopporta cure Poeti italiani del Novecento G.Ungaretti : la vita, l'itinerario poetico ed umano. "L'Allegria o la poesia della parola. La riscoperta della tradizione: Sentimento del tempo. Il dolore Da L'Allegria : In memoria; Il porto sepolto; Commiato; I fiumi; Pellegrinaggio; Veglia; San Martino del Carso; Mattina; Fratelli; Soldati; Allegria di naufragi. da Sentimento del tempo : L'isola; La madre da Il dolore : Giorno per giorno. E.Montale : la vita, la poetica, le opere. La consapevolezza del male di vivere. Dalla Farfalla di Dinard: Racconto di uno sconosciuto da Confessioni di scrittori (Interviste con se stessi): Una totale disarmonia con la realtà da Sulla poesia: E ancora possibile la poesia? da Ossi di seppia : Meriggiare pallido e assorto Non chiederci la parola Spesso il male di vivere ho incontrato I limoni

4 Cigola la carrucola da Le occasioni : La casa dei doganieri da La bufera e altro : Piccolo testamento da Satura : Ho sceso, dandoti il braccio L'ermetismo : contesto, modelli, poetica. S.Quasimodo : cenni biografici. Il tema dell'esilio dall'isola natale. Dall'ermetismo alla poesia-sociale del dopoguerra. Da Acque e terre : Vento a Tindari da Giorno dopo giorno : Alle fronde dei salici Ancona, 14 maggio 2013 gli alunni l'insegnante Testo in uso : G. ARMELLINI, A. COLOMBO, Letteratura Letterature, versione rossa, Vol Il secondo Ottocento e vol 3.2. Il Novecento, Bologna, Zanichelli, 2007

5 Storia L età giolittiana La nuova situazione economica dell Italia. L inizio dell età giolittiana. Il ruolo neutrale dello stato nei conflitti sociali. Giolitti e i socialisti riformisti. La legislazione sociale. La conquista della Libia. La riforma elettorale del Il patto Gentiloni. La Grande guerra L Europa verso la catastrofe La belle èpoque e le sue contraddizioni. Le alleanze tra potenze europee. Le guerre balcaniche. La cultura della guerra: nazionalismo e militarismo. Una guerra moderna L attentato di Sarajevo. Lo scoppio del conflitto. Il meccanismo delle alleanze: La guerra dai Balcani all Europa. I paesi extraeuropei. Da guerra di movimento a guerra di posizione. L Italia dalla neutralità all intervento. La svolta del 1917 La situazione bloccata sul piano militare. Il blocco del commercio marittimo verso gli Imperi centrali. La guerra sottomarina attuata dai tedeschi. L atteggiamento della popolazione civile e dei soldati verso la guerrra. 1917: la rivoluzione russa e l intervento americano. La situazione critica sul fronte italiano: Caporetto. 1918: la fine della guerra. La rivoluzione russa L arretratezza della società russa. La rivoluzione di febbraio. Il dualismo di potere tra governo provvisorio e soviet. La rivoluzione d ottobre. La dittatura del proletariato. La guerra civile. La Nuova politica economica. Le eredità del conflitto Il dopoguerra inquieto Il tramonto dell Europa. La conferenza di Parigi. Il crollo degli imperi: la nuova Europa politica. La insoddisfazione dei vinti ed anche dei vincitori. La Società delle Nazioni. Europa e società in crisi. Il Medio Oriente instabile Il crollo dell impero ottomano. La nuova Turchia di Ataturk. Il sistema dei mandati. Il nazionalismo arabo. L emigrazione ebraica in Palestina. La dichiarazione Balfour. L inizio del conflitto fra arabi ed ebrei. Dopo la guerra, una nuova economia Dall industria di guerra all industria di pace. Una nuova organizzazione del lavoro: il taylorismo. L industria automobilistica. L era dei mass media: la radio. Il cinema e la propaganda.

6 Società di massa e crisi della democrazia La classe operaia ed i ceti medi. La massificazionedella politica. La crisi dei sistemi liberali. Consenso di massa e regimi totalitari. Totalitarismi e democrazie Le democrazie sotto attacco Il dopoguerra in Gran Bretagna e Francia. Il difficile dopoguerra nell Europa centro-orientale. La Repubblica di Weimar e la sue dificoltà. Il piano Dawes. La crisi italiana e l avvento del fascismo Il biennio rosso. Nazionalismo e vittoria mutilata. L impresa di Fiume. I partiti di massa e le elezioni del Il movimento fascista e lo squadrismo. Il consenso al fascismo. La marcia su Roma ed il crollo dello stato liberale. La crisi del 1929 ed il New Deal La nuova centralità dell economia americana. Sovrapproduzione e speculazione borsistica. Il crollo della borsa di New York. Le conseguenze mondiali della crisi economica americana. F.D.Roosevelt ed il New deal: il ruolo dello stato nell economia. Il totalitarismo A Il regime fascista Il fascismo verso la dittatura. Il delitto Matteotti. La fascistizzazione dell Italia. La repressione del dissenso. Il concordato con la chiesa. Il controllo del regime sulla vita sociale. La politica economica del fascismo: dal liberismo al protezionismo ed alla autarchia. La politica coloniale: l invasione dell Etiopia. B Il regime nazista La crisi del 1929 e l ascesa del nazismo. Il programma nazista: nazionalismo e antisemitismo. La conquista del potere. La dittatura nazista. Antisemitismo legalizzato: le leggi di Norimberga. Controllo sociale e manipolazione delle coscienze: la fabbrica del consenso. La politica economica del nazismo: piena ocupazione ed economia di guerra. C Lo stalinismo Stalin, il successore di Lenin. La pianificazione dell economia: industrializzazione forzata e collettivizzazione agricola. La burocrazia sovietica. Il regime di Stalin: terrore, propaganda ideologica e culto del capo. L Europa contesa: fascismo e democrazia La democrazia in difficoltà: Gran Bretagna a Francia. L affermazione dei regimi autoritari nell Europa centro-orientale. L alleanza fra Mussolini ed Hitler. La guerra civile in Spagna. La Seconda guerra mondiale

7 Le aggressioni naziste L espansionismo della Germania nazista. L asse Roma-Berlino-Tokio. La conferenza di Monaco e l annessione dei Sudeti. Il patto russo-tedesco. L Europa in guerra. L invasione della Polonia nel 1939 e l attacco alla Francia nella primavera del Il conflitto si allarga al mondo L Italia in guerra al fianco della Germania. La resistenza britannica, Il fallimento della guerra parallela. 1941, l attacco tedesco all Unione sovietica e quello giapponese agli Stati Uniti. Prima parte del 1942: i successi dell Asse. Il dominio nazista e la Shoah Lo sfruttamento dei peasi occcupati. Il nuovo ordine di Hitler. La soluzione finale e il genocidio degli ebrei. L Europa filonazista. La Resistenza europea. Il crollo dell Asse e la Resistenza Le prime vittorie degli Alleati. Lo sbarco in Sicilia. 25 luglio 1943: la caduta del fascismo. 8 settembre 1943: dall armistizio all occupazione tedesca. Il Comitato di liberazione nazionale. La guerra di liberazione e le stragi dei nazifascisti. La Germania accerchiata. La liberazione. Un mondo nuovo sulle macerie della guerra Il tragico epilogo della guerra: Hiroshima. La fine della Seconda guerra mondiale. Crimini contro l umanità, bombardamenti, vittime civili. La nuova geografia europea. La creazione dell Organizzazione delle nazioni unite. Il mondo tra sviluppo e guerra fredda Il bipolarismo Il bipolarismo delle superpotenze. La guerra fredda. Germania: sconfitta e divisa. Le due Europe. La sovietizzazione delle democrazie popolari. La rincorsa nucleare. L Italia repubblicana Il dopoguerra in Italia: ricostruzione e ritorne alla democrazia. Il referendum del 2 giugno 1946: l Italia diventa una repubblica. La fine della solidarietà tra le forze antifasciste. La nuova Costituzione repubblicana. Libertà, lavoro, centralità del parlamento. Le elezioni politiche del L anomalia politica italiana. Ancona 14 maggio 2013 gli alunni l'insegnante

8 Testo in uso : Progetto Storia Bruno Mondadori, Nuovo Le basi della storia, vol. 3, Il Novecento e la società contemporanea, Edizioni scolastiche Bruno Mondadori 2009

9 Matematica DOCENTE: Prof. Gabriele Zenobi Testo di Riferimento: Appunti di Analisi Infinitesimale - ambito professionale Autore: Scovenna, Edizioni CEDAM Ripasso propedeutico: disequazioni frazionarie di 1 e 2 grado e di grado superiore riconducibili al 2 grado: calcolo delle soluzioni col metodo risolutivo grafico. Scomposizione di un polinomio di 2 grado in fattori tramite le sue radici. La parabola e la circonferenza nel piano cartesiano. Elementi di Analisi Matematica. Introduzione e definizioni generali: Definizione di funzione. Esempi di applicazioni numeriche e non numeriche. Rappresentazione grafica insiemistica delle funzioni. Concetto di dominio e codominio di una funzione. Funzioni iniettive, suriettive e biunivoche. Grafico di funzioni di una variabile sul piano cartesiano. Classificazione delle funzioni: algebriche intere, razionali, irrazionali e trascendenti. Studio di funzioni algebriche razionali: Calcolo del dominio di funzioni algebriche razionali (anche per le irrazionali). Studio del segno di una funzione algebrica razionale e rappresentazione sul piano cartesiano. Calcolo delle intersezioni di una funzione algebrica razionale con gli assi cartesiani. Funzioni pari e dispari. Limite di funzione: introduzione al concetto di limite attraverso uno studio numerico approssimato della funzione (x-x 0 ) -1. Limite finito ed infinito di funzione per x che tende ad un valore finito. Limite destro e sinistro. Asintoto verticale di una funzione. Teoremi sulle operazioni coi limiti. Calcolo dei limiti destro e sinistro di una funzione algebrica razionale per x che tende ai valori finiti esclusi dal dominio, utilizzando i teoremi sui limiti e la scomposizione in fattori dei polinomi. Limite finito ed infinito di funzione per x che tende all infinito. Calcolo dei limiti per x che tende all infinito di una funzione algebrica razionale. Asintoto orizzontale ed asintoto obliquo di una funzione algebrica razionale. Cenni alla continuità delle funzioni: definizione di funzione continua in un punto x 0 e in un intervallo. Discontinuità di prima, seconda e terza specie. Elementi di calcolo differenziale: definizione di derivata prima in un punto x 0. Significato geometrico della derivata in un punto. La funzione derivata. Calcolo della derivata per semplici funzioni algebriche intere e razionali fratte. Punti di massimo e minimo relativi. Calcolo dell andamento crescente/decrescente di una funzione e dei massimi e minimi relativi attraverso lo studio del segno della derivata prima. Rappresentazione grafica approssimata degli elementi studiati per semplici funzioni algebriche razionali. Analisi del grafico di una funzione. Ancona, 14/05/2013 L Insegnante Prof. Gabriele Zenobi I Rappresentanti degli Studenti

10 Fisica DOCENTE: Prof. Gabriele Zenobi Testo di Riferimento: L Amaldi Introduzione alla Fisica Ed. Zanichelli Ripasso: La propagazione della luce e leggi dell ottica geometrica: riflessione e rifrazione. Ottica ondulatoria. Limiti dell approssimazione dell ottica geometrica e teoria ondulatoria della luce. I fenomeni di diffrazione ed interferenza nelle onde e loro manifestazione negli esperimenti con la luce. Relazione fra colore e lunghezza d'onda. I colori degli oggetti. Radiazioni infrarosse, visibili e ultraviolette. Elettrostatica. La carica elettrica. Il modello planetario dell atomo e l'esperienza di Rutherford. Elettrizzazione per strofinio, per contatto, per induzione e per polarizzazione. Conduttori e isolanti. Conservazione della carica elettrica. La legge di Coulomb. Confronto tra forze elettriche e forze gravitazionali. Concetto di campo elettrico. Rappresentazione attraverso le linee del campo elettrico. Campo elettrico prodotto da una carica puntiforme e da due cariche puntiformi. Energia potenziale elettrica e differenza di potenziale. Il condensatore piano. La capacità elettrica di un condensatore. Corrente elettrica. Intensità di corrente elettrica. La corrente elettrica continua. Generatori di tensione. Il circuito elettrico: circuiti chiusi ed aperti. Collegamento in serie ed in parallelo. Resistenza elettrica. Leggi di Ohm. Potenza dissipata per effetto Joule. Resistenza equivalente di circuiti collegati in serie ed in parallelo. La corrente elettrica nei liquidi e nei gas. Magnetismo. La forza magnetica e le linee del campo magnetico. Principali similitudini e differenze con il campo elettrico. Legami tra campo magnetico e correnti elettriche: esperienze di Oersted, Faraday e Ampère. Forza che agisce su di un filo percorso da corrente elettrica immerso in un campo magnetico; regola della mano destra. Cenni al principio di funzionamento di un motore elettrico e di un elettromagnete. L induzione magnetica. Flusso di un campo magnetico attraverso un circuito. Legge di Faraday- Neumann sulla forza elettromotrice indotta. Verso della corrente indotta. Cenni al principio di funzionamento di un alternatore. Cenni alle onde elettromagnetiche. Il campo elettromagnetico. Le onde elettromagnetiche. Lo spettro elettromagnetico. Ancona, 14/05/2013 I Rappresentanti degli Studenti L insegnante Prof. Gabriele Zenobi

11 Chimica Docente: Alessandro Lombardo CONTENUTI DISCIPLINARI Composti organici: Il carbonio : Configurazione elettronica. Stato fondamentale e stato eccitato. Ibridazione sp3, sp2, sp degli orbitali. Rappresentazione dei composti organici: tipi di formule (bruta, struttura, razionale), formazione delle catene. Classificazione dei composti organici. Idrocarburi saturi ed insaturi. Alcani : Formula generale e struttura spaziale. Legame σ. N-alcani; radicali alchilici. Nomenclatura I.U.P.A.C. Radicali alchilici. Isomeria di struttura. Proprietà fisiche e chimiche. Reazione di combustione; reazione di sostituzione radicalica; reazioni di cracking termico e catalitico. Alcheni : Formula generale e struttura spaziale. Formazione del legame π. Nomenclatura. Radicali degli alcheni; isomeria geometrica e di posizione. Proprietà fisiche e chimiche.meccanismo generale della reazione di addizione elettrofila; reazioni con alogeni, acqua, idrogeno. Regola di Markovnikov. Cenni sulla reazione di addizione radicalica. Alchini : Formula generale e struttura spaziale. Studio del legame triplo. Nomenclatura. Proprietà fisiche e chimiche. L'acetilene: preparazione da carburo di calcio e da metano. Dieni Reazioni di addizione con idrogeno ed acqua. Concetto di tautomeria. : Formula generale e nomenclatura. Studio dei dieni cumulati, coniugati, isolati; La risonanza nella molecola dell'1,2 butadiene. Gomme di sintesi e naturali. Idrocarburi cicloalifatici: Cenni su cicloalcani, cicloalcheni, cicloalchini. Idrocarburi aromatici : Petrolio Il benzene: formula generale e struttura molecolare.legame aromatico e formazione dell'ibrido di risonanza.composti aromatici e loro nomenclatura. Posizioni orto, meta, para. Proprietà chimiche. Reazioni di sostituzione elettrofila aromatica: alogenazione, nitrazione, solfonazione, alchilazione. : Cenni sulla sua origine: ipotesi inorganica ed organica. Depurazione e lavorazione del petrolio: distillazione frazionata, cracking, polimerizzazione. Frazioni ottenute: idrocarburi gassosi-gas naturali, benzina, cherosene, oli diesel, residui (bitume, asfalto). Derivati degli idrocarburi Alcoli : Gruppo funzionale e formula generale. Nomenclatura, isomeria di posizione.

12 Fenoli, eteri Aldeidi, chetoni Acidi organici Derivati degli acidi organici Proprietà chimiche e fisiche. Reazione di salificazione. Preparazione degli a. dagli alcheni (reazione di addizione con acqua). Principali alcoli: metilico, etilico. La fermentazione alcolica. Alcoli polivalenti e aromatici. : Formula generale, gruppi funzionali, caratteristiche e proprietà, usi. Reazione di eterificazione. : Formule generali e gruppi funzionali.nomenclatura. Preparazione per ossidazione da alcoli primari e secondari. Principali aldeidi e chetoni: metanale, etanale, propanone. : Caratteristiche del gruppo carbossililico. Proprietà fisiche e chimiche: ibrido di risonanza. Preparazione degli a. per ossidazione delle aldeidi. Principali composti. : Esteri: formula generale. Reazione di esterificazione. Ancona, 15 maggio 2013 Il Docente Alessandro Lombardo I Rappresentanti di Classe

13 Lingua Inglese DOCENTE LIBRI DI TESTO Luana Moriconi Paola Gherardelli Elisa Wiley Harrison IN DESIGN Technical English for Graphic Design Ed. Hoepli CONTENUTI Section 1. Technical English for Graphic Design and Advertising Unità Contenuti 1. TYPE - The basics of type - Diffusion and meaning of some typefaces - Type and illustrations - Terms and verbs related to type 2. COLOUR MATTERS - The theory of colour - Practical applications of colour - Describing images in relation to the use of colour - The names of colours and related terms 3. ADVERTISING - How to persuade an audience - Ways to create visual appeal - Development of an ad - - Terms and verbs related to advertising Section 2: ENJOYING A WORK OF ART 5. A LOOK AT ART HISTORY - Overview of 19 th and 20 th century art movements - A look at two paintings - How to describe an artwork - Tolls and techniques - Terms and verbs related to artworks - Reading, listening, speaking and writing activities 6. DESCRIBING A WORK OF ART - Claude Monet: Impression Sunrise (Impression, Soleil Levant)

14 - Paul Gauguin: The Yellow Christ (Le Christ Jaune) - Georges Seurat: A Sunday Afternoon on the Island of La Grande Jatte (Un Dimanche Après-midi a l Ile de La Grande Jatte) - Henry Matisse: The Dance (La Danse) - Pablo Picasso The Young Ladies of Avignon (Les Demoiselles d Avignon) Ancona, 14 Maggio 2013 La Docente Gli Studenti

15 Storia delle Arti Visive Docente: Prof.ssa Maurizi Cristina TESTI IN USO: G.C. ARGAN, L'arte moderna, L'Ottocento, Sansoni per la scuola, Firenze 2001; G.C. ARGAN, L'arte moderna, Il primo Novecento, Sansoni per la scuola, Firenze PROGRAMMA SVOLTO L'impressionismo caratteristiche generali della corrente artistica Manet: La colazione sull erba, Olympia. Monet: Impressione: levar del sole, Regate ad Argenteuil, Il portale e la torre Saint-Romain (Cattedrale di Rouen), Le ninfee; Renoir: Le Moulin de la Galette, Bagnante seduta che si asciuga un piede, Venus victrix; Degas: La Classe di danza, L'absinthe, Donna che si spugna nella vasca da bagno, La ballerinetta di 14 anni. Il post-impressionismo -neo-impressionismo: caratteristiche generali della corrente artistica. Seurat: Bagno ad Asnières, Una Domenica d'estate alla Grande Jatte, Il circo -Cezanne: La casa dell'impiccato, Natura morta: mele e biscotti, Giocatori di carte, Le grandi bagnanti I, La montagna Sainte-Victoire vista da Louves. -Gauguin: La visione dopo il sermone, Il Cristo giallo, La bella Angèle, Ta matete (Il mercato), Te tamari no atua (Natività) -Van Gogh: I mangiatori di patate, I Girasoli, Ritratto del postino Roulin, Strada con cipresso sotto il cielo stellato, Autoritratto Toulouse-Lautrec: La toilette, Al circo Fernando, alcuni esempi di manifesti pubblicitari (Les ambassadeurs: Aristide Bruant, La goulue; Moulin Rouge). -Il Simbolismo: caratteristiche generali della corrente Moreau: L'apparizione; Redon: Nascita di Venere Simbolismo e divisionismo in Italia: Segantini (Le cattive madri); Pellizza da Volpedo (Il quarto stato). Il Modernismo -caratteristiche generali della corrente stilistica; Arts and Crafts di Morris come anticipazione del modernismo; cenni ai preraffaelliti. -architettura e spazio urbano: Horta (Hotel Tassel), Guimard (ingresso della stazione della metropolitana di Parigi), Gaudì (Casa Milà, Sagrada Familia, Parco Güell); Wagner (Stazione della metropolitana sulla Karlsplatz di Vienna, Casa della maiolica); Olbrich (Palazzo della Secessione)

16 -alcuni esempi di arti applicate: Van de Velde (scrivania); la produzione in vetro di Gallé (cenni), l'oreficeria di Lalique (cenni); la produzione grafica di Beardsley (illustrazioni per la Salomè di Wilde). -le Secessioni: Klimt e la Secessione viennese (Ritratto di Sonja Knips, Le tre età della donna; Il bacio) Le avanguardie storiche -L'arte come espressione: Munch (Pubertà, Il grido) -Espressionismo: caratteristiche generali della corrente artistica -espressionismo francese, i Fauves: Matisse (Lusso, calma e voluttà; Gioia di vivere; La danza); Derain (Donna in camicia) -espressionismo tedesco, il gruppo Die Brücke (Il ponte): Kirchner (Marcella, Cinque donne per la strada; Autoritratto da soldato; xilografia: Donne in PotsdamerPlatz) -cubismo: caratteristiche generali della corrente artistica Picasso e le sue diverse fasi: periodo blu (Poveri in riva al mare), periodo rosa (I saltimbanchi), protocubismo (Les Demoiselles d Avignon); cubismo (Fabbrica a Horta de Ebro), cubismo analitico (Ritratto di Ambroise Vollard), cubismo sintetico (Natura morta con sedia impagliata), Guernica. -Futurismo: caratteristiche generali della corrente artistica Boccioni: La città che sale; Gli stati d animo II: Gli addii; Forme uniche della continuità nello spazio. Balla: Dinamismo di un cane al guinzaglio; Automobile in corsa. Russolo: Dinamismo di un automobile. Ancona 10/05/2013 Gli alunni L insegnante (Prof.ssa Cristina Maurizi)

17 Geometria descrittiva Oggetto: Programma preventivo Insegnante: Fausto Baiocco OBIETTIVI DISCIPLINARI L insegnamento ha lo scopo di approfondire gli usi dell omologia e delle relative applicazioni nel metodo di Monge. Lo studente medio è in grado di padroneggiare i metodi di rappresentazione in maniera critica per l impostazione grafica di un corpo di media complessità. A CONTENUTO DEL PROGRAMMA SVOLTO.1. Richiami sui vari casi di omologia e generazione spaziale delle geometrie: centro di proiezione proprio e improprio, proiezione e sezione..2. Generazione proiettiva delle geometrie: esempi ed esercizi grafici sull uguaglianza-traslazione, la similitudine-omotetia, l affinità, la proiettività..3. Metodo delle proiezioni ortogonali (n.b. le proiezioni centrali, l omologia e le coniche sono state svolte nel 4 anno, in continuità con il programma del 3 ) Elementi di riferimento e rappresentazione degli enti geometrici fondamentali Condizioni di appartenenza, parallelismo e perpendicolarità Ribaltamento del piano e problemi metrici di misura e di costruzione di figure piane Cambiamento del secondo piano di proiezione. METODOLOGIE DIDATTICHE E DI VALUTAZIONE La lezione frontale è stata seguita da esercizi grafici da svolgere in classe e a casa. La lezione teorica ha fatto uso del testo adottato, inteso come costante sussidio di accompagnamento alla formazione, oltre che delle lezioni ed esercitazioni inserite nel sito web curato dall insegnante. La valutazione bimestrale è stata in parte orale e in parte grafica, anche appoggiandosi a disegni realizzati dall allievo alla lavagna o a casa. Ancona, Gli allievi L insegnante

18 Tecnologia DOCENTE: Prof.ssa MARINELLA MOSCA PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO LUCE E COLORE La radiazione elettromagnetica: rappresentazione; teoria ondulatoria (lunghezza d onda, frequenza, periodo, velocità di propagazione); teoria corpuscolare (quanti o fotoni); spettro elettromagnetico. Diffusione e riflessione della luce. Anatomia e fisiologia dell occhio. Teoria dei colori, la visione dei colori e colorimetria. L ILLUMINOTECNICA Principi generali Grandezze fotometriche: flusso luminoso, intensità luminosa, luminanza e illuminamento. Regole generali di illuminotecnica. Temperatura di colore, indice di resa dei colori e calcolo dell indice di resa cromatica di una sorgente luminosa. Le lampade Parametri caratteristici, tecnologia e funzionamento delle lampade. Classificazione delle lampade: ad incandescenza, ad incandescenza con alogeni, a scarica, a scarica ad alogenuri metallici, fluorescenti, a vapori di alogenuri, a vapori di sodio, a vapori di mercurio, a scarica allo xeno, led. Semiconduttori, drogaggio, semiconduttori di tipo n e di tipo p, giunzione p-n. Gli illuminatori Il corpo o involucro. Proiettore o spot e diffusore o scoop. Il supporto: impugnatura; pinza; cavalletto o supporto da pavimento; griglia di sospensione a tubi, a binari e tubi mobili, a rotaia; l asta telescopica, il pantografo, l argano. Gli accessori: diaframmi, filtri colore e filtri diffusori, alette di otturazione, bandiera. Gli illuminatori speciali: i pannelli diffusori, i proiettori insegui persona, pannelli riflettenti e proiettori laser. LE TECNICHE DI ILLUMINAZIONE Tecniche di illuminazione: luce base, luce chiave o medellante, luce correttiva o di riempimento, luce di spalle, luci addizionali, luce d effetto. Illuminazione in alcune situazioni: persona ferma, persona in movimento, due persone ferme, gruppo di persone ferme e in movimento. ANCONA, 14 / 05 / 2013 GLI ALUNNI L INSEGNANTE

19 Disegno dal Vero INSEGNANTE PAOLA MIECCHI Produzione elaborati con la tecnica grafica della penna a sfera, a tratto, con lo scarabocchio, con sfumature. L acquerello, la tempera, altre tecniche su superfici nuove, su tela, tavola, cartoncino, etc. Progetto di una mascotte da realizzare con materiali riciclati e non. Conoscenza ed uso di un materiale nuovo: il polistirolo, la cartapesta. Sperimentazione della deformazione di immagini con la fotocopiatrice. Riproduzione della deformazione con tecniche grafico-pittoriche. Brainstorming per la partecipazione al concorso indetto da Arte-Insieme sull argomento ideato dall artista Pistoletto del Terzo Paradiso. Partecipazione con opere personali al concorso, uso di materiali di recupero per realizzare sculture tattili e installazioni. In precedenza, esperienza di decorazione sulla ceramica, maiolica. Rielaborazione di un autore moderno a scelta. Progetto di un murales per la decorazione di un muro scolastico. Ricerca e studio per la tesina di fine anno, progetto della copertina. Ancona, 8 maggio 2013 L insegnante Paola Miecchi

20 Educazione visiva INSEGNANTE PAOLA MIECCHI Prova di ingresso: lettura di un opera d arte moderna. Si richiede l uso del linguaggio specifico della sezione di appartenenza. Nuovo tema: la rappresentazione dello spazio, riflessioni sulle esperienze maturate in Geometrico e disegno dal vero nello spostamento del punto di vista che determina l orizzonte. Si continua con lo spazio obliquo, frontale, topologico e prospettico. La funzione simbolica dello spazio: lo spazio contratto-dilatato, semplice-complesso, realisticofantastico, infine l ingresso della quarta dimensione: il tempo, riferimenti artistici al Cubismo, Futurismo, Fontana. Come proseguo, ripasso del tema trattato lo scorso anno sul movimento, la percezione con i suoi indizi, la rappresentazione, la lettura nelle opere del Futurismo. Collegamento artistico all arte moderna dell Optical Art, con Vasalery: studio dell arlecchino, lavoro sul mimetismo, rapporto figura-sfondo con la definizione di una figura in bianco e nero. Prima simulazione della terza prova d esame, seconda simulazione. Ripasso e interrogazioni, ricerca di argomenti da inserire nella tesina. Ancona, 8 maggio 2013 L insegnante Paola Miecchi

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose.

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. 2.1 Spettro di emissione Lo spettro di emissione di

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le funzioni nel discreto 3 1.1 Le funzioni nel discreto.................................. 3 1.1.1 La rappresentazione grafica............................

Dettagli

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Con questa unità didattica inizieremo a prendere in considerazione dei composti della chimica organica caratterizzati dal contenere oltre ai

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014 Prof.ssa Piacentini Veronica La corrente elettrica La corrente elettrica è un flusso di elettroni

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE COSA SONO LE FUNZIONI Dati due sottoinsiemi A e B non vuoti di R, una FUNZIONE da A a B è una relazione che associa ad ogni numero reale

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Prof. Daniele Ippolito Liceo Scientifico Amedeo di Savoia di Pistoia 1778 Alessandro Volta, in analogia al potenziale gravitazionale definito

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

isomeria di struttura isomeria di posizione isomeria di catena stereoisomeria isomeria di conformazione isomeria di configurazione 'isomeria ottica

isomeria di struttura isomeria di posizione isomeria di catena stereoisomeria isomeria di conformazione isomeria di configurazione 'isomeria ottica ISOMERIA L'isomeria di struttura è connessa al diverso modo in cui gli atomi di due o più composti si legano tra loro in sequenza. Ci sono due forme: isomeria di posizione e isomeria di catena. La stereoisomeria

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

CHIMICA ORGANICA: IBRIDAZIONE & RISONANZA IBRIDIZZAZIONE. un atomo compie all atto di formazione di un composto al fine di formare un maggior

CHIMICA ORGANICA: IBRIDAZIONE & RISONANZA IBRIDIZZAZIONE. un atomo compie all atto di formazione di un composto al fine di formare un maggior CHIMICA ORGANICA: IBRIDAZIONE & RISONANZA IBRIDIZZAZIONE L ibridizzazione o ibridazione è una ricombinazione dei propri orbitali atomici che un atomo compie all atto di formazione di un composto al fine

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico

Liceo Artistico Statale «Boccioni Palizzi» Istituto Superiore Artistico Idoneità alla 3^ classe: ESAMI IDONEITA' INTEGRATIVI A.SC. 2013/14 1 Grimaldi Sabrina: in poss. promoz. al 2 anno Istituto Alberghiero 2 anno Storia e Geografia (orale) 2 anno Storia dell Arte (orale)

Dettagli

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro Prof.ssa Grazia Maria La Torre è il seguente: Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro SORGENTE SISTEMA DISPERSIVO CELLA PORTACAMPIONI RIVELATORE REGISTRATORE LA SORGENTE delle radiazioni elettromagnetiche

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

Gli Alcheni : struttura e nomenclatura

Gli Alcheni : struttura e nomenclatura Gli Alcheni : struttura e nomenclatura Alcheni Gli alcheni sono idrocarburi che contengono un doppio legame carbonio-carbonio sono anche detti olefine o idrocarburi insaturi La formula molecolare è C n

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

25/01/2014. Perché filtrare la luce? Filtri e lenti per patologie oculari. Cosa conoscere? Spettro elettromagnetico. Radiazione elettromagnetica

25/01/2014. Perché filtrare la luce? Filtri e lenti per patologie oculari. Cosa conoscere? Spettro elettromagnetico. Radiazione elettromagnetica Filtri e lenti per patologie oculari FIRENZE 19 GENNAIO 2014 Silvano Abati silvanoabati@tiscali.it Dr. Scuola Internazionale di Ottica Optometria Firenze Stazione di Santa Maria Novella Binario 1 A Perché

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Sostituzioni sull anello aromatico

Sostituzioni sull anello aromatico Sostituzioni sull anello aromatico Criteri per stabilire l esistenza di carattere aromatico 1. Il composto deve essere ciclico, planare e deve avere una nuvola ininterrotta di elettroni π sopra e sotto

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Illuminotecnica. Introduzione al calcolo illuminotecnico

Illuminotecnica. Introduzione al calcolo illuminotecnico Illuminotecnica Introduzione al calcolo illuminotecnico 1 Illuminotecnica La radiazione luminosa Con il termine luce si intende l insieme delle onde elettromagnetiche percepibili dall occhio umano. Le

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Unità didattica 8 La corrente elettrica Competenze Costruire semplici circuiti elettrici e spiegare il modello di spostamento delle cariche elettriche. Definire l intensità di corrente, la resistenza e

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli