LICEO SCIENTIFICO STATALE A. ROMITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO SCIENTIFICO STATALE A. ROMITA"

Transcript

1 1 IL COORDINATORE DEL CONSIGLIO di (prof. ssa Annamaria De Vincenzo) IL DIRIGENTE SCOLASTICO (dott. ssa Anna Gloria Carlini)

2 INDICE 2 1. Presentazione della classe pag Finalità e obiettivi pag Metodi, mezzi, spazi e tempi del percorso formativo pag Attività di recupero/recupero/potenziamento pag Criteri e strumenti di verifica e valutazione adottati pag Programmi pag Attività di preparazione all esame di Stato - Allegati pag. 28 IL CONSIGLIO di Discipline Docente Firma Lingua e letteratura italiana Lingua e cultura latina prof. ssa Morena Moscufo Lingua e cultura inglese prof. ssa Maria Maddalena Ascione Filosofia e storia prof. ssa Adele Fraracci Matematica prof. Annamaria De Vincenzo Fisica prof. ssa Michela Zeoli Scienze prof. ssa Anna Guidone Disegno e storia dell arte prof. Mauro Scalabrino Scienze motorie prof. ssa Loredana De Luca Religione cattolica prof. Ioan Muntean

3 1. PRESENTAZIONE DELLA La classe 5 D è costituita da 22 allievi che hanno seguito un corso di studi regolare. Gli studenti hanno mostrato disponibilità al dialogo educativo e adeguata motivazione e ciò ha contribuito alla crescita culturale di tutto il gruppo classe. 3 ATTIVITA DI ARRICCHIMENTO CULTURALE Durante il corso di studi, gli allievi hanno partecipato alle seguenti attività curricolari ed extracurricolari (individuale gruppo classe): Acquisizione della ECDL Certificazione di competenze in lingua inglese e spagnolo Corsi preuniversitari Partecipazione a Giochi e gare di matematica: Ü Kangourou della matematica Ü Giochi di Archimede Ü Olimpiadi di matematica Ü Campionati internazionali giochi matematici Bocconi Olimpiadi di fisica Olimpiadi di Statistica Olimpiadi delle neuroscienze Giochi della chimica Seminari di approfondimento: fisica, filosofia, letteratura italiana e latina, storia, chimica, matematica Seminari di approfondimento MEMORIA E CITTADINANZA Visita di studio ai Musei Vaticani Viaggi di istruzione: Budapest

4 2. FINALITÀ E OBIETTIVI 4 In ragione del carattere di integrazione e completezza nella struttura dei programmi di studio il percorso formativo offerto dal Liceo Scientifico A. Romita ha messo gli studenti in condizione di: sviluppare competenze di efficace comunicazione verbale e scritta ; impadronirsi di saperi umanistico- scientifici fortemente sostenuti sul piano teorico; acquisire flessibilità mentale, senso critico e consapevolezza nei metodi di studio; possedere la conoscenza e l uso dei linguaggi informatici e telematici. La scuola ha contribuito, in un rapporto di corresponsabilità con le famiglie e con la società civile nelle sue varie articolazioni: ð alla formazione dell uomo e del cittadino, aperto al dialogo democratico ð all accettazione e valorizzazione delle diversità ð alla cultura della legalità ð alla formazione nella coscienza dei giovani di un sistema di valori personali quali la coerenza e il senso di responsabilità e, contemporaneamente, di valori sociali quali l'uguaglianza, la giustizia, la libertà, la solidarietà. In relazione ai fini istituzionali che l istruzione liceale si prefigge, tutte le attività educativo- didattiche sono state coordinate al raggiungimento di una finalità generale, individuata nella formazione di giovani colti, critici, protagonisti consapevoli del loro futuro, che apprendano ad apprendere. Alla finalità generale hanno collaborato, pur nella diversità degli obiettivi e dei contenuti specifici, le singole discipline, tutte con pari dignità, impegnate nel fare acquisire agli studenti: ² la conoscenza di fatti, principi, teorie, concetti, procedimenti, regole, metodi, linguaggi specifici; ² la capacità di utilizzare in maniera autonoma e personale le competenze acquisite; ² la consapevolezza epistemologica e il rigore nella concettualizzazione. OBIETTIVI Potenziamento e affinamento delle capacita' logiche deduttive Acquisizione rigore scientifico e consapevolezza del metodo razionale Conoscenza del sistema ipotetico- deduttivo. Acquisito un metodo di ricerca. Organizzazione e schematizzazione del pensiero. Conoscenza dei contenuti fondamentali delle discipline Conoscenza dei codici linguistici specifici delle singole discipline Espressione corretta sia oralmente che per iscritto Utilizzazione di codici linguistici specifici (anche in lingua straniera) Capacità di reperire ed utilizzare in modo autonomo e finalizzato le informazioni e di comunicarle in forma chiara e sintetica Possesso della competenza testuale Risoluzione di esercizi e problemi Comprensione dei procedimenti caratteristici dell'indagine scientifica, del continuo rapporto tra costruzione teorica ed indagine sperimentale, delle potenzialità e i limiti delle conoscenze scientifiche. Capacità di analizzare e schematizzare situazioni reali e di affrontare problemi concreti anche in campi al di fuori dello stretto ambito disciplinare Capacità di riconoscere i fondamenti scientifici presenti nelle attività tecniche. Capacità di organizzazione e di valutazione del proprio lavoro Capacità di studiare in modo autonomo Capacità critiche, di autovalutazione e di confronto con gli altri Capacità di organizzare autonomamente il proprio lavoro Capacità di relazionarsi e di lavorare in gruppo

5 3. METODI, MEZZI, SPAZI E TEMPI DEL PERCORSO FORMATIVO 5 Lezioni frontali Lezioni interattive Lavori di gruppo Discussione guidata Analisi testuale Attività di laboratorio Libri di testo Altri testi Sussidi audiovisivi LIM Strumenti multomediali Attrezzature sportive L.L. italiana X X X X X X L.C. latina X X X L.C. inglese X X X X Filosofia X X X X Storia X X X Matematica X X X X Fisica X X X X Scienze X X X Dis. Arte X X Sc. motorie X X X Religione X X Scansione dell anno scolastico Primo periodo Secondo periodo ê ê 10 settembre dicembre gennaio giugno 2015 L andamento è stato del tutto regolare e la frequenza degli alunni assidua.

6 4. ATTIVITÀ DI RECUPERO/SOSTEGNO/POTENZIAMENTO 6 Interventi in itinere Interventi brevi Gruppi di studio curati dall'assistenza di un insegnante- tutor Moduli per il potenziamento e l eccellenza Moduli di rinforzo Moduli per l'integrazione Sportello didattico Interventi strutturati L.L. italiane X X L.L. latine X X L.L. inglese X X Filosofia Storia X X Matematica X X Fisica X X Scienze X X Arte Ed. fisica Religione X X X

7 5. CRITERI E STRUMENTI DI VERIFICA e VALUTAZIONE ADOTTATI 7 La verifica formativa e sommativa dei singoli allievi, ha tenuto conto dei seguenti strumenti: Tipo di verifica Formativa Sommativa Strumenti interrogazioni individualizzate discussioni guidate prove scritte esercizi e problemi verifica dei lavori svolti a casa prove strutturate e semistrutturate esercitazioni di laboratorio prove pratiche prove strutturate interrogazioni prove scritte di varie tipologie prove grafiche osservazioni sistematiche prove pratiche La valutazione formativa e sommativa dei singoli allievi, ha tenuto conto dei seguenti parametri: Tipi di valutazione Formativa Sommativa Parametri considerati presenza ed assiduità dell alunno in classe impegno ed interesse mostrato partecipazione acquisizione dei contenuti conoscenze acquisite livello di comprensione degli argomenti trattati capacità di espressione livello di applicazione dei concetti acquisiti capacità di analisi capacità di sintesi capacità di rielaborazione critica capacità di contestualizzare

8 8

9 MATEMATICA 9 Autore Titolo Editore Bergamini Trifone - Barozzi Manuale blu di matematica Confezione 4 modulo U Confezione 5 moduli V e W ZANICHELLI Le funzioni e le loro proprietà Le funzioni reali di variabili reali Le proprietà delle funzioni e la loro composizione I limiti La topologia della retta Il limite finito di una funzione per x che tende ad un valore finito Il limite infinito di una funzione per x che tende ad un valore finito Il limite finito di una funzione per x che tende all infinito Il limite infinito di una funzione per x che tende all infinito Teoremi sui limiti Il teorema dell unicità del limite (con dimostrazione) Il teorema della permanenza del segno (con dimostrazione) Il teorema del confronto (con dimostrazione) Le funzioni continue e il calcolo dei limiti Definizione di funzione continua Le operazioni sui limiti Il calcolo dei limiti e le forme indeterminate I limiti notevoli!"#! lim!! = 1 (con dimostrazione)! lim!!!!!"#!! = 0 (con dimostrazione)!!!"#$ lim!! =! (con dimostrazione)!!! lim! ±! 1 +!! lim!!!"!!!!! = e = 1 (con dimostrazione)! lim!!!!! = 1 (con dimostrazione)!!!! lim!!!!! = k! Gli infinitesimi, gli infiniti e il loro confronto Gli infinitesimi Gli infiniti I teoremi delle funzioni continue Teorema di Weierstrass Teorema dei valori intermedi Teorema di esistenza degli zeri I punti di discontinuità di una funzione Punti di discontinuità di prima, seconda e terza specie Le successioni Le successioni numeriche Il limite di una successione Le serie numeriche Serie convergente, divergente, indeterminata La serie geometrica La derivata di una funzione La derivata di una funzione Le derivate delle funzioni fondamentali Il calcolo delle derivate La derivata di una funzione composta La derivata della funzione inversa La derivata di f(x)!(!) Teorema sulla continuità delle funzioni derivabili (con dimostrazione) Differenziale di una funzione e suo significato geometrico. La retta tangente al grafico di una funzione I teoremi del calcolo differenziale Teorema di Rolle (con dimostrazione), Teorema di Lagrange (con dimostrazione) Teorema di Cauchy (con dimostrazione) Teorema di De L Hospital I massimi, i minimi e i flessi La ricerca dei massimi, dei minimi e dei flessi orizzontali con lo studio del segno della derivata prima La ricerca dei flessi con lo studio della derivata seconda Problemi di massimo e di minimo Studio di una funzione Gli asintoti e la loro ricerca La ricerca degli asintoti orizzontali e verticali Gli asintoti obliqui Equazione dell asintoto obliquo

10 Integrali indefiniti Le primitive delle funzioni fondamentali Integrazione per parti, per sostituzioni. Integrazione di funzioni razionali fratte. 10 Integrali definiti Integrale definito Teorema del valor medio (con dimostrazione) Il teorema fondamentale del calcolo integrale (con dimostrazione) Il calcolo delle aree di superfici piane Lunghezza di un arco di curva Area di una superficie di rotazione Il volume di un solido di rotazione Integrali impropri Risoluzione approssimata di equazioni Separazione grafica delle radici Primo e secondo teorema di unicità dello zero Metodo di bisezione Integrazione numerica Il metodo dei rettangoli Il metodo dei trapezi Equazioni differenziali del primi ordine Equazioni differenziali del tipo y =f(x) Equazioni differenziali a variabili separabili

11 FISICA Autore Titolo Editore PARODI - OSTILI Fisica in evoluzione PEARSON 11 -I condensatori La corrente elettrica: -Conduttori e isolanti,circuiti e correnti -La corrente elettrica nei solidi -La resistenza elettrica e le leggi di Ohm -la potenza elettrica e l effetto Joule -I circuiti elettrici -La risoluzione dei circuiti -La forza elettromotrice di un generatore -Le correnti elettriche nei fluidi Il magnetismo-il campo magnetico: -Fenomeni magnetici e campi magnetici -Interazioni fra correnti e magneti -La forza di Lorentz e il campo magnetico -Forza esercitata da un campo magnetico su un filo percorso da corrente -Campo magnetico generato da una spira e da un solenoide -Azione di un campo magnetico su una spira percorsa da corrente -Flusso e circuitazione del campo magnetico -Magneti e correnti atomiche:il principio di equivalenza di Ampère -I campi magnetici nella materia L elettromagnetismo-l induzione elettromagnetica: -Le correnti indotte -La legge di Faraday-Neumann -La legge di Lenz -Il campo elettrico indotto -L autoinduzione -Energia e densità di energia del campo magnetico -La corrente alternata:alternatori e trasformatori -Circuiti in corrente alternata Le equazioni di Maxwell e le onde elettromagnetiche -Quattro equazioni e due asimmetrie -Il termine mancante e la generalizzazione della legge di Ampère -Le equazioni di Maxwell -Le onde elettromagnetiche -Le interazioni della radiazione elettromagnetica con la materia -Energia e intensità della radiazione elettromagnetica -Introduzione del concetto di relatività.

12 FILOSOFIA Autore Titolo Editore Enzo Ruffaldi, Ubaldo Nicola Il Pensiero Plurale vol. 3 tomi A- B Loescher 12 Il Romanticismo, tratti generali e specifici, gli stati d animo L Idealismo Trascendentale di Hegel: - i capisaldi del sistema: finito/infinito, identità di razionalità e realtà,la funzione della filosofia - la dialettica come legge logica ed ontologica - la filosofia dello Spirito oggettivo e lo Stato Etico letture tratte da Lineamenti di filosofia del diritto e passo tratto dalla Fenomenologia dello Spirito sulla figura del servo-signore La Destra e sinistra hegeliana. Feuerbach Marx La filosofia dell'esistenza ottocentesca, nel segno dell'antihegelismo Arthur Schopenhauer biografia, radici culturali del sistema, il mondo della rappresentazione, la cosa in se', caratteri e manifestazioni della volontà di vivere, il pessimismo, il dolore e la noia, le vie di liberazione dal dolore: arte, etica e ascesi. Letture tratte da il Mondo come volontà e rappresentazione Soren Kierkegaard biografia, la filosofia della singolarità, della possibilità e libertà, Aut Aut e gli stadi dell'esistenza estetico e etico la vita religiosa e la fede come paradosso e scandalo, l'angoscia e la disperazione l'istante e la storia: l'eterno nel tempo letture tratte da Aut-Aut Il Positivismo n contesto storico, caratteri generali e distintivi n analogie e differenze con l'illuminismo n le analogie categoriali con il Romanticismo n le varie forme di Positivismo: Positivismo sociale con Comte e Positivismo evoluzionistico con Spencer - L Utilitarismo con John Stuart Mill in rapporto a Bentham La Filosofia dirompente di Friedrich Nietzsche v biografia e scritti v La Nascita della tragedia: apollineo e dionisiaco v la critica della morale e la trasvalutazione dei valori v la critica al Positivismo e allo storicismo v la morte di Dio e la fine delle illusioni metafisiche v la morte di Dio e l'avvento del superuomo il grande annuncio dell'uomo folle v la progressiva dissoluzione del platonismo e il Crepuscolo degli idoli v il problema del nichilismo e il suo superamento v l' Eterno Ritorno v l'ubermensch e la volontà di potenza Letture tratte da: Così parlò Zarathustra, passi tratti da Sull'utilità e il danno della storia per la vita, da La Gaia scienza Lo Spiritualismo francese Henri Bergson o Biografia o il tempo della scienza e il tempo della coscienza come durata e libertà nel Saggio sui dati immediati della coscienza o Spirito e corpo in Materia e memoria o il concetto di società chiuse e società aperte La rivoluzione psicanalitica Sigmund Freud: dagli studi dell'isteria alla psicanalisi, l'interpretazione dei sogni e l'inconscio, i modi per accedere all'inconscio, la seconda topica, la teoria della sessualità e il complesso edipico, la religione e la civiltà Lettura passi tratti da L'interpretazione dei sogni La Scuola di Francoforte ý ý ý tratti e caratteri distintivi la Dialettica dell'illuminismo di Horkheimer e Adorno ( lettura su Ulisse e il canto delle Sirene) Adorno: la Dialettica negativa, la critica dell'industria culturale Hannah Arendt Le origini del totalitarismo La Banalità del male Karl Popper la filosofia politica: Miseria dello storicismo e La società aperta e i suoi nemici

13 STORIA Autore Titolo Editore Gentile, Ronga, Rossi Storia e geometria del mondo/millennium vol. 3 La Scuola 13 MODULO 1: MODULO 2: Il nuovo secolo Lo scenario economico mondiale, Società e cultura di massa, Nuovi modelli di produzione e di consumo, la Belle Epoque. L età giolittiana Ü Ü Ü Giolitti e la difficile modernizzazione italiana Uno sviluppo rapido ma diseguale, Partiti, movimenti e sindacati, L azione di Giolitti e il suo programma riformista, I limiti della politica giolittiana La grande guerra Un evento spartiacque, L attentato di Sarajevo, Alle radici del conflitto, La prima fase del conflitto, L intervento italiano Le stragi della fase centrale del conflitto La svolta nel 1917 Guerra totale Guerra e rivoluzione in Russia o o o Insuccessi militari e tensioni sociali Il 1917: un anno cruciale, La Rivoluzione d Ottobre Il comunismo di guerra e la Nuova politica economica di Lenin, L Unione Sovietica e il Comintern. LETTURE DI APPROFONDIMENTO TRA FONTI E PAGINE STORIOGRAFICHE e DVD û û û û û le tesi di Aprile i quattordici punti di Wilson le tre fasi del colonialismo italiano la guerra di trincea per l Italia DVD di Folco Quilici l'età giolittiana, DVD di Folco Quilici Il dopoguerra in Europa e in Italia La conferenza di Versailles e la nuova carta d Europa, Il dopoguerra in Germania e la Repubblica di Weimar La ricerca di un sistema di sicurezza europeo e la Società delle Nazioni Il dopoguerra in Italia Crisi dello Stato liberale Le conseguenze economiche e sociali della guerra Il governo Giolitti e l occupazione delle fabbriche Nascita e ascesa del movimento fascista Gli ultimi governi liberali e la marcia su Roma. La crisi del mondo capitalistico Dalla ripresa alla crisi - L età dell oro negli Stati Uniti d America - La crisi del 1929, Il New Deal di Roosevelt L Unione Sovietica da Lenin a Stalin La morte di Lenin e l ascesa di Stalin, Il dibattito sulla NEP e il consolidamento del potere di Stalin. L Italia fascista û I fondamenti dello Stato autoritario û L assassinio di Matteotti e l Aventino L instaurazione della dittatura û Il regime totalitario û I Patti Lateranensi û La politica economica û La politica estera û Antifascismo e dissenso La diffusione del fascismo in Europa Ü L ascesa del nazismo Ü Verso lo Stato totalitario Ü La dottrina e il regime nazista Ü La guerra di Spagna, i primi passi della politica estera hitleriana Ü I successi della politica estera tedesca e la crisi del sistema di sicurezza europeo Fascismo, stalinismo e nazismo: regimi totalitari e meccanismi del consenso La seconda guerra mondiale La distruzione degli ebrei La Resistenza italiana LETTURE DI APPROFONDIMENTO TRA FONTI E PAGINE STORIOGRAFICHE e DVD i discorsi di Mussolini in DVD Renzo De Felice: Fascismo e piccola borghesia i Gulag Pagine della storiografia britannica, francese, tedesca e sovietica sullo scoppio della seconda guerra mondiale Le conferenze interalleate: Carta Atlantica, conferenza di Yalta, le decisioni di Potsdam l'origine dei regimi totalitari secondo la Arendt il fascismo come regime totalitario incompleto la questione di Trieste e le foibe

14 MODULO 3 La seconda metà del Novecento 14 Dall alleanza antifascista alla guerra fredda La nascita dell ONU e il nuovo diritto internazionale NATO e Patto di Varsavia La politica statunitense in Europa L Europa orientale, Bipolarismo e guerra fredda La nascita delle due Germanie La guerra di Corea L avvio dell integrazione economica europea e il cammino verso L UE Decolonizzazione e Terzo mondo le due strade di decolonizzazione da parte di Francia e Gran Bretagna la nascita dello Stato di Israele autonomia del India e nascita del Pakistan L Italia dalla Liberazione all egemonia democristiana All indomani della Liberazione, De Gasperi e la svolta moderata L affermazione dei partiti di massa 2 giugno La Costituzione repubblicana Le elezioni del 1948 Gli anni del centrismo e il consolidamento dell egemonia democristiana LETTURE DI APPROFONDIMENTO TRA FONTI E PAGINE STORIOGRAFICHE : - Kruscev al Congresso PCUS contro Stalin - La politica kennedyana - la politica di Gorbaciov - crollo del muro di Berlino e fine dell'urss - Ü bilancio e riflessioni sul Novecento: come secolo breve nella interpretazione di Hobsbown

15 MODULO C.L.I.L. : STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI 15 Diplomazia chiusa/diplomazia aperta. Dalla Società delle Nazioni all'onu obiettivi generali F saper condurre una indagine storica ( ricerca di fonti, repertori, testi storiografici, documenti, articoli di giornale) F saper orientarsi in concetti generali di ordine economico, politico, culturale e artistico F individuare processi e meccanismi afferenti alla specificità della diplomazia chiusa e l'avvio di quelli che conducono alla diplomazia aperta e alla stesura di documenti frutto di negoziati e arbitrati aperti F lettura, analisi e comunicazione nel linguaggio specifico della disciplina storica in lingua inglese obiettivi specifici Saper leggere e interrogare le fonti Schede per confrontare le diverse fonti Saper individuare la specificità delle fonti Contenuti tra fonti, giornali e pagine storiografiche 2 I quattordici punti di Wilson 2 Patto della Società delle Nazioni e preambolo del Trattato di Versailles 2 Titoli e articoli di giornale 2 Poland's preparation for World war two di M. A. Peszke Da The Journal of Modern History - Ruza, Campbell and Anna Cienciala pp Italian Diplomacy, di Bernadotte 2 E. Schmitt Carta Atlantica 2 ONU 2 DUDU Strumenti, Metodologie, Strategie e strutturazione percorsi Modalità linguistico- cognitive di narrazione, dialogo, ragionamento, argomentazione Strutturazione percorso in : 8 Multimedialità e molteplicità di medium comunicativi 8 Navigazione in internet e ricerca 8 Sitografia : nazi- soviet international relation, 8 the National Security archive, 8 The UniversityChicago Press, Foreign Affairs, ecc. F Problem solving TUNING IN FINDING OUT SORTING OUT REFLECTING con centralità di discussione e brainstorming con la centralità della ricerca, della comprensione dei testi e dei lavori di gruppo con la centralità della sintesi mirata alla consapevolezza degli apprendimenti acquisiti e accertati attraverso argomentazioni, dibattiti e attività di verifica

16 16 LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Autore Titolo Editore Ezio Raimondi Leggere come io l intendo Ediz. Scol. B. Mondadori U. Foscolo Biografia, ideologia e poetica Odi e Sonetti: All amica risanata, A Zacinto, Alla sera, In morte del fratello Giovanni Dei Sepolcri Le Grazie vv 1-27 Il Romanticismo L Europa romantica: le idee e le arti Rivoluzione industriale, società e natura L uomo, la ragione, la scienza I caratteri generali del Romanticismo in Europa L eroe romantico, l amore, l ironia Il Romanticismo tedesco: F. Schiller, Il poeta e la natura; F. Schlegel, Una nuova mitologia; F Holderin, La ricerca dell armonia Il Romanticismo italiano: La polemica classicoromantica Madame de Stael : Per una buona letteratura (da Sulla maniera e l utilità delle traduzioni) G. Berchet: Il nuovo pubblico della letteratura ( Lettera semiseria di Crisostomo al suo figluiolo) P. Borsieri: il programma del Conciliatore ( Il Conciliatore ) Dialogo di Tristano e di un amico Alessandro Manzoni Un intellettuale critico e partecipe Dagli Inni sacri alla lirica civile. La Pentecoste Il 5 maggio La riflessione sul teatro e le tragedie, Lettre a M. Chauvet, Poesia e storia Il conte di Carmagnola, Prefazione, La funzione del coro Adelchi, Il delirio di Ermengarda, atto IV, scena 1, vv Il solo riscatto possibile atto IV, scena, coro La morte di Adelchi atto V, scene 8-10, vv Lettera a Claude Fauriel del 29 maggio 1822, Romanzo storico e romanzesco I Promessi sposi Fermo e Lucia, tomo II cap. 5 e 6 (La monaca di Monza) Fermo e Lucia, tomo II cap. 7 Le imprese di un terribile tiranno Giacomo Leopardi Un precursore solitario Le opere precedenti alla crisi del 1819 Lo Zibaldone: Immaginazione degli antichi e sentimento dei moderni La teoria del piacere I grandi temi della poesia leopardiana I Canti: Ultimo canto di Saffo, Passero solitario, L infinito A Silvia La quiete dopo la tempesta Il sabato del villaggio Canto notturno di un pastore errante dell Asia A se stesso La Ginestra o il fiore del deserto Operette morali: Dialogo della Natura e di un Islandese Dialogo di un venditore d almanacchi e di un passeggero Dall unità d Italia alla prima guerra mondiale La Scapigliatura: A. Boito, Dualismo Naturalismo e Verismo, E Zola, Letteratura e scienza, Le roman experimental III Giovanni Verga Dalla Sicilia e ritorno L inizio della stagione verista, Vita dei campi. Fantasticheria. Rosso Malpelo Prefazione all amante di Gramigna I Malavoglia, Prefazione, cap.i La casa del Nespolo cap 11 Ntoni vuole partire cap. 15 L ultimo addio di Ntoni Le novelle rusticane, Cos è il Re

17 La roba Mastro don Gesualdo l arrivo alla Canziria parte I, cap. 4 La morte di don Gesualdo, parte IV, cap. 5 Il Decadentismo C. Baudelaire, I fiori del male, Corrispondenze L albatro Il dandy, Le peintre de la vie moderne IX Simbolismo ed Estetismo Estetismo: bellezza, arte, vita J. Huysmans, Nella dimora di Des Esseintes, A rebours, cap. V Giovanni Pascoli Una vita nell ombra La poetica. Il fanciullino, cap. I-II Myricae, Lavandare Il lampo Il tuono X agosto L assiuolo Canti di Castelvecchio, La mia sera Il gelsomino notturno Gabriele d Annunzio Il vivere inimitabile Il letterato e il suo tempo Il Piacere, L attesa di Elena, libro I, cap. 1 Le vergini delle rocce, il manifesto aristocratico di Claudio Cantelmo, libro I I Crepuscolari Una variegata geografia poetica Gozzano e la dimensione quotidiana della poesia. L amica di nonna Speranza I colloqui Il Futurismo Le avanguardie storiche Marinetti: gli esordi di un instancabile provocatore. Marinetti, Manifesto tecnico della lett. Futurista Marinetti, Bombardamento Gli inizi del movimento Luigi Pirandello Il figlio del Caos L umorismo. Il flusso continuo della vita L umorismo, parte II, cap. 5 I grandi romanzi umoristici Il fu Mattia Pascal. il nome, capp. 1-2 Un impossibile ritorno cap. 18 Uno, nessuno e centomila, Rientrando in città, libro II, cap. 11 Non conclude, libro VIII, cap. 4 Le novelle: Il treno ha fischiato Italo Svevo Trieste città di frontiera Primo ritratto di un irresoluto: Una vita, Senilità ovvero l incapacità di vivere Alfonso e Macario (Una vita, cap. 8) La lettera di Annetta (Una vita, cap. 15) L incontro con Angiolina ( Senilità cap. 1) L ultimo appuntamento ( Senilità cap. 1) Fra inettitudine e ironia : La coscienza di Zeno La morte del padre (La coscienza di Zeno cap. 4) Ritratto di Augusta (La coscienza di Zeno cap. 6) Psico-analisi (La coscienza di Zeno cap. 8) La poesia del 900 tra tradizione e innovazione Umberto Saba Trieste (Il Canzoniere) La capra (Il Canzoniere) Giuseppe Ungaretti Veglia (L allegria: il porto sepolto) Fratelli (L allegria: il porto sepolto) I fiumi (L allegria: il porto sepolto) Eugenio Montale Non chiederci la parola che squadri da ogni lato (Ossi di seppia) Spesso il male di vivere ho incontrato (Ossi di seppia) Non recidere forbice quel volto (Le occasioni) Dante Alighieri, Divina commedia, Paradiso canti I, III, VI, XV, XXXIII 17

18 LINGUA E CULTURA LATINA 18 Ovidio Biografia, ideologia e poetica Elegie Amores La militia amoris (Amores, I,9). Don Giovanni ante litteram (amores,ii,4). Heroides Lettere di Paride ed Elena Heroides,XVI,vv ; XVII, vv ; ) Ars amatoria. L arte di ingannare (Ars Amatoria,I, vv ; ). La bellezza non basta ( Ars Amatoria, II, vv ; ). Metamorfosi Orfeo ed Euridice ( Metamorfosi, X, vv. 1-63). La magia dell arte: Pigmalione ( Metamorfosi, X, vv ). L età Giulio-Claudia La favola: Fedro Dati biografici e cronologia dell opera Il modello e il genere favola I contenuti e le caratteristiche dell opera La parte del leone ( Fabulae, I, 5). La volpe e la cicogna (Fabulae, I, 26). Un aneddoto storico: Tiberio e lo schiavo zelante ( Fabulae, II, 5). Dati biografici Seneca I Dialogi Le caratteristiche I dialoghi di impianto consolatorio La patria è il mondo (Consolatio ad Helviam matrem,7,3-5). I dialoghi-trattati Quanta inquietudine negli uomini! (De tranquillitate animi, 2, 6-11, " Il filosofo giova all' umanita' ( " De otio, 6, 4 5.) (De brevitate vitae,!; 2) I trattati Autore Titolo Editore Giovanna Garbarino Nova opera Paravia Gli umili compiti degli schiavi ( Epistulae ad Lucilium, 47, 5-9). LeEpistole a Lucilio Epistolae ad Lucilium 1 Le caratteristiche I contenuti Lo stile della prosa senecana Le tragedie I contenuti,le caratteristiche, lo stile Una folle sete di vendetta (Thyestes, vv ) L Apokolokyntosis Morte e ascesa al cielo di Claudio (Apokolokyntosis,4,2-7,2). Lucano I dati biografici Il Bellum civili; le fonti e il contenuto Le caratterisiche dell epos di Lucano Ideologia e rapporti con l epica virgiliana I personaggi del Bellum civile Il linguaggio poetico di Lucano I ritratti di Pompeo e Cesare ( Bellum civile,i,vv ). Il discorso di Catone ( Bellum civile,ii, vv ). Una scena di necromanzia ( Bellum civile VI, vv ; ). Persio Dati biografici La poetica della satira Le satire di Persio: i contenuti Forme e stile delle satire Un genere contro corrente: la satira (Satira, I, vv.1-21;41-56; ). Petronio La questione dell autore del Satyricon Il contenuto dell opera La questione del genere letterario Il mondo del Satyricon

19 Il realismo petoniano Lingresso di Trimalchione (Satyricon,32-34). Presentazione dei padroni di casa (Satyricon, 37, 1-38,5). Chiacchiere di commensali (Satyricon,41,9-42,7;47,1-6). La matrona di Efeso (Satyricon,110,6-112,8) L Età dei Flavi La poesia epica : I Punica di Silio Italico Argonautica di Valerio Flacco Stazio La poesia epica : la Tebaide e l Achilleide Marziale Dati biografici e cronologia delle opere Poetica Le prime raccolte Gli Epigrammata : precedenti letterari e tecnica compositiva I temi: il filone comico-realistico Gli altri filoni Forma e lingua degli epigrammi La scelta dell epigramma (Epigrammata,X,4) La bellezza di Bilbili (Epigrammata, XII,18). Auguri a un amico ( Epigrammata I,15) Quintiliano Dati biografici e cronologia dell opera L Institutio oratoria La decadenza dell oratoria secondo Quintiliano La formazione dell oratore incomincia dalla culla (Institutio oratoria,i,1,1-7). I vantaggi dell insegnamento collettivo (Institutio oratoria I,2,11-13;18-20). Le punizioni (Institutio oratoria,i,3,14-17). Espressionismo, forma e stile delle satire Perché scrivere satire? (Satira I,vv.1-87; ). L invettiva contro le donne (Satira VI,vv ; ; ). L importanza dell esempio nell educazione dei figli (Satira XIV,vv.1-58). Tacito I dati biografici e la carriera politica L Agricola Un epoca senza virtù (Agricola,1). La Germania Vizi dei romani e virtù dei barbari: il matrimonio (Germania,18-19). Il Dialogus de oratoribus Le opere storiche: le Historiae e gli Annales La concezione storiografica di Tacito La prassi storiografica La lingua e lo stile La scelta del migliore (Historiae,I,16). La riflessione dello storico ( Annales,IV,32-33). L uccisione di Britannico (Annales,XIII, 15-16). Scene da un matricidio ( Annales, XIV,5,7-8). L incendio di Roma (Annales,XV, 38). La ricostruzione di Roma e la Domus Aurea (Annales,XV,42-43). La persecuzione contro i cristiani (Annales, XV,44). L Età degli Antonini Apuleio I dati biografici Il De magia Letture antologiche : Non è una colpa usare il dentifricio ( De magia, 6-8) La vedova Pudentilla ( De magia, 68-69; 72-73) I Florida e le altre opere filosofiche Le Metamorfosi Letture antologiche: Il proemio e l inizio della narrazione ( Metamorfosi, I, 1-3) Lucio diventa asino ( Metamorfosi, III,24-25) Psiche, fanciulla bellissima e fiabesca ( Metamorfosi, IV, 28-31) Psiche vede lo sposo bellissimo (Metamorfosi,IV,21-23) La preghiera a Iside( Metamorfosi, XI, 1-2) 19 L Età di Nerva e Traiano Giovenale Dati biografici e cronologici La poetica di Giovenale Le satire dell Indignatio Il secondo Giovenale

20 CLASSICO 20 FEDRO: Il lupo e l agnello (Fabulae I,1). La volpe e l uva (Fabulae IV, 3). SENECA: è davvero breve il tempo della vita? (De brevitate vitae,i;2, 1-4). Solo il tempo ci appartiene ( Epistulae ad Lucilium, 1). Uno sguardo nuovo sulla schiavitù :Come devono essere trattati gli schiavi ( Epistulae ad Lucilium, 47, 1-14), i veri schiavi (Epistulae ad Lucilium, 47, 10-14). LUCANO: L argomento del poema e l apostrofe ai cittadini romani. (Bellum civile, I, vv.1-32). PETRONIO: Trimalchione fa sfoggio di cultura (Satyricon, 50, 3-7). MARZIALE: Obiettivo primario: piacere al lettore! (Epigrammata,IX, 81). Libro o libretto (Epigrammata,X,1). Matrimoni di interesse (Epigrammata,I,10;X,8;X,43). Fabulla (Epigrammata,VIII, 79). Betico (Epigrammata,III,77). Il console cliente (Epigrammata,X,10). Senso di solitudine (Epigrammata,XI,35). Il profumo dei tuoi baci (Epigrammata,III,65): Erotion (Epigrammata,V,34). TACITO: Denuncia dell imperialismo romano nel discorso di un capo barbaro (Agricola,30,1-31,3). Caratteri fisici e morali dei Germani (Germania,4). L inizio delle Historiae ( Historiae,I,1).

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO

PROGRAMMA DI ITALIANO LICEO SCIENTIFICO "A. EINSTEIN" ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE V C Prof. Paolo Albergati PROGRAMMA DI ITALIANO Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, La letteratura, Paravia,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5CSC Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO: LINGUISTICO CLASSE: V MATERIA: FILOSOFIA Modulo n 1 KANT E LA FILOFOFIA CRITICA Il significato del criticismo come filosofia del limite. La Critica

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. SCUOLA: CIVICO LICEO LINGUISTICO A.MANZONI DOCENTE: FABIO NUNZIATA MATERIA: ITALIANO Classe 5 Sezione H OBIETTIVI Cognitivi 1. conoscere adeguatamente le regole del

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi

PROGRAMMA di Storia dell Arte. Prof. Carlo Bianchi ESAMI DI STATO SESSIONE ORDINARIA 2012/2013 CLASSE V SEZIONE B. PROGRAMMA di Storia dell Arte Prof. Carlo Bianchi Libro/i di testo in adozione: Itinerario nell Arte. Autori: Cricco-Di Teodoro Editore:

Dettagli

CONOSCENZE Riconoscere i fenomeni linguistici a livello lessicale, morfologico e sintattico;

CONOSCENZE Riconoscere i fenomeni linguistici a livello lessicale, morfologico e sintattico; Istituto di Istruzione Superiore Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico TITO LUCREZIO CARO 35013 CITTADELLA (PD) Via Alfieri, 58 PROGRAMMAZIONE ANNUALE A.S. : 2010

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Anno scolastico 2015 / 2016 Piano di lavoro individuale LICEO "Dante Alighieri" Classe: V LICEO linguistico e scientifico Insegnante: ZERBI Raffaella

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B

PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B LICEO SCIENTIFICO STATALE PIETRO SETTE SANTERAMO IN COLLE A.S. 2011/12 PROGRAMMA DI ITALIANO SVOLTO DALLA CLASSE 5ª B Libri di testo adottati: R. Luperini - P. Cataldi - L. Marchiani - F. Marchese, La

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE Istituto Statale d'istruzione Superiore R.FORESI LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENZE UMANE FORESI ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO BRIGNETTI ISTITUTO ALBERGHIERO E DELLA

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

Protocollo dei saperi imprescindibili a.s. 2012-2013 Ordine di scuola: professionale Indirizzi Servizi Commerciali

Protocollo dei saperi imprescindibili a.s. 2012-2013 Ordine di scuola: professionale Indirizzi Servizi Commerciali INDICE PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 1 P. 2 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 2 P. 3 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 3 P. 4 PROTOCOLLO SAPERI IMPRESCINDIBILI CLASSE 4 P. 5 PROTOCOLLO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

... a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA a.s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: Nicoletta Antolini MODULO N. 1 (ritratto d autore) - ALESSANDRO MANZONI 1. ALESSANDRO MANZONI La vita Le opere: caratteri generali

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012

LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012 LICEO SCIENTIFICO ALBERT EINSTEIN PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V C A.S. 2011/2012 Docente: Prof.ssa Agata Spoto Testo adottato: La Divina Commedia Nuova edizione integrale Autori: Alighieri Dante / Jacomuzzi

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO MATERIA: INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014/15 Profssa TERESA VOLGARINO

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO X ISTITUTO TECNICO

Dettagli

ITALIANO. PRIMO ANNO (Liceo delle Scienze Umane)

ITALIANO. PRIMO ANNO (Liceo delle Scienze Umane) 1/6 ITALIANO PRIMO ANNO Testi: qualsiasi testo di Italiano (biennio) in adozione presso i Licei Classici o Scientifici. Per i testi di epica: consultare i siti Internet con il testo integrale in traduzione

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Prof. ssa MARIA RITA BRANCIFORTE STORIA CLASSE V SEZIONE CLM

PIANO DI LAVORO. Prof. ssa MARIA RITA BRANCIFORTE STORIA CLASSE V SEZIONE CLM Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. ssa

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s, 2014 2015 DIPARTIMENTO: MATERIE LETTERARIE MATERIA: ITALIANO COORDINATORE: De Benedictis Rosa Maria Classi: Quinte ARGOMENTO I: POSITIVISMO, NATURALISMO, VERISMO.

Dettagli

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, La letteratura, vol. 4 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volumi 5 e 6

Dettagli

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.

I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T. I.T.I.S. D.SCANO CAGLIARI PROGRAMMA D ITALIANO SVOLTO NELL A.S. 2014-2015 CLASSE 4^B INFO.-TELECOMUNICAZIONI DOCENTE: PROF.SSA T.GATTANELLA Libro di testo: AA.VV. Liberamente G.B.Palumbo Editore - volumi

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INSEGNANTE MATERIA CLASSE/I Livio Gnucci Italiano V CO OBIETTIVI DIDATTICI DISCIPLINARI CONSEGUITI IN TERMINI DI COMPETENZE, CONOSCENZE, ABILITÀ PRESENTAZIONE

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A LICEO SCIENTIFICO STATALE "Donato Bramante" Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) MPI: MIPS25000Q - Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97290566 Sito: www.liceobramante.gov.it - E-mail: mips25000qistruzione.it

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa Anno Scolastico 2013/2014 5^A Liceo Scientifico Tecnologico PROGRAMMA DI STORIA L Europa e il mondo di inizio 900: Guerre prima della guerra (Inglesi, Boeri, Russi e Giapponesi) La crisi marocchina Il

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2011/2012 RELAZIONE

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5 AS. Lingua e Letteratura italiana. Prof. Barbara Battistolli. Relazione finale del docente

Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5 AS. Lingua e Letteratura italiana. Prof. Barbara Battistolli. Relazione finale del docente Liceo Fogazzaro a.s. 2014/2015 CLASSE 5 AS Lingua e Letteratura italiana Prof. Barbara Battistolli Relazione finale del docente 1. Premessa Conosco la classe da quattro anni, nel corso dei quali si è dimostrata

Dettagli

Saper ricostruire il contesto sociale che fa da sfondo alla rappresentazione.

Saper ricostruire il contesto sociale che fa da sfondo alla rappresentazione. Piano di lavoro annuale Secondo biennio a.s. 2013/2014 IL PIANO DI LAVORO RAPPRESENTA UNA IMPOSTAZIONE DEL PERCORSO PREVISTO DAL DOCENTE CHE PUÒ ESSERE MODIFICATO, INTEGRATO, PERSONALIZZATO NEL CORSO DELL

Dettagli

DISCIPLINA STORIA. LIBRO DI TESTO Brancati, Pagliarani, Il nuovo dialogo con la storia, La Nuova Italia, Brescia, voll. 2-3

DISCIPLINA STORIA. LIBRO DI TESTO Brancati, Pagliarani, Il nuovo dialogo con la storia, La Nuova Italia, Brescia, voll. 2-3 IISSTTIITTUUTTOO SSTTAATTAALLEE PPAASSCCAASSIINNOO Doc. di Rif.: M 7.3.2.15 Programmazione individuale a. s. 2013-2014 MQ Sez. 7 P 7.3.2 Rev 0 Pag. 1 di 8 Liceo delle Scienze umane Liceo linguistico Liceo

Dettagli

Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016. Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia. Piano di lavoro.

Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016. Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia. Piano di lavoro. Liceo Scientifico Galileo Galilei - Siena A.S. 2015-2016 Classi III B III E Docente Chiara Agostini Materia Filosofia Piano di lavoro Settembre La nascita della filosofia : il contesto storico-culturale

Dettagli

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX.

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura. it, ed. Bruno

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: V B Indirizzo:

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE

L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE 1 L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE capitolo 1 Le origini della società di massa 1. Redditi e consumi 4 2. Divertimenti di massa 9 3. Amore, famiglia e sessualità 12 4. Scienze mediche e misoginia 15 PASSATO

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MAFFI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA Ins. Marina Striolo Marianna Chieppa Cinzia Di Folco ANNO SCOLASTICO 2015/2016 L IRC, come le altre discipline scolastiche della

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013

Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Istituto Comprensivo di Bellano a.s 2012/2013 Prof.ssa Genoveffa Caliò Classe III B Piano delle Unità di Apprendimento di Italiano Ascoltare in modo attivo e partecipe. L alunno comprende testi orali di

Dettagli

STORIA (secondo biennio e quinto anno) Finalità disciplinari generali

STORIA (secondo biennio e quinto anno) Finalità disciplinari generali STORIA E FILOSOFIA I programmi delle nostre discipline si ispirano alla scansione individuata dalle indicazioni provinciali per la definizione dei curricoli della scuola secondaria di secondo grado in

Dettagli

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO DIPARTIMENTO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE DI MATEMATICA CLASSI QUINTE Anno scolastico 2015/2016 Ore di lezione previste nell anno: 165 (n. 5 ore sett. x 33 settimane) 1. FINALITÀ DELL INSEGNAMENTO

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO Finalità generali La consapevolezza della propria identità culturale attraverso il recupero di radici e archetipi che trovano nel mondo greco e romano le loro

Dettagli

Anno scolastico 2013 2014. Programma di Storia

Anno scolastico 2013 2014. Programma di Storia Programma di Storia CLASSE V SEZ. A CORSO MERCURIO LIBRI DI TESTO: F. Cereda, V. Reichmann, Le sfide della storia 3 tomo A-B, Carlo Signorelli Editore. L Italia di Giolitti: - Le quattro fasi del governo

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

Programmazione di Storia Scuola Secondaria di I grado. Classe prima

Programmazione di Storia Scuola Secondaria di I grado. Classe prima Programmazione di Storia Scuola Secondaria di I grado Classe prima Indicatori di COMPETENZA OBIETTIVI\ABILITÁ CONOSCENZE 1.1 superamento della conoscenza della storia legata al singolo evento e avvio alla

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 PROFILO GENERALE L insegnamento della religione cattolica (IRC)

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.it - PEC:

Dettagli

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Anno scolastico 2014-2015 I Docenti della Disciplina Salerno, 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. CAVICCHI SCUOLA MEDIA A. GESSI. Anno scolastico 2014/2015. Classe III Sez: F. ARTE E IMMAGINE Prof.

ISTITUTO COMPRENSIVO E. CAVICCHI SCUOLA MEDIA A. GESSI. Anno scolastico 2014/2015. Classe III Sez: F. ARTE E IMMAGINE Prof. IL NEOCLASSICISMO Caratteri generali Jacques Louis David Antonio Canova Introduzione all 800 IL ROMANTICISMO Caratteri generali IL Romanticismo tedesco ISTITUTO COMPRENSIVO E. CAVICCHI SCUOLA MEDIA A.

Dettagli

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA RELIGIONE CATTOLICA L insegnamento della religione cattolica (Irc) risponde all esigenza di riconoscere nei percorsi scolastici il valore della cultura religiosa e il contributo che i principi del cattolicesimo

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Via Saint Denis 200 20099 Sesto San Giovanni Tel.: 02.26224610/16/10 Fax 02.2480991 Sito: www.iisdenicola.it - e_mail uffici: info@iisdenicola.it Anno scolastico: 2013/2014

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

Piano di Lavoro di MATEMATICA. a cura del dipartimento di Matematica e Fisica QUINTO ANNO

Piano di Lavoro di MATEMATICA. a cura del dipartimento di Matematica e Fisica QUINTO ANNO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Via Gallo Pecca n.4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE Tel. 0124/45.45.11 Cod.Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA OBIETTIVI IN TERMINI DI CONOSCENZE,COMPETENZE E CAPACITA La classe deve apprendere le

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Ricavare da fonti di tipo diverso informazioni e conoscenze su aspetti del passato. CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Individuazione delle parole del tempo (prima, dopo, poi, infine, mentre ). Individuazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Competenze Abilità dello studente A Padroneggiare gli strumenti espressivi

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

Liceo. T. L. Caro - Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante:Guastella Egizia

Liceo. T. L. Caro - Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante:Guastella Egizia Liceo. T. L. Caro - Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe V F Insegnante:Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G. FERRARIS

LICEO SCIENTIFICO G. FERRARIS LICEO SCIENTIFICO G. FERRARIS Via Sorrisole, 6-21100 - VARESE Esami di stato conclusivi del corso di studi (Legge 425/97 - DPR 323/98 art. 5.2) DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE Documento predisposto dal

Dettagli

CORSO SERALE SECONDO PERIODO

CORSO SERALE SECONDO PERIODO Centro Provinciale per l'istruzione degli Adulti di Ravenna I.T.C. G. Ginanni CORSO SERALE SECONDO PERIODO MATERIALE DI SUPPORTO ALLE LEZIONI DI ITALIANO DOCENTE: CHIARA MINGHETTI SUPPORTO TECNICO: FOSCHERI

Dettagli

Dal Liberalismo all imperialismo : Naturalismo e Simbolismo

Dal Liberalismo all imperialismo : Naturalismo e Simbolismo Anno scolastico 2014/2015 ISIS Pagano - Bernini Classe V G REL INT Programma d Italiano Insegnante M. Pascotto Dal Liberalismo all imperialismo : Naturalismo e Simbolismo Cap I : La situazione economica

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14 Triennio Questa programmazione è stata elaborata dal Dipartimento di Greco-Latino, tenuti presenti il D.P.R.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

Anno Scolastico 2013/14. Materia: RELIGIONE I.R.C. Docente: Arcangelo Caselli classe 1^A

Anno Scolastico 2013/14. Materia: RELIGIONE I.R.C. Docente: Arcangelo Caselli classe 1^A Anno Scolastico 2013/14 Materia: RELIGIONE I.R.C. Docente: Arcangelo Caselli classe 1^A Situazione della classe relativamente alla disciplina Situazione educativa Attenzione Buona Interesse Buono Partecipazione

Dettagli

INDICAZIONI DIDATTICHE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE

INDICAZIONI DIDATTICHE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE INDICAZIONI DIDATTICHE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE N. 1 INDICAZIONI PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEI LICEI (in riferimento

Dettagli

LICEO STATALE S.PERTINI

LICEO STATALE S.PERTINI LICEO STATALE S.PERTINI LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO - SOCIALE PROGRAMMAZIONE DI FILOSOFIA PER IL SECONDO BIENNIO Ore settimanali di lezione: 2 (annuali 66) Sulla base delle Indicazioni

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO

PROGRAMMA PREVENTIVO COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/2015 SCUOLA Civico Liceo linguistico A.Manzoni DOCENTE: Olivia Maneo MATERIA: Storia dell Arte Classe 5 SezioneHL 800 Il Romanticismo. Europa romantica.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento)

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P. LEVI PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento) LINGUA E CULTURA LATINA / Primo biennio / Secondo biennio / Quinto anno

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco Cod. Mec.RMIC800R - C.F. 979800580 - Municipio V Via Casal Bianco,

Dettagli

Liceo scientifico statale Nomentano Prof. ssa Marina Monaco Classe V G Programma di Italiano Anno scolastico 2014-2015

Liceo scientifico statale Nomentano Prof. ssa Marina Monaco Classe V G Programma di Italiano Anno scolastico 2014-2015 Liceo scientifico statale Nomentano Prof. ssa Marina Monaco Classe V G Programma di Italiano Anno scolastico 2014-2015 La Divina Commedia di Dante Il tema del viaggio. Lingua e stile del Paradiso. Il sesto

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO "G. ASPRONI E. FERMI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO G. ASPRONI E. FERMI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO "G. ASPRONI E. FERMI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016 Docente: Carla Ada Piu Disciplina: Matematica e Complementi di matematica CLASSE

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: 4A ind. TURISMO Matematica Docente: CABERLOTTO GRAZIAMARIA Situazione di partenza della classe La classe è composta da 24 alunni di

Dettagli

Programmi svolti nell anno scolastico 2014/15

Programmi svolti nell anno scolastico 2014/15 Disciplina d insegnamento/apprendimento EDUCAZIONE FISICA PEZZULLO GIOVANNI 1 Le prestazioni fisiche di resistenza, forza e velocità Metodologie semplici per l allenamento delle capacità condizionali di

Dettagli