SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO."

Transcript

1 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro. Oltre al backup periodico dei dati che permette di garantire il ripristino di tutte le informazioni ad una certa data, eseguire un backup prima di un aggiornamento è sempre opportuno, perché permette di cautelarsi da eventi occasionali quali ad esempio cadute di tensione che possono pregiudicare l integrità delle informazioni e la correttezza delle stesse. Si ricorda che è disponibile in Gestionale 1 un modulo per il salvataggio ed il ripristino dei dati con il quale è possibile eseguire in modo semplice e veloce il backup e ripristino di tutte le informazioni relative alla procedura. Il modulo Salvataggi archivia le informazioni in formato.zip con un notevole risparmio di spazio rispetto ai backup tradizionali. Per informazioni su tale modulo contattare il servizio commerciale o il proprio distributore di zona. SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. L'aggiornamento degli archivi non deve mai essere interrotto. Si invitano gli utenti ad eseguire l'aggiornamento quando si ha a disposizione sufficiente tempo per completare in tranquillità l'operazione. Principali novità introdotte Sommario: AREA CONTABILE: 1. Gestione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (Comunicazione ) 2. Collegamento fattura - nota di variazione (credito/debito) 3. Gestione della Banca fornitore 4. Visualizzazione scadenze calcolate 5. Pulsante Partite aperte in Interroga schede 6. Miglioria associazione fino a 30 conti diversi alla causale contabile 7. Utilizzo in rete: Interroga movimenti contestuale all inserimento dei movimenti di tipo IVA 8. Miglioria gestione movimenti Intrastat ai soli fini statistici CICLO ATTIVO, PASSIVO E MAGAZZINO: 9. Tracciabilità flussi finanziari: gestione dei codici CIG e CUP sui documenti 10. Stampa raggruppata per categoria merceologica in anagrafica articoli 11. Nuovi filtri in Interroga documenti e ordini 12. Fatturazione periodica: numero progressivo sulle fatture 13. Saldo residuo del cliente in stampa documenti di vendita 14. Gestione documenti: messaggio d avviso per documenti con numero già esistente nello storico 15. Invio documenti di acquisto 16. Ottimizzazione invio per Outlook 17. Migliorie varie gestione Lotti 18. Migliorie anagrafiche registratori di cassa (G1REG) 19. Nuovo filtro componente in Lista O.d.P. ALTRE IMPLEMENTAZIONI: 20. Revisione stampe: prime stampe personalizzabili con lo strumento FINCATI 21. Miglioria controllo Partite I.V.A. 22. Miglioria: backup azienda escludendo le sottocartelle ARHIVIO e IMAGES 23. Duplica archivi: banche fornitori ed espressioni per codifica lotti Pag. 1 / 10

2 AREA CONTABILE 1. Gestione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (Comunicazione ) Con il provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 22 dicembre 2010 è stato introdotto l obbligo della Comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini I.V.A. di importo non inferiore a euro, previsto dall'articolo 21 del decreto legge 78/2010, convertito in legge 122/2010. L'obbligo ricade su tutti i soggetti passivi ai fini I.V.A., relativamente alle cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute, per le quali i corrispettivi dovuti siano di importo pari o superiore a euro, al netto dell imposta sul valore aggiunto. Per le operazioni non soggette all obbligo di fatturazione (come, ad esempio, lo scontrino o la ricevuta fiscale), il limite è elevato a euro al lordo dell imposta sul valore aggiunto applicata. Queste operazioni dovranno rientrare nella Comunicazione a partire dal 01/07/2011. La Comunicazione, a regime, dovrà esser effettuata telematicamente aggregata per anno, entro il 30 aprile dell anno successivo a quello cui si riferiscono le operazioni. Nel provvedimento vengono fornite indicazioni anche inerenti la disciplina transitoria adottabile in fase di prima applicazione del nuovo adempimento. In particolare, per l anno d imposta 2010, si dovrà comunicare, entro il 31 dicembre 2011 (provvedimento n del 19 settembre) solo le operazioni superiori a euro, sempre al netto dell IVA, e che riguardano le sole operazioni per le quali sussiste l obbligo di fatturazione. Termine di invio 31 dicembre 2011 (periodo d imposta 2010): occorre comunicare le sole operazioni soggette all obbligo di fatturazione; il limite di euro è elevato a Termine di invio 30 aprile 2012 (periodo d imposta 2011): per il periodo dal 01/01/2011 al 30/06/2011: occorre comunicare le sole operazioni soggette all obbligo di fatturazione; per il periodo dal 01/07/2011 al 31/12/2011: occorre comunicare tutte le operazioni (sia quelle soggette all obbligo di fatturazione che quelle certificate con corrispettivo); il limite di euro (al netto dell I.V.A.) nel caso di operazioni fatturate, è elevato a euro per le operazioni per le quali non ricorre l obbligo di emissione della fattura. In Gestionale 1, per adempiere autonomamente all obbligo normativo in oggetto, è necessario attivare il modulo: G1AFT010 (Antievasione I.V.A. e Flussi telematici) Il modulo offre la possibilità di: - generare automaticamente, a partire dai movimenti contabili, un elenco di controllo delle operazioni incluse nella Comunicazione euro, con possibilità di modifica e integrazione manuale; - effettuare delle stampe di controllo - generare il file telematico da trasmettere all Agenzia delle Entrate Quali sono gli scenari possibili? Azienda che si appoggia al commercialista per la generazione e trasmissione della Comunicazione Nel caso in cui l azienda si appoggi al commercialista per la generazione e trasmissione della Comunicazione euro non è necessario attivare il modulo G1AFT010, in quanto può trasmettere allo studio (tramite LEMCO\LEMSE) i movimenti contabili comprensivi delle informazioni necessarie alla Comunicazione euro, affinché quest ultimo possa provvedere alla generazione e trasmissione del file telematico all autorità finanziaria. In particolare, con questa versione, è stato completato il trasferimento di tutte le informazioni necessarie alla Comunicazione 3000; è stato infatti introdotto anche il trasferimento del legame tra fatture e note variazione ed inoltre è stata migliorata la gestione dell informazione dei contratti secondo le nuove specifiche del software Omnia Zucchetti. Pag. 2 / 10

3 Azienda che desidera gestire in autonomia la Comunicazione Nel caso in cui l azienda si occupi direttamente della generazione e trasmissione della Comunicazione euro all Agenzia delle Entrate, è necessario attivare il modulo G1AFT010, in quanto l attivazione dello stesso consente di generare l elenco delle operazioni incluse nella Comunicazione e di produrre il relativo file telematico. Di seguito illustriamo nel dettaglio le funzioni del modulo presente nel menu Contabilità/Elaborazioni annuali. Parametri Comunicazione euro: la funzione permette di indicare i codici IVA da escludere dalla Comunicazione euro. Le righe dei movimenti I.V.A. che presentano questi Codici I.V.A. non verranno considerate ai fini del calcolo della soglia per la Comunicazione delle operazioni superiori a 3000 euro. Anagrafica contratti Clienti/ Fornitori: la funzione permette di codificare per ogni cliente/fornitore i contratti che possono essere associati ai movimenti contabili ai fini della loro inclusione nella Comunicazione euro. Il contratto può anche essere impostato come predefinito, in questo modo, verrà proposto in automatico in fase di inserimento dei movimenti contabili. Generazione movimenti Comunicazione euro: la funzione permette di generare automaticamente, per ciascun anno I.V.A., un elenco delle operazioni non inferiori a euro suddivise per soggetto. I dati anagrafici e gli importi relativi a ogni soggetto vengono automaticamente acquisiti dagli archivi, in base alle operazioni I.V.A. esistenti, con la facoltà di apportare le rettifiche necessarie, senza intervenire direttamente sui dati contabili e anagrafici. Con questa elaborazione vengono considerati i movimenti I.V.A. inseriti direttamente in contabilità, oppure generati tramite il consolidamento dei documenti di vendita e di acquisto. Le operazioni vengono selezionate dalla procedura in base alla data di registrazione. Gestione dati Comunicazione euro: la funzione permette di visualizzare l elenco creato in precedenza con la funzione Generazione movimenti Comunicazione euro ; l utente ha la possibilità di integrare ed eventualmente di rettificare manualmente i valori dei progressivi relativi a clienti e fornitori inclusi nell elenco. Questa scelta offre inoltre la possibilità di effettuare delle stampe di controllo e di esportare i dati in file di testo, foglio di calcolo, ecc. Tramite il pulsante File telematico è, infine, possibile generare il file da trasmettere all Agenzia delle Entrate o allo Studio che dovesse eventualmente fare da intermediario per la trasmissione; a questo proposito il file generato da Gestionale 1 potrà essere acquisito da qualsiasi procedura software che preveda l importazione dei dati secondo il tracciato ministeriale. Il manuale contenente le specifiche tecniche sull utilizzo del modulo è richiedibile al proprio supporto tecnico di riferimento telefonicamente o tramite Collegamento fattura - Nota di variazione (credito/debito) Con la release è stata introdotta la possibilità di gestire il collegamento tra la Fattura e la Nota di Variazione (Nota Credito / Nota Debito) per uno stesso soggetto. Il collegamento avviene indicando sulla Nota di Variazione i riferimenti (Tipo/Anno/Numero documento) della Fattura di origine come mostrato nell immagine sotto riportata: Pag. 3 / 10

4 La finestra relativa alla compilazione dei Riferimenti fattura, si apre automaticamente alla conferma di una Nota di variazione nei seguenti casi: se emessa dal ciclo attivo e passivo: alla conferma dell inserimento, in Gestione documenti, di una nota di credito (tipo documento C) o di una nota di debito (tipo documento D); se registrata direttamente in contabilità: alla conferma della registrazione contabile di una nota di credito (movimento inserito con causale di tipo movimento Nota di credito ), oppure alla conferma della registrazione contabile di una nota di debito (movimento inserito con causale di tipologia Fattura e con abilitata l opzione Considera come nota debito ); E possibile accedere alla finestra di compilazione dei riferimenti alla fattura anche in un secondo momento, attraverso il tasto destro del mouse sulle scelte: - Gestione movimenti di contabilità - Gestione documenti di acquisto e vendita - Interroga documenti di acquisto e vendita Dal menù a tendina che si apre premendo sul tasto destro del mouse è infatti possibile selezionare la voce Riferimento fattura note di variazione. Nota: Per gestire correttamente la nota di debito che viene registrata direttamente in contabilità, si consiglia di utilizzare sempre la causale apposita (di tipo fattura con abilitata l opzione Considera come nota di debito introdotta appositamente in 4.8.0), al posto della causale comunemente usata per la registrazione delle fatture. 3. Gestione della Banca fornitore Con la release sono state introdotte una serie di novità, relativamente alla gestione della banca fornitore e della banca azienda, che elenchiamo di seguito. - è stata rivista la codifica delle banche relative ai fornitori. Nelle precedenti versioni era possibile indicare una sola banca per ogni fornitore: con l aggiornamento è ora invece possibile gestire banche multiple per ogni soggetto, indicando anche la banca predefinita da utilizzare nelle principali operazioni relative al ciclo passivo (acquisti ed ordini); - in fase di inserimento di ordini a fornitori e di documenti di acquisto è ora possibile indicare la Banca dell azienda e la Banca del fornitore, che verranno riportate anche sulla registrazione contabile e sulla partita dell'estratto conto in fase di consolidamento del documento. Queste informazioni potranno quindi essere riportate in fase di stampa dei documenti adeguando i modelli fincati; inoltre, possono essere visualizzate nella Lista documenti e nelle interrogazioni dei documenti di acquisto e degli ordini; - in fase di inserimento dei movimenti contabili di tipo IVA è stata fornita la possibilità di indicare la Banca del soggetto (cliente o fornitore), oltre alla Banca dell'azienda già prevista con le versioni precedenti; - nelle diverse interrogazioni presenti nella contabilità e nell'estratto conto sono state previste le informazioni relative alla Banca del soggetto (cliente o fornitore) e alla Banca dell'azienda (dove non era presente); - in fase di importazione e di esportazione da/verso file XML e da/verso file di testo, è stata fornita la possibilità di gestire la Banca fornitore ed è stata migliorata la gestione della banca cliente e della Banca azienda, adeguando i tracciati standard relativi ai fornitori, documenti di acquisto, ordini fornitori e ordini clienti. Nota: i fincati, i tracciati di import da file XML e di testo e i report creati con le versioni precedenti, che contengono le informazioni della banca fornitore, dovranno essere aggiornati sulla base dei nuovi campi relativi alla banca fornitore. 4. Visualizzazione scadenze calcolate Resa disponibile la visualizzazione delle scadenze con i relativi importi e tipo pagamento all'atto dell'inserimento di una fattura dal ciclo attivo / passivo o direttamente in contabilità. A questo proposito, è stato introdotto il pulsante Pagamenti calcolati accanto alla condizione di pagamento nelle seguenti scelte: Pag. 4 / 10

5 - Vendite \ Gestione documenti - Acquisti \ Gestione documenti di acquisto - Contabilità \ Gestione movimenti 5. Pulsante Partite aperte in Interroga schede Nella funzione 'Interroga Schede' è stato inserito un nuovo pulsante che permette di richiamare la funzione 'Interroga Partite Aperte' nel caso in cui sia stato selezionato un conto di tipo Cliente o Fornitore. La funzione mostrerà direttamente le informazioni relative alle partite aperte del Cliente o del Fornitore di cui si è selezionato il conto. 6. Miglioria associazione fino a 30 conti diversi alla causale contabile Nella scelta Causali contabili è stato aumentato il limite delle righe a cui è possibile associare i conti da proporre in Dare e in Avere, è infatti ora possibile impostare nella scheda "Conti associati" fino a 30 conti per la sezione Dare e 30 conti per la sezione Avere. 7. Utilizzo in rete: Interroga movimenti contestuale all inserimento dei movimenti di tipo IVA Con la versione è stata migliorato l utilizzo in rete della funzione Interroga movimenti del modulo contabilità, in quanto è ora possibile eseguire un interrogazione dei movimenti contabili contemporaneamente all'inserimento e/o alla modifica di un movimento di tipo IVA (da Gestione movimenti o dal Consolida documenti). 8. Miglioria gestione movimenti Intrastat ai soli fini statistici Con la precedente versione 4.7.6, al fine di poter gestire i movimenti INTRASTAT relativi alle lavorazioni conto terzi/operazioni di perfezionamento, è stata introdotta la possibilità di compilare il campo "Valore Statistico" per il tipo di riepilogo "Mensile con dati statistici" come previsto dalla normativa. L'abilitazione del campo "Valore Statistico" è possibile selezionando l opzione "Abilita il Valore Statistico per la gestione dei movimenti ai soli fini statistici" introdotta nella scelta "Parametri Intrastat" (Contabilità \ Elenchi Intrastat). Con la versione è stata ulteriormente migliorata tale gestione: in particolare selezionando l opzione "Abilita il Valore Statistico per la gestione dei movimenti ai soli fini statistici" della scelta "Parametri Intrastat" la compilazione del campo Importo non è più obbligatoria ed è quindi possibile compilare il campo Valore statistico in alternativa al campo Importo. CICLO ATTIVO E PASSIVO 9. Tracciabilità flussi finanziari: gestione dei codici CIG e CUP sui documenti Con la versione è stata introdotta la possibilità di inserire il Codice Unico di Progetto (CUP) e il Codice Identificativo Gara (CIG) necessari per adempiere alle disposizioni normative in merito alla tracciabilità dei flussi finanziari legati a contratti pubblici di lavori servizi e forniture (Art. 3 della legge n. 136/2010 legge antimafia - e successive modifiche legge 217/2010). Il codice CUP (Codice Unico di Progetto) è un codice alfanumerico di 15 caratteri che identifica e accompagna un progetto d investimento pubblico, sin dalla sua nascita, in tutte le fasi della sua vita. Di norma il CUP deve essere richiesto per tutte le tipologie d investimento ammesse al cofinanziamento con fondi europei. Il codice CIG (Codice Identificativo Gara) è un codice alfanumerico di 10 caratteri univoco che identifica e accompagna una procedura finalizzata all acquisizione di servizi o forniture. I nuovi campi CUP e CIG sono stati inseriti, per quanto riguarda il ciclo attivo, negli Ordini Clienti, nei Documenti di Vendita (scheda Altri Dati di Testata) e negli Effetti (scheda Altri Dati). Per quanto riguarda il ciclo passivo negli Ordini Fornitori e nei Documenti di Acquisto, sempre nella Altri Dati di Testata. Le informazioni vengono mantenute e trasmesse in tutto il flusso documentale e costituiscono un nuovo elemento da Pag. 5 / 10

6 considerare nei criteri di accorpamento delle generazioni (quindi ad esempio se 2 D.d.T. hanno CUP e CIG diversi non possono essere accorpati su una sola fattura). Inoltre i codici CIG e CUP presenti sui documenti di vendita vengono automaticamente riportati sugli effetti generati. Negli effetti le nuove informazioni vengono anche riportate in forma descrittiva nei campi di riferimento al debito (2 riga) per permetterne la stampa e l'inclusione nel tracciato telematico CBI (nel record 50 come descrizione del debito). Infine, questi nuovi campi sono stati resi disponibili nei fincati, in modo da poterli riportare anche in stampa dei documenti. 10. Stampa raggruppata per categoria merceologica in anagrafica articoli Con la release in oggetto, tra i formati di stampa disponibili per l anagrafica articoli è stato aggiunto il formato Stampa raggruppata per categoria merceologica che consente di esporre l elenco degli articoli suddivisi per categoria merceologica. 11. Nuovi filtri in Interroga documenti e ordini Aggiunti nuovi filtri nelle funzioni di ricerca 'Interroga documenti' e 'Interroga ordini'. In 'Interroga documenti', tra i filtri di ricerca disponibili, è ora presente anche quello per codice e descrizione Articolo, mentre in 'Interroga ordini' sono stati inseriti quelli per codice e descrizione Articolo e indirizzo di Spedizione. 12. Fatturazione periodica: numero progressivo sulle fatture Nella gestione Fincati, sono stati introdotti nuovi campi relativi al Piano di Fatturazione Periodica, qui di seguito elencati: - Codice piano di fatturazione (FTP_PF) - Descrizione piano di fatturazione (FTP_DESC) - Riferimento contratto fatt. periodica (FTP_RIFCT) - Da numero progressivo fattura periodica (FTP_DA_NUMFT) - A numero progressivo fattura periodica (FTP_A_NUMFT) - Numero totale fatture periodiche (FTP_ TOTFT) Questi campi sono contenuti nella cartella: Testata Altri campi Piano fatturazione (da Inserisci Campi di database) e sono disponibili solo per i fincati relativi ai documenti di vendita (D.d.T e Fatture). Grazie all'introduzione di questi campi è ora possibile riportare in fase di stampa di ciascun documento generato con la scelta Genera Fatture Periodiche il numero progressivo della fattura generata (ad esempio fattura numero 1 di 12, dove 12 è il numero totale delle fatture previste dal piano di fatturazione). 13. Saldo residuo del cliente in stampa documenti di vendita Con la versione è stata introdotta la possibilità di esporre sulla stampa dei documenti di vendita il saldo residuo del cliente, in particolare è possibile esporre: - il saldo residuo contabile, che corrisponde al saldo derivante dalle partite aperte (estratti conto) - il saldo residuo aggiornato, che corrisponde al saldo residuo contabile più il saldo di eventuali altre fatture già emesse dalle vendite, ma che devono ancora essere consolidate (compresa la fattura su cui si va ad esporre il saldo) A questo proposito, nella gestione fincati, è ora possibile creare dei campi calcolati utilizzando le nuove funzioni introdotte nella categoria Varie, qui di seguito elencate: - GETSALDO_PARTITE_APERTE: restituisce l importo del saldo residuo contabile, ovvero il saldo delle partite aperte del cliente fino alla data indicata nel campo calcolato. Esempio di campo calcolato: - nome (di tipo testata/calce) - espressione: GETSALDO_PARTITE_APERTE(C_D,DATDOC) Pag. 6 / 10

7 - GETSALDOCLIENTE: restituisce l importo del saldo residuo aggiornato, ovvero il saldo delle partite aperte del cliente più il saldo delle eventuali altre fatture ancora da consolidare inserite fino alla data indicata nel campo calcolato (compresa la fattura che si sta stampando); i tipi documento che verranno presi in considerazione nel calcolo del saldo sono Fattura accompagnatoria (I), Fattura differita (F), Nota di credito (C) e Nota di debito (D). Esempio di campo calcolato: - nome (di tipo testata/calce) - espressione: GETSALDOCLIENTE(C_D,DATDOC) 14. Gestione documenti: messaggio d avviso per documenti con numero già esistente nello storico Nelle scelte Gestione documenti e Duplica documenti di Vendita e di Acquisto è stato introdotto un nuovo controllo in fase di inserimento e di duplicazione di un documento, qualora si tenti di inserire un documento con numero uguale a quello di un documento precedentemente consolidato; il messaggio appare nel caso in cui la procedura rilevi la presenza nell archivio storico di un documento con la stessa chiave (Tipo \ Anno \ Numero). L'utente viene avvisato, tramite apposito messaggio, che il numero documento risulta già esistente nell'archivio e viene fornito il primo numero disponibile; il messaggio è disattivabile tramite la scelta Attiva messaggi (menù Base \ Menù Utilità \ Menù di Sistema). 15. Invio documenti di acquisto Reso disponibile l invio tramite dei documenti di trasporto, dei resi e delle fatture di acquisto. A seguito di questa implementazione, nell'anagrafica dei Tipi Documenti di Acquisto, nella scheda Altri dati è stato inserito il nuovo campo Modello , che permette di selezionare il file di testo da utilizzare come lettera di accompagnamento quando si effettua l'invio dei documenti di acquisto tramite posta elettronica. Inoltre nell'anagrafica Contatti Fornitori (scheda Doc ) sono state aggiunte le seguenti nuove tipologie di documenti inviabili al fornitore: D.d.t. e Resi e Fatture che, se selezionate, permettono di recapitare tali documenti all indirizzo di posta elettronica specificato nel contatto. 16. Ottimizzazione invio per Oultlook Con le versioni precedenti la sono stati riscontrati problemi nell'invio dei documenti tramite qualora il mittente avesse utilizzato MS Outlook come client di posta predefinito e il ricevente un client di posta differente. A causa della particolare gestione degli allegati in Outlook, accadeva che chi aveva un client diverso da Outlook poteva ricevere un allegato in formato illeggibile (es: "*.dat"). Per ovviare al problema sopra descritto, con la versione è stata inserita, in "Strumenti \ Opzioni \ Stampa \ ", la nuova opzione "Ottimizza invio per MS Outlook"; abilitando questa opzione si riesce a fare in modo che i riceventi riescano a leggere correttamente il documento allegato, anche se utilizzano un client di posta diverso da Outlook. 17. Migliorie varie gestione Lotti Con la release in oggetto, sono state introdotte le seguenti migliorie relative alla gestione dei lotti: - in fase di modifica dei carichi di magazzino e dei documenti di acquisto, è stata resa disponibile la modalità di caricamento veloce dei lotti (opzione Inserimento rapido numeri di serie presente nella scelta Magazzino \ Gestione lotti \ Tipi lotto ); può essere utile a coloro che utilizzano i lotti per codificare i numeri di serie. - in fase di inserimento di una riga negativa per stornare l'articolo nella gestione vendita al banco e nei movimenti di magazzino, è stata resa disponibile la modalità di ricerca dell'articolo per Codice lotto, che rileva automaticamente il lotto senza richiedere ulteriormente la conferma da parte dell'utente tramite l'apertura della finestra Dettaglio lotti. Pag. 7 / 10

8 18. Migliorie anagrafiche registratori di cassa (G1REG) Con la release in oggetto, sono state introdotte le seguenti migliorie relative alle anagrafiche dei registratori di cassa: - l anagrafica dei registratori di cassa viene ora memorizzata negli archivi della singola azienda, anziché in quelli comuni a tutte le aziende; le anagrafiche create con versioni precedenti la verranno trasferite in automatico dagli archivi comuni agli archivi della singola azienda in fase di aggiornamento archivi alla La modalità di creazione delle anagrafiche dei registratori di cassa rimane comunque invariata, come l'intera gestione della vendita al banco; - resa disponibile la duplicazione della tabella Anagrafica registratori di cassa (ANAREG) da un'azienda all'altra utilizzando la scelta Base \ Menu utilità \ Menu di sistema \ Duplica archivi. 19. Nuovo filtro componente in Lista O.d.P. Nella scelta Lista O.d.P. (menù Magazzino \ Distinta Base) è stata introdotta la possibilità di filtrare per Articolo componente, al fine di stampare gli ordini di produzione relativi ad un prodotto finito che contiene l'articolo componente indicato nel filtro. ALTRE IMPLEMENTAZIONI 20. Revisione stampe: prime stampe personalizzabili con lo strumento FINCATI A partire dalla versione viene introdotta in Gestionale 1 l innovativa possibilità di modificare le stampe standard (es: anagrafiche, liste, ecc ) tramite lo strumento FINCATI, così come già avviene per i modelli di stampa relativi a fatture, D.d.T, ordini, ecc.. (che sono conosciuti appunto col nome di Fincati). Fino alle versioni precedenti la 4.8.0, per soddisfare le richieste di personalizzazione di una stampa standard di Gestionale 1, si era costretti a ricrearla da zero tramite lo strumento apposito ZREP, ora, grazie a FINCATI, sarà possibile intervenire direttamente in modifica della stampa stessa. Le prime stampe standard che sono state oggetto di revisione per la versione 4.8.0, al fine di consentirne la personalizzazione tramite Fincati, sono: - Stampa Anagrafica Articoli (per i formati Prezzi di vendita, Anagrafica articoli estesa, ecc...) - Stampa Listini di Vendita (per i formati Listini per articolo, Listini per cliente, ecc...) - Stampa Listini di Acquisto (per i formati Listini per articolo, Listini per fornitore, ecc...) Ciascun formato disponibile nelle stampe sopra elencate è stato rigenerato tramite FINCATI, attenendosi il più possibile al layout delle versioni precedenti, in modo da ridurre al minimo l impatto per l utente. Per ciascuna delle scelte di stampa sopraelencate, è ora possibile: - creare all interno di FINCATI uno o più modelli (modelli di stampa personalizzati), da utilizzare al posto del modello di stampa previsto automaticamente dalla procedura (modello di stampa automatico); - creare semplicemente un nuovo layout di stampa personalizzato (caratteri, linee, colori, ecc ), da utilizzare al posto del layout previsto automaticamente dalla procedura (layout automatico); - creare filtri e ordinamenti personalizzati da utilizzare nella form di esecuzione della stampa, in aggiunta a quelli già previsti dalla procedura Qualora si creino modelli di stampa o layout personalizzati è poi possibile impostarli come predefiniti per il formato di stampa desiderata. Per i più esperti viene infine offerta la possibilità di personalizzare i modelli di stampa avvalendosi di applicativi esterni diversi da Fincati, come ad esempio ZREP o Crystal report; i manuali con le relative specifiche tecniche saranno prossimamente richiedibili al nostro supporto tecnico telefonicamente o tramite . Di seguito elenchiamo sinteticamente le nuove funzioni inserite in Gestionale 1. Strumenti \ Fincati: in aggiunta alle già esistenti schede Fincati ed Etichette, è stata introdotta la scheda Modelli di stampa, attraverso la quale è possibile creare un modello di stampa personalizzato per la tipologia di stampa desiderata (es: Anagrafica Articoli), partendo da: - un formato vuoto, qualora si desideri costruire la struttura della stampa a partire da un foglio bianco; Pag. 8 / 10

9 - uno specifico formato (es: Anagrafica articoli estesa), qualora si voglia intervenire in modifica della struttura di un determinato formato di stampa; in questo caso è inoltre possibile partire dal layout previsto per il formato di stampa selezionato (layout automatico), piuttosto che da un layout personalizzato. Fincati \ File \ Proprietà modello: all interno dello strumento Fincati, quando si è in fase di creazione o modifica di un fincato, è possibile selezionare la nuova scelta Proprietà modello, che consente di vincolare l utilizzo del modello di stampa personalizzato ad uno specifico utilizzatore finale; questa nuova possibilità è stata estesa anche ai modelli di stampa relativi ai documenti (fatture, D.d.T., ordini, ecc..) e alle etichette. Strumenti \ Configurazione stampe \ Layout per modelli di stampa automatici: la funzione permette di creare dei Layout di stampa personalizzati, da utilizzare al posto di quelli previsti automaticamente dalla procedura (layout automatici); se, ad esempio, si desidera semplicemente migliorare la leggibilità delle righe esposte sulla stampa Prezzi di vendita dell anagrafica articoli, senza dover creare necessariamente un nuovo modello di stampa, è possibile creare un Layout che prevede l evidenziazione delle righe a colori alterni, da utilizzare in fase di stampa dei Prezzi di vendita. Strumenti \ Configurazione stampe \ Impostazioni di stampa predefinite: la funzione permette di definire le impostazioni predefinite di stampa (comuni per tutti gli operatori o differenziate per ciascun operatore), ovvero consente di stabilire per ciascun formato, quale eventuale impostazione personalizzata deve essere proposta di default in fase di stampa, al posto di quella prevista in automatico dalla procedura: a. impostazione che prevede il modello di stampa automatico con layout personalizzato b. impostazione che prevede il modello di stampa personalizzato c. impostazione che prevede l esecuzione della stampa con modello creato tramite applicativo esterno (es: ZREP, Crystal report) Scheda Avanzate in Stampa Anagrafica articoli e Stampa listini vendita \ acquisto: in ogni scelta di stampa che è stata oggetto di revisione per la 4.8.0, è stata aggiunta la scheda Avanzate, dove è possibile creare dei filtri aggiuntivi e degli ordinamenti personalizzati, da rendere disponibili all utente in aggiunta a quelli previsti di default dalla procedura. Stampa Anagrafica articoli e Stampa listini vendita \ acquisto: la form di esecuzione della stampa è stata modificata al fine di proporre in automatico le impostazioni di stampa predefinite dall utente e di consentirne l eventuale modifica. Nella figura 1 ad esempio si vede che l impostazione predefinita prevede la stampa sul modello automatico della procedura con relativo layout automatico, mentre nella figura 2 si vede che l impostazione predefinita prevede la stampa su modello di stampa personalizzato; nella figura 3 infine si vede che l impostazione predefinita prevede la stampa con applicativo esterno. Pag. 9 / 10

10 21. Miglioria controllo Partite I.V.A. Aggiornato il controllo della Partita IVA presente sulle anagrafiche Clienti, Fornitori, Fornitori Potenziali e Agenti per dare la possibilità all utente di effettuare due tipi di controlli: controllo formale della P.IVA per i soggetti italiani e controllo VIES (VAT Information Exchange System) dei soggetti INTRASTAT. Infatti, su ogni Partita IVA di soggetti il cui codice nazione è IT, oppure vuoto, cliccando sul pulsante,posto a lato del campo Partita IVA, viene ora effettuato un controllo formale di validità. Da questo pulsante si accede ad una finestra che, oltre al controllo formale, permette di effettuare, per tutti i soggetti (italiani ed esteri), anche il controllo VIES dei soggetti INTRASTAT, selezionando il pulsate Controlla presente nella sezione Controllo VIES soggetti INTRASTAT : tale controllo permette di verificare, in base alla Partita IVA del soggetto, se l operatore risulta essere autorizzato ad effettuare cessioni intracomunitarie, attraverso il collegamento via web con i sistemi fiscali degli Stati membri dell Unione Europea. È stata aggiornata di conseguenza anche la scelta Verifica Partita I.V.A. che permette di effettuare una verifica globale delle partite I.V.A. intracomunitarie. 22. Miglioria: backup azienda escludendo le sottocartelle ARCHIVIO e IMAGES Al fine di rendere i salvataggi più leggeri, con la versione è stata introdotta la possibilità di escludere dal file di backup le cartelle 'Archivio' e/o 'Images', che contengono i documenti archiviati, gli allegati e le immagini associate alle anagrafiche degli articoli. In Strumenti\Opzioni\Avanzate sono presenti due nuove opzioni per escludere tali elementi dai salvataggi automatici proposti quando vengono richiamate alcune funzionalità (ad esempio, Consolida Documenti, Genera Fatture, Riapertura Periodi, ecc...). Anche la funzione Salvataggi presente nel menù Strumenti, prevede le medesime opzioni di esclusione, le quali sono disponibili per il salvataggio degli archivi della singola azienda. Nota: qualora si avesse la necessità di ripristinare un salvataggio che era stato eseguito con l esclusione della cartella ARCHIVIO, non sarà chiaramente possibile recuperare i files archiviati e allegati; lo stesso vale per le immagini associate agli articoli, qualora il salvataggio ripristinato fosse stato eseguito escludendo la cartella IMAGES. 23. Duplica archivi: banche fornitori ed espressioni per codifica lotti Resa disponibile la duplicazione delle tabelle Banche fornitori (FORBAN) e Espressioni per codifica lotti (LOTTIESP) da un'azienda all'altra utilizzando la scelta Base \ Menu utilità \ Menu di sistema \ Duplica archivi. Fine documentazione. Pag. 10 / 10

11 Gestione delle operazioni rilevanti ai fini I.V.A. Comunicazione euro Indice degli argomenti Premessa Disposizioni normative Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 Funzioni del modulo Antievasione I.V.A. e Flussi telematici Appendice: Trasferimento dati Comunicazione euro allo Studio

12 Premessa Le seguenti note operative sono rivolte agli utenti che hanno installato il modulo Antievasione I.V.A. e Flussi Telematici (G1AFT010) e che, quindi, provvedono autonomamente alla compilazione e alla presentazione della Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a euro (Comunicazione euro). Per quanto riguarda gli utenti che hanno installato il modulo G1INT (Collegamento Studio Zucchetti) e si appoggiano al commercialista per la generazione e trasmissione della Comunicazione euro è possibile fare riferimento all Appendice Trasferimento dati Comunicazione euro allo Studio alla fine del presente documento. Disposizioni normative Con il provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 22 dicembre 2010 è stato introdotto l obbligo della Comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini I.V.A. di importo non inferiore a euro, previsto dall'articolo 21 del decreto legge 78/2010, convertito in legge 122/2010. Soggetti interessati alla comunicazione L'obbligo ricade su tutti i soggetti passivi ai fini I.V.A. (imprese e lavoratori autonomi), relativamente alle cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute, per le quali i corrispettivi dovuti siano di importo pari o superiore a euro, al netto dell imposta sul valore aggiunto. Per le operazioni non soggette all obbligo di fatturazione (come, ad esempio, lo scontrino o la ricevuta fiscale), il limite è elevato a euro al lordo dell imposta sul valore aggiunto applicata; queste operazioni dovranno rientrare nella Comunicazione a partire dal 01/07/2011. La comunicazione riguarda: Le operazioni effettuate tra soggetti I.V.A. (cosiddette operazioni business to business), di importo non inferiore ai euro al netto dell imposta sul valore aggiunto (per l anno 2010 il limite sale a euro); - 2 -

13 Le operazioni in cui il cessionario o committente è il consumatore finale (cosiddette operazioni business to consumer), di importo non inferiore ai euro al lordo dell imposta sul valore aggiunto. Operazioni oggetto di comunicazione Oggetto della Comunicazione sono le operazioni rilevanti ai fini I.V.A., pertanto, nel nuovo modello vanno indicate: le operazioni imponibili; le operazioni non imponibili; le operazioni esenti; le operazioni non soggette all imposta ma con diritto a detrazione. Tutte queste operazioni si configurano come operazioni relative a cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute documentate da fattura e da scontrino, ovvero da ricevuta fiscale. Sono escluse dall obbligo di comunicazione: le importazioni; le esportazioni; le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate e ricevute, registrate o soggette a registrazione, nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi cosiddetti black list ; le operazioni già comunicate all Anagrafe tributaria (per esempio, fornitura di energia elettrica, servizi di telefonia, contratti di assicurazione, eccetera). le operazioni per le quali il pagamento è stato effettuato con moneta elettronica, ossia con bancomat, carte di credito o prepagate, purché le stesse non siano state emesse da operatori finanziari non residenti e senza stabile organizzazione in Italia (articolo 7 del dl 70/2011, c.d. decreto sviluppo)

14 Scadenze La Comunicazione, a regime, dovrà esser effettuata telematicamente aggregata per anno, entro il 30 aprile dell anno successivo a quello cui si riferiscono le operazioni. Nel provvedimento vengono fornite indicazioni anche inerenti la disciplina transitoria adottabile in fase di prima applicazione del nuovo adempimento. In particolare, per l anno d imposta 2010, si dovrà comunicare, entro il 31 dicembre 2011 (provvedimento n del 19 settembre) solo le operazioni superiori a euro, sempre al netto dell IVA, e che riguardano le sole operazioni per le quali sussiste l obbligo di fatturazione. Quadro di sintesi Termine di invio 31 dicembre 2011 (periodo d imposta 2010): occorre comunicare le sole operazioni soggette all obbligo di fatturazione; il limite di euro è elevato a Termine di invio 30 aprile 2012 (periodo d imposta 2011): per il periodo dal 01/01/2011 al 30/06/2011: occorre comunicare le sole operazioni soggette all obbligo di fatturazione; per il periodo dal 01/07/2011 al 31/12/2011: occorre comunicare tutte le operazioni (sia quelle soggette all obbligo di fatturazione che quelle certificate con corrispettivo); il limite di euro (al netto dell I.V.A.) nel caso di operazioni fatturate, è elevato a euro per le operazioni per le quali non ricorre l obbligo di emissione della fattura. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 Per registrare i movimenti contabili che devono essere inclusi nella Comunicazione euro, è necessario seguire le indicazioni sotto riportate

15 Anagrafiche Clienti e Fornitori Nelle Anagrafiche clienti e fornitori, all interno della scheda Contabili, è presente l opzione Escludi da Comunicazione 3000 euro che permette di stabilire quali soggetti debbano essere esclusi a priori da tale Comunicazione (es. un soggetto Black list ). Anagrafica contratti 3000 euro clienti / fornitori Attraverso le scelte di menu Anagrafica contratti 3000 euro clienti Anagrafica contratti 3000 euro fornitori presenti nel menu Contabilità / Elaborazioni annuali è possibile codificare per ogni cliente/fornitore i contratti che possono essere associati ai movimenti contabili e ai documenti di vendita e acquisto, ai fini della loro corretta inclusione nella Comunicazione euro. Per un determinato cliente/fornitore è possibile creare un contratto indicando un codice e una descrizione libera. E necessario e importante, ai fini della corretta inclusione nella Comunicazione - 5 -

16 3000 euro, impostare accuratamente il tipo di contratto che si sta definendo; attraverso il tipo di contratto, infatti, la procedura attua dei controlli differenti per verificare il superamento o meno della soglia per l inclusione dei movimenti nella Comunicazione euro; le tipologie di contratto disponibili sono le seguenti: Contratto a corrispettivi periodici: da utilizzare per collegare tra loro operazioni facenti parte di contratti di appalto, somministrazione e altri contratti a corrispettivi periodici; in questo caso la procedura di generazione automatica includerà le operazioni con questo tipo di contratto solo se il totale dei corrispettivi dovuti per l'anno solare supererà la soglia di presentazione stabilita dalla legge (pari o superiore a 3000 euro, al netto dell'i.v.a., per le fatture oppure pari o superiore a 3600 euro, al lordo dell'i.v.a., per operazioni rilevanti ai fini I.V.A. senza obbligo di emissione della fattura). Per contratti a corrispettivi periodici si intendono i contratti di appalto, fornitura, somministrazione e gli altri contratti da cui derivano corrispettivi periodici (contratti di locazione, noleggio, cessione etc ). Per questi la Comunicazione deve essere effettuata soltanto qualora i corrispettivi dovuti in un intero anno solare siano di importo complessivo non inferiore alla soglia di presentazione stabilita dalla legge. Contratto collegato: da utilizzare quando la singola fattura di riferimento rappresenta una quota parte di un insieme di operazioni, complessivamente non inferiori alla soglia di presentazione stabilita dalla legge. Permette la creazione di un legame tra fatture facenti parte di contratti fra loro collegati. Per questa tipologia di contratto, (riferendosi all operazione nella sua interezza di cui non ci conosce a priori l importo complessivo generale che nascerà), la procedura di generazione automatica includerà sempre il movimento nella Comunicazione 3000 euro, indipendentemente dall'importo. Per contratti collegati si intende ad esempio un acquisto per il quale sono state emesse più fatture in più anni di un bene il cui valore complessivo supera la soglia prevista per la Comunicazione

17 Acconto e saldo: questo tipo di contratto consente di collegare tra loro le fatture di acconto con il relativo saldo. Deve essere utilizzato quando la singola fattura di riferimento rappresenta una quota parte di un insieme di operazioni, complessivamente non inferiori alla soglia di presentazione. I contratti di tipo acconto/saldo seguono le stesse regole dei contratti collegati quindi la procedura di generazione automatica includerà sempre il movimento nella Comunicazione 3000 euro, indipendentemente dall'importo. Il contratto può anche essere impostato come predefinito selezionando l apposito pulsante Predefinito ; in questo modo, il contratto verrà proposto in automatico in fase di inserimento dei movimenti contabili e dei documenti di acquisto e vendita Gestione movimenti contabili, Gestione documenti di vendita e acquisto Nelle scelte Gestione movimenti contabili, Gestioni documenti di vendita e Gestione documenti di acquisto, sono presenti delle funzionalità, per gestire le operazioni soggette alla Comunicazione euro. Più nello specifico, nell inserimento di: movimenti contabili di tipo Fattura di vendita / acquisto, Corrispettivi a scorporo / ventilazione documenti di acquisto o di vendita di tipo Fattura o Ricevuta fiscale viene visualizzato il pulsante Com.3000, attraverso cui è possibile definire le modalità d'inserimento del movimento nella Comunicazione, nonché il contratto riepilogativo di riferimento

18 I criteri di trattamento dell'operazione, disponibili nel pulsante e selezionabili solo per i soggetti dichiarati in anagrafica inclusi nella Comunicazione, sono i seguenti: Inserisci in comunicazione in base ai criteri predefiniti : permette, in fase di creazione del telematico, l inclusione o l esclusione dell operazione dalla Comunicazione, in base ai criteri stabiliti dal decreto (ad esempio una fattura di un cliente non escluso a priori dalla Comunicazione nell anagrafica, con un imponibile superiore a euro, in fase di creazione del telematico verrà automaticamente inclusa nella Comunicazione); Forza l'inserimento nella comunicazione : permette di forzare l'inclusione dell'operazione nella Comunicazione, indipendentemente dall'importo della stessa (ad esempio l'utente potrà decidere di includere forzatamente nel file telematico una fattura con imponibile inferiore a euro); Escludi dalla comunicazione : permette di forzare l'esclusione dell'operazione dalla Comunicazione, indipendentemente dall'importo della stessa (ad esempio l'utente potrà decidere di escludere forzatamente dal file telematico corrispettivi con importo superiore a euro). Dal pulsante è inoltre possibile indicare un codice contratto riepilogativo, selezionandolo tra quelli creati dall utente tramite le apposite scelte di menu Anagrafica contratti euro clienti e - 8 -

19 Anagrafica contratti euro fornitori precedentemente illustrate; il contratto sarà utile in fase di Generazione dei movimenti Comunicazione euro e creazione del file telematico per collegare fra loro movimenti relativi al medesimo contratto. Corrispettivi Per i movimenti contabili di tipo Corrispettivo, oltre all impostazione delle informazioni relative alla Comunicazione euro, come evidenziato nella figura seguente, è stata prevista anche la possibilità di indicare il codice cliente, richiesto necessariamente per la Comunicazione delle operazioni di importo pari o superiore a euro. Note di variazione (Note di credito e Note di debito) Ai fini della Comunicazione euro, nelle note di variazione (Nota di credito / Nota di Debito) è necessario annotare i riferimenti della fattura a cui fanno riferimento. Il collegamento avviene indicando sulla Nota di Variazione i riferimenti (Tipo/Anno/Numero documento) della Fattura di origine come mostrato nell immagine sotto riportata: - 9 -

20 La finestra relativa alla compilazione dei Riferimenti fattura, si apre automaticamente alla conferma di una Nota di variazione nei seguenti casi: se emessa dal ciclo attivo e passivo: alla conferma dell inserimento, in Gestione documenti, di una nota di credito (tipo documento C) o di una nota di debito (tipo documento D); se registrata direttamente in contabilità: alla conferma della registrazione contabile di una nota di credito (movimento inserito con causale di tipo movimento Nota di credito ), oppure alla conferma della registrazione contabile di una nota di debito (movimento inserito con causale di tipologia Fattura e con abilitata l opzione Considera come nota debito ); E possibile accedere alla finestra di compilazione dei riferimenti alla fattura anche in un secondo momento, attraverso il tasto destro del mouse dalle scelte: Gestione movimenti di contabilità Gestione documenti di acquisto e vendita Interroga documenti di acquisto e vendita Dal menù a tendina che si apre premendo sul tasto destro del mouse è infatti possibile selezionare la voce Riferimento fattura note di variazione

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.6.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.9.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.7.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 3.7.0

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 3.7.0 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 3.7.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Con la versione 3.6.0 di Gestionale 1 ZUCCHETTI sono state introdotte interessanti novità, di seguito illustrate.

Con la versione 3.6.0 di Gestionale 1 ZUCCHETTI sono state introdotte interessanti novità, di seguito illustrate. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 3.6.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale SCHEDA OPERATIVA Area: Titolo: Altri software - OS1BoxFiscale Spesometro Applicazione: OS1BoxFiscale 2.3.0.0 Revisione: 12 Del: 31 Marzo 2015 Contenuto: Impostazioni e modalità di utilizzo di OS1BoxFiscale

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.4.0

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.4.0 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.4.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

AREA CONTABILE 1. Spesometro D.L. 16 del 2 marzo 2012 (c.d. decreto semplificazioni) 2. Ampliamento del campo Descrizione dei Codici I.V.A.

AREA CONTABILE 1. Spesometro D.L. 16 del 2 marzo 2012 (c.d. decreto semplificazioni) 2. Ampliamento del campo Descrizione dei Codici I.V.A. Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.1.0 Operazioni preliminari Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4

Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale

Piattaforma Applicativa Gestionale Piattaforma Applicativa Gestionale Numero Fastpatch Release Numero 6.0 565 Segnalazione Miglioria 7335 Modulo Argomento Descrizione AIFT Predisposizione informazioni per comunic. tel. delle oper. sup 3.000eu

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 I movimenti di magazzino... 5 Registrare un movimento di magazzino

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 3 ADEGUAMENTO ARCHIVI... 3 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 001_2012 DI LINEA AZIENDA... 4 IMMISSIONE AZIENDA

Dettagli

AREA CONTABILE 1. Spesometro D.L. 16 del 2 marzo 2012 (c.d. decreto semplificazioni) 2. Ampliamento del campo Descrizione dei Codici I.V.A.

AREA CONTABILE 1. Spesometro D.L. 16 del 2 marzo 2012 (c.d. decreto semplificazioni) 2. Ampliamento del campo Descrizione dei Codici I.V.A. Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.1.0 Operazioni preliminari Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

GESTIONE MODELLO POLIVALENTE...

GESTIONE MODELLO POLIVALENTE... Gestione Modello Polivalente Il nuovo Modello Polivalente riguarda le seguenti comunicazioni telematiche all Agenzia delle Entrate: Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto

Dettagli

Integrazione con F.E.P.A. on site Fatturazione Elettronica PA

Integrazione con F.E.P.A. on site Fatturazione Elettronica PA Integrazione con F.E.P.A. on site Fatturazione Elettronica PA Indice degli argomenti Introduzione 1. Normativa di riferimento per la fatturazione elettronica verso la P.A. 2. Integrazione Gestionale 1

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Introduzione Col provvedimento del 2 agosto 2013 l Agenzia delle Entrate ha attuato la norma relativa all obbligo di trasmissione telematica delle operazioni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1F. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1F. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1F DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

Comunicazione ex art. 21 Note operative

Comunicazione ex art. 21 Note operative Comunicazione ex art. 21 Note operative Sommario 1. Compilazione PERSON11 3 2. Modifica del flag art. 21 sulle anagrafiche da escludere 7 3. Modifica delle registrazioni degli anni precedenti 8 4. Stampa

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO)

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) RADIX ERP by ACS Data Systems Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Operazioni IVA 2012 Release: 31.10.2013 ACS Data Systems AG/spa 1 / 23

Dettagli

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI L art. 21, DL n. 78/2010, al fine di contrastare l evasione fiscale e le frodi in materia di IVA, ha introdotto un nuovo adempimento, quello di comunicare telematicamente

Dettagli

Informativa n. 22 INDICE. del 16 giugno 2011

Informativa n. 22 INDICE. del 16 giugno 2011 Informativa n. 22 del 16 giugno 2011 Comunicazione telematica all Agenzia delle Entrate delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore a 3.000,00 euro - Riepilogo della disciplina e

Dettagli

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione dei clienti e dei fornitori www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 La gestione dei clienti... 5 Informazioni della scheda generale... 6 Informazioni sulle altre sedi...

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment)

Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment) Gestione della Scissione dei pagamenti (c.d. split payment) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Operazioni da svolgere in Gestionale 1 3. Collegamento allo Studio del commercialista

Dettagli

Guida Operativa con gestionale esatto. e/fiscali Spesometro- Rel. 04.04.00. Gestionale e/satto

Guida Operativa con gestionale esatto. e/fiscali Spesometro- Rel. 04.04.00. Gestionale e/satto e/fiscali Spesometro- Rel. 04.04.00 Guida Operativa con gestionale esatto 06118930012 Tribunale di Torino 2044/91 C.C.I.A.A. 761816 - www.eurosoftware.it Pagina 1 FLUSSO OPERATIVO RAPIDO Sistemare l Anagrafica

Dettagli

Comunicazione 3000 euro:

Comunicazione 3000 euro: Comunicazione 3000 euro: Note di installazione e/fiscali rel. 3.3.1 per e/satto e Guida rapida di utilizzo SOMMARIO 1. INSTALLAZIONE DI E/FISCALI REL. 03.03.01... 2 1.1. Introduzione... 2 1.1.1 Verifica

Dettagli

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011 Roma, 19 Settembre 2011 Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI Per i Clienti ed i Fornitori è possibile inserire note per data e settore interessato Con F8 viene data la possibilità

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Spesometro_2015_Net2015

Spesometro_2015_Net2015 Ferrara Forlì-Cesena Ravenna Reggio Emilia CNA - Rete Per l Informatica SOFTWARE GESTIONALE E CONSULENZA PER LA PICCOLA, MEDIA E GRANDE AZIENDA Spesometro_2015_Net2015 Spesometro_2015_Net2015.docx Rev.

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

Quindi, in caso di multiutenza (rete), NON utilizzare l applicativo su altre postazioni, in caso di Produzione di Copie e di Aggiornamenti.

Quindi, in caso di multiutenza (rete), NON utilizzare l applicativo su altre postazioni, in caso di Produzione di Copie e di Aggiornamenti. LEADER CONTABILITA RELEASE 1.6.7.0 Fasi preliminari Produrre copia di salvataggio dei dati prima dell installazione della nuova versione. Si precisa che, in caso di multiutenza (rete), le copie di salvataggio

Dettagli

ELENCO CLIENTI / FORNITORI

ELENCO CLIENTI / FORNITORI ELENCO CLIENTI / FORNITORI RADIX ERP BY ACS DATA SYSTEMS Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Release: 27.12.2011 ACS Data Systems AG/spa 1 / 27 INDICE Indice... 2 Introduzione...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2C DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

GUIDA SPESOMETRO 2016 rel. 2.5.0

GUIDA SPESOMETRO 2016 rel. 2.5.0 GUIDA SPESOMETRO 2016 rel. 2.5.0 Per chi ha già scaricato qualsiasi release precedente consigliamo di installare i file nella cartella della precedente installazione dello spesometro sovrascrivendo i file,

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015 Sommario 1. INTRODUZIONE SPLIT PAYMENT.... - 2-2. ATTIVAZIONE IN EXTRA DELLA GESTIONE SPLIT PAYMENT.... - 3-3. CREAZIONE AUTOMATISMI CODICI IVA.... - 4-4. ANAGRAFICA CLIENTI.... - 7-5. IMPOSTAZIONE AUTOMATISMI

Dettagli

SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000

SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000 SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000 Premessa La procedura va lanciata nell anno contabile al quale si riferisce lo Spesometro. Per l anno 2010 il termine di scadenza per la presentazione della comunicazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 004_2012 DI LINEA AZIENDA... 3 GESTIONE E-COMMERCE...

Dettagli

Novità operative. Data Ufficio S.p.A

Novità operative. Data Ufficio S.p.A Data Ufficio S.p.A 2 1 Summa Professionisti SUMMA 2 3 Di seguito sono spiegate le principali implementazioni relative al software. 2.1 Novità Operative 4.7.0 Le novità introdotte nella versione

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

Manuale tecnico. Lybro FATTURAZIONE P.A. Numero documento 01528 LYBRO/3CLICK/LYBRO PROPAGANDA. Dalla versione. Moletta Morena morena.moletta@lybro.

Manuale tecnico. Lybro FATTURAZIONE P.A. Numero documento 01528 LYBRO/3CLICK/LYBRO PROPAGANDA. Dalla versione. Moletta Morena morena.moletta@lybro. Oggetto FATTURAZIONE P.A. Numero documento 01528 Software LYBRO/3CLICK/LYBRO PROPAGANDA Dalla versione Redatto da Moletta Morena morena.moletta@lybro.it Data Redazione 07/11/2014 Approvato da Data Approvazione

Dettagli

Novità Principali - 1/2013

Novità Principali - 1/2013 Novità Principali - 1/2013 1 Anagrafiche... 2 1.1 Procedura concorsuale... 2 1.2 Aggiornamento Abi-Cab... 2 2 Documenti... 3 2.1 Stampa documenti con Iva per cassa... 3 3 Contabilità generale... 4 3.1

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007 NOVITA INTRODOTTE DALLA VERSIONE 5.7.21.1 Tabelle: o Anagrafiche Clienti / Fornitori: aggiunta una richiesta di conferma per la creazione di un nuovo magazzino intestato al cliente/fornitore, in caso di

Dettagli

OPENCONT 2000 Release 14.0 (aprile 2014)

OPENCONT 2000 Release 14.0 (aprile 2014) Software gestionale per la piccola e media impresa Quaderni di formazione OPENCONT 2000 Release 14.0 (aprile 2014) Note sugli aggiornamenti OPEN INFORMATICA SRL - 30/04/2014 1 / 12 SOMMARIO Opencont 2000

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Gestione Provvigioni Agenti

Gestione Provvigioni Agenti Gestione Provvigioni Agenti Indice degli argomenti Introduzione 1. Operazioni preliminari in Gestionale 1 2. Gestione delle provvigioni nei documenti di vendita, ordini clienti e offerte 3. Gestione delle

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

GLI ULTIMI CHIARIMENTI PER I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI

GLI ULTIMI CHIARIMENTI PER I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI INFORMATIVA N. 241 27 OTTOBRE 2011 IVA GLI ULTIMI CHIARIMENTI PER I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI Art. 21, DL n. 78/2010 Circolare Agenzia Entrate 30.5.2011, n. 24/E Documento Agenzia Entrate 11.10.2011

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PCC - Estrazione dati L art. 27 decreto legge 24 aprile 2014 n. 66, convertito con modificazioni dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, introduce significative

Dettagli

Installare i moduli proposti

Installare i moduli proposti Operazioni preliminari per l aggiornamento del gestionale SPRING SQ/SB Aggiornamento Spring SQ/SB Digitare su un browser il seguente indirizzo (rispettare i caratteri maiuscoli e minuscoli): ftp://s3ordini:s3ordini@www.s3web.it\antielusione

Dettagli

Informazioni generali sulla compilazione e contenuti degli Elenchi Clienti e Fornitori.

Informazioni generali sulla compilazione e contenuti degli Elenchi Clienti e Fornitori. Premessa Il d.l. n 223 del 4 luglio 2006 (convertito con modificazioni dalla legge del 4 agosto 2006 n 248) reintroduce l obbligo per i Contribuenti di compilazione e presentazione degli Elenchi Clienti

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA Spesometro 2013 La soluzione Magico per adempiere tale obbligo. MULTIMEDIA POINT s.r.l. Via Monte Rosa 2 I-22079 Villa Guardia (CO) Tel. +39 031 563

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI

ELENCO CLIENTI E FORNITORI ELENCO CLIENTI E FORNITORI (COMUNICAZIONE TELEMATICA ART 21 DEL DL. 72/2010 - SPESOMETRO) Fiscal Software by ACS Data Systems Release: 10.01.2012 ACS Data Systems spa/ag 1 / 19 INDICE Indice... 2 Introduzione...

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (SPESOMETRO) APPROFONDIMENTO E RINVIO DELLE COMUNICAZIONI

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (SPESOMETRO) APPROFONDIMENTO E RINVIO DELLE COMUNICAZIONI Ufficio Studi CODAU "Documento redatto con il CONTRIBUTO DEI COMPONENTI dell'ufficio Studi e VALIDATO dal Comitato Scientifico del Codau. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (SPESOMETRO)

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Il presente manuale fornisce le informazioni necessarie al fine di ottenere le stampe delle statistiche annuali

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Versioni x.7.7 installazione e aggiornamento

Versioni x.7.7 installazione e aggiornamento Versioni x.7.7 installazione e aggiornamento Che cosa è cambiato Gestione dell inversione contabile... 2 Tabella Codici Fissi (Autofattura)... 4 Nuovi campi nell archivio Clienti-Fornitori... 4 Tabella

Dettagli

OPENMANAGER Elenchi Clienti e Fornitori

OPENMANAGER Elenchi Clienti e Fornitori OPENMANAGER Elenchi Clienti e Fornitori Aggiornamento DYNET OM180907 Alla cortese attenzione del Responsabile Software Torino, 18 settembre 2007 Attenzione! REQUISITO ESSENZIALE PER SCARICARE L AGGIORNAMENTO

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PER LA COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI I.V.A. (SPESOMETRO 2014)

DOCUMENTAZIONE PER LA COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI I.V.A. (SPESOMETRO 2014) PAGINA 1/13 DOCUMENTAZIONE PER LA COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI I.V.A. (SPESOMETRO 2014) SINTESI DELLA NORMA PREMESSA Con il provvedimento N. 2013/94908 del 2 agosto, l Agenzia delle Entrate

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D

www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D M www.zinformatica.net A G UIDAUIDA A W O R L D SOMMARIO INTRODUZIONE...3 I comandi di base...5 I comandi di base...6 Avvio...7 Gestione Clienti...7 Gestione Fornitori...8 Gestione Prodotti...9 Help...10

Dettagli

GUIDA SPESOMETRO 2014

GUIDA SPESOMETRO 2014 GUIDA SPESOMETRO 2014 Per chi ha già scaricato qualsiasi release precedente consigliamo di installare i file nella cartella della precedente installazione dello spesometro sovrascrivendo i file, così al

Dettagli

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati Maurizio De Alexandris Commercialista Revisore contabile Rossella Bernardinello Commercialista Revisore contabile Loredana Molinaro Avvocato

Dettagli

Il modulo POS. Tibet - Irbis - Pardo e Wilma XL Manuale Magazzino e POS 145

Il modulo POS. Tibet - Irbis - Pardo e Wilma XL Manuale Magazzino e POS 145 Il modulo POS Tibet - Irbis - Pardo e Wilma XL Manuale Magazzino e POS 145 Il menù Archivio Clienti-Fornitori Banche Banche dell Azienda Agenti Articoli di Magazzino Carico-Scarico Vedi Manuale Base/Contabilità/Magazzino/Vendite

Dettagli

King Shop. Gestione Negozi

King Shop. Gestione Negozi King Shop Gestione Negozi Gestione Negozi... 3 Elenco delle funzionalità di KING SHOP... 3 Velocizzazione delle attività del negozio... 4 Inserimento dello Scontrino... 6 Gestione dei Buoni... 7 Inserimento

Dettagli

Aggiornamento Gestione Aziendale

Aggiornamento Gestione Aziendale Pagina 1 di 7 Aggiornamento Gestione Aziendale In "Parametri di Gestione" e' stato aggiunto: Codice Articolo per Acconti; Espressione per composizione lotti in produz.; Assegna Lotti in Scarichi Materie

Dettagli

DCSIT Area Gestione Reddituale redditiweb@inps.it CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1

DCSIT Area Gestione Reddituale redditiweb@inps.it CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1 CAMPAGNA RED ITALIA SERVIZI WEB MANUALE OPERATIVO VERSIONE 7.8.9 24/05/2013 1 Nota tecnica. La procedura è stata progettata ed ottimizzata per essere utilizzata con il browser Internet Explorer, si consiglia

Dettagli

Adempimenti fiscali 9 marzo 2011

Adempimenti fiscali 9 marzo 2011 Adempimenti fiscali 9 marzo 2011 Telefoni cellulari e microprocessori DATA ENTRATATA IN VIGORE : 1/4/2011 Per la vendita di apparecchiature che si connettono alla rete telefonica tramite sim (cellulari

Dettagli

Studio Corbella dottori commercialisti associati

Studio Corbella dottori commercialisti associati dottori commercialisti - revisori dei conti: Piero Luigi Corbella Luigi Corbella Laura Corbella Torella Giacomo Corbella Benedetta Sirtori Daniela Bruniera Matteo Formenti esperto contabile - revisore

Dettagli

Mon Ami 3000 Multimagazzino Gestione di più magazzini fisici e/o logici

Mon Ami 3000 Multimagazzino Gestione di più magazzini fisici e/o logici Prerequisiti Mon Ami 3000 Multimagazzino Gestione di più magazzini fisici e/o logici L opzione Multimagazzino è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione L opzione Multimagazzino

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Lotti & Matricole. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Lotti & Matricole www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Configurazione... 6 Personalizzare le etichette del modulo lotti... 6 Personalizzare i campi che identificano

Dettagli

Dottori Commercialisti Dal 1969

Dottori Commercialisti Dal 1969 Comunicazione telematica all Agenzia delle Entrate delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore a 3.000,00 euro - Riepilogo della disciplina e dei chiarimenti ufficiali PREMESSA Con

Dettagli

OGGETTO: Spesometro: le operazioni particolari

OGGETTO: Spesometro: le operazioni particolari Informativa per la clientela di studio N. 121 del 26.10.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Spesometro: le operazioni particolari Con il presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

Service Pack 2007.01

Service Pack 2007.01 Service Pack 2007.01 1. SERVICE PACK 2007.01 DEL 15 DICEMBRE 2007... 2 2. AVVERTENZE... 2 3. PRINCIPALI NOVITA'... 3 3.1 STAMPE... 4 3.2 NUOVA GESTIONE CONTATTI E SEDI... 6 3.3 ATTIVAZIONE CLI FRN PER

Dettagli

Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000

Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000 Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000 Versione A 1 documento riservato ai clienti diretti Tel 051 813324 Fax 051 813330 info@centrosoftware.com sommario Introduzione...3

Dettagli

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 OGGETTO: Spesometro 2016 CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 Parma, 24 marzo 2016 L'obbligo, introdotto dal D.L. 78/2010, di comunicare telematicamente all Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti IVA (cessioni/acquisti

Dettagli

Gestione Ordini. Manuale operativo. Rel. 6.00

Gestione Ordini. Manuale operativo. Rel. 6.00 Gestione Ordini Manuale operativo Rel. 6.00 INDICE GUIDA RIFERIMENTO... 5 ORDINI... 5 Gestione Dati... 5 Emissione Ordini Clienti... 5 Variazione Ordini Clienti... 8 Annullamento Ordini Clienti... 8 Bollettazione

Dettagli