Abbonamenti 2009 Sottoscrivi o rinnova l abbonamento! Anche per il 2009 le tariffe restano invariate.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abbonamenti 2009 Sottoscrivi o rinnova l abbonamento! Anche per il 2009 le tariffe restano invariate."

Transcript

1 Cari amici, cari lettori, la parola che di questi tempi gode di popolarità indiscussa è crisi. Un altra, che non viene quasi mai associata alla prima è critica. Entrambe vengono dal greco kríno, distinguo, separo, giudico. In origine, la crisi era la scelta, la decisione, e la critica era l arte o la scienza del giudicare. Dimenticare l etimologia può risultare pericoloso: se avessimo esercitato più critica, forse oggi non ci troveremmo in crisi L errore più grave che abbiamo fatto a livello critico è stato forse quello di dimenticare che a questo mondo «tout se tient», come diceva Ferdinand de Saussure: cioè che tutto è legato, tutto si tiene in una rete di relazioni che devono tendere a un equilibrio, a un economia complessa in cui entrano in gioco infiniti fattori e variabili. Il primo di questi fattori è il tempo. Da qui partiamo nel nostro numero 99, perché vogliamo per così dire cominciare dall inizio. Quanto la concezione occidentale del tempo condiziona il nostro modo di vedere il mondo, la vita degli uomini e degli esseri viventi? Non ci costringe forse a una lettura monodirezionale degli eventi storici, dei fatti artistici e scientifici? A dominare la nostra vita attuale sul pianeta Terra è la freccia del tempo: si può procedere solo in una direzione, che vede per esempio nella nascita un punto d inizio positivo e nella morte un punto d arrivo negativo; oppure nella povertà un punto di inizio negativo e nella ricchezza un punto di arrivo positivo. Tutto è diventato bipolare per noi: procediamo per opposizioni secche, nette, perché decidiamo di vedere del mondo soltanto il bianco e il nero con la critica ridotta ormai a mero pregiudizio etico. In questo senso, i testi di apertura del numero, affidati a tre grandi firme del passato diversissime tra loro ma convergenti, ci indicano un modo alternativo di intendere il tempo: ci sollecitano a ritrovare il kairós, a ritrovare cioè il tempo dell occasione, del momento giusto, dell opportunità che implica però che l uomo riprenda possesso della sua capacità di giudizio e che assuma a punto di partenza di ogni sua azione il principio di responsabilità e il libero arbitrio. Già nel 1971, Guy Debord parlava di «pianeta malato», denunciava le follie di una classe dirigente avida e senza scrupoli, di un sistema capitalistico che dava ampi segni di cedimento, di un inquinamento che avrebbe reso il nostro mondo una discarica universale. Tanti come Debord hanno levato la loro voce, rimasta colpevolmente inascoltata. Fino a oggi. Oggi riscopriamo i profeti del passato e ci rendiamo conto di avere, speriamo senza volerlo, affidato il destino del mondo a uomini e a meccanismi capaci solo di produrre altra malattia. Di aver creduto in un economia post-umana, non programmata per cogliere il senso complessivo e complesso del mondo. Questi sono i temi che percorrono il grande dossier Economia-Pianeta: uno spettro molto ampio di visioni, di convinzioni, di approcci e di modelli, che può forse aiutarci a ritrovare un po di lucidità di giudizio. E a contemplare con il giusto senso critico e un po di onestà intellettuale quelli che dovremo presto considerare, che ci piaccia o meno, gli «avanzi di un mondo di sogno», come diceva Walter Benjamin. Buona lettura a tutti, Sommario Il tempo ritrovato 4 Orologi, Jerome K. Jerome 6 Solo un illusione, Ilya Prigogine 9 Il declino dell eternità, André Malraux Economia-Pianeta 12 Morte del capitalismo?, Immanuel Wallerstein, intervistato da Jae-Jung Suh 17 Yellowstone e Wall Street, Sergio Benvenuto 21 L economia come religione, Serge Latouche 26 Difendere la civiltà, anche contro se stessa, André Comte-Sponville 31 Identità e crisi globale, Innocenzo Cipolletta, presentazione del Festival dell economia Il disarmo ecologico, Wolfgang Sachs, intervistato da Giuliano Battiston 40 Per un economia dal volto umano, Muhammad Yunus 44 Cibo: diversità è ricchezza, Carlo Petrini 46 A chi appartiene la natura?, Philippe Descola 50 Bon Bibi e la tigre, Amitav Ghosh 56 L uomo e il chiaro di luna, Henry David Thoreau I Libri A cura di Massimiliano Borelli, Biancamaria Bruno, Anna Fattori, Francesco Morabito, Annamaria Quinzi In copertina: Emil Nolde, Cielo azzurro e girasoli, 1928, olio su pannello, 71x86 cm. Collezione privata. Christie s. I direttori, Federico Coen e Biancamaria Bruno Abbonamenti 2009 Sottoscrivi o rinnova l abbonamento! Anche per il 2009 le tariffe restano invariate. Visita il nostro sito un ricco archivio da consultare, numerosi testi da leggere online o da scaricare, promozioni e modalità di abbonamento, punti vendita, iniziative, appuntamenti, eventi organizzati dalla redazione. Info: Privato euro 37,00; privato+amico euro 62,00; ente euro 49,60; sostenitore euro 120,00; studente euro 31,00; estero euro 74,40; cumulativo con un edizione estera euro 74,40. Numeri arretrati: euro 18,60 da richiedere alla redazione. Pagamenti sul CCP n intestato ad Associazione Lettera Internazionale, via Luciano Manara, Roma; oppure per bonifico bancario intestato ad Associazione Lettera Internazionale, codice IBAN: IT54I

2 4 Il tempo ritrovato Lettera internazionale Orologi di Jerome K. Jerome 1891 Ci sono due generi di orologi. C è quello che va sempre male, che è consapevole di andare sempre male e che se ne fa un vanto; e c è quello che va sempre bene tranne quando fai veramente affidamento su di lui, e allora fa più danni di quanti potresti mai immaginare che un orologio possa farne in un paese civile. Ricordo un orologio di questo secondo tipo che avevamo in casa quando ero bambino. Una mattina d inverno, ci tirò giù dal letto alle tre. Finimmo di fare colazione alle quattro meno dieci, e giunsi a scuola poco dopo le cinque. Mi misi a sedere su un gradino scoppiando a piangere, perché pensai che fosse arrivata la fine del mondo. Era tutto così morto! L uomo che riesce a condividere una casa con uno di questi orologi e che non rischi di finire all inferno almeno una volta al mese per tutte le cose che gli urla contro o è un pericoloso rivale della premiata ditta Giobbe, o in realtà non conosce abbastanza parolacce da rovesciargli addosso. Il più grande godimento di un orologio di questa specie è sfidarti a prendere un treno in tempo. Per settimane e settimane, spacca il secondo. Se c è una differenza tra l ora che batte quell orologio e il sole, potresti pensare che sia il sole, e non l orologio, ad andare male. E tu senti che se gli capitasse di andare avanti di un quarto di secondo, o indietro di una frazione di minuto, gli si spezzerebbe il cuore dal dolore. È confidando ingenuamente nella sua integrità che, una mattina, riunisci la famiglia nel vestibolo, dai un bacio ai bambini, ti pulisci le tracce di marmellata dalle labbra, cacci un dito nell occhio del piccolo, prometti di non dimenticarti di ordinare il carbone, agiti l ombrello in un ultimo, straziante addio, e ti dirigi verso la stazione. Per quanto mi riguarda, non sono mai stato capace di stabilire che cosa sia più irritante: se correre per due miglia a tutta birra per poi scoprire, una volta arrivato alla stazione, che sei tre quarti d ora in anticipo o, viceversa, fare la strada con tutta calma, ciondolare davanti alla biglietteria per poi dirigerti con aria indifferente verso il binario, giusto in tempo per vedere il treno che se ne va! Quanto all altra categoria di orologi quelli che vanno sempre male tutto sommato sono inoffensivi. Li carichi a intervalli regolari, una o due volte alla settimana rimetti l ora, li regoli, come ti piace dire (tanto varrebbe cercare di educare un gatto londinese ). Fai tutto questo non per motivi egoistici ma per un senso del dovere nei confronti dell orologio. Qualsiasi cosa succeda, vuoi essere certo di aver fatto la cosa giusta e che nessuna colpa potrà mai ricaderti sulla testa. Visto che non ti aspetti granché da quell orologio, non ti arrabbi neanche. Chiedi l ora alla cameriera e lei risponde: Beh, l orologio della sala da pranzo dice che sono le due e mezzo. Ma la cosa non ti secca. Sai che in realtà sono le nove o le dieci di sera; e ricordandoti che stranamente l orologio faceva, ore fa, le quattro e quaranta, ti congratuli per la sua energia e ti chiedi da dove l abbia mai tirata fuori. Anche io possiedo un orologio che, per estrema stravaganza e spensierato spirito di indipendenza, potrebbe, credo, dare dei punti a qualunque aggeggio mai scoperto nel campo della rilevazione cronometrica. Come misuratore del tempo, lascia molto a desiderare; ma, se lo si considera come un produttore di enigmi, è quanto mai interessante e vario. Ho sentito una volta di uomo che, così usava dire, aveva un orologio che non era buono per nessuno se non per lui, perché era il solo che riuscisse a capirlo. Diceva che era un orologio eccellente, di cui ci si poteva fidare ciecamente. Ma dovevi conoscerlo, dovevi aver studiato il suo sistema. Un estraneo avrebbe potuto essere facilmente portato fuori strada. Per esempio diceva l uomo quando batte le quindici e le lancette sono sulle undici e un quarto, so che sono le otto meno un quarto. Certo, la sua grande familiarità con quell orologio gli dava un grande vantaggio sull osservatore frettoloso. Il grande fascino del mio orologio è invece la sua sicura incertezza. Lavora senza alcun metodo; è un tipo assolutamente emotivo. Un giorno è tutto allegro, e guadagna tre ore nell arco della mattinata; e quello dopo sembra morto, si trascina a stento, perde due ore ogni quattro per poi fermarsi del tutto nel pomeriggio, troppo stanco per fare alcunché; e magari, la sera, rieccolo di buon umore, pronto a ripartire. Non voglio parlare troppo di questo mio orologio perché quando dico la verità su di lui, la gente pensa che stia esagerando Fu un idea di mia moglie, all inizio. Eravamo andati a cena dai Buggles. Buggles aveva appena comprato un orologio scovato nell Essex. Lui è uno che scova sempre un sacco di cose. Davanti a una vecchia spalliera da letto intagliata da tre tonnellate, è il tipo che ti dice: Oggettino grazioso, vero? L ho scovato in Olanda, come se lo avesse trovato per la strada e lo avesse infilato nell ombrello quando nessuno lo guardava! Buggles era molto fiero del suo orologio. Era uno di quei vecchi orologi del nonno, alto otto piedi, con un mobile di quercia intagliata; produceva un ticchettio profondo, sonoro e solenne che aveva piacevolmente accompagnato le nostre chiacchiere del dopo cena, e riempito la stanza di un atmosfera di familiare dignità. Avevamo parlato dell orologio, e Buggles ci aveva detto quanto amasse quel suono così lento e grave; e di come, quando la casa era silenziosa e lui e l orologio se ne stavano da soli, gli sembrasse di avere vicino un vecchio amico che gli raccontava dei tempi andati e delle vecchie abitudini, della vita trascorsa e delle persone del passato. L orologio aveva molto colpito mia moglie. Sulla strada del ritorno, se ne rimase pensierosa e mentre salivamo le scale di casa mi chiese: Perché non ci compriamo un orologio così? Disse che sarebbe stato come avere qualcuno in casa che vegliava su noi tutti forse pensava che avrebbe anche badato al bambino C è un uomo nel Northamptonshire da cui compro di tanto in tanto vecchi mobili. Mi rivolsi a lui. Mi rispose che aveva esattamente quello che cercavo (lui ha sempre quello che cerco. Che tipo fortunato che sono!). Era l orologio più curioso e antiquato che gli fosse mai capitato di vedere. Mi spedì una fotografia e una descrizione dettagliata. Me lo doveva mandare? Dalla fotografia e dalla descrizione sembrava proprio quello che faceva al caso nostro, così gli dissi: Sì, lo mandi subito! Tre giorni dopo, sentimmo bussare alla porta certo, non era la prima volta che capitava; ma restiamo alla storia. La cameriera mi disse che c erano due uomini che mi volevano vedere. Scoprii che erano due facchini di Pickford, il corriere, e gettando uno sguardo alla fattura, vidi che si trattava dell orologio e quindi esclamai, disinvolto: Ah sì, benissimo, portatelo su! Dissero di essere molto spiacenti, ma che il problema stava proprio lì. Non potevano portarlo su. Scesi con loro e, saldamente incastrato tra la prima e la seconda rampa delle scale, vidi la scatola che avreste detto essere quella in cui era stato rinchiuso l Obelisco di Cleopatra. Portai di sotto un ascia e un palanchino. Uscimmo a cercare un paio di giovanottoni. In cinque, in capo a una mezz ora, riuscimmo a liberare l orologio. Così finì il traffico su e giù per le scale, con grande soddisfazione degli altri inquilini. Una volta portato su, piazzai l orologio in sala da pranzo. Sulle prime, manifestò un forte desiderio di traballare e di crollarci addosso, ma poi, grazie all uso generoso di chiodi, viti e zeppe, riuscii a rendere possibile la convivenza con lui in quella stanza. Sfinito, mi curai le ferite e me ne andai a letto. Nel cuore della notte, mia moglie mi svegliò molto allarmata e mi disse che l orologio aveva battuto le tredici. Chi sarebbe morto, secondo me? Le risposi che non ne avevo idea, sperando si trattasse del cane del vicino. Mia moglie disse che aveva un presentimento: il bambino. Non ci fu verso di confortarla. Pianse fino ad addormentarsi. La mattina dopo, riuscii a persuaderla che doveva essersi sbagliata e lei ritrovò il sorriso. Nel pomeriggio, l orologio batté di nuovo le tredici. Questo rinnovò i suoi timori. Ora era convinta che, oltre al bambino, fossi condannato anche io e che lei sarebbe rimasta una vedova senza figli. Cercai di scherzarci sopra, cosa che la rese ancora più depressa. Si disse certa che anche io la pensassi come lei, solo che cercavo di sdrammatizzare per amor suo. La persona con cui ce l aveva di più era Buggles. La notte seguente, l orologio diede un altro avvertimento, e mia moglie pensò che fosse la volta di sua zia Maria. Ma la prese con rassegnazione. Disse comunque che non avrei mai e poi mai dovuto comprare l orologio, e che la dovevo fare finita con la mania di riempire la casa di diavolerie. Il giorno dopo, l orologio batté le tredici quattro volte e ciò la mise di buon umore. Disse che non le importava, bastava che morissimo

3 Lettera internazionale Orologi 5 Ti conosco, Tempo, anche se sembri divino e temibile. Che cosa sei? Un fantasma, un sogno, come tutti noi. Anzi, meno. Perché tu passi e non sei più. Non temerlo, uomo immortale! Il Tempo è solo l ombra del mondo sullo sfondo dell Eternità. Roberto Stelluti, Sottobosco, 1980, acquaforte su zinco, mm 401x445 tutti. Forse stava arrivando un epidemia di febbre o di peste e saremmo morti tutti. La prese con allegria. L orologio continuò. Uccise tutti gli amici e le conoscenze che avevamo, e poi cominciò a prendersela con i vicini. Batté le tredici per mesi: eravamo stufi del massacro. C era da credere che non ci fosse più essere umano vivo nel raggio di miglia. Poi cambiò. Smise di massacrare la gente e si diede ad attività più innocue: batteva trentanove o quarantuno volte. Il suo numero preferito adesso è il trentadue, ma una volta al giorno batte quarantanove volte. Non batte mai più di quarantanove volte non chiedetemi perché. Non batte a intervalli regolari, ma quando ritiene meglio. Può battere tre o quattro volte nell arco della stessa ora o tacere per mezza giornata. Proprio uno strano tipo. Ogni tanto ho pensato di farlo vedere, per fargli tenere l ora e farlo diventare rispettabile. Ma in qualche modo mi sono affezionato a lui, con quella sua temeraria presa in giro del Tempo. Certo, lui non lo rispetta molto. Sembra andare fuori strada per meglio insultarlo. Dice che sono le trentotto e dieci, e venti minuti dopo dice che è l una! È forse perché disprezza il suo padrone e vuole mostrarglielo? Si dice che nessun uomo sia un eroe per il suo servo. Può essere che, agli occhi velati del suo vecchio servitore, persino il Tempo con la sua faccia di bronzo non sia altro che un misero mortale solo un po più grande degli altri, magari? Non sarà che, ticchettando ticchettando tutti questi anni, è riuscito a scrutare nella piccolezza di quel Tempo che si mostra così grande ai nostri occhi impauriti? Non starà mica dicendo, mentre ride crudele e batte le trentacinque e le quaranta: Bah! Ti conosco, Tempo, anche se sembri divino e temibile. Che cosa sei? Un fantasma, un sogno, come tutti noi. Anzi, meno. Perché tu passi e non sei più. Non temerlo, uomo immortale! Il Tempo è solo l ombra del mondo sullo sfondo dell Eternità. Traduzione di Biancamaria Bruno JEROME K. JEROME Tre uomini a zonzo, De Agostani, 2008 Tre uomini in barca, Rizzoli, 2008 Loro ed io, Excelsior 1881, 2007 Storie di fantasmi per il dopocena, Mattioli 1885, 2007 I pensieri oziosi di un ozioso, Rizzoli, 2001 Il diario d un pellegrinaggio, Nuovi Equilibri, 1997

4 6 Il tempo ritrovato Lettera internazionale Solo un illusione Ilya Prigogine 1982 Una volta, il giovane Werner Heisenberg andò a fare un escursione con Niels Bohr. Quello che segue è il racconto di ciò che Bohr disse quando giunsero al Castello di Kronberg: Non è strano come cambia questo castello appena immaginiamo che Amleto ha vissuto qui? Come scienziati, pensiamo che un castello sia fatto solo di pietre, e ammiriamo il modo in cui l architetto le ha messe insieme. Le pietre, il tetto con il suo muschio verde, le incisioni in legno della chiesa: tutto questo costituisce il castello. Nulla di tutto ciò può essere cambiato dal fatto che Amleto vivesse in questo luogo eppure tutto è diverso. All improvviso, le mura e i bastioni parlano una lingua diversa Eppure, tutto quello che sappiamo di Amleto è che il suo nome compare in una cronaca del XIII secolo Ma tutti conoscono le grandi questioni che Shakespeare gli mise in bocca, gli abissi umani che avrebbe rivelato, e dunque anche lui doveva trovare un posto su questa terra qui a Kronberg. 1 Il potere simbolico della mente Naturalmente, questa storia ci porta a un problema che è antico quanto l umanità stessa: il significato della realtà. Ed esso non può essere dissociato da un altro: il significato del tempo. Per noi, il tempo e l umana esistenza, e dunque anche la realtà, sono concetti indissociabili. Ma è necessario che sia così? Cito uno scambio epistolare tra Einstein e il suo vecchio amico Besso. Negli ultimi anni, Besso tornava molto spesso sul tema del tempo. Che cos è il tempo? Che cosa l irreversibilità? Pazientemente Einstein rispondeva sempre: l irreversibilità è un illusione, un impressione soggettiva, che deriva da condizioni iniziali eccezionali. La morte di Besso, pochi mesi prima di quella di Einstein, avrebbe interrotto quella corrispondenza. Alla morte dell amico, in una lettera commovente alla sorella di Besso e al figlio, Einstein scriveva: «Michele ha lasciato questo strano mondo precedendomi di poco. Non è importante. Per noi fisici convinti, la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un illusione, ancorché persistente». 2 Solo un illusione. Devo confessare che questa frase mi ha molto colpito. Mi sembra che esprima in maniera straordinariamente efficace il potere simbolico della mente. Di fatto, nella sua lettera a Besso, Einstein reiterava ciò che Giordano Bruno aveva scritto nel XVI secolo e che è diventato il credo della scienza: È dunque l universo uno, infinito, inmobile. Una, dico, è la possibilità assoluta, uno l atto, una la forma o anima, una la materia o corpo, una la cosa, uno lo ente, uno il massimo ed ottimo; il quale non deve posser essere compreso; e però infinibile e interminabile, e per tanto infinito e interminato, e per conseguenza inmobile. Questo non si muove localmente, perché non ha cosa fuor di sé ove si trasporte, atteso che sia il tutto. Non si genera; perché non è altro essere, che lui possa desiderare o aspettare, atteso che abbia tutto lo essere. Non si corrompe; perché non è altra cosa in cui si cange, atteso che lui sia ogni cosa. Non può sminuire o crescere, atteso che è infinito; a cui come non si può aggiongere, cossì è da cui non si può suttrarre, per ciò che lo infinito non ha parte proporzionabile. Non è alterabile in altra disposizione, perché non ha esterno, da cui patisca e per cui venga in qualche affezione. 3 Per lungo tempo, la visione di Giordano Bruno avrebbe dominato la visione del mondo occidentale. E avrebbe condotto al mondo meccanico con i suoi due elementi di base: le sostanze immutabili come gli atomi, le molecole o le particelle elementari, e il moto. Certo, con la teoria dei quanti, sono intervenuti molti cambiamenti; tuttavia, le caratteristiche di fondo di questa concezione restano immutate. Ma come comprendere la natura senza tempo che pone l uomo al di fuori della realtà che egli descrive? Come ha sottolineato Carl Rubino, l Iliade di Omero è centrata attorno al problema del tempo, Achille si avventura alla ricerca di qualcosa di permanente e di immutabile. «Ma la saggezza dell Iliade, una lezione amara che Achille, il suo eroe, impara troppo tardi, è che tale perfezione può essere conseguita solo a costo della propria umanità: egli deve perdere la vita per guadagnare un nuovo livello di gloria. Per gli uomini e le donne, per noi, l immutabilità, la libertà dal cambiamento, la sicurezza totale, l immunità dagli alti e bassi della vita arrivano solo quando ci dipartiamo da questa vita, morendo o diventando dèi: gli dèi così ci dice Orazio sono gli unici esseri viventi che conducono una vita sicura, libera dall ansia e dal cambiamento». 4 L Odissea di Omero appare come la controparte dialettica dell Iliade. Odisseo può scegliere. È tanto fortunato da poter scegliere tra l essere senza età, l immortalità rimanendo per sempre l amante di Calypso o il ritorno all umanità, e dunque l età anziana e la morte: eppure, sceglie il tempo e non l eternità, il fato umano e non quello divino. Rimaniamo nel campo letterario ma in un tempo più vicino a noi. Nel Cimitero marino, Paul Valéry descrive la lotta dell uomo per venire a patti con il tempo in quanto durata, con il suo arco limitato aperto su di noi. Nei Quaderni quei numerosi volumi di appunti che scriveva di prima mattina torna sempre e di nuovo sul problema del tempo: «Durata, scienza da costruirsi». In Valéry, c è un senso profondo dell inaspettato. Certo, egli non poteva accontentarsi di un determinismo universale che presuppone, in certo senso, che tutto è dato. Scrive Valéry: Il determinismo sottile antropomorfismo dice che tutto accade come in una macchina così come posso comprenderla. Ma ogni legge meccanica è in fondo irrazionale sperimentale Il senso della parola determinismo è vago quanto quello della parola libertà Il determinismo rigoroso è profondamente deista. Perché ci vorrebbe un dio per percepire questo incatenamento infinito completo. Bisogna immaginare un dio, un fronte divino per immaginare questa logica. È un punto di vista divino. Di modo che il dio, sottratto alla creazione e all invenzione dell universo, viene restituito per la comprensione di questo universo. Che si voglia o meno, un dio è posto necessariamente nel pensiero del determinismo ed è un ironia rigorosa. 5 Valéry fa un osservazione molto importante: il determinismo è possibile solo per un osservatore posto al di fuori del suo mondo mentre noi descriviamo il mondo dall interno. Il tema del tempo non è un fenomeno isolato, nella prima parte del XX secolo: possiamo citare alla rinfusa, oltre a Valéry, Proust, Bergson, Teilhard, Freud, Peirce o Whitehead. Come abbiamo detto, il verdetto della scienza è definitivo: il tempo è un illusione. Eppure, com è possibile? Veramente siamo costretti a scegliere tra una realtà senza tempo che porta all alienazione umana e un affermazione del tempo che sembra rompere con la razionalità scientifica? La maggior parte della filosofia europea da Kant a Whitehead appare come un tentativo di superare in qualche modo la necessità di questa scelta. La distinzione kantiana tra mondo noumenico e mondo fenomenico era un passo in questa direzione, come anche l idea di Whitehead di filosofia del processo. Nessuno di questi tentativi ha avuto grande successo e il risultato è la progressiva decadenza della filosofia della natura. Concordo pienamente con Leclerc quando scrive: «In questo secolo, subiamo le conseguenze della separazione tra scienza e filosofia che ha seguito il trionfo della fisica newtoniana del XVII secolo. E non è solo il dialogo tra scienza e filosofia che ha sofferto». 6 Ecco una delle origini della dicotomia tra le due culture. Esiste un opposizione irriducibile tra ragione classica con la sua visione non-temporale e la nostra esistenza con la sua visione del tempo ben rappresentata dalla piroetta che Nabokov descrive in Guarda gli Arlecchini. Ma nella scienza sta accadendo qualcosa di drammatico una cosa inaspettata quanto la nascita della geometria, o quanto la visione grandiosa del cosmo come è stata espressa nell opera di Newton. Diventiamo progressivamente sempre più consapevoli del fatto che, a tutti i livelli, dalle particelle elementari fino alla cosmologia, la scienza sta riscoprendo il tempo. Un dialogo tra scienze naturali e scienze umane, incluse le arti e la letteratura, può essere un nuovo inizio e forse svilupparsi in qualcosa di fruttuoso, come è stato nella Grecia classica o durante il XVII secolo con Newton e Leibniz. Darwin e Boltzmann Per comprendere i cambiamenti del nostro tempo, può essere utile partire dall eredità scientifica del XIX secolo. Questa eredità inclu-

5 Lettera internazionale Solo un illusione 7 Esiste un problema che è antico quanto l umanità stessa: il significato della realtà. Ed esso non può essere dissociato da un altro: il significato del tempo. Per noi, il tempo e l umana esistenza, e dunque anche la realtà, sono concetti indissociabili. Ma è necessario che sia così? Così arriviamo alla prima questione, alla prima contraddizione che abbiamo ereditato dal XIX secolo: come possono Boltzmann e Darwin avere entrambi ragione? Come possiamo descrivere, da un lato, la distruzione delle strutture e, dall altro, i processi che comportano l autoorganizzazione? Eppure entrambi i processi usano elementi comuni: l idea di probabilità (espressa, nella teoria di Boltzmann, in termini di collisioni tra particelle) e l irreversibilità che emerge come risultato della descrizione probabilistica. Ma prima di spiegare in che modo Boltzmann e Darwin abbiano entrambi ragione, analizziamo la seconda contraddizione. Un universo pluralistico Roberto Stelluti, Omaggio ad Altdorfer, (part.), 1979, acquaforte su zinco, mm 358x499 de due contraddizioni fondamentali a cui non è stata data alcuna risposta. Il XIX secolo è stato essenzialmente il secolo dell evoluzione. Si pensi al lavoro di Darwin in campo biologico, di Hegel in filosofia o alla formulazione della famosa legge dell entropia in fisica. Cominciamo da Darwin. A parte l importanza dell Origine della specie, pubblicato nel 1859, c è un elemento generale dell approccio darwiniano che voglio sottolineare: l idea di fluttuazioni spontanee nelle specie biologiche che, attraverso la selezione, conducono a un evoluzione biologica irreversibile. Quindi, il suo modello coniuga due elementi: l idea di fluttuazione, di casualità, di processo stocastico, e l idea di evoluzione, di irreversibilità. Diciamo subito che, dal punto di vista biologico, questa idea conduce a un evoluzione che corrisponde a una crescente complessità, all auto-organizzazione. Ciò è in aperto contrasto con il significato che generalmente è associato alla legge dell aumento entropico così come è stata formulata da Clausius nel L elemento fondamentale di questa legge è la distinzione tra processi reversibili e irreversibili. I processi reversibili non conoscono alcuna direzione privilegiata nel tempo. D altro canto, i processi irreversibili implicano una freccia del tempo. Tale distinzione è ripresa nella formulazione della seconda legge della termodinamica che postula l esistenza di una funzione, l entropia, la quale, in un sistema isolato, può solo aumentare a causa della presenza di processi irreversibili, rimanendo invece invariata nel caso di processi reversibili. Dunque, in un sistema isolato, quando il sistema arriva all equilibrio e i processi irreversibili a una conclusione finale, l entropia raggiunge il suo massimo. È stato uno dei più grandi fisici teorici di tutti i tempi, Ludwig Boltzmann, a dare la prima interpretazione microscopica dell aumento dell entropia. Egli si dedicò alla teoria cinetica dei gas con l idea che il meccanismo del cambiamento, dell evoluzione debba essere descritto in termini di collisioni tra molecole. La sua scoperta più importante fu che l entropia è strettamente collegata alla probabilità. Di nuovo, come in Darwin, evoluzione e probabilità, casualità, sono strettamente connesse. Tuttavia il risultato di Boltzmann contraddice quello di Darwin. La probabilità raggiunge il suo massimo quando viene raggiunta l uniformità. Si pensi a un sistema di due scatole che comunicano attraverso un forellino. Ovviamente, l equilibrio sarà raggiunto quando il numero di particelle nelle due scatole è lo stesso. Ergo, l approccio all equilibro corrisponde alla distruzione delle condizioni iniziali, all oblio delle strutture iniziali, in opposizione a Darwin per il quale evoluzione significa creazione di nuove strutture. Le problematiche che affrontiamo ora sono molto più profonde dell opposizione tra Boltzmann e Darwin. Il prototipo della fisica classica è la meccanica classica, lo studio del moto, la descrizione delle traiettorie che portano un punto dalla posizione A alla posizione B. I due tratti fondamentali della descrizione dinamica sono il suo carattere deterministico e quello reversibile. Una volta indicate le condizioni iniziali, possiamo predire rigorosamente la traiettoria. Quindi, a livello dinamico, sembra non esserci posto per la casualità o per l irreversibilità. In certo modo, la situazione resta identica nella teoria dei quanti, dove parliamo di funzione d onda e non di traiettorie. Di nuovo, la funzione d onda evolve secondo la legge deterministica reversibile. Conseguentemente, l universo appare come un grande automa. Abbiamo già detto che, per Einstein, il tempo nel senso di tempo direzionale, di irreversibilità, era un illusione. Generalmente, come affermano molti libri e pubblicazioni, l atteggiamento classico nei confronti del tempo è stato una sorta di sfiducia. In L universo ambidestro, Martin Gardner scrive che la seconda legge della termodinamica rende solo improbabili certi processi, mai impossibili. In altre parole, la legge dell aumento dell entropia si riferisce solo a una difficoltà pratica, senza alcun fondamento profondo. Analogamente, in Il caso e la necessità, Jacques Monod esprime l idea che la vita sia solo un accidente nella storia della natura. È una sorta di fluttuazione che per ragioni non chiare è in grado di mantenersi. È certo che, qualunque sia la nostra comprensione di problemi così complessi, il nostro universo ha un carattere pluralistico. Le strutture possono scomparire, come in un processo di diffusione, ma possono anche nascere, come in biologia e, in modo ancora più visibile, nei processi sociali. Alcuni fenomeni sono ben descritti da equazioni deterministiche, come nel caso dei moti planetari; ma alcuni altri, come l evoluzione biologica, possono comportare processi stocastici. Perfino lo scienziato più convinto della validità delle descrizioni deterministiche esiterebbe nell affermare che al momento del

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Le metafore della scienza. di Tommaso Castellani. S. Ho saputo che hai fatto un seminario intitolato Le metafore della scienza.

Le metafore della scienza. di Tommaso Castellani. S. Ho saputo che hai fatto un seminario intitolato Le metafore della scienza. Le metafore della scienza di Tommaso Castellani Un dialogo tra: F. Un fisico che fa ricerca all università. I. Un fisico che si occupa di insegnamento a scuola. S. Uno studente sulla strada della fisica.

Dettagli

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita INTRODUZIONE Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita Quando hai 27 anni un bimbo di 8 mesi, un buon lavoro, una casa un buon marito, cosa ti manca?

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

IL RENDIMENTO DELLE MACCHINE TERMICHE E IL SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA di Ezio Fornero

IL RENDIMENTO DELLE MACCHINE TERMICHE E IL SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA di Ezio Fornero IL RENDIMENTO DELLE MACCHINE TERMICHE E IL SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA di Ezio Fornero Contenuti: - Concetto di macchina termica - Significato di rendimento di una macchina termica - Il Postulato

Dettagli

La destinazione dell uomo

La destinazione dell uomo Lettura 2 Johann Gottlieb Fichte La destinazione dell uomo Johann Gottlieb Fichte, Lezioni sulla missione del dotto, a cura di G.P. Marotta, Bergamo, Minerva Italica, 1969, pp. 47-53, 56-57, 59-60 Nel

Dettagli

AUTO-IPNOSI. Siamo quello che siamo e dove siamo perché prima lo abbiamo immaginato. (Donald Curtis) AUTO-IPNOSI

AUTO-IPNOSI. Siamo quello che siamo e dove siamo perché prima lo abbiamo immaginato. (Donald Curtis) AUTO-IPNOSI AUTO-IPNOSI Siamo quello che siamo e dove siamo perché prima lo abbiamo immaginato. (Donald Curtis) AUTO-IPNOSI E una tecnica terapeutica molto efficace, può essere applicata per risolvere alcuni disturbi

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO Inaugurazione mostra Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche Intervengono: Giovanni Chiaramonte fotografo Joel Meyerowitz fotografo Milano 10/11/1999 CMC CENTRO CULTURALE

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

A mio figlio, John Edward Clements

A mio figlio, John Edward Clements A mio figlio, John Edward Clements Titolo originale: The report card Traduzione di Elisa Puricelli Guerra 2004 Andrew Clements 2005 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Bur ragazzi giugno 2014 ISBN

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

OPPOSITORI HEGELISMO. Arthur Schopenhauer (1788-1861) ELVIRA VALLERI 2010-11

OPPOSITORI HEGELISMO. Arthur Schopenhauer (1788-1861) ELVIRA VALLERI 2010-11 OPPOSITORI HEGELISMO Arthur Schopenhauer (1788-1861) 1 Arthur Schopenhauer Danzica, il padre era un banchiere, la madre una scrittrice 1818 pubblica Il mondo come volontà e rappresentazione 1851 pubblica

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

INTRODUZIONE "La mia storia 2015",

INTRODUZIONE La mia storia 2015, INTRODUZIONE Questa raccolta scaturisce dalla selezione finale delle opere che hanno partecipato al Premio letterario "La mia storia 2015", alla sua seconda edizione. Ancora una volta, il tema è stato

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

Il minimo teorico Tutto quello che dovete sapere per fare della (buona) fisica

Il minimo teorico Tutto quello che dovete sapere per fare della (buona) fisica Il minimo teorico Tutto quello che dovete sapere per fare della (buona) fisica Leonard susskind George Hrabovsky Traduzione di Giuseppe Bozzi Leonard Susskind e George Hrabovsky Il minimo teorico Tutto

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE GUIDA PRATICA IN 5 PASSI Sabrina Quattrini www.seichicrei.it Attenzione! Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale.

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA CASA DEL BAMBINO ABBADIA LARIANA PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL PICCOLO PRINCIPE Non si vede bene che col cuore. L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint-

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche?

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? {oziogallery 463} 01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? Da sempre! Fin da piccola ho avuto una grande passione per l arte, mi soffermavo spesso a contemplare

Dettagli

ANALISI PSICOLOGICA DELL INTOLLERANZA E DEL RAZZISMO

ANALISI PSICOLOGICA DELL INTOLLERANZA E DEL RAZZISMO ANALISI PSICOLOGICA DELL INTOLLERANZA E DEL RAZZISMO Mi sono spesso chiesto: come nasce, come si genera il fenomeno del razzismo? Quali sono le cause più profonde dell essere umano che ci fanno pensare

Dettagli

Domande frequenti sull elaborazione del lutto

Domande frequenti sull elaborazione del lutto Domande frequenti sull elaborazione del lutto La situazione in cui ti trovi è straordinaria e probabilmente molto lontano da qualsiasi esperienza tu abbia avuto prima. Quindi, potresti non sapere cosa

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti La perdita di una persona cara è un esperienza emotiva tra le più dolorose per gli esseri umani e diventa ancora

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Chissà se, a Port Lligat, Dalì guarda ancora il mare, ora che il tempo ha nascosto il suo enigma, ora che né Gala né Ana Maria potranno mai più vedere il mare

Dettagli

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech Dopo il Silenzio Di Pietro Grasso Presentazione di regia Di Alessio Pizzech Dopo la significativa esperienza di Per non Morire di mafia, tratto dall omonimo libro, che dopo il fortunato battesimo Spoletino

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

CHI E L UOMO? Queste esigenze che ci costituiscono le chiamiamo sinteticamente con una parola che usa la Bibbia: cuore

CHI E L UOMO? Queste esigenze che ci costituiscono le chiamiamo sinteticamente con una parola che usa la Bibbia: cuore CHI E L UOMO? Prima di affrontare il problema religioso occorre domandarsi: perché il fenomeno religioso è solo umano? Perché l uomo è diverso da ogni altra forma presente nella realtà? Occorre guardare

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Il riverbero materico. Primi appunti di filosofia ecologica come filosofia dell inevitabile

Il riverbero materico. Primi appunti di filosofia ecologica come filosofia dell inevitabile Il riverbero materico. Primi appunti di filosofia ecologica come filosofia dell inevitabile Queste parole non sono parole. O non sono soltanto parole. O non sono inevitabilmente parole. Il lettore le considera

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

MATRIARCATO. La ricerca dei confini entro i quali delimitare lo studio del fenomeno.

MATRIARCATO. La ricerca dei confini entro i quali delimitare lo studio del fenomeno. MATRIARCATO La ricerca dei confini entro i quali delimitare lo studio del fenomeno. Matriarcato: non passa giorno senza che qualcosa venga proposto su questo argomento, sia esso un articolo su una rivista

Dettagli

Avete spirito scientifico?

Avete spirito scientifico? GIOCO n. 1 a Avete spirito scientifico? Fare ricerca richiede anche di sapere e comprendere quali sono gli atteggiamenti verso la conoscenza di chi partecipa all impresa scientifica. Per capire se possiedi

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Dark alice in wonderland

Dark alice in wonderland Dark alice in wonderland Laura D Agostino DARK ALICE IN WONDERLAND racconto Ad Elisa, Ciasky, Ary e al mio Bianconiglio Per aver sempre creduto in me TUTTE LE CANZONI FINISCONO MA E UN BUON MOTIVO PER

Dettagli