Fotografare in viaggio. Fotografare in viaggio A cura di Antonio Politano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fotografare in viaggio. Fotografare in viaggio A cura di Antonio Politano"

Transcript

1 Fotografare in viaggio A cura di Antonio Politano L'AUTORE Antonio Politano, giornalista e fotografo specializzato in reportage di viaggio, collabora con diverse testate tra cui La Repubblica, L'Espresso, National Geographic Italia. Appassionato di geografia e letteratura di viaggio, dopo la laurea in Scienze Politiche ha iniziato a scrivere di Africa e a viaggiare oltre Europa, attratto soprattutto da mete lontane. È vissuto tre anni in Africa occidentale (lavorando per le Nazioni Unite), ma preferendo la libertà del freelance alla carriera di funzionario internazionale ha ripreso a scrivere e fotografare, viaggiando in tutti i continenti. Ha esposto a Roma, Milano, Brescia, Genova e Tokyo, pubblicato un libro fotografico sui luoghi di Van Gogh, Gauguin e Monet, curato un'agenda dedicata al viaggio e realizzato alcuni documentari tv. Dirige Sguardi, rivista online di fotografia e viaggio. 1

2 SOMMARIO:» Premessa» Preparare il viaggio» L'attrezzatura» La luce» Narrare per immagini» Entrare in contatto» La composizione dell'immagine» Sette situazioni tipo» Piccola antologia 2

3 Premessa Ogni viaggio è, nella sua essenza, un movimento da un punto a un altro. Geografico, di norma, ma anche interiore. Esistono modi di viaggiare innumerevoli, quanti i piedi che li portano in giro e gli occhi che osservano il mondo. Viaggiare è accostamento, ricerca, scoperta, approdo (più tappe che meta), vacanza, ozio, avventura. Fotografia, vuole l'etimologia, è "disegnare con la luce". Un modo di riorganizzare e fermare - in un fotogramma - l'esperienza di un momento, una porzione del mondo che ci circonda, attraverso una combinazione di tempi e diaframmi, volumi e atmosfere. Documento, simbolo, immagine che si ferma nella memoria. Parte da un desiderio di conoscenza, diventa sforzo di interpretazione, possibilità di raccogliere sensazioni e riportare a casa un racconto per immagini di attimi di vita (l'istante decisivo caro a Henri Cartier-Bresson), dei ricordi forti di circostanze vissute da trasmettere eventualmente ad altri. È un mezzo di espressione e comunicazione di forza enorme, un linguaggio universale che supera barriere di lingua e cultura. Polinesia, Tahiti: il tramonto ha l'oro in bocca Per alcuni (Ferdinando Scianna, che esprime il punto di vista del fotografo) la condizione di chi viaggia è quasi equivalente alla condizione di chi fotografa perché appena si esce da casa si sta viaggiando; per altri (Eric Newby, punto di vista dello scrittore-viaggiatore) la fotografia e il viaggio possono essere nemici perché la prima toglierebbe il piacere del secondo che diventerebbe un pretesto per collezionare immagini. Quando accade, quando l'ossessione di riportare a casa il souvenir fotografico prevale, l'uno e l'altra perdono. Invece la fotografia e il viaggio possono coesistere, essere due forme di ricerca (ed espressione di sé) che corrono in parallelo, sebbene l'atto di fotografare dovrebbe seguire l esperienza non precederla. Il viaggio regala intensità, esposizioni all'insolito che possono aiutare l'occhio fotografico a esprimersi. 3

4 Iraq, Baghdad: ingresso al cortile della moschea Mongolia, Karakorin, ingresso del monastero buddhista dell'antica capitale dell'impero fondato da Gengis Khan Per chi viaggia lo scenario, in questi anni, è cambiato. C'è stato l'11 settembre, l'acuirsi di molti conflitti, l'avanzamento della società globale, l'incremento delle mescolanze e contaminazioni tra culture, l'esplosione di Internet, il consolidamento del viaggio come valore e comportamento diffuso. Il mondo è vasto e multiforme, da scoprire di persona altro che web o tv. Appena fuori casa o lontano, dietro l'angolo o altrove. Quanto più possibile leggeri, lenti, indipendenti. Consapevoli di esportare modelli, produrre impatto. Rispettosi dell'ambiente, naturale e culturale, di cui si entra temporaneamente a far parte. Responsabili, permeabili. Aperti all'incontro, all'ascolto, alla sorpresa. Turisti-viaggiatori consci di essere visitatori occasionali, di passaggio, con valigie o zaini, alla ricerca di esperienze, orizzonti di bellezza, panorami di senso. Questo piccolo manuale è un insieme di considerazioni sul fotografare in viaggio, note e suggerimenti sparsi, qualche consiglio e proposta di riflessione frutto di esperienza sul campo, ma non di regole. Le regole esistono e non esistono, e in ogni caso vanno prese con beneficio d'inventario, registrate, frullate e poi seguite o meno, parzialmente o per intero, a seconda della propria sensibilità. Il dibattito è ampio, le scuole di pensiero diverse, legittimamente. Dalla 4

5 fotografia che dà la «sensazione di poter avere in testa il mondo intero, come antologia di immagini» (Susan Sontag) al «porsi davanti al fotografare come problema» (Arturo Carlo Quintavalle) per superare l'iconografia tradizionale, i paesaggi pittoreschi, i virtuosismi tecnici a favore della normalità, della verità. Ogni scelta è rispettabile. Ogni posizione è lecita, l'importante è che funzioni espressivamente. A ciascuno il suo modo di fotografare (e viaggiare). Antartide, Penisola Antartica: incontro ravvicinato con pinguini Francia, Provenza: campo di lavanda con turiste 5

6 Preparare il viaggio Prima di partire è ovviamente importante documentarsi, cercare informazioni (attraverso il web, le riviste, i libri, sia guide che saggi ma anche romanzi). Bisogna però, allo stesso tempo, non sovraccaricarsi di informazioni e, soprattutto, di immagini, per mantenere uno sguardo almeno parzialmente vergine. Non ingolfare l'immaginario per salvaguardare il piacere della scoperta, per non doversi limitare a ri-conoscere il già visto, l'originale della riproduzione che ha spinto a partire. Ma non si deve, certo, mancare l'essenziale. Perciò il suggerimento è leggere e guardare con anticipo, e poi tentare per quanto si può di dimenticare e disimparare («costruirsi dei pregiudizi e poi essere disposti a cancellarli», dice Roberto Koch), distillando e facendo salva la sostanza. Rimescolare le carte, aspettando magari l'imprevisto cha dà sapore e apre prospettive. Cina, la strada per Guilin Etiopia, Amhara: a piedi lungo la strada per il lago Tana È utile, comunque, sfogliare libri fotografici sull'oggetto del viaggio, come - più in generale, per affinare lo sguardo - approfondire la conoscenza dei maestri (da Ansel Adams a Henri Cartier- Bresson fino a James Nachtwey e Sebastiao Salgado). Così come si può ricorrere al metodo delle cartoline: dare cioè un'occhiata, magari dopo un primo sopralluogo personale, a come altri hanno 6

7 rappresentato le principali attrazioni del posto nella forma sintetica della cartolina. O, ancora, attivare il metodo del torpedone, i bus-sightseeing che portano in giro nei punti di richiamo di un luogo, per fare in leggerezza un inventario delle cose da vedere/fare prima di esplorarlo per conto proprio. A proposito di cartoline, qualche volta ci si può prendere la libertà di fermare lo spettacolo offerto dalla natura magari combinato con la mano dell'uomo, come il tramonto contemplato da una finestra di albergo sul lungomare di un'anonima città del Borneo malese o il cielo spazzato dal mistral su un campo di girasoli vangoghiano in Provenza. Ogni tanto farle pure, le cartoline, senza farsi prendere da snobismo eccessivo; poi, quanto prima, andare oltre. Malaysia, Borneo Sarawak: tramonto-cartolina Francia, Provenza: dopo il passaggio del mistral 7

8 L'attrezzatura Una buona attrezzatura può permettere di dare maggiore espressione al proprio occhio fotografico. Prima di partire è necessario conoscerne a fondo i sofisticati sistemi di funzionamento e, esercitandosi, le potenzialità di prestazione, oltre che naturalmente controllarne lo stato di manutenzione. «Bisogna viaggiar leggeri», diceva Ludwig Wittgenstein, precetto sempre valido. Ma le esigenze di chi fotografa in viaggio sono complesse; di seguito sono indicati alcuni potenziali elementi di una lista di cose da portare, da personalizzare secondo il proprio punto di vista. - fotocamera reflex (un corpo macchina o - se possibile e meglio - due, per avere pronte diverse focali montate e far fronte a eventuali guasti improvvisi); - fotocamera tascabile compatta con zoom e flash incorporati (per situazioni in cui occorre essere leggeri e discreti); - obiettivi (dalla focale differenziata per permettere di variare l'angolo e le tecniche di ripresa); - flash (per foto notturne, interni, riempimento di zone d'ombra in esterno); - provvista di schede di memoria per immagazzinare le immagini e batterie per flash (con caricabatterie per i corpi macchina); - cavalletto treppiede (robusto e leggero) e/o monopiede; - filtri per obiettivi (indispensabile lo skylight per proteggere la lente frontale, utile il polarizzatore per conferire maggiore saturazione ed eliminare i riflessi indesiderati); - pannelli riflettenti (per far rimbalzare la luce su una porzione non illuminata del soggetto o di una parte della scena ritratta); - borsa o zaino e marsupio, impermeabili, con possibilità di variare gli spazi interni, da trasporto (per le tappe di trasferimento) e da lavoro (i momenti in cui si fotografa, da preferire borse a tracolla ad apertura superiore per velocità); - sacchetti (in plastica) per proteggere il materiale vario da acqua e polvere; panni e liquidi per pulire l'apparecchiatura; sali di silicio per assorbire l'umidità; - disco rigido esterno o, se si può, computer dove scaricare e visionare le immagini; lettore di schede per caricare le foto con maggiore velocità e trasferire le immagini al computer attraverso il cavetto che trasporta il segnale digitale. 8

9 - abbigliamento da viaggio a cipolla/carciofo, a strati; gilet o giubbotto multitasche per ospitare lenti e accessori, ma attenzione a non apparire troppo fotografi per maggiore discrezione e rispetto. Australia, Alice Springs: cartello nella vetrina di un negozio: usa macchine fotografiche, non Molta attrezzatura significa grande possibilità di scelta, ma poca mobilità. Anche tra i fotografi più celebrati (da James Nachtwey della VII a David Allan Harvey e Jodi Cobb del National Geographic) c'è chi preferisce un approccio minimalista - pochi obiettivi, nessuna borsa ingombrante - per entrare di più nel cuore dell'azione, in contatto con il soggetto, risultare meno invasivi. A costo di perdere qualche foto perché non si ha lo strumento giusto, invece di perderne molte perché si è stanchi di trascinarsi dietro troppa attrezzatura. Anche qui non ci sono regole, ciascuno determina le proprie. Non è facile trovare l'equilibrio giusto. armi Un corredo di base potrebbe essere composto, oltre che da due corpi macchina e un flash più treppiede, da un grandangolo spinto, una focale media e un tele lungo. Focali fisse assicurano leggerezza e luminosità; gli zoom (per esempio 17 o mm, o mm, mm), versatilità e velocità, grande libertà di inquadratura e composizione, possibilità di scegliere la lunghezza focale più adatta, per variare la prospettiva senza dover cambiare obiettivo. La distanza dal soggetto principale della foto dipende da chi fotografa. È sempre valida l'affermazione leggendaria, attribuita a Robert Capa, secondo la quale se le foto non sono abbastanza buone è perché non si è abbastanza vicini. Conta la lunghezza focale degli obiettivi, d'accordo, ma soprattutto le proprie gambe («la distanza con le gambe conquista», diceva la poetessa russa Marina Cvetaeva), lo spirito di intraprendenza nell'infilarsi in situazioni potenzialmente interessanti, la possibilità e capacità di non risultare inopportuni. Argentina, Tierra del fuego: in battello verso Capo Horn Per dare un diverso senso dello spazio e se si vuole stare vicini al soggetto - quando non si può o 9

10 riesce ad avvicinarsi, e perciò a usare l'angolo di campo ampio, espanso, permesso dal grandangolare - si può ricorrere al teleobiettivo che assicura una maggiore discrezione e sceglie, ritaglia, delimita la porzione di campo visivo, valorizzandola e mettendone in risalto i particolari, con una conseguente - inevitabile ma a volte stimolante - compressione dei piani all'interno dell'inquadratura. Da non dimenticare l'eterno 50 mm, utile soluzione per molte occasioni, luminoso, leggero, che assicura una prospettiva naturale senza distorsioni (tranne se da molto vicino) e un medio tele (85 mm, per esempio) ideale per i ritratti. Giappone, Tokyo: il mercato del tonno Il grandangolare è ineguagliabile per portare dentro il cuore di ciò che accade, spettacolarizza le linee, coglie il respiro del paesaggio. Quando si usano grandangolari spinti, attenzione alle distorsioni prospettiche che a volte possono risultare eccessive, non tanto allo sguardo attraverso il mirino ma quando si osserva l'immagine realizzata. L'effetto linee cadenti (linee verticali convergenti verso l'alto) può essere a volte ricercato e accettabile a fini creativi, a volte è subito troppo; si può ridimensionare arretrando fino a recuperare una prospettiva più equilibrata, oppure optando per un piccolo tele o, ancora, ricorrendo a (costosi) obiettivi decentrabili che muovono solo i gruppi focali non la macchina. 10

11 La luce La luce è lo strumento espressivo più potente per chi fotografa. Di cui andare, sempre, alla ricerca. Da catturare, nei momenti migliori della giornata (primo mattino, tardo pomeriggio-sera). Da interpretare, quando (con pioggia, nuvole, nebbia, ecc.) non sembra ideale. Attraverso un'esposizione corretta, dettagliata, vicina a quel che vede l'occhio. Arcobaleno davanti al mare di Ventotene Il messaggio è: sfruttare il più possibile la luce naturale (ambiente). Alzarsi presto, tornare tardi. Sforzarsi di essere in giro fin dall'alba e oltre il tramonto. Quando l'atmosfera assorbe la luce bluastra e lascia passare quella rossastra dei raggi obliqui del sole, i colori sono più saturi, le ombre più morbide. Combinare luce naturale e luci artificiali, come nella luce a cavallo tra notte e giorno. Al crepuscolo, dopo che il sole è tramontato, fino alle prime ombre della sera; e all'alba, prima che sorga il sole e immediatamente dopo. È un momento in cui la luce solare e quella artificiale - lampioni, insegne, fari - si equivalgono. Dura pochi minuti, bisogna essere pronti a coglierlo. Usando il treppiede e ricorrendo per sicurezza (come in altre condizioni di luce difficile) al bracketing, l'esposizione a forchetta, scattando in sequenza più fotogrammi della stessa inquadratura con variazioni progressivamente più chiare o più scure, rispetto a quella centrale raccomandata dall'esposimetro, per assicurarsi almeno uno scatto buono. 11

12 Madagascar, strada sull'altopiano centrale Si può lavorare solo con luce ambiente e si può aggiungere una seconda esposizione complementare alla luce ambiente, quella del flash. E dunque usare il lampeggiatore non solo in interni e scarse o nulle condizioni di luce, ma anche di giorno in esterni per aiutare a riempire (fill-in), illuminare le ombre, aggiungere luce senza cambiare l'atmosfera, far risaltare dettagli, render brillanti i colori e nei controluce (tranne se non si cerca proprio un effetto silhouette) per attenuare i contrasti esasperati tra sfondo luminoso e soggetto scuro e avere un'esposizione corretta in entrambe le zone, senza che la luce del flash prevalga su quella ambiente. L'obiettivo è far notare il meno possibile la luce del flash (riducendone l'intensità e compensando l'esposizione), restituire un'illuminazione quasi naturale. Isola di Pasqua, prima del rito per l'annuale Tapati (settimana) dedicata alla cultura Rapa Nui, gli abitanti originari (di origine polinesiana) dell'isola Si può usare il flash in esterni - montato sulla macchina o meglio separato (grazie a un cavetto di collegamento) perché per l'angolo diverso disegna con più forza il soggetto - anche per congelare il movimento del soggetto, mentre la luce ambiente determina un effetto mosso sul resto della composizione. Se si scatta a mano libera, non esagerare comunque con i tempi di posa. 12

13 Narrare per immagini Cercare di raccontare. Fotografare sempre per raccontare qualcosa. In viaggio, pezzi di esistenza, brani di paesaggio, storie. Trovando un tema e un taglio preferenziali, individuando una chiave, un filo rosso, dei simboli. Dare la propria interpretazione visiva vale sia per il professionista sia per l'appassionato fotoamatore. Non collezionando soltanto belle foto, ma costruendo un racconto attorno alle specificità - per sé e/o in generale - dei luoghi attraversati e delle culture accostate. Indagando quello che alcuni definiscono lo spirito del luogo, facendo molta attenzione alle trappole dell'esotismo e del pittoresco (all'origine del pittoresco, diceva Jean-Paul Sartre, c'è il rifiuto di comprendere gli altri). Andando in ricognizione, facendo dei sopralluoghi per scegliere i momenti ideali per scattare, studiando la presenza della gente, le condizioni di luce su facciate e monumenti, il comportamento degli animali in boschi o savane. Ritraendo, infine, non quello che c'è da vedere, ma quello che è. Myanmar, lungo il fiume Irrawaddy: il controllo delle giare prima dell invio al mercato Immaginare l'immagine. Molti fotografi parlano di pre-visualizzazione dell'immagine. C'è chi disegna, chi progetta, chi aspetta o cerca di determinare la giusta combinazione di elementi corrispondente a ciò che ha in mente. C'è chi afferma di costruire l'immagine al momento, liberando la propria intuizione. Il fotografo, diceva Robert Doisneau (che eppure sembra abbia costruito il suo famoso bacio davanti a un café parigino), deve essere stupido mentre fotografa, nel senso di essere disponibile verso ciò che gli accade intorno. Ma, sottolinea Ferdinando Scianna, in base ai ragionamenti fatti e alle esperienze avute si finisce per trovare quello che più o meno inconsciamente si stava già cercando, poi «nel fotografare il meccanismo di scelta è formale: la luce, la struttura compositiva, la geometria, i volumi sono la scintilla determinante che fa scattare la molla». 13

14 Indonesia, Sulawesi: ceste di farina di manioca, riso e uova all'interno di una casa Toraja Verità e parzialità. Secondo alcuni la fotografia è soprattutto evocazione, pone domande più che dare risposte; altri - pur consapevoli che l'azione di chi fotografa, come quella di ogni osservatore, è inevitabilmente parziale perché ripropone frammenti di realtà che partono da uno sguardo soggettivo - pensano che possa essere una descrizione, aperta, della realtà. Chi viaggia è un visitatore occasionale, che può però essere dotato di attenzione, rispetto e capacità di empatia, di entrare in relazione, di provare meraviglia, stupore. L'obiettivo è cercare di raccontare la (propria) verità delle situazioni che si vivono, delle attività quotidiane della gente incrociata, delle caratteristiche del territorio attraversato, tenendosi lontani da ciò che l'immaginario, ammalato di nostalgia, proietta sul soggetto e vuole ritrovare. Vicino e lontano, senza pensare che immagini realizzate in un qualche altrove siano migliori perché più preziose e rare. Dietro l'angolo, si può realizzare un racconto degnissimo, basta trovare un buon soggetto e il proprio modo di interpretarlo. Ghiaccio puro: l Antartide è il più freddo, il più elevato, il più secco, il più ventoso, il più desertico, il più remoto, il meno abitato ed esplorato continente della Terra; non appartiene a nessuno, ma all intera comunità internazionale Roland Barthes diceva: prima si fotografa il notevole, poi si cerca di rendere notevole ciò che si fotografa. Parole che ricordano un'altra affermazione illuminante, questa volta di Pablo Picasso: 14

15 «Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole». Essere se stessi, coltivare l'intuizione e il talento con l'applicazione e lo studio, far emergere il proprio sguardo, costruirsi una linea interpretativa, uno stile espressivo, senza eccedere con gli esercizi tecnico-estetici che assorbono e distruggono il soggetto, senza che lo stile interferisca sui contenuti. L'immagine deve avere capacità di informazione e valore estetico ed essere legata da un filo conduttore visivo ad altre immagini. Anche quando si affrontano temi già molto indagati, eventuali stereotipi e icone. Ciò che conta è la capacità di evocazione e documentazione delle immagini, la forza, grazia ed equilibrio al loro interno, l'impatto visivo e la varietà e completezza di situazioni e soggetti, di cromatismi e tagli, di visioni d'insieme e particolari dell'ambiente ritratto e delle sue specificità. Niger, Ténéré: ombelico di sabbia 15

16 Entrare in contatto Uno dei maggiori problemi, in viaggio, e per il fotografo - doppio, perciò, per chi viaggia e fotografa - è quello dell invasività di chi entra a far parte di un ambiente altro. Fatto inevitabile, questione irrisolvibile fino in fondo, da affrontare volta per volta. Se, da una parte, bisogna non essere aggressivi ma umili di fronte al soggetto, senza avere però troppo timidezze, dall altra è importante mostrare più rispetto possibile, cercare di stabilire un contatto minimo (Francesco Cito racconta che, arrivando in Palestina, rinunciò a uno scatto importante che gli si offriva davanti agli occhi, perché prima sentiva di dover cominciare a creare una relazione di fiducia con i suoi interlocutori locali). Farsi addirittura scordare (quando si ha tempo), diventare in qualche misura invisibile. Malaysia, Borneo Sarawak: nel Sepilok Orang-Utan Rehabilitation Centre alcune decine di orang-utan vivono allo stato semi-selvatico e vengono progressivamente reintrodotti nel loro habitat naturale Inghilterra, turisti a Stonehenge Il problema - appunto - è il tempo a disposizione, quello che abbiamo nei nostri spostamenti (che scegliamo e ci diamo, facendo i conti con impegni professionali e privati) è in genere limitato. Tranne scelte radicali, siamo tutti turisti e viaggiatori allo stesso tempo, non illudiamoci e tiriamoci fuori. Ma troppo spesso si vedono legioni di turisti-viaggiatori che, appena arrivati sul bordo del Grand Canyon o nel cuore di una festa induista, si ingegnano a trovare freneticamente l angolazione migliore, anziché vivere il momento. È naturale, per chi ama fotografare, farsi tentare dagli aspetti più emozionanti e spettacolari di ciò che progressivamente si vede e scopre viaggiando. Non bisogna però viaggiare costantemente con un mirino al posto degli occhi, «fermarsi, fare una fotografia e proseguire» come scriveva Susan Sontag. Un ragionevole suggerimento è quello di sforzarsi di guardare innanzitutto con gli occhi, percependo e riempiendosi - prima - dell emozione che si sta vivendo e - solo dopo - iniziare a scattare, studiando soggetti, angolo di ripresa, luce e così via. Se si limita la tendenza a immortalare per portare a casa lo scalpo di un luogo, fotografare in viaggio, oltre che permettere immagazzinare ricordi dei posti visti e delle situazioni vissute, diventa un occasione di espressione, creativa, del proprio sguardo, che - citando due grandi scrittori francesi ( «Il solo vero viaggio, la sola immersione nella giovinezza, si farebbe non con l'andare verso nuovi paesaggi, ma con l'avere occhi diversi», Marcel Proust; «L'importanza sia nel tuo sguardo non nella cosa guardata», André Gide) - rimane in fin dei conti la cosa più importante. Anche in un viaggio. 16

17 Fiji, Laguna Blu: foto ricordo Malaysia, Borneo, Sarawak: cartello all entrata di un parco non fare altro che foto, non lasciare altro che impronte Consapevoli del nostro possibile impatto, si deve aumentare il rispetto davanti ai soggetti potenziali, mostrare attenzione, discrezione. A volte basta un sorriso, un gesto gentile, amichevole, magari scherzare, mostrare la propria buona fede, alzare leggermente la macchina per chiedere il permesso di fotografare rapidamente; altre volte, se si vede che non provano fastidio, scattare discretamente e poi se è il caso sviluppare un rapporto. India, Benares: divieto di fotografare in riva al Gange dove avvengono le cremazioni Le persone che diventano potenziali soggetti delle immagini - nella propria città come ai confini del mondo - possono essere indifferenti e amichevoli o infastiditi se non ostili e aggressivi. Se si 17

18 capisce che si crea disagio, ritirarsi in buon ordine, non offendere la sensibilità altrui. Le sensibilità sono diverse, in particolare davanti a una macchina fotografica. Alcuni, soprattutto nel sud del mondo, non desiderano legittimamente vedere obiettivi puntati su di loro (pare che il capo indiano Cavallo Pazzo, per esempio, a differenza di Toro Seduto e Geronimo, rifiutò sempre di essere fotografato per non far catturare mai il proprio spirito). Altri chiedono soldi: voi prendete una cosa a noi - l anima, un immagine - lasciateci qualcosa in cambio. Il concetto di privacy muta a seconda dei contesti, delle culture, e sfiora la questione della liberatoria del soggetto ("Il sottoscritto autorizza la stampa e la pubblicazione della fotografia scattata da in qualsiasi forma, tempo e luogo") che a volte, specialmente per i ritratti, sarebbe forse utile far firmare. 18

19 La composizione dell'immagine Le sofisticate fotocamere di oggi permettono di concentrarsi sugli elementi del quadro. E dunque, attraverso il mirino, sulla composizione. Di luci e toni, forme, volumi, piani, che creano equilibrio e contrasto, punti di attenzione e dissonanza, che restituiscono verità e suggestione. Lavorare sull inquadratura, variando lunghezza focale, distanza, angolo di scatto; se il risultato non è immediatamente convincente, continuare a fotografare man mano che la situazione si sviluppa. Cile, incontro con due gauchos in una delle estancias sconfinate della Patagonia, quasi dei mini-stati, regno di pecore e guanachi, vittime ogni tanto del passaggio di un puma Libia, Murzuq: seduta finale con l'indovino, che legge il futuro nella sabbia facendo rotolare datteri e disegnando scenari con il palmo della mano La posizione di ripresa è fondamentale. Sceglierne una e poi osservare il soggetto da più punti di vista, sperimentare angolazioni inusuali, girargli attorno per cercare il punto più adatto a interpretare la scena, arrampicarsi per una prospettiva dall alto, chinarsi o sdraiarsi a terra per una ripresa dal basso. A volte lo scatto buono è il primo, che corrisponde all intuizione iniziale; a volte è l ultimo, che arriva dopo molte prove. Gli scatti non sono mai abbastanza, inoltre il digitale, con le dovute scorte di schede di memoria, consente di fotografare quanto si vuole, senza preoccupazioni di sprecare pellicola e c è la possibilità di verificare immediatamente ciò che si è fatto e decidere eventualmente di scattare ancora. Bretagna, Le Pouldu: sul tavolino della camera da letto di Gauguin una scatola di acquerelli, una rivista di geografia e un quaderno di schizzi annunciano il grande salto nei Mari del Sud 19

20 Quando si presenta l occasione, cercare di ritrarre soggetti disposti su più piani in profondità. Porre elementi forti in primo piano, altri a media distanza (secondo piano) e/o sullo sfondo (ultimo piano), cercando di creare linee di fuga e diversi livelli di informazioni e lettura. Introdurre elementi che si prestano a fare da linee guida per indirizzare l occhio di chi guarda, una strada, delle tracce, delle ombre, trame, profili, oggetti che possono anche far da cornice al soggetto principale. Tenere a mente l importanza dei particolari, per conferire sapore alle immagini e articolare il racconto. Spagna, Siviglia: altare della Cattedrale, particolare Spagna, Siviglia: Biblioteca Colombina, il testo del Milione di Marco Polo con le annotazioni di Cristoforo Colombo che, studiandolo, rafforzò la convinzione di poter arrivare alle Indie navigando verso occidente Esistono poi delle regole codificate, come la cosiddetta regola dei terzi. Anche qui se seguirle o no dipende da ciascuno. Servono da specchio, per confrontarle con le proprie idee che possono anche aiutare a venir fuori. È bene conoscerle e poi usarle se sono coerenti con il proprio stile. Quella dei terzi (mutuata dalla pittura) mira a evitare di realizzare immagini statiche, con il soggetto principale o la linea dell orizzonte al centro dell inquadratura. Si suddivide in tre parti uguali lo schermo, sia in orizzontale sia in verticale, e si piazza il soggetto principale in corrispondenza di uno dei punti in cui si incontrano le linee della griglia immaginaria creta dalle linee divisorie orizzontali e verticali. È del tutto legittima anche una composizione di grande simmetria formale, comunque bilanciata, con forti elementi di richiamo. Si possono sperimentare diverse possibilità e combinazioni di effetti, per cercare la propria impronta, variando immagini di forte simmetria e immagini in cui la posizione del soggetto principale è decentrata. L importante, quando si compone nel mirino, è bloccare la messa a fuoco e l esposizione sul soggetto principale e assicurare una buona profondità di campo, se le condizioni lo permettono e sempre se si sceglie di far risultare nitidi i vari soggetti inseriti nella composizione. In fondo, come dicono al National Geographic, quel che conta è essere sul posto e F8. 20

21 Iraq, la Torre di Samarra, la Malwiyya (Spirale), minareto elicoidale della grande Moschea del califfo Al Mutawakkil, spesso erroneamente identificata con la leggendaria torre di Babele. Al tempo dello scatto, qualche anno dopo la prima Guerra del Golfo, la città appariva soprattutto una meta di pellegrini. Poi, roccaforte sunnita, è diventata terra di scontro continuo, imboscate, battaglie. Guardando la foto, viene da chiedersi: che ne è stato o ne è, nel tragico scompiglio dell'iraq, dei tre giovani iracheni sulla destra dell'immagine? Iran, Shiraz: moschea cortile interno 21

22 Sette situazioni tipo PAESAGGIO E NATURA La cosa più abbondante sulla terra è il paesaggio. La sua contemplazione è uno dei piaceri per chi viaggia e anche per chi fotografa. L'occhio fotografico prova a restituirne il respiro, la forza. A volte la macchina fotografica consente di individuare (in natura) una composizione di linee, volumi, luci, colori. L'occhio sente la bellezza della natura. L'obiettivo ritaglia GENTE VITA QUOTIDIANA Un viaggio è fatto di incontri. Nella fotografia di reportage, di viaggio, il fattore umano è fondamentale. Dà anima e calore, verità se è possibile, un'idea delle dimensioni del contesto sia in esterni sia in interni. Scene di vita quotidiana, gente comune, volti, storie. Incroci, transiti in realtà familiari o inconsuete EVENTI E RITI Gli eventi (feste, celebrazioni, incontri) sono occasioni di intensità anche da un punto di vista fotografico. Da inserire, se si riesce, nei propri viaggi per accostare espressioni forti delle culture locali. L'importante è cercare di essere dentro l'azione, il più possibile vicino, e di non stridere nel contesto, dando prova del maggiore rispetto possibile MONUMENTI E ARCHITETTURE Viaggiando, una delle cose che più attraggono lo sguardo sono le costruzioni dell'uomo. Case, palazzi, villaggi, città, moschee, chiese, sculture. Monumenti, architetture, spesso celebri must, da non mancare. Fotografateli pure, le icone sono importanti. Poi sperimentate, cercate di andare oltre il già visto facendo qualcosa di personale 22

23 PRIMA E ULTIMA LUCE Nei dintorni dell'alba e del tramonto la luce è veramente speciale. Non bisognerebbe farsela sfuggire. La vita che riprende, i luoghi quasi deserti, le ombre lunghe, i colori saturi, la sospensione del crepuscolo, la combinazione di luci artificiali e naturali. Sfruttare le ombre, i chiarori, gli improvvisi schiaffi di luce ACQUE Che sia il soggetto stesso dell'immagine o il suo contesto forte, l'acqua permette di realizzare immagini di impatto, variando sia i piani ampli sia isolando dettagli tra riflessi e trasparenze IN MOVIMENTO Cercare di trasmettere il senso fluido del movimento può aggiungere una dimensione ulteriore al proprio sguardo. Si può provare a restituire il dinamismo di una situazione in vari modi. Attraverso il congelamento dell'azione, l'effetto mosso più flash, il mosso da tempo lento, il panning, la zoomata durante lo scatto SETTE SITUAZIONI TIPO:» Paesaggio e natura» Gente vita quotidiana» Monumenti e architetture» Eventi e riti» Prima e ultima luce» Acque» In movimento 23

24 Paesaggio e natura Take a walk on the wild side. «L'occhio che si dice finestra dell'anima, è la principale via donde il comune senso può più copiosa e magnificamente considerare le infinite opere di natura» scriveva Leonardo da Vinci in "Pittura e poesia". A volte la macchina fotografica consente di individuare (in natura) una composizione di linee, volumi, luci, colori, che diventa significativa, a se stante, quasi astratta, non partecipe dell'uomo («La natura è un posto che allude a un'assenza di noi», ha scritto Erri De Luca). Kiribati, Christmas Island: una coppia di sterne bianche nel santuario naturale dell atollo, tra i più grandi del mondo, che ospita milioni di uccelli marinie Foto di natura pura, senza presenza o intervento umani. Cieli, montagne, laghi, deserti, giungle, iceberg, uccelli, gorilla, delfini, cigni. Ma anche mondi in pericolo a causa di test nucleari, effetto serra, surriscaldamento del pianeta, bracconaggio. Il teleobiettivo ha permesso di catturare il volo di una coppia di sterne bianche nel santuario naturale di Christmas Island, atollo da dépliant che tra il 1956 e il 1962 è stato lo scenario di 32 devastanti esperimenti nucleari atmosferici e sotterranei; e l'espressione di una femmina di gorilla di montagna, una delle specie maggiormente a rischio di estinzione al mondo, che vive sotto la minaccia dei bracconieri e la pressione dei profughi delle guerre civili, nel Parco nazionale dei Vulcani, nel nord del Ruanda. 24

25 Ruanda, Parco nazionale dei Vulcani: una femmina di Gorilla di montagna, una delle specie maggiormente minacciate al mondo, osserva i visitatori che dopo ore di marcia attraverso la foresta pluviale hanno raggiunto il suo gruppo familiare Ghiaccio puro: l Antartide è il più freddo, il più elevato, il più secco, il più ventoso, il più desertico, il più remoto, il meno abitato ed esplorato continente della Terra; non appartiene a nessuno, ma all intera comunità internazionale «L'occhio sente la bellezza della natura» (Giacomo Leopardi). L'obiettivo ritaglia. La punta di un iceberg incorniciata da un'altra montagna di ghiaccio al largo della Penisola Antartica. Un delfino che nuota davanti alla prua di una barca appena sotto la superficie dell'acqua al largo dell'isola di Cozumel, di fronte alla costa dello Yucatán. Milioni di pipistrelli che puntualmente, due volte al giorno, lasciano alla ricerca di cibo le grotte del Gunung Mulu, il più esteso sistema sotterraneo del mondo, nel Borneo Sarawak. L'ombelico di sabbia nel deserto dei deserti, il Ténéré, in Niger. I fiordi avvolti in nuvole e nebbia delle Isole Faroer. Malaysia, Borneo Sarawak: puntualmente, due volte al giorno, milioni di pipistrelli lasciano le grotte del Gunung Mulu National Park alla ricerca di cibo; la Deer Cave e la Lang s Cave formano il più esteso sistema sotterraneo del mondo Niger, Ténéré: ombelico di sabbia Dall'alto, l'occhio compone e mostra cose, di norma, non viste. La teoria di piani e rilievi della catena delle Ande osservata da un aereo in volo su Cile e Argentina meridionali. La tavolozza tinta dalla foce di un fiume ai margini meridionali del Circolo Polare Artico canadese. Il sublime cromatismo della Laguna Blu dell'isola di Rangiroa. 25

26 Canada, Nord del Québec: in viaggio su un idrovolante, a vista (senza radar) e a bassa quota, volando su un universo di foreste e tundra intersecato da migliaia di fiumi, laghi e lingue di mare, fino ai margini meridionali del Circolo polare artico Isole Tuamotu, la Laguna blu dell atollo di Rangiroa Dall'elicottero, il monolite rosso di Uluru Ayer's Rock si staglia sul nulla attorno, con le macchine dei turisti ordinatamente disposte per godersi lo show del tramonto sulla grande roccia. Prima dell'alba, invece, la scelta è di raccontare la montagna-totem come silhouette, piazzando il sole che sta per sorgere al suo centro, dietro, e cogliendo nel cielo il luccichio di Venere, in alto sulla sinistra dell'immagine, e il profilo della Croce del Sud, in posizione speculare a destra, mentre nel margine inferiore destro si intravedono i fari dei bus e delle macchine dei turisti che stanno per arrivare per osservare l'alba. Australia, Northern Territory: il sole che sorge dietro Uluru Ayer s Rock lascia ancora intravedere le ultime stelle della notte; la Croce del Sud è bassa, sul lato del monolite vicino alla strada che inizia a essere rischiarata dalle luci delle auto e dei bus di turisti che vengono per lo spettacolo dell alba, Venere brilla solitaria sul lato opposto Gli animali esigono, di norma, focali lunghe (e tempi di otturazione brevi per evitare il mosso). Gli amanti del genere si dotano di attrezzature specialistiche molto spinte. Ma anche chi viaggia con un buon corredo di base può catturare qualche scatto significativo, avvicinandosi quanto più possibile e componendo nel contesto. Come nel caso dei fenicotteri e delle anatre nere fotografate nella Riserva naturale di Vendicari, nella Sicilia sud-orientale, dei cigni neri ritratti al largo delle Chatham 26

27 Islands, a sud della Nuova Zelanda, delle renne intraviste tra gli alberi nella tundra del Finnmark norvegese. Sicilia, oasi faunistica di Vendicari: fenicotteri, aironi, cicogne, anatre, in migrazione verso nord o l Africa, sostano in questo territorio salvato vent anni fa da speculazioni edilizie e progetti di industrializzazione, tra dune, pantani e saline Norvegia, Finnmark: renne nei dintorni di Capo Nord «La cosa più abbondante sulla terra è il paesaggio» dice José Saramago. La sua contemplazione è uno dei piaceri per chi viaggia e anche per chi fotografa. Rispetto a soggetti in movimento, il paesaggio si lascia fotografare forse con più facilità, ma è impegnativo perché la fotografia racchiude necessariamente in due dimensioni tutta la sua ampiezza. Isole Marchesi, Fatu Hiva: la Baia delle Vergini di Hananave illuminata dagli schiaffi dell ultima luce del giorno, cangiante per il continuo movimento delle nuvole sulle colonne di basalto che precipitano nell acqua L'occhio fotografico prova a restituirne il respiro, la forza. Come di fronte alla costa della Baia delle Vergini nelle Isole Marchesi, grazie agli schiaffi dell'ultima luce del giorno, cangiante per il continuo movimento delle nuvole, sulle colonne di basalto che precipitano nell'acqua. O al massiccio del Cerro Torre immerso nelle nuvole e nella luce d'oro e rosa del calar del sole nella Patagonia cilena. Sopra il cratere spento del Rano Kau invaso da lagune, nell'isola di Pasqua, o sulla superficie piatta di un lago del Quèbec mentre scende la sera boreale. 27

REFLEX IN MODALITA' MANUALE

REFLEX IN MODALITA' MANUALE REFLEX IN MODALITA' MANUALE Perchè una macchina fotografica si chiama Reflex? Una macchina fotografica reflex sfrutta un meccanismo a specchio riflettente che permette al fotografo di vedere direttamente

Dettagli

WORKSHOP FOTOGRAFICO ROMA

WORKSHOP FOTOGRAFICO ROMA WORKSHOP FOTOGRAFICO ROMA OGNI CITTA HA UN ANIMA 05-06 DICEMBRE 2015 a cura di Loredana Zelinotti Photographer INFORMAZIONI ESSENZIALI: Obiettivo del Workshop: mettere se stessi alla prova con sfide differenti

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT Formazione in area grafica e Motion Graphics Fotografia digitale / Fotoritocco con Adobe Photoshop/ Tecniche per il Video digitale / Video-editing con Adobe Premiere / Creare DVD in casa con Adobe Encore

Dettagli

Antonio Politano. Mongolia, Karakorin, ingresso del monastero buddhista dell antica capitale dell impero fondato da Gengis Khan

Antonio Politano. Mongolia, Karakorin, ingresso del monastero buddhista dell antica capitale dell impero fondato da Gengis Khan Sommario 1 Premessa di Antonio Politano La luce La composizione Sommario 03 08 13 Preparare il viaggio Narrare per immagini Sette situazioni tipo 05 09 15 L attrezzatura Entrare in contatto Piccola antologia

Dettagli

Francesco Zizola, Iraq

Francesco Zizola, Iraq LA LUCE SCRITTURA DI LUCE La luce è la base della fotografia. Il fotografo sa che senza luce non si fotografa, ma sa anche che la luce non è sempre uguale. Può essere poca o tanta, calda o fredda, dura

Dettagli

DI NOTTE. Appunti di fotografia notturna

DI NOTTE. Appunti di fotografia notturna Chi siamo Collabora DI NOTTE Appunti di fotografia notturna La sensibilità Prima di tutto, quale sensibilità impostare sul sensore? Risposta: dipende. Dipende, ovviamente, dal soggetto. Se fotografiamo

Dettagli

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Luigi Bernardi Pavia, 17 maggio 2008 1 Schema lezione 2 1. La luce e il soggetto 2. Automatico, scene, controllo manuale di diaframma

Dettagli

STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE

STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE 1 LIGHT PAINTING dipingere con la luce Il LIGHT PAINTING è una tecnica fotografica che permette di realizzare scatti ricercati e suggestivi attraverso l

Dettagli

raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE

raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE Seconda parte la: PRODUZIONE Nel precedente articolo abbiamo pianificato la panoramica, scegliendo luogo

Dettagli

Benvenuti al corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo.

Benvenuti al corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo. Benvenuti al corso base di fotografia promosso dall Associazione L Istantanea Gruppo Fotografico di Massalengo. Fotografia dal greco fotos grafos: disegnare con la luce, tutto ciò di cui ci occuperemo

Dettagli

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI

IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI IL GEOGRAFO E I SUOI AIUTANTI La geografia studia le caratteristiche dell ambiente in cui viviamo, cioè la Terra. Per fare questo, il geografo deve studiare: com è fatto il territorio (per esempio se ci

Dettagli

Una immagine Vale più Di mille parole. Crowdknitting Store. Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più

Una immagine Vale più Di mille parole. Crowdknitting Store. Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più Una immagine Vale più Di mille parole Crowdknitting Store Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più migliora le tue foto. Aumenta le vendite. Immagini chiare, nitide e fedeli al prodotto aiutano

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei

NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei A cosa serve, secondo te, la fotografia? Per una famiglia che ha passato le vacanze in un luogo, una fotografia può servire

Dettagli

Iconografia dell Alto Adige Guida di stile per fotografie e immagini

Iconografia dell Alto Adige Guida di stile per fotografie e immagini Iconografia dell Alto Adige Guida di stile per fotografie e immagini Sommario Introduzione Fotografia immagine p. 2» Colore e tonalità p. 3» Luce p. 4» Prospettiva e taglio p. 5» Profondità di campo p.

Dettagli

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco

Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Tecnica fotografica: Il bilanciamento del bianco Capita a tutti di ritrovarci con una foto dai colori irreali. Cosa è andato storto? Semplice, ci siamo dimenticati di impostare il corretto bilanciamento

Dettagli

Il ritratto, come fotografare un volto

Il ritratto, come fotografare un volto Il ritratto, come fotografare un volto Amo fotografare le persone, e sono convinto che dietro ogni fotografia di un volto si possa nascondere una storia un infinità di sfumature e di colori che si leggono

Dettagli

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA 2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA www.rifredimmagine.it ESPOSIZIONE : TEMPI E DIAFRAMMI Marco Fantechi Tempi e diaframmi L esposizione è la quantità di luce necessaria a registrare un immagine sulla pellicola

Dettagli

WORKSHOP FOTOGRAFICO VACANZE PER GLI OCCHI nel Parco Nazionale dei M.ti Sibillini (Umbria)

WORKSHOP FOTOGRAFICO VACANZE PER GLI OCCHI nel Parco Nazionale dei M.ti Sibillini (Umbria) WORKSHOP FOTOGRAFICO VACANZE PER GLI OCCHI nel Parco Nazionale dei M.ti Sibillini (Umbria) 4 Giorni 3-6 Luglio 2014 PRESENTAZIONE La "Fiorita" dei Monti Sibillini è considerata a ragione la fioritura più

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200 Rolleiflex T (Type 1)" Capire l esposizione Una breve guida di Massimiliano Marradi mmarradi.it Prima di tutto occorre scegliere il modo in cui valutare l esposizione. Se valutativa, quindi a vista, useremo

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

Orietta Bay - Sestri Levante 2011

Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Fotografare è saper cogliere l essenza delle cose e degli avvenimenti e Scriverli con la luce La macchina fotografica Il cuore originario della

Dettagli

raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE

raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE raffaele de marinis FOTO PANORAMICHE PIANIFICAZIONE, PRODUZIONE, POSTPRODUZIONE E PRESENTAZIONE INTRODUZIONE Una immagine panoramica, per l ampia zona ripresa e per le sue dimensioni, va ben oltre al campo

Dettagli

www.andreatorinesi.it

www.andreatorinesi.it La lunghezza focale Lunghezza focale Si definisce lunghezza focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo (a infinito ) e il piano su cui si forma l'immagine (nel caso del digitale, il sensore).

Dettagli

LA FOTOGRAFIA. Le nozioni fondamentali: Cenni storici, l esposizione, le macchine fotografiche, gli obiettivi. Guido Borghi

LA FOTOGRAFIA. Le nozioni fondamentali: Cenni storici, l esposizione, le macchine fotografiche, gli obiettivi. Guido Borghi LA FOTOGRAFIA 1 Le nozioni fondamentali: Cenni storici, l esposizione, le macchine fotografiche, gli obiettivi. UN PO DI STORIA... La camera oscura viene inventata nell antichità, viene anche utilizzata

Dettagli

Lunghezza ocale. Donato Di Bello

Lunghezza ocale. Donato Di Bello F Lunghezza ocale Donato Di Bello Cinepresa, telecamera, macchina fotografica: tre strumenti tecnologici che utilizziamo per registrare la realtà intorno a noi o per trasformare in immagini la nostra fantasia.

Dettagli

Cos è questo oggetto?

Cos è questo oggetto? 1 Cos è questo oggetto? 2 Il Paraluce. 3 1) A non rompere l obiettivo 2) Ad impedire alla luce parassita di togliere contrasto alle nostre foto 4 Senza il paraluce, la luce parassita (quella rossa) ossia

Dettagli

Fotografare il Natale

Fotografare il Natale Fotografare il Natale Utilizzate qualunque fotocamera avete a disposizione: reflex, compatta o il vostro cellulare, quello che è importante è immortalare i bellissimi momenti che creano l atmosfera natalizia.

Dettagli

Procedendo con ordine si distinguono:

Procedendo con ordine si distinguono: L'OBIETTIVO L'obiettivo è, sicuramente, la parte più importante della macchina fotografica in quanto solo con una buona ottica si ottengono buoni risultati, per questo motivo l'argomento verra trattato

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Una raccolta di foto di esempio SB-900

Una raccolta di foto di esempio SB-900 Una raccolta di foto di esempio SB-900 Questo opuscolo presenta tecniche, foto di esempio e una panoramica delle funzioni di ripresa flash possibili quando si utilizza un SB-900. It Scelta dello schema

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA PROFILO DELLO STUDENTE RELATIVO ALL AREA ARTISTICA Lo studente al termine del PRIMO CICLO possiede:

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

Elementi di composizione

Elementi di composizione Elementi di composizione Un aspetto molto importante nella fotografia e in generale nella comunicazione visiva è la composizione: infatti in una comunicazione che sfrutta le immagini, la disposizione degli

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

FRACO sub 20090 Trezzano sul Naviglio (MILANO ) via E. Fermi, 22 - Tel. 02-4453120 - Fax 02-4459113 e-mail: info@fracosub.it http://www.fracosub.

FRACO sub 20090 Trezzano sul Naviglio (MILANO ) via E. Fermi, 22 - Tel. 02-4453120 - Fax 02-4459113 e-mail: info@fracosub.it http://www.fracosub. FRACO sub 20090 Trezzano sul Naviglio (MILANO ) via E. Fermi, 22 - Tel. 02-4453120 - Fax 02-4459113 e-mail: info@fracosub.it http://www.fracosub.it 1 CONSIGLI PER FOTOGRAFARE SOTT ACQUA CON FOTOCAMERE

Dettagli

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu)

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Dipartimento DArTe A.A. 2015-2016 - Corso di Laurea Magistrale in Architettura Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) condotto

Dettagli

Come è fatta una reflex

Come è fatta una reflex Come è fatta una reflex Per essere un fotografo consapevole iniziamo a conoscere e a familiarizzare con la propria attrezzatura: per migliorare le proprie capacità fotografiche bisogna sapere perché e

Dettagli

WORKSHOP + Fotografia e Video

WORKSHOP + Fotografia e Video WORKSHOP + Fotografia e Video Corsi Durata Costo Fotografia e Tecnica Fotografica I Fotografia e Tecnica Fotografica II Fotografia e Tecnica Fotografica III Postproduzione Video Scuole 1-2 h a seconda

Dettagli

assaggifigurepaesaggi

assaggifigurepaesaggi Giorgia Fiorio Franco Fontana Ferdinando Scianna assaggifigurepaesaggi Snam Rete Gas per il paesaggio italiano PassaggiFigurePaesaggi 2010 Snam Rete Gas www.snamretegas.it Tutti i diritti riservati. Ogni

Dettagli

CORSO BASE DI FOTOGRAFIA

CORSO BASE DI FOTOGRAFIA CORSO BASE DI FOTOGRAFIA Corso base di fotografia Programma: -1 lezione: macchina fotografica www.rifredimmagine.it La macchina fotografica REFLEX Perchè scegliere la Reflex Possibilità Possibilitàdidiaccedere

Dettagli

Lucia Baldini immagini

Lucia Baldini immagini Lucia Baldini immagini www.luciabaldini.it MUSEI FIORENTINI Questo lavoro fotografico ha come soggetto uno sguardo in bianco e nero ai Musei Fiorentini. E stato un lavoro molto coinvolgente e appassionante

Dettagli

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare...

IL MARE E LE COSTE. 1. Parole per capire VOLUME 1 CAPITOLO 3. A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... VOLUME 1 CAPITOLO 3 IL MARE E LE COSTE MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: mare... onda... spiaggia... costa...

Dettagli

Patrimonito Concorso Internazionale 2010-2011

Patrimonito Concorso Internazionale 2010-2011 Patrimonito Concorso Internazionale 2010-2011 L UNESCO World Heritage Centre, nell ambito del Programma di Educazione al Patrimonio Mondiale, ha creato, sin dal 2002, una speciale serie di cartoni animati

Dettagli

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo

Luce e acqua La fotografia subacquea Il colore e l acqua assorbimento selettivo Luce e acqua La fotografia subacquea Ora cercheremo di comprendere come la luce, elemento fondamentale per la fotografia, si comporta in ambiente acquoso e quali sono le sue differenze con il comportamento

Dettagli

UNITA N 8 parte seconda I BIOMI

UNITA N 8 parte seconda I BIOMI UNITA N 8 parte seconda I BIOMI LA TAIGA E LA TUNDRA Al di sopra dei 50-60 gradi di latitudine si estendono gli ambienti freddi e glaciali, caratterizzati da temperature particolarmente basse. Il sole,

Dettagli

arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni

arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni Coloniale progetta emozioni Una storia di viaggi, di scoperte, di incontri e di persone. Un padre, un figlio, un amico, che

Dettagli

esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino

esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino Indice Esperienze naturali di gioco di Sabrina Bonaccini.6 Il rapporto tra bambino e natura: una convivenza da ritrovare di Federica Marani e

Dettagli

FARE SCIENZA A SCUOLA

FARE SCIENZA A SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO DI NOTARESCO SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/16 PROGETTO DI RICERCA AZIONE (Sviluppo del pensiero scientifico) FARE SCIENZA A SCUOLA NOI LA LUCE E LE OMBRE NELLO SPAZIO E NEL TEMPO

Dettagli

In questa casa tutta la famiglia provvede a mantenere il proprio ambiente di vita pulito e scintillante il babbo

In questa casa tutta la famiglia provvede a mantenere il proprio ambiente di vita pulito e scintillante il babbo 6. SINDROME NIMBY Not in my black yard. Ciò che non accade nel cortile di casa nostra non ci riguarda, non ci interessa. È la mentalità che fa da sfondo alla crisi profonda della nostra società, nella

Dettagli

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI.

All interno dei colori primari e secondari, abbiamo tre coppie di colori detti COMPLEMENTARI. Teoria del colore La teoria dei colori Gli oggetti e gli ambienti che ci circondano sono in gran parte colorati. Ciò dipende dal fatto che la luce si diffonde attraverso onde di diversa lunghezza: ad ogni

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico Di Marco Donatiello Principi base dei ritratto Ritratto: Il termine si riferisce propriamente ad un'opera pittorica o ad un disegno, anche se per estensione

Dettagli

L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO).

L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO). L esposizione di una foto dipende essenzialmente da tre fattori: tempo di esposizione apertura di diaframma sensibilita del sensore (ISO). Quando premiamo il pulsante di scatto sulla nostra macchina fotografica,

Dettagli

La fotografia di paesaggio. di Aristide Torrelli 2008

La fotografia di paesaggio. di Aristide Torrelli 2008 La fotografia di paesaggio Luce, tecnica e visione di Aristide Torrelli 2008 Il percorso Cos è un paesaggio Vedere fotograficamente Comporre l immagine L obiettivo migliore La luce Scegliere la miglior

Dettagli

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte.

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Piergiorgio Trotto Finalità: Sviluppare le capacità espressive con esercizi attinenti al colore e all immagine. Ricercare la propria identità. Sperimentare

Dettagli

Le due diverse facce di Shanghai, la parte moderna del Pudong e la parte tradizionale tra mercati e case in

Le due diverse facce di Shanghai, la parte moderna del Pudong e la parte tradizionale tra mercati e case in Più volte ho provato a descrivere la realtà cinese, la frenetica realtà cinese, con il suo progresso e con il suo attaccamento alla tradizione, con i suoi colori e i suoi odori. Più volte ho provato e

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Laboratorio di Paola Tonelli

Laboratorio di Paola Tonelli Laboratorio di Paola Tonelli dal libro: La Documentazione educativa di Paola Tonelli ed. ANICIA Roma In moltissime scuole italiane è ormai costume comune raccontare il proprio percorso, il proprio lavoro,

Dettagli

Luca Bracali, famoso fotografo, ama viaggiare senza ingombro e considera la serie X perfetta per il suo stile di vita nomade

Luca Bracali, famoso fotografo, ama viaggiare senza ingombro e considera la serie X perfetta per il suo stile di vita nomade INTERVISTA OBIETTIVO: XF14mm F2.8R ESPOSIZ: 1/30 sec a F4, ISO 1600 Luca Bracali, famoso fotografo, ama viaggiare senza ingombro e considera la serie X perfetta per il suo stile di vita nomade REGISTRATI!

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE DI AMBITO ABILITA CONOSCENZE ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO 1 ESPRIMERSI E COMUNICARE

Dettagli

Gli sposi ringraziano tutti per aver contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno :

Gli sposi ringraziano tutti per aver contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno : Il Viaggio di Nozze di Mara e Alessandro Gli sposi ringraziano tutti per aver contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno : Canada, Usa e Polinesia Benvenuti in Canada! Partiamo alla volta

Dettagli

Tempi, diaframmi, sensibilità

Tempi, diaframmi, sensibilità Nicola Focci Settembre 2011 Questo articolo illustra i tre parametri fondamentali per utilizzare una macchina fotografica (tempi, diaframmi, sensibilità) e li «cala» nell operatività concreta (profondità

Dettagli

CISCO. Workshop Closeup Studio 24-25 gennaio 2015

CISCO. Workshop Closeup Studio 24-25 gennaio 2015 CISCO Workshop Closeup Studio 24-25 gennaio 2015 SCHEMA LUCE BASIC 1 beauty dish posto lateralmente alla modella con altezza di circa 2m 1 pannello dal lato opposto rispetto al beauty dish faretto con

Dettagli

ItalianModa.com CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE

ItalianModa.com CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE Come descritto in altri documenti in relazione all importanza di presentare nel migliore dei modi i propri prodotti, può essere necessario elaborare

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

ATTIVITA LABORATORIALI SVOLTE CON ROSANNA PETITI novembre 2011 / gennaio 2012

ATTIVITA LABORATORIALI SVOLTE CON ROSANNA PETITI novembre 2011 / gennaio 2012 ATTIVITA LABORATORIALI SVOLTE CON ROSANNA PETITI novembre 2011 / gennaio 2012 Scuola primaria «Calvino» - Moncalieri - Laboratorio "LUCE E VISIONE" con Rosanna Petiti 1 1^ incontro Scoprire quali sono

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

Tutorial: Come fotografare la via lattea

Tutorial: Come fotografare la via lattea Tutorial: Come fotografare la via lattea Chi mi segue da tempo saprà certamente che durante i miei viaggi e le mie escursioni ho dedicato molto tempo nella fotografia di paesaggio e sempre più spesso dedico

Dettagli

ISLANDA TREKKING DEL LAUGAVEGUR

ISLANDA TREKKING DEL LAUGAVEGUR ISLANDA TREKKING DEL LAUGAVEGUR Il trekking del Laugavegur è considerato uno dei tracciati più belli al mondo. La sua particolarità è il continuo cambio di colori e forme del paesaggio, che rendono i

Dettagli

africa africa golfo europa america arabico artico e antartico latina asia

africa africa golfo europa america arabico artico e antartico latina asia PROFESSIONALITÀ ESPERIENZA QUALITÀ africa africa golfo europa america arabico latina artico e antartico asia Il Viaggio Journeys & Voyages nasce nel 1978, da una famiglia di viaggiatori. Oggi è un tour

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE

SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA Campo d esperienza IMMAGINI,SUONI E COLORI. Disciplina: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI ABILITA COMPETENZE FINE SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI CONOSCENZE NUCLEO: ESPRIMERE E COMUNICARE

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni

Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni Piccola Guida alla Fotografia parte 6a Gli errori più comuni Dopo aver visto negli altri capitoli le linee principali per fotografare correttamente i nostri modelli, cercherò di mostrare ora cosa non si

Dettagli

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI ! Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI Insegnante: Arianna Rucireta NESSUN GRANDE ARTISTA VEDE MAI LE COSE COME REALMENTE SONO. SE LO FACESSE, CESSEREBBE DI ESSERE

Dettagli

Dal 2 luglio 2004 l'unesco ha dichiarato questo territorio nei dintorni di Siena Patrimonio mondiale dell'umanità: questo riconoscimento si è andato

Dal 2 luglio 2004 l'unesco ha dichiarato questo territorio nei dintorni di Siena Patrimonio mondiale dell'umanità: questo riconoscimento si è andato Visiteremo ed esploreremo una delle zone più interessanti, famose ed affascinati per la fotografia di paesaggio in toscana. Ci dedicheremo alla fotografia di paesaggio nella zona della Val d Orcia La Val

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

Traduzioni & Corsi di Lingue Udine. Via Cussignacco 27/4. P. IVA: 02159420302 tel/fax: 0432-229621 scuola@jmi.it

Traduzioni & Corsi di Lingue Udine. Via Cussignacco 27/4. P. IVA: 02159420302 tel/fax: 0432-229621 scuola@jmi.it APPUNTI PRIMO INCONTRO Sono passati quasi duecento anni dall invenzione dei primi strumenti in grado di registrare immagini ma si può dire che la fotocamera è costituita dagli stessi elementi basilari

Dettagli

Corso di Fotografia Centro Iniziative Sociali Roberto Borgheresi

Corso di Fotografia Centro Iniziative Sociali Roberto Borgheresi Corso di Fotografia Centro Iniziative Sociali Roberto Borgheresi Conoscere i tipi di fotocamere Uno dei tanti libri di fotografia che avevo letto iniziava con un detto: Povero è il falegname che accusa

Dettagli

Fondamenti pratici di fotografia di architettura

Fondamenti pratici di fotografia di architettura Fondamenti pratici di fotografia di architettura 23-24 aprile 2016 Milano (mi) Workshop 2 giorni By paolo Valentini Q uando un pugno di visionari si incontrano più o meno casualmente, condividendo una

Dettagli

La Top Ten dei suggerimenti per la progettazione Web

La Top Ten dei suggerimenti per la progettazione Web In questo capitolo Impostare l obiettivo Mantenere le pagine libere e pulite Non travolgere i visitatori con i colori Usare meno di quattro tipi di carattere Essere coerenti Semplificare Essere rapidi

Dettagli

www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi

www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi www.pieropolidoro.it Interpretazione e cooperazione nei testi visivi Come rappresentare le azioni Ruggero Eugeni identifica tre modi in cui è possibile rappresentare un movimento o un azione: 1) movimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

1. Esplorare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, gestuali, tattili e cinestesiche.

1. Esplorare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, gestuali, tattili e cinestesiche. SEZIONE A: Traguardi formativi CLASSE TERZA COMPETENZE ABILITÁ CONOSCENZE A- Esprimersi,comunicare e sperimentare le tecniche e i codici propri del linguaggio visuale e audiovisivo. 1. Esplorare immagini,

Dettagli

GIOCHI SENZA SQUADRE

GIOCHI SENZA SQUADRE GIOCHI SENZA SQUADRE Età: 5-8 anni Questi giochi (50) sono proposti nel seguente modo: si ritaglia la descrizione del gioco, si piega il pezzo di carta e s inseriscono tutti i 50 foglietti in un sacchetto.

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO ARTE E IMMAGINE Competenze finali AMBITO ARTISTICO [Dal Profilo educativo, Culturale e Professionale dello studente alla fine del primo ciclo di istruzione (6-11 anni)] per l'espressione di sé e per la

Dettagli

Scattare fotografie mozzafiato è semplice come inquadrare e scattare con la nuova Canon PowerShot A800

Scattare fotografie mozzafiato è semplice come inquadrare e scattare con la nuova Canon PowerShot A800 Comunicazioni alla stampa you can Scattare fotografie mozzafiato è semplice come inquadrare e scattare con la nuova Canon PowerShot A800 PowerShot A800, una compatta digitale conveniente e facile da usare,

Dettagli

WORKSHOP FOTOGRAFIA NATURALISTICA

WORKSHOP FOTOGRAFIA NATURALISTICA WORKSHOPFOTOGRAFIANATURALISTICA TITOLODELCORSO DESTINATARI OBIETTIVI LOCALITA ESEDIDEL CORSO ILCARSOEISUOICOLORI «Dallafotografianaturalisticaallascopertadelterritorio» Ilcorsosirivolgeafotografiappassionatidallabellezzadellanaturaed

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Corso di Fotografia Programma 8 Lezioni Ultimo aggiornamento 24/05/2015 Pagina 1 di 11

Corso di Fotografia Programma 8 Lezioni Ultimo aggiornamento 24/05/2015 Pagina 1 di 11 Programma 2015 del Corso Pratico Intensivo di Fotografia in 8 lezioni, tenuto da Guido Padoa della Associazione Nazionale Fotografi Professionisti, per fotocamere Compatte, Mirrorless e Reflex di qualsiasi

Dettagli

Dipinti di paesaggi: cosa serve e come fare, le regole del buon artista.

Dipinti di paesaggi: cosa serve e come fare, le regole del buon artista. Dipinti di paesaggi: cosa serve e come fare, le regole del buon artista Vi piacciono i dipinti su tela? Vorreste riuscire a realizzarne uno con le vostre mani? Ecco a voi come dar vita ai quadri di paesaggi

Dettagli

California & Polinesia

California & Polinesia California California & Polinesia PROGRAMMA DI VIAGGIO Polinesia 1 GIORNO Roma - San Francisco Trasferimento libero in aeroporto e partenza con volo di linea per San Francisco. All arrivo trasferimento

Dettagli

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno elabora creativamente produzioni personali per esprimere sensazioni ed emozioni. Sperimenta strumenti e tecniche

Dettagli