Bimbarte: più dell arte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bimbarte: più dell arte"

Transcript

1 Bimbarte: più dell arte Itinerario didattico Anno scolastico 2008/2009 Delia Grata Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 1

2 Indice A. Scheda base presentazione progetto pag. 3 B. Presentazione istituto scolastico Malvaglia pag. 19 C. Presentazione istituto scolastico Blenio pag. 22 D. Schede specifiche Classe prima pag. 26 Classe seconda pag. 68 Classe terza pag. 93 Classe quarta pag. 124 Classe quinta pag. 147 D. La mostra pag. 174 Elenco libri Ringraziamenti Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 2

3 A Scheda base presentazione progetto Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 3

4 SCHEDA BASE PER LA PRESENTAZIONE DELL ITINERARIO DIDATTICO Docenti relatori: Delia Grata, Micaela Studer Sedi: Biasca, Blenio, Claro e Malvaglia Classi: I II III IV V elementare Titolo dell attività: Bimbarte: più dell arte 1. PREMESSA Oss.: la parte introduttiva dello scritto che segue è stata redatta dalle docenti di attività creative (AC) Delia Grata e Micaela Studer proprio perché tutto il progetto è stato svolto in stretta collaborazione. Il piacere per l arte, nelle sue molteplici sfaccettature, ci ha sempre viste entrambe coinvolte e, di base, è stata la scintilla che ha dato avvio a questa avventura. L idea è nata quale logica conseguenza a quanto abbiamo vissuto durante i vari corsi di aggiornamento ai quali abbiamo partecipato. Questi momenti, oltre che ad averci fornito materiale pratico e informazioni teoriche, sono stati per noi un importante punto di incontro/scambio con altri docenti: la somma di tutti questi fattori ha prodotto l idea che poi abbiamo deciso di sviluppare in collaborazione. È stata svolta quale attività principale del programma annuale di AC, nei vari istituti scolastici nei quali operiamo, completata con la messa a disposizione di una collezione di libri a tema (v. allegato L arte nei Libri, catalogo della mostra itinerante organizzata da Bibliomedia, Biasca) e con l esposizione di parte dei lavori prodotti in Casa Cavalier Pellanda a Biasca (v. scheda La mostra ).Il progetto era volto ad avvicinare i bambini all arte, al senso estetico e all uso dei colori. Ad ogni classe è stato assegnato un pittore la cui opera è stata esplorata e rielaborata con tecniche e materiali diversi ed ha occupato, a momenti alterni, praticamente l intero anno scolastico. Il percorso didattico ha permesso al singolo allievo di sviluppare quella caratteristica dalle quale è stato maggiormente attratto (colore, forme, materiali, tecnica, ), di personalizzare l opera dell artista ed era inteso a valorizzare le conoscenze degli allievi assecondandone le suggestioni nell ambito delle esigenze del progetto stesso (metafore, personaggi simbolici, ) Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 4

5 2. OBIETTIVI Approccio a: arte, colore, tecniche pittoriche (tempera, acquerello, china, carboncino, stampa, ) e applicazioni pratiche con altre tecniche (vedi schede singole classi/lavori). Conoscenza di uno o più artisti e stili. Analisi visiva e riproduzione il più possibile fedele di un quadro. Elaborazione e trasformazione a libera interpretazione di una sua opera per creare applicazioni pratiche. Orientazione dell allievo ad una partecipazione consapevole che lo vedrà protagonista. Offerta di un esperienza non comune e straordinaria. Offerta di un educazione visiva che fornisca loro i mezzi opportuni per capire e interpretare le immagini. Autonomia e indipendenza nell organizzazione del proprio lavoro e del proprio spazio. Responsabilità nell uso dei vari attrezzi e nella fase di riordino. Padronanza e rispetto degli spazi e dei materiali a disposizione. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 5

6 3. MATERIALE In generale, per tutte le attività, in classe erano sempre a disposizione: fogli di vario genere e grandezza pennelli, di diversi tipi e misure colori (tempera, acrilici e a olio) vaschette, tavolozze, bicchieri matite colorate pennarelli e pennarelli indelebili acquarelli colori a china con cannucce e pennini carboncino neocolor (acqua, cera e olio) libri internet e beamer Il materiale specifico sarà elencato nelle rispettive schede. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 6

7 Il classificatore del pittore Oltre a tutto il materiale fin qui descritto, va menzionato anche il classificatore del pittore che praticamente consisteva in una raccolta di fotocopie a colori di numerose riproduzioni dei quadri dei vari artisti. Questa documentazione è sempre stata a disposizione dei bambini per qualsiasi attività o curiosità. Dovutamente presentata ad inizio anno, ha permesso ai bambini sia di lavorare sulle riproduzioni che li vedevano direttamente coinvolti, sia anche di andare a scoprire altri artisti. Interessante il vedere, a fine anno, il grado di autonomia raggiunto in tutte le classi nell andare a consultare questo documento in maniera del tutto autonoma. Classe I: opere di Joan Mirò Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 7

8 Classe II: opere di Wassily Kandinskij Classe III: opere di Jackson Pollock Classe IV: opere di Vincent Van Gogh Classe V: opere di Pablo Picasso Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 8

9 4. SVOLGIMENTO Approccio al tema Le modalità di approccio al tema differivano a dipendenza del livello della classe, delle scelte delle docenti di AC ed erano supportate da testi specifici (v. elenco dettagliato allegato) e attrezzature mediatiche e informatiche quali computer, internet, beamer e macchina digitale. Questa fase ha previsto soltanto in certi casi l approccio ad una tecnica artistica specifica: crediamo infatti l aspetto puramente tecnico come secondario rispetto all importanza della creatività e del fare artistico. Le opere proposte non sono state spiegate, ma semplicemente guardate liberamente in modo da stimolare l osservazione come attività fine a sé stessa; i bambini hanno espresso spontaneamente le proprie impressioni, le proprie sensazioni e le visioni, indipendentemente dal problema della necessità di capire. L osservazione guidata, momento indispensabile del percorso di educazione all arte e alla cultura, di varie opere di artisti (Kandinskij, Klee, Van Gogh, Picasso, Mirò e Pollock) ha permesso ai ragazzi di riconoscere stili diversi: sperimentando alcune tecniche hanno difatti espresso sensazioni parzialmente proprie grazie all uso di colori, forme e materiali diversi. Naturalmente il registro adottato e la complessità del ragionamento son stati adattati alla fascia d età. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/2009 9

10 Esempi: 1. In classe è stata portata una scatola sulla quale figurava espressamente l indirizzo della classe stessa, il contenuto era legato alla pittura e all artista che li avrebbe accompagnati in questa avventura. Gli allievi, riuniti in cerchio, sono stati invitati ad indovinare il contenuto e partendo da questo si è sviluppata la discussione intorno all arte in generale, raccogliendo suggestioni e conoscenze spontanee. Per avvicinarsi all artista e scoprirne lo stile, a gruppi sono stati ricostruiti dei puzzle di sue opere. 2. In classe la docente titolare aveva preparato l occorrente per affrontare il tema della teoria dei colori. Ad inizio lavoro, la docente, provocatoriamente, ha chiesto ai ragazzi per quale motivo, secondo loro, si tornava a riprendere la teoria dei colori. Con le risposte, si è arrivati ad approfondire il tema delle tecniche pittoriche, dell uso appropriato dei colori ed in seguito, con il supporto di libri specifici, ci si è avvicinati al mondo dell arte e in particolare al pittore che avrebbe fatto da fil rouge durante l anno. S è rilevata di fondamentale importanza la collezione di libri a tema organizzata da Bibliomedia Biasca e a noi prestata, su nostra espressa richiesta, per l occasione. I testi, a disposizione a rotazione nei vari istituti, son stati dei validi collaboratori in svariate forme. Da un canto, data la loro presenza costante in aula nel corso delle attività, hanno fatto da supporto alle lezioni stesse. Dall altro, agli allievi è stata data la possibilità portare a casa il libro incentivando le conoscenze e la voglia di sapere. Quanto fin qui espresso è stato adottato per ogni singolo lavoro quindi, per scelta, abbiamo ritenuto superlfua una sua ripetizione all interno di ogni scheda singola. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

11 Fase progettuale Questa fase è stata improntata su una serie di lavori pratici (vedi schede specifiche) e necessari preparatori per il progetto finale. Sottomano (scheda specifica numero 1) Stampa Pittura con le dita Acquarelli China Pennarelli Neocolor Stampa sotto plastica (motivi casuali) Buste porta lavori (scheda specifica numero 2) Forbicicchio Composizione di forme astratte Pittura con le biglie Colore trascinato con dettagli in china Calepino dell artista (scheda specifica numero 3) Pittura con le biglie Motivi casuali Dripping Pressa (scheda specifica numero 4) Traforo Trapano Découpage Pittura Collage Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

12 Fase esecutiva Ad ogni classe è stato assegnato un artista del quale son state eseguite più opere, delle quali una sola è stata presentata alla mostra in casa Cavalier Pellanda. Elenchiamo di seguito le opere esposte: Classe 1: Joan Mirò Metro (Istituto scolastico Claro, cl. I, scheda n. 5) Opere spontanee ispirate all artista (Istituto scolastico Biasca, cl. I, scheda n. 5) Opere dell artista copiate (Istituto scolastico Malvaglia, cl. I e I/II, scheda n. 5) Scarpetta (Istituto scolastico Blenio, cl. I, scheda n. 5) Classe 2: Wassily Kandinsky Opere elaborate con materiali diversi (Istituti scolastici Claro e Biasca, cl. II, schede n. 5) Quadro (Istituto scolastico Malvaglia, cl. II, scheda n. 5) Classe 3: Paul Klee Opere elaborate con materiali diversi (Istituto scolastico Claro, cl. III, scheda n. 5) Opere spontanee ispirate all artista (Istituto scolastico Biasca, cl. III, scheda n. 5) Jackson Pollock Pressa (Istituto scolastico Malvaglia, cl. III, scheda n. 5) Porta buste (Istituto scolastico Blenio, cl. III, scheda n. 5) Opere spontanee ispirate all artista (Istituto scolastico Blenio, classe III, scheda n. 5) Classe 4: Jackson Pollock Opere elaborate con materiali diversi (Istituto scolastico Biasca, cl. IV, scheda n. 5) Pablo Picasso Copia di un opera (Istituto scolastico Claro, cl. IV, scheda n. 5) Vincent Van Gogh Piatto (Istituto scolastico Blenio, cl. IV, scheda n. 5) Copia di un opera (Istituto scolastico Malvaglia, cl. IV, scheda numero 5) Classe 5: Pablo Picasso Opera ispirata all artista (Istituto scolastico Blenio, cl. V, scheda n. 5) Copia di un quadro (Istituto scolastico Malvaglia, cl. v, scheda n. 5) Jackson Pollock Opere spontanee ispirate all artista (Istituto scolastico Claro, cl. IV-V e V, scheda n. 5) Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

13 La teoria dei colori Nella fase esecutiva di tutto questo nostro percorso, il colore, collegato all arte, è stato il punto focale di innumerevoli lavori. La presente descrizione di quanto svolto in questo ambito, (accompagnato da approfondite spiegazioni verbali e col supporto dei testi specifici compresi nella mostra di libri Bibliomedia), con le sue numerose applicazioni è stata fatta in tutte le classi adattando semplicemente il grado di difficoltà al livello. Obiettivi Avvicinare l allievo al colore e al suo utilizzo Sperimentare lo schiarimento del colore con acqua Sperimentare lo schiarimento del colore con bianco Sperimentare lo scurimento del colore con nero Sperimentare il cambio del colore partendo dai tre colori primari: giallo, rosso e blu Usare correttamente e in modo pulito il colore, il pennello e lo spazio Potenziare la sensibilità nell accostamento armonioso di colori Usare con parsimonia il colore Fase esecutiva Ad inizio anno, sull arco di un paio di lezioni, gli allievi sono stati invitati a fare degli esercizi con i colori. In particolare è stato dapprima chiesto loro di schiarire i tre colori primari con acqua e con il colore bianco. Queste prove sono state effettuate su foglio da disegno A5. Schiarimento del colore con acqua Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

14 Schiarimento del colore con bianco Scurimento con nero Queste tre prove sono state fatte da tutti gli allievi a partire dai tre colori primari: giallo, rosso e blu, per un totale minimo di 9 prove Cambio del colore: giallo-rosso / giallo-blu / blu-rosso Queste esercitazioni hanno permesso una pratica dell elaborazione del colore, del suo dosaggio e dell uso del pennello. Ogni bambino, a scelta, poteva tracciare delle semplici pennellate di colore oppure disegnare dei cerchi. Tutti si sono quindi ritrovati, a fine percorso, ad avere una prima raccolta di 12 prove destinate all allestimento del calepino dell artista. È stata inoltre consegnata la seguente scheda documentativa che, opportunamente presentata, discussa e ripresa in innumerevoli momenti, è andata a sommarsi a tutto il resto del materiale all interno del calepino dell artista. Nella stessa, si è volutamente omessa una descrizione scritta con la volontà di stimolare il discorso e le susseguenti riflessioni in maniera del tutto spontanea dall allievo. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

15 Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

16 5. RIFLESSIONI E CONCLUSIONI FINALI Il percorso globale ha intenzionalmente occupato gran parte dell anno scolastico ed era esteso a tutte le classi. Questo per permettere da un canto di avere una visione il più possibile completa sull evoluzione degli allievi in ambito creativo/artistico e dall altro per riservare dei momenti ad altre esigenze di classe o istituto (es.: sfilata di carnevale, mostra dei presepi, ) L esperienza vissuta è stata indubbiamente coinvolgente, stimolante, arricchente ma comunque anche molto intensa e onerosa. L impegno maggiore è stato richiesto nella fase preparatoria che ci ha viste coinvolte in una fitta ricerca volta all approfondimento personale (inerente l arte in generale, gli artisti proposti e le rispettive tecniche) ma anche in una ricerca strettamente legata alle applicazioni pratiche (con il rispettivo iter progettuale sfociato nel prodotto finale). A tal proposito segnaliamo che un improvviso cambiamento nelle date previste per l esposizione (anticipata di circa un mese rispetto alle date previste in un primo tempo), ci ha viste costrette a comprimere i tempi di realizzazione, obbligandoci ad una corsa contro il tempo. Riteniamo inoltre doveroso segnalare come un progetto tanto vasto (sia per la durata, sia per la sua estensione a tutte le classi di SE) e il dover replicare certe lezioni più volte, s è rilevato per noi docenti di AC, ripetitivo e a tratti addirittura monotono. La possibile soluzione a questo problema sarebbe quella di ridurre la tempistica o di lavorare con un numero di classi limitato. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

17 In alcuni casi o momenti, l attività è risultata difficoltosa per mancanza di spazio, soprattutto in relazione alla varietà e alla quantità di materiale (colori, fogli, pennelli, contenitori vari, opere in fase di asciugatura, ) che l attività stessa imponeva. In questi casi in particolare agli allievi era richiesta indipendenza nell uso del materiale e degli spazi. Come auspicato nella fase di ipotesi di lavoro, il riscontro dei singoli allievi è stato decisamente positivo su più fronti: segnalazione di informazioni (mostre, articoli di giornale, libri, ) legate al tema base e in seguito condivise con la rispettiva classe esecuzione di disegni/lavori durante il tempo libero proposte spontanee di attività Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

18 ricerche su internet l approccio all arte proposto, con l osservazione di varie opere, ha permesso agli allievi di avvicinarsi, in certi casi, a tendenze e movimenti artistici (cubismo, arte moderna, dripping, ), stimolandone la curiosità e la creatività ed incrementandone il bagaglio culturale personale Come fase di elaborazione e di crescita basata sull esperienza appena vissuta, in classe, a fine attività, son stati riservati alcuni momenti di discussione e confronto durante i quali gli allievi son stati portati a riflettere sull evoluzione intercorsa a partire dall opera dell artista e che ha portato al prodotto finale. In merito a tutto quanto svolto, gli artisti in erba, oltre ai classici è stato bello, mi è piaciuto, mi sono divertito, hanno detto: Andiamo a vedere Van Gong a Basilea? Non mi piace il pennello perché vado sempre fuori dalle righe ma sono loro che si spostano!. Mi è piaciuto usare così tanti colori Vorrei che ci fosse un pittore che non fa tutto perfetto e che esce dalle righe È stato bello perché certe volte abbiamo anche saltato la ricrea Prima giocavo solo a pallone e adesso ho voglia di stare in casa a disegnare e mia mamma mi sgrida perché dice che devo uscire a prendere aria! Ci hai fatti divertire però che fatica fare le cose belle! La mamma mi ha sgridato perché arrivavo sempre a casa tutto pieno di colore. Una volta me ne ha trovato anche in un orecchio! Io sono orgoglioso dei miei disegni! Alcuni prodotti durante l anno son stati esposti dagli allievi stessi in spazi a loro disposizione, e da loro stessi gestiti, per una sorta di vetrina ispiratrice. Tutte le opere sono rimaste di proprietà dell allievo. 7. BIBLIOGRAFIA: vedi documento allegato Bibliomediartebiasca mostra itinerante del libro d arte per ragazzi L Arte nei Libri Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

19 b Presentazione istituto scolastico di Malvaglia Per meglio inquadrare gli ambiti lavorativi nei quali mi trovo ad operare, ritengo doverosa una breve presentazione delle degli Istituti Scolastici. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

20 Malvaglia La sede di Malvaglia delle scuole elementari è uno stabile di non recente costruzione che si sta rilevando sempre più ristretto a causa del costante aumento del numero di allievi che attualmente sono più di 120. Nell aula di attività creative, sono ospitate numerose altre attività e lezioni, ciò che determina un adattamento solo parziale alle necessità per le varie attività. L aula, spaziosa e abbastanza luminosa, a suo tempo era stata adibita ad aula di scuola dell Infanzia e per questo motivo è dotata di lavandini un po troppo bassi e non sempre funzionali al momento della pulizia del materiale. Da quest anno, grazie in particolare alla disponibilità e alla collaborazione del docente responsabile Dario Cittadini è stato possibile allestire in un locale interrato interno al palazzo stesso un aula che è stata adibita alle attività prettamente manuali (falegnameria, vimini, ). In questo modo è stato possibile guadagnare un po di spazio nell aula di attività creative. La collaborazione con i docenti titolari è stata indubbiamente buona. Tutte le lezioni, con tutte le classi (sei sezioni), si son svolte con la loro presenza e, di riflesso, con la classe intera. Con le classi numerose, a volte la situazione era piuttosto caotica, però in questo modo si son potuti portare avanti i vari progetti in gruppo. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

21 In questa sede è presente una pluriclasse: I-II. Per praticità e soprattutto per evitare di generare troppa confusione, da un canto negli allievi e dall altro nelle fasi di lavorazione, è stato deciso di scegliere un solo artista: Joan Mirò. Di seguito sono elencate le classi con il numero di allievi e il rispettivo docente titolare: Istituto scolastico Classe Docente titolare Numero di allievi Malvaglia I e II Sila Cittadini 16 II Dario Cittadini 21 III Delio Sassella 20 IV Daniele Valchera 20 V Gianni Gregorio 22 Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

22 c Presentazione istituto scolastico di Blenio Istituto Scolastico di Blenio Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

23 Blenio Il neonato comune alto bleniese, riunisce gli allievi di sei ex comuni: Campo, Ghirone, Aquila, Dangio, Torre e Olivone, per un totale di circa 70 allievi. L aula di attività creative si trova al piano seminterrato di uno stabile di non recente costruzione, è molto ampia, abbastanza luminosa e dispone di due localini attigui che fungono da ripostiglio. La disponibilità dei docenti anche in questa sede è ottima. Come per Malvaglia, tutte le lezioni si svolgono con le classi intere (quattro sezioni), alla presenza del docente titolare. A Blenio è consuetudine abbellire nel periodo natalizio le quattro vetrine della locale banca Raiffeisen, ciò che comporta lo sfruttamento parziale delle ore di attività creative per la costruzione di paesaggi a tema. Purtroppo quest anno questa sede è stata funestata dalla tragedia della tragica fine dell apprezzatissima maestra di terza elementare, Mireille Guidi che è stata sostituita dalla maestra Alessia Saglini. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

24 Anche in questa sede esiste una pluriclasse I-II e, come descritto per l analoga situazione di Malvaglia, per praticità si è deciso di assegnare un unico artista e cioè Joan Mirò. Di sono elencate le classe, il rispettivo docente titolare e il numero di allievi per entrambi gli istituti. Istituto scolastico Classe Docente titolare Numero di allievi Blenio I e II Luana Karlen e Luisella Giuliani T. 19 III Alessia Saglini e Yvonne Mattei 14 IV Katya Citrini 12 V Luciano Manini 21 Conclusioni In entrambe le sedi, le condizioni di lavoro sono decisamente buone, sia per quel che concerne i locali e il materiale, sia soprattutto per la disponibilità, l ottima collaborazione e per i piacevolissimi rapporti interpersonali che il corpo insegnante mi ha sempre garantito. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

25 Schede specifiche Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

26 Classe prima Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

27 Presentazione lavoro pratico Classe Prima Scheda numero 1 Attività: Sede: Docente relatore: Tempo impiegato: Sottomano I ragni Istituto scolastico di Malvaglia, docenti Sila Cittadini e Chiara Marti Delia Grata 4 unità didattiche 1. OBIETTIVI SPECIFICI Capacità di: Utilizzare la pittura a tempera Stampare con turaccioli Dipingere con le dita Arricchire la base disegnata con dettagli curati Operare una scelta del colore Iniziare a prendere confidenza col nuovo mondo dell aula di AC Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

28 2. MATERIALE Foglio da disegno A3 colorato Cartone grigio 50 x 35 cm, spessore 4 mm Colori a tempera Turaccioli Fogli di disegno A5 QTips Resti di strisce di cartone, 1 x 4 cm, spessore 2 mm Pennelli Plastica auto collante per libri 3. SVOLGIMENTO Approccio al tema Per questo, come per tutti gli altri lavori di questo tipo, per l approccio al tema si rimanda a quanto descritto nella presentazione introduttiva. In ogni caso, inoltre, la teoria del colore ha sempre fatto da accompagnatore nonché da punto di riferimento per le innumerevoli attività di ogni singola classe. Fase progettuale Il lavoro è stato presentato alla classe e esaminato in ogni suo dettaglio. In particolare si sono discusse le forme (ragni), le fasi che compongono la loro esecuzione, la loro disposizione nello spazio e la scelta dei colori. Fase esecutiva Per una migliore organizzazione, la classe è stata suddivisa in due gruppi che comunque lavoravano nella stessa aula e che si sono alternati a rotazione nelle varie fasi che componevano il lavoro. Ogni allievo ha provato a stampare alcuni ragni su dei fogli da disegno formato A5 che in seguito sono stati inseriti nel calepino dell artista. Il corpo è stato fatto intingendo il turacciolo nel colore e poi utilizzandolo a mo di stampino con dei movimenti circolari. Gli arti sono stati tracciati con le dita, mentre i puntini su corpo e gambe, con Qtips. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

29 Con i resti di cartoncino son stati tracciati i fili della ragnatela. Raggiunto un buon grado di sicurezza nelle prove l allievo ha scelto il foglio colorato A3 per il suo sottomano e vi ha ripetuto tutta l operazione più volte. Sul cartone grigio è stata tracciata una cornice dello spessore di circa 8 cm con colori a tempera. Il disegno, una volta asciutto, è stato incollato sul cartone che in seguito è stato a sua volta plastificato. 4. RIFLESSIONI E CONCLUSIONI FINALI È stato un lavoro che ha permesso di vedere il grado di abilità e di autonomia di ogni singolo bambino confrontato con il nuovo ambiente di lavoro che è l aula di AC. In particolare, son state notate notevoli differenze nella fase di aggiunta dei dettagli (zampe, puntini, ragnatela). Essendo questa una classe prima son stati importanti gli aspetti di conoscenza e adattamento al nuovo ambiente, volti al raggiungimento di un buon grado di autonomia di movimento. Particolare attenzione è inoltre stata riservata per la fase di riordino e pulizia finale. Per l Istituto di Blenio, questo lavoro è stato svolta in maniera diversa ed esposto alla mostra in Casa Cavalier Pellanda (v. scheda 5) Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

30 Presentazione lavoro pratico Classe prima Scheda numero 2 Attività: Sede: Docente relatore: Tempo impiegato: Busta Istituto scolastico di Malvaglia, docenti Sila Cittadini e Chiara Marti Istituto scolastico di Blenio, docente Luana Karlen Delia Grata 2-4 unità didattiche 1. OBIETTIVI SPECIFICI Capacità di: Apprendere la tecnica della pittura con le biglie Operare una scelta ponderata del colore Ritagliare correttamente delle forme Inventare un motivo Praticare il collage Usare correttamente la colla Occupare lo spazio in modo armonioso Lavorare e riordinare in modo pulito Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

31 2. MATERIALE Biglie di vetro Colori a tempera Scatola di dimensione minima A4 Fogli da fotocopiatrice Sagome in cartone di varie forme geometriche e misure (rettangoli, quadrati, cerchi, ) Cartoncino colorato A4 prestampato con sagome di fantasia Colla stick Resti di cartoncino bristol 1 busta grande Plastica auto collante trasparente Pennarelli 3. SVOLGIMENTO Fase progettuale Innanzitutto si è parlato in generale lavoro e della sua destinazione ( archivio del materiale personale a fine lezione). Agli allievi son state messe a disposizione varie forme (decorate e non), simili a quelle che si accingevano a costruire: assieme si è quindi giocato ad assemblarle per creare dei possibili motivi per la busta. Fase esecutiva Si sono stampati dei fogli A4 con le biglie: sul foglio messo sul fondo della scatola son state versate delle gocce di colore a tempera sparse, per un massimo 3 colori. Alcuni di questi fogli, debitamente archiviati, sono stati usati per l allestimento del calepino dell artista. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

32 Nella stessa scatola son poi state inserite le biglie che, fatte rotolare, hanno creato le striature. Mentre il lavoro asciugava, il bambino ha ritagliato le sagome stampate su cartoncino colorato che sarebbero poi servite per i dettagli. Tutte le sagome ottenute sono state messe in una scatola dalla quale ogni allievo pescava alla cieca. Sul retro del foglio stampato, son state ricalcate e ritagliate le sagome geometriche. Il bambino ha poi disposto le varie parti su un foglio colorato A4 e, una volta trovata l immagine che più piaceva, sono state incollate. Eventuali dettagli e il nome scritto in grande sono stati aggiunti con pennarello. Il foglio è stato incollato sulla parte anteriore della busta e da ultimo plastificato dalle docenti. 4. RIFLESSIONI E CONCLUSIONI FINALI Com era prevedibile, la novità della colorazione con le biglie ha suscitato immenso piacere. I bambini hanno fatto più fogli con questa tecnica e poi li hanno archiviati in vista della confezione del calepino dell artista. Il ritaglio con le forbici è stato alquanto difficoltoso e impreciso. È stato deciso di mettere in comune tutte le sagome per dettagli ritagliate da cartoncino bristol per offrire maggior scelta ad ogni singolo allievo che, in caso contrario, si sarebbe ritrovato a lavorare con i dettagli di un solo colore. Altra difficoltà sta sempre nel fatto che, basta che qualcuno abbia un idea particolare per far sì che molti dei compagni seguano l esempio. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

33 Presentazione lavoro pratico Classe prima Scheda numero 3 Attività: Artista: Sede: Docente relatore: Tempo impiegato: Il calepino dell artista Joan Mirò Istituto scolastico di Malvaglia, docenti Sila Cittadini e Chiara Marti Istituto scolastico di Blenio, docente Luana Karlen Delia Grata Anno scolastico 1. OBIETTIVI SPECIFICI Capacità di: Archiviare con ordine tutte le prove eseguite durante l anno Costruire delle copertine usando correttamente colla, forbici e matite Sfruttare quanto decorato con la pittura con le biglie (v. scheda numero 2) Usare correttamente tutti gli attrezzi, a dipendenza della situazione Assemblare il calepino ponendo attenzione alla successione dei numerosi documenti Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

34 2. MATERIALE Fogli da disegno formato A5 2 cartoncini formato A5 2 elastici Colla bianca Due tondini di legno, lunghezza 13 cm Fotocopie A5 della biografia dell artista (v. documentazione in calce) 1 fotocopia a colori di 1 quadro di Joan Mirò (v. documentazione in calce) Locandina della mostra Fotocopie A5 dei vari comunicati stampa-internet (v. scheda La mostra ) Fotografia a colori, formato A5, di ogni singolo allievo Bucatrice 3. SVOLGIMENTO Premessa Questo lavoro è stato eseguito in tutte le classi in maniera differenziata, a seconda dell artista scelto e delle tecniche sperimentate, ed era volto alla creazione di una raccolta di informazioni relative alla teoria del colore, all artista, alle prove delle varie tecniche fatte e a tutto quanto ha ruotato attorno alla mostra. Per questo motivo la scheda sarà ripetuta per ogni classe adattata secondo l artista scelto. Fase progettuale In questa fase la docente ha presentato, per sommi capi, quella che sarebbe stata l attività dell anno menzionando un gioco con i colori e la trattazione di un certo signor Joan Mirò che sarebbe stato l intrattenitore. Per contro, dal momento che la mostra sarebbe stata il finale di tutto il percorso e che, a quel momento (si era ad inizio anno scolastico) niente in tal senso era ancora stato discusso nei dettagli, si è deciso di non parlarne. Fase esecutiva Pittura con le biglie Il primo foglio decorato con le biglie (vedi descrizione dettagliata scheda numero 2 la busta ) è stato tagliato a metà. La prima parte è andata ad inserirsi tra il materiale del calepino di ogni singolo allievo, mentre la seconda è stata distribuita a caso tra i compagni in modo da permettere ad ogni bambino di avere due esempi di questo tipo di decorazione. Bimbarte: più dell arte Delia e Micaela Anno scolastico 2008/

DI SEGNARE PER IMPARARE

DI SEGNARE PER IMPARARE DI SEGNARE PER IMPARARE A scuola di Guggenheim è un programma formativo, arrivato alla sua decima edizione, rivolto a tutte le scuole del Veneto, di ogni ordine e grado, realizzato attraverso la collaborazione

Dettagli

PROGETTO ATELIER PAESI E PAESAGGI DI COLORE E FANTASIA

PROGETTO ATELIER PAESI E PAESAGGI DI COLORE E FANTASIA PROGETTO ATELIER PAESI E PAESAGGI DI COLORE E FANTASIA INTRODUZIONE AL PROGETTO L atelier è il laboratorio delle attività grafico-pittoriche e plastiche. Questo luogo, sapientemente attrezzato e predisposto,

Dettagli

Natale nei cieli di Mirò

Natale nei cieli di Mirò Natale nei cieli di Mirò Al corso #miramirò a seguito visita mostra di #miromantova abbiamo proposto un grande cielo natalizio con i segni e i simboli letti nelle Costellazioni di Miró. Le Costellazioni

Dettagli

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E PRIMO BIENNIO ARTE E IMMAGINE Competenze finali AMBITO ARTISTICO [Dal Profilo educativo, Culturale e Professionale dello studente alla fine del primo ciclo di istruzione (6-11 anni)] per l'espressione di sé e per la

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE CURRICOLO VERTICALE DI ARTE SCUOLA DELL INFANZIA: CAMPO DI ESPERIENZA: LINGUAGGI, CREATIVITÀ, ESPRESSIONE (gestualità, arte, musica, multimedialità) È il campo delle attività inerenti alla comunicazione

Dettagli

insegnanti : Gabriella Balbo Anna Maria De Marchi Maria Cristina Giraldel

insegnanti : Gabriella Balbo Anna Maria De Marchi Maria Cristina Giraldel insegnanti : Gabriella Balbo Anna Maria De Marchi Maria Cristina Giraldel Alcune considerazioni sul perché è stato scelto questo percorso. Nell intento di rispondere alla situazione-problema rilevata nelle

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE DI AMBITO ABILITA CONOSCENZE ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO 1 ESPRIMERSI E COMUNICARE

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Educare al piacere del bello e del sentire estetico Stimolare la creatività attraverso lì esplorazione di materiali

Dettagli

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) ANNO SCOLASTICO 2015/16

Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) ANNO SCOLASTICO 2015/16 Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via San Matteo 5 10042 Nichelino (TO) LABORATORIO ARTE ANNO SCOLASTICO 2015/16 MOTIVAZIONE Il progetto vuole accompagnare i bambini in un percorso di scoperta e conoscenza

Dettagli

DIVENTIAMO PITTORI. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFIA

DIVENTIAMO PITTORI. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFIA Settore HOME Attività creative Attività graficopittoriche Tema Visita alla mostra del pittore Franco Valsangiacomo e realizzazione di un quadro Classi Quarta elementare Autori Maris Regazzoni Sinopoli

Dettagli

Il Signor Cubo e i suoi amici

Il Signor Cubo e i suoi amici Il Signor Cubo e i suoi amici Il Signor Cubo e i suoi amici TRACCIA DELL ITINERARIO: 1. Il docente presenta un cubo che ha decorato come se fosse un personaggio. Gli allievi lo trovano in classe e lo descrivono.

Dettagli

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA PRIMARIA

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA PRIMARIA Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 ARTE

Dettagli

Laboratorio Grafico Pittorico Scopriamo un mondo di colori di Petrillo Roberta Anno scolastico 2008-2009 dal 27 ottobre 2008 al 28 novembre 2008

Laboratorio Grafico Pittorico Scopriamo un mondo di colori di Petrillo Roberta Anno scolastico 2008-2009 dal 27 ottobre 2008 al 28 novembre 2008 Laboratorio Grafico Pittorico Scopriamo un mondo di colori di Petrillo Roberta Anno scolastico 2008-2009 dal 27 ottobre 2008 al 28 novembre 2008 Suddivisione del gruppo 2 gruppi da 10-11 bimbi ognuno.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA:

SCUOLA DELL INFANZIA: CURRICOLO VERTICALE DI ARTE SCUOLA DELL INFANZIA: CAMPO DI ESPERIENZA: LINGUAGGI, CREATIVITÀ, ESPRESSIONE (gestualità, arte, musica, multimedialità) È il campo delle attività inerenti alla comunicazione

Dettagli

Valigie d artista: la valigia di Mirò

Valigie d artista: la valigia di Mirò Scuola dell Infanzia Maria Zoccatelli Dossobuono Unità di apprendimento grandi Valigie d artista: la valigia di Mirò ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PREMESSA La volontà di proporre, nel gruppo d intersezione

Dettagli

Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò

Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò Progetto di esperienze Sulle tracce di Mirò Gli bastava un emozione anche piccola e la sua immaginazione si metteva in moto. Una macchia sul muro. Un filo che usciva dalla tela, un granello di polvere.

Dettagli

Dalla sabbia alle conchiglie

Dalla sabbia alle conchiglie Dalla sabbia alle conchiglie Gli oggetti del mare sono stati messi a disposizione per il pasticciamento per un periodo di quindici giorni circa. La fase successiva è stata seguita da un primo momento di

Dettagli

2 TUTTOMONDO LEGGO L IMMAGINE

2 TUTTOMONDO LEGGO L IMMAGINE 2 TUTTOMONDO ARTE Osserva il murale «Tuttomondo» di Keith Haring. Che cosa significa «murale»? è una pittura realizzata un muro esterno è una pittura realizzata su tela Come sono stati dipinti i personaggi

Dettagli

ACCOCCOLIAMOCI. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFIA

ACCOCCOLIAMOCI. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI BIBLIOGRAFIA Settore HOME PREMESSA Attività creative Geometria Studio d ambiente Tema Realizzazione di un cuscino ispirato alle opere di Mondrian Classi Quarta elementare Autori Elena Moretti ACCOCCOLIAMOCI OSSERVAZIONI

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA San Giuseppe

SCUOLA DELL INFANZIA San Giuseppe SCUOLA DELL INFANZIA San Giuseppe via Roma n 226-30038 Spinea (VE) - tel. 041990117 fax 041990283 Scuola Paritaria L. 10marzo2000 Prot. 488/5307 - Aderente alla F.I.S.M. di VENEZIA e-mail scuola@sangiuseppespinea.org

Dettagli

CLASSE: Scuola dell infanzia PROCESSI DA ATTIVARE. Artistico/ espressivo

CLASSE: Scuola dell infanzia PROCESSI DA ATTIVARE. Artistico/ espressivo GRIGLIA DI PROGETTAZIONE DELL UNITA DI COMPETENZA DI ARTE TITOLO: IL COLORE DENOMINAZIONE DELLA RETE- POLO: ISTITUTO: I.C. di Budrio e D.D. Budrio COMPETENZE DA AMBITO PROMUOVERE A) Comunicazione, espressione

Dettagli

CORSI DI PITTURA 2012/13 in collaborazione con l'associazione Eventi

CORSI DI PITTURA 2012/13 in collaborazione con l'associazione Eventi CORSI DI PITTURA 2012/13 in collaborazione con l'associazione Eventi DISEGNO E PITTURA Tecnica a scelta Il corso è aperto a tutti, anche a chi non ha mai disegnato o dipinto. L'obiettivo di questo corso

Dettagli

SCHEDA BASE PER LA PRESENTAZIONE DELL ITINERARIO DIDATTICO (Certificazione del corso di aggiornamento L evoluzione delle attività creative)

SCHEDA BASE PER LA PRESENTAZIONE DELL ITINERARIO DIDATTICO (Certificazione del corso di aggiornamento L evoluzione delle attività creative) Docente relatore: Brumana Gianinazzi Ida Sede e classe/i : Sessa 1-2 - 3 e 4-5 Titolo dell attività : Calligrafia e non solo. 1. PREMESSA L idea è nata da una estesa brutta calligrafia fra gli allievi,

Dettagli

Materiale occorrente:

Materiale occorrente: L attività è proposta ai bambini come una sorta di laboratorio per la costruzione di maschere di Carnevale che lasciano scoperto il viso del bambino. Quest ultimo accorgimento consente anche ai più piccoli

Dettagli

Allegato alla nota prot. 1661 del 31 gennaio 2011 1

Allegato alla nota prot. 1661 del 31 gennaio 2011 1 1 Per ragazzi un po più grandi potrebbe risultare divertente questo indiano con la colica fatto con una lattina di bibita piegata al centro e dipinta con colori acrilici. Gli occhi sono quelli che si acquistano

Dettagli

Scuola dell infanzia M. Zoccatelli Dossobuono Verona

Scuola dell infanzia M. Zoccatelli Dossobuono Verona Scuola dell infanzia M. Zoccatelli Dossobuono Verona A CURA DELLE INSEGNANTI : GUERRA MARISA, PASQUETTO GIORGIA, POLI ELISABETTA MOTIVAZIONE Con questo progetto noi insegnanti abbiamo voluto proseguire

Dettagli

LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme. ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE

LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme. ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE Il percorso Dalle scatole alle forme apre il curricolo di geometria della scuola

Dettagli

DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi

DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi PROGETTO L ARTE DEL RACCONTO E DEL SILENZIO DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi Partendo dalla considerazione che il quadro racconta una storia, trasmette emozioni, è traccia di un significato e porta

Dettagli

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea L arte come gioco di forme e colori a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea Le forme di Kandiskij Scrive Kandinskij: Oggi il punto può significare qualche volta nella pittura più di una

Dettagli

Titolo: IL QUADERNINO DEI RETICOLI

Titolo: IL QUADERNINO DEI RETICOLI Titolo: IL QUADERNINO DEI RETICOLI Autore: giulianamassaro@gmail.com Descrittori: geografia, tecnologia, Motivazione e contesto di applicazione La rappresentazione dello spazio: strumenti e strategie Le

Dettagli

SEGNI, FORME E COLORI NELL ARTE MODERNA

SEGNI, FORME E COLORI NELL ARTE MODERNA Direzione Didattica 7 Circolo LABORATORIO DI ESPRESSIONE ARTISTICA E APPROCCIO ALLE OPERE D ARTE CONTEMPORANEA CURATO DALLE INSEGNANTI CANTALICE -- CRESPI -- FAVA -- FUSCO -- MOLINARI SCUOLE DELL INFANZIA

Dettagli

Laboratori di educazione all immagine

Laboratori di educazione all immagine Il nostro gruppo lavoro, formato da persone che da anni operano nel settore dell illustrazione, della grafica e della didattica, propone laboratori di educazione all immagine, rivolti agli studenti delle

Dettagli

Bambini di 3 anni. Bambini di 4 e 5 anni

Bambini di 3 anni. Bambini di 4 e 5 anni I bambini della scuola dell infanzia del plesso di via Amantea hanno allestito una Mostra con i lavori realizzati con le attività laboratoriali in riferimento al progetto inserito nel POF nell anno scolastico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO 93010 - D E L I A

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO 93010 - D E L I A BLA, BLA, BLA, ANNO SCOLASTICO 2008/2009 MOTIVAZIONE L età dei bambini della scuola dell infanzia è particolarmente feconda poiché, proprio in questo periodo, l interesse e la curiosità, se vengono alimentati,

Dettagli

IMMAGINARTE Laboratori di educazione all immagine

IMMAGINARTE Laboratori di educazione all immagine Il nostro gruppo lavoro, formato da persone che da anni operano nel settore dell illustrazione, della grafica e della didattica, propone laboratori di educazione all immagine, rivolti agli studenti delle

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli

Pon f-3-fse04_por_sicilia-2013-94. Tecniche e Colori. Esperto: Oriana Sessa

Pon f-3-fse04_por_sicilia-2013-94. Tecniche e Colori. Esperto: Oriana Sessa Tecniche e Colori Esperto: Oriana Sessa Teoria dei colori Il coloreè una grandezza tridimensionale e la sola ruota dei colori non è sufficiente a rappresentare tutto lo spazio colorimetrico. Tuttavia,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenze 1, 2, 3, 4, 5 al termine del primo biennio Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e utilizzarli

Dettagli

IO SONO COLORE. Dipingere è come danzare. Questo è il colore dei miei sogni Joan Mirò. laboratori artistici con i bambini

IO SONO COLORE. Dipingere è come danzare. Questo è il colore dei miei sogni Joan Mirò. laboratori artistici con i bambini IO SONO COLORE Dipingere è come danzare. Questo è il colore dei miei sogni Joan Mirò laboratori artistici con i bambini insegnante: Donatella Redaelli L uomo cammina per giornate tra gli alberi e le pietre.

Dettagli

Mani in scena, parte 2

Mani in scena, parte 2 Mani in scena, parte 2 PREMESSA. Nella PROGETTAZIONE scolastica della CLASSE PRIMA si è ritenuto opportuno inserire un progetto che andasse ad ampliare l offerta formativa arricchendola di momenti dedicati

Dettagli

Laboratorio di falegnameria

Laboratorio di falegnameria di: Laboratorio di falegnameria Anna Maria Galli PERCORSI DIDATTICI scuola: I.C. Jesi Centro area tematica: Scienze - Ed. Tecnica pensato per: 8-11 anni OBIETTIVI - Osservare e descrivere materiali: il

Dettagli

CORSI DI PITTURA. DISEGNO E PITTURA Tecnica a scelta

CORSI DI PITTURA. DISEGNO E PITTURA Tecnica a scelta CORSI DI PITTURA DISEGNO E PITTURA Tecnica a scelta Il corso è aperto a tutti, anche a chi non ha mai disegnato o dipinto. L'obiettivo di questo corso è la scoperta delle qualità interpretative di ognuno.

Dettagli

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA'

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA' ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ESPRESSIONE ARTISTICA FINALITA La disciplina mira nelle sue varie articolazioni, alla maturazione delle capacità di esprimersi e di comunicare

Dettagli

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE La disciplina arte e immagine ha la finalità di sviluppare e potenziare nell alunno

Dettagli

Argomento interdisciplinare Tecnologia Geografia - Arte e immagine

Argomento interdisciplinare Tecnologia Geografia - Arte e immagine 1 Argomento interdisciplinare Tecnologia Geografia - Arte e immagine Libro consigliato: Disegno Laboratorio - IL MANUALE DI TECNOLOGIA _G.ARDUINO_LATTES pag. 16-17-18 Unità aggiornata: 7/2012 2 Se vogliamo

Dettagli

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione 1 INFANZIA 3 anni INFANZIA 4 anni Incontrare l arte

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

CORSI DI PITTURA 2014/15

CORSI DI PITTURA 2014/15 CORSI DI PITTURA 2014/15 in collaborazione con l'associazione Eventi DISEGNO E PITTURA Tecnica a scelta Il corso è aperto a tutti, anche a chi non ha mai disegnato o dipinto. L'obiettivo di questo corso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO Anno Scolastico 2015/2016 2013/2014 POF 2015-16 ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO 65016 MONTESILVANO (PE) Via Olona n. 9 - Distretto Scolastico N. 12 Il futuro del mondo è nelle nostre mani! PIANO

Dettagli

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema Laboratori del Sapere Scientifico Scuola primaria Capraia Isola Pluriclasse (classi terza e quinta):

Dettagli

MATER MEA Arte e Immagine - Traforo Artistico

MATER MEA Arte e Immagine - Traforo Artistico MATER MEA Arte e Immagine - Traforo Artistico Newsletter #2 Milano, 23 Dicembre 2015 Contributi Docenti : Andrea Cataldo, Stefania Melis Contributi Bambini : Tecla, Mattia, Manuel, Alessandra, Carlotta

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Bambina ist. Canossiano. UNITA D APPRENDIMENTO N 6 esperienza realizzata con i bambini di 4 anni

Scuola dell Infanzia Maria Bambina ist. Canossiano. UNITA D APPRENDIMENTO N 6 esperienza realizzata con i bambini di 4 anni Scuola dell Infanzia Maria Bambina ist. Canossiano UNITA D APPRENDIMENTO N 6 esperienza realizzata con i bambini di 4 anni Dal 10 Febbraio- al 4 Aprile dal 22 Aprile- al 9 Maggio 14 anno scolastico 2013-2014

Dettagli

TITOLO: PROGETTO IDENTITÀ Il senso di cittadinanza non ha età: costruiamo le nostre carte d identità!

TITOLO: PROGETTO IDENTITÀ Il senso di cittadinanza non ha età: costruiamo le nostre carte d identità! TITOLO: PROGETTO IDENTITÀ Il senso di cittadinanza non ha età: costruiamo le nostre carte d identità! DESTINATARI: Il progetto è rivolto al gruppo omogeneo per età dei bambini di 5 anni (sezione B) della

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO D ARTE N

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO D ARTE N UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO D ARTE N 5a Di CIERVO Valentina ( bambini di 4 anni ) Anno Scolastico 2007-2008 GIOCANDO CON L ARTE DIVENTIAMO ARTISTI 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Questa unità

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori TRAGUARDI DI COMPETENZA Comunicare, esprimere emozioni, raccontare, utilizzando

Dettagli

SCUOLA CITTÀ PESTALOZZI

SCUOLA CITTÀ PESTALOZZI SCUOLA CITTÀ PESTALOZZI Scuola sperimentale statale - Centro Risorse per la formazione docenti Via delle Casine, n.1 50122 FIRENZE tel. 055-2340825 fax 055-2261070 e-mail: pestal@tin.it URL: http://www.bdp.it/pestalozzi

Dettagli

PROGETTO INCONTRO CON L ARTE

PROGETTO INCONTRO CON L ARTE PROGETTO INCONTRO CON L ARTE Insegnante: Facchini Magda PREMESSA Fra i tanti linguaggi, che la scuola propone ai bambini per favorire la loro comprensione e comunicazione con il mondo, quello grafico-

Dettagli

I BAMBINI DISEGNANO PER RACCONTARSI E RACCONTARE

I BAMBINI DISEGNANO PER RACCONTARSI E RACCONTARE Scuola materna comunale G.CARDUCCI - Alessandria Ermanno Morello I BAMBINI DISEGNANO PER RACCONTARSI E RACCONTARE PER COMPRENDERLI OCCORRE SAPER ASCOLTARE E DIALOGARE CON LORO E CON I LORO DISEGNI Alessandria

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

STORIE BREVI. www.comune.torino.it/centromultimediale/index.htm pag.1/7. Città di Torino

STORIE BREVI. www.comune.torino.it/centromultimediale/index.htm pag.1/7. Città di Torino STORIE BREVI La trasparenza dell acqua Esperienza di acquaticità in piscina e a scuola Scuola d Infanzia comunale Principessa Isabella di Via Gorresio, 13 in collaborazione con la Redazione del Centro

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL ITINERARIO DIDATTICO (Certificazione del corso di aggiornamento L evoluzione delle attività creative)

PRESENTAZIONE DELL ITINERARIO DIDATTICO (Certificazione del corso di aggiornamento L evoluzione delle attività creative) Docente relatore: Francesca Joss Sede e classe/i : primo ciclo, SE Tegna, Laura Marino Titolo dell attività : Alla scoperta dell elemento ARIA e Costruzione di una casetta del tempo Alla scoperta dell

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

LICEO ARTISTICO O. Metelli Terni

LICEO ARTISTICO O. Metelli Terni Laboratori aperti 2011-2012 Architettura e ambiente L indirizzo è finalizzato al conseguimento di una formazione di carattere teorico-pratico nel settore dell Architettura in rapporto alla specificità

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

I COLORI DELLE EMOZIONI

I COLORI DELLE EMOZIONI I COLORI DELLE EMOZIONI LABORATORI CREATIVI DI EDUCAZIONE SOCIO-AFFETTIVA Oggi è universalmente riconosciuta l importanza che la scuola riveste nel favorire la crescita dei bambini, il suo ruolo attivo,

Dettagli

Guida per i formatori

Guida per i formatori Guida per i formatori Obiettivi del corso Favorire la trasformazione degli ospedali con reparti di maternità in Ospedali Amici dei Bambini, mediante l applicazione dei 10 passi per allattare al seno con

Dettagli

Piano di lavoro annuale di Arte e Immagine

Piano di lavoro annuale di Arte e Immagine 3 Istituto Comprensivo E. De Cillis Rosolini Piano di lavoro annuale di Arte e Immagine a.s. 2014-2015 Classi Terze Prof. Santo Valvo Settembre PRIMO QUADRIMESTRE (settembre/gennaio) Attività introduttive

Dettagli

Laboratorio: Mani Creative UNITA D APPRENDIMENTO esperienza realizzata con i bambini di 4 anni

Laboratorio: Mani Creative UNITA D APPRENDIMENTO esperienza realizzata con i bambini di 4 anni Scuola dell Infanzia Maria Bambina Ist.Canossiano Laboratorio: Mani Creative UNITA D APPRENDIMENTO esperienza realizzata con i bambini di 4 anni Mani creative dal 14 Gennaio al 12 Aprile Dal 14 gennaio

Dettagli

Istituto Comprensivo Don Milani Orbetello. Percorso in verticale : Simmetria e figure...in movimento

Istituto Comprensivo Don Milani Orbetello. Percorso in verticale : Simmetria e figure...in movimento Istituto Comprensivo Don Milani Orbetello Percorso in verticale : Simmetria e figure...in movimento 1 Il progetto Il progetto ha coinvolto alunni e docenti dei plessi dei tre ordini scolastici dell Istituto

Dettagli

La Pasqua: lavoretti. Come si fa! Un biglietto per Pasqua. Cosa ci serve

La Pasqua: lavoretti. Come si fa! Un biglietto per Pasqua. Cosa ci serve La Pasqua: lavoretti Un biglietto per Pasqua fogli da disegno tempera arancione pennarelli spugnette e piatti di plastica pennello fogli di gomma colorati (rosso, giallo e bianco) occhietti mobili per

Dettagli

PROGETTO NONNI. SCUOLA DELL INFANZIA XXV APRILE Istituto comprensivo statale n 3. Progetto nonni. Così lontani, così vicini

PROGETTO NONNI. SCUOLA DELL INFANZIA XXV APRILE Istituto comprensivo statale n 3. Progetto nonni. Così lontani, così vicini PROGETTO NONNI SCUOLA DELL INFANZIA XXV APRILE Istituto comprensivo statale n 3 (Bassano del Grappa) Progetto nonni Così lontani, così vicini Sezione 1A (piccoli gruppo arancione) Anno Scolastico 2013

Dettagli

Incontri psicoeducativi di avvicinamento all arte: il racconto di un esperienza

Incontri psicoeducativi di avvicinamento all arte: il racconto di un esperienza Bergamo, 3 Ottobre 2008 Incontri psicoeducativi di avvicinamento all arte: il racconto di un esperienza Dott.ssa Laura Marchesi Da cosa nasce quest idea idea??? L idea nasce, in collaborazione con la Dott.ssa

Dettagli

MOSAICO E FARFALLE. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO ATTIVITÀ INTERDISCIPLINARI OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI

MOSAICO E FARFALLE. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO ATTIVITÀ INTERDISCIPLINARI OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI Settore HOME PREMESSA Attività Creative Attività graficopittoriche Tema Sviluppo tematico con realizzazione a mosaico Classi 4ª e 5ª classe Autori Paola Somaini Carmen Sassi MOSAICO E FARFALLE ATTIVITÀ

Dettagli

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Mostra Alice nel Paese delle Meraviglie Luogo: sala espositiva collocata all interno di un edificio

Dettagli

L acqua si infiltra. Scuola Primaria- Classe Prima. Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso

L acqua si infiltra. Scuola Primaria- Classe Prima. Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso L acqua si infiltra Scuola Primaria- Classe Prima Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso Schema per costruire il diario di bordo riguardo a precise situazioni di lavoro scelte

Dettagli

COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI

COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI Le misure fornite sono per una copertina da culla, le cui dimensioni sono 60 x 74 cm. Materiali: - un pezzo di stoffa azzurra di circa 50 x 60 cm (base del pannello centrale)

Dettagli

IO...CREO. P r o g e t t o d i a t t i v i t à m a n i p o l a t i v e. Anno scolastico 2013/2014. Classi I e II sez. A e B. Insegnante Luigi Ceparano

IO...CREO. P r o g e t t o d i a t t i v i t à m a n i p o l a t i v e. Anno scolastico 2013/2014. Classi I e II sez. A e B. Insegnante Luigi Ceparano I s t i t u t o M a r i a A g o s t i n a Scuola Elementare Parificata Paritaria Via Bivio, 24 Mugnano (NA) Telefax: 081/7420357 Email: scuolamariaagostina@libero.it P r o g e t t o d i a t t i v i t à

Dettagli

decorazioni fai da te stencil - decoupage natale - regali oggettistica

decorazioni fai da te stencil - decoupage natale - regali oggettistica decorazioni fai da te stencil - decoupage natale - regali oggettistica Valerio Poggi decora zioni fai da te stencil - decoupage natale - regali oggettistica www.faidatebook.it - info@faidatebook.it riproduzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014. Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014. Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014 Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE Insegnanti titolari: Trevisanello Lucia Rosso Patrizia SITUAZIONE

Dettagli

progettare & costruire di DANIELE CAPPA, IW1AXR

progettare & costruire di DANIELE CAPPA, IW1AXR Questo articolo è stato pubblicato su... progettare & costruire di DANIELE CAPPA, IW1AXR IL LATO ESTETICO dellecose... Ovvero, come farsi in casa le scritte dei pannelli per le nostre autocostruzioni Dopo

Dettagli

ARTMAT Matematicando con l arte CLASSI 2-3 - 4

ARTMAT Matematicando con l arte CLASSI 2-3 - 4 ARTMAT Matematicando con l arte CLASSI 2-3 - 4 Le classi 2-3 - 4 della scuola primaria dell istituto comprensivo di Certaldo collocano questo percorso all interno della programmazione di classe annuale.

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA 1 INS. BORTOLATO GIUSEPPINA CLASSE E7 RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA Il progetto LA STORIA OLTRE LA STORIA è stato realizzato per far comprendere al bambino, che quando, ci sono modifiche

Dettagli

Arco di luci "Natale"

Arco di luci Natale 109.704 Arco di luci "Natale" Attrezzi necessari: seghetto da traforo o seghetto alternativo carta vetrata lima colla per legno righello, matita pennello e colori acrilici Cenno Lavorando con i kit della

Dettagli

CON CHE SI GIOCAVA....UNA VOLTA

CON CHE SI GIOCAVA....UNA VOLTA CON CHE SI GIOCAVA....UNA VOLTA Tutto l occorrente per il laboratorio è a disposizione sui tavoli comprese le istruzioni per la realizzazione dei giochi. I gruppi sono tre e ognuno creerà i giochi di una

Dettagli

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno elabora creativamente produzioni personali per esprimere sensazioni ed emozioni. Sperimenta strumenti e tecniche

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA. FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA : Ins. Drago Maria Rosaria

Anno scolastico 2014-2015 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA. FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA : Ins. Drago Maria Rosaria Anno scolastico 2014-2015 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA : Ins. Drago Maria Rosaria PREMESSA Quello del passaggio dalla scuola dell Infanzia alla scuola

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO Anno scolastico 2009 2010 Scuola Infanzia: Solferino e Cinquenoci c/o Solferino Insegnante referente: Fanizza Cosima Docenti coinvolti Aralla Fabrizia, Basile Petronilla,

Dettagli

Ho pescato un sogno a occhi aperti

Ho pescato un sogno a occhi aperti Ho pescato un sogno a occhi aperti Fasi di lavoro Fase 1 - Immagini per un sogno Ogni alunno riceve quattro fogliettini di tre colori differenti, su ciascuno di essi scrive un luogo, due soggetti e un

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti Attività Metodo Strumenti Durata (in ore) Riconoscere e denominare le forme geometriche presenti nell ambiente

SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti Attività Metodo Strumenti Durata (in ore) Riconoscere e denominare le forme geometriche presenti nell ambiente SCUOLA DELL INFANZIA Obiettivi di apprendimento Conoscere i poligoni regolari Contenuti Attività Metodo Strumenti Durata (in ore) Riconoscere e denominare le forme geometriche presenti nell ambiente Ricostruzione

Dettagli

La poesia e l immagine poetica educano il cuore e lo sguardo. Se impariamo ad ascoltare e a guardare con cura dentro di noi, impariamo anche a farlo

La poesia e l immagine poetica educano il cuore e lo sguardo. Se impariamo ad ascoltare e a guardare con cura dentro di noi, impariamo anche a farlo La poesia e l immagine poetica educano il cuore e lo sguardo. Se impariamo ad ascoltare e a guardare con cura dentro di noi, impariamo anche a farlo meglio con gli altri. E a trovare le parole per l incontro.

Dettagli

Io un po Kandinsky Cristiana Lanciotti e Ines Marazzani

Io un po Kandinsky Cristiana Lanciotti e Ines Marazzani Io un po Kandinsky Cristiana Lanciotti e Ines Marazzani Lanciotti C., Marazzani I. (2003). Io un po Kandinsky. Scuola dell infanzia. 7, 24-27. Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedano

Dettagli

Forma e colore con Kandinsky

Forma e colore con Kandinsky Forma e colore con Kandinsky Kandinsky : l arte entra nella scuola come verifica finale di un percorso su colore forma -dimensione L arte è piena di colori, il mondo è pieno di colori e noi ci viviamo

Dettagli

Scuola dell Infanzia Borgo Ciampicali Sez. B Insegnanti Barbara Gubinelli Carmelina Carullo Chiara Bigelli LA STAGIONALITA E L ARTE

Scuola dell Infanzia Borgo Ciampicali Sez. B Insegnanti Barbara Gubinelli Carmelina Carullo Chiara Bigelli LA STAGIONALITA E L ARTE Scuola dell Infanzia Borgo Ciampicali Sez. B Insegnanti Barbara Gubinelli Carmelina Carullo Chiara Bigelli LA STAGIONALITA E L ARTE GIUSEPPE ARCIMBOLDO E LE SUE OPERE Un altro interessante e stimolante

Dettagli

Attività Descrizione Materiali utilizzati

Attività Descrizione Materiali utilizzati Voglio un(a) Prato per giocare: ragazzina, colorata e accogliente Percorso di pianificazione partecipata e comunicativa per la definizione di linee guida per il nuovo Piano Strutturale del Comune di Prato

Dettagli

TECNICHE DI LAVORAZIONE DELLA CRETA CORSO 2

TECNICHE DI LAVORAZIONE DELLA CRETA CORSO 2 Pagina 1 di 4 TECNICHE DI LAVORAZIONE DELLA CRETA CORSO 2 Realizzazione di un vaso con la tecnica a Lastra NOTE INTRODUTTIVE La tecnica di costruzione a lastra offre la possibilità di realizzare una svariata

Dettagli

Educazione visiva. Argomento. Tema. Percorso didattico

Educazione visiva. Argomento. Tema. Percorso didattico Terza 103 Gianni Hoffmann Educazione visiva Classe: III Argomento Ingrandimento astratto Tema Realtà e astrazione Descrittivo dell attività (finalità riflessioni) Da un immagine fotografica selezionare

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n. 4c di PASTORI Cristina (bambini di 5 anni) Anno Scolastico 2008-2009 Laboratorio linguistico da gennaio a maggio

UNITA DI APPRENDIMENTO n. 4c di PASTORI Cristina (bambini di 5 anni) Anno Scolastico 2008-2009 Laboratorio linguistico da gennaio a maggio UNITA DI APPRENDIMENTO n. 4c di PASTORI Cristina (bambini di 5 anni) Anno Scolastico 2008-2009 Laboratorio linguistico da gennaio a maggio 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Come sottolineano Ferreiro

Dettagli