CONVEGNO ANNUALE DELLA STRUTTURA VULCANI Roma Dicembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONVEGNO ANNUALE DELLA STRUTTURA VULCANI Roma 02-03-04 Dicembre 2014"

Transcript

1 CONVEGNO ANNUALE DELLA STRUTTURA VULCANI Roma Dicembre 2014 INGV - Sezione di Catania - Osservatorio Etneo Gruppo di Ricerca su Linea di attività V2 Dinamiche di unrest e scenari pre-eruttivi Magma dynamics State of activity: impending paroxysm? Changes in parameters observable at the surface Study of these parameters Info on the state of activity

2 INGV - Sezione di Catania - Osservatorio Etneo Afferenze e M/P Linee di Attività Vulcani Terremoti Ambiente Afferenze Totale M/P A1 - Geomagnetismo e Paleomagnetismo 2 0 A2 - Fisica dell alta Atmosfera - - A3 - Ambiente Marino - - A4 - Clima e Oceani - - A5 -Energia e Georisorse 9 25 A6 - Monitoraggio Ambientale, Sicurezza e Territorio A7 - Geofisica di Esplorazione 1 6 T1 - Geodinamica e Interno della Terra T2 - Tettonica Attiva T3 - Pericolosità sismica e contributo alla definizione del Rischio T4 - Fisica dei Terremoti e scenari cosismici - - T5 - Sorveglianza sismica e operatività post-terrremoto 2 1 T6 - Sismicità indotta e caratterizzazione dei sistemi naturali 9 24 V1 - Storia e struttura dei sistemi vulcanici V2 - Dinamiche di unrest e scenari pre-eruttivi V3 - Dinamiche e scenari eruttivi V4 - Vulcani e ambiente V5 - Sorveglianza vulcanica ed emergenze D1 - Attività di formazione e divulgazione - comunicazione IT1 - Reti di monitoraggio e osservazioni IT2 - Laboratori sperimentali e analitici 9 26 IT3 - Calcolo scientifico IT4 - Banche dati IT5 - Osservazioni satellitari IT6 -Sale operative TOTALE Infrastrutture

3 NOME M/P 1 Aloisi Marco 4 2 Alparone Salvatore 2 3 Barberi Graziella 2 4 Behncke Boris 2 5 Biale Emilio 0 6 Bonaccorso Alessandro 6 7 Bonfanti Pietro 2 8 Bruno Valentina 3 9 Caltabiano Tommaso 2 10 Cannata Andrea 0 11 Cannavò Flavio 2 12 Carbone Daniele 6 13 Cocina Ornella 3 14 D'Agostino Marcello 2 15 D'Amico Salvatore 2 16 Del Negro Ciro 1 17 Di Grazia Giuseppe 3 18 Falsaperla Susanna 6 19 Ferrari Ferruccio 2 20 Giammanco Salvatore 2 21 Giampiccolo Elisabetta 2 22 Greco Filippo 2 23 Guglielmino Francesco 1 24 Langer Horst 6 25 Lodato Luigi 6 26 Maiolino Vincenza 1 27 Mangiagli Salvatore 2 28 Musumeci Carla 2 29 Napoli Rosalba 3 30 Palano Mimmo 1 31 Pecora Emilio 1 32 Prestifilippo Michele 1 33 Privitera Eugenio 4 34 Puglisi Giuseppe 1 35 Reitano Danilo 5 36 Salerno Giuseppe Giovanni 2 37 Spampinato Letizia 1 38 Spampinato Salvatore 3 39 Tuvè Tiziana 2 40 Ursino Andrea 1 41 Zuccarello Luciano 2 INGV - Sezione di Catania - Osservatorio Etneo Gruppo di Ricerca su Linea di Attività V2 Dinamiche di unrest e scenari pre-eruttivi Personale afferente e M/P

4 Struttura VULCANI Linee di attività e relative tematiche (da PTA )

5 INGV - Sezione di Catania - Osservatorio Etneo Gruppo di Ricerca su Linea di Attività V2 Proposta di organizzazione interna basata su tre indirizzi principali 1 - Analisi integrata di osservabili che si sviluppano su periodi brevi (da minuti a giorni) e che precedono fenomeni a rapida evoluzione (esplosioni, fontane di lava, ecc.). Analisi di serie temporali acquisite in continuo finalizzata al riconoscimento di pattern multiparametrici che si sviluppano su periodi brevi e precedono eventi parossistici a rapida evoluzione. Definizione dei meccanismi che possono generare questi segnali attraverso inversioni e confronto con risultati di simulazioni. 2 - Analisi integrata di osservabili che si sviluppano su periodi lunghi (mesi/anni) e che precedono o accompagnano fenomeni caratterizzati da lenta evoluzione nel tempo (eruzioni laterali, feedback tra dinamiche magmatiche e risposta strutturale dell edificio vulcanico, ecc.). Analisi congiunta di dati acquisiti attraverso campagne di misure discrete (geochimiche, geodetiche), distribuzioni nello spazio e nel tempo del rilascio di strain, tomografie 4D, ecc. per la definizione dello stato di attività del vulcano, la comprensione dei rapporti dinamici tra rocce incassanti e magma, lo studio della dinamica di lungo periodo che coinvolge magma e gas all interno del plumbing system. 3 - Schemi di predizione unsupervised e modelli per la stima della probabilità di eruzione. Tecniche di classificazione unsupervised basate su SOM e logica fuzzy, applicazione del BET_EF (Bayesian Event Tree_Eruption Forecasting) e di altri metodi per la stima quantitativa dell hazard eruttivo.

6 Dal PTA Obiettivi Strategici della Struttura Vulcani

7 MED-SUV Sub-task del progetto che ricadono nella LdA V2 WP5: Etna volcano laboratory (open-conduit) Task 5.1: Characterisation of the threatening phenomena from space and ground Sub-Task Test cases for significant events We will select three sets of recent and well document dyke injections, earthquakes creep events on shallow faults on flanks (Pernicana, Mascalucia) and in the Timpe also considering their relation with landslides events to be used as reference events for the modelling of Task 5.4 (Team: INGV). VOS 2-3 Sub-Task Multiparametric experiment for gas dynamics definition We will set-up at the Mt. Etna NE Crater (continuously degassing from several years) a temporary multiparametric monitoring system including infrasound, seismic, gravimetric, gas, thermal sensors and visible video cameras. A vertical linear infrasound array that will be introduced in the crater, we will measure the sound velocity in the plume. At the same time, the multiparametric monitoring system will records the fingerprint of the degassing process with the aim of the gas escaping process modelling. In addition we will try to explain the difference found in the estimation of gas volume made by means of infrasound modelling and independent estimates. Finally, the same dataset will be used to give detailed information about the NE Crater structure. We will repeat the experiment several time in order to sample different degassing conditions (Team: INGV). VOS 3 Sub-Task Multiparametric data mining We will integrate seismic data and data originating from other scientific fields (such as volcano imagery, geochemical analyses, deformation, gravity and magneto-telluric), in order to facilitate the cross-check of the findings encountered from the single data streams, in particular allowing their immediate verification with respect to ground truth. Part of the research will be focused on the management and integration of a large dataset of measurements (Team: INGV). VOS 3

8 MED-SUV Sub-task del progetto che ricadono nella LdA V2 WP5: Etna volcano laboratory (open-conduit) Task 5.2: Mt Etna dynamics Sub-Task Magma storage, ascent and degassing The main planned actions are: (1) To determine the pre-eruptive magma conditions. (2) To assess experimentally the importance of magma-crust interactions and sediment ingestion and their potential influence on the volatile budget and hence the eruptive dynamics of Mt. Etna. (3) To investigate the effect of magma ascent rate on magma dynamics and gas release at the surface. (4) To investigate radioactive disequilibria among short-lived U-series isotopes in both volcanic gases and solid products,to discriminate between deep gas accumulation processes and shallow degassing. (5) To perform conductivity experiments aimed at retrieving the most likely electrical signature of the present plumbing system, focusing on the influence of the gas phase on conductive properties of typical Etna basaltic magmas. (6) Finally, by combining the above results with geophysical data, to provide a quantitative, numerical modelling of the dynamics of magma ascent, degassing and eruption at Mount Etna (Team: CNRS, INGV, LMU). VOS 3 Sub-Task Stress transfer and interaction between faults and the magmatic/hydroth sys This task aims at studying the rheology and stress transfer inside Mt Etna, the interaction between slow-slipping faults and propagating dikes, the correlations between induced seismic events and deformation, the effect of the structural discontinuities. Seismic data and field measurements from the Pernicana will be used to validate the models of Task 5.4 and constrain the physical links between structures, deformation and seismicity. Observations from Etna and other areas around the world show that the moment tensor of dike-induced earthquakes is poorly understood. The expected moment tensor will be estimated by calculating the changes that the fault induces on the dike geometry. We will select a set of recent and well-document dyke injections that can be used as reference events for the modelling. For the modeling we will use the set of recent and well-document dyke injections, earthquakes and creep events established in ST (Team:CNRS, GFZ, INGV, CSIC, Western). VOS 3

9 MED-SUV Sub-task del progetto che ricadono nella LdA V2 WP5: Etna volcano laboratory (open-conduit) Task 5.3: Mt Etna structure Sub-Task High-resolution 3D vs. 4D seismic velocity and attenuation tomography This Task is aimed in applying standard and advanced tomographic techniques in order to model seismic data recorded during the last ten years (several thousands of local earthquakes) together with those acquired in occasion of the active seismic experiment (TOMO_ETNA). The main goal is to better define the Mt. Etna s plumbing system and to locate crustal magma reservoirs and other crustal and upper mantle relevant discontinuities. Long-range correlation of seismic noise will also be investigated (Team: INGV, UDUR, BRGM). VOS 2 Sub-Task Investigation of cortical structures, through borehole experiment The Osservatorio Etneo and the Osservatorio Vesuviano (INGV) will conduct a joint deployment of a small aperture array close to the downhole seismic station called Pozzo Pitarrone, installed since 2006 by Osservatorio Etneo at a depth of 120 meters. The results of this Task will be also useful to the work of the other Task group of this WP and the knowledge of some physical parameters will also be helpful for a 3D numeric model of Etna volcano (in particular the Sub-Task 5.4.2). (Team: INGV). VOS 2

10 MED-SUV Sub-task del progetto che ricadono nella LdA V2 WP5: Etna volcano laboratory (open-conduit) Task 5.4: Models and software Sub-Task Consensus 3D model of Etna This Task aims at developing a 3D model of Etna volcano, which includes realistic geological structures derived from the integration of surface and subsurface data. Some computational mesh that includes realistic surfaces (topography, faults and discontinuities structures) will be designed for the use in numerical modelling. These meshes will be tested with some benchmark problems in order to fulfil the requirements of different numerical models and allow models comparison. (Team:INGV, CNRS, CSIC) VOS 2-3 Sub-Task Near real time deformation modelling We will work towards improving approaches developed in the last years (e.g. the SISTEM approach developed at INGV-CT) and implementing a more global and near real-time deformation model able to fully exploit the large input of EO and in-situ ground deformation data available for this volcano. This result will be useful to constrain the tools for the hazard assessment developed in the WP6. (Team: INGV, CSIC, CNRS). VOS 3

11 MED-SUV Sub-task del progetto che ricadono nella LdA V2 WP6: Type of activity Task 6.2: Volcanic Hazard Assessment at Etna volcano Sub-Task Hazard changes induced by monitoring observations This task has the same goal of task 1.2 and it requires a similar general approach, mostly based on the Bayesian statistics, the BET code, and the Bayesian Belief Network. Also in this case, the target is how to translate monitoring observations into probabilities (INGV) VOS 3

12 Sub-Task Multiparametric experiment for gas dynamics definition The original objective of this experiment, that was performed in mid-july 2014, was to focus on the degassing activity of the North-East Crater (NEC; one of the five summit craters of Mt. Etna). However, about 10 days before the onset of the experiment (on 5 July) an eruptive fissure (EF) opened at the base of the NEC. Hence, the focus of the experiment became twofold: first, to study degassing processes at NEC; second, to investigate the eruptive and degassing activity at EF. Photo by Laura Spina Photo by Laura Spina

13 Sub-Task Multiparametric experiment for gas dynamics definition The experiment involved almost 40 researchers/technicians from different institutions in Italy, Germany and France. The field work involved coupled deployment of: seismometers microphones thermopiles a mini-uv scanner FTIR spectrometer SO 2 camera systems high-speed video cameras thermal and visible cameras gravimeters tiltmeters laser HCl sensor Photo by Roberto Maugeri Also satellite data (MODIS and ASTER) were acquired but, because of the bad weather conditions, no good results were obtained by their elaboration. Moreover, this experiment gave the opportunity to test the prototype of a DIAL for volcanic CO2 sensing the first time in a volcanic environment.

14 Sub-Task Multiparametric experiment for gas dynamics definition Preliminary analyses show promising results and we are confident that our results will shed new light on the interplay between degassing and eruptive dynamics. Comparison between infrasonic RMS and tilt radial component Comparison between infrasonic and seismic signals

15 Sub-Task Multiparametric data mining Data, spectrograms and results of KKAnalysis from 14 to 20 March a) amplitude of volcanic tremor, b) spectrograms of volcanic tremor, d) ambient parameters (pressure and soil temperature), e) radon. Results of the application of KKAnalysis refer to: c) volcanic tremor, f) radon and ambient parameters......g) volcanic tremor, radon, and ambient parameters, h) volcanic tremor, radon and ambient parameters. Colored triangles combine the results of SOM and fuzzy clustering; the results of fuzzy clustering (FC) with the partition in three clusters (distinguished by red, green, and blue color) are shown below each diagram. Falsaperla, Behncke, Langer, Neri, Salerno, Giammanco, Pecora, Biale (2014). Int J Earth Sci (Geol Rundsch), DOI /s

16 Sub-Task Stress transfer tectonic/magmatic systems Carbone, Aloisi, Vinciguerra, Puglisi, Earth-Science Reviews, 138, Attraverso l uso di un modello agli elementi finiti, sono stati investigati i rapporti dinamici intercorsi, nel periodo , tra la zona di accumulo profonda, al di sotto del fianco nordorientale dell Etna, e la zona di fratturazione più superficiale nel settore sud-orientale. Tali rapporti hanno determinato le condizioni per lo sviluppo dell eruzione laterale del 2001, controllando il complesso pattern di osservabili negli anni precedenti.

17 Sub-Task D vs. 4D seismic tomography 1 /11/ /10/2001 1/11/ /07/2001 W y=2 E W y=2 E 2001 eruption 12/07/2001 9/08/ /08/ /10/2001 W y=2 E W y=2 E eruption 26/10/ /01/2003 W y=2 E eruption 1/01/ /05/2008 W y=2 E W W y=0 y=-2 E E W W y=0 y=-2 E E W W y=0 y=-2 E W E W y=0 y=-2 E W E W y=0 y=-2 E E W W y=0 y=-2 E E V/V p s km V P /V S model vs Time (From Barberi et al., IAVCEI, 2013) W E cross sections showing the variation of the V P /V S ratio during the pre eruptive periods and eruptive ones for 2001, and lateral eruptions.

18 Sub-Task Near real time deformation modelling I G E O Deformation data -levelling -GPS -InSAR + Covariance Q d 3D grid of (empty) point sources Elastic parameters Density and pressure contrasts METHOD: 3D Extended Source with Free Geometry Model equations dg c i F m 2 zi Zk g F 0 ( zi Zk ) G 2 (1 ) v 3 2 k k k 1 dik 4 dik dik m 1 z Z 3vk pk dgo F dz0, i 1,..., ng 4 k 1 i k 3 dik Fit conditions ε T G Q 1 G G ε T P Regularization conditions Q Mixed condition ε ε 1 P P T 1 m Q m min. -1 D M T 2 ε Q ε+ f m T Q -1 M min. m= min, Growth process (scale factor) Nearly automatic inversion process Extended 3D models for structures of anomalous density and pressure, defined as aggregation of (filled) point sources

19 Sub-Task Hazard changes from monitoring data Il codice BET è già stato applicato all Etna nell ambito del progetto INGV-DPC LAVA (Brancato et al., Ann. Geophys., doi: /ag-5346). Nuova applicazione del codice BET_EF all Etna (MED-SUV Project). Punti principali: L Expert Team coinvolgerà l intero OE. Il processo di elicitazione sarà basato su un metodo Delphi modificato (Selva et al., 2012, Jour. App. Volcanol., doi: / ). Stato dell arte: Un primo seminario (Ottobre 2014) per motivare la partecipazione degli esperti. Un secondo meeting (Dicembre 2014) per presentare i modelli concettuali dei differenti parametri di monitoraggio con relatori i partecipanti (su base volontaria) al processo di elicitazione. Prossimi step: Un terzo meeting (Gennaio 2015) per presentare la piattaforma web da utilizzare per la procedura di elicitazione online ELICITAZIONE ONLINE (Gennaio 2015, a valle del terzo meeting)

20 SO2 camera at COA, Stromboli Progetto PON VULCAMED SO 2 Camera systems In the framework of VulcaMed project, SO 2 Camera systems have been (and will be) deployed at Etna, Stromboli and Vulcano to integrate the FLAME UV- Scanner network and improve the temporal resolution in SO 2 flux observation A permanent SO2 camera system was installed in May 2013 With respect to FLAME network of ultraviolet spectrometers, the SO 2 camera offers a much higher sampling rate, allowing quantitative comparisons with, e.g., seismic data. Cross-correlation analysis reveals that the gas emissions is strongly correlated with VLP seismic events, with a time lag of 60s (mechanism driving VLPs; effect of wind-plume direction).

21 Progetto PON VULCAMED igrav superconducting gravimeter Over about 2 months, 2 = 2 Gal In the framework of VulcaMed project, an igrav superconducting gravimeter was installed on Etna last August (Serra La Nave; 1740m a.s.l.). With respect to conventional instruments, superconducting gravimeters offer a much better stability (drift less than 0.5 µgal/month) and precision (0.05 µgal in the time domain for 1 minute averaging). The igrav superconducting gravimeter at SLN This instrument will thus allow to recognize the effect of mass redistributions driven by volcanic activity and occurring over periods between minutes and years. It will also make a reference for gravity surveys in the summit zone of Etna.

22 Coupling between VLP events, volcanic tremor and degassing rates at Etna Zuccarello et al., J. Geoph. Res., 118, , doi: /jgrb Results of this study reflect the complexity of the system, with gas flux correlating with volcanic tremor (not systematically) and frequency of VLP events not correlating with other parameters. Gas slug ascent, observed as VLP events, contributes little to the total gas emission: issue about the reliability of VLP seismicity as a proxy for the degassing rate. Future work will focus on the development of an integrated conceptual model to describe the coupling between gas transfer to the surface and volcanic tremor, as well as the role of VLP events in magma dynamics.

23 Joint Inversion of Ground Deformation and Focal Mechanisms Data for Magmatic Source Modelling January - May 2008 Earthquakes Earthquakes Magmatic source A novel approach is proposed which allows to improve the parameter estimation of analytical models of magmatic sources (e.g., shape, depth, dimensions, volume change, etc.) by means of a joint inversion of surface ground deformation data and P- axes of focal plane solutions. January - May 2008 Cannavò et al., Pure Appl. Geophys. 171, , DOI /s x

24 Studi su episodi recenti di fontana di lava all Etna Various studies concluded that the dynamics leading to the episodic lava fountaining at Etna is controlled by the repeated formation and collapse of a foam layer at shallow depth beneath the summit craters (e.g. Aiuppa et al., 2010, Geochem. Geophys. Geosyst., 11, Q09008, doi: /2010gc003168). A study is carried out to test this hypothesis through comparison between the volume of the growing gas foam and the gas volume expelled through each fire fountain in the July-September 2011 sequence :57:46 The volume of gas expelled through a fire fountain can be estimated from the height of the fountain, its duration and the area of the vent (Wilson and Head, 1980; Vergniolle and Ripepe, 2008).

25 Studi su episodi recenti di fontana di lava all Etna Medie a 1 minuto dell intensità totale del campo magnetico alla stazione di BVD (distante poche centinaia di metri dal Nuovo Cratere di SE) riferite alla stazione di riferimento CSR il 15 Novembre 2011 (inalto)eil18 Marzo 2012 (in basso). In corrispondenza dell attività di fontanamento, si osserva un veloce e continuo incremento di circa 3.5 nt. Photo by D. Condarelli Il segnale non ritorna al livello precedente la variazione. Questo dato, insieme al periodo della variazione stessa, indica, come probabile causa, un effetto piezomagnetico generato da un intrusione laterale superficiale.

26 INGV - Sezione di Catania - Osservatorio Etneo Gruppo di Ricerca su Linea di Attività V2 Dinamiche di unrest e scenari pre-eruttivi La formazione di un gruppo di ricerca trasversale, con programmi e obiettivi che ricadono in quelli fissati nella Linea di Attività V2, offre l occasione di rendere più sistematica l analisi congiunta di serie temporali multiparametriche, al fine di migliorare le conoscenze sui rapporti tra dinamiche magmatiche e osservabili da esse indotti. Migliorare la stima quantitativa dello stato di attività e della probabilità che si verifichino eventi parossistici.

27 INGV - Sezione di Catania - Osservatorio Etneo Gruppo di Ricerca su Linea di Attività V2 Dinamiche di unrest e scenari pre-eruttivi Implementazione di procedure che prevedano l utilizzo sinergico di: serie temporali multiparametriche e simulazioni numeriche/analitiche + modelli concettuali per giungere alla definizione di parametri-chiave (caratteristiche del magma, parametri geometrici, volumi/masse in gioco, ecc.) che consentano di valutare lo stato di attività.

28

29 Sub-Task Magma storage, ascend and degassing Research in progress: petrologic study of the pre-eruptive dynamics of magmas erupted during summit activity of Etna from 1995 to 2001 and from 2011 to????. Main points of the Research in progress: the long-term variability of major and trace elements in magma erupted by the summit craters is mostly controlled by a mixing processes between a fairly evolved magma stored in the shallow plumbing system, and a recharging more primitive magma ascending from depth. Anyway, the short-term variability seems to be influences by other factors, namely, the frequency and entity of deep magma recharge, the variable proportions of mixing magmas, the dynamics of gas-magma mixture in the reservoir and also the occurrence of tectonic accidents.

30 Piano Triennale di Attività 2014 \ 2016 Scheda di dettaglio Linea di Attività V2 Nel corso del triennio si prevedono studi particolarmente intensi sui seguenti soggetti: - relazioni tra presenza di tremore vulcanico e il manifestarsi di fontane di lava al vulcano Etna; - relazioni tra segnali registrati dalle reti di monitoraggio all Etna e ai Campi Flegrei, probabilità di eruzione, e localizzazione della bocca eruttiva; - relazioni tra osservabili, in particolare di tipo geochimico, e variazioni nel sistema magmatico di Vulcano; - relazioni tra osservabili e il manifestarsi di attività eruttiva eccentrica o esplosioni maggiori o parossistiche al vulcano Stromboli. Saranno inoltre effettuati, nell ambito di progetti europei e collaborazioni internazionali, studi sui vulcani Soufrière Hills (Montserrat, West Indies); Kilauea (Hawaii, US); Long Valley (CA, US); vulcani del Centro- e Sud-America (Salvador, Ecuador, Colombia). Intervengono in questa Linea di Attività gli Obiettivi Strategici (descritti al Cap. 3.2): - VOS1: Dinamiche di unrest e pericolosità a breve termine ai Campi Flegrei - VOS2: Relazioni tra strutture tettoniche e vulcaniche all Etna e alle isole Eolie - VOS3: Dinamiche di unrest e pericolosità a breve termine ai vulcani Etna e Stromboli - VOS4: Verso un Simulatore Vulcanico Globale - VOS8: Definizione e adozione di una politica INGV per le banche dati - VOS9: Sviluppo e implementazione di DIVO - VOS10: Creazione della Task Force V-EMER - VOS11: Definizione di un protocollo di ente per la gestione degli aspetti scientifici delle emergenze vulcaniche e per la stima della pericolosità vulcanica - VOS12: Partecipazione alla creazione di Reti Infrastrutturali europee - VOS13: Definizione di un piano di Dissemination & Outreach della Struttura

31 OBIETTIVI Superamento dell attuale configurazione dell Ente, basata sostanzialmente su una confederazione di sezioni, a favore di una piena realizzazione dell INGV quale Ente unico, coeso e coordinato nel suo impegno nella ricerca e nel servizio a favore della società Impulso sul fronte della ricerca europea e rafforzamento dell immagine internazionale della Struttura e dell Ente Rafforzamento delle relazioni con la comunità scientifica nazionale esterna all INGV, con le organizzazioni nazionali e con il mondo dell industria, e consolidamento della presenza della Struttura sul territorio Contributo nella messa a punto e realizzazione di un piano per la comunicazione e per l educazione della società Da presentazione di P. Papale riunione Struttura Vulcani 2 luglio 2014

32 Le Linee di Attività costituiscono gli elementi organizzativi principali delle Strutture, e si articolano a loro volta in Gruppi di Ricerca costituiti presso le Sezioni Le attività di ricerca e di servizio verso l esterno (sorveglianza, valutazioni di pericolosità, etc.) sono organizzate e coordinate all interno delle Linee di Attività Le Linee di Attività sono intenzionalmente incentrate su OBIETTIVI o temi, non su approcci o metodologie Lo scopo è quello di incentivare un approccio MULTIDISCIPLINARE alle ricerche, favorendo il dialogo, l interscambio e la collaborazione Da presentazione di P. Papale riunione Struttura Vulcani 2 luglio 2014

33 Regolamento di Organizzazione e Funzionamento (ROF) dell INGV Da presentazione di P. Papale riunione Struttura Vulcani 2 luglio 2014

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point P. Bonanni*, F.Fornasier*, A. De Marco * ISPRA, ENEA Carico critico Stima quantitativa dell esposizione ad uno o più inquinanti

Dettagli

La materia di cui sono fa0 i sogni digitali. Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa

La materia di cui sono fa0 i sogni digitali. Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa La materia di cui sono fa0 i sogni digitali Gian Luigi Ferrari Dipar7mento di Informa7ca Universita di Pisa Presentazioni! Gian Luigi Ferrari o Informa7co! Di cosa mi occupo (ricerca) o Linguaggi di Programmazione!

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale.

Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale. Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale. Santilano A. 1, Manzella A. 1, Viezzoli A. 2 Menghini A. 2, Donato

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Alberto Maurizi, Francesco Tampieri, CNR ISAC

Alberto Maurizi, Francesco Tampieri, CNR ISAC Contributi locali e non locali agli inquinanti nella Pianura Padana: dal caso particolare a una discussione generale sui modelli di composizione dell atmosfera Alberto Maurizi, Francesco Tampieri, CNR

Dettagli

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW Technical-scientific seminar on Analysis and design of tall building structures University of Patras 16 May 214 h. 11:-18: ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW OFFICE BUILDING IN MILAN (21-214) Structural

Dettagli

Present-day Vertical kinematic. Northern Italy form permanent GPS stations

Present-day Vertical kinematic. Northern Italy form permanent GPS stations Present-day Vertical kinematic pattern in the Central and Northern Italy form permanent GPS stations N. Cenni 12, P. Baldi 2, F. Loddo 3, G. Casula 3, M. Bacchetti 2 (1) Dipartimento Scienze Biologiche,

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI Giuseppe Basile (1), Marinella Panebianco (2) Pubblicazione in corso su: Geologia dell Ambiente Rivista della SIGEA - Roma (1) Geologo, Dirigente del Servizio Rischi Idrogeologici e Ambientali del Dipartimento

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Diss. ETH No. 20918. Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design. for the degree of Doctor of Sciences

Diss. ETH No. 20918. Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design. for the degree of Doctor of Sciences Diss. ETH No. 20918 Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design A dissertation submitted to ETH Zurich for the degree of Doctor of Sciences presented by Alberto

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence

Lo Standard EUCIP e le competenze per la Business Intelligence Lo Stard UCIP e le competenze per la Business Intelligence Competenze per l innovazione digitale Roberto Ferreri r.ferreri@aicanet.it Genova, 20 maggio 2008 0 AICA per lo sviluppo delle competenze digitali

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Agenda Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Section II - The Data Representation Problem and the construction of the Model Section III - Data Analysis

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation

Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation Con la Disposizione Organizzativa n.07/04 viene fissata la missione della Funzione Meteorologia il cui obiettivo

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli